Sei sulla pagina 1di 2

MoVimento 5 Stelle Abruzzo

________________________________________________
LAquila, 20 Settembre 2016

Al Presidente del Consiglio della Regione Abruzzo


Giuseppe Di Pangrazio
LAquila Sede

INTERPELLANZA a firma del Consigliere SARA MARCOZZI

OGGETTO:

ASL Lanciano-Vasto-Chieti Ospedale SS.Annunziata - Sospensione servizio Test


ColoGuard

Premesso che:
-

l'Unit Operativa Complessa a Programma di Medicina Predettiva e Biologia molecolare


clinica istituita presso ha il compito, nell'ambito della disciplina di medicina di laboratorio, di offrire
percorsi diagnostici innovativi e biotecnologicamente avanzati per la predizione dei tumori e/o di
malattie degenerative, invalidanti per la persona e motivo di grave dispendio di risorse sanitarie.

l'unit ha recentemente varato un programma di diagnostica predittiva per il tumore del


colon, denominato Colo Guard che consiste nell'analisi del sangue occulto e di mutazioni genetiche
presenti all'atto dell'induzione neoplastica.

tale test ha un valore di sensibilit e specificit elevatissimo rispetto al tradizionale sangue


occulto nelle feci e permette l'esclusioni di eventuali test invasivi quali la colonscopia, evitando spese
aggiuntive e ingolfamento dei centri regionali di endoscopia.

la deliberazione di attivazione per l'utilizzo di tale test da parte della ASL Lanciano-VastoChieti del 16 febbraio 2016. Primo centro pubblico italiano ad erogare il test Cologuard.

A partire dal 16 febbraio 2016 stata attivata la gestione ambulatoriale dei pazienti con
percentuali di rischio variabili per il tumore colorettale e candidati all'esecuzione del test.

In pochissimi giorni anche per la molta utenza arrivata da fuori regione, sono state
compilate decine di schede ambulatoriali per potenziali fruitori del test.

MoVimento 5 Stelle Abruzzo


________________________________________________
-

a poche settimane dall''uscita della deliberazione di attivazione, il 6 aprile 2016, il direttore


generale Flacco riteneva, senza consultazione alcuna, di sospendere il provvedimento di erogazione
del test cologuard adducendo motivi inspiegabili quali una possibile interferenza con i programmi
regionali di screening (ricerca sangue occulto per la prevenzione del tumore del colon)

infine, da un punto di vista meramente commerciale, l'attivazione e l'erogazione del test


Cologard determinerebbe una grande mobilit attiva rispetto alle altre regioni limitrofe e,
contemporaneamente, all'interno del bacino di utenza regionale, si produrrebbe un deciso abbattimento
dell'indice di ospedalizzazione per tumori del colon con soddisfacente ricadute sugli utili di gestione
sanitaria.

Tutto ci premesso e considerato


Il sottoscritto Consigliere Regionale Sara Marcozzi
INTERPELLA
Il Presidente della Giunta Regionale, Luciano D'Alfonso, o suo delegato per sapere:

quali sono le motivazioni che hanno portato alla sospensione di tale servizio e le tempistiche
per la riattivazione dello stesso;

Potrebbero piacerti anche