Sei sulla pagina 1di 10

TU ES SACERDOS

Tu es sacerdos in æternum

secundum ordinem Melchisedech.

Tu pro Christo legatione fungeris

Tu es dispensator misteriorum Dei.

Tu es sacerdos in æternum

secundum ordinem Melchisedech.

Tu es sacerdos in æternum

secundum ordinem Melchisedech.

GLORIA A DIO
Gloria a Dio nell'alto dei cieli

e pace in terra agli uomini di buona volontà.

Noi ti lodiamo, ti benediciamo, ti adoriamo, ti glorifichiamo,

ti rendiamo grazie per la tua gloria immensa.

Signore Dio, Re del cielo, Dio Padre Onnipotente,

Signore Figlio unigenito Gesù Cristo, Signore Dio, Agnello di Dio, Figlio del Padre

Tu che togli i peccati del mondo abbi pietà di noi,

Tu che togli i peccati del mondo accogli la nostra supplica,

Tu che siedi alla destra del Padre abbi pietà di noi,

perchè Tu solo il Santo, Tu solo il Signore, Tu solo l'Altissimo Gesù Cristo,

con lo Spirito Santo, nella gloria di Dio Padre.

Amen.

SEI VENTO E FUOCO

In un mare calmo e immobile, con un cielo senza nuvole,

non si riesce a navigare, proseguire non si può.

Una brezza lieve e debole, poi diventa un vento a raffiche,

soffia forte sulle barche e ci spinge via di qua.

Come il vento da la forza per viaggiare in un oceano

così Tu ci dai lo Spirito che ci guiderà da Te…

RIT. SEI COME VENTO CHE GONFIA LE VELE,


SEI COME FUOCO CHE ACCENDE L’AMORE,

SEI COME L’ARIA CHE SI RESPIRA LIBERA

CHIARA LUCE CHE IL CAMMINO INDICA. (x2)

Nella notte impenetrabile, ogni cosa è irraggiungibile,

non puoi scegliere la strada se non vedi avanti a te.

Una luce fioca e debole, sembra sorgere e poi crescere,

come fiamma che rigenera e che illumina la via.

Come il fuoco scioglie il gelo e rischiara ogni sentiero

Così Tu ci riscaldi il cuore di chi Verbo annuncerà…

RIT. SEI COME VENTO CHE GONFIA LE VELE,

SEI COME FUOCO CHE ACCENDE L’AMORE,

SEI COME L’ARIA CHE SI RESPIRA LIBERA

CHIARA LUCE CHE IL CAMMINO INDICA. (x4)

O SION, LODA IL SALVATORE

O Sion, loda il Salvatore

e canta con gioia il tuo Pastore,

con forza e giubilo cantiamo a Lui,

a Cristo Redentore delle genti,

che dona al mondo il suo Corpo

e salva ogni uomo col suo Sangue.

O Pane vivo che dai vita,

sei dono d'amore alla tua Chiesa;

riuniti insieme nella cena

donasti agli apostoli il tuo corpo.

Il memoriale rinnoviamo

e riceviamo il tuo dono di grazia.

Sei nuova Pasqua, nuova legge


che compie gli antichi misteri.

La realtà disperde l'ombra,

la luce ormai rischiara ogni tenebra;

si svela il segno dell'amore,

rifulge il mistero di salvezza.

Al tuo comando obbedienti

il pane e il vino consacriamo.

Per noi certezza è nella fede:

il pane si trasforma in vera carne,

il vino è cambiato in sangue;

non vedi, ma la fede ti conferma.

Mistero di realtà sublimi

nel segno che appare si nasconde:

tu mangi carne, bevi sangue

ma Cristo è presente in ogni specie.

Non si divide nè si spezza,

è tutto nell'intero e nel frammento.

Dà vita ai buoni che ti cercano,

e morte agli empi che ti negano.

Mistero della comunione,

mistero della grazia che ci salva,

riunisce il mondo nel suo corpo,

disseta ogni uomo col suo sangue.

Il pane sei dei pellegrini

e il cibo degli angeli e dei figli.

Prefigurato e annunziato

nel simbolo di Isacco dato a morte,

nel sacrificio dell'Agnello

e nella manna data ai nostri padri.


O Buon Pastore, vero pane,

Gesù pietà della tua Chiesa.

Difendi e nutri i tuoi fratelli

e guidali alla terra dei viventi.

Sedendo a mensa nel tuo cielo

godremo della gioia dei tuoi santi.

Amen.

SANTO
Santo, Santo, Santo il Signore Dio dell'universo.

I cieli e la terra sono pieni della tua gloria.

Osanna, osanna, osanna nell'alto dei cieli.

Benedetto colui che viene nel nome del Signore. Osanna, osanna, osanna nell'alto dei cieli.

TI SEGUIRO’
RIT: Ti seguirò, ti seguirò, o Signore, e nella tua strada camminerò.

Ti seguirò nella via dell'amore e donerò al mondo la vita.

Ti seguirò nella via del dolore e la tua croce ci salverà.

Ti seguirò nella via della gioia e la tua luce ci guiderà.

PANE DI VITA NUOVA


Pane di vita nuova

vero cibo dato agli uomini,

nutrimento che sostiene il mondo,

dono splendido di grazia.

Tu sei sublime frutto

di quell'albero di vita

che Adamo non potè toccare:

ora è in Cristo a noi donato.

RIT. PANE DELLA VITA,

SANGUE DI SALVEZZA,

VERO CORPO, VERA BEVANDA


CIBO DI GRAZIA PER IL MONDO.

Sei l'Agnello immolato

nel cui Sangue è la salvezza,

memoriale della vera Pasqua

della nuova Alleanza.

Manna che nel deserto

nutri il popolo in cammino,

sei sostegno e forza nella prova

per la Chiesa in mezzo al mondo.

RIT.

Vino che ci dà gioia,

che riscalda il nostro cuore,

sei per noi il prezioso frutto

della vigna del Signore.

Dalla vite ai tralci

scorre la vitale linfa

che ci dona la vita divina,

scorre il sangue dell'amore.

RIT.

Al banchetto ci inviti

che per noi hai preparato,

doni all'uomo la tua Sapienza,

doni il Verbo della vita.

Segno d'amore eterno

pegno di sublimi nozze,

comunione nell'unico corpo

che in Cristo noi formiamo.

RIT.
Nel tuo Sangue è la vita

ed il fuoco dello Spirito,

la sua fiamma incendia il nostro cuore

e purifica il mondo.

Nel prodigio dei pani

tu sfamasti ogni uomo,

nel tuo amore il povero è nutrito

e riceve la tua vita.

RIT.

Sacerdote eterno

Tu sei vittima ed altare,

offri al Padre tutto l'universo,

sacrificio dell'amore.

Il tuo Corpo è tempio

della lode della Chiesa,

dal costato tu l'hai generata,

nel tuo Sangue l'hai redenta.

RIT.

Vero Corpo di Cristo

tratto da Maria Vergine,

dal tuo fianco doni a noi la grazia,

per mandarci tra le genti.

Dai confini del mondo,

da ogni tempo e ogni luogo

il creato a te renda grazie,

per l'eternità ti adori.

RIT.
A te Padre la lode,

che donasti il Redentore,

e al Santo Spirito di vita

sia per sempre onore e gloria.

Amen.

SIGNORE DA CHI ANDREMO

RIT. SIGNORE, DA CHI ANDREMO?

TU SOLO HAI PAROLE DI VITA ETERNA.

Sulle strade del nostro cammino

suona ancora l'antica domanda:

quale senso ha la vita, la morte

e l'esistere senza orizzonte?

Venne un Uomo e si fece vicino,

ai fratelli egli tese la mano:

era il Verbo che illumina il mondo

ed incarna l'amore di Dio.

Rit. Signore, da chi andremo?

Tu solo hai parole di vita eterna.

Egli disse con grande coraggio:

«Ascoltate! Il pane non basta!

è profonda la fame del cuore,

solo Dio può il vuoto colmare».

Si chiamava Gesù: «Dio salva»!

è venuto per dare la vita,

per spezzare la forza del male

che la gioia ci spegne nel cuore.

Rit. Signore, da chi andremo?

Tu solo hai parole di vita eterna.

Nella sera dell'Ultima Cena,

nel convito di nuova Alleanza,


fece dono di sé agli amici

con l'amore che vince la morte.

La sua Croce non fu la sconfitta,

ma sconfisse il peccato del mondo:

aprì il varco ad un fiume di grazia

che dell'uomo redime la storia.

Rit. Signore, da chi andremo?

Tu solo hai parole di vita eterna.

INNO DEI CANDIDATI AL SACERDOZIO 2017


Testo: Don Norberto Valli e Candidati 2017

(26 maggio 2016 – Solennità del SS. Corpo e Sangue

di Cristo)

Musica: Giacomo Mezzalira

(31 maggio 2016)

RIT: E' gioia annunciare il tuo regno,

infinito ed eterno, Signore;

come servo venuto a salvarci

con amore che non conosce confini.

1. La promessa del Padre è compiuta;

Verbo eterno tu vieni a noi:

Una vergine Madre ti accoglie

è mistero d'amore il suo “sì”.

Tra le schiere dei miseri sceso

hai voluto abitare con noi.

Al Giordano è la voce del Padre

che dal cielo ci parla di te.

RIT.

2. Hai chiamato i discepoli amici

ora chiami così tutti noi

e ci mandi a portare nel mondo

la speranza che mai finirà.

Quelle folle affamate di pane

hai saziato, pensando anche a noi.


Nuovo cibo di vita è il tuo corpo

che per sempre ci nutre di te.

RIT.

3. Consegnato alla morte di croce

innocente tu soffri per noi

e ci insegni a donarci ai fratelli

in letizia e semplicità.

E' il mattino di Pasqua al sepolcro:

sei risorto e sei sempre con noi!

Invochiamo lo Spirito Santo,

che ci fa testimoni di te.

TI RENDO GRAZIE SIGNORE CON TUTTO IL CUORE


RIT. TI RENDO GRAZIE, SIGNORE CON TUTTO IL CUORE,

HAI ASCOLTATO LE PAROLE DELLA MIA BOCCA.

A TE VOGLIO CANTARE DAVANTI AGLI ANGELI,

MI PROSTRO VERSO IL TUO TEMPIO SANTO.

Rendo grazie al tuo nome

Per la tua fedeltà e la tua misericordia,

hai reso la tua promessa

più grande di ogni fama.

RIT.

Nel giorno in cui ti ho invocato mi hai risposto.

Hai accresciuto in me la forza.

Ti loderanno, Signore, tutti i re della terra

quando udranno le parole della tua bocca.

RIT.

Canteranno le vie del Signore

perché grande è la gloria del Signore;

eccelso è il Signore e guarda verso l’umile,

ma al superbo volge lo sguardo da lontano.

RIT.

Se cammino in mezzo alla sventura


tu mi ridoni la vita;

contro l’ira dei miei nemici stendi la mano

e la tua destra mi salva.

RIT.

Il Signore completerà per me l’opera sua,

Signore, la tua bontà dura per sempre:

non abbandonare, o Signore,

l’opera delle tue mani.