Sei sulla pagina 1di 6

Consiglio Regionale - Gruppo Consiliare M5S

Al Signor Presidente
del Consiglio Regionale d'Abruzzo

INTERPELLANZA

L'Aquila, l 25 ottobre 2016

Oggetto : Campagna "MI MUOVO" portata avanti dall'Unione degli Studenti Collettivo Studentesco Pescara su inefficienze e proposte sul TPL (Trasporto Pubblico
Locale).
Il sottoscritto consigliere regionale
Premesso che:
l'Unione degli Studenti ed in particolare il Collettivo Studentesco Pescara ha avviato
una campagna in Abruzzo dal titolo "MI MUOVO", con la quale gli studenti intendono
tutelare un trasporto pubblico di qualit, che comprende prezzi accessibili o gratuiti,
veicoli sicuri e corse che soddisfino le esigenze di tutti, cos come riconosciuto dal
diritto alla mobilit, sancito dall'articolo 16 della Costituzione Italiana e dall'articolo II105 della Carta dei Diritti Fondamentali Europei;
dal documento redatto dal Collettivo Studentesco Pescara si legge che tale diritto oggi
messo in discussione dai tagli e inefficienze al TPL e i continui aumenti delle tasse
scolastiche che ammontano a circa 1500 euro l'anno per la scuola secondaria di secondo
grado e 13620 euro per gli universitari;
sempre nel documento vengono sollevate diverse criticit al TPL, ed in particolare:

1) Orari critici per gli studenti su molteplici tratte: alcune corse studentesche non coincidono
con lorario scolastico, costringendo gli studenti ad entrare sistematicamente in ritardo e/o
ad uscire in anticipo. Altre sono eccessivamente affollate, superando notevolmente il limite
massimo di passeggeri trasportabili;
2) Servizio festivo insufficiente: lunghissimi tempi di attesa, che costringono la popolazione a
doversi spostare con mezzi propri, aumentando il traffico e lo smog;
3) Assenza di corse notturne;
4) Abbonamenti scolastici eccessivamente costosi, insostenibili per famiglie con nucleo
familiare numeroso, e che non sono unici per extraurbano/suburbano e urbano;
5) Tabelloni informativi presenti nella citt di Pescara e dintorni non sintonizzati con le tratte
suburbane o extraurbane;
6) Automezzi circolanti con avarie: aria condizionata guasta, avaria al motore che limita la
velocit a 20 km/h, mancata apertura/chiusura delle porte, autobus allagato dalla condensa
dellaria condizionata non correttamente incanalata, pioggia allinterno dei mezzi. Sono
tutti problemi realmente riscontrati dai passeggeri, che sono stati segnalati sulla nostra
pagina Facebook;
7) Automezzi non dotati di alcune apparecchiature antincendio, come il martello demergenza;
8) Fermate non sicure, prive di marciapiede e pensilina, poste in luoghi pericolosi, come
immediatamente dopo una rotatoria (esempio: vedi fermata di fronte Auchan);
9) Infrastrutture e automezzi disseminate di barriere architettoniche, che non consentono lo
spostamento di persone diversamente abili;
Considerato che:
il Collettivo Studentesco Pescara, con la campagna "MI MUOVO", unitamente alle
segnalazioni dei cittadini che utilizzano il TPL, ha avanzato alla Regione una serie di
proposte tese a sanare le inefficienze sopra richiamate, ed in particolare:
a. Gratuit del servizio: La Regione nei mesi scorsi ha promosso un nuovo piano sul
trasporto pubblico, punto principale di questo piano rappresenta la possibilit per 5.000
studenti, con reddito ISEE inferiore ai 15mila euro e residenti in regione da almeno 10 anni,
di usufruire di un abbonamento gratuito. Per fare ci la Regione ha innalzato il costo dei
biglietti del 15% (infatti attualmente un biglietto emesso a bordo costa 1,50 e si riscontra
un aumento di +30 per l'abbonamento annuale studentesco) ed ha ridotto del 5% il
servizio. Reputiamo ci totalmente insufficiente e per questo rivendichiamo un servizio
gratuito per tutte le studentesse e tutti gli studenti per far si che venga rispettato e tutelato

il diritto allo studio ed il diritto alla mobilit.


b. Abbonamenti personalizzabili e tariffazione: collegandoci alla problematica dei costi,
oltre alla rivendicazione della gratuit del servizio, abbiamo elaborato due proposte:
1. la possibilit di creare abbonamenti personalizzati, cosicch i passeggeri paghino solo ed
effettivamente per il percorso che gli interessa.

( innanzitutto necessario fare una distinzione tra abbonamento scolastico e abbonamento studentesco: labbonamento
scolastico consente esclusivamente e univocamente di raggiungere la scuola dalla propria abitazione, con qualunque mezzo a
disposizione (ogni linea di autobus che permette di raggiungere listituto, anche in combinazione con il treno), e vale solo dalle 6
alle 20 nei giorni feriali. Labbonamento studentesco, invece, mirato a popolazione da 0 a 26 anni. sostanzialmente un
normale abbonamento, ma con riduzione dovuta a fascia det e non per ISEE. Anchesso, ovviamente, personalizzabile. Per
personalizzabile si intende che ogni passeggero pu scegliere di abbonarsi ad alcune linee urbane, e ad altre no; a una tratta
extraurbana; a una determinata corsa del treno; oppure allintera area metropolitana. Tutto in base alle proprie esigenze. E
ovviamente il tutto deve essere economicamente vantaggioso. Anche in questo caso, per quanto riguarda il suburbano, gli
abbonamenti vanno a fasce chilometriche)
2. rivedere l'attuale sistema integrato a tempo, inserendo nuove tariffe.

(La nostra proposta in merito alla tariffazione per le autolinee dellarea metropolitana Chieti-Pescara si basa su una
modifica dellattuale sistema integrato a tempo ,con lintroduzione di una serie di ticket aggiuntivi per il bacino
metropolitano CH-PE, altamente convenienti per i consumatori.
P
Tipologia di Ticket
Duarta temporale
Costo
r
B.C.S.
una sola corsa
0.20 euro
e
B.I.T.
30"
0,40 euro
n
B.I.T.
60"
0,80 euro
P
B.I.T.
90"
1,20 euro
P
Prendiamo ad esempio un passeggero che da Francavilla Foro debba andare al centro di Pescara, per poi rimanerci
per diverse ore. Perch pagare 1,20 di biglietto quando pu usufruire di un ticket corsa semplice? Logicamente
questa misura economica taglierebbe in maniera consistente i casi di evasione, in quanto il titolo di viaggio costerebbe
meno, e quindi le persone sarebbero invogliate a vidimare il biglietto. Tutti siamo consapevoli dellelevato tasso di
evasione dal pagamento del ticket, che fa perdere circa 6 milioni di Euro allanno che potrebbero essere investiti nel
TPL. Sono palesi le cause di questo problema nel sistema del trasporto pubblico locale abruzzese: pochi controlli e
prezzi esorbitanti. Pertanto bisogna effettuare unazione di adattamento alle esigenze dei viaggiatori, che potranno
usufruire del servizio in modo pi economico, pagando tranquillamente un ticket a loro misura e non dovendo decidere
tra un titolo da 1,20 ed uno da 1,50, entrambi da 90 minuti)
c. Corse notturne: un servizio di trasporti che integri corse notturne, tutta la notte nel

periodo estivo e fino ad un determinato orario durante l'inverno, in modo da favorire


lutilizzo dei trasporti pubblici piuttosto delle automobili. Il servizio sarebbe fruibile a
chiunque frequenti la vita notturna della citt e/o lavori anche durante le ore notturne,
dando anche a chi non dispone di un mezzo privato la possibilit di potersi spostare. Si
riscontrerebbe anche un notevole impatto ambientale ed economico riducendo il numero di
consumi/emissioni prodotte dalle automobili e si garantirebbero anche pi posti auto nelle
aree centrali della citt e garantirebbe ai giovani che frequentano la movida pescarese di
tornare a casa in sicurezza, senza doversi mettere al volante creando pericolo per
l'incolumit di s stessi e degli altri.
d. Abbonamenti integrati: Riteniamo fondamentale per il sistema del trasporto pubblico
locale nella nostra regione, che si scopre sempre pi inadatto alla domanda, lintegrazione
tra il trasporto di differenti vettori, ovvero vettori su ferro e su gomma; di fatto, lunione a
livello economico delle tariffe di T.U.A. (GTM, Arpa e FAS) e Trenitalia, Societ del
Gruppo FS Italiane. Ovviamente questo sistema di tariffazione coinvolger anche
Sangritana, sia la divisione gomma, sia la divisione ferro, allinterno della stessa societ e
delle altre societ del Gruppo T.U.A.. Ovviamente nel contesto dellintegrazione ferrogomma inclusa anche la bicicletta come vettore intermedio tra treno e autobus e viceversa;
sono necessarie, pertanto, agevolazioni di tipo logistico e tariffario circa il trasporto di
biciclette a bordo dei mezzi pubblici, specie per quanto riguarda il trasporto gommato. Oggi
questo mezzo di trasporto viene visto come uneccezione a bordo, o perlomeno come un
accessorio; noi pensiamo, invece, che debba essere cardine nell integrazione ferro-gomma,
dato che essa pu sicuramente dare un impulso allintermodalit, per non parlare del
cicloturismo, con tutti i benefici che ne conseguono.
e. Servizio sicuro ed efficiente: un cittadino che prenda un autobus/un treno debba anche
essere sicuro di non viaggiare su una vettura con avarie, non revisionata o sporca, in quanto
il servizio prevede il pagamento di un titolo di viaggio, e gli introiti dei ticket dovrebbero
migliorare anche le condizioni di viaggio. Puntualmente sulla nostra pagina Facebook Mi
Muovo Pescara arrivano segnalazioni e lamentele, quasi totalmente da parte dei fruitori dei
servizi su gomma; la maggioranza dei messaggi che riceviamo da parte di chi usa lautobus,
riguarda la mancanza di sicurezza e le condizioni precarie della stabilit dellautomezzo: si
passa da disagi conseguenti allo scoppio di una sospensione fino al classico sedile
pericolante. Abbiamo anche incontrato i passeggeri dellautobus PescaraPenne, su cui
manc lazione dei freni in curva (dove fortunatamente era installato un guardrail), e le
persone che viaggiarono sul famigerato autobus andato in fiamme. Per non parlare delle
persone disabili, che non riescono ancora ad accedere ad un servizio essenziale come il
trasporto pubblico in egual misura del resto della cittadinanza. Pertanto abbiamo ipotizzato

varie misure quali:


1. Certificazione di avvenuta revisione del veicolo e calendarizzazione pulizie di
diverse tipologie: Riteniamo giusto, in nome della trasparenza, di dotare di
certificazione di avvenuta revisione ogni automezzo di TUA che circola sul territorio.
Tale scelta dettata dai continui guasti, purtroppo anche gravi, come freni non
funzionanti o incendi, che causano innumerevoli disagi ai viaggiatori e non solo. Il
certificato dovrebbe comprendere i controlli che sono stati effettuati nellultima revisione
interna, semestrale, avvenuta da parte dellofficina aziendale, il numero della matricola
dellautomezzo, la data dell ultima revisione annuale, una fotografia del cos detto
bollino blu, la data dellultima pulizia avvenuta degli interni del veicolo con
calendario generale in cui sono programmate le diverse tipologie di sanificazione degli
ambienti (es. ordinaria, leggera, completa ecc). Logicamente il documento dovrebbe
essere affisso dalla stessa societ allinterno del veicolo, nella zona riservata ai
passeggeri, in modo che il personale viaggiante e i passeggeri stessi possano avere la
possibilit di verificare lo stato del mezzo. Inoltre andrebbe rilevata, ogni mese,
lintegrit, la completezza, nonch la presenza dei vari equipaggiamenti, quali martelli di
emergenza, estintori, maniglie, fascioni e via discorrendo.
2. Sincronizzazione dei tabelloni informativi con tutto il parco mezzi T.U.A.:
Fondamentale anche la sincronizzazione dei tabelloni posti alle fermate con le autolinee
extraurbane e con tutti i veicoli del gruppo TUA, in quanto questo servizio
attualmente disponibile esclusivamente sui veicoli exGTM, mentre per il resto delle
vetture questo sistema assente. inoltre inoltre necessaria linstallazione e la
manutenzione dei tabelloni informativi anche al resto delle pensiline in cui questo
sistema non presente. Un esempio di sigle inseribili nei display a seconda delle
differenti tipologie di autolinee: Urbano: UB - Suburbano: SB - Extraurbano: EX.
3. Corse BIS ed autoveicoli snodati, soluzioni per i sovraffollamenti: essenziale
lintroduzione delle corse BIS durante la fascia oraria 12:30 14:00 in quanto in
molteplici linee, specie di tipo extraurbano, si manifestano quotidianamente dei
sovraffollamenti, talvolta anche gravosi per i passeggeri stessi, il personale viaggiante ed
il veicolo stesso. I sovraffollamenti causano ritardi e perdita di coincidenze per i
passeggeri che ne usufruiscono, persone pronte a pagare il ticket lasciate a terra,
problemi tecnici del veicolo: dalle classiche porte che non si chiudono fino al riempimento
di monete delle macchine per lemissione dei titoli di viaggio a bordo. Una valida
alternativa alle corse BIS rappresentata dagli automezzi autosnodati (ergo complessi di
veicoli composti da motrice tipo D + rimorchio), capaci di trasportare pi passeggeri
rispetto ad un solo veicolo ed inquinare di fatto al pari di un automezzo standard da 95

persone. Questa tipologia di mezzi andrebbero organizzati in modo da prestare servizio


durante la su detta fascia oraria, evitando i casi di sovraffollamento, allordine del giorno
sulle autolinee come Chieti-Pescara, 15, 21 etc.
ad oggi il Collettivo Studentesco Pescara non ha ancora ricevuto risposta adeguata
dalla Regione su quanto segnalato;
Interpella il Presidente della Giunta e l'assessore competente
Per conoscere:
1. quali siano le iniziative che questo Governo regionale intende adottare per sanare le
inefficienze e dare contestuale risposta alle richieste avanzate dagli studenti del
Collettivo Studentesco Pescara, per quanto attiene: 1) Gratuit del servizio; 2)
Abbonamenti personalizzabili e tariffazione; 3) Corse notturne; 4) Abbonamenti
integrati; 5) Servizio sicuro ed efficiente; 6) Certificazione di avvenuta revisione del
veicolo e calendarizzazione pulizie di diverse tipologie; 7) Sincronizzazione dei
tabelloni informativi con tutto il parco mezzi T.U.A.; 8) Corse BIS ed autoveicoli
snodati, soluzioni per i sovraffollamenti (sopra dettagliatamente riportate).
Il Consigliere regionale M5S
Domenico Pettinari