Sei sulla pagina 1di 2

AL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO REGIONALE

INTERROGAZIONE A RISPOSTA ORALE


LAquila, 11.2.2015
Il sottoscritto Consigliere Regionale

Premesso che
con Determinazione Dirigenziale n 134 del 01 ottobre 2007 la Regione Abruzzo ha
Autorizzato per un periodo di 10 anni lesercizio di una Piattaforma Pubblica di Tipo A, nel
territorio del Comune di Alanno, peraltro realizzata con fondi pubblici di cui al
Programma Operativo Plurifondo Abruzzo 1994/1996 relativo al FERS Misura 4.1
azione
c
costata
circa
1
Milione
di
EURO;
Considerato
che tale impianto per la gestione, lavorazione e valorizzazione dei rifiuti differenziati ,
a servizio di un bacino di utenza pari ad oltre 300.000 abitanti del Comprensorio del
pesarese, stato affidato alla societ pubblica ECOLOGICA PESCARESE Spa avente
sede
in
POPOLI

Via
Salita
di
Cocco
10;
che i Comuni validati all utilizzo di tale impianto Pubblico sono stati indicati nella
Determinazione 134 del 01 ottobre 2007 stessa che qui elenchiamo : Abateggio Alanno
Bolognano Brittoli Bussi Sul Tirino - Caramanico Terme Carpineto della Nora
Castiglione a Casauria Catignano Civitaquana Corvara Cugnoli Lettomanoppello
Manoppello Nocciano Pescosansonesco Pietranico Popoli Roccamorice
Rosciano Salle Sant Eufemia San Valentino Scafa Serramonacesca Tocco Da
Casauria Torre De Passeri Turrivalignani Vicoli Pescara Montesilvano
Cepagatti Spoltore oltre ad u ulteriore sottobacino di utenza per i Comuni di Cappelle
Sul Tavo Citt Sant Angelo Civitella Casanova Collecorvino Elice Farindola
Loreto Aprutino Montebello di Bertona Moscufo Pianella Picciano Villa Celiera ,
per un totale di utenze pubbliche da servire pari ad abitanti 313.934 dei 46 Comuni
facenti parte della Provincia di Pescara;
che lautorizzazione allesercizio ha validit di anni 10 e pertanto detto impianto
pubblico ad oggi dovrebbe essere ancora operativo funzionale a servizio dei comuni
suindicati,
;
che dalla Determinazione Dirigenziale risulta altresi che limpianto stato dato in
gestione
ad
una
societ
privata
di
Chieti
Scalo
che risulta una verificata in data 7 ottobre 2010 da parte della competente Agenzia
A.R.T.A. Sede di Pescara dalla quale risultano notevoli criticit in ordine alla funzionalit
della Piattaforma ; tale verifica evidenziava e segnalava altres il sottoutilizzo dellimpianto
pubblico;
che detto impianto riportato sia nel Piano Regionale che in quello Provinciale dei
rifiuti;

Interroga il Presidente della Giunta Regionale e lAssessore competente per


conoscere
1) Come mai ad oggi limpianto Pubblico realizzato con Fondi Pubblici non risulta
funzionante;
2) Se sono state accertate le motivazioni e le responsabilit sia in capo alla societ
Ecologia Pescarese Spa che eventualmente a capo del Gestore affidatario;
3) Se il contratto decennale che prevedeva la funzionalit dellImpianto sta avendo il suo
naturale percorso ovvero stato risolto e se cosi da quale delle parti contraenti;
4) quali azioni hanno intrapreso gli enti preposti in ordine allattuale non esercizio
dellimpianto per evitare sia un danno economico erariale ai comuni soci nonch alla
collettivit, e per garantirne lefficienza;
5) Il flusso di rifiuti differenziati dei comuni indicai che erano previsti essere trattati
nellimpianto pubblico in questione , ad oggi dove vengono conferiti;
6) Se ad oggi la Societ Pubblica Ecologica Pescarese Spa ancora in essere, avendo
la stessa peraltro ricevuto specifica ulteriore autorizzazione da parte dellAlbo
Nazionale dei Gestori circa lesercizio della raccolta dei rifiuti, come da autorizzazione
nr. AQ1992 prot. 10637 del 23/10/2007;
7) A cosa sono serviti e come sono stati utilizzati i mezzi che risultano acquistati dalla
societ pubblica cosi come risulta dallautorizzazione dellAlbo Gestori;

Il Consigliere Regionale M5S


Domenico Pettinari