Sei sulla pagina 1di 18

FdM

in exitu saeculi vicesimi

IMPAREMO A PARLAR
Piccolo dizionario triestino per cifi, cabibi, pignate,
regnicoli e taliani in genere

Questo libello (la cui prima edizione, oggid purtroppo introvabile, risale
al 1958-59), lungi dal volersi confrontare con opere assolutamente serie
(quali il Pinguentini), nacque quale ausilio scherzoso per giovani stagisti
- bubez, po - provenienti da varie parti dItalia e da paesi esteri che, inseriti in un ambiente dove il triestino era la lingua ufficiale, non capivano
buona parte di ci che veniva detto loro ed intorno a loro.
Questo ripescaggio (fatto basandosi sulla ahim ! - arrugginita memoria) si pu considerare un sunto della prima edizione, dedicato a coloro
cui un qualche dialetto veneto familiare. I termini abbastanza usuali nei
vari idiomi della zona che fu della Serenissima vengono quindi tralasciati,
limitandosi a riportarli quando il significato pu essere diverso da quello
pi comunemente inteso (o, meglio, quando un tale dubbio pu sorgere
all'estensore che, se se la cava abbastanza bene col triestino, viceversa
di sesquipedale ignoranza nelle altre parlate).

Regole di pronuncia
Due sono le regole fondamentali. La prima quella di pronunciare le vocali larghe, molto larghe ed aperte (le vocali strette sono appannaggio dele babe che le parla cola boca come el cul dela galina); la seconda
ricordarsi che non esiste il raddoppio delle consonanti (el radopio,
no?) salvo che nelle imprecazioni "rrrremengo" e "ccamare".
Le consonanti (a parte la questione del raddoppio) hanno lo stesso suono
dell'italiano. salvo alcuni casi, riguardanti la <c>, la <s> e la <z> dove influenze tedesche e slave si sono mescolate o sovrapposte allorigine italoveneta. In particolare:

la <c> ha suono dolce o duro come in italiano, ma nelle eccezioni si


user la <k> per indicare il suono duro e la <> per quello dolce
(come la c di "cena")
la <s> si pronuncia come la s di "sempre" salvo quando indicata
come <> (s di "cosa") oppure <> (un suono piuttosto chiuso, intermedio fra sc di "scena" e ss di "posso")
la <z> si pronuncia normalmente come la doppia z di "pozzo" (ma pi
breve) salvo quando indicata come <> (z di "zaino")

Coniugazione dei verbi:


Nella seconda e terza persona singolare e nella terza plurale il pronome va
raddoppiato (nominativo + accusativo)
Esempio.:
avr
mi g
ti te g
lu el g
noi gavemo
voi gav
lori i g

ser
mi son
ti te son (e)
lu el e
noi smo
voi s
lori i

andar
mi vado
ti te va
lu el va
noi andemo
voi and
lori i va

cir
mi ciogo
ti te cil
lu el cil
noi cilemo
voi ciol
lori i cil

vignir
mi vegno
ti te vien
lu el vien
noi vignimo
voi vign
lori i vien

Non esistono il passato remoto ed il trapassato remoto del modo indicativo


ed molto comune lo scambio fra condizionale e congiuntivo, sono pertanto usate entrambe le seguenti forme:
Se gavria bori me comprasi un capoto novo, come; Se gavesi fame me
magneria un per de cragno

Miane, dicembre 1999

Note propedeutiche
Infanti ed adolescenti
Appena nati e pi o meno sino all'et delle elementari sono pici e picie
(piccoli), anche se nei primi anni sono anche tati e tate; da quando vanno
a scuola diventano multi e multe per poi assurgere al rango di muli e
mule grosso modo dai 10 anni in su. Muli si pu restare (soprattutto
nello spirito) anche fino a 90 anni pur senza diventare mulni: questo
termine ha infatti un significato dispregiativo ed indica il ragazzo (anche
se non necessariamente ragazzone) chiassoso e maleducato.
Negozi e pubblici esercizi
Il pane si compra in panetera o dal pek; i generi alimentari (quale
pasta, zucchero, scatolame, ecc.) si trovano in botga mentre per frutta e
verdura bisogna andare in boteghn. Un miglior assortimento di
formaggi, salumi e prosciutti prosciutto cotto, spesso ancora caldo e
crudo, tagliati entrambi rigorosamente a mano con la cortelna - lo si
trova nelle salumerie il cui titolare detto anche porzitr. Un negozio
affatto particolare (esistente in pratica solo a Trieste) la drogheria in
cui si vende un po' di tutto (detersivi, articoli di profumeria, solventi,
colori, scalette, sgabelli, forbici, chiodi, quaderni, matite, ecc.) con
l'eccezione a differenza del resto d'Italia dei generi alimentari, salvo
qualche tipo di caramelle (mentine, liquirizia) e, appunto, le droghe quali
pepe, cannella e simili.
Chi va al bar pu chiedere un'espresso o un nero; deve stare invece attento se desidera un cappuccino (o capo) perch in tal caso riceve quello
che altrove il "caff macchiato", che invece a Trieste il (caff) gocciato, o semplicemente gcia. Per avere un cappuccino bisogna invece ordinare un caffellatte (cafelte) e se si desidera una quantit maggiore di
tale bevanda calda va chiesto un latte macchiato (stranamente pronunciato "all'italiana"), che solitamente viene servito in un bicchiere da 200
cc.

Se si colti da un languore e si desidera fare uno spuntino (marnda o


rebechn) si pu entrare in un "buffet" (bif) tipico esercizio esclusivamente triestino dove, oltre ad un assortimento di prosciutti, salami e
formaggi, i piatti pi caratteristici sono (v. le varie voci) la porzina, le
lugnighe de vina e de cragno, el kiserfli, i piedini e la testina di
maiale, lasciati sobbollire a lungo in un capace pentolone, insaporiti con
un po' di senape ed una grattugiata di kren ed eventualmente accompagnati da crauti (cappucci acidi), detti semplicemente capzi.
Chi infine desidera acquistare sigarette ed altri tabacchi (cir de fumar)
oppure francobolli pu soddisfare le sue necessit andando in un aplto.

ccamare > imprecazione letteral-

bochni > stinchi, tibie


bombso > ovatta
bri > soldi
botga >
negozio, laboratorio;

mente "vacca madre"


molo > prugna gialla
aplto > tabaccheria
pis > matita
armeln > albicocca
articiochi > carciofi
asi > gattuccio (pesce)
baba > donna
babzo > chiacchiera
bcolo > scarafaggio; aver bcoli in
sufta:: sragionare
bala > palla; bugia; sbornia; ser in - :
essere ubriaco; ser z de - : essere depresso
balzne > risvolti dei pantaloni
barboni > triglie (pesce)
barta > berretto: barta co l'ngia:
berretto col frontino
basabnchi > persona molto religiosa
basul > allocco (di persona)
bticl > giacca del frac (detta anche
scpolastronzi)
bazilar > darsi da fare, arrabattarsi;
v. anche pek
bianco (man de-) > bastonatura
biva > bastonatura
bi (un -) > un pochettino (corrispondente al veneto una sc'inta)
bico > toppa, pezza
bif > buffet locale caratteristico triestino dove si mangia porzina, luganighe de viena e cragno e
kaiserflas
bimbn > pene
bisa boba > andar a - : zigzagare
blangir > rubare, sottrarre
blangirsela > squagliarsela
boba > sbobba, minestra di cattiva
qualit; tipo di pesce affatto pregiato
bobi > grosse biglie di vetro
boca > bocca; a desidera: a volont

senz'altra indicazione indica il negozio di generi alimentari; patta dei


pantaloni
boteghn > negozio di frutta e verdura
brtola > coltello, roncola
britoln > temperino
brodo brustol > minestrina poverissima di cipolla soffritta, farina ed
acqua
bronza > brace
bra > bolla cutanea, escara
bbez > garzone, aiutante
bubci > chicchi di granoturco
bucl > vaso da notte; persona di
moralit non ineccepibile
buzol > ciambella
cabbo > siciliano
calandrca > spezzatino con patate
calandrn > persona grande e
grossa
clisvar > alesatore per fori nella
meccanica fine; fig. anche organo
virile
camaddici > bestemmia addolcita
camadlfo > bestemmia ancor pi
addolcita
capo > cappuccino (bevanda) - v. nota
carobra > oggetto (in genere
veicolo) in cattive condizioni
cazil > mestolo, ramaiolo
cesto > molto assiduo in chiesa
cevpcici > polpettine cilindriche di
carne cotte alla griglia
cheba > gabbia; afr de chebe: lavoro
complicato
chbiz > chi sbircia le carte da dietro i
giocatori
chibizr > sbirciare
ciapr > prendere
5

cce (far ..) > sedersi (infantile)


cici > sloveni dello hinterland; cicio no

crzola > strumento in legno dal


suono gracidante; cosa, apparecchio o vettura in cattive condizioni
crepi > stoviglie, vasellame
crdiga > cotenna; persona poco socievole, sgarbata
crodigso > unto, lercio
crmpalo > storpio, sciancato
cucr > guardare, osservare
ccer > cocchiere
ccherle > spioncino della porta
ccuruz > granoturco
cguluf > dolce a forma di ciambella
alta e troncoconica
danimarchse > danese
dtolo > dattero
Defnta (la) > l'ex impero AustroUngarico (con reverenza)
demoghla > ser un -: dicesi di vigliacco, disertore
dentl > dentice (pesce)
disbratr > sparecchiare la tavola, riassettare
distrigr > districare, ripulire, eseguire un compito
distudr > spegnere
fapnte > temperamatite
farsra > padella
fi > v. bi
fidelni > capellini (pasta per brodo)
flida > tonaca; in generale giacca,
soprabito o indumento piuttosto
lungo
flche > soldi
flzca > sculaccione
formentn > granoturco
frize > ciccioli
frugr > consumare
fufignr > imbrogliare
fulminnte > fiammifero
furln > friulano; aperitivo di vino
bianco, selz, bitter e scorzetta di limone

e per barca: dicesi di persona non


atta a svolgere un certo compito
cf, cifaril > italiano della Campania
cmberli > ser in - : essere brillo
ci > ehi ! ; stammi a sentire
ci mi ci ti > essere in confidenza
cir > prendere
cis > niente, nulla; nol me ga dito
gnanca - : non mi ha manco risposto; nol val un - : non vale nulla
clanfa > ferro da cavallo
clnfer > maniscalco, fabbro; passato
poi ad indicare anche l'idraulico
clnz > sentiero sassoso
clapa > gruppo
clcia > bolla
clonz > cosa o persona pesante, indigesta
cluca > maniglia
codo > bestemmia
cfe > fuori di testa
cgoli > ciottoli
cgoma > cuccuma
cogomta > donna piccola e grassottella
colomba > chiglia (della barca);
scavez in colomba: v. scavezr
cmio > gomito
condto > cesso
conzr > conciare; condire; affibbiare
qualcosa a qualcuno
cordla > fettuccia
cortelna > lungo coltello dalla lama
molto stretta, usato per affettare il
prosciutto
ctola > gonna
cotolr > chi va a caccia di gonnelle
(cotle)
crgno > luganighe de - : tipo di salsicce locali

futizr > abborracciare, eseguire

inverinrse > il formarsi di cappi o

male un compito
galuca > (topon.) de - : volgare, triviale
ganga > compagnia di lavoratori portuali; gruppo
garba > vomitatura
garbo > acido
giri > pesciolini argentei da frittura
(minutaglia)
gnaga > persona che parla lamentosamente
gnmpolo > incapace petulante
gnanfo > che parla con voce nasale
gome > ghette
gria > pezzo di terreno incolto, camporella
gramparla > ancoretta, amo a pi
punte
grega > greca; tu mre -: esclamazione di disappunto non offensiva
per la madre dellinterlocutore
grmbani > sentiero o terreno accidentato e sassoso
grmbano > persona rozza
grzoli > solletico
gu > affilato
ga > arrotino
gur > affilare; fornicare
guto > ghiozzo, g (pesce)
iazni > sorta di piccoli ramponi da
applicare sotto le scarpe per camminare sul ghiaccio
imaton > impietrito, intontito
imbiavr > bastonare
imbombr > inzuppare
imbuzolrse > acciambellarsi
impegol > impeciato; sfortunato
impirr > infilare, infilzare
impizr > accendere
incand > candito, caramellato
(dolce); impietrito
insemen > istupidito, ottuso
intimla > frdera da cuscino

nodi in una fune

involtizr > avvolgere


inzinganr > infinocchiare
jota > minestra tipica di patate, fagioli
e crauti

jza > goccia


kiserfli > carr di maiale affumicato

klabk > copricapo


klnz > cazzo, soprattutto in senso figurato nelle imprecazioni: testa de , no me frega un
klobe > salsicce
krpel > sensazione di malessere
krpel (ser -) > sentirsi poco bene,
malaticci
kud > demonio
kraz > vedi klnz
lmio > sciocco, senza sale (anche di
persona)
legra > gruppo (o componente) di
sfaticati poco raccomandabili
ligmbi > giarrettiere a fascia elastica
lipe (far -) > marinare la scuola
lssia > bucato (lavaggio)
lghero >lucherino; tirolese o bavarese
mandril > coleottero iridescente
(cetonia dorata)
manighto > tradizionale bicchiere
da birra col manico, di 250 cc
marangn > falegname
marnda > merenda, spuntino
maira > muretto a secco, sempre
presente nel panorama carsico
mstigabrodo > persona che parla e
agisce lentamente
matrcola > documento di abilitazione e libretto di lavoro della marina mercantile
mela > cicca (di sigaretta)
mici-moci > moine
mina > mina; patta dei pantaloni
7

mi-ma > miscuglio; mistura di vino

paserta > gazzosa


patatn > ragazza venusta
patk > torrente
pgola > pece; sfortuna
pek > fornaio; bazilr col -: avere delle

bianco e rosso
mocr > sottrarre, rubacchiare
mocrsela > battersela, squagliarsela
mcoli > moccio nasale
moli > naselli (pesce)
montur > chi veste una divisa
montra > divisa, uniforme
mulo /a > ragazzo/a
ms > somaro
musto > zanzara
napa > cappa del camino; nasone
norvegn > norvegese
ombrla > ombrello; sognrse de
ombrle: farsi venire in mente cose
sbagliate, bislacche
omlt > v. palacnche
ngia > unghia
orchestrn > pianoforte meccanico
rpo ! > esclamazione di sorpresa
(corpo di Bacco!)
so rabio > malleolo
otvo > tradizionale bicchiere di vino
(125 cc); corrisponde allombra veneta ed al tajt friulano
pachto > grossa nave di linea che fa
servizio postale
piz > colore mordente; marinata
palacnche > crpes ripiene di marmellata, noci, ecc.
pmpel > babbeo
panierz > giradito, infezione del dito
panierl > passero
pnola > traina (attrezzo da pesca)
panza > pannolino
papn > scappellotto
papza > ciabatta
papuzr > camminare sveltamente
parangl > palamito (attrezzo da pesca)
parcio > servizio (di stoviglie, biancheria, ecc.)

manie, sragionare

pr > paio
petacir > macchiare, inzaccherare
petr > affibbiare (un onere fastidioso)
pets > bevanda superalcolica
petesria > spaccio di bevande alcoliche

petessn > ubriacone


pidina > terrina, grande scodella
pignta > italiano della Puglia
pinza > dolce pasquale tipico di farina,
lievito, uova, zucchero, latte e molto
burro
pir > purea
pria > imbuto; anche ubriacone
ptima > persona lagnosa, fastidiosa
pivda > malattia che colpisce la lingua delle galline (?); che te vignsi
la - : che ti venisse un accidente
placto > manifesto, poster
plo > pozzanghera, fanghiglia
plonzr > mettere (piuttosto sgarbatamente) qualcosa in qualche posto
plonzrse > insediarsi (infischiandosene delle altrui reazioni) da qualche parte
plozcr > zampettare nellacqua o
fango
plcia > polmone (soprattutto come
cibo da gatti)
polachse > polacco
pomigr > levigare; battere fiacca
portapgola > iettatore
porzna > carne di maiale bollita
(piatto locale)
prniz > dolce pasquale di pasta
sfoglia, arrotolato e ripieno di
uvetta, noci, mandorle ed eventuale
cioccolato
8

puf > debito; cir a -: acquistare a

rochta > pugno


rochetr > colpire a pugni, bastonare
rodolto > piccola porzione di pro-

credito)
puna > ricotta
plia > polizia
pulito > poliziotto
pulisn > pulcino
pulto > cattedra, scrivania, pulpito
ppolo > disegno, figura
pupolto > bambolotto; persona
senza carattere
pup > far - :passeggiare (infantile)
psia > attrezzo (bacchettina terminante con un'ancoretta) per la pesca dei calamari; dicesi anche di
cosa o persona di cui non ci si pu
liberare
putza > come il preniz ma fatto con
la pasta lievitata della pinza, molto
simile alla gubna cividalese
quartir > appartamento
rachta > razzo
rdighi > difficolt
rampigamuri > chi si arrampica sugli specchi; dose di superalcolico
rnici > spiedini cotti alla griglia
rebechn > spuntino
regncolo > italiano (dellItalia ante
1918)
remenr > trascinare, stropicciare;
prendere in giro
remenrse > trascinarsi oziosamente
da un posto all'altro
remenla > sarcastico, che prende in
giro
remngo > equivale a "in quel paese"
remitr > confusione, sconquasso
rente > accanto
resentr > risciacquare
ribaltavapori > v. giri
ribn > pagello (pesce)
rigoinci > dolce tipico di panna
montata e cioccolato su una sottile
base di pan di Spagna
rimorcir > rimorchiare

sciutto o mortadella servita con una


fettina di pane
rongl > prugna rossa (variet "Reine
Claude")
rcsak > zaino
ruk > urto; anche passaggio (in vettura): resta ancora un poco che po'
te dago un ruk fin casa
rumigr > ruminare, rimuginare
abln > maschera per pittura o disegno, "stencil"
sacalva > pesca con rete a sacco
galleggiante (i sardoni pi boni se
quei de sacalva )
sachto > giacca
iba > dischetto, rondella
sardn > acciuga, alice (pesce)
bcia > caff debole e di scarsa qualit
biza > bacchetta, verga
brga-baln > squarciagola
bregr > strappare
brgo > strappo
brisr > scivolare
brodus > brodaglia
brodigr > pasticciare
sbrodighezi > pasticci; "petting" fra
innamorati
sbrumo > pastura (per richiamare i
pesci)
burtr > spingere
burtn > spinta, urto
scafa > acquaio, lavello bca de - :
boccaccia
scagt > dissenteria
scapuzr > uscire dalle regole
scartozeto > piccolo cartoccio; uomo
azzimato
scavezar > spezzare (o quasi) piegando, schiantare; scavez in colomba (lett. "spezzato nella chi9

glia"): sciancato o persona non del


tutto diritta (anche mentalmente)
snza > scheggia
senzr > scheggiare
schincr > rompere, svellere
sincr > urtare, cozzare
snche > biglie
scria > frusta
slino > sedano
ea > gioco del rincorrersi
sfasa > cornice
sfsa > fessura
sfia > sfoglia (pasta); sogliola (pesce)
sghiribz > scarabocchio
sghiribzo > capriccio
sincero > sincero; non ubriaco
ne > binari (della ferrovia)
nter > accalappiacani
sklbez > dicesi di persona rozza ed
inetta
lif > freno
lavz, lavazn > pioggia scrosciante
lavazr > irrorare
slpa > grossa fetta di cibo; manrovescio
lichignr > mangiucchiare svogliatamente
slissa > pesce angelo o colombo
lnz > abbondante porzione di cibo o
bevanda
lucr > tracannare
ludrrse > rimpinzarsi
lk > sorso
marn > frittata dolce strapazzata con
farina, uvetta e pinoli
nite > fette di pane dolci fritte nella
pastella
spa > pezzo di pane inzuppato
sopressr > stirare
sotiro > palombaro; testa de -: macrocefalo

spagnolto > sigaretta


sprgher > cucina economica (stufa
da cottura) a legna o carbonella

sparo > pesce identico al sarago ma


pi piccolo

sptime-un-poco > zolfanello


spighte > lacci da scarpe
spiza > prurito
spize > legnetti sottili, di solito usati
per accendere il fuoco

spizulr > frugare, sfruculiare


spriz > bicchiere di vino e selz
strafan > cianfrusaglia; dicesi anche di persona (soprattutto ragazza
o donna) sventata e superficiale
stralcio > strabico
stramusn > manrovescio
strangoln > asta di ferro; bastone
rigido
strapner > rammendare
strus > persona (soprattutto donna)
sbadata, poco curata, disordinata
stroligr > immaginare qualcosa, arrabattarsi
strligo > astrologo, indovino
struir > faticare, fare sacrifici
struza > filone di pane
uf > minestrina di farina di polenta ed
olio; anche cosa informe, confusa
sufta > soffitta; v. anche bcolo
suro > sughero; pesce argenteo di
scarsa appetibilit
susta > molla
sustna > bottone automatico (per
abiti); molletta per capelli
svtek > ciambella di stoffa imbottita
per trasportare oggetti sulla testa
svoltizr > svolgere (un rotolo, un
pacco)
t fal mona > non fare il
t rmper > non rompere (le scatole)
tacomco > cosa o persona appiccicaticcia
taconr > fornicare
10

prototipo della popolana volgare,


sboccata e senza peli sulla lingua

tacun > portamonete


tambascr > borbottare, parlare in

vergola > succhiello; anche persona (soprattutto bambini) irrequieta


vrto > aperto
vrzer > aprire
vina > Vienna; luganighe de -:
wrstel (tipo di salsicce)
vita > vita; andar in - : uscire senza
soprabito
vliga > guadino (attrezzo da pesca)
zacagnc > persona malvestita
zanchn > mancino
zapr > zappare, pestare
zapn > pestata sul piede
uca > cazzotto
zibba > grano di uva passa; bolla
(eruzione) labiale; magnr
zibbe in barta insieme: essere
in confidenza
zidla > zuccherino, mentina
zivolo > cefalo (pesce)
ima > freddo pungente
> gi
zucr > tirare
zucn > strattone; zuccone (di persona)
zufolrse > accapigliarsi (di
donne)
zfolo > ciuffolo, nappina, ciocca
zupegr > rosicchiare gli ossi, ripulire il piatto
zrlo > trottola, girella

modo poco intelligibile

tampa > bettola


tampgno > dado (di bullone)
tanco > stupido
tapdo > tappato; vestito con abiti costosi

tarocr > borbottare, brontolare incessantemente

tartifel > cerbero, diavolo


tasmetro > taxi
tato > bambinello
tazadra > tagliere
tazr > tritare; rimproverare o chiedere in modo assillante

tcia > tegame


telr > fuggire, battersela
tirca > bretella; avaro
tirche > bretelle
ttola > dolce pasquale tipico per i
bambini consistente in una treccia
di pasta di pinza (v.) che include un
uovo sodo rosso
tocir > intingere
togna > bolentino (attrezzo da pesca)
triber > arnese, attrezzo; faccendiere
trasto > banco trasversale della barca
che serve anche da supporto all'albero (mastra)
traversa > grembiule
trso > di traverso; pezzo di legno o
altro rinforzo montato trasversalmente; me s and per trso: dicesi
di boccone
tro > sentiero stretto e poco agevole
tubo > tubo; poliziotto
tmbano > ignorante, ottuso
vardr > guardare
varile > le cicatrici della vaccinazione
vendergola > venditrice del mercato, solitamente di frutta e verdura;
11

12

Elenco dei vocaboli

ccamare
molo
aplto
pis
armeln
articiochi
asi
baba
babzo
bcolo
bala
balzne
barboni
barta
basabnchi
basul
bticl
bazilar
bianco (man
de-)
biva
bi (un -)
bico
bif
bimbn
bisa boba
blangir
blangirsela
boba
bobi
boca
bochni
bombso
bri
botga
boteghn
brtola
britoln
brodo brustol
bronza
bra
bbez

bubci
bucl
buzol
cabbo
calandrca
calandrn
clisvar
camaddici
camadlfo
capo
carobra
cazil
cesto
cevpcci
cheba
chbiz
chibizr
ciapr
cce (far ..)
cici
cf, cifaril
cmberli
ci
ci mi ci ti
cir
cis
clanfa
clnfer
clnz
clapa
clcia
clonz
cluca
codo
cfe
cgoli
cgoma
cogomta
colomba
cmio
condto
conzr

cordla
cortelna
ctola
cotolr
crgno
crzola
crepi
crdiga
crodigso
crmpalo
cucr
ccer
ccherle
ccuruz
cguluf
danimarchse
dtolo
Defnta (la)
demoghla
dentl
disbratr
distrigr
distudr
fapnte
farsra
fi
fidelni
flida
flche
flzca
formentn
frize
frugr
fufignr
fulminnte
furln
futizr
galuca
ganga
garba
garbo
giri
13

gnaga
gnmpolo
gnanfo
gome
gria
gramparla
grega
grmbani
grmbano
grzoli
gu
ga
gur
guto
iazini
imaton
imbiavr
imbombr
imbuzolrse
impegol
impirr
impizr
incand
insemen
intimla
inverinrse
involtizr
inzinganr
jota
jza
kiserfli
klabk
klnz
klobe
krpel
krpel (ser -)
kud
kraz
lmio
legra
ligmbi
lipe (far -)

lssia
lghero
mandril
manighto
marangn
marnda
maira
mstigabrodo
matrcola
mela
mici-moci
mina
mi-ma
mocr
mocrsela
mcoli
moli
montur
montra
mulo /a
ms
musto
napa
norvegn
ombrla
omlt
ngia
orchestrn
rpo !
so rabio
otvo
pachto
piz
palacnche
pmpel
panierz
panierl
pnola
panza
papn
papza
papuzr
parangl
parcio
paserta
patatn
patk
pgola
pek

pr
petacir
petr
pets
petesria
petessn
pidina
pignta
pinza
pir
pria
ptima
pivda
placto
plo
plonzr
plonzrse
plozcr
plcia
polachse
pomigr
portapgola
porzna
prniz
puf
puna
plia
pulito
pulisn
pulto
ppolo
pupolto
pup
psia
putza
quartir
rachta
rdighi
rampigamuri
rnici
rebechn
regncolo
remenr
remenrse
remenla
remngo
remitr
rente
resentr

ribaltavapori
ribn
rigoinci
rimorcir
rochta
rochetr
rodolto
rongl
rcsak
ruk
rumigr
abln
sacalva
sachto
iba
sardn
bcia
biza
brga-baln
bregr
brgo
brisr
brodus
brodigr
sbrodighezi
sbrumo
burtr
burtn
scafa
scagt
scapuzr
scartozeto
scavezar
snza
senzr
schincr
sincr
snche
scria
slino
ea
sfasa
sfsa
sfia
sghiribz
sghiribzo
sincero
ne
nter
14

sklbez
lif
lavz,
lavazn
lavazr
slpa
lichignr
slissa
lnz
lucr
ludrrse
lk
marn
nite
spa
sopressr
sotiro
spagnolto
sprgher
sparo
sptime-unpoco
spighte
spiza
spize
spizulr
spriz
strafan
stralcio
stramusn
strangoln
strapner
strus
stroligr
strligo
struir
struza
uf
sufta
suro
susta
sustna
svtek
svoltizr
t fal mona
t rmper
tacomco
taconr
tacun

tambascr
tampa
tampgno
tanco
tapdo
tarocr
tartifel
tasmetro
tato
tazadra
tazr
tcia
telr

tirca
tirche
ttola
tocir
togna
triber
trasto
traversa
trso
tro
tubo
tmbano
vardr

varile
vendergola
vergola
vrto
vrzer
vina
vita
vliga
zacagnc
zanchn
zapr
zapn
auca

15

zibba
zidla
zivolo
ima

zucr
zucn
zufolrse
zfolo
zupegr
zrlo