Sei sulla pagina 1di 1

gennaio 2008 4

tiamo parlando delle famose dosi quo-


tidiane di frutta e verdura che aiutano
a conservare un buono stato di salute,
tenendo lontane malattie degenerative di
diversa natura. Normalmente i medici ne
raccomandano cinque, five a day, ma di
qualche settimana fa una dichiarazione del
professor Carlo Leifert, dellUniversit
di Newcastle, in Inghilterra. Rivolgendo-
si a genitori preoccupati per il poco
amore dei ragazzini verso i cibi vegetali
li ha rassicurati dicendo che: Conside-
rata la differenza in sostanze antiossi-
danti, se il bambino mangia biologico,
gi con quattro porzioni ha superato il
potere protettivo di cinque porzioni di
frutta e ortaggi ottenuti con agricoltura
convenzionale.
Laffermazione del professor Leifert
non pu essere considerata semplice-
mente una sua personale opinione.
Carlo Leifert, infatti, il coordinatore
del pi grande progetto avviato dallU-
nione Europea sulla qualit e la sicu-
rezza dei cibi. Avviato nel 2004, coinvolge
ben 31 tra universit e altri enti pubblici e pri-
vati, sparsi in tutto il continente. I dati cui si ri-
ferisce il professore sono i primi risultati di
uno studio durato 3 anni svolto dai ricercato-
ri che hanno allevato bestiame e coltivato di-
verse variet di frutta e ortaggi, oltre al fru-
mento, in terreni agricoli a coltivazione bio-
logica e non, in diverse zone dEuropa, e
hanno poi confrontato le qualit nutrizionali
e sensoriali dei cibi ottenuti. Tra i risultati pi
eclatanti, appunto leccezionale presenza di
sostanze antiossidanti nei cibi vegetali, che
arrivano al 40% in pi rispetto al convenzio-
nale, oltre a contenere quantit pi alte
di importanti oligoelementi, come ferro e
zinco. Anche nel latte le differenze sono mol-
to importanti: oltre a un 60% di pi di antios-
sidanti, la ricerca ha confermato come nel lat-
te ottenuto da vacche allevate con il metodo
biologico siano presenti in alta percentuale
acidi grassi polinsaturi salutari, una compo-
nente del grasso del latte che varia notevol-
mente in funzione della dieta dellanimale.
Proprio sul latte si centrata lattenzione
di un altro studio, olandese, pubblicato sul-
lautorevole British Journal of Nutrition:
le mamme che durante la gravidanza e lal-
lattamento bevono latte biologico aiutano
i loro bambini a combattere eczema, asma
e allergie. Lo studio suggerisce che queste
circostanze possono registrarsi anche se il
bambino, poi, beve direttamente il latte bio-
logico. I ricercatori scrivono infatti: Il consu-
mo di latticini biologici associato con la
riduzione dellincidenza delleczema.
Insomma, forse voi lettori siete gi ben con-
vinti della superiorit di prodotti bio. Ma i ri-
sultati di queste ricerche ci conforta e ci fa
sperare che le autorit nazionali ed europee
prendano delle decisioni per favorire sempre
pi la produzione e la diffusione dei cibi da
agricoltura biologica.
771592 9 356004
70011
Tecniche Nuove - via Eritrea, 21 - 20157 Milano - ISSN1592/
3568 Poste Italiane Spa - mensile - Sped. in a.p. D.L. 353/2003
(conv. In L. 27/02/2004 n. 46) art. 1, comma 1, DCB Milano
In caso di mancato recapito inviare al CMP Roserio per
restituzione al mittente previo pagamento resi
Anno IXX - N. 1
GENNAIO2008
2.90 euro
QUANTO BIOLOGICA LA MENSA DEL TUO BAMBINO?
Margherita Hack
Il cibo come metafora delluniverso
gnocchi
ricette semplici,
originali, gustose
frutta secca
dolci golosi
sani enaturali
Padellata di cavolini
e verdure al timo
a pagina 21
ortaggi
inverno in tavola
con fantasia
in copertina (foto di L. Pozzo)
Padellata di cavolini e verdure al timo
pagina 21
DI PORZIONI
e d i t o r i a l e
S
ne bastano quattro
130
cal
tempo
di preparazione
tempo di cottura
livello di difficolt
calorie per porzione
senza uova
senza latticini
senza glutine
vegetariano venetia.villani@tecnichenuove.com
CN0801@004_editoriale.qxd 5-12-2007 16:53 Pagina 4