Sei sulla pagina 1di 1

21

Urbino
SABATO 24 SETTEMBRE 2016

LA MOSTRA LE SCATOLE DI CHIARA BRIGANTI


SAR INAUGURATA oggi alle 17,30 la mostra Esprit de fentre. Le
Scatole di Chiara Briganti alla casa natale di Raffaello, presentata
dallAccademia Raffaello e lAccademia di Belle Arti di Urbino, in
collaborazione con la Galleria Ceribelli. Interverranno Luigi Bravi,
presidente dellAccademia Raffaello, di Giorgio Londei e Umberto
Palestini, rispettivamente presidente e direttore dellAccademia di Belle
Arti di Urbino, cui seguir lintervento del giornalista Antonio Gnoli.

UNIVERSIT I SINDACATI BOCCIANO LA PROPOSTA DI RIFORMA DELLA REGIONE

Ersu, il vero intento privatizzare


URBINO

AGITAZIONE Lassemblea del 19


settembre scorso dei dipendenti Ersu
URBINO

LA PAROLA chiave non riconquistare, ma costruire: costruire futuro, costruire alleanze,


costruire un programma per la citt, il segretario del Partito Democratico di Urbino Federico Scaramucci oggi pomeriggio alle 16,
allHotel Mamiani, aprir lassemblea degli iscritti del Pd urbinati,
estesa a tutti gli interessati, e forse
user proprio queste parole per
far comprendere il senso dellincontro. Dopo le ultime elezioni
comunali la priorit era la ricostruzione del gruppo e il recupero

I SINDACATI bocciano la proposta di legge della giunta regionale per riformare gli Ersu: non ci sono garanzie per il personale, i
consorzi sono un fallimento e servono solo
ad aprire la strada alle privatizzazioni di servizi. Dopo lassemblea sindacale di luned,
latmosfera si scaldata e ieri i rappresentati
delle Rsu dellErsu, Fulvio Lorenzetti e Concetta Oliviero della Uil e Roberto Cecchini
della Cisl, hanno spiegato il loro no al progetto di riforma della giunta e dellassessore regionale Loretta Bravi: Si istituisce un ente
unico strumentale della Regione, lErdis, il
cui compito fare convenzioni con i consorzi delle Universit e degli altri Istituti, a cui
delegare la gestione dei servizi per il diritto
allo studio: la legge entrer in vigore il 1
gennaio, dal 1 aprile si chiuderanno gli Ersu, poi i commissari faranno le convenzioni.
Noi non siamo daccordo sulla costituzione
dei consorzi ha spiegato Cecchini -: a Milano, ci sono voluti 3 anni per farlo, durato 2
anni poi fallito. I consorzi sono la porticina per riaprire il discorso dellaziendalizzazione e questo non ci sta bene: il nostro pri-

mo no quindi per il trasferimento delle


competenze dalle universit ai consorzi; se
lAccademia non lo fa, ad esempio, chi dar
le borse di studio ai suoi studenti? Contestiamo anche il trasferimento dei dipendenti
dallErsu allErdis, che li manda poi al consorzio non si sa con quale contratto. Vogliamo che lente per il diritto allo studio, non

I NODI
Secondo i rappresentanti delle Rsu
i consorzi saranno un fallimento
e mancano garanzie per il personale
importa se uno o 4, sia un ente strumentale
per la Regione e chiediamo di avere lo stesso
trattamento giuridico ed economico dei dipendenti regionali. Non ci piace nemmeno
che la proposta della giunta non abbia il turn
over: i soldi risparmiati con i pensionamenti
vengono messi in borse di studio, manutenzione dei collegi... e non si assume pi, ma

man mano che la gente va in pensione si


avr la necessit di esternalizzare i servizi. Infine, non sono chiare le risorse: la Regione
ha messo soldi per i prossimi 3 anni, e poi?.
NELLASSEMBLEA di luned si parlato
di stato di agitazione dei dipendenti dellErsu e si delineata la serie di richieste: prima
fra tutte, un incontro con lassessore Bravi e
il presidente Ceriscioli, visto che lassessore
non ha mai sentito la voce di chi lavora.
Lassessore ha ascoltato i segretari confederali dei sindacati, ma la proposta arrivata in
sordina a luglio e noi non abbiamo saputo
nulla fino ad agosto, nulla cera neppure nel
sito della Regione. Mi viene il dubbio che i
segretari sapessero tutto aggiunge Lorenzetti -. I consorzi aprono ai privati non solo
nelle Marche e io credo che il ministro Giannini stia preparando una legge che apre alla
Compagnia delle Opere la strada per gestire
i servizi. Dopo il referendum si toglier la
competenza alle Regioni sul diritto allo studio. Noi abbiamo contattato le Rsu degli altri Ersu e stiamo predisponendo un documento unico per chiedere un incontro.
Lara Ottaviani

I DEMOCRATICI OGGI LASSEMBLEA DEGLI ISCRITTI ALLHOTEL MAMIANI

Scaramucci: Guardiamo oltre Gambini


dei rapporti tra noi, che in qualche caso erano compromessi. Dopo 2 anni, possiamo fare un bilancio, non dobbiamo ripetere gli errori e guardare al futuro continua Scaramucci . Abbiamo chiamato lappuntamento Direzione
2019 e pensiamo agli eventi che
ci attendono: il referendum costituzionale, in cui il voto di ognuno
indipendente dallappartenenza
al Pd, le politiche del 2018, le Co-

munali del 2019 e le Regionali del


2019. Se il nostro lavoro sar serio
avremo il consenso per il Pd da
spendere nel modo migliore.

UNA PARTE della giornata sar


dedicata ai temi urbinati, ma
non vogliamo parlare solo di
Gambini e della sua maggioranza: prima la situazione era tutti
con Gambini contro il Pd, adesso

Gambini contro tutti, ma dobbiamo ricordare che Gambini ha


vinto in modo democratico anche
se ora ha tradito il progetto di cambiamento promesso, con litigi,
epurazioni, dimissioni che sono
le beghe della vecchia politica.
Noi oggi ci dedicheremo al progetto per la citt, a trovare persone in
gamba, che abbiamo gi nel Pd, e
a spiegare ai cittadini qual la nostra idea di futuro per Urbino e co-

me vogliamo attuarla continua


il segretario del Pd . Non vogliamo ri-conquistare la citt perch
le cose non tornano mai quelle di
prima: vogliamo procedere con il
percorso di rinnovamento e ascolto delle persone che hanno esperienza, come abbiamo fatto nel nostro gruppo consiliare. Anche a
Gambini diciamo di smetterla
con i personalismi: la gente ha bisogno di riconoscere il lavoro di
squadra perch se poi manca la
persona che fa da punto di riferimento vanno a rotoli tutti i progetti, come accaduto con Crespini.
Lara Ottaviani