Sei sulla pagina 1di 267

EB000000

YP250
MANUALE DI RIPARAZIONE
 1996 da Yamaha Motor Co., Ltd.
1a Edizione, Marzo 1996
Tutti i dirtti sono riservati.
Tutte le ristampe o l’utilizzazione senza
permesso scritto della
Yamaha Motor Co., Ltd.
sono espressamente proibite.
EB001000

AVVERTENZA
Questo manuale è stato preparato dalla Yamaha Motor Company soprattutto per essere usato dai concessionari
Yamaha e dai loro meccanici specializzati. Non è possibile dare ad un meccanico tutte le informazioni necessarie
in un solo manuale; si suppone perciò che le persone che utilizzano questo manuale per la manutenzione e la
riparazione dello scooter Yamaha, abbiano una conoscenza elementare dei principi della meccanica e dei proce-
dimenti inerenti alla tecnica della riparazione dello scooter. Senza tale conoscenza la riparazione o la manuten-
zione di questo scooter può essere inefficiente e/o pericolosa.
La Yamaha Motor Company, Ltd. si sforza continuamente di migliorare tutti i suoi modelli. Le modifiche e i
cambiamenti importanti nelle caratteristiche delle procedure, saranno comunicate a tutti i concessionari Yamaha
e saranno pubblicate nelle edizioni future di questo mauale.

NOTA:
Le illustrazioni e le caratteristiche possono cambiare senza preavviso.

INFORMAZIONI IMPORTANTI
Le informazioni particolarmente importanti di questo manuale sono distinte dalle annotazioni riportate di segui-
to.

Il Simbolo Allarme Sicurezza significa ATTENZIONE! STATE ALL’ERTA! È IN


GIOCO LA VOSTRA SICUREZZA!

Se non si seguono le istruzioni segnalate da un’AVVERTENZA, si possono causare


gravi lesioni o la morte del pilota dello sccoter, delle persone presenti o della persona
che controlla o ripara lo scooter.

CAUTELA: Una CAUTELA indica le procedure speciali che si devono seguire per evitare danni
allo scooter.

NOTA: Una NOTA dà le informazioni chiave per rendere il procedimento più facile e più chiaro.
YP002000

USO DEL MANUALE


ORGANIZZAZIONE DEL MANUALE
Il presente manuale è suddiviso in capitoli che trattano le principali categorie di argomenti. (Vedere “Simboli
illustrati”)

1 titolo 1 : È il titolo del capitolo col suo simbolo nell’angolo in alto a destra di ogni pagina.
2 titolo 2 : Indica la sezione del capitolo e compare solamente sulla prima pagina di ogni sezione.
Si trova nell’angolo in alto a sinistra della pagina.
3 titolo 3 : Indica una sotto-sezione seguita da procedure dettagliate con le relative illustrazioni.

DISEGNI ESPLOSI
Per facilitare l’individuazione dei particolari e per chiarire le fasi delle procedure, sono forniti disegni esplosi
all’inizio di ogni sezione di rimozione e smontaggio.
1. Si fornisce un disegno esploso di agevole interpretazione 4 per le operazioni di smontaggio e montaggio.
2. Sono assegnati i numeri 5 per indicare l’ordine delle operazioni nel disegno esploso. Un numero inserito in
un cerchio indica un’operazione di smontaggio.
3. Una spiegazione delle operazioni e note viene presentata in modo da essere facilmente leggibile con l’uso
dei simboli 6 . I significati dei simboli sono forniti nella pagina successiva.
4. Una tabella delle istruzioni 7 è fornita insieme al disegno esploso e fornisce l’ordine delle operazioni, i
nomi dei particolari, le note relative alle operazioni, eccetera.
5. Per le operazioni che richiedono ulteriori informazioni, sono inclusi supplementi dettagliati 8 oltre al dise-
gno esploso ed alla tabella delle istruzioni.

2 1 4 3

5
8

7
EB003000

1 2 SIMBOLOGIA
I simboli da 1 a 9 sono usati per indicare il numero
ed il contenuto del capitolo.
1 Informazioni generali
3 4 2 Dati tecnici
3 Controlli e regolazioni periodiche
4 Revisione del motore
5 Sistema di raffreddamento
5 6 6 Carburatore
7 Parte ciclistica
8 Parte elettrica
9 Individuazione guasti

7 8

9 10 I simboli da 10 a 17 servono per specificare alcuni


elementi che compaiono nel testo.
10 Manutenzione possibile con motore montato
11 Rabbocco fluido
12 Lubrificante
11 12 13 Attrezzi speciali
14 Serraggio viti
15 Limite di usura, gioco
16 Velocità motore
13 14 17 Ω, V, A

I simboli da 18 a 23 nel disegno esploso indicano il


15 16 17 tipo di lubrificante e la localizzazione del punto di
lubrificazione.
18 Applicare olio motore
19 Applicare olio per cambio
20 Applicare olio al bisolfuro di molibdeno
18 19 20
21 Applicare grasso per cuscinetti ruote
22 Applicare grasso a base di sapone di litio legge-
ro
23 Applicare grasso al bisolfuro di molibdeno
21 22 23
I simboli 24 e 25 nei disegni esplosi indicano dove
applicare il liquido di bloccaggio 24 e in quali casi
montare dei nuovi componenti 25 .
24 25 24 Applicare un liquido di bloccaggio (LOC-
TITE)
25 Usare un pezzo nuovo
INDICE
INFORMAZIONI GENERALI GEN
INFO 1
DATI TECNICI SPEC
2
CONTROLLI E
REGOLAZIONI PERIODICHE INSP
ADJ 3
REVISIONE DEL MOTORE ENG
4
SISTEMA DI RAFFREDDAMENTO COOL
5
CARBURATORE CARB
6
PARTE CICLISTICA CHAS
7
PARTE ELETTRICA ELEC
8
INDIVIDUAZIONE GUASTI TRBL
SHTG 9
CAPITOLO 1
INFORMAZIONI GENERALI
IDENTIFICAZIONE DELLO SCOOTER . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 1-1
NUMERO DI IDENTIFICAZIONE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 1-1
NUMERO DI SERIE DEL TELAIO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 1-1
NUMERO DI SERIE DEL MOTORE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 1-1
TARGHETTA DEL MODELLO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 1-1
FUNZIONI SPECIALI . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 1-2
SPIA LUMINOSA OLIO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 1-2
SISTEMA AUTOMATICO DI AVVIAMENTO A FREDDO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 1-3
SISTEMA DI INTERRUZIONE DEL CIRCUITO DI ACCENSIONE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 1-3
INFORMAZIONI IMPORTANTI . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 1-4
PREPARATIVI PER LO SMONTAGGIO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 1-4
PARTI DI RICAMBIO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 1-4
GUARNIZIONI, PARAOLIO ED ANELLI DI TENUTA OR . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 1-4
RONDELLE DI BLOCCAGGIO, PIASTRINE E COPPIGLIE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 1-5
CUSCINETTI E PARAOLIO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 1-5
ANELLI ELASTICI . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 1-5
CONTROLLO DELLE CONNESSIONI ELETTRICHE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 1-6
COME USARE LA TABELLA DI CONVERSIONE DELLE UNITÀ DI MISURA . . . . . . . . . . . . . 1-7
ATTREZZI SPECIALI . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 1-8
GEN
IDENTIFICAZIONE DELLO SCOOTER INFO
YP100000

INFORMAZIONI GENERALI
IDENTIFICAZIONE DELLO
SCOOTER
YP100010

NUMERO DI IDENTIFICAZIONE (per E)


Il numero di identificazione del motociclo 1 è
stampato sul lato destro del telaio.
NOTA:
Il numero di identificazione è usato per identificare
lo scooter e può essere usato per registrare il vostro
scooter presso l’ente incaricato di rilasciare le targhe
nel vostro paese.

YP100020

NUMERO DI SERIE DEL TELAIO (escluso E)


Il numero di serie del telaio 1 è stampato sul lato de-
stro del telaio.

EB100030

NUMERO DI SERIE DEL MOTORE


Il numero di serie del motore 1 è stampato sul car-
ter.
NOTA:
Le illustrazioni e le specifiche possono cambiare
senza preavviso.

TARGHETTA DEL MODELLO


La targhetta che identifica il modello 1 è attaccata
sotto il sellino. Questa informazione è necessaria
quando si ordinano parti di ricambio.

1-1
GEN
FUNZIONI SPECIALI INFO
FUNZIONI SPECIALI
SPIA LUMINOSA OLIO
 Funzione
Si contano gli impulsi (segnali di distanza percorsa) provenienti dal tachimetro, facendo sì che la spia luminosa
dell’olio si accenda dopo 1.000 km per la prima volta ed in seguito ogni 3.000km.
In tal modo, la spia indica il momento di cambiare l’olio.
 Schema del circuito
Interruttore arresto motore
Unità di accensione
Interruttore principale

Spia luminosa olio

Tasto di
inizializzazione
Fusibile
Spia luminosa olio Tasto di
Batteria Contatore
C.P.U. inizializzazione

 Procedura di inizializzazione
La distanza percorsa si può inizializzare tenendo premuto il tasto apposito da 2 a 5 secondi con l’interruttore
principale su “ON”.
1) Se si effettua l’inizializzazione quando la spia dell’olio è accesa, si spegue a conferma dell’inizializza-
zione.
2) Se si effettua l’inizializzazione quando la spia dell’olio è spenta, essa si accende per 1,4 secondi a con-
ferma dell’inizializzazione.

 Diagnosi dei guasti


1) Verifica del funzionamento della spia dell’olio
La spia dell’olio si accende per 1,4 secondi subito dopo aver ruotato l’interruttore principale in posizione ON,
consentendo di verificare che la lampadina funzioni.
2) In caso di guasto del contatore degli impulsi del tachimetro
Se i segnali di distanza percorsa non vengono rilevati durante la marcia, la spia dell’olio lampeggia, avvisando
che c’è un guasto al contatore.
NOTA:
Questo circuito si può attivare dando gas al motore col cavalletto principale sollevato.

 La batteria tende a scaricarsi


Se il motorino di avviamento viene azionato con la batteria che tende a scaricarsi, la spia dell’oilo potrebbe
accendersi (per 1, 4 secondi), ma non c’è niente di anormale.
Ricaricare o sostituire la batteria in questo caso.

Questa spia si accende se la carica della batteria diventa scarsa, causando un calo nel regime del mo-
tore fino a 200 giri al minuto, invece dei normali 600 giri circa.

1-2
GEN
FUNZIONI SPECIALI INFO
SISTEMA AUTOMATICO DI AVVIAMENTO A FREDDO
Questo sistema è il collegamento in parallelo del circuito dell’unità di accensione e dell’interruttore termico co-
me illustrato in figura, che rileva la temperatura del motore e facilita la riaccensione col motore caldo.
 Schema del circuito Unità di accensione
Interruttore principale

Interruttore
Fusibile
termico Accensione
C.P.U
Batteria

Sistema automatico di
avviamento a freddo
 Funzionamento
Condizione del Accensione a Avviamento a pedale Avviamento a pedale Riaccensione a
motore motore freddo a freddo a caldo motore caldo
Interruttore termico NO NO SI SI
Circuito unità di
NO SI SI NO
accensione
Sistema automatico Non entra in Non entra in
Entra in funzione Entra in funzione
avviamento a freddo funzione funzione

SISTEMA DI INTERRUZIONE DEL CIRCUITO DI ACCENSIONE


Il circuito elettrico di avviamento è affiancato da un circuito relativo al cavalletto laterale, che controlla il funzio-
namento del motorino di avviamento ed il sistema di accensione dell’unità di accensione.
 Schema del circuito
Interruttore principale Interruttore arresto motore

Interruttore freno
Unità di
Fusibile accensione
Relè DI avviamento
Relè

Interruttore di
avviamento
Batteria Interruttore
Luce freno cavalletto laterale
Motorino di
avviamento

 Funzionamento

Interruttore Funzionamento della Funzionamento del Funzionamento


cavalletto leterale luce del freno motorino di avviamento dell’unità di accensione
NO SI Non abilitato Accensione esclusa
(Cavalletto aperto) NO Non abilitato Accensione esclusa
SI SI Abilitato Accensione inserita
(Cavalletto ripiegato) NO Non abilitato Accensione (controllata)

1-3
GEN
INFORMAZIONI IMPORTANTI INFO
EB101030

INFORMAZIONI IMPORTANTI
PREPARATIVI PER LO SMONTAGGIO
1. Togliere completamente lo sporco, fango, pol-
vere e oggetti estranei prima della rimozione e
dello smontaggio.
2. Usare gli attrezzi specifici e pulire le atterzzatu-
re.
3. Fare riferimento alla sezione “ATTREZZISPE-
CIALI”.
4. Quando si smonta il motociclo, tenere insieme
le parti accoppiate tra loro: ingranaggi, cilindri,
pistoni e le altre parti che si sono “adattate”
l’una all’altra attraverso la normale usura. Tali
parti devono essere utilizzate di nuovo insieme
o sostituite completamente.
5. Durante lo smontaggio del motociclo, pulire
tutte le parti e porle in contenitori nell’ordine di
smontaggio. Questo rende più veloce il rimon-
taggio e aiuta ad assicurare che tutte le parti sia-
no montate correttamente.
6. Tenersi lontani dal fuoco e da fonti di calore.

PARTI DI RICAMBIO
1. Raccomandiamo di usare parti originali Yama-
ha per tutte le sostituzioni. Durante i rimontaggi
e le regolazioni usare olio e grasso raccomanda-
ti dalla Yamaha.
I prodotti di altre marche pur avendo la stessa
funzione e lo stesso aspetto potrebbero essere di
qualità inferiore.

GUARNIZIONI, PARAOLIO ED ANELLI DI


TENUTA OR
1. Quando il motore viene revisionato, devono es-
sere sostituite tutte le guarnizioni, i paraolio e
gli aneli di tenuta. Tutti i piani di giunzione, i
bordi dei paraolio e gli anelli di tenuta devono
essere puliti prima del montaggio.
2. Durante il riassemblaggio oliare correttamente
tutte le parti di accoppiamento e tutti i cuscinet-
ti. Applicare del grasso sui bordi dei paraolio.

1-4
GEN
INFORMAZIONI IMPORTANTI INFO
EB101030

RONDELLE DI BLOCCAGGIO, PIASTRINE


E COPPIGLIE
1. Tutte le rondelle di bloccaggio, piastrine 1 e
OR coppiglie devono essere sostituite quando ven-
gono tolte. Le linguette di bloccaggio devono
essere ripiegate contro i piani del bullone o del
dado dopo che il bullone o il dado sono stati cor-
rettamente serrati.

EB101040

CUSCINETTI E PARAOLIO
1. Montare i cuscinetti e i paraolio con il marchio o
i numeri di fabbricazione rivolti verso l’esterno
(le lettere stampate devono essere sul lato visi-
bile). Quando si installano i paraolio, applicare
un leggero velo di grasso a base di litio sui loro
bordi. Quando si installano i cuscinetti, oliarli
abbondantemente.
1 Paraolio

CAUTELA:
Non asciugare i cuscinetti con aria compressa.
Ciò danneggerebbe le loro superfici.

1 Cuscinetto

EB101050

ANELLI ELASTICI
1. Prima del rimontaggio è necessario controllare
tutti gli anelli elastici. In caso di smontaggio so-
stituire sempre gli anelli elastici dello spinotto
del pistone.
Sostituire gli anelli deformati. Quando si instal-
la un anello elastico 1 , controllare che il bordo
con spigolo vivo 2 sia sul lato opposto alla di-
rezione dello sforzo 3 . Vedere la sezione a
fianco.
4 Albero

1-5
GEN
INFORMAZIONI IMPORTANTI INFO
EB801000

CONTROLLO DELLE
CONNESSIONI ELETTRICHE
In presenza di sporcizia, ruggine, umidità, eccetera
sul connettore.
1. Scollegare:
S Connettore
2. Asciugare ciascun terminale con un getto d’aria
compressa.

3. Collegare e scollegare il connettore due o tre


volte.
4. Tirare il cavetto per verificare che non si stac-
chi.
5. Se il terminale si stacca, piegare verso l’alto il
dentino 1 e reinserire il terminale nel connetto-
re.

6. Collegare:
S Connettore
NOTA:
I due connettori si uniscono con uno scatto.

7. Verificare la continuità con un tester.


NOTA:
D Se non c’è continuità, pulire i terminali.
D Assicurarsi di eseguire le fasi da 1 a 7 elencate qui
sopra nel controllare il cablaggio.
D Per le riparazioni di emergenza utilizzare un rige-
neratore di contatti reperibile in commercio.
D Usare il tester sul connettore nel modo illustrato
in figura.

1-6
GEN
ATTREZZI SPECIALI INFO
EB201000

USO DELLA TABELLA DI CONVERSIONE


Tutti i dati tecnici contenuti nel presente manuale sono elencati in Unità Metriche e SI.
Usare la tabella che segue per convertire i dati da unità METRICHE a unità IMPERIALI.
Esempio:
METRICO FATTORE DI CONVERSIONE IMPERIALE

**mm  0.03937 = ** in
2 mm  0.03937 = 0,08 in

TABELLA DI CONVERSIONE

DA METRICO A IMPERIALE
Misura conosciuta Fattore di conversione Risultato
kgm 7,233 ft.lb
kgm 86,794 in.lb
Coppia
kgcm 0,0723 ft.lb
kgcm 0,8679 in.lb
kg 2,205 lb
Peso
g 0,03527 oz
km/h 0,6214 mph
km 0,6214 mi
m 3,281 ft
Distanza
m 1,094 yd
cm 0,3937 in
mm 0,03937 in
cc (cm3) 0,03527 oz (IMP liq.)
Volume/ cc (cm3) 0,06102 cu.in
Capacità lit (litro) 0,8799 qt (IMP liq.)
lit (litro) 0,2199 gal (IMP liq.)
kg/mm 55,997 lb/in
Varie kg/cm2 14,2234 psi (lb/in2)
Grado Centigrado 9/5(_C)+32 Fahrenheit (_F)

1-7
GEN
ATTREZZI SPECIALI INFO
EB102000

ATTREZZI SPECIALI
Per un corretto smontaggio e rimontaggio ed una buona messa a punto, sono necessari idonei attrezzi speciali.
L’uso degli attrezzi speciali evita possibili danni che potrebbero derivare da attrezzi inadatti e/o da tecniche im-
provvisate.
Quando ordinate gli attrezzi, fate riferimento all’elenco riportato di seguito per evitare errori.

Numero attrezzo Nome dell’attrezzo/Impiego Illustrazione


90890-01084 Peso
-01085 Bullone estrattore albero bilanciere

Questi attrezzi si usano per rimuovere


o installare gli alberi dei bilancieri.
90890-01235 Attrezzo bloccaggio rotore

Questo attrezzo si usa per rimuovere il


volano del magnete.
90890-01268 Chiave per ghiera
Questo attrezzo si usa per allentare e
serrare le ghiere dello scarico e dello
sterzo.
90890-01311 Attrezzo per la regolazione delle valvole

Questo attrezzo è necessario per


regolare il gioco delle valvole.
90890-01312 Indicatore livello carburante

Viene usato per misurare il livello del


carburante nella vaschetta del galleggiante.
90890-01325 Strumento di prova del tappo radiatore
-01352 Adattatore

Questi attrezzi si usano per controllare


il sistema di raffreddamento.
90890-01326 Chiave a T
-04084 Fermo per asta ammortizzatore
Questi attrezzi si usano per tenere ferma
l’asta dell’ammortizzatore mentre
la si rimuove o installa.
90890-01337 Morsetto per comprimere la molla frizione
-01464 Staffa di fermo della molla frizione

Questi attrezzi si usano per rimuovere


il dado tenendo schiacciata la molla di
90890-01348 Chiave per controdado
Questo attrezzo si usa per rimuovere
o installare il dado della puleggia
secondaria
1-8
GEN
ATTREZZI SPECIALI INFO
Numero attrezzo Nome dell’attrezzo/Impiego Illustrazione
90890-01362 Estrattore volano

Questo attrezzo si usa per rimuovere il


rotore.
90890-01367 Peso guida paraolio forcella
-01368 Adattatore guida paraolio forcella
(ø33)

Questo attrezzo si usa per installare il


paraolio della forcella.
90890-01384 Guida paraolio

Questo attrezzo si usa per proteggere


il bordo del paraolio mentre si installa
la puleggia secondaria mobile.
90890-01403 Chiave per ghiera

Questo attrezzo si usa per allentare e


serrare la ghiera dello sterzo.
90890-01701 Fermo per puleggia

Questo attrezzo si usa per tenere ferma


la puleggia secondaria.
90890-01996 Set di installazione guarnizione pompa
freno

Questo attrezzo si usa per installare la


guarnizione a cilindro sul pistone della
pompa del freno.
90890-03079 Spessimetro

Viene usato per misurare il gioco delle


valvole.
90890-03081 Manometro

Viene usato per misurare la compressione


del motore.
90890-03112 Tester tascabile

Questo strumento è indispensabile per


controllare l’impianto elettrico.
90890-03113 Contagiri induttivo

Questo strumento serve per misurare


il regime del motore.

1-9
GEN
ATTREZZI SPECIALI INFO
Numero attrezzo Nome dell’attrezzo/Impiego Illustrazione
90890-03141 Lampada stroboscopica

Questo strumento serve per rilevare la


fase dell’accensione.
90890-04101 lappatura valvole

Questo attrezzo si usa per rimuovere


e installare l’asta di punteria e per
lappare la valvola.
90890-04019 Morsetto compressione molle valvole
-04108 Accessorio

Questi attrezzi si usano per rimuovere


o installare la valvola e la molla della
valvola.
90890-04058 Guida cuscinetto albero intermedio
-04078 Installatore dell’elemento di tenuta
meccanico

Questi attrezzi si usano per installare


l’elemento di tenuta meccanico.
90890-06754 Dispositivo per il controllo dell’accensione

Questo strumento serve per controllare


i componenti del sistema di accensione.
90890-85505 Adesivo Yamaha Bond N_ 1215

Questo sigillante (adesivo) viene usato


per le superfici di contatto del carter,
eccetera.

1-10
CAPITOLO 2
DATI TECNICI
CARATTERISTICHE GENERALI . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 2-1
CARATTERISTICHE DI MANUTENZIONE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 2-4
MOTORE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 2-4
PARTE CICLISTICA . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 2-10
PARTE ELETTRICA . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 2-14
SPECIFICHE GENERALI DELLE COPPIE DI SERRAGGIO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 2-16
PUNTI DI LUBRIFICAZIONE E TIPO DI LUBRIFICANTE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 2-17
MOTORE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 2-17
PARTE CICLISTICA . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 2-18
PERCORSO CAVI . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 2-19
CARATTERISTICHE GENERALI SPEC

DATI TECNICI
CARATTERISTICHE GENERALI
Modello YP250
Codice modello: 4UC 1 (eccetto per CH, A)
4UD 1 (per CH, A)
Dimensioni:
Lunghezza massima 2.110 mm
Larghezza massima 1.750 mm
Altezza massima 1.330 mm
Altezza sella 1.700 mm
Interasse 1.500 mm
Altezza minima da terra 1.115 mm
Raggio minimo di sterzata 2.600 mm
Peso base:
Con olio e pieno di carburante 158 kg
Motore:
Tipo di motore Quattro tempi raffreddato ad acqua, un albero a
camme in testa
Disposizione cilindri Monocilindrico inclinato in avanti
Cilindrata 0,249L (249 cm3)
Alesaggio  corsa 69,0  66,8 mm
Rapporto di compressione 10 : 1
Pressione di compressione (STD) 1.400 kPa (14 kg/cm2, 14 bar) a 500 giri/min
Sistema di avviamento Motorino elettrico
Sistema di lubrificazione: Con coppa olio
Tipo o gradazione olio:
Olio motore STANDARD API:
SE o grado superiore

Cambio periodico 1,2 L


Capacità totale 1,4 L
Olio trasmissione
Capacità totale 0,25 L
Capacità radiatore:
Quantità totale (tubazioni comprese) 1,4 L
Filtro dell’aria: Lato carburatore Elemento filtrante umido
Lato carter Elemento filtrante a secco
Carburante:
Tipo Benzina normale senza piombo
Capacità serbatoio 11 L

2-1
CARATTERISTICHE GENERALI SPEC

Modello YP250
Carburatore:
Tipo/quantità Y28V-1A/1
Costruttore TEIKEI
Candela:
Tipo DR8EA
Costruttore NGK
Distanza elettrodi 0,6 X 0,7 mm
Tipo frizione: Centrifuga automatica, a secco
Trasmissione:
Sistema di riduzione primaria Ingranaggi elicoidali
Rapporto di riduzione primaria 40/15 (2,666)
Sistema di riduzione secondaria Ingranaggi cilindrici
Rapporto di riduzione secondaria 37/16 (2,312)
Tipo di trasmissione Automatica monomarcia (cinghia trapezoidale)
Funzionamento Centrifugo automatico
Monomarcia automatico 2,20 X 0,88 : 1
Telaio:
Tipo di telaio In tubi di acciaio a culla inferiore
Angolo di incidenza 28
Avancorsa 103 mm
Pneumatici:
Tipo Senza camera d’aria (tubeless)
Misura anteriore 110/90-12 64J
posteriore 130/70-12 62L
Costruttore anteriore IRC/CHENG SHIN
posteriore IRC/CHENG SHIN
Modello anteriore MB61/C922
posteriore MB61/C940
Pressioni di gonfiaggio (a freddo):
Carico massimo-motociclo escluso 197 kg
Condizione di carico A 0 X 90 kg
anteriore 175 kPa (1,75 kg/cm2, 1,75 bar)
posteriore 200 kPa (2,0 kg/cm2, 2,0 bar)
Condizione di carico B  90 X 205 kg
anteriore 200 kPa (2,0 kg/cm2, 2,0 bar)
posteriore 225 kPa (2,25 kg/cm2, 2,25 bar)
Marcia veloce
anteriore 200 kPa (2,0 kg/cm2, 2,0 bar)
posteriore 250 kPa (2,5 kg/cm2, 2,5 bar)
 Il carico è il peso complessivo dei bagagli, pilota, passeggero ed accessori.

2-2
CARATTERISTICHE GENERALI SPEC

Modello YP250
Freni:
Freno anteriore tipo A disco singolo
comando Leva sulla destra del manubrio
Freno posteriore tipo A tamburo
comando Leva sulla sinistra del manubrio
Sospensioni:
Sospensione anteriore Forcella telescopica
Sospensione posteriore Forcellone monobraccio
Ammortizzatori:
Ammortizzatore anteriore Molla elicoidale/smorzamento a olio
Ammortizzatore posteriore Molla elicoidale/smorzamento a olio
Corsa ruota:
Anteriore 85 mm
Posteriore 90 mm
Impianto elettrico:
Accensione T.C.I. (Digitale)
Generatore Magnete AC
Tipo di batteria GT7B-5
Capacità batteria 12 V 6 AH
Tipo di proiettore: Lampada al quarzo (alogena)
Potenza delle lampade
p  qquantità:
Proiettore 12 V 60 W/55 W  1
Luce ausiliaria 12 V 4 W  1
Luce fanale posteriore/stop 12 V 5 W/21 W  1
Indicatori di direzione 12 V 21 W  4
Illuminazione cruscotto 12 V 1,7 W  4
Spia abbagliante 12 V 3,4 W  1
Spia olio 12 V 1,7 W  1
Spia indicatori di direzione 12 V 3,4 W  2
Illuminazione targa 12 V 5 W  1

2-3
CARATTERISTICHE DI MANUTENZIONE SPEC

CARATTERISTICHE DI MANUTENZIONE
MOTORE

Componente Valore nominale Limite


Testa cilindro:
Limite di deformazione  0,03 mm
Cilindro:
Alesaggio 69,000 X 69,005 mm 69,1 mm
Limite di ovalizzazione  0,03 mm
Albero a camme:
Dimensioni delle camme
Aspirazione “A” 36,545 X 36,645 mm 36,45 mm
“B” 30,021 X 30,121 mm 29,92 mm
“C” 6,524 mm 
Scarico “A” 36,547 X 36,647 mm 36,45 mm
“B” 30,067 X 30,167 mm 29,97 mm
“C” 6,48 mm 
Limite di scentratura albero a camme  0,03 mm
Catena di distribuzione:
Tipo/Numero di maglie DID SC.A-0404A SDH/104 
Bilanciere/albero bilanciere:
Diametro interno bilanciere 12,000 X 12,018 mm 12,03 mm
Diametro esterno albero bilanciere 11,981 X 11,991 mm 11,995 mm
Gioco albero-bilanciere 0,009 X 0,012 m 
Valvole, sedi valvole, guide valvole:
Gioco della valvola (a freddo) ASP 0,08 X 0,12 mm 
SCAR 0,16 X 0,20 mm 
Dimensioni delle valvole

Larghezza faccia Larghezza sede Spessore margine


Diametro testa

Diametro della testa “A” ASP 33,9 X 34,1 mm 


SCAR 28,4 X 28,6 mm 
Larghezza faccia “B” ASP 3,394 X 3,960 mm 
SCAR 3,394 X 3,960 mm 
Larghezza sede “C” ASP 0,9 X 1,1 mm 
SCAR 0,9 X 1,1 mm 
Spessore del margine “D” ASP 0,8 X 1,2 mm 
SCAR 0,8 X 1,2 mm 
Diametro esterno del gambo ASP 5,975 X 5,990 mm 5,94 mm
SCAR 5,960 X 5,975 mm 5,92 mm
Diametro interno della guida ASP 6,000 X 6,012 mm 6,05 mm
SCAR 6,000 X 6,012 mm 6,05 mm

2-4
CARATTERISTICHE DI MANUTENZIONE SPEC

Componente Valore nominale Limite


Gioco tra gambo e guida ASP 0,010 X 0,037 mm 0,08 mm
SCAR 0,025 X 0,052 mm 0,1 mm
Limite di scentratura del gambo SSS 0,01 mm
Larghezza sede valvola ASP 0,9 X 1,1 mm 1,6 mm
SCAR 0,9 X 1,1 mm 1,6 mm
Molla della valvola:
Lunghezza libera (Interna) ASP/SCAR 38,1 mm 36,1 mm
(Esterna) ASP/SCAR 36,93 mm 35,0 mm
Dimensione in posizione (valvola chiusa)
(Interna) ASP/SCAR 30,1 mm SSS
(Esterna) ASP/SCAR 31,6 mm SSS
Pressione di compressione
(Interna) ASP/SCAR 7,8 X 9,0 kg SSS
(Esterna) ASP/SCAR 37,22 X 42,83 kg SSS
Limite inclinazione 2,5_/1,7 mm
(Interna) ASP/SCAR SSS 2,5_/1,7 mm
(Esterna) ASP/SCAR SSS
Pistone:
Gioco pistone - cilindro 0,02 X 0,04 mm 0,15 mm
Diametro “D” del pistone 68,965 X 68,980 mm SSS
Punto di misura “H” 5 mm SSS
Alesaggio sede
spinotto pistone 17,004 X 17,015 mm 17,045 mm
Diametro esterno
spinotto pistone 16,991 X 17,000 mm 16,975 mm
Segmenti pistone:
Segmento superiore:
Tipo Rettangolare SSS
Luce all’estremità (segmento montato) 0,15 X 0,30 mm 0,45 mm
Gioco laterale (segmento montato) 0,04 X 0,08 mm 0,12 mm
2_ segmento:
Tipo Conico SSS
Luce all’estremità (segmento montato) 0,30 X 0,45 mm 0,7 mm
Gioco laterale 0,03 X 0,07 mm 0,12 mm
Raschiaolio:
Luce all’estremità (segmento montato) 0,2 X 0,7 mm SSS
Albero motore:

Larghezza manovella “A” 59,95 X 60,0 mm SSS


Limite di disassamento “C” 0,03 mm SSS
Gioco laterale testa di biella “D” 0,35 X 0,85 mm SSS

2-5
CARATTERISTICHE DI MANUTENZIONE SPEC

Componente Valore nominale Limite


Frizione centrifuga automatica:
Spessore ceppo frizione 3,0 mm 2,0 mm
Diametro interno campana frizione 135 mm 135,5 mm
Lunghezza libera molla ceppo frizione 28,1 mm SSS
Diametro esterno peso 20 mm 19,5 mm
Frizione - giri innesto 2.100 X 2.700 giri/min SSS
Frizione - giri blocco 3.700 X 4.700 giri/min SSS
Cinghia trapezoidale:
Larghezza cinghia 22,6 mm 21,0 mm
Carburatore:
Tipo Y28V-1B-1
Sigla di identificazione 4UC 00 [4UD 00 (CH, A)] SSS
Diametro esterno Venturi ø28 SSS
Getto principale (M.J.) #130 SSS
Getto aria principale (M.A.J.) ø0,9 SSS
Spillo conico (J.N.) 5D32-3/5 SSS
Dimensione valvola farfalla (Th.V.) 11_ SSS
Getto aria minimo (P.A.J.1) ø1,2 SSS
Polverizzatore (N.J.) ø2,585 SSS
Uscita minimo (P.O.) ø0,8 SSS
Getto del minimo (P.J.) #44 SSS
Bypass (B.P.) 0,7 4 SSS
Vite del minimo (P.S.) 17 / 8 SSS
Misura sede valvola (V.S.) 1,4 SSS
Getto avviamento 1 (G.S.1) ø0,45 SSS
Getto avviamento 2 (G.S.2) ø0,5 SSS
Altezza galleggiante (F.H.) 27 mm SSS
Regime minimo motore 1.450 X 1.550 giri/min SSS
Depressione di aspirazione 220 X 260 mmHg SSS
Temperatura olio 65 X 75_C SSS
Temperatura liquido di raffreddamento 80_C SSS
Pompa carburante:
Tipo A depressione SSS
Modello/costruttore: 4HC/MIKUNI SSS
Pompa olio:
Tipo Trocoidale SSS
Gioco all’estremità
all estremità 0 1 X 0,34
0,1 0 34 mm 0 4 mm
0,4
Gioco laterale 0,013 X 0,036 mm 0,15 mm
Gioco tra alloggiamento e rotore 0,04 X 0,09 mm 0,15 mm

2-6
CARATTERISTICHE DI MANUTENZIONE SPEC

Componente Valore nominale Limite


Radiatore:
Tipo Alette di raffreddamento con ventilatore SSS
elettrico
Larghezza/altezza/spessore 140/238/24 mm SSS
Pressione di apertura tappo radiatore 110 X 140 kPa
(1,1 X 1,4 kg/cm2, 1,1 X 1,4 bar) SSS
Capacità radiatore 1,4 L SSS
Capacità serbatoio di espansione 0,35 L SSS
Valvola termostatica:
Tipo/costruttore 4HC/NIHON THERMOSTAT
Temperatura apertura valvola 80,5 X 83,5_C
Temperatura piena apertura valvola 95_C
Corsa piena apertua valvola 3 mm

Componente Dimensione
Cuscinetti e paraolio:
Cuscinetto testa di biella 32 40 20 (cuscinetto a spillo)
Cuscinetto albero motore (sinistro) 6306
Cuscinetto albero motore (destro) 63/28
Paraolio albero motore (sinistro) SD-30-45-5
Paraolio albero motore (destro) S7-14-27-6
Cuscinetto pompa acqua 6000
Anello di tenuta pompa acqua S-10-21-5
Cuscinetto albero primario (sinistro) 15NQ2815
Cuscinetto albero primario (destro) 15NQ2815
Cuscinetto albero secondario (sinistro) 6303
Cuscinetto albero secondario (destro) 6272
Paraolio albero secondario SD8-32-52-7
Cuscinetto albero a camme (sinistro) 6005
Cuscinetto albero a camme (destro) 6202Z
Cuscinetto trasmissione primaria (sinistro) 6205
Cuscinetto trasmissione primaria (destro) 6302
Paraolio trasmissione primaria SD8-32-52-7

2-7
CARATTERISTICHE DI MANUTENZIONE SPEC
COPPIE DI SERRAGGIO
MOTORE

Misura Coppia di
Parte da serrare Nome pparte del Q.tà serraggio Note
filetto Nm m.kg
Bullone controllo olio – M6 1 7 0,7
Prigioniero scarico – M8 2 13 1,3
Candela – M12 1 18 1,8
Coperchio pignone camme Bullone M6 2 10 1,0
Testa cilindro e cilindro Dado M8 4 22 2,2
Testa cilindro e cilindro Bullone M6 2 10 1,0
(Lato catena camme)
Coperchio valvole Bullone M6 5 10 1,0
Rotore Dado M16 1 80 8,0
Controdado regolazione valvole Dado M6 2 14 1,4
Tappo cuscinetto albero a camme Bullone M6 2 8 0,8
Pignone camme Bullone M10 1 60 6,0
Tendicatena distribuzione
(Corpo) Bullone M6 2 10 1,0
(Tappo) Bullone M8 1 8 0,8
Tappo guida 2 Bullone M6 1 10 1,0
Coperchio alloggiamento pompa acqua Bullone M6 3 10 1,0
Giunto manicotto – M6 2 7 0,7
Coperchio valvola termostatica Bullone M6 2 10 1,0
Supporto bocchettone di riempimento Bullone M5 1 5 0,5
Pompa olio Vite M6 2 7 0,7
Coperchio pompa olio Bullone M3 1 1 0,1
Tappo di scarico Bullone M35 1 32 3,2
Giunto carburatore Bullone M6 2 10 1,0
Giunto carburatore e carburatore Dado M6 2 10 1,0
Gruppo filtro aria Bullone M6 2 7 0,7
Coperchio filtro aria Vite M5 5 1 0,1
Pompa del carburante – M6 2 10 1,0
Gruppo tubo di scarico Dado M8 2 20 2,0
Silenziatore Bullone M10 3 53 5,3
Silenziatore e tubo di scarico Bullone M8 1 20 2,0
Protezione (Silenziatore) Vite M6 3 10 1,0
Protezione (Tubo di scarico) Vite M6 2 10 1,0
Semicarter (sinistro e destro) Bullone M6 9 10 1,0
Bullone di scarico Bullone M8 1 22 2,2
Bocchettone riempimento olio Bullone M14 1 3 0,3
Carter trasmissione Bullone M8 6 16 1,6
Coperchio carter (sinistro) Bullone M6 11 10 1,0
Coperchio filtro carter – M6 3 7 0,7
Protezione coperchio carter Bullone M6 2 7 0,7
Coperchio magnete – M6 10 10 1,0

2-8
CARATTERISTICHE DI MANUTENZIONE SPEC

Misura Coppia di
Parte da serrare Nome pparte del Q.tà serraggio Note
filetto Nm m.kg
Coperchio (pompa olio) Bullone M6 2 12 1,2
Tappo controllo anticipo accensione Tappo M16 1 8 0,8
Frizione undirezionale – M8 3 30 3,0
Alloggiamento frizione Bullone M14 1 60 6,0
Tappo grasso (Puleggia primaria) – M4 4 3 0,3
Puleggia primaria fissa – M14 1 60 6,0
Gruppo frizione – M36 1 90 9,0
Statore – M5 3 7 0,7
Bobina di raccolta – M5 2 7 0,7
Motorino di avviamento Bullone M6 2 10 1,0
Interruttore termico – M16 2 23 2,3
Unità termica – Pt 1/8 1 8 0,8

2-9
CARATTERISTICHE DI MANUTENZIONE SPEC
PARTE CICLISTICA

Componente Valore nominale Limite


Sterzo:
Tipo di cuscinetto Cuscinetto a sfere 
Sospensione anteriore:
Corsa della forcella 100 mm 
Lunghezza libera molla forcella 265,8 mm 263,5 mm
Costante della molla (K1) 5,7 N/mm (0,57 kg/mm) 
Corsa (K1) 0 X 100 mm 
Capacità olio 0,142 L (142 cm3) 
Livello olio 80 mm 
Gradazione olio Olio per forcelle 15 WT o equivalente 
Limite di deformazione tubo interno  0,2 mm
Sospensione posteriore:
Corsa ammortizzatore 106 mm 
Lunghezza libera molla ammortizzatore 265 mm 260 mm
Lunghezza di installazione 317 mm 
Costante della molla (K1) 7,7 N/mm (0,77 kg/mm) 
(K2) 10,9 N/mm (1,09 kg/mm) 
(K3) 17,6 N/mm (1,76 kg/mm) 
Corsa (K1) 0 X 40 mm 
(K2) 40 X 75 mm 
(K3) 75 X 106 mm 
Ruota anteriore:
Tipo Ruota in lega leggera 
Misura cerchio MT2.75 12 
Materiale cerchio Alluminio 
Limite di scentratura del cerchio
radiale  2 mm
leterale  2 mm
Ruota posteriore:
Tipo Ruota in lega leggera 
Misura cerchio MT3.50 12 
Materiale cerchio Alluminio 
Limite di scentratura del cerchio
radiale  2 mm
laterale  2 mm
Freno a disco anteriore:
Tipo Singolo 
Diametro esterno disco spessore 245 4 mm 
Spessore pastiglia 5,4 mm 0,8 mm
Diametro interno cilindro pompa 12,7 mm 
Diametro esterno cilindro pinza 25,4 + 30,1 mm 
Tipo fluido freni DOT #4 

2-10
CARATTERISTICHE DI MANUTENZIONE SPEC

Componente Valore nominale Limite


Freno a tamburo pposteriore:
Tipo A doppia azione 
Diametro interno tamburo 160 mm 161 mm
Spessore guarnizione attrito 4 mm 2 mm
Leva freno:
Gioco leva freno (anteriore, lato leva) 2 X 5 mm 
Gioco leva freno (posteriore) 10 X 20 mm 
Gioco cavo acceleratore 3 X 5 mm 

Componente Dimensione
Cuscinetti e paraolio:
Cuscinetto ruota anteriore (sinistro) 6302RS
Cuscinetto ruota anteriore (destro) 6302RS
Paraolio ruota anteriore (sinistro) SD-22-42-7-1
Paraolio ingranaggi tachimetro (destro) SDD-47-58-7
Cuscinetto ruota posteriore (sinistro) 6302RS
Paraolio ruota posteriore (interno) SDO-28-35-4
Paraolio ruota posteriore (esterno) DD-26-42-8

2-11
CARATTERISTICHE DI MANUTENZIONE SPEC
COPPIE DI SERRAGGIO
PARTE CICLISTICA
Coppia di
Misura del serraggio
Parte da serrare Note
filetto
Nm m.kg
Telaio e staffa motore M12  1,25 59 5,9
Staffa motore, asta di compressione e motore M10  1,25 32 3,2
Asta di compressione e telaio M10  1,25 64 6,4
Cavalletto laterale (bullone e telaio) M10  1,25 40 4,0
Cavalletto laterale (bullone e dado) M10  1,25 40 4,0
Staffa pedana posteriore M6  1,0 7 0,7
Forcellone M8  1,25 23 2,3
Ammortizzatore posteriore e telaio M10  1,25 40 4,0
Ammortizzatore posteriore e motore M8  1,25 19 1,9
Ghiera sterzo M25  1,0 22 2,2 Vd
Vedere
Supporto manubrio e asse sterzo M20  1,5 139 13,9 “NOTA”
Supporto superiore manubrio e supporto inferiore M8  1,25 23 2,3
Tubo freno e pompa freno M10  1,25 26 2,6
Serbatoio carburante
(lato anteriore) M6  1,0 10 1,0
(lato posteriore) M6  1,0 7 0,7
Rubinetto carburante M6  1,0 7 0,7
Pompetta carburante M5  0,8 3 0,3
Filtro M6  1,0 7 0,7
Valvola antirovesciamento M5  0,8 4 0,4
Scatola M6  1,0 7 0,7
Maniglia sella M6  1,0 10 1,0
Gruppo fermo copertura M6  1,0 7 0,7
Parti in plastica e coperchio M5 2 0,2
Sostegno carenatura M8  1,25 16 1,6
Coperchio laterale 1 M6  1,0 7 0,7
Corpo carenatura M6  1,0 7 0,7
Pedana poggiapiede M6  1,0 7 0,7
Gruppo proiettore M6  1,0 7 0,7
Gruppo fanalino posteriore M6  1,0 7 0,7
Perno e dado ruota anteriore M14  1,5 70 7,0
Perno e dado ruota posteriore M14  1,5 135 13,5
Leva camma freno posteriore M6  1,0 10 1,0
Perno articolazione posteriore M10  1,25 32 3,2
Pinza freno anteriore e forcella anteriore M10  1,25 49 4,9
Disco freno e mozzo M8  1,25 23 2,3
Tubo freno e pinza M10  1,25 26 2,6
Pinza freno e vite di spurgo M7  1,0 6 0,6
Parabrezza M5 0,4 0,04

2-12
CARATTERISTICHE DI MANUTENZIONE SPEC
NOTA:
1. Nella fase iniziale, serrare la ghiera (inferiore) a circa 38 Nm (3,8 m.kg) usando la chiave torsiometrica,
quindi allentare la ghiera 1/4 di giro.
2. Nella seconda fase, serrare la ghiera (inferiore) a circa 22 Nm (2,2 m.kg) usando la chiave torsiometrica,
quindi serrare la ghiera (centrale) a mano. Allineare le scanalature su entrambe le ghiere ed installare la ron-
della di fermo.
3. Nella fase finale, tenere le ghiere (inferiore e centrale) bloccate e serrare la ghiera (superiore) a 75 Nm (7,5
m.kg) usando la chiave torsiometrica.

2-13
CARATTERISTICHE DI MANUTENZIONE SPEC
PARTE ELETTRICA

Componente Valore nominale Limite


Anticipo accensione:
Anticipo accensione (P.M.S.I.) 10_ a 1.500 giri/min SSS
Anticipo massimo (P.M.S.I.) 32_ a 5.000 giri/min SSS
Tipo dispositivo anticipo Elettrico SSS
Unità accensione:
Resistenza/colore bobina di recoolta 168 X 252 Ω a 20_C/Giallo - Nero SSS
J4T069/MITSUBISHI SSS
Modello/costruttore
Bobina accensione:
Modello/costruttore F6T507/MITSUBISHI SSS
Distanza minima elettrodi candela 6 mm SSS
Resistanza avvolgimento primario 3,6 X 4,8 Ω a 20_C SSS
Resistanza avvolgimento secondario 10,7 X 14,5 kΩ a 20_C SSS
Cappuccio candele:
Tipo In resina SSS
Resistenza 5 kΩ SSS
Sistema di carica:
Tipo Magnete corrente alternata SSS
Modello/costruttore 4HC/MITSUBISHI SSS
Uscita nominale 14 V 16 A a 5.000 giri/min SSS
Resistenza bobina statore/colore 0,8 X 1,0 Ω a 20_C/Bianco - Bianco SSS
Raddrizzatore/regolatore:
Modello/costruttore SH640D-12/SHINDENGEN SSS
Tensione regolata in assenza di carico 14,7 V SSS
Capacità 20 A SSS
Tensione di resistenza 200 V SSS
Batteria:
Densità elettrolito 1,310 SSS
Sistema di avviamento elettrico:
Tipo A ingranaggio sempre in presa
Motorino avviamento:
Modello/costruttore/sigla identificazione SM-13/MITSUBA/SM-13454 SSS
Tensione di funzionamento 12 V SSS
Uscita 0,65 kW SSS
Resistenza avvolgimento rotore 0,0012 X 0,0022 Ω a 20_C SSS
Lunghezza totale spazzole 12,5 mm 4 mm
Quantità spazzole 2 pezzi SSS
Forza della molla 570 X 920 g 570 g
Diametro commutatore 28 mm 27 mm
Profondità intaglio mica 0,7 mm SSS

2-14
CARATTERISTICHE DI MANUTENZIONE SPEC

Componente Valore nominale Limite


Relè avviamento:
Modello/costruttore 4FL/JIDECO SSS
Amperaggio nominale 100 A SSS
Resistenza avvolgimento bobina 4,2 X 4,6 Ω a 20_C SSS
Avvisatore acustico:
Modello/costruttore YF-12/NIIKKO SSS
Amperaggio massimo 2,5 A SSS
Relè indicatori di direzione:
Tipo Completamente a transistor SSS
Modello/costruttore 4MY/NIPPONDENSO SSS
Frequenza di lampeggio 75 X 95 cicli/minuto SSS
Indicatore carburante:
Modello/costruttore 4HC/NIPPON SEIKI SSS
Resistenza trasmettitore - pieno 4 X 10 Ω SSS
- vuoto 90 X 100 Ω SSS
Relè interruzione circuito avviamento:
Modello/costruttore 4HC/MATSUSHITA SSS
Resistenza avvolgimento bobina 72 X 88 Ω SSS
Motore elettroventilatore:
Modello/costruttore 4HC/MITSUBA SSS
Interruttore termico (elettroventilatore):
Modello/costruttore 3LN/NIHON THERMOSTAT SSS
Interruttore termico (starter automatico):
Modello/costruttore 4HC/NIHON THERMOSTAT SSS
Unità termica:
Modello/costruttore 2YK/NIPPON SEIKI SSS
Interruttore circuito:
Tipo Fusibile SSS
PRINCIPALE 20 A 1 pezzo SSS
VENTILATORE 3A 1 pezzo SSS
Riserva 20 A 1 pezzo SSS
3A 1 pezzo SSS

2-15
SPECIFICHE GENERALI DELLE COPPIE DI SERRAGGIO SPEC

SPECIFICHE GENERALI
DELLE COPPIE DI SERRAGGIO
Questa tavola specifica le coppie di serraggio per at- Specifiche generali
tacchi standard con filetto a passo ISO. Le specifiche A B coppie di serraggio
di coppia per i componenti o gli insiemi speciali sono (Dado) (Bullone)
Nm m.kg
indicate nelle relative sezioni di questo manuale. Per
evitare ogni deformazione serrare gli insiemi, a mol- 10 mm 6 mm 6 0,6
ti fissaggi, seguendo un ordine incrociato a tappe 12 mm 8 mm 15 1,5
progressive, fino a raggiungere la coppia di serrag- 14 mm 10 mm 30 3,0
gio finale. A meno che sia diversamente specificato, 17 mm 12 mm 55 5,5
le coppie di serraggio si intendono per filetti puliti e
19 mm 14 mm 85 8,5
asciutti. I componenti devono essere a temperatura
ambiente. 22 mm 16 mm 130 13,0

A: Distanza parti piatte


B: Diametro esterno della filettatura

2-16
PUNTI DI LUBRIFICAZIONE E TIPO DI LUBRIFICANTE SPEC

PUNTI DI LUBRIFICAZIONE E TIPO DI LUBRIFICANTE


MOTORE

Punto di lubrificazione Simbolo

Bordi paraolio

Anello di tenuta OR (tranne sistema di trasmissione a cinghia trapezoidale)

Superficie di montaggio dado di serraggio testa cilindro

Esterno perno albero motore

Superficie di spinta testa di biella

Superficie interna filtro rotante

Superficie interna trasmissione

Superficie interna pignone esterno catena di distribuzione

Spinotto del pistone

Parte esterna del pistone e sedi segmenti

Profilo camme albero a camme

Gambo valvole (ASPIRAZIONE, SCARICO)

Estremità gambo valvole (ASPIRAZIONE, SCARICO)

Albero bilanciere

Superficie interna bilanciere valvola

Albero

Albero (Gruppo pompa olio)

Guarnizione (Gruppo pompa olio)

Fermo

Superfici di spinta ingranaggio di rinvio 1

Albero 1

Superfici di spinta ingranaggio di rinvio 2

Superfice interna ingranaggio di rinvio 2

Superfici di spinta asse primario

Superfici di contatto carter Adesivo Yamaha N 1215

Tappo sfiato carter

Anello di tenuta statore Adesivo Yamaha N 1215

Tubo di aspirazione

2-17
PUNTI DI LUBRIFICAZIONE E TIPO DI LUBRIFICANTE SPEC
PARTE CICLISTICA

Punto di lubrificazione Simbolo

Bordi paraolio ruota anteriore (sinistro/destro)

Bordi paraolio forcellone (sinistro/destro)

Cuscinetto testa cannotto sterzo (superiore/inferiore)

Bordi parapolvere testa cannotto sterzo (superiore/inferiore)

Superficie interna guida tubi (manopola acceleratore)

Cavo freno (leva freno)

Superficie di scorrimento tra leva freno e bullone supporto leva

Superficie di scorrimento cavalletto laterale

Superficie di scorrimento e bullone di montaggio cavalletto centrale

Perno del fermo cavalletto centrale

Perno e superficie camma freno

2-18
PERCORSO CAVI SPEC

PERCORSO CAVI
1 Raddrizzatore/ regolatore 13 Batteria A Fissare il cavo del trasmettitore
2 Trasmettitore carburante 14 Cavo positivo (+) batteria livello carburante e il cavo del
3 Fusibile (ventilatore) 15 Cavo negativo (–) batteria dispositivo automatico avviamento
4 Valvola antirovesciamento 16 Relè indicatori di direzione a freddo al telaio.
5 Bobina accensione 17 Serbatoio di espansione B Far passare il cavo della serratura
6 Cavo serratura sella 18 Tubo di sfiato sella attraverso la guaina di
7 Cavo 3 interruttore manubrio 19 Filtro aria protezione.
(destro) 20 Cablaggio principale C Fissare insieme il cablaggio
8 Cavo interruttore freno anteriore 21 Articolazione (staffa motore) principale e il tubo di troppo-pie-no
9 Tubazione freno 22 Cavo magnete C.A. al telaio.
10 Cavo tachimetro 23 Cavo motorino avviamento D Installare il tubo del freno alla pinza
11 Tubo troppo-pieno radiatore 24 Cavo massa motore del freno con la stampigliatura
12 Relè avviamento / Fusibile 25 Parafango rivolta verso il lato del pneumatico.
(principale)

2-19
PERCORSO CAVI SPEC
E Far passare il tubo di troppo-pieno J Mantenere il gioco di bloccaggio
dal serbatoio di espansione oltre i 5 mm.
attraverso la fascetta all’interno del (Piegare la fascetta metallica per
telaio. mantenere il gioco tra fascetta e
F Fissare il cablaggio principale, il articolazione oltre i 5 mm).
cavo (+) della batteria e il cavo (–) K Installare il cavo del techimetro
della batteria alla fascetta del telaio. col lato inguainato rivolto verso
G Fissare il cavo del trasmettitore gli ingranaggi.
livello carburante al tubo. L Separare il cavo dell’interruttore
H Cablaggio che collega il gruppo luci termico e l’altro cavo all’interno del
posteriori al telaio. telaio.
I Collegare il cavo gruppo luci
posteriori al cablaggio sopra il
parafango.

2-20
PERCORSO CAVI SPEC
1 Serratura sella 16 Protezione (tubo) F Fissare il tubo di troppo-pieno alla
2 Cassetta filtro aria 17 Cavo serratura sella fascetta metallica sul telaio.
3 Tubo di sfiato G Disporre il connettore del cavo
4 Tubo carburante A Fissare insieme il cablaggio e il magnete C.A. e il cavo del
5 Tubo depressione cavo interruttore cavalletto laterale dispositivo automatico avviamento
6 Cavo interruttore cavalletto laterale sul telaio. a freddo lungo il tubo del telaio
7 Cavo interruttore termico B Fissare il cavo interruttore dopo averli collegati.
8 Cavo motorino ventilatore cavalletto laterale. H Fissare insieme il cablaggio, il cavo
9 Tubo di sfiato C Installare il cavo positivo (+) tra la magnete C.A., il cavo motorino
10 Tubo di troppo-pieno batteria e il relè avviamento al relè avviamento e il cavo di massa
(serbatoio carburante) avviamento lungo il telaio. motore all’inter-no del telaio.
11 Relè D Fissare il cavo della serratura sella I Fissare il cavo del magnete C.A.,
12 Cavo dispositivo avviamento al telaio. il cavo motorino avviamento e il
automatico a freddo E Fissare il cavo dell’interrut-tore cavo di massa motore alla staffa.
13 Cavo magnete C.A. termico e il cavo motorino J Far passare il tubo di sfiato
14 Cavo motorino avviamento ventilatore al telaio. attraverso il foro della cassetta filtro
15 Cavo massa motore aria.

2-21
PERCORSO CAVI SPEC
1 Indicatore direzione anteriore 12 Cavo tachimetro C Far passare il cavo dell’interruttore
(destro) 13 Staffa 1 manubrio (destro) e il cavo
2 Indicatore direzione anteriore 14 Avvisatore acustico dell’interruttore freno anteriore
(sinistro) 15 Fermo tubo freno attraverso il passacavo in plastica
3 Cavo interruttore manubrio (destro) 16 Stampigliatura a “U”
4 Cavo interruttore freno anteriore D Evitare interferenze reciproche
5 Cavo serratura sella A Fissare il cavo del tachimetro alla dopo aver installato il coperchio
6 Cavo acceleratore staffa 1. inferiore del manubrio.
7 Tubo freno B Far passare il cavo del tachimetro E Far passare il cavo dell’interruttore
8 Cavo interruttore manubrio e il tubo del freno attraverso le del manubrio (sinistro) e il cavo
(sinistro) fascette sul telaio. dell’interruttore freno posteriore a
9 Cavo interruttore freno post (Davanti: cavo tachimetro sinistra del cavo del tachimetro,
10 Coperchio inferiore manubrio Dietro:tubo del freno) quindi collegarli al cablaggio
11 Cavo freno 2 principale.

2-22
PERCORSO CAVI SPEC
F Agganciare i cavi degli indicatori
di direzione anteriori sinistro e
destro sul tubo della staffa 1.
(Porre i cavi in basso all’interno del
corpo della carenatura dopo aver
effettuato il collegamento).
G Far passare il tubo del freno
attraverso il passacavo e la fascetta.
H Fissare il cavo del proiettore e il
cavo dell’avvisatore acustico dal
cablaggio alla staffa 1.
I Installare il tubo del freno con la
stampigliatura rivolta verso il lato
del fermo.

2-23
PERCORSO CAVI SPEC
1 Tubo troppo-pieno carburante A Far passare il cavo del freno 2 E Far passare i tubi di troppo-pieno
(bocchettone di riempimento) attraverso il passacavo e il fissarlo dal bocchettone di riempimento e
2 Cavo acceleratore 1 (dado bianco) al carter. dal serbatoio attraverso la fascetta.
3 Cavo acceleratore 2 (dado nero) B Far passare il tubo di sfiato aria, il F Far passare il cavo del freno 2
4 Tubo sfiato aria (carburatore) tubo di scarico refrigerante e il tubo attraverso l’anello passacavo.
5 Tubo scarico refrigerante di scarico carburante attraverso la G Far passare il tubo di troppo-pieno
(carburatore) fascetta a “U” sul fermo. dal serbatoio attraverso la fascetta
6 Tubo scarico carburante C Porre il fermo della fascetta al all’interno del tubo del telaio.
(carburatore) centro dalla linea “a”. H Bloccare con una fascetta il cavo
7 Tubo troppo-pieno carburante D Far passare il tubo di scarico acceleratore al telaio, rispettando la
(serbatoio) attraverso la fascetta (gancio a direzione della fascetta.
molla).

2-24
PERCORSO CAVI SPEC
1 Cannotto sterzo C Bloccare con una fascetta il cavo F Fissare il fermo della fascetta entro
2 Cavo freno 2 acceleratore e il cablaggio questi limiti.
3 Cablaggio principale principale al tubo discendente del G Fissare il cavo freno sulla parte
4 Tubo discendente telaio telaio, rispettando la direzione della anteriore del tubo.
5 Cavo acceleratore fascetta (vista B). H Porre il resto della parte terminale
6 Radiatore D Bloccare con una fascetta il cavo della fascetta a lato.
7 Staffa 1 freno 2 al telaio presso la parte I Far passare il cavo freno attraverso
superiore del radiatore, rispettando l’anello passacavo.
A Far passare il cavo freno 2 la direzione della fascetta (vista C). J Far passare il cavo freno 2
attraverso il passacavo sulla staffa E Bloccare con una fascetta il cavo attraverso il passacavo sul telaio.
del manubrio. freno 2 presso la parte anteriore K Fissare il cavo freno 2 al telaio.
B Bloccare con una fascetta il cavo sinistra del cannotto di sterzo e (Sopra e sotto). Allineare il
freno 2 al cannotto sterzo, fissare il resto della fascetta a riferimento del cavo freno 2 con la
rispettando la direzione della sinistra. fascetta inferiore.
fascetta (vista A).

2-25
SPEC
CAPITOLO 3
CONTROLLI E REGOLAZIONI PERIODICHE
INTRODUZIONE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 3-1
MANUTENZIONE PERIODICA/INTERVALLI DI LUBRIFICAZIONE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 3-1
COPERTURE E PANNELLI . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 3-3
COPERTURA POSTERIORE E SERBATOIO CARBURANTE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 3-4
PEDANA POGGIAPIEDE E COPERTURA INFERIORE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 3-6
CARENATURA . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 3-7
COPERTURA MANUBRIO, CRUSCOTTO E PROTEZIONI LATERALI . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 3-8
MOTORE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 3-9
REGOLAZIONE DEL GIOCO VALVOLE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 3-9
REGOLAZIONE DEL REGIME MINIMO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 3-10
REGOLAZIONE CAVO ACCELERATORE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 3-11
CONTROLLO CANDELA . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 3-12
CONTROLLO FASE DI ACCENSIONE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 3-13
MISURAZIONE DELLA PRESSIONE DI COMPRESSIONE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 3-14
CONTROLLO LIVELLO OLIO MOTORE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 3-15
OLIO MOTORE RACCOMANDATO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 3-16
SOSTITUZIONE OLIO MOTORE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 3-16
CONTROLLO PRESSIONE OLIO MOTORE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 3-17
SOSTITUZIONE OLIO DELLA TRASMISSIONE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 3-18
CONTROLLO SISTEMA DI SCARICO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 3-19
PULIZIA FILTRO DELL’ARIA . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 3-19
PULIZIA FILTRO DEL CARTER . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 3-20
CONTROLLO LIVELLO DEL LIQUIDO REFRIGERANTE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 3-21
SOSTITUZIONE DEL LIQUIDO REFRIGERANTE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 3-22
CONTROLLO DEL SISTEMA DI RAFFREDDAMENTO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 3-25
PARTE CICLISTICA . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 3-26
REGOLAZIONE DEL FRENO ANTERIORE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 3-26
CONTROLLO LIVELLO LIQUIDO FRENI . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 3-27
CONTROLLO PASTIGLIE FRENO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 3-28
SPURGO DELL’ARIA (SISTEMA IDRAULICO DEL FRENI) . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 3-28
REGOLAZIONE DEL FRENO POSTERIORE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 3-29
CONTROLLO DELLE GANASCE DEL FRENO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 3-30
CONTROLLO DELLO STERZO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 3-30
CONTROLLO DELLA FORCELLA ANTERIORE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 3-32
CONTROLLO FORCELLONE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 3-33
CONTROLLO AMMORTIZZATORE POSTERIORE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 3-33
REGOLAZIONE AMMORTIZZATORE POSTERIORE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 3-33
CONTROLLO DEI PNEUMATICI . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 3-34
CONTROLLO DELLE PUOTE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 3-36
PARTE ELETTRICA . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 3-37
CONTROLLO DELLA BATTERIA . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 3-37
CONTROLLO DEI FUSIBILI . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 3-42
ORIENTAMENTO DEL PROIETTORE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 3-43
INTRODUZIONE/MANUTENZIONE PERIODICA/ INSP
INTERVALLI DI LUBRIFICAZIONE ADJ
B300000

CONTROLLI E REGOLAZIONI PERIODICHE


INTRODUZIONE
Questo capitolo coomprende le procedure necessarie per effettuare le ispezioni e le regolazioni raccomandate. Se
si rispettano queste procedure di manutenzione preventiva si sarà sicuri di un perfetto funzionamento e di una
maggiore durata in servizio del mezzo. La necessità di revisioni generali verrà così ridotta in grande misura. Que-
ste informazioni sono valide per i motocicli già in servizio ed anche per quelli nuovi, pronti per la vendita. Tutte le
persone preposte alla manutenzione devono familiarizzare con le istruzioni contenute in questo capitolo.
YP301000

MANUTENZIONE PERIODICA/INTERVALLI DI LUBRIFICAZIONE

DOPO IL
RODAGGIO
OGNI

N PARTE OPERAZIONE TIPO 6.000 km 12.000 km


1.000 km o o
6 mesi 12 mesi
 Controllare e regolare il gioco
1 * Gioco valvole — Ogni 12.000 km
valvole a motore freddo.
 Controllare le condizioni.
Vedere
2 Candela  Regolare la distanza fra gli elettrodi CONTROLLO   
CANDELA
e pulire.
Tubazione  Verificare che tubo carburante e tubo
3 * —  
carburante depressione non abbiano crepe o danni.
 Controllare e regolare regime minimo
4 * Regime minimo del motore. —   
 Regolare gioco cavo acceleratore.
Vedere
5 * Olio motore  Sostituire. CONTROLLO Sostituire Sostituire ogni 3.000 km
OLIO MOTORE

6 Filtro olio  Pulire con solvente. — Pulire Pulire ogni 3.000 km


7 Olio trasmissione  Sostituire. Come olio
motore Sostituire Sostituire ogni 10.000 km
 Pulire con solvente e inumidire con Come olio
8 Fitro dell’aria  
olio. motore

9 Filtro carter  Pulire con aria compressa. —  


 Verificare che i manicotti non abbiano
Sistema di crepe o danni. —  
10 Sostituire se necessario.
raffreddamento
Antigelo glicole
 Sostituire il refrigerante. etilenico Sostituire ogni 24 mesi
 Regolare il gioco.
 Controllare e sostituire se necessario. Liquido freni:
11 * Freno anteriore   
 Sostituire il liquido freni ogni 24.000 DOT 4
km o 24 mesi.
 Regolare il gioco.
12 * Freno posteriore  Controllare e sostituire le ganasce se —   
necessario.
13 * Cavi dei comandi  Applicare un velo d’olio. Come olio
motore   
14 Perno leva freno  Applicare un velo d’olio. Come olio
motore  

3-1
MANUTENZIONE PERIODICA/ INSP
INTERVALLI DI LUBRIFICAZIONE ADJ
DOPO IL
RODAG- OGNI
GIO
N_
N PARTE OPERAZIONE TIPO
6,000 km 12,000 km
1,000 km o o
6 mesi 12 mesi
Cavalletto
S Controllare il funzionamento e Come olio
15 centrale e perno f f
lubrificare. motore
cavalletto laterale
lnterruttore S Controllare e pulire o sostituire se
16 * — f f f
cavalleto laterale necessario
S Controllare il funzionamento e verificare
17 * Forcella anteriore che non vi siano perdite di olio. — f f

S Verificare che il gruppo cuscinetti non


18 * Cuscinetti sterzo — f f
sia allentato

S Verificare che i cuscinetti ruotino in


19 * Cuscinetti ruote — f f
modo scorrevole

Gli interventi sulle parti contrassegnate con un asterisco (*) richiedono utensili speciali, dati e capacità tecniche.
Portare lo scooter da un concessionario Yamaha.

D Il filtro dell’aria richiede interventi di manutenzione più frequenti se si utilizza lo scooter in zone
particolarmente umide o polverose.
D Sostituzione liquido freni:
1. Sostituire il liquido freni dopo aver smontato la pompa o la pinza.
Controllare il livello del liquido freni e rabboccare se necessario.
2. Sostituire paraolio della pompa e della pinza ogni due anni.
3. Sostituire i tubi del freno ogni quattro anni, oppure se risultano crepati o danneggiati.

3-2
INSP
COPERTURE E PANNELLI ADJ
COPERTURE E PANNELLI
PANNELLI LATERALI E SELLA

Ordine Nome operazione/Nome parte Q.tà Note


Rimozione pannelli laterali e sella Rimuovere le parti in questo ordine.
1 Pannello posteriore 1
2 Pannello laterale (sinistro) 1
3 Pannello laterale (destro) 1
4 Rivetto 2
5 Pannello anteriore 1
6 Molletta 2 NOTA:
7 Ammortizzatore 1 Installare l’ammortizzatore fissandolo al
corpo con lo stelo rivolto verso il retro e le
etichette rivolte verso l’alto.

8 Sella 1 Per l’installazione invertire la procedura di


rimozione.

3-3
INSP
COPERTURE E PANNELLI ADJ

COPERTURA POSTERIORE E SERBATOIO CARBURANTE

10 Nm (1,0 mkg)

7 Nm (0,7 mkg)

7 Nm (0,7 mkg)

Ordine Nome operazione/Nome parte Q.tà Note


Rimozione copertura posteriore e Rimuovere le parti in questo ordine.
serbatoio carburante
1 Maniglione 1
2 Staffa serratura sella 1
Copertura posteriore
3 Vite 2
4 Copertura posteriore 1
5 Tappo serbatoio carburante 1
6 Tubo troppo-pieno carburante 1
7 Coperchio 1 Serbatoio carburante
8 Copertura serbatoio carburante 1
9 Connettore (cavo trasmettitore livello 1 NOTA:
carburante) Scollegare i commettori.
10 Tubo troppo-pieno carburante 1
11 Tubo carburante 1

3-4
INSP
COPERTURE E PANNELLI ADJ

10 Nm (1,0 mkg)

7 Nm (0,7 mkg)

7 Nm (0,7 mkg)

Ordine Nome operazione/Nome parte Q.tà Note


12 Tubo depressione 1
13 Staffa 1 Serbatoio carburante
14 Serbatoio carburante 1
Per l’installazione invertire la procedura di
rimozione.

3-5
INSP
COPERTURE E PANNELLI ADJ

PEDANA POGGIAPIEDI E COPERTURA INFERIORE

7 Nm (0,7 mkg)

Ordine Nome operazione/Nome parte Q.tà Note


Rimozione pedana poggiapiedi e Rimuovere le parti in questo ordine.
copertura inferiore
1 Tappetino (pedana poggiapiedi)
(sinistro/destro) 1/1
2 Coperchio 2 1
3 Cavo negativo batteria (–) 1
4 Cavo positivo batteria (+) 1
5 Batteria 1
6 Relè indicatori di direzione 1
7 Relè avviamento 1
8 Serbatoio di espansione 1
9 Poggiapiede 2
10 Coperchio 1
11 Scatola 1
12 Copertura inferiore 1 Per l’installazione invertire la procedura di
13 Pedana poggiapiedi 1 rimozione.

3-6
INSP
COPERTURE E PANNELLI ADJ

CARENATURA

7 Nm (0,7 mkg) 7 Nm (0,7 mkg)

Ordine Nome operazione/Nome parte Q.tà Note


Rimozione della carenatura Rimuovere i particolari in questo ordine.
1 Copertura superiore
2 Parabrezza 1
3 Pannello interno 1
4 Corpo carenatura 1
5 Connettore (cavo proiettore) 1
6 Connettore (cavo indicatore direzione NOTA:
anteriore sinistro) 1 Scollegare i connettori.
7 Connettore (cavo indicatore direzione
anteriore destro) 1
Per l’installazione invertire la procedura di
rimozione.

3-7
INSP
COPERTURE E PANNELLI ADJ

COPERTURA MANUBRIO, CRUSCOTTO E PROTEZIONI LATERALI

Ordine Nome operazione/Nome parte Q.tà Note


Rimozione copertura manubrio, Rimuovere le parti in questo ordine.
cruscotto e protezioni laterali
1 Copertura manubrio 1 NOTA:
2 Connettori (cablaggio cruscotto) 1 Scollegare i connettori.
3 Cavo tachimetro 1
4 Cruscotto 2
5 Coperchio interruttore principale 1
6 Coperchio 2
7 Protezione laterale 1
Per l’installazione invertire la procedura di
rimozione.

3-8
INSP
REGOLAZIONE DEL GIOCO VALVOLE ADJ
YP303004

MOTORE
REGOLAZIONE DEL GIOCO VALVOLE
NOTA:
La regolazione del gioco valvole va effettuata con
motore freddo, a temperatura ambiente.
Quando si misura o si regola il gioco delle valvole, il
pistone deve essere al punto morto superiore in fase-
compressione.

1. Rimuovere:
 Pannelli laterali
 Copertura posteriore
 Serbatoio carburante
Vedere la sezione “COPERTURE E PAN-
NELLI”.
2. Rimuovere:
 Coperchio filtro carter 1
 Elemento di tenuta coperchio filtro carter
 Elemento filtro carter 2
3. Rimuovere:
 Candela
 Coperchio valvola (lato aspirazione)
 Coperchio valvola (lato scarico)
4. Rimuovere:
 Tappo controllo anticipo

5. Misurare:
 Gioco delle valvole
Fuori specifica  Regolare.

Gioco delle valvole (a freddo):


Aspirazione 0,08  0,12 mm
Scarico 0,16  0,12 mm

*************************************
Procedura di controllo:
 Ruotare la puleggia fissa primaria in senso anti-
orario per allineare la tacca a sul rotore col riferi-
mento fisso b sul coperchio motore 1 quando il
pistone è al Punto Morto Superiore.
 Misurare il gioco della valvole usando uno spessi-
metro.
Fuori specifica  Regolare.
*************************************

3-9
REGOLAZIONE DEL GIOCO VALVOLE/REGOLAZIONE/ INSP
DEL REGIME MINIMO ADJ
6. Regolare:
 Gioco delle valvole
*************************************
Procedura di regolazione:
 Allentare il controdado 1 .
 Avvitare o svitare il registro 3 con l’attrezzo 2
per la regolazione delle valvole, fino ad ottenere il
valore del gioco valvole prescritto.

Avvitando  Il gioco valvole diminuisce.


Svitando  Il gioco valvole aumenta.

Attrezzo regolazione valvole:


90890-01311

 Tener fermo il registro per impedire che si sposti e


serrare il controdado.
14 Nm (1,4 mkg)

 Misurare il gioco delle valvole.


 Se il gioco non è corretto, ripetere la procedura
appena descritta fino a riportarlo al valore pre-
scritto.
*************************************
7. Installare:
 Coperchio valvola (lato aspirazione) 1
10 Nm (1,0 mkg)

 Anello di tenuta 2
8. Installare:
 Coperchio valvola (lato scarico)
10 Nm (1,0 mkg)

 Anello di tenuta
 Candela 18 Nm (1,8 mkg)

 Vite finestrella controllo anticipo


 Elemento filtro carter
 Elemento di tenuta coperchio filtro carter
 Coperchio filtro carter 7 Nm (0,7 mkg)

YP303022

REGOLAZIONE DEL REGIME MINIMO


1. Avviare il motore e farlo riscaldare per alcuni
minuti.
2. Collegare:
 Contagiri induttivo al cavo candela.

Contagiri induttivo:
90890-03113

3-10
REGOLAZIONE DEL REGIME MINIMO/ INSP
REGOLAZIONE CAVO ACCELERATORE ADJ
3. Controllare:
 Regime minimo del motore
Fuori specifica  Regolare.

Regime minimo del motore:


1.450  1.550 giri/min

4. Regolare:
 Regime minimo del motore

*************************************
Procedura di regolazione:
 Avvitare la vite di registro del minimo 1 fino a
serrarla leggermente.
 Svitare la vite di registro del minimo del numero
di giri prescritto.

Vite di registro del minimo:


svitare di 1-7/8 giri

 Avvitare o svitare la vite di fermo della valvola ac-


celeratore 2 fino ad ottenere il regime di minimo
prescritto.

Avvitando  Il minimo aumenta.


Svitando  Il minimo diminuisce.
*************************************
5. Regolare:
 Gioco cavo acceleratore
Vedere la sezione “REGOLAZIONE GIOCO
CAVO ACCELERATORE”.
REGOLAZIONE CAVO ACCELERATORE
NOTA:
Prima di regolare il gioco del cavo dell’acceleratore,
si deve regolare il regime di minimo del motore.

1. Controllare:
 Il gioco del cavo acceleratore a
Fuori specifica  Regolare.

Gioco cavo acceleratore:


3  5 mm alla flangia della
manopola

2. Regolare:
 Il gioco del cavo acceleratore
*************************************
Procedura di regolazione:
NOTA:
Non accelerare quando si spegne il motore.

3-11
REGOLAZIONE CAVO ACCELERATORE/ INSP
CONTROLLO CANDELA ADJ
 Allentare il controdado 1 sul cavo dell’accelera-
tore.
 Avvitare o svitare il registro 2 fino ad ottenere il
gioco prescritto.

Avvitando  Il gioco aumenta.


Svitando  Il gioco diminuisce.
 Serrare il controdado.

Dopo aver effettuato la regolazione, girare il ma-


nubrio a destra e a sinistra per assicurarsi che ciò
non provochi cambiamenti nel regime di minimo.

*************************************
EB303040

CONTROLLO CANDELA
1. Rimuovere:
 Cappuccio candela
 Candela
CAUTELA:
Prima di rimuovere la candela, usare dell’aria
compressa per soffiar via la sporcizia eventual-
mente accumulata nel pozzetto della candela, per
evitare che cada nel cilindro.

1. Controllare:
 Tipo di candela
Non corretto  Sostituire.

Candela standard:
DR8EA (NGK)

2. Controllare:
 Elettrodo 1
Usurato/danneggiato  Sostituire.
 Isolante 2
Colore anormale  Sostituire.
Il colore normale è il nocciola mediochiaro.
3. Pulire.
 Candela
(con l’apposito attrezzo o una spazzola d’ac-
ciaio)
4. Misurare:
 Distanza elettrodi candela a
(con uno spessimetro)
Fuori specifica  Regolare.

3-12
CONTROLLO CANDELA/ INSP
CONTROLLO FASE DI ACCENSIONE ADJ
Distanza elettrodi candela:
0,6  0,7 mm

6. Installare:
 Candela 18 Nm (1,8 mkg)

NOTA:
Prima di installare la candela, pulire la superficie di
tenuta e la candela stessa.

YP303052

CONTROLLO FASE DI ACCENSIONE


NOTA:
Prima di controllare la fase di accensione, controlla-
re tutti i collegamenti elettrici relativi al sistema di
accensione. Assicurarsi che tutti i collegamenti sia-
no ben serrati e privi di corrosione e che tutti i colle-
gamenti a massa siano ben serrati.

1. Rimuovere:
 Tappo controllo accensione
2. Collegare:
 Lampada stroboscopica 1
Contagiri induttivo 2
(al cavo della candela)

Lampada stroboscopica:
90890-03141
Contagiri induttivo:
90890-03113

3. Controllare:
 Anticipo accensione
*************************************
Procedura di controllo:
 Accendere il motore e farlo riscaldare per alcuni
minuti. Far girare il motore al regime richiesto.

Regime di minimo del motore:


1.450  1.550 giri/min

 Verificare che il riferimento fisso a rientri nel


campo di accensione prescritto b , indicato sul
volano.
Fase di accensione non corretta  Controllare il
sistema di accensione.
*************************************

3-13
CONTROLLO FASE DI ACCENSIONE/ INSP
MISURA DELLA PRESSIONE DI COMPRESSIONE ADJ
NOTA:
La fase dell’accensione non è regolabile.

4. Installare:
 Tappo controllo accensione

YP303060

MISURA DELLA PRESSIONE DI


COMPRESSIONE
NOTA:
Una pressione di compressione insufficiente è causa
di perdita di prestazioni.

1. Rimuovere:
 Pannelli laterali
Vedere la sezione “COPERTURE E PAN-
NELLI”.
2. Controllare:
 Gioco delle valvole
Fuori specifica  Regolare.
Vedere la sezione “REGOLAZIONE DEL
GIOCO VALVOLE”
3. Accendere il motore e farlo riscaldare per alcuni
minuti.
4. Spegnere il motore.
5. Rimuovere:
 Candela
CAUTELA:
Prima di rimuovere la candela, usare dell’aria
compressa per soffiar via la sporcizia eventual-
mente accumulata nel pozzetto della candela, per
evitare che cada nel cilindro.

6. Collegare:
 Manometro 1

Manometro:
90890-03081

7. Misurare:
 Pressione in fase di compressione
Se è superiore alla pressione massima consen-
tita  Verificare la presenza di depositi carbo-
niosi sulla testa del cilindro, le superfici delle
valvole e il cielo del pistone.
Se è minore della pressione minima  lmmet-
tere qualche goccia di olio nel cilindro e misu-
rare di nuovo.
Far riferimento alla seguente tabella.

3-14
MISURA DELLA PRESSIONE DI COMPRESSIONE/ INSP
CONTROLLO LIVELLO OLIO MOTORE ADJ
Pressione in fase di compressione
p
(dopo l’introduzione di olio nel cilindro)
Lettura Diagnosi
Pressione più Pistoni usurati o danneggiati
alta della
precedente
Pressione Fasce elastiche, valvole,
uguale guarnizione testa del cilindro
alla precedente o pistone potrebbero essere
difettosi  Riparare.

Pressione in fase di compressione:


Standard:
1.400 kPa (14 kg/cm2, 14 bar)
Minima:
1.120 kPa (11,2 kg/cm2, 11,2 bar)

*************************************
Procedura di misurazione:
 Far girare il motore con la pedivella di avviamen-
to, tenendo l’acceleratore completamento aperto
fin quando il valore della pressione sul manome-
tro si è stabilizzato.

Prima di azionare la pedivella di avviamento, col-


legare a massa tutti i terminali della candela per
evitare scintille.

*************************************
8. Installare:
 Candela 18 Nm (1,8 mkg)

9. Installare:
 Pannelli laterali
Vedere la sezione “COPERTURE E PAN-
NELLI”.
CONTROLLO LIVELLO OLIO MOTORE
1. Parcheggiare lo scooter in piano.
NOTA:
Assicurarsi che lo scooter sia verticale quando si
controlla il livello dell’olio.

2. Avviare il motore e lasciarlo riscaldare per qual-


che minuto.
3. Spegnere il motore.
4. Controllare:
 Livello dell’olio motore
Il livello dell’olio deve trovarsi tra i riferimen-
ti del massimo e del minimo 2 sull’astina 1 .
Livello dell’olio inferiore al minimo  Ag-
giungere olio fino al livello corretto.
3-15
CONTROLLO LIVELLO OLIO MOTORE/ INSP
SOSTITUZIONE OLIO MOTORE ADJ
OLIO MOTORE RACCOMANDATO
Far riferimento al grafico per la scelta dell’olio adat-
to in funzione della temperatura esterna.

STANDARD API:
API SE o gradazione superiore

CAUTELA:
 Non aggiungere additivi chimici o usare oli con
gradazione di CD a o superiore.
 Non usare oli classificati “ENERGY CON-
SERVING II” b o superiori. L’olio motore lu-
brifica anche la frizione e gli additivi potrebbe-
ro farla slittare.
 Far attenzione a che nessun corpo estraneo en-
tri nel carter.

5. Accendere il motore e lasciarlo riscaldare per


alcuni minuti.
6. Spegnere il motore.
NOTA:
Attendere per qualche minuto che il livello dell’olio
si stabilizzi, prima di effettuare il controllo.

SOSTITUZIONE OLIO MOTORE


1. Accendere il motore e lasciarlo riscaldare per
alcuni minuti.
2. Spegnere il motore e disporvi sotto un conteni-
tore.
3. Rimuovere:
 Tappo del serbatoio dell’olio
 Tappo di scarico del serbatoio dell’olio 1
 Molla di compressione 2
 Filtro dell’olio 3
 Anello di tenuta
Scolare l’olio motore completamente.
4. Installare:
 Anello di tenuta 1
 Molla di compressione 2
 Filtro dell’olio 3
 Tappo di scarico 4 32 Nm (3,2 mkg)

 Tappo introduzione olio


NOTA:
Controllare l’anello di tenuta (tappo di scarico).
Se danneggiato, sostituirlo con uno nuovo.

3-16
SOSTITUZIONE OLIO MOTORE/ INSP
CONTROLLO PRESSIONE OLIO MOTORE ADJ
5. Riempire:
 Carter

Quantità olio:
1,4 litri

6. Controllare:
 Livello olio motore
Vedere la sezione “CONTROLLO LIVELLO
OLIO MOTORE”.
7. Inizializzare:
 Circuito segnalazione olio motore
*************************************
Procedura di inizializzazione:
 Ruotare l’interruttore principale su ON.
 Tenere premuto il tasto di inizializzazione da 2 a 5
secondi.
 Rilasciare il tasto di inizializzazione e la spia
dell’olio si spegnerà.

NOTA:
Se si sostituisce l’olio prima che si accenda la spia
(cioè pirma di raggiungere l’intervallo di 3.000 km
per il cambio dell’olio), assicurarsi di inizializzare la
spia dopo aver sostituito l’ olio, in modo che si ac-
cenda al momento giusto al prossimo intervallo di
3.000 km.
Per inizializzare la spia dell’olio prima che si accen-
da:
Rilasciare il tasto di inizializzazione e la spia si ac-
cenderà per 1,4 secondi.

*************************************
CONTROLLO PRESSIONE OLIO MOTORE
1. Rimuovere:
 Pannelli laterali
Vedere la sezione “COPERTURE E PAN-
NELLI”.
2. Controllare:
 Pressione dell’olio
*************************************
Procedura per il controllo:
 Allentare leggermente il bullone di controllo
dell’olio 1 .
 Accendere il motore e farlo girare al minimo fin
quando l’olio comincia a fuoriuscire dal bullone.
Se non fuoriesce olio dopo un minuto, spegnere il
motore per evitarne il grippaggio.
 Controllare che i passaggi e la pompa dell’olio
non siano danneggiati e non perdano.

3-17
CONTROLLO PRESSIONE OLIO MOTORE/ INSP
SOSTITUZIONE OLIO DELLA TRASMISSIONE ADJ
 Accendere il motore dopo aver risolto eventuali
problemi, e controllare la pressione dell’olio
un’altra volta.
 Serrare il bullone di controllo dell’olio alla coppia
prescritta.
10 Nm (1,0 mkg)

CAUTELA:
 Accendere il motore e controllare la pressione
dell’olio col bullone di controllo allentato.
 Non accelerare il motore oltre il regime specifi-
cato quando si controlla la pressione.

NOTA:
Ripulire l’olio eventualmente caduto sul motore.

SOSTITUZIONE OLIO DELLA


TRASMISSIONE
NOTA:
Assicurarsi che lo scooter sia verticale quando si so-
stituisce l’olio.

1. Mettere lo scooter su una superficie piana.


2. Accendere il motore e lasciarlo riscaldare per
qualche minuto, quindi spegnerlo.
3. Porre un contenitore sotto il carter.
4. Rimuovere:
 Tappo introduzione olio
 Bullone di scarico 1
Scaricare l’olio.
5. Serrare:
 Bullone di scarico 22 Nm (2,2 mkg)

6. Rifornire:
 Carter

Olio raccomandato:
Olio motore SAE 10W30
Quantità olio:
0,25 litri

CAUTELA:
Ripulire l’olio eventualmente caduto sul pneu-
matico o sulla ruota.

3-18
SOSTITUZIONE OLIO TRASMISSIONE/CONTROLLO INSP
SISTEMA DI SCARICO/PULIZIA FILTRO ARIA ADJ
7. Installare:
 Tappo introduzione olio 1
 Anello di tenuta 2
8. Accendere il motore, lasciarlo riscaldare per
qualche minuto e verificare che non ci siano
perdite d’olio.

CONTROLLO SISTEMA DI SCARICO


1. Rimuovere:
 Pannelli laterali
Vedere la sezione “COPERTURE E PAN-
NELLI”.
2. Esminare:
 Dado 1 (tubo di scarico) 20 Nm (2,0 mkg)

Allentato/Danneggiato  Serrare/sostituire.
 Guarnizione (tubo di scarico)
Perdite di gas di scarico  Serrare/sostituire.
3. Esaminare:
 Bullone 2 (silenziatore) 53 Nm (5,3 mkg)

 Bullone di giunzione 3 (silenziatore)


20 Nm (2,0 mkg)

Allentati/Danneggiati  Serrare/sostituire.

PULIZIA FILTRO DELL’ARIA


1. Rimuovere:
 Pannelli laterali
 Coperchio cassetta filtro aria
Vedere la sezione “COPERTURE E PAN-
NELLI”.
2. Rimuovere:
 Elemento filtrante 1
CAUTELA:
Non far funzionare il motore senza l’elemento del
filtro dell’aria. L’aria non filtrata causa la rapida
usura dei componenti del motore e può danneg-
giare il motore stesso. Far funzionare il motore
senza l’elemento del filtro modifica anche la car-
burazione, con conseguente perdita di prestazio-
ni e possibilità di surriscaldamento.

3-19
INSP
PULIZIA FILTRO ARIA/PULIZIA FILTRO DEL CARTER ADJ
3. Esaminare:
 Elemento filtrante
Danneggiato  Sostituire.
4. Pulire:
 Elemento filtrante 1
Usare del solvente per pulire l’elemento
NOTA:
Dopo la puliza, rimuovere il solvente rimasto
nell’elemento strizzando l’elemento stesso.

CAUTELA:
Non torcere l’elemento quando lo si strizza.

5. Applicare l’olio raccomandato su tutta la super-


ficie del filtro e rimuovere l’olio in eccesso
strizzando l’elemento. L’elemento deve essere
bagnato ma non gocciolare.

Olio raccomandato:
Olio motore

Non usare mai solventi a basso punto di infiam-


mabilità, come la benzina, per pulire l’elemento
del filtro. Solventi di questo tipo possono provo-
care incendi o esplosioni.

6. Installare:
 Elemento filtrante
 Coperchio cassetta del filtro aria
7 Nm (0,7 mkg)

 Pannelli laterali
Vedere la sezione “RIMOZIONE MOTORE”
nel capitolo 4.
PULIZIA FILTRO DEL CARTER
1. Rimuovere:
 Coperchio filtro del carter 1
 Elemento di tenuta coperchio filtro del carter
 Elemento filtrante 2 del carter
NOTA:
Quando si installa l’elemento nel suo alloggiamento,
assicurarsi che la sua superficie di tenuta combaci
con quella dell’alloggiamento in modo che non sia-
no perdite di aria.

2. Esaminare:
 Elemento filtrante del carter
Danneggiato  Sostituire.

3-20
PULIZIA FILTRO DEL CARTER/ INSP
CONTROLLO LIVELLO DEL LIQUIDO REFRIGERANTE ADJ
CAUTELA:
Questo elemento filtrante è del tipo a secco.
Evitare di macchiarlo con grasso o acqua.

3. Pulire:
 Elemento filtrante del carter 1
Soffiare aria compressa della superficie ester-
na per rimuovere la polvere presente nell’ele-
mento.
4. Installare:
 Elemento filtrante del carter
 Elemento di tenuta coperchio del filtro cater
 Coperchio del filtro carter 7 Nm (0,7 mkg)

YP303170

CONTROLLO LIVELLO DEL LIQUIDO RE-


FRIGERANTE
NOTA:
Assicurarsi che lo scooter sia verticale quando si
controlla il livello del refrigerante.

1. Mettere lo scooter su una superficie piana.


2. Mettere lo scooter sul cavalletto centrale.
3. Controllare:
 Il livello del liquido refrigerante
Il livello del liquido refrigerante deve trovarsi
tra i riferimenti del massimo a e del minimo
b.
Livello del refrigerante inferiore al riferimen-
to del minimo  Aggiungere acqua dolce (di
rubinetto) fino al livello prescritto.
CAUTELA:
L’acqua dura o salata è dannosa per i componenti
del motore. Usare solo acqua distillata se non è di-
sponibile acqua dolce.
Se si usa acqua di rubinetto, assicurarsi che sia
acqua dolce.

4. Accendere il motore e farlo riscaldare per alcuni


minuti.
5. Spegnere il motore e controllare nuovamente il
livello del refrigerante.
NOTA:
Attendere per qualche minuto che il livello del refri-
gerante si stabilizzi, prima di effettuare il controllo.

3-21
INSP
SOSTITUZIONE DEL LIQUIDO REFRIGERANTE ADJ
YP303190

SOSTITUZIONE DEL LIQUIDO


REFRIGERANTE
1. Rimuovere:
 Pannelli laterali
 Serbatoio carburante
Vedere la sezione “COPERTURE E PAN-
NELLI”.
2. Rimuovere:
 Tubo 1 (serbatoio di espansione)
Far scolare tutto il liquido dal serbatoio di
espansione.
3. Rimuovere:
 Bullone di scarico 1
 Tappo del radiatore
Aprire il bagagliaio anteriore, rimuovere il co-
perchio, allentare lentamente per rimuovere il
tappo del radiatore e far scolare il liquido refri-
gerante.

Non rimuovere il tappo del radiatore quando il


motore e il radiatore sono caldi. Potrebbero fuo-
riuscire vapore e liquido bollente in pressione,
che possono causare gravi ustioni. Quando il mo-
tore si è raffreddato, aprire il tappo del radiatore
nel modo seguente:
Porre uno straccio o un asciugamano pesante so-
pra il tappo del radiatore. Ruotare il tappo lenta-
mente in senso antiorario verso il fermo, consen-
tendo lo scarico della pressione che eventual-
mente fosse ancora presente. Quando il sibilo del-
lo sfiato è cessato, premere sul tappo ruotandolo
contemporaneamente in senso antiorario, e ri-
muoverlo.

NOTA:
 Rimuovere il tappo del radiatore dopo aver rimos-
so il bullone di scarico.
 Porre lo scooter in posizione veriticale su di una
superficie piana quando si fa scolare completa-
mente il liquido refrigerante.

4. Pulire:
 Il radiatore
Versare acqua dolce nel bocchettone di riem-
pimento 1 (serbatoio di espansione).

3-22
INSP
SOSTITUZIONE DEL LIQUIDO REFRIGERANTE ADJ
5. Installare:
 Guarnizione 1
 Bullone di scarico 2 10 Nm (1,0 mkg)

6. Allentare:
 Vite 1 (spurgo carburatore)
7. Collegare:
 Tubo (serbatoio di espansione)

8. Riempire
 Radiatore
(fino al livello prescritto 1 )
Versare il refrigerante lentamente, finché fuo-
riesce dal tubo di scarico del carburatore.
 Serbatoio di espansione
(fino al livello massimo a )

Refrigerante raccomandato:
Antigelo glicole etilenico di alta
qualità contenente agenti
anticorrosione per motori in
alluminio.

Refrigerante 2 e acqua 3
(acqua dolce):
Proporzioni: 50 %/50 %
Quantità totale:
1,4 litri
Capacità serbatoio di
espansione:
0,35 litri

*************************************
Note sulla manipolazione del liquido refrigerante:
Il liquido refrigerante è potenzialmente nocivo e de-
ve essere maneggiato con particolare attenzione.

3-23
INSP
SOSTITUZIONE DEL LIQUIDO REFRIGERANTE ADJ

 Se il refrigerante entra in contatto con gli oc-


chi:
sciacquarsi con molta cura gli occhi con acqua
e consultare un medico.
 Se il refrigerante vi sporca i vestiti:
lavarlo subito via con acqua e poi con acqua e
sapone.
 Se si inghiotte del refrigerante:
indurre velocemente la persona che lo ha in-
ghiotto a vomitare e portarla da un medico.

*************************************
CAUTELA:
 L’acqua dura o salata è dannosa per i compo-
nenti del motore. Usare solo acqua distillata se
non è disponibile acqua dolce.
 Se si usa acqua di rubinetto, assicurarsi che sia
acqua dolce.
 Non usare acqua contenente impurità od olio.
 Evitare che il refrigerante sporchi le superfici
verniciate. Se ciò accadesse, lavarle immedia-
tamente con acqua.
 Non mescolare tipi diversi di antigelo glicole
etilenico contenenti agenti anticorrosione per i
motori in alluminio.

9. Serrare:
 Vite (spurgo carburatore)
Versare il refrigerante lentamente fino al livel-
lo prescritto.
10. Installare:
 Tappo del radiatore
11. Accendere il motore e farlo riscaldare per alcuni
minuti.
12. Spegnere il motore e controllare il livello.
Vedere la sezione “CONTROLLO LIVELLO
DEL LIQUIDO REFRIGERANTE”.
NOTA:
Attendere qualche minuto che il livello del liquido
refrigerante si stabilizzi, prima di effettuare il con-
trollo.

13.Installare:
 Serbatoio del carburante
 Pannelli laterali
Vedere la sezione “COPERTURE E PAN-
NELLI”.

3-24
INSP
CONTROLLO DEL SISTEMA DI RAFFREDDAMENTO ADJ
YP303190

CONTROLLO DEL SISTEMA DI RAFFRED-


DAMENTO
1. Esaminare:
 Radiatore 1
 Manicotto riempimento (radiatore) 2
 Manicotto di scarico (radiatore) 3
 Tubo
 Manicotto di scarico (radiatore) 4
Crepe/Danni  Sostituire.
Vedere la sezione “SISTEMA DI RAFFRED-
DAMENTO” nel capitolo 5.

3-25
INSP
REGOLAZIONE DEL FRENO ANTERIORE ADJ
EB304002

PARTE CICLISTICA
REGOLAZIONE DEL FRENO ANTERIORE
1. Controllare:
 Gioco della leva del freno (a)
Fuori specifica  Regolare.

Gioco (leva del freno):


2  5 mm (all’estremità della leva)

2. Regolare:
 Gioco della leva del freno
*************************************
Procedure per la regolazione:
 Allentare il controdado 2 .
 Avvitare o svitare il dispositivo per la regolazione
fino ad ottenere il gioco prescritto.

Avvitando  Il gioco diminuisce.


Svitando  Il gioco aumenta.
 Serrare il controdado.
CAUTELA:
Assicurarsi che il freno non faccia attrito dopo
aver regolato il gioco della leva del freno anterio-
re.

Una sensazione di morbidezza o spugnosità nella


leva del freno può segnalare la presenza di aria
nel circuito frenante.
Questa aria va rimossa spurgando il circuito fre-
nante prima di far funzionare il motociclo. La
presenza di aria nel circuito frenante causa una
considerevole riduzione nelle prestazioni del fre-
no e potrebbe causare perdite di controllo ed inci-
denti.
Se necessario, esaminare e spurgare il circuito
frenante.

*************************************

3-26
INSP
CONTROLLO LIVELLO LIQUIDO FRENI ADJ
YP304020

CONTROLLO LIVELLO LIQUIDO FRENI


1. Parcheggiare lo scooter in piano.
NOTA:
Assicurarsi che lo scooter sia verticale quando si
controlla il livello del liquido freni.

2. Disporre lo scooter sul cavalletto centrale.


3. Controllare:
S Livello liquido freni
Il livello del liquido freni è al di sotto del livel-
lo minimo “LOWER” a  Rifornire fino al
livello prescritto.

Liquido freni raccomandato:


DOT N_4

NOTA:
D Per ottenere una misura orretta del livello liquido
freni, assicurarsi che la parte superiore del serba-
toio sul manubrio sia orizzontale.
D Se il liquido DOT N_4 non è disponibile, si può
usare il DOT N_3.

CAUTELA:
Il liquido freni può corrodere le superfici verni-
ciate o i componenti in plastica. Pulire sempre
eventuali perdite di liquido immediatamente.

D Usare solo il liquido freni prescritto. Altri li-


quidi potrebbero deteriorare le guarnizioni in
gomma, causando perdite di liquido ed un cat-
tivo funzionamento del freno.
D Rabboccare con lo stesso tipo di liquido. Una
miscela di liquidi diversi può provocare una
reazione chimica nociva al funzionamento del
freno.
D Quando si aggiunge del liquido fare attenzione
a non far entrare acqua nel serbatoio. L’acqua
abbasserebbe di molto il punto di ebollizione,
generando bolle di vapore durante l’uso del
freno.

3-27
CONTROLLO PASTIGLIE FRENO/ INSP
SPURGO DELL’ARIA (SISTEMA IDRAULICO DEI FRENI) ADJ
YP304030

CONTROLLO PASTIGLIE FRENO


1. Azionare la leva del freno.
2. Controllare:
S Pastiglie del freno (anteriore)
Gli indicatori di usura 1 quasi toccano il di-
sco de freno 2  Sostituire entrambe le pasti-
glie.
Vedere la sezione “FRENO ANTERIORE E
POSTERIORE” nel CAPITOLO 7_.
YP304070

SPURGO DELL’ARIA (SISTEMA IDRAULI-


CO DEL FRENI)

Spurgare il circuito dei freni ogni volta che:


D L’impianto è stato smontato
D Una parte della tubazione è stata allentata o ri-
mossa
D Il liquido freni nel serbatoio è a un livello molto
basso
D Il unzionamento dei freni è difettoso
Un inadeguato spurgo del circuito frenante può
causare una perdita di efficacia della frenata.

1. Spurgare:
S Il circuito dei freni
*************************************
Procedura per lo spurgo dell’aria:
a. Rifornire il serbatoio col liquido freni corretto.
b. Installare il diaframma. Fare attenzione a non
rovesciare il liquido e a non farlo traboccare dal
serbatoio.
c. Fissare saldamente un tubo di plastica traspa-
rente 1 alla vite di spurgo sulla pinza 2 .
d. Porre l’altra estremità del tubo in un contenito-
re.
e. Azionare lentamente la leva del freno varie vol-
te.
f. Tirare la leva completamente. Tenerla in questa
posizione.
g. Allentare la vite di spurgo e permettere alla leva
di spostarsi fino a fine corsa.
h. Serrare la vite di spurgo quando la leva è a fine
corsa, quindi rilasciare la leva.
i. Ripetere le operazioni da (e) a (h) fino a quando
tutte le bollicine d’aria sono scomparse dal li-
quido freni.

3-28
SPURGO DELL’ARIA (SISTEMA IDRAULICO DEI FRENI)/ INSP
REGOLAZIONE DEL FRENO POSTERIORE ADJ

NOTA:
Quando si spurga il circuito del freno, assicurarsi che
ci sia sempre liquido a sufficienza nel serbatoio pri-
ma di azionare la leva del freno. Se tale precauzione
non viene osservata, l’aria potrebbe entrare nel cir-
cuito frenante, prolungando notevolmente la proce-
dura di spurgo.

j. Serrare la vite spurgo.


 Vite di spurgo 6 Nm (0,6 mkg)

NOTA:
Se lo spurgo risulta difficile, può essere necessario
lasciare stabilizzare il liquido freni per alcune ore.
Ripetere la procedura di spurgo quando le bollicine
nell’impanto sono scomparse.

k. Rabboccare il serbatoio del liquido freni fino al


livello corretto.
Vedere la sezione “CONTROLLO LIVELLO
LIQUIDO FRENI”.

Controllare il funzionamento del freno dopo


averne spurgato il circuito.

*************************************
YP******

REGOLAZIONE DEL FRENO POSTERIORE


1. Controllare:
 Gioco della leva del freno (posteriore) 1
Fuori specifica  Regolare.

Gioco:
10  20 mm

2. Regolare:
 Gioco della leva del freno posteriore
*************************************
Procedura di regolazione:
Dalla parte del manubrio:
 Allentare il controdado (i) 1 .
 Avvitare o svitare il registro (i) 2 fino ad ottenere
il gioco prescritto.

Avvitando  Il gioco aumenta.


Svitando  Il gioco diminuisce.

3-29
REGOLAZIONE FRENO POSTERIORE/CONTROLLO INSP
GANASCE DEL FRENO/CONTROLLO DELLO STERZO ADJ
D Serrare il controdado (i).
Dalla parte della ruota posteriore:
D Avvitare o svitare il registro 3 fino ad ottenere
il gioco prescritto.

Avvitando  Il gioco diminuisce.


Svitando  Il gioco aumenta.

CAUTELA:
Assicurarsi che il freno non faccia attrito dopo la
regolazione.

*************************************
YP304040

CONTROLLO DELLE GANASCE DEL FRE-


NO
1. Azionare la leva del freno.
2. Controllare:
S Ganasce del freno
Indicatore di usura 1 raggiunge la linea del li-
mite di usura 2  Sostituire entrambe le ga-
nasce.
Vedere la sezione “RUOTA POSTERIORE”
nel CAPITOLO 6_.
YP304130

CONTROLLO DELLO STERZO

Sostenere saldamente lo scooter in modo da evita-


re che possa cadere.

1. Parcheggiare lo scooter in piano.


NOTA:
Mettere lo scooter sul cavalletto centrale.

2. Sollevare la ruota anteriore disponendo un sup-


porto adatto sotto il motore.
3. Controllare:
S Cuscinetti dello sterzo
Afferrare la parte inferiore dei tubi della for-
cella e far oscillare la forcella senza forzare
troppo.
Gioco  Regolare lo sterzo.
4. Rimuovere:
S Copertura del manubrio
Vedere la sezione “COPERTURE E PAN-
NELLI”.
S Manubrio
Vedere la sezione “MANUBRIO” nel capitolo
7_.
3-30
INSP
CONTROLLO DELLO STERZO ADJ
5. Rimuovere:
S Fermo inferiore del manubrio
S Linguetta Woodruff
Vedere la sezione “STERZO” nel capitolo 7_.
6. Regolare:
S Testa dello sterzo
*************************************
Procedura di regolazione:
D Rimuovere la ghiera (superiore) 1 , la rondella di
fermo 2 , la ghiera (centrale) 3 e la rondella in
gomma.
D Allentare la ghiera (inferiore) 4 .
D Serrare la ghiera (inferiore) usando la chiave per
ghiere 5 . 38 Nm (3,8 mSkg)

NOTA:
Disporre la chiave torsiometrica ad angolo retto ri-
spetto alla chiave per ghiere.

Chiave per ghiere:


90890-01403

D Allentare la ghiera (inferiore) 4 completamente,


quindi serrarla alla coppia prescritta.
22 Nm (2,2 mSkg)

Non serrare eccesivamente.

D Controllare che non vi sia gioco nell’asse dello


sterzo e che i suoi movimenti siano scorrevoli gi-
randolo fino in fondo in entrambe le direzione. Se
i movimenti non sono scorrevoli, rimuovere il
gruppo asse dello sterzo ed esaminare i cuscinetti
dello sterzo.
Vedere la sezione “ASSE DELLO STERZO”nel
capitolo 7_.
D Installare la rondella di gomma.
D Installare la ghiera (centrale) 2 .
D Serrare a mano la ghiera (centrale), quindi alli-
neare le scanalature di entrambe le ghiere. Se ne-
cessario, tenere ferma la ghiera (inferiore) 1 e
serrare la ghiera (centrale) 2 fino ad allineare le
scanalature.

3-31
CONTROLLO DELLO STERZO/ INSP
CONTROLLO DELLA FORCELLA ANTERIORE ADJ
D Installare la rondella di fermo 1 .
NOTA:
Assicurarsi che le linguette della rondella di fermo
siano posizionate correttamente nelle scanalature
delle ghiere.

D Tenere ferme le ghiere (inferiore e centrale) con la


chiave per lo scarico e le ghiere e serrare la ghiera
(superiore) usando la chiave per ghiere.
75 Nm (7,5 mSkg)

Chiave per lo scarico e per le ghiere:


90890-01268
*************************************
8. Installare:
S Linguetta Woodruff
S Fermo inferiore del manubrio
Vedere la sezione “STERZO” nel CAPITOLO
7_.
S Manubrio
Vedere la sezione “MANUBRIO” nel CAPI-
TOLO 7_.
9. Installare:
S Copertura manubrio
Vedere la sezione “COPERTURE E PAN-
NELLI”.
YP304140

CONTROLLO DELLA FORCELLA ANTERIO-


RE

Sostenere saldamente lo scooter in modo da evita-


re che possa cadere.

1. Disporre lo scooter in piano.


2. Controllare:
S Stelo della forcella
Scalfitture/danni  danni.
S Paraolio
Perdite eccessive di olio  Sostituire.
Tenere il motociclo verticale ed azionare il fre-
no anteriore.
3. Controllare:
S Funzionamento
Spingere con forza sul manubrio verso il basso
varie volte.
Funzionamento non scorrevole  Riparare.
Vedere la sezione “FORCELLA ANTERIO-
RE” nel CAPITOLO 7_.

3-32
CONTROLLO FORCELLONE/
CONTROLLO AMMORTIZZATORE POSTERIORE/ INSP
REGOLAZIONE AMMORTIZZATORE POSTERIORE ADJ
YP*****

CONTROLLO FORCELLONE

Sostenere saldamente lo scooter in modo da evita-


re che possa cadere.

1. Disporre lo scooter in piano.


2. Controllare:
 Funzionamento
Afferrare saldamente l’estremità del forcello-
ne e farlo oscillare senza forzare.
Funzionamento non scorrevole  Riparare.
Vedere la sezione “AMMORTIZZATORE
POSTERIORE E FORCELLONE” nel CAPI-
TOLO 7.
YP******

CONTROLLO AMMORTIZZATORE POSTE-


RIORE
1. Rimuovere:
 Pannello laterale
 Serbatoio carburante
 Scatola
Vedere la sezione “COPERTURE E PAN-
NELLI”.
2. Controllare:
 Montaggio ammortizzatore posteriore
Gioco  Serrare.
Bullone (superiore) 1 40 Nm (4,0 mkg)

Bullone (inferiore) 2 16 Nm (1,6 mkg)

Vedere la sezione “AMMORTIZZATORE


POSTERIORE E FORCELLONE” nel capi-
tolo 7.
YP304160

REGOLAZIONE AMMORTIZZATORE PO-


STERIORE

 Regolare sempre il precarico degli ammortiz-


zatori posteriori allo stesso livello. Una regola-
zione non omogenea può ridurre la manegge-
volezza e causare la perdita della stabilità.
 Sostenere saldamente lo scooter in modo da
evitare che possa cadere.

1. Regolare:
 Precarico molla
Ruotare l’anello di regolazione 1 in direzione
a o b.
NOTA:
Usare la chiave speciale fornita nella dotazione at-
trezzi per regolare il precarico delle molle.
3-33
REGOLAZIONE AMMORTIZZATORE POSTERIORE/ INSP
CONTROLLO DEI PNEUMATICI ADJ
*************************************
Procedura di regolazione:
 Avvitare o svitare l’anello di regolazione.

Ruotando verso a ! Precarico molla


aumenta.
Ruotando verso b ! Precarico molla
diminuisce.

Dura Standard Morbita


Posizione: 5 4 3 2 1

CAUTELA:
 Non girare mai il registro oltre il numero di re-
golazione massimo o minimo.
 Regolare sempre i due ammortizzatori sulla
stessa posizione.

*************************************
EB304171

CONTROLLO DEI PNEUMATICI


1. Misurare:
 Pressione dei pneumatici
Fuori specifica ! Regolare.

 Controllare e regolare la pressione dei pneu-


matici solo con i pneumatici a temperatura
ambiente. La pressione dei pneumatici e le so-
spensioni vanno regolate in base al peso totale
dei bagagli, pilota, passeggero e accessori (ca-
renatura, borse, eccetera, se approvate per
questo modello) e in base alle velocità che si
raggiungono con lo scooter.
NON SOVRACCARICARE MAI LO SCOO-
TER
 Il sovraccarico causa danni ai pneumatici, in-
cidenti o lesioni.

3-34
INSP
CONTROLLO DEI PNEUMATICI ADJ
Peso base:
Con olio e pieno 158 kg
di carburante
Carico massimoL 197 kg
Pressione
Anteriore Posteriore
pneumatici a freddo
Carico fino a 175 kPa 200 kPa
90 kgL (1,75 kg / cm2, 1,75 bar) (2,0 kg / cm2, 2,0 bar)

Da 90 kg al carico 200 kPa 225 kPa


massimoL (2,0 kg / cm2, 2,0 bar) (2,25 kg / cm2, 2,25 bar)

200 kPa 250 kPa


Velocità elevate
(2,0 kg / cm2, 2,0 bar) (2,50 kg / cm2, 2,5 bar)

LIlcarico è il peso totale di bagagli,


pilota passeggero e accessori.
2. Esaminare:
S Superfici pneumatici
Usura/danni  Sostituire.

Spessore minimo battistrada


battstrada
(anteriore e posteriore):
1,6 mm

1 Spessore battistrada
2 Fianco
3 Indicatore di usura

D Guidare con pneumatici consumati è pericolo-


so. Sostituire il pneumatico appena il battistra-
da comincia a mostrare segni di usura.
D Non usare pneumatici “tubeless” su ruote pro-
gettate solo per pneumatici con camera d’aria.
Le perdite improvvise d’aria potrebbero esse-
re causa di gravi incidenti.
Ruota per pneumatici con camera d’aria 
Solo pneumatici con camera d’aria
Ruota per pneumatici “tubeless” 
Pneumatici con o senza camera d’aria.
D Installare la corretta camera d’aria quando si
usano pneumatici con camera d’aria.
D Dopo accurate verifiche, la Yamaha Motor
Co., Ltd ha approvato per questo modello i
pneumatici elencati qui di seguito. Non si può
fornire garanzia alcuna se si usa una combina-
zione di pneumatici diversa da quella approva-
ta dalla Yamaha per questo scooter. Pneumati-
co anteriore e posteriore devono sempre essere
dello stesso costruttore e tipo.

3-35
CONTROLLO DEI PNEUMATICI/ INSP
CONTROLLO DELLE RUOTE ADJ
PNEUMATICO ANTERIORE:
Costruttore Misura Tipo
IRC 110 / 90-12 64J MB61
CHENG SHIN 110 / 90-12 64J C922

PNEUMATICO POSTERIORE:
Costruttore Misura Tipo
IRC 130 / 70-12 62L MB61
CHENG SHIN 130 / 70-12 62L C940

 Dopo aver montato un nuovo pneumatico, gui-


dare più lentamente del solito per qualche tem-
po, in modo che il pneumatico si adatti perfet-
tamente al cerchio, altrimenti si rischiano
incidenti con danni al pilota o danneggiamento
dello scooter.

3. Dopo aver riparato o sostituito un pneumatico,


serrare il controdado dello stelo della valvola 1
alla coppia prescritta.
EB304180

CONTROLLO DELLE RUOTE


1. Esaminare:
 Ruote
Danni/Deformazioni  Sostituire.
NOTA:
Equilibrare la ruota ogni volta che è stato sostituito o
riparato un pneumatico o una ruota.

Non tentare mai di eseguire interventi di ripara-


zione sulla ruota.

3-36
INSP
CONTROLLO DELLA BATTERIA ADJ
YP305000

PARTE ELETTRICA
CONTROLLO DELLA BATTERIA
NOTA:
Dato che la batteria MF è del tipo sigillato, non è pos-
sibile misurare la densità specifica dell’elettrolito
per controllare la condizione di carica della batteria.
Quindi si deve controllare la carica della batteria mi-
surando la tensione ai suoi mosetti.

CAUTELA:
METODO DI CARICA
 Questa batteria è del tipo sigillato. Non rimuo-
vere mai i cappucci sigillati. Se i cappucci sigil-
lati sono stati rimossi, non si manterrà l’equili-
brio e le prestazioni della batteria si de-
graderanno.
 Il tempo necessario per la carica, la corrente e
la tensione di carica per la batteria MF sono di-
versi da quelli per le batterie di tipo generico.
 La batteria MF deve essere caricata secondo le
istruzioni riportate nella sezione “METODO
DI CARICA”. Se la batteria viene caricata ec-
cessivamente, il livello dell’elettrolito calerà
notevolmente.
Prestare, quindi, particolare attenzione quan-
do si carica la batteria.

L’elettrolito della batteria è pericoloso.


Contiene acido solforico, velenoso e fortemente
caustico.
Seguire sempre queste precauzioni:
 Evitare il contatto con l’elettrolito, causa di
gravi ustioni e danni permanenti agli occhi.
 Indossare occhiali di sicurezza quando si ma-
neggiano batterie o vi si lavora vicino.
Antidoto (ESTERNO):
 PELLE - Lavare con acqua.
 OCCHI - Lavare con acqua per 15 minuti sot-
toporsi subito a cure mediche.
Autidoto (INTERNO):
 Bere grandi quantità di acqua o latte seguite da
latte di magnesia, uovo sbattuto o olio vegetale.
Sottoporsi subito a cure mediche.

3-37
INSP
CONTROLLO DELLA BATTERIA ADJ
D Le batterie generano gas idrogeno esplosivo.
Seguire sempre queste precauzioni:
D Caricare le batterie in zone ben ventilate.
D Tenere le batterie lontane da fuochi, scintille o
fiamme libere (ad es. attrezzatura per saldare,
sigarette accese, eccetera)
D NON FUMARE mentre si caricano o si maneg-
giano le batterie.
TENERE BATTERIE ED ELETTROLITO
FUORI DELLA PORTATA DEI BAMBINI.

1. Rimuovere:
S Tappetino (destro)
S Coperchio (alloggiamento batteria)
Vedere la sezione “COPERTURE E PAN-
NELLI”.
2. Scollegare:
S Morsetti della batteria
CAUTELA:
Scollegare prima il morsetto negativo 1 e poi il
morsetto positivo 2 .

3. Rimuovere:
SBatteria

4. Controllare:
S Condizioni della batteria
*************************************
Procedure per il controllo delle condizioni della
batteria:
Voltmetro D Collegare un voltmetro digitale ai morsetti della
batteria.
Cavo (+) voltmetro  Morsetto (+) batteria
Cavo (–) voltmetro  Morsetto (–) batteria
NOTA:
Si può controllare la condizione di carica di una bat-
teria MF misurando la tensione a circuito aperto
(cioè la tensione quando il morsetto positivo è scol-
Relazione tra tensione a circuito
legato).
Tensione a circuito aperto

aperto e tempo di carica a 20_C


(68_F)

Tensione a circuito Tempo di carica


aperto
Almeno 12,8 V o più La carica non è
necessaria.
Ore
Tempo di carica
* Il tempo di carica dipende dalla temperatura, lo stato di carica
della batteria ed il livello dell’elettrolito.

3-38
INSP
CONTROLLO DELLA BATTERIA ADJ
 Controllare la condizione di carica della batteria
Tensione a circuito aperto (V)

Temperatura
ambiente usando i grafici.
20C (68F)
Esempio:
Tensione a circuito aperto = 12,0 V
Tempo di carica = 6,5 ore
Condizione di carica della batteria = 20  30 %
*************************************
5. Metodo di carica per le batterie MF
Stato di carica della batteria %
CAUTELA:
Carica Temperatura ambiente  Se è impossibile fissare la corrente di carica
Tensione a circuito aperto (V)

20C (68F)
standard, evitare di sovraccaricare.
 Quando si carica la batteria, rimuoverla dal
motociclo. (Se si deve caricare la batteria mon-
tata sul motociclo, assicurarsi di scollegare il
cavo del morsetto negativo).
Tempo
 Non rimuovere mai i cappucci sigillati di una
(Minuti)
batteria MF.
Controllare la
tensione a circuito aperto  Assicurarsi che i morsetti di carica siano com-
pletamente a contatto col terminale e che non
siano in cortocircuito.
(Un morsetto corroso del caricatore può far sì
che la batteria generi calore nelle zone di con-
tatto. Se la molla del morsetto è debole, può
provocare scintille.)
 Prima di rimuovere i morsetti dai terminali
della batteria, interrompere l’alimentazione
del caricatore.
 La variazione della tensione a circuito aperto
per la batteria MF dopo la carica è illustrata
qui a fianco.
Come si vede in figura, la tensione a circuito
aperto si stabilizza circa 30 minuti dopo che la
carica è stata completata.
 Quindi, attendere 30 minuti dopo aver comple-
tato la carica prima di misurare la tensione a
circuito aperto.

3-39
INSP
CONTROLLO DELLA BATTERIA ADJ
Metodo di carica usando un caricatore a corrente (tensione) variable

Misurare la tensione a circuito NOTA:


Caricatore
aperto prima di caricare. La tensione va misurata 30 minuti dopo che
Amperometro la macchina si è fermata.

Collegare un caricatore e un NOTA:


amperometro alla batteria, e Fissare la tensione di carica a 16-17 V. (Se
la tensione è più bassa, la carica è insuffi-
iniziare la carica. ciente, se è troppo alta, la batteria viene ca-
ricata eccessivamente).

Assicurarsi che la corrente sia


SÌ più alta della corrente stan- NO
dard di carica scritta sulla bat-
teria.

Girando la manopola di regola-


zione della tensione di carica, re-
golare la tensione a 20  25 V.

Regolare la tensione in modo che Osservare l’amperaggio per 3 



la corrente sia al livello standard 5 minuti per verificare che la cor-
di carica. rente standard di carica sia rag-
giunta.

NO

Regolare il timer in base al tempo Se la corrente non su-


di carica corretto in funzione della pera la corrente stan-
tensione a circuito aperto. Vedere dard di carica dopo 5
la sezione “Procedure di controllo minuti, sostituire la
delle condizioni della batteria”. batteria.

Se la carica richiede più di 5 ore, si consiglia di controllare la corrente di cari-


ca dopo un periodo di 5 ore. Se c’è un cambiamento nell’amperaggio, regola-
re la tensione fino ad ottenere la corrente standard di carica.

Misurare la tensione a circuito aperto della batteria dopo aver lasciato la bat-
teria inattiva per più di 30 minuti.
12,8 V o più - La carica è completa.
12,7 V o meno - È necessaria la ricarica.
Meno di 12,0 V - Sostituire la batteria.

3-40
INSP
CONTROLLO DELLA BATTERIA ADJ
Metodo di carica usando un caricatore a tensione costante

Misurare la tensione a circuito NOTA:


aperto prima di caricare. La tensione va misurata 30 minuti dopo che
la macchina si è fermata.

Collegare un caricatore e un
amperometro alla batteria e
iniziare la carica.

Assicurarsi che la corrente sia


SI più alta della corrente stan- NO
dard di carica scritta sulla bat-
teria.

Caricare la batteria finché la tensione di Questo tipo di caricatore non è in grado


carica della batteria è di carica della batte- di caricare la batteria MF. Si raccomanda
ria è di 15 Volt. un caricatore a tensione variabile.
NOTA:
Fissare il tempo di carica a 20 ore (massi-
mo).

Controllare la tensione a circuito aperto


dopo aver lasciato la batteria inutilizzata Caricatore
30 minuti dopo la carica.
Almeno 12,8 V - La carica è completa. Amperometro
Fino a 12,7 V - È necessaria la ricarica. Voltmetro
Meno di 12,0 V - Sostituire la batteria.

Metodo di carica usando un caricatore a corrente costante


Questo tipo di caricatore non è in grado di caricare la batteria MF.

3-41
CONTROLLO DELLA BATTERIA/ INSP
CONTROLLO DEI FUSIBILI ADJ
6. Controllare:
 Terminali della batteria
Terminali sporchi  Pulire con una spazzola
d’acciaio.
Collegamento incerto  Correggere.
NOTA:
Dopo aver pulito i terminali, applicare una leggera
quantità di grasso.

7. Installare:
 Batteria
8. Collegare:
 Cavi della batteria
CAUTELA:
Collegare prima il cavo positivo e poi quello nega-
tivo.

9. Installare:
 Coperchio (alloggiamento batteria)
 Tappetino (destro)
Vedere la sezione “COPERTURE E PAN-
NELLI”.
YP305010

CONTROLLO DEI FUSIBILI


CAUTELA:
Posizionare sempre l’interruttore principale su
“OFF” quando si controllano o si sostituiscono i
fusibili, o si rischia un corto circuito.

1. Rimuovere:
 Tappetino (destro)
 Coperchio (alloggiamento batteria)
Vedere la sezione “COPERTURE E PAN-
NELLI”.
2. Esaminare:
 Fusibile
*************************************
Procedura di controllo:
 Collegare il tester tascabile al fusibile e control-
larne la continuità.
NOTA:
Mettere il selettore del tester su “Ω 1”.

Tester tascabile:
90890-03112

 Se il tester indica ∞, sostituire il fusibile.


*************************************
3-42
CONTROLLO DEI FUSIBILI/ INSP
ORIENTAMENTO DEL PROIETTORE ADJ
3. Sostituire:
 Fusibile interrotto
*************************************
Procedura di sostituzione:
 Spegnere l’interruttore principale.
 Installare un nuovo fusibile col corretto amperag-
gio.
 Accendere tutti gli interruttori per verificare il
funzionamento dei relativi sistemi elettrici.
 Se il fusibile si fonde di nuovo subito, controllare
il circuito elettrico.
CAUTELA:
Non usare mai un fusibile con un amperaggio di-
verso da quello specificato. Non usare altri mate-
riali al posto di un fusibile.
Un fusibile inadatto può causare danni estesi
all’impianto elettrico, guasti all’accensione e
all’illuminazione, e potrebbe anche causare un
incendio.

*************************************
4. Installare:
 Pannello laterale
 Pannelli
Vedere la sezione “COPERTURE E PAN-
NELLI”.

ORIENTAMENTO DEL PROIETTORE


1. Regolare:
 Orientamento del proiettore (in senso verticale)
Avvitare o svitare il registro 1 .

Avvitando  Il fascio si abbassa.


Svitando  Il fascio si alza.
2. Regolare:
 Orientamento del proiettore (in senso orizzon-
tale)
Avvitare o svitare il registro 2 .

Avvitando  Il fascio si sposta a destra.


Svitando  Il fascio si sposta a sinistra.

3-43
INSP
ADJ
CAPITOLO 4
REVISIONE DEL MOTORE
RIMOZIONE DEL MOTORE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-1
CABLAGGI, CAVI . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-1
TUBI, CASSETTA FILTRO ARIA, BULLONE MONTAGGIO MOTORE E MOTORE . . . . . . . . . 4-3
RIMONTAGGIO DEL MOTORE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-4
TESTA DEL CILINDRO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-5
RIMOZIONE TESTA DEL CILINDRO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-7
CONTROLLO TESTA DEL CILINDRO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-7
INSTALLAZIONE TESTA DEL CILINDRO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-8
ALBERO A CAMME E BILANCIERI . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-11
RIMOZIONE ALBERO A CAMME E BILANCIERE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-12
CONTROLLO DELL’ALBERO A CAMME . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-12
CONTROLLO DELL’ALBERO A CAMME E DELL’ALBERO DEL BILANCIERE . . . . . . . . . . 4-13
INSTALLAZIONE ALBERO A CAMME E BILANCIERE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-13
VALVOLE E MOLLE VALVOLE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-15
RIMOZIONE VALVOLE E MOLLE VALVOLE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-16
CONTROLLO VALVOLE E MOLLE VALVOLE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-16
CONTROLLO SED VALVOLE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-17
INSTALLAZIONE VALVOLE E MOLLE VALVOLE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-19
CILINDRO E PISTONE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-21
RIMOZIONE PISTONE E SEGMENTI PISTONE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-22
CONTROLLO DEL CILINDRO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-22
CONTROLLO DEL PISTONE E SPINOTTO PISTONE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-23
CONTROLLO SEGMENTI DEL PISTONE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-24
INSTALLAZIONE SEGMENTI, PISTONE E CILINDRO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-25
CINGHIA TRAPEZOIDALE, FRIZIONE E PULEGGIA SECONDARIA/PRIMARIA . . . . . . . . 4-27
COPERCHIO FILTRO CARTER E COPERCHIO CARTER (SINISTRO) . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-27
CINGHIA TRAPEZOIDALE, FRIZIONE E PULEGGIA SECONDARIA/PRIMARIA . . . . . . . . . 4-28
PULEGGIA SECONDARIA . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-30
RIMOZIONE PULEGGIA PRIMARIA . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-31
RIMOZIONE PULEGGIA SECONDARIA E CINGHIA TRAPEZOIDALE . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-31
SMONTAGGID PULEGGIA SECONDARIA . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-32
CONTROLLO DELLA FRIZIONE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-32
CONTROLLO CINGHIA TRAPEZOIDALE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-33
CONTROLLO DEL PESO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-33
GRUPPO PULEGGIA SECONDARIA . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-33
GRUPPO PULEGGIA PRIMARIA . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-34
INSTALLAZIONE PULEGGIA SECONDARIA . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-34
GENERATORE C.A. E FRIZIONE AVVIAMENTO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-37
COPERCHIO GENERATORE E BOBINA STATORE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-37
GENERATORE C.A. E FRIZIONE AVVIAMENTO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-38
SMONTAGGIO ROTORE GENERATORE C.A. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-39
CONTROLLO RUOTA DENTATA AVVIAMENTO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-40
INSTALLAZIONE ROTORE GENERATORE C.A. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-40
POMPA DELL’OLIO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-42
CONTROLLO POMPA DELL’OLIO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-43
TRASMISSIONE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-44
CARTER E ALBERO MOTORE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-46
RIMOZIONE ALBERO MOTORE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-48
CONTROLLO ALBERO MOTORE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-48
INSTALLAZIONE DEL CARTER . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-49
RIMOZIONE DEL MOTORE ENG
EB400000

REVISIONE DEL MOTORE


RIMOZIONE DEL MOTORE
CABLAGGI, CAVI

10 Nm (1,0 mkg)
7 Nm (0,7 mkg)

Ordine Nome operazione/Nome parte Q.tà Note


Rimozione cablaggi e cavi Rimuovere le parti in questo ordine.
Pannello laterale
Vedere la sezione “COPERTURE E
Pedana poggiapiedi
PANNELLI” nel CAPITOLO 3.
Serbatoio carburante
Far scolare il liquido refrigerante. Vedere la sezione “SOSTITUZIONE DEL
LIQUIDO REFRIGERANTE” nel
CAPITOLO 3.
Carburatore Vedere la sezione “CARBURATORE” nel
CAPITOLO 6.
1 Cappuccio candela 1
2 Cavo unità termica 1
3 Cavo bobina statore/Bobina di raccolta 1/1
4 Cavo motorino avviamento 1
5 Cavo collegamento a massa 1
6 Dispositivo di regolazione 1
7 Cavo freno 1

4-1
RIMOZIONE DEL MOTORE ENG

10 Nm (1,0 mkg)
7 Nm (0,7 mkg)

Ordine Nome operazione/Nome parte Q.tà Note


8 Perno 1
9 Molla di compressione 1
10 Fermacavo 1
11 Fermacavo 1
Per l’installazione invertire la procedura di
rimozione.

4-2
RIMOZIONE DEL MOTORE ENG

TUBI, CASSETTA FILTRO ARIA, BULLONE MONTAGGIO MOTORE E MOTORE

7 Nm (0,7 mkg)

32 Nm (3,2 mkg)

19 Nm (1,9 mkg)

64 Nm (6,4 mkg)

Ordine Nome operazione/Nome parte Q.tà Note


Rimozione tubi, filtro aria, bullone Rimuovere le parti in questo ordine.
montaggio motore e motore
1 Tubo di depressione 1
2 Tubo di sfiato carter 1
3 Tubo di ammissione (pompa acqua) 1
4 Tubo di uscita (testa del cilindro) 1
5 Gruppo cassetta filtro aria 1
6 Bullone 2 (Ammortizzatore posteriore - inferiore)
7 Dado autobloccante/Rondella piana 1/1
8 Bullone 1 Vedere la sezione “RIMONTAGGIO
9 Gruppo Bullone/Rondella piana/Asta 1/2/1 MOTORE”.
10 Motore 1
Per l’installazione invertire la procedura
di rimozione.

4-3
RIMOZIONE DEL MOTORE ENG
YP******

RIMONTAGGIO DEL MOTORE


Quando si rimonta il motore, invertire la procedura
di rimozione nella tabella delle istruzioni.
Notare i seguenti punti:
1. Installare:
 Motore 1
 Rondella piana 2
 Asta 3
NOTA:
Installare provvisoriamente l’asta e il motore, quindi
serrare i bulloni e dadi alla coppia prescritta.

2. Serrare:
 Bullone 1 64 Nm (6,4 mkg)

 Dado autobloccante (motore e forcellone) 2


32 Nm (3,2 mkg)

4-4
TESTA DEL CILINDRO ENG

TESTA DEL CILINDRO

22 Nm (2,2 mkg) 10 Nm (1,0 mkg)

60 Nm (6,0 mkg)

8 Nm (0,8 mkg)

10 Nm (1,0 mkg)

10 Nm (1,0 mkg)

Ordine Nome operazione/Nome parte Q.tà Note


Rimozione testa del cilindro Rimuovere le parti in questo ordine.
Far scolare il liquido refrigerante.
Pannello laterale Vedere la sezione “COPERTURE E
Pedana poggiapiedi PANNELLI” nel CAPITOLO 3.
Serbatoio del carburante
Carburatore Vedere la sezione “CARBURATORE” nel
1 Cavo unità termica 1 CAPITOLO 6.
2 Cappuccio candela 1
3 Tubo di sfiato del carter 2
4 Tubo di uscita (testa del cilindro) 1
5 Tubo di aspirazione 1
6 Tubo sfiato (carter) 1
7 Giunto del carburatore 1
8 Giunto 1
9 Anello di tenuta OR 2

4-5
TESTA DEL CILINDRO ENG

22 Nm (2,2 mkg) 10 Nm (1,0 mkg)

60 Nm (6,0 mkg)

8 Nm (0,8 mkg)

10 Nm (1,0 mkg)

10 Nm (1,0 mkg)

Ordine Nome operazione/Nome parte Q.tà Note


10 Coperchio filtro carter/elemento di
tenuta/elemento filtrante 1/1/1
11 Tappo/Anello di tenuta OR 1/1
12 Coperchio pignone distribuzione/anello di
tenuta OR 1/1
13 Coperchio valvole (lato aspirazione)/
anello di tenuta OR 1/1
14 Coperchio valvole (lato scarico)/anello di
tenuta OR 1/1
15 Gruppo tenditore catena distribuzione 1
16 Guarnizione tenditore catena distribuzione 1
17 Piastra di sfiato 1 Vedere la sezione “RIMOZIONE E
18 Pignone albero a camme/Catena INSTALLAZIONE TESTA DEL
distribuzione 1/1 CILINDRO”.
19 Testa del cilindro 1
20 Guarnizione testa del cilindro 1 Per l’installazione invertire la procedura di
21 Spina di centraggio 2 rimozione.

4-6
TESTA DEL CILINDRO ENG
YP401030

RIMOZIONE TESTA DEL CILINDRO


1. Allineare:
S Riferimento “I” a sul rotore (col riferimento
fisso b sul coperchio del carter).
NOTA:
Ruotare la puleggia primaria in senso antiorario con
una chiave ed allineare il riferimento “I” c col rife-
rimento fisso della testa del cilindro d quando il pi-
stone è al punto morto superiore in fase di compres-
sione.

2. Allentare:
S Bullone 1
3. Rimuovere:
S Gruppo tenditore catena distribuzione
S Guarnizione tenditore catena distribuzione
4. Rimuovere:
S Piastra di sfiato 2
S Pignone albero a camme 3
S Catena distribuzione 4
NOTA:
D Fissare un filo metallico alla catena di distribuzio-
ne per impedire che cada nel carter.
D Rimuovere il bullone 1 tenendo fermo il bullone
di montaggio del rotore con una chiave.

5. Rimuovere:
S Testa del cilindro
NOTA:
D Allentare i dadi nell’ordine corretto.
D Iniziare allentando ogni dado di 1/2 giro fin quan-
do tutti sono lenti.

YP402000

CONTROLLO TESTA DEL CILINDRO


1. Eliminare:
S Depositi carboniosi
(dalla camera di combustione)
Usare un raschietto arrotondato.
NOTA:
Non usare uno attrezzo appuntito per evitare di dan-
neggiare o graffiare:
D La filettatura della candela
D Le sedi delle valvole

4-7
TESTA DEL CILINDRO ENG
2. Esaminare:
S Testa del cilindro
Graffiature/danni  Sostituire.
3. Misurare:
Deformazione testa del cilindro
Fuori specifica  Rettificare.

Deformazione testa cilindro:


Meno di 0,03 mm
*************************************
Controllo della deformazione e procedura di ret-
tifica:
D Disporre un regolo per piani ed uno spessimetro
in diagonale sulla testa del cilindro.
D Misurare la deformazione
Se la deformazione è fuori specifica, rettificare la
superficie della testa del cilindro.
D Rettificare la superficie della testa del cilindro
con carta smeriglio bagnata da 400  600, muo-
vendola con un movimento a otto.
NOTA:
Per rettificare in modo uniforme, ruotare la testa del
cilindro varie volte.

*************************************

YP404190

INSTALLAZIONE TESTA DEL CILINDRO


1. Installare:
S Guarnizione (testa del cilindro)
S Spine di centraggio
S Testa del cilindro
NOTA:
D Lubrificare le filettature dei dadi con olio motore.
D Serrare i dadi in ordine incrociato.

2. Serrare:
S Dadi (testa del cilindro) 22 Nm (2,2 mSkg)

S Bulloni (cilindro) 10 Nm (1,0 mSkg)

4-8
TESTA DEL CILINDRO ENG
3. Installare:
S Pignone albero a camme 1
S Catena di distribuzione 2
*************************************
Procedura di installazione:
D Ruotare la puleggia primaria in senso antiorario
fin quando il riferimento del punto morto superio-
re a è allineato col riferimento fisso b
D Allineare il riferimento “I” c sul pignone dell’al-
bero a camme col riferimento fisso d sulla testa
del cilindro.
D Disporre la catena di distribuzione sul pignone
dell’albero a camme e installare il pignone sull’al-
bero a camme.
NOTA:
D Quando si installa il pignone dell’albero a cam-
me, tenere la catena di distribuzione più tesa pos-
sibile sul lato dello scarico.
D Allineare il riferimento c sul pignone dell’albe-
ro a camme col riferimento fisso d sulla testa del
cilindro.
D Allineare lo spinotto sull’albero a camme con la
fessura nel pignone.

CAUTELA:
Non ruotare l’albero a camme mentre lo si instal-
la. Così facendo, si provocano danni o una fasatu-
ra non corretta delle valvole.

D Tenendo fermo l’albero a camme, serrare tempo-


raneamente i bulloni.
D Rimuovere il cavo di sicurezza dalla catena di di-
stribuzione.
*************************************

4. Installare:
S Piastra di sfiato 1
S Rondella piana 2

4-9
TESTA DEL CILINDRO ENG
5. Installre:
S Tenditore catena di distribuzione
*************************************
Procedura di installazione:
D Rimuovere il bullone del tappo del tenditore 1 e
le molle 2 .
D Rilasciare la camma unidirezionale 3 del tendi-
tore della catena di distribuzione e spingere l’asta
del tenditore 4 fino in fondo.
D Installare il tenditore con una nuova guarnizione
5 nel cilindro.
D Installare le molle 2 e il bullone del tappo 1 .
D Serrare il bullone (con guarnizione) alla coppia
prescritta.
Bullone (tenditore catena) 10 Nm (1,0 mSkg)

Bullone del tappo (tenditore catena di distribuzio-


ne)
8 Nm (0,8 mSkg)

*************************************
6. Serrare:
S Bullone (pignone albero a camme)
60 Nm (6,0 mSkg)

7. Controllare:
S Fasatura delle valvole
Fuori allineamento  Regolare.
Vedere le fasi 3-5 della procedura descritta
precedentemente.
8. Controllare:
S Gioco delle valvole
Fuori specifica  Regolare.
Vedere la sezione “REGOLAZIONE DEL
GLOCO VALVOLE” nel CAPITOLO 3_.

4-10
ALBERO A CAMME E BILANCIERI ENG

ALBERO A CAMME E BILANCIERI

14 Nm (1,4 mkg)

8 Nm (0,8 mkg)

14 Nm (1,4 mkg)

Ordine Nome operazione/Nome parte Q.tà Note


Rimozione albero a camme e bilancieri Rimuovere le parti in questo ordine.
Testa del cilindro Vedere la sezione “TESTA DEL CILINDRO.
1 Rondella di fermo 1
2 Piastra 1
3 Albero bilanciere (aspirazione) 1 Vedere la sezione “RIMOZIONE E
4 Albero bilanciere (scarico) 1 INSTALLAZIONE BILANCIERI E
5 Bilanciere 2 ALBERI BILANCIERI”
6 Albero a camme 1 Vedere la sezione “INSTALLAZIONE
7 Controdado 2 ALBERO A CAMME”.
8 Registro di regolazione 2
9 Anello di tenuta OR 1
Per l’installazione invertire la procedura di
rimozione.

4-11
ALBERO A CAMME E BILANCIERI ENG
YP******

RIMOZIONE BILANCIERE E ALBERO


BILANCIERE
1. Rimuovere:
 Albero bilanciere (aspirazione)
 Albero bilanciere (scarico)
NOTA:
Fissare il bullone del martello a scorrimento per bi-
lanciere 1 e il peso 2 all’albero del bilanciere ed
estrarre l’albero.

Bullone del martello a


scorrimento per bilanciere:
90890-01085
Peso:
90890-01084

YP402052

CONTROLLO DELL’ALBERO A CAMME


1. Esaminare:
 Lobi delle camme
Vaiolature/Graffi/Colorazione blu  Sosti-
tuire.

2. Misurare:
 Lunghezza a e b lobi delle camme.
Fuori specifica  Sostituire.

Lunghezza lobi camme:


Aspirazione:
a 36,545  36,645 mm
<Limite: 36,45 mm>
b 30,021  30,121 mm
<Limite: 29,92 mm>
Scarico:
a 36,547  36,647 mm
<Limite: 36,45 mm>
b 30,067  30,167 mm
<Limite: 29,17 mm>

3. Esaminare:
 Passaggio olio nell’albero a camme
Ostruito  Rimuovere l’ostruzione soffiando
aria compressa.

4-12
ALBERO A CAMME E BILANCIERI ENG
YP402060

CONTROLLO BILANCIERI E ALBERI


BILANCIERI
1. Esaminare:
S Superficie di contatto lobo della camma 1
S Superficie regolatore 2
Usura/Vaiolature/Graffi/Colorazione blu 
Sostituire.
*************************************
Procedura di controllo:
D Controllare che le due superfici di contatto dei bi-
lancieri non presentino segni di usura anomala.
D Foro per l’albero sul bilanciere.
D Superficie di contatto lobo della camma.
Usura eccessiva  Sostituire.
D Esaminare le condizioni della superficie degli al-
beri dei bilancieri.
Vaiolature/graffi/colorazione blu  Sostituire o
controllare la lubrificazione.
D Misurare il diamentro interno dei fori del bilan-
ciere.
Fuori specifica  Sostituire.

Diametro interno (bilanciere):


12,000  12,018 mm
<Limite: 12,030 mm>

D Misurare il diametro esterno degli alberi dei bi-


lancieri.
Fuori specifica  Sostituire.

Diametro esterno
(albero bilanciere):
11,981  11,991 mm
<Limite: 11,995 mm>

*************************************

YP******

INSTALLAZIONE ALBERO A CAMME E


BILANCIERE
1. Lubrificare:
S Albero a camme 1

Albero a camme:
Olio al bisolfuro di molibdeno
Cuscinetto albero a camme:
Olio motore

4-13
ALBERO A CAMME E BILANCIERI ENG
2. Installare:
 Piastra 1
 Rondella di fermo 2
 Bullone 3 8 Nm (0,8 mkg)

NOTA:
Piegare le linguette della rondella di fermo lungo un
lato dei bulloni 3 .

3. Applicare:
 Olio a bisolfuro di molibdeno
(sul bilanciere e sull’albero bilanciere)

Olio al bisolfuro di molibdeno

4. Installare:
 Bilanciere 1
 Albero bilanciere 2 (scarico)
NOTA:
Scarico:
Installare l’albero bilanciere (scarico) inserendolo
fino in fondo.

5. Installare:
 Bilanciere 1
 Albero bilanciere 2 (aspirazione)
NOTA:
Aspirazione:
Inserire la guida dell’albero (8 mm) 3 nel foro per il
prigioniero sulla testa cilindro all’albero bilanciere
(aspirazione).

CAUTELA:
Non confondere la direzione di installazione
dell’albero bilanciere. Installare la parte filettata
verso l’esterno.

4-14
VALVOLE E MOLLE VALVOLE ENG

VALVOLE E MOLLE VALVOLE

Ordine Nome operazione/Nome parte Q.tà Note


Rimozione valvole e molle valvole Rimuovere le parti in questo ordine.
Testa del cilindro Vedere la sezione “TESTA DEL CILINDRO”.
Bilanciere, albero bilanciere Vedere la sezione “ALBERO BILANCIERE
E BILANCIERI”.
1 Semiconi valvole 4 Vedere la sezione “RIMOZIONE/
INSTALLAZIONE VALVOLE E MOLLE
VALVOLE”.
2 Piattello superiore 2
3 Molla valvola (interna) 2
4 Molla valvola (esterna) 2 Vedere la sezione “RIMOZIONE/
5 Valvola (aspirazione) 1 INSTALLAZIONE VALVOLE E MOLLE
6 Valvola (scarico) 1 VALVOLE”.
7 Guida valvola 2
8 Piattello inferiore 2
Per l’installazione invertire la procedura di
rimozione.

4-15
VALVOLE E MOLLE VALVOLE ENG
YP401150

RIMOZIONE VALVOLE E MOLLE VALVOLE


1. Rimuovere:
 Semiconi valvole 1
NOTA:
Fissare un morsetto per comprimere la molla della
valvola con l’adattatore 2 fra il piattello superiore e
la testa del cilindro per rimuovere i semiconi.

CAUTELA:
Non comprimere eccessivamente per non dan-
neggiare la molla della valvola.

Morsetto compressione molla


valvola:
90890-04019
Adattatore:
90890-04108
YP******

CONTROLLO VALVOLE E MOLLE VALVOLE


1. Misurare:
 Diametro gambo della valvola
Fuori specifica  Sostituire.

Diametro gambo della valvola:


Aspirazione:
5,975  5,990 mm
<Limite: 5,94 mm>
Scarico:
5,960  5,975 mm
<Limite: 5,92 mm>
YP402010

2. Msuirare:
 Scentratura (gambo della valvola)
Fuori specifica  Sostituire.

Limite di scentratura:
0,01 mm
YP402030

3. Misurare:
 Lunghezza libera (molla della valvola)
Fuori specifica  Sostiture.

Lunghezza libera molle valvola:


Molla interna:
38,1 mm
<Limite: 36,1 mm>
Molla esterna:
36,93 mm
<Limite: 35,0 mm>
4-16
VALVOLE E MOLLE VALVOLE ENG
YP402030

4. Misurare:
 Inclinazione della molla
Fuori specifica  Sostituire.

Limite inclinazione molla:


1,7 mm (2,5)

5. Esaminare:
 Superficie di contatto della molla
Usura/Vaiolature/Graffi  Sostituire.

6. Misurare:
 Diametro interno guida valvola
Fuori specifica  Sostituire.

Diametro interno guida valvola:


Aspirazione:
6,000  6,012 mm
<Limite: 6,05 mm>
Scarico:
6,000  6,012 mm
<Limite: 6,05 mm>
YP402010

7. Misurare:

Gioco tra il gambo e la guida =


Diametro interno guida valvola –
Diametro del gambo valvola
Fuori specifica  Sostituire la guida della val-
vola.

Limite del gioco tra il gambo e la


guida:
Aspirazione:
0,08 mm
Scarico:
0,10 mm
EB402020

CONTROLLO SEDI VALVOLE


1. Eliminare:
 Depositi carboniosi
(dalla superficie della valvola e dalla sede val-
vola)
2. Esaminare:
 Sedi delle valvole
Vaiolature/usura  Rettificare la sede della
valvola.

4-17
VALVOLE E MOLLE VALVOLE ENG
3. Misurare:
S Larghezza sede della valvola a
Fuori specifica  Rettificare la sede della val-
vola.

Larghezza sede della valvola:


Aspirazione:
0,9  1,1 mm
<Limite: 1,6 mm>
Scarico:
0,9  1,1 mm
<Limite: 1,6 mm>

*************************************
Procedura di misurazione:
D Applicare il blu di prussia (Dykem) 1 alla super-
ficie della valvola.
D Installare la valvola nella testa del cilindro.
D Premere la valvola sulla sede attraverso la guida,
fino a lasciare una traccia evidente.
D Misurare la larghezza della sede della valvola.
Dove c’è contatto tra superficie e sede della val-
vola, il blu di prussia risulta rimosso.
D Se la sede della valvola è troppo larga, troppo
stretta, o scentrata, va sostituita.
*************************************

EB402020

4. Lappare:
S Superficie valvola
S Sede valvola
NOTA:
Dopo aver sostituito la valvola, la sede e la guida, bi-
sogna lappare la sede e la superficie della valvola.

*************************************
Procedura di lappatura:
D Applicare un composto per lappatura di sgrossa-
tura a sulla superficie di tenuta della valvola.
CAUTELA:
Assicurarsi che il composto per la lappatura non
penetri nello spazio tra la guida e il gambo della
valvola.

D Applicare olio al bisolfuro di molibdeno al gambo


della valvola.
D Installare la valvola nella testa del cilindro.

4-18
VALVOLE E MOLLE VALVOLE ENG
D Far ruotare la valvola nella testa fino a che la su-
perficie di tenuta e la sede sono uniformemente
lucidate, quindi rimuovere completamente il
composto per lappatura.
NOTA:
Per ottenere il miglior risultato, eseguire la lappatura
applicando ripetute leggere pressioni sulla sede men-
tre si ruota la valvola avanti e indietro con le mani.

D Applicare un composto per lappatura fine sulla


superficie di tenuta della valvola e ripetere le fasi
precedentemente descritte.
NOTA:
Aver cura di rimuovere tutto il composto dalla super-
ficie e dalla sede della valvola dopo ogni lappatura.

D Applicare il blu di prussia (Dykem) b sulla su-


perficie di tenuta della valvola.
D Installare la valvola nella testa del cilindro.
D Premere la valvola sulla sede attraverso la guida
fino a lasciare una traccia evidente.
D Misurare di nuovo la larghezza della sede c ,
*************************************
EB404032

INSTALLAZIONE VALVOLE E MOLLE


VALVOLE
1. Sbavare:
S Estremità del gambo valvola
Usare una pietra oleata per levigare l’estremità
del gambo.
2. Applicare:
S Olio al bisolfuro di molibdeno
(al gambo valvola 3 e paraolio 2 )

Olio al bisolfuro di molibdeno

3. Installare:
S Piattello inferiore valvola 1
S Paraolio 2 (nuovo)
S Valvola 3
(nella testa del cilindro)
S Molla valvola (interna) 4
S Molla valvola (esterna) 5
S Piattello superiore 6
NOTA:
Installare le molle con le spire maggiormente distan-
ziate a in alto.

b Spire meno distanziate.


4-19
VALVOLE E MOLLE VALVOLE ENG
4. Installare:
 Semiconi della valvola 1
NOTA:
Installare i semiconi comprimendo la molla della
valvola con un morsetto per la compressione della
valvola e l’adattatore 2 .

Morsetto compressione molla valvola:


90890-04019
Adattatore:
90890-04108

5. Assestare i semiconi sul gambo della valvola


dando leggeri colpi con un pezzo di legno.
CAUTELA:
Non dare colpi troppo forti per non danneggiare
la valvola.

4-20
CILINDRO E PISTONE ENG

CILINDRO E PISTONE

Ordine Nome operazione/Nome parte Q.tà Note


Rimozione cilindro e pistone Rimuovere le parti in questo ordine.
Testa del cilindro Vedere sezione “TESTA DEL CILINDRO”.
1 Giunto 1
2 Anello di tenuta OR 2
3 Guida catena di distribuzione (lato scarico) 1
4 Cilindro 1 Vedere la sezione “INSTALLAZIONE
5 Spina di centraggio 2 SEGMENTI, PISTONE E CILINDRO”.
6 Guarnizione del cilindro 1
7 Anello di fermo spinotto pistone 2
8 Spinotto pistone 1 Vedere la sezione “RIMOZIONE PISTO-
9 Pistone 1 NE E SEGMENTI PISTONE”.
10 Segmento pistone (superiore) 1 Vedere la sezione “INSTALLAZIONE
11 Segmento pistone (2) 1 SEGMENTI, PISTONE E CILINDRO”.
12 Raschiaolio/Distanziale 2/1
Per l’installazione invertire la procedura di
rimozione.

4-21
CILINDRO E PISTONE ENG
YP******

RIMOZIONE PISTONE E SEGMENTI


PISTONE
1. Rimuovere:
S Anello di fermo spinotto pistone 1
S Spinotto pistone 2
S Pistone 3
NOTA:
Prima di rimuovere l’anello di fermo dello spinotto
del pistone, coprire l’apertura del carter con un
asciugamano o un panno pulito per evitare che
l’anello di fermo cada nella cavità del carter.

2. Rimuovere:
S Segmento superiore
S 2_ segmento
S Raschiaolio
NOTA:
Quando si rimuovono i segmenti del pistone, aprire
la luce all’estremità del segmento con le dita, e spin-
gere l’altro lato del segmento verso l’alto.

YP402100

CONTROLLO DEL CILINDRO


1. Misurare:
S Alesaggio del cilindro
Fuori specifica  Rialesare o sostituire.
NOTA:
D Misurare l’alesaggio del cilindro con un calibro
per cilindri.
D Misurare l’alesaggio del cilindro parallelamente e
ad angolo retto rispetto all’albero motore. Fare
quindi la media delle misure ottenute.

Alesaggio cilindri:
69,000  69,005 mm
<Limite: 69,1 mm>
<Limite della differenza fra A, B
e C: 0,03 mm>

2. Misurare:
S Deformazione
Fuori specifica  Sostituire.

Limite deformazione cilindro:


0,03 mm

4-22
CILINDRO E PISTONE ENG
YP******

CONTROLLO PISTONE E SPINOTTO


PISTONE
1. Misurare:
 Diametro del mantello del pistone
Fuori specifica  Sostituire.
a 5,0 mm dal bordo inferiore del pistone

Diametro mantello del pistone:


68,965  68,980 mm
Maggiorazione (2)
69,5 mm
Maggiorazione (4)
70,0 mm

2. Calcolare:
 Gioco tra pistone e cilindro

Gioco pistone-cilindro =
Alesaggio cilindro - Diametro mantello
pistone
Vedere la sezione “CILINDRO” per la misura
dell’alesaggio del cilindro.
Fuori specifica  Sostituire insieme il pistone
e i segmenti.

Gioco pistone-cilindro:
0,02  0,04 mm

3. Misurare:
 Diametro interno sede dello spinotto del pisto-
ne
Fuori specifica  Sostituire.

Diametro interno sede spinotto


pistone:
17,004  17,015 mm
<Limite: 17,045 mm>

4. Misurare:
 Diametro esterno spinotto pistone
Fuori specifica  Sostituire.

Diametro esterno spinotto pistone:


16,991  17,000 mm
<Limite: 16,975 mm>

5. Esaminare:
 Spinotto pistone
Colorazione blu/scanalature  Pulire o sosti-
tuire.
4-23
CILINDRO E PISTONE ENG
YP402111

CONTROLLO SEGMENTI DEL PISTONE


1. Misurare:
 Gioco laterale (con uno spessimetro 1 )
Fuori specifica  Sostituire insieme pistone e
segmenti.
NOTA:
Eliminare i depositi carboniosi dalle sedi dei seg-
menti e dai segmenti stessi prima di misurare il gioco
laterale.

Gioco laterale (segmenti):


Segmento superiore:
0,04  0,08 mm
<Limite: 0,12 mm>
2 segmento:
0,03  0,07 mm
<Limite: 0,12 mm>

2. Posizionare:
 Segmento
(nel cilindro)
NOTA:
Spingere il segmento nel cilindro usando il pistone in
modo che il segmento rimanga perpendicolare
all’asse del cilindro.

a 5,0 mm

3. Misurare:
 Luce all’estremità del segmento.
Fuori specifica  Sostituire.
NOTA:
Non è possibile misurare la luce all’estremità del di-
stanziale di espansione del raschiaolio.
Se il raschiaolio sembra avere una luce eccessiva,
sostituire tutti e tre i segmenti.

Luce all’estremità:
Segmento superiore:
0,15  0,30 mm
<Limite: 0,45 mm>
2 segmento:
0,30  0,45 mm
<Limite: 0,70 mm>
Raschiaolio:
0,20  0,70 mm

4-24
CILINDRO E PISTONE ENG
EB404184

INSTALLAZIONE SEGMENTI, PISTONE E


CILINDRO
1. Installare:
S Segmento superiore 1
S 2_ segmento 2
S Piste laterali (raschiaolio) 3
S Distanziale di espansione (raschiaolio) 4
NOTA:
D Aver cura di installare i segmenti del pistone in
modo che i marchi o numeri stampati dal costrut-
tore appaiano sul lato superiore dei segmenti.
D Lubrificare il pistone e i segmenti con abbondante
olio motore.

2. Installare:
S Pistone 1
S Spinotto pistone 2
S Anello di fermo spinotto pistone 3
NOTA:
D Applicare olio motore allo spinotto del pistone.
D Il marchio “” a sul pistone deve essere rivolto
verso il lato di scarico del cilindro.
D Prima di installare l’anello di fermo dello spinotto
del pistone, coprire l’apertura del carter con un
panno pulito per impedire che il fermo cada nel
carter.
D Aver cura di installare ogni pistone nel rispettivo
cilindro.

3. Installare:
S Guarnizione cilindro
S Spine di centraggio

4-25
CILINDRO E PISTONE ENG
4. Posizionare:
S Segmenti pistone
NOTA:
Sfalsare la luci dei segmenti del pistone come illu-
strato in figura.

a Estremità segmento superiore


b Estremità raschiaolio (inferiore)
c Estremità raschiaolio (superiore)
d Estremità 2_ segmento
5. Lubrificare:
S Superficie esterna del pistone
S Segmenti del pistone
S Superficie interna del cilindro

Olio motore

6. Installare:
S Cilindro
NOTA:
D Installare il cilindro con una mano, mentre si
comprimono i segmenti del pistone con l’altra
mano.
D Passare la catena di distribuzione e la sua guida
(lato scarico) attraverso la cavità per la catena di
distribuzione.

4-26
CINGHIA TRAPEZOIDALE, FRIZIONE E
PULEGGIA SECONDARIA/PRIMARIA ENG

CINGHIA TRAPEZOIDALE, FRIZIONE E PULEGGIA


SECONDARIA/PRIMARIA
COPERCHIO FILTRO CARTER E COPERCHIO CARTER (SINISTRO)

7 Nm (0,7 mkg)

10 Nm (1,0 mkg)

7 Nm (0,7 mkg)

Ordine Nome operazione/Nome parte Q.tà Note


Rimozione coperchio filtro carter Rimuovere le parti in questo ordine.
e coperchio carter (sinistro)
Pannello laterale Vedere la sezione “COPERTURE E
PANNELLI” nel CAPITOLO 3.
1 Coperchio filtro carter 1
2 Elemento di tenuta coperchio filtro carter 1
3 Elemento filtrante del carter 1
4 Protezione coperchio carter 1
5 Coperchio carter (sinistro) 1
6 Guarnizione coperchio carter 1
Per l’installazione invertire la procedura di
rimozione.

4-27
CINGHIA TRAPEZOIDALE, FRIZIONE E
PULEGGIA SECONDARIA/PRIMARIA ENG
CINGHIA TRAPEZOIDALE, FRIZIONE E PULEGGIA SECONDARIA/PRIMARIA

*Grasso Shell BT N3 (90890-69927)

60 Nm (6,0 mkg)

3 Nm (0,3 mkg)

60 Nm (6,0 mkg)

Ordine Nome operazione/Nome parte Q.tà Note


Rimozione cinghia trapezoidale, frizione Rimuovere le parti in questo ordine.
e puleggia secondaria/primaria
1 Dado/Rondella piana 1/1 Vedere la sezione “RIMOZIONE
2 Puleggia primaria fissa 1 PULEGGIA PRIMARIA”.
3 Dado 1 Vedere la sezione “RIMOZIONE
4 Campana frizione 1 PULEGGIA SECONDARIA E CINGHIA
5 Gruppo frizione 1 TRAPEZOIDALE”.
6 Cinghia trapezoidale 1 Vedere la sezione “INSTALLAZIONE
PULEGGIA SECONDARIA”.
7 Puleggia primaria mobile 1
Vedere la sezione “MONTAGGIO
8 Collare 1 PULEGGIA PRIMARIA”.
9 Calotta puleggia primaria 1

4-28
CINGHIA TRAPEZOIDALE, FRIZIONE E
PULEGGIA SECONDARIA/PRIMARIA ENG

*Grasso Shell BT N3 (90890-69927)

60 Nm (6,0 mkg)

3 Nm (0,3 mkg)

60 Nm (6,0 mkg)

Ordine Nome operazione/Nome parte Q.tà Note


10 Camma 1
11 Peso 8
Vedere la sezione “MONTAGGIO
12 Cursore 4
PULEGGIA PRIMARIA”.
13 Distanziale 4
14 Paraolio 1
Per effettuare l’installazione invertire la
procedura di rimozione.

4-29
CINGHIA TRAPEZOIDALE, FRIZIONE E
PULEGGIA SECONDARIA/PRIMARIA ENG
PULEGGIA SECONDARIA

**Applicare BEL-RAY assembly lube

90 Nm (9,0 mkg)

Ordine Nome operazione/Nome parte Q.tà Note


Smontaggio puleggia secondaria Rimuovere le parti in questo ordine.
1 Dado 1
Vedere la sezione “SMONTAGGIO
2 Piastra portante frizione 1
PULEGGIA SECONDARIA”.
3 Molla pattino frizione 3
Vedere la sezione “INSTALLAZIONE
4 Molla di compressione 1
PULEGGIA SECONDARIA”.
5 Piattello della molla 1
6 Spina guida 4
7 Puleggia secondaria mobile 1
Vedere la sezione “INSTALLAZIONE
8 Anello di tenuta OR 2
PULEGGIA SECONDARIA”.
9 Paraolio 2
10 Puleggia secondaria fissa 1
Invertire la procedura di smontaggio per
l’assemblaggio.

4-30
CINGHIA TRAPEZOIDALE, FRIZIONE E
PULEGGIA SECONDARIA/PRIMARIA ENG
YP******

RIMOZIONE PULEGGIA PRIMARIA


1. Rimuovere:
 Dado 1 (puleggia primaria)
 Rondella piana
 Puleggia primaria fissa 2
NOTA:
Allentare il dado (puleggia primaria fissa) tenendo
ferma la puleggia primaria fissa con la staffa per il
bloccaggio del rotore 3 .

Staffa bloccaggio rotore:


90890-01235

YP******

RIMOZIONE PULEGGIA SECONDARIA E


CINGHIA TRAPEZOIDALE
1. Rimuovere:
 Dado 1 (puleggia secondaria)
 Campana frizione 2
NOTA:
Allentare il dado (puleggia secondaria) tenendo fer-
ma la campana frizione con la staffa bloccaggio pu-
leggia 3 .

Staffa bloccaggio puleggia:


90890-01701

2. Rimuovere:
 Dado 1 (piastra portante frizione)
CAUTELA:
Non rimuovere ancora il dado (piastra portante
frizione).

NOTA:
Allentare il dado (piastra portante frizione) di un gi-
ro usando la chiave per controdado 3 tenendo fer-
mo la piastra portante frizione con la staffa bloccag-
gio rotore 2 .

Staffa bloccaggio rotore:


90890-01235
Chiave per controdado:
90890-01348

4-31
CINGHIA TRAPEZOIDALE, FRIZIONE E
PULEGGIA SECONDARIA/PRIMARIA ENG
3. Rimuovere:
S Gruppo frizione 1
S Cinghia trapezoidale 2
NOTA:
Togliere la cinghia dal lato della puleggia primaria
col gruppo frizione.

YP******

SMONTAGGIO PULEGGIA SECONDARIA


1. Rimuovere:
S Dado 1 (puleggia secondaria)
NOTA:
Allentare il dado 1 fissando il morsetto per com-
pressione della molla frizione 2 e il braccio per il
bloccaggio della molla frizione 3 e rilasciare la
molla compressa dopo aver rimosso il dado.

CAUTELA:
Usare il distanziale 4 (ø30 mm, spessore: 23
mm).

Morsetto compressione molla frizione:


90890-01337
Braccio bloccaggio molla frizione:
90890-01464

YP******

CONTROLLO DELLA FRIZIONE


1. Misurare:
S Spessore ganasce frizione
Graffi  Levigare usando carta vetrata per
sgrossature.
Usura/Danni  Sostituire.

Spessore ganasce frizione:


3,0 mm
<Limite: 2,0 mm>

NOTA:
D Dopo aver usato la carta vetrata, rimuovere la li-
matura.
D Esaminare le altre ganasce della frizione.
D Sostituire tutte insieme.

4-32
CINGHIA TRAPEZOIDALE, FRIZIONE E
PULEGGIA SECONDARIA/PRIMARIA ENG
YP******

CONTROLLO CINGHIA TRAPEZOIDALE


1. Esaminare:
 Cinghia trapezoidale 1
Crepe/Usura/Sfaldamento/Scheggiatura 
Sostituire.
Olio/Grasso  Controllare la puleggia prima-
ria e secondaria.
2. Misurare:
 Larghezza cinghia trapezoidale 2
Fuori specifica  Sostituire.

Larghezza cinghia trapezoidale:


22,6 mm
<Limite: 21,0 mm>

YP******

CONTROLLO DEL PESO


1. Esaminare:
 Diametro esterno minimo del peso
Crepe/Usura/Sfaldamento/Scheggiatura 
Sostituire.
Fuori specifica  Sostituire.

Diametro esterno del peso:


20,0 mm
<Limite: 19,5 mm>

CONTROLLO PULEGGIA SECONDARIA


1. Controllare:
 Funzionamento scorrevole della puleggia se-
condaria fissa
 Funzionamento scorrevole della puleggia se-
condaria mobile
Graffi/Danneggiamenti  Sostituire le pu-
legge insieme.
2. Esaminare:
 Scanalatura camma di torsione 1
Usura/Danneggiamenti  Sostituire.
3. Esaminare:
 Spina di guida 2
Usura/Danneggiamenti  Sostituire.

4-33
CINGHIA TRAPEZOIDALE, FRIZIONE E
PULEGGIA SECONDARIA/PRIMARIA ENG
YP******

GRUPPO PULEGGIA PRIMARIA


1. Pulire:
S Superficie puleggia primaria mobile 1
S Superficie puleggia primaria fissa 2
S Collare 3
S Peso 4
S Superficie camma puleggia primaria mobile
5
NOTA:
Rimuovere il grasso in eccesso.

2. Installare:
S Peso 1
S Collare 2
NOTA:
D Applicare grasso Shell BT N_3 (90890-69927) a
tutta la parte esterna del peso ed installarlo.
D Applicare grasso Shell BT N_3 (90890-69927)
alla parte interna del collare.

3. Installare:
S Distanziale 1
S Cursore 2
S Camma 3
S Calotta puleggia primaria mobile.
3 Nm (0,3 mSkg)

INSTALLAZIONE PULEGGIA SECONDARIA


1. Applicare:
S BEL-RAY assembly lube
(alla superficie interna della puleggia secon-
daria mobile 1 , alla scanalatura ingrassatore
e ai paraolio)
S BEL-RAY assembly lube
(ai cuscinetti, paraolio e superficie interna del-
la puleggia secondaria fissa 2
2. Installare:
S Puleggia secondaria mobile 1
NOTA:
Installare la puleggia secondaria mobile 1 usando
la guida paraolio 2 sulla puleggia secondaria fissa
3.

Guida paraolio:
90890-01384

4-34
CINGHIA TRAPEZOIDALE, FRIZIONE E
PULEGGIA SECONDARIA/PRIMARIA ENG
3. Installare:
 Spina di guida 1

4. Applicare:
 BEL-RAY assembly lube
(alla scanalatura per la spina di guida 1 ed al
paraolio 2 )

5. Installare:
 Puleggia secondaria completa 1
 Molla di compressione
 Piastra portante frizione 2
NOTA:
Serrare provvisoriamente il dado 5 fissando il mor-
setto per compressione della molla frizione 3 e il
braccio per il bloccaggio della molla frizione 4 e
comprimere la molla.

CAUTELA:
Usare il distanziale 6 (ø30 mm, spessore: 23
mm).

Morsetto compressione molla frizione:


90890-01337
Braccio bloccaggio molla frizione:
90890-01464

6. Installare:
 Cinghia trapezoidale 1
 Gruppo frizione 2
NOTA:
Installare la cinghia trapezoidale col gruppo frizione
sul lato della puleggia primaria.

CAUTELA:
Non applicare mai grasso alla cinghia trapezoi-
dale, alla puleggia secondaria ed alla frizione.

4-35
CINGHIA TRAPEZOIDALE, FRIZIONE E
PULEGGIA SECONDARIA/PRIMARIA ENG
7. Installare:
 Dado 1 (piastra portante frizione)
90 Nm (9,0 mkg)

NOTA:
Serrare il dado (piastra portante frizione), usando la
chiave per controdado 3 tenendo fermo la piastra
portante frizione con la staffa bloccaggio rotore 2 .

Staffa bloccaggio rotore:


90890-01235
Chiave per controdado:
90890-01348

8. Installare:
 Campana frizione 1
 Dado 2 (campana frizione)
NOTA:
Serrare il dado (campana frizione) usando il fermo
per puleggia 3 .

Fermo per puleggia:


90890-01701

9. Installare:
 Cinghia trapezoidale 1
NOTA:
Spostare la cinghia trapezoidale sul diametro mini-
mo della puleggia primaria 1 , sul diametro massi-
mo della puleggia secondaria 2 e tendere la cinghia.

4-36
GENERATORE C.A. E FRIZIONE AVVIAMENTO ENG

GENERATORE C.A. E FRIZIONE AVVIAMENTO


COPERCHIO GENERATORE E BOBINA STATORE

7 Nm (0,7 mkg)

20 Nm (2,0 mkg)

7 Nm (0,7 mkg)

10 Nm (1,0 mkg)

Ordine Nome operazione/Nome parte Q.tà Note


Rimozione coperchio magnete e Rimuovere le parti in questo ordine.
bobina statore
Far scolare l’olio motore. Vedere la sezione “SOSTITUZIONE OLIO
MOTORE” nel capitolo 3.
Pannelli laterali Vedere la sezione “COPERTURE E PAN-
NELLI” nel capitolo 3.
1 Connettori (cavo magnete c.a.) 2 NOTA:
2 Tubo di scarico 1 Scollegare i connettori.
3 Guarnizione tubo di scarico 1
4 Coperchio generatore 2
5 Guarnizione (coperchio generatore) 1
6 Spine di centraggio 2
7 Bobina statore 1
8 Bobina di raccolta 1
Per l’installazione invertire la procedura di
rimozione.

4-37
GENERATORE C.A. E FRIZIONE AVVIAMENTO ENG
GENERATORE C.A. E FRIZIONE AVVIAMENTO

30 Nm (3,0 mkg) 80 Nm (8,0 mkg)

Ordine Nome operazione/Nome parte Q.tà Note


Rimozione generatore C.A. e frizione Rimuovere le parti in questo ordine.
avviamento
1 Rotore 1 Vedere la sezione “RIMOZIONE/
INSTALLAZIONE ROTORE
2 Albero (ingranaggio folle) 1 GENERATORE C.A.”.
3 Ingranaggio folle 1
4 Gruppo frizione di avviamento
unidirezionale 1
5 Linguetta Woodruff 1 Vedere la sezione “INSTALLAZIONE RO-
6 Ruota dentata avviamento 1 TORE”.
Per l’installazione invertire la procedura di
rimozione.

4-38
GENERATORE C.A. E FRIZIONE AVVIAMENTO ENG
YP401081

SMONTAGGIO ROTORE GENERATORE C.A.


1. Rimuovere:
S Dado 1 (rotore)
S Rondella piana 2
NOTA:
D Allentare il dado (rotore) 1 tenendo bloccato il
rotore con la staffa di fermo per puleggia 3 .
D Fare in modo che la staffa di fermo per puleggia
non tocchi le sporgenze sul rotore.

Staffa di fermo per puleggia:


90890-01701

2. Smontare:
S Rotore 1
S Linguetta Woodruff
NOTA:
D Rimuovere il rotore 2 usando l’estrattore per vo-
lano.
D Centrare l’estrattore per volano sul rotore.
Dopo aver installato i bulloni di fermo, assicurarsi
che la distanza fra l’estrattore e il rotore sia uni-
forme dappertutto. Se necessario, si può svitare
leggermente un bullone di fermo per regolare la
posizione dell’estrattore.

CAUTELA:
Coprire l’estremità dell’albero motore con la
chiave a tubo per proteggerla.

Estrattore per volano:


90890-01362

4-39
GENERATORE C.A. E FRIZIONE AVVIAMENTO ENG
YP402163

CONTROLLO RUOTA DENTATA DI


AVVIAMENTO
1. Esaminare:
S Denti ingranaggio folle di avviamento
S Denti ingranaggio di trasmissione avviamento
S Denti ruota dentata avviamento
Bave/Scheggiature/Ruvidità/Usura  Sosti-
tuire.
2. Controllare:
S Funzionamento frizione avviamento
Premere le spine di centraggio in direzione
della freccia.
Funzionamento non scorrevole  Sostituire.
*************************************
Procedura di controllo:
D Tener ferma la frizione di avviamento.
D Quando si fa ruotare la ruota dentata di avviamen-
to A in senso orario, la frizione di avviamento e la
ruota dentata di avviamento devono essere inne-
state tra loro.
D In caso contrario, la frizione di avviamento è di-
fettosa. Sostituirla.
D Quando si fa ruotare la ruota dentata di avviamento
in senso antiorario B , deve ruotare liberamente.
D In caso contrario, la frizione di avviamento è di-
fettosa. Sostituirla.
*************************************

YP404131

INSTALLAZIONE ROTORE GENERATORE


C.A.
1. Installare:
S Ruota dentata di avviamento 1
S Linguetta Woodruff 2
NOTA:
Installare la ruota dentata di avviamento 1 , quindi
installare la linguetta Woodruff 2 .

2. Installare:
S Rondella piana
S Rotore 1
NOTA:
D Pulire la parte rastremata dell’albero motore e il
mozzo del rotore.
D Quando si installa il rotore del generatore, assicu-
rarsi che la linguetta Woodruff sia correttamente
posizionata nel suo alloggiamento nell’albero
motore.

4-40
GENERATORE C.A. E FRIZIONE AVVIAMENTO ENG
3. Serrare:
S Dado (rotore) 1 80 Nm (8,0 mSkg)

NOTA:
D Serrare il dado (rotore) 1 tenendo bloccato il ro-
tore del generatore 2 con la staffa di fermo per
puleggia 3 .

Staffa di fermo per puleggia:


90890-01701

4-41
POMPA DELL’OLIO ENG

POMPA DELL’OLIO

7 Nm (0,7 mkg)

12 Nm (1,2 mkg)

Ordine Nome operazione/Nome parte Q.tà Note


Smontaggio pompa dell’olio Rimuovere le parti in questo ordine.
Generatore C.A. Vedere la sezione “GENERATORE C.A. E
FRIZIONE DI AVVIAMENTO”.
1 Coperchio 1
2 Ingranaggio condotto pompa olio 1
3 Spina di centraggio 1
4 Gruppo pompa olio 1
5 Guarnizione 1
6 Ingranaggio albero girante 1
7 Spina di centraggio 1
8 Albero 1
Per l’installazione invertire la procedura di
rimozione.

4-42
POMPA DELL’OLIO ENG
EB402140

CONTROLLO POMPA DELL’OLIO


1. Esaminare:
 Ingranaggio conduttore (pompa olio)
 Ingranaggio condotto (pompa olio) 1
 Alloggiamento pompa olio
 Coperchio alloggiamento pompa olio
Usura/crepe/danni  Sostituire.
2. Misurare:
 Gioco tra i rotori A
(fra il rotore interno 1 e il rotore esterno 2 )
 Gioco leterale B
(fra il rotore esterno 2 e l’alloggiamento della
pompa 3 )
Fuori specifica  Sostituire la pompa
dell’olio.
 Gioco alloggiamento e rotore C
(fra l’alloggiamento della pompa 3 e i rotori
1 2)
Fuori specifica  Sostituire la pompa
dell’olio.

Gioco fra i rotori A :


0,10  0,34 mm
<Limite: 0,40 mm>
Gioco laterale B :
0,013  0,036 mm
<Limite: 0,15 mm>
Gioco alloggiamento e rotore C :
0,04  0,09 mm
<Limite: 0,15 mm>

4-43
TRASMISSIONE ENG

TRASMISSIONE

16 Nm (1,6 mkg)

Ordine Nome operazione/Nome parte Q.tà Note


Smontaggio trasmissione Rimuovere le parti in questo ordine.
Ruota posteriore Vedere la sezione “RUOTA POSTERIORE/
FRENO POSTERIORE” nel capitolo 7.
Coperchio carter (sinistro) Vedere la sezione “CINGHIA
TRAPEZOIDALE, FRIZIONE, PULEGGIA
PRIMARIA/SECONDARIA”.
Far scolare l’olio motore. Vedere la sezione “SOSTITUZIONE OLIO
DELLA TRASMISSIONE” nel capitolo 3.
1 Coperchio carter trasmissione 1
2 Guarnizione (coperchio carter 1
trasmissione)
3 Spina di centraggio 2
4 Ingranaggio conduttore primario 1
5 Rondella piana 1
6 Rondella piana 1
7 Ruota dentata 1a 1

4-44
TRASMISSIONE ENG

16 Nm (1,6 mkg)

Ordine Nome operazione/Nome parte Q.tà Note


8 Albero conduttore 1
9 Albero principale 1
10 Ingranaggio condotto primario 1
11 Rondella piana 1
Per l’installazione invertire la procedura di
rimozione.

4-45
CARTER E ALBERO MOTORE ENG

CARTER E ALBERO MOTORE

10 Nm (1,0 mkg)

10 Nm (1,0 mkg)

Ordine Nome operazione/Nome parte Q.tà Note


Smontaggio carter e albero motore Rimuovere i particolari in questo ordine.
Rimozione motore Vedere la sezione “RIMOZIONE MOTORE”.
Testa del cilindro Vedere la sezione “TESTA DEL CILINDRO”.
Cilindro, pistone Vedere la sezione “CILINDRO E PISTONE”.
Cinghia traezoidale, puleggia secondaria/ Vedere la sezione “CINGHIA
primaria TRAPEZOIDALE, FRIZIONE E
PULEGGIA SECONDARIA/PRIMARIA”.
Generatore C.A., frizione di avviamento Vedere la sezione “GENERATORE C.A. E
FRIZIONE DI AVVIAMENTO”.
Pompa dell’olio Vedere la sezione “POMPA DELL’OLIO”.
Pompa dell’acqua Vedere la sezione “POMPA DELL’ACQUA”
nel capitolo 5.
Ruota posteriore Vedere la sezione “RUOTA POSTERIORE E
FRENO POSTERIORE” nel Capitolo 7.
1 Bullone 1
2 Anello di tenuta OR 1

4-46
CARTER E ALBERO MOTORE ENG

10 Nm (1,0 mkg)

10 Nm (1,0 mkg)

Ordine Nome operazione/Nome parte Q.tà Note


3 Guida catena distribuzione (aspirazione) 1
4 Semicarter (destro) 1 Vedere la sezione “INSTALLAZIONE
ALBERO MOTORE”.
5 Spina di centraggio 2
6 Gruppo albero motore 1 Vedere la sezione “RIMOZIONE/
7 Catena di distribuzione 1 INSTALLAZIONE ALBERO MOTORE”.
8 Semicarter (sinistro) 1
9 Paraolio 1
Per l’installazione invertire la procedura di
rimozione.

4-47
CARTER E ALBERO MOTORE ENG
YP******

RIMOZIONE ALBERO MOTORE


1. Rimuovere:
S Gruppo albero motore
S Catena di distribuzione 1
NOTA:
D Prima di togliere il gruppo albero motore, rimuo-
vere la catena di distribuzione dal pignone dell’al-
bero motore.
D Se la catena di distribuzione rimane ingranata sul
pignone, non si può rimuovere l’albero motore.

YP******

CONTROLLO ALBERO MOTORE


1. Misurare:
S Scentratura albero motore
Fuori specifica  Sostituire l’albero motore
e/o il cuscinetto.
NOTA:
Misurare la scentratura mentre si fa ruotare l’albero
motore lentamente.

Limite di scentratura:
0,03 mm

2. Misurare:
S Gioco laterale testa di biella
Fuori specifica  Sostituire il cuscinetto della
testa di biella, il perno di manovella e/o la biel-
la.

Gioco laterale testa di biella:


0,35  0,85 mm

3. Misurare:
S Larghezza manovella
Fuori specifica  Sostituire albero motore.

Larghezza manovella:
59,95  60,00 mm

4-48
CARTER E ALBERO MOTORE ENG
4. Esaminare:
 Pignone albero motore 1
Usura/Danni  Sostituire l’albero motore.
 Cuscinetto 2
Usura/Crepe/Danni  Sostituire l’albero
motore.
 Ingranaggio conduttore pompa 3
Usura/Danni  Sostituire l’albero motore.

5. Esaminare:
 Passaggio olio albero motore
Ostruito  Rimuovere l’ostruzione con aria
compressa.
YP404073

INSTALLAZIONE DEL CARTER


1. Pulire accuratamente tutta la superficie di con-
tatto della guarnizione e la superficie di contatto
del carter.
2. Applicare:
 Adesivo sigillante
(sulle superfici di contatto del carter)

Adesivo Yamaha Bond N 1215

NOTA:
NON FAR ENTRARE l’adesivo sigillante nei con-
dotti dell’olio.

3. Installare:
 Spine di centraggio
 Catena di distribuzione 1
NOTA:
Installare la catena di distribuzione in modo che non
si veda attraverso il foro a nel semicarter sinistro
2.

4-49
ENG
CAPITOLO 5
SISTEMA DI RAFFREDDAMENTO
RADIATORE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 5-1
ISPEZIONE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 5-2
POMPA ACQUA . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 5-3
ISPEZIONE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 5-5
INSTALLAZIONE POMPA ACQUA . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 5-5
TERMOSTATO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 5-7
ISPEZIONE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 5-8
INSTALLAZIONE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 5-8
RADIATORE COOL
YP500000

SISTEMA DI RAFFREDDAMENTO
RADIATORE

23 Nm (2,3 mkg)

Ordine Nome operazione/Nome parte Q.tà Note


Rimozione radiatore Rimuovere le parti in questo ordine.
Far scolare il liquido refrigerante. Vedere la sezione “SOSTITUZIONE DEL
LIQUIDO REFRIGERANTE” nel
CAPITOLO 3.
Serbatoio carburante
Vedere la sezione “COPERTURE E
Pedana poggiapiedi, copertura inferiore
PANNELLI” nel CAPITOLO 3.
Corpo carenatura, paragambe
1 Connettori motorino ventilatore 1
2 Connettori interruttore termico 2
3 Manicotto di riempimento (radiatore) 1
4 Manicotto di uscita (radiatore) 1
5 Manicotto di ammissione (radiatore) 1
6 Radiatore 1
Per l’installazione invertire la procedura di
rimozione.

5-1
RADIATORE COOL
YP500030

ISPEZIONE
1. Esaminare:
S Radiatore 1
Ostruzioni  Rimuovere soffiando aria com-
pressa dalla parte posteriore del radiatore.
Alette appiattite  Riparare o sostituire.
Se oltre il 20 % delle alette sono appiattite, ri-
parare o sostituire il radiatore.
CAUTELA:
Usare solo il collante prescritto per riparare il ra-
diatore.

2. Esaminare:
S Manicotti del radiatore
S Tubi del radiatore
Crepe/danni  Sostituire.
3. Misurare:
S Pressione di apertura tappo del radiatore
S Il tappo del radiatore si apre ad una pressione
inferiore a quella specificata  Sostituire.

Pressione di apertura tappo


radiatore:
110  140 kPa
(1,1  1,4 kg/cm2, 1,1  1,4 bar)

*************************************
Procedura per la misura:
D Collegare lo strumento di prova del tappo radiato-
re 1 e l’adattatore 2 al tappo del radiatore 3 .

Strumento di prova tappo radiatore:


90890-01325
Adattatore:
90890-01352

D Applicare la pressione prescritta per 10 secondi e


verificare che la pressione non diminuisca.
*************************************
4. Esaminare:
S Motore ventilatore
Danni  Sostituire.
Guasti  Controllare e riparare.
Vedere la sezione “SISTEMA DI RAFFRED-
DAMENTO” nel CAPITOLO 8_.
5. Esaminare:
S Tubi
Crepe/danni  Sostituire.

5-2
POMPA ACQUA COOL

POMPA ACQUA

Oil pump side

10 Nm (1,0 mkg)

10 Nm (1,0 mkg)

10 Nm (1,0 mkg)

Ordine Nome operazione/Nome parte Q.tà Note


Rimozione pompa acqua Rimuovere le parti in questo ordine.
Far scolare il liquido refrigerante. Vedere la sezione “SOSTITUZIONE DEL
LIQUIDO REFRIGERANTE” nel
CAPITOLO 3.
Generatore C.A.
Vedere la sezione “GENERATORE C.A. E
FRIZIONE AVVIAMENTO” nel
CAPITOLO 4.
1 Ingranaggio albero girante 1
2 Spina di centraggio/rondella piana 1/1
3 Albero 1 Vedere la sezione “INSTALLAZIONE
POMPA ACQUA”.
4 Manicotto di ammissione (pompa acqua) 1
5 Staffa 1
6 Coperchio alloggiamento 1
7 Guarnizione coperchio alloggiamento 1

5-3
POMPA ACQUA COOL

Oil pump side

10 Nm (1,0 mkg)

10 Nm (1,0 mkg)

10 Nm (1,0 mkg)

Ordine Nome operazione/Nome parte Q.tà Note


8 Alloggiamento pompa dell’acqua 1
9 Albero girante 1
Vedere la sezione “INSTALLAZIONE
10 Anello di tenuta OR 1 POMPA ACQUA”.
11 Anello di tenuta OR 1
Per l’installazione invertire la procedura di
rimozione.

5-4
POMPA ACQUA COOL
YP******

NOTA:
D Non è necessario disassemblare la pompa dell’ac-
qua, a meno che non vi siano anomalie quali una
variazione eccessiva di temperatura e/o livello
del liquido refrigerante, colorazioni anomale del
refrigerante, o intorbidimento dell’olio della tra-
smissione.
D Se necessario, sostituire l’intera pompa acqua.

YP******

ISPEZIONE
1. Esaminare:
S Albero della girante
Usura/danni  Sostituire
Depositi o incrostazioni  Pulire.

2. Esaminare:
S Ingranaggio albero della girante
Usura/danni  Sostituire.

3. Esaminare:
S Elemento di tenuta meccanico 1
Danni/consumato/usura  Sostituire.
YP******

INSTALLAZIONE POMPA ACQUA


1. Installare:
S Elemento di tenuta meccanico 1
*************************************
Procedura di installazione:
D Applicare l’adesivo Yamaha Bond 1215 all’ester-
no dell’elemento di tenuta.
D Installare l’elemento di tenuta meccanico usando
l’apposito installatore 2 e l’installatore interme-
dio per cuscinetti 3 .
*************************************
Installatore elemento di tenuta:
90890-04078
Installatore intermedio per cuscinetti:
90890-04058

5-5
POMPA ACQUA COOL
2. Installare:
S Elemento di tenuta meccanico 1
Applicare liquido refrigerante alla parte ester-
na dell’elemento di tenuta prima dell’installa-
zione.
NOTA:
Non applicare olio o grasso sull’anello di contatto
dell’elemento di tenuta meccanico.

3. Esaminare:
S Elemento di tenuta meccanico, lato anello di
contatto 1
Controllare che il lato anello di contatto
dell’elemento di tenuta meccanico e della gi-
rante 2 siano allineati.
Non allineati  Ripetere l’installazione.

4. Installare:
S Albero della girante 1
S Anello elastico 2
*************************************
Procedura di installazione:
D Applicare una piccola quantità di grasso all’estre-
mità dell’albero della girante.
D Installare l’albero della girante mentre lo si fa ruo-
tare.
Fare attenzione a non danneggiare il bordo del pa-
raolio o a che la molla non si sposti dalla propria
sede.
NOTA:
Dopo aver installato l’albero della girante, controlla-
re che il suo funzionamento sia scorrevole.

*************************************
5. Installare:
S Anello di tenuta OR 1
6. Installare:
S Alloggiamento pompa dell’acqua
S Coperchio alloggiamento 10 Nm (1,0 mSkg)

7. Installare:
S Albero 1
Per l’installazione, allineare l’intaccatura
sull’albero della girante con la sporgenza
sull’albero.

5-6
TERMOSTATO COOL

TERMOSTATO

10 Nm (1,0 mkg)

Ordine Nome operazione/Nome parte Q.tà Note


Rimozione termostato Rimuovere le parti in questo ordine.
Far scolare il liquido refrigerante. Vedere la sezione “SOSTITUZIONE DEL
LIQUIDO REFRIGERANTE” nel
CAPITOLO 3.
Pannello laterale Vedere la sezione “COPERTURE E
Serbatoio carburante PANNELLI” nel CAPITOLO 3.
1 Anello elastico 1
2 Tubo di uscita (carburatore) 1
3 Fascetta per fissaggio tubo 1
4 Tubo di uscita (termostato) 1
5 Coperchio termostato 1 Vedere la sezione “INSTALLAZIONE
6 Valvola termostatica 1 DEL TERMOSTATO”.
Per l’installazione invertire la procedura di
rimozione.

5-7
TERMOSTATO COOL
EB502010

ISPEZIONE
1. Esaminare:
S Valvola termostatica
La valvola non si apre a 80,5  83,5_C  So-
stituire.
*************************************
Procedura di ispezione:
D Immergere la valvola termostatica in un conteni-
tore.
D Mettere un termometro di precisione nell’acqua.
D Osservare il termometro, mescolando continua-
mente l’acqua.
*************************************
1 Valvola termostatica
2 Contenitore
3 Termometro
4 Acqua
A CHIUSA
B APERTA
NOTA:
La valvola termostatica è sigillata e la sua regolazio-
ne è un’operazione che richiede competenze partico-
lari. Se si hanno dubbi sulla sua precisione, sostituir-
3mm la. Un dispositivo guasto può far surriscaldare o
raffreddare eccessivamente il motore, con gravi con-
seguenze.

82 ± 1,5_C 95_C
2. Esaminare:
S Coperchio termostato
Crepe/danni  Sostituire.
YP******

INSTALLAZIONE
1. Installare:
S Valvola termostatica 1
S Coperchio termostato

5-8
CAPITOLO 6
CARBURATORE
CARBURAZIONE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 6-1
SMONTAGGIO CARBURATORE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 6-2
RIMONTAGGIO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 6-4
REGOLAZIONE LIVELLO CARBURANTE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 6-5
CONTROLLO DISPOSITIVO AUTOMATICO AVVIAMENTO A FREDDO . . . . . . . . . . . . . . . . . 6-6
CONTROLLO POMPA CARBURANTE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 6-7
CARBURATORE CARB
EB600000

CARBURAZIONE
CARBURATORE

10 Nm (1,0 mkg)

Ordine Nome operazione/Nome parte Q.tà Note


Rimozione carburatore Rimuovere le parti in questo ordine.
Pannello laterale Vedere la sezione “COPERTURE E
Serbatoio carburante PANNELLI” nel CAPITOLO 3.
Far scolare il liquido refrigerante Vedere la sezione “SOSTITUZIONE
DEL LIQUIDO REFRIGERANTE”,
CAPITOLO 3.
1 Connettore cavo avviamento a freddo 1
2 Tubo di ammissione/uscita (carburatore) 1/1
3 Tubo carburante 1
CAUTELA:
4 Cavo acceleratore 2
5 Manicotto filtro aria 1 Non inclinare la fascetta di fissaggio del
6 Dado 2 manicotto filtro aria quando si installa il
7 Gruppo carburatore 1 carburatore.

Per l’installazione invertire la procedura di


rimozione.

6-1
CARBURATORE CARB
SMONTAGGIO CARBURATORE

Ordine Nome operazione/Nome parte Q.tà Note


Smontaggio carburatore Rimuovere le parti in questo ordine.
1 Dispositivo automatico avviamento a freddo 1
2 Vite fermo acceleratore 1
3 Vite regolazione minimo 1
4 Coperchio/molla diaframma 1/1
5 Valvola a pistone 1
6 Gruppo spillo conico 1
7 Diaframma di arricchimento 1
8 Pompa di accelerazione 1 Vedere la sezione “RIMONTAGGIO
9 Vaschetta galleggiante 1 CARBURATORE”.
10 Perno galleggiante 1 Vedere la sezione “RIMONTAGGIO
CARBURATORE”.

6-2
CARBURATORE CARB

Ordine Nome operazione/Nome parte Q.tà Note


11 Galleggiante 1
12 Valvola a spillo 1
Vedere la sezione “RIMONTAGGIO
13 Getto massimo 1
CARBURATORE”.
14 Getto minimo 1
15 Polverizzatore 1
Per l’installazione invertire la procedura di
rimozione.

6-3
CARBURATORE CARB
YP600041

RIMONTAGGIO
Ripetere in ordine inverso la procedura di “SMON-
TAGGIO”.
Notare i seguenti punti.
CAUTELA:
D Prima di assemblarli, lavare tutti i componenti
in un solvente pulito a base di petrolio.
D Usare sempre una guarnizione nuova.

1. Installare:
S Polverizzatore 1
S Getto massimo 2
S Getto minimo 3

2. Installare:
S Sede valvola 1
S Galleggiante 2
S Valvola spillo 3
S Perno del galleggiante 4

3. Esaminare:
S Altezza del galleggiante a
*************************************
Procedura di controllo e regolazione:
D Tenere il carburatore capovolto.
D Misurare la distanza fra la superficie di giunzione
della vaschetta (senza guarnizione) e l’estremità
superiore del galleggiante.
D Se l’altezza del galleggiante non rientra nei valori
specificati, esaminare la sede valvola e la valvola
a spillo.
D Se uno o entrambi sono usurati, sostituirli insieme.
D Se entrambi sono in buone condizioni, regolare
l’altezza del galleggiante piegando la linguetta 5
sul galleggiante.
D Controllare nuovamente l’altezza del galleggiante.
NOTA:
La linguetta del galleggiante deve appoggiare sullo
spillo della valvola senza premere.

6-4
CARBURATORE CARB

Altezza del galleggiante:


27 mm

Fuori specifica  Sostituire.


*************************************

5. Installare:
S Diaframma 1
NOTA:
Allineare la linguetta a sul diagramma con l’incavo
b sul corpo del carburatore.

6. Installare:
S Molla di compressione 1
S Coperchio 2

YP600060

REGOLAZIONE LIVELLO CARBURANTE

La benzina e i suoi vapori sono fortemente in-


fiammabili ed esplosivi. Tenere lontano scintille,
sigarette, fiamme o altre fonti di accensione.

1. Misurare:
S Livello carburante a
Fuori specifica  Regolare.

Livello carburante:
5  6 mm sotto la linea della
vaschetta del galleggiante
*************************************
Procedura di misura e regolazione:
D Disporre lo scooter in piano.

6-5
CARBURATORE CARB
D Mettere un martinetto idraulico sotto il motore
per assicurarsi che il carburatore sia in posizione
verticale.
D Collegare il misuratore di livello 1 del carburan-
te al tubetto di drenaggio 2 .

Misuratore livello carburante:


90890-01312

D Allentare la vite di drenaggio 3 .


D Tenere il misuratore verticale e vicino alla linea
della vaschetta del galleggiante.
D Misurare il livello del carburante a col misuratore.
D Se il livello del carburante non è corretto, regolarlo.
D Rimuovere il carburatore.
D Esaminare la sede valvola e la valvola a spillo.
D Se uno o entrambi sono usurati, sostituirli insieme.
D Se entrambi sono in buone condizioni, regolare
l’altezza del galleggiante piegando la linguetta 4
sul galleggiante.
D Installare il carburatore.
D Controllare nuovamente il livello del carburante.
*************************************
YP******

CONTROLLO DISPOSITIVO AUTOMATICO


AVVIAMENTO A FREDDO
(A temperatura ambiente inferiore a 45_C)
1. Rimuovere:
S Carburatore
2. Esaminare:
S Unità avviamento a freddo
Collegare un tubetto 2 di 3,3 mm di diametro
all’avviamento 1 e soffiavi dentro.
Possibile  Buono stato.
Impossibile  Sostituire l’unità di avviamen-
to a freddo.
3. Esaminare:
S Unità avviamento a freddo automatico (con la
batteria)
*************************************
Procedura di ispezione e regolazione:
D Collegare i terminali dell’unità di avviamento alla
batteria da 12 V per 5 minuti.
Terminale nero  (+) batteria 12 V 1
Terminale nero  (–) batteria 12 V 2
D Collegare un tubetto 4 di 3,3 mm di diametro
all’avviamento 3 e soffiarvi dentro.
Possibile  Sostituire l’unità di avviamento.
Impossibile  Buono stato.
*************************************

6-6
CARBURATORE CARB
YP******

CONTROLLO POMPA CARBURANTE


1. Rimuovere:
S Pannelli laterali
Vedere la sezione “COPERTURE E PAN-
NELLI” nel CAPITOLO 3_.

2. Esaminare:
S Pompa del carburante
*************************************
Procedura di controllo:
D Mettere un contenitore sotto l’estremità del tubo
del carburante.
D Avviare il motore e verificare che la benzina fuo-
riesca dal tubo del carburante 1 .
Motore in moto:
Benzina fuoriesce  Corretto.
Motore fermo:
Benzina non fuoriesce  Corretto.
*************************************

D La benzina e i suoi vapori sono fortemente in-


fiammabili ed esplosivi. Tenere lontano scintil-
le, sigarette, fiamme o altre fonti di accensione.
D Se si omette di ricercare eventuali perdite di
carburante, si rischiano incendi o esplosioni.

3. Installare:
S Pannelli laterali
Vedere la sezione “COPERTURE E PAN-
NELLI” nel CAPITOLO 3_.

6-7
CARB
CAPITOLO 7
PARTE CICLISTICA
RUOTA ANTERIORE E DISCO A FRENO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 7-1
RUOTA ANTERIORE E DISCO A FRENO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 7-1
DISASSEMBLAGGIO RUOTA ANTERIORE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 7-2
DISASSEMBLAGGIO RUOTA ANTERIORE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 7-3
CONTROLLO RUOTA ANTERIORE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 7-3
CONTROLLO DEL DISCO FRENO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 7-4
ASSEMBLAGGIO RUOTA ANTERIORE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 7-4
INSTALLAZIONE RUOTA ANTERIORE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 7-5
BILANCIAMENTO STATICO DELLA RUOTA ANTERIORE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 7-6
RUOTA POSTERIORE E FRENO POSTERIORE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 7-8
CONTROLLO RUOTA POSTERIORE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 7-10
CONTROLLO FRENO POSTERIORE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 7-10
INSTALLAZIONE FRENO POSTERIORE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 7-11
FRENO ANTERIORE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 7-12
PASTIGLIE FRENO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 7-12
SOSTITUZIONE PASTIGLIE FRENO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 7-13
POMPA FRENO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 7-14
DISASSEMBLAGGIO POMPA FRENO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 7-15
CONTROLLO POMPA FRENO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 7-16
ASSEMBLAGGIO POMPA FRENO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 7-16
INSTALLAZIONE POMPA FRENO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 7-17
PINZA FRENO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 7-19
DISASSEMBLAGGIO PINZA FRENO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 7-20
DISASSEMBLAGGIO PINZA FRENO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 7-21
CONTROLLO DELLA PINZA . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 7-21
ASSEMBLAGGIO PINZA . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 7-22
INSTALLAZIONE PINZA . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 7-22
FORCELLA ANTERIORE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 7-23
FORCELLA ANTERIORE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 7-23
DISASSEMBLAGGIO FORCELLA ANTERIORE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 7-24
RIMOZIONE FORCELLA ANTERIORE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 7-25
DISASSEMBLAGGIO FORCELLA ANTERIORE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 7-25
CONTROLLO FORCELLA ANTERIORE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 7-26
ASSEMBLAGGIO FORCELLA ANTERIORE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 7-26
INSTALLAZIONE FORCELLA ANTERIORE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 7-29
MANUBRIO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 7-30
RIMOZIONE MANUBRIO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 7-32
CONTROLLO DEL MANUABRIO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 7-32
INSTALLAZIONE MANUBRIO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 7-32
STERZO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 7-34
RIMOZIONE STERZO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 7-36
CONTROLLO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 7-36
INSTALLAZIONE STERZO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 7-37
AMMORTIZZATORE POSTERIORE E FORCELLONE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 7-38
RUOTA ANTERIORE E DISCO DEL FRENO CHAS

PARTE CICLISTICA
RUOTA ANTERIORE E DISCO DEL FRENO
RUOTA ANTERIORE E DISCO DEL FRENO

70 Nm (7,0 mkg)

23 Nm (2,3 mkg)

Ordine Nome operazione/Nome parte Q.tà Note


Rimozione ruota anteriore e disco del Rimuovere le parti in questo ordine.
freno

Sostenere lo scooter saldamente in modo


da impedire che possa cadere.

1 Cavo tachimetro 1
2 Dado del perno 1
3 Perno ruota 1
Vedere la sezione “INSTALLAZIONE
4 Ruota anteriore 1
RUOTA ANTERIORE”.
5 Unità ingranaggi tachimetro 1
6 Collare 1
7 Disco del freno 1 Vedere la sezione “ASSEMBLAGGIO RUO-
TA ANTERIORE”.
Per l’installazione invertire la procedura di
rimozione.

7-1
RUOTA ANTERIORE E DISCO DEL FRENO CHAS

DISASSEMBLAGGIO RUOTA ANTERIORE

Ordine Nome operazione/Nome parte Q.tà Note


Disassemblaggio ruota anteriore Rimuovere le parti in questo ordine.
1 Paraolio 1
Vedere la sezione “DISASSEMBLAG-
2 Cuscinetto 1
GIO/ASSEMBLAGGIO RUOTA ANTE-
3 Distanziale 1
RIORE”.
4 Cuscinetto 1
Per l’installazione invertire la procedura di
rimozione.

7-2
RUOTA ANTERIORE E DISCO DEL FRENO CHAS
YP******

DISASSEMBLAGGIO RUOTA ANTERIORE


1. Rimuovere:
S Cuscinetto 1
S Distanziale
Rimuovere il cuscinetto usando un comune
estrattore per cuscinetti 2 .
CAUTELA:
Fare attenzione nel maneggiare la ruota per non
danneggiare il disco del freno. Se il disco freno
viene danneggiato, sostituirlo.

YP700020

CONTROLLO RUOTA ANTERIORE


1. Esaminare:
S Perno ruota anteriore
(facendolo rotolare su di una superficie piana)
Curvatura  Sostituire.

Non tentare mai di raddrizzare un perno defor-


mato.

Limite di curvatura perno ruota:


0,25 mm

2. Esaminare:
S Pneumatico anteriore
Usura/danni  Sostituire.
Vedere la sezione “CONTROLLO PNEUMA-
TICI” nel CAPITOLO 3_.
S Ruota anteriore
Vedere la sezione “CONTROLLO RUOTE”
nel CAPITOLO 3_.
3. Misurare:
S Scentratura ruota anteriore
Superiore ai limiti prescritti  Sostituire.

Limiti scentratura ruota anteriore:


Verticale 1 : 2,0 mm
Laterale 2 : 2,0 mm

4. Esaminare:
S Cuscinetti ruota anteriore
Gioco dei cuscinetti nel mozzo ruota, o ruota
che non gira scorrevolmente  Sostituire.
S Paraolio
Usura/danni  Sostituire.

7-3
RUOTA ANTERIORE E DISCO DEL FRENO CHAS
5. Esaminare:
S Collare
Scanalatura usurata  Sostituire il collare e il
paraolio insieme.

YP******

CONTROLLO DEL DISCO FRENO


1. Misurare:
S Sfarfallamento del disco

Sfarfallamento massimo:
0,15 mm

Fuori specifica  Sostituire.

2. Misurare:
S Spessore del disco freno

Spessore del disco:


4,0 mm
Spessore minimo:
3,5 mm

Fuori specifica  Sostituire.

ASSEMBLAGGIO RUOTA ANTERIORE


1. Installare:
S Cuscinetto 1
S Distanziale 2
S Cuscinetto 3
S Paraolio 4
NOTA:
D Applicare grasso a base di sapone di litio leggero
al bordo del cuscinetto e del paraolio quando si ef-
fettua l’installazione.
D Usare un tampone con diametro esterno uguale a
quello del cuscinetto.
D Usare sempre un paraolio nuovo.
D Installare il paraolio con le stampigliature del co-
struttore rivolte all’esterno.

CAUTELA:
Non battere sulla pista interna o sulle sfere del cu-
scinetto. Il contatto si deve avere solo con la pista
esterna.

7-4
RUOTA ANTERIORE E DISCO DEL FRENO CHAS
2. Installare:
 Disco del freno 1 23 Nm (2,3 mkg)

NOTA:
Serrare i bulloni (disco del freno) in varie fasi, in or-
dine incrociato.

EB700030

INSTALLAZIONE RUOTA ANTERIORE


Procedere in ordine inverso a quello della procedura
di “RIMOZIONE”.
Notare i seguenti punti.
1. Lubrificare:
 Perno ruota anteriore
 Cuscinetti
 Paraolio (bordi)
 Ingranaggio conduttore/condotto tachimetro.

Lubrificante raccomandato:
Grasso a base di sapone di litio

2. Installare:
 Unità ingranaggi tachimetro 1
NOTA:
Assicurarsi che il mozzo della ruota e l’unità ingra-
naggi tachimetro siano installati con le tre sporgenze
2 inserite nelle tre scanalature 3 .

3. Installare:
 Ruota anteriore
NOTA:
Assicurarsi che il fermo dell’unità ingranaggi tachi-
metro vada in battuta contro la squadretta sul gambo
della forcella.

4. Serrare:
 Perno ruota anteriore
 Dado perno (ruota anteriore) 1
CAUTELA:
Prima di serrare il dado del perno, azionare più
volte la forcella per verificarne il corretto funzio-
namento.

Assicurarsi che il percorso del tubo flessibile del


freno sia quello corretto.

7-5
RUOTA ANTERIORE E DISCO DEL FRENO CHAS
YP700040

BILANCIAMENTO STATICO DELLA


RUOTA ANTERIORE
NOTA:
D Dopo aver sostituito il pneumatico e/o il cerchio,
è necessario bilanciare staticamente la ruota.
D Eseguire il bilanciamento statico della ruota ante-
riore col disco del freno installato.

1. Rimuovere:
S Peso di bilanciamento
2. Posizionare:
S Ruota
(su di un apposito supporto)
3. Trovare:
S Punto più pesante
*************************************
Procedura:
a. Far girare la ruota ed attendere che si fermi.
b. Fare un segno “X1” sul punto più basso della
ruota.
c. Far girare la ruota per portare il segno “X1” a
90_ rispetto alla posizione originale.
d. Lasciar andare la ruota ed attendere che si fermi.
Fare un segno “X2” sul punto più basso della
ruota.
e. Ripetere varie volte le operazioni precedenti b,
c e d fin quando tutti i contrassegni vengono a
combaciare.
f. Il punto così individuato è il punto pesante “X”.
*************************************
4. Eseguire:
S Bilanciamento statico della ruota
*************************************
Procedura di bilanciamento:
D Installare un peso di bilanciamento 1 sul cer-
chio, nella posizione esattamente opposta a “X”.
NOTA:
Iniziare col peso più leggero disponibile.

D Far girare la ruota in modo che il punto pesante


venga a trovarsi a 90_ rispetto alla perpendicola-
re.
D Controllare che il punto pesante non si sposti. In
caso contrario provare con un altro peso fino a
quando la ruota è bilanciata.
*************************************

7-6
RUOTA ANTERIORE E DISCO DEL FRENO CHAS
5. Controllare:
S Bilanciamento statico della ruota
*************************************
Procedura di controllo:
D Portare la ruota in ciascuna delle posizioni illu-
strate in figura.
D Verificare che in ciascuno dei punti la ruota ri-
manga ferma. In caso contrario, procedere di nuo-
vo al bilanciamento.
*************************************

7-7
RUOTA POSTERIORE E FRENO POSTERIORE CHAS

RUOTA POSTERIORE E FRENO POSTERIORE

10 Nm (1,0 mkg)

Ordine Nome operazione/Nome parte Q.tà Note


Rimozione ruota posteriore e freno Rimuovere le parti in questo ordine.
posteriore
Forcellone Vedere la sezione “AMMORTIZZATORE
POSTERIORE E FORCELLONE”.
1 Registro 1
2 Cavo freno 1
3 Molla di compressione 1
4 Spina 1
5 Ruota posteriore 1
6 Ganasce freno 2
7 Molla di tensione 2
8 Rondella piana 1
9 Leva camma freno 1
Vedere la sezione “INSTALLAZIONE
10 Indicatore usura freno 1
FRENO POSTERIORE”.
11 Albero camma freno 1

7-8
RUOTA POSTERIORE E FRENO POSTERIORE CHAS

10 Nm (1,0 mkg)

Ordine Nome operazione/Nome parte Q.tà Note


12 Distanziale albero camma freno 1
13 Elemento di tenuta albero camma 1
Per l’installazione invertire la procedura di
rimozione.

7-9
RUOTA POSTERIORE E FRENO POSTERIORE CHAS
EB701020

CONTROLLO RUOTA POSTERIORE


1. Esaminare:
 Perno ruota posteriore
 Ruota posteriore
 Cuscinetti ruota posteriore
 Paraolio
Vedere la sezione “RUOTA ANTERIORE”.
2. Misurare:
 Scentratura ruota posteriore
Vedere la sezione “RUOTA ANTERIORE”.
EB701021

CONTROLLO FRENO POSTERIORE


1. Esaminare:
 Superficie guarnizione freno
Zone lucide  Ravvivare con carta vetrata.
Usare carta vetrata per sgrossatura.
NOTA:
Dopo aver passato la carta vetrata, togliere la limatu-
ra con un panno.

2. Misurare:
 Spessore guarnizione freno

Spessore guarnizione freno a :


Standard:
4 mm
Limite:
2 mm

Fuori specifica  Sostituire.


Punti dove effettuare la misura.
NOTA:
Sostituire entrambe le ganasce anche se una sola è al
limite dell’usura.

3. Misurare:
 Spessore interno tamburo freno a
Fuori specifica  Sostituire la ruota.

Diametro interno tamburo freno:


Standard:
160 mm
Limite:
161 mm

7-10
RUOTA POSTERIORE E FRENO POSTERIORE CHAS
4. Esaminare:
S Superficie interna tamburo freno
S Olio/scalfitture  Riparare.
S Olio
Usare uno straccio imbevuto di solvente.
S Scalfitture
Usare tela da smeriglio (smerigliando legger-
mente e uniformemente).
5. Esaminare:
S Superficie albero camma freno
Usura  Sostituire.

Quando si controlla la guarnizione del freno, evi-


tare di sporcarla con olio o grasso.

YP******

INSTALLAZIONE FRENO POSTERIORE


1. Installare:
S Albero camma 1
S Indicatore usura freno 2
*************************************
Procedura di installazione:
D Installare l’albero camma freno col suo riferimen-
to punzonato a nella direzione illustrata in figu-
ra.
D Allineare la sporgenza b sull’indicatore usura con
la scanalatura sull’albero camma ed installarlo.
D Controllare che la ganascia del freno sia nella po-
sizione corretta.
*************************************

2. Installare:
S Leva camma freno 1
Installare la leva con la sua fenditura ad angolo
retto rispetto all’indicatore usura, come illu-
strato in figura.

7-11
FRENO ANTERIORE CHAS

FRENO ANTERIORE
PASTIGLIE FRENO

23 Nm (2,3 mkg)

Ordine Nome operazione/Nome parte Q.tà Note


Rimozione pastiglie freno Rimuovere le parti in questo ordine.
1 Bullone supporto pinza 1
Vedere la sezione “SOSTITUZIONE
2 Pastiglie freno 2
PASTIGLIE FRENO”.
3 Supporto pastiglie 1
Invertire la procedura di rimozione per
l’installazione.

7-12
FRENO ANTERIORE CHAS
YP702010

SOSTITUZIONE PASTIGLIE FRENO


NOTA:
Non è necessario smontare la pinza e il tubo flessibi-
le per sostituire le pastiglie.

1. Rimuovere:
S Bullone (supporto pinza) 1
Spostare la pinza del freno nella direzione in-
dicata dalla freccia.
2. Rimuovere:
S Pastiglie freno
NOTA:
D Installare delle molle nuove quando si devono so-
stituire le pastiglie.
D Sostituire entrambe le pastiglie, se una delle due è
usurata oltre il limite.

3. Far rientrare con le dita il pistoncino nel corpo


della pinza stessa.
CAUTELA:
Quando si spinge il pistoncino nel corpo della pin-
za, il livello del liquido freno nel serbatoio aumen-
ta.

4. Installare:
S Pastiglie freno 1
Installare le pastiglie del freno e spostare la
pinza nella direzione indicata dalla freccia.
5. Installare:
S Bullone (supporto pinza)
23 Nm (2,3 mSkg)

6. Esaminare:
S Livello liquido freno
Vedere la sezione “CONTROLLO LIVELLO
LIQUIDO FRENO” nel CAPITOLO 3_.
7. Controllare:
S Funzionalità leva del freno
Sensazione di morbidezza o spugnosità 
Spurgare l’aria dal circuito frenante.
Vedere la sezione “SPURGO ARIA (CIRCUI-
TO FRENANTE IDRAULICO)” nel CAPI-
TOLO 3_.

7-13
FRENO ANTERIORE CHAS

POMPA FRENO

10 Nm (1,0 mSkg)

10 Nm (1,0 mSkg)

26 Nm (2,6 mSkg)

Ordine Nome operazione/Nome parte Q.tà Note


Rimozione pompa freno Rimuovere le parti in questo ordine.
Scaricare il liquido freno Vedere la sezione “SOSTITUZIONE DEL
LIQUIDO FRENO” nel CAPITOLO 3_.
1 Specchio retrovisore (destro) 1
2 Leva del freno/molla di compressione 1/1
3 Interruttore luce freno 1
4 Bullone di collegamento 1
5 Rondella piana 2
Vedere la sezione “INSTALLAZIONE
6 Tubo flessibile freno 1
POMPA FRENO”.
7 Staffa pompa freno 1
8 Pompa freno 1
Per l’installazione invertire la procedura di
rimozione.

7-14
FRENO ANTERIORE CHAS

DISASSEMBLAGGIO POMPA FRENO

Ordine Nome operazione/Nome parte Q.tà Note


Disassemblaggio pompa freno Rimuovere le parti in questo ordine.
1 Cappuccio di protezione pompa freno 1
2 Anello elastico 1 Vedere la sezione “ASSEMBLAGGIO
3 Componenti pompa freno 1 POMPA FRENO”.
4 Molla 1
Per l’installazione invertire la procedura di
rimozione.

7-15
FRENO ANTERIORE CHAS
YP702040

CONTROLLO POMPA FRENO


1. Esaminare:
S Pompa freno 1
Usura/scalfitture  Sostituire la pompa com-
pleta.
S Guarnizioni pompa freno 2
Crepe/danni  Sostituire.

2. Esaminare:
S Pompa del freno
S Scalfitture/usura/danni  Sostituire la pom-
pa completa.

3. Esaminare:
S Diaframma
Usura/danni  Sostituire.

YP******

ASSEMBLAGGIO POMPA FRENO

D Tutti i componenti interni del freno devono es-


sere puliti e lubrificati solo con liquido freni
nuovo prima dell’installazione.

Liquido freni raccomandato:


DOT #4

D Sostituire gli elementi di tenuta e i parapolvere


del pistoncino ogni volta che si smonta la pom-
pa del freno.

1. Installare:
S Guarnizioni pompa freno 1
S Pistone pompa freno 2
Installare le guanizioni della pompa freno 1
usando un installatore per guanizioni pompa
freno 3 .

Installatore guarnizioni pompa


freno: 90890-01996

7-16
FRENO ANTERIORE CHAS
2. Installare:
 Molla 1
Installare la molla con la parte di diametro mi-
nore nel pistone della pompa freno.
 Kit pompa freno 2

3. Installare:
 Anello elastico 1
Installare saldamente l’anello elastico nella
scanalatura della pompa freno.
 Cappuccio di protezione pompa freno 2

YP******

INSTALLAZIONE POMPA FRENO


1. Installare:
 Pompa freno 1
 Staffa pompa freno 2
10 Nm (1,0 mkg)

CAUTELA:
Allineare l’estremità della pompa freno col riferi-
mento punzonato sul manubrio, quindi installare
la staffa della pompa freno 2 col riferimento
“UP” rivolta verso l’alto.

2. Installare:
 Rondella piana 1
 Tubo flessibile freno 2
 Rondella piana 3
 Bullone di collegamento 4
26 Nm (2,6 mkg)

CAUTELA:
Allineare la tacca sulla rondella piana e il bordo
della pompa olio a per l’assemblaggio.

7-17
FRENO ANTERIORE CHAS
3. Spurgo dell’aria:
S Circuito frenante
Vedere la sezione “SPURGO ARIA” nel CA-
PITOLO 3_.

D Usare solamente liquido freni della qualità


prescritta: altri liquidi potrebbero deterio-
rare le superfici di tenuta in gomma, causando
perdite di liquido e scarse prestazioni del fre-
no.
D Rifornire con lo stesso tipo di liquido fre-
no: mischiare liquidi diversi potrebbe causa-
re reazioni chimiche nocive e scarse prestazio-
ni del freno.
D Fare attenzione a non fare entrare acqua nella
pompa freno quando si effettua il riempimen-
to. L’acqua riduce notevolmente il punto di
ebollizione del liquido, causando il fenomeno
del tappo di vapore.

4. Esaminare:
S Funzionamento freno

7-18
FRENO ANTERIORE CHAS

PINZA FRENO

26 Nm (2,6 mSkg)

23 Nm (2,3 mSkg)

Ordine Nome operazione/Nome parte Q.tà Note


Rimozione pinza freno Rimuovere le parti in questo ordine.
Scaricare il liquido freno Vedere la sezione “SOSTITUZIONE DEL
1 Fermo del tubo del freno 1 LIQUIDO FRENI” nel CAPITOLO 3_.
2 Bullone di collegamento 1
3 Rondella piana 2
4 Tubo del freno 1 Vedere la sezione “INSTALLAZIONE
5 Bullone della staffa pinza freno 1 DELLA PINZA FRENO”.
6 Pinza freno 1
Per l’installazione invertire la procedura di
rimozione.

7-19
FRENO ANTERIORE CHAS

DISASSEMBLAGGIO PINZA FRENO

6 Nm (0,6 mkg)

Ordine Nome operazione/Nome parte Q.tà Note


Disassemblaggio pinza freno Rimuovere le parti in questo ordine.
1 Pastiglie freno 2
2 Supporto pastiglie 1
3 Pistoncini 2
Vedere la sezione “DISASSEMBLAGGIO/
4 Parapolvere pinza 2
ASSEMBLAGGIO PINZA FRENO”.
5 Elemento di tenuta pistoncini 2
6 Vite di spurgo/cappuccio 1/1
Per l’installazione invertire la procedura di
rimozione.

7-20
FRENO ANTERIORE CHAS
YP702020

DISASSEMBLAGGIO PINZA FRENO


NOTA:
Prima di disassemblare la pinza del freno, scaricare
il liquido dal tubo flessibile, dalla pompa, dalla pinza
e dal serbatoio.

1. Rimuovere:
S Pistoncini pinza freno
*************************************
Procedura di rimozione:
D Far uscire i pistoncini dal corpo della pinza sof-
fiando aria compressa nel raccordo della tubazio-
ne.

D Non forzare mai l’uscita del pistoncino usando


una leva o altri utensili.
D Coprire il pistoncino con un panno. Fare atten-
zione a non ferirsi con l’espulsione del piston-
cino dalla pompa del freno.

CAUTELA:
Rimuovere i pistoncini dalla pinza con molta cu-
ra per evitare di danneggiarli.

*************************************

2. Rimuovere:
S Parapolvere 1
S Elemento di tenuta del pistoncino 2
Rimuovere gli elementi di tenuta premendo
con le dita.
CAUTELA:
D Non usare uno strumento appuntito.
Rimuovere gli elementi di tenuta con le dita.
D Non riutilizzare i componenti rimossi.

CONTROLLO DELLA PINZA


1. Esaminare:
S Cilindro 1 della pinza
S Pistoncini 2 della pinza
Scalfitture/usura  Sostituire la pinza com-
pleta.

7-21
FRENO ANTERIORE CHAS
ASSEMBLAGGIO PINZA FRENO

D Tutti i componenti interni del freno devono es-


sere puliti e lubrificati solo con liquido freni
nuovo prima dell’installazione.

Liquido freni raccomandato:


DOT #4

D Sostituire gli elementi di tenuta e i parapolvere


dei pistoncini ogni volta che si smonta la pom-
pa del freno.

1. Installare:
S Elementi di tenuta 1
S Parapolvere 2

2. Installare:
S Pistoncini 1 della pinza
Applicare liquido freno alla superficie esterna
ed installarli.
CAUTELA:
D Non forzare.
D Evitare di danneggiare i pistoncini.

INSTALLAZIONE PINZA
1. Installare:
S Pinza 1
SBullone staffa pinza 2 23 Nm (2,3 mSkg)

S Tubo flessibile freno 3


S Rondella piana 4
S Bullone di collegamento 5
26 Nm (2,6 mSkg)

CAUTELA:
Quando si installa il tubo flessibile sulla pinza, as-
sicurarsi che il tubo tocchi senza forzare il fermo
a sulla pinza del freno.

7-22
FORCELLA ANTERIORE CHAS

FORCELLA ANTERIORE
FORCELLA ANTERIORE

45 Nm (4,5 mkg)
23 Nm (2,3 mkg)

23 Nm (2,3 mkg)

49 Nm (4,9 mkg)

Ordine Nome operazione/Nome parte Q.tà Note


Rimozione forcella anteriore Rimuovere le parti in questo ordine.
Ruota anteriore Vedere la sezione “RUOTA ANTERIORE”.
1 Pinza freno 1
2 Parafango anteriore 1
3 Parafango interno 1
4 Bullone (superiore, piastra inferiore) 2
5 Tappo/anello di tenuta OR 2/2 Vedere la sezione “RIMOZIONE/INSTA-
6 Bullone (inferiore, piastra inferiore) 2 LLAZIONE FORCELLA ANTERIORE”.
7 Forcella anteriore (sinistra/destra) 1/1
Per l’installazione invertire la procedura di
rimozione.

7-23
FORCELLA ANTERIORE CHAS

DISASSEMBLAGGIO FORCELLA ANTERIORE

45 Nm (4,5 mkg)

23 Nm (2,3 mkg)

Ordine Nome operazione/Nome parte Q.tà Note


Disassemblaggio forcella anteriore Rimuovere le parti in questo ordine.
1 Tappo 1 Vedere la sezione “RIMOZIONE/INSTAL-
LAZIONE FORCELLA ANTERIORE”.
2 Anello di tenuta OR 1
3 Molla forcella 1 Vedere la sezione “ASSEMBLAGGIO
4 Parapolvere 1 FORCELLA ANTERIORE”.
5 Anello elastico 1
6 Paraolio 1
Vedere la sezione “DISASSEMBLAG-
7 Bullone
GIO/ASSEMBLAGGIO FORCELLA
(Asta ammortizzatore/Guarnizione) 1/1
ANTERIORE”.
8 Stelo 1
9 Fermaolio 1
Vedere la sezione “ASSEMBLAGGIO
10 Asta ammortizzatore 1
FORCELLA ANTERIORE”.
11 Molla di ritorno 1
Per l’installazione invertire la procedura di
rimozione.

7-24
FORCELLA ANTERIORE CHAS
YP******

RIMOZIONE FORCELLA ANTERIORE

D Sostenere saldamente lo scooter in modo da


impedire che possa cadere.
D Disporre lo scooter in piano.
D Mettere lo scooter sul cavalletto centrale.

1. Allentare:
S Bullone (superiore,piastra inferiore) 1
NOTA:
Allentare solo il bullone superiore.

2. Rimuovere:
S Tappo 1
NOTA:
Usare una chiave esagonale da 17 mm per rimuovere
il tappo.

3. Allentare il bullone (inferiore, piastra inferiore)


per rimuovere i bracci della forcella.

Sostenere la forcella anteriore prima di allentare


i bulloni di fissaggio.

YP703020

DISASSEMBLAGGIO FORCELLA ANTE-


RIORE
1. Rimuovere:
S Bullone (asta ammortizzatore) 1
Allentare il bullone (asta ammortizzatore) 1
tenendo l’asta dell’ammortizzatore con l’at-
trezzo a T 2 e il fermo 3 .

Fermo asta ammortizzatore:


90890-04084
Attrezzo a T:
90890-01326

7-25
FORCELLA ANTERIORE CHAS
2. Rimuovere:
 Stelo
 Fermaolio

3. Rimuovere:
 Paraolio 1
CAUTELA:
Non riutilizzare mai il paraolio.

2 Panno

YP703030

CONTROLLO FORCELLA ANTERIORE


1. Esaminare:
 Curvatura stelo

Limite curvatura stelo:


0,2 mm

Graffi/deformazioni/danni  Sostituire.

Non tentare di raddrizzare uno stelo incurvato,


poiché in tal modo si può indebolire lo stelo in mo-
do pericoloso.

2. Misurare:
 Molla della forcella a

Limite lunghezza libera molla:


268,5 mm
<Limite usura>
263,5 mm

Oltre il limite prescritto  Sostituire.


YP******

ASSEMBLAGGIO FORCELLA ANTERIORE


Invertire la procedura di “SMONTAGGIO”.
Notare i seguenti punti.
1. Installare:
 Asta ammortizzatore 1
 Molla di ritorno
 Fermaolio 2
 Stelo 3
7-26
FORCELLA ANTERIORE CHAS
2. Installare:
S Stelo 1
Nel gambale 2

3. Installare:
S Rondella piana 1
S Bullone (asta ammortizzatore) 2
4. Serrare:
S Bullone (asta ammortizzatore) 2
23 Nm (2,3 mSkg)

NOTA:
Serrare il bullone dell’asta ammortizzatore 1 te-
nendo l’asta bloccata con l’attrezzo a T 2 e il fermo
asta ammortizzatore 3 .

Fermo asta ammortizzatore:


90890-04084
Attrezzo a T:
90890-01326

6. Installare:
S Paraolio 1
S Anello elastico
S Parapolvere
Usare il peso guida per paraolio 3 e l’adatta-
tore 2 .
NOTA:
D Prima di installare il paraolio 1 , applicare grasso
a base di sapone di litio sui bordi del paraolio.
D Sistemare l’anello elastico in modo che entri per-
fettamente nella scanalatura del gambale.

CAUTELA:
Assicurarsi che il lato numerato del paraolio sia
rivolto verso l’alto.

Peso guida per paraolio forcella:


90890-01367
Adattatore:
90890-01374

7-27
FORCELLA ANTERIORE CHAS
7. Esaminare:
S Funzionamento dello stelo
Funzionamento non scorrevole  Smontare e
controllare di nuovo.

8. Rifornire:
S Olio forcella

Quantità olio:
0,142 litri
Olio raccomandato:
Olio per forcella 15WT o
equivalente

9. Dopo aver effettuato il rifornimento, pompare


la forcella lentamente su e giù per distribuire
l’olio.
10. Misurare:
S Livello olio a
Fuori specifica  Sostituire.

Livello olio:
80 mm
(dal bordo superiore dello stelo,
completamente compresso e
senza molla)

NOTA:
Tenere la forcella in posizione verticale.

11. Installare:
S Molla forcella anteriore 1
NOTA:
D Installare la molla della forcella con le spire più
ravvicinate rivolte verso l’alto.
D Prima di installare il tappo, ingrassare l’anello di
tenuta OR
D Serrare temporaneamente il tappo.

7-28
FORCELLA ANTERIORE CHAS
INSTALLAZIONE FORCELLA ANTERIORE
Invertire la procedura di “RIMOZIONE”.
Notare i seguenti punti.
1. Installare:
 Forcella anteriore 1
Serrare temporaneamente i dadi di fissaggio.
NOTA:
Spingere verso l’alto lo stelo finché la sua estremità è
allo stesso livello della piastra inferiore 2 , quindi
serrare temporaneamente il bullone (inferiore, pia-
stra inferiore) 3 .

2. Serrare:
 Tappo 1 45 Nm (4,5 mkg)

 Bulloni di fissaggio (superiore/inferiore, pia-


stra inferiore)
23 Nm (2,3 mkg)

7-29
MANUBRIO CHAS

MANUBRIO

23 Nm (2,3 mSkg)
10 Nm (1,0 mSkg)

Ordine Nome operazione/Nome parte Q.tà Note


Rimozione manubrio Rimuovere le parti in questo ordine.
Coperchio superiore manubrio Vedere la sezione “COPERTURE E
PANNELLI” nel CAPITOLO 3_.
1 Specchio retrovisore (destro) 1 Vite con filettatura sinistrorsa.
2 Specchio retrovisore (sinistro) 1
3 Staffa pompa freno 1
4 Pompa freno 1
5 Terminale manopola (destra) 1
6 Interruttore manubrio (destro) 1 Vedere la sezione “INSTALLAZIONE
7 Cavo acceleratore 2 MANUBRIO”.
8 Manopola 1
9 Cavo del freno 1
10 Supporto leva (sinistro) 1 Vedere la sezione “INSTALLAZIONE
MANUBRIO”.

7-30
MANUBRIO CHAS

23 Nm (2,3 mkg)
10 Nm (1,0 mkg)

Ordine Nome operazione/Nome parte Q.tà Note


11 Interruttore manubrio (sinistro) 1 Vedere la sezione “INSTALLAZIONE
12 Terminale manopola (sinistro) 1 MANUBRIO”.
13 Manopola 1 Vedere la ssezione “RIMOZIONE
MANUBRIO”.
14 Cavallotto superiore manubrio 2 Vedere la sezione “INSTALLAZIONE
15 Manubrio 1 MANUBRIO”.
Per l’installazione invertire la procedura di
rimozione.

7-31
MANUBRIO CHAS
YP******

RIMOZIONE MANUBRIO
1. Rimuovere:
S Manopola (sinistra)
*************************************
Procedura di rimozione:
D Rimuovere il terminale della manopola (sinistra).
D Soffiare aria compressa fra il manubrio e la parte
adesiva della manopola per rimuoverla.
*************************************
YP704020

CONTROLLO DEL MANUBRIO


1. Esaminare:
S Manubrio
Deformazioni/Incrinature/Danni  Sostitui-
re.

Non tentare di raddrizzare un manubrio piegato,


perché ciò lo indebolirebbe in modo pericoloso.

YP******

INSTALLAZIONE MANUBRIO
1. Installare:
S Manubrio 1
NOTA:
D Applicare un leggero strato di grasso a base di sa-
pone di litio all’estremità destra del manubrio.
D Allineare i riferimenti a sul manubrio con la su-
perficie superiore del supporto inferiore del ma-
nubrio.

2. Installare:
S Cavallotto del manubrio 1
23 Nm (2,3 mSkg)

NOTA:
Installare i cavallotti del manubrio con le frecce di ri-
ferimento rivolte in avanti a .

3. Installare:
S Manopola 1
S Terminale manopola (sinistro) 2
NOTA:
Lasciare uno spazio a di 2,5 mm tra la manopola e il
terminale della manopola.

7-32
MANUBRIO CHAS
4. Installare:
S Interruttore manubrio (sinistro) 1
NOTA:
Allineare la superficie di contatto dell’interruttore
del manubrio col riferimento punzonato a sul ma-
nubrio.

5. Installare:
S Supporto leva (sinistra) 1
NOTA:
Allineare la superficie di contatto del supporto leva
col riferimento punzonato a sul manubrio.

6. Installare:
S Cavo acceleratore 1
S Gruppo manopola 2
NOTA:
Applicare un leggero strato di grasso a base di sapo-
ne di litio all’interno della manopola ed installarla
sul manubrio.

7. Installare:
S Terminale manopola (destra) 1
S Interruttore manubrio (destro) 2
*************************************
Procedura di installazione:
D Allineare la superficie di contatto dell’interrutto-
re manubrio (destro) e il riferimento punzonato
a sul manubrio.
D Lasciare uno spazio di 2,5 mm tra la manopola 3
e il terminale manubrio.
Altrimenti, la manopola non si potrebbe muovere.

Verificare che la manopola dell’acceleratore fun-


zioni in modo scorrevole.

*************************************

7-33
STERZO CHAS

STERZO

139 Nm (13,9 mkg)

1st step:
38 Nm (3,8 mkg)
2nd step:
Loosen the ring nut 1 / 4 turn.
3rd step:
22 Nm (2,2 mkg)
75 Nm (7,5 mkg)

Ordine Nome operazione/Nome parte Q.tà Note


Rimozione dello sterzo Rimuovere le parti in questo ordine.
Coperchio superiore manubrio Vedere la sezione “RUOTA ANTERIORE,
DISCO FRENO”.
Forcella anteriore Vedere la sezione “FORCELLA
ANTERIORE”.
Manubrio Vedere la sezione “MANUBRIO”.
1 Dado 1
2 Supporto inferiore manubrio 1
3 Linguetta Woodruff 1
4 Ghiera (superiore) 1 Vedere la sezione “RIMOZIONE/IN-
5 Rondella di fermo 1 STALLAZIONE STERZO”.
6 Ghiera (centrale) 1
7 Rondella in gomma 1
8 Ghiera (inferiore) 1
9 Coperchio pista cuscinetto a sfere 1
10 Anello cuscinetto a sfere 1 1
11 Piastra inferiore 1

7-34
STERZO CHAS

139 Nm (13,9 mkg)

1st step:
38 Nm (3,8 mkg)
2nd step:
Loosen the ring nut 1 / 4 turn.
3rd step:
22 Nm (2,2 mkg)
75 Nm (7,5 mkg)

Ordine Nome operazione/Nome parte Q.tà Note


12 Sfere cuscinetto 22
13 Sfere cuscinetto 19 Vedere la sezione “INSTALLAZIONE
14 Pista sfere 1 1 STERZO”.
15 Pista sfere 2 1
Per l’installazione invertire la procedura di
rimozione.

7-35
STERZO CHAS
YP704010

RIMOZIONE STERZO

D Sostenere saldamente lo scooter in modo da


impedire che possa cadere.
D Parcheggiare lo scooter in piano.

1. Rimuovere:
S Supporto inferiore manubrio 1
S Linguetta Woodruff 2
NOTA:
Rimuovere il supporto inferiore del manubrio allen-
tando la ghiera (superiore) 3 gradualmente.

2. Rimuovere:
S Ghiera (superiore)
S Rondella di fermo 1
S Ghiera (centrale) 2
S Rondella in gomma
3. Rimuovere:
S Ghiera (inferiore) 1
NOTA:
Tenere la piastra inferiore ferma con l mani, quindi
rimuovere la ghiera usando la chiave 2 per le ghiere
dello scarico e dello sterzo.

Chiave per dado scarico e sterzo:


90890-01268

Sostenere saldamente l’asse dello sterzo in modo


da impedire che possa cadere.

CONTROLLO
1. Lavare i cuscinetti e le loro piste con un solven-
te.
2. Esaminare:
S Cuscinetti
S Piste cuscinetti
Vaiolature/Danni  Sostituire.

7-36
STERZO CHAS
*************************************
Procedura di rimozione piste cuscinetti:
D Rimuovere le piste dei cuscinetti dall’asse dello
sterzo usando una lunga asta 1 ed un martello,
come illustrato in figura.
D Rimuovere la pista del cuscinetto dalla piastra in-
feriore usando uno scalpello 2 ed un martello
come illustrato in figura.
D Installare un nuovo parapolvere e nuove piste.
*************************************

NOTA:
D Sostituire sempre insieme i cuscinetti e le loro pi-
ste.
D Sostituire il parapolvere ogni volta che si smonta
l’asse dello sterzo.

CAUTELA:
Se la pista del cuscinetto non è installato corretta-
mente, l’asse dello sterzo potrebbe subire danni.

EB704030

INSTALLAZIONE STERZO
Invertire la procedura di “RIMOZIONE”.
Notare i punti seguenti.
1. Lubrificare:
S Cuscinetti (superiore e inferiore)
S Piste cuscinetti

Lubrificante raccomandato:
Grasso a base di sapone di litio

2. Installare:
S Ghiera (inferiore)
S Rondella in gomma
S Ghiera (centrale)
S Rondella di fermo
S Ghiera (superiore)
Vedere la sezione “ISPEZIONE TESTA DEL-
LO STERZO” nel CAPITOLO 3_.
3. Installare:
S Linguetta Woodruff 1
S Piastra inferiore sterzo a
139 Nm (13,9 mSkg)

NOTA:
Allineare la linguetta Woodruff col riferimento a
sulla piastra inferiore dello sterzo.

7-37
AMMORTIZZATORE POSTERIORE E FORCELLONE CHAS

AMMORTIZZATORE POSTERIORE E FORCELLONE

40 Nm (4,0 mSkg)

19 Nm (1,9 mSkg)

7 Nm (0,7 mSkg)

135 Nm (13,5 mSkg)

20 Nm (2,0 mSkg)

23 Nm (2,3 mSkg)

20 Nm (2,0 mSkg)

53 Nm (5,3 mSkg)

Ordine Nome operazione/Nome parte Q.tà Note


Rimozione ammortizzatore posteriore e Rimuovere le parti in questo ordine.
forcellone
Pannelli laterali Vedere la sezione “COPERTURE E PAN-
NELLI” nel CAPITOLO 3_.

1 Scatola 1 NOTA:
2 Dado 2 Allentare.
3 Silenziatore 1
4 Dado perno ruota 1
5 Ammortizzatore posteriore 1 NOTA:
6 Forcellone 1 Rimuovere tenendo il freno posteriore bloc-
7 Collare 1 cato.
8 Paraolio 1
9 Cuscinetto 1
Per l’installazione invertire la procedura di
rimozione.

7-38
CAPITOLO 8
PARTE ELETTRICA
COMPONENTI ELETTRICI . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 8-1
SCHEMA ELETTRICO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 8-2
CONTROLLO INTERRUTTORI . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 8-4
PROCEDURE DI CONTROLLO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 8-4
COLLEGAMENTO INTERRUTTORI ILLUSTRATO IN QUESTO MANUALE . . . . . . . . . . . . . . 8-4
POSIZIONE INTERRUTTORI E COLLEGAMENTO TERMINALI . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 8-5
SISTEMA DI ACCENSIONE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 8-6
SCHEMA DEL CIRCUITO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 8-6
IDENTIFICAZIONE GUASTI . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 8-7
SISTEMA DI CARICA . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 8-11
SCHEMA DEL CIRCUITO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 8-11
IDENTIFICAZIONE GUASTI . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 8-12
SISTEMA AVVIAMENTO ELETTRICO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 8-15
SCHEMA DEL CIRCUITO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 8-15
IDENTIFICAZIONE GUASTI . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 8-16
MOTORINO DI AVVIAMENTO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 8-19
SISTEMA LUCI . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 8-22
SCHEMA DEL CIRCUITO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 8-22
ITENTIFICAZIONE GUASTI . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 8-23
SISTEMA DI SEGNALAZIONE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 8-28
SCHEMA DEL CIRCUITO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 8-28
IDENTIFICAZIONE GUASTI . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 8-29
CONTROLLO SISTEMA DI SEGNALAZIONE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 8-31
SISTEMA DI RAFFREDDAMENTO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 8-37
SCHEMA DEL CIRCUITO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 8-37
IDENTIFICAZIONE GUASTI . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 8-38
DISPOSITIVO AUTOMATICO AVVIAMENTO A FREDDO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 8-44
SCHEMA DEL CIRCUITO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 8-44
IDENTIFICAZIONE GUASTI . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 8-45
COMPONENTI ELETTRICI ELEC
EB800000

PARTE ELETTRICA
COMPONENTI ELETTRICI
1 Interruttore principale 8 Unità termica
2 Bobina di accensione 9 Unità di accensione
3 Cappuccio candela 10 Cavalletto laterale
4 Segnalatore livello carburante 11 Batteria
5 Raddrizzatore/ Regolatore 12 Relè di avviamento
6 Relè interruzione circuito avviamento 13 Relè indicatori di direzione
7 Cablaggio 14 Avvisatore acustico

8-1
SCHEMA ELETTRICO ELEC

SCHEMA ELETTRICO

8-2
SCHEMA ELETTRICO ELEC

1 Generatore C.A. 26 Avvisatore acustico


2 Raddrizzatore/ Regolatore 27 Interruttore indicatori di direzione
3 Interruttore principale 28 Interruttore avvisatore acustico
4 Batteria 29 Commutatore luci
5 Fusibile principale 30 Interruttore di consenso (Pass)
6 Relè di avviamento 31 Interruttori manubrio (sinistro)
7 Motorino di avviamento 32 Luce posizione / stop
8 Interruttore termico (avviamento a freddo automatico) 33 Luce illuminazione targa
9 Avviamento a freddo automatico 34 Indicatori di direzione posteriori
10 Unità di accensione 35 Indicatori di direzione anteriori
11 Bobina di accensione 36 Luce faro
12 Candela 37 Luce di posizione
13 Bobina di raccolta 38 Spia indicatori di direzione
14 Interruttore cavalletto laterale 39 Spia abbagliante
15 Relè interruzione circuito di avviamento 40 Luce strumentazione
16 Interruttore luci 41 Spia olio
17 Interruttore di avviamento 42 Interruttore di inizializzazione
18 Interruttore arresto motore 43 Indicatore livello carburante
19 Interruttori manubrio (destro) 44 Interruttore lamellare
20 Fusibile (ventilatore) 45 Orologio
21 Interruttore termico 46 Termometro
22 Motorino ventilatore 47 Tachimetro
23 Interruttore freno posteriore 48 Cruscotto
24 Interruttore freno anteriore 49 Trasmettitore livello carburante
25 Relè indicatori di direzione 50 Unità termica

NOTA:
 L’interruttore di avviamento è chiuso quando il pulsante (interruttore) è premuto.
 L’interruttore del cavalletto laterale è chiuso quando il cavalletto è sollevato.
 L’interruttore del freno è chiuso quando si aziona il freno.

CODICE COLORI

B Nero Y Giallo R/B Rosso/Nero


Br Marrone W Bianco R/Y Rosso/Giallo
Ch Cioccolato B/R Nero/Rosso R/W Rosso/Bianco
Dg Verde scuro Br/W Marrone/Bianco Y/R Giallo/Rosso
G Verde G/R Verde/Rosso W/G Bianco/Verde
L Blu G/Y Verde/Giallo
O Arancione L/B Blu/Nero
Sb Azzurro L/Y Blu/Giallo
P Rosa L/W Blu/Bianco
R Rosso L/R Blu/Rosso

8-3
CONTROLLO INTERRUTTORI ELEC
YP-N

CONTROLLO INTERRUTTORI
PROCEDURE DI CONTROLLO
Usando un tester tascabile, controllare gli interrutto-
ri verificando la continuità fra i loro terminali per de-
terminare se siano collegati correttamente.
Sostituire i componenti dell’interruttore se una sola
delle combinazioni possibili non dà la lettura corret-
ta.

Tester tascabile:
90890-03112

NOTA:
 Spostare l’interruttore varie volte da “ON” a
“OFF”.
 Regolare il tester tascabile sulla corretta posizio-
ne di “0” prima di controllare gli interruttori.
 Selezionare “1” Ω sul tester tascabile.

COLLEGAMENTO INTERRUTTORI ILLU-


STRATO IN QUESTO MANUALE
Il presente manuale contiene schemi di collegamen-
to, come quello qui a fianco, che illustrano i collega-
menti dei terminali degli interruttori (per esempio
l’interruttore principale, l’interruttore manubrio,
l’interruttore freno, l’interruttore luci eccetera).

La prima colonna da sinistra indica le diverse posi-


zioni dell’interruttore, la riga superiore indica i colo-
ri dei cavetti collegati ai terminali dell’interruttore.

“ ” indica terminali attraverso i quali esiste


continuità, cioè un circuito chiuso, in una data posi-
zione dell’interruttore.

In questo schema:
“Br e R” hanno continuità con l’interruttore in posi-
zione “ON”.

8-4
CONTROLLO INTERRUTTORI ELEC
YP******

POSIZIONE INTERRUTTORI E COLLEGAMENTO TERMINALI

Prima di controllare un interruttore, vedere gli schemi


illustrati sulla pagina precedente e verificare il corretto
collegamento dei terminali (circuito chiuso) secondo le Interruttore
principale
combinazioni di colori dei diagrammi.
Collegamento incerto, guasto  Riparare o sostituire.

Interruttore
freno Interruttore
posteriore freno
anteriore

Interruttore avvisatore acustico


Interruttore arresto motore

Commutatore luci
Interruttore avviamento

Interruttore di
consenso Interruttore luci

Interruttore
indicatori
di direzione

Interruttore
cavalletto
laterale

Fusibile

* Indica la posizione dei connettori.

8-5
SISTEMA DI ACCENSIONE ELEC
EB802000

SISTEMA DI ACCENSIONE
SCHEMA DEL CIRCUITO

3 Interruttore principale
4 Batteria
5 Fusibile principale
10 Unità di accensione
11 Bobina di accensione
12 Candela
13 Bobina di raccolta
14 Interruttore cavalletto laterale
18 Interruttore arresto motore

8-6
SISTEMA DI ACCENSIONE ELEC
YP802010

IDENTIFICAZIONE GUASTI
SE IL SISTEMA DI ACCENSIONE
DOVESSE SMETTERE DI FUNZIONARE
(SCINTILLA MANCATA O INTERMITTENTE)
Procedura
Controllare:
1. Fusibile (principale) 7. Resistenza bobina di raccolta
2. Batteria 8. Interruttore principale
3. Candela 9. Interruttore arresto motore
4. Distanza fra gli elettrodi della candela 10. Interruttore cavalletto laterale
5. Resistenza cappuccio candela 11. Collegamento cavi
6. Bobina accensione (di tutto il sistema di accensione)
NOTA:
D Rimuovere i seguenti componenti prima di effet-
tuare la ricerca guasti.
1) Pedana poggiapiede
2) Corpo carenatura
D Usare gli attrezzi speciali prescritti nella sezione
identificazione guasti.

Tester dinamico per scintilla:


90890-06754
Tester tascabile:
90890-03112

YP****** NON C’È CONTINUITÀ


1. Fusibile
Vedere la sezione “CONTROLLO INTERRUT-
TORI” nel CAPITOLO 8_. Sostituire il fusibile.

CONTINUITÀ
YP******
NON CORRETTO
2. Batteria
S Controllare le condizioni della batteria.
Vedere la sezione “CONTROLLO BATTERIA” S Pulire i terminali della batteria.
nel CAPITOLO 3_. S Ricaricare o sostituire la batteria.

CORRETTO
YP******

3. Candela Candela standard:


DR8ES/NGK
S Controllare le condizioni della candela.
S Controllare il tipo di candela.
S Controllare la distanza fra gli elettrodi. FUORI SPECIFICA
Vedere la sezione “CONTROLLO CANDELA”
nel CAPITOLO 3_.

Distanza elettrodi candela: Riparare o sostituire la candela


0,6 X 0,7 mm

8-7
:
SISTEMA DI ACCENSIONE ELEC
:

YP******

4. Ampiezza della scintilla


S Scollegare il cappuccio dalla candela.
S Collegare il tester dinamico per scintilla
1 Come illustrato in figura.
2 Candela
S Disporre l’interruttore principale su “ON”.
S Controllare l’ampiezza della scintilla a .
S Controllare la scintilla premendo l’interruttore
di avviamento e aumentare l’ampiezza della COME DA SPECIFICA
scintilla fin quando la scintilla viene a mancare.

Ampiezza minima della scintilla: Il sistema di accensione è efficiente.


6 mm
SCINTILLA
FUORI SPECIFICA
O ASSENTE
YP******

5. Resistenza del cappuccio candela Terminale (+) del tester 


Lato candela 1
S Rimuovere il cappuccio della candela.
Terminale (–) del tester 
S Collegare il tester tascabile (Ω  1K) al cappuc-
Lato cavo alta tensione 2
cio della candela.
NOTA:
S Nel rimuovere il cappuccio della candela, non ti-
rare il cappuccio dal cavo dell’alta tensione.
S Rimozione  Ruotare in senso antiorario.
S Collegamento  Ruotare in senso orario.
S Controllare il cavo dell’alta tensione quando si
collega il cappuccio della candela.
S Quando si collega il cappuccio della candela, ta-
gliare il cavo dell’alta tensione di circa 5 mm.

FUORI SPECIFICA
Resistenza cappuccio candela:
5 kΩ a 20_C
VALORE
CORRETTO Sostituire il cappuccio della candela.

8-8
SISTEMA DI ACCENSIONE ELEC
:

YP******

6. Resistenza bobina di accensione Terminale (+) del tester 


Terminale Rosso/Bianco 1
S Scollegare il connettore della bobina di accen-
Terminale (–) del tester 
sione dal cablaggio.
Terminale Arancione 2
S Collegare il tester tascabile (Ω 1) alla bobina
di accensione.
S Controllare la resistenza dell’avvolgimento pri-
mario.
Resistenza avvolgimento primario:
3,6 X 4,8 Ω a 20_C

Terminale (+) del tester 


Cavo candela 1
Terminale (–) del tester 
Terminale Rosso/Bianco 2

S Collegare il tester tascabile (Ω 1k) alla bobina


di accensione.
S Controllare la resistenza dell’avvolgimento se-
condario.
FUORI SPECIFICA
Resistenza avvolgimento secondario:
10,7 X 14,5 kΩ a 20_C

ENTRAMBI
Sostituire la bobina di accensione.
COME DA
SPECIFICA

8-9
SISTEMA DI ACCENSIONE ELEC
:

YP******

7. Resistenza della bobina di reccolta


S Scollegare il connettore della bobina di raccolta
dal cablaggio.
S Collegare il teter tascabile (Ω 100) al connet-
tore della bobina di raccolta.
Terminale (+) del tester 
Terminale Giallo 1
Terminale (–) del tester 
Terminale Blu 2 FUORI SPECIFICA

S Controllare la resistenza della bobina di raccolta.


Resistenza bobina di raccolta:
168 X 252 Ω a 20_C Sostituire bobina di raccolta.

COME DA
SPECIFICA
YP****** NON C’È CONTINUITÀ
8. Interruttore principale
Vedere la sezione “CONTROLLO INTERRUT-
TORI” nel CAPITOLO 8_. Sostituire l’interruttore principale.

CONTINUITÀ
YP****** NON C’È CONTINUITÀ
9. Interruttore arresto motore
Vedere la sezione “CONTROLLO INTERRUT-
TORI”. Sostituire l’interruttore manubrio destro.

CONTINUITÀ
YP****** NON C’È CONTINUITÀ
10. Interruttore cavalletto laterale
Vedere la sezione “CONTROLLO INTERRUT-
TORI”. Sostituire l’interruttore cavalletto laterale.

CORRETTO
YP******

11. Connessioni del cablaggio


CONNESSIONI DIFFETTOSE
S Controllare le connessioni dell’intero sistema di
accensione.
Vedere lo “SCHEMA DEL CIRCUITO”
Correggere.
CORRETTO

Sostituire unità di accensione.

8-10
SISTEMA DI CARICA ELEC
YP804000

SISTEMA DI CARICA
SCHEMA DEL CIRCUITO

1 Generatore C.A.
2 Raddrizzatore/ regolatore
4 Batteria
5 Fusibile principale

8-11
SISTEMA DI CARICA ELEC
YP804010

IDENTIFICAZIONE GUASTI

LA BATTERIA NON VIENE CARICATA

Procedura
Controllare:
1. Fusibile (principale) 4. Resistenza bobina statore
2. Batteria 5. Cablaggio (di tutto il sistema di carica)
3. Tensione di carica
NOTA:
D Rimuovere i seguenti componenti prima di effet-
tuare la ricerca guasti.
1) Pannelli laterali
2) Copertura codone
D Usare gli strumenti speciali prescritti nella sezio-
ne identificazione guasti.

Contagiri induttivo:
90890-03113
Tester tascabile:
90890-03112

YP****** NON C’È CONTINUITÀ


1. Fusibile
Vedere la sezione “CONTROLLO INTERRUT-
TORI”. Sostituire il fusibile.

CONTINUITÀ
YP******
NON CORRETTO
2. Batteria
S Controllare le condizioni della batteria.
Vedere la sezione “CONTROLLO BATTERIA” S Pulire i terminali della batteria.
nel CAPITOLO 3_. S Ricaricare o sostituire la batteria.

CORRETTO
:

8-12
SISTEMA DI CARICA ELEC
:

YP******

3. Tensione di carica
S Collegare il contagiri induttivo al cavo della can-
dela 1 .
S Collegare il tester tascabile (DC20V) alla batte-
ria.
Terminale (+) del tester 
Terminale (+) batteria 1
Terminale (–) del tester 
Terminale (–) batteria 2
S Misurare la tensione ai terminali della batteria.
S Accendere il motore ed accelerare fino a circa
5.000 giri/min.
S Controllare la tensione ai terminali.
Tensione di carica =
tensione misurata – tensione ai
COME DA SPECIFICA
terminali:
0,2 X 2,5 V o più
NOTA: Il circuito di carica è in ordine.
Usare una batteria completamente carica. Sostituire la batteria.

FUORI
SPECIFICA
:

8-13
SISTEMA DI CARICA ELEC
:

YP******

4. Resistenza bobina statore


S Rimuovere il connettore del generatore C.A. dal
cablaggio.
S Collegare il tester tascabile (Ω 1) alla bobina
statore.
Terminale (+) del tester  Terminale Bianco
Terminale (–) del tester  Terminale Bianco

FUORI SPECIFICA
S Misurare la resistenza della bobina statore.
Resistenza bobina statore:
0,8 X 1,0 Ω a 20_C Sostituire il raddrizzatore/regolatore.
COME DA
SPECIFICA
YP******
CONNESSIONI INCERTE
5. Connessioni del cablaggio
Controllare le connessioni dell’intero sistema di
carica. Correggere.
Vedere la sezione “SCHEMA DEL CIRCUITO”.

CORRETTO

Sostituire il raddrizzatore/regolatore.

8-14
SISTEMA AVVIAMENTO ELETTRICO ELEC
EB80300

SISTEMA AVVIAMENTO ELETTRICO


SCHEMA DEL CIRCUITO

3 Interruttore principale
4 Batteria
5 Fusibile principale
6 Relè di avviamento
7 Motorino di avviamento
14 Interruttore cavalletto laterale
15 Relè interruzione circuito di avviamento
17 Interruttore di avviamento
18 Interruttore arresto motore
23 Interruttore freno posteriore
24 Interruttore freno anteriore

8-15
SISTEMA AVVIAMENTO ELETTRICO ELEC
IDENTIFICAZIONE GUASTI

IL MOTORINO DI AVVIAMENTO NON


FUNZIONA.

Procedura
Controllare:
1. Fusibile (principale) 7. Interruttore arresto motore
2. Batteria 8. Interruttore cavalletto laterale
3. Motorino di avviamento 9. Interruttore freno anteriore/posteriore
4. Relè di avviamento 10. Interruttore avviamento
5. Relè interruzione circuito di avviamento 11. Connessioni del cablaggio (dell’intero sistema
6. Interruttore principale avviamento)
NOTA:
D Rimuovere i seguenti componento prima di effet-
tuare la ricerca guasti.
1) Pannelli laterali
2) Copertura codone
3) Scatola
D Usare gli strumenti speciali prescritti nella sezio-
ne identificazione guasti.

Tester tascabile:
90890-03112

YP****** NON C’È CONTINUITÀ


1. Fusibile
Vedere la sezione “CONTROLLO INTERRUT-
TORI” nel CAPITOLO 8_. Sostituire il fusibile.

CONTINUITÀ
YP******
NON C’È CONTINUITÀ
2. Batteria
S Controllare le condizioni della batteria.
Vedere la sezione “CONTROLLO BATTERIA” S Pulire i terminali della batteria.
nel CAPITOLO 3_. S Ricaricare o sostituire la batteria.

CORRETTA

8-16
SISTEMA AVVIAMENTO ELETTRICO ELEC
:

YP******
NON GIRA
3. Motorino di avviamento
S Collegare il terminale positivo della batteria e il
cavo del motorino di avviamento usando un cavo Riparare o sostituire il motorino di avviamento.
per cavallotto.
S Controllare il funzionamento del motorino di av-
viamento.

Un cavo usato come cavallotto deve avere una ca-


pacità equivalente o superiore a quella del termi-
GIRA nale della batteria, altrimenti potrebbe incen-
diarsi.
Questo controllo probabilmente provocherà del-
YP******
le scintille: assicurarsi pertanto che non siano
4. Relè di avviamento vicini gas o liquidi infiammabili.
S Scollegare il connettore del relè dal cablaggio.
S Collegare il tester tascabile (Ω  1) e la batteria
(12 V) ai terminali del connettore del relè.
Terminale (+) batteria 
Terminale Verde/Giallo 1
Terminale (–) batteria 
Terminale Blu/Bianco 2
S Controllare la continuità del relè di avviamento.
Terminale (+) del tester  Terminale 3
NON C’È CONTINUITÀ
Terminale (–) del tester  Terminale 4

CONTINUITÀ
YP******
Sostituire il relè di avviamento.
5. Relè interruzione circuito avviamento
S Scollegare il connettore del relè interruzione cir-
cuito avviamento dal cablaggio.
S Collegare il tester tascabile (Ω  1) e la batteria
(12 V) ai terminali del connettore del relè interru-
zione circuito avviamento.
Terminale (+) batteria  Terminale 2
Terminale (–) batteria  Terminale 4
S Controllare la continuità del relè interruzione
circuito avviamento.
NON C’È CONTINUITÀ
Terminale (+) del tester  Terminale 1
Terminale (–) del tester  Terminale 3

CONTINUITÀ Sostituire il relè interruzione del circuito di avvia-


mento.
:

8-17
SISTEMA AVVIAMENTO ELETTRICO ELEC
:

YP****** NON C’È CONTINUITÀ


6. Interruttore principale
Vedere la sezione “CONTROLLO INTERRUT-
TORI”. Sostituire l’interruttore principale.

CONTINUITÀ
YP****** NON C’È CONTINUITÀ
7. Interruttore arresto motore
Vedere la sezione “CONTROLLO INTERRUT-
TORI”. Sostituire l’interruttore manubrio detro.

CONTINUITÀ
YP****** NON C’È CONTINUITÀ
8. Interruttore cavalletto laterale
Vedere la sezione “CONTROLLO INTERRUT-
TORI”. Sostituire l’interruttore del cavalletto laterale.

CORRETTO
YP****** NON C’È CONTINUITÀ
9. Interruttore freno anteriore/posteriore
Vedere la sezione “CONTROLLO INTERRUT-
TORI” nel CAPITOLO 3_. Sostituire l’interruttore del freno.

CORRETTO
YP****** NON C’È CONTINUITÀ
10. Interruttore di avviamento
Vedere la sezione “CONTROLLO INTERRUT-
TORI”. Sostituire l’interruttore manubrio destro.

CORRETTO
YP****** CONNESSIONI INCERTE
11. Connessioni del cablaggio
S Controllare le connessioni dell’intero sistema di
avviamento. Correggere.
Vedere lo “SCHEMA DEL CIRCUITO”.

8-18
SISTEMA AVVIAMENTO ELETTRICO ELEC
MOTORINO DI AVVIAMENTO

7 Nm (0,7 mSKg)

7 Nm (0,7 mSKg)
10 Nm (1,0 mSkg)

5 Nm (0,5 mSkg)

Ordine Nome operazione/Nome parte Q.tà Note


Rimozione motorino di avviamento Rimuovere le parti in questo ordine.
Cassetta filtro aria Vedere la sezione “RIMOZIONE E INSTAL-
LAZIONE DEL MOTORE” nel CAPITOLO
1 Motorino di avviamento 1 4_.
Per l’installazione invertire la procedura di
rimozione.
Disassemblaggio motorino di Smontare i particolari in questo ordine.
avviamento 1
1 Staffa anteriore 1
2 Anello 1
3 Distanziali 1
Vedere la sezione “Assemblaggio motorino
4 Staffa posteriore 1
di avviamento”
5 Anello 1
6 Distanziali 1
7 Gruppo portaspazzole 1
8 Rotore 1
9 Statore Per l’assemblaggio invertire la procedura di
disassemblaggio.

8-19
SISTEMA AVVIAMENTO ELETTRICO ELEC
YP803034

Ispezione e riparazione
1. Esaminare:
S Commutatore
Sporco  Pulire con carta vetrata N_600.
2. Misurare:
S Diametro comutatore a

Limite usura commutatore:


27 mm

Fuori specifica  Sostituire il motorino di av-


viamento.
3. Misurare:
S Intaglio mica b

Intaglio mica:
0,7 mm

Fuori specifica  Raschiare la mica fino ad ot-


tenere il valore corretto (si può affilare una la-
ma di seghetto per darle la forma e le di men-
sioni necessarie).
NOTA:
L’isolamento in mica del commutatore va raschiato
per assicurare che il commutatore funzioni corretta-
mente.

4. Esaminare:
S Resistenza avvolgimento rotore
(isolamento/continuità)
Difetti  Sostituire il motorino.
Se il commutatore è sporco, pulire con carta
vetrata.

Buone
Cattive condizioni
condizioni
A f f  
B  f  f
f: Continuità
: Non continuità
Cattive condizioni  Sostituire.
5. Misurare:
S Lunghezza delle spazzole a
Fuori specifica  Sostituire.

Limite lunghezza spazzole:


4,0 mm

6. Misurare:
S Carico della molla delle spazzole
Snervate/fuori specifica  Sostituire il grup-
po completo.

8-20
SISTEMA AVVIAMENTO ELETTRICO ELEC

Carico dlla molla delle spazzole:


570 X 920 g

7. Esaminare:
S Cuscinetto
S Paraolio
Usura/danni  Sostituire.

YP******

Assemblaggio
Invertire la procedura di “Rimozione”.
Notare i seguenti punti.
1. Installare:
S Portaspazzole 1
NOTA:
Allineare la sporgenza a sulla sede delle spazzole
con l’intaccatura b sull’alloggia mento.

2. Installare:
S Distanziali 1
S Rotore 2

3. Installare:
S Anello 1
S Gruppo statore 2
S Distanziali 3
S Staffa anteriore 4 5 Nm (0,5 mSKg)

NOTA:
D Applicare un leggero strato di grasso al molibde-
no ai cuscinetti del motorino di avviamento.
D Allineare i riferimenti dello statore con quelli sul-
le staffe.

8-21
SISTEMA LUCI ELEC
EB804000

SISTEMA LUCI
SCHEMA DEL CIRCUITO

3 Interruttore principale
4 Batteria
5 Fusibile principale
16 Interruttore luci
29 Commutatore luci
30 Interruttore di consenso (Pass)
32 Luce di posizione / stop
33 Luce illuminazione targa
36 Proiettore
39 Luce di posizione
40 Luce cruscotto

8-22
SISTEMA LUCI ELEC
YP805010

IDENTIFICAZIONE GUASTI

PROIETTORE, SPIA ABBAGLIANTI, LUCE


DI POSIZIONE POSTERIORE, LUCE DI
POSIZIONE ANTERIORE E/O LUCE
CRUSCOTTO NON SI ACCENDONO.
Procedura
Controllare:
1. Fusibile (principale) 4. Interruttore luci
2. Batteria 5. Commutatore luci e interruttore di consenso
3. Interruttore principale (Pass)
6. Connessioni cablaggio (intero sistema luci)
NOTA:
D Rimuovere i seguenti componenti prima di proce-
dere alla ricerca guasti.
1) Copertura codone
2) Corpo carenatura
D Usare i seguenti attrezzi speciali prescritti nella
sezione identificazione guasti.

Tester tascabile:
90890-03112

YP****** NON C’È CONTINUITÀ


1. Fusibile
Vedere la sezione “CONTROLLO INTERRUT-
TORI”. Sostituire il fusibile.

CONTINUITÀ
YP******
NON CORRETTO
2. Batteria
S Controllare le condizioni della batteria.
Vedere la sezione “CONTROLLO BATTERIA” S Pulire i terminali della batteria.
nel CAPITOLO 3_. S Ricaricare o sostituire la batteria.

CORRETTO
YP****** NON C’È CONTINUITÀ
3. Interruttore principale
Vedere la sezione “CONTROLLO INTERRUT-
TORI”. Sostituire l’interruttore principale.

CONTINUITÀ
YP******
NON C’È CONTINUITÀ
4. Interruttore luci
Vedere la sezione “CONTROLLO INTERRUT-
TORI”. Sostituire l’interruttore manubrio destro.
CONTINUITÀ
:
8-23
SISTEMA LUCI ELEC
:

YP****** NON C’È CONTINUITÀ


5. Commutatore luci/Interruttore di consenso
(Pass)
Vedere la sezione “CONTROLLO INTERRUT- Sostituire l’interruttore manubrio sinistro.
TORI”.

YP******

6. Connessioni del cablaggio NON C’È CONTINUITÀ


S Controllare le connessioni dell’intero sistema
luci.
Vedere lo “SCHEMA DEL CIRCUITO”. Correggere.

Controllare le condizioni di ciascuno dei circuiti


del sistema luci.
Vedere il “CONTROLLO SISTEMA LUCI”
YP805020

CONTROLLO SISTEMA LUCI


1. Se l’abbagliante e la spia abbagliante non si accendono.
1. Lampada e portalampada NON C’È CONTINUITÀ
Vedere la sezione “CONTROLLO INTERRUT-
TORI”.
Sostituire la lampada e/o il portalampada.
CONTINUITÀ

2. Tensione
S Collegare il tester tascabile (DC20V) ai connet-
tori del faro e della spia abbagliante.
A Quando il commutatore luci è posizionato su
anabbagliante.
B Quando il commutatore luci è posizionato su
abbagliante o si preme l’interruttore di consen-
so (Pass).
Faro:
Terminale (+) del tester 
Terminale Verde 1 o Giallo 2
Terminale (–) del tester 
Terminale Nero 3
Luce spia abbagliante:
Terminale (+) del tester 
Terminale Giallo 4
Terminale (–) del tester 
Terminale Nero 5
:
8-24
SISTEMA LUCI ELEC
:
7

S Accendere l’interruttore principale.


S Portare l’interrutore luci in posizione “on”. FUORI SPECIFICA
S Disporre il commutatore luci su anabbagliante o
abbagliante.
S Premere l’interruttore di consenso (Pass). Il circuito tra l’interruttore principale e il connet-
S Controllare la tensione (12 V) sul terminale ai tore del portalampada è difettoso. Ripararlo.
connettori del portalampada.

COME DA
SPECIFICA

Il circuito è efficiente.

YP805021

2. Se la luce del cruscotto non si accende.


NON C’È CONTINUITÀ
1. Lampada e portalampada
Vedere la sezione “CONTROLLO INTERRUT-
TORI”. Sostituire lampada e/o il portalampada.

CONTINUITÀ

2. Tensione
S Collegare il tester tascabile (DC20V) al connet-
tore del portalampada.
Terminale (+) del tester 
Terminale Blu 1
Terminale (–) del tester 
Terminale Nero 2

S Accendere l’interruttore principale.


S Disporre l’interruttore luci in posizione “on” o
“guida”.
S Controllare la tensione (12 V) dei terminali sul FUORI SPECIFICA
connettore del portalampada.

COME DA Il circuito tra l’interruttore principale e il porta-


SPECIFICA lampada è difettoso. Ripararlo.

Il circuito è efficiente.

8-25
SISTEMA LUCI ELEC
YP805022

3. La luce di posizione posteriore non si accende.


NON C’È CONTINUITÀ
1. Lampada e portalampada
Vedere la sezione “CONTROLLO INTERRUT-
TORI”. Sostituire la lampada e/o il portalampada.

CONTINUITÀ

2. Tensione
S Collegare il tester tascabile (DC20V) al connet-
tore del portalampada.
Terminale (+) del tester 
Terminale Blu 1
Terminale (–) del tester 
Terminale Nero 2

FUORI SPECIFICA

S Accendere l’interruttore principale.


Il circuito tra l’interruttore principale e il porta-
S Disporre l’interruttore luci in posizione “on” o
lampada è difettoso. Ripararlo.
“guida”.
S Controllare la tensione (12 V) dei terminali sul
connettore del portalampada.

COME DA
SPECIFICA

Il circuito è efficiente.

8-26
SISTEMA LUCI ELEC
YP805023

4. La luce di posizione anteriore non si accende.


NON C’È CONTINUITÀ
1. Lampada e portalampada
Vedere la sezione “CONTROLLO INTERRUT-
TORI”. Sostituire la lampada e/o il portalampada.

CONTINUITÀ

2. Tensione
S Collegare il tester tascabile (DC20V) al connet-
tore del portalampada.
Terminale (+) del tester  Terminale Blu 1
Terminale (–) del tester  Terminale Nero 2

FUORI SPECIFICA

S Accendere l’interruttore principale.


Il circuito tra l’interruttore principale e il porta-
S Disporre l’interruttore luci in posizione “on” o
lampada è difettoso. Ripararlo.
“guida”.
S Controllare la tensione (12 V) ai terminali del
connettore del portalampada.

COME DA
SPECIFICA

Il circuito è efficiente.

8-27
SISTEMA DI SEGNALAZIONE ELEC
EB806000

SISTEMA DI SEGNALAZIONE
SCHEMA DEL CIRCUITO

3 Interruttore principale 35 Indicatori di direzione anteriori


4 Batteria 38 Spie indicatori di direzione
5 Fusibile principale 43 Indicatore livello carburante
23 Interruttore freno posteriore 49 Segnalatore livello carburante
24 Interruttore freno anteriore
25 Interruttore indicatori di direzione
26 Avvisatore acustico
27 Interruttore indicatori di direzione
28 Interruttore avvisatore acustico
33 Luce di posizione posteriore / stop
34 Indicatori di direzione posteriori

8-28
SISTEMA DI SEGNALAZIONE ELEC
YP806010

IDENTIFICAZIONE GUASTI

GLI INDICATORI DI DIREZIONE,


LA LUCE FRENO E/O LE SPIE NON SI
ACCENDONO.
L’AVVISATORE ACUSTICO NON
FUNZIONA.
Procedura
Controllare:
1. Fusibile (principale) 3. Interruttore principale
2. Batteria 4. Connessioni del cablaggio (intero sistema di se-
NOTA: gnalazione)
D Rimuovere le seguenti parti prima di effettuare la
ricerca guasti.
1) Corpo carenatura
2) Pannelli laterali
D Usare gli attrezzi speciali prescritti nella sezione
identificazione guasti.

Tester tascabile:
90890-03112

YP****** NON C’È CONTINUITÀ


1. Fusibile
Vedere la sezione “CONTROLLO INTERRUT-
TORI”. Sostituire il fusibile.

CONTINUITÀ
YP******
NON CORRETTO
2. Batteria
S Controllare le condizioni della batteria.
Vedere la sezione “CONTROLLO BATTERIA” S Pulire i terminali della batteria.
nel CAPITOLO 3_. S Ricaricare o sostituire la batteria.

CORRETTO
YP****** NON C’È CONTINUITÀ
3. Interruttore principale
Vedere la sezione “CONTROLLO INTERRUT-
TORI”. Sostituire l’interruttore principale.

CONTINUITÀ
:

8-29
SISTEMA DI SEGNALAZIONE ELEC
:

YP******

4. Cablaggio
CONNESSIONI DIFETTOSE
S Controllare le condizioni dell’intero sistema di
segnalazione.
Vedere la sezione “SCHEMA DEL CIRCUI-
TO”. Correggere.

CONTINUITÀ

Controllare le condizioni di ciascuno dei circuiti


del sistema di segnalazione.
Vedere “CONTROLLO SISTEMA DI SEGNA-
LAZIONE”.

8-30
SISTEMA DI SEGNALAZIONE ELEC
YP806020

CONTROLLO SISTEMA DI SEGNALAZIONE


1. L’avvisatore acustico non funziona. NON C’È CONTINUITÀ
1. Interruttore avvisatore acustico (HORN)
Vedere la sezione “CONTROLLO INTERRUT-
TORI”. Sostituire l’interruttore sinistro sul manubrio.

CONTINUITÀ

2. Tensione
S Collegare il tester tascabile (DC20V) al termina-
le dell’avvisatore acustico.
Terminale (+) del tester 
Terminale Marrone 1
Terminale (–) del tester  A massa sul telaio
S Porre l’interruttore principale su “ON”. FUORI SPECIFICA
S Controllare il voltaggio (12 V) sul cavo “Marro-
ne” al terminale dell’avvisatore acustico.
Il circuito tra l’interruttore principale e l’avvisa-
COME DA tore acustico è difettoso. Ripararlo.
SPECIFICA

3. Avvisatore acustico
S Collegare il tester tascabile (DC20V) al termina-
le “Rosa” dell’avvisatore acustico.
Terminale (+) del tester  Terminale Rosa 1
Terminale (–) del tester  A massa sul telaio
S Porre l’interruttore principale su “ON”.
S Controllare il voltaggio sul cavo “Rosa” al termi- NON C’È CONTINUITÀ
nale a massa sul talaio.

CONTINUITÀ Sostituire l’avvisatore acustico.

Riparare o sostituire l’avvisatore acustico.

8-31
SISTEMA DI SEGNALAZIONE ELEC
YP806022

2. La luce del freno non si accende:


NON C’È CONTINUITÀ
1. Lampada e portalampada
Vedere la sezione “CONTROLLO INTERRUT-
TORI”. Sostituire la lampada e/o il portalampada.

CONTINUITÀ
NON C’È CONTINUITÀ
2. Interruttore freno (Anteriore/Posteriore)
Vedere la sezione “CONTROLLO INTERRUT-
TORI”. Sostituire l’interruttore del freno.

CONTINUITÀ

3. Tensione
S Collegare il tester tascabile (DC20V) al connet-
tore del portalampada.
Terminale (+) del tester  Terminale Blu 1
Terminale (–) del tester  Terminale Nero 2

S Accendere l’interruttore principale. FUORI SPECIFICA


S Tirare la leva del freno.
S Controllare la tensione (12 V) del terminale
“Giallo” sul conettore del portalampada. 4. Connessioni del cablaggio
COME DA S Il circuito tra l’interruttore principale al connet-
SPECIFICA tore del portalampada è difettoso. Ripararlo.
Il circuito è efficiente. Vedere “SCHEMA DEL CIRCUITO DEL SI-
STEMA DI SEGNALAZIONE”.

8-32
SISTEMA DI SEGNALAZIONE ELEC
YP806023

3. I lampeggiatori e/o gli indicatori di direzione non lampeggiano:


NON C’È CONTINUITÀ
1. Lampada e portalampada
Vedere la sezione “CONTROLLO INTERRUT-
TORI”. Sostituire la lampada e/o il portalampada.

CONTINUITÀ
NON C’È CONTINUITÀ
2. Interruttore indicatori di direzione
Vedere la sezione “CONTROLLO INTERRUT-
TORI”. Sostituire l’interruttore manubrio sinistro.

CONTINUITÀ

3. Tensione
S Collegare il tester tascabile (DC20V) al connet-
tore del relè indicatori.
Terminale (+) del tester 
Terminale Marrone 1
Terminale (–) del tester  A massa sul telaio
S Porre l’interruttore principale su “ON”.
S Controllare il voltaggio (12 V) sul cavo “Marro- FUORI SPECIFICA
ne” al terminale del relè indicatori.

COME DA
Il circuito tra interruttore principale e connettore
SPECIFICA
del relè indicatori è difettoso. Ripararlo.

4. Tensione
S Collegare il tester tascabile (DC20V) al connet-
tore del relè indicatori.
Terminale (+) del tester 
Terminale Marrone/Bianco 1
Terminale (–) del tester  A massa sul telaio
S Porre l’interruttore principale su “ON”.
S Controllare il voltaggio (12 V) sul cavo “Marro- FUORI SPECIFICA
ne/Bianco” al terminale del relè indicatori di di-
rezione.
COME DA Il relè indicatori è difettoso. Sostituirlo.
SPECIFICA
:

8-33
SISTEMA DI SEGNALAZIONE ELEC
:

5. Tensione
S Collegare il tester tascabile (DC20V) al connet-
tore del portalampada.
Al lampeggiatore (sinistro)
Terminale (+) tester 
Terminale Cioccolato 1
Terminale (–) del tester 
Terminale Nero 3
Al lampeggiatore (destro)
Terminale (+) tester 
Terminale Verde Scuro 2
Terminale (–) del tester 
Terminale Nero 3
S Porre l’interruttore principale su “ON”.
S Spostare l’interruttore indicatori di direzione a
destra o sinistra.
S Controllare il voltaggio (12 V) sul cavo “Ciocco-
lato” e sul cavo “Verde Scuro” al terminale lam- FUORI SPECIFICA
peggiatori.

COME DA
6. Connessioni del cablaggio
SPECIFICA
S Il circuito tra l’interruttore indicatori di direzio-
Il circuito è efficiente. ne e il connettore del portalampada è difettoso.
Ripararlo.
Vedere lo “SCHEMA DEL CIRCUITO”.

8-34
SISTEMA DI SEGNALAZIONE ELEC
YP806027

4. L’indicatore livello carburante non funziona.

1. Rilevatore livello carburante


S Rimuovere il rilevatore livello carburante dal
serbatoio carburante.
S Scollegare il connettore del rilevatore carburante
dal cablaggio.
Collegare il tester tascabile (Ω 10) al termina-
le del connettore del rilevatore carburante.
Terminale (+) tester  Terminale Verde 1
Terminale (–) del tester  Terminale Nero 2
S Controllare la resistenza del rilevatore livello
carburante.
Posizione Resistenza
galleggiante prescritta FUORI SEPCIFICA
SU 3 4 X 10 Ω
GIU 4 90 X 100 Ω
ENTRAMBI COME Sostituire il rilevatore livello carburante.
DA SPECIFICA

2. Tensione
S Collegare il tester tascabile (DC20V) al connet-
tore dell’indicatore livello carburante.
Terminale (+) del tester 
Terminale Marrone 1
Terminale (–) del tester  A massa sul telaio

S Porre l’interruttore principale su “ON”. FUORI SPECIFICA


S Controllare il voltaggio (12 V) sul cavo “Marro-
ne” al terminale del rilevatore livello carburante.
COME DA Controllare le connessioni di tutto il sistema di se-
SPECIFICA gnalazione.
Vedere “CONTROLLO CONNESSIONI”.
: Vedere “SCHEMA DEL CIRCUITO”.

8-35
SISTEMA DI SEGNALAZIONE ELEC

3. Indicatore livello carburante


S Collegare il rilevatore livello carburante al ca- NOTA:
blaggio. Prima di effettuare la lettura dell’indicatore, tenere
S Spostare il galleggiante verso l’alto 1 o il basso il galleggiante fermo per più di tre minuti rispettiva-
2 . mente in posizione “SOLLEVATA” o ”ABBASA-
TA”.

S Disporre l’interruttore principale su “ON”.


S Verificare se la lancetta dell’indicatore livello NON SI SPOSTA
carburante si sposta su “F” o “E”.
Posizione galleggiante Lancetta si sposta su
Galleggiante Sostituire l’indicatore livello carburante.
“F”
“SOLLEVATO” 1
Galleggiante
“E”
“ABBASSATO” 2

SI SPOSTA

Il circuito è efficiente.

8-36
SISTEMA DI RAFFREDDAMENTO ELEC
YP80700

SISTEMA DI RAFFREDDAMENTO
SCHEMA DEL CIRCUITO

3 Interruttore principale
4 Batteria
5 Fusibile principale
20 Fusibile (ventilatore)
21 Interruttore termico
22 Motorino ventilatore
46 Termometro
50 Unità termica

8-37
SISTEMA DI RAFFREDDAMENTO ELEC
YP******

IDENTIFICAZIONE GUASTI

IL MOTORINO DEL VENTILATORE


NON GIRA.

Procedura
Controllare:
1. Fusibile (Principale, Ventilatore) 4 Motorino ventilatore (2_ controllo)
2. Batteria 5. Interruttore termico
3. Motorino ventilatore (1_ controllo) 6. Connessioni del cablaggio (intero sistema di
raffreddamento)
NOTA:
D Rimuovere le seguenti parti prima di effettuare la
ricerca guasti.
1) Pannelli laterali
2) Pedana poggiapiedi
3) Copertura inferiore
4) Far scolare il liquido refrigerante
D Usare gli attrezzi speciali prescritti nella sezione
identificazione guasti.

Tester tascabile:
90890-03112

YP****** NON C’È CONTINUITÀ


1. Fusibile
Vedere la sezione “CONTROLLO INTERRUT-
TORI”. Sostituire il fusibile.

CONTINUITÀ
YP******
NON CORRETTO
2. Batteria
S Controllare le condizioni della batteria.
Vedere la sezione “CONTROLLO BATTERIA” S Pulire i terminali della batteria.
nel CAPITOLO 3_. S Ricaricare o sostituire la batteria.

CORRETTO
YP****** NON C’È CONTINUITÀ
3. Interruttore principale
Vedere la sezione “CONTROLLO INTERRUTO-
RI”. Sostituire l’interruttore principale.

CONTINUITÀ
:

8-38
SISTEMA DI RAFFREDDAMENTO ELEC
:

YP******

4. Motorino ventilatore (1_ controllo)


S Scollegare i connettori del motorino del ventila-
tore.
S Collegare la batteria come illustrato in figura.
Morsetto (+) batteria  Terminale Blu 1
Morsetto (–) batteria  Terminale Nero 2
NON GIRA
S Controllare il funzionamento del motorino del
ventilatore.

Sostituire il motorino del ventilatore.

GIRA
YP******

5. Motorino ventilatore (2_ controllo)


S Disporre l’interruttore principale su “ON”.
S Rimuovere il terminale dell’interruttore termico
dall’interruttore.
S Collegare un cavo ponte 1 ai terminali dell’in-
terruttore termico. NON GIRA
S Disporre l’interruttore principale su “ON”.

GIRA Il circuito dalla batteria al motorino del ventilatore


YP807012
è difettoso. Ripararlo.
6. Interruttore termico
S Rimuovere l’interruttore termico dal radiatore.
S Collegare il tester tascabile (Ω  1) all’interrut-
tore termico 1 .
S Immergere l’interruttore termico nell’acqua 2 .
S Controllare la continuità dell’interruttore termi-
co.
NOTA:
Misurare le temperature col termometro 3 men-
tre si riscalda il liquido refrigerante.

8-39
SISTEMA DI RAFFREDDAMENTO ELEC
:

S Maneggiare con estrema attenzione l’inter-


ruttore termico.
Non fargli subire urti violenti e non lasciarlo
cadere. Se cade, deve essere sostituito.
S Non permettere che l’interruttore termico
tocchi il fondo del contenitore riscaldato.

FUORI SPECIFICA
Oltre 98_C 105"3_C

A Interruttore termico “CHIUSO”. Sostituire l’interruttore termico.


B Interruttore termico “APERTO”.

CORRETTO

7. Connessioni del cablaggio


CONNESSIONI DIFETTOSE
S Controllare le connessioni dell’intero sistema di
raffreddamento.
Vedere lo “SCHEMA DEL CIRCUITO”.
Correggere.

8-40
SISTEMA DI RAFFREDDAMENTO ELEC
YP807010

IDENTIFICAZIONE GUASTI

L’INDICATORE TEMPERATURA
LIQUIDO REFRIGERANTE NON SI
MUOVE, QUANDO IL MOTORE È CALDO.
Procedura
Controllare:
1. Fusibile (Principale, Ventilatore) 4. Unità termica
2. Batteria 5. Tensione
3. Interruttore principale 6. Cablaggio (di tutto il sistema di raffreddamen-
to)
NOTA:
D Rimuovere le seguenti parti prima di effettuare la
ricerca guasti.
1) Serbatoio carburante
2) Corpo carenatura
D Usare gli attrezzi speciali prescritti nella sezione
identificazione guasti.

Tester tascabile:
90890-03112

YP****** NON C’È CONTINUITÀ


1. Fusibile
Vedere la sezione “CONTROLLO INTERRUT-
TORI”. Sostituire il fusibile.

CONTINUITÀ
YP******
NON CORRETTO
2. Batteria
S Controllare le condizioni della batteria.
Vedere sezione “CONTROLLO BATTERIA” S Pulire i terminali della batteria.
nel CAPITOLO 3_. S Ricaricare o sostituire la batteria.

CORRETTO
YP****** NON C’È CONTINUITÀ
3. Interruttore principale
Vedere la sezione “CONTROLLO INTERRUT-
TORI”. Sostituire l’interruttore principale.

CONTINUITÀ
:

8-41
SISTEMA DI RAFFREDDAMENTO ELEC

YP******

4. Unità termica
S Far scolare il liquido refrigerante e rimuovere
l’unità termica dal radiatore. S Maneggiare con estrema attenzione l’unità
S Immergere l’unità termica 2 nel liquido refri- termica.
gerante 3 . Non farle subire urti violenti e non lasciarla
1 Termometro cadere. Se cade, deve essere sostituita.
S Non permettere che l’unità termica tocchi il
fondo del contenitore riscaldato.

FUORI SPECIFICA

Temp. refrigerante Resistenza


80_C 47,5 X 56,8 Ω
Sostituire l’unità termica.
100_C 26,2 X 29,3 Ω
COME DA
SPECIFICA

YP******

5. Tensione
S Collegare il tester tascabile (DC20V) al connet-
tore dell’indicatore temperatura.
Terminale (+) del tester 
Terminale Verde/Rosso 1
Terminale (–) del tester 
A massa sul telaio
S Porre l’interruttore principale su “ON”. FUORI SPECIFICA
S Controllare il voltaggio (12 V) sul terminale
dell’indicatore temperatura.

CORRETTO Il circuito tra l’interruttore principale e l’indica-


tore termperatura è difettoso. Ripararlo.
:

8-42
SISTEMA DI RAFFREDDAMENTO ELEC
:

YP******

6. Cablaggio
CONNESSIONI DIFETTOSE
S Controllare le condizioni dell’intero sistema di
raffreddamento.
Vedere la sezione “SCHEMA DEL CIRCUI-
TO”. Correggere.

CORRETTO

Sostituire l’indicatore della temperatura.

8-43
DISPOSITIVO AUTOMATICO AVVIAMENTO A FREDDO ELEC
YP******

DISPOSITIVO AUTOMATICO AVVIAMENTO A FREDDO


SCHEMA DEL CIRCUITO

3 Interruttore principale
4 Batteria
5 Fusibile principale
8 Interruttore termico (avviamento a freddo automatico)
9 Avviamento a freddo automatico
10 Unità di accensione
18 Interruttore arresto motore

8-44
DISPOSITIVO AUTOMATICO AVVIAMENTO A FREDDO ELEC
YP******

IDENTIFICAZIONE GUASTI
IL DISPOSITIVO AUTOMATICO
DI AVVIAMENTO A FREDDO NON
FUNZIONA.
Procedura
Controllare:
1. Fusibile (Principale) 5. Interruttore termico
2. Batteria 6. Resistenza unità avviamento automatico a freddo
3. Interruttore principale 7. Tensione
4. Interruttore arresto motore 8. Connessioni del cablaggio (intero sistema auto-
matico di avviamento a freddo)
NOTA:
D Rimuovere le seguenti parti prima di effettuare la
ricerca guasti.
1) Serbatoio carburante
2) Pedana poggiapiedi
3) Corpo carenatura
D Usare gli attrezzi speciali prescritti nella sezione
identificazione guasti.

Tester tascabile:
90890-03112
YP****** NON C’È CONTINUITÀ
1. Fusibile
Vedere la sezione “CONTROLLO INTERRUT-
TORI”. Sostituire il fusibile.

CONTINUITÀ
YP******
NON CORRETTO
2. Batteria
S Controllare le condizioni della batteria.
Vedere la sezione “CONTROLLO BATTERIA” S Pulire i terminali della batteria.
nel CAPITOLO 3_. S Ricaricare o sostituire la batteria.

CORRETTO
YP****** NON C’È CONTINUITÀ
3. Interruttore principale
Vedere la sezione “CONTROLLO INTERRUT-
TORI”. Sostituire l’interruttore principale.

CONTINUITÀ
YP******
NON C’È CONTINUITÀ
4. Interruttore arresto motore
Vedere la sezione “CONTROLLO INTERRUT-
TORI”. Sostituire l’interruttore manubrio destro.
CONTINUITÀ
:

8-45
DISPOSITIVO AUTOMATICO AVVIAMENTO A FREDDO ELEC
:

YP******

5. Interruttore termico
S Scollegare l’interruttore termico dal radiatore.
S Collegare il tester tascabile (Ω 1) all’interrut-
tore termico 1 .
S Immergere l’interruttore termico nel liquido re-
frigerante 2 .
S Controllare la continuità dell’interruttore termi-
co.
NOTA:
Misurare le temperature col termometro 3 men-
tre si riscalda il liquido refrigerante.

S Maneggiare con estrema attenzione l’inter-


ruttore termico.
Non fargli subire urti violenti e non lasciarlo
cadere. Se cade, deve essere sostituito.
S Non permettere che l’interruttore termico
tocchi il fondo del contenitore riscaldato.

FUORI SPECIFICA
Oltre 98_C 105"3_C

A Interruttore termico “CHIUSO”. Sostituire l’interruttore termico.


B Interruttore termico “APERTO”.

CORRETTO

8-46
DISPOSITIVO AUTOMATICO AVVIAMENTO A FREDDO ELEC
:

YP******

6. Resistenza unità avviamento a freddo


S Scollegare il connettore dell’unità avviamento
automatico a freddo dal cablaggio.
S Collegare il tester tascabile (Ω 1) al connetto-
re dell’unità avviamento a freddo.
Terminale (+) del tester  Terminale Nero 1
FUORI SPECIFICA
Terminale (–) del tester  Terminale Nero 2
Resistenza unità avviamento
automatico a freddo:
16 X 24 Ω a 20_C Sostituire l’unità avviamento a freddo.
COME DA
SPECIFICA

YP******

7. Tensione (temperatura inferiore a 68_C)


S Collegare il tester tascabile (DC20V) all’unità di
accensione.
Terminale (+) del tester 
Terminale Giallo/Rosso 1 (terminale 1)
Terminale (–) del tester  A massa sul telaio

FUORI SPECIFICA

S Disporre l’interruttore principale su “ON”, ed


accendere il motore.
S Controllare la tensione (12 V) sul cavo “Gial- Sostituire l’unità di accensione.
lo/Rosso” all’unità di accensione.

COME DA
SPECIFICA
YP******

8. Cablaggio
CONNESSIONI INCERTE
S Controllare le condizioni dell’intero sistema di
avviamento automatico a freddo.
Vedere la sezione “SCHEMA DEL CIRCUI-
TO”. Correggere.

8-47
ELEC
CAPITOLO 9
IDENTIFICAZIONE GUASTI
MANCATO AVVIAMENTO/AVVIAMENTO DIFFICILE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 9-1
SISTEMA ALIMENTAZIONE CARBURANTE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 9-1
SISTEMA DI COMPRESIONE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 9-1
SISTEMA DI ACCENSIONE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 9-2
FUNZIONAMENTO IRREGOLARE MINIMO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 9-2
FUNZIONAMENTO IRREGOLARE MINIMO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 9-2
SCARSE PRESTAZIONI A REGIMI MEDI E ALTI . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 9-3
SCARSE PRESTAZIONI A REGIMI MEDI E ALTI . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 9-3
SCARSE PRESTAZIONI DI VELOCITÀ . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 9-3
SCARSE PRESTAZIONI DI VELOCITÀ . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 9-3
FRIZIONE DIFETTOSA . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 9-4
A MOTORE ACCESO LO SCOOTER NON MARCIA . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 9-4
VELOCITÀ SCARSA . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 9-4
SCARSE PRESTAZIONI IN PARTENZA . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 9-4
SURRISCALDAMENTO O ECCESSIVO RAFFREDDAMENTO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 9-5
SURRISCALDAMENTO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 9-5
ECCESSIVO RAFFREDDAMENTO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 9-5
FRENO DIFETTOSO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 9-6
FRENATA SCARSA . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 9-6
MALFUNZIONAMENTO FORCELLA ANTERIORE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 9-6
PERDITE DI OLIO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 9-6
MALFUNZIONAMENTO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 9-6
INSTABILITÀ DELLO STERZO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 9-7
INSTABILITÀ DELLO STERZO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 9-7
MOTORINO DI AVVIAMENTO NON FUNZIONA . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 9-7
MOTORINO DI AVVIAMENTO NON FUNZIONA . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 9-7
SISTEMI DI SEGNALAZIONE E LUCE DIFETTOSI . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 9-8
IL PROIETTORE NON FUNZIONA . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 9-8
BRUCIATURA DELLA LAMPADA . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 9-8
GLI INDICATORI DI DIREZIONE NON FUNZIONANO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 9-8
GLI INDICATORI DI DIREZIONE RIMANGONO ACCESI . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 9-8
GLI INDICATORI DI DIREZIONE LAMPEGGIANO LENTAMENTE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 9-8
GLI INDICATORI DI DIREZIONE LAMPEGGIANO VELOCEMENTE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 9-8
L’AVVISATORE ACUSTICO NON FUNZIONA . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 9-8
SCHEMA ELETTRICO
TRBL
MANCATO AVVIAMENTO/AVVIAMENTO DIFFICILE SHTG
IDENTIFICAZIONE GUASTI
NOTA:
Questa sezione non tratta tutte le possibili cause di problemi, ma dovrebbe comunque essere utile come guida
nella ricerca dei guasti. Vedere la relativa procedura nel presente manuale per il controllo, la regolazione e la
sostituzione dei componenti.

MANCATO AVVIAMENTO/AVVIAMENTO DIFFICILE


SISTEMA ALIMENTAZIONE CARBURANTE
Serbatoio carburante  Infiltrazioni d’aria
 Vuoto Avviamento automatico a freddo
 Foro di sfiato tappo serbatoio carburante ostruito  Malfunzionamento del pistone di avviamento
 Carburante deteriorato o contenente acqua o ma-  Malfunzionamento della cera
teriale estraneo  Cattivo funzionamento del termistore P.T.C.
Pompa carburante  Unità di accensione guasta
 Tubo carburante ostruito  Interruttore termico guasto
 Pompa carburante ostruita Filtro aria
 Tubo depressione rotto o sistemazione sbagliata  Elemento filtro aria ostruito
del tubo  Regolazione filtro aria non corretta
Carburatore
 Carburante deteriorato o contenente acqua o ma-
teriale estraneo
 Getto minimo ostruito
 Passaggio aria ostruito
 Vite aria minimo mal regolata
 Passaggio aria minimo ostruito
 Scarsa tenuta sede valvola
 Incorretta regolazione livello carburante
 Getto avviamento ostruito
 Tubo emulsione (acqua riscaldata) ostruito

SISTEMA DI COMPRESSIONE
Cilindro e testa del cilindro Sistema valvole
 Candela allentata  Incorretta regolazione gioco valvole
 Testa del cilindro allentata  Tenuta valvole imperfetta
 Rottura guarnizione testa del cilindro  Contatto fra valvola e sede valvola non corretto
 Rottura guarnizione del cilindro  Fasatura valvole non corretta
 Cilindro usurato, danneggiato o grippato  Molla valvola rotta
Pistone e segmenti  Valvola grippata
 Pistone usurato
 Segmento usurato, snervato o rotto
 Segmento grippato
 Pistone grippato o danneggiato

9-1
TRBL
FUNZIONAMENTO IRREGOLARE AL MINIMO SHTG
SISTEMA DI ACCENSIONE
Batteria Sistema di accensione
 Batteria caricata non correttamente  Unità di accensione difettosa
 Batteria difettosa  Bobina di raccolta difettosa
Fusibile  Rottura linguetta Woodruff del magnete
 Interrotto, connessione difettosa Interruttore
Candela  Interruttore principale difettoso
 Distanza fra gli elettrodi non corretta  Interruttore arresto motore difettoso
 Elettrodi usurati  Interruttore freno anteriore e/o potseriore difetto-
 Cavo fra i terminali rotto so
 Gradazione termica errata  Interruttore cavalletto laterale difettoso
 Cappuccio candela difettoso Cablaggio
Bobina di accensione  Terminale batteria allentato
 Avvolgimento primario/secondario rotto o in  Collegamento connettore allentato
corto circuito  Messa a terra non corretta
 Cavo alta tensione difettoso  Rottura cablaggio
 Corpo bobina accensione rotto

FUNZIONAMENTO IRREGOLARE AL MINIMO


FUNZIONAMENTO IRREGOLARE AL MINIMO
Carburatore Filtro aria
 Getto minimo allentato od ostruito  Elemento filtro aria ostruito
 Giunto carburatore danneggiato Sistema di accensione
 Fermo del giunto carburatore serrato non corret-  Candela difettosa
tamente  Cavo alta tensione difettoso
 Regime minimo mal regolato (Vite minimo), (Vi-  Unità di accensione difettosa
te fermo acceleratore), (test CO)  Bobina di raccolta difettosa
 Cavo acceleratore mal regolato  Bobina di accensione difettosa
 Carburatore ingolfato Sistema valvole
Avviamento automatico a freddo  Gioco valvole mal regolato
 Stantuffo avviamento difettoso
 Funzionamento cera difettoso
 Unità di accensione difettosa
Termistore P.T.C. difettoso

9-2
SCARSE PRESTAZIONI A REGIMI MEDI E ALTI/ TRBL
SCARSE PRESTAZIONI DI VELOCITÀ SHTG
SCARSE PRESTAZIONI A REGIMI MEDI E ALTI
SCARSE PRESTAZIONI A REGIMI MEDI E ALTI
Vedere la sezione “MANCATO AVVIAMENTO/AVVIAMENTO DIFFICILE”. (Sistema carburante, sistema
elettrico, sistema compressione e valvole)
Carburatore Filtro aria
 Livello carburante mal regolato  Elemento filtro aria ostruito
 Polverizzatore principale ostruito
 Getto minimo ostruito o allentato

SCARSE PRESTAZIONI DI VELOCITÀ


SCARSE PRESTAZIONI DI VELOCITÀ
Sistema di accensione Sistema di compressione
 Candela sporca  Cilindro usurato
 Gradazione termica errata  Segmento pistone usurato o grippato
 Unità di accensione difettosa  Rottura guarnizione testa del cilindro
 Bobina di raccolta difettosa  Rottura guarnizione del cilindro
Sistema alimentazione carburante  Accumulo di depositi carboniosi
 Foro di sfiato tappo serbatoio carburante ostruito  Gioco valvole mal regolato
 Elemento filtro aria ostruito  Contatto fra valvola e sede valvola non corretto
 Getto ostruito  Fasatura valvole non corretta
 Livello carburante non regolato correttamente Frizione
 Tubo ventilazione aria carburatore posizionato  Vedere la sezione “FRIZIONE CHE SLIT-
non correttamente TA/NON STACCA”.
Olio motore
 Livello olio non corretto (troppo basso o troppo
alto)
 Qualità non corretta (olio a bassa viscosità)
 Deterioramento
 Passaggio olio ostruito
Freni
 Strisciamento in fase di riposo

9-3
TRBL
FRIZIONE DIFETTOSA SHTG
FRIZIONE DIFETTOSA
A MOTORE ACCESO, LO SCOOTER NON MARCIA
Cinghia trapezoidale SCARSE PRESTAZIONI DI
 Usurata/deformata/slitta VELOCITÀ
Camma, cursore Cinghia trapezoidale
 Usurata/danneggiata  Usurata
Molla di compressione  Sporca d’olio
 Danneggiata Peso (rullo)
Ingranaggi  Usurato/funzionamento difettoso
 Danneggiati Puleggia primaria/secondaria
 Usurata

LA FRIZIONE SLITTA
Molla peso frizione
 Usurata/allentata
Ganascia frizione
 Usurata/danneggiata
Puleggia primaria mobile
 Grippata

SCARSE PRESTAZIONI IN PARTENZA


Cinghia trapezoidale
 Slitta/sporca di olio
Puleggia primaria mobile
 Funzionamento non corretto
 Danneggiata
Molla di compressione
 Usurata/allentata
Puleggia secondaria mobile
 Funzionamento non corretto
 Scanalatura spina guida usurata
 Spina guida usurata
Ganascia frizione
 Usurata/deformata

9-4
SURRISCALDAMENTO O TRBL
ECCESSIVO RAFFREDDAMENTO SHTG
SURRISCALDAMENTO O ECCESSIVO RAFFREDDAMENTO
SURRISCALDAMENTO ECCESSIVO RAFFREDDAMENTO
Sistema di accensione Sistema di raffreddamento
 Distanza fra gli elettrodi non corretta  Ventilatore difettoso
 Gradazione termica candela non corretta  Termostato difettoso
 Unità di accensione difettosa  Interruttore termico difettoso
Sistema alimentazione carburante
 Regolazione carburatore non corretta
 Regolazione livello carburante non corretta
 Elemento filtro aria ostruito
Sistema di compressione
 Accumulo di depositi carboniosi
 Fasatura valvole regolata non correttamente
 Gioco valvole regolato non correttamente
Olio motore
 Livello olio motore non corretto
 Qualità olio motore non corretta (elevata viscosi-
tà)
 Qualità olio motore scarsa
Freni
 Rimane frenato anche in posizione di riposo
Sistema di raffreddamento
 Motorino ventilatore guasto
 Termostato difettoso
 Interruttore termico difettoso
 Livello liquido refrigerante non corretto (troppo
basso)
 Radiatore difettoso (ostruito, danneggiato)
 Tappo radiatore difettoso
 Guasto all’ingranaggio dell’albero della girante
(deformazioni della spina di centraggio o dell’in-
granaggio)
 Albero della girante danneggiato
 Connettore motorino ventilatore scollegato

9-5
FRENO DIFETTOSO/ TRBL
MALFUNZIONAMENTO FORCELLA ANTERIORE SHTG
FRENO DIFETTOSO MALFUNZIONAMENTO
SCARSO EFFETTO FRENANTE FORCELLA ANTERIORE
Freno anteriore PERDITE DI OLIO
 Pastiglie freno usurate  Stelo deformato, danneggiato o arrugginito
 Disco freno usurato  Gambale danneggiato o fessurato
 Aria nel liquido freno  Bordo paraolio danneggiato
 Perdite di liquido dal circuito  Bullone esagonale allentato
 Pompa freno difettosa  Anello di tenuta OR del tappo danneggiato
 Elementi di tenuta della pinza difettosi MALFUNZIONAMENTO
 Bullone di collegamento allentato  Stelo deformato
 Tubazione freno rotta  Gambale deformato
 Pastiglie freno sporche di olio o grasso  Molla forcella danneggiata
 Disco freno sporco di olio o grasso  Cilindro deformato
Freno posteriore  Viscosità olio non corretta (eccessiva)
 Regolazione leva freno non corretta  Livello olio non corretto
 Ganasce freno usurate
 Contatto ganasce freno non corretto
 Albero camma freno usurato
 Tamburo freno usurato
 Presenza di fango o acqua all’interno del tamburo
freno
 Guarnizioni freno sporche di olio o grasso
 Cavo freno difettoso
 Molla di tensione rotta o snervata
 Albero camma, leva camma difettosi

9-6
INSTABILITÀ DELLO STERZO/ TRBL
MOTORINO DI AVVIAMENTO NON FUNZIONA SHTG
INSTABILITÀ DELLO STERZO MOTORINO DI AVVIAMENTO
INSTABILITÀ DELLO STERZO NON FUNZIONA
Manubrio MOTORINO DI AVVIAMENTO NON
 Bullone fissaggio manubrio allentato FUNZIONA
Sterzo Batteria
 Dado starzo lento o troppo serrato  Capacità batteria insufficiente
 Piastra inferiore deformata  Batteria difettosa
 Cuscinetto o pista danneggiati Fusibile
Forcella anteriore  Interrotto, connessione difettosa
 Livelli olio diversi nei due bracci Interruttore
 Rottura della molla forcella  Interruttore principale difettoso
 Forcella anteriore storta  Interruttore cavalletto laterale difettoso
Ruote  Interruttore freno anteriore e/o posteriore difetto-
 Equilibratura ruote non corretto so
 Cerchione ruota deformato  Relè interruzione circuito di avviamento difettoso
 Pneumatici consumati in modo irregolare  Relè avviamento difettoso
 Pressione pneumatici non corretta Cablaggio
 Cuscinetto allentato  Terminale batteria allentato
 Perno ruota piepato o allentato  Collegamento connettore allentato
Telaio  Messa a terra non corretta
 Deformato  Rottura cablaggio
 Cuscinetti asse sterzo danneggiati Motorino di avviamento
Forcellone posteriore  Spazzole usurate
 Cuscinetti rotti  Commutatore difettoso
 Forcellone posteriore deformato  Rottura del rotore
Ammortizzatore posteriore Motore
 Molla snervata  Motore grippato
 Carico molla regolato non correttamente
 Perdite olio
Carenatura
 Danneggiata
 Montaggio non corretto

9-7
TRBL
SISTEMI DI SEGNALAZIONE E LUCI DIFETTOSI SHTG
SISTEMI DI SEGNALAZIONE E LUCI DIFETTOSI
PROIETTORE NON SI ACCENDE INTERMITTENZA LAMPEGGIATORI
 Lampada non corretta LENTA
 Sovraccarico di accessori elettrici  Relè lampeggiatore difettoso
 Difficoltà di ricarica  Capacità batteria insufficiente
 Raddrizzatore/regolatore difettoso (quasi del tutto scarica)
 Batteria difettosa  Lampada non corretta
 Connettore, terminali, cablaggio collegati non  Interruttore principale e/o interruttore indicatori
correttamente di direzione difettosi
 Messa a terra non corretta INTERMITTENZA LAMPEGGIATORI
 Interruttore principale o interruttore luci (com- VELOCE
mutatore) difettoso  Lampada non corretta
 Lampada esaurita  Relè lampeggiatori difettoso
LAMPADA BRUCIATA AVVISATORE ACUSTICO NON SUONA
 Lampada non corretta  Batteria difettosa
 Batteria difettosa  Fusibile difettoso
 Raddrizzatore/regolatore difettoso  Interruttore principale e/o interruttore avvisatore
 Messa a terra non corretta acustico difettosi
 Interruttore principale difettoso  Regolazione avvisatore acustico non corretta
 Lampada esaurita  Avvisatore acustico difettoso (bobina bruciata,
LAMPEGGIATORE NON LAMPEGGIA connettore)
 Messa a terra non corretta  Rottura cablaggio
 Capacità batteria insufficiente
 Fusibile difettoso
 Interruttore indicatori direzione difettoso
 Relè lampeggiatore difettoso
 Rottura cablaggio, connettore mal collegato
 Lampada bruciata
LAMPEGGIATORE RIMANE ACCESO
 Relè lampeggiatore difettoso
 Capacità batteria insufficiente
(quasi del tutto scarica)
 Lampada bruciata (anteriore o posteriore)

9-8
SCHEMA ELETTRICO YP250

1. Generatore C.A.
2. Raddrizzatore / Regolatore
3. Interruttore principale
4. Fusibile principale
5. Batteria
6. Relè avviamento
7. Motorino avviamento
8. Interruttore termico (avviamento a freddo automatico)
9. Avviamento a freddo automatico
10. Unità di accensione
11. Bobina di accensione
12. Candela
13. Bobina di raccolta
14. Interruttore laterale
15. Relè interruzione circuito di avviamento
16. Interruttore luci
17. Interruttore avviamento
18. Interruttore arresto motore
19. Interruttori manubrio (destro)
20. Fusibile (ventilatore)
21. Interruttore termico
22. Motorino ventilatore
23. Interruttore freno posteriore
24. Interruttore freno anteriore
25. Relè lampeggiatori
26. Avvisatore acustico
27. Interruttore indicatori direzione
28. Interruttore avvisatore acustico
29. Commutatore luci
30. Interruttore di consenso (Pass)
31. Interruttori manubrio (sinistro)
32. Luce posizione posteriore / stop
33. Luce targa
34. Indicatori di direzione posteriori
35. Indicatori di direzione anteriori
36. Proiettore
37. Luce di posizione
38. Spie indicatori direzione
39. Spia abbagliante
40. Luci cruscotto
41. Spia olio
42. Tasto azzeramento
43. Indicatore livello carburante
44. Interruttore lamellare
45. Orologio
46. Termometro
47. Tachimetro
48. Cruscotto
49. Trasmettitore livello carburante
50. Unità termica

CODICECOLORI
B ........ Nero Br / W . . . . . Marrone / Bianco
Br . . . . . . . Marrone G/R. . . . . . Verde / Rosso
Ch . . . . . . . Cioccolato G / Y. . . . . . Verde / Giallo
Dg . . . . . . . Verde scuro L/B . . . . . . Blu / Nero
G........ Verde L/Y . . . . . . Blu / Giallo
L ........ Blu L/W . . . . . Blu / Bianco
O........ Arancione L/R . . . . . . Blu / Rosso
Sb . . . . . . . Azzurro R/B . . . . . . Rosso / Nero
P ........ Rosa R/Y. . . . . . Rosso / Giallo
R ........ Rosso R/W . . . . . Rosso / Bianco
Y........ Giallo Y/W . . . . . Giallo / Bianco
W ....... Bianco W/G . . . . . Bianco / Verde
B/R . . . . . . Nero / Rosso