Sei sulla pagina 1di 30

NOVENDIALIA NATIVITATIS D.N.I.C. Vaticinia per la novena di Natale

Sac. Regem venturum Dominum, venite adoremus. Tutti. Regem venturum Dominum, venite adoremus.

Gioisci, figlia di Sion, esulta, figlia di Gerusalemme:

ecco, il Signore verrà, ed in quel giorno vi sarà grande luce, i monti stilleranno dolcezza, e dai colli scorrerà latte e miele, perché verrà un grande profeta e rinnoverà Gerusalemme.

Regem venturum Dominum, venite adoremus.

Ecco verrà il Signore, Dio e Uomo, discendente di Davide e si asside sul trono, voi lo ve- drete e il vostro cuore sarà colmo di gioia.

Regem venturum Dominum, venite adoremus.

Ecco verrà il Signore, nostra forza, il santo di Israele, portando sul capo la corona regale, regnerà da un mare all'altro, e dal fiume ai confini della terra.

Regem venturum Dominum, venite adoremus.

Ecco apparirà il Signore e non mancherà di parola, se indugia attendilo, perché verrà e non potrà tardare.

Regem venturum Dominum, venite adoremus.

Il Signore discenderà come pioggia sull'erba: in quei giorni spunterà la giustizia e l'abbondanza della pace: tutti i re della terra lo adoreranno e tuttii popoli lo serviranno.

Regem venturum Dominum, venite adoremus.

1

Nascerà per noi un bambino e sarà chiamato Dio forte: egli siederà sul trono di Davide suo padre e regnerà ed il segno della sovranità sarà posto sulle sue spalle.

Regem venturum Dominum, venite adoremus.

Betlemme, città del Dio altissimo, da te verrà il dominatore d'Israele; le sue origini sono dall'eternità, e sarà glorificato in tutto il mondo; alla sua ve- nuta stabilirà la pace sulla nostra terra.

Regem venturum Dominum, venite adoremus.

1.MARANATHA’, VIENI SIGNOR Rit. Maranathà, vieni Signor! Verso te, Gesù, le mani noi leviam. Maranathà, vieni Signor! Prendici con te e salvaci Signor. Guardo verso le montagne, donde mi verrà il soccorso, il soccorso vien da Dio, che ha creato il mondo intero. Rit. Sorgi con il tuo Amore, la Tua luce splenderà, ogni ombra svanirà, la tua Gloria apparirà. Rit. Santo è nostro Signor, il peccato Egli portò, dalla morte ci salvò, e la vita a noi donò. Rit. Mio Signor son peccatore, a Te apro il mio cuore, fa’ di me quello che vuoi e per sempre in Te vivrò.Rit. La Parola giungerà sino ad ogni estremità, testimoni noi sarem della tua verità. Rit. Tu sei la mia libertà, solo in Te potrò sperar, ho fiducia in te Signor, la mia vita cambierai. Rit

2

2.GLORIA A TE CRISTO GESU’ Rit. Gloria a te Cristo Gesù Oggi e sempre tu regnerai! Gloria a te, presto verrai! Sei speranza solo tu!

Sia lode a te! Cristo Signore, offri il perdono, chiedi giustizia:

l’anno di grazia apre le porte. Solo in te pace e unità. Amen! Maranathà! Rit. Sia lode a te! Cuore di Dio, con il tuo sangue lavi ogni colpa:

torna a sperare l’uomo che muore. Solo in te pace e unità. Amen! Maranathà! Rit. Sia lode a te! Vita del mondo, umile servo fino alla morte, doni alla storia nuovo futuro. Solo in te pace e unità. Amen! Maranathà! Rit. Sia lode a te! Verbo del Padre, Figlio dell’uomo, nato a Betlemme Ti riconoscono Magi e pastori. Solo in te pace e unità. Amen! Maranathà! Rit.

3

3. ACCLAMATE AL SIGNORE Rit. Acclamate al Signore voi tutti della terra e servitelo con gioia andate a lui con esultanza acclamate voi tutti al Signore. Riconoscete che il Signore, che il Signore è Dio, Egli ci ha fatti siamo suoi, suo popolo e gregge del suo pascolo. Rit. Entrate nelle sue porte con degli inni di grazie, i suoi atri nella lode, benedite, lodate il suo nome. Rit. Poiché buono è il Signore, eterna è la sua misericordia, la sua fedeltà si estende sopra ogni generazione. Rit.

4.NOI VEGLIEREMO Nella notte, o Dio noi veglieremo, con le lampade, vestiti a festa:

presto arriverai e sarà giorno.

Rallegratevi in attesa del Signore:

improvvisa giungerà la sua voce. Quando Lui verrà, sarete pronti,

e vi chiamerà «amici» per sempre.

Raccogliete per il giorno della vita, dove tutto sarà giovane in eterno. Quando Lui verrà, sarete pronti,

e vi chiamerà «amici» per sempre.

4

5.OSANNA AL FIGLIO DI DAVIDE Rit. Osanna al Figlio di David Osanna al Redentor. Apritevi o porte eterne avanzi il Re della gloria. Adori cielo e terra l’eterno suo poter. Rit.

O

monti stillate dolcezza

il

Re d’amor si avvicina;

si

dona pane vivo

e

offre pace al cuor. Rit.

6.NOI CANTEREMO GLORIA A TE Noi canteremo gloria a Te, Padre che dai la vita, Dio d'immensa carità, Trinità infinita. Tutto il creato vive in Te, segno della tua gloria; tutta la storia ti darà onore e vittoria. La tua Parola venne a noi, annuncio del tuo dono;

la tua Promessa porterà

salvezza e perdono. Dio si è fatto come noi,

è nato da Maria:

egli nel mondo ormai sarà Verità, Vita, Via.

5

Cristo è apparso in mezzo a noi, Dio ci ha visitato; tutta la terra adorerà quel Bimbo che ci è nato. Cristo il Padre rivelò, per noi aprì il suo cielo; egli un giorno tornerà glorioso, nel suo regno.

7.ALZATI E RISPLENDI Alzati e risplendi, ecco la Tua luce

e su te la gloria del Signor. (2 volte)

Volgi i tuoi occhi e guarda lontano, che il tuo cuore palpiti di allegria. Ecco i tuoi figli che vengono a te, le tue figlie danzano di gioia.

Rit. Gerusalem, Gerusalem spogliati della tua tristezza Gerusalem, Gerusalem canta e danza al tuo Signor.

Figli di stranieri costruiranno le tue mura. Ed i loro re verranno a te. (2 volte) Io farò di te una fonte di gioia. Tu sarai chiamata: "Città del Signore".

Il dolore e il lutto finiranno,

sarai la Mia Gloria tra le genti. Rit.

6

8.PREGHIERA DEI POVERI DI JAHVÈ Rit. O cieli, piovete dall’alto;

o

nubi, mandateci il Santo.

O

terra, apriti o terra

e

germina il Salvatore.

Siamo il deserto, siamo l’arsura:

Maranatha! Maranatha! Rit. Siamo il vento, nessuno ci ode:

Maranatha! Maranatha! Rit. Siamo le tenebre, nessuno ci guida:

Maranatha! Maranatha! Rit. Siam le catene, nessuno ci scioglie:

Maranatha! Maranatha! Rit. Siamo il freddo, nessuno ci copre:

Maranatha! Maranatha! Rit. Siamo la fame, nessuno ci nutre:

Maranatha! Maranatha! Rit. Siamo le lacrime, nessuno ci asciuga:

Maranatha! Maranatha! Rit. Siamo il dolore, nessuno ci guarda:

Maranatha! Maranatha! Rit.

9.VIENI SIGNORE GESU' Rit. Vieni Signore Gesù,

il mondo ha bisogno di Te. (2 v.)

Al mondo manca la vita, Tu sei la vita. Vieni Signore Gesù, vieni Signore Gesù. Rit. Al mondo manca la luce, Tu sei la luce. Vieni Signore Gesù, vieni Signore Gesù. Rit.

7

Al mondo manca la pace, Tu sei la pace. Vieni Signore Gesù, vieni Signore Gesù. Rit. Al mondo manca l'amore, Tu sei l'amore. Vieni Signore Gesù, vieni Signore Gesù. Rit.

10.VENITE FEDELI Venite, fedeli, l’angelo ci invita, venite, venite a Betlemme. Nasce per noi Cristo Salvatore. Rit. Venite, adoriamo; venite, adoriamo; venite, adoriamo il Signore Gesù! La luce del mondo brilla in una grotta:

la fede ci guida a Betlemme. Nasce per noi Cristo Salvatore. Rit. La notte risplende, tutto il mondo attende:

seguiamo i pastori a Betlemme. Nasce per noi Cristo Salvatore. Rit. Il Figlio di Dio, Re dell’universo, si è fatto bambino a Betlemme. Nasce per noi Cristo Salvatore. Rit. «Sia gloria nei cieli, pace sulla terra», un angelo annuncia a Betlemme. Nasce per noi Cristo Salvatore. Rit. Venite, fedeli, inneggiando lieti, venite, venite in Betlemme. Nato è per noi il Signor dei cieli. Rit. L'angelico annunzio giunse ai pastori, che all'umile culla accorsero. Con gioia in cuore anche noi corriamo. Rit.

8

11.ADESTE FIDELES Adeste fideles Læti triumphantes Venite, venite in Bethlehem Natum videte Regem angelorum Venite adoremus Dominum En grege relicto humiles ad cunas Vocati pastores adproperant Et nos ovanti gradu festinemus Venite adoremus Dominum Æterni Parentis Splendorem æternum Velatum sub carne videbimus Deum infantem pannis involutum Venite adoremus Dominum Pro nobis egenum et fœno cubantem Piis foveamus amplexibus Sic nos amantem quis non redamaret Venite adoremus Dominum Ergo qui natus die hodierna, Jesu, tibi sit gloria, Patris aeterni, Verbum caro factum est Venite adoremus Dominum.

9

12.GUARDA QUEST’OFFERTA Guarda questa offerta, guarda a noi, Signor:

tutto noi t'offriamo per unirci a Te. Rit . Nella tua Messa la nostra Messa nella tua vita la nostra vita. Nella tua Messa la nostra Messa nella tua vita la nostra vita. Che possiamo offrirti, nostro Creator? Ecco il nostro niente prendilo, o Signore. Rit.

13.A TE NOSTRO PADRE Rit. A te, nostro Padre e nostro Signor, pane e vino oggi noi offriam sull'altar. Grano, diverrai vivo pane del cielo, cibo per nutrire l'alma fedel. Vino, diverrai vivo sangue di Cristo, fonte che disseta l'arsura del cuor. Rit. Salga sino a Te ed a Te sia gradita l'ostia che t'offriamo in tutta umiltà. Grazia e lode a Te, che ci doni la vita, venga il tuo Regno, o Dio di bontà. Grazie per averci parlato, Signore:

donaci il tuo corpo e il tuo sangue, Gesù.

10

14.IL PANE DEL CAMMINO Rit. Il tuo popolo in cammino cerca in te la guida. Sulla strada verso il regno sei sostegno col tuo corpo:

resta sempre con noi, o Signore!

È

il tuo pane, Gesù, che ci dà forza

e

rende più sicuro il nostro passo.

Se il vigore nel cammino si svilisce,

la

tua mano dona lieta la speranza. Rit.

È

il vino, Gesù, che ci disseta

e

sveglia in noi l'ardore di seguirti.

Se la gioia cede il passo alla stanchezza,

la tua voce fa rinascere freschezza. Rit.

È il tuo Corpo, Gesù, che ci fa Chiesa,

fratelli sulle strade della vita. Se il rancore toglie luce all’amicizia,

dal tuo cuore nasce giovane il perdono. Rit.

È il tuo Sangue, Gesù, il segno eterno

dell’unico linguaggio dell’amore. Se il donarsi come te richiede fede,

nel tuo Spirito sfidiamo l’incertezza. Rit.

È il tuo Dono, Gesù, la vera fonte

del gesto coraggioso di chi annuncia. Se la Chiesa non è aperta ad ogni uomo,

il tuo fuoco le rivela la missione. Rit.

11

15.SYMBOLUM

Tu sei la mia vita, altro io non ho; Tu sei la mia strada, la mia verità. Nella Tua parola io camminerò

finché avrò respiro, fino a quando Tu vorrai. Non avrò paura, sai, se Tu sei con me;

io Ti prego resta con me.

Credo in Te Signore, nato da Maria, Figlio eterno e Santo, Uomo come noi, morto per Amore, vivo in mezzo a noi, una cosa sola con il Padre e con i tuoi; fino a quando, io lo so, Tu ritornerai per aprirci il Regno di Dio. Tu sei la mia forza, altro io non ho; Tu sei la mia pace, la mia libertà.

Niente nella vita ci separerà. So che la Tua mano forte non mi lascerà, so che da ogni male Tu mi libererai;

e nel Tuo perdono vivrò.

Padre della vita, noi crediamo in Te; Figlio Salvatore, noi speriamo in Te;

Spirito d'amore, vieni in mezzo a noi. Tu da mille strade ci raduni in unità

e per mille strade, poi, dove Tu vorrai, noi saremo il seme di Dio.

12

16.DIO S’È FATTO COME NOI Dio s'è fatto come noi, per farci come Lui. Rit. Vieni, Gesù, resta con noi!

Resta con noi! Viene dal grembo di una donna, la Vergine Maria. Rit. Tutta la storia lo aspettava

il nostro Salvatore. Rit.

Egli era un uomo come noi

e ci ha chiamato amici. Rit.

Egli ci ha dato la sua vita insieme a questo pane. Rit. Noi che mangiamo questo pane saremo tutti amici. Rit. Noi che crediamo nel sua amore vedremo la sua gloria. Rit. Vieni, Signore, in mezzo a noi resta con noi per sempre. Rit.

17.BENEDETTO, SEI TU SIGNOR Benedetto sei Tu, Dio dell'universo, dalla tua bontà abbiamo ricevuto questo pane, frutto della terra e del lavoro dell’uomo; lo presentiamo a Te perché diventi per noi cibo di vita eterna. Benedetto sei Tu, Dio dell'universo, dalla tua bontà abbiamo ricevuto questo vino, frutto della vite e del lavoro dell’uomo; lo presentiamo a Te perché diventi per noi bevanda di salvezza. Benedetto sei Tu, Signor. Benedetto sei Tu, Signor!

13

18.TU CI INVITI ALLA TUA MENSA

Tu ci inviti alla tua mensa

E ci doni il pane e il vino.

Col Tuo corpo e col Tuo sangue

Tu Ti offri per amore.

Rit. Vita nuova abbiamo in Te, Signor La salvezza è solo in Te, Signor E al banchetto del tuo Regno con i Santi noi verremo. Sull‘altare Tu t’immoli Come agnello senza colpa Buon Pastore ci raduni

e dimori in mezzo a noi. Rit.

19.DOV’È CARITÀ E AMORE Rit. Dov'è Carità e Amore, qui c'è Dio.

Ci ha riuniti tutti insieme Cristo, Amore:

godiamo esultanti nel Signore! Temiamo ed amiamo il Dio vivente

e amiamoci tra noi con cuore sincero. Rit. Noi formiamo qui riuniti un solo corpo,

evitiamo di dividerci tra noi.

Via le lotte maligne, via le liti!

E regni in mezzo a noi Cristo Dio. Rit.

Chi non ama resta sempre nella notte

e dall'ombra della morte non risorge:

ma se noi camminiamo nell'Amore, noi saremo veri figli della Luce. Rit. Nell'amore di Colui che ci ha salvato,

14

rinnovati dallo Spirito del Padre, tutti insieme sentiamoci Fratelli

e la Gioia diffondiamo sulla terra. Rit.

Imploriamo con fiducia il Padre Santo perché doni ai nostri giorni la Sua Pace:

ogni popol dimentichi i rancori, ed il mondo si rinnovi nell'Amore. Rit. Fa' che un giorno contempliamo il Tuo volto nella gloria dei beati, Cristo Dio.

E sarà gioia immensa, gioia vera:

durerà per tutti i secoli, senza fine. Rit. Sommo bene Iddio Signore ci ha donato

tra gli uomini inviando il suo amore, in cui ha compimento il patto antico,

e nel quale noi vediamo la nuova legge. Rit.

20.VOCI DI AFFETTO A GESU’ SACRAMENTATO Ecco quel dolce istante che in sacro velo ascoso, Ten vieni a me pietoso eterno Re dei Re! Rit. Vieni, deh vieni! Vieni, o caro Gesù! Vieni, deh vieni! Vieni e non tardar più! Vieni nel seno mio, caro e pietoso Iddio; ma Tu chi sa se mai pago sarai di me. Rit.

15

Come assetato cervo corre veloce al rio, sull’ali del desio vola il mio cuore a Te! Rit. Da Te pietoso bramo, Te solo aspetto e chiamo! ma Tu chi sa se mai pago sarai di me! Rit.

21.QUANTA SETE Quanta sete nel mio cuore:

solo in Dio si spegnerà.

Quanta attesa di salvezza:

solo Dio si sazierà. L’acqua viva che egli dà sempre fresca sgorgherà:

Rit. Il Signore è la mia vita, il Signore è la mia gioia. Se la strada si fa scura spero in Lui: mi guiderà. Se l’angoscia mi tormenta, spero in Lui: mi salverà. Non si scorda mai di me:

presto a me riapparirà. Rit. Nel mattino io t’invoco tu, mio Dio risponderai. Nella sera rendo grazie:

e tu sempre ascolterai. Al tuo monte salirò,

e vicino ti vedrò. Rit.

16

22.SIGNORE, SEI TU IL MIO PASTOR Rit. Signore, sei tu il mio pastor, nulla mi può mancar nei tuoi pascoli.

Fra l'erbe verdeggianti

mi guidi a riposar;

all'acque tue tranquille

mi fai tu dissetar. Rit.

Se in valle tutta oscura

io camminar dovrò,

vicino a Te, Signore,

più nulla temerò. Rit. Per me hai preparato il pane tuo immortal; il calice m'hai colmo

di vino celestial. Rit.

La

luce e la tua grazia

mi

guideranno ognor;

da

Te m'introdurranno

per sempre, o mio Signor. Rit.

23.Il SIGNORE È LA MIA SALVEZZA Rit. Il Signore è la mia salvezza e con Lui non temo più perché nel cuore ho la certezza la salvezza è qui con me.

Ti

lodo Signore perché

un

giorno eri lontano da me.

Ora invece sei tornato

17

e mi hai preso con Te.

Berrete con gioia alle fonti,

alle fonti della salvezza

e quel giorno voi direte:

lodate il Signore, invocatelo.

24.VIENI GESÙ, VIENI Vieni Gesù, vieni vieni accanto a noi

E spezza ancora il pane come facesti un dì.

Vieni, tu che piangi, vieni accanto a noi,

il pane è sulla mensa, manchi solo tu.

Vieni, tu che hai fame, vieni accanto a noi,

insieme spezzeremo il pane del Signor. Vieni, tu che lotti, vieni accanto a noi, un mondo di fratelli costruiremo insiem. Vieni, tu che cerchi, vieni accanto a noi, l’inquieto tuo cuore riposo troverà. Vieni, tu che speri, vieni accanto a noi, in Cristo la speranza certezza diverrà. Vieni, tu che ami, vieni accanto a noi, sorgente dell’amore è il pane del Signor.

25.TI ESALTO, DIO, MIO RE Rit. Ti esalto, Dio, mio re, canterò in eterno a te:

io voglio lodarti, Signor, e benedirti. Alleluia!

Il Signore è degno di ogni lode,

non si può misurar la sua grandezza, ogni vivente proclama la sua gloria,

18

la sua opera è giustizia e verità. Rit.

Il Signore è paziente e pietoso,

lento all’ira e ricco di grazia, tenerezza ha per ogni creatura,

il

Signore è buono verso tutti. Rit.

Il

Signore sostiene chi vacilla

e

rialza chiunque è caduto.

Gli occhi di tutti ricercano il suo volto,

la sua mano provvede loro il cibo. Rit.

Il Signore protegge chi lo teme,

ma disperde i superbi di cuore. Egli ascolta il grido del suo servo:

ogni lingua benedica il suo nome. Rit.

26.RESTA CON NOI, SIGNORE, ALLELUIA! Tu sei frumento, Signor, degli eletti, tu sei il pane disceso dal cielo. Tu sei il vino che germina i vergini, sei per i deboli il pane dei forti. Tu sei la guida al banchetto del cielo, tu sei il pegno di gloria futura. Tu sei la luce che illumina il mondo, tu sei ristoro alla nostra stanchezza. Tu sei il Cristo, sei Figlio di Dio, tu solo hai parole di vita eterna. Sarem fratelli alla mensa del Padre, saremo un cuore ed un'anima sola.

19

27.RESTA CON NOI, SIGNORE, LA SERA Resta con noi, Signore, la sera,

resta con noi e avremo la pace. Rit.: Resta con noi, non ci lasciar, la notte mai più scenderà. Resta con noi, non ci lasciar per le vie del mondo, Signor! Ti porteremo ai nostri fratelli,

ti porteremo lungo le strade. Rit.

Voglio donarti queste mie mani, voglio donarti questo mio cuore. Rit.

ALLA MADONNA

28.GIOVANE DONNA Giovane donna, attesa dell’umanità; un desiderio d’amore e pura libertà.

Il Dio lontano è qui vicino a te,

voce e silenzio, annuncio di novità.

Rit. Ave, Maria. Ave, Maria.

Dio t’ha prescelta qual madre, piena di bellezza,

e il tuo amore t’avvolgerà con la sua ombra.

Grembo per Dio venuto sulla terra, tu sarai madre di un uomo nuovo. Rit. Ecco l’ancella che vive della tua parola, libero il cuore perché l’amore trovi casa. Ora l’attesa è densa di preghiera,

e l’uomo nuovo è qui, in mezzo a noi. Rit.

20

29.MADONNA NERA C’è una terra silenziosa dove ognuno vuol tornare una terra e un dolce volto con due segni di violenza;

sguardo intenso e premuroso che ti chiede di affidare

la tua vita e il tuo mondo in mano a Lei.

Rit. Madonna, Madonna nera, è dolce esser tuo figlio! Oh, lascia, Madonna Mia, ch’io viva vicino a te. Lei ti calma e rasserena, Lei ti libera dal male perché sempre ha un cuore grande per ciascuno dei suoi figli; Lei ti illumina il cammino se le offri un po’ d’amore, se ogni giorno parlerai a Lei così. Rit. Questo mondo in subbuglio cosa all’uomo potrà offrire? solo il volto di una Madre pace vera può donare. Nel suo sguardo noi cerchiamo quel sorriso del Signore che ridesta un po’ di bene infondo al cuor.

30.TI SALUTIAMO, VERGINE

Ti

salutiamo o Vergine,

o

Madre tutta pura

nessuna creatura

è bella come Te.

Rit. Prega per noi Maria prega pei figli tuoi Madre che tutto puoi abbi di noi pietà,

abbi di noi pietà.

Di

stelle risplendenti

in

ciel sei coronata

21

Tu sei l’Immacolata

e Madre di Gesù. Rit.

Vorrei salire in cielo godere il Tuo bel viso restare in paradiso, Maria sempre con Te. Rit.

31.OH MARIA, QUANTO SEI BELLA

O Maria, quanto sei bella,

sei la gioia e sei l’amore, m’hai rapito questo cuore, notte e giorno io penso a Te.

M’hai rapito questo cuore, notte e giorno, notte e giorno io penso a Te. Rit. Evviva Maria, Maria evviva. Evviva Maria e chi la creo’. Quando il sole già lucente,

le colline e il mondo indora,

quando a sera si scolora,

ti saluta il mio pensier,

quando a sera si scolora

ti

saluta,

ti

saluta il mio pensier.

che pien di giubilo oggi t’onora. Rit.

22

32.DELL’AURORA TU SORGI PIÙ BELLA Dell’aurora tu sorgi più bella, coi tuoi raggi fai lieta la terra,

e fra gli astri che il cielo rinserra

non v’e’ stella più bella di te. Rit. Bella tu sei qual sole, bianca più della luna, e le stelle più belle, non son belle al par di te. (2v.) T’incoronano dodici stelle, ai tuoi piedi hai l’ali del vento

e

la luna si curva d’argento:

il

tuo manto ha il colore del ciel. Rit

Gli occhi tuoi son più belli del mare, la tua fronte ha il colore del giglio, le tue gote baciate dal Figlio son due rose e le labbra son fior. Rit

33.MENTRE TRASCORRE LA VITA Mentre trascorre la vita, solo tu non sei mai:

santa Maria del cammino sempre sarà con te. Vieni o Madre in mezzo a noi, vieni, Maria quaggiù. Cammineremo insieme a te verso la libertà. Quando qualcuno ti dice:

“Nulla mai cambierà”, lotta per un mondo nuovo,

23

lotta per la verità! Lungo la strada la gente, chiusa in se stessa va; offri per primo la mano

a chi è vicino a te.

Quando ti senti ormai stanco

e sembra inutile andar,

tu vai tracciando un cammino:

un altro ti seguirà.

34.MARIA TU CHE HAI ATTESO Maria, tu che hai atteso nel silenzio la Sua parola per noi:

Rit. Aiutaci ad accogliere il figlio tuo che ora vive in noi. Maria, tu che sei stata così docile davanti al tuo Signor. Rit. Maria, tu che hai portato dolcemente L’immenso dono d’amor. Rit. Maria, tu che ora vivi nella gloria assieme al tuo Signor. Rit.

35.SALVE DOLCE VERGINE Salve, o dolce Vergine, salve, o dolce Madre,

in Te esulta tutta la terra

e i cori degli angeli.

Tempio santo del Signore, gloria delle vergini, Tu giardino del Paradiso,

24

soavissimo fiore. Tu sei trono altissimo, Tu altar purissimo,

in te esulta, o piena di grazia,

tutta la creazione.

Paradiso mistico, fonte sigillata,

il Signore in Te germoglia l'albero della vita.

O

Sovrana semplice,

o

Potente umile,

apri a noi le porte del cielo,

dona a noi la luce.

A GESÙ BAMBINO

36.A GESU BAMBINO Tutto caro, tutto bello, mio celeste Bambinello. Nella grotta dell’amore sei disceso Redentore. Rit. La ninna nanna, mio caro Bambino,

la ninna nanna ti voglio cantar (2 volte) Più Ti guardo e più sei bello mio celeste Bambinello. I Tuoi palpiti d’amore sian per me, o Redentore. Rit. Dormi, dormi, mio bello, mio celeste Bambinello.

A

Te offro il mio cuore,

o

divino Redentore. Rit.

25

37.BAMBINELLO BELLO BELLO Dolce fiamma, fuoco ardente

Tu mi struggi lentamente; ma fai presto, vieni o Dio, d’abbracciarTi ho gran desio. Gesù mio, Gesù mio io con voce sospirosa, ma soave ed amorosa, io sospiro il Tuo natal. Bambinello bello bello vieni, vieni e non tardar; Bambinello bello bello io sospiro il Tuo natal. Io sospiro vagheggiarTi

e tenerTi stretto stretto

sovra il cuore, sovra il petto

e baciar il Tuo visin.

38.ASTRO DEL CIEL Astro del ciel, Pargol divin, mite Agnello Redentor! Tu che i Vati da lungi sognar, tu che angeliche voci nunziar, luce dona alle genti, pace infondi nei cuor! Luce dona alle genti, pace infondi nei cuor! Astro del ciel, Pargol divin, mite Agnello Redentor! Tu di stirpe regale decor, Tu virgineo, mistico fior, luce dona alle genti, pace infondi nei cuor! Luce dona alle genti, pace infondi nei cuor!

26

Astro del ciel, Pargol divin, mite Agnello Redentor! Tu disceso a scontare l'error, Tu sol nato a parlare d'amor, luce dona alle genti, pace infondi nei cuor! Luce dona alle genti, pace infondi nei cuor!

39.TU SCENDI DALLE STELLE Tu scendi dalle stelle, o Re del cielo,

e

vieni in una grotta al freddo e al gelo.

O

Bambino mio divino, io ti vedo qui a tremar;

o

Dio beato ! Ah, quanto ti costò l'avermi amato!

A

te, che sei del mondo il Creatore,

mancano panni e fuoco, o mio Signore. (2 v.) Caro eletto pargoletto, quanto questa povertà più m'innamora, giacché ti fece amor povero ancora. Tu lasci il bel gioir del divin seno,

per giunger a penar su questo fieno. Dolce amore del mio core, dove amore ti trasportò ?

O Gesù mio, per ché tanto patir ? per amor mio!

Ma se fu tuo voler il tuo patire, perché vuoi pianger poi, perché vagire ?

mio Gesù, t'intendo sì ! Ah, mio Signore ! Tu piangi non per duol, ma per amore. Tu piangi per vederti da me ingrato dopo sì grande amor, sì poco amato!

O diletto - del mio petto,

Se già un tempo fu così, or te sol bramo Caro non pianger più, ch'io t'amo e t'amo

27

Tu dormi, Ninno mio, ma intanto il core non dorme, no ma veglia a tutte l'ore

Deh, mio bello e puro Agnello a che pensi? dimmi tu. O amore immenso, un dì morir per te, rispondi, io penso. Dunque a morire per me, tu pensi, o Dio ed altro, fuor di te, amar poss'io?

O Maria. speranza mia,

se poc'amo il tuo Gesù, non ti sdegnare

amalo tu per me, s'io non so amare!

40.FERMARONO I CIELI Fermarono i cieli

la loro armonia,

cantando Maria

la nanna a Gesù.

Con voce divina

la Vergine bella,

più vaga che stella diceva così:

Dormi, dormi fai la nanna, mio Gesù. Rit. Dormi, dormi fai la ninna nanna, o Gesù. La luce più bella negli occhi brillava, sul viso sembrava divino splendor. La madre felice del Bimbo divino,

28

gridava il suo amore cantando così:

Dormi, dormi fai la nanna, mio Gesù. Rit.

41.IN NOTTE PLACIDA

In notte placida, per muto sentier,

dai campi dei Cieli scese l’amor,

all’alme fedeli il Redentor! Nell’aura il palpito

di un grande mister:

del nuovo Israello è nato il Signor,

il fiore più bello dei nostri fior! Cantate, o popoli, gloria all'Altissimo, l'animo aprite

a speranza ed amor. Gloria!

Se l’aura è gelida, se fosco è il ciel, deh, vieni al mio cuor, deh, vieni a posar,

Ti vo’ col mio amore riscaldar.

Se il fieno è rigido se il vento e crudel, un cuore che T’ama voglio a Te dar, un sen che Te brama, Gesù, cullar

29

30