Sei sulla pagina 1di 6

CANTI PER LA

DOMENICA DELLE
PALME E DELLA
PASSIONE DEL
SIGNORE

2. Chi mi seguir nel


cammino della
Pasqua?
Chi mi seguir sulla strada
del regno del Padre mio?
Chi verr con me sar tra i
miei amici:
con Lui io far la mia
Pasqua.
Rit. Noi ti seguiremo,
Signore, sulla tua parola.
Guida i nostri passi,
Signore,
con la tua parola:
noi verremo con te.

Giotto, Ingresso a Gerusalemme,


Cappella degli Scrovegni Padova
(1303-1305 ca.)

1. Osanna al Figlio di
David,
Osanna al Redentor!
Apritevi porte eterne,
avanzi il re della gloria,
adorin cielo e terra
leterno Suo poter.
O monti stillate
dolcezza,
il re damor savvicina,
si dona pane vivo
ed offre pace al cuor.
Verrai un giorno giudice,
o mite e buon Ges,
rimetti i nostri errori
nel tempo del perdon.
Onore, lode e gloria
al Padre ed al Figlio,
ed allo Spirito Santo
nei secoli sar.

Chi mi seguir nel cammino


della croce?
Chi mi seguir Sulla via della
gloria del Padre mio?
Chi verr con me sar tra i
miei discepoli:
con lui io far la mia Pasqua.
R.
Chi mi seguir nel cammino
della vita?
Chi mi seguir sul sentiero
della casa del Padre mio?
Chi verr con me Sar tra i
miei fratelli:
con lui io far la mia Pasqua.
R.

3. Rit. Sollevate, o

porte,
i vostri frontali,
alzatevi, porte antiche,
ed entri il re della gloria,
il re della gloria.

Del Signore la terra


e quanto contiene,
luniverso e i suoi abitanti.
Lui lha fondata sui mari
e sui fiumi lha stabilita. Rit.
Chi potr salire il monte
del Signore,
chi star nel suo luogo
santo?
Chi ha mani innocenti,
chi ha labbra e cuore
puro. Rit.
Otterr la benedizione dal
Signore,
la giustizia da Dio sua
salvezza.
Ecco la generazione
che ricerca il tuo volto,
Signore. Rit.
Giotto, Crocifissione,
Cappella degli Scrovegni Padova
(1303-1305 ca.)

4. Spalanca le tue
porte Gerusalemme,
tra gli angeli avanza
il Re della gloria.
Ha preso possesso
il tuo Pastore,
Signore il suo nome.
Cantate a Lui, o popoli
tutti,
noi siamo invitati
alla mensa del Regno.
Entriamo con gioia
insieme ai santi,
Lui il Salvatore.
Dalloriente alloccidente,

noi veniamo al tuo altare


e saremo un solo corpo,
noi nutriti col tuo pane
Lode, onore e gioia
grande
Sgorghi oggi fra le genti,
una festa senza fine,
celebriamo il Dio
damore.
Ges Cristo si donato
Col suo Corpo e col suo
Sangue,
lui stesso nostro cibo
che prepara leternit.
Re di pace e di giustizia,
sacerdote eterno e santo,
mite agnello immolato,
da lui nasce nuova vita.
Chiesa sposa del Signore
Metti labito nuziale,
lui ti ha resa pura e santa,
rinnovata col suo amore.
Siamo uniti dal suo
amore
Sotto un unico Signore
E con lui veniamo al
Padre
Nello Spirito che guida.

5. Redentore delle genti


ci hai salvato col tuo grande
amore,

buon pastore, noi tuo


gregge,
ci conduci alla libert.
Rit. Cristo salvatore
hai posto in mezzo a noi
la tua dimora per
leternit
Redentore delle genti
ti fai dono per leternit,
tu sei il Verbo fatto carne,
noi le membra del tuo divin
corpo. Rit.
Redentore delle genti
sei la luce nelloscurit,
noi il tuo popolo fedele
che cammina nella verit.
Rit.
Redentore delle genti
sei speranza per lumanit,
tu la vite, noi i tuoi tralci,
nel tuo amore saldi noi
vivremo. Rit.

6. Canto al Vangelo
Lode a Te o Cristo Re
deterna gloria. Lode e
gloria a Te
Per noi Cristo si fatto
obbediente fino alla morte e
a una morte di croce.
Per questo Dio lo esalt,
gli don il nome sopra ad
ogni nome.
Lode a Te o Cristo Re
deterna gloria. Lode e
gloria a Te

7. Sull'altare della
Croce,
agnello immolato,
dal fuoco dell'amore,
il tuo corpo bruciato,
al Padre l'hai offerto,
come incenso gradito,
ai fratelli hai donato,
come pane di vita.
Dall'amore macinati,
come chicchi di grano,
il tuo Spirito ci renda, o
Padre,
pane di fraternit. Rit.
Dal Vangelo trasformati,
come uva nel tino,
il tuo Spirito ci renda, o
Padre,
dono per l'umanit. Rit.

8. Nella memoria di
questa passione
noi ti chiediamo perdono,
Signore
per ogni volta che abbiamo
lasciato
il tuo fratello morire da solo.
Rit. Noi Ti preghiamo
Uomo della croce
Figlio e fratello
noi speriamo in Te (x2)
Nella memoria di questa tua
morte,
noi ti chiediamo coraggio,
Signore
per ogni volta che il dono
damore

ci chieder di soffrire da soli.


R.
Nella memoria dellultima
Cena
noi spezzeremo di nuovo
il tuo Pane
ed ogni volta il tuo Corpo
donato
sar la nostra speranza di
vita. R.

9. Rit. Dalle sue


piaghe
noi siamo guariti.
Egli port le nostre colpe.
(x2)
Cristo pat per voi,
lasciandovi un esempio
perch ne seguiate le orme.
Egli non commise peccato,
non si trov inganno sulla
sua bocca. Rit.
Insultato non rispondeva con
insulti,
maltrattato non minacciava
vendetta,
ma si affidava al Signore,
a colui che giudica con
giustizia. Rit.
Egli port i nostri peccati
nel suo corpo
sul legno della croce,
perch non vivendo pi per il
peccato
vivessimo per la giustizia.
Rit.

10.

Rit. Chi
costui immerso nel
dolore?
Nessuno ha ormai piet di
Lui.
Il volto sfigurato,
non ha grazia, n bellezza,
da tutti disprezzato, da
tutti.
Port i nostri affanni,
sopport il dolore,
noi l'abbiamo ritenuto
percosso da Dio. R.
Fu trafitto per noi,
fu schiacciato per noi,
ha offerto la guancia a
chi colpiva.
Eravamo smarriti
come un gregge senza
guida;
Lui per noi fu colpito a
morte per noi. R.
Fu sepolto tra i malfattori
eppure era giusto
e Dio l'ha schiacciato nel
dolore.
Perci vedr la luce
e la gioia l'inonder.
Guider tutti i popoli alla
vita di Dio. R.

11.

Rit. Anima
Christi,
sanctifica me
corpus Christi, salva me.
Sanguis Christi, inebria
me

aqua lateris Christi, lava


me.
Passio Christi, conforta me.
O bone Iesu, exaudi me.
Intra vulnera tua absconde
me. R.
Ne permittas a te me
separari.
Ab hoste maligno
defende me.
In hora mortis me voca
me. R.
Et iube me venire ad te,
ut cum sanctis tuis laudem
te
per infinita scula
sculorum.
Amen. R.

nel tumulto di suoni


stranieri:
la Parola, sapienza damore,
che orienta il mio
pellegrinare. Rit.
La tua Mano, Signore, io
cerco
nelle veglie di unarida notte:
il tuo braccio, potenza
damore,
che sostenga il mio
pellegrinare. Rit.

13.

Rit. Nostra
gloria la Croce di
Cristo,
in lei la vittoria;
il Signore la nostra
salvezza,
la vita, la risurrezione.

12.

Il tuo Volto,
Signore,
io cerco sui sentieri deserti
del tempo:
luce ardente, presenza
damore,
che conforti il mio
pellegrinare.
Rit. Non nascondermi il
tuo Volto, Signore,
da me non stare lontano:
se Tu ancora mi prendi
per mano,
ritrovo la gioia di un
nuovo cammino.
La tua Voce, Signore, io
cerco

Non c' amore pi grande


di chi dona la sua vita.
O Croce tu doni la vita
e splendi di gloria
immortale. R.
O Albero della vita
che ti innalzi come vessillo,
tu guidaci verso la meta,
o segno potente di grazia. R.
Tu insegni ogni sapienza

e confondi ogni stoltezza;


in te contempliamo l'amore,
da te riceviamo la vita. R.

Con Cristo,
sotto la sua Croce,
verso la sua risurrezione
Buona

Settimana Santa
nellAnno Santo della

Misericordia