Sei sulla pagina 1di 26

Finito di Stampare nell’Ottobre del 2007

Autore: Andrea Bocchi Modrone

Edizioni Il Crogiuolo® Milano

Diritti Riservati

Questa pubblicazione riporta una selezione di ritualistiche e pratiche popolari


fedelmente tradotte dalle divulgazioni originali. I testi riportati hanno mera
funzione informativo divulgativa. Editore ed Autore non si ritengono responsabili
dell’impiego che possa venire fatto degli stessi. Nessuna parte di questo testo può
essere riprodotta, copiata o diffusa salvo autorizzazione dell’Editore.
MET KALFOU

Nella tradizione Voodoo Met Kalfou è la metà oscura di Papa Legba, il suo
doppio, l’attuare di Legba nel regno delle tenebre. Il suo nome tradotto dal creolo
significa Signore dei crocicchi ed è il vero padrone della magia.
Metafisicamente parlando Legba, al calare del giorno si specchia nelle Acque
Abissali e riflette tutto ciò che Egli non è specularmente. Ciò che emerge è un
doppio con una morale opposta. Se Legba è luce, Met Kalfou è tenebra, se
Legba è pace, Met Kalfou è guerra. Se Legba rappresenta la croce a quattro
braccia, che rappresenta i quattro cammini cardinali, Met Kalfou rappresenta una
X, a rappresentare i quattro cammini mediali. E’ l’alternativa. Un’alternativa che
però non contrasta con le leggi di Dio (Bon Dieu) ma ne fa parte e le completa.
Legbha Atibon è il mezzogiorno, il Sole al massimo splendore, Met Kalfou è il sole di
mezzanotte, l’ora della magia. Kalfou è il protettore di tutti gli stregoni e di chi si
occupa di scienze occulte. Governa tutti gli spiriti della notte e le anime perse.
Kalfou può scatenare nel mondo i demoni della sfortuna, della disgrazia e della
distruzione deliberata e ingiusta, ma è anche il Loa che può difendere da questo
genere di problemi e che può dare tutto ciò che l’uomo da sempre desidera:
amore, sesso, denaro, successo, bellezza.
Viene raffigurato come un giovane nel pieno delle forze, bello, muscoloso,
affascinante. E’ il bullo, la canaglia, il mafioso, lo scavezzacollo. La sua mrale è
quella dell’istinto e del desiderio.
Tutto in lui trasmette potenza, forza ed energia. I riti dedicati a questo Loa vanno svolti dopo
il calar del sole e corrisponde alla figura di Exù (Eshù) della tradizione yoruba; in
Louisiana talvolta lo si chiama anche Edshou.
Si dice che questo Loa conceda a chi lo invoca poteri incredibili, ma che richieda
pagamenti estremamente costosi e puntuali. Guai a non onorare i debiti con
questo Loa, si rischierebbe la sua ira e la sua vendetta sarebbe deleteria. Ha
continui rapporti con gli spiriti dei cimiteri pur non essendo un Loa prettamente
cimiteriale. Protegge i maghi e i Bokor (stregoni) e si presta ad ogni genere di
malefatta senza nessuno scrupolo. Molti ritengono che lui sia il diavolo, ma non è
affatto così. Kalfou sintetizza le velleità degli uomini, le loro passioni più basse, i
desideri; non vive negli inferi, preferisce la terra, i cui abitanti sanno essere
decisamente più infernali. Nelle leggende è fratello di Legba e di Baron Samedì,
nonché padrino di Guede.
Appartiene alla falange Pethrò e come tale può essere invocato e cultuato
anche da persone che non sono iniziate al Voodoo, l’importante è conoscerne il
modo di operare e seguire alla lettera le regole di questa Divisione di Entità. Si
racconta che tutte le creature della notte siano sotto al suo dominio e senza la
sua autorizzazione non possano fare nulla, per questo viene invocato anche come
protezione contro ogni tipo di sventura, di attacco magico e difesa da ogni entità
negativa.
LA LEGGENDA DI ROBERT JOHNSON

Era il 1927 quando Robert Johnson, all’eta’ di 16 anni, comincio’ a frequentare le


Juke Joints del Mississipi. Deciso a diventare un musicista blues, acquisto’ una
chitarra e comincio’ a seguire i grandi bluesmen dell’epoca, Charlie Patton, Son
House e Willie Brown. Il gracile Robert non era molto abile con la chitarra e
nessuno lo prendeva sul serio. Un giorno decise di mollare quella strada, anche
perche’ innamorato di una certa Virginia Travis, con la quale si sposo’ e divenne
un coltivatore di cotone. Ma durante il parto, la moglie e il primogenito morirono
entrambi e lui sparì improvvisamente. Per alcuni mesi nessuno lo vide più in giro,
ma quando tornò a Greenville non era più la stessa persona. Dalla sua chitarra, la
sua nuova chitarra, uscivano note che nessuno sapeva riprodurre, ritmi vorticosi e
irripetibili in grado di ipnotizzare chiunque lo ascoltasse. Si diffuse la voce che il
piccolo Robert avesse venduto l’anima al Diavolo per suonare in quel modo!
Durante le sue esibizioni Johnson spesso smetteva improvvisamente di suonare
quando si accorgeva che qualcuno lo osservava attentamente. Si diffuse la voce
che avesse qualcosa da nascondere e brani come Me and the Devil, Hell Hound
on My Trail e Cross Road Blues avvolsero ulteriormente la sua immagini di mistero.

In quella calda notte del Sud Robert si recò a quell’incrocio maledetto ed attese.
Le ore passavano lente finchè, in prossimità della mezzanotte Lui giunse. Non era il
diavolo, ma l’antico Loa Voodoo degli incroci. Si presentò come un affascinante
giovane, a bordo di una fiammeggiante fuoriserie. Scese dall’auto ed accese una
sigaretta, quindi si appoggiò all’auto guardandola con compiacimento. Robert gli
si avvicinò. Nessuno sa quello che si dissero, ma prima di risalire l’uomo
dell’incrocio estrasse dall’auto una chitarra e salutò Robert stringendogli la mano.
Addio disse Robert. Arrivederci sottolineò sorridendo l’Uomo dell’incrocio,
arrivederci a presto.

Nel 1937 Robert Johnson registrò i suoi 29 Blues per la Vocalion Records che lo
resero celebre nelle grandi città di Chicago, St.Louis e Memphis. Il giorno in cui il
Diavolo venne a riprendersi l’anima fu il 16 Agosto del 1938: Robert Johnson, colto
da un malore, fu accompagnato nella notte del 13 Agosto da Honeyboy Edwards
dopo una serata trascorsa a suonare in una Juke Joints a Three Forks, Mississipi.
Dopo tre giorni mori’ in completa solitudine. Si parla di avvelenamento o di una
forma acuta si sifilide che provoco’ un decesso per pneumonia. La contea lo
seppellì come un comune senza tetto nel cimitero di Zion Church. Robert Johnson
e’ considerato oggi The King of the Blues e nelle calde notti della Luoisiana è facile
ancora incontrarlo in qualche vecchio bar, solitaria presenza, davanti ad un
bicchiere di whiskey scroccando una sigaretta e sognando la sua chitarra, quella
chitarra per cui perse l’anima.

Il famoso incrocio dove secondo quanto si racconta


Robert Johnson incontrò Met Kalfou
IL CULTO DI MET KALFOU
Come allestire un altare

Met Kalfou è un Loa Pethrò, legato all’elemento terra/fuoco ed alle forze


planetarie e astrologiche di Marte, di Plutone e dello Scorpione, pur risentendo
forte di tutte le pulsioni legate alla Luna Nera. L’altare deve riflettere dunque la
natura di questo spirito in modo da diventare una sorta di magnete astrale e
richiamarlo.
Occorre sottolineare che tutti i Loa, a differenza degli Orixàs yoruba, hanno tutti
forti legami astrologici planetari trattandosi di entità che vibrano in corrispondenza
di particolari onde energetiche riconducibili ad influenze astrologiche specifiche.
Il suo altare deve essere decorato con tessuti di colore rosso con guarnizioni nere
ed eventualmente dorate. I riferimenti all’oro sono legati al fatto che è
considerato il sole a mezzanotte, ossia il sole oscuro, che non si vede ma che attua
egualmente sul nostro piano con forza.
Scegliete dunque una tovaglia rossa, con bordi neri ed eventualmente ricamate
al centro il suo vevè (sigillo rituale) in oro.
Come tutti i Loa viene raffigurato da un santo cattolico. Questo fenomeno è
chiamato sincretismo.
Il Santo dietro cui si cela Met Kalfou è Sant’Andrea, a causa della croce nera a
forma di X. Sull’altare occorrerà dunque mettere un’immagine di questo Santo
cattolico. Davanti al santo accendere candele rosse e nere -per onorarlo- ed
offrire rum o whiskey in un bel bicchiere di vetro. Gli si offrono anche monete
correnti (3 o 7), sigarette e sigari, oltre che fiori rossi (ama i garofani), profumi
maschili, ma anche coltelli (pugnali) e in alcuni altari non mancano dei proiettili
dal momento che viene considerato un delinquente. I suoi frutti favoriti sono quelli
rossi, oltre alle banane, al cocco ed ai limoni. Gli piacciono i dolci al cioccolato e
le pietanze molto piccanti (condite con tabasco, peperoncino, chili…). Le offerte
commestibili si servono in piatti di coccio o in piatti rossi e neri.
Le offerte sull’altare vanno rinnovate ogni lunedì sera, assolutamente in orario
notturno. Con Met Kalfou, lo sottolineo ancora, si deve lavorare solo di notte.
Viene festeggiato il 30 di Novembre (sant’Andrea) e talvolta il 13 di Giugno
(sant’Antonio).
DEFUMAZIONI

Incenso di Met Kalfou

Questo incenso si può impiegare in tutti i lavori esoterici di Met Kalfou e viene
bruciato altresì in suo onore per gratificarlo o invocare il suo potere. Chiunque
desideri lavorare con questa entità è bene che lo prepari e ne abbia sempre a
disposizione. Tutte le defumazioni eseguite in onore di questo spirito hanno come
base questo incenso che ne rappresenta la forza attiva.
Nella notte di un lunedì, tracciare con un pezzo di carbone, sul fondo di un piatto
di coccio, il vevè di Met Kalfou, a lato accendere una candela rossa e nera.
Quindi versare nel piatto una confezione di incenso in resina di marte (rosso) ed
una confezione di incenso in resina di saturno (nero). Recitare questa formula:

Aprimi la porta Met Kalfou


Tu che stai alle porte del regno della Notte
Signore dei Crocicchi,
Sole della Mezzanotte
Affinché io possa passare e solcare il cancello.
Invoco la tua protezione ed il tuo concorso,
con te al mio fianco non avrò di che temere.

Spruzzare con la bocca tre gocci di whiskey o rum sul piatto, quindi mescolare i
due incensi e lasciare sull’altare davanti all’immagine di Sant’Andrea. Il giorno
dopo, quando la candela è ormai terminata, riporre l’incenso in un contenitore a
chiusura ermetica, pronto per essere utilizzato.

Defumazione di Met Kalfou per il denaro

Questa defumazione si utilizza quando si desidera chiedere a Met Kalfou di


promuovere il benessere finanziario e l’incremento di denaro. Ad incenso rosso e
nero di Met Kalfou aggiungere:

- erba Mano Poderosa


- erba Alfalfa
- erba Fumaria

Mescolare e bruciare sui carboni ardenti.


Defumazione di Met Kalfou per l’Amore

Questa defumazione si utilizza in tutti i rituali di magia amatoria o atti a legare


affettivamente due persone. Ad incenso rosso e nero di Met Kalfou aggiungere:

- erba dell’Amore
- erba Lavanda
- erba Amor Perfectu

Bruciare sui carboni ardenti.

Defumazione di Met Kalfou per la riuscita

Questa defumazione si impiega per ottenere trionfo ed esito in ogni impresa. Ad


incenso rosso e nero di Met Kalfou aggiungere:

- erba Abre Camino


- erba Laurel
- erba Anice Stellato

Bruciare sui carboni ardenti.

Defumazione di Met Kalfou per risolvere problemi legali

Questa defumazione si usa come base in tutti i lavori legati a problemi di giustizia o
burocratici. Ad incenso rosso e nero di Met Kalfou aggiungere:

- erba Calendola
- erba Caso de Corte
- erba del Giudizio

Defumazione di Met Kalfou di protezione

Questa defumazione si usa per essere protetti dagli attacchi magici, dal
malocchio e per mandare indietro il male. Ad incenso rosso e nero di Met Kalfou
aggiungere:

- erba Amaranto
- erba Ortica
- erba dell’Andata

Bruciare sui carboni ardenti.


I GRANDI RITUALI ESOTERICI DI MET KALFOU

Nota: Quando si termina un qualsiasi rituale con Met Kalfou occorre recitare
questa orazione:

Met Kalfou, Signore dei Crocicchi, ti ringrazio per la tua presenza e per tutto ciò
che farai per me. Ringrazio tutte le entità che vorranno partecipare alla mia
richiesta e con il tuo consenso chiedo licenza. Bylo. Bylo.

Rituale “Dominio e Schiavitù”

Questa pratica Voodoo viene eseguita per dominare totalmente un individuo


e annullare la sua volontà in modo che sia completamente senza possibilità di
difendersi. Può essere eseguita anche a scopo di punizione, per dare una
punizione esemplare, specialmente nel caso la vittima abbia parlato male di
voi o si sia comportata in maniera malvagia volontariamente.

Giorno: Lunedì
Fase lunare: preferibilmente calante
Orario: verso mezzanotte

Occorrente:

- Polvere Sant’Andrea Met Kalfou


- Polvere Voodoo Powder
- Polvere Confusion
- Polvere Intranquilo
- Incenso di Met Kalfou (rosso e nero)
- Olio Bend Over
- Un barattolo a chiusura ermetica
- Panno nero
- 1 limone acerbo (verde)
- Caffè in polvere
- Nastro nero
- 7 candele nere

Su un foglietto di carta marrone, di quella che si usa per avvolgere il pane,


scrivere a matita il nome della persona seguito dalla frase “tu non hai potere di
farmi nessun danno, io ti privo della tua forza vitale”. Ungere gli angoli del
foglietto con olio Bend Over. Versare altre sette gocce di olio Bend Over al
centro del foglietto. Tagliare il limone in due e mettere il foglietto sulla metà di
un limone, quindi cospargerlo con polvere Confusion sul lato del foglio in cui
avete scritto il nome della vittima e la frase. Coprire con l’altra metà del limone
e sigillare con i nove spilloni (se sono arrugginiti è meglio). Versare polvere
Voodoo Powder sul fondo del vaso. Coprire il limone con altra polvere
Confusion, polvere Intranquilo e polvere di Sant’Andrea (polvere di Met Kalfou).
Chiudere il vaso ermeticamente. Su un panno nero, con polvere di caffè
tracciare il sigillo (vevè) di Met Kalfou. Al centro del simbolo appoggiare il vaso.
Bruciare incenso di Met Kalfou (rosso e nero). Prendere una candela nera,
incidere sopra il nome della vittima e ungere la candela con olio Bend Over.
Recitare l’orazione di apertura di Met Kalfou per aprire le porte al rituale Pethrò:

Aprimi la porta Met Kalfou


Tu che stai alle porte del regno della Notte
Signore dei Crocicchi,
Sole della Mezzanotte
Affinché io possa passare e solcare il cancello.
Invoco la tua protezione ed il tuo concorso,
con te al mio fianco non avrò di che temere.

Accendere la candela nera e posizionarla sopra al vaso. Dire:

Poderoso Met Kalfou, Signore dei Crocicchi, ti invoco e ti chiedo di entrare


nella mente di (nome della persona) e di sconvolgerla, distruggi le sue
sicurezze, riempilo di dubbi affinché non mi possa mai più danneggiare. La mia
volontà sarà la sua e le mie parole diventeranno legge. Io voglio che (fare la
richiesta). Concedimi quanto ti chiedo e ti prometto che saprò ricompensarti.

Accendere la candela nera e posizionarla sopra al vaso. Lasciarla consumare


completamente. Il giorno successivo bruciare un po’ di incenso, incidere il
nome della vittima sulla candela, ungerla con olio Bend Over, accendere la
candela, recitare nuovamente l’orazione. Il procedimento va ripetuto per altri
cinque giorni (in totale sette giorni). Dopo sette giorni di lavoro avvolgere il vaso
nel panno, chiudere bene l’involucro con il nastro nero e mettere tutto nel
freezer.
Ottenuta soddisfazione eseguire un’offerta di ringraziamento a Met Kalfou con
candela (rossa e nera), liquore (whiskey, versarne in un bicchiere), sigarette
(aprire il pacchetto accenderne una e lasciarla consumare naturalmente),
frutta e sette monete che andrà portata ad un’incrocio ad X. L’offerta può
essere fatta anche sul proprio altare di Met Kalfou e dopo tre giorni si potrà
portare ad un’incrocio per abbandonarla.
PS: Se oltre a dominare questa persona volete anche allontanarla dalla vostra
vita sarà sufficiente aggiungere polvere Voladora dentro al vaso prima di
sigillarlo.

Rituale di Crossing, per annodare la vita di una persona e lanciare la malasorte

Questa pratica di attacco viene eseguita per causare disagi, intoppi, problemi
ed ogni genere di difficoltà.

Giorno: Lunedì
Fase lunare: preferibilmente calante
Orario: verso mezzanotte

Occorrente:

- una padella
- olio di palma (dendè)
- whiskey
- salsa tabasco
- polvere Tranca Tudo
- polvere War Water
- polvere Goofer Dust
- polvere di Sant’Andrea
- polvere Voodoo Powder
- erba Refe del Diablo
- olio Yuza Yuza
- 1 candela stilo nera

Scrivere il nome della persona su un foglietto di carta marrone, a matita.


Ungere i quattro angoli del foglietto con olio Yuza Yuza e metterlo sul fondo
della padella. Versare sopra erba Refe del Diablo. Versare sopra olio di palma
(dendé). Aggiungere sopra polvere di Sant’Andrea, polvere War Water,
polvere Tranca Tudo, polvere Goofer Dust, polvere Voodoo Powder. Coprire
con salsa di tabasco. Mettere sul fuoco la padella e fare riscaldare finchè l’olio
non frigge. A questo punto togliere la padella dal fuoco e metterla davanti
all’immagine di Met Kalfou (Sant’Andrea). Recitare l’orazione di apertura:

Aprimi la porta Met Kalfou


Tu che stai alle porte del regno della Notte
Signore dei Crocicchi,
Sole della Mezzanotte
Affinché io possa passare e solcare il cancello.
Invoco la tua protezione ed il tuo concorso,
con te al mio fianco non avrò di che temere.

Incidere sulla candela il nome della persona su cui si vuole influire. Ungere la
candela con olio Yuza Yuza ed accenderla. Dire:
Met Kalfou, signore dei Crocicchi, tu che domini sulla notte. Tu chiedo di aprire
le porte della sventura su (nome della vittima) affinché i suoi cammini siano
chiusi, i suoi cammini annodati, la sua vita attorcigliata in modo che nulla che
intraprenda ottenga esito. Ti prometto che saprò ringraziarti del favore.

Lasciare consumare completamente la candela davanti all’immagine del


santo. Quando è terminata portare la padella ad un’incrocio a X. Ottenuta
soddisfazione fare un’offerta di ringraziamento a Met Kalfou.

Rituale di Cauchemare

Questa pratica viene eseguita per causare ad un nemico incubi e paranoie,


avvolgendolo in uno stato di totale prostrazione.

Giorno: lunedì
Orario: quando si è sicuri che la persona dorma
Fase lunare: qualsiasi

Occorrente:

- Polvere Nera Dudu (Axé de Santo)


- Polvere di Sant’Andrea
- Polvere Confusion
- Polvere Voodoo Powder
- Erba Refe del Diablo
- Erba Assafetida
- Erba Valeriana
- Erba della Paura (un pizzico)
- Caffè liquido forte ed amaro
- Olio Yuza Yuza
- Una bottiglia o un vaso di vetro di colore scuro a chiusura ermetica
- 1 candela nera “sette nodi”
- incenso di Saturno

Incidere sette volte su una candela nera “sette nodi” il nome della vittima (uno
per ogni sfera) ed ungerla con olio Yuza Yuza. Accendere la candela e bruciare
un po’ di incenso di Saturno. Recitare l’orazione di apertura.

Aprimi la porta Met Kalfou


Tu che stai alle porte del regno della Notte
Signore dei Crocicchi,
Sole della Mezzanotte
Affinché io possa passare e solcare il cancello.
Invoco la tua protezione ed il tuo concorso,
con te al mio fianco non avrò di che temere.

Prendere un foglietto di carta marrone, di quella che si usa per avvolgere il pane e
scrivere al centro, a matita, il nome completo della persona. Sopra al nome,
incrociato a formare una X scrivere due volte la parola Cauchemare come
illustrato di seguito.

Ungere i quattro angoli del foglio con olio Yuza Yuza e versarne 9 gocce al centro.
Quindi mettere il foglietto nel fondo del vaso. Versare sopra polvere nera Dudu e
polvere di Sant’Andrea. Quindi versare un po’ di caffè nero bollente. Dire:

Sagace signore della notte, Met Kalfou, ti invoco dal profondo del buio. Sonda lo
specchio ed entra nel sonno di (nome della vittima). Porta con te lo Spirito nero di
Cauchemare affinché sconvolga la sua mente ed i suoi pensieri, animando il suo
sonno dei mostri che il profondo possa partorire.

Aggiungere la polvere Confusion, la polvere Voodoo Powder e le erbe. Versare il


resto dell’olio Yuza Yuza, aggiungere altro caffè a riempire il vaso. Proseguire
dicendo:

(nome della vittima), (nome della vittima), (nome della vittima), non sono io che ti
chiamo, ma il Signore dei Crocicchi, Met Kalfou. Io getto su di te la paura,
l’angoscia ed il disgusto. L’ansia sarà tua padrona ed a nulla potranno le luci del
giorno perché ogni volta che bramerai il riposo dagli angoli più bui della tua
mente giungeranno i fantasmi delle tue paure. Cuachemare! Cauchemare!
Cauchemare! Tu che giaci nel profondo delle Acque di Sotto, nel nome del
Signore dei Crocicchi entra nel sonno di (nome completo della vittima), figlio di
(nome della madre della vittima), afferralo e portalo nel tuo mondo popolato di
creature striscianti e delle abominevoli ossessioni dell’umanità.

Chiudere il vaso. Lasciare consumare la prima sfera della candela, quindi


spegnerla con le dita. La sera successiva accendere la seconda sfera della
candela, ripetere l’orazione di apertura, bruciare un po’ di incenso di saturno e
ripetere l’ultima invocazione rituale (quella in cui si deve ripetere il nome della
vittima tre volte). Lasciare consumare la seconda sfera della candela, quindi
spegnerla con le dita. Ripetere questa pratica per altre cinque sere. Terminata la
candela da sette nodi nascondere il vaso in un luogo buio ed agitarlo di quando
in quando, sempre di notte. Il vaso deve restare sempre al buio. Eventualmente
può essere avvolto in un panno nero. Per spezzare questa operazione occorre
aprire il vaso di giorno e gettarlo in un corso d’acqua.
Rituale « Les jeux sont fait » per la fortuna al gioco

Questa pratica si esegue per ottenere vincite al gioco. Secondo le leggende della
Louisiana Met Kalfou è un giocatore impenitente ed ama l’azzardo, il rischio.
Questo rituale viene eseguito per propiziare la fortuna e le vincite a qualsiasi
gioco.

Giorno: lunedì
Fase lunare: crescente
Orario: notturno

Occorrente:

- un panno verde
- una candela da sette giorni verde
- una candela da sette giorni rossa e nera
- incenso di Met Kalfou
- piastra riflettente con inciso il sigillo per le vincite al gioco
- polvere Lady Luck
- polvere di Sant’Andrea
- polvere di calamita (pedra Sevà)
- polvere Money Drawing
- polvere Lluvia de Oro
- erba Matricaria
- noce moscata in polvere
- erba Fumo
- erba Mano Poderosa
- olio Dinero
- olio Giovanni il Conquistatore
- 1 calamita a forma di ferro di cavallo
- 1 nastro rosso
- 1 nastro nero
- 3 piccoli dadi da gioco in plastica
- Fotografia della persona a cui si vuole portare fortuna

Stendere il panno verde sul panno, al centro mettere la piastrina riflettente con
inciso il sigillo della fortuna al gioco. Ungere il sigillo con un po’ di olio Dinero. Con
lo stesso olio ungere la candela verde e la candela rossa e nera. Mettere la verde
a sinistra della piastrina e la rossa e nera sulla destra. Accendere le candele.
Recitare l’orazione di apertura:

Aprimi la porta Met Kalfou


Tu che stai alle porte del regno della Notte
Signore dei Crocicchi,
Sole della Mezzanotte
Affinché io possa passare e solcare il cancello.
Invoco la tua protezione ed il tuo concorso,
con te al mio fianco non avrò di che temere.

Mescolare all’incenso di Met Kalfou un po’ di erba Matricaria, un po’ di erba


Fumo, un po’ di erba Mano Poderosa ed un po’ di Noce Moscata in polvere.
Bruciare la miscela e passare nel fumo la fotografia della persona. Sulla fotografia
bisogna scrivere in precedenza, a matita, nome e cognome della persona.
Mentre si passa la foto sul fumo dire:

Met Kalfou ti chiedo di rovesciare la sorte avversa e di trasformarla in buona


fortuna affinché (nome e cognome) diventi un vincente.

Ungere i quattro angoli della fotografia con olio di Giovanni il Conquistatore e


versarne sette gocce al centro. Mettere la fotografia al centro della piastrina. Sulla
fotografia mettere una calamita a forma di ferro di cavallo unta con olio dinero e
olio di Giovanni il Conquistatore. Spargere sulla calamita la polvere di calamita.
Spruzzare sopra la polvere Lady Luck, la polvere LLuvia de Oro, la polvere Money
Drawing e la polvere di Sant’Andrea. Quindi aggiungere un cucchiaio di ciascuna
delle erbe (Matricaria, Fumo, Mano Poderosa, Noce Moscata). Sopra alle erbe
mettere tre piccoli dadi da gioco. Dire:

Met Kalfou ti chiedo vittoria. A te che governi sui cammini, metti sulla mia strada la
fortuna al gioco affinché possa ringraziarti con maggior zelo ed offrirti quello che
più ti piace.

Lasciare consumare completamente le candele. Una volta terminate avvolgere il


rituale nel panno e chiuderlo con i due nastri, facendo tre nodi per ciascuno.
Conservare il pacchetto per un anno, quindi abbandonarlo ad un incrocio.

Rituale del Successo con Met Kalfou

Questa pratica serve per ingraziarsi Met Kalfou ed ottenere esito, successo, riuscita
e apertura di cammini.

Giorno: Lunedì
Fase lunare: preferibilmente crescente
Orario: verso mezzanotte

Occorrente:

- una bottiglia di whiskey


- una candela da sette giorni rossa e nera
- incenso di Met Kalfou (rosso e nero)
- polvere Oro
- polvere Argento
- polvere di calamita (pietra di Sevà)
- polvere Lady Luck
- polvere Money Drawing
- polvere di Sant’Andrea
- erba Anice Stellato
- erba Mano Poderosa
- erba Abre Camino
- olio Giovanni il Conquistatore
- un panno rosso
- un nastro nero

Ungere la candela con olio di Giovanni il Conquistatore. Accendere la candela


rossa e nera, bruciare un po’ di incenso di Met Kalfou e recitare l’orazione di
apertura:

Aprimi la porta Met Kalfou


Tu che stai alle porte del regno della Notte
Signore dei Crocicchi,
Sole della Mezzanotte
Affinché io possa passare e solcare il cancello.
Invoco la tua protezione ed il tuo concorso,
con te al mio fianco non avrò di che temere.

Prendere la bottiglia di whiskey, versare un po’ del suo contenuto in un bicchiere e


metterlo davanti al santo. All’interno della bottiglia mettere una fotografia della
persona che si desidera aiutare, aggiungere le polveri e le erbe, quindi dire:

Signore dei Crocicchi, Met Kalfou, tu governi i cammini della vita, tu apri le strade,
tu governi i sentieri del mondo, aprimi le strade della vita, dammi successo, esito e
trionfo, portami denaro e benessere, abbondanza e prosperità, fammi trionfare in
tutto. Con te al mio fianco la vita sarà sicura e nessuno potrà mai danneggiarmi! Ti
offro questo whiskey, il suo aroma ricopre la mia vita di deliziosi risultati e
specialmente (fare la richiesta).

Chiudere la bottiglia e lasciare davanti al santo per sette giorni. Avvolgere la


bottiglia nel panno e chiuderla sigillandola con il nastro e facendo tre nodi. Dopo
questo periodo tenere la bottiglia con se per un anno (tempo di durata della
protezione dell’entità). Può essere conservata in casa, in un armadio.

Rituale del Ritorno d’Amore

Questa pratica si esegue per fare tornare un’amante che se ne è andato, un


marito/moglie, un compagno, ma anche per rinvigorire un sentimento che rischia
di spegnersi.

Giorno: Lunedì
Fase lunare: preferibilmente crescente/piena
Orario: verso mezzanotte

Occorrente:
- una candela figurata uomo/donna a seconda del sesso della persona su
cui si vuole agire
- olio Amor
- panno rosso
- nastro nero
- polvere Amor Total
- polvere Miel de Amor
- polvere Amarre Haitiano
- polvere As you please
- polvere Regresa a Mi
- Polvere Ven a Mi
- polvere Sant’Andrea
- erba dell’Amore
- erba Amor Perfectu
- erba Pervinca
- una piastra con inciso il vevè di Met Kalfou
- una candela rossa da sette giorni
- incenso di Met Kalfou

Stendere il panno rosso. Al centro del panno mettere la piastra con inciso il vevè,
sopra una fotografia della persona su cui si vuole influire. Ungere la candela rossa
con olio Amor ed accenderla, bruciare un po’ di incenso di Met Kalfou e recitare
l’orazione di apertura:

Aprimi la porta Met Kalfou


Tu che stai alle porte del regno della Notte
Signore dei Crocicchi,
Sole della Mezzanotte
Affinché io possa passare e solcare il cancello.
Invoco la tua protezione ed il tuo concorso,
con te al mio fianco non avrò di che temere.

Sulla fotografia abbiate cura di scrivere a matita il nome e il cognome della


persona. Ungere i quattro angoli della foto con l’olio d’Amore. Versare il resto del
flacone al centro. Sopra versare la polvere Amor Total (se si tratta di una persona
dello stesso sesso usare polvere Lavander Love Drops), la polvere Miel de Amor, la
polvere Amarre Haitiano, la polvere Regresa a Mi, la polvere Ven a Mi e la polvere
As you please. Quindi mettere le erbe. Incidere sulla candela figurata il nome
della persona su cui si vuole operare. Ungerla con olio Amor e metterla sopra alle
erbe ed alle polveri, accenderla e dire:

Per potere del Signore dei Crocicchi, Met Kalfou, io (nome della persona su cui si
vuole agire) ti impongo di ritornare da (nome della persona che commissiona il
lavoro). E tornerai, fedele, mansueto, innamorato. Non guarderai nessuno che non
sia (nome della persona per cui si svolge il rito), sarà la tua aria e senza di lei/lui
non avrai respiro, sarà la tua acqua e senza di lei/lui vagherai disperato/a, sarà il
tuo pane e senza di lei/lui la tua vita non avrà sapore, sarà il tuo cuore e senza di
lei/lui non potrai riposare, sarà il tuo cervello e senza di lei/lui non potrai né
pensare ne agire! Nel nome di colui che veglia sui cammini della vita ed il cui
nome regna e governa dalla notte dei tempi.
Met Kalfou intercedi per me ed ascolta la mia supplica, ti prometto che saprò
ringraziarti per il tuo ausilio.

Fare consumare la candela figurata. Lasciare bruciare la candela rossa. Dopo


sette giorni, quando la candela sta per terminare versare sulla fattura, dove
giacciono i resti della candela figurata, la polvere di Sant’Andrea. Quindi
avvolgere il panno facendo un pacchetto e chiuderlo con il nastro facendo tre
nodi. Il pacchetto andrà conservato dalla persona che ha richiesto il rito e dovrà
avvolgerlo in un indumento personale usato e conservarlo in un cassetto dove
tiene la propria biancheria. Ottenuta soddisfazione non dimenticarsi di ringraziare
Met Kalfou.

Gran Rituale di Legamento

Questo rito si esegue tradizionalmente per legare in un vincolo di amore due


persone. Può essere anche eseguito per propiziare un matrimonio.

Giorno: Venerdì
Fase lunare: preferibilmente crescente/piena
Orario: verso mezzanotte

Occorrente

- una candela coppia unita


- una candela rossa da sette giorni
- incenso di Met Kalfou
- olio Amor
- polvere Amor Total
- polvere La Dolorosa
- polvere Miel de Amor
- polvere Sant’Andrea
- erba dell’Amore
- erba Mirto
- erba Paciuli
- erba Lavanda
- un panno rosso
- un nastro nero
- una piastra con inciso il vevè di Met Kalfou
- miele d’api
- polvere Casamento (si aggiunge solo se si desidera promuovere un
matrimonio)
- erba del Giudizio (si aggiunge solo se si desidera promuovere un
matrimonio)

Stendere il panno rosso, al centro mettere la piastra. A lato mettere la candela


rossa, unta con olio Amor. Accendere la candela e bruciare un po’ di incenso.
Recitare la preghiera di apertura:

Aprimi la porta Met Kalfou


Tu che stai alle porte del regno della Notte
Signore dei Crocicchi,
Sole della Mezzanotte
Affinché io possa passare e solcare il cancello.
Invoco la tua protezione ed il tuo concorso,
con te al mio fianco non avrò di che temere.

Mettere sopra al vevè un foglietto di carta marrone da pane con su scritti i due
nomi delle persone da unire. Ungere gli angoli del foglietto con l’olio Amore e
versarne un po’ al centro del foglietto. Sopra al foglio spargere le polveri e le erbe.
Coprire con miele. Sopra mettere la candela figurata unta con olio Amor.
Accenderla e dire:

Sant’Andrea degli incroci della vita, Met Kalfou, ti invoco affinché tu leghi in un
vincolo d’amore le strade di (nome di lui) e (nome di lei). Da questo momento
diventino indivisibili e non possano stare l’uno senza l’altra. Tu che governi i cuori,
ed alla cui parola tremano le creature del giorno e della notte, intercedi in questo
rito di legamento, perché ciò che tu costruisci nessuno può distruggere, Sole di
Mezzanotte.
Lasciare consumare la candela figurata. Quindi chiudere il panno e sigillarlo con il
nastro nero facendo tre nodi. Lasciarlo a fianco della candela da sette giorni
finchè non termina. Quindi portare il pacchetto nei pressi di un’incrocio a X e
seppellirlo. Sopra al luogo dove lo si seppellisce lasciare un’offerta a Met Kalfou.

Rituale di Purificazione e Difesa

Questa pratica agisce su due fronti: da un lato elimina ogni negatività sulla
persona, dall’altro la difende da futuri attacchi magici rispedendo al mittente ogni
negatività, malocchio, incantesimo… inoltre si tramanda che difenda la persona
anche da danni che, volontariamente o meno, possa fare contro se stessa (vizi,
autofatture…).

Giorno: Lunedì
Fase lunare: qualunque
Orario: verso mezzanotte

Occorrente

- una piastra riflettente col sigillo protezione/difesa totale Met Kalfou


- fotografia e dati della persona che si desidera aiutare
- polvere Contre le Mauvaises
- polvere Sant’Andrea
- polvere Espiritu Congo
- polvere Ajo Macho
- erba Amaranto
- erba dell’Andata
- erba Saca lo Malo
- erba Kimbansa
- erba Ruta
- un panno rosso
- un nastro rosso
- incenso di Met Kalfou
- 4 candele rosse
- Agua Florida
- Whiskey

Stendere il panno rosso, al centro mettere la piastra riflettente con il vevè rivolto
verso l’alto. Sopra alla piastra mettere la fotografia della persona su cui si vuole
influire. Sulla fotografia scrivete i dati a matita (nome, cognome e data di nascita).
Ai quattro angoli del panno posizionare le candele rosse e nere. Accenderle.
Bruciare incenso di Met Kalfou e recitare l’orazione di apertura:

Aprimi la porta Met Kalfou


Tu che stai alle porte del regno della Notte
Signore dei Crocicchi,
Sole della Mezzanotte
Affinché io possa passare e solcare il cancello.
Invoco la tua protezione ed il tuo concorso,
con te al mio fianco non avrò di che temere.

Spruzzare la fotografia con Acqua di Florida, coprirla con la polvere Contre le


Mauvais. Dire:

Attraverso questa polvere io elimino da (nome della persona) figlio/a di (nome


della madre) ogni negatività, ogni fattura, ogni legamento, ogni azione negativa
esterna ed interna affinché sia libero/a e le sue strade si aprano protette dalla
forza di Met Kalfou.

Versare sopra le altre polveri e le erbe. Dire:

Met Kalfou, Met Catr Chemins, Met Vaillant, Met la Nuit, ti invoco e chiedo di
difendere e proteggere (nome della persona) da ogni male. Ti offro whiskey
(versare un po’ di whiskey sopra le erbe) perché tu fortifichi (nome della persona)
e la tua forza di difesa lo accompagni sempre.

Lasciare consumare completamente le candele. Chiudere il panno e sigillarlo con


il nastro nero facendo tre nodi. Il pacchetto andrà conservato per un anno in un
armadio tra i propri indumenti, dopo di che sarà abbandonato ad un incrocio.
In onore di Met Kalfou si consiglia alla persona per cui si è svolto il rituale di
indossare una medaglia che riporti inciso lo stesso sigillo riportato sulla piastra.
Rituale “Loi c’est Moi” per qualsiasi caso legale

Questa pratica si esegue per la felice conclusione di un qualsiasi caso legale. Sia
che la persona sia innocente sia che sia colpevole. Può essere eseguito anche per
risolvere una questione burocratica complicata.

Giorno: Lunedì
Fase lunare: qualunque
Orario: verso mezzanotte

Occorrente:

- un panno rosso
- una candela da sette giorni rossa e nera
- una candela da sette giorni (rossa se per un caso di divorzio, marrone per
una causa civile oppure blu per un caso penale/criminale)
- una piastra quadrata con inciso il vevè di Met Kalfou
- fotografia della persona che si vuole aiutare
- incenso di Met Kalfou
- polvere Justo Juez
- polvere Mano Poderosa
- polvere Voodoo Powder
- polvere di Sant’Andrea
- erba del Giudizio
- erba Caso de Corte
- erba Calendola
- olio essenziale di Anice

Stendere il panno sull’altare. Al centro mettere la piastrina. Accendere la candela


rossa e nera a lato dopo averla unta con olio di Anice. Bruciare un po’ di incenso
di Met Kalfou. Recitare l’orazione di apertura:

Aprimi la porta Met Kalfou


Tu che stai alle porte del regno della Notte
Signore dei Crocicchi,
Sole della Mezzanotte
Affinché io possa passare e solcare il cancello.
Invoco la tua protezione ed il tuo concorso,
con te al mio fianco non avrò di che temere.

Mettere la foto al centro della piastra, ungerne i quattro angoli con l’olio di Anice.
Sopra alla foto mettere la polvere Justo Juez, la polvere Mano Poderosa, la
polvere di Sant’Andrea, la polvere Voodoo Powder e le erbe. Sopra alle erbe
mettere la seconda candela (scegliere il colore in base al caso) unta con olio di
Anice. Dire:

Poderoso Signore dei Crocicchi ti invoco e prometto riconoscenza se tu mi aiuterai


nella risoluzione di questo caso (descrivere il caso). In te confido e ti prometto che
saprò ricompensarti.

Lasciare terminare le candele. Chiudere il pacco con il nastro facendo tre nodi.
Portare il pacchetto ad un incrocio, possibilmente nei pressi del tribunale.
Ottenuta soddisfazione ricompensare l’entità con un’offerta.
Conclusione

Come svolgere un’offerta basica a Met Kalfou:

- Bussare al suolo tre volte e chiedere licenza


- Recitare l’orazione di apertura
- Versare il liquore sempre in un bicchiere
- Accendere le candele con fiammiferi in legno
- Bruciare incenso di Met Kalfou
- Parlare con l’entità e fare richiesta o ringraziamento
- Disporre eventuali cibi (salatini piccanti, carne di maiale condita con
tabasco, frutta, cioccolatini al liquore tipo boeri…) in un piatto di terracotta
o in mancanza di questo in un piatto di carta.
- Elencare le offerte che gli si stanno facendo
- Accendere un sigaro o una sigaretta e dare tre boccate verso l’alto, quindi
lasciarla consumare
- Accendere le sigarette sempre con fiammiferi di legno
- Il saluto di commiato è Bylo Bylo.
NOTE

…………………………………………………………………………………………………………
…………………………………………………………………………………………………………
…………………………………………………………………………………………………………
…………………………………………………………………………………………………………
…………………………………………………………………………………………………………
…………………………………………………………………………………………………………
…………………………………………………………………………………………………………
…………………………………………………………………………………………………………
…………………………………………………………………………………………………………
…………………………………………………………………………………………………………
…………………………………………………………………………………………………………
…………………………………………………………………………………………………………
…………………………………………………………………………………………………………
…………………………………………………………………………………………………………
…………………………………………………………………………………………………………
…………………………………………………………………………………………………………
…………………………………………………………………………………………………………
…………………………………………………………………………………………………………
…………………………………………………………………………………………………………
…………………………………………………………………………………………………………
…………………………………………………………………………………………………………
…………………………………………………………………………………………………………
…………………………………………………………………………………………………………
…………………………………………………………………………………………………………
…………………………………………………………………………………………………………
…………………………………………………………………………………………………………
…………………………………………………………………………………………………………
…………………………………………………………………………………………………………
…………………………………………………………………………………………………………
…………………………………………………………………………………………………………
…………………………………………………………………………………………………………
…………………………………………………………………………………………………………
…………………………………………………………………………………………………………
…………………………………………………………………………………………………………
…………………………………………………………………………………………………………
…………………………………………………………………………………………………………
…………………………………………………………………………………………………………
…………………………………………………………………………………………………………
…………………………………………………………………………………………………………
…………………………………………………………………………………………………………
…………………………………………………………………………………………………………
…………………………………………………………………………………………………………
…………………………………………………………………………………………………………