Sei sulla pagina 1di 3

Trasformatori di corrente

TRASFORMATORE AMPEROMETRICO (T.A.)


Tutti gli strumenti elettronici (regolatori elettronici della potenza reattiva, strumenti per l’analisi armonica, strumenti per l’analisi dei
parametri di rete, ecc) necessitano di un segnale di corrente, opportunamente ridotto mediante Trasformatore Amperometrico.
Affinché i trasformatori di corrente riproducano il più fedelmente possibile la corrente primaria durante il normale esercizio dell’impianto,
è indispensabile che essi siano correttamente dimensionati con adeguati fattori di precisione e siano caricati con valori più bassi del
carico nominale in modo da aumentare il fattore limite di precisione effettivo, ma sufficientemente elevati da garantire un adeguato
grado di precisione nella lettura.

SCELTA DEL TRASFORMATORE DI CORRENTE (T.A.)


• Il dimensionamento del T.A. non dipende dalla potenza dei condensatori installati, ma dalla corrente massima prevista sulla
linea di alimentazione generale dei carichi. Utilizzare un trasformatore di corrente (T.A.) con secondario da 5A e corrente
primaria superiore alla massima assorbibile dai carichi stessi.
• Occorre scegliere il rapporto di trasformazione del T.A. in modo da garantire costantemente un segnale amperometrico al secondario
compreso fra 0,5÷5A, intervallo di valori ottimali per una corretta misura del regolatore.
• Il T.A. deve essere di buona qualità (classe 1) e di potenza adeguata per garantire precisione nelle misure del regolatore, calcolabile
tenendo conto dell’ auto-consumo amperometrico (circa 2VA), della potenza dissipata dai cavetti di collegamento (circa 0,2 VA per
metro di lunghezza su linee bifilari con sezione 2,5 mm2) e quella d'eventuali strumenti inseriti nel circuito amperometrico.
• In presenza di carichi induttivi monofase (sistema trifase squilibrato), montare il T.A. sulla fase della rete con maggior necessità di
rifasamento (cosfì più basso e/o maggior assorbimento di corrente elettrica).
• I cavi del secondario del T.A. dovranno essere di sezione pari ad almeno 2,5 mm2.
• È necessario da parte dell'utente inserire il trasformatore di corrente (T.A.) sulla linea dell'impianto da rifasare, esattamente a monte
sia dei carichi di rete che del punto di derivazione dell'alimentazione per il quadro di rifasamento: il T.A. installato deve cioè poter
misurare le correnti assorbite da tutto l'impianto, sia quelle induttive (motori o altro) sia quelle capacitive (condensatori).
• Occorre accertarsi che la fase su cui è inserito il T.A. (fase “R”) non venga utilizzata in derivazione per l’alimentazione voltmetrica
del regolatore (derivare fasi “S” e “T”).
• Prima di eseguire l’operazione di scollegamento del regolatore accertarsi che il secondario del T.A. sia sempre cortocircuitato,
altrimenti al suo interno, potrebbero originarsi tensioni pericolose che lo porterebbero alla distruzione.
• Nel caso in cui si debbano rifasare due o più linee (trasformatori in parallelo) si dovranno utilizzare due o più T.A. i cui secondari
alimenteranno un trasformatore sommatore con uscita 5A; in tal caso è di fondamentale importanza che i vari T.A. siano tutti montati
in corrispondenza della fase “R” ed in corretta sequenza tra loro (seguendo gli appositi contrassegni K e L).
• Derivando due o più cavi (per CARICHI e RIFASAMENTO) dal medesimo morsetto (fase “R”) a valle dell’interruttore generale,
occorre far passare fisicamente attraverso il foro del T.A., tutti i due o più cavi derivati

SCHEMA DI COLLEGAMENTO DEL TRASFORMATORE DI CORRENTE (T.A.)

QUADRO RIFASAMENTO AUT.

misura in quadratura
di fase o varmetrica
MT
R/L1
S/L2
T/L3

A Installazione corretta
Regolatore
BT
V-V A-A
B Installazione corretta

Installazione NON corretta


R/L1
S/L2
T/L3

E C il T.A. non rileva la corrente dei carichi

A Installazione NON corretta


D il T.A. non rileva la corrente del rifasatore
C
IA Installazione NON corretta
E T.A. sulla fase errata

B
segnale amperometrico dal TA
T/L3
S/L2 ai carichi
R/L1
D

32 ED 02.15.ITA REV. 5
Trasformatori di corrente

Trasformatori di corrente a BARRA PASSANTE - T.A. di misura secondario 5A


Codice Rapporto di Prestazioni (VA) Foro (mm) Dati tecnici generali
trasformazione
cl 0,5 cl 1 cl 3 ø cavo dim. sbarra
7650196 50/5 - - 1,2 23 32x10 Custodia: materiale termoplastico autoestinguente

7650296 60/5 - - 1,5 23 32x10 Frequenza: 40÷60 Hz

7650496 100/5 - - 3 23 32x10 Tensione di riferimento per l’isolamento: 0,72kV

7650696 150/5 - 3 5 23 32x10 Tensione prova: 3kV per 1’ a 50Hz

7655096 200/5 2,5 5 8 23 32x10 Isolamento: classe E

7655196 250/5 4 7 10 23 32x10 Protezione: IP20 (50÷400A) - IP30 (500÷2000A)

7655296 300/5 5 8 12 30 40x10 Sovracorrente permanente: 1,2In

7655496 400/5 10 15 20 30 40x10 Corrente nominale termica di cortocircuito (Ith):

7655696 500/5 5 10 20 - 63x30 40In (50÷250A) - 60In (>250A)

7655896 600/5 8 15 30 - 63x30 Corrente nominale dinamica di cortocircuito (I dyn): 2,5xIth

7655996 800/5 20 40 - - 82x37 Fattore di sicurezza: N≤5

7656396 1000/5 20 40 - - 82x37 Temperatura di funzionamento: -25 / +50°C

7656496 1200/5 25 50 - - 82x37 Temperatura di magazzinaggio: -40 / +80°C

7656896 1500/5 40 80 - - 82x37

7657096 2000/5 50 100 - - 82x37

Costruzione a norme: CEI EN 60044-1, IEC 185, VDE, BS, UTE.

Trasformatori amperometrici SOMMATORI (T.A. SOMMATORI) - secondario 5A


Codice Tipo Prestazioni (VA) Dati tecnici generali

cl 0,5 cl 1
7660298 2 ingressi 5+5 /5 10 20 Autoconsumo: 2VA per ingresso

7660498 3 ingressi 5+5+5 /5 10 20 Altre caratteristiche: vedi T.A. BARRA PASSANTE

7660698 4 ingressi 5+5+5+5 /5 10 20

Costruzione a norme: CEI EN 60044-1, IEC 185, VDE, BS, UTE.

Trasformatori di corrente APRIBILI - T.A. di MISURA secondario 5A

Isolamento a secco, inglobamento in resina sintetica a nucleo apribile, per la diretta applicazione su cavo o barre.
Isolamento verso il conduttore primario a cura del cliente.

Rapporto di Prestazioni (VA) Foro (mm) Dati tecnici generali


trasformazione
cl 0,5 cl 1 cl 3 dim. sbarra
400/5 3 7,5 20 120x80 Frequenza: 50÷60 Hz

500/5 4 12 30 120x80 Tensione di riferimento per l’isolamento: 0,72kV

600/5 6 15 40 120x80 Tensione prova: 3kV per 1’ a 50Hz

1000/5 10 20 50 120x80 Fattore di sicurezza: N 5

1500/5 30 45 60 120x80 Temperatura di funzionamento: -25 / +50°C

2000/5 40 55 70 86x82 Temperatura di magazzinaggio: -40 / +80°C

Costruzione a norme: CEI EN 60044-1, IEC 185, VDE, BS, UTE.

ED 02.15.ITA REV. 5 33
Schemi di collegamento

Regolatori elettronici serie QR

N
L3 (T)
Carichi L2 (S)
CT../5
L1 (R)
L K
220V 0V
1A
T1 T2 T3 T4 T5 T6 Max 4A

C1....6
12 34 5 6CC

Allarme
QR6 400 Vac

380V
220V
0V
AA

50°C

Regolatori a microprocessore serie QSR Protezioni a microprocessore serie MHD

N
L3 (T)
Carichi L2 (S)
CT../5
L1 (R)
L K
220V 0V C NO NC C NO NC V V
1A
T1 T2 T3 T4 T5 T6 Max 4A Power
supply
C1....6 Alarm 1 Alarm 2 85÷265V
50/60Hz.
X1 X2 1 2 3 4 5 6 C
Carichi N
Loads CT ../5
L3 (T)
Allarme Charges CT ../5
L2 (S)
Verbraucher L K CT ../5 MHD/3
L1 (R)
QSR6 400 Vac Loads
L K
L K

AA V V Current Input
AL1 AL2 AL3
Max 5A-

Regolatori a microprocessore serie MPR Regolatori a microprocessore serie EMR

MPR8 - 400Vac EMR12 - 400Vac


RETE C° RETE
TEMPER.
MAINS MAINS
RESEAU RESEAU
NTSR N T S R
N L3 L2 L1 N L3 L2 L1
ALARM
VENT.

VOLTAGE VOLTAGE
CURRENT
CURRENT

220 Vac
400 Vac
400 Vac

0 Vac

35°
0 Vac
n.c.

P2 P1 X2 X1 C 8 7 6 5 4 3 2 1 A A 0 V2 12 11 10 9 8 7 6 5 4 3 2 1 C A A 0 V1 V2

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18

TA../5
TA../5 CT../5
CT../5
TI../5 TI../5

QP QP
Fu Fu
F8

F2

F1

F12

F1
F2
220 400

220 400
o o

o o

TR TR
CARICHI CARICHI
A1
A1

A1
A1

A1
A2 A1
K8

K2

K1

LOADS LOADS
K12

K2

K1

CHARGES CHARGES
A2

A2
A2

A2
A2

Fu Fu
C8

C2

C1

C2

C1
C12

34 ED 02.15.ITA REV. 5