Sei sulla pagina 1di 4

22 Ottobre,

San Giovanni Paolo II (Wadowice 1920 – Roma 2005).


Vespri, Rito Ambrosiano.
Dopo la comunione, prima dell’orazione si cantano i 3 salmi dei Vespri di
seguito e subito dopo il Magnificat.

Ant. “Come il Padre ha mandato me,


così io mando voi” – dice il Signore -.

SALMO 91 MI SI * SI7 MI
E' bello dar lode al Signore *
e cantare al tuo nome, o Altissimo,
annunziare al mattino il tuo amore, *
la tua fedeltà lungo la notte,
sull'arpa a dieci corde e sulla lira, *
con canti sulla cetra.
Poiché mi rallegri, Signore, con le tue meraviglie, *
esulto per l'opera delle tue mani.
Come sono grandi le tue opere, Signore, *
quanto profondi i tuoi pensieri!
L'uomo insensato non intende *
e lo stolto non capisce:
se i peccatori germogliano come l'erba *
e fioriscono tutti i malfattori,
li attende una rovina eterna: *
ma tu sei l'eccelso per sempre, o Signore.
Ecco, i tuoi nemici, o Signore, † FA#-
ecco, i tuoi nemici periranno, *
saranno dispersi tutti i malfattori.
Tu mi doni la forza di un bufalo, *
mi cospargi di olio splendente.

1
I miei occhi disprezzeranno i miei nemici, †
e contro gli iniqui che mi assalgono *
i miei orecchi udranno cose infauste.
Il giusto fiorirà come palma, *
crescerà come cedro del Libano;
piantati nella casa del Signore, *
fioriranno negli atri del nostro Dio.
Nella vecchiaia daranno ancora frutti, *
saranno vegeti e rigogliosi,
per annunziare quanto è retto il Signore: *
mia roccia, in lui non c'è ingiustizia.
(Non si dice il Gloria, ma di seguito si canta il Sal. 133)
SALMO 133
Ecco, benedite il Signore,*
voi tutti, servi del Signore;
voi che state nella casa del Signore*
durante le notti.
Alzate le mani verso il tempio*
e benedite il Signore.
Da Sion ti benedica il Signore,*
che ha fatto cielo e terra.
(Non si dice il Gloria, ma di seguito si canta il Sal. 116)
SALMO 116
Lodate il Signore, popoli tutti,*
voi tutte nazioni, dategli gloria;
perché forte è il suo amore per noi*
e la fedeltà del Signore dura in eterno.
Gloria al Padre e al Figlio *
e allo Spirito Santo.
Come era nel principio, e ora e sempre, *
nei secoli dei secoli. Amen.
2
Ant. “Come il Padre ha mandato me,
così io mando voi” – dice il Signore -.
(Ci si alza in piedi e si canta insieme il Magnificat)
Ant. A me è stata concessa questa grazia:
annunciare alle genti le misteriose ricchezze di Cristo.
CANTICO DELLA BEATA VERGINE (Lc 1, 46-55)
L'anima mia magnifica il Signore * MI SI
e il mio spirito esulta in Dio, mio salvatore, SI MI
perché ha guardato l'umiltà della sua serva. * DO#- SOL#-
D'ora in poi tutte le generazioni mi chiameranno beata. LA MI
Grandi cose ha fatto in me l'Onnipotente * MI SI DO#-
e Santo è il suo nome: MI SI
di generazione in generazione la sua misericordia *
si stende su quelli che lo temono.
Ha spiegato la potenza del suo braccio, *
ha disperso i superbi nei pensieri del loro cuore;
ha rovesciato i potenti dai troni, *
ha innalzato gli umili;
ha ricolmato di beni gli affamati, *
ha rimandato i ricchi a mani vuote.
Ha soccorso Israele, suo servo, *
ricordandosi della sua misericordia,
come aveva promesso ai nostri padri, *
ad Abramo e alla sua discendenza, per sempre.
Gloria al Padre e al Figlio*
e allo Spirito Santo,
come era nel principio e ora e sempre,*
nei secoli dei secoli. Amen

Ant. A me è stata concessa questa grazia:


annunciare alle genti le misteriose ricchezze di Cristo.

3
BENEDIZIONE a salvaguardia della salute per intercessione
di San Giovanni Paolo II
(Vedi Benedizionale Romano n. 1943)
Terminata la Benedizione i fedeli si portano davanti all’altare per
venerare la Reliquia del Santo.
Nel frattempo si esegue un canto adatto.

Inno. (Melodia “Noi canteremo…”)


O San Giovanni Paolo, Tu guidaci alla vetta
maestro di Sapienza, della santa montagna,
tu splendi come fiaccola dove i miti possiedono
nella Chiesa di Dio. il regno del Signore.
In te il divino Spirito A te sia lode, o Cristo,
dispensa con amore immagine del Padre,
il pane e la parola che sveli nei tuoi santi
sulla mensa dei piccoli. la gioia dell'amore. Amen.
Tu illumini ai credenti
il mistero profondo
del Verbo fatto uomo
per la nostra salvezza.

Ave Maria di Lourdes


1. E l'ora che pia la squilla fedel,
le note ci invia dell'ave del ciel.
Rit. Ave, ave, ave Maria. (2 v)
2. Nel piano di Dio l’eletta sei tu,
che porti nel mondo il figlio Gesù. Rit.
3. A te, Immacolata, la lode, l’amor:
tu doni alla Chiesa il suo Salvator. Rit.
4. Di tutti i malati solleva il dolor,
consola chi soffre nel corpo e nel cuor. Rit.
5. Proteggi il cammino di un popol fedel,
ottieni ai tuoi figli di giungere al ciel. Rit.