Sei sulla pagina 1di 1

Meccanica Applicata alle Macchine I (moduli I e II)

per il Corso di Laurea in Ingegneria Meccanica (ex DM 270/04), A.A.2018/19– 2° anno 2° sem
Settore Scientifico Disciplinare di Appartenenza: ING-IND/13 MECCANICA APPLICATA ALLE MACCHINE
Numero di Crediti Formativi Universitari: 12
Docenti: Prof. G. Mantriota (corso A-K)
Obiettivi formativi
Lo studente acquisirà conoscenze specifiche, dal punto di vista cinematico e dinamico, di singoli dispositivi, organi di macchine
e di sistemi meccanici. Contestualmente, le lezioni saranno finalizzate all'apprendimento della scelta e progettazione funzionale
di componenti meccanici, per il loro utilizzo all'interno di sistemi meccanici complessi. Tramite esercitazioni numeriche, lo
studente acquisirà familiarità con i parametri caratteristici più comuni delle macchine, apprezzandone, in particolare, gli ordini di
grandezza.

Programma
1. CINEMATICA E DINAMICA DEI MECCANISMI PIANI
Cinematica e dinamica dei meccanismi piani. Manovellismo. Quadrilatero articolato. Meccanismi a rapido
ritorno. Meccanismi per macchine automatiche. Sistemi articolati in catena cinematica aperta. Cinematica
analitica. Principali applicazioni.
2. ADERENZA E ATTRITO
Introduzione al fenomeno dell’attrito. Attrito radente. Attrito nei perni. Fenomeno dell’attrito volvente.
Impuntamento. Applicazioni con attrito volvente e radente. Cuscinetti a rotolamento: tipologie e prestazioni .
Dinamica longitudinale e trasversale di un veicolo. Esempi ed applicazioni.
3. INGRANAGGI E ROTISMI
Tipologie. Profili dei denti. Geometria delle ruote dentate cilindriche a denti diritti. Ingranamento rocchetto
dentiera. Interferenza. Numero minimo dei denti. Ruote dentate ad asse dente elicoidale. Ruote coniche.
Forze scambiate tra denti. Riduttore vite senza fine-ruota elicoidale. Rotismi ordinari. Rotismi epicicloidali.
Riduttori a rotismi epicicloidali. Differenziale a ruote coniche. Rendimento. Principali applicazioni.
4. TRASMISSIONE DEL MOTO MEDIANTE FLESSIBILI
Generalità. Cinghie piane e trapezoidali, cinghie dentate. Equazione fondamentale nella trasmissione con
flessibili. Forzamento della cinghia. Coppia e potenza massima trasmissibile. Rendimento. Nastro
trasportatore. Applicazioni.
5. FRENI E FRIZIONI
Generalità. Freni a pattino, a tamburo, a disco, a nastro. Frizioni piane, coniche e centrifughe.
6. ACCOPPIAMENTO MOTORE-CARICO
Principi di meccanica degli azionamenti. Accoppiamento motore carico: diretto, con riduttore di velocità, con
innesto a frizione. Stabilità dell’accoppiamento motore-carico. Moto diretto e retrogrado. Sistemi irreversibili.
Esempi e applicazioni.
7. MECCANICA DELLE VIBRAZIONI
Soluzione classica delle equazioni differenziali; Analisi dei sistemi meccanici nel dominio del tempo e della
frequenza; Vibrazioni libere e forzate di sistemi ad un grado di libertà, Vibrazioni per oscillazione di vincolo e
per massa eccentrica rotante; Trasmissibilità. Isolamento dalle vibrazioni. Pendolo inverso. Segway.Esempi
ed applicazioni.

Propedeuticità consigliate
Disegno tecnico industriale e Meccanica Razionale
Eventuali obblighi di frequenza per laboratori
Nessuno
Modalità specifiche della prova finale
L’esame consiste in una prova scritta ed in un colloquio orale.
Libro di testo
Callegari M., Fanghella P., Pellicano F.: Meccanica Applicata alle Macchine. II edizione, Città Studi Edizione, 2017
Testi consigliati per la consultazione
Jacazio G., Piombo B.(1): “Meccanica Applicata alle Macchine”, Vol. 1, 2. Levrotto & Bella, Torino.
Ferraresi C., Raparelli T. (2): Meccanica Applicata. Clut. Torino
Funaioli E., Maggiore A., Meneghetti U.: “Lezioni di Meccanica Applicata alle Macchine”, Vol. 1, 2. Patron Editore, Bologna.
Thomson W. T. "Theory of Vibration with Application", IV Ed. Chapman & Hall - London.
Beer F. P., Russel Johnston E.: “Vector Mechanics for Engineers”, McGraw-Hill Book Co.