Sei sulla pagina 1di 12

Introduzione

• TRNSYS è un programma di simulazione


dinamica caratterizzato da una struttura
modulare;
• Ai fini della simulazione del sistema oggetto di
analisi, all'utente è richiesto di specificare i
componenti che costituiscono il sistema e la
maniera nelle quali questi interagiscano tra di
loro.
Introduzione

• TRNSYS ha iniziato ad essere disponibile


commercialmente a partire dal 1975;
• Il programma viene costantemente sviluppato (la
versione più recente, la 17, è del luglio 2010)
grazie al lavoro congiunto di una serie di
istituzioni:
– Solar Energy Laboratory (SEL), USA;
– Thermal Energy Systems Specialist (TESS), USA;
– Aiguasol Enginyeria, Spagna;
– Centre Scientifique et Technique du Bâtiment
(CSTB), Francia;
– Transsolar GmBH Energietechnik, Germania.
Introduzione

• Il pacchetto di installazione consiste di una serie


di moduli. Tra questi:
– Simulation Studio, il programma di interfaccia
dedicato all’impostazione e all’esecuzione delle
simulazioni;
– TRNBuild, il programma di interfaccia dedicato alla
descrizione dettagliata dell’edificio;
– TRNEdit / TRNSED, lo strumento per la modifica
manuale dei file di input e la creazione di applicazioni
“stand-alone” in ambiente TRNSYS.
La struttura modulare: le Types

• La simulazione in ambiente TRNSYS è costituita


dall’assemblaggio di una serie di componenti (“Types”)
opportunamente interconnessi in modo tale da svolgere
una sequenza ordinata di operazioni;
• Ciascuna “Type” è costituita da una subroutine (scritta in
FORTRAN, C o C++) che ne descrive il funzionamento;
• Tutti i componenti utilizzati e le modalità secondo le quali
questi saranno chiamati ad interagire sono raccolti in un
file (“.dck”) che rappresenta l’input vero e proprio al
programma, tale file viene creato e modificato mediante
il programma di interfaccia Simulation Studio
Impostazione della simulazione

• Affinché una simulazione possa essere eseguita


devono essere soddisfatti i punti che seguono:
– Vanno selezionati tutti i componenti (Types)
necessari alla descrizione del problema oggetto di
indagine;
– Impostazioni di lavoro e valori iniziali devono essere
definiti per ciascun componente;
– Devono essere completati i collegamenti tra i vari
componenti in modo da ottenere un flusso ordinato di
informazioni, in modo cioè che ciascuna Type abbia a
disposizione i dati di input necessari ai fini del calcolo.
Introduzione al Simulation Studio

• L’ “Assembly panel” costituisce la finestra


attraverso la quale l’utente è in grado di creare,
modificare ed eseguire i modelli creati;
• All’interno di tale finestra è possibile selezionare
i componenti necessari alla descrizione del
problema affrontato, definire le loro interazioni,
impostare i parametri di simulazione, effettuare
eventuali operazioni di “debug” e analizzare i
risultati del calcolo.
La creazione di un nuovo progetto

Tramite i comandi “File / Nuovo Progetto”


è possibile accedere all’assemblaggio
delle varie Type ai fini di una nuova
simulazione.
La selezione delle Types

La selezione delle Type avviene dall’elenco presente


sulla destra della finestra. La collocazione all’interno dell’
“Assembly panel”, e quindi l’impiego nella simulazione,
avviene tramite selezione e trascinamento nell’area di
lavoro.
Accesso alle caratteristiche delle Types

Cliccando con il tasto destro del


mouse su ciascuna Type è possibile
accedere alle finestra “Proforma”
che contiene le informazioni
necessarie al corretto utilizzo del
componente.
La struttura delle Types

Cliccando con il tasto sinistro del


mouse su ciascuna Type è possibile
accedere alle finestre che
consentono di impostare le modalità
di operazione della Type, di vedere
quale siano le informazioni di
ingresso necessarie e quali siano i
risultati disponibili come output.
La definizione dello scambio di
informazioni tra le Types

Per definire un collegamento tra due


Type, collegamento in base al quale
avverrà il flusso di informazioni, è
necessario definire un “Link” tra le
due icone.
La definizione dello scambio di
informazioni tra le Types

Oltre ad effettuare il
collegamento tra le due
Type, all’utente viene
richiesto di specificare in
dettaglio come avviene
lo scambio di
informazioni tra i due
componenti.