Sei sulla pagina 1di 8

GIOVEDÌ SANTO

ADORAZIONE EUCARISTICA

Parrocchia Sacra Famiglia – Sicarico


G. Ci raccogliamo in preghiera... facciamo silenzio intorno e dentro di noi!
Mettiamoci in presenza sincera del Signore: Egli è qui tra noi!

CANTO: SILENZIOSO DIO


Io ti amo, silenzioso Dio, / che ti nascondi dentro un po’ di pane
come un bambino dentro la sua mamma / oggi tu entri nella vita mia.
Io ti adoro, silenzioso Dio, / che mi hai creato con immenso amore
e inviti l’uomo nella casa tua / alla tua mensa nell’intimità.
Pane di vita sei, Cristo Gesù per noi
e per l’eternità la vita ci darai. (2 v)
Tu sazi l’uomo con la vita tua, / un infinito dentro le creature
e l’uomo sente e vede il volto vero / di un Dio che vive nell’umanità.

P. Ringraziamo il Padre, perché il Signore Gesù è rimasto vivo in mezzo ai


suoi dal primo giorno della settimana di Pasqua, giorno della creazione della
luce, giorno che Dio ha fatto per noi e che ci ha consegnato come memoria
viva del Signore crocifisso, sepolto e risorto che questa notte adoriamo.

P. Benediciamo il Padre e acclamiamo:


T. Gloria a te, Signore del tempo.
L. Rendiamo grazie al Padre e diciamo:
T. Gloria a te, Signore del tempo.
L. Hai creato il mondo e ci accompagni nel tempo, o Padre della luce.
T. Gloria a te, Signore del tempo.
L. Hai fatto uscire dalla schiavitù il tuo popolo, o Dio liberatore.
T. Gloria a te, Signore del tempo.
L. Hai risuscitato il tuo Figlio dai morti, o Padre della vita.
T. Gloria a te, Signore del tempo.
L. Si è manifestato vivo in mezzo ai suoi, o Dio vivente.
T. Gloria a te, Signore del tempo.
L. Ci hai dato il giorno dopo il sabato come memoriale perenne, o Dio eterno.
T. Gloria a te, Signore del tempo.

P. O Padre, che in questa notte di veglia con il Signore Gesù raduni il tuo
popolo per celebrare colui che è il Primo e l'Ultimo, il Vivente che ha sconfitto
la morte, donaci la forza del tuo Spirito, perché, spezzati i vincoli del male, ti
rendiamo il libero servizio della nostra obbedienza e del nostro amore, per
regnare con Cristo nella gloria. Egli vive e regna nei secoli dei secoli.

T. Amen.

1
CANTO: INSIEME COME FRATELLI
Oh come è bello e gioioso
stare insieme come fratelli. (2 v)
Come olio che scende sulla testa profumando tutto il volto. (2 v)
Come olio che scende sulla barba profumando anche le vesti. (2 v)
Come rugiada che scende dall’Ermon, sui monti di Sion. (2 v)
Là il Signore ha mandato benedizione e la vita per sempre. (2 v)

L. Dalla Lettera apostolica Dies Domini di San Giovanni Paolo II


L'Eucaristia nutre e plasma la Chiesa: «Poiché c'è un solo pane, noi, pur
essendo molti, siamo un corpo solo: tutti infatti partecipiamo dell'unico pane»
(1Cor 10,17). Per tale suo rapporto vitale con il sacramento del corpo e del
sangue del Signore, il mistero della Chiesa è in modo supremo annunciato,
gustato e vissuto nell'Eucaristia. L'intrinseca dimensione ecclesiale
dell'Eucaristia si realizza ogni volta che essa viene celebrata. Ma a maggior
ragione si esprime nel giorno in cui tutta la comunità è convocata per fare
memoria della risurrezione del Signore. Significativa-mente il Catechismo della
Chiesa Cattolica insegna che «la celebrazione domenicale del giorno e
dell'Eucaristia del Signore sta al centro della vita della Chiesa»

P. Benediciamo il Padre e acclamiamo:


T. Benedetto nei secoli il Signore.
L. Ci ha donato un pane da spezzare e condividere.
T. Benedetto nei secoli il Signore.
L. Con questo pane fa di noi un solo corpo.
T. Benedetto nei secoli il Signore.
L. Raduna i suoi figli a una mensa fraterna.
T. Benedetto nei secoli il Signore.
L. Nel giorno del Risorto fa di noi la sua Chiesa.
T. Benedetto nei secoli il Signore.
L. Ci riunisce nel tempo per annunciare la comunione che non avrà mai fine.
T. Benedetto nei secoli il Signore.

P. O Dio, che nella Pasqua del tuo Figlio ci fai vivere le meraviglie della
salvezza, fa' che riconosciamo con la grazia dello Spirito il Signore presente
nell'assemblea dei fratelli, per rendere testimonianza della sua risurrezione.
Egli vive e regna nei secoli dei secoli.
T. Amen.

2
CANTO: UN SOLO PANE, UN SOLO CORPO
Un solo pane, un solo corpo: / è la Chiesa del Signore!
Un solo cuore, un solo Spirito: / è la Chiesa del Signore!
Hai amato, Signore, la tua Chiesa / come un Dio può amare la sua sposa.
E hai fatto con lei un’alleanza nuova.
Hai parlato nel cuore alla Chiesa, / rinnovando il tuo amore e la sua attesa.
E hai fatto con lei un’alleanza nuova.
Hai chiamato a un convito la tua Chiesa, /ogni bene è per lei nella tua casa.
E hai fatto con lei un’alleanza nuova.
Hai donato te stesso alla Chiesa, / il tuo corpo, il tuo sangue e ogni cosa.
E hai fatto con lei un’alleanza nuova.

L Dalla Lettera apostolica Dies Domini di San Giovanni Paolo II


Se la partecipazione all'Eucaristia è il cuore della domenica, sarebbe tuttavia
limitativo ridurre solo ad essa il dovere di "santificarla". Il giorno del Signore è
infatti vissuto bene, se è tutto segnato dalla memoria grata ed operosa dei gesti
salvifici di Dio. Questo impegna ciascuno dei discepoli di Cristo a dare anche
agli altri momenti della giornata, vissuti al di fuori del contesto liturgico - vita
di famiglia, relazioni sociali, occasioni di svago -uno stile che aiuti a far
emergere la pace e la gioia del Risorto nel tessuto ordinario della vita. Il più
tranquillo ritrovarsi dei genitori e dei figli può essere, ad esempio, occasione
non solo per aprirsi all'ascolto reciproco, ma anche per vivere insieme qualche
momento formativo e di maggior raccoglimento.

P. Benediciamo il Padre e acclamiamo:


T. Benedetto nei secoli il Signore.
L. Per il pane spezzato, cibo che alimenta fraternità profonde.
T. Benedetto nei secoli il Signore.
L. Per il vino versato, sangue di un condiviso destino di croce.
T. Benedetto nei secoli il Signore.
L. Per il pane spezzato, profezia d'amore affidata alla Chiesa.
T. Benedetto nei secoli il Signore.
L. Per il vino versato, calice da bere fino all'estremo dono di sé.
T. Benedetto nei secoli il Signore.
L. Per i santi doni, sacramento di un Messia obbediente fino alla croce.
T. Benedetto nei secoli il Signore.

3
P. Padre che hai cura di tutti, ogni volta che spezziamo il pane, facciamo
memoria della vita offerta del tuo Figlio; ogni volta che beviamo al calice della
benedizione, facciamo memoria del suo sangue sparso per l'eterna alleanza:
fa' di noi, tua Chiesa, fratelli e sorelle capaci di amare secondo la misura della
croce. Per Cristo nostro Signore.

T. Amen.

CANTO: DOV’È CARITÀ E AMORE


Dov’è carità e amore qui c’è Dio.
Ci ha riuniti tutti insieme Cristo Amore: /godiamo esultanti nel Signore!
Temiamo ed amiamo il Dio vivente / e amiamoci tra noi con cuore sincero.
Noi formiamo qui riuniti un solo corpo, / evitiamo di dividerci tra noi.
Via le lotte maligne, via le liti! / E regni in mezzo a noi Cristo Dio.
Imploriamo con fiducia il Padre Santo / perché doni ai nostri giorni la Sua Pace:
ogni popol dimentichi i rancori, / ed il mondo si rinnovi nell'Amore.
Fa' che un giorno contempliamo il Tuo volto / nella gloria dei beati, Cristo Dio.
E sarà gioia immensa, gioia vera: / durerà per tutti i secoli, senza fine.

P Fratelli e sorelle, questa notte ringraziamo il Padre per il dono


dell'Eucaristia; ora chiediamogli quanto è necessario alla Chiesa e all'umanità
ancora in cammino per le strade della storia. Preghiamo cantando:
O Cristo, Tu regnerai! O Croce, tu ci salverai.

 Raccogli nell'unità la tua Chiesa. Ti invochiamo.


 Proteggi il nostro papa Francesco, assisti il nostro vescovo, sostieni i
presbiteri, i diaconi e tutti i ministri del Vangelo. Ti invochiamo.
 Santifica i religiosi, suscita operai per la tua messe. Ti invochiamo.
 Custodisci i popoli nella pace, illumina i legislatori e i governanti. Ti
invochiamo.
 Conserva nella concordia le nostre città e i loro abitanti, sii presente in
ogni famiglia. Ti invochiamo.
 Dà sapienza ai giovani, sorreggi e conforta gli anziani, guarisci i
malati. Ti invochiamo.
 Promuovi la giustizia, aiuta i lavoratori, soccorri i poveri, accogli nella
tua pace tutti i defunti. Ti invochiamo.

P. Obbedienti alla parola del Salvatore, che in questa notte qui adoriamo,
preghiamo come ci ha insegnato: Padre nostro...

4
P. O Dio della nuova ed eterna alleanza, ascolta la nostra voce che sale a te
dalle strade del mondo; come l'antico Israele cantava i tuoi prodigi nel
cammino verso la terra promessa, così la Chiesa, fortificata dal pane e dal
vino della Pasqua, canti le tue meraviglie nel suo peregrinare verso il regno.
Per Cristo nostro Signore.
T Amen.

LITANIE DELLA SANTISSIMA EUCARESTIA


Signore, pietà Signore, pietà
Cristo, pietà Cristo, pietà
Signore, pietà Signore, pietà
Cristo, ascoltaci Cristo, ascoltaci
Cristo, esaudiscici Cristo, esaudiscici
Padre celeste, che sei Dio abbi pietà di noi
Figlio redentore del mondo, che sei Dio abbi pietà di noi
Spirito Santo, che sei Dio abbi pietà di noi
Santa Trinità, unico Dio abbi pietà di noi
Santissima Eucaristia Noi ti adoriamo
Dono ineffabile dei Padre Noi ti adoriamo
Segno dell'amore supremo del Figlio Noi ti adoriamo
Prodigio di carità dello Spirito Santo Noi ti adoriamo
Frutto benedetto della Vergine Maria Noi ti adoriamo
Sacramento del Corpo e del Sangue di Cristo Noi ti adoriamo
Sacramento che perpetua il sacrificio della Croce Noi ti adoriamo
Sacramento della nuova ed eterna alleanza Noi ti adoriamo
Memoriale della morte e risurrezione del Signore Noi ti adoriamo
Memoriale della nostra salvezza Noi ti adoriamo
Sacrificio di lode e di ringraziamento Noi ti adoriamo
Sacrificio d'espiazione e di propiziazione Noi ti adoriamo
Dimora di Dio con gli uomini Noi ti adoriamo
Banchetto delle Nozze dell'Agnello Noi ti adoriamo
Pane vivo disceso dal Cielo Noi ti adoriamo
Manna nascosta piena di dolcezza Noi ti adoriamo
Vero Agnello pasquale Noi ti adoriamo
Diadema dei sacerdoti Noi ti adoriamo
Tesoro dei fedeli Noi ti adoriamo
Viatico della Chiesa pellegrinante Noi ti adoriamo
Rimedio delle nostre quotidiane infermità Noi ti adoriamo
Farmaco di immortalità Noi ti adoriamo
Mistero della Fede Noi ti adoriamo
Sostegno della speranza Noi ti adoriamo

5
Vincolo della carità Noi ti adoriamo
Segno di unità e di pace Noi ti adoriamo
Sorgente di gioia purissima Noi ti adoriamo
Sacramento che germina i vergini Noi ti adoriamo
Sacramento che dà forza e vigore Noi ti adoriamo
Pregustazione del convito celeste Noi ti adoriamo
Pegno della nostra risurrezione Noi ti adoriamo
Pegno della gloria futura Noi ti adoriamo
Agnello di Dio, che togli i peccati del mondo, cancella tutte le nostre colpe
Agnello di Dio, che togli i peccati del mondo, abbi pietà di noi
Agnello di Dio, che togli i peccati del mondo, donaci la pace

C. Hai dato loro il pane disceso dal Cielo


T. che porta in sé ogni dolcezza.

C. Preghiamo. Signore Gesù Cristo, che nel mirabile Sacramento


dell'Eucaristia ci hai lasciato il memoriale della Tua Pasqua, fa' che adoriamo
con viva fede il santo mistero del tuo Corpo e del tuo Sangue, per sentire
sempre in noi i benefici della Redenzione, Tu che vivi e regni nei secoli dei
secoli.
T. Amen.

CANTO: NELLA TUA TENDA


Nella tua tenda, Signore, con te
fammi restare perché
ora ho capito che un posto non c’è
ch’è più sicuro per me.
Voglio servirti e voglio amarti
con tutto il cuore per sempre.
Nella tua tenda fammi restare,
sarò sicuro, là ci sei Tu.
Alle tue mani mi affido Signor,
la mia salvezza sei Tu;
e della roccia più forte sarò
se accanto a te resterò.
Tu che sei tutto il mio mondo quaggiù,
no, non lasciarmi mai più;
guida i miei passi, così non cadrò
sulle tue strade, Signor.

6
(silenzio di adorazione-meditazione personale)