Sei sulla pagina 1di 12

a.a.

2005/2006

Laurea Specialistica in Fisica

Corso di Fisica Medica 1 Elettroencefalogramma


2/5/2006

Casa ?
Lelettroencefalogramma (EEG) corrisponde a variazioni dellattivit elettrica cerebrale registrate mediante elettrodi posti sullo scalpo La fluttuazione della normale attivit cerebrale induce tra vari punti del cuoio capelluto piccole differenze di potenziale (dellordine del microvolt) che vengono amplificate e registrate di norma per alcuni minuti (in casi particolari fino a 24 ore)

Cosa serve?
Si ottiene in questo modo un tracciato che segna per ciascun elettrodo le variazioni di V = V(t) DallEEG possibile estrarre i potenziali evento-relati (ERPs) modificazioni dellattivit elettrica cerebrale correlate ad eventi interni/esterni dellindividuo (stimolazioni sensoriali, compiti cognitivi, ecc.) Gli elettrodi vengono montati secondo uno schema fisso (sistema 10-20) su tutte le parti del cuoio capelluto con un numero di elettrodi variabili da 16 a 48

Localizzazione
Poich ogni elettrodo riflette in prima linea l'attivit della parte cerebrale pi vicina, l'EEG in grado di fornire informazioni non solo su attivit elettriche anomale, ma anche sulla loro localizzazione (precisione 20 mm) Essendo di esecuzione facile e non invasivo, lEEG un esame di base in neurologia il suo valore diagnostico fondamentale nella diagnosi delle epilessie alterazione della normale attivit elettrica nell'epilessia produce tracciati caratteristici

Utilizzo
In malattie infiammatorie (meningiti/encefaliti) un tracciato normale EEG esclude tali processi EEG pu indicare un processo focale come un tumore o un'ischemia cerebrale senza per determinare il tipo di lesione A seconda del montaggio, gli elettrodi vanno posizionati sulla cute avendo cura di rispettare alcune corrispondenze tra aree corticali e sito di apposizione dislocazione standardizzata detta Sistema Internazionale 10/20 (AEEGS 1991)

Posizionamento
criteri di piazzamento degli elettrodi

Occorre un buon contatto elettrico in modo da non creare artefatti

Tracciato
EEG di un soggetto normale differenza punto-punto di 75 V artefatti quando gli occhi si chiudono!

Analisi tracciato
Tracciato normale: attivit elettrica regolare e a basso voltaggio Tracciato patologico: attivit elettrica anomala, ritmica e ad alto voltaggio durante una crisi epilettica

Metodo
Ciascun elettrodo munito di cavetto e spinotto terminale con il quale, tramite una scatola di derivazione, viene collegato allamplificatore segnale amplificato in fase dacquisizione di 20.000 volte e un filtro passa banda taglia (implicano stimoli visivi a 0.03Hz-100Hz!) Il segnale analogico trasformato in digitale con una frequenza di campionamento a 250 Hz (un punto ogni quattro millisecondi) e le analisi relative sono poi effettuate successivamente su PC

Il sonno
Il momento pi semplice per esaminare il cervello quando esso riposa Sonno tranquillo o profondo NREM Sonno attivo REM (Rapid Eye Movement) differenti tracciati anche del: cervello, cuore, tonicit muscolare (No Rapid Eye Movement)

Altre misure
Contemporaneamente allattivit elettrica cerebrale possono essere registrati: i movimenti oculari orizzontali e verticali (EOG) variazioni di potenziale causate dal movimento dellocchio (dipolo sclero-corneale) elettrodi bipolari posti sullorbita dellocchio frequenze lente ed ampie le possibili risposte muscolari (EMG) elettrodi bipolari posti sopra i muscoli contrazione muscolare sotto gli elettrodi frequenze molto rapide

Tracciati sonno
Dal punto di vista fisiologico il sonno il susseguirsi di stati diversi Determinano lo stadio e la profondit del sonno: EEG (monitorizzazione dellattivit elettrica sulla superficie del cervello) ECG (monitorizzazione dellattivit cardiaca in battiti/minuto) EOG (monitorizzazione dei movimenti oculari) EMG (monitorizzazione del tono muscolare)