Sei sulla pagina 1di 42

TASSINARI BILANCE s.r.l.

Indicatore di peso
elettronico
a celle di carico
*Modello TE1000L*
*Modello TE1000XPL*
- Manuale duso Utente

_________________________________________________________________________________________________________

Indice
1
2
3
4
5
6
7
8
9
9.1
9.2
9.3
9.4
9.5
9.6
9.7
9.8
9.9
9.10
9.10.1
9.10.2
9.11
9.12
10
10.1
10.1.1
10.1.2
10.1.3
10.1.4
10.1.5
10.2
11
11.1
11.2
11.3
11.4
12
13
14
15
APP. A
APP. B
APP. C

Usi non consentiti


Sicurezza
Cura e manutenzione
Collaudo e stoccaggio
Installazione
Presentazione
Programma tecnico e utente
Tastiera
Modalit duso
Segnalazione di carica batteria
Funzione di autospegnimento
Tara automatica o acquisizione tara
Tara predeterminata (manuale)
Richiamo tare memorizzate
Blocco tara
Disattivazione tare
Richiamo codice generico
Richiamo codici memorizzati/codificati
Uso della Funzione Contapezzi
Calcolo PMU manuale
Calcolo PMU automatico
Modalit pesaferro
Visualizzazione lordo/tara
Programmazione menu funzioni
Menu Funzioni Utente
Codici
Cloch
Menu/Archivio tare
Intesatazione scontrino
Impostazione soglie
Menu Funzioni Strumento
Stampe
Stampa scontrino singolo
Stampa scontrino parziale multiplo
Stampa Totale scontrino (chiusura scontrino multiplo)
Stampa Tot.ale per articolo (stampe multiple)
Programmazione porte seriali Rs232
Interfaccia seriale
Collegamento cella di carico
Dati tecnici e metrologici
Tabella zona gravit
Codice anomalie
Tabella ascii

Pag. 4
Pag. 4
Pag. 4
Pag. 4
Pag. 5
Pag. 5
Pag. 5
Pag. 7
Pag. 9
Pag. 9
Pag. 9
Pag. 9
Pag. 9
Pag. 10
Pag. 11
Pag. 11
Pag. 11
Pag. 11
Pag. 12
Pag. 12
Pag. 12
Pag. 13
Pag. 13
Pag. 14
Pag. 14
Pag. 14
Pag. 16
Pag. 17
Pag. 18
Pag. 19
Pag. 20
Pag. 25
Pag. 25
Pag. 26
Pag. 27
Pag. 27
Pag. 28
Pag. 32
Pag. 40
Pag. 40
Pag. 41
Pag. 41
Pag. 42

Manuale Utente mod. TE1000L/XPL, composto da 42 pagine


Eventuali errori di stampa verranno corretti nella prossima edizione
Edizione 03 del 14 marzo 2008
Codice Manuale MU-TE1000L /XPL

Manuale Utente

Pagina 2 di 42

_________________________________________________________________________________________________________

GARANZIA
La garanzia, si estende ai difetti che si manifestano
nelle condizioni di impiego previste da un utilizzo
corretto dellimpianto, come si evince dal manuale
duso e manutenzione allegato ad ogni macchina alla
consegna. In particolare essa non copre i difetti
derivanti da guasti causati da imperizia o negligenza
dellAcquirente, da sovraccarichi oltre i limiti previsti
dai vigenti regolamenti, da interventi non autorizzati, da
manomissioni eseguite o fatte eseguire dallAcquirente,
da naturale logorio, da correnti elettriche con variazioni
oltre -15% + 10% rispetto al valore nominale, da campi
magnetici o analoghe sorgenti di disturbo, da fulmini o
sovratensioni di linea, da corrosioni chimiche, da
polverulenze, da temperature anomali non comprese tra
10 e +40, da casi fortuiti o di forza maggiore.
In caso di macchine mobili la garanzia non coprir gli
spostamenti delle stesse fatte in maniera impropria.

Manuale Utente

Pagina 3 di 42

_________________________________________________________________________________________________________

1 Usi non consentiti


Se non concordato diversamente in fase di ordine, lo strumento o limpianto a Voi consegnato non deve
funzionare su macchine in movimento in quanto potrebbe non essere possibile garantire le precisione di
pesatura come specificato dalle norme EN45501.
Tutto quanto non espressamente descritto nel presente manuale da ritenersi come uso improprio
dellapparecchiatura.
Qualsiasi tentativo di manomissione dei punti di vincolo legali, modifica dei parametri di
programmazione legati ai dati ponderali di peso e le indicazioni primarie da parte dellutilizzatore o
da personale non autorizzato far automaticamente decadere il contratto di garanzia e sollever la
ditta costruttrice dal rispondere di ogni eventuale danno a persone o a cose.

2 Sicurezza
Lo strumento alimentato con alimentatore esterno (caricabatteria se presente la batteria interna)
con ingresso 230 Vac 50/60Hz e con uscita a bassa tensione 6 Vdc 1A.
Le parti costituenti lo strumento funzionano con livelli di tensione non dannosi per luomo. Tuttavia
le riparazioni e lordinaria manutenzione delle parti elettroniche devono essere effettuate solo da
tecnici qualificati.
E vietata la manipolazione di dispositivi o uso dellapparecchiatura a personale non addestrato; a tale scopo
necessario consultare e rispettare quanto richiamato nel presente manuale ogni qualvolta occorra
intervenire per uso e manutenzione del terminale.
Per il collegamento alla rete di alimentazione (alimentatore esterno) devono essere rispettate le norme di
sicurezza incluso lutilizzo di una linea pulita priva di disturbi ed interferenze causate da altre
apparecchiature elettroniche.
Nellopzione batteria abbiamo un autonomia di circa 16 ore con lo strumento collegato ad una sola cella
(apparecchiatura sempre accesa), circa 10 ore con strumento collegato a 4 celle (apparecchiatura sempre
accesa) Se presente la batteria e lo strumento non impiegato per un periodo superiore ai 30 giorni, si
consiglia di scollegare la batteria per evitarne il progressivo deterioramento.
Per ricaricare la batteria collegare nellapposito jack SOLO alimentatori stabilizzati di tipo carica batteria con
uscita 7 Vdc 1A (o corrente superiore di 1A).
Se il terminale, deve essere collegato ad altri dispositivi come computers o altro, procedere con lo sgancio di
questi ultimi dalla rete di alimentazione.
Prima di intervenire sui circuiti elettronici per la manutenzione obbligatorio scollegarlo dalla sua
alimentazione.
Le istruzioni di sicurezza incluse nel presente manuale non intendono escludere altre situazioni o
condizioni che potrebbero risultare pericolose. Va da s che buon senso, attenzione e cautela sono
fattori dei quali unapparecchiatura elettrica non pu essere munito e che pertanto devono essere
apportati dalla persona che la usa e che ne effettua la manutenzione.

3 Cura e manutenzione
Una regolare manutenzione della Vostra apparecchiatura da parte del centro di assistenza autorizzato ne
prolunga la vita. La ditta costruttrice pu offrire contratti di manutenzione con diversi tipi di frequenza.
Prima di qualsiasi intervento di pulizia obbligatorio sconnettere lapparecchiatura dalla presa jack di
alimentazione o dalla batteria interna.
Non utilizzare prodotti aggressivi (solventi o simili), ma un panno umido con un detergente.
Evitare infiltrazioni di liquidi nello strumento; asciugare con un panno morbido.
Se la sicurezza operativa dellapparecchiatura non pi garantita, spegnere immediatamente lo strumento,
scollegare leventuale batteria interna, conservare lo strumento stesso in un luogo sicuro e contattare il
centro di assistenza autorizzato. Questo pu accadere quando:
Lo strumento presenta segni visibili di danneggiamento o manomissione;
Le indicazioni visive mostrano un chiaro malfunzionamento;
Lo strumento stato conservato per un lungo tempo in condizioni non idonee.

4 Collaudo e stoccaggio
Ogni strumento prodotto controllato e sottoposto a collaudo in modo da garantire un prodotto funzionante e
di lunga durata.
Il trasporto ed immagazzinaggio del prodotto devono essere effettuati con cura ed attenzione in modo tale
da evitare urti o sovraccarichi.
E, inoltre, vietato coricare o capovolgere il collo.
Manuale Utente

Pagina 4 di 42

_________________________________________________________________________________________________________

Allatto del ricevimento dello strumento, controllare eventuali danni subiti durante il trasporto;
Disimballare lo strumento con cura. Conservare limballo originale per eventuali trasporti o spostamenti
successivi;
Immagazzinare lo strumento su superfici piane, solide, riparate, senza forti sbalzi di temperatura ed
umidit, al sicuro da possibili manomissioni da parte di personale non autorizzato;
Non sovrapporre materiale;
Si raccomanda cautela nella movimentazione dello strumento.
Stoccare lo strumento come ricevuti. Non sovrapporre pallet o qualsiasi altro tipo di materiale.

5 Installazione
Installare lo strumento in un luogo piano e bloccare eventuali ruote in modo che non si possa muovere.
Inserite la spina di corrente dellalimentatore in una presa di rete regolamentare.
Lerrore massimo tollerato pari a quello previsto dalla tabella 3 punto 4.1 dellallegato I al D. L. 29 dicembre
1992 n. 517, in fase di verifica, ed a quello previsto al punto 4.2 dello stesso D. L. per la fase di utilizzo.

6 Presentazione
La famiglia di strumenti TE1000 nata con lo scopo di soddisfare la fascia di mercato occupata dai terminali
di tipo numerico. In base alla richiesta del cliente possibile, sempre nellottica di una gestione numerica dei
dati, fornire strumenti con tipologie di funzionamento identiche, ma con gestione d interfaccia utente
differente. Abbiamo a disposizione, una gamma di prodotti, aventi alla base lo stesso Hw, che si
differenziano come segue:
TE1000A da tavolo con tastiera alfanumerica e display LCD alfanumerico;
TE1000L da tavolo con tastiera numerica e display 6 cifre 7 segmenti;
TE1000AXP da parete con tastiera alfanumerica e display LCD alfanumerico;
TE1000XPL da parete con tastiera numerica e display 6 cifre 7 segmenti;
Le quattro tipologie di strumento sono tutte di tipo industriale; le prime due versioni sono in lamiera verniciata
e si posizionano su supporti orizzontali, le restanti due sono in contenitore d acciaio inox e sono da
posizionare su supporti verticali.
Il funzionamento identico per tutti i 4 esemplari fatta eccezione per il tipo di interfaccia utente; risulta chiaro
che con un display LCD alfanumerico ed una tastiera di tipo alfanumerico possibile gestire stringhe di dati
contenenti caratteri e alfanumeri.
Le tastiere sono formate da 24 tasti. L impianto tecnico delle 2 tastiere identico; esse differiscono solo per
la serigrafia.
Il display LCD utilizzato di tipo alfanumerico retroilluminato e consente la visualizzazione di 16 caratteri
contemporaneamente.
I terminali sono stati omologati per soddisfare le 6000 divisioni come valore massimo e seguendo le
specifiche appartenenti alle norme EN45501,CEI EN50081-1, CEI EN 50082-1.

7 Programma tecnico e utente


Gli strumenti contengono diversi tipi di parametri che consentono di modificare la configurazione del sistema.
Tutti i dati che lutente non pu modificare (in quanto gestibili solo da personale tecnico) sono protetti da un
ponticello hardware posto sulla scheda (programma tecnico). Seguendo una determinata e particolare
procedura (Attivazione della stato di calibrazione con Password) il personale tecnico potr impostare i
parametri di configurazione senza aprire il terminale e senza, quindi, accedere al ponticello di sicurezza.
Lo scopo di questo manuale quello di illustrare come si gestiscono le fasi di impostazione dati per la
configurazione e la calibrazione dello strumento. Spieghiamo quindi il programma tecnico.
Il terminale al quale si fa riferimento il modello con display LCD 1 riga per 16 caratteri alfanumerico. La
tastiera impiegata pu essere indifferentemente quella con caratteri alfanumerici, oppure quella con i soli
caratteri numerici. In particolare segnaliamo che le due versioni (da tavolo o da parete) contengono il
medesimo software.
Lo strumento in esame pu funzionare anche con batterie al piombo ricaricabili; in tal caso necessario
limpiego di un alimentatore esterno che consenta di attuare la ricarica anche durante il normale
funzionamento dello strumento stesso.
Il programma tecnico non permetter alloperatore di manipolare i dati appartenenti agli archivi utente
(codici materiali, totalizzatori di pesata etc).
Per accendere e spegnere lo strumento basta premere sul tasto ON/OFF presente sulla tastiera.
Allaccensione il sistema procede con il test dell hardware appartenente allo strumento stesso.
Le prime videate mettono in evidenza il modello del visore, la release del software allultimo aggiornamento.

Manuale Utente

Pagina 5 di 42

_________________________________________________________________________________________________________
Allatto del restore dei dati dalla memoria flash o e2prom lo strumento esegue un controllo dei parametri
stessi verificandone lintegrit.
Avremo, quindi, le seguenti finestre:

000000
TE1000
PG
USr X.X
------0.0

Manuale Utente

Pagina 6 di 42

_________________________________________________________________________________________________________

8 Tastiera
Il visore dotato di una tastiera a 23 tasti numerico/funzionali pi tasto di accensione e spegnimento.

Simboli e loro significato


In modalit di pesatura standard (senza nessuna funzione attiva) i simboli sotto elencati prendono il
seguente significato:

Zero stabile: led acceso - Zero instabile: led spento.

Peso stabile: led acceso - Peso instabile: led spento

Tara inserita: led acceso - No tara: led spento

Peso netto: led acceso - Peso lordo: led spento

Campo di pesatura max 3 campi - Led W1 acceso 1 campo - Led W2 acceso 2 campo
Led W1 e W2 accesi 3 campo
kg : unit di misura del peso visualizzato sul display

Importante:
Il significato dei led/simboli cambia se viene attivata una funzione, in questo caso fare riferimento manuale
duso, funzione selezionata per vedere che significato prendono i led/simboli

Significato tasti programma utente

Azzeramento manuale della bilancia

Attivazione della tara automatica

Manuale Utente

Pagina 7 di 42

_________________________________________________________________________________________________________

Attivazione della tara manuale/predeterminata - Stampa totale per codice articolo

Sblocco del valore di tara

Blocca tara

Seleziona una funzione nel menu o passa da un parametro

Cancella linserimento di un valore o richiama i codici in archivio

Stampa scontrino parziale

Stampa totale scontrino (multiplo)

Seleziona tara memorizzata

Permette linserimento n pezzi (Attivo solo con funzione C/pezzi

Entra Menu Funzioni

Conferma le voci e/o i parametri

Permette di accendere o spegnere il visore


Tutti i tasti numerici vengono impiegati nelle funzioni per inserire e/o modificare il valore dei parametri.

Manuale Utente

Pagina 8 di 42

_________________________________________________________________________________________________________

9 Modalit duso
9.1 Segnalazione di carica batteria
Lo strumento in esame pu essere impiegato con batterie al piombo. Se la tensione di alimentazione della
batteria scende sotto il limite di 5.7 V avremo una segnalazione visiva sul display che consente di individuare
lo stato di LOW BAT.
In genere la batteria viene inserita in caso di gestione stampe. Con tensione bassa nella batteria avremo che
la gestione della stampa sar rifiutata. Per poter assolvere a tutte le funzioni (nel caso di stato LOW BAT)
necessario allacciare al jack di alimentazione un alimentatore carica batterie con le stesse caratteristiche di
quello indicato nei dati tecnici dello strumento.

9.2 Funzione di autospegnimento


La funzione di autospegnimento parametrica. Consente allo strumento di spegnersi dopo il tempo
impostato qualora non vengano gestite le funzioni di pesatura (peso a ZERO BILANCIA per tutta la durata
del tempo di autospegnimento) o se non viene premuto alcun tasto (sempre durante tutta la durata del
tempo in esame).
Lautospegnimento non abilitato se sulla bilancia presente un carico.
Per settare il parametro si faccia riferimento al capitolo Setup.

9.3 Tara automatica o acquisizione tara


Lo strumento dotato della funzione di tara automatica. Questa consente di posizionare sulla bilancia un
peso (considerato come tara) e sottrarre il valore ad esso associato come dispositivo di tara. Per attuare la
funzioni basta premere

il tasto
Nel caso in cui lo strumento funzioni in modalit Divisioni Plurime avremo che lacquisizione della tara
determina il reset della divisione di verifica alla divisione inferiore; il campo di pesatura di partenza sar,
quindi, quello inferiore. La tara non sar acquisita nel caso in cui il valore di peso sia inferiore o uguale a 0
e nel caso in cui sia gi presente un dispositivo di tara (sia automatica, sia manuale).

9.4 Tara predeterminata (manuale)


Lo strumento mette a disposizione dellutente la possibilit di inserire un valore di tara predeterminato. Per
poter accedere alla funzione di inserimento tara manuale si deve, in modalit peso,

premere il tasto
Avremo a disposizione la seguente sequenza finestre:

TARA
00000.0
Il punto decimale sar presente solo se lo strumento stato campionato con portata e divisione tali da
giustificare luso di decimali.

Cancella il valore inserito

Manuale Utente

Pagina 9 di 42

_________________________________________________________________________________________________________
Con i tasti numerici possiamo ora inserire il valore di tara predeterminata (espresso in kg). Ricordiamo che il
valore massimo consentito per linserimento della tara predeterminata dato da MAX 1 div. (e) nel caso di
funzionamento Monorange, MAX1 nel caso di funzionamento Multirange a Divisioni Plurime e MAXr
er nel caso di funzionamento Multirange a Campi Plurimi.
MAX = Portata massima;
e = Divisione di verifica
MAX1 = Portata massima primo campo di pesatura;
MAXr = Portata massima ultimo campo di pesatura;
er = Divisione di verifica ultimo campo di pesatura.

Confermare con il tasto


Nel caso di inserimento di valore pari a 0 avremo lo sblocco automatico del valore di tara predeterminata.
Ricordiamo che la funzione sar attiva solo nel caso in cui non sia gi presente un qualsiasi dispositivo di
tara (sia automatica, sia manuale).
La finestra modalit peso sar:

NO TAR
Allatto della stampa avremo cha associato al valore di tara verr stampato il codice PT.

9.5 Richiamo Tare memorizzate


Tale funzioni permette di richiamare una tara precedentemente archiviata.
Per richiamare una tara archiviata

Premere il tasto
Avremo la seguente sequenza finestre:

S TARA
E subito dopo il valore della prima tara memorizzata

100

Con i tasti:

Ricerca la tara desiderata

Abbandona la funzione

Conferma e attiva la tara

Manuale Utente

Pagina 10 di 42

_________________________________________________________________________________________________________

9.6 Blocco Tara


Tale funzione consente di bloccare una tara inserita sia automatica, manuale o richiamata da archivio, anche
se il peso passi per lo zero
Per attivare il blocco tara

Premere il tasto
Per disattivare la funzione di blocco tara premere

premere il tasto

9.7 Disattivazione Tare


Ricordiamo che tutti i dispositivi di tara attivi, possono essere disattivati in qualsiasi momento

Premendo il tasto

9.8 Richiamo codice generico


Il codice generico viene impostato nel Menu Funzioni Utente
(cap. 12.1.1) ed attivo per la stampa degli scontrino, se si desidera
procedere come indicato nel cap.12

modificare il codice generico

9.9 Richiamo codici memorizzati/codificati


Tale funzioni permette di richiamare un codice precedentemente archiviata.
Prima di ogni pesata e stampa, se lo si desidera, si pu richiamare un codice memorizzato. Per richiamare
un codice memorizzato, procedere come segue;

premere il tasto
sul display verr visualizzato la seguente dicitura

CODE N
Il codice presente sul display non potr essere modificato.

Si ricerca il codice desiderato

Confermare con
Alla conferma lo strumento si riposizioner in modalit peso.
Il codice confermato sar quello attivo per la stampa; rester attivo fino a successiva modifica.

Manuale Utente

Pagina 11 di 42

_________________________________________________________________________________________________________

9.10 Uso della Funzione Contapezzi


9.10.1 Calcolo PMU manuale
La funzione serve a stabilire il peso medio del pezzo tramite un quantitativo di campioni stabilito
dalloperatore.
Porre i campioni sulla piattaforma (ad es. 1.50 kg)

1.50
premere
Sul display verr visualizzata la scritta PCS , con proposto il numero di campioni utilizzati nella campionatura
precedente. Digitare il numero di campioni

Confermare con il tasto


Viene visualizzato la scritta

PMU
E in seguito il numero pezzi

10

Ora possiamo aggiungere altri pezzi e automaticamente il numero pezzi si incrementer dei pezzi aggiunti
Loperazione di campionatura pu essere eseguita anche con linserimento di una tara (fare riferimento ai
cap. 11.3- 11.4 11.5)
Normalmente sul visore viene indicato il peso, ma possibile visualizzare temporaneamente anche il n
pezzi.
Questo tipo di visualizzazione si ottiene

Premendo il tasto

Cancella il valore inserito

9.10.2 Calcolo PMU automatico


Porre i pezzi sulla piattaforma. Per introdurre il valore del peso campione (PMU)

1.50
Premere il tasto

Manuale Utente

Pagina 12 di 42

_________________________________________________________________________________________________________
Sul display verr visualizzato la scritta

PMU
Proponendo il peso medio utilizzato nel conteggio precedente.
Digitare il nuovo peso medio in grammi (es. 0.020)

PMU

0.020

Confermare con il tasto


Sul display verr visualizzato la scritta

PMU
e subito il numero pezzi calcolati

20

Ora possiamo aggiungere altri pezzi e automaticamente il numero pezzi si incrementer dei pezzi aggiunti
Loperazione di campionatura pu essere eseguita anche con linserimento di una tara (fare riferimento ai
punti 11.3- 11.4 11.5)
Normalmente sul visore viene indicato il peso, ma possibile visualizzare temporaneamente anche altri
valori(n pezzi).
Questo tipo di visualizzazione si ottiene

Premendo il tasto

Si cancella il valore inserito

9.11 Modalit pesaferro


La modalit attiva solo se attivata come indicato nel Menu Funzioni Strumento
Se la funzione viene accettata sul display allaccensione viene visualizzato la scritta Ferro.
E possibile utilizzare la modalit pesaferro anche dopo aver inserito una tara (cap. 11.3 11.4 11.5)
Depositare in bilancia il materiale ed eseguire la stampa.
Dopo la stampa il peso viene memorizzato come nuovo valore di tara.
Quindi per una successiva operazione di pesatura dopo aver aggiunto in bilancia il nuovo materiale ripetere
la procedura come sopra descritta.

9.12 Visualizzazione lordo/Tara


La funzione in esame consente di visualizzare su display il valore del peso lordo, netto o tara per la durata di
circa 2 sec.
Per attivare la funzione premere il tasto

Visualizza il valore di peso lordo e tara

Manuale Utente

Pagina 13 di 42

_________________________________________________________________________________________________________
Per visualizzare il peso Lordo necessario avere attiva la finestra Modalit peso.
La pressione del tasto di cui sopra attiva la visualizzazione del peso lordo se il tasto viene premuto una
seconda volta entro i 3 secondi viene visualizzato la tara

10 Programmazione Menu Funzioni


Il menu funzioni consente allutente di impostare alcuni parametri di configurazione dello strumento e di
inserire determinati dati darchivio (codici e tare predeterminate) impiegati, in genere, nella gestione delle
stampe o scarico dati verso PC.
Tale menu possiamo dividerlo in due sottomenu, uno denominato Menu Funzioni Utente, dove si possono
impostare in archivio i codici, le tare predeterminate e la regolazione dellorologio, laltra sottomenu
denominata Menu Funzioni Strumento, dove si possono impostare i parametri di configurazione legati al
funzionamento dello strumento come: lautospegimento dello strumento, abilitazione dei codici, modalit di
stampa, controllo della carica batteria, reset dei codici e tare, n progressivo scontrino, funzione pesa ferro,
n copie scontrino.
Per accedere al Menu Funzioni basta

premere il tasto
Si presenter la voce

SETUP
A questo punto possiamo decidere se vogliamo accedere al Menu Funzione Utente o al Menu Funzioni
Strumento

10.1 Menu Funzioni Utente


Per accedere al Menu Funzione Utente

Premere il tasto
Funzioni disponibili

CODICI
CLOCH
TARE
INT
SOGLIE

Permette di selezionare la funzione desiderata

10.1.1 Codici

CODICI
Questa funzione di menu consente di impostare i codici darchivio presenti nello strumento: avremo a
disposizione due tipi di codici uno generico non gestito e uno gestito a livello di memorizzazione e
totalizzazione.

Manuale Utente

Pagina 14 di 42

_________________________________________________________________________________________________________

Tasti attivi

Tasto ESC premuto una volta si torna a SETUP premuto una seconda volta si torna in modo peso.

Permette di scorrere i codici inseriti

Conferma e entra nella funzione codici


Alla conferma della funzione di menu avremo la seguente finestra:

CODE I
123
Il parametro Code I appartiene alla identificazione del codice generico. Il codice di tipo numerico . Il
numero massimo di caratteri/cifre che possibile inserire 5.
Digitare il codice generico e

125
Confermare con il tasto
Alla conferma avremo a disposizione la seguente finestra

CODE 01
100
Questo parametro individua il primo codice gestito in archivio memoria e in totalizzazione. Anche in questo
caso valgono le considerazioni fatte per il codice generico . Il numero massimo di caratteri per il codice in
esame
5.
Digitare il codice da archiviare

123
Confermare con il tasto
La conferma permette di passare al codice darchivio successivo. In tal modo possiamo
Verificare tutto il contenuto dellarchivio codici materiali. Avremo quindi, per esempio, una sequenza finestre
come:
Manuale Utente

Pagina 15 di 42

_________________________________________________________________________________________________________

CODE 30
200
Il numero massimo di codici presente in archivio 30.
Alla conferma dellultimo codice il sistema si riposizioner automaticamente nella finestra Modalit Peso.

10.1.2 Cloch
La funzione cloch consente di impostare la data e lora attuali.
Le informazioni associate alla data ed allora sono impiegate durante lesecuzione delle stampe.

Tasti attivi

Tasto ESC premuto una volta si torna a SETUP premuto una seconda volta si torna in modo peso.

Conferma la scelta e entra nella funzione


Alla conferma della scelta avremo la seguente finestre:

ANNO
XX
Il lampeggio della coppia di cifre interessate indicher quale campo attivo per la modifica.
Modificare tramite i tasti numerici 0-9 e confermare con il tasto:

Conferma e passa alla finestra mese.

MESE
XX
Il lampeggio della coppia di cifre interessate indicher quale campo attivo per la modifica.
Modificare tramite i tasti numerici 0-9 e confermare con il tasto:

Con ferma e passa alla finestra giorno

GIORNO
Manuale Utente

Pagina 16 di 42

_________________________________________________________________________________________________________

XX
Il lampeggio della coppia di cifre interessate indicher quale campo attivo per la modifica.
Modificare tramite i tasti numerici 0-9 e confermare con il tasto:

Conferma e passa alla finestra ore

ORE
XX
Il lampeggio della coppia di cifre interessate indicher quale campo attivo per la modifica.
Modificare tramite i tasti numerici 0-9 e confermare con il tasto:

Conferma e passa alla finestra minuti.

MINUTI
XX
Il lampeggio della coppia di cifre interessate indicher quale campo attivo per la modifica.
Modificare tramite i tasti numerici 0-9 e confermare con il tasto:

Conferma e si passa alla finestra generale in cui viene indicato in seguenza la data
per esteso e lora per esteso

10.1.3 Menu/Archivio tare

TARE
Tale funzione permette di memorizzare fino a 10 valori di tara predeterminata.
Tasti attivi

Tasto ESC premuto una volta si torna a SETUP premuto una seconda volta si torna in modo peso.

Manuale Utente

Permette di scorrere le tare inseriti

Pagina 17 di 42

_________________________________________________________________________________________________________

Conferma e si entra nella funzione tare


Avremo a disposizione la seguente sequenza finestre:

TARA 01
00000.0
Anche in questo caso avremo che il punto decimale sar disponibile nel caso in cui lo strumento sia stato
campionato con portata e divisone compatibili alla visualizzazione con decimali.
Con i tasti numerici possiamo inserire il valore di tara desiderato (espresso in kg).

1.0
Conferma con
Anche per questo tipo di dato abbiamo le stesse indicazioni e limitazioni viste per linserimento del valore di
tara predeterminata.
Allatto della stampa avremo che insieme al valore di tara predeterminata darchivio selezionato sar
presente il simbolo PT.
Ripetere loperazione fino ad aver memorizzato tutti i codici.
Linserimento dei 10 valori di tara non comporta unattivazione immediata del dispositivo medesimo. Per
poter attivare il valore di tara desiderato necessario che lo strumento si trovi in modalit peso e senza
alcun dispositivo di tara precedente attivo.

10.1.4 INT

INT
Questa funzione permette di impostare 4 righe di intestazione dello scontrino (attiva solo con stampante a
rotolo), che rimangono nella memoria del visore.
Ogni riga pu ricevere 20 cr alfanumerici, per linserimento dei caratteri alfanumerici fare riferimento alla
tabella ASCII riportata nel seguente manuale

Tasti attivi

Tasto ESC premuto una volta si torna a SETUP premuto una seconda volta si torna in modo peso.

Permette di passare da una riga allaltra

Conferma con

Manuale Utente

Pagina 18 di 42

_________________________________________________________________________________________________________
Sul display verr visualizzato la scritta

R1
01

032

Dove sulla Sx del display viene riportata la riga che si sta utilizzando e sulla parte Dx il numero della tabella
ascii , che per default il 032
Ora possiamo digitare il carattere desiderato inserendo il numero corrispondente della tabella ascii.

Confermare con
Automaticamente sul display verr visualizzato il secondo carattere da inserire sempre della riga 1

01

032

Inserire il secondo carattere come descritto sopra, ripetere loperazione fino allinserimento dellultimo cr.
Inserito lultimo cr. Della riga il display si posiziona sul primo cr. Della riga.
Si ricorda che ogni riga ha un massimo di 20 cr.

10.1.5 Soglie
Questa funzione permette di impostare il valore in peso delle n 4 soglie (Ouput), in modo che quando il
peso bilancia raggiunge il valore impostato di ogni singola soglia attiva un contatto in uscita.

SOGLIE
Tasti attivi

Tasto ESC premuto una volta si torna a SETUP premuto una seconda volta si torna in modo peso.

Si passa da una soglia allaltra.

Confermare con il tasto


Sul display verr visualizzata la prima soglia di peso da impostare

SO - 1
3000.0

Manuale Utente

Pagina 19 di 42

_________________________________________________________________________________________________________
Impostare la nuova soglia di peso , conforme alla divisione e

1000.0
Confermare con
Il display visualizzer la seconda soglia di peso.
Impostare le soglie restanti come descritto precedentamente

IMPORTANTE
Le soglie di peso per essere attive sul visore deve avere la scheda I/O (a richiesta) e deve essere attivata
tramite il programma tecnico.

10.2 Menu Funzioni Strumento


Per accedere al Menu Funzioni Strumento

Premere il tasto

Funzioni disponibili
AUTOSPEGNIMENTO
CONTAPEZZI
CODE I
CODE N
SCONTRINO
S BATTERIA
RESET DB
RESET TM
N SCONTRINO
FERRO
COPIE
Tasti Attivi

Tasto ESC premuto una volta si torna a SETUP premuto una seconda volta si torna in modo peso.

Si seleziona se il parametro deve essere attivi (SI) o non attivo (NO) o si seleziona una opzione

Si passa da un parametro allaltro

Il primo voce di menu il parametro di autospegnimento del visore.

AUTOSP
00
Manuale Utente

Pagina 20 di 42

_________________________________________________________________________________________________________
In questa posizione possiamo selezionare e attivare la funzione contapezzi

Premere il tasto
Sul display verr visualizzato la scritta

PCS
NO
Si seleziona se il parametro deve essere attivi (SI) o non attivo (NO)

Confermare con
Automaticamente sul display verr visualizzato il parametro successivo

AUTOSP
00
Tale parametro permette di attivare lo spegnimento automatico del visore
Con i tasti numerici possiamo inserire il valore del tempo di auto spegnimento desiderato
La condizione 00 visore sempre acceso
La condizione 01-30 espresso in minuti il tempo di spegnimento del visore
Nessuna azione sulla tastiera o nessuna variazione di zero, azioner il dispositivo di auto spegnimento.
Una volta impostato il tempo di auto spegnimento e

Confermare con
Automaticamente sul display verr visualizzato il parametro successivo

CODE I
NO
Questo parametro consente di impostare se si desidera, o meno, avere a disposizione, nella stampa e nel
protocollo seriale per PC, il codice generico di identificazione.

Si seleziona se il parametro deve essere attivi (SI) o non attivo (NO)

Manuale Utente

Pagina 21 di 42

_________________________________________________________________________________________________________

Confermare con
Automaticamente sul display verr visualizzato il parametro successivo

CODE N
NO
Questo parametro consente di impostare se si desidera, o meno, avere a disposizione, nella stampa e nel
protocollo seriale per PC, il codice memorizzato di identificazione.

Si seleziona se il parametro deve essere attivi (SI) o non attivo (NO)

Confermare con
Automaticamente sul display verr visualizzato il parametro successivo

SCON
SINGLE
Questo parametro consente di impostare se gli scontrini verranno stampati in modalit pesata singola o
modalit pesata multipla (accumolo).

Opzioni disponibili
- Scontrino con pesata singola;
- Scontrino con pesate multiple;

Permette di scegliere le 2 opzioni

Confermare con
Automaticamente sul display verr visualizzato il parametro successivo

S BATT
NO
Consente di gestire il livello di carica della batteria, quando la batteria scarica viene segnalato sul display
Low Batt.
Manuale Utente

Pagina 22 di 42

_________________________________________________________________________________________________________

Si seleziona se il parametro deve essere attivi (SI) o non attivo (NO)

Confermare con
Automaticamente sul display verr visualizzato il parametro successivo

RES DB
NO
Esegue un reset degli archivi totali e codici memorizzati

Si seleziona se il parametro deve essere attivi (SI) o non attivo (NO)

Confermare con
Automaticamente sul display verr visualizzato il parametro successivo

RES TM
NO
Esegue un reset degli archivi totali (lordo, tara e netto) di tutti gli articoli

Si seleziona se il parametro deve essere attivi (SI) o non attivo (NO)

Confermare con
Automaticamente sul display verr visualizzato il parametro successivo

N SCON
NO
Permette una numerazione progressivo dello scontrino in automatico

Si seleziona se il parametro deve essere attivi (SI) o non attivo (NO)

Manuale Utente

Pagina 23 di 42

_________________________________________________________________________________________________________

Confermare con
Automaticamente sul display verr visualizzato il parametro successivo

FERR0
NO
Permette di attivare la modalit di pesatura in modo ferro

Si seleziona se il parametro deve essere attivi (SI) o non attivo (NO)

Confermare con
Automaticamente sul display verr visualizzato il parametro successivo

COPIE
1
Tale funzione permette di impostare quante copie di scontrino si vuole stampare max. 4 copie (attiva solo
con la funzione di scontrino singolo)
Con i tasti numerici si inserisce le copie desiderate

Confermare con
Automaticamente sul display verr visualizzato il primo parametro

Manuale Utente

Pagina 24 di 42

_________________________________________________________________________________________________________

11 Stampe
Le stampe abbinate allo strumento possono essere di 3 tipi:
Stampa scontrino con pesata singola;
Stampa scontrino con pesate multiple;
Stampa totale scontrino (chiusura); abbinato alle pesate multiple
Stampa totale per codice memorizzato

11.1 Stampa scontrino singolo


Nel caso di selezione con pesta singola avremo che lo scontrino si apre e si chiude nel medesimo istante
allatto dellesecuzione della stampa. Per attuare la stampa dobbiamo posizionarci nella finestra Modalit
peso e premere il tasto:

La stampa dello scontrino avr effetto immediato; un fax-simile di scontrino potr essere (Tara automatica e
tara predeterminata o darchivio):

-21/10/2002-10:12CI: 123
CM: 543
Scontrino: 1
Lordo:
145.2 kg
Tara:
100.0 kg
Netto:
45.2 kg

-21/10/2002 10:12CI: 123


CM: 543
Scontrino: 1
Lordo: 145.2 kg
Tara:
100.0 kg PT
Netto:
45.2 kg

-21/10/2002 10:12CI: 123


CM: 543
Scontrino: 1
Lordo:
145.2 kg
Tara:
0.0 kg
Netto:
145.2 kg

Lesempio qui sopra mette in evidenza una stampa senza dispositivo di tara inserito.

Manuale Utente

Pagina 25 di 42

_________________________________________________________________________________________________________

11.2 Stampa scontrino parziale (multiplo)


Nel caso di selezione con pesata multipla avremo che lo scontrino si apre allatto dellesecuzione della prima
stampa. Le successive esecuzioni saranno abbinate al medesimo scontrino. La chiusura dello scontrino
verr eseguita tramite il tasto F2 vedi cap. 13.3 stampa totale scontrino.
Per attuare la stampa

premere il tasto
La stampa dello scontrino avr effetto immediato; un fax-simile di scontrino potr essere (Tara automatica e
tara predeterminata o darchivio):

- 21/10/2002 10:12 CI: 123


CM: 543
Scontrino: 1
Pesata:
1
Lordo:
145.2 kg
Tara:
100.0 kg
Netto:
45.2 kg
Pesata:
2
Lordo:
200.0 kg
Tara:
100.0 kg
Netto:
100.0 kg
Negli esempi di scontrino abbiamo evidenziato i due codici CI e CM.
Il primo codice quello di identificazione cliente, mentre il secondo il codice materiale attivo. Per il codice
Cliente non dobbiamo pi dire nulla in quanto verr stampato se presente in memoria.
Il codice materiale, invece, dovr essere richiamato in quanto necessario scegliere quale dei 30 codici
darchivio dovr essere attivo.
Per fare questo, prima di ogni pesata e stampa, si deve selezionare, se lo si desidera, il codice materiale
desiderato. In Modalit peso premere il tasto

Avremo
la seguente sequenza maschere:

CODE N
Il codice presente a display non potr essere modificato.

Si passa da un codice allaltro

Conferma la scelta
Alla conferma lo strumento si riposizioner nella finestra di modalit peso.
Il codice confermato sar quello attivo per la stampa; rester attivo fino a successiva modifica.

Manuale Utente

Pagina 26 di 42

_________________________________________________________________________________________________________

11.3 Stampa totale scontrino (chiusura scontrino multiplo)


Questa funzione attiva solo con la stampa multipla dello scontrino in quanto permette di chiudere la
scontrino con il totale lordo, tara e netto

esegue la stampa totale scontrino


Possiamo stampare la chiusura dello scontrino. Nella figura qui sotto abbiamo un fax-simile di chiusura
scontrino (si evidenzia anche lo scontrino intero):

- 21/10/2002 10:12 CI: 123


CM: 543
Scontrino: 1
Pesata:
1
Lordo:
145.2 kg
Tara:
100.0 kg
Netto:
45.2 kg
Pesata:
2
Lordo:
200.0 kg
Tara:
100.0 kg
Netto:
100.0 kg
Tot. Pesate: 0002
Tot. Lordo: 345.2 kg
Tot. Tara: 200.0 kg
Tot. Netto: 145.2 kg

11.4 Stampa Totale per Articolo


Selezionare nello setup utente il menu codici selezionare il codice desiderato e premere il tasto

Stampa totale per codice articolo

Manuale Utente

Pagina 27 di 42

_________________________________________________________________________________________________________

12 Programmazione porte seriali Rs232


Per accedere alla programmazione delle porte seriale e alla selezione delle periferiche da abbinare, tenere
premuto contemporaneamente allaccensione il tasto

e
Fino a quando sul display non viene visualizzato la seguente finestra

SETS
-C1Tramite il tasto

si seleziona la funzione desiderata


Funzioni Disponibili

-C1Si riferisce alla porta seriale com 1 (esterna)

-C2Si riferisce alla porta seriale com 2 (Interna)

- PRN Si seleziona la stampante da abbinare alla com 2

- COM Si attiva o si seleziona le periferiche da abbinare alla porta seriale com 1


Selezionato la funzione desiderata

Confermare con
automaticamente si entra nella programmazione della funzione desiderata.
Vediamo ora la programmazione delle singole funzioni:

-C1Confermare con
Manuale Utente

Pagina 28 di 42

_________________________________________________________________________________________________________
Si avr la seguente finestra:

COM 1
TAST
Tale funzione permette di impostare la modalit di trasmissione del pacchetto dati della porta seriale com1
(esterna)

Si seleziona il parametro desiderata

Opzioni Disponibili
Tast:
Wait-r:
Stabilit:
Repeat:

i dati saranno presenti in seriale solo dopo aver premuto, in Modalit Peso, il tasto F1
i dati saranno resi disponibili solo su richiesta da Host. Vedi 14 Interfacce
i dati saranno resi presenti solo al raggiungimento della stabilit del peso
permette di avere i dati in seriale in modo continuo con periodo di circa 300 msec.

Selezionato il parametro desiderato

Conferma con
Per tornare

Esce dalla funzione

-C2Conferma con
Si avr la seguente finestra:

COM 2
TAST
Tale funzione permette di impostare la modalit di trasmissione del pacchetto dati della porta seriale com2
(interna)

si seleziona la voce desiderata e conferma

Manuale Utente

Pagina 29 di 42

_________________________________________________________________________________________________________

Opzioni Disponibili
Tast:
i dati saranno presenti in seriale solo dopo aver premuto, in Modalit Peso, il tasto F1
Stabilit:
i dati saranno resi presenti solo al raggiungimento della stabilit del peso
Selezionato il parametro desiderato

Conferma con
Per tornare

Esce dalla funzione

- PRN Conferma con


Si avr la seguente finestra:

PRN
NO PRN
In questa fase possiamo programmare la stampante desiderata da abbinare alla porta seriale com 2
(interna)

Seleziona la stampante desiderata e conferma

Opzioni Disponibili
FH190:
TM295:
C4:
No Prn:

Stampante termica a rotolo solidale al visore


Stampante a cartellino multiplo esterna
Etichettatrice termica
Disattivazione della porta seriale 2

Selezionato il parametro desiderato

Conferma con
Per tornare

Esce dalla funzione

Manuale Utente

Pagina 30 di 42

_________________________________________________________________________________________________________

- COM Conferma con


Si avr la seguente finestra:

COM 1
TO PC
In questa fase possiamo programmare la periferica desiderata da abbinare alla porta seriale 1 (com1)

Seleziona la voce desiderata e conferma

Opzioni Disponibili
To PC:
ToH190:
ToH60:
ToH20:
No Com:

Protocollo seriale verso PC tasto F1


Ripetitore di peso H170
Ripetitore di peso H60
Ripetitore di peso H20
Disattivazione della porta seiale1

Selezionato il parametro desiderato

Conferma con
Per tornare

Esce dalla funzione

Importante
Spegnere e accendere il visore per memorizzare la/e modifiche effettuate

Manuale Utente

Pagina 31 di 42

_________________________________________________________________________________________________________

13 Interfacce
Nella configurazione base lo strumento si presenta con 2 seriale di tipo RS232 standard. (com 1 esterna
com 2 interna)
I parametri di configurazione del protocollo seriale sono fissi; in particolare:
a. 9600 bit/sec
b. Nessuna parit
c. 1 bit di stop
d. 8 bit di dato.
La seriale RS232 COM1 esterna e bidirezionale. Pu essere impiegata nella comunicazione seriale con
PC, badge e maxidisplay, o stampanti implementate nell indicatore.
Ricordiamo che la comunicazione di tipo RS232 garantita se le distanze tra dispositivi inferiore a 5m.
Il connettore Rs232 COM1 un 9 poli.
Nel corso del tempo si adottato due versioni di connettore a vaschetta per la com1, nella prima versione
con il connettore era un 9 poli maschio, invece nelle ultime versioni il connettore un 9 poli femmina
Tabella di riferimento pin-out com1:

Conn. Vaschetta
SUB-D 9 P. Maschio
N Pin

Descrizione

Conn. Vaschetta
SUB-D 9 P. Femmina
N Pin

Descrizione

1
2
3
4
5
6
7
8
9

GND
NC
TXD com 1
RXD com 1
NC
SDA (TXD e RXD i2cbus)
SCL (Clock i2cbus)
5V
TXD com 2

1
2
3
4
5
6
7
8
9

NC
RXD com 1
TXD com 1
NC
GND
TXD com 2
5V
SCL (Clock i2cbus)
SDA (TXD e RXD i2cbus)

Manuale Utente

Pagina 32 di 42

_________________________________________________________________________________________________________

Descrizione della stringa seriale


STXSTATO~Data ~Ora~n Scontrino~n Pesata~Cod. 1~Cod. 2~Peso Lordo~Tara~Peso Netto~CHKETX
STX

Inizio Testo 02 Hex

Separatore Stringhe '~' ASCII

STATO

Carattere ASCII - Pu assumere i seguenti significati


E (errore)
S (peso stabile)
I peso Instabile
O uguale /maggiore P.Max
Separatore Stringhe '~' ASCII

Data

Stringa Data (10 caratteri)

Separatore Stringhe '~' ASCII

Ora

Stringa Ora (5 caratteri)

Separatore Stringhe '~' ASCII

N Scontrino

Stringa n Scontrino (6 caratteri)

Separatore Stringhe '~' ASCII

N Pesata

Stringa n Pesata (4 caratteri)

Separatore Stringhe '~' ASCII

Cod. 1

Stringa Cod. 1 (6 caratteri)

Separatore Stringhe '~' ASCII

Cod. 2

Stringa Cod. 2 (6 caratteri)

Separatore Stringhe '~' ASCII

Peso Lordo

Valore del peso Lordo (7 caratteri)

Separatore Stringhe '~' ASCII

Tara

Valore Tara (7 caratteri)

Separatore Stringhe '~' ASCII

Peso Netto

Valore del peso Netto (7 caratteri)

Separatore Stringhe '~' ASCII

Chk

Carattere della checksun

ETX

Fine Testo 03 Hex

Dove:
Chk
il controllo sulla checksum calcolata come somma Modulo 128 di tutti i caratteri precedenti in OR
binario con il carattere 80Hex.
La configuarazione del seriale (invio dei dati) pu avvenire :
In continua
Da tasto visore
A stabilit peso
A richiesta da Host

Manuale Utente

Pagina 33 di 42

_________________________________________________________________________________________________________

RICHIESTA: I dati saranno resi disponibili solo su richiesta da Host. La richiesta dovr avere il seguente
formato:
STXLETX
dove:
CODICE
STX
L
ETX

DESCRIZIONE
Carattere 02Hex ASCII
Carattere L ASCII
Carattere 03Hex ASCII

La risposta NACK verso lo strumento comporta un rifiuto da parte dello strumento della richiesta ricevuta. Il
pacchetto NACK sar il seguente:
STXNACKETX
Dove:
CODICE
STX
NACK
ETX

Manuale Utente

DESCRIZIONE
Carattere 02Hex ASCII
Carattere 15Hex ASCII
Carattere 03Hex ASCII

Pagina 34 di 42

_________________________________________________________________________________________________________

Connessioni periferiche alla Rs232 COM1 esterna


Collegamento TE1000L/XPL a P.C.
TE1000L/XPL
P.C.
Conn. SUB-D 9 P.F.
Conn. SUB-D 9 P.M.
Pin. 5 GND_________________ Pin. 5 GND
Pin. 2 Rx___________________ Pin. 3 Tx
Pin. 3 Tx___________________ Pin. 2 Rx

TE1000L/XPL
P.C.
Conn. SUB-D 9 P.M.
Conn. SUB-D 9 P.M.
Pin. 1 GND_________________ Pin. 5 GND
Pin. 4 Rx__________________ Pin. 3 Tx
Pin. 3 Tx__________________ Pin. 2 Rx

Collegamento TE1000L/XPL a Etichettatrice mod. C4


TE1000L/XPL
Etich. C4
TE1000L/XPL
Etich. C4
Conn. SUB-D 9 P.F.
Conn. SUB-D 9 P. F.
Conn. SUB-D 9 P.M.
Conn. SUB-D 9 P. F.
Pin. 5 GND_________________ Pin. 5 GND
Pin. 1 GND________________ Pin. 5 GND
Pin. 6 Tx___________________ Pin. 3 Rx
Pin. 9 Tx__________________ Pin. 3 Rx

Collegamento TE1000L/XPL a Stampante a cartellino mod. TM-U295


TE1000L/XPL
STP. TM-U295
TE1000L/XPL
STP. TM-U295
Conn. SUB-D 9 P.F.
Conn. SUB-D 25 P. F.
Conn. SUB-D 9 P.M.
Conn. SUB-D 25 P. F.
Pin. 5 GND________________ Pin. 7 GND
Pin. 1 GND________________ Pin. 7 GND
Pin. 2 Rx__________________ Pin. 2 Tx
Pin. 4 Rx__________________ Pin. 2 Tx
Pin. 6 Tx__________________ Pin. 3 Rx
Pin. 9 Tx__________________ Pin. 3 Rx

Importante
Per abbinare la stampante TM-U295 allindicatore spostare il microswitch n 3 posto sotto la stampante
siglato SW1 in posizione ON
Collegamento TE1000L/XPL a Stampante a cartellino mod. Lx300+
TE1000L/XPL
STP Lx300+
TE1000L/XPL
STP Lx300+
Conn. SUB-D 9 P.F.
Conn. SUB-D 25 P. F.
Conn. SUB-D 9 P.M.
Conn. SUB-D 25 P. F.
Pin. 5 GND_________________ Pin. 7 GND
Pin. 1 GND_________________ Pin. 7 GND
Pin. 6 Tx__________________ Pin. 3 Rx
Pin. 9 Tx__________________ Pin. 3 Rx
Pin. 2 Rx__________________ Pin. 20 Tx
Pin. 4 Rx__________________ Pin. 20 Tx

Collegamento Ripetitore di peso (MaxiDisplay) H 20


TE1000L/XPL
Conn. SUB-D 9 P.F.
Pin. 5 GND
Pin. 3 Tx

Rip. H20
Gnd
Rx

TE1000L/XPL
Rip. H20
Conn. SUB-D 9 P.M.
Pin. 1 GND
Gnd
Pin. 3 Tx
Rx

Vedi disegno

Ripetitore di peso H 20
Morsettiera collegamento

Rx Tx Gnd

alimentazione
6 V dc

-+
Manuale Utente

Pagina 35 di 42

_________________________________________________________________________________________________________

Collegamento Ripetitore di peso (MaxiDisplay) H 60


TE1000L/XPL
Conn. SUB-D 9 P.F.
Pin. 5 GND
Pin. 3 Tx

Rip. H60

TE1000L/XPL
Rip. H60
Conn. SUB-D 9 P.M.
Pin. 1 GND
Gnd
Pin. 3 Tx
Rx

Gnd
Rx

Vedi disegno

Ripetitore di peso H 60

+ 12 Vdc
-0V

CONVERTITORE

Morsettiera collegamento

Gnd
RX
Collegamento Ripetitore di peso (MaxiDisplay) H 170
TE1000L/XPL
Conn. SUB-D 9 P.F.
Pin. 5 GND
Pin. 3 Tx

Rip. H190
Gnd
Rx

TE1000L/XPL
Rip. H190
Conn. SUB-D 9 P.M.
Pin. 1 GND
Gnd
Pin. 3 Tx
Rx

Vedi disegno

TE1000

Ripetitore di peso H170


1
1

RX

RX

GND
GND

LATO COLLEGAMENTI

Manuale Utente

VISTA FRONTALE ESTERNA

LATO COLLEGAMENTI

VISTA FRONTALE ESTERNA

Pagina 36 di 42

_________________________________________________________________________________________________________

Riferimento tasti tastiera agli ingressi e uscite


1 Tasto di azzeramento automatico
2 Tasto stampa scontrino F1
3 Tasto stampa totale scontrino F2
4 Tasto tara automatica

Collegamento Ingressi e Uscite conn. SUB-D 25 poli maschio esterno


Conn. SUB-D 25 P. M. TA1000A
Pin. - 1-2
Pin. - 5-6
Pin. - 8-9
Pin. - 12-13
Pin. - 14
Pin. - 15
Pin. - 17
Pin. - 24
Pin. - 25

Ingressi

Uscite
Rel 1
Rel 2
Rel 3
Rel 4

Tasto azzeramento automatico


Tasto stampa scontrino F1
comune
Tasto stampa totale scontrino F2
Tasto tara automatica

Esempio collegamento uscite

0 volt

+ 12/24 volt

Manuale Utente

Pagina 37 di 42

_________________________________________________________________________________________________________

Scheda analogica in tensione (opzionale)


Zero = 2 V.
FS = 10 V.
Abilitare la funzione RegBox del TE1000L lato programma tecnico
Alimentazione circuito a 24Vdc
Collegamento
Connettore a vaschetta SUB-D 25 poli maschio
PIN 6 --------PIN 24---------

+ 24 Vdc
0 Vdc

PIN 22--------PIN 20---------

uscita analogica Zero = 2 V.


uscita analogica FS = 10 V.

Scheda analogica in corrente (opzionale)


Zero = 4 mA
FS = 20 mA
Abilitare la funzione RegBox del TE1000L lato programma tecnico
Alimentazione circuito a 12/24Vdc
Collegamento
Connettore a vaschetta SUB-D 25 poli femmina
PIN 6 --------PIN 20---------

Manuale Utente

+ circuito 4/20 mA
circuito 4/20 mA

Pagina 38 di 42

_________________________________________________________________________________________________________

Collegamento RegBox (opzionale)


Connettore a vaschetta SUB-D 9 poli Femmina
Pin 2 Tx
Pin 3 Rx
Pin 5 Gnd
I parametri di configurazione del protocollo seriale sono fissi; in particolare:
e. 9600 bit/sec
f. Nessuna parit
g. 1 bit di stop
h. 8 bit di dato.

Protocollo dati RegBox


Risposta per PC

CAMPI

DATO

CHR$

1 STX

2 TIPO PROTOCOLLO

3 SEPARATORE

;
n bytes in formato numerico ASCII che
identificano il numero progressivo di pesata
;

4 N prog. pesata
5 SEPARATORE
Valore di peso espresso in kg
6 compreso leventuale punto
decimale.
7 SEPARATORE
8 Peso stabile
9 SEPARATORE

10 CHECKSUM

11 ETX

7 byte in formato ASCII indicanti il valore di peso


;
Carattere S della tabella ASCII indicante peso
stabile
;
CARATTERE ASCII RICAVATO COME SOMMA
MODULO 128 DI TUTTI I CARATTERI
PRECEDENTI (FINO A SEPARATORE); IL
RISULTATO DEVE ESSERE IN OR BINARIO
CON CARATTERE 80Hex
3

Risposta in caso di peso instabile o comando di richiesta errato o configurazione errata del TE1000

BYTE

DATO

CHR$

1 STX

2 NACK

15

3 ETX

Comando di richiesta dati da parte del P.C.

BYTE

DATO
1 STX
2 LETTURA
3 ETX

Manuale Utente

CHR$
2
W
3

Pagina 39 di 42

_________________________________________________________________________________________________________

14 Connessione cella di carico


Per connettere il ponte di celle di carico (fino ad un massimo di 12 celle di carico), si utilizza il connettore a
vaschetta 9 poli femmina posto sul retro dello strumento (si fa riferimento alla versione da tavolo). Nella
versione da parete il cavo per cella di carico entra nello strumento tramite lausilio di un passacavo in
metallo.
Il cavo della cella da impiegare costituito da una doppia schermatura:
a. Una interna da collegare a GND strumento;
b. Una esterna da collegare allinvolucro di metallo del connettore stesso (guscio) o, comunque, al
contenitore facente parte dello strumento stesso.
Il pin-out del connettore 9 poli femmina il seguente:
PIN Nr.

DESCRIZIONE

DIREZIONE

1
2
3
4
5
6
7
8
9

Sgn+ (Segnale positivo)


Sgn- (Segnale negativo)
Sns+ (Sense positivo)
Sns- (Sense negativo)
SCH (Schermo interno)
Out+ (Alimentazione
positiva)
Out- (Alimentazione
negativa)
NC
NC

In da host
In da host
In da host
In da host
Out da
strumento
Out da
strumento
-

15 Dati tecnici e metrologici


Strumento per pesare ad indicazione digitale:
Alimentazione nominale: 6 Vdc 1A con alimentatore stabilizzato esterno;
Opzione alimentazione: a batteria 6V 4Ah con alimentatore caricabatteria esterno stabilizzato 7 Vdc 1A;
Connessione alimentazione: a jack nella versione da tavolo; con passacavo in metallo nella versione da
parete;
Indicazione: digitale con display a led 7 segmenti;
Tastiera: 24 tasti alfanumerica o numerica;
Interfacce:
1 seriale standard tipo RS232 interna monodirezionale;
1 seriale opzionale tipo RS232 esterna e bidirezionale;
Connessione COM2: con connettore a vaschetta nella versione da tavolo; con passacavo in metallo nella
versione da parete;
Celle di carico: da 1 a 12 celle di carico;
Divisioni massime: 6000 per monodivisione e 3000 per ogni campo in multirange;
Portate ammesse: da 1 a 300000 kg;
Divisioni ammesse: 1-2-5-10-20-50-100-200-500.

Manuale Utente

Pagina 40 di 42

_________________________________________________________________________________________________________

Appendice A
Il valore di accelerazione gravitazionale da inserire libero (entro limiti minimo e massimo). Tuttavia
possibile inserire valori predefiniti e pienamente compatibili con la normativa attualmente in vigore (tabelle
qui sotto). La zona di riferimento verr visualizzata allaccensione dello strumento insieme ai dati di propriet
del costruttore.

TABELLA 1: corrispondenza tra zone di gravit e denominazione codificata.


Zona di gravit di
Denominazione Visualizzazione
impiego
codificata
strumento

g associato

ZONA A

Zona 1

9,80655 m/s2

ZONA B

Zona 2

9,80237 m/s2

ZONA C

Zona 3

9,80129 m/s2

SICLIA 2

SICILIA 2

Zona 4

9,79819 m/s2

DI PROVINCIA DI Zona 5
AOSTA

9,80375 m/s2

PROVINCIA
AOSTA

Zona 6

libero

TABELLA 2: Corrispondenza territoriale delle zone A, B, C, Sicilia2


ZONA A
Zona 1
Emilia Romagna
Friuli Venezia Giulia
Liguaria
Lombardia
Marche
Piemonte
Toscana
Trentino Alto Adige
Umbria
Veneto

ZONA B
Zona 2
Abruzzo
Campania
Lazio
Molise
Puglia

ZONA C
Zona 3
Basilicata
Calabria
Sardegna
Sicilia1
(Messina,
Palermo,
Trapani)

ZONA Sicilia 2
Zona 4
Agrigento
Caltanisetta
Catania
Enna
Ragusa
Siracusa

Appendice B
TABELLA 3: Codice di anomalia.
CODICE ANOMALIA

DESCRIZIONE

Err 1

Dati flash o e2prom errati

Err 2

Comunicazione con convertitore inesistente (convertitore guasto)


Calibrazione sbagliata

Err 3
Err 4

Manuale Utente

Errore nella conversione (cella di carico scollegata, cavo cella di


carico rotto, convertitore attivo ma non gestibile correttamente)

Pagina 41 di 42

_________________________________________________________________________________________________________

Appendice C Tabella codici ascii

Manuale Utente

Pagina 42 di 42