Sei sulla pagina 1di 34

Attenzione

e coscienza trasparente
nelle simulazioni mentali
G. B.
Documento rilasciato sotto licenza Creative Commons
www.creativecommons.org
1 - 34
Premesse-Disclaimer
Questo testo rappresenta l'insieme di alcune considerazioni PERSONAL ed
!O""S#$!E sull'interessante campo delle simulazioni mentali e sulle tecnic%e
s&iluppate dal Dottor $orrado 'alan(a ri(uardo al suo studio sul )enomeno
*a+duction,-
Quanto a))ermato in .uesto documento non attin(e da una preparazione accademica
e/o titolata in materia alcuna e non rappresenta &erit0 alcuna se non in ri)erimento al
&alore personale c%e o(nuno di noi attri+uisce alle proprie idee-
n)ine1 si )a presente c%e non si %a alcuna &olont0 in tale testo di sostenere o con)utare
(li studi sul )enomeno a+duction del Dottor $orrado 'alan(a a cui ci si ri)erisce solo
analizzando alcuni aspetti reputati personalmente interessanti-
Per un appro)ondimento su(li studi del Dottor 'alan(a si in&ita il lettore a le((ere la
(rande .uantit0 di materiale disponi+ile (ratuitamente al sito internet
222-u)omac%ine-or(-
Per un appro)ondimento sul percorso A-#-#O-R-E a cui tale documento )a ri)erimento
consultate il materiale presente al sito internet 222-attore-alter&ista-or( o scaricate il
PD3 omonimo all'interno dei due siti internet sopra indicati-

4 - 34
L'attenzione e la coscienza trasparente
Nell'am+ito delle simulazioni mentali (ioca un ruolo di primaria importanza
l'attenzione della persona- All'interno del pd) *Simulazioni 'entali, 'alan(a
c%iarisce l'insieme della teoria alla +ase del S-'-"-A-D- e di come si punti a
realizzare uno strumento per (li addotti c%e permetta per mezzo della coscienza di
compiere un proprio percorso indi&iduale senza l'ausilio di operatori esterni-
$ome pi5 &olte c%iarito da 'alan(a stesso1 l'approccio alla pratica del S--'-"-A-D
de&'essere (uidato dalla serenit01 si necessita di uno stato di tran.uillit0 e di non
su((estione1 +iso(na pulire la mente da pensieri con)usi e +iso(na sapersi a&&icinare
al S--'-"-A-D con sicurezza1 senza paura e con concentrazione-
$ome in tutte le cose ri&olte ad un ampio pu++lico 6 pre&edi+ile un insieme di
di))icolt01 di))icolt0 c%e in realt0 pote&ano anc%e essere e&itate scri&endo con
ma((iore detta(lio alcune cose e considerando ad esempio i )re.uenti stati
con)usionali ed il )orte impatto emoti&o del &issuto dell'addotto-
Quasi tutti (li addotti %anno enormi di))icolt0 nello s&ol(ere il S--'-"-A-D- in modo
sereno e completo e la ma((ior parte di essi a(li inizi 7ma non solo8 non riescono a
s&ol(erlo in modo soddis)acente perc%9 +loccati a li&ello &isi&o1 non riescono a
&isualizzare (li elementi del S--'-"-A-D- e .uesto pro&oca un enorme +locco-
Per cercare di risol&ere il pro+lema si 6 creato un S--'-"-A-D- per cenestetici ed
auditi&i1 un tentati&o c%e personalmente 6 molto apprezza+ile ma c%e purtroppo non
%a a&uto i risultati c%e noi tutti spera&amo ottenesse-
Sui &ari pro+lemi e di))icolt0 de(li addotti &erso la pratica del S--'-"-A-D- Luciano
Sco(nami(lio 7(io&ane ricercatore e colla+oratore di 'alan(a8 in accordo a .uanto
personalmente ripeto da sempre1 %a espresso un condi&isi+ile punto di &ista
spie(ando c%e errore comune delle persone nell'approccio delle simulazioni mentali 6
la *mancanza di percezione,-
Si parla dun.ue non tanto di &isione intesa come ci: c%e riusciamo a &edere dentro la
nostra mente1 .uanto piuttosto di cosa *percepiamo,-
Dalla puntata di ufocast numero 61 ascolta+ile (ratuitamente online dal sito
222-u)omac%ine-or( Sco(nami(lio spie(a come la di))icolt0 di imma(inazione
s&anisce .uando ad essa si usa la *percezione, sensoriale )ocalizzando all'interno
della simulazione mentale un elemento per &olta;
3 - 34
sono nella stanza, non vado avanti finch non ho fissato la stanza, la stanza deve diventare in
qualche modo reale da qualche parte, per fare diventare reale una cosa dobbiamo percepirla,
interferire con essa e sentirla..
Un volta creata la stanza.. la percepisco a livello sensoriale, immagino di starci dentro e cammino
dentro la stanza.. la guardo tutta.. mi avvicino ad una parete e voglio vedere com' fatta, mentre a
distanza vedevo la parete come una cosa bianca e senza dettagli mi avvicino ad essa e posso notare
particolari che prima non avevo notato, noto che la parete ha una trama.. noto anche la superficie
della parete, la tocco ed immagino di toccarla
'a in c%e modo possiamo percepire la parete< Oltre a &edere possiamo dun.ue
pro&are la sensazione di tatto all'interno della simulazione mentale<
La risposta palesemente a))ermati&a a .uesta domanda 6 moti&ata dai meccanismi
della memoria sensitiva del so((etto c%e sta s&ol(endo il S--'-"-A-D-1 in accordo a
.uanto a))erma&a Stanisla&s=i>1 Sco(nami(lio parlando del pro+lema di di))icolt0
dell'addotto ad intera(ire con (li o((etti della stanza a))erma;
questo problema si risolve se si fa lavorare meno la fantasia e ci si lascia trasportare
dall'inconscio, da quello che si sente.. senza controllare troppo razionalmente ... di sicuro almeno
una volta .. anzi centinaia di volte nella nostra vita abbiamo toccato una parete e memorizzato
come si sente al tatto la parete a secondo del tipo di manifattura... ecco che se nel SI!"# mi
avvicino ad una parete bianca con l'intonaco e la tocco con le dita.. scorro con le dita, con il
palmo della mano, provo la sensazione di tatto dentro il SI!"#.... questo lo faccio con tutti sensi
L'uso di tutti i sensi )a&orisce anc%e la percezione &isi&a1 cos?1 +analmente1 se tocco
la parete la vedo meglio-
L'insieme dei canali percetti&i 7&isi&o1 auditi&o1 cenestetico81 cooperano ad aumentare
un *flusso, di concentrazione1 c%e ci porta ad uno stato c%e possiamo de)inire di
simil-trance o *autoipnosi, 7cos? come a))erma Sco(nami(lio8 do&e lo stato
inconscio si esprime li+eramente senza +locc%i creati dallo stato conscio della
persona1 il cui ultimo si ritro&a in una condizione di serenit01 di tran.uillit0 estrema1 e
di osservazione-
dunque lo stato conscio ad osservare in modo sereno l'espressivit!
dell'inconscio, supportando lo sviluppo dell'azione mentale in uno stato di simil-
trance "autoipnosi# all'interno di simulazioni mentali compiute $%&'( interventi
di persone c)e guidano la simulazione.
4 - 34
O&&iamente anc%e nelle simulazioni mentali (uidate si pu: ottenere .uesta
condizione 7ad esempio in *.+.$.8 1 ma tendenzialmente ci: non si ottiene con le
stesse condizioni- l come ottenere ci: esula momentaneamente dai nostri scopi e
ric%iedere++e uno studio apposito-
Il flusso-pensiero
'a nel detta(lio cosa intendiamo per )lusso< Nella psicolo(ia l'uso di .uesto termine
6 stato introdotto da @illiam Aames con l'opera $rincipi di psicologia.
Aames introduce il concetto di continuit! di pensiero per cui il nostro pensare si
comporta come un )iume c%e scorre ininterrottamente-
Nonostante spesso noi )acciamo delle pause per ri)lettere1 il pensiero 6 costante e non
.uantizzato- Da un punto di &ista olistico il pensiero viene dalla coscienza1 esso 6 il
flusso c)e viaggia a partire dall'arc%etipo &erso l'emozione e dall'emozione al
sim+olo )ino al )onema-
Poic%9 il pensiero 6 )rutto della coscienza esso si mani)esta in o(ni esperienza
esistenziale come continuo- Quando si ra))orza .uesto )lusso la persona si tro&a in
uno stato di flusso per cui1 la sua ener(ia psic%ica 6 come un )iume c%e scorre e
trasporta .ualun.ue cosa1 tutto 6 orientato &erso un determinato o((etto o scopo-
Lo stato di )lusso 6 ra((iunto dun.ue .uando l'intera ener(ia psic%ica1 l'insieme di
tutte le a+ilit0 e percezioni mentali sono impie(ate al massimo (rado a ra((iun(ere
uno scopo 7c%e pu: essere ad esempio particolarmente di))icile8-
La prima )ase di mani)estazione dello stato di )lusso 6 la concentrazione
dell'attenzione (enerale &erso un unico punto-o+ietti&o- Si mani)esta un
assorbimento1 un coin&ol(imento naturale e spontaneo c%e tende ad azzerare
l'attenzione &erso tutto il resto-
$ome a++iamo &isto in precedenza1 lo stato di )lusso 6 esattamente .uello c%e
a&&iene .uando si comincia a perdere l'attenzione di noi stessi1 del nostro corpo e
dell'am+iente c%e ci circonda durante l'esecuzione corretta del S--'-"-A-DB siamo
assor+iti interamente dalla simulazione mentale e la nostra attenzione 6 )ocalizzata
solo su ci: c%e percepiamo nella &irtualit0 della nostra mente-
Questa )ase di assor+imento 6 la stessa c%e si mani)esta nella prima )ase dell'ipnosi
re(ressi&a in cui si porta il so((etto a )ocalizzare la sua intera attenzione &erso
.ualcosa 7ad esempio un punto su uno sc%ermo c%e &iene osser&ato1 poi toccato1
assaporato ecc--8-
l processo psic%ico c%e porta allo stato di )lusso 6 stato denominato da Mihaly
Cziksentmihalyi 7direttore del dipartimento di scienze comportamentali C Dni&ersit0
di $%ica(o8 come coltivazione;
E - 34
la coltivazione un%attivit& psichica resa possibile soltanto dal fatto che gli esseri
umani sono capaci di focalizzare in modo selettivo la loro attenzione per il
conseguimento di mete. $oich l%attenzione il mezzo tramite il quale gli atti
intenzionali possono essere adempiuti, conveniente pensare ad essa come ad una '
energia psichica( . )...* +%energia psichica non lo stesso concetto reso familiare
nei pi, recenti scritti di -reud. #a una prospettiva psicoanalitica, essa si riferisce ad
un serbatoio inconscio di tensioni libidiche, ad una forza vitale che si manifesta in
desideri, i quali conferiscono motivazione e direzione alla vita conscia. +%uso del
tutto differente, pi, in linea con le precedenti formulazioni dello stesso -reud, in cui
egli identificava l'energia psichica con l%attenzione mobile )attenzione fluttuante*.
+%attivit& psichica consiste di intenzioni che dirigono l'attenzione, attraverso la quale
l'informazione viene selezionata e tramutata in consapevolezza. .uando noi ci
occupiamo di qualcosa, lo facciamo per realizzare una qualche intenzione /0123, pp.
456407.
La )ase di colti&azione c%e si realizza durante una ipnosi o una simulazione mentale
7.uale *.+.$.8 (uidata da un operatore si di))erenzia le((ermente dalla )ase di
colti&azione delle simulazioni mentali non (uidate in .uanto1 il so((etto stesso de&e
nel secondo caso auto-&eicolarsi e indirizzare l'intera sua mente &erso l'o+ietti&o
assumendo dun.ue un auto controllo-
$on l'ausilio di un operatore la condizione di stato di )lusso 6 pi5 )acile da
ra((iun(ere ma si pu: (iun(ere paradossalmente ad uno stato di flusso incosciente1
7se l'operatore non 6 molto a+ile8 o&&ero uno stato di )lusso in cui la persona non
riesce ad analizzare e in .ualc%e modo metabolizzare l'esperienza del )lusso stessoB
utilizzando sempre la similitudine del )iume1 si otten(ono delle ripide in cui na&i(are
6 da&&ero di))icile e il li&ello dell'ac.ua 6 troppo alto-
&ello stato di flusso incosciente si perde l'osservatore1 o&&ero si perde .uella parte
della persona c%e &eicola il tutto tramite la sua &olont01 si ottiene una mani)estazione
della &olont0 c%e non attra&ersa tutti (li strati della persona ma solo il lato pi5
pro)ondo- Detto ci: si capisce per cui .uasi sempre le persone non ricordano cosa
%anno &isto-percepito durante una seduta di ipnosi re(ressi&a1 l'osser&atore 7c%e 6 la
parte conscia8 si 6 addormentato- l'operatore c)e in questo caso fa la differenza e
rimette tutto in equilibrio applicando un contino processo di controllo.
Stuzzicare l'atto di &olont0 dalla pro)ondit0 della persona %a i suoi &anta((i1 per cui
sicuramente si 6 in (rado di dialo(are con l'io pi5 pro)ondo 7come la parte animica8
c%e mani)esta il suo &olere-
#utta&ia .uesta condizione pu: pro&ocare un (ap1 un &ero e proprio scalino tra la
parte razionale e l'irrazionaleB il lato conscio in .uesta condizione continua a non
comprendere l'inconscio e )atica a risol&ere .uesta nuo&a distanza creata1 si risc%ia di
F - 34
creare dei &eri e propri traumi1 dei contrasti tra la parte razionale e l'irrazionale-
l lato conscio de&e ra((iun(ere .uello stato di e.uili+rio con l'inconscio1 in cui
l'attenzione e la concentrazione 7flusso8 6 +ilanciata da una riflessivit!
7consapevolezza8-
Questa condizione mentale 6 ra((iunta da(li attori &eri e da(li atleti di competizioni
sporti&e di un certo li&ello e in cui si 6 coscienti all'interno di una atti&it0 )isica o un
ruolo interpretati&o-
Nell'am+ito della )ormazione attoriale1 il la&oro sull'attenzione da un lato ric%iede
l'uso dell'immedesimazione1 del processo di analisi del persona((io1 della
personi)icazione1 della memorizzazione e comprensione dei processi corporei tramite
tecnic%e )isic%e c%e )a&oriscono l'uso dell'istinto mimicoB dall'altro in&ece si ric%iede
un allar(amento dello stato di coscienza in cui1 in modo paradossale1 l'attenzione non
si )issa in modo )ermo su nessuno de(li aspetti precedentemente elencati-
G - 34
Grotowski e la coscienza trasparente
La condizione di e.uili+rio )lusso/ri)lessi&it0 6 c%iamata da Hroto2s=i *$oscienza
#rasparente, 7$#8-
.uesta condizione consiste di un io allargato, capace di trascendere la coscienza egoica e
assurgere ad un livello di coscienza aperta, intuitiva, capace di comprendere sia gli aspetti
inconsci che gli aspetti 'superconsci(.
7da +'attenzione del lavoro sull'attore 8 informazione $sicologia $sicoterapia $sichiatria n.9: www6in6
psicoterapia.com8
'entre in condizioni di Ilucida coscienza .uotidianaI siamo semplici osser&atori
dello spazio1 nella $# si I&i&eI lo spazio come se esso )osse parte di noi stessi-
Ecco c%e (li o((etti e le persone di un luo(o sono dentro la $# stessa1 nello spazio
&i&iamo la mani)estazione del nostro io interno; i nostri pensieri1 sentimenti1
emozioni1 imma(ini mentali-
denti)icando le nostre componenti come o((etti1 durante la coscienza ordinaria ci
identi)ic%iamo con essi-
J - 34
Pro&ando un pensiero1 una emozione1 un sentimento1 a++iamo coscienza solo di noi
stessi1 i nostri o((etti interni ci caratterizzano e solo in un passo successi&o
prendiamo consape&olezza del mondo esterno c%e ci circondaB intera(iamo dun.ue
con un elemento dello spazio e Ilo )issiamoI1 ne prendiamo coscienza solo
intera(endo con esso-
Ki&ere la realt0 per mezzo della $# si(ni)ica in&ece cam+iare il modo di sentire noi
stessi1 i nostri o((etti interni sono in .uesto caso strettamente connessi allo spazio1 la
coscienza "spaziale"1 tutto si s&iluppa all'interno della spazialit0 c%e assume le
caratteristic%e del nostro io-
Anc%e il corpo con i suoi mo&imenti &iene percepito all'interno della $# come
elemento appartenente allo spazio coscienziale1 luo(o in cui tutto 6 )luido e sereno---
o(ni azione )isica 6 &issuta con estrema precisione e "osservata" dalla coscienza
come .ualcosa di naturale-
n modo paradossale1 dentro la $# il mo&imento del corpo 6 &issuto in modo &i(ile1
attento1 ma allo stesso tempo in una condizione di riposo- n $# la percezione si
allar(a e si comincia a percepire contemporaneamente .uello c%e succede sia dentro
c%e )uori di noi-
L'insieme delle nostre emozioni si mani)esta nei nostri mo&imenti ma si conser&a
comun.ue un atte((iamento di attenzione sereno1 ItrasparenteI-
Quando ci si tro&a in .ueste condizioni si a(isce se(uendo l'azione e ci si riposa
dentro1 si ese(ue nel modo pi5 inconscio possi+ile l'azione do&e il lato conscio
osserva attentamente in modo sereno e riposato-
.ui l%attore non attua una fuga dalla coscienza, )a reso la coscienza pi, vasta- la coscienza
comincia a diventare spaziale, trasparente, i riflessi sono estremamente pronti e c% qualcosa di
luminoso che si intravede. ;he cosa cambiato se qualcuno lo guarda dal di fuori< =utti i dettagli
di ci> che fa sono gli stessi degli altri giorni, ma tuttavia la differenza . enorme /c)r- Hroto2s=i1
1LJ4-J31 passim7.
La $# si pone in .uesto stato di condizioni in posizione di e.uili+rio tra stato conscio
e stato su+conscio-
Si giunge in uno stato di simil-trance autoipnosi! dove per" non si manifesta il
distaccamento del lato conscio della persona 7cosa c%e a&&iene nell'ipnosi8 ma si
trasforma lo stato conscio ad osservatore attento e sereno, vivo ma trasparente.
L - 34
l passa((io dalla coscienza ordinaria alla coscienza trasparente 6 radicale-
#ella C$ noi siamo tutto lo spazio% con esso ci identifichiamo% in esso dun&ue
poniamo al suo interno le nostre componenti pensieri% sensazioni% emozioni%
sentimenti!% la nostra fisicit'% le nostre azioni e gli oggetti reali del luogo(
La tras)ormazione da coscienza ordinaria a coscienza trasparente 6 possi+ile (razie
all'attenzione- Secondo L- Ao&et 71LL48;
+%attenzione. Innanzi tutto devi considerare l%attenzione globale, questa concentrazione in cui il
corpo non partecipa pi,, la giusta ricettivit&. "scoltare, teso, fino a essere vuoto di te stesso.
=ensione estrema, a tal punto che ti preoccupi esclusivamente di ascoltare, di provare, piuttosto
che di comprendere attraverso una percezione puramente intellettuale. .uesto vuoto di s,
indispensabile per colmarsi del senso dell%opera, questo vuoto necessario a ogni operazione
sensibile, la cosa importante. Impararlo, insegnarlo a te stesso. Uscire dal tuo spirito, dai tuoi
sensi, da tutto quello che potrebbe disturbare l%ascolto, la ricezione, e che la cosa ricevuta non ne
venga a contatto all%inizio.
?aso che andremo a riempire, e nel quale potranno riversarsi, spargersi e diffondersi sentimenti e
idee )...*, questo vuoto un%attitudine, non una realt&@ una forma e una disposizione dello
spirito e della sensibilit&. Aon avere fretta di comprendere. Aon capire troppo presto, ma piuttosto,
liberati di te stesso. )...* =utti i momenti felici del teatro sono per me i momenti in cui, vuoto di me
stesso, ascolto, sento, ricevo, subisco, in una specie di ignoranza corporale )...*.
.uesto stato, questo vuoto, questa presenza, questa possessione di s e questa capacit& sensibile
nuova e rinnovata, questo momento in cui ti senti sdoppiato tra una sensazione e un sentimento,
straziato da una tensione in cui il corpo e l%anima si oppongono e si rivelano, ma nel quale la
sensazione fisica essenziale /pp- 4M1-4M37
La concentrazione dell'attenzione permette di portarsi in una condizione di
neutralit'; si perde se stessi1 si ci si 6 li+erati della nostra identit0 personale e si pu:
andare in o(ni direzione per rinascere altro- #utto ci: 6 possi+ile (razie ad un la&oro
sul corpo- n accordo alle a))ermazioni di Stanisla&s=i> un attore
deve prima di tutto lavorare sul proprio corpo, affinch esso diventi aperto, affidabile e coerente in
tutte le sue reazioni@ poi sviluppare le sue emozioni, in modo che esse non rimangano al livello pi,
basso rivelando cosB un cattivo attore. Cssere un buon attore significa aver sviluppato in s la
capacit& di percepire, apprezzare ed esprimere uno spettro di emozioni, dalle pi, basse alle pi,
elevate. Un attore deve sviluppare la sua conoscenza, e in seguito la sua capacit& di comprensione,
fino al punto in cui la sua mente entra in gioco nella maniera pi, vigile, per apprezzare il valore di
ci> che sta facendo /"roo=1 1LJJ1 p- 4147.
1M - 34
La condizione di $# non 6 ra((iun(i+ile solo nelle simulazioni I)isic%eI- Quello c%e
do&re++e essere ormai c%iaro 6 c%e l'arte della recitazione . una simulazione
mentale c)e sfrutta anc)e il corpo1 dun.ue per simulazione mentale non si intende
in realt0 solo una emulazione mentale della realt01 +ens? si pu: allar(are .uesto
concetto ad una emulazione della realt0 compiuta con l'interezza della persona 7corpo
compreso8-
La condizione di $# 6 .uella per cui1 durante una .ualsiasi simulazione mentale1 la
persona assume il suo pi5 alto (rado di concentrazione ed 6 contemporaneamente il
luogo della simulazione stessa1 esso 6 contemporaneamente dentro e )uori .uel
luo(o 7e .uindi 6 il luo(o8-
Ecco ad esempio c%e in una (iusta esecuzione del S'"AD la persona1 una &olta c%e
%a )issato (li elementi del luo(o imma(inario comincia a perdere la percezione del
proprio corpo per I&i&ere, senza accor(ersene come la stanzaB si (iun(e in una
condizione di simil-trance in cui la sua coscienza la&ora in modo IspazialeI
all'interno della simulazione-
N in .uesta condizione c%e si di&enta osser&atori del proprio io1 la rappresentazione
della triade e di tutto il resto 6 in realt0 la mani)estazione della nostra coscienza
spaziale1 o(ni elemento 6 osser&ato e percepito nella sua essenza all'interno dello
spazio mentale-
Sovrapporre lo spazio mentale con delle azioni fisiche in C$ significa realizzare
una simulazione mentale che sfrutta anche il corpo(
mo&imenti del nostro corpo1 c%e suscitano sensazioni1 sono la mani)estazione diretta
dei nostri arc%etipi e sono &issuti per mezzo della $# in modo spaziale1 trasportando
noi stessi1 all'interno della simulazione mentale stessa-
3ino ad ora a++iamo spie(ato c%e o(ni (esto se compiuto con la nostra &olont0 ci
trasmette .ualcosa1 6 la mani)estazione del nostro ioB compiere dun.ue .uesti (esti
con una condizione di $# in cui lo spazio 6 .uello imma(inario della simulazione
mentale1 permette di ottenere la massima condizione di e.uili+rio tra )lusso e
ri)lessi&it0- #utto ci: 6 l'essenza di A-#-#O-R-E-
Per mezzo delle tecnic%e attoriali precedentemente esposte si &uole portare la persona
in una condizione di $# in cui1 l'uso del corpo 6 un potente canalizzatore c%e
permette di *vivere pienamente, per mezzo dei meccanismi della memoria emoti&a
e sensiti&a la simulazione mentale-
11 - 34
#antissime sensazioni1 emozioni molto )orti c%e permettono di potenziare in modo
incredi+ile1 nel modo mi(liore possi+ile ancore1 S'"AD ed LHO-
Quello c%e andiamo a creare 6 dun.ue una nuo&a realt0 in cui &i&iamo la nostra
esperienza1 in modo simile all'attore c%e &i&e una scena teatrale-
)rimo ostacolo* interferenze nella personalit' * identit' mancate
l pro+lema principale di un addotto sono le continue inter)erenze c%e a(iscono a
li&ello di distur+i comportamentali1 dissociazioni e distur+i di personalit0 )re.uenti-
Si crea un )iltro tra l'io della persona e il mondo c%e lo circonda per cui il modo di
relazionarsi dell'addotto con la realt0 6 pesantemente condizionato-
Pi5 &olte addotti e/o ricercatori esterni al team di 'alan(a1 %anno a))ermato c%e
alcune tecnic%e de)inite *alla cin.ue minuti,1 .uali ad esempio la 3-'-S- pro&ocano
e))etti *collaterali, nelle persone- n realt0 tali a))ermazioni deri&ano da un non
corretto in.uadramento dei sistemi di a((ancio1 causa ed e))etto dell'imprintin( del
so((etto-
Analizzando la .uestione da un certo punto di &ista si comprende come c%i si li+era
delle adduzioni aliene de&e in se(uito li+erarsi dell'imprintin( alieno- La personalit0
dell'addotto 6 stata ne(li anni de)ormata dall'opera dell'alieno- L'io della persona 6
come una +otti(lia c%e l'alieno nell'addotto de)orma *spanzandola,- Quando in
se(uito la persona si li+era ecco c%e1 seppur non ci sono pi5 (li alieni1 si mani)esta la
de)ormit0 dell'io- Dn caso classico 6 la de)ormazione dell'alieno denominato
*rin(%io,- Dn addotto c%e %a capito in )ondo c%i 6 .uesto alieno conosce +ene i
sintomi da rin(%io e do&e esso indirizza la propria persona- Stati di ira1 intolleranza1
tratti di razzismo1 senso di superiorit01 ecc-- tutte caratteristic%e c%e poi esplodono nel
primo periodo della *li+erazione,-
"iso(na a&ere c%iaro c%e a monte di o(ni o(ni processo di adduzione1 &i 6 un
insinuarsi delle inter)erenze c%e a(iscono inizialmente con l'unico scopo di instaurare
un canale comunicati&o con la parte animica- Solo dopo c%e si 6 creato un a((ancio
con la parte animica 7c%e si mani)esta con a((anci emoti&i8 ecco c%e 6 possi+ile
portare a&anti in pro(ramma delle adduzioni-
Ecco c%e 6 compito della persona comprendere c%e a monte del proprio
comportamento c'6 un moti&o 7non una scusa8 e c%e ser&e un controllo- l controllo
a&&iene con ma((iore )acilit0 solo se nella )ase precedente si 6 s&iluppata una certa
*percezione, completa dell'alieno in .uestione1 riuscendo a identi)icare non solo c%i 6
e cosa &uole l'alieno ma .uale peso condizionante 6 nella &ita della persona-
l processo di condizionamento realizzato dalle parti inter)erenti 6 .ualcosa di molto
lun(o e c%e a(isce su tutti i li&elli della persona- Posso dire con assoluta certezza c%e
14 - 34
in un addotto1 le percezioni1 le emozioni1 i sentimenti1 praticamente tutto .uanto il
mondo interiore 6 pesantemente condizionato a partire dal primo istante di
*esperienza &ita, dell'anima 7dun.ue dal primo istante su tutti i contenitori8-
La pro(rammazione animica c%e opera l'inter)erente tende alla mallea+ilit0 esterna di
anima e alla sottomissione1 alla riduzione del potere animico di partecipazione atti&a
nell'esperienza di &ita- L'inter)erente realizza un lun(o processo in cui l'anima si
riduce ad uno spettatore .uasi inerte-
Questo complesso processo di condizionamento induce un identi)icarsi dell'identit0
animica nel )enomeno- L'anima inter)erita le((e tali accaduti come .ualcosa di
normale1 )acenti parte della propria esperienza di &ita---praticamente se ne )re(a per
certi &ersi perc%9 in condizioni di adduzione reputa tali esperienze )acenti parte della
propria esistenza1 al tal punto c%e spesso sono i )enomeni stessi a darle un senso di
esperienza di &ita-

Secondo .uanto a))ermato un addotto a&re++e come unica possi+ilit0 di *controllo,
autonomo 7o&&ero senza inter&enti esterni8 delle sue alterazioni comportamentali1
solo la comprensione completa di o(ni sin(olo alieno coin&olto nel (ioco e lo
s&iluppo dello psicodramma-
l S--'-"-A-D e la pi5 recente tecnica #-$-#-D- (iocano un ruolo c%ia&e permettendo
alla persona prima la comprensione di se stessi per &ia de(li arc%etipi e
successi&amente la rimodellazione dell'io-
Quando la persona si perde in .uesto tra(itto ecco c%e si mani)esta una perdita di
identit01 o&&ero si realizza .uanto 6 stato descritto in modo al.uanto esausti&o nel
documento *addotti1 le identit0 mancanti,-
Ma l+addotto non ha una identit' in &uanto tale,
$erto c%e l'addotto %a una propria identit01 ma 6 come se l'a&esse smarrita1 o me(lio1
6 come se non l'a&esse compresa- Semplicemente l'addotto non sa c%i 6 realmente- -
L'identit0 &era 7neutra1 o&&ero non condizionata8 di una persona coincide in modo
esatto con la comprensione di *essere li-ert',1 dun.ue di *idea li-ert' concreta, e
non solo li+ert0 come concetto astratto di cui non si capisce il senso- Quando l'anima
.si sente li-ert'/ ecco c%e %a capito c%i 6 essa stessa1 ritro&andosi identit!
essenziale "da essenza#- Lo stesso meccanismo 6 &alido anc%e per il resto della
monade-
13 - 34
ndicando in modo pi5 (enerale con il concetto di identit' coscienziale la coscienza
intera della persona 7e dun.ue c%iamando in causa non solo la parte animica ma tutta
la monade81 .uando in essa si sta )ormulando il concetto reale di *essenza,1 o&&ero &i
si 6 sperimentato in modo ma((iore il concetto di *essere li+ero .uale unico modo di
essere, ecco c%e il so((etto sta edi)icando la propria identit01 .uella unica e &era e
sempre pi5 &icina all'identit0 essenziale-
La di))erenza dun.ue tra un so((etto addotto c%e poi riesce a risol&ere il pro+lema e
di&enire li+ero ed un so((etto addotto c%e in&ece non riesce a li+erarsi 7perc%9 non
&uole<< S"AHLA#O1 NON $ RES$E PER$!N NON !A AN$ORA
$O'PRESOO8 la si pu: co(liere anc%e nella capacit! di navigazione tra gli
elementi di forma interiore di una persona- $osa intendo dire con con .uest'ultima
)rase<
$am+iamo apparentemente ar(omento e parliamo di attori e recitazione- Quando un
attore 7di .uelli &eri8 &a in scena esso si spo(lia del suo carattere ed 6 come se
di&enisse il persona((io- Per un processo noto come *&erosimi(lianza, l'attore 6
come se &i&esse in .uel momento la scena come pezzo di &ita autentica1 ma da
persona((io-
Kolendo esa(erare e sc%ematizzare un po' 7parecc%ioOO8 .uello c%e a&&iene1 con
l'aiuto dell'in)ormatica possiamo rappresentare un +el (ra)o;
in cui l'attore1 NODO "1 c%e %a una identit0 +en conosciuta1 o&&ero c%e si conosce
+ene 1 pu: per cos? dire *di&enire, in scena c%i (li pare- Se dun.ue l'attore de&e
di&enire da essere " a essere $ e(li de&e riuscire prima a *dimenticare se stesso,1
o&&ero l'imprintin( del suo carattere1 (iun(ere ad una posizione neutra 7&/D/ (,
stato di coscienza, il sentirsi 0io sono1 e basta, senza condizionamenti alcuni8 e da
l? andare do&e (li pare-
14 - 34
La capacit0 di un +uon attore 6 recitare parti molto lontane dalle caratteristic%e della
sua persona 7dal nodo " arri&a la nodo $ ma " e $ non %anno alcun le(ame diretto8-
Questa enorme sempli)icazione permette di )are delle semplici considerazioni per
.uanto ri(uarda .uello c%e accade ad un addotto- Dn addotto tipico1 con seri distur+i
dissociati&i do&uti all'opera dell'alieno1 perder0 il ri)erimento alla sua persona 7nodo
"8 ma si tro&er0 in un nodo 7nodo HRHO81 ma(ari adiacente 7caso ottimistico81 ma
in (enere molto lontano dalla sua )orma neutra-
Ecco c%e allora1 .uando l'addotto la&ora per riscoprire il proprio io nella risoluzione
del pro+lema a+duction1 tramite ad esempio la pratica del S--'-"-A-D-1 sta
costruendo un le(ame &erso la posizione neutra 7do&e ci tro&a la coscienza8 e da cui
potr0 in se(uito (iun(ere alla sua identit0 personale 7(iun(ere al nodo "8 di&entando
.uello c%e &uole-
Durante il percorso di li+erazione si s&iluppa una capacit0 di na&i(azione tra i nodi
dell'al+ero e la presenza dell'alieno 6 come un nodo ma(nete c%e attrae &erso di se e
cerca di condizionare l'attra&ersamento de(li arc%i dei nodi- Pi5 si %a capacit0 di
na&i(azione e pi5 si riesce a contrastare l'imprintin( dell'alieno e1 dopo la li+erazione1
a rimodellare se stessi- Quando si identi)ica in modo completo un alieno1 ecco c%e
l'addotto indi&idua nello sc%ema precedente un *nodo di imprintin(, c%e pu: in
se(uito riuscire ad eliminare 7prunin( del (ra)o8-
Secondo .uest'ottica1 in realt01 s&iluppare anc%e .uesta capacit0 di na&i(azione
aumenta la &elocit0 di li+erazione dell'addotto1 in .uanto l'alieno comincia a perdere
la propria capacit0 di condizionamento sulla persona-
1E - 34
n termini spiccioli1 .uesta capacit0 6 anc%e una misurazione dell'intento1 della
persona-
Queste considerazioni espresse in altri termini sono alla +ase di .uanto %o codi)icato
in A-#-#O-R-E-1 il cui scopo 6 stuzzicare l'attenzione della persona &erso se stessi
)acendo una certa le&a sui meccanismi del corpo1 per mezzo di +asi spicciole della
PNL e di tecnic%e di recitazione attoriale-
Pi5 si espande la dimensione del (ra)o e pi5 si %a capacit0 di controllo ed
espressione1 capacit0 c%e 6 un ris&olto della coscienza1 per mezzo della .uale
possiamo di&enire .uello c%e &o(liamo-
$%iarito adesso .uesto punto1 si pu: cos? spie(are perc%9 un addotto %a1 (razie alle
tecnic%e s&iluppate da 'alan(a e colla+oratori1 la possibilit! di creare un
collegamento con la sua parte neutra "L( 2/&$(P%3/L%''( D4
2/$24%&'( #.
1F - 34
Adattamento e controllo
S&iluppare la capacit0 di na&i(azione porta anc%e a s&iluppare una certa capacit0 di
adattamento e reazione dinamica ai pro+lemi reali-
Nei so((etti c%e %anno una )orte capacit0 di na&i(azione1 si mani)esta un )orte
tendenza ad assumere il controllo delle simulazioni mentali1 riuscendo con una
)acilit0 superiore alla media a rispondere mentalmente alle &arie situazioni c%e
possono ad esempio s&ilupparsi dentro un S-'-"-A-D- o dentro le successi&e ed
autonome applicazioni del #$#D 7o&&ero le applicazioni del #$#D dopo
l'applicazione (uidata dall'operatore8- Anc%e nelle simulazioni mentali (uidate da
altri si mani)esta .uesta tendenza al controlloB o&&iamente ci: pu: essere un intralcio
alla simulazione mentale stessa ma un operatore c%e sa il )atto suo non do&re++e
a&ere di))icolt0-
In &uesto senso si pu" portare avanti% secondo le mie idee% un approccio alle
simulazioni mentali auto-guidate che aiuti ad assumere il controllo alle persone
che hanno difficolt' pratica nell+utilizzare simulazioni mentali &uali il
S(I(M(0(1(2( 3uello che serve fare sviluppare in tali soggetti la capacit' di
navigazione(
41 #1SCI$1 2I 1($($5(6(7(
Sull'ener(ia e sull'e.uili+rio cominciai a notare come un semplice esercizio .uale
.uello di mimare una pianta %a mille impie(%i- l maestro di recitazione ci )ace&a
mimare spesso la pianta durante (li esercizi di la+oratorio1 )a&orendo in noi l'idea di
*rinascere, sul palco per di&enire il persona((io1 e/o per )a&orire un respiro pi5
pro)ondo- 'odi)icai o(ni esercizio in o(ni particolare1 )acendo attenzione alla
tensione muscolare delle (am+e- 'i (uardai anc%e un &ideo accelerato c%e
riprende&a i punti salienti della crescita di una piantina1 cercando di traslare il
processo &isto nei mo&imenti del corpo- 'olto semplicemente i piedi erano le radici1
le (am+e erano il )usto della pianta e cos? &ia1 dal +asso all'alto per tutto il resto )ino
alle dita c%e erano le )o(lie 7o i )rutti8 -
Scelto l'esercizio1 nota&o come nella sua esecuzione si mani)esta&ano tratti del mio
stato d'animo e non solo1 )ace&o il para(one con (li altri mem+ri del (ruppo di teatro
c%e1 anc%e se semplicemente mima&ano la pianta senza tutte le indicazioni c%e io mi
da&o1 rappresenta&ano un dato nell'esecuzione-
Notai come un compa(no di teatro1 mima&a la pianta come .ualcosa di poco &i&o1
a&e&a di))icolt0 a rendere nei suoi mo&imenti un senso *di &ita,1 i suoi (esti erano
.uasi un po' tetri1 l'espressione del &olto mentre la pianta cresce&a mani)esta&ano
.uasi un dolore e le +raccia c%e do&e&ano rappresentare i rami della pianta1 erano
sempre +assi1 non si innalza&ano mai di molto oltre lo s(uardo- Analo(amente le
mani erano completamente *a))losciate,1 .uella pianta mimata era spo(lia sia di
)o(lie c%e di )rutti-
1G - 34
A .uesto ra(azzo &eni&ano1 (uarda caso1 particolarmente +ene le parti del
*so))erente,1 dell'ammalato1 dell'ucciso1 del calpestato1 della &ittima senza &olont0-
Era molto con&incente ad interpretare .ueste parti perc%9 .ueste parti erano .uelle
pi5 &icine alla sua &era personalit0- $'era una e&idente corrispondenza tra il modo di
compiere l'esercizio e la personalit0 della persona-
Analo(amente nota&o come un altro indi&iduo del (ruppo1 a &olte un po'
*super)iciale, nel (iudicare alcune scene e detta(li1 compi&a l'esercizio troppo
&elocemente1 non si so))erma&a sui punti c%ia&e1 scorre&a &elocemente il mo&imento
senza dare troppa attenzione all'ascolto di .uello c%e compie&a-
Dna ra(azza molto intelli(ente1 +ra&a1 ma anc%e le((ermente &anitosa1 mima&a la
pianta dando dei mo&imenti alle(ri1 s+arazzini1 a&e&a un sorriso in &olto e .uell'aria
c%e dice&a *(uarda come sono +ellaO,1 le mani erano +en in &ista e cos? le dita c%e
muo&e&a per mostrarle1 o&&ero i )rutti della pianta c%e mostra&a come (ioielli da
esporre-
Sulla mia persona nota&o in&ece come1 in .uello stato di sicurezza e )orza in cui ero
)inalmente (iunto1 a&e&o la tendenza a ra((iun(ere una postura eretta in cui1 con
petto in )uori e pancia in dentro allar(a&o le spalle1 solle&a&o le +raccia con le mani
spalancate &erso l'alto1 allar(a&o il petto respirando a pieni polmoni molto
lentamente1 strin(e&o *le mascelle, e a&e&o un senso di potenza1 di ro+ustezza1 ero
dritto1 +en piantato1 (ermo(liando molto lentamente--- io mima&o una .uercia
massiccia-
Kisto per: c%e o(nuno ci mette&a dei mo&imenti propri1 come ad esempio modi
di&ersi di a++assarsi ed alzarsi 7in +ase anc%e alle capacit0 di )lessione corporale81
decisi di rendere l'esercizio pi5 preciso nei suoi dettami1 dando delle indicazioni sui
mo&imenti e puntando sull'estensione dei muscoli principali 7su cui )ocalizzare
ma((iormente l'attenzione8- n .uesto modo1 riduce&o drasticamente i punti in cui si
mani)esta&a l'io e pote&o utilizzare l'esercizio come *strumento, per misurare la
capacit0 di espressione di alcuni concetti-
L'esercizio nella sua semplicit0 6 il se(uente;
Partite dalla posizione eretta1 cominciate a pensare ad un .ualsiasi luo(o per &oi )onte di
serenit0 e pace1 rilassate&i il pi5 possi+ile1 concentrate&i sulla immo+ilit0 del &ostro corpo1
le +raccia sono totalmente a++andonate al loro peso e il san(ue si concentra nelle mani- La
respirazione de&e ridursi al minimo .uindi cercate di respirare dolcemente e lentamente1 con
una calma naturale- Le mani sono completamente inerti1 le dita completamente immo+ili- la
testa in posizione eretta 6 solle&ata su))icientemente da permetter&i di tenerla alzata senza
troppe di))icolt0-
$ercate di sentir&i nella posizione eretta solo per una condizione di *ma(ico e.uili+rio,- l
&ostro corpo 6 rilassato eppure &oi siete in piedi- $%iudete (li occ%i mantenendo il pi5
possi+ile il &ostro rilassamento- )acendo attenzione a minimizzare i mo&imenti di
e.uili+ramento necessario per mantener&i in piedi- Quando (iun(ete ad una posizione di
e.uili+rio ad occ%i c%iusi allora cercando sempre di ascoltare il pi5 possi+ile le sensazioni
del &ostro corpo a++assate il capo lentamente )ino ad a++assarlo completamente e procedete
sempre nel modo pi5 rilassato possi+ile a cur&ar&i su &oi stessi )ino a portare le +raccia1 c%e
1J - 34
sono completamente rilassate1 nel punto pi5 +asso c%e &i 6 possi+ile- Do&ete *arrotolare, il
+usto su &oi stessi- Quando &i sarete a+ituati a .uesta posizione 7)5SI8I5#7 274
S7M781 cam+ierete il &ostro mo&imento e la &ostra immo+ilit0 si tramuter0 in una lenta
pro(ressione &erso la mo+ilit0-
'antenendo una respirazione ciclica pensate di riempir&i di ener(ia e di riprendere molto
lentamente la posizione eretta- La pro(ressione di risalita de&e se(uire il (rado di ener(ia
c%e state ac.uisendo- l mo&imento di risalita de&e essere l'esatto contrario del precedente
mo&imento di discesa- Le (am+e saranno tese e la direzione c%e indicano sar0 se(uita dal
mo&imento di *srotolamento,-
Ritornando alla posizione eretta continuate ad alzare le +raccia )ino a *(ermo(liare, come
una pianta usando le mani e le dita per mani)estare tale processo- Quando le +raccia sono
alzate alla loro massima estensione )ate un respiro pro)ondo e poi lentamente ria++assate le
+raccia +uttando in modo naturale tutta l'aria- Sempre ad occ%i c%iusi1 riprendendo a
respirare pensate di essere in .uel luo(o c%e a&ete pensato prima-
7ra evidente che un cam-iamento del modo di eseguire un esercizio del genere
era solo possi-ile grazie ad un cam-iamento interiore di se stessi o una capacit'
di cam-iamento in tal senso-
Notai ad esempio come *la .uercia, si addice&a per)ettamente allo stato d'animo
della mia interpretazione di *Peppino mpastato,1 mentre1 .uando paradossalmente
pro&a&o ad interpretare O)elia1 se su+ito dopo ese(ui&o l'esercizio ecco c%e mima&o
una pianta allun(ata1 dalla crescita le((iadra1 delicata1 dai )rutti preziosi ma c%e era
anc%e *indi)esa,1 un )orte &ento pote&a spazzarla &ia e portarsela in cielo- Riusci&o
ad andare con .uesti due persona((i ai lati opposti del mio essere )orte e misura&o
.uesta mia capacit0 tramite l'esercizio in .uestione-
Kice&ersa1 il )orzarmi ad ese(uire l'esercizio della pianta in un modo o nell'altro
)a&ori&a di molto la mia per)ormance interpretati&a del persona((io corrispetti&o-
La pianta di&enne uno strumento per &eri)icare il mio stato interiore ma anc%e a(ire
su di esso a mio piacimento1 con la pianta *mi trasporta&o, anc%e dentro le
simulazioni mentali1 compiendo la pianta in ri)erimento ad un accaduto reale del
passato oppure semplicemente imma(inato1 *nascendo, nello spazio della
simulazione mentale introduce&o all'interno di essa in modo saldo le mie percezioni
sensoriali riuscendo ad esempio a ricostruire l'accaduto passato 7un p: come una
super-ancora molto a((anciata8 o in (enere a spadrone((iare all'interno della
simulazione mentale mantenendo uno stato di concentrazione profonda e
straordinariamente serena% cristallina(
$ompresi come +iso(na&a pompare al massimo la simulazione mentale1 dun.ue
cominciai a scri&ere e a pro&are esercizi sulla (estione del respiro da associare ai
mo&imenti del corpo e allo stato di attenzione- Analizzando l'atte((iamento di molte
persone1 tutte .uelle c%e incontra&o1 (iorno per (iorno ma anc%e di animali1 cani1
1L - 34
(atti1 uccelli1 persino lucertole compresi certi atte((iamenti istinti&i presenti in modo
di&erso ma al contempo simile ne(li esseri &i&enti cos? disparati- $ompresi come
certe cose esula&ano dalla specie di appartenenza e c%e la nuo&a PNL spie(ata da
$orrado 'alan(a riusci&a a le((ere +ene tutti .uesti (esti ed intenti- Notai un primo
)attore comune sulla respirazione delle persone1 notando come si possiedono alcuni
atte((iamenti a cui non ci si )a caso1 come il respiro durante i mo&imenti e lo stato
d'animo 7serenit!, gioia, tristezza, paura, rabbia, affetto, odio, senso di fame, di
sete, di stanc)ezza, di forza, di agilit!, rivolgere l'attenzione8-
Quando siamo intenti a )are la .ualsiasi cosa respiriamo in modo incontrollato1
respiriamo senza pensare di do&er respirare ed il nostro respiro 6 un mezzo molto
diretto per le((ere noi stessi- Analo(amente il respiro induce in noi .ualcosa1 per cui
sapere mano&rare il nostro respiro ci permette di cam+iare dentro-
Spinsi ma((iormente me stesso nell'esplorare la *plasticit' corporale, sulla +ase di
altri esercizi s&olti a la+oratorio1 tra cui il mimare un (atto c%e si stira le zampe dopo
una dormita oppure il )amoso esercizio 7di stampo Li&in( #%eatre8 del sentirsi
*ac.ua1 )uoco1 aria1 ac.ua-tondo1 .uadrato-)uoco1 aria-cu+o1 ac.ua-lenta1 )uoco-
+radipo1 aria-&eloce, ecc--- ecc-- con miriadi di com+inazioni &arie-
Esplorai modi di&ersi di camminare1 di assumere posture in +ase anc%e ai persona((i
interpretati nel la+oratorio1 introduce&o all'interno delle mie per)ormance
interpretati&e delle *costrinzioni posturali ed emotive, 7come dice&a Peppino De
3ilippo; *l'attore in scena deve complicarsi la vita,8 c%e mi permette&ano con
ma((ior )orza di entrare nel persona((io-
A&e&o adesso tutte le carte in re(ola per poter scri&ere un atto completo1 do&e&o
mettere ordine sulla se.uenza di esercizi e scri&ere un esercizio )inale1 pensa&o
sempre all'idea di *&olare,1 la )i(ura del (a++iano1 l'idea di un uccello c%e si li+ra in
&olo mi alletta&a- Scelsi un nome1 A-#-#O-R-E- 7Artistic #ec%ni.ue #O Resol&e
Emotions8- Adesso do&e&o concentrarmi sulla stesura di un esercizio )inale-

Il volo dell+a&uila
Ero attratto dal concetto di &olo da *(a++iano,1 ma l'uccello in .uestione non
trasmette&a la (iusta )orza- $ominciai a pensare c%e solo il Re de(li uccelli pote&a
trasmettere la (iusta )orza1 o&&ero l'a.uila- Essendo amante dei Pin= 3loPd mi ispirai
al cele+re &ideo della canzone *learning to fly, in cui un uomo sale in cima ad una
monta(na per poi +uttarsi e &olare come a.uila- l caso &olle c%e in .uel periodo
inoltre partecipai ad uno sta(e intensi&o sulla (estione della memoria emoti&a e
sensiti&a e uso dello spazio scenico ad opera di una compa(nia teatrale della mia
citt0- Lo sta(e si concluse con la messa in opera di un minispettacolo durante cui (li
attori impro&&isa&ano a.uile c%e &ola&ano dall'alto di una monta(na sulla colonna
sonora del )ilm *l'ultimo dei moicani,-
4M - 34
Non &i erano indicazioni precise ri(uardo alle per)ormance sin(ole de(li attori se non
il )atto di stare a piedi uniti ed il punto della musica nel .uale spiccare il &olo1 &i era
comun.ue un certo ruolo di (ruppo con )rasi scritte a caso c%e riec%e((ia&ano come
stormi1 &i era una autoanalisi di (ruppo ra(ionato sulla scelta di a.uile madri c%e
osser&a&ano (li altri1 uno spettacolo di impatto e&idente do&e (li attori anda&ano in
stato di trance e (li spettatori rimasero a dir poco a +occa aperta-
Durante l'esecuzione del *&olo di (ruppo,1 mi capit: accidentalmente di toccare le
mani di altri attori a))iancati a me durante la )ase del &olo1 nella mia mente mi &oltai
&erso c%i a&e&o urtato e li &idi come altre a.uile c%e &ola&ano- La stessa cosa
accadde a molti altri attori .uella sera- A causa del )orte impatto emoti&o molti attori1
soprattutto coloro c%e personi)ica&ano le a.uile madri piansero durante l'esecuzione-
Lo spettacolo )u da&&ero incredi+ile1 una esplosione di emozioni e sensazioni-
3inito lo sta(e1 una notte so(nai di &olare cos? come nella per)ormance dello sta(e1
ma *$O'PLE#A'EN#E SOLO, per andare do&e risiede&a la mia coscienza-
Ecco c%e presi direttamente il &olo dell'a.uila e lo ri)ormulai totalmente1 ne presi la
pura idea del &olo DA AQDLA 7molto pi5 di impatto del &olo del (a++iano a cui
prima io pensa&o8 e della scelta musicale particolarmente azzeccata- Pensando inoltre
al &ideo *Learnin( to 3lP, )ormulai esattamente il tutto- Sia nel &ideo musicale c%e
nel la&oro dello sta(e manca&a comun.ue1 oltre alle moti&azioni1 la meta del &olo-
Decisi .uindi di inserire una meta +en precisa1 un'isola1 circondata da un mare1 dentro
cui ci sare++e stato il punto di accesso per entrare in contatto &erso la coscienza-
A&endo )atto dei S'"AD imma(inati in una spia((ia l'idea stessa di un'isola anda&a
+ene1 io &ede&o un isola carai+ica e approda&o in una spia((ia perlacea1 do&e sor(e&a
un enorme sc%ermo +ianco o uno specc%io dentro cui pote&o entrare per arri&are ad
incontrare la mia coscienza-
Scrissi .uindi di (etto l'ultimo esercizio )inale1 &i introdussi la pianta come inizio
dell'esercizio per pompare ma((iore ener(ia1 e nel &olo discendente dall'alto della
monta(na &erso l'isola do&e risiede la coscienza &i era una discesa mentale simile alla
discesa di un ascensore ma dettata dalla musica- $onsiderai di usare
momentaneamente la musica utilizzata nello sta(e1 o&&ero la colonna sonora
dell'ultimo dei moicani1 ma spera&o poi in una composizione su misura di un
musicista c%e a&e&o conosciuto da un p:1 persona((io c%e annoto con le sue iniziali;
H-P-
3atto .uesto presi tutti (li esercizi c%e a&e&o scritto prima1 e li adattai in )unzione
dell'ultimo esercizio )inale1 introdussi ma((iore en)asi ne(li esercizi sul )are pro&are
)orza1 cora((io1 crescita di ener(ia- Nel (iro di una settimana a&e&o tutto pronto-
Sce(liendo come music%e pro&&isorie1 oltre a .uella dell'esercizio )inale1 alcune
composizioni di Ki&aldi perse da *le .uattro sta(ioni,1 .ualc%e composizione di
41 - 34
"et%oo&en1 il semplice rumore del mare1 del )uoco1 del &ento e com+inazioni- A&e&o
tutto pronto ed aspetta&o H-P c%e mi ripete&a c%e a&e&a concluso il suo studio e c%e
era li per conse(narmelo e da li poi c%e a&re++e composto le music%e-
Riporto il testo dell'ultimo esercizio;
Il volo della li-ert' 9(:!
Rilassate&i e partite dalla posizione eretta- 3ate partire la musica e assumete 41
)5SI8I5#7 274 S7M7 7secondo le indicazioni dell'esercizio 9.28- Rimanendo in
tale posizione pensate alla )orza1 al cora((io- Siete in cima alla monta(na-
$ominciate se(uendo la musica1 a solle&ar&i1 a rinascere in .uesta monta(na come
una pianta1 voi siete la pianta della forza e del coraggio-
Se(uendo la musica crescete lentamente )ino a rami)icare- n se(uito inspirando e poi
enspirando a++assate le +raccia e pensate di essere in piedi in cima alla monta(na-
Adesso1 accanto a &oi c'6 un'a.uila- Osser&ate i suoi mo&imenti1 i suoi occ%i1 e
pensate a cosa essa rappresenta per &oi- 7c%e emozioni &i comunica un'a.uila<8-
$ominciate dun.ue ad imitare l'a.uila nei suoi (esti assumendo una postura simile a
piedi uniti- Adesso l'a.uila 6 sparita1 siete &oi l'a.uila1 e a&anti a &oi c'6 un +urrone-
Dn &uoto pro)ondo e un paesa((io montano +ellissimo- Pensate di &oler&i +uttare1 di
preparar&i 14 ;5S$5 )6IM5 ;5451 &i concentrare indietro e &i preparate al
salto c%e )orse &i )a un po' paura- State per saltare nel &uoto- mma(inate il &ostro
salto- mma(inate il &ostro &olo- Aspettate un se(nale per spiccare il &olo1 un
momento propizio-
Al se(nale della musica &i tu))ate nel &uoto e poi aprite le ali e &olate--- &olate &erso
un'isola lontana1 l'isola della &ostra esistenza1 andando a &edere *l'essenza, della
&ostra &ita1 andando a &edere il &ostro *infinito,1 il &ostro *divino,1 il &ostro
*esistere,1 il &ostro Iio sonoI-
44 - 34
Quando la musica tende a diminuire l'isola 6 sempre pi5 &icina )ino a c%e atterrare e
ritornate uomini1 .uando (iun(e il silenzo ecco c%e appare )ronte a &oi un enoreme
sc%ermo di colore +ianco1 &oi prima toccate lo sc%ermo con la mano e poi &i entrate
introducendo&i dentro una stanza c%e contiene .uello c%e sta&ate cercando-
Adesso )acendo&i sempre (uidare dalla musica pensate alla &ostra essenza 7Anima8 e
&isualizzatela allun(ando le mani )ronte a &oi come per concentrare &oi stessi
7esercizio 4-38- Adesso indi&idualmente comincerete il sim+ad- Potete mimare
)isicamente &oi stessi nella stanza del sim+ad- Per &isualizzare la parte animica
allun(ate il +raccio sinistro 7destro se siete pre&alentemente mancini8 in accordo
all'esecuzione dell'esercizio 4-3-
Per &isualizzare 'ente inspirare e solle&ate il capo1 la testa insieme al collo 6 come
un altro &ostro arto e tramite essa mano&rate la &ostra mente- Analo(amente in
accordo con l'esercizio 4-3 con l'altro +raccio &isualizzerete Spirito- Per unire la triade
(iun(ete le mani intrecciando le dita e portatele a toccare il &ostro naso-
Al ric%iamo del ritornello potete decidere di espandere la triade 7Anima in
particolare8 dentro di &oi1 e&idenziando1 con un mo&imento di apertura delle +raccia
&erso l'esterno1 la &ostra espansione di ener(ia c%e in(lo+a tutto il &ostro corpo-
4l musicista sparito
Pass: un mese e mezzo ed io non rice&etti nessun studio da parte di H-P c%e
continua&a a rimandare1 tra le moti&azioni mi )u detto c%e (li a&e&ano ru+ato in
u))icio e c%e do&e&a ricominciare daccapo- o ero preoccupato1 &ole&o le music%e1
do&e&o pro&arle su di me e poi &ole&o )arle pro&are su altre persone1 anc%e se (li
esercizi di tutto il percorso sono esercizi di teatro per cui i dati erano esattamente le
esperienze mie e de(li altri attori del la+oratorio teatrale1 io &ole&o le cose )atte
ancora pi5 serie1 &ole&o portare a&anti un campionario particolarmente esteso e
mirato su .uanto a&e&o costruito- Alla )ine mi stu)ai1 il H-P in .uestione spar?
totalmente ed io presi la decisione di rendere de)initi&o .uanto a&e&o scritto
arran(iandomi con le music%e c%e a&e&o scelto- 'i accin(e&o all'esecuzione del del
tutto in un atto teatrale di &olont0-
43 - 34
Quanto a&e&o realizzato era il se(uente percorso;
Dal 3-1 al 3-E; si )ocalizza l'attenzione sul respiro e sul processo di caricamento
e rilascio di ener(ia-
Dal 3-4 al 3-4; Si associa l'aprire le +raccia ad ac.uisire e rilasciare ener(ia
7similmente al I&oloI di un uccello8-
3-E; si associa il respiro alla IcrescitaI di ener(ia-
3-F; crescita di ener(ia interiore e mo&imento nello spazio 7indotto dalla
musica8 con e.uili+rio-
3-G; Si sperimenta Il'e.uili+rioI del corpo 7respiro1 postura e musica8-
3-J; Rie.uili+rio1 respiro1 crescita di ener(ia e istinto mimico
3-L; Disposizione all'ascolto1 istinto mimico1 disposizione )isica nello spazio1
di&isione di stati emozionali 7connessi alle sin(ole parti della triade8
4-1 -4-1-1; Respirazione e disposizione all'ascolto associata ad un mo&imento-
4-4; Percezione del tempo e osser&azione dello spazio 7strutturazione dello
specc%io interiore8-
4-3; Strutturazione dello specc%io interiore1 di&isione di stati emozionali
associata a mo&imento-
4-4; stinto mimico e disposizione all'ascolto1 personi)icazione1 crescita di
ener(ia-
4-E; stinto mimico1 personi)icazione1 crescita di ener(ia e pensiero-
4-F; stinto mimico1 ener(ia1 mo&imento nello spazio1 personi)icazione nello
spazio1 pensiero in mo&imento-
4-G; stinto mimico1 personi)icazione1 strutturazione dello specc%io interiore-
E-1; tutti (li elementi precedenti insieme-
44 - 34
Presi .uesto percorso1 e me lo *sparai, in 4 ore consecuti&e1 all'esecuzione dell'ultimo
esercizio1 (iunto nell'isola ed attra&ersato lo specc%io 7c%e si mani)est: luminoso e
le((ermente alla mia sinistra8 vidi la triade rappresentata da sfere colorate1 7nota;
'alan(a non a&e&a ancora )ormulato nemmeno il #$# statico per cui era una
mani)estazione arc%etipica spontanea e non indotta da nulla di mia conoscenza8
Anima +ianco-(ialla incandescente1 enorme di)ronte a me1 'ente &erde alla sinistra1
il pi5 piccolo di tutti ma molto +rillante1 di un &erde smeraldo incandescente1 spirito
rosso alla mia destra1 molto (rande ma non proprio cos? acceso
percepii per la prima volta come non mai la coscienza% una cosa straordinaria%
enorme% tutta &uella coscienza da fare &uasi paura% una sensazione fortissima1
appena le mie s)ere si con(iunsero sentii una enorme &i+razione1 )ortissima e sempre
se(uendo le indicazioni dell'esercizio e della musica 7o&&ero spalancando le mie
+raccia nella parte )inale dell'esercizio8 ci )u dentro me come un'esplosione di luce
(ialla incandescente c%e spazz: &ia tutto .uanto1 tutto .uello c%e non ci do&e&a stare1
tutto in un lampo1 )ulmineo1 istantaneo1 di una potenza incredi+ile-
Aprii (li occ%i1 mi senti&o pro)ondamente di&erso1 anc%e )isicamente le((ero1 nella
mia testa &i era un silenziosa .uiete1 un senso di lucidit0 )ortissimo1 &ede&o pure
me(lio- La sensazione di nuo&a lucidit0 mi per&ase per circa 3 mesi- ntanto ritorn:
il H-P c%e mi disse nuo&amente c%e a&e&a completato lo studio 7c%e io continua&o a
non a&ere8 e c%e &ole&a (li esercizi cos? (li scri&e&a le music%e1 io (lieli passai1 tanto
tutto sare++e stato comun.ue pu++lico1 lui mi )ece aspettare1 mi disse c%e tempo 1E
(iorni e mi a&re++e dato tutto- Questo H-P mi disse c%e pote&o aspettare1 io intanto
cominciai a realizzare un minisito internet c%iuso al pu++lico do&e misi tutto .uanto
con le music%e pro&&isorie1 intanto il H-P prende&a tempo1 era palese un suo non
)armi pu++licare1 mi ruppi le palle e aprii il sito pro&&isoriamente- Alla )ile lo aprii
de)initi&amente e ci )u un certo consenso iniziale1 pu++licai tutto .uanto e .uindi ero
a++astanza soddis)atto1 di H-P non e++i pi5 notizie e non risponde&a pi5 alle email1
era sparito dalla )accia della terra-
$ono++i nuo&a (ente c%e cominci: a pro&are .uanto a&e&o scritto1 raccolsi cos?
.ualc%e dato ulteriore a cumulo di .uelli raccolti nella )ase di stesura de(li esercizi1 e
il risultato )u c%e tutte le persone c%e prima non riusci&ano a )are il S'"AD1 dopo
l'applicazione anc%e parziale del percorso di A-#-#O-R-E riusci&ano a )are S'"AD
da manuale- n .ualc%e modo .uanto a&e&o )atto accendeva un motore1 aiutava le
persone a predisporsi nel modo giusto alle simulazioni mentali-
$erto1 non era una &era e propria analisi statistica comparata perc%9 i dati raccolti
erano della serie c%e le persone mi scri&e&ano soprattutto nelle c%at dicendomi cosa
a&e&ano )atto ed io (li risponde&o1 sare++e stato me(lio realizzare un data+ase e
racco(liere tutto- $ompresi c%e .uesto era impossi+ile da )are online1 ser&ire++e un
4E - 34
(ruppo di ricerca1 un portare a&anti un &ero e proprio la+oratorio di stampo teatrale
dentro cui mappare tutti i dati dei sin(oli partecipantiB .uesto per ora mi 6
praticamente impossi+ile da realizzare-
dati pi5 rile&anti raccolti sono mostrati in se(uito1 da considerarsi puramente
indicati&i e dun.ue +en lontani da una analisi statistica-
Questi sono inoltre 21$I )1SSI;I o&&ero dati c%e )orniscono a c%i ese(ue il
percorso una auto-analisi della propria condizione- Il soggetto si ritrova ad
accorgersi di se stesso e di cosa lo condiziona% si manifesta la mappa del
territorio-
condizionamenti si mani)estano nelle di))icolt0 e tendenze emoti&e1 posturali e di
mo&imento durante l'esecuzione de(li esercizi- A .uesto1 do&re++e se(uire1 esercizio
per esercizio1 una <1S7 1$$I;1 in cui il so((etto 7ma(ari e&entualmente aiutato
con .ualc%e consi(lio8 riese(ue il percorso Q &olte *modi)icando, la sua per)ormance
o&&ero superando le sue di))icolt0- l so((etto riuscir0 a riese(uire in un modo
di&erso e corretto un esercizio solo .uando dentro di lui sar0 cam+iato .ualcosa-
Se ad esempio il so((etto non riesce a mani)estare in modo con&incente il concetto di
*cora((io,1 o di *)orza,1 o di *li+ert0,1 o di .ualsiasi altra cosa1 non ci riuscir0 )ino a
.uando dentro di lui non cam+ier0 la sua interiorit0 e nascer0 in lui il cora((io1 o la
)orza1 li+ert0 ecc-- S)orzarsi dun.ue nell'ese(uire correttamente un esercizio in cui si
ric%iede di mani)estare tali concetti porta le persone a s&iluppare tali capacit0 e a
*cam+iare dentro,1 in tal senso si sta attuando una modi)ica della mappa del territorio
durante la )ase passi&a ed una modi)ica della &irtualit0 7o&&ero della realt08 durante la
)ase atti&a1 per mezzo della coscienza-
4F - 34
DA# PASSK 7puramente indicati&i8
=(:* 6espirazione seduta
Sensazione di rilassamento e serenit0- Si ottiene in (enere una +uona respirazione
pro)onda senza pro+lemi di iper&entilazione in .ualsiasi tipo di persona- !o notano
c%e l'esercizio )a&orisce la concentrazione e il predisporre l'attenzione nel modo
(iusto perc%9 c%i si 6 lanciato nell'esecuzione de(li esercizi successi&i saltando
.uesto esercizio %a )aticato ad *entrare nell'azione,-
=(>* 6espirazione seduta -raccia aperte
"uona respirazione pro)onda- Sensazione di *ener(ia, nelle persone normali pi5 o
meno e&identi in +ase ai caratteri delle persone- Le persone esu+eranti e *)ocose,
pro&ano su+ito senso di )orte ener(ia e potenza1 mentre le persone pi5 pacate
pro&ano un senso di serenit0 e piace&ole ener(ia- Di))icolt0 e&idente nelle persone
addotte a pro&are senso di *potenza,1 si ottiene comun.ue1 per &ia della
respirazione1 un senso di serenit0 e rilassamento emoti&o-
=(=* 6espirazione seduta con planate
Analo(%e considerazioni dell'esercizio precedente- Si riscontrano pre)erenze di
)lessione pi5 marcate 7destra o sinistra8 in +ase al so((etto-
lati di )lessione 7destra o sinistra8 rispecc%iano i dettami della PNL sull'asse del
tempo- Le persone destromani e positi&e con +uone aspettati&e per il )uturo
pre)eriscono le in)lessioni sul lato destro- Le persone destromani e particolarmente
attaccate al passato pre)eriscono in)lessioni sul lato sinistro- Le persone molto
e.uili+rate non %anno particolari pre)erenze- mancini in&ertono semplicemente le
direzioni-
=(?* 6espirazione seduta con apertura e chiusura
Sensazioni riscontrate simili al 3-4 con la mani)estazione di senso di calore nelle
mani in .uei so((etti c%e riusci&ano a sentire particolarmente senso di *ener(ia,-
=(9* 4a pianta seduta
Sensazione di +enessere ed ener(ia- n .uasi tutti i so((etti si mani)esta una
imma(ine mentale di una pianta c%e cresce1 anc%e in .uelle persone non
pre&alentemente &isi&e c%e %anno riscontrato di))icolt0 nell'ese(uire il S'"AD-
=(@* Il salto in avanti
La particolare scelta della musica in&o(lia nelle persone dal carattere estro&erso
*una (ran &o(lia, di saltare- Kice&ersa1 nelle persone pi5 intro&erse il salto 6
*)orzato,- Si mani)estano &arie di))icolt0 nel mantenere l'e.uili+rio a salto ese(uito
in +ase alla propria capacit0 di autocontrollo 7di))icolt0 nel tormos - )reno )isico ed
emozionale c%e accompa(na (li elementi dell'esecuzione8-
4G - 34
=(A* Il pendolo
Di))icolt0 in +ase alle persone nell'oscillare in modo controllato senza perdere
l'e.uili+rio- $ome per il 3-F1 le persone estro&erse sentono il porsi in a&anti come un
mo&imento pi5 naturale- Kice&ersa per le persone intro&erse-
=(B* 4a pianta che cresce
Sensazioni simili al 3-E ma con e&identi di))icolt0 a mantenere l'e.uili+rio in
condizioni di immo+ilit0 ad occ%i c%iusi in +ase al proprio e.uili+rio psico)isico-
=(C* 4a stanza divisa
Karie di))icolt0 nel sentirsi in modo distinto nelle parti della stanza c%e si mani)esta
con una non )luidit0 nei mo&imenti- Dal (ruppo di teatro le persone tendono a
sc%ematizzare i mo&imenti in +ase alla loro posizione e se(uendo spesso mo&imenti
ciclici-
7sercizio ?(:(: D ascoltare una spiaggia
Senso di +enessere e rilassamento muscolare- Dal suono del mare c%e si in)ran(e
sulla ri&a il so((etto tende ad imma(inare il luo(o- l &isi&o tende ad identi)icare
tramite il suono un *mo&imento, dell'ac.ua nella sua imma(ine mentale1 riuscendo a
descri&ere anc%e la )orma della ri&a do&e si in)ran(ono le onde- l cenestesico
associa al suono anc%e sensazioni corporali tipic%e1 come l'odore e la sensazione di
una +rezza sulla pelle c%e se(ue il mo&imento del mare- #utti i so((etti attin(ono
dalla propria memoria sensiti&a in accordo alla propria capacit0 sensoriale-
7sercizio ?(>* 1prire le -raccia* il presente spaziale
Quasi tutti %anno a&uto di))icolt0 nel comprendere l'esercizio spie(ato a &oce- Alle
se(uenti parole *$ominciate adesso 7tramite l'esercizio 3-18 a pensare ad un )ilo in)inito c%e1
nella posizione in cui era&ate prima di spostar&i1 si estende al &ostro orizzonte e c%e sia sospeso in
aria ad una altezza pari al &ostro s(uardo .uando &oi siete in piedi- Quando &i sentite pronti
alzate&i in piedi e posizionate&i do&e pensate ci sia il )ilo1 in modo c%e il )ilo passi attra&erso il
&ostro pro)ilo-, il so((etto erroneamente imma(ina il )ilo in)inito non disteso
orizzontalmente ma lon(itudinalmente1 come la linea di di&isione di corsia di una
lun(a strada in)inita- $ompresa la reale disposizione &oluta %o riscontrato in tutte le
persone addotte l'incapacit0 di identi)icare con il loro +usto e s(uardo il concetto di
*tempo presente,- Le persone c%e in&ece non %anno a&uto di))icolt01 7o&&ero oltre
me solo un altra persona8 dovrebbero essere persone c%e in se(uito1 con una
modi)ica di tale esercizio riescono con )acilit0 a compiere LHO- 7ci: )u &alido per
me e per l'altra persona ma sono solo 4 &alori8-
4J - 34
7sercizio ?(=* Specchio% <orza e 4i-ert'
n linea con (li esercizi precedenti1 le persone c%e riescono a pro&are senso di
ener(ia pro&ano un (rande calore nelle mani- Non %o potuto racco(liere altri dati1
ser&ire++e osser&are le persone di presenza durante l'esecuzione-
7sercizio ?(?* la pianta dell+attenzione
Stesse sensazioni come per (li altri esercizi sulla pianta con in pi5 la mani)estazione
sensoriale del )rutto- Qualc%e so((etto1 7oltre me81 dotato di spirito di iniziati&a
"adattamento ed autocontrollo -5 l'improvvisazione8 %a concluso l'esercizio
mordendo e assaporando il )rutto imma(inato-
7sercizio ?(9* la pianta del coraggio
Note&oli di))icolt0 nel mani)estare i concetti di cora((io e )orza in c%i 6 pieno di
paure- La .uercia e la se.uoia sono (li al+eri imma(inati durante l'esecuzione da c%i
riesce in&ece a mani)estare il senso di cora((io e )orza-
7sercizio ?(@* 4a montagna del coraggio
#utti optano per l'adattamento da seduti- so((etti associano &arie imma(ini di
scalate )aticose1 con sensazioni anc%e corporali- #ra (li addotti1 in linea con
l'esecuzione precedente alcuni so((etti %anno note&oli di))icolt0 ad imma(inare di
scalare la monta(na1 interrompendo l'esecuzione- Qualcuno %a pure imma(inato di
cadere nel &uoto mani)estando anc%e di non &olere prose(uire con l'esecuzione
perc%9 0non c'. niente da fare1 7il &ittimismo auto-compiaciuto di certe persone8-
7sercizio ?(A* 4+a&uila
n&o(liando le persone a ri)lettere su cosa trasmette un a.uila le persone non %anno
pro+lemi ad imma(inarsela- Durante l'esecuzione .ueste persone si sono ritro&ate a
*non pensare,1 o&&ero a )arsi (uidare dall'istinto per sentirsi altro 7l'a.uila8-
Qualcuno per: dall'inizio %a ri)iutato l'imma(ine dell'a.uila optando per un )alco di
colore nero 74 addotti ed una persona non addotta8- Questi so((etti %anno percepito
un p: alla le((era comun.ue il sentirsi .ualcosa di di&erso-
4L - 34
7sercizio 9(:* simulazione finale
Da un corretto accostamento all'esercizio1 tutti .uanti riescono a )arsi trasportare
dalla musica e a comprendere da soli il momento (iusto per spiccare il &olo- n
accordo con l'esercizio 3-F del salto in a&anti &i 6 .ualc%e )orzatura nelle persone
molto intro&erse e non a&&ezze ai cam+iamenti 7di))icolt0 di adattamento81
mani)estando anc%e un senso di paura con uno spiccare il &olo c%e tende alla caduta1
per poi riuscire comun.ue 7(razie anc%e alla musica8 a risolle&arsi e &olare- #utti
.uanti alternano &isioni mentali in prima persona a &isioni mentali esterne- Durante
la )ase del salto tutte le persone &edono un momento del &olo dell'a.uila per mezzo
di una &isione esterna1 a cui se(ue una &isione in prima persona-
Hiunti all'isola1 tutte le persone &edono da .ualc%e parte nello spazio un )uoco
so&ente acceso- I soggetti addotti se perdono molto tempo mani)estano la presenza
dei parassiti sulla spia((ia- Kedono om+re1 o persona((i rappresentati parassiti o
'AA1 e spesso su di un lato 7il destro8 &i 6 un secondo specc%io di colore scuro o
completamente nero c%e il so((etto a&&erte come *ne(ati&o,1 in tali so((etti spesso
il )uoco 6 spento o .uasi-
Questa condizione di mani)estazione delle inter)erenze all'interno di tale )ase della
simulazione mentale si annulla .uando il so((etto non perde tempo ed entra su+ito
nello specc%io-sc%ermo +ianco e/o .uando la persona *si pompa, parecc%io durante
l'esecuzione del &olo 7e il )uoco sulla spia((ia sar0 acceso8- Qualc%e addotto
pompato nell'esecuzione del &olo non %a nemmeno atterrato da uomo sulla spia((ia
ma si 6 lanciato direttamente e con condizione di )lusso esecuti&o intensa dentro lo
specc%io 7.uello (iusto8 non su+endo alcuna inter)erenza durante .uesta azione-
Questi sono i poc%issimi dati puramente indicati&i e +en lontani da una raccolta
statistica precisa-
3M - 34
I4 S7#$I6SI I#<I#I$5 D I#;I$5 1441 6IC76C1
Lo stato di Coscienza $rasparente c%e si ra((iun(e durante una corretta esecuzione
del percorso di A-#-#O-R-E- permette con il tempo di percepire .ualcosa di
*essenziale,1 o&&ero di sentirsi *&i&i, senza ri)erimento si spazio1 in pratica ci si
sente spazio infinito(
l sentirsi spazio infinito 6 direttamente connesso a .uello c%e nel campo de(li studi
di 'alan(a &iene detto come percezione *spirituale, o&&ero le(ata al concetto di
*spirito,- n realt0 credo c%e la di&isione della monade possa essere )atta in modo pi5
sottile )acendo ri)erimento anc%e a &ari studi di culture di&erse di tutto il mondo-
Paradossalmente a .uanto a))erma 'alan(a sull'importanza di Anima1 la percezione e
con essa il .potere/ spirituale 6 molto pi5 di))icile da pro&are-
Durante .uella c%e &iene descritta come *percezione animica, si trascende il tempo
ma lo spazio &iene comun.ue ad intera(ire in modo simile1 ci si muo&e dentro lo
spazio 7in modo molto pi5 &icino alla percezione normale rispetto a .uella spirituale8
anc%e se la percezione animica &ede in tutte le direzioni-
Quando ci si sente in&ece in)initi e senza ri)erimenti spaziali la percezione del mondo
6 completamente di&ersa- Si percepisce .l+essenza/ di cosa ci circonda e ci si sente
di essere tutto lo spazio--- le persone1 (li o((etti1 .ualsiasi altra cosa 6 come se
impro&&isamente )ossero contenute in noi c%e siamo tutto .uel luo(o-
4+iterazione con il mondo con &uesto tipo di percezione prettamente
.essenziale/ e non ha particolari riscontri materiali con la virtualit' della realt'(
Quello c%e c%e si riesce in&ece a modi)icare con estrema )acilit0 in tale stato di
coscienza 6 *l'iterazione, de(li altri1 o&&ero l'iterazione delle *essenze, de(li altri con
la nostra *essenza, eliminando l'a((ancio c%e l'altro %a con la nostra persona 7o
me(lio con la nostra *essenza,1 il nostro *modo di esistere, e per altro intendo
.ualsiasi altro so((etto1 dun.ue anc%e da un punto di &ista di inter)erenze8-
L'annullamento di una interazione con l'essenza di altri si mani)esta con la
*dispersione, dell'altro all'interno dell'in)inito spazio c%e ci rappresenta-
7sistono delle tecniche istantanee per sentirsi con estrema )acilit0 *spazio in)inito,
ma reputo possano essere non indicate ad un pronto uso da parte di c%i non %a
sperimentato a su))icienza lo stato di coscienza trasparente- 'a(ari tali tecnic%e
possono essere s)ruttate e messe a punto da un operatore-
31 - 34
$i si rende conto in prima analisi c%e il percorso di A-#-#O-R-E- 6 una strada non
immediata e non pensata per un uso esclusi&o per li+erarsi contro le a+duction ma %a
l'o+ietti&o di sca&arsi dentro e .uindi pu: essere messa al ser&izio delle tecnic%e di
li+erazione s&iluppate da 'alan(a-
$i si rende conto c%e con lo s&iluppo delle successi&e tecnic%e realizzate da 'alan(a
e dal suo (ruppo di ricerca1 il #$# ed in particolare la )ase del #$#D ese(uita dalla
persona autonomamente 7o&&ero dopo l'applicazione della #$#D (razie ad un
operatore8 sono )acilmente inte(ra+ili nell'ultimo esercizio E-1 7ma non solo8 e1
&olendo1 nella condizione di sentirsi *spazio in)inito, precedentemente annunciata 7in
.uest'ultimo caso si ric%iede la capacit0 di so&rapporre insieme 4 simulazioni mentali
contemporaneamente e1 l'annullamento dell'iterazione di altri so((etti all'interno del
sentirsi spazio in)inito1 o&&ero l'annullamento di iterazione con l'essenza altrui si
mani)esta con una luminescenza1 una ne+ulosa colorata attorno alle s)ere del #$#8-
Nel lin(ua((io della ricerca di 'alan(a1 il processo di annullamento dell'inter)erenza
dell'essenza altrui e il consolidamento di tale stato di condizione di sola nostra
essenza lo si pu: descri&ere come una *0166I761 1-S)18I147, e a li&ello
rappresentati&o1 in ri)erimento alla campana di ener(ia utilizzata nella tecnica della
3'S e della #$#D1 tale +arriera si mani)esta come un concetto di densit0 in)inita
dell'aura della persona rispetto ai con)ini di essa1 o&&ero della campana- #utta&ia
.ueste mie parole non descri&ono esattamente .uello c%e realmente accade- l
concetto razionale pi5 simile per descri&ere tale condizione 6 dato dalla matematica1
de)inendo1 all'interno di un insieme dei numeri reali 7dun.ue con potenza del
continuo8 con estremi a1 +1 7o&&ero un insieme del tipo Ra1+S 81 un sottoinsieme i cui
estremi sono asintodici1 Sa1+R1 dun.ue Sa1+R C Ra1+S -
Sare++e interessante realizzare una raccolta statistica appro)ondita su .uanto esposto
ma purtroppo allo stato attuale non %o le risorse per )arlo e comun.ue non 6 un
o+ietti&o della mia &ita 7perdonatemi ma adesso %o cose pi5 importanti da )are8-
n&ito dun.ue (li esperti del settore a &alutare ade(uatamente .uanto 6 stato )atto e a
portare autonomamente una ricerca in tal senso se lo reputano necessario ma(ari
realizzando .ualcosa in tal senso con l'ausilio di music%e realizzare ad %oc-
34 - 34
2onclusioni
Anc%e a(li occ%i dei pi5 scettici1 supponendo c%e le teorie di 'alan(a ri(uardo al
)enomeno a+duction siano solo un (rande e colossale a++a(lio 7da&&ero poco
pro+a+ile8 rimane o++ietti&amente interessante l'utilizzo delle metodolo(ie s&iluppate
nell'am+ito delle simulazioni mentali e delle tecnic%e meditati&e- Se tutto )osse la
descrizione di una psicosi colletti&a ci si ritro&a ad a&ere de(li strumenti per stilare
pro)ili precisi di tali distur+i e per mettere appunto tecnic%e meditati&e c%e ten(ono
conto di .ueste in)ormazioni-
n .uest'ottica1 .uanto )ormulato in A-#-#O-R-E e in .uesto documento1 lo si pu:
considerare uno studio PERSONALE su tecnic%e meditati&e simili ad uno Po(a o
altro-
n ri)erimento allo psicodramma di Le&P 'oreno credo PERSONAL'EN#E c%e
.uanto esposto in .uesto documento do&re++e rendere c%iara l'idea c%e prima l'analisi
7ed autoanalisi81 o&&ero la comprensione1 e in se(uito la modi)ica delle per)ormance
di semplici esercizi di teatro permettono una presa di coscienza1 uno s&iluppo nelle
persone della capacit0 di superare le proprie di))icolt01 e un cam+iamento radicale del
proprio io-
33 - 34
Bibliografia
LTattore transpersonale l trainin( sullTattenzione/consape&olezza nel teatro di ricerca
n)ormazione Psicolo(ia Psicoterapia Psic%iatriaI n- 34 %ttp;//222-in-psicoterapia-com
Per un teatro po&ero di AerzP Hroto2s=i1 "ulzoni Editore 1LGM-
A-#-#O-R-E- ; Artistic #ec%ni.ue #O Resol&e Emotions %ttp;//222-attore-alter&ista-or(
Alien $icatriU 222-u)omac%ine-or(
Simulazioni mentali 222-u)omac%ine-or(

34 - 34