Sei sulla pagina 1di 11

domani 2 | soluzioni esercizi

esercizi | unità zero


1
sedia segnalibro

banco
foglio

libro
quaderno
penna

zaino
giornale

2 comincia, elementare, media, dura, iniziano, che ha passeggiato con Stefano? • Ma come,
superiori, durano, si chiudono, maturità, permette, non la conosci? È sua moglie; □ Ma chi sono
quadrimestre, ricevono, vanno, sufficienza, quegli uomini che sono usciti con Stefano? •
cambia, trentesimi, libretto, concludono, promossi, Ma come, non li conosci? Sono i suoi amici;
bocciato, si chiama, cambiano, si chiamano, □ Ma chi sono quelle signore che si sono
diventano, finiscono, media, prende, laureato, incontrate con Stefano? • Ma come, non le conosci?
dottore, dottorato. Sono le sue professoresse; □ Ma chi è quel
3 1. futuro, 2. storico, 3. arriviamo, 4. spagnola, bambino che ha giocato con Stefano? •
5. una, 6. barbiere, 7. Mi sveglio, 8. mie, 9. c’è. Ma come, non lo conosci? È suo nipote.
10. stai facendo, 11. Guarda, 12. Quello, 13. le, 3 1. li ha spediti Paolo; 2. lo ha ordinato mia sorella;
14. Nel, 15. Abbiamo trovato, 16. che. 3. le ho comprate io; 4. lo ha pagato mia madre;
4 dica, Senta, Sì, certo, ecco, Qui, Sì. 5. lo ha invitato mio fratello; 6. l’hanno comprato;
7. l’hanno preso; 8. l’ho invitata io; 9. l’abbiamo
modulo uno | unità 1 prenotata; 10. l’ha chiamato Giulia;
1 la, mi, ci (mi), lo, mi. 11. l’ha preparata mio fratello; 12. l’ho fatta.
2 □ Ma chi sono quelle signorine che hanno 4 ha proposto, siamo andati, ha pregato, ha fatto, è
cantato con Stefano? • Ma come non le conosci? entrato, sono finiti, ho esagerato, si sono conosciuti,
Sono le sue sorelle; □ Ma chi è quell’uomo che si sono baciati, ha accettato.
ha parlato con Stefano? • Ma come, non lo
conosci? È suo nonno; □ Ma chi sono quei modulo uno | unità 2
signori che hanno cenato con Stefano? • 1 più ricche, più conosciuta, più bella,
Ma come, non li conosci? Sono i suoi colleghi; ottimo / buonissimo, particolarissima, più visitate,
□ Ma chi è quella signorina che ha fatto la buonissima / ottima, famosissime.
spesa con Stefano? • Ma come, non la conosci? 2 Sole caldo tutto l’anno, mare azzurro, tradizioni
È la sua fidanzata; □ Ma chi è quella ragazza antichissime, questa è la Puglia. Se ___________

1 domani 2 | © 2011 Alma Edizioni • Firenze


domani 2 | chiavi fonetica

cerchi il sud più autentico, ___________ quello modulo uno | test


che hai sempre sognato o hai visto solo nei 1 + □ Ma chi è quella ragazza che la ha cantato
film ___________, qui lo ___________ puoi ancora con Stefano?
trovare. È il sud della pizzica, la musica sfrenata - • Ma come, non la conosci? È la sua
che si balla ___________ nelle strade nelle sere ragazza, Euridice.
d’estate; ed è il sud ___________ dei trulli, le + □ Euridice… ma lo è un nome italiano?
caratteristiche case in pietra abitate dai contadini - • Non lo so. Penso di sì.
ancora oggi. Sud, ___________ ma anche oriente. + □ Mai sei sicura?
Tra tutte le regioni dell’Italia meridionale questa - • Certo, non l’hai mai sentito?
è infatti la più vicina all’Europa ___________ + □ Veramente strano no.
dell’est. - • Ma sì, dai. Anche tu hai un nome strano!
3 sono sempre state, ha cercato, ha legato, si è + □ Io? Katia non è per niente strano! Il tuo
addormentato, è scappato, si è attaccato, nome, forse!
ha suonato, ha messo. - • E cosa ha di strano il nome Andrea?
4 piazza > < manifestazione, calore > < anno, + □ Nel resto del mondo sì lo mettono alle
cappello > < cavallo, vita > < nascita, dolci > < bagni, femmine!
abitazioni > < biglietti. - • Ah sì?
+ □ Ma lo certo!
modulo uno | unità 3 - • Se lo dici tu!
1 1/b, 2/c, 3/g, 4/d, 5/f, 6/e, 7/a, 8/h. 2 1/c: Quei, si sono lasciati, si sono sposati;
2 Primi di carne e verdure: Fettuccine ai funghi, 2/a: Quel, si è ricordato, ha fatte;
Lasagne, Ravioli ricotta e spinaci; Primi di pesce: 3/e: quell’, ho comprato;
Risotto di mare, Spaghetti alle vongole, Zuppa di 4/b: quegli, ha portati;
pesce; Secondi di carne e verdure: Arrosto di 5/d: quelle, ho trovate.
tacchino, Grigliata di carne; Secondi di pesce: 3 più importante, migliore, dolcissima.
Baccalà alla genovese, Grigliata di pesce; 4 Cameriere: e
Contorni: Carciofi in umido, Insalata mista, Cliente: f
Insalata verde, Patate arrosto; Dolci: Crème caramel, Cameriere: c / Avete prenotato
Gelato, Tiramisù, Torta al cioccolato. Cliente: i
3 saporito: Le cipolle sono più saporite dei pomodori, Cameriere: h
Le patate sono meno saporite delle cipolle, Cliente: b / siamo venuti, hanno detto
I pomodori sono meno saporiti delle cipolle; Cameriere: d
dolce: Le mele sono più dolci dei limoni, Le banane Cliente: g
sono più dolci delle mele, I limoni sono meno Cameriere: a.
dolci delle banane; leggero: La zuppa è più leggera 5 □ Io sono indeciso tra la frittura di calamari e
della pasta, La pasta è meno leggera del riso, gamberi e la grigliata di carne. Che cosa mi
Il riso è più leggero della zuppa; grande: Le arance consiglia?
sono meno grandi dei meloni, Le albicocche • Beh, la frittura di pesce è certamente più
sono meno grandi dei meloni, Le arance sono caratteristica della grigliata di carne. È uno dei
più grandi delle albicocche; economico: nostri (migliori) piatti migliori.
Il formaggio è più economico della carne, □ Sarà un po’ cara però…
La carne è più economica del pesce, Il pesce è • No, sicuramente è meno cara della grigliata
meno economico del formaggio. di carne.
4 Quindi abbiamo deciso che nella prossima primavera, 6 TANTI AUGURI PER IL GIORNO PIÙ BELLO DELLA
il 14 di maggio noi non ci sposeremo e siete tutti VOSTRA VITA.
invitati al nostro “non matrimonio”.
5 1/a, 2/b.

2 domani 2 | © 2011 Alma Edizioni • Firenze


domani 2 | chiavi esercizi

modulo due | unità 4 BIONDO, 4. CHIARO / SCURO, 5. ANTIPATICO /


1 SIMPATICO, 6. GRASSO / MAGRO, 7. VECCHIO /
1
C
2
M A
3
G L I O N E GIOVANE, 8. ESTROVERSO / TIMIDO. I contrari
4 5 6
C A O P S che restano sono: DIVERTENTE / NOIOSO.
A M
7
M
8
M I N I G O N N A C 7 Roberto Benigni: Ha vinto; Luciano Pavarotti: è
P I A N N A morto, Aveva; Monica Bellucci: ha lavorato;
9 10
P C G G I A C C A T R
11 12 13 Giuseppe Mazzini: si è unita; Tiziano Ferro: è
O C C H I A L I I I S A P
T A A I U
14
B N
15
C A L Z E
diventato; Alessandro Manzoni: Ha scritto.
T P E B O T I O 8 faccia sorridente, corporatura robusta, capelli
16
O P T B E R M U D A N lunghi, barba bianca, capelli corti, sguardo serio.
E T O S R R I
17
L C R A V A T T A A P modulo due | test
L
18
T A
1 capelli, pantaloni, giacche, maglioni, collo,
O M B R E L L O
cravatta, cappotto, valigetta, era, portavano,
usavano, arricciavano, tenevano, era, andavano,
2 usavano, comprendeva, usavano, metteva, era, Si pettinavano, era, occhi, consideravano, portavano.
preferivano, avevano, era, indossavano, portavano, 2 giornalista - Senti Giacomo, come si chiamava
indicava, era, era. quel tuo compagno?
3 ci vestivamo, portavamo, facevamo, moda, L’hai più rivisto dopo quella volta?
aveva, calze, biondi, Giacche, jeans, cinture, Giacomo - Sì, certo. Si chiamava Antonio.
pantaloni, camicia, capelli. Eravamo nella stessa scuola, uscivamo spesso
4 3. Avevo vent’anni. insieme,
5 50, anni Settanta, un giornalista. insomma in un certo senso eravamo amici,
6 Enrico Franceschini: è nato a Bologna, ha studiato ma non gli ho mai raccontato
a Bologna, adesso lavora a Londra. quell’episodio, mi vergognavo della mia
7 era, c’era, poteva, erano, c’erano, parlava, sceglieva, mancanza di coraggio… poi dopo
si incontravano, trasformavano, ballavano, la scuola ognuno è andato per la sua strada
ascoltavano, comincia. e non ci siamo più incontrati.
8 in, di, con le, per la, con le, degli, di, degli, di, Non lo vedo da circa vent’anni.
con la, da, in, di. giornalista - Certo. E ora ti piacerebbe chiedergli
scusa dopo tanto tempo?
modulo due | unità 5 Giacomo - Sì, mi piacerebbe.
1 era, poteva, doveva, è diventato, ha intitolato, giornalista - In realtà tu non vuoi chiedere scusa
dipendeva, permettevano. per qualcosa che hai fatto ma
2 6, 4, 5, 8, 7/è successo, avevo, 2, ha vinto, per qualcosa che non hai fatto. È così, no?
3, è stato, abbiamo vinto, 1. Giacomo - Sì, perché non l’ho aiutato... Sai… È
3 Mentre, e, -, ancora, ma, ma, invece, quando, passato tanto tempo, può sembrare
Allora, e. anche un piccolo episodio poco importante,
4 ha vinto, eravate, avevo, ero, capivo, era, siamo e il mio compagno (forse) neanche si ricorda
scesi, lavoravo, sono tornata, Ho visto, di quel giorno, ma io ho ripensato molte
abbiamo bevuto, era, è stato, era, c’erano, volte a quella domenica di tanti
urlavano, si abbracciavano. anni fa, e vorrei scusarmi con lui per il mio
5 25 anni fa, L’anno scorso, Quest’anno, a 8 anni, comportamento.
da sei anni, fino a 18 anni, 4 volte alla 3 Eri, andavamo, avevano, avevano, avevano,
settimana, in pochi anni, L’anno prossimo, tra 10 andavamo, portavamo, Bevevamo, avevamo,
anni. Un sacco di: Questo è il tuo anno migliore: esisteva, erano, andava, bocciavano, ripeteva,
stai facendo un sacco di gol. andava.
6 1. BRUTTO / BELLO, 2. ALTO / BASSO, 3. MORO / 4 dodici anni, Trenta anni fa, un sacco di, perché,

3 domani 2 | © 2011 Alma Edizioni • Firenze


domani 2 | chiavi esercizi

Ogni, ma, quindi. Sono troppe?


5 Luglio 1982: avevo 8 anni e stavo al mare in cliente No, va bene così. Senta,
Toscana a passare le vacanze. Ero ancora piccolo le salsicce ce le ha?
e di calcio non ne capivo molto ma facevo tutto negoziante Certo. Quante ne vuole?
quello che facevano gli adulti: urlavo “GOOOL!” cliente Tre.
quando lo facevano i grandi e mi disperavo negoziante Abbiamo solo confezioni da
quando le cose andavano male. Quando l’Italia cinque, ne tolgo due?
ha battuto la Germania nella finale siamo andati cliente No, no, le prendo tutte, non c’è
tutti in spiaggia e ci siamo fatti il bagno vestiti! problema.
È stato il mio primo bagno notturno. È stato lì
che sono diventato grande! 2.
cliente Vorrei del parmigiano.
modulo tre | unità 6 negoziante Quanto ne faccio?
1 desidera, vorrei, mi dispiace, ce l’ho, mi dia, cliente Tre etti, grazie.
ce l’ho, lo stesso, mi dia. negoziante Ecco qua, 350 grammi.
2 vai / va’, prendi, comprala, prendilo, prenderle, È troppo?
Comprale, Prendi. cliente No, va bene così. Senta,
3 un etto e mezzo di prosciutto cotto, un etto di le mozzarelle ce le ha?
formaggio, 4 chili di frutta, 500 grammi di olive, negoziante Certo. Quante ne vuole?
due litri di latte, un chilo e mezzo di pane. cliente Due.
4 Cercali!, Scoprile!, Cercali!, Non trasportarla!, negoziante Abbiamo solo confezioni da tre,
Non metterli!, Trovali!, Visitala!, Trascorrili!, ne tolgo una?
Riscoprili!, Acquistali!. cliente No, no, le prendo tutte, non c’è
5 biscotti, bistecca, formaggio, frutta, gelato, latte, problema.
medicina, mozzarella, pollo, pomodori, quotidiano,
rivista, tramezzino, verdura. 1. Frutteria: pomodori, 3.
frutta, verdura; 2. Macelleria: pollo, bistecca; cliente Vorrei della mortadella.
3. Bar: tramezzino, latte, gelato. 4. Farmacia: negoziante Quanta ne faccio?
medicina; 5. Alimentari: biscotti, mozzarella, Cliente Due etti e mezzo, grazie.
formaggio; 6. Giornalaio: rivista, quotidiano. negoziante Ecco qua, 265 grammi.
Il nome del negozio è pasticceria. È troppa?
cliente No, va bene così. Senta,
modulo tre | unità 7 le scatolette di tonno ce le ha?
1 Vorrei mezzo chilo di manzo con l’osso. / Mi dia negoziante Certo. Quante ne vuole?
due di etti parmigiano. / Mia sorella mi ha detto cliente Cinque.
di partire domani. / In questo negozio il negoziante Abbiamo solo confezioni da sei,
prosciutto è di prima qualità. / Nel bar di fronte ne tolgo una?
fanno un ottimo cappuccino. / Vuoi un bicchiere cliente No, no, le prendo tutte, non c’è
di vino? / La dieta mediterranea è uno stile di vita. problema.
2 1/g mezza, 2/l, 3/i etto, 4 grammi/h, 5/e euro,
6/d, 7/f metri, 8/c un po’ di, 9/a, 10 euro/b. 4.
3 troppo, pochissimo, abbastanza, troppo poco, cliente Vorrei della ricotta.
molto poco. negoziante Quanta ne faccio?
4 1. cliente Un etto e mezzo, grazie.
cliente Vorrei delle olive. negoziante Ecco qua, 175 grammi.
negoziante Quante ne faccio? È troppa?
cliente Due etti, grazie. cliente No, va bene così. Senta,
negoziante Ecco qua, 220 grammi. i pacchetti di fazzoletti ce li ha?

4 domani 2 | © 2011 Alma Edizioni • Firenze


domani 2 | chiavi esercizi

negoziante Certo. Quanti ne vuole? 8.


cliente Tre. cliente Vorrei dello stracchino.
negoziante Abbiamo solo confezioni da sei, negoziante Quanto ne faccio?
ne tolgo tre? cliente Due etti, grazie.
cliente Sì grazie, ne vorrei solo tre. negoziante Ecco qua, 220 grammi.
È troppo?
5. cliente No, va bene così. Senta,
cliente Vorrei del prosciutto cotto. i pacchi di biscotti al miele ce li ha?
negoziante Quanto ne faccio? negoziante Certo. Quanti ne vuole?
cliente Un etto, grazie. cliente Uno.
negoziante Ecco qua, 130 grammi. negoziante Abbiamo solo confezioni da due,
È troppo? ne tolgo uno?
cliente No, va bene così. Senta, Cliente Sì grazie, ne vorrei solo uno.
i panini all’olio ce li ha? 5 del patrimonio, valore, dieta, il primato,
negoziante Certo. Quanti ne vuole? il rapporto, inferiore.
Cliente Cinque. 6 vero: 2, 3, 6; falso: 1, 4, 5, 7.
negoziante Abbiamo solo confezioni da dieci, 7 Uno non può pensare bene, amare bene, dormire
ne tolgo cinque? bene, se non ha mangiato bene. (Virginia Woolf);
cliente Sì grazie, ne vorrei solo cinque. Nessun essere umano indifferente al cibo è
degno di fiducia. (Manuel Vázquez Montalbán);
6. Se oggi l'uomo non mangia più l’uomo è
cliente Vorrei dei tortellini freschi. unicamente perché la cucina ha fatto dei
negoziante Quanti ne faccio? progressi! (Daniel Pennac); Quando hai fame
cliente Mezzo chilo, grazie. pensa a chi ne ha più di te e mangia anche
negoziante Ecco qua, 600 grammi. per lui. (Ivan della Mea).
Sono troppi?
cliente No, va bene così. Senta, modulo tre | unità 8
i vasetti di yogurt ce li ha? 1 n° 5 - Bene!
negoziante Certo. Quanti ne vuole? n° 2 - Buonasera signora. Veramente stiamo per
cliente Due. chiudere. Cosa voleva?
negoziante Abbiamo solo confezioni da tre, n° 1 - Buonasera. Posso?
ne tolgo uno? n° 4 - Eh sì, questo è il periodo dei saldi.
cliente No, no, li prendo tutti, non c’è Facciamo sconti dal 30 al 50% su quasi tutta
problema. la merce.
n° 3 - Volevo solo provare quel vestito di cotone
7. a righe bianche e blu in vetrina.
cliente Vorrei della pancetta. Quello in saldo. Ho visto che ha uno sconto del 50%.
negoziante Quanta ne faccio? 2 Volevo solo provare quella camicia a maniche
cliente Due etti e mezzo, grazie. corte in vetrina. Quella in saldo. / Volevo solo
negoziante Ecco qua, 280 grammi. provare quel maglione a quadri in vetrina. Quello
È troppa? in saldo. / Volevo solo provare quel maglione a V
cliente No, va bene così. Senta, in vetrina. Quello in saldo. / Volevo solo provare
i pomodori in barattolo ce li ha? quei mocassini in vetrina. Quelli in saldo. /
negoziante Certo. Quanti ne vuole? Volevo solo provare quei pantaloni a righe in
cliente Uno. vetrina. Quelli in saldo. / Volevo solo provare
negoziante Abbiamo solo confezioni da tre, quelle scarpe con i tacchi alti in vetrina. Quelle
ne tolgo due? in saldo. / Volevo solo provare quegli stivali di
cliente Sì grazie, ne vorrei solo uno. pelle in vetrina. Quelli in saldo. / Volevo solo

5 domani 2 | © 2011 Alma Edizioni • Firenze


domani 2 | chiavi esercizi

provare quel paio di pantaloni a zampa di elefante 3 Le prende tutte? → No, ne voglio solo 2. - Le
in vetrina. Quello in saldo. / Volevo solo provare serve altro? → No, a posto così. Grazie. -
quel vestito scollato in vetrina. Quello in saldo. Quanta ne faccio? → Un etto, grazie. - Quant’ è?
3 Che numero ha? → Il 37. - Che taglia ha/porta? → Fanno 15 euro e 50. - Posso pagare con il
→ La 44. - Come le sta? → Un po’ stretto. - bancomat? → Mi dispiace, solo contanti. -
Come vanno le scarpe? → Bene e sono anche Senta, le arance ce le ha? → Sì, quante ne vuole?
molto comode. 4 1. Noi abbiamo chiesto a Roberto di prestarci
4 1. Sta per telefonare. / Sta telefonando. 2. Sta 100 euro ma lui non ce li ha dati! 2. Laura ha
scendendo. / Sta per scendere. 3. Stanno chiesto ai suoi genitori di prestarle la macchina
mangiando. / Stanno per mangiare. 4. Si sta ma loro non gliel’hanno data! 3. Io ho chiesto a
lavando. / Si sta per lavare. 5. Stanno per partire. mio fratello di prestarmi le scarpe da ginnastica
/ Stano partendo. ma lui non me le ha date! 4. Leo ha chiesto a
5 1/h te l’, 2/l Gliele, 3/g Me li, 4 me lo/d, 5/e Gliela, Paola di prestargli il suo appartamento ma lei
6/i Me le, gliele, te le, 7/c ce l’, 8 te li/a, 9 glieli/f, non gliel’ha dato!
10 gliel’/b. 5 Maglioni, pantaloni, tacchi, negozi, prezzi, per,
6 1. • Chi gliel’ha regalata? □ Gliel’ha regalata mamma. saldi, acquisti, abbigliamento, bisogno, paio, di,
2. • Chi gliele ha regalate? □ Gliele hanno regalate non, sconto, quindi, di, dopo, saldo.
i nonni. 3. • Chi ve le ha regalate? □ Ce le ha
regalate la scuola. 4 • Chi gliel’ha regalata? □ modulo quattro | unità 9
Gliel’ha regalata l’azienda. 5. • Chi gliel’ha 1 attico, ingresso, camera da letto, box auto. 2.
regalato? □ Gliel’abbiamo regalato noi. 6. • Chi monolocale, piano terra, arredato, ampio locale,
te l’ha regalato? □ Me l’ha regalato mio marito. termoautonomo. 3. trilocale, balcone, in ottimo
7. • Chi ve li ha regalati? □ Ce li hanno regalati i stato. 4. villetta, ristrutturata, angolo cottura,
nostri figli. 8. • Chi gliel’ha regalata? □ Gliel’ho cameretta.
regalata io. 9. • Chi te li ha regalati? □ Me li ha 2 1. armadio, 2. letto, 3. lampada, 4. cassettiera,
regalati Ugo. 5. libreria, 6. tavolo, 7. sedia. 8. divano,
7 ginnastica, cotone, devono, bisogno, pelle, i 9. poltrona, 10. lampadario, 11. frigorifero, 12.
tacchi alti, mocassini, sandali, seta, tinta unita, lavandino, 13. lavatrice, 14. scrivania.
naturali, sintetici, corti, minigonne 3
1 2 3 4
modulo tre | test C S C U C I N A
1 di, di, farla, comprala, ce l’ha, Prendine, 1 chilo, 5
C O R R I D O I O F
la, 3 etti, mezzo litro, ce l’abbiamo, frutteria, 1 chilo
E G M F
e mezzo, del, mezzo chilo, 2 chili e mezzo, 6
prendile, prenderle. D B A G N O I
2 n° 3 - Allora forse sono meglio questi. E I I D T
7
n° 6 - 42… N L O I A T
n° 2 - Sì, ma non amo le righe.
Z O R N G O
n° 8 - Senta, ma se poi non mi stanno bene me 8
li cambia? A S C E N S O R E
9
n° 1 - Signora, guardi questi pantaloni. Sono A O N S
10
perfetti per Lei. Le piacciono? V I L L A Z A
n° 5 - Che taglia porta?
E I L
n° 9 - Mi dispiace, non è possibile. 11
n° 4 - Sì, questi a tinta unita sono decisamente P A L A Z Z O
meglio. N
12
n° 7 - D’accordo. Sono in vetrina. Glieli prendo L A V A S T O V I G L I E
subito…

6 domani 2 | © 2011 Alma Edizioni • Firenze


domani 2 | chiavi esercizi

4 piano terra, appartamento, niente di meglio, farmacia senza ricetta medica, il 13% non ha
potrebbero, potrebbe, dal centro, ci sarebbe, usato farmaci, e l’8% ha usato un rimedio “fatto
sarebbe, buttare, da letto, saprei, andrei, dare in casa”.
un’occhiata, tutto compreso. 5 Non si dimentichi, non si preoccupi, prenda,
5 avere, vorrebbero, preferirebbe, dovrebbe, indica, vada, si copra, stia.
piacerebbe vivere, potrebbero rinunciare, 6 lo usi, non le prenda, non li faccia, lo segua.
vorrebbe, è, vivrebbero. 7 Ha febbre? → Non lo so, probabilmente sì perché
ho un gran freddo. - Cos’è, un antibiotico? →
modulo quattro | unità 10 No, è un antinfluenzale. - Non sono iniezioni
1 1. mal di gola, 2. raffreddore, 3. influenza, però, vero? → No, no, no, sono compresse. -
4. mal di testa, 5. mal di stomaco, 6. mal di Scusi, e per la gola? → Può fare degli sciacqui
denti, 7. mal di schiena, 8. mal di orecchie. tre volte al giorno. - Mi scusi, tutte queste cose
2 singolare: faccia, spalla, piede, viso, testa, per una banale influenza? → Certo. L’influenza
dente, gola; sembra una cosa da niente, ma può essere
plurale: mani, bocche, dita, braccia, occhi, pericolosa.
nasi, labbra, gambe, orecchie, schiene, ginocchia. 8
mia sorella
massaggiatrice
radiologa Carmen reflessologia plantare
la mia amica massaggio cranio-sacrale
Ingrid
mio cugino dentista
prete
il dottor il medico Francesco
preghiere buddiste
Cavarzerani

quadro con impiccati il dottor


medici Girardi oculista
natura morta diplomi, il dottor
quadri Scarpa di famiglia chiacchierone

molto serio campo visivo


il dottor
Milan Ciavattini

allegro, simpatico

3 singolare: faccia, spalla, piede, viso, testa, 9 La soluzione è soggettiva.


dente, gola, mano, bocca, dito, braccio, 10 Il primo medico con cui Paolo si è sentito
occhio, naso, labbro, gamba, orecchio, schiena, veramente bene è il dottor Ciavattini. Allegro,
ginocchio; simpatico, solare. Tifa per il Milan, che è la sua
plurale: facce, spalle, piedi, visi, teste, denti, stessa squadra, lo chiama per nome, non per
gole, mani, bocche, dita, braccia, occhi, nasi, cognome. Gli dice “Ciao Paolo”, non “Buongiorno
labbra, gambe, orecchie, schiene, ginocchia. signor Torresan”.
4 Ma cosa si fa in Italia in caso di malattia? 11 allora, poi, però, Allora, perché, infatti, Perciò.
Si preferisce andare dal medico o si va direttamente 12 1. Beva più acqua!
in farmacia senza consultarlo? Leggendo il resto L’acqua serve per vivere! La raccomandazione
della ricerca, si scopre che solo il 27% è andato allora è semplice: ne beva ogni giorno dagli 8
a farsi controllare dal proprio medico e poi è ai 10 bicchieri. Se poi ha sete e ne vuole di più,
andato in farmacia con la ricetta. La maggioranza lo faccia senza problemi!
(29%) ha dichiarato di aver utilizzato medicine 2. Mangi meno ma più frequentemente!
che aveva in casa. Un altro 23% è andato in Faccia un pasto ogni tre ore, per un totale di

7 domani 2 | © 2011 Alma Edizioni • Firenze


domani 2 | chiavi esercizi

cinque, sei pasti al giorno. Ovviamente non n° 8 signore - D’accordo, allora mi dia
deve ingozzarsi ogni volta, mangi quanto basta questo Tamiflu. Non sono iniezioni
a raggiungere il senso di sazietà. In ogni pasto però, vero?
comprenda frutta, verdura, proteine, carboidrati n° 7 farmacista - Allora mi dispiace, non
e grassi. Attento però, non mangi tutti i giorni la glielo posso dare. Comunque, guardi,
carne. Non dimentichi poi il pesce: lo mangi per il virus dell’influenza non si usa
almeno un paio di volte alla settimana. l’antibiotico. In questi casi è meglio un
3. Consumi alimenti integrali! antivirale, come il Tamiflu.
Quando va al supermercato scelga prodotti n° 2 signore - Buongiorno. Senta, vorrei
come il pane scuro, il riso o lo zucchero di qual cosa per l’influenza.
canna grezzo: le fibre aiutano a pulire l’intestino! n° 11 farmacista - Prima mangi qualcosa,
4. Faccia attività fisica! altrimenti può dare mal di stomaco.
Vuole stare bene? Allora si muova! Anche il semplice n° 1 farmacista - Buongiorno, mi dica.
camminare per 1-2 ore al giorno aiuta moltissimo n° 9 farmacista - No. Non sono iniezioni,
il nostro organismo a stare bene. Corra, cammini, sono compresse. Ne prenda una ogni
vada in bicicletta, perché il movimento aiuta a dodici ore. Per cinque giorni.
prevenire l’obesità. È dimostrato infatti che chi n° 5 farmacista - No, è un antinfluenzale.
pratica costantemente attività fisica è più felice, Per l’antibiotico serve la ricetta del
il suo sistema cardiovascolare e la circolazione medico. Ce l’ha?
funzionano meglio e il sonno migliora. n° 10 signore - La prendo subito.
5. Dorma! 5 1. Ciao, ho la tosse, il raffreddore, il mal
Il sonno ringiovanisce e riempie di energie, aiuta __________ di gola e mi sento anche la febbre
nei processi di guarigione, potenzia il sistema alta, insomma, non sto bene! Sto andando in
immunitario, rende lucidi e, naturalmente, dormire farmacia, ti serve __________ qualcosa?
a sufficienza rende più svegli! 2. Sì, per favore prendimi: la crema per le mani,
Perciò, se non può svegliarsi quando vuole, le gocce per le orecchie, lo spazzolino per
vada a letto presto. E non mangi molto prima di i denti, lo shampoo per i capelli e il collirio per
addormentarsi! gli occhi. Grazie.

modulo quattro | test modulo cinque | unità 11


1 piano, letto, arredato, Attico, ottimo, cucina, 1 Fa freddo, copriti bene. / Prendi l’ombrello, sta
monolocale, ristrutturato, angolo, riscaldamento, piovendo. / Che caldo! / Che bello, nevica! / C’è
villa, soggiorno, bagni, giardino, libreria, vento, chiudi la finestra per favore.
divano, lampadario, armadio, lavatrice, frigorifero. 2 sereno, nuvoloso, neve, sole, nuvole, pioggia,
2 in, vorrebbero, vorresti, al, piacerebbe, ancora, cattivo, in diminuzione, In aumento, deboli,
Sarebbe, andremmo, Dovreste, da, Ho vissuto, forti, calmi, mossi.
una, ci, tornerei, a, in realtà, cambierei, farebbero, 3 1/d, 2/f, 3/b, 4/c, 5/a.
per, perché. 4 Avere la testa fra le nuvole. Significato: essere
3 1. mangia poco / mangi poco, 2. bevi molta poco attenti, fantasticare.
acqua / beva molta acqua, 3. fai (fa’) sport / faccia 5 sarà, arriverà, ci sarò, sarà, è, spariranno,
sport, 4. non lavorare troppo / non lavori troppo, resteranno, andremo, dovrai, esisterà, finirà,
5. vai (va’) a dormire presto / vada a dormire sarà, cambierà, saranno, dovremo, si
presto, 6. non arrabbiarti (non ti arrabbiare) / svilupperanno, diventeranno, si estingueranno,
non si arrabbi nasceranno, Aumenteranno, esisteranno, avremo,
4 n° 4 signore - Cos’è? Un antibiotico? Vedremo, ci sarà.
n° 3 farmacista - Le posso dare una
confezione di Tamiflu.
n° 6 signore - No.

8 domani 2 | © 2011 Alma Edizioni • Firenze


domani 2 | chiavi esercizi

modulo cinque | unità 12 modulo cinque | unità 13


1 cuore, passi, vista, ricerca, cima, vista. 1 5, 8, 10, 7, 3.
2 6, 1, 4, 2, 9.
1
S
2
O C
3
C H I A L I D A S O L E
4
D 2 ho passato, veramente, ha organizzato,
5
P A
6 7 8
E magnificamente, È stato, ho dovuto, siamo
A C C A P P A T O I O V V N
arrivati, ci siamo messi, siamo andati, subito,
Z P E E A T
Z E L S L I
praticamente, abbiamo fatto, Per
9
O M B R E L L O N E T I F fortuna / Fortunatamente, poi, ha voluto, sempre,
L L D I G R Ha fatto, addirittura, abbiamo preso, si è alzato,
10
I O A P R I B O T T I G L I E siamo dovuti, Per fortuna / Fortunatamente, è
N M O A C
11 stato, è stato.
C O S T U M E D A B A G N O I
R O
3 ho conosciuto, ho capito, è stato, è successo,
12
C R E M A S O L A R E abbiamo visitato, siamo arrivati, Abbiamo fatto,
è venuta, c’era, cucinava, offriva, portava, poteva,
3 1 quegli/c Saranno, 2 quel/f Avrà, 3 quei/d saranno, è andato, è andato, erano, è tornato, abbiamo
4 quello/a sarà, 5 Quelle/b parleranno, 6 quell’/g aspettato, si è alzato, ha chiamato, ha messo,
vivrà, 7 quegli/e saranno. ha visto, si è arrabbiato, hanno dovuto, voleva,
4 1. sono andato, andrò / vado; 2. sarà, era, è; ha capito, ho spiegato.
3. È partito, Partirà, Parte; 4. sarà, è, era; 4 n° 2 - Un’azione finita: passato prossimo;
5. lava, ha lavati, laverà / lava. n° 4 - una situazione o un’abitudine del passato:
5 - • Ma quanto ci mettete ad arrivare in imperfetto; n° 3 - due o più azioni passate che
Toscana? accadono una dopo l’altra: passato prossimo +
+ □ Ci vorranno un paio d’ore in treno. passato prossimo; n° 1 - una situazione già
- • Ah, non è tanto! iniziata interrotta da un’azione che accade dentro
+ □ Mah, no. Prendiamo il treno alle otto, una situazione: imperfetto + passato prossimo.
così per le 11 siamo lì. Senti, mi aiuti a 5 a. sai/sa, so; b. conosci, so, conosco; c. so;
finire la valigia? d. conosco.
- • Certo… mamma mia! Ma per due giorni 6 1. Fortunatamente la riva non era lontana.
ti porti tutta questa roba?? 2. La nostra avventura infatti è cominciata da lì!
+ □ Beh non è tanto! Spazzolino, dentifricio, 3. Quando un turista viene a Roma, la prima
tutte le cose da bagno nel beauty cosa che fa è cercare un alloggio. 4. Noi abbiamo
case che occupa già un sacco di spazio, scelto un hotel che si trova a pochi passi dalla
un paio di bermuda, due vestiti da sera, Stazione. 5. Noi non conoscevamo questa pizzeria.
i costumi, il telo da mare, 7 ho passato, infatti, perché, Ho passato, abbiamo
l’accappatoio… fatto, ci siamo diretti, proprio, sono capitata,
- • L’accappatoio? Ma dai! Ce l’avranno in eppure, Come prima cosa, così, Abbiamo chiesto,
albergo, no? hanno indicato, è caduta, Abbiamo lasciato,
+ □ Ah, questo non lo so… siamo andati, conoscevamo, E così, ci siamo
- • Ma certo! È un albergo a quattro stelle! rivolti, è andata, era, quindi, Dopo mangiato,
+ □ Forse hai ragione. Vabbè... Via l’accappatoio. andavo, ero, Abbiamo fatto, siamo arrivati, ero, si
- • Piuttosto, portati gli occhiali da sole! chiamava.
+ □ Oddio! Dove saranno? Ah, eccoli qua! 8 eravamo, Cercavamo, abbiamo detto, siamo andati,
6 1. Mamma mia! 2. Figurati. 3. Ma dai! è, siamo tornati, ho visitato, mi sono persa, ho
4. Accidenti! 5. Ma certo! 6. Beato te! fatto, ho portato.
7 La morte è il piacere di fare un viaggio 9 a.
senza valigie. 10 b.
11 5, 1, 6, 3, 2, 4.

9 domani 2 | © 2011 Alma Edizioni • Firenze


domani 2 | chiavi esercizi

modulo cinque | test 8. Comunque, visto che non ti va bene niente,


1 più alte di, inferiori ai, primavera, sole, secca, allora proponi tu un altro film.
febbraio, calda, inverno, estiva, secco, fa freddo, 3 1. Se il film è brutto, possiamo uscire prima.
piove, calde. 2. Se hai letto il libro, devi vedere anche il film.
2 zaino, riempirai, succederà, visiterai, inizierai, 3. Se non ti piacciono le storie d’amore, allora
sarà, costume da bagno, farai, asciugamani, scegliamo un film comico. 4. Io non posso
beauty case, vorrai, spazzolino, occhiali da entrare quando il film è già iniziato. 5. Se vuoi
sole, serviranno, potrai. leggere anche il romanzo, te lo posso prestare.
3 Carla 2. Ciao Francesca, sei a casa? 6. Secondo me Ammaniti è bravo, devi
Francesca No, sono in ufficio, perché? assolutamente leggerlo. 7. Se non ti piacciono i
Carla 5. Ti volevo chiedere una cosa. film comici, fai tu un’altra proposta.
Ti ricordi il mio cd di Jovanotti? 4 1. Dai, 2. A me invece, 3. te, 4. Va be’, comunque,
Te l’ho prestato l’altra settimana. 5. Te lo dico subito, 6. Secondo me, 7. Per me,
Francesca Certo! Il cd di Jovanotti! Bellissimo! 8. Evidentemente, 9. mica.
Carla 3. Sì anche a me piace molto. 5 2, 5, 3, 1, 4.
Puoi riportarlo stasera per favore? 6 1. È sempre meglio arrivare venti minuti prima.
Oggi volevo sentirlo, ma non c’era. Così siete sicuri di trovare i biglietti per il film
Francesca Dovrebbe essere qui in ufficio. che avere scelto e soprattutto potete scegliere i
Ora lo cerco, è in qualche cassetto. posti migliori. 2. Se arrivate in ritardo e lo
Carla 4. Ma come?! Non ti ricordi dove lo spettacolo è già iniziato, mettetevi nelle ultime
hai messo? file per non disturbare gli altri spettatori.
Francesca E dai! Ti ho detto che ora lo cerco e 3. Ricordatevi di spegnere sempre il cellulare
te lo porto stasera! prima dell’inizio del film. Se lo avete dimenticato
Carla 5. Va be’! Speriamo bene… acceso e qualcuno vi chiama, non rispondete e
Francesca Mamma mia! Quante storie per spegnetelo subito! 4. Durante lo spettacolo, non
un disco! Non preoccuparti, lo parlate e non commentate il film con il vostro
riavrai stasera. vicino. 5. Non mangiate rumorosamente patatine
4 Ora lo cerco, è in qualche cassetto. → Ora lo o popcorn mentre guardate il film. 6. Se il film
cerco, sarà in qualche cassetto. non vi piace, aspettate fino all’intervallo per
5 abbiamo preso, siamo arrivati, era, immediatamente, uscire. 7. Alla fine del film, non alzatevi subito
siamo andati, abbiamo capito, stavamo, è stata, per uscire passando davanti agli altri spettatori.
siamo usciti, Era, abbiamo dovuto, siamo andati, Aspettate l’accensione delle luci e mettetevi in
siano ritornati, Abbiamo cucinato, abbiamo fila con calma verso l’uscita.
mangiato, abbiamo fatto, hanno consigliato,
sfortunatamente. modulo sei | unità 15
1 c.
modulo sei | unità 14 2 Paolo Giordano: b, g, h, i; la matematica: d, l;
1 7/Quindi, 3, 8/Come, 2/Scusa, 1/finalmente, il premio Strega: c, f.
5/Per me, 4/Peccato, 6/dai. 3 Odiava la calzamaglia di lana che la pungeva
2 1. Per me la prima fila è troppo vicino. 2. A me sulle cosce, le moffole che non le lasciavano
Ammaniti come scrittore non è mai piaciuto. muovere le dita, il casco che le schiacciava le
3. Secondo me l’ultimo libro di Ammaniti era guance e puntava con il ferro sulla mandibola e
veramente illeggibile. 4. Io invece l’ho trovato poi quegli scarponi, sempre troppo stretti, che
bellissimo. 5. Secondo me i primi due film della la facevano camminare come un gorilla.
serie “Manuale d’amore” erano molto divertenti. 4 c, d, g, e, b, a, f.
6. Evidentemente abbiamo un’idea diversa di 5 andare avanti → continuare, fare la scoperta →
cinema. Per me un film non deve solo divertire. scoprire, portare in salvo → salvare, portarsi
7. Andare al cinema con te è veramente impossibile. dietro → prendere con sé, venire meno → morire.

10 domani 2 | © 2011 Alma Edizioni • Firenze


domani 2 | chiavi esercizi

6 sposato, successo, porta in salvo, viene meno, 5 tra cui, a, che, a, tutti, Qualche, Molti, di cui.
si porta dietro, dolore, proteggere, perdita,
infatti, aspettarla, va avanti, Seduto, vanno, modulo sei | test
aiutarlo, parlargli, fa la scoperta, dire, nuova. 1 qualche, piacerebbe, fanno, in sala 4, di, uno,
7 inevitabile, insopportabile. di, si sveglia, se, se, i sottotitoli, comunque,
perché, parlano, tu, il regista, ho visto, dialoghi,
modulo sei | unità 16 il suo stile, Va be’, piacerebbe, lo scrittore, conosci.
1 antica → moderna, fallimento → successo, 2 “Io non ho paura” è il quarto romanzo di
peggio → meglio, che, sconosciute → famose, Niccolò Ammaniti. Il protagonista è Michele, un
vecchia → nuova, da cui, tardi → puntuale, bambino di nove anni che un giorno entra in
sveglio → addormento, su → giù, calmo → una casa abbandonata e fa una scoperta
impaziente, scarso → pazzesco, lungo → breve, incredibile: in una buca è nascosto un
in cui, che, morto → nato. bambino, Filippo. 2. Michele decide di non dire
2 Se vuoi stare bene smetti di fumare; Se vuoi niente a nessuno, ma da quel momento ritorna
stare imparare l’italiano comincia a studiare; ogni giorno alla casa abbandonata e piano
Se sei innamorato di Claudia finisci di trattarla piano diventa amico di Filippo. 3. Dopo qualche
male; Se sei stanco prova a riposarti un po’; giorno a casa di Michele arriva Sergio, un amico
Ti ho detto che non capisco l’inglese, perché continui del padre. Michele scopre che i suoi genitori,
a parlare così veloce?; Ti ho detto che ho fame, insieme a Sergio, hanno rapito Filippo e vogliono
cerca di cucinare qualcosa. ritorna alla casa abbandonata, scopre che
3 1. Fino a diciotto anni tutti scrivono poesie. Filippo non c’è più. 4. I suoi genitori e Sergio
Dopo possono continuare a farlo solo due infatti lo hanno spostato in un altro
categorie di persone: i poeti e i cretini. 2. Nella nascondiglio. Non solo: ascoltando una
musica non voglio e non devo insegnare niente conversazione degli adulti, Michele capisce che
a nessuno. Se devo insegnare qualcosa a qualcuno hanno deciso di ucciderlo. Così corre a cercare
spero che sia ad un figlio e non ad un collega. Filippo. 5. Michele riesce a liberarlo, ma cade
3. Nessuno mi crede quando dico che non ho in una buca, proprio mentre arrivano Sergio e
mai usato cocaina. 4. Perché porto gli occhiali? il padre. In un finale carico di suspence il padre
Quando canto, qualche volta dormo! non riconosce il figlio e gli spara. In quel
4 Al primo posto, tra le canzoni italiane più cantate momento arriva la polizia che arresta i due
all’estero, troviamo Azzurro di Adriano Celentano rapitori. Michele è salvo, il colpo non l’ha
con il 12% delle preferenze, brano che supera la raggiunto. Ma la tragedia che ha vissuto sarà
storica Volare di Domenico Modugno che si indimenticabile.
ferma all’11,5%. Sono i risultati del sondaggio 3 Per me, in cui, che, di cui, che, che, che, -, a
proposto dal sito della Società Dante Alighieri, cui.
dedicato alle canzoni italiane più famose e 4 qualche volta, l’ho scritta, che, a, avevo, a, lo, -,
cantate nel mondo. invece, delle, partendo, incredibile.
Alla domanda “Qual è la canzone italiana che
canta più spesso durante il periodo estivo?”
sono state scelte soprattutto canzoni classiche e
anni Sessanta del panorama della musica italiana,
con qualche curiosità.
Scorrendo la classifica finale del sondaggio, a
sorpresa troviamo Musica è di Eros Ramazzotti
al terzo posto (con l’8% dei voti), seguito da
O Sole mio di Enrico Caruso (4%), quindi
Sapore di sale di Gino Paoli (3,5%) e
Abbronzatissima di Edoardo Vianello (2,5%).

11 domani 2 | © 2011 Alma Edizioni • Firenze