Sei sulla pagina 1di 18

aljarida

La rivista di chi non ha una rivista


anno 3 - dicembre 2011 / - numero 19


1

15/12/11

17:33

auguri...

145 milioni di bambini


orfani in tutto il mondo
Aiutane giusto uno

islamic-relief.it
ADOZIONE A DISTANZA:

Il programma Adozione a
distanza di Islamic Relief
contribuisce a migliorare le
condizioni di vita dei bambini
e delle loro comunit in 24
paesi del mondo garantendo
i loro diritti alla salute,
istruzione e benessere
sociale.

Aiutane giusto uno

Salute:
3/0.2')(4%0'%1(0.5#".(!%"(2'$0'#"."%(%(2.,&%,%"%(0.(/.0*&%(-/').(%(
mentale dei bambini.
Educazione:
Islamic Relief si impegna a garantire laccesso allistruzione di base
per tutti gli orfani adottati in et scolare.
Sicurezza e benessere sociale:
Gli orfani vengono inseriti in programmi di attivit extrascolastiche
.0(-,%(6'($.".,&'"%(0#"#(*,.(5'&.(/#)'.0%(/%"%,.7

aljarida

Foto di Dante Farricella

Rifugio:
Islamic Relief garantisce le manutenzione degli alloggi di tutti gli
orfano adottati.

33

39

48

on solo
,
o
al mese puoi aiutare un orfano
fornendogli cibo, alloggio ed istruzione. Riceverai dallorfano
che sostieni un report annuale, lettere e disegni.

Italia

2012 5
5
6
6
: 9
10

Forse nessun decreto flussi per il 2012


Gli sbarchi non sono solo un problema dellItalia 5
Napolitano, sulla cittadinanza
Seconde generazioni
Le dimissioni di Berlusconi: la fine di unera
Il Decreto Salva-Italia

Mediterranee

Italia - Marocco: speciale investimenti - n.9

Cultura

12
13
14
15

16
17
18
19
... 20

Siamo tutto on bo gebsiano


Islametro
Luoghi da visitare in Lombardia
La microfinanza islamica
W halla2 la wein? (E ora, dove si va?)
Poesie scelte, Siria, Italia, Svezia
I mustazzoli salentini
La Zakat
Gli immigrati sono anche cervelli...

Indicazioni

OGF:
Il Fondo Generale Orfani (OGF) permette di sostenere
pi di un orfano. Le donazioni OGF sono utilizzate per
!"#$%&&'(('()*'(+%,%-)'."'(,#,(/#,#(/#0#($0'(#"1.,'(2.(
anche le loro famiglie e le loro comunit. I progetti si
concentrano sullistruzione, la salute, il benessere
sociale e lo sport.
800 68 88 77 - info@islamic-relief.it - www.islamic-relief.it

10 Si pu lavorare con il cedolino


22 Da Marzo il permesso a punti per gli ingressi in Italia
24 Iscrizione allanagrafe per i profughi del Nord Africa e i

richiedenti asilo
Q/ : 25 Lavoro: abolito il modello Q per extracomunitari

26 Dove studiare litaliano a Milano

Un progetto di

Con il contributo di

aljarida dicembre 2011

I contenuti di questa
rivista non rispecchiano
in alcun modo la
posizione dei donatori.

www.aljarida.it

n.19





Redazione
Khaled Soliman
Mario Sellitri
Elisa Costanzo
Hiba Jeaash
Ibrahim Kilani
Mario Cassina
Margherita Dametti
Marko Manico
Mohammed Naguib Salem
Direttore
Marco Sergi
Hanno collaborato
Samah Mohammed Ibrahim
Alberto Brugnoni
Deborah Bassani
Michelangelo Vicenti
Traduzioni:
Mohammed Naguib Salem
Samah Mohammad Ibrahim
Pubblicit
pubblicita@aljarida.it
Direzione
info@aljarida.it
(+39) 3771722706
Registrazione
Tribunale di Milano
n. 701 del 27/11/2008
Stampa
Art Real - il Guado,
Corbetta
Info
info@aljarida.it

Editoriale

Permettete ..

due
parole...
aljarida 2011:
- 55.300 visite al sito
da 80 Paesi e da 104
comuni italiani
- oltre 5000 contatti
facebook da 24 Paesi
- 100.000 copie della
rivista stampate e
distribuite

:2011
55300 80
. 104
5000 24

.
100000
.

A costo di sembrare autoreferenziale, dedico una pagina a noi stessi.


Ne passato di tempo da quando nelottobre del 2008
siamo usciti con il numero zero di aljarida. Siamo oggi
alla ventesima pubblicazione.
Aljarida continua ad essere un cantiere in costruzione,
a modificarsi, a carcare di capire come andare incontro ai numerosi lettori, che vengono da realt molto
diverse tra di loro.
Nulla sarebbe stato possibile senza i volontari che da
tre anni si dedicano costantemente a questo stimolante lavoro.
Quindi: grazie Khaled, Mohammad, MarioS, Marghe,
Ibrahim, Marko, Tere, Deborah, MarioC, Hiba, Umberto, Samah, Elisa; grazie a quelle decine di persone
sparse per il Mediterraneo che hanno contribuito a riempire tutte queste pagine in questi anni con articoli,
fotografie, illustrazioni e suggerimenti. Grazie anche
a Bruno, la nostra redazione mobile (nella foto) che,
nonostante i suoi 27 anni, ci porta ancora in giro.
A darci la forza di andare avanti sono le decine di migliaia di visite al sito ogni anno, sono coloro che ci
aiutano a diffondere la rivista nelle scuole, nei negozi,
nelle associazioni e quelle migliaia di persone che ci
seguono quotidianamente sui social network da Bolzano a Catania e da Amman a Khouribga, passando da
Betlemme e al Fayoum.
Per migliorare il nostro lavoro, per, abbiamo bisogno di
tutti voi: con le vostre idee,
i vostri racconti, le vostre
richieste e le informazioni
in vostro possesso, potete
conribuire a rendere aljarida
un prodotto ancor pi utile
e dinamico, in Italia come
allestero.
Sempre aperti per ogni collaborazione,
buon anno nuovo a tutti, kull
3am wa entum bikheir.
Marco Sergi

.20 .2008
""

.


.
. :
. .




" ".
27 ) (
.


.

.


.

:
" "


.

.

Italia
Forse nessun
decreto flussi
per il 2012
"C' troppa disoccupazione, anche tra gli
immigrati. E' inutile far venire gli immigrati
dall'estero per poi ritrovarsi tra qualche
mese senza lavoro". Non usa mezzi termini
ed il concetto stato ripreso pi volte.
"Escluso che quest'anno possa esserci un
decreto flussi".
Queste le parole del direttore generale
dell'Immigrazione del ministero del Lavoro
e delle Politiche sociali Natale Forlani, per
esprimere la sua opinione rispetto alla
pubblicazione di un decreto flussi per il
2012.
Forlani ha poi specificato che questo
un parere tecnico, ma il Governo
potrebbe invece valutare positivamente la
possibilit di un nuovo decreto flussi.

Gli sbarchi non sono solo


un problema dell'Italia

Da qualche settimana in Italia esiste un Ministero


della Cooperazione e Integrazione. Il Ministro Andrea

Riccardi ha parlato di sbarchi e di responsabilit.
".
Il Ministro Riccardi ha affermato che gli immigrati "
clandestini "Hanno il diritto di approdare sulle
.
nostre coste", una volta che si trovano in mare, ma
sottolinea che "quello degli immigrati clandestini
che approdano in Italia un vero dramma, ed un " "

problema che riguarda l'Europa, non solo l'Italia".
"
Il suo obiettivo il coinvolgimento delle istituzioni
."
europee e gli altri Stati membri per quanto riguarda

l'accoglienza e i respingimenti.

.
Il Ministro ha giustamente ricordato che necessario
trovare delle pratiche condivise per "distinguere chi
ha diritto ad ottenere l'asilo, lavorando in modo "
spedito per distinguere chi ha diritto ad ottenere -
."
l'asilo e chi no".

Vi terremo aggiornati su www.aljarida.it




2012
"
.

."
" .
."



.2012


.

www.aljarida.it

2011 / -

aljarida dicembre 2011

Napolitano, sulla cittadinanza


"Se noi non
comprendiamo
la portata del
fenomeno
migratorio significa
non saper guardare
alla realt e al
futuro"

"



."
" :

."

Riflettere su una possibile riforma delle modalit e dei tempi


dellassegnazione della cittadinanza agli immigrati.
Queste le parole del Presidente
della Repubblica Napolitano al
Quirinale durante lincontro con
i nuovi cittadini italiani, tenutosi il 15 novembre 2011.
Ricordando le discussioni in parlamento sulla questione dellassegnazione della cittadinanza a
chi nasce in Italia, il Presidente
ha detto che anche gli italiani
appaiono disponibili. Alla base
di questa spinta verso una nuova
legislazione in questo senso c
per bisogno della garanzia del
riconoscimento dei valori istituzionali e la conoscenza della lingua italiana.
Sui minori, il presidente sottolinea che la principale questione
che rimane aperta quella dei
minori, dei ragazzi che non possono essere ancora pienamente
cittadini italiani. Ma che lo sono
nella loro vita quotidiana, nei
sentimenti e nellidentit.
E ancora, sullidentit: se noi desideriamo che i figli e i pronipoti
degli italiani allestero mantengano un legame con lItalia, noi
non possiamo chiedere ai ragazzi di origine diversa di ignorare le
loro origini.
Infine, un commento agli scettici: i figli degli immigrati contano
non solo come numeri ma anche
per le capacit che esprimono.
Se noi non comprendiamo la
portata del fenomeno migratorio significa non saper guardare
alla realt e al futuro.

" :
.
Seconda generazione_tracciati.pdf
12/12/11
19:26
." 1

Seconde generazioni

"

"
"
."

.2011 / 15

.

.

2010-2005

ISMU " "




.( )
.

.

:
28% 2009/2010
.

Per seconde generazioni, secondo il Decimo Rapporto sugli Immigrati in Lombardia


(Fondazione ISMU e Osservatorio regionale per lIntegrazione e la Mulitetinicit) si intende bambini nati da genitori stranieri nel paese di destinazione o ragazzi migrati in
tenera et (prima del compimento del quinto anno).
In Lombardia si osserva una crescita di seconde generazioni di immigrati. Giovani in parte legati alle tradizioni, abitudini e affetti della famiglia e del paese di provenienza, ma
che, allo stesso tempo, presentano le medesime attitudini, aspettative e progetti per il
futuro dei loro coetanei italiani. Va anche segnalata, quale ulteriore possibile elemento
di radicamento, la crescita degli alunni stranieri nati in Italia: complessivamente nella.s.

2009/10 essi rappresentano il 28% degli immigrati che frequentano il sistema scolastico
italiano.

31

2011 / -

aljarida dicembre 2011

21:29

:

. 12
/ 2011
.


1284 .



.

.



.


.

-

.


. -

.

08/12/11

Silviezza.pdf

Le dimissioni di Berlusconi:
la fine di un'era
Il Berlusconismo ormai un ricordo in Italia. Dal 12 novembre 2011 infatti Silvio
Berlusconi non pi il Presidente del Consiglio, dopo avere consegnato le sue dimissioni al Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano.
Con questo atto si comclusa unera durata ben diciotto anni, nonch il governo
pi longevo dalla fine della guerra a oggi con ben 1284 giorni e anche la fine della
Seconda Repubblica.
Queste dimissioni sono state accompagnate da scene di giubilo ma anche di protesta nelle principali citt italiane. Scene che hanno ricordato molto da vicino alcune viste durante la cosiddetta Primavera Araba, con le popolazioni dei vari paesi arabi in strada per festeggiare linizio del cambiamento. Tutte le piazze dItalia
sono state invase da bandiere e cori da stadio quasi come se lItalia avesse vinto i
Mondiali di calcio.
Tutti hanno pensato immediatamente a elezioni anticipate, dopo lunghe ore di
trattative per una soluzione alternativa al Governo Berlusconi, con tutta una serie
di nomi che sono circolati nelle ore immediatamente successive alle dimissioni.
Alla fine ha prevalso la scelta di un governo tecnico, affidato alla guida del Professore Mario Monti.
Nasce quindi un nuovo esecutivo composto da tecnici che avr nei prossimi mesi
il difficile compito di portare lItalia fuori
dalla crisi economica.
Che piaccia oppure no, innegabile
che Silvio Berlusconi abbia segnato la storia dItalia con i suoi eccessi e il suo peculiare modo
di governare e di vivere la
vita politica del paese. Un
esperimento che probabilmente unico e mai
pi si ripeter e che
da cui certamente
bisogna imparare
per non ripetere gli
stessi errori.

info.censimento2011@comune.milano.it

""

2011


.
21/12/2011
:
15.00 18.00 via Legioni Romane 54
9.30 12.00 via Giambellino 115
9.00 12.00 via Padova 118

aljarida dicembre 2011

- / 2011


A causa della crisi molto grave che ha colpito
lItalia, il nuovo governo Monti ha varato una
manovra che prevede interventi importanti in
vari campi. Una serie di provvedimenti che comporteranno non pochi sacrifici a tutti coloro che
vivono e lavorano in Italia.
Fisco
Le principali novit sul fisco comporteranno
nuovi prelievi fiscali e una maggiore attenzione
nel contrastare levasione fiscale. Per quanto
riguarda lIrpef le regioni potranno aumentare
laliquota delladdizionale regionale allIrpef da
0,9% a 1,23%.
Verranno introdotte nuove tasse per tutti i beni
di lusso come macchine potenti, barche da 10
metri e oltre e aerei.
Verranno aumentate le accise sulla benzina di
un centesimo per litro. Viene introdotta lImu, a
sostituire lIci, che prevede una percentuale del 4
per mille sulla prima casa, scalabile al 2 dai sindaci, e il 7,6 per mille sulla seconda casa.
LIva verr aumentata del 2% a partire dal settembre 2012.
Per constrastare levasione fiscale il mezzo principale prevede labbassamento del limite delluso
di denaro contante per qualsiasi transazione da
2500 euro a 1000 euro nonch un prelievo del
1,5% extra sui capitali scudati rientrati in Italia.

Il Decreto
Salva-Italia
10

Pensioni
Per quanto concerne le pensioni le novit fondamentali sono lestensione del sistema contributivo, laumento dellet pensionabile delle
donne a 62 anni, con un aumento a 66 nel 2018 e
labrogazione delle pensioni di anzianit con il sistema delle quote, con la possibilit di andare in
pensione con 42 anni di contributi per gli uomini
e 41 per le donne.
Incentivi alle imprese
Nella manovra previsti anche incentivi per le
aziende, sia come sgravi fiscali sia come incentivi allo sviluppo, per sostenere la crescita. Introdotte quindi la deducibilit dellIRAP, liberalizzazioni negli orari dapertura delle attivit e
il pacchetto Ace, aiuto alla crescita economica,
con grandi sgravi tributari per il capitale reinvestito nelle aziende.

2011 / -


" " "

/ "
.
2006
.
- 40

-

.
-
:
60
.

Si pu lavorare con il cedolino


Il nuovo governo inserisce nel decreto salva Italia una modifica al testo Unico sullimmigrazione per chiarire una volta per tutte che il cedolino per il rilascio o il rinnovo del permesso di
soggiorno a tutti gli effetti un documento che attesta il soggiorno legale di un immigrato.
Dal 2006, con una direttiva del Ministro dellInterno, il Governo aveva cercato di ufficializzare
questa pratica, ma solo da ora diventa definitivamente scritta, dopo essere stata pensata dal
governo Berlusconi.
Larticolo 40 della nuova manovra economica, insieme alle misure dedicate alla Riduzione
degli adempimenti amministrativi per le imprese, sancisce che in attesa del rilascio o del rinnovo del permesso di soggiorno il lavoratore straniero pu legittimamente soggiornare nel
territorio dello Stato e svolgere temporaneamente lattivit lavorativa fino ad eventuale
comunicazione dellAutorit di pubblica sicurezza, da notificare anche al datore di lavoro, con
lindicazione dellesistenza dei motivi ostativi al rilascio o al rinnovo del permesso di soggiorno.
Dunque: il lavoratore con cedolino pu essere assunto come ogni altro lavoratore, a patto
che dimostri - con la ricevuta di aver chiesto il primo rilascio del permesso al momento della
firma del contratto di soggiorno o di aver presentato la domanda di rinnovo, entro 60 giorni
dalla scadenza del documento.

aljarida dicembre 2011


""
.


.



.


. 1.23 0.9


. 10

.


4
7.6
.

/ 2
.2012



1000 2500
. 1.5



62
2018 66
42
41 ) (
.



.



.

11

Cultura
Novit dal web...

Siamo totto
on bo gebsiano
Ciao Aiman, ho visto SIAMO TOTTO ON BO GEPSIANO su facebook,
cos? Come nato?
SIAMO TOTTO ON BO GEPSIANO un gruppo aperto che prende spunto dallimitazione di egiziani che lavorano e vivono in Italia, caratterizzati da questa simpaticissima e particolare pronuncia della lingua italiana, con piccoli errori di
grammatica o addirittura traduzioni senza senso logico dallegiziano allitaliano sballando totalmente quello che lordine grammaticale italiano.
Ci sono molte storie da leggere. Di che parlano? Chi le scrive?
SIAMO TOTTO ON BO GEPSIANO nasce inizialmente come gruppo inter-nos tra
me, amici e colleghi (italiani), dove raccontavo avvenimenti accaduti nellagenzia viaggi in cui lavoravo, o di richieste particolari di alcuni clienti e del modo in
cui lo chiedevano, a volte imitandoli.
Limitazione che facevo era a dir poco perfetta, e la cosa aveva un riscontro positivo, tant che quando parlavo direttamente cos al cliente, mi capiva di pi di
quando parlavo in italiano. Allora diedi vita a questo gruppo.
Il social network diffonde la cosa, e il gruppo da 10 membri che aveva ora ne ha
circa 270: ragazzi/e egiziani, italiani e di diverse altre nazionalit si riconoscono
nel gruppo, avendo magari un collega, un amico, uno zio o un genitore con questo accento o che barla on bo cus.
I commenti pubblicati riguardano vicende quotidiane che vedono come protagonisti i nostri mitici compaesani, nel loro modo di fare, nei loro pensieri e nelle
loro reazioni (sempre molto simpatiche). Chi posta sul gruppo sono solitamente
ragazzi italo egiziani da tutta Italia, quelli che rappresentano la seconda generazione, nati in Italia da genitori GEBSIANI. Ma non solo, pubblicano anche moltissimi amici italiani, un po prendendo spunto da noi e un po da fatti ai quali hanno
assistito realmente. Si pubblicano video e immagini di vario genere, e perch no
a volte si fa anche sul serio, si condividono idee, pensieri e si creano dibattiti su
argomenti come quello della situazione egiziana.
Nessuno si offende?
Ci tengo a sottolineare che non un gruppo che vuole prendere in giro, deridere
e offendere in Ns compaesani o chiunque abbia un accento diverso, ASSOLUTAMEMTE ma ha radici affettuose, e simpatiche nei loro confronti, anche perch
uno di questi personaggi potrebbe essere benissimo un amico, cugino, zio o un
genitore.
Ci racconti un aneddoto?
Uno entra in agenzia:
Bongiornu cabu comu sta?
- Bene grazie dimmi tutto!
Voleva ona beletta ber andatu lEgettu!
- Quando vuoi partire?
La brema bossebel!
- Guarda c posto domani!
Nooooo trobbo brestu, fatsciamo la setemana brosema!
- Ok va bene. Con quale compagnia vuoi partire?
Con la molea e la doua bambenu!
ahahahhahahaha ma noooooo con quale compagnia aerea intendo...

12



" "

"



" "
.
.

] [
( )


.


. .

/ : 270 10


.

.( )


.( )


.



.

Islametro
Islametro (islametro.altervista..org) un aggregatore di blog e siti
di news che si occupano del mondo islamico contemporaneo e di
temi ad essi connessi, compresa la realt delle migrazioni in Italia e
lislam in Europa.
Islametro nasce dallesigenza di riunire sotto ununica testata i contributi di bloggers e di testate giornalistiche online con lobiettivo
di fornire uninformazione il pi possibile completa sugli argomenti
menzionati, restituendo la loro complessit in maniera divulgativa.
In Italia, infatti, non esiste un punto di riferimento in merito, la qual
cosa rende spesso difficile se non impossibile avere unimmagine delle
problematiche trattate che vada oltre al luogo comune, molto spesso
errato o guidato da pensieri e impostazioni datate e/o preconcette.
I suoi collaboratori sono esperti del settore, giornalisti, liberi pensatori e persone informate dei fatti i cui interessi culturali e/o professionali si rivolgono naturalmente ai temi trattati.
Per questo motivo islametro non ha la forma di un magazine n
una vera e propria struttura redazionale, sebbene in occasione di alcuni eventi di grande rilievo i suoi collaboratori sono chiamati per
simpatia a coprirli, partendo comunque dalle tematiche di loro
competenza.
Islametro fa affidamento sulla capacit dei singoli collaboratori e
accoglie spontaneamente, senza mediazione, i loro contributi.
islametro_tracciati.pdf
1
12/12/11
15:58
Per contatti, adesioni, scambi,
collaborazioni
etc. puoi scrivere a
islamistica@gmail.com

:(islametro.altervista..org)

.

:


.

- -

. /

/
.


. -

.
: . ..
islamistica@gmail.com

2011 / -

aljarida dicembre 2011

13

Vai a quel Paese!


Turisti NON per caso:
luoghi da visitare in
Lombardia
La Lombardia considerata da molti solo un luogo di
sviluppo economico, moda e scali aeroportuali: invece,
come tutta lItalia, anche questa regione possiede tesori
artistici di inestimabile bellezza e valore, cos vicini e facili
da visitare che sarebbe un peccato lasciarseli scappare!
Per questo numero di aljarida ne abbiamo scelti due
speriamo di potervi illustrare tutti gli altri nei prossimi
numeri!
La Certosa di Pavia
La Certosa di Pavia un monastero cistercense e Santuario e fu eretta, a partire dal 1396, per volere di Gian Galeazzo Visconti come monumento funebre della famiglia.
Ingresso:
Si pu visitare tutti i giorni dal marted alla domenica (luned chiuso) dalle 9 alle 11 e dalle 14.30 alle 16.30 circa (gli
orari cambiano a seconda del periodo dellanno).
Lingresso gratuito e la visita dellintero monumento
guidata dai monaci stessi.
Come arrivarci:
Prendere un treno locale per Pavia che si fermi alla stazione di Certosa di Pavia: uscendo dalla stazione andare
a sinistra, seguire il muro di cinta del Monastero per 10
minuti circa.
Autobus regolari da Milano (Viale Bligny/Famagosta)
lasciano sulla statale a 5 minuti a piedi dal monumento
(passeggiata lungo il viale alberato).
Il Cenacolo di Leonardo da Vinci a Milano
Leonardo ha dipinto lUltima Cena nel Refettorio del convento di Santa Maria delle Grazie nel XV secolo per volere
di Ludovico il Moro.
Ingresso:
La prenotazione obbligatoria telefonando allo
02 92800360 (call center attivo da luned a sabato dalle ore 8 alle ore 18.30) oppure online al sito
www.vivaticket.it/?op=cenacoloVinciano
Il biglietto costa 8 euro (compresa la prevendita). Chiuso
il luned.
Come arrivarci:
Il Cenacolo si trova in Piazza Santa Maria delle Grazie n 2,
in Corso Magenta a Milano, a fianco alla Chiesa di Santa
Maria delle Grazie.
Tram 18: fermata Corso Magenta - Santa Maria delle Grazie
Metro MM1: fermata Conciliazione o Cadorna Metro
MM2: fermata Cadorna

14

:

:

!

!


1396

.
:
9 ) (
.( ) 4.30 2.30 11
.
:
:

. 10
( / )
5 ) 5
.(
"
"

.
:
) 02/ 92800360
( 6.30 8
www.vivaticket.it/?op=cenacoloVinciano
. .( ) 8
:
2
.
. - :18
:MM2 . :MM1

BA NK

BA NK

Finanza

2011 / -

BA NK

BA NK

BA NK

BA N K

BA N K


www.assaif.org

La Microfinanza Islamica (...segue)


( ..)

di Alberto Brugnoni
trad. Mohammed Naguib Salem

Dopo aver introdotto il finanziamento islamico alle micro e medie imprese (aljarida n.15) introduciamo ora i modelli disponibili
nella microfinanza.
Essi includono il finanziamento
graduale di gruppo che sostituisce lutilizzo di garanzie collaterali come strumento per mitigare
il rischio di insolvenza; il modello
cosiddetto di Banca del Villaggio, che comporta unagenzia
che crea singole Banche e fornisce capitale per il finanziamento
ai loro membri ai quali anche richiesto di depositare risparmi affinch la banca divenga nel tempo una istituzione autonoma; il
modello delle Credit Union, cooperative finanziarie non-profit
possedute e controllate dai loro
membri che hanno generalmente un legame comune tra di loro
(basate quindi sul concetto della
mutualit), mobilitano il risparmio e forniscono finanziamenti
per scopi produttivi; i gruppi di
Auto-Aiuto, che essenzialmente
mettono insieme i risparmi dei
loro membri e li usano per finanziamenti. La terza area tematica riguarda lintegrazione della
zakat, sadaqah e degli awqaf
(trust) nella struttura complessiva dei finanziamenti. La zakah
che stata variamente descritta
dagli studiosi come uno strumento di redistribuzione del
reddito, strumento di finanza
pubblica, e come meccanismo
di sviluppo e lotta alla povert,
pu essere utilizzata per creare
dei fondi di garanzia, dei fondi
di finanziamento rotativi o per
pagare i premi delle polizze di
takaful. Tutti i programmi di as-

Foto di Alessandro Prada

BA NK

aljarida dicembre 2011

sistenza tecnica possono, invece, essere organizzati come waqf e i cahs-waqf


possono diventare parte integrante dei
finanziamenti. La quarta area riguarda
lo sviluppo dellistruzione e della formazione poich la mancanza di istruzione
e formazione adeguate sia tra i clienti e
che il personale delle istituzioni finanziarie costituisce un handicap importante
per la microfinanza islamica. Lultima
area riguarda il ruolo della mano pubblica nel favorire linclusione finanziaria
con lo stabilire un quadro normativo
adeguato per garantire trasparenza e
buone pratiche di gestione del rischio.


.



.

.


.






.



cahs
.




:
:


)
(

.



" "





" "



)
(

foto bindalfrodo

15

W halla2 la
wein?

(E ora, dove si va?)


Dopo averci deliziato con il film Caramel
(Sukkar banat) nel 2007, la regista Nadine Labaki ha appena lanciato nelle sale W halla2
la wein? (E ora, dove si va?). Al centro ancora
la guerra civile che ha devastato il Libano tra
il 1975 e il 1990.
Ambientato in un villaggio misto cristianomusulmano, in cui la televisione un bene
collettivo che raggruppa tutti i cittadini, W
halla2 la wein? riesce a raccontare in modo
drammatico e simpatico allo stesso tempo
come un conflitto tra confessioni pu nascere da piccole scaramucce quotidiane tra vicini
e come luomo (il maschio) sia incline al conflitto fisico. E qui entra in gioco la donna che,
debole di corporatura ma forte dinventiva,
riesce a trovare le giuste ricette per raggirare
la rabbia repressa degli uomini e a mantenere la pace in una piccola comunit. E gli ingredienti di questa ricetta possono anche essere
lap dancers ucraine e riunioni a base di tortini
allhashish, se necessario.
Sar questo annebbiamento o la forza di volont femminile a ribaltare la quotidiana visione maschile?
Cinque stelle, ya Nadine. Mabruk.

16

Poesie scelte,
Siria, Italia, Svezia

" "
2007
" "

.

.1990 - 1975
-
.
" "






.



.


.


. .

Questa pubblicazione frutto del progetto La Carovana della musica e


della poesia, i cui eventi si sono snodati nel corso del 2011 a Damasco e dintorni. E un progetto che, a sua volta, frutto dellincontro di tre associazioni indipendenti di paesi diversi: il Cosv, organizzazione di cooperazione
italiana, lAssociazione Al Makan per le Arti, in Siria, e il Caff Baghdad per
la poesia e la musica, in Svezia.
Se una della finalit del progetto era di lasciare una traccia stampata, questo libro quella traccia. E se come tema stata scelta la poesia perch
ha lenorme potenzialit di essere il pi grande deposito della comune
ansia umana, presente in ogni cultura e civilt, al di l delle delimitazioni
geografiche e politiche. La poesia oltrepassa i confini, arriva direttamente
alle origini dei valori delluomo, al grande denominatore comune che fa
s che una poesia scritta da un poeta seduto sulle rive del Mare del Nord
interessi e tocchi il lettore che si trova sulle coste del Mediterraneo o viceversa.
Il libro, in questo caso, non ha e non aspira a assumere una posizione critica attraverso la scelta dei testi. Vuole soltanto essere una finestra altra,
anche piccola, aperta sullaltro, cos il lettore siriano potr affacciarsi sulla
poesia italiana e svedese tramite pochi testi scelti. Cos pure il lettore italiano e quello svedese possono avvicinare la poesia siriana attraverso le
pagine proposte. Se i testi sono limitati questo dovuto soltanto alle limitate risorse a disposizione. E stata anche una pura casualit che il numero
dei poeti tradotti sia di otto per ogni paese, e questo ha reso difficile per i
curatori selezionare i testi pi adatti.
Sicuramente ci sono stati dei criteri che hanno orientato la scelta dei testi.
Anzitutto una profonda conoscenza delle opere e poi i suggerimenti essenziali di amici e critici, poeti e lettori, ai quali va il nostro ringraziamento, che hanno contribuito a operare la selezione. Sono seguiti numerosi
incontri di lavoro da cui emersa la prima versione dei testi, utile a evidenziare i migliori e a delineare la scelta ultima. La traduzione non forse il
banco di prova per la poesia?
Naturalmente ci sono testi che abbiamo ritenuto ineludibili per la loro importanza, come Pane, hashish e luna del siriano Nizar Qabbani, I limoni
del poeta italiano Eugenio Montale o le poesie hayku del poeta svedese
Transtrmer. Poi abbiamo preso in considerazione poeti non ancora tradotti in una delle tre lingue, cambiando spesso nomi e testi perch impossibilitati a raggiungere taluni poeti o chi ne possiede i diritti dautore, c
stato anche chi ha rifiutato di essere incluso in questa raccolta.
Ad ogni modo, il fattore estetico stato fondamentale, poich lobiettivo
era di aprire una finestra tra queste culture sperando che soffiasse una leggera brezza su quanti che vi stanno dietro o vi si affacciano.
Non ci rimane che ringraziare tutti coloro che hanno contribuito alla realizzazione del libro, in particolare i poeti che ci hanno dato il loro sostegno,
la traduttrice dallarabo in svedese la poetessa Cecilia Persson, gli amici
poeti Iyad Shahin, Pan Heinrich, mia moglie Lara Pischedda e lamica Silvana De Zan, per il grande contribuito dato alla revisione dei testi.
Khaled Soliman Al Nassiry
traduzione di Fawzi Al Delmi

2011 / -

aljarida dicembre 2011



" "
. 2011
: - :


- -
.


. .


.


.


.
.

.
.
.



.
!


"


" ""

.


.

17

Cucina


I mustazzoli ""

biscotti del
Salento di
origine araba
I Mustazzoli, o Mustaccioli, biscotti non lievitati di solito serviti nelle fiere e nelle feste di
paese, sono diffusi in tutto il sud Italia: questo dolce di origine araba era probabilmente
associato a feste o eventi religiosi.
Sono diffusi ormai in molte regioni del sud,
con diversi varianti in termini di ingredienti e
modalit di preparazione.
Per preparali alla Salentina occorrono:
1 Kg farina
400 gr zucchero
500 gr mandorle tostate
2 bustine di lievito
100 gr olio
4 cucchiai di cacao
4 uova
1 bicchierino di vino bianco o rhum
2 limoni
chiodi di garofano
cannella
latte quanto basta
Tutti gli ingredienti base devono essere impastati insieme grossolanamente, eventualmente ammorbidendo limpasto con del
latte. Vanno aggiunti poi abbondanti dosi
di aromi. Il mustazzolo ha infatti un sapore
molto forte.
Limpasto cos ottenuto deve essere ridotto
in piccole porzioni da schiacciare prima di disporle in una teglia da forno gi infarinata e
unta di olio. Una volta cotti poi, si ricoprono
con della glassa al cioccolato.

18

:
:
di Margherita Dametti
trad. Samah
Mohammed Ibrahim

"" ""

.
:


.

La zakat
Preleva sui loro beni unelemosina, tramite la quale, li purifichi e li mondi
(Il Corano, capitolo 9, versetto 103)
Che cos la Zakat?
La parola Zakat significa purezza o purificare e rappresenta la carit,
che tutti i musulmani che sono abbastanza ricchi, devono fare al fine di
purificare queste loro ricchezze agli occhi di Dio. In altre parole, Dio ci
benedice con la ricchezza, per cui nostro dovere dare una parte di questo bene ai pi bisognosi, in modo tale che il restante della ricchezza sia
purificato dai soldi che spettano al povero e al bisognoso.
Come uno dei cinque pilastri dellIslam, un obbligo per tutti i musulmani credenti.
Chi deve versare la zakat?
Per pagare la Zakat, uno deve essere un musulmano adulto sano di mente, in possesso del nisab (la franchigia minima di ricchezza che si deve
avere prima del pagamento della zakat) per un anno intero. nel 2011 corrisponde a 3514 euro. Gli elementi da cui la ricchezza pu essere derivata
sono: bestiame, coltivazioni, oro, argento, e merci per le imprese. La Zakat deve anche essere pagata sui depositi in contanti presso le banche.
Tutti gli elementi personali da cui non si pu derivare la ricchezza, ad
esempio, macchine, utensili, cibo, vestiario, alloggio, mobili e che non
devono essere utilizzati per il commercio, non sono inclusi nel calcolo
della zakat.



.

:""
1
400
500
2
100
4
4
1

Non bisogna avere solo la quantit minima di nisab, ma deve essere anche trascorso un intero anno dal momento in cui si possedeva la quota
minima del nisab. Tanta gente sceglie il Ramadan come il mese in cui
pagare la propria zakat, sia per ricordarsi facilmente, e anche perch la
ricompensa per le buone azioni fatte in questo mese benedetto moltiplicato.
Chi beneficia Dalla Zakat?
1) I poveri e i bisognosi - Queste persone possono avere una certa ricchezza, ma non abbastanza per compensare la nisab.
2) Gli indigenti - Queste persone non hanno le necessit base.
3) Personale addetto alla raccolta della zakat - questo si riferisce a quelle
che raccolgono cos come quelli che distribuiscono la zakat.
4) Per riconciliare i cuori - tradizionalmente, questa categoria stata per
i nuovi musulmani che dopo essere diventati musulmani divenivano poveri a causa della loro decisione.
5) Per liberare gli schiavi - questa categoria non si applica pi facilmente
come un tempo.
6) Coloro che sono indebitati, ma incapace di saldare il loro debito.
7) Quelli che lottano sul sentiero di Dio.
8) I viaggiatori a corto di soldi e quindi non hanno modo di raggiungere la
loro destinazione finale senza aiuto.

.

.
" "
.



.

.

2011 / -





(103 9 )


.


.
.


)

. (
. 3514 2011
:

.
.

.

) (
.


.

.( 1
( 3 .( 2
( 4 .


( 5 .

( 6 .
( 7 .
( 8 .
.

Le Zakat non possono essere usate per costruire moschee, seppellire i defunti, o per cancellare il debito del defunto.

Calcola la tua zakat sul sito di Islamic Relief


www.islamic-relief.it/cosa_facciamo/zakat.php

]
Islamic Relief: www.islamic-relief.it/cosa_facciamo/zakat.php

aljarida dicembre 2011

19

...

Gli immigrati sono anche cervelli...

()

(ma noi non ce ne accorgiamo)


I dati dimostrano che i piu poveri difficilmente possono permettersi di emigrare.
Gia nel 2009 INTERSOS ha diffuso un
documento nel quale rilevava che meno
del 2% dei migranti giunti in Italia provenivano da paesi di grave poverta, con un
reddito pro capite annuo inferiore a 1.500
$. I paesi a maggiore emigrazione sono
infatti quelli con un tale reddito intorno
o superiore ai 5.000 $ annui. Salvo casi
di persecuzioni o guerre, emigra chi puo
permetterselo, in termini economici, di
istruzione, salute, capacit di iniziativa,
intraprendenza. I paesi di origine delle comunita piu numerose in Italia sono: Romania 968.576, Albania 482.627, Marocco
452.424, Cina 209.934, Ucraina 200.730,
Filippine 134.154, Moldova 130.948, India
121.036, Polonia 109.018, Tunisia 106.291,
Per 98.603, Equador 91.625 (Dossier
statistico immigrazione, 2011). Pur trattandosi di paesi con difficolta, non sono
certo quelli piu poveri.
Questi dati contengono anche un fenomeno poco considerato nel dibattito italiano sullimmigrazione. Quello del brain
drain, della perdita dei migliori cervelli
che emigrano, con conseguente danno
per i propri paesi, ma al tempo stesso
della possibilita, in non pochi casi, di trasformalo in brain gain, in opportunita.
La nuova edizione del Dossier statistico
immigrazione, presentato a Roma il 27
ottobre, propone in merito una riflessione di INTERSOS che puo essere cosi sintetizzata. Ogni anno decine di migliaia
di immigrati qualificati entrano in Italia
per poi dedicarsi a mansioni ben lontane
dal loro profilo educativo e professionale.
Laureati in fisica fanno i portieri, specialisti in materie tecniche sono impiegati
come badanti
Si tratta di competenze che vanno ad alimentare quel fenomeno noto come brain
waste, spreco di cervelli, molto diffuso nel
nostro paese. Eppure e possibile e utile invertire questa tendenza, specie in periodi
come questo, in cui diventa indispensabile concepire nuove forme di cooperazione

20

con i paesi terzi, a vantaggio reciproco. Sarebbe necessario un cambiamento culturale,


basato innanzitutto sulla conoscenza della
realta dellimmigrazione, delle sue potenzialita e delle opportunit che pu offrire in
molti casi la brain circulation, la possibilita
cioe di poter valorizzare le competenze dei
migranti sia in Italia che nei paesi di origine. Tra le persone che emigrano coloro che
hanno ricevuto uneducazione secondaria
o universitaria sono in proporzione elevata
rispetto alla media della popolazione: 31.4%
degli emigrati africani, contro una media nei
paesi di origine del 3.6%; 47,2% degli emigrati
asiatici, contro il 6%; 21% dei latino americani, contro l11.8% (F. Docquier e A. Marfouk,
2006). Secondo i dati riportati dallo European
Migration Network (2010) il 54,1% degli stranieri e in possesso di diploma o laurea, ma
circa i tre quarti (73,4%) svolgono una professione operaia o non qualificata. La conoscencervelli.pdf
za di questa presenza e in Italia quasi nulla,
rafforzando cos limmaginario collettivo da
barconi di disperati che
non trova riscontro nella
realta, se non per quella specifica parte, molto
mediatizzata ma anche
molto limitata.
La valorizzazione di queste competenze, sia in
Italia che nei paesi di provenienza sarebbe oggi la
via da seguire, attraverso
forme sempre piu diffuse di brain circulation, di
possibilita cio di lavorare, con regolare riconoscimento, sia qui da
noi che nei propri paesi:
ad iniziare dai progetti di
cooperazione allo sviluppo e dalle molteplici opportunit imprenditoriali
e di scambi commerciali
capaci di rafforzare le
relazioni bilaterali a reciproco interesse. Alcuni
tra Ong, Associazioni, Orimprenditoriali, Camere

cio, Enti di ricerca, Regioni e Enti locali lo


stanno capendo. Sarebbe utile che anche il
Governo comprenda che la brain circulation
puo essere, anche se in modo limitato, una
straordinaria opportunit per il nostro paese, le sue realt territoriali e le sue relazioni
internazionali.

www.intersos.org




.
-
-
.
1

14/12/11

10:26

ganizzazioni
. 3.6%
. 31.4%
di commer-

2011 / -


:
31.4
47.2 3.6
21 6
.011.8
( 2010)
54.1
( 73.4)
.

" "
:

.
-
-

:


.

-
." " -

/ 27
:""


.

...


.






" "

.

54.1%
.

aljarida dicembre 2011


" "2009 .
2

1.500
.

. 5.000

.
:
452424 : 482627 : 968576
: 200730 : 209934 :
121036 : 130948 : 134154
: 106291 : 109018 :
) 91625 : 98603
.(2011
.



.
( 73.4%)

21

ALLEGATO A

Indicazioni

ACCORDO DI INTEGRAZIONE

/
Da Marzo il permesso a
punti per i nuovi ingressi
in Italia

Si parte con 16 crediti che equivalgono ad un livello A1 della


lingua italiana (saper parlare e scrivere di s e dei propri familiari, saper riempire un semplice formulario, scrivere una
cartolina o un breve testo). Entro due anni lo straniero deve
dimostrare di aver raggiunto il livello A2 (parlare di lavoro,
leggere dei brevi testi, saper scrivere brevi lettere), di aver
acquisito alcune nozioni sulla costituzione italiana e deve dimostrare di avere avviato un processo di integrazione in Italia e di coinvolgimento nella vita sociale, per esempio con la
partecipazione alle attivit di una associazione, dellavvio di
una impresa, di riconoscenze pubbliche o di avere una casa.
Per il riconoscimento del livello linguistico suggeriamo di
accertarsi che i programmi delle scuole che si frequentano
siano basate sui modelli standard europei di valutazione.
I crediti possono diminuire nel caso ci siano provvedimenti
giudiziari nei confronti dello straniero, condanne o se non
vengono pagate tutte le tasse in tempo.
Un mese prima dello scadere dei due anni di accordo lo Sportello Unico per lImmigrazione esamina la documentazione
presentata (partecipazione ai corsi di italiano, crediti formativi per formazione, corsi, percorsi universitari, etc..). A
questo punto si far un esame e se lo straniero ottiene un
minimo di 30 crediti, pu rimanere in Italia, perch ha rispettato laccordo. Nel caso di un punteggio da 1 a 29 si ha un
altro anno di tempo per prepararsi. Con zero punti si viene
espulsi immediatamente.

)A1 16

.(
( ) A2

- -
.

.

.

il Sig./la Sig.ra ___________________________________________


Preambolo
Lintegrazione, intesa come processo finalizzato a promuovere la convivenza dei
cittadini italiani e di quelli stranieri legalmente soggiornanti nel territorio nazionale, nel rispetto
dei valori sanciti dalla Costituzione italiana, si fonda sul reciproco impegno a partecipare alla
vita economica, sociale e culturale della societ.
In particolare, per i cittadini stranieri integrarsi in Italia presuppone lapprendimento
della lingua italiana e richiede il rispetto, ladesione e la promozione dei valori democratici di
libert, di eguaglianza e di solidariet posti a fondamento della Repubblica italiana.


.

.

A questi obiettivi mira laccordo di integrazione che, ai sensi dellarticolo 4-bis del testo
unico delle disposizioni concernenti limmigrazione, lo straniero tenuto a sottoscrivere
contestualmente alla presentazione della domanda di rilascio del permesso di soggiorno, quale
condizione necessaria per ottenere il permesso medesimo.

IL

Il contratto vale due anni, prolungabili a tre e dovr essere


firmato allo sportello unico per limmigrazione presso la
prefettura-ufficio territoriale. Nel caso di minore deve essere firmato da un genitore o da chi ne fa le veci e deve essere
tradotto in una lingua a lui comprensibile.

lo Stato, in persona del Prefetto di ___________________

Tanto premesso, il Sig./la Sig.ra ________________________________, di seguito


denominato linteressato, e lo Stato, rappresentato dal Prefetto di _________________ o da
un suo delegato ________________, convengono e stipulano quanto segue.

Alla domanda di soggiorno dovr essere allegato lAccordo


di Integrazione, una sorta di contratto in cui lo Stato garantisce i diritti allo straniero e al suo lavoro in cambio della conoscenza della lingua , della Costituzione italiana, di come
funzionano le cariche pubbliche e della promessa di mandare a scuola i figli minori e di pagare le tasse.

" "
16
.
.

tra

Art. 1. Impegni dello straniero


Linteressato si impegna a:

a) acquisire una conoscenza della lingua italiana parlata equivalente almeno al livello A2 di
cui al quadro comune europeo di riferimento per le lingue emanato dal Consiglio dEuropa;

FA
CSI

Il nuovo permesso di soggiorno a punti e riguarda solo i cittadini extracomunitari che devono ancora entrare in Italia,
che abbiano pi di 16 anni e che chiedono un permesso di
almeno un anno.
Ecco come funziona.

(di cui allarticolo 2, comma 1)

b) acquisire una sufficiente conoscenza dei principi fondamentali della Costituzione della
Repubblica, dellorganizzazione e funzionamento delle istituzioni pubbliche e della vita civile in
Italia, con particolare riferimento ai settori della sanit, della scuola, dei servizi sociali, del
lavoro e agli obblighi fiscali;
c) garantire ladempimento dellobbligo di istruzione da parte dei figli minori;

)
.(..
30
.
. 29 1
.

d) assolvere gli obblighi fiscali e contributivi.

Linteressato dichiara, altres, di aderire alla Carta dei valori della cittadinanza e
dellintegrazione di cui al decreto del Ministro dellinterno 23 aprile 2007 e si impegna a
rispettarne i principi.
Art. 2. Impegni dello Stato
Lo Stato:

Puoi scaricare i moduli sul sito di aljarida:


Accordo dIntegrazione (modello A)
www.aljarida.it/
download/documenti/accordo-integrazione-straniero.pdf
Tabella dei crediti formativi (modello B)
www.aljarida.it/
download/documenti/crediti-accordo-integrazione.pdf
Tabella dei crediti decurtabili (modello C)
www.aljarida.it/
download/documenti/crediti-decurtabili-accordo-integrazione.pdf

a) assicura il godimento dei diritti fondamentali e la pari dignit sociale delle persone senza
distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche e di condizioni
personali e sociali, prevenendo
ogni U
manifestazione
di razzismo e di discriminazione;
agevola,
GAZZETTA
FFICIALE DELLA REPUBBLICA ITALIANA
Serie generale
- n. 263
11-11-2011
inoltre, laccesso alle informazioni che aiutano i cittadini stranieri a comprendere i principali
contenuti della Costituzione italiana e dellordinamento generale dello Stato;

b) garantisce in raccordo con le regioni e gli enti locali il controllo del rispetto delle norme a
tutela del lavoro dipendente; il pieno accesso ai servizi di natura sanitaria e a quelli relativi alla
frequenza della scuola dellobbligo;

c) favorisce il processo di integrazione dellinteressato attraverso lassunzione di ogni


idonea iniziativa, in raccordo con le regioni, gli enti locali e lassociazionismo no profit.
In tale quadro, assicura allinteressato, entro un mese dalla stipula del presente accordo, la
partecipazione gratuita ad una sessione di formazione civica e di informazione sulla vita in
Italia della durata di un giorno.
Art. 3 Durata dellaccordo
Laccordo ha la durata di due anni prorogabile di un altro anno.
Art. 4. Articolazione dellaccordo per crediti

22

2011 / -

aljarida dicembre
2011 articolato per crediti, nel senso che allinteressato sono riconosciuti i crediti
Laccordo

indicati

nellaccluso

allegato

del

regolamento

recante

la

disciplina

dellaccordo

di

23

Iscrizione all'anagrafe per i


profughi del Nord Africa e
richiedenti asilo
Unordinanza del presidente del Consiglio Mario Monti per uniformare le prassi dei Comuni in materia di asilo, consente ai Comuni di
iscrivere allanagrafe tutti coloro che sono entrati in Italia ottenendo
un permesso di soggiorno Umanitario, in uno schedario della popolazione temporaneamente presente.
Possono dunque iscriversi allanagrafe tutti i profughi arrivati in Italia
a causa dei disordini in nord Africa e della guerra in Libia, cos come
tutti coloro che hanno chiesto una protezione internazionale e che
ancora attendono una decisione dalla commissione territoriale.
I documenti da presentare allanagrafe sono il permesso di soggiorno
umanitario o un attestato nominativo da chi risulti che stata presentata la domanda di permesso di soggiorno per motivi di asilo o il
permesso di soggiorno per motivi di asilo. Coloro che sono ospiti di
una struttura di accoglienza devono anche allegare una dichiarazione firmata dal responsabile del centro.


)
(
.


.

Ministero del Lavoro: abolito il modello Q per


extracomunitari
Con la Nota n. 4773 del 28 novembre 2011 il Ministero del Lavoro ha
semplificato la procedura relativa alle Comunicazioni obbligatorie
per lassunzione di lavoratori non comunitari regolarmente soggiornanti in Italia.
E stato infatti disposto che .. a partire dal 15 novembre 2011, tutti
i datori di lavoro che assumono un lavoratore non comunitario regolarmente soggiornante in Italia non dovranno pi compilare il moModulo Q.pdf
1
08/12/11
21:30
dello Q (modulo per il contratto di soggiorno), ma assolveranno agli



.
.

obblighi previsti dallart. 36 bis del Regolamento di attuazione del Testo Unico sullImmigrazione (che richiede la sottoscrizione di un contratto di soggiorno per lavoro, anche ai fini del rinnovo del permesso
di soggiorno) inviando il modello Unificato Lav nei tempi previsti
dalla Legge 296/2006, ovvero entro le ore 24 del giorno antecedente
allassunzione.
Laura Giustiniani
Dottore Commercialista - Milano

:

Q/

www.aljarida.it/articolo/permesso-di-soggiorno-umanitario
www.aljarida.it/articolo/come-richiedere-lo-stato-di-rifugiato-initalia





28 4773
.2011 /
15 ....." :
2011 /


"
(" ) Q/

36
)

(
" " -

24 296/2006
".

Foto di Dante Farricella

24

2011 / -

aljarida dicembre 2011

25

Dove studiare l'italiano a Milano


"Scuole senza permesso":
:""

Agenda

2012 (1433-1434)

Sostieni aljarida
con una agenda
settimanale
italo-araba
anno 2012
(1433/1434 h.)

2012
/

Associazione Alfabeti ONLUS

Scuola Popolare di Italiano per Stranieri di Rogoredo

Via Abbiati, 4 - 20148 Milano - negozio sulla strada - 20148 - Zona 7 - Metro Via Freikofel n 1 (angolo via Rogoredo, vicino alla Coop) - Milano 1 rossa fermata Lotto, tram 24, 16, Autobus 49

20138 - Zona 4 - Tel. 022140309 - Metro 3: Rogoredo

Associazione Apolidia

F.I.L.E.F. Lombardia 'Scuola d'Italiano Carlo Cuomo'

Via Volturno, angolo Confalonieri - 20124 Milano - Zona 9 - Tel. 0269009938 via G.Bellezza 16/a - Milano - 20136 - Zona 5 - Tram 24/9/30; Bus 90/91
Metro 2 fermata Gioia o Garibaldi, tram 11, 4, autobus 82, 90, 91

Associazione Samarcanda

Associazione Dimensioni Diverse

Piazza del rosario c/o Parrocchia - Milano - 20144 - Zona 6 Tram 14 -

via 2 Giugno 4 - Milano - 20153 - Zona 7 - Tel. 024598701 - 0248914705 - bus 58 Bus 68 - MM2 S. Agostino
(scendere via Val DIntelvi), bus 67 (scendere via A. da Baggio)

aljarida

L`italiano in piazza- Associazione Interculturale Todo Cambia.

BAOBAB - Scuola della Cascina Autogestita TORCHIERA Senzacqua c/o Circolo ARCI CORVETTO, via Oglio 21 - 20139 - Milano - Zona 4 Piazzale Cimitero Maggiore, 18 Milano - 20156 - Zona 8 - Tel. 023088896 MM3 gialla Brenta
Tram 14, Autobus 40
Laboratorio di Comunicazione Leoncavallo spa

Altre scuole:

c/o Leoncavallo spa - Via Watteau, 7 - 20125 Milano - 20125 - Zona 2 - Tel. Associazione Arcobaleno
026705185 - - MM2 verde Gioia + Bus 43 - MM2 verde Centrale + bus 81 - Via Corsico, 6 - 20144 Milano - 20144 - Zona 6 - Metro 2 Porta Genova,
MM3 gialla Sondrio + bus 43 - Stazione FFSS di Greco

tram 2, 9, 29, 30, autobus 47, 74

Associazione Le radici e le ali ONLUS

Centro culturale multietnico La Tenda

Via Giambellino, 150/a - 20147 Milano (Ex Acqua Potabile) - Zona 6

Via Livigno 11, presso lIstituto Marelli - Milano - 20158

Scuola LiberAtutti!

Itaca Corsico

c/o Centro Sociale Autogestito Vittoria, via Muratori 43 - 20135 Milano - via Buonarroti, 9 - 20094 Corsico - 20094 - Zona 0 - c/o Biblioteca Co20135 - Zona 4 - Metro 3 Lodi o Porta Romana, Bus 90-91, 92, 62

munale di Corsico

MEDInaTERRANEA - Banca Popolare Etica - IBAN: IT26X0501801600000000123684

26

2011 / -



2012
(1434/1433)

info:
info@aljarida.it

9/10
Inserto
Progetto "In-formare: percorsi di co-sviluppo tra Italia e Marocco". Con il contributo del Comune di Milano.

Speciale investimenti

Turismo nella regione
Tadla Azilal

Come abbiamo visto nei precedenti numeri, il turismo uno dei settori in maggio-
re crescita nella regione Tadla Azilal.
.
Ecco alcuni dei siti di maggiore interesse della regione.
.

Il Geoparco MGoun
Se il Marocco generalmente apprezzato per le sue ricchezze geologiche, Tadla
Azilal costituisce, per la qualit del suo ambiente naturale, la diversit delle sue
formazioni geologiche e la ricchezza della sua tradizione storica, culturale ed architettonica, il paradiso per eccellenza dei geologi ed un territorio / memoria da
preservare per le generazioni future.
Si tratta di un patrimonio finito, non rinnovabile e che non gode di alcuna protezione organizzata e non dispone di un proprio statuto giuridico che possa permettere di assicurare la sua esistenza a lungo termine.
Situato nel mezzo della catena dellalto Atlas Centrale e allinizio del Medio Atlaz,
tra Beni Mellal al nord e la linea di cresta dellIghil MGoun al sud (Azilal), il Geoparco MGoun costituisce la prima riserva geologica protetta in Marocco.



-

.

.


)(
.
.


Il Geoparco MGoun costituisce unopportunit di sviluppo socio-economico per )
Tadla-Azilal. Il progetto permetter a termine di stimolare la managerialit e lin.(..
vestimento attorno al patrimonio locale, ma anche la creazione di posti di lavoro,
la generazione di nuove fonti di reddito per la popolazione locale (guide di monta.
gna, animazione, artigianato e prodotti tipici locali...).
Il Geoparco MGoun costituisce anche una piattaforma operativa dove sboccer
la ricerca scientifica ed ambientale.

aljarida - - inserto co-sviluppo

Ponte naturale di Imi NIfri


Si tratta dun arco naturale che funge da
ponte al disopra dellAssif Tislit che ha
scavato nel calcare un foum un p particolare su unaltezza di pi di 20 m. Per la
sua vocazione paesaggistica, questo sito
costituisce una curiosit geomorfologica
unica in Marocco, dove numerosi uccelli
trovano apparentemente rifugio.
luno dei siti pedemontani pi importanti ed il pi visitato dopo quello delle
Cascate di Ouzoud e di Bin El Ouidane.
Per la sua vicinanza alla citt di Demnate
au Fellah, famosa nel passato, al sito di
Iroutane con le impronte fossilizzate dei
Dinosauri, alla diga di Moulay Youssef, a
cavallo tra le Province di Azilal e di Haouz,
e per la sua posizione geografica lungo la
strada che collega Demnate a Ouarzazate via Skoura, il sito pu svolgere un ruolo
importante per lo sviluppo del turismo in
questa Provincia.

Inserto

Inserto




.20



.


.







.




.
)100

.(..

-
.

Zaouit Ahansal
Villaggio tipico del mondo berbero, famoso per il suo ambiente naturale di qualit
(montagne, foreste, oued, canyon, sorgenti...) e per la sua architettura ancestrale. E il punto di partenza di numerosi
trekking verso i comuni adiacenti e verso
Imilchil ed Ouarzazate.

Cascate di Ouzoud
Sito di fama internazionale, ed il pi visitato della regione. Ampie cadute di acqua di pi di 100 m di altezza, ambiente
naturale di qualit (temperatura moderata, valle verdeggiante, mulini dacqua,
frutteti ombreggiati...).
Il sito, con le gole dellOued El Abid ed la
celebre Zaouia di Tanaghmelt, compone
un circuito turistico eccezionale.



)
. (..

.

inserto co-sviluppo - aljarida -

aljarida - - inserto co-sviluppo

Inserto

Valle di Ait Bouguemmaz


Alta vallata di altitudine incassata tra
le massicce alture del Mgoun, per
eccellenza una valle turistica: ambiente naturale di qualit, architettura tradizionale, tracce fossilizzate di
dinosauri, arti popolari, usi e costumi
tradizionali...
Punto di partenza di numerosi trekking verso i comuni adiacenti e verso
Ouarzazate ed Imilchil.


:



..


.

Bin El Ouidane
La diga di Bin El Ouidane, a 24 km a
nord di Azilal, a 800 m di altitudine,
trattiene le acque dellOued El Abid
e dellOued Ahansal. La sua centrale
idroelettrica produce il quarto della
corrente marocchina. Il suo lago di
ritenuta, di una superficie di 3.800 ettari, imponente. Diversi sport nautici sono possibili su questa immensa
superficie dacqua circondata dai versanti rossi del bacino di Ouaouizeght,
: jet-ski, nuoto, surf, ma anche pesca
sportiva (Persico trota, Lucioperca,
Luccio) e caccia, sulle alture boscose
circostanti.


24
800
.
.
3800
.


:

)
(

.

inserto co-sviluppo - aljarida -

Interessi correlati