Sei sulla pagina 1di 39

N o v e n a

MARIA SS. delle GR AZIE

1
Parrocchia – Santuario Maria SS delle Grazie
Via Madonna delle Grazie, 117 –
80014 – Giugliano in Campania (Na)
Tel. 081 894 76 45
Sito web: http://mssdellegrazie.altervista.org
email: santuariodellegrazie@libero.it

mdg© 2018
Ristampa Maggio 2018

2
Alla nostra Mamma Celeste con amore:

Il Parroco Don Francesco Russo, Il Vice


Parroco Don Luigi Maisto, i diaconi, i
seminaristi, le catechiste/i, il gruppo liturgico, il
Coro e il Comitato festeggiamenti, il Centro
Caritas.
I gruppi parrocchiali:
Le figlie di Maria SS delle Grazie, l’Azione
Cattolica, il Rinnovamento nello Spirito, il Cuore
INDICE

Santo Rosario 4

Litanie Lauretane 11

Novena a Maria SS delle Grazie 13

Supplica alla Madonna delle Grazie 23

Inno alla Madonna delle Grazie 26

Preghiera semplice a Maria delle Grazie 28

Canzoncine mariane popolari 29

3
Il SANTO ROSARIO

Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen

O Dio, vieni a salvarmi,


Signore, vieni presto in mio aiuto.

Gloria al Padre.....

Credo :« Io credo in Dio, Padre onnipotente, creatore


del cielo e della terra
e in Gesù Cristo, Suo unico Figlio, nostro Signore,
il quale fu concepito di Spirito Santo, nacque da Maria
Vergine,
patì sotto Ponzio Pilato, fu crocifisso, morì e fu sepolto;
discese agli inferi; il terzo giorno risuscitò da morte;
salì al cielo, siede alla destra di Dio, Padre onnipotente:
di là verrà a giudicare i vivi e i morti.
Credo nello Spirito Santo,
la santa Chiesa cattolica, la Comunione dei Santi,
la remissione dei peccati,
la risurrezione della carne,
la vita eterna. Amen.»

4
Struttura di ogni decina
• Enunciazione del mistero con versetto
biblico appropriato
• Breve pausa di riflessione
*Padre nostro *Ave Maria(10 volte) *Gloria al
Padre

*Gesù, perdona le nostre colpe, preservaci dal


fuoco dell'inferno, porta in cielo tutte le anime,
specialmente le più bisognose della tua
Misericordia “

Lunedì e Sabato: Misteri della GIOIA

1° Mistero: “L'Annunciazione”
“L ’angelo Gabriele fu mandato da Dio a una
vergine di nome Maria. Entrando da lei, disse:
«Rallegrati, piena di grazia: il Signore è con te.
Ecco, concepirai un figlio, lo darai alla luce e lo
chiamerai Gesù'' (Lc 1, 28)

2° Mistero: “La visita di Maria a Santa


Elisabetta”
“Appena Elisabetta ebbe udito il saluto di Maria, il
bambino le sussultò nel grembo (Lc 1,41).

5
3° Mistero: “La nascita di Gesù”
“Maria diede alla luce il suo Figlio Primogenito, lo
avvolse in fasce e lo depose in una mangiatoia,
perchè non c'era posto per loro nell'albergo” (Lc 2,
6-7).

4° Mistero: “La presentazione di Gesù al


Tempio”
“A quaranta giorni dalla nascita di Gesù, Maria e
Giuseppe portarono il bambino a Gerusalemme per
offrirlo al Signore” (Lc 2, 22-23).

5°Mistero: “Gesù dodicenne tra i dottori al


Tempio”
“Non sapevate che io devo occuparmi delle cose
del Padre mio?. Sua madre serbava tutte queste
cose nel suo cuore(Lc 2, 48-51)

Martedì e Venerdì: Misteri del DOLORE

1° Mistero:”Gesù angosciato nell'orto degli


ulivi”
“In preda all'angoscia, pregava più intensamente e
il suo sudore diventò come gocce di sangue che
cadevano a terra”(Lc 22, 44).

6
2° Mistero: “La Flagellazione”
“Pilato fece prendere Gesù e lo fece flagellare” (Gv
19, 1)

3° Mistero: “L'incronamento di spine”


“I soldati, intrecciata una corona di spine, gliela
posero sul capo”(Mt 27, 29)

4° Mistero: “La salita di Gesù al calvario”


“Pilato lo consegnò loro. Essi allora presero Gesù
ed egli, portando la croce si avviò verso il Golgota
(Gv 19, 16-17).

5° Mistero: “La crocifissione e la morte in


Croce”
“Giunti al Calvario lo crocifissero...Dopo aver
ricevuto l'aceto, Gesù disse:”Tutto è compiuto!”. E
chinato il capo, spirò (Gv 19, 18-55)

Mercoledì e Domenica: Misteri della Gloria

1°Mistero: La Resurrezione
“So che cercate Gesù il crocefisso. Non è qui. E'
risorto come aveva detto”(Mt 28, 5-6)

7
2°Mistero: “L'Ascensione”
“Il Signore Gesù, dopo aver parlato con loro, fu
assunto in cielo e sedette alla destra di Dio (Mc 16,
19)

3°Mistero: La Pentecoste”
“Apparvero loro lingue come di fuoco che si
dividevano e si posarono su ciascuno di loro: ed
essi furono tutti ripieni di Spirito Santo (At 2, 3-4)

4°Mistero:” L'Assunzione di Maria al Cielo”


“Grandi cose ha fatto in me l'onnipotente e santo è
il suo nome (Lc 1, 49)

5°Mistero: “Maria incoronata Regina degli


Angeli e dei Santi”
“Nel cielo nostra Madre è incoronata Regina del
cielo e della terra”( Ap 12, 1)

Giovedì: Misteri della LUCE

1°Mistero: “Il battesimo di Gesù nel Giordano”


“«Appena battezzato, Gesù uscì dall'acqua: ed
ecco, si aprirono i cieli ed egli vide lo Spirito di Dio
scendere come una colomba e venire su di lui. Ed
ecco una voce dal cielo che disse: "Questi è il
Figlio mio prediletto, nel quale mi sono

8
compiaciuto"». (Mt 3,16-17)

2°Mistero: “ Le nozze di Cana”


«Tre giorni dopo, ci fu uno sposalizio a Cana di
Galilea e c'era la madre di Gesù. Fu invitato alle
nozze anche Gesù con i suoi discepoli. Nel
frattempo, venuto a mancare il vino, la madre di
Gesù gli disse: "Non hanno più vino". E Gesù
rispose: "Che ho da fare con te, o donna? Non è
ancora giunta la mia ora". La madre dice ai servi:
"Fate quello che vi dirà"». (Gv 2, 1-5)

3°Mistero: “L'annuncio del Regno di Dio”


"Il tempo è compiuto e il regno di Dio è vicino;
convertitevi e credete al vangelo". (Mc 1, 15)

4°Mistero: “La Trasfigurazione di Gesù sul


Tabor”
«Sei giorni dopo, Gesù prese con sé Pietro,
Giacomo e Giovanni suo fratello e li condusse in
disparte, su un alto monte. E fu trasfigurato davanti
a loro; il suo volto brillò come il sole e le sue vesti
divennero candide come la luce» (Mt 17, 1-2).

5°Mistero:” L'istituzione dell'Eucarestia”


«Ora, mentre essi mangiavano, Gesù prese il pane
e, pronunziata la benedizione, lo spezzò e lo diede
ai discepoli dicendo: "Prendete e mangiate, questo

9
è il mio corpo"» (Mt 26, 26).

Salve, Regina, madre di misericordia, vita,


dolcezza e speranza nostra, salve. A Te ricorriamo,
noi esuli figli di Eva; a Te sospiriamo gementi e
piangenti in questa valle di lacrime. Orsù dunque,
avvocata nostra, rivolgi a noi quegli occhi Tuoi
misericordiosi. E mostraci dopo questo esilio,
Gesù, il frutto benedetto del Tuo seno. O clemente,
o pia, o dolce Vergine Maria.

10
LITANIE LAURETANE

Signore pietà +-+ Signore pietà,


Cristo pietà +-+ Cristo pietà,
Signore pietà +-+ Signore pietà,
Cristo ascoltaci +-+ Cristo ascoltaci,
Cristo esaudiscici +-+ Cristo esaudiscici,
Dio Padre Celeste +-+Abbi Pietà di noi,
Dio figlio redentore del mondo +-+ abbi Pietà di noi,
Dio Spirito Santo +-+ Abbi Pietà di noi,
Santa Trinità unico Dio +-+Abbi Pietà di noi,

Santa Maria +-+ Prega per noi,


Santa Madre di Dio +-+ Prega per noi,
Santa Vergine delle Vergini +-+ Prega per noi,
Madre di Cristo +-+ Prega per noi,
Madre della Chiesa +-+ Prega per noi,
Madre della Grazia Divina +-+ Prega per noi,
Madre purissima +-+ Prega per noi,
Madre castissima +-+ Prega per noi,
Madre sempre Vergine +-+ Prega per noi,
Madre degna d'onore +-+ Prega per noi,
Madre ammirabile +-+ Prega per noi,
Madre del buon consiglio +-+ Prega per noi,
Madre del Creatore +-+ Prega per noi,
Madre del Salvatore +-+ Prega per noi,
Vergine prudente +-+ Prega per noi,
Vergine degna d'onore +-+ Prega per noi,
Vergine degna di lode +-+ Prega per noi,
Vergine potente +-+ Prega per noi,
Vergine Clemente +-+ Prega per noi,

11
Vergine fedele +-+ Prega per noi,
Specchio di perfezione +-+ Prega per noi,
Sede della sapienza +-+ Prega per noi,
Causa della nostra allegria +-+ Prega per noi,
Tempio dello spirito Santo +-+ Prega per noi,

Agnello di Dio Tu che togli i peccati del mondo +-+


Perdonaci o Signore,
Agnello di Dio Tu che togli i peccati del mondo +-+
Esaudiscici o Signore,
Agnello di Dio Tu che togli i peccati del mondo +-+ Abbi
pietà di noi o Signore.
Prega per noi Santa Madre di Dio, affinché siamo resi degni
delle promesse di Cristo.
PREGHIAMO
Concedi ai tuoi fedeli, Signore Dio nostro, di godere sempre
la salute del corpo e dello spirito e per la gloriosa
intercessione di Maria Santissima, sempre Vergine, salvaci
dai mali che ora ci rattristano e guidaci alla gioia senza fine.
Per Cristo nostro Signore. Amen

12
NOVENA

Che cos'è la novena


La novena è una preghiera insistente, fatta con
fede, determinazione e costanza, che si ripete per
nove giorni consecutivi, senza interruzione.
Si prega, anche ricorrendo all'intercessione della
Vergine Maria e dei santi, ogni volta che si vuole
chiedere a Dio un aiuto particolare per una
necessità spirituale o materiale, in preparazione a
una ricorrenza o in ringraziamento per le grazie
ricevute.
Alcuni suggerimenti
Come insegna la santa madre Chiesa, la vita
spirituale, gli esercizi di pietà e le devozioni sono
strettamente legati alla vita sacramentale e sono
tanto più efficaci e fruttuosi quanto più si
corrisponde alla grazia del Signore. Pertanto,
durante la novena è consigliabile accostarsi al
sacramento della Riconciliazione per chiedere
perdono a Dio dei propri peccati, partecipare alla
santa Messa quotidiana(quando è possibile) e
ricevere la santa Eucarestia, fonte e culmine di
tutta la vita cristiana.

13
Inoltre, ogni giorno della novena è opportuno:
1. Lodare, benedire e ringraziare la
Santissima Trinità: Dio Padre per il dono
della creazione; Dio Figlio per il dono della
redenzione; Dio Spirito Santo per il dono
della santificazione.
2. Perdonare sempre e chiunque
3. Vivere con impegno e costanza la preghiera
personale, familiare e comunitaria.
4. Compiere opere di carità.
5. Abbandonarsi alla volontà di Dio

La novena che segue si prega dal 23 Giugno al 1


Luglio in preparazione alla festa di Maria SS delle
Grazie 2 Luglio. La novena a Maria SS delle Grazie
è molto antica ma molto efficace, se si crede
fermamente, per superare periodi di sofferenza, di
malattia, di angoscia, di rovina morale, di problemi
familiari, matrimonio in crisi, mancanza di lavoro,
per essere illuminati nelle scelte più difficili da
prendere, per essere guariti, consolati e per
chiedere qualsiasi aiuto nelle piccole e grandi
difficoltà di ogni giorno; ma anche per ringraziare
delle immense grazie che continuamente riceviamo

14
dal Signore.
Giaculatoria di Maria SS delle Grazie: '' Mamma
delle Grazie , donateci grazie''
Nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito
Santo. Amen
Invochiamo il Padre per mezzo di Cristo nostro
Signore perché ci doni lo Spirito Santo. Egli è il
maestro interiore che ci insegna a pregare. Ecco
perché la Chiesa ci invita a implorarlo ogni giorno,
soprattutto all'inizio e al termine di qualsiasi azione
importante.

SEQUENZA ALLO SPIRITO SANTO


Vieni, Santo Spirito, nulla senza colpa.
manda a noi dal cielo Lava ciò che è sordido,
un raggio della tua luce. bagna ciò che è arido,
Vieni, padre dei poveri, sana ciò che sanguina.
vieni, datore dei doni, Piega ciò che è rigido,
vieni, luce dei cuori. scalda ciò che è gelido,
Consolatore perfetto, drizza ciò che è sviato.
ospite dolce dell'anima, Dona ai tuoi fedeli
dolcissimo sollievo. che solo in te confidano
Nella fatica, riposo, i tuoi santi doni.
nella calura, riparo, Dona virtù e premio,
nel pianto, conforto. dona morte santa,
O luce beatissima, dona gioia eterna.

15
invadi nell'intimo Amen.
il cuore dei tuoi fedeli.
Senza la tua forza,
nulla è nell'uomo,

I
PREGHIERA
Mi rallegro, o Beatissima Vergine Maria, della Vostra
bella sorte, perché, coll'essere fatta Madre di Dio,
siete stata costituita ancora Madre delle Grazie: per
segno di ciò il vostro benedetto Figliuolo volendo fare
la prima grazia di Salvatore del mondo col togliere il
peccato originale dall'anima del fortunato S.Giovanni
Battista, la volle fare per mezzo vostro, e quasi per le
vostre mani.
Vi prego perciò d'impetrare all'anima mia tutte quelle
grazie che mi sono necessarie per la mia eterna
salute.
Pater, Ave, Gloria e il canto
''Come un tempo visitaste
La cugina e Zaccaria.
Visitate, o Madre mia,
La mia casa ed il mio cuor.''
(Questa strofetta si ripete dopo ogni preghiera)

16
II
PREGHIERA
Ammiro, o Beatissima Vergine Maria, la vostra
somma carità, per cui, avendo appena inteso che la
vostra cugina S. Elisabetta aveva concepito un
figliuolo,vi partiste subito per visitarla e per portare
alla casa sua ed al bambino che aveva nel seno, la
grazia e la benedizione; vi prego perciò di fare
ancora alla casa mia, e all'anima mia una visita di
carità, portandomi Gesù Cristo e la sua Santa
Grazia.
Pater, Ave, Gloria e strofetta

III
PREGHIERA
Mi compiaccio, o Beatissima Vergine Maria, del
vostro sollecito impegno e premura di portar presto
alla casa di S. Elisabetta le grazie che voleva
dispensarvi il vostro Figlio Dio, partendovi di fretta,
e camminando con sollecitudine per subito
consolarla. Vi prego perciò di usare verso
dell'anima mia ancora, e verso tutte le anime
redenti col sangue di Gesù Cristo impegno,
sollecitudine ed amore, per ottenerci la grazia e la
misericordia di Dio.

17
Pater, Ave, Gloria e strofetta.

IV
PREGHIERA
Benedico, o Beatissima Vergine Maria, la vostra
pazienza e sofferenza, con cui camminaste anche
sopra alte montagne per andare a visitare la vostra
cugina S. Elisabetta.
Vi prego perciò di usare pazienza e carità con
questa mia anima, che, più dura delle pietre, resiste
alla divina grazia. Vincetela voi, o mia dolce Madre,
con quella sofferenza con cui superaste l'asprezza
di quelle disastrose montagne.
Pater, Ave, Gloria e strofetta

V
PREGHIERA
Stupisco, o Beatissima Vergine Maria, della vostra
profondissima umiltà, per cui, essendo la
Benedetta fra tutte le donne e la Madre di Dio,
voleste con tanto vostro incomodo andare a visitare
S. Elisabetta, per aiutarla e servirla nella sua casa.

18
Vi prego di ottenere anche a questo mio cuore la
vera umiltà: giacchè, essendo tanto vile per natura
e per colpa, non so umiliarmi e sono sempre
dominato dalla superbia.
Pater, Ave, Gloria e strofetta

VI
PREGHIERA
Sento un'infinita allegrezza, o Beatissima Vergine
Maria, perché la vostra bocca divenuta una fontana
di grazie, appena l'apriste per salutare S.
Elisabetta, che quella, insieme col suo sposo
Zaccaria fu ripiena di Spirito Santo; e S. Giovanni
liberato dalla colpa originale, esultò di gioia e di
allegrezza nel di Lei seno. Vi prego perciò di
parlare ancora al mio cuore, e portarvi la grazia
dello Spirito Santo.
Pater, Ave, Gloria e strofetta

19
VII
PREGHIERA
Sento un'indicibile gioia, o Beatissima Vergine
Maria, per quelle lodi e benedizioni, che vi diede S.
Elisabetta quando vi vide arrivata in sua casa. Essa
si umiliò alla vostra presenza dichiarandosi indegna
di ricevere in sua casa la Madre di Dio: vi chiamò
Benedetta fra tutte le donne e benedisse il frutto del
vostro ventre Gesù. Ancora io perciò, prostrato ai
vostri piedi, alzo la voce e vi dico con tutto il cuore:
Benedetta siate per tutti i secoli, o mia bella Madre,
e benedetto sia Gesù vostro Figlio, e vi prego
d'impetrarmi la grazia e la benedizione di Gesù
Cristo.
Pater, Ave, Gloria e strofetta

VIII
PREGHIERA

Sento con infinito piacere, o Beatissima Vergine


Madre, quelle belle parole vostre,quando, lodata
tanto e benedetta da S. Elisabetta, vi metteste a
cantar quel magnificat, dando a Dio lode e gloria di
tutte le vostre grandezze. Vi prego perciò

20
d'impetrarmi grazie di sempre riconoscere dalle
mani di Dio tutto il bene che sta in me, e di bene
intendere la mia viltà ed il mio nulla.

Pater, Ave, Gloria e strofetta

IX
PREGHIERA
Mi sento intenerire il cuore, o Beatissima Vergine
Maria, considerandovi per tre mesi nella casa di S.
Elisabetta, sempre occupata ed intenta a
consolarla, ad aiutarla, ad ammaestrarla e
santificarla con tutta la sua famiglia. Vi prego perciò
di mettere una stabile dimora anche in quest'anima
mia, per farmi da Madre, da Avvocata, da Maestra,
e da Rifugio, acciocchè io giunga una volta a
salvarmi, per abitare insieme con Voi in cielo, e
benedirvi in eterno.
Pater, Ave, Gloria e strofetta

Si recitino tre Ave Maria, per quei giorni che camminò


la Beatissima Vergine Maria per visitare S. Elisabetta;
tre Ave Maria per quei tre mesi che si trattenne in
casa di Elisabetta.

21
V. Vitam, et misericordiam tribuisti mihi.
D. Et visitatio tua custodivit spiritum meum

OREMUS
Fàmulis tùis, quaesumus Dòmine, Coelèstis gratiae
munus impertire: ut quibus beàta Virginis partus èxtitit
salùtis exòrdium Visitationis eius votiva solèmnitas,
pacis tribuat incrementum.
Per Christum Dominum Nostrum...

22
SUPPLICA
ALLA MIRACOLOSA IMMAGINE
DELLA MADONNA DELLE GRAZIE
nei casi difficili della vita

O Madonna delle Grazie,


immerso nella più desolante
angustia, son venuto a mettermi
ai tuoi piedi, per essere da Te
aiutato. Povero me, se tu non ci
mettessi la tua mano, io sarei
certamente perduto ! Tanti e
tanti, vedendomi così afflitto, mi hanno: « Se vuoi la
grazia in questa circostanza, devi andare alla
Madonna delle Grazie, alla quale chiunque ricorre
per grazia, indubbiamente la ottiene, non essendovi
un solo esempio, da che il mondo è mondo e in
tutta la storia della umanità, che uno sia a Lei
ricorso e sia rimasto poi senza grazia ». Ed è per
questo, che io, ad onta che sia un povero ed
indegno peccatore, pure nella tribolazione che mi
opprime, ho avuto la fiducia di venire a piangere
dinanzi a Te. E per ciò, con gemiti, con i sospiri, con
le ardenti lacrime che mi piovono dagli occhi, a Te
grido, Te chiamo, a Te alzo le mani, richiedenti
grazia. Oh, me sventurato, se solo solo, ad
esempio unico al mondo, fossi lasciato senza

23
ottenere la grazia sospirata ! O Madonna, tutta
santa e tutta piena di grazie, io ho ferma la
speranza, che tu mi farai la grazia: da Te
ansiosamente l’aspetto, perché sei la Mamma di
tutte le grazie. Me lo dice il cuore, che tu mi
esaudirai: altrimenti che ne sarà di me afflitto e
sconsolato ? Ah ! che se Tu non mi ascolterai, senti
che farò io, o Mamma delle grazie. Inginocchiato a
Te dinanzi, ti strapperò il manto, ti stringerò le mani,
ti bacerò i piedi, te li bagnerò di calde lacrime, tanto
me ne starò così, tanto piangerò gridando, insino a
che Tu intenerita e commossa, mi dirai: « Alzati,
che la grazia te l’ho fatta ». Ed ora che hai udito
quello che io farò, che mi dici, o Mamma di grazie ?
Che mi rispondi ? Mi devi Tu aiutare ! … Me la devi
concedere questa grazia ! Ah ! si, buona quale sei,
son certo che me la farai. Anzi o l’aspetto da quegli
occhi di grazia: l’attendo da quella Tua bocca, che
allora solamente si apre, quando ha da pronunziare
una grazia: la desidero da quella fronte, da quel
seno, da quelle mani, da quei piedi, e, soprattutto,
da quel Tuo benedetto e materno cuore, tutto
ripieno di grazie. Grazia, si grazia, ti chiedo o
Mamma delle grazie: fammi grazia, alla mia
disgrazia. Te la chiedo con la voce di tutti i bambini
della terra che sono anime innocenti, di tutti gli
innamorati di Te. Dunque l’aspetto e Tu me l’hai da
fare a forza, o Mamma. E io ti prometto che, fino a

24
quando la mia mente avrà un pensiero, la mia
lingua un accento, il mio cuore un palpito, sempre,
così, griderò nelle ore del giorno e in quelle della
notte: Ti sentirai chiamare: « O Mamma di grazie,
fammi la grazia ». Quel grido, o Mamma sarà
l’ultimo mio sospiro; così restiamo, o Mamma S.
Maria, e così sia.

Si recitano sette Ave Maria, ed a ciascuna Ave Maria si aggiunga:


Madonna delle grazie, donateci grazie, poi, le Litanie Lauretane.
Il Papa Pio IX, con rescritto del 24 - IX - 1849, concesse
l'indulgenza Plenaria quotidiana applicabile ai defunti, a tutti i
fedeli che, confessati e comunicati visiteranno il Santuario della
Madonna delle Grazie in Giugliano (NA)

25
INNO A MARIA SS DELLE GRAZIE

“AVE MADONNA SANTA”

1. Ave Madonna Santa,


degli Angioli Signora,
Tu sei la bella Aurora
di questa umanità.

Rit: Madonna delle Grazie,


Mammà che tutto puoi,
prega per i figli tuoi,
prega per noi Gesù;
prega per i figli tuoi,
prega per noi Gesù.

2. Il nome Tuo Maria


è un cantico d’ amore;
il Tuo materno cuore
è un mare di bontà. Rit.....

3. Sul nostro brutto mondo


è notte e c’è procella
Tu sei l’amica stella
che sol ci può salvar. Rit....

4. Dell’odio e della guerra


placa l’orribil onda;
la terra è sitibonda

26
di pace e carità. Rit...

5. La nostra Patria bella


ricopri del Tuo manto;
vegliate sempre accanto,
o Madre del Signor. Rit..

6. Da secoli Ti ama
la gente di Giugliano;
la candida Tua mano
stendi sulla città. Rit...

7. Tu che, con tanta grazia,


al petto stringi il figlio,
lungi da noi il periglio,
se ci stringiamo a Te. Rit..

8. Spandi su questa terra


per tutti il Tuo sorriso,
e il Santo Paradiso
aprici pei nel ciel. Rit...

Inno popolare in onore della Madonna delle Grazie,


venerata a Giugliano in Campania (NA)
nell' omonima Parrocchia - Santuario
Testo e Musica di Mons. Arcangelo Cerqua
Vescovo di Parintis, Brasile, XX sec.

27
PREGHIERA SEMPLICE A MARIA DELLE GRAZIE

Delle Grazie Potente Regina


mediatrice di ogni favor,
Tu ci guardi dal cielo benigna, ci conduci all'Eterno
Signor.
Madre buona, Signora gloriosa,
delle nostre miserie pietà
per i tuoi figli traviati deh! Implora il perdon
dell'Eterna Bontà.

Noi veniamo al tuo tempio fidenti


le nostr'alme macchiate a lavar
Tu correggi gli error delle menti
e del cuore raddrizzi l'amar.

Per gli infermi e i peccatori


imploriamo la tua protezion,
Tu dal male allontani gli orrori
e nel bene consacri l'azion.

Parroco Prof. Don Francesco Saverio Russo

28
CANTI MARIANI POPOLARI

EVVIVA MARIA
Evviva Maria Che l'occhio increato
Maria evviva: Di già la mirò.
Evviva Maria
E chi la creò. Non anche le sfere,
Misura del giorno,
Cantiam pur fedeli Giràvansi intorno,
Con dolce armonia: Che Dio già l'amò.
Non ancora era il mondo
Più degna di stima,
E chi la creò. Di ogni altra la prima
Lodiamo, cantando, La disse e chiamò.
La Figlia, la Sposa,
La Madre amorosa Concetta nel tempo
Di chi la formò. Da colpa innocente,
Al triste serpente
D'ogni altra sua figlia La testa schiacciò.
Dal nulla formato,

29
SALVE DEL CIEL, REGINA

1 5
Salve del Ciel, Regina! A noi rivolgi il guardo,
Madre pietosa a noi; Nostra Avvocata sei,
Proteggi i figli tuoi, Noi siamo indegni e rei,
O Madre di pietà. Ma siam tuoi figli ancor.

2 6
Vita dell'alme nostre, Coi sguardi tuoi pietosi
Dolcezza di chi t'ama, Dà lume ai peccatori,
Speranza di chi brama Accendi nuovi ardori
La bella eternità. Nel cuor dei giusti ognor.

3 7
Alziamo a te la voce, Dall'infelice esilio
D'Eva infelici figli, Guidaci al Ciel sereno,
Esuli, nei perigli Il frutto del tuo seno,
Noi ricorriamo a te. Gesù ci mostra un dì.

4 8
In questa valle orrenda Regina di clemenza,
Di pianto e di dolore Tenera madre mia,
Coi gemiti del cuore Dolcissima Maria
Ti domandiam mercè. Da te speriam così.

30
TI SALUTIAMO, O' VERGINE

Ti salutiamo, o Vergine, Vorrei salire in cielo,


colomba tutta pura vedere il tuo bel viso:
nessuna creatura è bella Madre del paradiso, abbi di
al par di te. noi pietà!

Prega per noi Maria Di stelle risplendenti in ciel


prega pe i figli tuoi, sei coronata: Tu sei
Madre che tutto puoi l'Immacolata, la Madre di
abbi di noi pietà! abbi di Gesù.
noi pietà!

VERGIN SANTA
1.Vergine Santa che accogli 4.Deh! Ci mostra pietosa il
benigna Chi t'invoca con Tuo volto
tenera fede, Volgi lo sguardo E discenda le grazie nel
dall'alta tua sede alle preci cuore,
d'un popol fedel. Come fà rugiada sul fiore, e
ravviva il suo languido stel.
Deh ! proteggi fra tanti
5.Tu consola gli afflitti tuoi figli
perigli i tuoi figli, Regina del
E nascondili sotto il tuo
ciel. (2 volte)
manto;
Deh! Rasciuga dei miseri il
2.Benedetta fra tutte le pianto,
genti; ché sei l'Arca d'eterna Li conforta nel loro dolor.
alleanza
in Te posa la nostra 6.La tua grazia ci assista, o
speranza, Maria,
Per te ferma teniamo la fe'. Ci sostenga e ci renda
costanti;

31
3.Tu Maria, sei la splendida Ci dia pace negli ultimi istanti
face E ci ottenga la gloria del ciel.
Che rischiara il mortale
sentiero;
Sei la stella che guida il
nocchiero
E lo salva dall'onda crudel.

MIRA IL TUO POPOLO

Mira il tuo popolo, o bella Signora,


che pien di giubilo oggi t'onora.
Anch'io festevole corro ai tuoi pie',
o santa Vergine, prega per me. (2 volte)

In questa misera valle infelice


tutti t'invocano soccoritrice.
Questo bel titolo conviene a te:
O Santa Vergine, prega per me!

Il pietosissimo tuo dolce cuore,


esso è rifugio al peccatore.
Tesori e grazie racchiude in sé,
O Santa Vergine, prega per me!

Del vasto oceano propizia stella,


ti vedo splendere sempre più bella;
al porto guidami per tua mercé,
O Santa Vergine, prega per me!

Pietosa mostrati con l'alma mia,


Madre dei miseri, santa Maria:

32
madre più tenera di te non v'è:
O Santa Vergine, prega per me!

A me rivolgiti con dolce viso


Regina amabile del paradiso;
Te potentissima l'Eterno fe'
O Santa Vergine, prega per me!

Nel più terribile estremo agone,


Fammi tu vincere il rio dragone:
Propizio rendimi il sommo Re:
O Santa Vergine, prega per me!

Su nell'empireo eterno sia


Il canto e il giubilo dell'alma mia:
Regina è il titolo che Dio ti diè:
O Santa Vergine, prega per me!

O MARIA, QUANTO SEI BELLA!

O Maria quanto sei bella


O Maria, quanto sei bella,
sei la gioia e sei l’amore;
m’hai rapito questo cuore:
notte e giorno io penso a te (2 v)
Rit:: Evviva Maria, Maria evviva.
Evviva Maria e chi la creò.

Quando il sole è già lucente


Le colline, e i monti indora.

33
Quando a sera si scolora,
Ti saluta il mio pensier (Rit)

Quando andremo in Paradiso


grideremo “Evviva a Maria”
grideremo “Evviva a Maria”
evviva Lei che ci salvò.

O BELLA MIA SPERANZA


O bella mia speranza, Sotto del tuo bel manto,
dolce amor mio Maria o amata mia Signora,
Tu sei la vita mia, Vivere voglio e ancora
la pace mia sei Tu. Spero morire un dì
Quando ti chiamo, o penso Che se mi tocca in sorte
a Te Maria, mi sento Finir la mia vita
tal gaudio e tal contento Amando te, Maria,
che mi rapisce il cuor. Mi tocca il cielo ancor
Se mai pensier funesto Stendi le sue catene
viene a turbar la mente, E m'incatena il cuore,
sen fugge allor che sente Chè, prigionier d'amore,
il nome Tuo chiamar. Fedele a te sarò.

In questo mar del mondo, Sicchè il mio cuor, Maria


Tu sei l'amica stella E' tuo, non è più mio:
che può la navicella Prendilo e dallo a Dio,
dell'alma mia salvar. Io non lo voglio più.

34
ANDRO' A VEDERLA UN DI'

Andrò a vederla un dì Andrò a vederla un dì


in cielo, patria mia, lasciando quest'esilio; le
andrò a veder Maria, poserò qual figlio, il capo
mia gioia e mio amor. sopra il cuor.

Al ciel, al ciel, al ciel, Andrò a vederla un dì andrò


andrò a vederla un dì. (2 a levar miei canti con gli
volte) Angeli e coi Santi per
corteggiarla ognor.
Andrò a vederla un dì
E' il grido di speranza
che infondemi costanza
nel viaggio e fra i dolor.

Andrò a vederla un dì le
andrò vicino al trono ad
ottenere in dono un serto di
splendor.

35
LA SQUILLA DI SERA

E' l'ora che pia la squilla fedel


le note c'invia dell'Ave del ciel.

Ave, ave, ave Maria !


Ave, ave, ave Maria !

O vista beata! la Madre d’amor


Si mostra inondata, di vivo splendor

Le fulge sul viso sovrana beltà


vi aleggia un sorriso che nome non ha.

La gioia verace chiediamo da te,


chiediamo la pace che in terra non v’è.

O bella Regina, o madre d’amor,


Tu sei medicina per ogni dolor.

Preghiamo Maria che il genio del mal


Smarrisca la via del suolo natal.

36
DELL'AURORA

Dell'aurora tu sorgi piu' bella,


coi tuoi raggi fai lieta la terra,
e fra gli astri che il cielo rinserra
non v'e' stella più bella di te.

Rit.: Bella tu sei qual sole,


bianca piu' della luna,
e le stelle piu' belle,
non son belle al par di te.

T'incoronano dodici stelle,


ai tuoi piedi hai l'ali del vento
e la luna si curva d'argento:
il tuo manto ha il colore del ciel.

Delle perle tu passi l'incanto,


La bellezza tu vinci dei fiori;
Tu dell'iride eclissi i bagliori,
Il tuo viso rapisce il Signor.

37
38