Sei sulla pagina 1di 19
Tye La gestione ECG infermieristica dell’elettrocardiogramma La gestione infermieristica dell elettrocardiogramma Amor PAOLO VENTURE Primario Servizio di Cardiologia Casa di cura “Citta di Udine” VIALE VENEZIA 410 - UDINE ANDREA LODOLO Infermiere Professionale Specializeato in Area Critica AREA DI EMERGENZA - GEMONA (UD) GRATIATALIO Aiuto Cardiologo AREA DI EMERGENZA - GEMONA (UD) ELISABET ES PODEANO Medico Chirurgo GEMONA(UD) DANEEL CONTESSE Operavore Teenico PRONTO SOCCORSO - GEMONA (UD) F, Sintes! dettatti, opolarizzazione ata Nodo AV (ritardo . tricolare eta condone) ‘ore asco comune § vate dota His ————— Mpolatzzazione Branca destia e banca sinista el fascio Vettore dolla epolarizzazione fapicale © precoce Vette deta Gor vontieao depolarizzazione settle sinstro UELETTROCARDIOGRAFO Lelettrocardiografo ¢ Fapparecchio clettromedicale uiilizzato per registrare FECG. PHformato dagli clettrodé applicati sul pazicnte, dai cavetti uniti agli eletirodi, da un amplificatore, rive gli impulsi del galvanometro su di un rullo di da un guleanometro e dal meccanisme che cut nullimetrata, La corrente clettrica rilevata dagli elettroui sulla superficie corporea passa all'amplificatore ¢. guatamente anplificata, attiva il galvanometro; le oscillazioni «lel campo magnetico risultante agisco: { Questo EveTeevcnetocetr Ff no a seconda del tipo di eletrocardiogralo su di | rachis ,PROexOL,TEEAPA QUANDO ade una parte scrivente (at maggior parte dei casi ‘ae FInTE=+ fecante un pennino), che disegna una linea sulla superficie di una striscia di carta, Quindi !'ECG non @ altro che un grafico che mostra Vattivita clettriea del cuore. In commercio esistono tre div si tipi di appares chit + elettrocard + clettrocardiografo a getto di serittura termica inchiostre, geal con sceittura a nratrict In funzione del numero di canali presenti nell'ele trocardiografo & possibile registrare simultanea- mente una, tre, sei o tutte © dodi le derivazioni. Elettrocardiografo a scrittura termica Caratteristica di questo apparecchio, @ fa pennet termica, che riscaldandosi ¢ muovendosi in modo conforie alle variazioni di potensiale, fonde il sotilissimo strato di cera applicato sulla carta mil limetrata (che score normalmente ad una velocita di 25 mm/seo), impressionanelovi una traci nena o blu, (cura ECG), Una corretta scrittura della pena sulla carta dipende da due fattori + la pressione con la quale la punta scrivente incide il tracciato. + la temperatura alla quale ka penna impressiona la carta termoreattiva, Una eccessiva pressione della penna sulla carta determina "sfondamenti* sul tracciato, Per ovviare a cid, bisogna agire sulla molla di pressione della penna, regolando con un cacciavite la vite apposita La temperatura della penna deve essere regolata, tramite Tapposito potenziometro in modo da avere un tracciato nitico privo di sbavature e bruciacchiature, Qualora la punta della penna fosse consumata il tracciato appare ingros ed & necessaria [a sostituzione della penns Interventi di riparazione o manutenzione del tipo sopra indicato sono eseguibili da un tecnico ospedaliero. & comunque consigliabile che il Capo Sala, tenga a disposizione nel reparto alcune penne termiche di ricambio al fine di ridurre i sempre lunghi tempi di riparazione. ato, di difficile letura, Elettrocardiografo a getto di inchiostro carautcristica di questo apparecchio @ l'apparato scrivente che emeite l'inchiostro per la registr- zione su di una speciale carta millimetrata, che score sempre alla velocita dé 25 mnvsec: Questi tipi di eletirocardiografi sono normaimente tricanali, Ogni canale @ costituito dt dei penn hi che si muovono in modo conforme alle variazioni di: potenziale cletteico prodotta da ati ¢ 12 ventricoli durante il ciclo cardiaco tilevabile in superficie. Questo tipo di apparecchio richiede un riempimento periodico del serhatoio, inoltre ha in de Zione un tulle assorbente Vinchiosto in eccesso che deve essere lavato © asciugato di frequent onde evitare di kasciare immonde macchie sul traceiato ECG che ne impedirebbero una conretts eaten Elettrocardiografo con scrittura a matrice Questo apparecchio funziona allo stesso modo di una machina da scrivere. Infauti non dei pennini, ma la parte scrivente "batte" ECG sulla carta millimetrata. Dopo un certo periodo di tempo bisogna con questo tipo di elettrocardiografo sostituire la matri- ce, chiamando Pufficio tecnico o eventualmente la ditta fornitrice In tutti gli clettrocardiograli oltre alle caratteristiche di sérittura diverse, ¢ il numero di canali di registrazione, non ci sono delle grosse differenze di funzionamento. Negli ultimi tipi di apparee: chi, perd, ci troviamo davanti a computer spesso di non immediato utilizzo, perché troppo "com- plicati®. Questo non facilita ceto loperatore addeto alla registrazione di un elettrocardiogramma che spesso si trova costretto ad usultuire di diversi modelli, € non pud ceno ogni volta leggersi le istruzioni o le specifiche caratteristiche. L’elettrocardiografo multiaccessoriato poi, non risponde genze del servizio © spesso ne viene utilizzata solo una minima parte della empre alle reali es suit potenzialita I! auspicabile comunque che in futuro, anche gli infermieri entrino a far pane delle commission per lacquisto di tutti gli apparecchi elettromedicali al fine di un pitt attento utilizzo € consumo delle risorse del servizio. Anche se in commercio esistono modelli ¢ marche diver di Velettrocardiografo & di solito munito * Un pulsante per la panenza e tamesio | EF ARewaro ic Nuovo + Un selettore di velocit di scrittura 10 . ELETTROCARDIOCRATO ... CEACMAND LE mm/sec, 25mm/see 0 SOmm/sec /STRULION D'USO... BUN QUE. ARRBO, + Un pulsante di calibrazione cratic, RECO, HA aueuE: Im sTats@NO dove Sono?! | + Un pulsante per filtro (nei modelli pitt | recenti possono esserei anche due 0 addirittura tre filtri espressi in Mhz sul tracciato ECG) * Un pulsame di bloccaggio scorrimento della carta + Manopole per “aggiustarc” Yahezza della traccia + Manopole © pulsanti per lamplilica~ Zione della traccia avo per {’alimentazione tipo Europco o Italiano e cavo ausiliario per la messa a terra * Pulsante di partenza manuale automatica (quest'ultima nei modelli pitt recent), + Pulsante per selezionare una o pitt derivazioni in funzione al numero dei canali disponibili © Cavo paziente ECG con prolunghe plug gialla, rossa, nera, verde, per le derivazioni perife ¢ con le prolunghe Cl, C2, C3, C4, , per le derivazioni precordiali. (negli elettrocardio - grafi pitt vecchi ci pud essere solo una prolunga di colore bianco), # Elettrodi a pinza o a piastra per arti > Elettrodi precordiali a ventosa 13 GUIDA ALL’ESECUZIONE DELL’ESAME ECG. Preparazione del paziente 1 prima regola nelltescguire un ECG ad un paziente & quello di informarlo su cosa si sta facendo © su quello che si vuole da lui Vinformazione é il pit grande aiuto che possiamo dare per trinquillizzare una persona. Questultima per quanto possibile, deve essere nella posizione supina, pit confortevole per il lassamento totale, possibilmente sdraiata in un lettino sufficientemente ampio. arti devono risultare ben rilasciati © non toccare assolutamente parti metalliche, Per favorire il rilassamento della muscolatura delle braceia (fonte di molt artefati sul tracciato), si pud invitare il paziente a posizionare le mani sotto i glutei (ricoperti dagli indumenti per non creare campi magnetici), Lambiente dove si opera & importantissimo, deve essere adeguatamente siscaldato © um Infatti il paziente, che durante Mesame deve restare a torso nudo, pud accusare tremori mu lificato. ‘ola causati dalla bassa temperatura della stanza. Ricordiamo che soprattutto il tremore muscolare crea Fenomeni clettrici, che vengono purtroppo registrati nel tracciato, € non hanno nessun rapporto con latlivitt elettrica del cuore. Non bisogna poi dimenticare di mantenere una privacy aceguara durante Vesecuzione dell'esame, al fine di tranquillizzare ancor di pitt il paziente. I rilasciamento di tutta la sua muscolatura quindi, ci per- metteri di eseguire una corretta registrazione elettrocardiografica. Le donne dovrebbero slacciare il reggiseno specie s¢ vi sono presenti "ferretti" © togliere comple- tamente phi eventuali collant che se lasciati avvolti fino alle caviglie, possono provocare un ponte lure interferenze artefatti sul tracciato, (per lo stesso motive i elettrico tra Harto dx ¢ quello sx e picdi devono essere ben distanziati tra di loro). N.B: tutti gli abiti in nylon soprattutto in present di umiditi della stanza inferiore al 40% posso- itlica, che pud interferire sulla traceia FC Se durante Nesecuzione dell'esame la traccia ECG non risults sufficientemente "pul eseludere parte della muscolatura degli ati posizionando gli elettrodi_periferi on (questo & molto utile nel Parkinson, malattia che per lesacerbato movimento muscolare si pagna ad altretanti eventi eletict di disturbo). Durante lesccuzione invitare ulteriormente il paziente a rilassarsi chiudendo gli ocehi © facendo no provocare clettricita st 2", provate ml loro radice, finta di dormire. Seguendo queste piccole ma importanti indicwzioni, anche una traccia allinizio illeggibile pud jorare. Se perd il tracciato continua ad essere distono da tremori o da corrente alternata si pud far uso degli appositi filtri presenti in tutti gli clettrocarcliografi, che riducono o eliminano i fenomeni clettrici di disturbo. Velettrocardiogramma impossibile E inutile infatti, ¢ tecnicamente arduo, eseguire un ECG come primo approccio, quando il pazicnte & in un grave stato di agitazione psicomotoria, come pud essere nel caso dell'Edema Polmonare Acuto Cardiogeno, Nell'urgenza @ bene tener presente, come prima cosa , lo stato generale del paziente. E certamente pitt corretto incannulare subito una vena periferica & su ordine medico eseguire con urgenza Ia terapia del caso; "ECG vert eseguito in una fase successiva quando il paziente sara pit) sta- bile © piti tanquillo, nel fratempo invece sarebbe opportuno monitorizzatlo, Be cognin n Renae sre “4 asi Veramente urgent quando siha fa ardiaco, per non N.B. nei necessita di evidenziare it ritmo perdere tempo prezioso si pud applicare con forza direttamente sul torace del paziente gli elettrodi pia- stea (PADDLE? def definillatore, normalmente uno a livello del manubrio sternale, circa sulla posizione VI del rilievo ECG (base del cuore), l'altro sulla punta del cuore circa sulle posizioni V4 - V5 del rilievo ECG. Si evidenzicr’t cosi al monitor la traccia BCG, Pur essendlo tna tecnica molto semplice bisogna molta atlenzione a non posizionare inayvertitamente la manopola del DEF POWER sul selezionatore di energia ¢ di non premere il pulsante di carica sull'elet- trodo CHARGE, onde evitare pericolose scariche elet- riche sul paziente © non in ultimo sugli operatori sanitari, Applicazione degli clettrodi Questa operazione & da ritenersi la pitt importante per il rilievo di un elettrocardiogramin lita, @ infatti dalla cura con cui sono stati applicati gli elettrodi che dipende la stabil della traccia. La prima operazione da fare, sia che si usin elettrodi a piastra ed elastici, © a pi ble (clettrodi monouso) o a ventosa, ¢ la preparazione della cute del paziente. La pelle infatti non conduce bene Pelettricit’, quindi deve essere sgrassata con alcool © etere (addirittura strofinats cnergicamente se & secea © spessa) nei punti dove verranno applicati poi gli cleurodi Questa importante operazione sere a ridurre le resistenze di superficie, che sono NoAMAlmente lo strato corneo della cute ¢ il grasso epidermico, sempre presenti ¢ che interferiscono sul ponte Arico tra cuore ed clettrocardiografo. E da far notare perd, che Maso eecessivo di alcool o etere pub provocare sulla cute una brusca disidratazione; cid aumenta Nimpedenza del passaggio del Vimpulso clettrico di superficie verso l'elettrodo esplorante, per guesto alcuni autori suggeriscono di usare della carta smeriglio per togliere lo strato di cheratina sulla superficie della cute miglio- rando il passaggio elettrico ¢ quindi la traccia ECG. 1B passaggio dell'impulso elettrico tra la cute © Helettrodo esplorante, & garantito dall'uso di una sostanza eletrolitica chiamata appunto "pasta conduttrice’. N.B. La valutazione dei gel e delle paste per elettrodi in commercio ha prodotto una vasta gamma di impedenze. I gel ¢ le paste per elettrodi sono agenti d'accoppiamento contenenti sali da oon confondere con altri gel che possono accrescere limpedenza transtoracic Non tutti i “gel” quindi sono adatti all'esecuzione di un eleterocarciogramma. Usare esclusivamen- te gel o pasta conduttiva da ECG © cl« defibrillazione, perché il gel ultrasonico o altri unguenti ospedaliesi possono non esibire la conduttivita necessaria. E da notare che le PASTE CONDUTTIVE hanno fatto registrare 'impedenza pit: bassa tra gli agen- Ai studiati. In alcuni casi, la sola applicazione della pasta conduttrice tra li cute e 'elettrodo esplorante, non consente un passaggio dellimpulso cletirico. Questo problema si pone in particolare in quei pazienti dalla folta peluria, che impedisce una buona tenuta degli eletrodi, in particalare quelli precordial Si rende neces Da ricordare com mia spesso non & necessaria di qua ‘© meno 7 © disponsa aria quiadi, (previo consenso del paziente) la rasatura dei punti di applicazione. nque che questa non & una regola v che con un poco di pazienza, ka tricoto- 15 E quindi indispensabile che avcanto all'elettrocardiografo ci siano sempre, oltre alla pasta condut- trice, agli clettrodi € alla carta di riscrva, dei rasoi monouso, € dell'ctere, Successivamente, dopo aver deposto sufficiente pasta sulle placche argentae delle pinze per gli arti (periferiche), si passer a reperire i punti nel torace (precordiali) contando accuratamente gli spavi intercostali. Dove andranno posizionati gli clettrodi: precordial (coppette a suzione), verra applicata una modi: ca quantit di pasta conduttrice senza eccedere nelltuse € soprattutto senzat spalmare ka stessa st tutta la superficie della cute, Identificheremo in seguito gli esatti punti di repere Una volta applicata ta pasta conduttrice sia sulle derivazioni periferiche che sui punti di reper precordiali, si applicano gli elettrodi che devono essere leggermente mossi facentlo dei piccoli cerchi concentrici, per dare modo alla crema di penetrare nei pori della pelle garantendo un conratto ottimale tra leletrodo stesso e il pazien- Gime tatany aire (rasa > rd te Ulimamente in commercio esistono dei soutili ia le coppette a joni periferi- elettrodi che sostituiscono suzione che le pinze per le derive che. Con questo tipo di eletrodo si hanno certamente dei vantaggi, sia dal punto di vista delligiene ——-] Ginfatti sono’ monouso), che della praticit, ma devono fare i conti con le esigenze economiche delle varie aziende sanitarie, Questi elettrodi sono invece utitissimi nei reparti di cure intensive, dove sono sempre in agguato le infezioni cro- ciate, Unvaltro caso utile di applicazione di questo particolare presidio pud avvenire in quei pazienti scoagulati, dove le pompette a suzione sono Ia causa di emorragic sottocutance (vedi pazienti infartuati che sono stati rombolisati). Una certa attenzione va posta neWinscrimento dei cavetti alle rispettive derivazioni degli eleurosi, ) quanto bisogna evitare curve troppo strette o addirittura piegature che possono ledere irrime- diabilmente il souile filo di schermatura interno, che percorre a spirale tutta Ia sua lunghezza, Se cid si dovesse verificare avremo, nel migliore delle ipotesi, delle interferenze da corrente alternata oppure non potremo registrare nessun tipo di traccia in quanto limpulso elettrico non viene tra- sportato allinterno del cavo corrispondente alla sezione. Quindi se i cavi sono rotti o danneggiati devono essere immediatamente sostituiti. LE DERIVAZIONI PERIFERICHE E PRECORDIAL: Premessa Nel momento in cui lattivita elettrica percorre il miocardio, cid pud essere rilevato da elettrodi estemi (posti sulla cute del paziente) e documentato da un ECG. Un ECG completo (standard) comprende 12 differenti derivazioni, ognuna delle quali descrive to 10 vettore nello stesso istante. Il modo in cui ogni derivazione ‘coglie' il vettlore cardiaco é. turalmente, diverso. Da un punto di vista pratico, ogni derivazione pud considerarsi come una macchina fotografica che impressionando lauivita cardiaca da diversi angoli permee una visione spaziale del cuore che pud considerarsi un organo tridimensionale. Linsieme delle fotografie non ‘sono altro che FECG. Le forze elettromotrici nel cuore vengono registrate in due piani + VERTICALE (perpendicolare alta linea delle spalle, dalla testa ai piedi. 16 yo) Ca sinistra a destra, parallelo allorizzonte) Nellesecuzione di un ECG avremo quindi 1. SET DERIVAZIONE VERTICALL (nel piano frontale). Denvavioni bipolar degli aris 96 bbl (derivazioni standard) Derivazioni unipolari degli arti aumentate: + (derivazion di Goldberger) 22. SET DERIVAZIONI ORRIZZONTALI (nel piano orizzontale) Derivacioni precordiali unipolari o della parete toracica dat £4 V0 oa So (derivazioni di Wi Le dodici derivazione dell'ECG sono quindi alcune bipolari, altre unipolari Le derivazioni unipolari vengono regi- strate accoppiando un singolo elettrodo ‘esplorante' con un terminale centrale Gl segnale clettrico & prelevato cioe dall'elettrodo applicato sulla rispettiva zona della cute), mentre le derivazioni bipolari registrano la differenza di potenviale fra due elettrodi. POSIZIONE DEGLI ELETTRODI NELLE DERIVAZION DEGLI ARTI (DERIVAZIONE STANDARD I, IT, 101) joni clegli arti, gli elettrodi vengono applicati sul braccio destro, sul brac- Hla gamba sinistra a formare un triangolo (di Einthoven)y ~— Una Coppi di elettrodi forma una derivazione ¢ per convenzione un polo & considerato negativo, © un polo positive. derivarione # registra il potenziale fra leletrodo on del braccio sinistro Gubitrariamente considerato positive) De B © quello del braccio_destro (arbitrariamente designato __ ard negativo). Quindi quando una corrente elettrica si ‘ muove attraverso il cuore con direzione dal braccio, destro a quello sinistro, nella derivazione I viene regi- deflessione positiv - Wi registra il potenziale tra la gamba — sinistra (arbitrariamente considerate come polo positi- Yo), € il braccio destro (considerato polo negativo), Una corrente eletteica che si muova attraverso il cuore dal braccio destro diagonalmente verso il basso in direzione della gamba sinistra determi- na una deflessione verso Talto nella derivazione WS “+ La derivazione 11 registra infine il potenziale tra la gamba sinistra (considerato arbitrariamen- te come polo positivo), € il braccio sinistro (considerato come polo negativo) Come per le altre derivazioni, ogni corrente eletrica che si muove attraverso il cuore con direzione dal braccio sto in basso Verso la gamba sinistra, determina una deflessione verso lalto nella derivazione 1 te un altro eletirodo definko cavo di terra che viene posto sulla gamba destra ed & chiamato indifferente. unica sua funzione @ quella di stabilizzare Ia traccia ECG. Convenzionalmente, lesaiio punto di repere per Felettrodo degli anti inferiori & la parte interna della caviglia; © per gli anti superiori & la parte interna del polso. Rappresentando Comunque la differenza di potenziale cletrico tra due poli, anche se il punto di repere & pitt in alto o pill in ba so non si ripercuote sull'atendibilitt delltesame. 7 Infatti nelle prove da sforzo gli elettrodi periferici vengono applicati Sopra € sotto il torace Casi particolaré: se uno © piit atti Sono stati amputati fa derivazione viene ugualmente applicata (5 alllo stesso lato del moncone (ad esempio, alla coscia 0 allanca in caso di amputazione dell'arto inferior sinisteo; in questi | Si invece | delle pinze © meglio applicare le piastre con le fascette elastiche). Nel posizionare i cavetti agli elettrodi corrispondenti, delle derivazio. ni perifeniche, occorme prestare molta attenzione; infatti i maggiori error nella esccuzione dellesame elettrocardiografico sono dat impu tare alla loro inversione, Esistono due "trucchetti " per non sbagliare la sequenza degli clettro- di delle derivazioni degli art 1. partendo dal braccio dx del paziente (senso orario) © ricordando la sequenza colorata di un semaforo, si posizionano i cavi colorati braccio sinistro (GIALLO), * gamba sinistra (VERDE). :. partendo dal braccio sx del paziente si posizioneranno gli elettrodi in Senso antiorario "sussurrando” la formuletta GE RO NE VE cioe + braceio si ro (giao, = braccio destro (rosso), m + gamba destra (nero), (y) J. sinistra (verde) ko 4 Ne DpAUno pud seepliere il sistema che pitt gli aggrada DERIVAZIONE DEGLI ARTI AUMEN TATE (a VR; aVL; aVF) Le derivavioni aVR, aVL © aVP, sono le derivazioni degli arti aumentate € sono considerate unipo- Esse comptetano le derivazioni standard a significa aumentate; V indica Voltaggio, R indica braccio dx (Right). ica Dracel sx (efi). piede sx (Food), Nelle derivazioni unipolari degli arti Melettrodo positive @ collegato a uno degli ani (clettrodo esplorante) mente Telettrodo negativo Cindifferente) & connesso ad un terminale cenuale che & Lelettrocardiografo internamente si commuta da un sistema di elettrodi all'altro, sia automaticamente (negli apparecchi pitt recenti) che attra- verso lo spostamento di un selettore di derivazione di tipo manuia- le, Tutte le derivazioni che abbiamo preso in esame, giacciono in un medesimo piano detto frontale © sono opportunamente disposte in un cerchio nok come cerchio di Cabrera o sistema ssiale che ha la funzione di misacare Hasse elet- circa a potenziale 2 di tiferimento trico del cuore: Nel cerchio le polariti delle derivazioni standard ¢ aumentate sono trasposte in un sistema esassiale che divide i 360° dell'intero cerchio in 12 segmenti di 30°, iniziando dla 0° (derivazione D. 18 1 180° supcrioti sono negativi © i 180° inferiori sono positivi. Infatti il punto di riferimento @ - 30° in corrispondenza di aVL & di - 150° in corrispondenza di AVR; in corrispondenza di aVF i punto di riferimento & + 90" ¢ in corrisponden ne standard HE @ + 120° Ricordando la direzione di ogni derivazione si pud quindi misurare Fase cletrico del cuore Esendo questi, dei concetti un po” ostici da recepire, si © preferito rimandarti alle tattazione de! ise elettrico di questo corso. della derivitzio- POSIZIONE DEGLI ELETTRODI NELLE DERIVAZION PRECORDIALI UNIPOLARI (DELLA PARETE TORACICA DA VIA V6) Per applicare correttamente gli elettrodi nelle rispettive dlerivazioni precordiali nolto bene I'anatomia ossea del torace, Questlultimo & costituito dallo sterno, la ¢ 12 coste € 11 spazi intercostali. (SIC) Per identificare Fesatto punto di repere quindi gli SIC devono essere palpati ¢ contati in ogni paziente prima di applicarvi sopra Iz pasta conduttrice ¢ le pompette a suzione. La prima costa di solito non pud essere percepita trovandosi al di sotto della clavicola. La prima costa palpabile quindi @ in realta la seconda € il primo spavio intercostale & proprio sopra di essa. Ui secondo SIC & posto sopra la terza Costa, il quarto SIC sopra la quinta costa © Cosi via. Nel palpare gli SIC bisogna posizionare le dita ai margini dello sterno (soprattutto nelle donne) dove sono privi di grossa muscolatura che impedisce l'identificazione esata del punto di repere. sogna conoscere ‘iol It primo riferimento é il quarto SIC in regione parasternale destra. Questo & Fesatto punto di inserzione del primo elettrodo VI. Il secondo elettrodo, V2 viene posizionato a sinistra dello sterno @ livello dello stesso SIC. Lelettrodo V4 viene posizionato nel quinto SIC sulla linea perpendicolare tracciata verso il basso Aveare); questo & pertanto il punto di intersezione fra la inca del quinto SIC ¢ la linea cmiclaveare ¢ al di sotto di questo punto @ solitamente situato Fapice del cuore. ‘eletrodo V3 & sit sullo stesso piano orrizzonta anteriore ¢ la linea ascellare medi Gli elettrodi da V1 a V6 esplorano il piano orizzontale; il segnale eletri do posto sulla rispettiva zona del torace ¢ il potenziale medio dei tre arti Le derivazioni V1 ¢ V2 corrispondono alla parte destra del cuore, mentre V5 & V6 sono poste in corrispondenza della parte sinistra del cuore. | ato fra ka posizione di V2 © V4, gli elettrodi V5 ¢ V6 sono situate ambedue le rispettivamente nel punto di intersezione con {a linea ascellare co é prelevato dall'elettro inistra del Talvolta il cardiologo richiede delle derivazioni precordiali supplementari, esse sono a torace V7, nell'intersezione con fa linea ascellare posteriore, V8 nellintersezione con Ia linea seapokare, V9 al bordo sinistro della colonna vertebrale (questultime si trovano sempre nello stesso piano del quinty SIC); ca destra del torace: 19 & etc Gin quest'ultime gli cletrodi esploranti vanno applica nella parte destet del torace negli stessi SIC degli clettrodi di sinistra, Sono molt importanti nelle diagnosi_ © nelle patologie del cuore dx, per cui ogni inferniere professionale dovrebbe essere a conoscen: Gli elettrodi (pompette a suzione) nelle donne prosperose, devono essere posizionati nel giusto punto di repere sulk mammelia © non al di sotto Spesso pero le pompete risultano appli cate uno © due SIC pir in basso detkt mammella € in qualche caso davvero "penoso" quasi in di essa pancia. Per lo stesso motivo si ricorda che il capezzolo non é da considerarsi assolitamente un punto di repere. Questi tipi di errori, molto frequent, non permettono una comparazione corret ese guiti in uno stesso soggetto ua diversi ECG tks RICORDARE: Gii elettrodi deg Essi sono: HKACCIO DS KOSSE BRAC CIO SX GES 0O AMBA SAV (4 GAMBA DS NEKO Linditterente jonare nella zona precorciale s Zionali o da sigle, Essi 1 sono contrassegnati dai colori internazionali posti sul cavo paziente; i colori inter Gli elewrodi da pos No anchessi contrassegnati ¢ ono. Cone Gr darging sternmate destro Vir quacts spaste iatercostte sil margine sternale sinistro Vi: quintt coset V2.6 V4 ve 6 spain rite ceantale athe lines cmickweare sinistea V5: quiMty spazio itercostale sulla tinea ascellare anteriore silo stesso livetlo Vo; quUnGe a ad un esperto cardiologo per la diagnosi medica Un’ECG deve essere interpretato in modo sistemico © A calcolindo la: > FREQUENZA | yy + RITMO + CONDUZIONE * A . + ASPET] PARTICOLARI E © PATOLOGICL 7 put PROCEDURA PER UNA CORRETTA EScCUZIONE DI UN ELETTROCARDIOGRAMMA - umidita (prima di iniziare): Garantire un ambiente terapeutico: giusta temperaturd (25°C) gi (superiore ai 40%). + Spiegare al paziente cid che si s Pesame, Metterlo in posizione comoda affinché vengano ridotti al massime i movimenti muscolari » Applicare tutti gli eletrodi ed assicurarsi che vi sia un mezeo di conduzione fra gli stessi ¢ il paziente(pasta conduttrice) 4 Controllare che le derivazioni siano collocate in modo giusto, (sia quelle periferi le preconiali) 4 facendo © come deve comportarsi durante l'esecuzione del- he che quel- nelle periferiche posizionare Pelettrodo “ROSSO” al braccio dx Velettrodo “GIALLO” al bracciv sx © Felettrodo “VERDE” alla gamba sx, nelle precoiali se il nostro elettrocardiogrity © munito di un solo clextrodo (di solito di colore bianco) spostare successivamente It pompeta at suzione vet: quarto spazio intercostale sul mari he stemale dx CVI) quarto spazio intercostale sul margine stemale sx V2") quinta costa tra V2 € V4 C'V3") quinto spazio intercostale sulla linea emickaveare sx ('V4") quinto spazio intercostale sulla tinea ascellare anteriore sx allo stesso livello di V4 CVS") quinto spazio intercostate sulla linea ascellare media sulla stessa linea di V5 V6") se il nostro clezrocardiograle @ invece munito di sei elettrodi posizionarli in sequenza come sopra, rispettando i punti di repere. 4 Assicurarsi che le parti conduttive degli elettrodi ¢ dei connettori associat & gli stessi arti supe riori ed inferior! non vengano a contatto con altre parti conduttive come oggetti metallici (tastiere © spondine dei leti) (all'iniziod + Tarare la machina alliinizio di ogni derivazione, + Registrare almeno tre 6 quattro complessi per ogni dlerivazione, sulla stessa lines isoelett trascrivendo sulla carta millimetrata le sighe, (D1, D IL, D II, aVR, aVL ete). e si verifica un'interferenza, controllare: + movimenti del paziente, specie se parla o presenta tremosi muscolari da freddo 0 altro + derivazioni allentate @ Guttiva connessione tra sli elettrodi ¢ il cAvetto + derivazioni e fili a contatto con del metallo * clettricit statica per abiti di nylon © per diminuizione di umidita nella stanza. + insufficiente pasta conduttrice Agendo quindi sulle cause si potranno climiriare questi inconvenienti. § persistono artefatt © porre a “terra” con cavo specific Pelettrocardiografo, + inserire filtri ausiliari ar controllare da-un teenico s¢ la schermatura del filo & intata * cercare di mantenere il paziente tranquillo. alla fine): + Terminare ECG con almeno trenta cm di regis che non esiste un rapporto costante tra la onda P ¢ il QRS + Registrare direttamente sul tracciato il nome del paziente, la data € Vora in cui & TECG © se Fesame € stato eseguito per un motivo particolare (ad esempio ECG in corso di dolore retrosternale). + Interpretare sommariamente il tracciato incollarlo o piazarlo su di una apposita cartella ¢ tra smetterlo ad un esperto per la letwura teeter ree prey! FL yas anrrt ee n Lite Louateppppyttin 4 walgraclo cid razione della Derivazione I quando si noiano © quando vi € presenza di aritmie. (0 fatto