Sei sulla pagina 1di 327

EB000000

XVS650
MANUALE DI RIPARAZIONE
1996 da Yamaha Motor Co. Ltd.
Prima edizione, Settembre 1996
Tutti i diritti sono riservati.
Ogni riproduzione o utilizzazione
senza il permesso scritto
della Yamaha Motor Co., Ltd.
sono espressamente proibite.
EB001000

AVVERTENZA
Questo manuale è stato preparato dalla Yamaha Motor Company soprattutto per essere usato dai concessionari
Yamaha e dai loro meccanici specializzati. Non è possibile inserir in un manuale tutte le nozioni di meccanica,
pertanto si presuppone che chiunque consulti questo manuale per eseguire operazioni di manutenzione e di ripa-
razione sulle motociclette Yamaha abbia una conoscenza di base delle nozioni di meccanica e delle procedure di
riparazione delle motociclette. Riparazioni effettuate da personale inesperto possono rendere la motocicletta in-
sicura e pericolosa da usarsi.
La Yamaha Motor Company, Ltd. cerca continuamente di migliorare i suoi modelli. Le modifiche e i cambia-
menti importanti nelle caratteritiche delle procedure verranno comunicate a tutti i concessionari autorizzati Ya-
maha e verranno incorporate nelle future edizioni di questo manuale quando disponibili.
NOTA:
Le illustrazioni e le caratteristiche tecniche possono essere modificate senza preavviso.

INFORMAZIONI IMPORTANTI
In questo manuale le informazioni particolarmente importanti sono contraddistinte dalle seguenti annotazioni.

Il simbolo di avviso sicurezza significa ATTENZIONE! STARE ATTENTI! LA


VOSTRA SICUREZZA PERSONALE È COINVOLTA!

Il mancato rispetto nel seguire le istruzioni AVVERTENZA può causare seri danni o
morte al motociclista, alle persone che stanno nei paraggi o alle persone che
ispezionano o riparano la motocicletta.

CAUTELA: Una CAUTELA indica che devono essere prese delle precauzioni particolari per
evitare di danneggiare la motocicletta.

NOTA: Una NOTA fornisce informazioni importanti per rendere le procedure più facili o più
chiare.
EB002000

COME USARE QUESTO MANUALE


STRUTTURA DEL MANUALE
Questo manuale è organizzato in capitoli che trattano gli argomenti principali. (Vedere “Simbologia”).
Primo titolo 1 : Questo è il titolo del capitolo con il suo simbolo riportato nell’angolo superiore destro di ogni
pagina.
Secondo titolo 2 : Questo titolo identifica la sezione del capitolo e compare solo sulla prima pagina di ogni
sezione. È posizionato nell’angolo superiore sinistro della pagina.
Terzo titolo 3 : Questo titolo indica una sotto-sezione che viene seguita da procedure passo-passo corredate
dalle corrispondenti illustrazioni.

VISTE ESPLOSE
Per aiutare nell’identificazione delle parti e per chiarire la sequenza delle procedure, all’inizio di ogni sezione di
rimozione e smontaggio sono inserite delle viste esplose.
1. Una vista esplosa di facile comprensione 4 viene fornita per ogni operazione di rimozione e smontaggio.
2. I numeri 5 sono assegnati alla sequenza delle operazioni nella vista esplosa. Un numero incluso in un cer-
chio indica una fase dello smontaggio.
3. I simboli 6 indicano in modo immediato e di facile lettura la spiegazione di una operazione e le note.
Il significato dei simboli è elencato nella pagina seguente.
4. Per i bulloni e le viti che richiedono un valore particolare della coppia di serraggio vengono fornite le dimen-
sioni e il numero identificatore della parte 7 .
5. Una tavola delle istruzioni operative 8 è allegata alla vista esplosa e fornisce la sequenza delle operazioni, il
nome dei componenti, le note sulle operazioni, ecc.
EB003000

1 2 SIMBOLOGIA
I simboli da 1 a 9 si trovano su ogni pagina a de-
stra in alto ed indicano il soggetto di ogni capitolo.

3 4 1 Informazioni generali
2 Dati tecnici
3 Controlli e regolazioni periodiche
4 Motore
5 Sistema di raffreddamento
6 Carburazione
5 6
7 Telaio
8 Impianto elettrico
9 Ricerca guasti

7 8

9 10 I simboli da 10 a 17 identificano le specifiche che


compaiono nel testo.
10 Manutenzione possibile con motore installato
11 Rabbocco di liquido
12 Lubrificante
11 12 13 Attrezzo speciale
14 Coppia di serraggio
15 Limite di usura, gioco
16 Velocità motore
17 Ω, V, A
13 14

15 16 17

I simboli da 18 a 23 nelle viste esplose indicano i tipi


di lubrificante ed i punti di lubrificazione.
18 19 20
18 Applicare olio motore
19 Applicare olio per cambio
20 Applicare olio al bisolfuro di molibdeno
21 Applicare grasso per cuscinetti ruote
22 Applicare grasso a bassa densità a base di sapone di
21 22 23 litio
23 Applicare grasso al bisolfuro di molibdeno

I simboli 24 e 25 nelle viste esplose indicano i punti


in cui applicare il liquido di bloccaggio 24 e in quale
24 25 caso montare dei nuovi componenti 25 .
24 Applicare un liquido bloccante (LOCTITE)
25 Sostituire
E004000

INDICE DEI CAPITOLI


INFORMAZIONI GENERALI GEN
INFO 1
DATI TECNICI SPEC
2
CONTROLLI E REGOLAZIONI
PERIODICHE INSP
ADJ 3
REVISIONE DEL MOTORE ENG
4
CARBURAZIONE CARB
5
TELAIO CHAS
6
IMPIANTO ELETTRICO ELEC
7
RICERCA GUASTI TRBL
SHTG 8
GEN
INFO
CAPITOLO 1
INFORMAZIONI GENERALI

IDENTIFICAZIONE DEL MOTOCICLO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 1-1


NUMERO DI IDENTIFICAZIONE DEL VEICOLO . . . . . . . . . . . . . . . . 1-1
PIASTRINA DEL MODELLO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 1-1

INFORMAZIONI IMPORTANTI . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 1-2


PREPARATIVI PER LO SMONTAGGIO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 1-2
PARTI DI RICAMBIO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 1-2
GUARNIZIONI, PARAOLI E ANELLI DI TENUTA . . . . . . . . . . . . . . . . 1-2
RONDELLE ELASTICHE/PIASTRINE E COPPIGLIE . . . . . . . . . . . . . 1-3
CUSCINETTI E PARAOLI . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 1-3
ANELLI ELASTICI . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 1-3

VERIFICA DEI CONNETTORI . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 1-4

ATTREZZI SPECIALI . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 1-5


GEN
INFO
GEN
IDENTIFICAZIONE DEL MOTOCICLO INFO
EB100000

INFORMAZIONI GENERALI
IDENTIFICAZIONE DEL
MOTOCICLO
EB100010

NUMERO DI IDENTIFICAZIONE DEL


VEICOLO
Il numero di identificazione del veicolo 1 è stampa-
to sul lato destro del cannotto sterzo.

PIASTRINA DEL MODELLO


La piastrina che riporta il modello 1 è fissata al te-
laio. Questa informazione è necessaria per ordinare i
pezzi di ricambio.

1-1
GEN
INFORMAZIONI IMPORTANTI INFO
EB101000

INFORMAZIONI IMPORTANTI
PREPARATIVI PER LO SMONTAGGIO
1. Prima della rimozione e dello smontaggio to-
glier completamente lo sporco, il fango, la pol-
vere e materiale estraneo.

2. Usare attrezzi e mezzi di pulizia adatti. Fare ri-


ferimento alla sezione “ATTREZZI SPECIA-
LI”.
3. Quando si smonta il motociclo, tenere insieme
le parti accoppiate tra di loro: ingranaggi, cilin-
dri, pistoni e le altre parti che si sono “adattate”
l’una all’altra attraverso la normale usura.
Tali parti devono essere utilizzate di nuovo in-
sieme o sostituite completamente.
4. Durante lo smontaggio del motociclo, pulire
tutte le parti e porle in contenitori nell’ordine di
smontaggio. Questo rende più veloce il rimon-
taggio ed aiuta ad assicurare che tutte le parti
siano montate correttamente.
5. Tenere tutte le parti lontane dal fuoco e da fonti
di calore.

PARTI DI RICAMBIO
1. Usare solo parti originali Yamaha per tutte le so-
stituzioni. Per tutte le lubrificazioni usare olio e
grasso raccomandati dalla Yamaha. I prodotti di
altre marche potrebbero sembrare uguali nella
forma e nel funzionamento ma essere di qualità
inferiore.

GUARNIZIONI, PARAOLI E ANELLI DI


TENUTA
1. Quando il motore viene revisionato, devono
essere sostituite tutte le guarnizioni, i paraoli e
gli anelli di tenuta. Bisogna pulire tutti i piani di
giunzione, i bordi dei paraoli e gli anelli di
tenuta.
2. Durante il riassemblaggio oliare correttamente
tutte le parti d’accoppiamento e tutti i cuscinetti.
Applicare del grasso ai bordi dei paraoli.

1-2
GEN
INFORMAZIONI IMPORTANTI INFO
EB101030

RONDELLE ELASTICHE/PIASTRINE
E COPPIGLIE
1. Tutte le rondelle elastiche/piastrine 1 e le cop-
piglie devono essere sostituite quando vengono
tolte. Le linguette di bloccaggio devono essere
ripiegate contro i piani del bullone o del dado
dopo che il bullone o il dado sono stati corretta-
mente serrati.

EB101040

CUSCINETTI E PARAOLI
1. Montare i cuscinetti e i paraoli in modo che il
marchio o i numeri di fabbricazione siano visi-
bili. Quando si installano i paraoli, applicare un
leggero velo di grasso a base di litio a bassa den-
sità sui loro bordi. Quando si installano i cusci-
netti, oliarli abbondantemente.
1 Paraolio
CAUTELA:
Non usare aria compressa per asciugare i cusci-
netti. Ciò danneggerebbe le loro superfici.

1 Cuscinetto

EB101050

ANELLI ELASTICI
1. Prima del rimontaggio controllare attentamente
tutti gli anelli elastici. In caso di smontaggio so-
stituire sempre gli anelli elastici dello spinotto
del pistone. Sostituire gli anelli deformati.
Quando si installa un anello elastico 1 , con-
trollare che il bordo con lo spigolo vivo 2 si
trovi sul lato opposto alla direzione dello sforzo
3 . Vedere la vista in sezione.
4 Albero

1-3
GEN
VERIFICA DEI CONNETTORI INFO
EB801000

VERIFICA DEI CONNETTORI


Controllare che i connettori non presentino macchie,
tracce di ruggine, umidità, ecc.
1. Scollegare:
 Connettore
2. Controllare:
 Connettore
Umidità  Asciugare tutti i terminali con un
getto di aria compressa.
Macchie/ruggine  Collegare e scollegare i
terminali più volte.
3. Controllare:
 I terminali dei connettori
Allentamento  Piegare leggermente la lin-
guetta 1 e collegare i terminali.

4. Collegare:
 I terminali del connettore
NOTA:
I due terminali si uniscono con un “click”.

5. Controllare:
 Continuità elettrica (con l’uso di un tester ta-
scabile)
NOTA:
 Se non c’è continuità elettrica, pulire i terminali.
 Quando si controlla il cablaggio eseguire sempre
le operazioni da 1 a 3.
 Come soluzione immediata usare uno spray di-
sossidante dei contatti che puó essere reperito nei
principali negozi di ricambi.
 Controllare il connettore con un tester tascabile
come illustrato.

1-4
GEN
ATTREZZI SPECIALI INFO
EB102001

ATTREZZI SPECIALI
Per un montaggio ed una messa a punto completa ed accurata sono necessari i seguenti attrezzi speciali. L’uso
degli attrezzi speciali evita possibili danni che potrebbero derivare da attrezzi inadatti o da tecniche improvvisa-
te. Gli attrezzi speciali possono variare nella forma e nel codice di identificazione da nazione a nazione. In tal
caso vengono forniti in due versioni.
Quando si ordinano gli attrezzi, bisogna fare riferimento all’elenco riportato di seguito per evitare errori.

Codice attrezzo Nome dell’attrezo/modo d’uso Illustrazione

Peso Bullone del martello a scorrimento/peso


90890-01084
Bullone Questi attrezzi si usano per rimuovere
90890-01085 l’albero dei bilancieri.
Banda di misura gioco ingranaggi finali

90890-01231
Questo attrezzo è necessario quando si
misura il gioco finale tra gli ingranaggi.
Estrattore dello spinotto del pistone

90890-01304
Questo attrezzo serve per rimuovere lo
spinotto del pistone.
Indicatore livello carburante

90890-01312
Viene usato per misurare il livello del carburante
nella vaschetta del galleggiante.

Chiave a T Chiave a T/fermo per stelo ammortizzatore


90890-01326 Questi attrezzi si usano per allentare e stringere
Fermo il bullone di bloccaggio dello stelo
90890-01388 dell’ammortizzatore della forcella.

Estrattore Estrattore/adattatore per volano


90890-01362
Adattatore
90890-04089 Questi attrezzi servono per rimuovere il rotore.

Peso Peso guida paraolio forcella/adattatore


90890-01367 Questi attrezzi si usano quando si installano la
Adattatore boccola metallica, il paraolio e il parapolvere
90890-01381 della forcella.
Chiave per ghiera

90890-01403
Questo attrezzo si usa per allentare e serrare la
ghiera dello sterzo.

1-5
GEN
ATTREZZI SPECIALI INFO
Codice attrezzo Nome dell’attrezzo/ modo d’uso Illustrazione
Fermo per puleggia

90890-01701
Questo attrezzo serve a bloccare il rotore quando
si toglie o si installa il bullone del rotore.
Manometro

90890-03081
Questo strumento viene usato per misurare la
compressione del motore.
Vacuometro

90890-03094
Questo strumento serve per sincronizzare il
carburatore.
Tester tascabile

90890-03112
Questo strumento serve per controllare
l’impianto elettrico.
Contagiri motore

90890-03113
Questo strumento serve per misurare il numero
di giri del motore.
Lampada stroboscopica

90890-03141
Questo attrezzo è necessario per verificare la
fasatura dell’accensione.
Estrattore e installatore guida valvola

90890-04018
Questo attrezzo serve per rimuovere ed installare
la guida valvola.
Compressore per molla della valvola

90890-04019
Questo attrezzo è necessario per rimuovere ed
installare i gruppi valvola.
Chiave per fermo cuscinetto

90890-04050 Questo attrezzo si usa per la rimozione o


installazione del cuscinetto finale dell’albero
primario.

1-6
GEN
ATTREZZI SPECIALI INFO
Codice attrezzo Nome dell’attrezzo/modo d’uso Illustrazione
Chiave per fermo cuscinetto

90890-04057 Questo attrezzo si usa per la rimozione o


installazione del cuscinetto intermedio
dell’albero secondario.
Guida Guida per cuscinetto intermedio albero di
90890-04058 trasmissione.
Installatore/estrattore piano per cuscinetto
Installatore/
Questi attrezzi si usano quando si toglie o si
estrattore installa il cuscinetto principale dell’albero di
90890-04074 trasmissione.
Strumento bloccaggio universale per giunto

90890-04062 Questo attrezzo si usa quando si smonta o si


installa il bullone del pignone condotto del
cambio.
Attrezzo per la misura del gioco tra gli
ingranaggi intermedi
90890-04080
Questo attrezzo è necessario per la regolazione
del gioco degli ingranaggi.
Staffa universale per bloccaggio frizione

90890-04086 Questo attrezzo si usa per bloccare la frizione


mentre si toglie o si installa il dado del mozzo
frizione.
Compressore molla dell’ammortizzatore

90890-04090
Questo attrezzo è necessario per smontare
e rimontare la molla dell’ammortizzatore.
Tester controllo accensione

90890-06754
Questo strumento è necessario per controllare i
componenti del sistema di accensione.
Sigillante Yamaha No. 1215

90890-85505
Questo sigillante (adesivo) viene usato per le
superfici di contatto del carter, ecc.

1-7
GEN
INFO
SPEC
CAPITOLO 2
DATI TECNICI

CARATTERISTICHE GENERALI . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 2-1

CARATTERISTICHE DI MANUTENZIONE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 2-4


MOTORE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 2-4
TELAIO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 2-13
IMPIANTO ELETTRICO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 2-17

SPECIFICHE GENERALI DELLE COPPIE DI SERRAGGIO . . . . . . . . 2-19

PUNTI DI LUBRIFICAZIONE E TIPO DI LUBRIFICANTE . . . . . . . . . 2-20


MOTORE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 2-20
TELAIO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 2-21

SCHEMI DI LUBRIFICAZIONE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 2-22

PERCORSO CAVI . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 2-26


SPEC
CARATTERISTICHE GENERALI SPEC

SPECIFICHE
CARATTERISTICHE GENERALI

Particolare Standard
Codice del modello XVS650: 4VR1, 4VR2
Dimensioni:
Lunghezza massima 2,340 mm
Larghezza massima 880 mm
Altezza massima 1,065 mm
Altezza sella 695 mm
Interasse 1,610 mm
Altezza minima da terra 140 mm
Raggio minimo di sterzata 3,100 mm
Peso base:
Con olio e serbatoio carburante pieno 227 kg
Motore:
Tipo di motore 4 tempi, raffreddamento ad aria, SOHC
Disposizione dei cilindri 2 cilindri a “V”
Cilindrata 649 cm3
Alesaggio  corsa 81  63 mm
Rapporto di compressione 9:1
Pressione di compressione (STD) 1.000 kPa (10 kg/cm2, 10 bar) a 300 giri/min
Sistema di avviamento Avviamento elettrico
Sistema di lubrificazione: Con recupero olio nella coppa
Tipo o gradazione olio:
Olio motore
Temp. C

Standard API: API SE o gradazione superiore


Olio trasmissione finale: SAE 80 API “GL-4”, Olio per Ingranaggi Elicoidali
Quantità d’olio:
Olio motore
Sostituzione periodica 2,6 L
Con sostituzione filtro olio 2,8 L
Capacità totale 3,2 L
Olio trasmissione finale
Capacità totale 0,19 L
Filtro aria: Elemento filtrante a secco
Carburante:
Tipo Benzina normale senza piombo
Capacità serbatoio carburante 16 L
Riserva carburante 3,0 L
2-1
CARATTERISTICHE GENERALI SPEC

Particolare Standard
Carburatore:
Tipo/quantità BDS28/2
Costruttore MIKUNI
Candela:
Tipo DPR7EA-9/X22EPR-U9
Costruttore NGK/DENSO
Distanza elettrodi 0,8 X 0,9 mm
Tipo di frizione: A dischi multipli in bagno d’olio
Trasmissione:
Sistema di riduzione primaria Ingranaggi cilindrici
Rapporto di riduzione primaria 68/38 (1,789)
Sistema di riduzione secondaria Trasmissione ad albero
Rapporto di riduzione secondaria 19/18 32/11 (3,071)
Tipo di trasmissione A 5 velocità sempre in presa
Azionamento A pedale sul lato sinistro
Rapporto di riduzione 1a 38/14 (2,714)
2a 38/20 (1,900)
3a 35/24 (1,458)
4a 28/24 (1,167)
5a 29/30 (0,967)
Telaio:
Tipo di struttura A doppia culla
Angolo di incidenza 35
Avancorsa 153 mm
Pneumatici:
Tipo Con camera d’aria
Misura anteriore 100/90-19 57S
posteriore 170/80-15M/C 77S
Costruttore anteriore BRIDGESTONE/DUNLOP
posteriore BRIDGESTONE/DUNLOP
Tipo anteriore L309/F24
posteriore G546/K555
Carico massimo – motociclo escluso: 180 kg
Pressione di gonfiaggio (a freddo):
carico 0 – 90 kg *
anteriore 200 kPa (2,00 kg/cm2, 2,00 bar)
posteriore 225 kPa (2,25 kg/cm2, 2,25 bar)
carico 90 kg – massimo ammissibile *
anteriore 200 kPa (2,00 kg/cm2, 2,00 bar)
posteriore 250 kPa (2,50 kg/cm2, 2,50 bar)
* Per carico si intende il peso totale del bagaglio,
del guidatore, del passeggero e degli accessori.
Freno:
Freno anteriore tipo A disco singolo
comando Leva sulla destra del manubrio
Freno posteriore tipo A tamburo
comando Pedale sul lato destro

2-2
CARATTERISTICHE GENERALI SPEC

Particolare Standard
Sospensioni:
Sospensione anteriore Forcella telescopica
Sospensione posteriore Forcellone (tipo monocross)
Ammortizzatore:
Ammortizzatore anteriore Molla a spirale/Smorzatore ad olio
Ammortizzatore posteriore Molla a spirale/Smorzatore a olio e gas
Corsa ruota:
Corsa ruota anteriore 140 mm
Corsa ruota posteriore 86 mm
Impianto elettrico:
Sistema di accensione T.C.I. (digitale)
Generatore A magnete, CA
Tipo di batteria GT12B-4
Capacità della batteria 12 V 10 AH
Tipo di proiettore: Lampada al quarzo (alogena)
Potenza delle lampade/quantità:
Proiettore 12 V 60 W/55 W
Fanale posteriore/Freno 12 V 5 W/21 W
Indicatore di direzione 12 V 21 W  4
Luce di posizione 12 V 4 W  1
Illuminazione targa 12 V 5 W  1
Luce cruscotto 12 V 1,7 W  1
Spia di folle 12 V 3 W  1
Spia abbaglianti 12 V 1,7 W  1
Spia indicatori di direzione 12 V 3 W  1

2-3
CARATTERISTICHE DI MANUTENZIONE SPEC

CARATTERISTICHE DI MANUTENZIONE
MOTORE

Particolare Standard Limite


Testa cilindro:
Limite di deformazione SSS 0,03 mm

Cilindro:
Alesaggio 80,945 X 80,995 mm 81,1 mm
Punto di misura* 40 mm SSS

Albero a camme:
Azionamento Trasmissione a catena (destra e sinistra) SSS
Diametro interno del cappello 28,000 X 28,021 mm SSS
Diametro esterno dell’albero a camme 27,96 X 27,98 mm SSS
Gioco tra albero a camme e cappello 0,020 X 0,061 mm SSS
Dimensioni della camma

Aspirazione “A” 39,733 mm 39,63 mm


“B” 32,217 mm 32,12 mm
“C” 7,733 mm SSS
Scarico “A” 39,772 mm 39,67 mm
“B” 32,302 mm 32,20 mm
“C” 7,772 mm SSS
Limite di disassamento
dell’albero a camme SSS 0,03 mm

2-4
CARATTERISTICHE DI MANUTENZIONE SPEC

Particolare Standard Limite


Catena di distribuzione:
Tipo di catena di distribuzione/
Numero delle maglie SILENT CHAIN/118 SSS
Metodo di regolazione Automatico SSS
Bilanciere/albero bilanciere:
Diametro interno cuscinetto 14,000 mm X 14,018 mm SSS
Diametro esterno albero 13,980 mm X 13,991 mm SSS
Gioco albero-bilanciere 0,009 mm X 0,038 mm SSS
Valvola, sede valvola, guida valvola:
Gioco valvola (a freddo) ASP 0,07 X 0,12 mm SSS
SCAR 0,12 X 0,17 mm SSS
Dimensin della valvola:

Diam. Testa Larghezza Faccia Larghezza Sede Spessore Margine

Diametro testa “A” ASP 36,9 X 37,1 mm SSS


SCAR 31,9 X 32,1 mm SSS
Larghezza faccia “B” ASP 2,3 mm SSS
SCAR 2,3 mm SSS
Larghezza sede “C” ASP 1,0 X 1,2 mm 1,8 mm
SCAR 1,0 X 1,2 mm 1,8 mm
Spessore margine “D” ASP 1,0 X 1,4 mm 0,8 mm
SCAR 1,0 X 1,4 mm 0,8 mm
Diametro esterno del gambo ASP 6,975 X 6,990 mm 6,955 mm
SCAR 6,960 X 6,975 mm 6,935 mm
Diametro interno della guida ASP 7,000 X 7,012 mm 7,042 mm
SCAR 7,000 X 7,012 mm 7,042 mm
Gioco tra gambo e guida ASP 0,010 X 0,037 mm 0,08 mm
SCAR 0,025 X 0,052 mm 0,10 mm
Limite di disassamento del gambo SSS 0,03 mm

Larghezza sede valvola ASP 1,0 X 1,2 mm 1,8 mm


SCAR 1,0 X 1,2 mm 1,8 mm
Molla della valvola:
Lunghezza libera ASP 43,2 mm 42,0 mm
SCAR 43,2 mm 42,0 mm
Lunghezza in sede ASP 37,1 mm SSS
(a valvola chiusa) SCAR 37,1 mm SSS

2-5
CARATTERISTICHE DI MANUTENZIONE SPEC

Particolare Standard Limite


Pressione di compressione ASP 21,8 X 25,6 kg SSS
(montata)
SCAR 21,8 X 25,6 kg SSS
Limite di inclinazione* ASP SSS 2,5_/1,9 mm
SCAR SSS 2,5_/1,9 mm

Senso di avvolgimento
(vista dall’alto) ASP Antiorario SSS
SCAR Antiorario SSS
Pistone:
Gioco pistone-cilindro 0,035 X 0,055 mm 0,15 mm
Dimensione “D” del pistone 80,90 X 80,95 mm SSS

Punto di misura “H” 6 mm SSS


Maggiorazione 2a 81,5 mm SSS
Maggiorazione 4a 82 mm SSS
Disassamento pistone 0 mm SSS
Diamentro interno foro spinotto pistone 20,004 X 20,015 mm SSS
Diamentro esterno spinotto pistone 19,995 X 20,000 mm SSS
Segmenti pistone:
Segmento superiore:

Tipo Piano SSS


Dimensioni (B T) 1,2 3,2 mm SSS
Luce all’estremità (segmento montato) 0,15 X 0,30 mm 0,55 mm
Gioco laterale (segmento montato) 0,03 X 0,07 mm 0,12 mm

2-6
CARATTERISTICHE DI MANUTENZIONE SPEC

Particolare Standard Limite


Secondo segmento:

Tipo
Dimensioni (B T) Rastremato
Luce all’estremità (segmento montato) 1,5 3,6 mm SSS
Gioco laterale (segmento montato) 0,30 X 0,45 mm 0,8 mm
Raschiaolio: 0,02 X 0,06 mm 0,12 mm

Dimensioni (B T) 2,5 3,1 mm SSS


Luce all’estremità (segmento montato) 0,2 X 0,7 mm SSS
Biella:
Passaggio per l’olio 0,026 X 0,050 mm SSS
Condice colore (dimensioni corrispondenti) (1) Blu (2) Nero (3) Marrone (4) Verde SSS
Albero motore:

Larghezza della manovella “A” 93,95 X 94,00 mm SSS


Limite di disassamento “C” 0,02 mm
Gioco laterale testa biella “D” 0,270 X 0,424 mm SSS
Gioco radiale testa biella “E” 0,026 X 0,050 mm SSS
Passaggio olio per il perno di banco 0,020 X 0,052 mm SSS
Frizione:
Spessore dischi di attrito 2,9 X 3,1 mm 2,6 mm
Quantità 7 SSS
Spessore disco frizione 1,5 X 1,7 mm 0,2 mm
Quantità 6 SSS
Lunghezza libera molla frizione 39,5 mm 38,5 mm
Quantità 5 SSS
Gioco di spinta campana frizione 0,10 X 0,37 mm SSS
Gioco radiale campana frizione 0,015 X 0,043 mm SSS
Metodo disinnesto frizione Spinta dall’interno con camma
Limite di deflessione asta SSS 0,5 mm

2-7
CARATTERISTICHE DI MANUTENZIONE SPEC

Particolare Standard Limite


Cambio:
Limite di disassamento SSS 0,06 mm
albero primario
Limite di disassamento SSS 0,06 mm
albero secondario
Selettore:
Tipo di selettore Con barra di guida SSS
Carburatore:
Sigla di identificazione 4VR 00 SSS
Getto principale (M.J) #90 SSS
Getto principale aria (M.A.J) #50 SSS
Spillo conico (J.N) 4CP 10-3 SSS
Polverizzatore (N.J) O-6 SSS
Getto minimo aria (P.A.J.1) #100 SSS
Uscita minimo (P.O) 0,85 SSS
Getto minimo (P.J) #20 SSS
By-pass 1 (B.P.1) 0,8 SSS
By-pass 2 (B.P.2) 0,8 SSS
By-pass 3 (B.P.3) 0,8 SSS
Vite del minimo (P.S) 2 SSS
Dimensione sede valvola (V.S) 1,0 SSS
Getto avviamento (G.S.1) #17,5 SSS
Getto avviamento (G.S.2) 0,9 SSS
Dimensione valvola a farfalla (Th.V) #140 SSS
Livello carburante (F.L) 7,5 X 8,5 mm SSS
Regime minimo motore 1.150 X 1.250 giri/min SSS
Depressione di aspirazione 29,0 kPa (0,29 kg/cm2, 220 mmHg) SSS
CO% 3X4 SSS
Temperatura olio motore 80 X 90_C SSS
Pompa del carburante:
Tipo Tipo elettrico SSS
Modello/costruttore UC-Z6M/MITSUBISHI SSS
Corrente di assorbimento <max> 0,8 A SSS
Pressione di uscita 12 kPa (0,12 kg/cm2, 0,12 bar) SSS
Sistema di lubrificazione:
Tipo di filtro olio Tipo in carta SSS
Tipo pompa olio Tipo trocoidale 0,2 mm
Gioco all’estremità “A” o “B” 0,12 mm 0,15 mm
Gioco laterale 0,03 X 0,08 mm SSS
Pressione di apertura 440 X 540 kPa
valvola di sicurezza (4,5 X 5,5 kg/cm2, 4,5 X 5,5 bar) SSS
Pressione olio (a caldo) 10 kPa (0,1 kg/cm2, 0,1 bar) a 1.200 giri/min
Luogo di controllo pressione BULLONE DI GIUNZIONE HC SSS
Albero di trasmissione:
Gioco di lavoro ingranaggi intermedi 0,05 X 0,10 mm SSS
Gioco di lavoro ingranaggi finali 0,1 X 0,2 mm SSS

2-8
CARATTERISTICHE DI MANUTENZIONE SPEC

Particolare Standard
Schema della lubrificazione:

Alimentazione a pressione

Per sbattimento

Albero a camme Albero bilanciere

Pistone

Alloggiamento Albero di trasmissione


ingranaggio intermedio

Frizione di avviamento Albero motore

Albero principale

Filtro olio

Pompa olio Valvola di sicurezza

Retino aspirazione

2-9
CARATTERISTICHE DI MANUTENZIONE SPEC
Sequenza di serraggio testa cilindro:

Sequenza di serraggio carter motore:

Carter sinistro Carter destro

2-10
CARATTERISTICHE DI MANUTENZIONE SPEC
Coppie di serraggio

Misura Coppia
Nome di serraggio
Parte da serrare del Q.tà Note
parte
filetto Nm kgm
Testa cilindro Dado M10 8 35 3,5
Testa cilindro Dado M8 2 20 2,0
Testa cilindro Bullone M8 4 20 2,0
Staffa coperchio testa cilindro Dado M10 8 35 3,5
Testa cilindro (tubo di scarico) Prigioniero M8 4 15 1,5
Coperchio pignone albero a camme Bullone M6 4 10 1,0
Copertchio punterie Bullone M6 8 10 1,0
Albero bilanciere (passaggio olio) Bullone M16 4 38 3,8
Fermo per cuscinetto
(albero a camme) Bullone M8 4 20 2,0 Usare
rondella di
bloccaggio
Candela – M12 2 18 1,8
Cilindro Bullone M6 2 10 1,0
Coperchio inferiore testa cilindro Bullone M6 6 10 1,0
Coperchio superiore testa cilindro Vite M6 8 5 0,5
Biella Dado M8 4 36 3,6
Rotore Bullone M10 1 80 8,0
Controdado registro valvola Dado M6 4 14 1,4
Ruota dentata albero a camme Bullone M10 2 55 5,5
Tendicatena distribuzione Bullone M6 4 12 1,2
Guida catena distribuzione Bullone M6 4 10 1,0
Pompa olio Bullone M6 3 7 0,7
Coperchio retino aspirazione olio Bullone M6 3 10 1,0
Coperchio cartuccia filtrante olio Bullone M6 5 10 1,0
Raccordo carburatore Bullone M6 4 12 1,2
Gruppo fissaggio cassetta filtro aria Bullone M6 2 12 1,2
Gruppo cassetta filtro aria Bullone M6 2 12 1,2
Giunto tubo di scarico (posteriore)
e testa cilindro Dado M8 2 20 2,0
Giunto tubo di scarico (posteriore)
e gruppo silenziatore (posteriore) Bullone M8 2 20 2,0
Tubo di scarico (anteriore) Dado M8 2 25 2,5
Tubo di scarico e silenziatore Vite M8 2 20 2,0
Silenziatore Bullone M10 2 25 2,5
Carter (cilindro) Prigioniero M10 8 20 2,0
Carter (cilindro) Prigioniero M8 2 13 1,3
Carter Bullone M8 4 24 2,4
Carter Bullone M6 10 10 1,0

2-11
CARATTERISTICHE DI MANUTENZIONE SPEC

Misura Coppia
Nome di serraggio
Parte da serrare del Q.tà Note
parte
filetto Nm kgm
Fermo per cuscinetto (ingranaggio Vite a
pignone trasmissione intermedia) stella M8 4 25 2,5
Acciaccatura
Coperchio carter (sinistro) Bullone M6 13 10 1,0
Coperchio carter (destro) Bullone M6 11 10 1,0
Fascetta Bullone M6 1 10 1,0
Frizione monodirezionale Bullone M8 6 20 2,0
Ingranaggio conduttore
trasmissione primaria Dado M10 1 70 7,0 Usare
rondella
di bloccaggio
Molla frizione Bullone M6 5 8 0,8
Registro della frizione Dado M6 1 8 0,8
Mozzo frizione Dado M20 1 70 7,0 Usare
rondella
di bloccaggio
Perno leva di spinta Vite M8 1 12 1,2
Ingranaggio pignone
trasmissione intermedia Dado M20 1 120 12,0 Acciaccatura
Ritenuta cuscinetto
(albero inter. second.) – M65 1 110 11,0
Supporto superiore
(albero inter. second.) Dado M14 1 90 9,0
Alloggiamento cuscinetto
(albero inter. second.) Bullone M8 4 25 2,5
Leva di fermo del cambio Bullone M8 1 22 2,2
Usare
rondella
di bloccaggio
Leveraggio pedale cambio Bulone M6 1 10 1,0
Registro pedale cambio Dado M6 2 7 0,7 Uno dei due
ha il filetto
sinistro
Bobina statore Vite M6 3 7 0,7
Bobina di raccolta (pickup) Vite M6 3 7 0,7

2-12
CARATTERISTICHE DI MANUTENZIONE SPEC
Telaio
Particolare Standard Limite
Sterzo:
Tipo di cuscinetto sterzo Cuscinetto a sfere e a rulli conici SSS
No./dimensione delle sfere di acciaio
(superiore) 19 pezzi/0,25 pollici (6,35 mm) SSS
Sospensione anteriore:
Corsa della forcella anteriore 140 mm SSS
Lunghezza libera molla forcella 295 mm 289 mm
Lunghezza dopo montaggio 249,9 mm SSS
Costante della molla (K1) 3,5 N/mm (0,35 kg/mm) SSS
Corsa (K1) 0 X 140 mm SSS
Molla opzionale Nessuna
Capacità olio 0,454 L SSS
Livello olio 114 mm SSS
Gradazione olio Olio per forcelle 10W o equivalente SSS
Sospensione posteriore
Corsa ammortizzatore 37 mm SSS
Lunghezza libera molla 168,5 mm 165 mm
Lunghezza dopo montaggio 160,5 mm SSS
Costante della molla (K1) 186 N/mm (18,6 kg/mm) SSS
Corsa (K1) 0 X 37 mm SSS
Molla opzionale Nessuna
Forcellone:
Limite del gioco estremità SSS 1 mm
laterale SSS 1 mm
Ruota anteriore:
Tipo Routa a raggi SSS
Dimensione cerchio 19 MT2.50 SSS
Materiale cerchio Acciaio SSS
Limite di disassamento
del cerchio radiale 1,0 mm 2 mm
laterale 0,5 mm 2 mm
Ruota posteriore:
Tipo Ruota a raggi SSS
Dimensione cerchio 15M/C MT3.50 SSS
Materiale cerchio Acciaio SSS
Limite di disassamento
del cerchio radiale 1,0 mm 2 mm
laterale 0,5 mm 2 mm
Freno anteriore:
Tipo Monodisco SSS
Diametro esterno
disco spessore 298 5 mm SSS
Spessore pastiglia interno 6,2 mm 0,8 mm
Spessore pastiglia esterno 6,2 mm 0,8 mm

2-13
CARATTERISTICHE DI MANUTENZIONE SPEC

Particolare Standard Limite

Diametro interno cilindro pompa 12,7 mm SSS


Diametro interno cilindro pinza 30,1 mm SSS
Diametro interno cilindro pinza 33,3 mm SSS
Tipo fluido freni DOT 4 SSS
Freno posteriore:
Tipo A doppia azione SSS
Diametro interno tamburo freno 200 mm 201 mm
Spessore guarnizione di attrito 4 mm 2 mm
Lunghezza libera molla ganascia 68 mm SSS
Leva freno e pedale freno:
Gioco leva freno (sul perno) 1 X 2 mm SSS
Gioco leva freno (all’estremità della leva) 10 X 15 mm SSS
Posizione del pedale freno 85 mm SSS
Corsa a vuoto del pedale freno 20 X 30 mm SSS
Gioco leva frizione (sul perno) 2 X 3 mm SSS
Gioco leva frizione
(all’estremità della leva) 10 X 15 mm SSS

2-14
CARATTERISTICHE DI MANUTENZIONE SPEC
Coppie di serraggio

Misura Coppia
Parte da serrare del di serraggio Note
filetto Nm kgm
Piastra superiore e stelo M8 20 2,0
Piastra inferiore e stelo M10 30 3,0
Piastra superiore e asse sterzo M22 110 11,0
Ghiera (asse sterzo) SSS 18 1,8 Vedere NOTA
Fissaggio manubrio (inferiore) e piastra superiore M12 20 2,0
Fissaggio manubrio (inferiore)
e fissaggio manubrio (superiore) M8 23 2,3
Pompa freno (freno anteriore) M6 10 1,0
Bullone di collegamento (tubo freno) M10 30 3,0
Supporto tubo freno e piastra inferiore M6 9 0,9
Parafango anteriore e gambale M8 10 1,0
Supporto proiettore e piastra inferiore M6 7 0,7
Supporto proiettore e proiettore M6 8 0,8
Lampeggiatore anteriore e piastra inferiore M6 7 0,7
Fissaggio motore:
Telaio e supporto (anteriore-superiore) M8 40 4,0
Telaio e supporto (anteriore-inferiore) M8 30 3,0
Supporto e motore (anteriore-superiore) M10 40 4,0
Supporto e motore (anteriore-inferiore) M10 40 4,0
Telaio e motore (posteriore-superiore) M10 40 4,0
Telaio e motore (posteriore-inferiore) M12 74 7,4
Supporto registrazione e telaio M6 13 1,3
Registro e supporto registro M6 7 0,7
Supporto silenziatore e telaio M8 30 3,0
Ammortizzatore posteriore e forcellone M12 62 6,2
Ammortizzatore posteriore e telaio M12 62 6,2
Perno forcellone (sinistro) e telaio M22 100 10,0
Perno forcellone (destro) e telaio M22 7 0,7
Perno forcellone (destro) e dado di bloccaggio M22 100 10,0
Scatola ingranaggio finale e forcellone M10 70 7,0
Serbatoio carburante e rubinetto carburante M6 7 0,7
Staffa serbatoio carburante e telaio M8 23 2,3
Sella del guidatore M6 7 0,7
Sella del passeggero M6 7 0,7
Telaio e supporto parafango posteriore M10 26 2,6
Parafango posteriore e supporto parafango posteriore M8 26 2,6

2-15
CARATTERISTICHE DI MANUTENZIONE SPEC

Misura Coppia
Parte da serrare del di serraggio Note
filetto Nm kgm
Parafango posteriore e luce di posizione/stop M6 6 0,6
Supporto parafango posteriore e indicatore di direzione M12 23 2,3
Fianchetto (inferiore) M6 7 0,7
Coperchio batteria M6 7 0,7
Fianchetto (destro) M6 7 0,7
Relè di avviamento e terminali M6 7 0,7
Poggiapiede passeggero e telaio M8 26 2,6
Staffa cavalletto laterale e telaio M10 64 6,4
Cavalletto laterale e staffa cavalletto laterale M10 56 5,6
Interruttore cavalletto laterale M5 4 0,4
Pedale freno/poggiapiede e telaio M6 64 6,4
Perno ruota anteriore M16 59 5,9
Bullone cavalletto perno ruota anteriore M8 20 2,0
Pinza freno M10 40 4,0
Disco freno e ruota anteriore M8 23 2,3
Vite spurgo pinza freno M7 6 0,6
Dado perno ruota posteriore M14 97 9,7
Barra di tensione e forcellone M8 20 2,0
Barra di tensione e piastra ganasce freno M8 20 2,0
Leva albero camma freno M6 10 1,0
Mozzo frizione e parastrappi M10 62 6,2
Scatola ingranaggio finale (coperchio alloggiamento) M10 18 1,8
Alloggiamento cuscinetto (scatola ingranaggio finale) M8 23 2,3
Alloggiamento cuscinetto (scatola ingranaggio finale) M10 23 2,3
Fermo per cuscinetto
(ingranaggio pignone conduttore finale) M65 115 11,5 Filettatura
sinistra
Bullone filtro olio (ingranaggio finale) M14 23 2,3
Bullone scarico olio (ingranaggio finale) M14 23 2,3
Coperchio alloggiamento M10 42 4,2

NOTA:
1. Serrare inizialmente la ghiera a circa 52 Nm (5,2 kgm) con una chiave dinamometrica, poi allentare nuova-
mente la ghiera del tutto.
2. Serrare di nuovo la ghiera al valore prescritto.

2-16
CARATTERISTICHE DI MANUTENZIONE SPEC
IMPIANTO ELETTRICO

Particolare Standard Limite


Tensione: 12 V SSS
Sistema di accensione:
Anticipo di accensione (P.M.S.I) 12_ a 1.200 giri/min SSS
Tipo dispositivo di anticipo Tipo elettrico e TPS SSS
Unità di accensione T.C.I.:
Resistenza bobina di raccolta/colore 182 X 222 Ω a 20_C/Grigio-Nero SSS
Modello unità T.C.I./costruttore J4T079/MITSUBISHI SSS
Bobina di accensione:
Modello/costruttore F6T541/MITSUBISHI SSS
Distanza minima tra gli elettrodi candela 6 mm SSS
Resistenza avvolgimento primario 3,8 X 4,6 Ω a 20_C SSS
Resistenza avvolgimento secondario 10,1 X 15,1 kΩ a 20_C SSS
Cappuccio candela:
Tipo In resina
Resistenza 10 kΩ SSS
Sistema di carica:
Tipo Magnete corrente alternata SSS
Modello/costruttore F4T459/MITSUBISHI SSS
Uscita nominale 14 V 20 A a 5.000 giri/min SSS
Resistenza avvolgimento
statore/colore 0,50 X 0,62 Ω a 20_C/Bianco-Bianco SSS
Regolatore di tensione:
Tipo Semiconduttori, tipo in corto circuito SSS
Modello/costruttore SH650A-12/SHINDENGEN SSS
Tensione di regolazione a vuoto 14,1 X 14,9 V SSS
Raddrizzatore:
Modello/costruttore SH650A-12/SHINDENGEN SSS
Capacità 25 A SSS
Tensione di isolamento 240 V SSS
Batteria:
Densità elettrolito 1,320 SSS
Sistema di avviamento elettrico:
Tipo Tipo a ingranaggio sempre in presa SSS
Motorino di avviamento:
Modello/costruttore SM-13/MITUBA SSS
Numero di identificazione SM-13 SSS
Potenza in uscita 0,7 kW SSS
Lunghezza totale spazzole 12,5 mm 4 mm
Diametro commutatore 28 mm 27 mm
Profondità intaglio mica 0,7 mm SSS
Relè di avviamento:
Modello/costruttore MS-5F/JIDECO SSS
Amperaggio nominale 100 A SSS

2-17
CARATTERISTICHE DI MANUTENZIONE SPEC

Particolare Standard Limite


Avvisatore acustico:
Tipo Tipo piatto SSS
Quantità 1 SSS
Modello/costruttore YF-12/NIKKO SSS
Corrente massima 1,5 A SSS
Relè indicatori di direzione:
Tipo Completamente a transistor SSS
Modello/costruttore FE246BH/DENSO SSS
Dispositivo di disinserimento automatico Nessuno SSS
Frequenza di lampeggio 75 X 95 cicli/min SSS
Potenza 21 W 2+3W SSS
Relè pompa carburante:
Modello/costruttore G8R-30Y/OMRON SSS
Interruttore circuito:
Tipo Fusibile SSS
Amperaggio per singolo circuito
PRINCIPALE 30 A 1 SSS
PROIETTORE 15 A 1 SSS
INDICATORI DIREZIONE 10 A 1 SSS
ACCENSIONE 10 A 1 SSS
Riserva 30 A 1 SSS
Riserva 15 A 1 SSS
Riserva 10 A 1 SSS

2-18
SPECIFICHE GENERALI DELLE COPPIE DI SERRAGGIO SPEC
EB202001
Specifiche generali
SPECIFICHE GENERALI DELLE A B coppie di serraggio
COPPIE DI SERRAGGIO (Dado) (Bullone)
Questa tavola specifica le coppie di serraggio per at- Nm kgm
tacchi standard con filetto a passo ISO. Le specifiche 10 mm 6 mm 6 0,6
di coppia per i componenti o gli insiemi speciali sono 12 mm 8 mm 15 1,5
indicate nelle relative sezioni di questo manuale. Per
14 mm 10 mm 30 3,0
evitare ogni deformazione serrare gli insiemi a molti
fissaggi, seguendo un ordine incrociato a passi suc- 17 mm 12 mm 55 5,5
cessivi, fino a raggiungere la coppia di serraggio fi- 19 mm 14 mm 85 8,5
nale. A meno che sia diversamente specificato, le 22 mm 16 mm 130 13,0
coppie di serraggio si intendono per filetti puliti e
asciutti. I componenti devono essere a temperatura
ambiente.

A: Distanza parti piatte


B: Diametro esterno della filettatura

2-19
PUNTI DI LUBRIFICAZIONE E TIPO DI LUBRIFICANTE SPEC
EB203000

PUNTI DI LUBRIFICAZIONE E TIPO DI LUBRIFICANTE


MOTORE

Punto di lubrificazione Simbolo

Bordi paraolio

Anello di tenuta OR

Cuscinetto

Bullone/dado della biella

Testa e piede di biella

Perno albero motore

Perno di banco albero motore/testa di biella

Superficie del pistone

Spinotto del pistone

Lobo albero camme/perno

Albero bilanciere

Gambo valvola (ASP, SCAR)

Estremità gambo valvola (ASP, SCAR)

Rotore pompa olio (interno/esterno), alloggiamento

Superficie ingranaggio di rinvio

Ingranaggio di rinvio dell’avviamento

Albero dell’ingranaggio di rinvio dell’avviamento

Ingranaggio intermedio conduttore

Ingranaggio primario condotto

Asta comando disinnesto 1

Ingranaggio di trasmissione (ruota/pignone)

Desmodronico del cambio

Forcella del cambio/barra di guida

Gruppo albero del cambio

Molla valvola (aspirazione)

Sfera asta di spinta

Gruppo leva di spinta

2-20
PUNTI DI LUBRIFICAZIONE E TIPO DI LUBRIFICANTE SPEC
EB203010

TELAIO

Punto di lubrificazione Simbolo

Testa asse di sterzo (superiore/inferiore), cuscinetto

Testa asse di sterzo, bordo copertura cuscinetto

Testa asse di sterzo, bordo paraolio

Bordo paraolio ruota anteriore (destro/sinistro)

Bordo paraolio ruota posteriore

Superficie di strisciamento mozzo frizione

Albero pedale freno posteriore

Asse pedale cambio

Bullone cavalletto laterale, superficie di scorrimento cavalletto laterale

Superticie interna tubo guida (monopola acceleratore)

Bullone perno leva freno, superficie di contatto

Bullone perno leva frizione, superficie di contatto

Bordo paraolio ammortizzatore posteriore (inferiore)

Superficie interna, cuscinetto perno forcellone

Bordo paraolio perno forcellone

2-21
SCHEMI DI LUBRIFICAZIONE SPEC
EB205000

SCHEMI DI LUBRIFICAZION
1 Bilanciere (aspirazione) 4 Tappo di scarico 7 Asta di spinta 1
2 Bilanciere (scarico) 5 Retino aspirazione olio 8 Pompa olio
3 Albero a camme 6 Leva di spinta

2-22
SCHEMI DI LUBRIFICAZIONE SPEC
1 Albero bilanciere (aspirazione) 4 Albero primario 7 Filtro olio
2 Albero bilanciere (scarico) 5 Valvola di sovrapressione 8 Albero motore
3 Albero a camme 6 Pompa olio

2-23
SCHEMI DI LUBRIFICAZIONE SPEC
1 Albero motore
2 Filtro olio
3 Pompa olio

2-24
SCHEMI DI LUBRIFICAZIONE SPEC
1 Albero motore 4 Albero conduttore
2 Bilanciere 5 Albero primario
3 Ingranaggio di rinvio avviamento

2-25
PERCORSO CAVI SPEC
EB206000

PERCORSO CAVI
1 Cavo frizione 10 Avvisatore acustico
2 Cavo interruttore sinistro manubrio 11 Cavo proiettore
3 Tubo sfiato serbatoio carburante 12 Cavo interruttore destro manubrio
4 Cavo tachimetro 13 Cavo candela
5 Tachimetro 14 Tubo carburante
6 Cavi illuminazione tachimetro 15 Cavo interruttore principale
7 Raddrizzatore/ regolatore 16 Cavo pompa carburante
8 Cavo interruttore freno posteriore 17 Interruttore principale
9 Cavo interruttore cavalletto laterale 18 Pompa carburante

2-26
PERCORSO CAVI SPEC
A Passare i cavi dei lampeggiatori anteriori (destro e F Ai cavi luci del tachimetro.
sinistro) ed il cavo del proiettore attraverso il foro G Passare il cavo dell’interruttore destro manubrio
sul cupolino del faro. e il cavo del proiettore al di sopra del fascio dei cavi.
B Passare il cavo dell’interruttore sinistro manubrio H Far passare il cavo della frizione attraverso la
dietro la piastra superiore. guida del cavo.
C Fissare il cavo dell’interruttore sinistro del I Serrare il cavo dell’interruttore del cavalletto laterale
manubrio con una fascetta di plastica. e del raddrizzatore / regolatore con una fascetta di
D Passare il cavo del tachimetro, i cavi di illuminazione plastica.
del tachimetro e il tubo di sfiato del serbatoio J Al motore.
attraverso il foro del serbatoio carburante. K Il cavo dell’interruttore del cavalletto laterale non
E Collegare il connettore dell’interruttore freno deve toccare l’asta del cambio.
posteriore davanti al supporto della valvola
antirovesciamento.

2-27
PERCORSO CAVI SPEC
L Fissare il cavo dell’interruttore del cavalletto laterale P Far passare il cavo dell’interruttore del freno
con una fascetta metallica. posteriore tra il telaio ed il raddrizzatore / regolatore.
M Fissare il cavo dell’interruttore del freno posteriore, Fare attenzione a non pizzicare il cavo
il cavo dell’interruttore del cavalletto laterale e il dell’interruttore del freno posteriore.
cavo del raddrizzatore / regolatore con una fascetta Q Fissare il cavo dell’interruttore del freno posteriore e
metallica. quello del raddrizzatore / regolatore con una fascetta
N Far passare il cavo del tachimetro attraverso il di plastica.
passacavo del tachimetro. R Mettere i connettori dietro la testa dello sterzo.
O Al raddrizzatore / regolatore. S Far passare il cavo del tachimetro attraverso la staffa.
T Far passare il tubo di sfiato del serbatoio carburante
attraverso la staffa.
U Ai cavi illuminazione tachimetro.

2-28
PERCORSO CAVI SPEC
1 Staffa telaio 12 Relè avviamento A Far passare il cavo luce posizione
2 Cablaggio 13 Relè riscaldatore carburatore posteriore/ freno tra la staffa del
3 Scatola fusibili 14 Cavo interruttore del folle telaio e il contenitore della batteria.
4 Cavo positivo (+) della batteria 15 Cavo bobina di raccolta
5 Cavo candela 16 Cavo magnete C.A.
6 Cavo avviamento 17 Cavo negativo (–) della batteria
7 Cavo interruttore destro manubrio 18 Cavo motorino avviamento
8 Tubo freno 19 Relè interruzione circuito di avviamento
9 Cavi acceleratore 20 Tubo di sfiato serbatoio carburante
10 Cavo interruttore termico 21 Cavo tachimetro
11 Relè indicatori di direzione 22 Unità di accensione

2-29
PERCORSO CAVI SPEC
B Fissare il cavo luce posizione posteriore / freno con G Fissare il tubo del freno con un fermo per tubi freno.
una cinghia della batteria. Fare attenzione a non H Far passare il cavo dell’interruttore sinistro del
pizzicare il cablaggio e il cavo luce posizione manubrio sotto l’interruttore principale.
posteriore/ freno. I Fissare il cavo della candela con una fascetta
C Alla bobina di accensione. metallica.
D L’estremità della fascetta in plastica di bloccaggio J Far passare il filo della bobina di accensione dentro
deve essere rivolta verso la parte inferiore del alla guaina del cavo di avviamento.
manubrio. K Fissare il cavo della scatola dei fusibili con una
E Fissare il cavo dell’interruttore destro del fascetta di plastica.
manubrio con una fascetta di plastica. L Fissare il cavo positivo (+) della batteria con una
F Far passare il cavo dell’interruttore destro del fascetta del contenitore della batteria.
manubrio dietro la piastra superiore.

2-30
PERCORSO CAVI SPEC
M Il relè del riscaldatore del carburatore non deve S Fissare il cablaggio con una cinghia della batteria.
toccare il cablaggio. T Passare il cablaggio tra il telaio e il contenitore
N Fissare il cablaggio con una fascetta di plastica. della batteria.
O Dal motore. U Posizionare l’estremità della fascetta di plastica
P Far passare il cavo del motorino di avviamento come indicato in figura.
al di sopra del cavo negativo (–) della batteria. V Fissare il cavo del motorino di avviamento con
Q Unire insieme il cavo della bobina di raccolta, una fascetta di plastica.
il cavo del magnete C.A., il cavo dell’interruttore W Interno del motociclo.
di folle e il cavo del motorino di avviamento X Far passare il tubo di sfiato del serbatoio carburante
con una fascetta di plastica. attraverso la staffa.
R Unire insieme il cavo negativo (–) della batteria, Y Fissare il tubo di sfiato del serbatoio carburante
il cavo del motorino di avviamento ed il cablaggio con una fascetta metallica.
con una fascetta di plastica.

2-31
PERCORSO CAVI SPEC
Z Far passare il cavo del tachimetro attraverso il e Far passare la fascetta di plastica attraverso il foro del
passacavo anteriore. telaio. Fissare il cablaggio con una fascetta di plastica
a Fissare il cablaggio ed i cavi con una fascetta di nel punto dove si trova la nastratura.
plastica. f Il cablaggio e i cavi non devono toccare
b Fissare il cablaggio ed i cavi con una fascetta l’ammortizzatore posteriore.
metallica. g Al relè del motorino di avviamento.
c Al relè del riscaldatore del carburatore. h Al relè degli indicatori di direzione.
d Fissare il cablaggio ed i cavi con una fascetta di i Al parafango posteriore.
plastica. j Al cavo negativo (–) della batteria.
k Far passare i cavi dell’unità di accensione attraverso
il foro del contenitore della batteria.

2-32
PERCORSO CAVI SPEC
1 Indicatore di direzione anteriore 10 Silenziatore A Passare i cavi dell’acceleratore
(destro) 11 Cavo motorino di avviamento attraverso il passacavo.
2 Cavi acceleratore 12 Cavo tachimetro B Passare il tubo del freno davanti alla
3 Tubo freno 13 Cavo interruttore del folle piastra superiore.
4 Cavo interruttore destro manubrio 14 Cavo bobina di raccolta C Passare il cavo dell’interruttore
5 Cavo della frizione 15 Cavo magnete C.A. sinistro sul manubrio al di sopra del
6 Cavo interruttore sinistro manubrio 16 Cavo interruttore termico cavo dell’interruttore destro del
7 Indicatore di direzione anteriore 17 Tubo di sfiato serbatoio carburante manubrio.
(sinistro) 18 Telaio D Passare il cavo della frizione
8 Bobina di accensione 19 Cablaggio attraverso il passacavo.
9 Cavo candela 20 Cassetta filtro aria

2-33
PERCORSO CAVI SPEC
E Fissare i cavi degli interruttori del manubrio con M Dal motore.
nastro di plastica. N 20 mm
F Fissare il cablaggio con una fascetta di plastica. O Far passare il cavo dell’interruttore termico
G Alla bobina di accensione. all’interno del tubo di sfiato del silenziatore.
H Far passare il cavo del motorino di avviamento tra P Posizionare l’estremità della fascetta di plastica di
la bobina di accensione e il cavo della candela. ritenuta come indicato in figura.
I Al sensore di posizione dell’acceleratore (TPS). Q All’interno del motociclo.
J Al carburatore. R Fissare il cablaggio con una fascetta di plastica.
K Al serbatoio carburante. S Far passare il cablaggio tra la scanalatura della
L Far passare il cavo dell’interruttore del folle, il cavo cassetta del filtro aria ed il telaio.
della bobina di raccolta ed il cavo del magnete C.A. al
di sotto del cavo della bobina di accensione, del cavo
dell’interruttore termico e del cavo del sensore della
posizione dell’acceleratore (TPS).

2-34
INSP
ADJ
CAPITOLO 3
CONTROLLI E REGOLAZIONI PERIODICHE

INTRODUZIONE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 3-1

MANUTENZIONE PERIODICA/INTERVALLI DI
LUBRIFICAZIONE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 3-1

SERBATOIO CARBURANTE E SELLA . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 3-3

MOTORE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 3-4
REGOLAZIONE DEL GIOCO VALVOLE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 3-4
SINCRONIZZAZIONE DEL CARBURATORE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 3-7
REGOLAZIONE DEL REGIME MINIMO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 3-9
REGOLAZIONE DEL CAVO ACCELERATORE . . . . . . . . . . . . . . . . . . 3-10
CONTROLLO CANDELE DI ACCENSIONE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 3-11
CONTROLLO DELLA FASE DI ACCENSIONE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 3-12
MISURA DELLA PRESSIONE DI COMPRESSIONE . . . . . . . . . . . . . . 3-14
CONTROLLO LIVELLO OLIO MOTORE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 3-16
SOSTITUZIONE OLIO MOTORE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 3-17
REGOLAZIONE DELLA FRIZIONE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 3-19
PULIZIA DEL FILTRO ARIA . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 3-19
CONTROLLO MANICOTTO DEL CARBURATORE . . . . . . . . . . . . . . . 3-20
CONTROLLO TUBAZIONE CARBURANTE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 3-20
CONTROLLO TUBO DI SFIATO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 3-21
CONTROLLO SISTEMA DI SCARICO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 3-21

TELAIO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 3-22
REGOLAZIONE DEL FRENO ANTERIORE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 3-22
REGOLAZIONE DEL FRENO POSTERIORE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 3-23
CONTROLLO LIVELLO LIQUIDO FRENI . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 3-24
CONTROLLO PASTIGLIE FRENO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 3-25
CONTROLLO GANASCE FRENO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 3-25
REGOLAZIONE INTERRUTTORE LUCE FRENO . . . . . . . . . . . . . . . . 3-25
CONTROLLO TUBAZIONE DEL FRENO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 3-26
SPURGO ARIA (SISTEMA IDRAULICO DEL FRENO) . . . . . . . . . . . . 3-26
REGOLAZIONE PEDALE DEL CAMBIO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 3-27
CONTROLLO LIVELLO OLIO TRASMISSIONE FINALE . . . . . . . . . . 3-28
SOSTITUZIONE OLIO TRASMISSIONE FINALE . . . . . . . . . . . . . . . . . 3-29
CONTROLLO DELLO STERZO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 3-29
CONTROLLO FORCELLA ANTERIORE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 3-31
REGOLAZIONE AMMORTIZZATORE POSTERIORE . . . . . . . . . . . . . 3-32
CONTROLLO PNEUMATICI . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 3-32
CONTROLLO RUOTE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 3-35
CONTROLLO E SERRAGGIO RAGGI . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 3-35
CONTROLLO E LUBRIFICAZIONE CAVI . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 3-35
LUBRIFICAZIONE LEVE E PEDALI . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 3-36
LUBRIFICAZIONE CAVALLETTO LATERALE . . . . . . . . . . . . . . . . . . 3-36
INSP
ADJ
IMPIANTO ELETTRICO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 3-37
CONTROLLO DELLA BATTERIA . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 3-37
VERIFICA DEI FUSIBILI . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 3-42
ORIENTAMENTO DEL FARO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 3-44
SOSTITUZIONE LAMPADA DEL FARO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 3-44
INTRODUZIONE/MANUTENZIONE PERIODICA/ INSP
INTERVALLI DI LUBRIFICAZIONE ADJ
EB300000

CONTROLLI E REGOLAZIONI PERIODICHE


INTRODUZIONE
In questo capitolo sono riportate tutte le informazioni necessarie per effettuare i controlli periodici e le regolazio-
ni prescritte. Se seguite, queste operazioni di manutenzione preventiva garantiranno un funzionamento più affi-
dabile del motociclo ed una durata maggiore. Verrà drasticamente ridotta la necessità di effettuare costosi lavori
di revisione generale. Le informazioni qui contenute si applicano sia ai modelli già sul mercato che ai nuovi mo-
delli che verranno messi in vendita nel prossimo futuro. Tutti i tecnici dell’assistenza devono conoscere a fondo
tutto questo capitolo.
EB301000

MANUTEZIONE PERIODICA/INTERVALLI DI LUBRIFICAZIONE


OGNI
RODAGGIO 6.000 km 12.000 km
PARTICOLARE OPERAZIONI 1.000 km o o
6 mesi 12 mesi
Circuito carburante  Verificare che i tubi del carburante
* non presentino fessure o danni.  
 Sostituire se necessario.
Candele  Controllare le condizioni.
  
 Pulire o sostituire se necessario.
Valvole  Controllare-il gioco valvole.
*   
 Regolare se necessario.
Filtro dell’aria  Pulire o sostituire se necessario.  
Batteria  Controllare lo stato di carica.
*  
 Ricaricarla se necessario.
Frizione  Controllare il funzionamento.
 
 Regolare o sostituire il cavo.
Freno anteriore  Controllare il funzionamento e
verificare che non ci siano perdite
*  
(vedere NOTA).
 Sostituire le pastiglie se necessario.
Freno posteriore  Controllare il funzionamento.
*  Regolare o sostituire le ganasce  
se necessario.
Ruote  Controllare il bilanciamento,
lo scentramento, la tensione dei raggi
* e se ci sono dei danni.  
 Tirare i raggi e bilanciare /
sostituire se necessario.
Pneumatici  Controllare la profondità del battistrada
* e se ci sono danni.  
 Sostituire se necessario.
Cuscinetti ruote  Controllare il gioco del gruppo
* cuscinetto e se ci sono danni.  
 Sostituire se danneggiato.

3-1
MANUTENZIONE PERIODICA/ INSP
INTERVALLI DI LUBRIFICAZIONE ADJ
OGNI
RODAGGIO 6.000 km 12.000 km
PARTICOLARE OPERAZIONI 1.000 km o o
6 mesi 12 mesi
Perno articolazione  Controllare che il gr. forcellone non sia allentato.
del forcellone  Riparare se necessario.
* 
 Ingrassare con grasso al solfuro di
molibdeno ogni 24.000 km o 24 mesi.
Cuscinetti  Controllare che lo sterzo non sia allentato
dello sterzo e che non presenti indurimenti.
 Riparare se necessario.
*  
 Ingrassare con grasso a base di
sapone di litio ogni 24.000 km o
24 mesi.
Fissaggi del telaio  Controllare il serraggio di tutti i dadi,
* i bulloni e le viti.   
 Serrare se necessario.
Cavalletto laterale  Controllare il funzionamento.
  
 Riparare se necessario.
Interruttore  Controllare il funzionamento.
*   
cavalletto laterale  Sostituire se necessario.
Sospensione  Controllare il funzionamento della
anteriore forcella anteriore e che non ci siano
*  
perdite di olio.
 Riparare se necessario.
Sospensione  Controllare il funzionamento
posteriore e che non ci siano perdite di olio
*  
dall’ammortizzatore.
 Sostituire se necessario.
Carburatori  Controllare il regime minimo del motore.
* la sincronizzazione e il funzion. dello starter.   
 Regolare se necessario.
Olio motore  Sostituire (Scaldare il motore prima
  
di scaricare l’olio).
Filtro olio motore  Sostituire.  
Olio trasmissione  Controllare il livello dell’olio e che
finale non ci siano perdite. Sostituire  
 Sostituire ogni 24.000 km o 24 mesi.

I particolari contrassegnati con un asterisco (*) richiedono attrezzi speciali, informazioni e abilità tecnica per la
manutenzione.
Quando si deve effettuare la manutenzione di questi gruppi portare il motociclo da un concessionario Yamaha o
consultare il Manuale di Riparazione.
NOTA:
Sostituzione del liquido dei freni:
1. Quando si smonta il cilindro della pompa o della pinza si deve sostituire il liquido freni.
Controllare periodicamente il livello del liquido freni e rabboccare quando necessario.
2. Ogni due anni sostituire le guarnizioni di tenuta delle parti interne della pompa freno e della pinza.
3. Sostituire le tubazioni del freno ogni quattro anni, o quando presentano delle fessure o sono danneggiate.

3-2
INSP
SERBATOIO CARBURANTE E SELLE ADJ
SERBATOIO CARBURANTE E SELLE

30 Nm (3,0 mkg)

7 Nm (0,7 mkg)

7 Nm (0,7 mkg)

Ordine Nome operazione/Nome parte Q.tà Note


Smontaggio serbatoio carburante e selle Rimuovere le parti nell’ordine indicato.
1 Tubo carburante 1 NOTA:
Ruotare il rubinetto del carburante sulla
posizione “OFF”, prima di scollegare il tubo
del carburante.
2 Gruppo strumentazione 1
3 Connettore cavi strumentazione 2
4 Cavo tachimetro 1 NOTA:
Scollegare il cavo del tachimetro prima dalla
parte della ruota anteriore.
5 Staffa pomello starter 1
6 Gruppo serbatoio carburante 1
7 Sella passeggero 1
8 Staffa sella 1
9 Sella del guidatore 1 Per l’installazione, seguire in ordine inverso
la procedura di smontaggio.

3-3
INSP
REGOLAZIONE DEL GIOCO VALVOLE ADJ
EB303003

MOTORE
REGOLAZIONE DEL GIOCO VALVOLE
NOTA:
 Il gioco valvole va regolato con il motore freddo,
a temperatura ambiente.
 Misurare o regolare il gioco valvole con il pistone
al punto morto superiore (P.M.S.) in fase di com-
pressione.

1. Rimuovere:
 Gruppo strumentazione
 Serbatoio carburante
Fare riferimento a “SERBATOIO CARBU-
RANTE E SELLE”.
2. Rimuovere:
 Gruppo carburatore
Fare riferimento a “CARBURATORE” nel ca-
pitolo 5.

3. Scollegare:
 Cappucci delle candele
4. Rimuovere:
 Candele
5. Rimuovere:
 Bobina di accensione 1

6. Rimuovere:
 Coperchi teste cilindro
Fare riferimento a “RIMOZIONE MOTO-
RE”.
 Staffe coperchio testa cilindro
Fare riferimento a “TESTE CILINDRO”.

7. Rimuovere:
 Coperchi punterie 1

3-4
INSP
REGOLAZIONE DEL GIOCO VALVOLE ADJ
8. Rimuovere:
S Coperchi pignone albero a camme 1

9. Rimuovere:
S Tappo controllo anticipo 1
S Tappo dell’albero 2

10. Misurare:
S Gioco delle valvole
Fuori specifica  Regolare.

Gioco delle valvole (a freddo):


Valvola di aspirazione:
0,07  0,12 mm
Valvola di scarico:
0,12  0,17 mm
*************************************
Fasi della misurazione:
D Ruotare l’albero motore in senso orario con una
chiave.
D Allineare il riferimento a sulla ruota dentata
dell’albero a camme con il segno fisso di riferi-
mento b che si trova sulla testa del cilindro.
Quando il riferimento è allineato con il segno fis-
so, il pistone si trova al punto morto superiore
(P.M.S.).

A B D Controllare il riferimento dell’anticipo c del ci-


lindro anteriore/posteriore sul rotore. Se necessa-
rio ruotare l’albero motore per allineare il riferi-
mento con il riferimento fisso d sul coperchio
del generatore CA.
A Per il cilindro posteriore (riferimento “TI”)
B Per il cilindro anteriore (riferimento “I”)

3-5
INSP
REGOLAZIONE DEL GIOCO VALVOLE ADJ
D Misurare il gioco valvole usando uno spessimetro
1.
*************************************

11. Regolare:
S Gioco valvole
*************************************
Fasi della regolazione:
D Allentare il controdado 1 .
D Inserire uno spessimetro tra il dispositivo di rego-
lazione e l’estremità del gambo della valvola.
D Avvitare o svitare il dispositivo di regolazione 2
fino ad ottenere il gioco prescritto.

Avvitando: il gioco diminuisce.


Svitando: il gioco aumenta.
D Bloccare il dispositivo di regolazione per impe-
dirgli di muoversi e serrare il controdado.

Controdado:
14 Nm (1,4 kgm)

D Misurare nuovamente il gioco valvole.


D Se il gioco non è ancora corretto, ripetere tutte le
fasi precedenti fino ad ottenere il gioco prescritto.
*************************************

12. Installare:
S Tutte le parti rimosse
NOTA:
Installare tutte le parti rimosse in ordine inverso ri-
spetto alla loro rimozione. Notare i seguenti punti.

3-6
REGOLAZIONE DEL GIOCO VALVOLE/ INSP
SINCRONIZZAZIONE DEL CARBURATORE ADJ
13. Installare:
 Coperchi pignone albero a camme

10 Nm (1,0 kgm)

 Coperchi punterie

10 Nm (1,0 kgm)

 Coperchio testa cilindro

10 Nm (1,0 kgm)

 Candele

18 Nm (1,8 kgm)

EB303010

SINCRONIZZAZIONE DEL CARBURATORE


NOTA:
Prima di effettuare la sincronizzazione dei carbura-
tori,bisogna regolare correttamente il gioco valvole
e controllare la fase di accensione.

1. Sistemare il motociclo su di una superficie piana.


NOTA:
Porre il motociclo su di un supporto idoneo.

2. Rimuovere:
 Tappi del vuoto 1
3. Collegare:
 Vacuometro 1
 Contagiri motore 2
(al cavo della candela N. 1)

Vacuometro:
90890-03094
Contagiri motore:
90890-03113

4. Accendere il motore e farlo riscaldare per alcuni


minuti.
5. Controllare:
 Il regime di minimo del motore
Fuori specifica  Regolare.
Far riferimento a “REGOLAZIONE DEL RE-
GIME MINIMO”.

Regime di minimo del motore:


1.150  1.250 giri/min
3-7
INSP
SINCRONIZZAZIONE DEL CARBURATORE ADJ
6. Regolare:
S Sincronizzazione del carburatore
*************************************
Procedure di regolazione:
D Sincronizzare il carburatore No 1 col No 2 giran-
do la vite di sincronizzazione 1 finché entrambi
gli strumenti indicano lo stesso valore.
D Accelerare il motore due o tre volte, sempre per
meno di un secondo, e controllare nuovamente la
sincronizzazione.

Depressione al regime di minimo:


29,0 kPa (0,29 kg/cm2, 220 mm Hg)
NOTA:
La differenza tra i due carburatori non deve oltrepas-
sare 1,33 kPa (10 mm Hg).

*************************************

7. Controllare:
S Regime di minimo del motore
Fuori specifica  Regolare.
8. Spegnere il motore e scollegare gli strumenti di
misura.

9. Regolare:
S Il gioco del cavo dell’acceleratore
Fare riferimento a “REGOLAZIONE GIOCO
DEL CAVO ACCELERATORE”.

Gioco (cavo dell’acceleratore):


4  6 mm
Alla flangia della manopola
dell’acceleratore

10. Installare
S I tappi del vuoto

3-8
INSP
REGOLAZIONE DEL REGIME MINIMO ADJ
EB303021

REGOLAZIONE DEL REGIME MINIMO


NOTA:
Prima di regolare il regime di minimo, bisogna rego-
lare correttamente la sincronizzazione dei carbura-
tori, il filtro dell’aria deve essere pulito e il motore
deve avere una compressione adeguata.

1. Avviare il motore e farlo riscaldare per alcuni


minuti.
2. Collegare:
S Contagiri motore
(al cavo della candela No 1)

Contagiri motore:
90890-03113

3. Controllare:
S Il regime di minimo del motore
Fuori specifica  Regolare.

Regime di minimo del motore:


1.150  1.250 giri/min

4. Regolare:
S Il regime di minimo del motore
*************************************
Procedure di regolazione:
D Avvitare o svitare la vite di regolazione del mini-
mo 1 fino a quando non si ottiene il regime di mi-
nimo prescritto.

Avvitando: il minimo aumenta.


Svitando: il minimo diminuisce.
*************************************

3-9
REGOLAZIONE DEL REGIME MINIMO/ INSP
REGOLAZIONE DEL CAVO ACCELERATORE ADJ
5. Regolare:
 Gioco del cavo acceleratore
Fare riferimento a “REGOLAZIONE DEL
CAVO ACCELERATORE”.

Gioco (cavo dell’acceleratore):


4  6 mm
Alla flangia della manopola
dell’acceleratore

EB303030

REGOLAZIONE DEL CAVO


ACCELERATORE
NOTA:
Prima di regolare il gioco del cavo dell’acceleratore,
bisogna aver regolato correttamente il regime di mi-
nimo e la sincronizzazione dei carburatori.

1. Controllare:
 Il gioco del cavo acceleratore a
Fuori specifica  Regolare.

Gioco (cavo dell’acceleratore):


4  6 mm
Alla flangia della manopola
dell’acceleratore

2. Rimuovere:
 Sella del guidatore
 Serbatoio carburante
Far riferimento a “SERBATOIO CARBU-
RANTE E SELLE”

3. Regolare:
 Gioco del cavo acceleratore
*************************************
Procedure di regolazione:
NOTA:
Quando il motociclo sta accelerando il cavo No 1 1
dell’acceleratore viene tirato e il cavo No 2 2 viene
spinto.

3-10
REGOLAZIONE DEL CAVO ACCELERATORE/ INSP
CONTROLLO CANDELE DI ACCENSIONE ADJ
1a fase:
D Allentare il controdado 3 sul cavo acceleratore
No 1.
D Avvitare o svitare il dispositivo di regolazione 4
fino ad ottenere il gioco prescritto.

Avvitando: il gioco aumenta.


Svitando: il gioco diminuisce.
D Serrare i controdadi.
NOTA:
Se agendo sull’estremità del cavo dal lato del carbu-
ratore non si riesce ad ottenere il gioco prescritto, bi-
sogna utilizzare il dispositivo di regolazione che si
trova all’estremità dal lato manubrio.

Fase aggiuntiva:
D Allentare il controdado 5 .
D Avvitare o svitare il dispositivo di regolazione 6
fino a quando si è ottenuto il gioco prescritto.

Avvitando: il gioco aumenta.


Svitando: il gioco diminuisce.
D Serrare i controdadi

Dopo la regolazione, ruotare il manubrio verso


destra e verso sinistra per assicurarsi che il movi-
mento non provochi cambiamenti nel regime di
minimo.

*************************************
4. Installare:
S Serbatoio carburante
S Sella del guidatore
Fare riferimento a “SERBATOIO CARBU-
RANTE E SELLE”
EB303040

CONTROLLO CANDELE DI ACCENSIONE


1. Rimuovere:
S Cappucci candele
S Candele
CAUTELA:
Prima di togliere le candele, usare dell’aria com-
pressa per rimuovere la sporcizia eventualmente
accumulata nei pozzetti delle candele, per evitare
che cada nei cilindri.

3-11
CONTROLLO CANDELE DI ACCENSIONE/ INSP
CONTROLLO DELLA FASE DI ACCENSIONE ADJ
2. Controllare:
 Tipo di candela
Non corretto  Sostituire.

Candela standard:
DPR7EA-9 (NGK)
X22EPR-U9 (DENSO)

3. Controllare:
 Elettrodo 1
Usurato/danneggiato  Sostituire.
 Isolante 2
Colore anormale  Sostituire.
Il colore normale è un nocciola medio-chiaro.

4. Pulire:
 Candela
(con un mezzo idoneo o una spazzola metalli-
ca)
5. Misurare:
 Distanza tra gli elettrodi della candela a
(con uno spessimetro)
Fuori specifica  Regolare la distanza.

Distanza tra gli elettrodi candela:


0,8  0,9 mm

6. Installare
 Candela

18 Nm (1,8 kgm)

NOTA:
Prima di installare una candela, pulire la superficie
della guarnizione e della candela.

EB303051

CONTROLLO DELLA FASE DI ACCENSIONE


NOTA:
Prima di controllare la fase di accensione, verificare
tutti i collegamenti elettrici relativi al sistema di ac-
censione. Assicurarsi che tutti i collegamenti siano
ben serrati e privi di corrosione e che tutte le masse
siano ben serrate.

3-12
INSP
CONTROLLO DELLA FASE DI ACCENSIONE ADJ
1. Rimuovere:
S Tappo controllo accensione 1

2. Collegare:
S Lampada stroboscopica 1
S Contagiri motore 2
(al cavo della candela No 1)

Lampada stroboscopica:
90890-03141
Contagiri motore:
90890-03113

3. Controllare:
S Anticipo accensione
*************************************
Procedure per il controllo
D Avviare il motore e farlo riscaldare per alcuni mi-
nuti. Far girare il motore al regime richiesto.

Regime minimo del motore:


1.150  1.250 giri/min

D Controllare che il riferimento fisso a rientri nel


campo di accensione b sul rotore.
Fase di accensione non coretta  Controllare il
sistema di accensione.
*************************************
NOTA:
La fase dell’accensione non è regolabile.

4. Installare:
S Tappo controllo accensione 1

3-13
INSP
MISURA DELLA PRESSIONE DI COMPRESSIONE ADJ
EB303060

MISURA DELLA PRESSIONE DI


COMPRESSIONE
NOTA:
Una pressione di compressione insufficiente causa
la diminuzione delle prestazioni.

1. Controllare:
 Gioco delle valvole
Fuori specifica  Regolare.
Far riferimento a “REGOLAZIONE DEL
GIOCO VALVOLE”.
2. Accendere il motore e farlo riscaldare per alcuni
minuti.
3. Spegnere il motore.

4. Rimuovere:
 Cappucci candele
 Candele
CAUTELA:
Prima di togliere le candele, usare dell’aria com-
pressa per rimuovere la sporcizia eventualmente
accumulata nei pozzetti delle candele, per evitare
che cada nei cilindri.

5. Collegare:
 Manometro 1

Gruppo manometro:
90890-03081

6. Misurare:
 Pressione in fase di compressione
Se questa supera la pressione massima consen-
tita  Verificare la presenza di depositi carbo-
niosi sulla testa del cilindro, sulle superfici
delle valvole e sul cielo del pistone.
Se questa è minore della pressione minima 
Immettere qualche goccia d’olio nel cilindro
interessato e misurare un’altra volta.
 Fare riferimento alla seguente tabella.

3-14
INSP
MISURA DELLA PRESSIONE DI COMPRESSIONE ADJ
Pressione in fase di compressione
(dopo l’introduzione di olio nel cilindro)
Lettura Diagnosi
Pressione più alta Pistoni usurati
della precedente o danneggiati  Riparare.
Fasce elastiche, valvole,
Pressione uguale guarnizione testa o il
alla precedente pistone potrebbero essere
difettosi  Riparare.

Pressione in fase di compressione


(al livello del mare)
Standard:
1.100 kPa (11 kg/cm2, 11 bar)
Minima:
1.000 kPa (10 kg/cm2, 10 bar)
Massima:
1.200 kPa (12 kg/cm2, 12 bar)

*************************************
Procedure di misura:
D Far girare il motore con la pedivella di avviamen-
to con l’acceleratore aperto fino a quando il valore
di pressione letto sul manometro si è stabilizzato.

Prima di azionare la pedivella di avviamento col-


legare a massa tutti i terminali delle candele per
evitare scintille.

D Ripetere le fasi precedenti per l’altro cilindro.


NOTA:
La differenza di pressione in fase di compressione
tra il valore più alto ed il più basso delle letture di
compressione dei cilindri non deve superare 100 kPa
(1 kg/cm2, 1 bar).

*************************************

7. Installare:
S Candele
S Cappucci candele

18 Nm (1,8 kgm)

3-15
INSP
CONTROLLO LIVELLO OLIO MOTORE ADJ
CONTROLLO LIVELLO OLIO MOTORE
1. Disporre il motociclo in piano.
NOTA:
D Assicurarsi che il motociclo non sia inclinato
quando si controlla il livello dell’olio.
D Disporre il motociclo su di un supporto adatto.

2. Controllare:
S Livello dell’olio
Il livello dell’olio deve essere tra i livelli di
massimo a e di minimo b .
Livello dell’olio inferiore al minimo  Ag-
giungere olio fino al livello corretto.

Olio motore raccomandato:


Fare riferimento alla tabella di
selezione dell’olio in funzione del
campo di temperatura di esercizio
Temp. del mezzo.
Standard API:
API SE o caratteristiche superiori

CAUTELA:
D Non aggiungere additivi chimici o usare oli con
caratteristiche CD a o superiori.
D Assicurarsi di non utilizzare oli marchiati
“ENERGY CONSERVING II” b o superiori.
L’olio motore lubrifica anche la frizione e gli
additivi potrebbero far slittare la frizione.
D Fare attenzione che nessun oggetto estraneo
entri nel carter.

3. Avviare il motore e farlo riscaldare per alcuni


minuti.
4. Spegnere il motore e controllare nuovamente il
livello dell’olio.
NOTA:
Attendere per qualche minuto che il livello dell’olio
si stabilizzi prima di controllarne il livello.

3-16
INSP
SOSTITUZIONE DELL’OLIO MOTORE ADJ
EB303080

SOSTITUZIONE DELL’OLIO MOTORE


1. Avviare il motore e farlo riscaldare per alcuni
minuti.
2. Spegnere il motore e disporre un contenitore
sotto il tappo di scarico.
3. Rimuovere:
S Tappo 1 introduzione olio
S Anello di tenuta OR 2
S Tappo di scarico 3
S Guarnizione
Lasciare scolare l’olio motore completamen-
te.

4. Se si deve sostituire il filtro dell’olio nel corso di


questa procedura, rimuovere le seguenti parti
per poi installarle nuovamente.
*************************************
Fasi di rimozione:
D Rimuovere il coperchio della cartuccia del filtro
olio 1 e la cartuccia filtrante 2 .
D Controllare l’anello di tenuta 3 . Se è fessurato o
danneggiato, sostituirlo.
D Installare la cartuccia filtrante e il coperchio del
filtro olio.

Bullone coperchio del filtro olio:


10 Nm (1,0 kgm)
*************************************

5. Installare:
S Guarnizione = Nuova
S Tappo di scarico

43 Nm (4,3 kgm)

NOTA:
Controllare la guarnizione del tappo di scarico. Se è
danneggiata, sostituirla.

3-17
INSP
SOSTITUZIONE DELL’OLIO MOTORE ADJ
6. Riempire:
S Il carter
Far riferimento a “CONTROLLO LIVELLO
OLIO MOTORE”

Quantitativo olio:
Complessivamente:
3,2 litri
Sostituzione periodica:
2,6 litri
Con sostituzione del filtro olio:
2,8 litri

7. Installare:
S Tappo di immissione dell’olio
S Riscaldare il motore per alcuni minuti e poi
spegnerlo.
8. Controllare:
S Motore (per perdite di olio)
S Livello dell’olio

9. Controllare
S Pressione dell’olio
*************************************
Procedure per il controllo:
D Allentare leggermente il bullone del condotto
dell’olio 1 .
D Accendere il motore e tenerlo al minimo finché
l’olio non incomincia a fuoriuscire dal bullone del
condotto dell’olio. Se dopo un minuto l’olio non
fuoriesce, spegnere il motore per evitare che grip-
pi.
D Controllare che i passaggi dell’olio, il filtro e la
pompa non abbiano danni o perdite. Fare riferi-
mento alla sezione “CONTROLLI E RIPARA-
ZIONI” nel CAPITOLO 4.
D Dopo aver risolto il(i) problema(i) avviare il mo-
tore e ricontrollare la pressione dell’olio.
D Serrare il bullone del condotto dell’olio alla cop-
pia prescritta.

Bullone del condotto olio:


8 Nm (0,8 kgm)
*************************************

3-18
REGOLAZIONE DELLA FRIZIONE/ INSP
PULIZIA DEL FILTRO ARIA ADJ
EB303090

REGOLAZIONE DELLA FRIZIONE


1. Controllare:
S Il gioco del cavo della frizione a
Fuori specifica  Regolare.

Gioco (cavo della frizione):


10  15 mm
All’estremità della leva

A B 2. Regolare:
S Il gioco del cavo della frizione
*************************************
Procedure di regolazione
D Allentare i controdadi 1
D Avvitare o svitare i registri 2 fino ad ottenere il
gioco prescritto.

Avvitando: il gioco aumenta.


Svitando: il gioco diminuisce.
D Serrare i controdadi.
*************************************
A Lato manubrio
B Lato motore

EB303120

PULIZIA DEL FILTRO ARIA


1. Rimuovere:
S Coperchio della cassetta del filtro aria 1
2. Rimuovere:
S Elemento filtrante 2
CAUTELA:
Non far funzionare mai il motore senza la cartuc-
cia del filtro aria. L’aria non filtrata causa la rapi-
da usura dei componenti del motore e può dan-
neggiare il motore stesso. Far funzionare il
motore senza l’elemento del filtro modifica anche
la carburazione, con conseguente perdita di pre-
stazioni e possibilità di surriscaldamento.

3-19
PULIZIA DEL FILTRO ARIA/
CONTROLLO MANICOTTI DEL CARBURATORE/ INSP
CONTROLLO TUBAZIONE CARBURANTE ADJ
3. Controllare:
 Elemento filtrante
Danneggiato  Sostituire.

4. Pulire:
 Elemento filtrante
Soffiare via la polvere dalla superficie esterna
dell’elemento filtrante con aria compressa.

5. Installare:
 Elemento filtrante
 Coperchio della cassetta del filtro aria
NOTA:
Nell’installare l’elemento nella cassetta, assicurarsi
che la sua superficie di tenuta combaci con la super-
ficie di tenuta della scatola del filtro, in modo che
l’aria non possa fuoriuscire.

EB303130

CONTROLLO MANICOTTI DEL


CARBURATORE
1. Controllare:
 Manicotti del carburatore 1
Fessurati/danneggiati  Sostituire.
Far riferimento alla voce “CARBURATORE”
nel capitolo 5.

EB303140

CONTROLLO TUBAZIONE CARBURANTE


1. Controllare:
 Tubazione carburante
Fessurata/danneggiata  Sostituire.
 Filtro carburante
Sporco/Danneggiato  Sostituire.

3-20
CONTROLLO TUBO DI SFIATO/ INSP
CONTROLLO SISTEMA DI SCARICO ADJ
CONTROLLO TUBO DI SFIATO
1. Rimuovere:
 Copertura testa cilindro (cilindro posteriore)
Far riferimento a “RIMOZIONE DEL MO-
TORE” nel CAPITOLO 4.
2. Controllo:
 Tubo di sfiato 1
Fessurato/danneggiato  Sostituire.
Giunzione allentata  Collegare correttamen-
te.
CAUTELA:
Assicurarsi che il tubo di sfiato segua il percorso
corretto.

EB303160

CONTROLLO SISTEMA DI SCARICO


1. Esaminare:
 Tubo di scarico (anteriore) 1
 Manicotto tubo di scarico (posteriore) 2
 Gruppo silenziatore (inferiore) 3
 Gruppo silenziatore (superiore) 4
Fessurati/danneggiati  Sostituire.
 Fascette 5
Perdite gas di scarico  Sostituire.
2. Controllare:
 Dado 6

20 Nm (2,0 kgm)

 Dado 7

25 Nm (2,5 kgm)

 Bullone 8

20 Nm (2,0 kgm)

 Bulloni 9

25 Nm (2,5 kgm)

 Viti 10

20 Nm (2,0 kgm)
3-21
INSP
REGOLAZIONE DEL FRENO ANTERIORE ADJ
EB304002

TELAIO
REGOLAZIONE DEL FRENO ANTERIORE
1. Controllare:
S Gioco della leva del freno a
Fuori specifica  Regolare.

Gioco della leva del freno:


10  15 mm
(all’estremità della leva freno)

2. Regolare:
S Il gioco della leva del freno
*************************************
Procedura di regolazione:
D Allentare il controdado 1 .
D Avvitare o svitare il registro 2 fino ad ottenere il
gioco prescritto.

Il gioco della leva del


Avvitando:
freno diminuisce.
Il gioco della leva del
Svitando:
freno aumenta.
D Serrare il controdado.
CAUTELA:
Assicurarsi che il freno non faccia attrito dopo
aver regolato la posizione della leva del freno an-
teriore.

Una sensazione di morbidezza o spugnosità nella


leva del freno può segnalare la presenza di aria
nel circuito frenante. Tale aria va rimossa spur-
gando il circuito frenante prima di usare il moto-
ciclo. La presenza di aria nel circuito frenante
causa una considerevole riduzione nelle presta-
zioni del freno e potrebbe causare perdite di con-
trollo ed incidenti. Se necessario, esaminare e
spurgare il circuito frenante.

*************************************

3-22
INSP
REGOLAZIONE DEL FRENO POSTERIORE ADJ
EB304012

REGOLAZIONE DEL FRENO POSTERIORE


1. Controllare:
 Altezza del pedale del freno a
Fuori specifica  Regolare.

Altezza del pedale del freno:


85 mm
(Sotto il bordo superiore
della pedana poggiapiede)

2. Regolare:
 Altezza del pedale del freno
*************************************
Procedura di regolazione:
 Allentare il controdado 1 .
 Avvitare o svitare il registro 2 fino ad ottene-
re l’altezza prescritta del pedale freno.

L’altezza del pedale


Avvitando:
del freno diminuisce.
L’altezza del pedale
Svitando:
del freno aumenta.
 Serrare il controdado.

Controdado
7 Nm (0,7 kgm)
*************************************
3. Controllare:
 Il gioco del pedale del freno a
Fuori specifica  Regolare.

Gioco del pedale del freno:


20  30 mm

4. Regolare:
 Gioco del pedale del freno
*************************************
Procedura di regolazione:
 Avvitare o svitare il registro 1 fino ad ottene-
re il gioco prescritto.

Il gioco del pedale del


Avvitando:
freno diminuisce.
Il gioco del pedale del
Svitando:
freno aumenta.

CAUTELA:
Assicurarsi che il freno non faccia attrito dopo
aver regolato l’altezza e il gioco del pedale del fre-
no.

3-23 *************************************
REGOLAZIONE DEL FRENO POSTERIORE/ INSP
CONTROLLO LIVELLO LIQUIDO FRENI ADJ
5. Regolare:
S Interruttore luce freno
S Vedere “REGOLAZIONE INTERRUTTORE
LUCE FRENO”.
EB304020

CONTROLLO LIVELLO LIQUIDO FRENI


1. Disporre il motociclo in piano.
NOTA:
D Assicurarsi che il motociclo sia verticale quando
si controllo il livello del liquido freni.
D Disporre il motociclo su di un supporto adatto.

2. Controllare:
S Il livello del liquido freni
Il livello del liquido freni è al di sotto del livel-
lo minimo “LOWER” a  Rabboccare fino
al livello corretto.

Liquido freni raccomandato:


DOT N_4

NOTA:
Per ottenere una misura corretta del livello del liqui-
do freni, assicurarsi che la parte superiore del serba-
toio liquido freni sul manubrio sia orizzontale.

CAUTELA:
Il liquido dei freni può corrodere le superfici ver-
niciate o i componenti in plastica. Pulire sempre
eventuali perdite di liquido immediatamente.

D Usare solo il liquido freni prescritto. Altri li-


quidi potrebbero deteriorare le guarnizioni in
gomma, causando perdite di liquido ed un cat-
tivo funzionamento del freno.
D Rabboccare con lo stesso tipo di liquido. Una
miscela di liquidi diversi può provocare una
reazione chimica nociva al funzionamento del
freno.
D Quando si rabbocca il liquido fare attenzione a
non far entrare acqua nel serbatoio. L’acqua
abbasserebbe di molto il punto d’ebollizione,
generando bolle di vapore durante l’uso del
freno.

3-24
CONTROLLO PASTIGLIE DEL FRENO/
CONTROLLO GANASCE DEL FRENO/ INSP
REGOLAZIONE INTERRUTTORE LUCE FRENO ADJ
EB304030

CONTROLLO PASTIGLIE DEL FRENO


1. Azionare la leva del freno.
2. Controllare:
S Pastiglia del freno
Gli indicatori di usura 1 toccano quasi il dis-
co del freno  Sostituire entrambe le pasti-
glie.
Vedere la sezione “RUOTA ANTERIORE E
FRENO ANTERIORE” nel CAPITOLO 6.
EB304040

CONTROLLO GANASCE DEL FRENO


1. Azionare il pedale del freno.
2. Controllare:
S Ganasce del freno
L’indicatore di usura 1 raggiunge la linea del
limite massimo di usura 2  Sostituire en-
trambe le ganasce.
Vedere “RUOTA POSTERIORE E FRENO
POSTERIORE” nel CAPITOLO 6.
EB304050

REGOLAZIONE INTERRUTTORE LUCE


FRENO
NOTA:
L’interruttore della luce del freno è azionato dal mo-
vimento del pedale del freno.
La regolazione è corretta quando la luce del freno si
accende subito prima che l’azione frenante abbia ef-
fettivamente inizio.

1. Controllare:
S Sincronizzazione del funzionamento della
luce del freno
Non corretta  Regolare.
2. Regolare:
S Sincronizzazione del funzionamento della lu-
ce del freno
*************************************
Procedura di regolazione:
D Tener fermo il corpo 1 dell’interruttore con la
mano impedendogli di ruotare, e avvitare o svita-
re il registro 2 fino a ottenere la corretta sincro-
nizzazione.

La luce del freno si


Avvitando:
accende più tardi.
La luce del freno si
Svitando:
accende prima.
*************************************

3-25
CONTROLLO TUBAZIONE DEL FRENO/ INSP
SPURGO DELL’ARIA (CIRCUITO DEL FRENO) ADJ
EB304060

CONTROLLO TUBAZIONE DEL FRENO


1. Controllare:
S Il tubo (i) del freno
Fessurato/usurato/danneggiato  Sostituire.
2. Controllare:
S Fascetta(e) del tubo del freno
Alletate  Serrare.
3. Tenere il motociclo verticale e azionare il freno
anteriore o quello posteriore.
4. Controllare:
S Tubo (i) del freno
Azionare la leva del freno varie volte.
Perdite di lìquido freni  Sostituire il tubo
danneggiato.
Vedere “FRENO ANTERIORE” nel CATPI-
TOLO 6.
EB304070

SPURGO DELL’ARIA (CIRCUITO DEL


FRENO)

Spurgare il circuito freni ogni volta che:


D l’impianto è stato smontato
D una parte della tubazione è stata allentata o ri-
mossa
D il liquido freni nel serbatoio è a un livello molto
basso
D il funzionamento del freno è difettoso.
Un inadeguato spurgo del circuito frenante
può causare una perdita di efficacia della fre-
nata.

1. Spurgare:
S Il circuito dei freni
*************************************
Procedura di spurgo dell’aria:
a. Riempire il serbatoio della pompa col liquido
freni corretto.
b. Installare il diaframma. Fare attenzione a non
rovesciare il liquido e a non farlo traboccare dal
serbatoio.
c. Fissare saldamente un tubo di plastica traspa-
rente 1 alla vite di spurgo sulla pinza 2 .
d. Porre l’altra estremità del tubo in un contenito-
re.
e. Azionare lentamente la leva del freno varie vol-
te.
f. Tirare la leva completamente. Tenerla in questa
posizione.

3-26
SPURGO DELL’ARIA (CIRCUITO DEL FRENO)/ INSP
REGOLAZIONE PEDALE DEL CAMBIO ADJ
g. Allentare la vite di spurgo e lasciar spostare la
leva fino a fine corsa.
h. Serrare la vite di spurgo quando la leva è a fine
corsa, quindi rilasciare la leva.
i. Ripetere le operazioni da (e) a (h) fino a quando
tutte le bollicine di aria sono scomparse dal li-
quido freni.
NOTA:
Quando si spurga il circuito del freno, assicurarsi che
ci sia sempre liquido a sufficienza nel serbatoio pri-
ma di azionare la leva del freno. Se tale precauzione
non viene osservata, l’aria potrebbe entrate nel cir-
cuito frenante, prolungando notevolmente la proce-
dura di spurgo.

j. Serrare la vite di spurgo.

Vite di spurgo:
6 Nm (0,6 kgm)

NOTA:
Se lo spurgo risulta difficile, può essere necessario
lasciar stabilizzare il liquido freni per alcune ore. Ri-
petere la procedura di spurgo quando le bollicine
nell’impianto sono scomparse.

k. Rabboccare il serbatoio della pompa fino al li-


vello corretto.
Vedere “CONTROLLO LIVELLO DEL LI-
QUIDO FRENI”.

Controllare il funzionamento del freno dopo


averne spurgato il circuito.

*************************************

EB304080

REGOLAZIONE DEL PEDALE DEL


CAMBIO
1. Controllare:
 Posizione del pedale del cambio
Verificare la lunghezza dell’asta a del pedale
del cambio.
Se la posizione non è corretta  Regolare.

Lunghezza asta pedale cambio:


188 mm

3-27
REGOLAZIONE PEDALE DEL CAMBIO INSP
CONTRTOLLO LIVELLO OLIO TRASMISSIONE FINALE ADJ
2. Regolare:
S Posizione pedale del cambio
*************************************
Procedura di regolazione:
D Allentare entrambi i controdadi 1 .
D Avvitare o svitare l’asta del pedale cambio 2 per
ottenere la corretta posizione del pedale.

Avvitando: Il pedale cambio si abbassa.


Svitando: Il pedale cambio si alza.
D Serrare entrambi i controdadi.
*************************************
EB304110

CONTROLLO LIVELLO OLIO


TRASMISSIONE FINALE
1. Disporre il motociclo in piano.
NOTA:
D Assicurarsi che il motociclo sia in posizione verti-
cale quando si controlla il livello olio della tra-
smissione finale.
D Porre il motociclo su un supporto adatto.

2. Rimuovere:
S Tappo introduzione olio 1
3. Esaminare:
S Livello olio
L’olio deve essere all’altezza del bordo infer-
iore 2 del foro.
Livello olio insufficiente  Rabboccare fino
al livello corretto.

Olio motore raccomandato:


Olio per ingranaggi elicoidali
SAE 80 API “GL-4”.
Se necessario, si può usare un olio
per ingranaggi elicoidali SAE 80W90
per tutte le condizioni.

NOTA:
“GL-4” è una classificazione della qualità e degli ad-
ditivi. Si possono anche usare oli per trasmissioni
elicoidali classificati “GL-5” o “GL-6”.

4. Installare:
S Tappo introduzione olio

23 Nm (2,3 kgm)

3-28
SOSTITUZIONE OLIO TRASMISSIONE FINALE/ INSP
CONTROLLO DELLO STERZO ADJ
EB304120

SOSTITUZIONE OLIO TRASMISSIONE


FINALE
1. Disporre un contenitore sotto il carter della tra-
smissione finale.
2. Rimuovere:
 Tappo introduzione olio 1
 Tappo di scarico 2
Scaricare l’olio dal carter della trasmissione
finale.
3. Installare:
 Tappo di scarico

23 Nm (2,3 kgm)

NOTA:
Controllare la quarnizione del tappo di scarico. Se è
danneggiata, sostituirla.

4. Rifornire:
 Carter della trasmissione finale

Quantità olio:
0,19 litri

Vedere la sezione “CONTROLLO LIVELLO


OLIO TRASMISSIONE FINALE”.
5. Installare:
 Tappo introduzione olio

23 Nm (2,3 kgm)

EB304130

CONTROLLO DELLO STERZO

Sostenere il motociclo in modo da evitare che pos-


sa cadere.

1. Disporre il motociclo in piano.


NOTA:
Porre il motociclo su un supporto adatto.

2. Sollevare la ruota anteriore disponendo un sup-


porto adatto sotto il motore.
3. Controllare:
 Gruppo cuscinetti dello sterzo
Afferrare la parte inferiore dei foderi della for-
cella anteriore e muovere dolcemente la for-
cella avanti e indietro.
Gioco  Regolare lo sterzo.

3-29
INSP
CONTROLLO DELLO STERZO ADJ
4. Allentare:
S Bulloni (superiori) 1 di serraggio della for-
cella anteriore
5. Rimuovere:
S Dado 2 piantone sterzo
S Piastra superiore 3

6. Regolare:
S Testa dello sterzo
*************************************
Procedura di regolazione:
D Rimuovere la rondella di fermo 1 , la ghiera su-
periore 2 e la gurnizione di gomma 3 .
D Allentare la ghiera inferiore 4 .
D Serrare la ghiera inferiore usando la chiave per
ghiere 5 .
NOTA:
Disporre la chiave dinamometrica ad angolo retto ri-
spetto alla chiave per ghiere.

Chiave per ghiere:


90890-01403

Ghiera inferiore (serraggio iniziale):


52 Nm (5,2 kgm)

D Allentare completamente la ghiera 4 , poi serrar-


la alla coppia prescritta.

Non serrare eccessivamente la ghiera.

Ghiera inferiore (serraggio finale):


18 Nm (1,8 kgm)

3-30
CONTROLLO DELLO STERZO/ INSP
CONTROLLO FORCELLA ANTERIORE ADJ
D Controllare che non vi sia gioco nell’asse dello
sterzo e che i suoi movimenti siano scorrevoli gi-
randolo fino in fondo in entrambe le direzioni. Se i
movimenti non sono scorrevoli, rimuovere l’asse
dello sterzo ed esaminarne i cuscinetti Vedere
“ASSE DELLO STERZO E MANUBRIO” al
CAPITOLO 6.
D Installare la guarnizione di gomma 3 .
D Installare la ghiera superiore 2 , quindi allineare
le scanalature delle due ghiere. Se necessario, te-
nere con una mano la ghiera inferiore e serrare la
ghiera superiore fino a quando le scanalature sono
allineate.
D Installare la rondella di fermo 1 .
NOTA:
Fare attenzione a posizionare correttamente le lin-
guette della rondella di fermo dentro alle scanalature
delle ghiere.

*************************************
7. Installare:
S Piastra superiore
S Dado piantone sterzo

110 Nm (11,0 kgm)

S Bulloni (superiori) di serraggio della forcella

20 Nm (2,0 kgm)

EB304140

CONTROLLO FORCELLA ANTERIORE

Sostenere il motociclo in modo da evitare che pos-


sa cadere.

1. Disporre il motociclo in piano.


2. Controllare:
S Stelo della forcella
Scalfitture/danni  Sostituire.
S Paraolio
Eccessivo trafilamento di olio  Sostituire.
3. Mantenere il motociclo verticale ed ezionare il
freno anteriore.
4. Controllare:
S Funzionamento
Spingere con forza sul manubrio verso il basso
varie volte.
Funzionamento non scorrevole  Riparare.
Vedere “FORCELLA ANTERIORE” nel CA-
PITOLO 6.
3-31
REGOLAZIONE AMMORTIZZATORE POSTERIORE/ INSP
CONTROLLO PNEUMATICI ADJ
EB304160

REGOLAZIONE AMMORTIZZATORE
POSTERIORE

Sostenere il motociclo in modo da evitare che pos-


sa cadere.

Precarico molla
1. Regolare:
S Precarico molla
NOTA:
Usare la chiave speciale con la barra di prolunga in-
cluse nel kit attrezzi in dotazione, per regolare il pre-
carico molla.

*************************************
Procedura di regolazione:
D Avvitare o svitare il registro 1 .

Selezionando un Carico molla


numero più basso: diminuisce.

Selezionando un
Carico molla aumenta.
numero più alto:

Numeri di regolazione:
Numero standard: 3
Numero minimo: 1
Numero massimo: 7

CAUTELA:
Non ruotare mai il registro oltre il numero di re-
golazione massimo o minimo.

*************************************

EB304170

CONTROLLO PNEUMATICI
1. Misurare:
S Pressione pneumatici
Fuori specifica  Regolare.

3-32
INSP
CONTROLLO PNEUMATICI ADJ

D Controllare e regolare la pressione dei pneu-


matici solo con i pneumatici a temperatura
ambiente. La pressione dei pneumatici e le so-
spensioni vanno regolate a seconda del peso to-
tale di bagagli, pilota, passeggero e accessori
(carenature, borse, ecc. se approvate per que-
sto modello), e a seconda delle velocità che si
raggiungono col motociclo.
NON SOVRACCARICARE MAI IL MOTOCI-
CLO.
D Il sovraccarico causa danni ai pneumatici, in-
cidenti o lesioni.

Peso base:
Con olio e
serbatoio 227 kg
carburante
pieno:
Carico 180 kg (tranne per CH)
massimo*: 178 kg (per CH)
Pressione
pneumatici a Anteriore Posteriore
freddo:
200 kPa 225 kPa
Carico fino a
(2,0 kg/cm2 (2,25 kg/cm2
90 kg*
2,0 bar) 2,25 bar)
Da 90 kg al 200 kpa 250 kPa
carico (2,0 kg/cm2 2,5 kg/cm2
massimo* 2,0 bar) 2,5 bar)
200 kPa 250 kPa
Guida ad
(2,0 kg/cm2 (2,5 kg/cm2
alta velocità
2,0 bar) 2,5 bar)
* Il “Carico” è il peso totale di bagagli, pilota,
passeggero e accessori.

2. Esaminare:
S Superfici pneumatici
Usura/danni  Sostituire.

Spessore minimo battistrada


(anteriore e posteriore):
1,6 mm

1 Spessore battistrada
2 Fianco
3 Indicatore di usura

3-33
INSP
CONTROLLO PNEUMATICI ADJ
A B

 Guidare il motociclo con pneumatici consuma-


ti è pericoloso. Sostituire il pneumatico appena
il battistrada comincia a mostrare segni di usu-
ra.
 Non usare pneumatici “tubeless” con ruote
progettate solo per pneumatici con camera
d’aria. Perdite improvvise di aria potrebbero
causare danni alle persone.
A Pneumatico B Ruota

Ruota per solo pneumatici


pneumatici con con camera d’aria
camera d’aria:
Ruota per pneumatici con o
pneumatici senza senza camera d’aria
camera d’aria:
 Installare la camera d’aria corretta quando si
usano pneumatici con camera d’aria.
 Dopo accurate verifiche, la Yamaha Motor
Co., Ltd ha approvato, per questo modello, i
pneumatici elencati qui di seguito. Non si può
fornire garanzia alcuna se si usa una combina-
zione di pneumatici diversa da quelle approva-
te dalla Yamaha per questo motociclo. Pneu-
matico anteriore e posteriore devono sempre
essere dello stesso costruttore e tipo.

Pneumatico anteriore:

Costruttore Misura Tipo


BRIDGESTONE 100/90-19 57S L309
DUNLOP 100/90-19 57S F24
Pneumatico posteriore:

Costruttore Misura Tipo


BRIDGESTONE 170/80-15M/C G546
77S
DUNLOP 170/80-15M/C K555
77S

Dopo aver montato un nuovo pneumatico, guida-


re più lentamente del solito per qualche tempo, in
modo che il pneumatico si adatti perfettamente al
cerchio, altrimenti si rischiano incidenti con dan-
ni al pilota o danneggiamento del motociclo.

3-34
CONTROLLO RUOTE/CONTROLLO E SERRAGGIO RAGGI/ INSP
CONTROLLO E LUBRIFICAZIONE DEI CAVI ADJ
EB304180

CONTROLLO RUOTE
1. Esaminare:
 Ruote
Deformazione/danni  Sostituire.
NOTA:
Dopo aver cambiato o sostituito un pneumatico od
una ruota eseguire l’equilibratura della stessa.

Non tentate mai di riparare le ruote.

EB304190

CONTROLLO E SERRAGGIO DEI RAGGI


1. Esaminare:
 Raggi 1
Deformazioni/danni  Sostituire.
Raggio allentato  Serrare di nuovo.
2. Serrare:
 Raggi
2 Chiave per raggi
NOTA:
Serrare i raggi prima e dopo il rodaggio.

Nipplo:
3 Nm (0,3 kgm)

EB304200

CONTROLLO E LUBRIFICAZIONE DEI


CAVI

Le guaine danneggiate dei cavi causano corrosio-


ne e interferiscono coi movimenti dei cavi.
Sostituire guaine e cavi danneggiati appena pos-
siblile.

3-35
CONTROLLO E LUBRIFICAZIONE DEI CAVI/
LUBRIFICAZIONE LEVE E PEDALI/ INSP
LUBRIFICAZIONE CAVALLETTO LATERALE ADJ
1. Esaminare:
 Guaine cavi
Danni  Sostituire.
2. Controllare:
 Funzionamento dei cavi
Non scorrevole  Lubrificare.

Lubrificante raccomandato:
Olio motore

NOTA:
Tenere verticale l’estremità del cavo e versare qual-
che goccia di lubrificante nella guaina.

EB304210

LUBRIFICAZIONE LEVE E PEDALI


Lubrificare le parti imperniate di ogni leva e pedale.

Lubrificante raccomandato:
Grasso a base di sapone di litio

EB304220

LUBRIFICAZIONE CAVALLETTO
LATERALE
Lubrificare il perno e le superfici di contatto del ca-
valletto laterale.

Lubrificante raccomandato:
Grasso a base di sapone di litio

3-36
INSP
CONTROLLO DELLA BATTERIA ADJ
EB305000

PARTE ELETTRICA
CONTROLLO DELLA BATTERIA
NOTA:
La batteria MF è del tipo sigillato, e quindi non si può
determinare lo stato di carica della batteria tramite la
misura della densità dell’elettrolito.
Pertanto lo stato di carica della batteria viene deter-
minato misurando la tensione aì morsetti della batte-
ria.

CAUTELA:
METODO DI CARICA
 Questa batteria è del tipo sigillato. Per nessun
motivo togliere i tappi sigillati. Se i tappi sigil-
lati vengono tolti, l’equilibrio chimico ne risul-
ta alterato e le prestazioni elettriche della bat-
teria risultano degradate.
 I valori de tempo di carica, corrente di carica e
tensione di carica per le batterie dei tipo MF
sono diversi da quelli delle normali batterie.
La batteria MF deve essere caricata secondo la
procedura descritta sotto la voce “METODO
DI CARICA”. Se la batteria è sovraccaricata,
il livello dell’elettrolito scende considerevol-
mente. Pertanto fate molta attenzione quando
si ricarica la batteria.

L’elettrolito della batteria è pericoloso.


Contiene acido solforico, velenoso e fortemente
caustico.
Seguire sempre queste precauzioni:
 Evitare il contatto con l’elettrolito, causa di
gravi ustioni e danni permanenti agli occhi.
 Indossare occhiali di sicurezza quando si ma-
neggiano batterie o vi si lavora vicino.
Antidoto (ESTERNO):
 PELLE – Lavare con acqua.
 OCCHI – Lavare con acqua per 15 minuti; sot-
toporsi subito a cure mediche.
Antidoto (INTERNO):
 Bere grandi quantità di acqua o latte seguite da
latte di magnesia, uovo sbattuto o olio vegetale.
Sottoporsi subito a cure mediche.

3-37
INSP
CONTROLLO DELLA BATTERIA ADJ
Le batterie generano gas idrogeno esplosivo.
Seguire sempre queste precauzioni:
D Caricare le batterie in zone ben ventilate.
D Tenere le batterie lontane da fuochi, scintille o
fiamme aperte (ad es. attrezzatura per saldare,
sigarette accese, ecc.)
D NON FUMARE mentre si caricano o si maneg-
giano le batterie.
TENERE BATTERIE ED ELETTROLITO
FUORI DELLA PORTATA DEI BAMBINI.

1. Rimuovere:
S Sella del guidatore
Far riferimento a “SERBATOIO CARBU-
RANTE E SELLE”.
S Coperchio batteria 1

2. Scollegare:
S Cavi della batteria
CAUTELA:
Prima scollegare il cavo negativo 1 , poi scollega-
re il cavo positivo 2 .

3. Rimuovere:
S Fascia di fissaggio della batteria
S Batteria
4. Controllare:
Voltmetro
S Condizioni della batteria
*************************************
Procedura di controllo delle condizioni della bat-
teria:
D Collegare un voltmetro digitale ai poli della batte-
ria.

Cavo + del tester  morsetto + della batteria


Cavo – del tester  morsetto – della batteria
NOTA:
Lo stato di carica di una batteria MF può essere con-
trollato tramite la misura della sua tensione a circuito
aperto (cioè quando il morsetto positivo è scollega-
to).

Tensione a
Tempo di carica
circuito aperto
Non è necessario
12,8 V o più
ricaricare.
3-38
INSP
CONTROLLO DELLA BATTERIA ADJ
Relazione tra tensione a circuito aperto
D Controllare le condizioni della batteria usando i
13,0
grafici qui riportati.
Tensione a circuito aperto

e tempo di carica a 20_C


12,5 Esempio:
12,0 D Tensione a circuito aperto = 12,0 V
D Tempo di carica = 6,5 ore
11,5
D Condizioni di carica della batteria = 20  30 %
D Metodo di carica per batterie MF
6,5
Tempo di carica (in ore)
* Il valore varia a seconda della temperatura, dello stato di carica della CAUTELA:
batteria e del livello dell’elettrolito.

D Nel caso non si possa conoscere la corrente di


carica standard, bisogna fare attenzione a non
Tensione a circuito aperto (V)

Temperatura superare il valore massimo di carica.


ambiente
20_C D Quando si deve porre la batteria sotto carica,
toglierla dal motociclo. (Se la ricarica deve es-
sere effettuata con la batteria sul motociclo,
scollegare il cavo del polo negativo dalla batte-
ria).
D Non togliere mai i tappi sigillati della batteria
Condizioni di carica della batteria (%) MF.
D Assicurarsi che le pinze del carica batteria sia-
Carica Temperatura ambiente
no ben collegate ai capi della batteria e che non
Tensione a circuito aperto (V)

18
20_C siano in corto circuito tra loro.
17 (una pinza che presenti tracce di corrosione
16
può sviluppare calore nell’area di contatto. Se
15

14 la molla della pinza si è indebolita, si possono


13
creare delle scintille).
D Prima di togliere le pinze dai morsetti della
12

11

10 0 10 20 30 40 50 60 Tempo (in minuti)


batteria, assicurarsi di aver spento il carica
batteria.
Controllo della tensione a circuito aperto
D La variazione di tensione a circuito aperto per
una batteria MF dopo la ricarica è indicata nella
figura accanto. Come si vede dalla figura la ten-
sione a circuito aperto si stabilizza all’incirca 30
minuti dopo il completamento della fase di cari-
ca. Pertanto attendere 30 minuti prima di misu-
rare la tensione a circuito aperto.

*************************************

3-39
INSP
CONTROLLO DELLA BATTERIA ADJ
Metodo di carica usando un carica batteria a corrente (tensione) variabile

Carica batteria
Amperometro
Misurare la tensione a vuoto NOTA:
prima della ricarica. La tensione deve essere misurata 30 minuti
dopo che la macchina si è fermata.

Collegare un carica batteria NOTA:


ed un amperometro alla batte- Impostare una tensione di carica di 16 – 17
V. (Se il valore impostato è più basso, la ca-
ria e iniziare a ricaricare. rica non sarà sufficiente. Se è troppo alto la
batteria verrà sovraccaricata).

Verificare che la corrente di ri-


SI carica sia superiore a quella NO
standard riportata sulla batte-
ria.

Agendo sulla manopola di regola-


zione, impostare una tensione di
carica di 20  25 V.

Regolare la tensione in modo da Controllare il valore della cor-


SI
mantenere la corrente al valore rente per 3  5 minuti per verifi-
standard di carica. care che la corrente standard di
carica sia stata raggiunta.

NO

Regolare il tempo di carica in base Se dopo 5 minuti la


al tempo di carica adatto al valore corrente non supera
di tensione a circuito aperto. il valore standard di
Fare riferimento a “Procedura con- carica, sostituire la
trollo condizioni della batteria”. batteria.

Nel caso la ricarica richieda più di 5 ore, si consiglia di controllare la corrente


di carica dopo che sono trascorse 5 ore. Se la corrente è cambiata, modificare
la tensione in modo da riottenere il valore standard della corrente di carica.

Misurare la tensione della batteria a circuito aperto dopo aver lasciato la bat-
teria a riposo per 30 minuti.
12,8 V o più --- Carica completata.
12,7 V o meno --- È necessario effettuare la ricarica.
Inferiore a 12,0 V --- Sostituire la batteria.

3-40
INSP
CONTROLLO DELLA BATTERIA ADJ
Metodo di carica usando un carica batteria a tensione costante

Misurare la tensione a vuoto NOTA:


prima della ricarica. La tensione deve essere misurata 30 minuti
dopo che la macchina si è fermata.

Collegare un carica batteria


ed un amperometro e iniziare
a ricaricare.

Verificare che la corrente di


SI ricarica sia superiore a quella NO
standard riportata sulla batte-
ria.

Ricaricare la batteria fino a quando la sua Questo tipo di carica batteria non può es-
tensione di carica raggiunge i 15 V. sere usato per ricaricare le batterie MF. Si
consiglia un carica batteria a tensione va-
NOTA: riabile.
Impostare un tempo (massimo) di carica di
20 ore.

Misurare la tensione della batteria a cir-


cuito aperto dopo aver lasciato la batteria
Carica batteria
a riposo per 30 minuti.
12,8 V o più --- Carica completata.
Amperometro
12,7 V o meno --- È necessario effettuare Voltmetro
la ricarica.
Inferiore a 12,0 V --- Sostituire la batte-
ria.

Metodo di carica con un carica batteria a corrente costante


Questo tipo di carica batteria non può essere usato per ricaricare le batterie MF.

3-41
CONTROLLO DELLA BATTERIA/ INSP
CONTROLLO DEI FUSIBILI ADJ
5. Esaminare:
S Morsetti della batteria
Sporchi  Pulire con una spazzola d’acciaio.
Connessioni incerte  Correggere.
NOTA:
Dopo aver pulito i morsetti, applicarvi un leggero
strato di grasso.

6. Installare:
S Batteria
S Cinghia batteria
7. Collegare:
S Cavi della batteria
CAUTELA:
Collegare per primo il polo positivo 1 , poi il polo
negativo 2 .

8. Installare:
S Sella del guidatore
Far riferimento a “SERBATOIO CARBU-
RANTE E SELLE”

EB305010

CONTROLLO DEI FUSIBILI


CAUTELA:
Ruotare sempre l’interruttore principale sulla
posizione “OFF” quando si controllano o sostitui-
scono i fusibili, o si rischia un corto circuito.

1. Rimuovere:
S Coperchio batteria
2. Esaminare:
S Fusibili
*************************************
Procedura di controllo:
D Collegare il tester tascabile al fusibile e control-
larne la continuità.

3-42
INSP
CONTROLLO DEI FUSIBILI ADJ

NOTA:
Mettere il selettore del tester su “Ω 1”.

Tester tascabile:
90890-03112

D Se il tester indica ∞, sostituire il fusibile.


*************************************

3. Sostituire:
S Fusibile interrotto
*************************************
Procedura di sostituzione:
D Spegnere l’interruttore principale.
D Installare un nuovo fusibile con il corretto ampe-
raggio.
D Accendere tutti gli interruttori per verificare il
funzionamento dei relativi apparati elettrici.
D Se il fusibile si fonde di nuovo subito, controllare
il circuito elettrico.
*************************************
Descrizione Amperaggio Quantità
Principale 30A 1
Faro 15A 1
Riscaldatore
15A 1
del carburatore
Indicatori 10A 1
Accensione 10A 1
Riserva 30A 1
Riserva 15A 1
Riserva 10A 1

Non usare mai un fusibile con un amperaggio di-


verso da quello specificato. Non usare altri mate-
riali al posto di un fusibile. Un fusibile inadatto
può causare danni rilevanti al sistema elettrico,
guasti all’accensione e all’illuminazione, e po-
trebbe causare anche un incendio.

4. Installare:
S Coperchio batteria

3-43
ORIENTAMENTO DEL FARO/ INSP
SOSTITUZIONE LAMPADA DEL FARO ADJ
EB305020

ORIENTAMENTO DEL FARO


1. Regolare:
 Orientamento del faro (in senso verticale)
Avvitare o svitare il registro 1 .

Avvitando: Il fascio luminoso si alza.

Svitando: Il fascio luminoso si abbassa.

2. Regolare:
 Orientamento del faro (in senso orizzontale)
Avvitare o svitare il registro 2 .

Il fascio luminoso si sposta


Avvitando:
a sinistra.

Il fascio luminoso si sposta


Svitando:
a destra.

EB305030

SOSTITUZIONE LAMPADA DEL FARO


1. Rimuovere:
 Gruppo lente del faro
2. Scollegare:
 Cavi (sul corpo del faro) 1
3. Rimuovere:
 Copertura lampada 2

4. Sganciare:
 Portalampada 1
5. Rimuovere:
 Lampada 2

Non toccare la lampada quando è accesa e tenere


lontano tutti i prodotti infiammabili, finchè è cal-
da. Non toccare la lampada fin quando si è raf-
freddata.

6. Installare:
 Lampada (nuova)
Fissare la nuova lampada con il portalampada.

3-44
INSP
SOSTITUZIONE LAMPADA DEL PROIETTORE ADJ
CAUTELA:
Non toccare con le dita il vetro della lampada ed
evitare di sporcarla con olio, che compromette-
rebbe la trasparenza del vetro, la durata e la lu-
minosità della lampada. Se dell’olio sporca la
lampada, pulirla completamente con uno strac-
cio inumidito con alcool o solvente.

7. Agganciare:
 Portalampada
8. Installare:
 Copertura lampada
9. Collegare:
 Cavi (nel corpo proiettore)
10. Installare:
 Gruppo lente del faro

3-45
INSP
ADJ
ENG
CAPITOLO 4
MOTORE

RIMOZIONE DEL MOTORE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-1


SILENZIATORl, PEDALE FRENO E FIANCHETTO LATERALE . . . . 4-1
COPERCHI TESTE CILINDRI . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-3
CAVALLETTO LATERALE E COPERCHIO CARTER (SINISTRO) . . . 4-5
BULLONI FISSAGGIO MOTORE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-6
MONTAGGIO PEDALE CAMBIO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-8
MONTAGGIO PEDALE FRENO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-8

TESTE CILINDRI . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-9


RIMOZIONE TESTA CILINDRO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-11
CONTROLLO TESTA CILINDRO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-12
INSTALLAZIONE TESTA CILINDRO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-14

BILANCIERI E ALBERO A CAMME . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-17


RIMOZIONE BILANCIERE E ALBERO A CAMME . . . . . . . . . . . . . . . 4-18
CONTROLLO BILANCIERE E ALBERO A CAMME . . . . . . . . . . . . . . 4-18
INSTALLAZIONE BILANCIERE E ALBERO A CAMME . . . . . . . . . . 4-19

VALVOLE E MOLLE VALVOLE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-21


RIMOZIONE VALVOLA E MOLLA VALVOLA . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-22
CONTROLLO VALVOLA E MOLLA VALVOLA . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-22
INSTALLAZIONE VALVOLA E MOLLA VALVOLA . . . . . . . . . . . . . . 4-26

CILINDRI E PISTONI . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-28


RIMOZIONE DEL PISTONE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-29
CONTROLLO PISTONE E CILINDRO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-29
CONTROLLO SEGMENTI PISTONE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-31
CONTROLLO SPINOTTO PISTONE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-32
INSTALLAZIONE PISTONE E CILINDRO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-33

FRIZIONE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-34
COPERCHIO CARTER (DESTRO) . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-34
GRUPPO FRIZIONE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-36
RIMOZIONE FRIZIONE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-38
RIMOZIONE INGRANAGGIO PRIMARIO CONDUTTORE . . . . . . . . 4-38
CONTROLLO FRIZIONE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-38
CONTROLLO ASTA Dl SPINTA . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-40
MONTAGGIO INGRANAGGIO PRIMARIO CONDUTTORE . . . . . . . . 4-40
INSTALLAZIONE FRIZIONE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-40

ALBERO DEL CAMBIO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-42


CONTROLLO ALBERO DEL CAMBIO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-43
INSTALLAZIONE ALBERO DEL CAMBIO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-43
ENG
POMPA DELL’OLIO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-45
CONTROLLO POMPA DELL’OLIO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-47

GENERATORE C.A. E FRIZIONE AVVIAMENTO . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-48


BOBINA STATORE E BOBINA Dl RACCOLTA . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-48
GENERATORE C.A. E FRIZIONE AVVIAMENTO . . . . . . . . . . . . . . . . 4-49
RIMOZIONE GENERATORE C.A. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-50
CONTROLLO FRIZIONE AVVIAMENTO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-50
INSTALLAZIONE GENERATORE C.A. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-51

ALBERO MOTORE E BIELLE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-53


CARTER . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-53
ALBERO MOTORE E BIELLE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-55
SEPARAZIONE DEL CARTER . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-56
RIMOZIONE ALBERO MOTORE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-57
CONTROLLO ALBERO MOTORE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-57
INSTALLAZIONE ALBERO MOTORE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-62
ASSEMBLAGGIO CARTER . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-63

CAMBIO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-65
CONTROLLO FORCELLE CAMBIO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-66
CONTROLLO DESMODROMICO DEL CAMBIO . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-66
CONTROLLO DEL CAMBIO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-66
INSTALLAZIONE DEL CAMBIO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-68

INGRANAGGIO INTERMEDIO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-69


PIGNONE INGRANAGGIO INTERMEDIO CONDOTTO . . . . . . . . . . . 4-69
PIGNONE INGRANAGGIO INTERMEDIO CONDUTTORE . . . . . . . . 4-71
RIMOZIONE PIGNONE INGRANAGGIO INTERMEDIO CONDOTTO 4-72
RIMOZIONE PIGNONE INGRANAGGIO INTERMEDIO
CONDUTTORE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-73
CONTROLLO INGRANAGGIO INTERMEDIO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-74
INSTALLAZIONE PIGNONE INGRANAGGIO INTERMEDIO
CONDUTTORE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-74
INSTALLAZIONE PIGNONE INGRANAGGIO INTERMEDIO
CONDOTTO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-75
SELEZIONE SPESSORE INGRANAGGIO INTERMEDIO
CONDUTTORE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-78
REGOLAZIONE GIOCO INGRANAGGIO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-79
RIMOZIONE DEL MOTORE ENG

MOTORE
RIMOZIONE DEL MOTORE
SILENZIATORl, PEDALE FRENO E FIANCHETTO LATERALE

64 Nm (6,4 mkg)

25 Nm (2,5 mkg)

20 Nm (2,0 mkg)

10 Nm (1,0 mkg) 20 Nm (2,0 mkg)

Ordine Nome operazione/Nome parte Q.tà Note


Rimozione silenziatore, pedale Rimuovere le parti nell’ordine indicato.
freno e fianchetto laterale
Mettere il motociclo su una superficie piana.

Sostenere saldamente il motociclo in modo


da impedire che possa cadere.

1 Gruppo silenziatore (superiore) 1


2 Gruppo silenziatore (inferiore) 1
3 Guarnizione tubo di scarico 1
4 Rinvio pedale freno 1 Far riferimento a ”MONTAGGIO PEDALE
FRENO”.
5 Interruttore freno posteriore 1
6 Pedale freno/poggiapiede (destro) 1/1
7 Tubo di scarico 1
8 Guarnizione tubo di scarico 1

4-1
RIMOZIONE DEL MOTORE ENG

64 Nm (6,4 mkg)

25 Nm (2,5 mkg)

20 Nm (2,0 mkg)

10 Nm (1,0 mkg) 20 Nm (2,0 mkg)

Ordine Nome operazione/Nome parte Q.tà Note


9 Coperchio della batteria 1
10 Fianchetto laterale 1
Per l’installazione, eseguire la procedura di
rimozione in ordine inverso.

4-2
RIMOZIONE DEL MOTORE ENG

COPERCHI TESTE CILINDRI

5 Nm (0,5 mDkg)

5 Nm (0,5 mDkg)

10 Nm (1,0 mDkg)

10 Nm (1,0 mDkg)
10 Nm (1,0 mDkg)

Ordine Nome operazione/Nome parte Q.tà Note


Rimozione coperchi teste cilindri Rimuovere le parti nell’ordine indicato.
Serbatoio carburante Fare riferimento a ”SERBATOIO CARBU-
RANTE E SELLE” nel CAPITOLO 3_.
Gruppo carburatore Fare riferimento a ”CARBURATORE” nel
CAPITOLO 5_.
1 Cavi della batteria 2 Scollegare
NOTA:
Scollegare per primo il cavo negativo, e poi il
cavo positivo.
2 Gruppo motorino di avviamento motore 1
3 Cappuccio candela 1
4 Bobina di accensione (lato cilindro N. 1 ) 1
5 Copertura sagomata 1
6 Coperchio superiore
testa cilindro (posteriore) 1
7 Coperchio inferiore
testa cilindro (posteriore) 1

4-3
RIMOZIONE DEL MOTORE ENG

5 Nm (0,5 mkg)

5 Nm (0,5 mkg)

10 Nm (1,0 mkg)

10 Nm (1,0 mkg)
10 Nm (1,0 mkg)

Ordine Nome operazione/Nome parte Q.tà Note


8 Coperchio superiore
testa cilindro (anteriore) 1
9 Coperchio inferiore
testa cilindro (anteriore) 1
Per l’installazione, eseguire la procedura di
rimozione in ordine inverso.

4-4
RIMOZIONE DEL MOTORE ENG

CAVALLETTO LATERALE E COPERCHIO CARTER (SINISTRO)

64 Nm (6,4 mDkg)

30 Nm (3,0 mDkg)
10 Nm (1,0 mDkg)
10 Nm (1,0 mDkg)
13 Nm (1,3 mDkg)

Ordine Nome operazione/Nome parte Q.tà Note


Rimozione cavalletto laterale e Rimuovere le parti nell’ordine indicato.
coperchio carter (sinistro)
Olio motore Svuotare
Fare riferimento a “SOSTITUZIONE OLIO
MOTORE” nel CAPITOLO 3_.
1 Fianchetto laterale (sinistro) 1 Non togliere i bulloni contrassegnati da “*”.
2 Coperchio scatola ingranaggio intermedio 1
3 Gruppo cavalletto laterale 1
4 Pedale cambio/poggiapiede (sinistro) 1/1 Fare riferimento a “INSTALLAZIONE
PEDALE CAMBIO”.
5 Cavo frizione 1
6 Cavo interruttore posizione di folle 1
7 Coperchio carter (sinistro)/guarnizione 1/1
8 Perni di centraggio 2
9 Raddrizzatore/regolatore 1
Per l’installazione, eseguire la procedura di
rimozione in senso inverso.

4-5
RIMOZIONE DEL MOTORE ENG

BULLONI DI FISSAGGIO DEL MOTORE

74 Nm (7,4 mkg)

40 Nm (4,0 mkg)

40 Nm (4,0 mkg)

40 Nm (4,0 mkg)

40 Nm (4,0 mkg)
40 Nm (4,0 mkg)
30 Nm (3,0 mkg)

40 Nm (4,0 mkg)

30 Nm (3,0 mkg)

Ordine Nome operazione/Nome parte Q.tà Note


Rimozione bulloni di fissaggio del motore Rimuovere le parti nell’ordine indicato.
Mettere un sostegno adeguato sotto il telaio
ed i motore.

Sostenere saldamente il motociclo in modo


da impedire che possa cadere.

1 Piastra fissaggio motore 1


(anteriore – superiore/sinistro)
2 Piastra fissaggio motore 1
(anteriore – superiore/destro)
3 Passacavo 1
4 Piastra fissaggio motore 1
(anteriore – inferiore/sinistro)
5 Piastra fissaggio motore 1
(anteriore – inferiore/destro)

4-6
RIMOZIONE DEL MOTORE ENG

74 Nm (7,4 mkg)

40 Nm (4,0 mkg)

40 Nm (4,0 mkg)

40 Nm (4,0 mkg)

40 Nm (4,0 mkg)
40 Nm (4,0 mkg)
30 Nm (3,0 mkg)

40 Nm (4,0 mkg)

30 Nm (3,0 mkg)

Ordine Nome operazione/Nome parte Q.tà Note


6 Bullone di fissaggio motore 1 L = 75 mm
(posteriore – superiore/sinistro)
7 Bullone di fissaggio motore 1 L = 60 mm
(posteriore – superiore/destro)
8 Bullone di fissaggio/motore 1 L = 150 mm
(posteriore – inferiore)
9 Appoggio in gomma 1
10 Gruppo motore 1 NOTA:
Estrarre il gruppo motore dal lato destro del
motociclo.

Per l’installazione, eseguire la procedura di


rimozione in senso inverso.

4-7
RIMOZIONE DEL MOTORE ENG
MONTAGGIO PEDALE CAMBIO
1. Collegare:
 Rinvio pedale cambio 1

10 Nm (1,0 kgm)

NOTA:
Allineare il contrassegno di riferimento a sull’asta
del cambio con la scanalatura b sul rinvio del peda-
le cambio.

MONTAGGIO PEDALE FRENO


1. Collegare:
 Rinvio pedale freno 1

10 Nm (1,0 kgm)

NOTA:
Allineare il contrassegno di riferimento a sull’asta
del freno con la scanalatura b sul rinvio del pedale
freno.

4-8
TESTE CILINDRI ENG

TESTE CILINDRI

35 Nm (3,5 mkg)
35 Nm (3,5 mkg)

10 Nm (1,0 mkg)
20 Nm (2,0 mkg)

10 Nm (1,0 mkg)

20 Nm (2,0 mkg)

12 Nm (1,2 mkg)

55 Nm (5,5 mkg)

20 Nm (2,0 mkg)

Ordine Nome operazione/Nome parte Q.tà Note


Rimozione testa cilindro Rimuovere le parti nell’ordine indicato.
Gruppo motore Vedere “RIMOZIONE DEL MOTORE”.
1 Staffe coperchio testa cilindro 2
2 Coperchio punterie (scarico)/
anello di tenuta 1/1
3 Coperchio punterie (aspirazione)/
anello di tenuta 1/1
4 Coperchio pignone albero a camme/
anello di tenuta 1/1
5 Diaframma/anello di tenuta
(solo testa cilindro posteriore) 1/1 Fare riferimento a “RIMOZIONE TESTA
6 Tendicatena distribuzione/guarnizione 1/1 CILINDRO/INSTALLAZIONE”.
7 Piastra pignone albero a camme
(solo testa cilindro posteriore) 1
8 Pignone albero a camme 1
9 Collettore tubo di scarico (posteriore)/
guarnizione 1/1

4-9
TESTE CILINDRI ENG

35 Nm (3,5 mkg)
35 Nm 3,5 mkg)

10 Nm (1,0 mkg)
20 Nm (2,0 mkg)

10 Nm (1,0 mkg)

20 Nm (2,0 mkg)

12 Nm (1,2 mkg)

55 Nm (5,5 mkg)

20 Nm (2,0 mkg)

Ordine Nome operazione/Nome parte Q.tà Note


10 Collettore carburatore/anello tenuta 1/1
11 Testa cilindro 1
12 Perni di centraggio 2
13 Guarnizione testa cilindro 1
Per l’installazione, eseguire la procedura di
rimozione in senso inverso.

4-10
TESTE CILINDRI ENG
RIMOZIONE TESTA CILINDRO
Testa cilindro posteriore
1. Allineare:
S Riferimento “T” (con il riferimento fisso)
*************************************
Procedura di rimozione:
D Installare temporaneamente il coperchio del ge-
neratore C.A. senza la bobina di raccolta e la bobi-
na dello statore.
D Ruotare l’albero motore in senso orario.
D Allineare il riferimento “T” a ccn quello fisso b
sul coperchio del carter (sinistro) quando il pisto-
ne posteriore è al punto morto superiore (P.M.S)
nella fase di compressione.
D Quando il riferimento “T” è allineato con quello
fisso, il contrassegno c sul pignone dell’albero a
camme deve essere allineato con il riferimento
fisso d sulla testa del cilindro.
D Il pistone posteriore è al punto morto superiore
(P.M.S.) nella fase di compressione quando c’è
gioco su entrambi i bilancieri. Se non c’è gioco,
ruotare l’albero motore in senso orario di un giro
completo.
D Controllare che il pistone posteriore sia al punto
morto superiore (P.M.S.) nella fase di compres-
sione.
*************************************
2. Allentare:
S Bullone (pignone albero a camme) 1
NOTA:
Usare un fermo per puleggia 2 per bloccare il rotore.

Fermo per puleggia:


90890-01701

3. Allentare:
S Tappo (tendicatena distribuzione)
4. Rimuovere:
S Tendicatena distribuzione
S Guarnizione
5. Rimuovere:
S Bullone (pignone albero a camme) 1
S Piastra pignone albero a camme 2
(solo posteriore)
S Pignone 3 albero a camme
NOTA:
Per evitare che la catena di distribuzione cada nel
carter fissarla con un filo metallico al carter stesso.

4-11
TESTE CILINDRI ENG
6. Rimuovere:
S Testa cilindro
NOTA:
D Allentare i bulloni e i dadi nella sequenza corretta.
D Seguire l’ordine numerico illustrato in figura.
Allentare ogni bullone di 1/4 di giro per volta fino
a quando tutti i bulloni sono stati allentati.

Testa cilindro anteriore


NOTA:
Quando si tolgono gli alberi a camme della testa del
cilindro anteriore, ripetere le procedure di rimozione
degli alberi a camme della testa del cilindro posterio-
re. Notare, comunque, le seguenti differenze.

1. Allineare:
S Riferimento “I” (con il riferimento fisso)
*************************************
Procedura di rimozione:
D Ruotare l’albero motore in senso orario di 290_.
D Allineare il riferimento “I” a con quello fisso b
sul coperchio del carter (sinistro) quando il pisto-
ne anteriore è al punto morto superiore (P.M.S.)
nella fase di compressione.
D Quando il riferimento “I” è allineato con quello
fisso, il contrassegno c sul pignone dell’albero a
camme deve essere allineato con il riferimento
fisso d sulla testa del cilindro.
D Il pistone anteriore è al punto morto superiore nel-
la fase di compressione quando c’è gioco su en-
trambi i bilancieri. Se non c’è gioco, ruotare l’al-
bero motore in senso orario di un giro completo.
D Controllare che il pistone anteriore sia al punto mor-
to superiore (P.M.S.) nella fase di compressione.
*************************************
CONTROLLO TESTA CILINDRO
1. Eliminare:
S Depositi carboniosi (dalle camere di combu-
stione)
Usare un raschietto arrotondato.
NOTA:
Non usare uno strumento appuntito per evitare danni
o graffi:
D Ai filetti delle candele
D Alle sedi delle valvole

2. Esaminare:
S Le teste dei cilindri
Graffi/danni  Sostituire.
4-12
TESTE CILINDRI ENG
3. Misurare:
S Deformazione della testa cilindro
Fuori specifica  Rettificare.

Deformazione della testa cilindro:


Inferiore a 0,03 mm
*************************************
Misura della deformazione e procedura di rettifi-
ca:
D Posare un regolo per piani 1 ed un calibro a spes-
sori 2 in diagonale sulla testa del cilindro.
D Usare un calibro a spessori per misurare la defor-
mazione.
D Se la deformazione è fuori specifica, rettificare la
testa del cilindro.
D Posare su un piano un carta smeriglio inumidita
con grana 400  600 e spianare la testa muoven-
dola con un movimento a 8.
NOTA:
Per ottenere una superficie uniforme, ruotare la testa
del cilindro più volte.

*************************************

4. Esaminare:
S Pignoni dell’albero a camme
Usurati/danneggiati  Sostituire insieme i pi-
gnoni dell’albero a camme e la catena di distri-
buzione.
a 1 / 4 di dente
b Corretto
1 Rullino catena
2 Pignone
5. Controllare:
S Funzionamento unidirezionale della camma
(tenditore)
Funzionamento irregolare  Sostituire.

4-13
TESTE CILINDRI ENG
INSTALLAZIONE TESTA CILINDRO
Testa cilindro posteriore
1. Installare:
S Dadi (testa cilindro) (M10: 1  4)

35 Nm (3,5 kgm)

S Bulloni (testa cilindro) (M8: 5  7)

20 Nm (2,0 kgm)

NOTA:
D Serrare i bulloni ed i dadi nella sequenza corretta.
D Seguire l’ordine indicato dai numeri nell’illustra-
zione accanto. Serrare i bulloni ed i dadi in due fa-
si successive.

2. Installare:
S Pignone albero a camme
*************************************
Fasi di installazione:
D Ruotare l’albero motore in senso orario.
D Allineare il riferimento “T” a con quello fisso
b sul coperchio del carter (sinistro).
D Installare il pignone dell’albero a camme con il ri-
ferimento della fase c rivolto verso l’esterno.
D Ruotare leggermente l’albero a camme in modo
da togliere il gioco dal lato scarico della catena di
distribuzione.
D Inserire il dito nel foro e nel foro del tendicatena e
spingere la guida della catena verso l’interno.
D Mentre si spinge la guida della catena, bisogna fa-
re attenzione che il riferimento di fase c ed il ri-
ferimento fisso d siano allineati al punto morto
superiore (P.M.S.).
*************************************

4-14
TESTE CILINDRI ENG
3. Installare:
S Tenditore della catena di distribuzione
*************************************
Procedura di installazione:
D Rimuovere il tappo del tenditore 1 , la rondella
2 e la molla 3 .
D Svincolare la camma unidirezionale 4 del tendi-
catena di distribuzione e spingere all’interno fino
in fondo l’asta 5 del tendicatena.
D Installare il tendicatena 6 con una nuova guarni-
zione nel cilindro.

Bulloni (tendicatena distribuzione):


12 Nm (1,2 kgm)

Usare sempre una guarnizione nuova.

D Installare la molla, rondella e il tappo.

Tappo (tendicatena distribuzione):


20 Nm (2,0 kgm)

*************************************
4. Installare:
S Piastra pignone albero a camme 1
S Bullone (pignone albero a camme) 2

55 Nm (5,5 kgm)

NOTA:
D Verificare che la sporgenza sulla piastra del pi-
gnone albero a camme sia allineata con il foro del
pignone.
D Usare il fermo per puleggia 3 per bloccare il ro-
tore.

Fermo per puleggia:


90890-01701

5. Controllare:
S Allineamento riferimenti
Se i riferimenti non sono allineati  Regolare.
6. Misurare:
S Gioco valvole
Fuori  specifica  Regolare.
Fare riferimento a “REGOLAZIONE DEL
GIOCO VALVOLE” nel CAPITOLO 3.

4-15
TESTE CILINDRI ENG
Testa cilindro anteriore
NOTA:
Quando si installano gli alberi a camme della testa
del cilindro anteriore, ripetere la procedura di instal-
lazione degli alberi a camme della testa del cilindro
posteriore. Notare, comunque, le seguenti differenze.

1. Installare:
S Pignone albero a camme
*************************************
Procedura di installazione:
D Ruotare l’albero motore in senso orario di 290_.
D Allineare il riferimento “I” a con quello fisso b
sul coperchio del carter (sinistro).
D Installare il pignone dell’albero a camme con il ri-
ferimento della fase c rivolto verso l’esterno.
D Ruotare leggermente l’albero a camme in modo
da togliere il gioco dal lato aspirazione della cate-
na di distribuzione.
D Inserire il dito nel foro e nel foro del tendicatena e
spingere la guida della catena verso l’interno.
D Mentre si spinge la guida della catena, bisogna fa-
re attenzione che il riferimento c ed il riferimen-
to fisso d siano allineati al punto morto superiore
(P.M.S.).
*************************************

4-16
BILANCIERI E ALBERO A CAMME ENG

BILANCIERI E ALBERO A CAMME

14 Nm (1,4 mkg)
38 Nm (3,8 mkg)

20 Nm (2,0 mkg)

14 Nm (1,4 mkg)

Ordine Nome operazione/Nome parte Q.tà Note


Rimozione bilanciere e albero a camme Rimuovere le parti nell’ordine indicato.
Teste cilindri Fare riferimento a “TESTE CILINDRI”.
1 Rondella di fermo 1
2 Piastrina di fermo 1
3 Bullone di unione / guarnizione 2/2
4 Alberi bilancieri 2
5 Bilancieri 2 Fare riferimento a “RIMOZIONE / INSTALLA-
6 Boccola dell’albero a camme 1 ZIONE BILANCERE E ALBERO A CAMME”.
7 Albero a camme / perno di centraggio 1/1
8 Controdadi 2
9 Registri della valvola 2
Per l’installazione, seguire la procedura di
rimozione in senso inverso.

4-17
BILANCIERI E ALBERO A CAMME ENG
RIMOZIONE BILANCERE E ALBERO A
CAMME
1. Rimuovere:
 Alberi bilancieri (aspirazione e scarico) 1
 Bilancieri 2
NOTA:
Usare un martello a scorrimento 3 per estrarre gli
alberi del bilanciere.

Bullone martello a scorrimento (M8):


90890-01085
Peso:
90890-01084

2. Rimuovere:
 Boccola albero a camme 1
 Albero a camme 2
NOTA:
Avvitare un tratto sufficiente di un bullone da 10 mm
3 nell’estremità filettata dell’albero a camme ed
estrarre l’albero stesso.

CONTROLLO BILANCERE E ALBERO A


CAMME
1. Esaminare:
 Boccole albero a camme
Usura/danni  Sostituire.
2. Esaminare:
 Lobi delle camme 1
 Registri delle valvole 2
Vaiolature/graffi/colorazione blu  Sostitui-
re.
3. Misurare:
 Altezza a e larghezza b lobi delle camme
Fuori specifica  Sostituire.

Limiti di usura camma:


Aspirazione
a 39,63 mm
b 32,12 mm
Scarico
a 39,67 mm
b 32,20 mm

4-18
BILANCIERI E ALBERO A CAMME ENG
4. Esaminare:
S Bilancieri
S Alberi bilancieri
Usura/danni  Sostituire.
*************************************
Fasi di controllo:
D Controllare che le due superfici di contatto sui bi-
lancieri non presentino segni anomali di usura.
1) Foro per l’albero sul bilanciere.
2) Superficie di contatto del lobo della camma.
Usura eccessiva  Sostituire.
D Esaminare la superficie degli alberi dei bilancieri.
Vaiolatura/graffi/colorazione blu  Sostitui-
re/controllare la lubrificazione.
D Misurare il diametro interno a dei fori per gli al-
beri nei bilancieri;
Fuori specifica  Sostituire.

Diametro interno foro bilanciere:


14,000  14,018 mm

D Misurare il diametro esterno b degli alberi dei


bilancieri.
Fuori specifica  Sostituire.

Diametro esterno albero bilancieri:


13,980  13,991 mm

D Calcolare il gioco sottraendo il diametro esterno


dell’albero bilancieri dal diametro interno del fo-
ro bilanciere.
Gioco superiore a 0,08 mm  Sostituire una o en-
trambe le parti usurate.

Gioco standard (albero-bilanciere):


0,009  0,038 mm

*************************************
INSTALLAZIONE BILANCIERE E ALBERO
A CAMME
1. Applicare:
S Olio al bisolfuro di molibdeno (sui perni di
banco dell’albero a camme).
2. Installare:
S Albero a camme 1
S Boccola albero a camme 2
S Piastrina di fermo 3
S Rondella di fermo 4 = Nuova
S Bulloni (piastrina di fermo) 5

20 Nm (2,0 kgm)

4-19
BILANCIERI E ALBERO A CAMME ENG
NOTA:
D La spina a all’estremità dell’albero a camme de-
ve essere allineata col riferimento di fase b sulla
testa del cilindro.
D Assicurarsi che l’albero a camme N. 1 6 sia in-
stallato nella testa cilindro posteriore ed il N. 2 7
in quella anteriore.

3. Applicare:
S Olio motore
(sugli alberi dei bilancieri)
4. Installare:
S Bilancieri 1
S Alberi bilancieri (aspirazione e scarico) 2
NOTA:
D Il foro filettato a degli alberi bilancieri deve es-
sere rivolto all’esterno.
D Dopo l’installazione controllare che il foro filetta-
to a dell’albero bilanciere sia posizionato corret-
tamente come indicato in figura.

4-20
VALVOLE E MOLLE DELLE VALVOLE ENG

VALVOLE E MOLLE DELLE VALVOLE

Ordine Nome operazione/Nome parte Q.tà Note


Smontaggio della valvola e della molla Rimuovere le parti nell’ordine indicato.
valvola
Teste cilindro Fare riferimento a “TESTE CILINDRI”.
Bilancieri e alberi a camme Fare riferimento a “BILANCIERI E
ALBERO A CAMME”.
1 Semiconi delle valvole 4 Fare riferimento a “RIMOZIONE”/
INSTALLAZIONE VALVOLA E MOLLA
DELLA VALVOLA”.
2 Piattelli superiori delle valvole 2
3 Molle valvola 2
4 Valvola (aspirazione) 1 Fare riferimento a “INSTALLAZIONE VAL-
5 Valvola (scarico) 1 VOLA E MOLLA DELLA VALVOLA”.
6 Paraoli steli valvole 2
7 Piattelli inferiori delle valvole 2
Per l’installazione, seguire in ordine inverso
la procedura di smontaggio.

4-21
VALVOLE E MOLLE DELLE VALVOLE ENG
VALVOLE E MOLLE DELLE VALVOLE
1. Controllare:
S Tenuta delle valvole
Perdite dalle sedi delle valvole  Ispezionare
la superficie della valvola, la sede e la larghez-
za della sede.
Vedere “CONTROLLO”.
*************************************
Fasi di controllo:
D Versare un solvente pulito 1 nelle luci di aspira-
zione e di scarico.
D Controllare la tenuta delle valvole. Non ci devono
essere trafilamenti dalle sedi delle valvole 2 .
*************************************

2. Togliere:
S Semiconi valvola
NOTA:
Fissare un morsetto per comprimere la molla della
valvola 1 tra il piattello superiore e la testa del cilin-
dro per rimuovere i semiconi.

Morsetto compressione molla valvola:


90890-04019
CONTROLLO VALVOLA E MOLLA VALVOLA
1. Misurare:
S Gioco tra il gambo e la guida

Gioco tra il gambo e la guida =


diametro interno guida valvola a –
diametro del gambo valvola b
Fuori specifica  Sostituire la guida della val-
vola.

Gioco (tra gambo e guida):


Aspirazione:
0,010  0,037 mm
<Limite>: 0,08 mm
Scarico:
0,025  0,052 mm
<Limite>: 0,10 mm

4-22
VALVOLE E MOLLE DELLE VALVOLE ENG
2. Sostituire:
S Guida della valvola
*************************************
Procedura di sostituzione:
NOTA:
Riscaldare in un forno la testa del cilindro a 100_C
per facilitare la rimozione e l’installazione delle gui-
de e per mantenere la corretta interferenza di bloc-
caggio.

D Rimuovere la guida della valvola usando un


estrattore guida valvola 1 .
D Installare la nuova guida valvola usando un estrat-
tore guida valvola 1 e un installatore guida val-
vola 2 .
D Dopo aver installato la guida della valvola, ese-
guire l’alesaggio usando un alesatore 3 per otte-
nere il gioco gambo-guida corretto.

Estrattore/installatore guida
valvola (7,0 mm):
90890-04018

NOTA:
Rettificare la sede della valvola dopo aver sostituito
la guida valvola.

*************************************

3. Esaminare:
S Superficie di tenuta della valvola
Vaiolature/Usura  Rettificare la superficie
di tenuta della valvola.
S Estremità stelo valvola
A forma di fungo o diametro maggiore del re-
sto dello stelo  Sostituire.

4. Misurare:
S Spessore del bordo a
Fuori specifica  Sostituire.

Spessore del bordo:


Aspirazione:
1,0  1,4 mm
<Limite>: 0,8 mm
Scarico:
1,0  1,4 mm
<Limite>: 0,8 mm
4-23
VALVOLE E MOLLE DELLE VALVOLE ENG
5. Misurare:
S Scentratura (gambo della valvola)
Fuori specifica  Sostituire.

Limite di scentratura:
0,03 mm

NOTA:
D Sostituire sempre la guida quando si installa una
nuova valvola.
D Sostituire sempre il paraolio se si smonta o si so-
stituisce la valvola.

6. Eliminare:
S Depositi carboniosi
(della superficie di tenuta e dalla sede della
valvola)
7. Esaminare:
S Sedi delle valvole
Vaiolatura/usura  Rettificare la sede della
valvola.
8. Misurare:
S Larghezza sede della valvola a
Fuori specifica  Rettificare la sede della val-
vola.

Larghezza sede valvola:


Aspirazione:
1,0  1,2 mm
<Limite>: 1,8 mm
Scarico:
1,0  1,2 mm
<Limite>: 1,8 mm

*************************************
Procedura per la misura:
D Applicare il blu di prussia (Dykem) b sulla su-
b
perficie di tenuta della valvola.
D Installare la valvola nella testa del cilindro.
D Premere la valvola sulla sede attraverso la guida,
fino a lasciare una traccia evidente.
D Misurare la larghezza della sede della valvola.
Dove c’è contatto tra superficie di tenuta e sede
della valvola, il blu di prussia risulta rimosso.
D Se la sede è troppo larga, troppo stretta, o scentra-
ta, va rettificata.
*************************************

4-24
VALVOLE E MOLLE DELLE VALVOLE ENG
9. Lappare:
S Superficie di tenuta della valvola
S Sede della valvola
NOTA:
Dopo la rettifica della sede della valvola o la sostitu-
zione della valvola e della guida, bisogna lappare la
sede e la superficie di tenuta della valvola.

*************************************
Fasi della lappatura:
D Applicare un composto per lappatura di sgrossa-
tura sulla superficie di tenuta della valvola.
CAUTELA:
Assicurarsi che il composto per la lappatura non
penetri tra la guida e il gambo della valvola.

D Applicare olio al bisolfuro di molibdeno sul gam-


bo della valvola.
D Installare la valvola nella testa del cilindro.
D Far ruotare la valvola fino a che la superficie di te-
nuta e la sede sono uniformemente lucidate, quin-
di ripulire il tutto dal composto per lappatura.
NOTA:
Per ottenere il miglior risultato, eseguire la lappatura
applicando ripetute leggere pressioni sulla sede
mentre si ruota la valvola avanti e indietro con le ma-
ni.

D Applicare un composto per lappatura fine sulla


superficie di tenuta della valvola e ripetere le fasi
precedentemente descritte.
NOTA:
Aver cura di rimuovere tutto il composto dalla super-
ficie di tenuta e dalla sede della valvola dopo ogni
lappatura.

D Applicare il blu di prussia (Dykem) sulla superfi-


cie di tenuta della valvola.
D Installare la valvola nella testa cilindro.
D Premere la valvola sulla sede attraverso la guida
fino a lasciare una traccia evidente.
D Misurare di nuovo la larghezza della sede. Se la
larghezza è fuori specifica, rettificare e lappare la
sede della valvola.
*************************************

4-25
VALVOLE E MOLLE DELLE VALVOLE ENG
10. Misurare:
D Lunghezza libera della molla della valvola a
Fuori specifica  Sostituire.

Lunghezza libera molla valvola:


43,2 mm
<Limite>: 42,0 mm

11. Misurare:
D Carico della molla a
Fuori specifica  Sostituire.
b Lunghezza della molla in sede

Carico della molla valvola:


21,8  25,6 kg a 37,1 mm

12. Misurare:
D Inclinazione della molla c
Fuori specifica  Sostituire.

Limite inclinazione molla:


2,5_/1,9 mm

INSTALLAZIONE VALVOLA E MOLLA


VALVOLA
1. Applicare:
D Olio al bisolfuro di molibdeno (sul gambo del-
la valvola e sul paraolio della valvola)
2. Installare:
D Piattelli inferiori delle valvole
D Paraoli valvole = Nuovo
D Valvole
D Molle valvole
D Piattelli superiori delle valvole
NOTA:
Installare le molle valvole con le spire maggiormen-
te distanziate a in alto.

b Passo più stretto

4-26
VALVOLE E MOLLE DELLE VALVOLE ENG
3. Installare:
 Semiconi delle valvole
NOTA:
Installare i semiconi comprimendo la molla della
valvola con un morsetto 1 per la compressione del-
la molla.

Morsetto compressione molla valvola:


90890-04019

4. Assestare i semiconi sul gambo della valvola


dando leggeri colpi con un pezzo di legno.
CAUTELA:
Non colpire troppo forte per non danneggiare la
valvola.

4-27
CILINDRI E PISTONI ENG

CILINDRI E PISTONI

10 Nm (1,0 mkg)

Ordine Nome operazione/Nome parte Q.tà Note


Smontaggio del cilindro e del pistone Rimuovere le parti nell’ordine indicato.
Teste cilindri Fare riferimento a “TESTE CILINDRI”.
1 Guida tendicatena distribuzione 1 Il riferimento “up” deve essere rivolto verso
la testa del cilindro.
2 Cilindro/anello di tenuta 1/1 Fare riferimento a “RIMOZIONE/INSTAL-
LAZIONE CILINDRO E PISTONE”.
3 Anello di tenuta/collare 1/1
4 Perni di centraggio 2 Fare riferimento a “INSTALLAZIONE”.
5 Guarnizione del cilindro 1
6 Anelli di fermo spinotto pistone 2
Fare riferimento a “RIMOZIONE
7 Spinotto pistone 1
PISTONE/INSTALLAZIONE PISTONE E
8 Pistone 1
CILINDRO”.
9 Gruppo segmenti del pistone 1
Per l’installazione, seguire in ordine inverso
la procedura di smontaggio.

4-28
CILINDRI E PISTONI ENG
RIMOZIONE DEL PISTONE
1. Rimuovere:
S Anelli di fermo spinotto pistone 1
S Spinotto pistone 2
S Pistone 3
NOTA:
D Marcare le teste di ognuno dei pistoni per aver un
riferimento in fase di rimontaggio.
D Prima di rimuovere lo spinotto del pistone, sbava-
re la zona della scanalatura del fermo e del foro
spinotto. Se lo spinotto risulta difficile da estrarre
dopo la sbavatura della scanalatura, usare l’estrat-
tore per spinotto 4 .

Estrattore spinotto pistone:


90890-01304

CAUTELA:
Non usare il martello per estrarre lo spinotto del
pistone.

2. Rimuovere:
S Segmenti del pistone
NOTA:
Allargare il taglio tra le due estremità del segmento e
contemporaneamente farlo scorrere verso l’alto so-
pra alla corona del pistone come indicato nell’illu-
strazione.

CONTROLLO DEL PISTONE E DEL


CILINDRO
1. Esaminare:
S Pareti del cilindro e del pistone
Scalfitture verticali  Rialesare o sostituire
cilindro e pistone.

2. Misurare:
S Gioco tra pistone e cilindro.
*************************************
Procedura per la misura:
1a Fase:
D Misurare l’alesaggio “C” del cilindro con un cali-
bro per cilindri.
a 40 mm dalla sommità del cilindro

4-29
CILINDRI E PISTONI ENG

NOTA:
Misurare l’alesaggio “C” del cilindro orizzontal-
mente e lateralmente.

Limite
Standard
usura
Alesaggio
80,965  81,015 mm 81,1 mm
cilindro “C”:
X+Y
C=
X2Y
D Calcolare il valore medio delle misure
D Se fuori specifica, rialesare o sostituire il cilindro
e sostituire il pistone insieme coi segmenti.
a
2 Fase:
D Misurare il diametro “P” del mantello del pistone
con un micrometro.
b 6 mm dal bordo inferiore del pistone.

Dia. del pistone P


Standard 80,92  80,97 mm
D Se fuori specifica, sostituire il pistone insieme coi
segmenti.
3a Fase:
D Calcolare il gioco tra pistone e cilindro usando la
seguente formula:

Gioco pistone-cilindro =
Alesaggio “C” cilindro –
diametro mantello pistone “P”

Gioco (pistone-cilindro):
0,035  0,055 mm
<Limite>: 0,15 mm

D Se fuori specifica, rialesare o sostituire il cilindro


e sostituire pistone e segmenti insieme.
*************************************

4-30
CILINDRI E PISTONI ENG
CONTROLLO SEGMENTI DEL PISTONE
1. Misurare:
D Gioco laterale (tra pistone e segmenti pistone)
Fuori specifica  Sostituire insieme pistone e
segmenti.
NOTA:
Eliminare i depositi carboniosi dalle sedi dei seg-
menti e dai segmenti stessi prima di misurare il gioco
laterale.

Gioco laterale (segmenti):


Segmento superiore:
0,03  0,07 mm
<Limite>: 0,12 mm
2_ segmento:
0,02  0,06 mm
<Limite>: 0,12 mm

2. Posizionare:
D Segmento (nel cilindro)
NOTA:
Spingere il segmento nel cilindro usando il pistone in
modo che il segmento risulti perpendicolare rispetto
all’asse del cilindro.

a 40 mm

3. Misurare:
D Luce all’estremità del segmento
Fuori specifica  Sostituire.
NOTA:
Non è possibile misurare la luce all’estremità del ra-
schiaolio. Se il raschiaolio sembra avere una luce ec-
cessiva, sostituire tutti e tre i segmenti.

Luce all’estremità:
Segmento superiore:
0,15  0,30 mm
<Limite>: 0,55 mm
2_ segmento:
0,30  0,45 mm
<Limite>: 0,80 mm
Raschiaolio:
0,2  0,7 mm

4-31
CILINDRI E PISTONI ENG
CONTROLLO SPINOTTO PISTONE
1. Esaminare:
S Spinotto pistone
Colorazione blu/scanalature  Sostituire,
quindi esaminare il sistema di lubrificazione.
2. Misurare:
S Gioco tra spinotto e pistone
*************************************
Procedura per la misura:
D Misurare il diametro esterno dello spinotto del pi-
stone a .
Se fuori specifica, sostituire lo spinotto del pisto-
ne.

Diametro esterno (spinotto del pistone):


19,995  20,000 mm

D Misurare il diametro interno b .


D Calcolare il gioco tra spinotto e pistone usando la
seguente formula:

Gioco spinotto-pistone:
Diametro interno (sedi spinotto) b –
Diametro esterno (spinotti) a
D Se fuori specifica, sostituire il pistone.

Gioco (spinotto-pistone):
0,004  0,020 mm

*************************************

4-32
CILINDRI E PISTONI ENG
INSTALLAZIONE CILINDRO E PISTONE
1. Installare:
S Segmento del pistone (superiore) 1
S Segmento del pistone (2_ segmento) 2
NOTA:
D Aver cura di installare i segmenti dei pistoni in
modo che i marchi o numeri stampati dal costrut-
tore siano situati sul lato superiore dei segmenti.
D Lubrificare i pistoni e i segmenti con abbondante
olio motore.

2. Posizionare:
S Segmento superiore 1
S 2_ segmento 2
S Raschiaolio 3
Disporre l’estremità dei segmenti come indi-
cato.
a Estremità segmento superiore
b Estremità raschiaolio (inferiore)
c Estremità raschiaolio (superiore)
b Estremità 2_ segmento
3. Installare:
S Pistone 1
S Spinotto pistone 2
S Anelli di fermo spinotto pistone 3 =
Nuovo
NOTA:
D Applicare olio motore sullo spinotto del pistone, i
segmenti e il pistone.
D Assicurarsi che il pistone sia posizionato corretta-
mente come indicato in figura.

a marchio “EX”.
4. Lubrificare:
S Pistone
S Segmenti del pistone
S Cilindro
NOTA:
Lubrificare con abbondante olio motore.

5. Installare:
S Cilindro
NOTA:
Installare il cilindro con una mano, mentre si com-
primono i segmenti del pistone con l’altra mano.

4-33
FRIZIONE ENG

FRIZIONE
COPERCHIO CARTER (DESTRO)

10 Nm (1,0 mkg)

10 Nm (1,0 mkg)

10 Nm (1,0 mkg)

Ordine Nome operazione/Nome parte Q.tà Note


Smontaggio del coperchio del carter Rimuovere le parti nell’ordine indicato.
(destro)
Mettere il motociclo su una superficie piana.

Sostenere saldamente il motociclo in modo


da impedire che possa cadere.

Olio del motore Fere riferimento a “SOSTITUZIONE OLIO


MOTORE” nel CAPTOLO 3.
Gruppo silenziatori 1 e 2 Fare riferimento a “RIMOZIONE DEL
Rinvio pedale freno MOTORE”.
1 Piatto coperchio filtro olio 1
2 Coperchio filtro olio 1 L = 70 mm 1,65 mm 1,25 mm 3
3 Anello di tenuta 1

4-34
FRIZIONE ENG

10 Nm (1,0 mkg)

10 Nm (1,0 mkg)

10 Nm (1,0 mkg)

Ordine Nome operazione/Nome parte Q.tà Note


4 Filtro olio 1
5 Coperchio carter (destro) 1 L = 65 mm 1,55 mm 1,45 mm 4,
30 mm 4
6 Perni di centraggio 2
7 Guarnizione coperchio del carter 1
Per l’installazione, seguire in ordine inverso
la procedura di smontaggio.

4-35
FRIZIONE ENG

GRUPPO FRIZIONE

70 Nm (7,0 mDkg)

70 Nm (7,0 mDkg)

8 Nm (0,8 mDkg) 8 Nm (0,8 mDkg)

Ordine Nome operazione/Nome parte Q.tà Note


Rimozione del gruppo frizione Rimuovere le parti nell’ordine indicato.
Ingranaggio condotto della pompa olio Fare riferimento a “POMPA OLIO”.
1 Molle frizione 5
2 Piastra spingidisco 1
3 Rondella di spinta/asta di spinta N_1 1/1 Fare riferimento a “INSTALLAZIONE
FRIZIONE”.
4 Sfera 1
5 Dischi d’attrito 6
6 Dischi frizione 5
7 Dado/controdado 1/1 Fare riferimento a “RIMOZIONE/
INSTALLAZIONE FRIZIONE”.
8 Mozzo frizione 1
9 Rondella di spinta 1
10 Dado (ingranaggio primario conduttore) 1 Fare riferimento a “RIMOZIONE/
INSTALLAZIONE INGRANAGGIO
PRIMARIO CONDUTTORE”.
11 Campana frizione 1

4-36
FRIZIONE ENG

70 Nm (7,0 mDkg)

70 Nm (7,0 mDkg)

8 Nm (0,8 mDkg) 8 Nm (0,8 mDkg)

Ordine Nome operazione/Nome parte Q.tà Note


12 Asta di spinta N_2 1 Fare riferimento a “INSTALLAZIONE”.
13 Rondella di sicurezza 1
14 Rondella di aggancio 1
15 Ingranaggio conduttore (pompa olio) 1
16 Ingranaggio primario conduttore 1
17 Chiavetta 1
Per l’installazione seguire la procedura di
rimozione in ordine inverso.

4-37
FRIZIONE ENG
RIMOZIONE FRIZIONE
1. Raddrizzare:
 Linguetta rondella di fermo
2. Allentare:
 Dado (mozzo frizione) 1
NOTA:
Allentare il dado (mozzo frizione) 1 tenendo il
mozzo 2 bloccato con un fermo universale per fri-
zione 3 .

Fermo universale per frizione:


90890-04086

RIMOZIONE INGRANAGGIO PRIMARIO


CONDUTTORE
1. Raddrizzare:
 Linguetta rondella di fermo
2. Allentare:
 Dado (ingranaggio primario conduttore) 1
NOTA:
Mettere una piastrina di rame 2 tra i denti degli in-
granaggi della trasmissione primaria 3 per bloccarli.

CONTROLLO DELLA FRIZIONE


1. Esaminare:
 Dischi di attrito
Danni/usura  Sostituire tutti i dischi di attri-
to insieme.
2. Misurare:
 Spessore dischi di attrito
Fuori specifica  Sostituire tutti i dischi di at-
trito insieme.
Misurare in quattro posizioni diverse.

Spessore (disco d’attrito):


2,9  3,1 mm
<Limite di usura>: 2,6 mm

3. Esaminare:
 Dischi frizione
Danni  Sostituire tutti i dischi frizione insie-
me.
4. Misurare:
 Deformazione dei dischi frizione
Fuori specifica  Sostituire tutti i dischi fri-
zione insieme.
Usare un piano di riscontro e uno spessimetro
1.

Limite di deformazione (disco frizione):


Meno di 0,2 mm
4-38
FRIZIONE ENG
5. Esaminare:
 Denti ingranaggio trasmissione primaria
Usura/danni  Sostituire campana frizione.
6. Controllare:
 Gioco sulla circonferenza
Gioco  Sostituire la campana frizione
7. Esaminare:
 Molle frizione
Danni  Sostituire tutte le molle frizione in-
sieme.
8. Misurare:
 Lunghezza libra molla frizione
Fuori specifica  Sostituire tutte le molle del-
la frizione insieme.

Lunghezza libera (molla frizione):


39,5 mm
<Limite di usura>: 38,5 mm

9. Esaminare:
 Scanalature (sulla campana della frizione)
Vaiolatura / usura / danni  Sbavare o sosti-
tuire.
 Cuscinetto campana frizione
Usura/danni  Sostituire la campana frizio-
ne.
NOTA:
La presenza di vaiolature sulle scanalature della cam-
pana frizione è causa di funzionamento irregolare.

10. Esaminare:
 Scanalature mozzo frizione
Vaiolatura/usura/danni  Sostituire il mozzo
frizione.
NOTA:
La presenza di vaiolature sulle scanalature del moz-
zo frizione è causa di funzionamento irregolare.

11. Esaminare:
 Piatto spingidisco
Crepe/danni  Sostituire.

4-39
FRIZIONE ENG
CONTROLLO ASTA DI SPINTA
1. Ispezionare:
 Asta comando n. 1 1
 Anello di tenuta = Nuovo
 Sfera 2
 Asta di spinta n. 2 3
Crepe/usura/danni  Sostituire.
INSTALLAZIONE INGRANAGGIO
PRIMARIO CONDUTTORE
1. Installare:
 Ingranaggio conduttore (pompa olio) 1
 Rondella di aggancio
 Rondella di sicurezza = Nuova
 Dado (ingranaggio primario conduttore)

70 Nm (7,0 kgm)

NOTA:
 Mettere una piastrina di rame 2 tra i denti degli
ingranaggi della trasmissione primaria 3 per
bloccarli.

2. Ripiegare:
 Linguetta rondella di sicurezza (lungo un lato
piatto del dado)
INSTALLAZIONE DELLA FRIZIONE
1. Installare:
 Rondella di fermo 1 = Nuova
 Dado (mozzo della frizione) 2

70 Nm (7,0 kgm)

NOTA:
Serrare il dado (mozzo frizione) 2 tenendo il mozzo
frizione bloccato con un fermo universale per frizio-
ne 3 .

Fermo universale per frizione:


90890-04086

2. Ripiegare:
 Linguetta della rondella di fermo (lungo un la-
to piatto del dado)
3. Installare:
 Dischi di attrito 1
 Dischi frizione 2
*************************************
Procedura di installazione:
 Alternare dischi frizione e di attrito.

4-40
FRIZIONE ENG
NOTA:
D Lubrificare i dischi di attrito e i dischi frizione con
olio motore prima di installarli.
D Aver cura di allineare i due riferimenti a sui di-
schi di attrito con i due punzoni di riferimento b
sulla campana frizione.

*************************************
4. Installare:
S Asta di spinta n_2
S Sfera
S Asta di spinta n_1 1
S Anello di tenuta 2 = Nuovo
S Piastra spingidisco 3
S Rondella 4
S Dado 5
NOTA:
Applicare grasso a base di sapone di litio sull’asta di
comando e sulla sfera.

5. Installare:
S Piastra spingidisco 1
S Molle della frizione 2
S Bulloni 3

8 Nm (0,8 kgm)

NOTA:
Serrare i bulloni della piasta spingidisco in varie fasi,
in ordine incrociato.

6. Controllare:
S Posizione leva di spinta
S Spingere il gruppo leva di spinta nella dire-
zione della freccia e controllare che i contras-
segni siano allineati.
Contrassegni non allineati  Registrare.
a Contrassegno di riferimento sul gruppo leva di spinta
b Contrassegno di riferimento sul carter
7. Regolare:
S Posizione della leva di spinta
*************************************
Fasi della regolazione:
D Allentare il dado 1 .
D Ruotare l’asta di spinta n_1 2 in senso orario o
antiorario in modo da allineare i due segni di rife-
rimento.
D Serrare il dado 1 .

Dado (registro frizione):


8 Nm (0,8 kgm)

*************************************
4-41
SELETTORE DEL CAMBIO ENG

SELETTORE DEL CAMBIO

Ordine Nome operazione/Nome parte Q.tà Note


Rimozione del selettore del cambio Rimuovere le parti nell’ordine indicato.
Olio del motore Fare riferimento a “SOSTITUZIONE OLIO
MOTORE” nel CAPITOLO 3.
Gruppo frizione Fare riferimento a “FRIZIONE”.
Coperchio carter (sinistro) Fare riferimento a “RIMOZIONE MOTORE”.
1 Anello elastico 1
2 Rondella 1
3 Selettore del cambio 1
4 Rondella 1
5 Leva di arresto 1
Fare riferimento a “INSTALLAZIONE
6 Molla di richiamo (leva di arresto) 1
SELETTORE DEL CAMBIO”.
7 Rondella 1
8 Anello elastico 1
9 Molla di richiamo (selettore cambio) 1
Per l’installazione, seguire in ordine inverso
la procedura di smontaggio.

4-42
SELETTORE DEL CAMBIO ENG
CONTROLLO SELETTORE DEL CAMBIO
1. Esaminare:
 Albero del selettore cambio 1
 Nottolini del cambio 2
 Molla di richiamo (braccio del cambio) 3
Deformazioni/usura/danni  Sostituire.

2. Esaminare:
 Leva di arresto
Il rullo ruota in modo ruvido  Sostituire.
Deformazioni/danni  Sostituire.

3. Esaminare:
 Molla di richiamo (selettore del cambio) 1
 Molla di richiamo (leva di arresto) 2
Usura/danni  Sostituire.

INSTALLAZIONE SELETTORE DEL CAMBIO


1. Installare:
 Selettore del cambio 1
 Molla di richiamo (selettore del cambio) 2
 Rondella 3
 Leva di arresto 4
 Molla di richiamo (leva di arresto) 5
 Rondella 6
NOTA:
 Agganciare le estremità della molla alla leva di ar-
resto ed alla protuberanza del carter.
 Ingranare la leva di arresto 7 con il fermo del de-
smodromico del cambio 8 .

4-43
SELETTORE DEL CAMBIO ENG
2. Installare:
 Leva del cambio
NOTA:
Inserire il braccio del cambio 1 tra i perni della pi-
sta del desmodronico del cambio.

4-44
POMPA DELL’OLIO ENG

POMPA DELL’OLIO

7 Nm (0,7 mkg)

Ordine Nome operazione/Nome parte Q.tà Note


Rimozione della pompa dell’olio Rimuovere le parti nell’ordine indicato.
Coperchio carter (destro) Fare riferimento a “FRIZIONE”.
1
1 Anello elastico 1
2 Ingranaggio condotto (pompa olio) 1
3 Gruppo pompa olio 2/1
4 Anelli di tenuta/collare Per l’installazione, seguire in ordine inverso
la procedura di smontaggio.

4-45
POMPA DELL’OLIO ENG

Ordine Nome operazione/Nome parte Q.tà Note


Smontaggio del gruppo pompa olio Rimuovere le parti nell’ordine indicato.
1 Fermo molla 1
2 Molla 1
3 Valvola di sicurezza 1
4 Coperchio pompa olio 1
5 Perno 1
6 Albero 1
7 Rotore interno 1
8 Rotore esterno 1
9 Spine di centraggio 2
10 Alloggiamento pompa olio 1
Per l’installazione, seguire in ordine inverso
la procedura di smontaggio.

4-46
POMPA DELL’OLIO ENG
CONTROLLO DELLA POMPA OLIO
1. Inspezionare:
 Ingranaggio conduttore (pompa olio) 1
 Ingranaggio condotto (pompa olio) 2
Fessurazioni/usura/danni  Sostituire.
2. Misurare:
 Gioco sulla punta a
(tra il rotore interno 1 e il rotore esterno 2 )
 Gioco laterale b
(tra il rotore esterno 2 e l’alloggiamento della
pompa 3 )
Fuori specifica  Sostituire il gruppo pompa
olio.

Gioco sulla punta:


0,12 mm
<Limite>: 0,2 mm
Gioco laterale:
0,03  0,08 mm
<Limite>: 0,15 mm

3. Controllare:
 Funzionamento della pompa olio
Funzionamento ruvido  Sostituire.

4-47
GENERATORE C.A. E FRIZIONE DI AVVIAMENTO ENG

GENERATORE C.A. E FRIZIONE DI AVVIAMENTO


BOBINA STATORE E BOBINA DI RACCOLTA

7 Nm (0,7 mkg)

7 Nm (0,7 mkg)

Ordine Nome operazione/Nome parte Q.tà Note


Rimozione dello statore Rimuovere le parti nell’ordine indicato.
Olio del motore Fare riferimento a “SOSTITUZIONE OLIO
MOTORE” nel CAPITOLO 3.
Coperchio carter (sinistro) Fare riferimento a “FRIZIONE”.
Sella del guidatore Fare riferimento a “SERBATOIO CARBU-
RANTE E SELLE” nel CAPITOLO 3.
1 Bobina dello statore 1
2 Bobina di raccolta 1
Per l’installazione, seguire in ordine inverso
la procedura di smontaggio.

4-48
GENERATORE C.A. E FRIZIONE DI AVVIAMENTO ENG

GENERATORE C.A. E FRIZIONE DI AVVIAMENTO

20 Nm (2,0 mkg)

80 Nm (8,0 mkg)

Ordine Nome operazione/Nome parte Q.tà Note


Rimozione del generatore C.A. e della Rimuovere le parti nell’ordine indicato.
frizione di avviamento
1 Albero 1
2 Ingranaggio di rinvio dell’avviamento 1
3 Bulloni 3
Fare riferimento a “RIMOZIONE/IN-
4 Rotore 1
STALLAZIONE GENERATORE C.A.”.
5 Chiavetta Woodruff 1
6 Corona dentata avviamento 1 Fare riferimento a “INSTALLAZIONE
7 Rondella 1 GENERATORE C.A.”.
8 Gruppo frizione avviamento 1
Per l’installazione, seguire in ordine inverso
la procedura di smontaggio.

4-49
GENERATORE C.A. E FRIZIONE DI AVVIAMENTO ENG
RIMOZIONE GENERATORE C.A.
1. Rimuovere:
 Rotore
 Chiavetta Woodruff
*************************************
Procedura di rimozione:
 Rimuovere i bulloni 1 della frizione di avvia-
mento.
 Rimuovere il bullone del rotore 2 e la rondella
3.
NOTA:
Allentare i bulloni 1 della frizione di avviamento e
il bullone del rotore 2 tenendo bloccato il rotore
con un fermo per puleggia 4 .

Fermo per puleggia:


90890-01701
Estrattore per volano:
90890-01362
Adattatore:
90890-04089

 Rimuovere il rotore e la chiavetta Woodruff.


NOTA:
 Quando si installa l’estrattore per volano, togliere
tre dei bulloni della frizione di avviamento.
 Rimuovere il rotore spingendo indietro il rotore,
l’estrattore 5 e l’adattatore 6 .
 Installare i bulloni di trazione del volano e serrare
il bullone centrale, assicurandosi che il corpo
dell’attrezzo rimanga parallelo al rotore.
Se occorre, si può svitare leggermente uno dei
bulloni di fermo per riallineare l’attrezzo.

*************************************

CONTROLLO DELLA FRIZIONE DI AVVIA-


MENTO
1. Esaminare:
 Denti dell’ingranaggio (rinvio) 1
 Denti (corona dentata di avviamento) 2
Sbavature/scheggiature/disuniformità/usura
 Sostituire.
 Albero 3
Deformato/danneggiato  Sostituire.

4-50
GENERATORE C.A. E FRIZIONE DI AVVIAMENTO ENG
2. Ispezionare:
 Passaggio dell’olio (bullone rotore)
Intasato  Pulire con un getto di aria compres-
sa.
3. Ispezionare:
 Bobina dello statore
Danneggiata  Sostituire.

4. Controllare:
 Funzionamento del gruppo frizione di avvia-
mento
*************************************
Fasi di controllo del funzionamento della frizione
 Montare la corona dentata sulla frizione di avvia-
mento e tenere ferma la frizione.
 Ruotando la corona dentata in senso orario a , la
frizione di avviamento e la corona dentata devono
essere in presa. In caso contrario la frizione di av-
viamento è difettosa. Sostituirla.
 Ruotando la corona dentata in senso antiorario
b , la corona dentata deve ruotare liberamente.
In caso contrario la frizione di avviamento è difet-
tosa. Sostituirla.
*************************************

INSTALLAZIONE GENERATORE C.A.


1. Installare:
 Rondella 1
 Ruota dentata avviamento 2
 Chiavetta Woodruff 3
 Rotore 4
NOTA:
 Pulire la parte rastremata dell’albero motore e il
mozzo del rotore.
 Quando si installa il rotore del generatore, assicu-
rarsi che la chiavetta Woodruff sia correttamente
posizionata nell’alloggiamento dell’albero moto-
re.

4-51
GENERATORE C.A. E FRIZIONE DI AVVIAMENTO ENG
2. Serrare:
 Bullone (rotore 1 )

80 Nm (8,0 kgm)

 Bulloni (frizione avviamento) 2

20 Nm (2,0 kgm)

NOTA:
Serrare il bullone del rotore 1 e i bulloni 2 della
frizione di avviamento tenendo bloccato il rotore del
generatore con un fermo per puleggia 3 .

Fermo per puleggia:


90890-01701

4-52
ALBERO MOTORE E BIELLE ENG

ALBERO MOTORE E BIELLE


CARTER

10 Nm (1,0 mkg)

24 Nm (2,4 mkg)

24 Nm (2,4 mkg)

10 Nm (1,0 mkg)

10 Nm (1,0 mkg)

24 Nm (2,4 mkg)
10 Nm (1,0 mkg)

Ordine Nome operazione/Nome parte Q.tà Note


Separazione del carter Rimuovere le pari nell’ordine indicato.
Gruppo motore Fare riferimento a “RIMOZIONE MOTORE”.
Testa cilindro Fare riferimento a “TESTE CILINDRI”.
Cilindro e pistone Fare riferimento a “CILINDRI E PISTONI”.
Gruppo frizione Fare riferimento a “FRIZIONE”.
Leva del cambio Fare riferimento a “LEVA DEL CAMBIO”.
Gruppo pompa olio Fare riferimento a “POMPA DELL’OLIO”.
Generatore C.A. e frizione avviamento Fare riferimento a “GENERATORE C.A. E
FRIZIONE AVVIAMENTO”.
Pignone ingranaggio intermedio conduttore Fare riferimento a “INGRANAGGIO IN-
TERMEDIO”.
1 Guida catena di distribuzione (posteriore- 1
aspirazione)
2 Guida catena di distribuzione (anteriore- 1 L = 70 mm 1,65 mm 1,25 mm 3
scarico)

4-53
ALBERO MOTORE E BIELLE ENG

10 Nm (1,0 mkg)

24 Nm (2,4 mkg)

24 Nm (2,4 mkg)

10 Nm (1,0 mkg)

10 Nm (1,0 mkg)

24 Nm (2,4 mkg)
10 Nm (1,0 mkg)

Ordine Nome operazione/Nome parte Q.tà Note


3 Catene di distribuzione 2
4 Coperchio pescante olio 1
5 Paraolio 1
6 Anelli di tenuta 2
7 Pescante olio 1
8 Carter (destro) 1 Fare riferimento a “SEPARAZIONE/RI-
MONTAGGIO DEL CARTER”.
9 Perni di centraggio 3
10 Anello di tenuta 1
Per l’installazione, seguire in ordine inverso
la procedura di smontaggio.

4-54
ALBERO MOTORE E BIELLE ENG

ALBERO MOTORE E BIELLE

36 Nm (3,6 mkg)

Ordine Nome operazione/Nome parte Q.tà Note


Rimozione albero motore e biella Rimuovere le parti nell’ordine indicato.
1 Gruppo albero motore 1
2 Cuscinetti di banco 2
3 Dadi (cappelli delle bielle) 4
4 Bulloni di collegamento biella 4 Fare riferimento a “RIMOZIONE/IN-
5 Bielle 2 STALLAZIONE ALBERO MOTORE”.
6 Cappelli delle bielle 2
7 Cuscinetti delle bielle 4
Per l’installazione, seguire in ordine inverso
la procedura di smontaggio.

4-55
ALBERO MOTORE E BIELLE ENG
A SEPARAZIONE DEL CARTER
1. Separare:
 Carter sinistro
 Carter destro
*************************************
Procedura di separazione:
 Rimuovere i bulloni del carter.
NOTA:
 Allentare ogni bullone di 1/4 di giro alla volta e
rimuoverli dopo averli allentati tutti.
B  Allentare i bulloni nell’ordine indicato (vedere i
numeri in figura).
 Ruotare il desmodromico del cambio 15 nella po-
sizione indicata in figura, in modo che non entri in
contatto con il carter quando lo si toglie.

A Carter destro
B Carter sinistro
 Rimuovere il carter destro 16 .
NOTA:
 Per effettuare questa rimozione, si possono usare
le sporgenze a del carter nel modo illustrato in
figura.

CAUTELA:
Usare un martello in gomma per dare leggeri col-
pi su un fianco del carter. Battere solo sulle parti
rinforzate del carter. Non battere sulle superfici
di chiusura del carter.
Lavorare lentamente e con attenzione.
Assicurarsi che i semicarter si separino in modo
uniforme.

 Rimuovere i perni di centraggio e l’anello di tenu-


ta.
*************************************

4-56
ALBERO MOTORE E BIELLE ENG
RIMOZIONE ALBERO MOTORE
1. Rimuovere:
 Cuscinetti di banco 1
NOTA:
Rimuovere i cuscinetti di banco per mezzo dell’at-
trezzo di installazione/rimozione cuscinetti (bronzi-
ne) 2 e la guida per cuscinetto albero intermedio
condotto 3 .

Attrezzo di installazione/
rimozione cuscinetti (bronzine):
90890-04074
Guida cuscinetto albero intermedio
condotto:
90890-04058

2. Rimuovere:
 Cappelli delle bielle 1
 Bielle 2
 Cuscinetti delle bielle (bronzine)
NOTA:
Identificare la posizione di ogni cuscinetto in modo
preciso in modo da poterlo reinstallare nella sua po-
sizione originaria.

CONTROLLO ALBERO MOTORE


1. Lavare accuratamente con solvente a bassa gra-
dazione i due carter (destro e sinistro).
2. Pulire con cura le superfici di contatto della
quarnizione e del carter.
3. Esaminare:
 Carter
Fessurazioni/danni  Sostituire.
 Passaggi olio
Intasamento  Pulire i passaggi con un soffio
di aria compressa.
4. Misurare:
 Limite di scentratura (albero motore)
Fuori specifica  Sostituire.

Limite di scentratura:
0,02 mm

4-57
ALBERO MOTORE E BIELLE ENG
5. Esaminare:
 Superfici dei perni di manovella
 Superfici dei cuscinetti (bronzine)
Usura/graffi  Sostituire.
6. Esaminare:
 Pignoni catene di distribuzione 1
Danni/usura  Sostituire l’albero motore.

7. Misurare:
 Passaggio olio (perno di manovella)
Fuori specifica  Sostituire il cuscinetto.

Passaggio olio (perno di manovella):


0,026  0,050 mm
*************************************
Procedura di misura:
CAUTELA:
Non scambiare cuscinetti e bielle: devono essere
installati nelle loro posizioni originali per ottene-
re i passaggi olio corretti e prevenire danni al mo-
tore.

 Pulire cuscinetti, perni di manovella e parti di cu-


scinetti delle bielle.
 Installare la parte superiore del cuscinetto nella
biella e la parte inferiore nel cappello di biella.
NOTA:
Allineare la sporgenza a del cuscinetto con l’intac-
catura b della biella e del suo cappello.

 Disporre un pezzo di spessimetro plastico


Plastigauge 1 sul perno di manovella.
 Montare le due metà della biella.

NOTA:
 Non spostare le bielle o l’albero motore prima di
aver completato la misura del passaggio olio.
 Applicare grasso a base di bisolfuro di molibdeno
a bulloni, filettature e sedi dei dadi.

4-58
ALBERO MOTORE E BIELLE ENG
 Assicurarsi che i riferimenti “Y” 2 sulle bielle
siano rivolti verso il lato sinistro dell’albero mo-
tore.
 Assicurarsi che le sigle 3 sui fianchi del cappello
e della biella siano allineate.

 Serrare i dadi.

Dadi (cappelli delle bielle):


36 Nm (3,6 kgm)

CAUTELA:
 Per serrare i dadi usare una chiave dinamome-
trica di tipo F.
 Serrare alla coppia prescritta senza interru-
zioni. Applicare una coppia continua tra 3,0 e
3,6 kgm. Dopo aver raggiunto 3,0 kgm, NON
SMETTERE DI SERRARE fino alla coppia fi-
nale. Se si interrompe il serraggio tra 3,0 e 3,6
kgm, allentare il dado a meno di 3,0 kgm e rico-
minciare.

 Rimuovere bielle e cuscinetti.


 Misurare la larghezza del Plastigauge compres-
so 1 su ogni perno di manovella. Se il passaggio
olio è fuori specifica, selezionare un cuscinetto di
ricambio.
*************************************

8. Selezionare:
 Cuscinetto perno di manovella (P1).
NOTA:
 I numeri 1 che indicano le dimensioni dei perni
di banco sono stampigliati sul braccio di mano-
vella, come indicato nella figura.
 I numeri 2 sono scritti con inchiostro sulla biella
e sul cappello della biella come indicato nella fi-
gura.

*************************************
Selezione dei cuscinetti dei perni manovella:
 Se “P1” sulla biella è “4” e “P1” sull’albero a go-
miti è “2”, la misura del cuscinetto per “P1” è:

Misura cuscinetto di P1 =
P1 biella – P1 albero a gomiti =
4 – 2 = 2 (nero)

4-59
ALBERO MOTORE E BIELLE ENG

COLORE CUSCINETTO
1 blu
2 nero
3 marrone
4 verde

9. Misurare:
 Passaggio olio (perno di banco)
Fuori specifica  Sostituire il cuscinetto.

Passaggio olio (perno di banco):


0,020  0,052 mm

*************************************
Procedura di misura:
CAUTELA:
Per il calcolo del passaggio olio si prende il valore
maggiore del perno di banco ed il valore più pic-
colo del cuscinetto di banco.

 Pulire le superfici del perno di banco e del cusci-


netto di banco.
 Controllare la superficie del cuscinetto. Se è usu-
rata o rigata, bisogna sostituire i cuscinetti.
NOTA:
Se il cuscinetto di destra o quello di sinistra presenta-
no segni di usura o rigature, bisogna sostituire en-
trambi i cuscinetti contemporaneamente.

 Misrare il diametro esterno a di ogni perno di


banco in due posti diversi. Se è fuori specifica, so-
stituire l’albero motore.

Limite diamentro esterno


(perno di banco principale):
44,95 mm

 Misurare il diametro interno b di ogni cuscinetto


di banco in due posti diversi.

4-60
ALBERO MOTORE E BIELLE ENG
 Se il diametro interno del cuscinetto di banco è
“45,03” e il diametro esterno del perno di banco è
“44,98”, il passaggio olio è:

Passaggio olio perno di banco principale:


Diametro interno del cuscinetto di banco
– diametro esterno del perno di banco
principale = 45,03 – 44,98 = 0,05 mm

Se il passaggio olio è fuori specifica, sostituire i


cuscinetti.
*************************************

10. Selezionare:
 Cuscinetti di banco principali
*************************************
Selezione dei cuscinetti di banco principali:
 Togliere i cuscinetti di banco dal carter.
 Pulire la sede del carter dove si monta il cuscinet-
to.
 Misurare il diametro a della sede del cuscintto in
due punti diversi.

NOTA:
Se il diametro della sede del cuscinetto nel carter su-
pera 49,02 mm, il carter deve essere sostituito.
Il nuovo carter è già provvisto dei cuscinetti di ban-
co, i cui diametri interni variano normalmente tra
45,000 e 45,012 mm.

CAUTELA:
Per scegliere il cuscinetto usare il valore medio
tra i due.

 Scegliere il valore corretto di sovradimensiona-


mento per il cuscinetto di banco principale come
da tabella allegata.
DIAMETRO
DELLA SEDE CODICE COLORE
DEL CUSCINETTO
49,000  49,010 mm blu
49,011  49,020 mm verde

4-61 *************************************
ALBERO MOTORE E BIELLE ENG
INSTALLAZIONE ALBERO MOTORE
1. Montare:
 Cuscinetti perno di banco principale 1
NOTA:
 Montare il cuscinetto di banco principale
sull’estrattore/installato 2 della guida 3 per il
cuscinetto dell’albero intermedio conduttore.
 Allineare il riferimento a sul cuscinetto con i ri-
ferimenti b e c degli attrezzi speciali.

Attrezzo di installazione/rimozione
cuscinetto (bronzina):
90890-04074
Asta di guida cuscinetto albero
intermedio conduttore:
90890-04058

2. Installare:
 Cuscinetti perno di banco principale 1
NOTA:
Allineare la protuberanza a sul cuscinetto con il ta-
glio b sul carter.

3. Installare
 Cuscinetti biella 1
NOTA:
 Allineare la protuberanza a dei cuscinetti con le
scanalature b del cappello di biella.
 Reinstallare ogni cuscinetto di biella nella sua po-
sizione originaria.

4. Installare:
 Bielle
NOTA:
 Il marchio stampato “Y” 1 sulle bielle deve esse-
re rivolto verso il lato sinistro dell’albero motore.
 Reinstallare ogni biella nella sua posizione origi-
naria.

4-62
ALBERO MOTORE E BIELLE ENG
5. Installare:
f Cappello di biella 1
NOTA:
Assicurarsi che i caratteri a sul lato del cappello e
della biella siano allineati.

6. Serrare:
f Dadi (cappello della biella)

36 Nm (3,6 kgm)

NOTA:
Applicare grasso al bisolfuro di molibdeno ai filetti
dei bulloni del cappello e sulle superfici del dado.

CAUTELA:
D Per serrare i dadi usare una chiave dinamome-
trica di tipo F.
D Serrare alla coppia prescritta senza interru-
zioni. Applicare una coppia continua tra 3,0 e
3,6 kgm. Dopo aver raggiunto 3,0 kgm NON
SMETTERE DI SERRARE fino alla coppia fi-
nale. Se si interrompe il serraggio tra 3,0 e 3,6
kgm, allentare il dado a meno di 3,0 kgm e rico-
miciare.

7. Installare:
f Albero motore 1
NOTA:
Allineare la bialla di sinistra con il foro per il cilindro
posteriore.

ASSEMBLAGGIO CARTER
1. Applicare:
f Olio motore
(sui cuscinetti del perno di banco principale)
f Sigillante
(sulle superfici di contatto del carter)

Sigillante Yamaha Bond N_ 1215:


90890-85505

4-63
ALBERO MOTORE E BIELLE ENG
2. Installare:
 Carter destro
(sul carter sinistro)
NOTA:
Ruotare il desmodromico del cambio nella posizione
indicata in figura in modo che non entri in contatto
con il carter quando lo si installa.

3. Serrare:
 Bulloni del carter
(seguire la sequenza di serraggio corretta)
NOTA:
I numeri in rillevo sul carter indicano la sequenza di
serraggio.

4 X 7 (M8)

24 Nm (2,4 kgm)

1 X 3 , 8 X 14 (M6)

10 Nm (1,0 kgm)

NOTA:
 Lubrificare i filetti dei bulloni con olio motore.
 Serrare i bulloni i seguendo l’ordine numerico
crescente.

M6 45 mm 1 , 3 , 9 X 14
M6 55 mm 2
M6 95 mm 8
M8 60 mm 4, 6
M8 80 mm 7
M8 100 mm 5

4-64
CAMBIO ENG

CAMBIO

25 Nm (2,5 mkg)

Ordine Nome operazione/Nome parte Q.tà Note


Smontaggio del cambio Rimuovere le parti nell’ordine indicato.
Apertura del carter Fare riferimento a “ALBERO MOTORE”.
1 Barra di guida 1 1
2 Barra di guida 2 1
3 Forcella 2 “C” 1
4 Forcella 3 “R” 1
Fare riferimento a “INSTALLAZIONE
5 Forcella 1 “L” 1
CAMBIO”.
6 Desmodromico del cambio 1
7 Gruppo albero primario 1
8 Gruppo albero secondario 1
9 Fermo per cuscinetto 2
10 Cuscinetti 4
11 Spessore 1
Per l’installazione, seguire in ordine inverso
la procedura di smontaggio.

4-65
CAMBIO ENG
CONTROLLO FORCELLE DEL CAMBIO
1. Esaminare:
 Perno per il desmodromico delle forcelle cam-
bio 1
 Nottolini delle forcelle cambio 2
Rigature/deformazioni/usura/danni  So-
stituire.

2. Esaminare:
 Barra di guida
Far rotolare la barra di guida su di una superfi-
cie piana.
Deformazioni  Sostituire.

Non tentare di raddrizzare una barra di guida de-


formata.

3. Controllare:
 Movimento forcelle cambio
(sulla barra di guida)
Funzionamento irreggolare  Sostituire la
forcella del cambio e la barra di guida.

CONTROLLO DESMODROMICO DEL CAM-


BIO
1. Esaminare:
 Scanalature desmodromico del cambio
Usura/danni/graffi  Sostituire.
 Segmento desmodromico del cambio 1
Usura/danni  Sostituire.
 Cuscinetto desmodromico del cambio 2
Vaiolatura/danni  Sostituire.

CONTROLLO DEL CAMBIO


1. Misurare:
 Scentratura albero
Usare un attrezzo per centraggio e un
comparatore.
Fuori specifica  Sostituire l’albero deformato.

Limite di scentratura
(albero principale e secondario):
0,06 mm

4-66
CAMBIO ENG
2. Esaminare:
 Denti ingranaggi
Colorazione blu/vaiolatura/usura  Sostitui-
re.
 Innesti per accoppiamento
Bordi arrotondati/crepe/frammenti mancanti
 Sostituire.

3. Controllare:
 Innesto corretto di ogni ingranaggio (con la
parte corrispondente)
Non corretto  Rimontare.
 Movimento degli ingranaggi
Irregolari  Sostituire.
*************************************
103  103,2 mm
Fase particolare nel rimontaggio degli ingranag-
gi del cambio:
Inserire l’ingranaggio della 2a 1 sull’ingranaggio
della 1a (albero primario) 2 .
*************************************
4. Esaminare:
 Anello elastico
Piegato/gioco/danneggiato  Sostituire.

5. Esaminare:
 Cuscinetti
Irregolare  Sostituire.

4-67
CAMBIO ENG
MONTAGGIO DEL CAMBIO
1. Serrare:
 Viti a stella (fermo cuscinetto) 1 =
Nuova

25 Nm (2,5 kgm)

Usare la chiave per viti a stella da 40.


2. Bloccare la testa delle viti a stella con un martel-
lo a scorrimento.
3. Installare:
 Desmodromico del cambio 1
 Forcella 2 “C” 2
 Forcella 3 “R” 3
 Forcella 1 “L” 4
 Barra guida 1 5
 Barra guida 2 6
NOTA:
Il numero stampigliato sulla forcella deve sempre
essere rivolto verso il lato destro del carter.
Verificare che il perno di guida della forcella sia al-
loggiato correttamente nella scalanatura del tambu-
ro del desmodromico.

4. Controllare:
 Funzionamento del cambio
Irregolare  Riparare.
NOTA:
 Lubrificare ogni ingranaggio e cuscinetto con cu-
ra.
 Prima di assemblare il carter, assicurarsi che il
cambio sia in folle e che gli ingranaggi ruotino li-
beramente.

4-68
INGRANAGGIO INTERMEDIO ENG

INGRANAGGIO INTERMEDIO
PIGNONE INTERMEDIO CONDOTTO

25 Nm (2,5 mkg)

90 Nm (9,0 mkg)

Ordine Nome operazione/Nome parte Q.tà Note


Smontaggio pignone intermedio condotto Rimuovere le parti nell’ordine indicato.
Gruppo motore Fare riferimento a “RIMOZIONE MOTORE”.
1 Bulloni 4
2 Distanziale 1
3 Anelli elastici 4
4 Cuscinetti 4
5 Forcella del giunto 1
Fare riferimento a “RIMOZIONE/IN-
6 Dado 1
STALLAZIONE PIGNONE INTERME-
7 Forcella del giunto 1
DIO CONDOTTO”.
8 Collare 1
9 Alloggiamento cuscinetto/anello di tenuta 1/1
10 Semianelli di ritegno della molla 2
11 Piattello 1
12 Molla di smorzamento 1

4-69
INGRANAGGIO INTERMEDIO ENG

25 Nm (2,5 mkg)

90 Nm (9,0 mkg)

Ordine Nome operazione/Nome parte Q.tà Note


13 Camma di smorzamento 1 Fare riferimento a “RIMOZIONE/IN-
14 Pignone intermedio condotto 1 STALLAZIONE PIGNONE INTERME-
15 Albero intermedio condotto 1 DIO CONDOTTO”.
Per l’installazione, seguire in ordine inverso
la procedura di smontaggio.

4-70
INGRANAGGIO INTERMEDIO ENG

PIGNONE INTERMEDIO CONDUTTORE

12 Nm (1,2 mkg)
120 Nm (12,0 mkg)

Ordine Nome operazione/Nome parte Q.tà Note


Smontaggio pignone intermedio condut- Rimuovere le parti nell’ordine indicato.
tore
1 Coperchio ingranaggio intermedio/anello
di tenuta 1/1
Fare riferimento a “RIMOZIONE/IN-
2 Dado 1
STALLAZIONE PIGNONE INTERME-
3 Pignone intermedio conduttore 1
DIO CONDUTTORE”.
4 Vite/guarnizione 1/1
5 Albero leva disinnesto 1
6 Molla di torsione 1
7 Rondella 1
8 Paraolio 1
Per l’installazione, seguire in ordine inverso
la procedura di smontaggio.

4-71
INGRANAGGIO INTERMEDIO ENG
SMONTAGGIO PIGNONE INTERMEDIO
CONDOTTO
1. Rimuovere:
 Giunto universale
*************************************
Procedura di smontaggio:
 Rimuovere gli anelli elastici 1 .
 Mettere il giunto universale in una morsa.
 Usando un tubo di diametro opportuno sotto alla
forcella del giunto, spingere il cuscinetto nel tubo
come indicato in figura.
NOTA:
Può essere necessario battere leggermente sulla for-
cella del giunto con un punzone.

 Ripetere la stessa procedura per l’altro cuscinetto.


 Togliere la forcella del giunto.
*************************************
2. Allentare:
 Dado (albero intermedio condotto) 1
NOTA:
Usare il fermo per giunto universale 2 per bloccare
la forcella del giunto 3 .

Fermo per giunto universale:


90890-04062

3. Rimuovere:
 Gruppo alloggiamento cuscinetto 1
*************************************
Procedura di smontaggio:
 Pulire l’esterno dell’albero intermedio condotto.
 Mettere il gruppo albero intermedio condotto sot-
to una pressa idraulica.
CAUTELA:
 Non premere mai direttamente sull’estremità
dell’albero con la pressa idraulica, per non
danneggiare la filettatura dell’albero.
 Mettere un bicchierno idoneo 2 sull’estremi-
tà dell’albero per proteggere la filettatura.

NOTA:
Sostituire sempre il cuscinetto quando si smonta
l’albero intermedio condotto dal gruppo alloggia
mento cuscinetto.

 Premere sull’estremità dell’albero e togliere l’al-


loggiamento del cuscinetto.
4-72 *************************************
INGRANAGGIO INTERMEDIO ENG
4. Togliere:
 Fermi della molla
NOTA:
Fissare il morsetto 1 per la molla di smorzamento al
piattello della molla 2 e comprimere la molla, quin-
di togliere i fermi della molla.

Morsetto per comprimere la molla


di smorzamento:
90890-04090

5. Togliere:
 Fermo per cuscinetto 1
 Cuscinetto
*************************************
Procedura di rimozione:
 Mettere uno straccio ripiegato 2 .
 Fissare il bordo dell’alloggiamento cuscinetto
nella morsa.
 Inserire la chiave per il fermo del cuscinetto 3 .

Chiave fermo cuscinetto:


90890-04057

CAUTELA:
Il fermo del cuscinetto dell’albero intermedio
condotto ha la filettatura sinistra. Per allentare il
fermo ruotare in senso orario.

 Togliere il fermo del cuscinetto e il cuscinetto.


SMONTAGGIO PIGNONE INTERMEDIO
CONDUTTORE
1. Allentare:
 Dado (pignone intermedio conduttore) 1
NOTA:
 Appiattire la parte punzonata del dado del pigno-
ne intermedio conduttore usando una spina coni-
ca.
 Ingranare la 1a marcia e completare l’operazione.
 Allentare il dado (pignone intermedio conduttore)
1 bloccando il rotore con il fermo per rotore 2 .

Fermo per rotore:


90890-01701

4-73
INGRANAGGIO INTERMEDIO ENG
CONTROLLO INGRANAGGIO INTERME-
DIO
1. Esaminare:
 Superficie camma dello smorzatore
Usura/graffi  Sostituire il gruppo smorzato-
re completo.
2. Esaminare:
 Molla dello smorzatore
Danni/incrinature  Sostituire.

3. Esaminare:
 Denti ingranaggio intermedio condotto 1
 Denti ingranaggio intermedio conduttore 2
Vaiolature/abrasioni/usura  Sostituire il
gruppo completo ingranaggio intermedio

4. Esaminare:
 Cuscinetto
Vaiolatura/danni  Sostituire il gruppo allog-
giamento cuscinetto.
 Anelli di tenuta.
Danni  Sostituire.
5. Controllare:
 Movimento del giunto universale
Irregolarità  Sostituire il giunto universale.

INSTALLAZIONE INGRANAGGIO INTER-


MEDIO CONDUTTORE
1. Installare:
 Ingranaggio intermedio conduttore 1
 Dado 2 = Nuovo

120 Nm (12,0 kgm)

NOTA:
 Stringere il dado (ingranaggio intermedio con-
duttore) 2 mentre si tiene fermo il rotore con il
fermo per puleggia 3 .
 Bloccare la filettatura eseguendo un’acciaccatura
con un punzone a punta.

Fermo per puleggia:


90890-01701

4-74
INGRANAGGIO INTERMEDIO ENG
INSTALLAZIONE PIGNONE INTERMEDIO
CONDOTTO
1. Installare:
 Semianelli di ritegno della molla
NOTA:
Fissare il morsetto 1 per la compressione della mol-
la sulla sede della molla 2 e comprimere la molla di
smorzamento, quindi installare i semianelli di rite-
gno della molla stessa.

Morsetto compressione della


molla smorzatore:
90890-04090
2. Montare:
 Cuscinetto
*************************************
Procedura di installazione:
 Installare il cuscinetto nuovo invertendo la proce-
dura di smontaggio.
NOTA:
Usare una guida 1 con diametro uguale alla pista
esterna del cuscinetto ed al paraolio.

CAUTELA:
Non premere sulla pista interna del cuscinetto 2
o sulle sfere 3 . Il contatto dev’essere solo sulla pi-
sta esterna 4 .

*************************************
3. Montare:
 Fermo del cuscinetto 1
*************************************
Procedura di montaggio:
 Mettere uno straccio ripiegato 2 .
 Bloccare il bordo dell’alloggiamento del cusci-
netto in una morsa.
 Inserire la chiave 3 del fermo per cuscinetto.

Chiave per fermo cuscinetto:


90890-04057

 Serrare il fermo del cuscinetto.


CAUTELA:
Il fermo del cuscinetto dell’albero intermedio
condotto ha la filettatura sinistra. Per serrare il
fermo ruotarlo in senso antiorario.

Fermo per cuscinetto:


110 Nm (11,0 kgm)
4-75
INGRANAGGIO INTERMEDIO ENG
4. Installare:
 Gruppo albero intermedio condotto
*************************************
Fasi di installazione:
 Pulire la superficie esterna dell’albero intermedio
condotto e l’interno del cuscinetto.
 Inserire il gruppo albero intermedio condotto
nell’alloggiamento del cuscinetto.
 Mettere il gruppo albero intermedio condotto sot-
to una pressa idraulica.
CAUTELA:
 Non premere mai direttamente sull’estremità
dell’albero con la pressa idraulica, per non
danneggiare la filettatura dell’albero.
 Sistemare l’attrezzo 1 realizzato a mano per
proteggere il cuscinetto e l’alloggiamento del
cuscinetto.
 Mettere un pezzo di legno 2 sull’estremità
dell’albero per proteggere la filettatura.

 Premere sul pezzo di legno e tenere saldamente il


gruppo albero intermedio condotto.
*************************************

5. Serrare:
 Dado (pignone intermedio condotto) 1

90 Nm (9,0 kgm)

NOTA:
Usare il fermo per giunto universale 2 per blocare
la forcella del giunto 3 .

Fermo per giunto universale:


90890-04062

6. Installare:
 Forcella (crociera) 1 (nel foro della forcella
del giunto)

4-76
INGRANAGGIO INTERMEDIO ENG
7. Installare:
 Cuscinetti 2
(sulla crociera)
CAUTELA:
I rullini possono uscire facilmente dalle loro sedi,
quindi controllare ciascun cuscinetto.
Far scorrere avanti e indietro la forcella del giun-
to universale sui cuscinetti. Se un rullino non è al
suo posto, la forcella del giunto non si infilerà
completamente nel cuscinetto.

8. Usando una guida adeguata spingere tutti i cu-


scinetti nei fori della forcella del giunto.
NOTA:
I cuscinetti devono essere infilati nella crociera ab-
bastanza in profondità per poter permettere l’instal-
lazione degli anelli elastici.

9. Installare:
 Anelli elastici 3
(nella scanalatura di ogni cuscinetto)

10. Installare:
 Gruppo pignone intermedio condotto
NOTA:
In questa fase serrare a mano i bulloni.

11. Installare:
 Distanziali 1
 Bulloni

25 Nm (2,5 kgm)

NOTA:
Quando si installano i distanziali bisogna assicurarsi
che le linguette a siano posizionate correttamente.

4-77
INGRANAGGIO INTERMEDIO ENG
NOTA:
Prima di serrare i bulloni:
1. Regolare il gioco dell’ingranaggio intermedio.
Fare riferimento a “REGOLAZIONE GIOCO
INGRANAGGI”.
2. Controllare il funzionamento dell’ingranaggio
intermedio condotto.

SELEZIONE DEL DISTANZIALE DELL’IN-


GRANAGGIO INTERMEDIO CONDUTTORE
NOTA:
È necessario regolare la posizione degli ingranaggi
quando si effettua la sostituzione di una qualsiasi
delle parti seguenti.
 Gruppo carter
 Gruppo ingranaggio intermedio

1. Selezionare:
 Distanziale ingranaggio intermedio condutto-
re 1
*************************************
Procedura di selezione del distanziale ingranag-
gio intermedio conduttore:
 Posizionare l’ingranaggio intermedio conduttore
usando dei distanziali 1 , il cui spessore viene
calcolato in base alle informazioni riportate sul
carter, sull’alloggiamento del cuscinetto e
sull’estremità dell’ingranaggio conduttore.
1 Spessore distanziale “A”
 Per ricavare il valore dello spessore “A” del di-
stanziale usare la seguente formula:

Spessore distanziale ingranaggio intermedio


conduttore:
“A” = a – b
Dove:
a = è un numero (di solito decimale) sul pi-
gnone intermedio conduttore che deve
essere sommato o sottratto a “44”.
b = è un numero (di solito decimale) sul car-
ter sinistro che indica uno spessore di
“43,5”.
Esempio:
1) Se sull pignone intermedio conduttore è ri-
portato il valore “+ 03”, a vale 44,03.
2) Se sul carter (sinistro) è riportato il valore
“43,45”, b vale 43,45.
3) Pertanto lo spessore del distanziale è 0,58
mm
A = 44,03 – 43,45 = 0,58
4-78
INGRANAGGIO INTERMEDIO ENG
4. Arrotondare i centesimi e selezionare il/idi-
stanziale/i appropriato/i.
Nell’esempio sopra riportato il valore calcolato
dello spessore del distanziale è 0,58 mm.
Secondo la tabella, 8 va arrotondato a 10.

Centesimi Arrotondare a
0, 1, 2, 3, 4 0
5, 6, 7, 8, 9 10
I distanziali vengono forniti nei seguenti spessori.

Distanziali pignone
intermedio conduttore
0,20
Spessore (mm) 0,30
0,40

*************************************

REGOLAZIONE GIOCO INGRANAGGI


1. Installare:
 Attrezzo per il gioco degli ingranaggi interme-
di 1
NOTA:
Questo attrezzo impedisce la rotazione dell’albero
conduttore.

Attrrezzo per il gioco


degli ingranaggi intermedi 1 :
90890-04080

2. Installare:
 Bulloni (alloggiamento cuscinetto ingranag-
gio condotto)
NOTA:
 Serrare a mano i bulloni in questa fase.
 Il gioco tra carter e alloggiamento cuscinetto con-
dotto deve essere di circa 2 mm.
 Misurare il gioco con uno spessimetro 2 .
4-79
INGRANAGGIO INTERMEDIO ENG
3. Posizionare:
S Micrometro
(sullo spigolo esterno del giunto universale)
NOTA:
Assicurarsi che lo strumento si trovi in corrispon-
denza della linea centrale del foro del cuscinetto del-
la forcella del giunto.

4. Ruotare:
S Giunto universale 1
NOTA:
Ruotare lentamente il giunto universale avanti ed in-
dietro.

5. Misurare:
S Gioco degli ingranaggi
Al di sopra del valore di specifica  Seguire la
fase successiva
Al di sotto dello stesso valore di specifica 
Incorretto
Controllare che non ci siano parti difettose e/o
rimontare l’alloggiamento del cuscinetto.

Gioco (ingranaggi):
0,05  0,10 mm

CAUTELA:
Non battere con il martello sul giunto universale o
il collare smontabile del pignone condotto può es-
sere deformato. Questo comporta la modifica
della coppia di rotazione standard e richiede
quindi la sostituzione del collare smontabile ed
un riassemblaggio del gruppo ingranaggio con-
dotto.

NOTA:
Controllare il gioco ingranaggi in quattro posizioni.
Far ruotare il giunto universale di 90_ per volta e ri-
petere la verifica del gioco ingranaggi.

4-80
INGRANAGGIO INTERMEDIO ENG
6. Serrare:
f Bulloni (alloggiamento cuscinetto ingranag-
gio condotto) 1

25 Nm (2,5 kgm)

NOTA:
Serrare i bulloni con cautela, un solo giro alla volta.
Spingere all’interno l’alloggiamento del cuscinetto
e serrare i bulloni dell’alloggiamento del cuscinetto.

CAUTELA:
Non serrare eccessivamente i bulloni dell’allog-
giamento del cuscinetto perché il gioco ingranag-
gi diventerebbe insufficiente e gli ingranaggi ver-
rebbero danneggiati. Se si è serrato troppo
allentare i tre bulloni in modo che il gioco tra car-
ter e alloggiamento cuscinetto sia di circa 2 mm e
ripetere le fasi precedenti.

7. Ripetere le fasi n_ 4 e n_ 5 fino ad ottenere il


gioco ingranaggi corretto.

Gioco (ingranaggi):
0,05  0,10 mm

8. Misurare:
f Il gioco tra carter/alloggiamento cuscinetto
Usare uno spessimetro.

9. Selezionare:
f Distanziale (i)
*************************************
Procedura di selezione:
D Ipotizziamo che il gioco tra carter e alloggiamen-
to cuscinetto sia di 0,46 mm.
D Il distanziale può essere selezionato solo a incre-
menti di 0,05 mm, arrotondare i centesimi e sele-
zionare il(i) distanziale(i) appropriato(i).

Centesimi Arrotondare a
0, 1, 2 0
3, 4, 5, 6, 5
7, 8, 9 10

4-81
INGRANAGGIO INTERMEDIO ENG
 I distanziali sono forniti nei seguenti spessori.

Distanziali pignone
intermedio conduttore

Spessore (mm) 0,10, 0,15, 0,20

*************************************

10. Serrare:
 Bulloni (alloggiamento cuscinetto ingranag-
gio condotto) 1

25 Nm (2,5 kgm)

11. Misurare:
 Gioco ingranaggi

4-82
CARB
CAPITOLO 5
CARBURAZIONE

CARBURATORE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 5-1
CONTROLLO DEL CARBURATORE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 5-4
ASSEMBLAGGIO DEL CARBURATORE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 5-5
REGOLAZIONE LIVELLO CARBURANTE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 5-7
CONTROLLO E REGOLAZIONE SENSORE
POSIZIONE ACCELERATORE (TPS) . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 5-8
CARB
CARBURATORE CARB

CARBURAZIONE
CARBURATORE

Ordine Nome operazione/Nome parte Q.tà Note


Rimozione del carburatore Rimuovere le parti nell’ordine indicato.
Serbatoio carburante Fare riferimento a “SERBATOIO CARBU-
RANTE E SELLE” nel CAPITOLO 3.
1 Gruppo cassetta filtro aria 1
2 Presa aria 1
3 Tubo di sfiato testa cilindro 1 Staccare
4 Cavo sensore posizione acceleratore 1
5 Cavo interruttore termico 1
6 Tubo carburante 1
7 Gruppo carburatore 1
8 Cavo dell’avviamento a freddo 1 NOTA:
9 Cavi dell’acceleratore 2 Dopo la rimozione del gruppo carburatore,
rimuovere il cavo dell’avviamento a freddo e
i cavi dell’acceleratore.

10 Coperchio 1
Per l’installazione, seguire in ordine inverso
la procedura di smontaggio.

5-1
CARBURATORE CARB

Ordine Nome operazione/Nome parte Q.tà Note


Smontaggio del carburatore Rimuovere le parti nell’ordine indicato.
1 Cavo riscaldatore del carburatore 1
2 Riscaldatori del carburatore 1 2 12 V 15 W
3 Riscaldatori del carburatore 2 2 12 V 30 W
4 Vaschetta del galleggiante 1
5 Galleggiante 1
6 Gruppo valvola a spillo 1
7 Getto primario 1 No 1 : 90, No 2 : 92,5
8 Porta getto 1
9 Getto del minimo 1
Fare riferimento a “ASSEMBLAGGIO
10 Gruppo spillo conico 1
CARBURATORE”.
11 Polverizzatore 1
12 Gruppo pistoncino avviamento a freddo 1

5-2
CARBURATORE CARB

Ordine Nome operazione/Nome parte Q.tà Note


13 Gruppo diaframma 1 Fare riferimento a “ASSEMBLAGGIO
CARBURATORE”.
14 Sensore posizione acceleratore 1 Fare riferimento a “CONTROLLO E
REGOLAZIONE SENSORE POSIZIONE
ACCELERATORE (TPS)”.
15 Vite minimo 1 Fare riferimeno a “ASSEMBLAGGIO
16 Getto principale aria 1 CARBURATORE”.
Per l’installazione, seguire in ordine inverso
la procedura di smontaggio.

5-3
CARBURATORE CARB
EB600030

CONTROLLO DEL CARBURATORE


1. Esaminare:
 Corpo del carburatore
 Vaschetta del galleggiante
 Alloggiamento getto
Crepe/danni  Sostituire.
 Passaggio del carburante
Ostruzioni  Pulire come illustrato in figura.
 Corpo vaschetta galleggiante carburatore
Se sporco  Pulire.
*************************************
Procedura di pulizia:
 Lavare il carburatore con un solvente a base di pe-
trolio. (Non usare soluzioni caustiche per pulire il
carburatore).
 Pulire tutti i condotti ed i getti con aria compressa.
*************************************

2. Esaminare:
 Galleggiante:
Danneggiato  Sostituire.

3. Esaminare:
 Valvola a spillo 1
 Sede valvola 2
 Anello dei tenuta 3
Sporco/usura/danni  Sostituire tutto il
gruppo.

4. Esaminare:
 Valvola a pistone 1
Graffi/usura/danni  Sostituire.
 Diaframma in gomma 2
Lacerazioni  Sostituire.

5-4
CARBURATORE CARB
5. Ispezionare:
 Coperchio camera di depressione 1
 Molle 2
 Boccola di plastica 3
 Tappo a vite di plastica 4
Fessurazioni/danni  Sostituire.

6. Ispezionare:
 Spillo conico 1
 Getto principale 2
 Porta getto 3
 Getto minimo 4
 Polverizzatore 5
 Getto aria minimo 6
 Vite minimo 7
 Pistoncino avviamento a freddo
Piegature/usura/danni  Sostituire.
Ostruzioni  Soffiare aria compressa nei get-
ti.
7. Controllare:
 Libero scorrimento
Inserire la valvola dell’acceleratore nel corpo
del carburatore e controllare che il movimento
sia scorrevole.,
Incollamenti/durezza di movimento  Sosti-
tuire.

8. Esaminare:
 Tubetti (carburante) 1
 Manicotti (tubo ingresso aria-camera di de-
pressione) 2
 Manicotti (tubo di sfiato del carburatore) 3
Fessurazioni/danni  Sostituire.

ASSEMBLAGGIO DEL CARBURATORE


CAUTELA:
Prima del rimontaggio, lavare tutte le parti in un
solvente pulito a base di petrolio.

5-5
CARBURATORE CARB
1. Installare:
 Polverizzatore 1
NOTA:
 Allineare la scanalatura sul polverizzatore con il
riferimento che si trova sul corpo del carburatore.
 Installare il polverizzatore dal lato della valvola a
pistone.

2. Installare:
 Vite minimo 1

Vite minimo (numero di giri di


svitamento):
2

3. Installare:
 Spillo conico
NOTA:
Allineare il riferimento a sul fermo di plastica con
il foro b sulla valvola a pistone.

4. Installare:
 Diaframma 1
NOTA:
Far combaciare la linguetta sul diaframma con l’in-
cavo nel corpo del carburatore.

5. Installare:
 Diaframma 1
 Molla 2
 Coperchio 3
NOTA:
Far combaciare la linguetta sul diaframma con l’in-
cavo nel corpo del carburatore.

5-6
CARBURATORE CARB
REGOLAZIONE LIVELLO CARBURANTE
1. Misurare:
 Livello carburante a
Fuori specifica  Regolare.

Livello carburante:
7,5  8,5 mm
(sotto la linea della vaschetta del
galleggiante)
*************************************
Procedura di misura e regolazione:
 Disporre il motociclo in piano.
 Mettere il motociclo su di un supporto opportuno
per assicurarsi che il gruppo carburatore sia in po-
sizione verticale.
 Collegare il misuratore del livello carburante 1
al tubetto di scarico.

Misuratore livello carburante:


90890-01312

 Allentare la vite di scarico 2 .


 Tenere il misuratore in posizione verticale e vici-
no alla linea b della vaschetta del galleggiante.
 Misurare il livello del carburante con il misurato-
re.
 Se il livello non è corretto, regolarlo.
 Rimuovere il gruppo carburatore.
 Ispezionare la sede della valvola e lo spillo coni-
co.
 Se uno dei due è usurato, sostituirli entrambi.
 Se sono in buone condizioni, regolare la posizio-
ne del galleggiante piegando leggermente la lin-
guetta del galleggiante 3 .
 Installare il gruppo carburatore.
 Controllare nuovamente il livello del carburante.
*************************************

5-7
CARBURATORE CARB
CONTROLLO E REGOLAZIONE SENSORE
POSIZIONE ACCELERATORE (TPS)
NOTA:
Prima di regolare il sensore posizione dell’accelera-
tore, bisogna regolare correttamente il minimo.

1. Controllare:
f Resistenza del sensore TPS
*************************************
Procedura di controllo:
D Scollegare il connettore del sensore TPS.
D Togliere il sensore dal carburatore.
D Collegare il tester tascabile (Ω 1k) al connetto-
re del sensore TPS.

Terminale + del tester  Terminale nero 1


Terminale – del tester  Terminale blu 2
D Controllare il valore della resistenza del sensore
TPS.

Resistenza del sensore TPS “R1”:


4,0 X 6,0 kΩ a 20_C
(Nero – Blu)

Fuori specifica  Sostituire il sensore TPS.


D Collegare il tester tascabile (Ω 1k) al connetto-
re del sensore TPS.

Terminale + del tester  Terminale giallo 3


Terminale – del tester  Terminale nero 1
D Ruotare lentamente l’acceleratore e controllare il
valore della resistenza del sensore TPS.

Resistenza del sensore TPS “R2”:


0 X 5 ± 1,0 kΩ a 20_C
(Giallo – Nero)

Fuori specifica  Sostituire il sensore.


*************************************

5-8
CARBURATORE CARB
2. Regolare:
 Posizione del sensore TPS
*************************************
Procedura di regolazione:
 Allentare le viti di fissaggio del sensore TPS 1 .
 Regolare il valore della resistenza del sensore
TPS ruotandone il corpo a destra o a sinistra. Ar-
restare la rotazione del corpo del sensore quando
il tester indica il valore prescritto.

Resistenza ad acceleratore chiuso =


Resistenza “R1” (0,13 X 0,15)

Esempio:
 Se “R1”: = 5 kΩ:
5 (0,13 X 0,15) = 0,65 X 0,75
Il valore prescritto della resistenza ad accelera-
tore chiuso è 650 X 750 Ω.
 Serrare le viti di fissaggio del sensore TPS.
 Scollegare i terminali del tester tascabile e colle-
gare il connettore del sensore TPS.
*************************************

5-9
CARB
CHAS
CAPITOLO 6
TELAIO
RUOTA ANTERIORE E DISCO DEL FRENO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 6-1
SMONTAGGIO DELLA RUOTA ANTERIORE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 6-3
CONTROLLO DELLA RUOTA ANTRIORE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 6-3
CONTROLLO DEL DISCO FRENO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 6-4
RIMONTAGGIO DELLA RUOTA ANTERIORE . . . . . . . . . . . . . . . . . . 6-5
INSTALLAZIONE DELLA RUOTA ANTERIORE . . . . . . . . . . . . . . . . . 6-5
BILANCIAMENTO STATICO DELLA RUOTA ANTERIORE . . . . . . . 6-6

FRENO ANTERIORE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 6-8


PASTIGLIE FRENO ANTERIORE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 6-8
SOSTITUZIONE PASTIGLIE FRENO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 6-9
POMPA FRENO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 6-11
CONTROLLO DELLA POMPA FRENO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 6-13
ASSEMBLAGGIO DELLA POMPA FRENO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 6-13
INSTALLAZIONE DELLA POMPA FRENO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 6-14
PINZA FRENO ANTERIORE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 6-16
SMONTAGGIO DELLA PINZA FRENO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 6-18
CONTROLLO DELLA PINZA FRENO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 6-18
ASSEMBLAGGIO DELLA PINZA FRENO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 6-19
INSTALLAZIONE DELLA PINZA FRENO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 6-19

RUOTA POSTERIORE E FRENO POSTERIORE . . . . . . . . . . . . . . . . . . 6-21


SILENZIATORE E ASTA FRENO POSTERIORE . . . . . . . . . . . . . . . . . . 6-21
RUOTA POSTERIORE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 6-22
RIMOZIONE RUOTA POSTERIORE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 6-25
SMONTAGGIO RUOTA POSTERIORE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 6-25
CONTROLLO RUOTA POSTERIORE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 6-25
CONTROLLO FRENO POSTERIORE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 6-26
ASSEMBLAGGIO RUOTA POSTERIORE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 6-27
ASSEMBLAGGIO FRENO POSTERIORE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 6-28
INSTALLAZIONE RUOTA POSTERIORE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 6-28
BILANCIAMENTO STATICO DELLA RUOTA POSTERIORE . . . . . . . 6-29

FORCELLA ANTERIORE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 6-30


SMONTAGGIO FORCELLA ANTERIORE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 6-33
CONTROLLO FORCELLA ANTERIORE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 6-34
RIMONTAGGIO FORCELLA ANTERIORE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 6-34
INSTALLAZIONE FORCELLA ANTERIORE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 6-37

MANUBRIO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 6-38
CONTROLLO DEL MANUBRIO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 6-40
INSTALLAZIONE DEL MANUBRIO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 6-40
CHAS
STERZO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 6-43
RIMOZIONE DELLO STERZO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 6-45
CONTROLLO DELLO STERZO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 6-45
INSTALLAZIONE DELLO STERZO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 6-45

AMMORTIZZATORE POSTERIORE E FORCELLONE . . . . . . . . . . . . 6-46


NOTE PER LA MANIPOLAZIONE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 6-48
NOTE PER LO SMALTIMENTO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 6-48
CONTROLLO AMMORTIZZATORE POSTERIORE . . . . . . . . . . . . . . . 6-48
CONTROLLO DEL FORCELLONE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 6-49
INSTALLAZIONE DEL FORCELLONE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 6-50
INSTALLAZIONE DELL’AMMORTIZZATORE POSTERIORE . . . . . . 6-50

TRASMISSIONE AD ALBERO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 6-51


RICERCA GUASTI . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 6-51
MISURA DEL GIOCO DELL’INGRANAGGIO FINALE . . . . . . . . . . . . 6-55
REGOLAZIONE DEL GIOCO DELL’INGRANAGGIO FINALE . . . . . 6-56
ALBERO DI TRASMISSIONE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 6-57
INGRANAGGIO FINALE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 6-58
SMONTAGGIO INGRANAGGIO TRASMISSIONE FINALE . . . . . . . . 6-59
RIMOZIONE E RIMONTAGGIO CUSCINETTO
A RULLI DELLA TRASMISSIONE FINALE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 6-59
POSIZIONAMENTO DEL PIGNONE FINALE/CORONA
DENTATA . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 6-61
CONTROLLO DELL’ALBERO DI TRASMISSIONE . . . . . . . . . . . . . . . 6-65
INSTALLAZIONE DELL’ALLOGGIAMENTO
DELLA TRASMISSIONE FINALE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 6-65
RUOTA ANTERIORE E DISCO DEL FRENO CHAS

TELAIO
RUOTA ANTERIORE E DISCO DEL FRENO

59 Nm (5,9 mkg)

20 Nm (2,0 mkg)

23 Nm (2,3 mkg)

Ordine Nome operazione/Nome parte Q.tà Note


Rimozione della ruota anteriore e del Rimuovere le parti nell’ordine indicato.
disco freno

Sostenere il motociclo saldamente in modo


da impedire che possa cadere.

1 Cavo del tachimetro 1 Scollegare


2 Bullone cavalloto perno ruota anteriore 1 Allentare
3 Perno ruota anteriore 1
4 Gruppo ruota anteriore 1
Fare riferimento a “INSTALLAZIONE
5 Distanziale 1
DELLA RUOTA ANTERIORE”.
6 Gruppo ingranaggio tachimetro 1
7 Disco del freno 1

Per l’installazione, seguire in ordine inverso


la procedura di smontaggio.

6-1
RUOTA ANTERIORE E DISCO DEL FRENO CHAS

Ordine Nome operazione/Nome parte Q.tà Note


Smontaggio della ruota anteriore Rimuovere le parti nell’ordine indicato.
1 Parapolvere 1
2 Fermo innesto 1
3 Innesto tachimetro 1
4 Parapolvere 1
5 Cuscinetto 1 Fare riferimento a “SMONTAGGIO/
MONTAGGIO DELLA RUOTA ANTE-
6 Distanziale 1 RIORE”.
7 Cuscinetto 1
Per l’installazione, seguire in ordine inverso
la procedura di smontaggio.

6-2
RUOTA ANTERIORE E DISCO DEL FRENO CHAS
SMONTAGGIO DELLA RUOTA ANTERIO-
RE
1. Rimuovere:
S Parapolvere
S Cuscinetti 1
S Distanziale
*************************************
Procedura di rimozione:
D Pulire l’esterno del mozzo della ruota anteriore.
D Usare un cacciavite piatto per rimuovere i para-
polvere.
NOTA:
Per evitare di provocare danni inserire un panno tra il
cacciavite e la superficie della ruota.

D Rimuovere i cuscinetti usando un comune estrat-


tore per cuscinetti 2 .
*************************************

CONTROLLO DELLA RUOTA ANTERIORE


1. Esaminare:
S Perno della ruota anteriore
(facendolo rotolare su di una superficie piana)
Piegato  Sostituire.

Non tentare mai di raddrizzare un perno defor-


mato.

2. Esaminare:
S Pneumatico anteriore
Fare riferimento a “CONTROLLO PNEU-
MATICI” nel CAPITOLO 3.
S Ruota anteriore
Fare riferimento a “CONTROLLO DELLA
RUOTA” nel CAPITOLO 3.

3. Controllare:
S Raggi
Piegati/danneggiati  Sostituire.
Raggi allentati  Serrare.
Far ruotare la ruota e picchiettare i raggi con un
cacciavite.
NOTA:
Un raggio ben serrato emette un suono squillante e
chiaro; un raggio allentato emette un suono sordo.

6-3
RUOTA ANTERIORE E DISCO DEL FRENO CHAS
4. Serrare:
 Raggi allentati

3 Nm (0,3 kgm)

NOTA:
Dopo aver serrato i raggi controllare la centratura
della ruota anteriore.

5. Misurare:
 Scentratura ruota anteriore
Superiore ai limiti prescritti  Sostituire.

Limiti di scentratura ruota anteriore:


Radiale 1 : 2,0 mm
Laterale 2 : 2,0 mm

6. Esaminare:
 Cuscinetti ruota anteriore
Gioco dei cuscinetti nel mozzo della ruota o
ruota che gira irregolarmente  Sostituire.
 Parapolvere
Usura/danni  Sostituire.

CONTROLLO DEL DISCO FRENO


1. Esaminare:
 Disco del freno
Rigatura/danni  Sostituire.
2. Misurare:
 Sfarfallamento del disco del freno a
Fuori specifica  Verificare la centratura del-
la ruota.
Se la centratura della ruota è nei limiti di speci-
fica, sostituire il disco del freno.

Sfarfallamento massimo del disco


del freno:
0,15 mm

Punto di misura 2 mm
 Spessore b del disco del freno
Fuori specifica  Sostituire.

Spessore minimo del disco del freno:


4,5 mm

6-4
RUOTA ANTERIORE E DISCO DEL FRENO CHAS
MONTAGGIO RUOTA ANTERIORE
1. Installare:
S Distanziale
S Cuscinetti
S Parapolvere
*************************************
Procedura di installazione:
D Installare i nuovi cuscinetti ed i parapolvere in-
vertendo le fasi della procedura di smontaggio.
NOTA:
Usare una guida 1 di diametro uguale a quello della
pista esterna del cuscinetto e del parapolvere.

CAUTELA:
Non toccare la pista interna del cuscinetto 2 o le
sfere 3 . Il contatto deve avvenire solo sulla pista
esterna 4 .

INSTALLAZIONE RUOTA ANTERIORE


1. Installare:
S Disco del freno 1

23 Nm (2,3 kgm)

NOTA:
D Applicare LOCTITE ai filetti dei bulloni del di-
sco freno.
D Serrare i bulloni del disco freno in fasi successive
in ordine incrociato.

2. Installare:
S Gruppo ingranaggio tachimetro 1
NOTA:
Assicurarsi che le due sporgenze a all’interno del
mozzo della ruota si vadano ad incastrare negli inta-
gli b del gruppo ingranaggio.

3. Serrare:
S Ruota anteriore
S Perno ruota anteriore

59 Nm (5,9 kgm)

NOTA:
Verificare che la sporgenza a (arresto della coppia)
dell’alloggiamento del gruppo ingranaggio sia posi-
zionato in modo corretto.

S Bullone cavallotto perno

20 Nm (2,0 kgm)

6-5
RUOTA ANTERIORE E DISCO DEL FRENO CHAS
EB700040

BILANCIAMENTO STATICO DELLA RUO-


TA ANTERIORE
NOTA:
D Dopo aver sostituito il pneumatico e/o il cerchio,
è necessario equilibrare staticamente la ruota.
D Equilibrare staticamente la ruota dopo aver instal-
lato il disco del freno.

1. Rimuovere:
S Peso di bilanciamento
2. Posizionare:
S Ruota anteriore (su di un apposito supporto)
3. Cercare:
S Il punto più pesante
*************************************
Procedura:
a. Far girare la ruota ed attendere che si fermi.
b. Porre un’indicazione “X1” sul punto più basso
della ruota.
c. Portare l’indicazione “X1” in alto a 90_ rispetto
alla posizione iniziale.
d. Lasciare andare la ruota e attendere che si fermi.
Porre una indicazione “X2” sul punto più basso
della ruota.
e. Ripetere varie volte le operazioni precedenti,
(b), (c), (d) sino a quando i due contrassegni
vengono a combaciare.
f. Questo punto è il punto pesante “X” della ruota.
*************************************
4. Regolare:
S Bilanciamento statico della ruota anteriore
*************************************
Procedura di regolazione:
D Installare un peso di bilanciamento 1 sul cerchio
nel punto esattamente opposto a “X”.
NOTA:
Iniziare con il peso più leggero disponibile.

D Far girare la ruota in modo che il punto pesante


venga a trovarsi in alto a 90_.
D Controllare che il punto pesante non si sposti.
In caso contrario provare con un altro peso sino a
quando si ottiene il bilanciamento della ruota.

*************************************

6-6
RUOTA ANTERIORE E DISCO DEL FRENO CHAS
5. Controllare:
S Bilanciamento statico della ruota anteriore
*************************************
Procedura di controllo:
D Portare la ruota in ciascuna delle posizioni indica-
te in figura.
D Verificare che in ciascuno dei punti la ruota ri-
manga ferma. In caso contrario procedere di nuo-
vo al bilanciamento statico della ruota anteriore.
*************************************

6-7
FRENO ANTERIORE CHAS

FRENO ANTERIORE
PASTIGLIE FRENO ANTERIORE

40 Nm (4,0 mkg)

23 Nm (2,3 mkg)

Ordine Nome operazione/Nome parte Q.tà Note


Smontaggio pastiglie del freno anteriore Rimuovere le parti nell’ordine indicato.

1 Bullone di fissaggio 1
2 Pinza del freno 1 Fare riferimento a “SOSTITUZIONE PA-
3 Pastiglie del freno 2 STIGLIE FRENO”.
4 Molla pastiglie 1
Per l’installazione, seguire in ordine inverso
la procedura di smontaggio.

6-8
FRENO ANTERIORE CHAS

CAUTELA:
I componenti del freno a disco richiedono rara-
mente di essere smontati.
D NON smontare i componenti a meno che sia as-
solutamente necessario;
D NON usare solventi sui componenti interni del
freno;
D NON utilizzare liquido freni già usato per la
pulizia; (usare solo liquido freni nuovo);
D NON fare entrare il liquido freni in contatto
con gli occhi o potrebbero derivarne danni alla
vista;
D NON sporcare con il liquido freni le parti ver-
niciate o in plastica, in quanto ne verrebbero
danneggiate;
D NON staccare alcun condotto dal circuito fre-
nante, in caso contrario è necessario smontare,
svuotare, pulire, riempire e spurgare (dopo il
montaggio) l’intero circuito frenante.

MONTAGGIO PASTIGLIE FRENO


NOTA:
Non occorre smontare la pinza del freno e la tubazio-
ne per sostituire le pastiglie.

1. Togliere:
S Bullone (bullone supporto pinza) 1
Spostare la pinza nella direzione indicata dalla
freccia.
2. Togliere:
S Pastiglie freno 1
NOTA:
D Quando si cambiano le pastiglie, montare delle
molle per pastiglie nuove.
D Sostituire insieme entrambe le pastiglie se una ha
raggiunto il limite di usura.

3. Installare:
S Pastiglie freno
S Molla per pastiglie
*************************************
Procedura di installazione
D Collegare saldamente un tubo appropriato 1 alla
vite di spurgo 2 della pinza. Porre l’altra estre-
mità del tubo in un contenitore aperto.

6-9
FRENO ANTERIORE CHAS
D Allentare la vite di spurgo della pinza e spingere i
pistoncini nella pinza con un dito.
D Serrare la vite di spurgo 2 della pinza.

Vite di spurgo pinza freno:


6 Nm (0,6 kgm)

D Installare nuove pastiglie freno a una molla per


pastiglie nuova.
D Installare la pinza 3 e il bullone di fissaggio 4 .

Bullone (pinza freno):


40 Nm (4,0 kgm)
Bullone di fissaggio:
23 Nm (2,3 kgm)

*************************************

4. Controllare:
S Livello liquido freni
Fare riferimento a “CONTROLLO LIVELLO
LIQUIDO FRENI” nel CAPITOLO 3.
a Linea di livello minimo “LOWER”

5. Controllare:
S Funzionamento leva del freno
Sensazione soffice o spugnosa  Spurgare il
circuito frenante.
Fare riferimento a “SPURGO DELL’ARIA
(GRUPPO FRENO IDRAULICO)” nel CA-
PITOLO 3.

6-10
FRENO ANTERIORE CHAS

POMPA FRENO

10 Nm (1,0 mkg)

30 Nm (3,0 mkg)

Ordine Nome operazione/Nome parte Q.tà Note


Rimozione della pompa del freno Rimuovere le parti nell’ordine indicato.
Liquido freni Svuotare
1 Specchietto retrovisivo (destro) 1
2 Leva del freno/molla di compressione 1/1
3 Interruttore freno anteriore 1
4 Bullone di collegamento 1
5 Rondelle di rame 2
Fare riferimento a “INSTALLAZIONE
6 Tubo del freno 1
POMPA FRENO”.
7 Staffa di supporto pompa del freno 1
8 Pompa del freno 1
Per l’installazione, seguire in ordine inverso
la procedura di smontaggio.

6-11
FRENO ANTERIORE CHAS

Ordine Nome operazione/Nome parte Q.tà Note


Smotaggio della pompa del freno Rimuovere le parti nell’ordine indicato.

1 Cappuccio antipolvere 1
2 Anello elastico 1 Fare riferimento a “MONTAGGIO POM-
3 Gruppo componenti di mandata della pompa 1 PA FRENO”.
4 Molla 1
Per l’installazione, seguire in ordine inverso
la procedura di smontaggio.

6-12
FRENO ANTERIORE CHAS
CONTROLLO DELLA POMPA FRENO
1. Esaminare:
S Pompa freno
Usura/scalfitture  Sostituire il gruppo pom-
pa freno completo.
S Corpo pompa freno
Crepe/danni  Sostituire.
S Passaggio mandata olio
(corpo pompa freno)
Ostruzione  Pulire con un getto di aria com-
pressa.
2. Esaminare:
S Gruppo componenti pistone pompa freno 1
Scalfitture/usura/danni  Sostituire tutti i
componenti insieme.

3. Esaminare:
S Diaframma
Usura/danni  Sostituire.
4. Esaminare:
S Tubo freno
Crepe/usura/danni  Sostituire.

ASSEMBLAGGIO POMPA FRENO

D Tutte le parti interne del freno devono essere


pulite e lubrificate, usando liquido freni nuo-
vo, solo prima di essere installate.

Liquido freni raccomandato:


DOT N_4

D Ogni volta che si smonta la pompa freno biso-


gna sostituire gli elementi di tenuta e i parapol-
vere.

1. Installare:
S Molla 1
S Gruppo componenti di mandata della pompa
2

6-13
FRENO ANTERIORE CHAS
2. Installare:
S Anello elastico 1 = Nuovo
S Cappuccio antipolvere 2

INSTALLAZIONE POMPA FRENO


1. Installare:
S Pompa freno 1
S Supporto pompa 2

10 Nm (1,0 kgm)

CAUTELA:
D Montare il supporto della pompa con il con-
trassegno “UP” rivolto verso l’alto.
D Allineare l’estremità del supporto con il riferi-
mento a sul manubrio.
D Prima serrare i bulloni superiori, poi serrare i
bulloni inferiori.

2. Installare:
S Rondelle in rame 1 = Nuovo
S Tubo freno 2
S Bullone di fissaggio tubo freno 3

30 Nm (3,0 kgm)

NOTA:
D Serrare il bullone di fissaggio del tubo del freno,
tenendo il tubo come indicato.
D Controllare che il tubo freno non tocchi altre parti
(cavo dell’acceleratore, cablaggio, cavi, ecc.) gi-
rando il manubrio verso sinistra e verso destra.
Correggere se necessario.

D Per la sicurezza del motociclo su strada è es-


senziale che la tubazione del freno segua il per-
corso corretto. Fare riferimento a “PERCOR-
SO CAVI”.
D Usare sempre rondelle in rame nuove.

6-14
FRENO ANTERIORE CHAS
3. Riempire:
S Serbatoio liquido freno

Liquido freni raccomandato:


DOT N_4

CAUTELA:
Il liquido freni può danneggiare le superfici ver-
niciate o le parti in plastica. Se si rovescia pulire
immediatamente.

D Usare solamente liquido freni della qualità


prescritta: altri liquidi potrebbero deteriorare
le superfici di tenuta in gomma, causando per-
dite e un degrado delle prestazioni del freno.
D Riempire con lo stesso tipo di liquido freni: mi-
schiare liquidi potrebbe portare a reazioni chi-
miche nocive e causare un degrado delle pre-
stazioni del freno.
D Fare attenzione a non fare entrare acqua nella
pompa freno quando si effettua il riempimen-
to. L’acqua riduce notevolmente il punto di
ebollizione del liquido, causando il fenomeno
del tappo di vapore.

4. Spurgo aria:
S Circuito frenante
Fare riferimento a “SPURGO ARIA (GRUP-
PO FRENO IDRAULICO)” nel CAPITOLO
3.

5. Esaminare:
S Livello liquido freni
Livello inferiore alla linea di livello “LOW-
ER”  Rabboccare.
Fare riferimento a “CONTROLLO LIVELLO
LIQUIDO FRENI” nel CAPITOLO 3.
a Linea di livelo minimo “LOWER”.

6-15
FRENO ANTERIORE CHAS

PINZA FRENO ANTERIORE

7 Nm (0,7 mkg)

30 Nm (3,0 mkg)

6 Nm (0,6 mkg)

40 Nm (4,0 mkg)

23 Nm (2,3 mkg)

Ordine Nome operazione/Nome parte Q.tà Note


Rimozione della pinza freno anteriore Rimuovere le parti nell’ordine indicato.
Liquido del circuito frenante Svuotare
1 Fermo per tubo del freno 1
2 Bullone di collegamento 1
3 Rondelle di rame 2
Fare riferimento a “INSTALLAZIONE
4 Tubo freno 1
PINZA FRENO”.
5 Bullone di fissaggio 1
6 Gruppo pinza freno 1
Per l’installazione, seguire in ordine inverso
la procedura di smontaggio.

6-16
FRENO ANTERIORE CHAS

Ordine Nome operazione/Nome parte Q.tà Note


Smontaggio della pinza freno anteriore Rimuovere le parti nell’ordine indicato.
Pastiglie Fare riferimento a “PASTIGLIE FRENO
ANTERIORE”.
1 Molla pastiglie 1
2 Pistoncini pinza freno 2
Fare riferimento a “SMONTAGGIO/RI-
3 Parapolvere 2
MONTAGGIO DELLA PINZA”.
4 Anelli di tenuta pistoncino pinza 2
5 Vite di spurgo 1 Per l’installazione, seguire in ordine inverso
la procedura di smontaggio.

6-17
FRENO ANTERIORE CHAS
SMONTAGGIO PINZA
1. Rimuovere:
S Pistoncini pinza freno
S Parapolvere 1
S Anelli di tenuta pistoncini della pinza 2
*************************************
Procedura di rimozione:
D Far uscire i pistoncini dal corpo pinza con un getto
di aria compressa nel raccordo della tubazione.

D Non forzare mai l’uscita del pistoncino con una


leva o altri utensili.
D Coprire il pistone con uno straccio. Fare atten-
zione a non subire ferite quando il pistoncino
viene espulso dalla pompa.

D Rimuovere gli anelli di tenuta dei pistoncini


*************************************
EB702040

CONTROLLO PINZA
Intervalli consigliati per la sostituzione
dei componenti del freno:
Pastiglie Secondo necessità
Guarnizione
pistoncini, Ogni due anni
parapolvere
Tubi del freno Ogni due anni
Sostituire quando
Liquido freno
si smontano i freni

Tutti i componenti interni devono essere puliti so-


lo con liquido freni nuovo. Non usare solventi
perché causano rigonfiamenti e deformazioni de-
gli anelli di tenuta.

1. Esaminare:
S Pistoncini 1 della pinza freno
Scalfitture/ruggine/usura  Sostituire il
gruppo pinza completo.
S Cilindretti 2 della pinza freno
Usura/Scalfitture  Sostituire il gruppo pinza
completo.
S Corpo pinza freno 3
Crepe/danni  Sostituire.

6-18
FRENO ANTERIORE CHAS
S Passaggio mandata olio (corpo pinza freno)
Ostruzioni  Pulire con un getto di aria com-
pressa.

Sostituire gli elementi di tenuta dei pistoncini ed i


parapolvere ogni volta che la pinza viene smonta-
ta.

MONTAGGIO PINZA

D Tutte le parti interne del freno devono essere


pulite, usando liquido per freni nuovo, solo
prima di essere rimontate.

Liquido freni raccomandato:


DOT N_ 4

D Sostituire gli elementi di tenuta dei pistoncini


ogni volta che si smonta la pinza.

1. Installare:
S Elementi di tenuta pistoncini 1
= Nuovo
S Parapolvere 2 = Nuovo

2. Installare:
S Pistoncini pinza freno 1

INSTALLAZIONE PINZA
1. Installare:
S Pinza freno 1
S Bullone di fissaggio 2

23 Nm (2,3 kgm)

S Tubo del freno 3


S Rondelle di rame 4 = Nuovo
S Bullone di collegamento 5

30 Nm (3,0 kgm)

6-19
FRENO ANTERIORE CHAS

CAUTELA:
Quando si collega il tubo del freno alla pinza biso-
gna assicurarsi che il raccordo del tubo tocchi la
sporgenza a sulla pinza del freno.

Per la sicurezza del motociclo su strada è essen-


ziale che la tubazione del freno segua il percorso
corretto. Fare riferimento a “PERCORSO CA-
VI”.

2. Riempire:
S Serbatoio del liquido freni

Liquido freni raccomandato:


DOT N_ 4

CAUTELA:
Il liquido freni può danneggiare le superfici ver-
niciate o le parti in plastica. Se si rovescia pulire
immediatamente.

D Usare solamente liquido freni della qualità


prescritta: altri liquidi potrebbero deteriorare
le superfici di tenuta in gomma, causando per-
dite e un degrado delle prestazioni del freno.
D Riempire con lo stesso tipo di liquido freni: mi-
schiare liquidi potrebbe portare a reazioni chi-
miche nocive e causare un degrado delle pre-
stazioni del freno.
D Fare attenzione a non fare entrare acqua nella
pompa freno quando si effettua il riempimen-
to. L’acqua riduce notevolmente il punto di
ebollizione del liquido, causando il fenomeno
del tappo di vapore.

3. Spurgo aria:
S Circuito frenante
Fare riferimento a “SPURGO ARIA” nel CA-
PITOLO 3.
4. Controllare:
S Livello liquido freni
Livello inferiore al riferimento “LOWER” 
Rabboccare.
Fare riferimento a “CONTROLLO LIQUIDO
FRENI” nel CAPITOLO 3.
a Linea di livello minimo “LOWER”
6-20
RUOTA POSTERIORE E FRENO POSTERIORE CHAS

RUOTA POSTERIORE E FRENO POSTERIORE


SILENZIATORE E ASTA DEL FRENO POSTERIORE

20 Nm (2,0 mkg)

25 Nm (2,5 mkg)
20 Nm (2,0 mkg)

Ordine Nome operazione/Nome parte Q.tà Note


Rimozione del silenziatore e asta del Rimuovere le parti nell’ordine indicato.
freno posteriore
1 Silenziatore 1
2 Registro 1
3 Perno 1
4 Molla 1
5 Coppiglia 1
6 Dado/Rondella piana 1/1
7 Bullone 1
8 Barra di tensione 1
Per l’installazione, seguire in ordine inverso
la procedura di smontaggio.

6-21
RUOTA POSTERIORE E FRENO POSTERIORE CHAS

RUOTA POSTERIORE

70 Nm (7,0 mkg)
92 Nm (9,2 mkg)

Ordine Nome operazione/Nome parte Q.tà Note


Rimozione ruota posteriore Rimuovere le parti nell’ordine indicato.
Mettere il motociclo su di una superficie piana.

Sostenere il motociclo saldamente in modo


da impedire che possa cadere.

Olio trasmissione finale Svuotare

Fare riferimento a “SOSTITUZIONE OLIO


TRASMISSIONE FINALE”.
1 Bulloni 4
Fare riferimento a “RIMOZIONE/IN-
2 Dado/rondella perno posteriore 1/1
STALLAZIONE RUOTA POSTERIORE”.
3 Gruppo ruota posteriore 1
Per l’installazione, seguire in ordine inverso
la procedura di smontaggio.

6-22
RUOTA POSTERIORE E FRENO POSTERIORE CHAS

62 Nm (6,2 mkg)

Ordine Nome operazione/Nome parte Q.tà Note


Smontaggio ruota posteriore Rimuovere le parti nell’ordine indicato.
1 Piastrine di sicurezza 2
2 Mozzo parastrappi 1
3 Smorzatori 6
4 Anelli di tenuta 2
5 Cuscinetto 1
Fare riferimento a “SMONTAGGIO/MON-
6 Distanziale/collare 1/1
TAGGIO RUOTA POSTERIORE”.
7 Cuscinetto 1
Per l’installazione, seguire ordine inverso la
procedura di smontaggio.

6-23
RUOTA POSTERIORE E FRENO POSTERIORE CHAS

10 Nm (1,0 mkg)

Ordine Nome operazione/Nome parte Q.tà Note


Smontaggio freno posteriore Rimuovere le parti nell’ordine indicato.
1 Ganasce freno 2
2 Molle di richiamo 2
3 Bullone 1
4 Leva camma freno 1
Fare riferimento a “MONTAGGIO FRE-
5 Indicatore di usura 1
NO POSTERIORE”.
6 Albero camma freno 1
7 Rondella 1 Per l’installazione, seguire in ordine inverso
la procedura di smontaggio.

6-24
RUOTA POSTERIORE E FRENO POSTERIORE CHAS
RIMOZIONE RUOTA POSTERIORE
1. Disporre il motociclo in piano

Sostenere saldamente il motociclo in modo da im-


pedire che possa cadere.

2. Rimuovere:
 Bulloni (alloggiamento ingranaggio finale)

3. Allentare:
 Dado 1 perno posteriore

4. Rimuovere:
 Gruppo ruota posteriore
NOTA:
Tirare indietro il gruppo ruota posteriore per rimuo-
verlo insieme al perno posteriore e all’ albero di tra-
smissione.

SMONTAGGIO RUOTA POSTERIORE


1. Rimozione:
 Cuscinetti 1
Rimuovere i cuscinetti usando un estrattore
standard per cuscinetti 2 .

CONTROLLO RUOTA POSTERIORE


1. Esaminare:
 Perno ruota posteriore
Fare riferimento a “ROUTA ANTERIORE”.
 Pneumatico posteriore
Fare riferimento a “CONTROLLO PNEU-
MATICI” nel CAPITOLO 3.
 Ruota posteriore
Fare riferimento a “CONTROLLO RUOTA”
nel CAPITOLO 3.

6-25
RUOTA POSTERIORE E FRENO POSTERIORE CHAS
2. Controllare:
 Raggi
Fare riferimento a “ROUTA ANTERIORE”.
3. Serrare:
 Raggi allentati
Fare riferimento a “RUOTA ANTERIORE”.
4. Misurare:
 Centratura della ruota posteriore
Fere riferimento a “RUOTA ANTERIORE”.
5. Esaminare:
 Cuscinetti della ruota posteriore
Fare riferimento a “RUOTA ANTERIORE”.

CONTROLLO FRENO POSTERIORE


1. Esaminare:
 Superificie rivestimento ganasce
Zone lucide  Ripassare carta vetrata.
Usare carta vetrata a grana grossa.
NOTA:
Pulire zone ravvivate con un panno.

2. Misurare:
 Spessore rivestimenti ganasce a
Fuori specifica  Sostituire.
1 Punti di misura
NOTA:
Sostituire entrambe le ganasce anche se una sola è al
limite di usura.

Spessore rivestimento ganasce:


4,0 mm
Limite di usura:
2,0 mm

6-26
RUOTA POSTERIORE E FRENO POSTERIORE CHAS
3. Misurare:
S Diametro interno tamburo freno a
Fuori specifica  Sostituire la ruota.

Diametro interno tamburo freno:


200 mm
Limite di usura:
201 mm

4. Esaminare:
S Superficie interna tamburo freno
Olio/graffi  Riparare.
Usare uno straccio
Olioo
Ol
imbevuto di solvente
Usare tela smer
smeriglio
gl o (sfregare
Graffi
in modo leggero e uniforme)

5. Esaminare:
S Superficie albero camma freno
Usura  Sostituire.

MONTAGGIO RUOTA POSTERIORE


1. Installare:
S Distanziale
S Collare
S Cuscinetti
*************************************
Procedura di installazione:
D Installare i nuovi cuscinetti eseguendo in ordine
inverso la procedura di rimozione.
NOTA:
Usare una guida 1 con diametro uguale al diametro
della pista esterna del cuscinetto e del paraolio.

CAUTELA:
Non toccare la pista interna del cuscinetto 2 o le
sfere 3 . Il contatto deve avvenire solo con la pista
esterna 4 .

*************************************
6-27
RUOTA POSTERIORE E FRENO POSTERIORE CHAS
MONTAGGIO RUOTA POSTERIORE
1. Installare:
 Piastra portaganasce 1
 Albero camma freno 2
 Indicatore di usura 3
 Leva albero camma 4

10 Nm (1,0 kgm)

NOTA:
Applicare grasso a base di sapone di litio all’albero
camma e al perno.

98,6 Dopo aver installato le molle e le ganasce, fare at-


tenzione a non danneggiare la molla.

INSTALLAZIONE RUOTA POSTERIORE


1. Installare:
 Gruppo ruota posteriore
NOTA:
Accertarsi che le scanalature del mozzo della ruota
posteriore ingranino corettamente nella scatola della
trasmissione finale.

2. Installare:
 Perno ruota posteriore
 Rondella
 Dado perno ruota posteriore

92 Nm (9,2 kgm)

 Bullone

90 Nm (9,0 kgm)

3. Regolare:
 Corsa a vuoto del pedale freno
Fare riferimento a “REGOLAZIONE FRENO
POSTERIORE” nel CAPITOLO 3.

6-28
RUOTA POSTERIORE E FENO POSTERIORE CHAS
EB701040

BILANCIMENTO STATICO RUOTA POSTE-


RIORE
NOTA:
D Dopo aver sostituito il pnueumatico e /o il cer-
chio, è necessario bilanciare staticamente la ruo-
ta.
D Eseguire il bilanciamento statico della ruota con il
freno ed il mozzo installati.

1. Regolare:
S Bilanciamento statico ruota posteriore
Fare riferimento a “RUOTA ANTERIORE”.

6-29
FORCELLA ANTERIORE CHAS

FORCELLA ANTERIORE

20 Nm (2,0 mkg)

23 Nm (2,3 mkg)
7 Nm (0,7 mkg)

30 Nm (3,0 mkg)

10 Nm (1,0 mkg)
40 Nm (4,0 mkg)

Ordine Nome operazione/Nome parte Q.tà Note


Rimozione forcella anteriore Rimuovere le parti nell’ordine indicato.
Ruota anteriore Fare riferimento a “RUOTA ANTERIORE”.
1 Fermo per tubo freno 1
2 Gruppo pinza freno 1
3 Parafango anteriore 1
4 Dadi supporto indicatore di direzione ante-
riore 2
5 Bulloni piastra superiore 2 Allentare
6 Tappi 2 Fare riferimento a “INSTALLAZIONE
7 Bulloni piastra inferiore 2 FORCELLA ANTERIORE”.
8 Bracci della forcella 2
Per l’installazione, seguire in ordine inverso
la procedura di smontaggio.

6-30
FORCELLA ANTERIORE CHAS

23 Nm (2,3 mkg)

30 Nm (3,0 mkg)

Ordine Nome operazione/Nome parte Q.tà Note


Smontaggio forcella anteriore Smontare le parti nell’ordine indicato.
1 Tappo 1
2 Anello di tenuta 1
Fare riferimento a “MONTAGGIO FOR-
3 Distanziale 1
CELLA ANTERIORE”.
4 Piattello molla 1
5 Molla forcella 1
6 Parapolvere 1
7 Anello di fermo elastico 1
8 Bullone asta ammortizzatore 1 Fare riferimento a “SMONTAGGIO/
9 Guarnizione 1 MONTAGGIO FORCELLA ANTERIO-
10 Asta ammortizzatore/molla RE”.
di smorzamento 1/1
11 Paraolio 1

6-31
FORCELLA ANTERIORE CHAS

23 Nm (2,3 mkg)

30 Nm (3,0 mkg)

Ordine Nome operazione/Nome parte Q.tà Note


12 Distanziale guarnizione 1
13 Boccola metallica 1
14 Stelo/pistone metallico 1/1 Fare riferimento a “MONTAGGIO FOR-
15 Ferma-olio 1 CELLA ANTERIORE”.
16 Fodero 1

Per l’installazione, seguire in ordine inverso


la procedura di smontaggio.

6-32
FORCELLA ANTERIORE CHAS
SMONTAGGIO FORCELLA ANTERIORE
1. Rimuovere:
S Parapolvere 1
S Anello di fermo 2
(usare un cacciavite piatto)
CAUTELA:
Fare attenzione a non rigare lo stelo.

2. Rimuovere:
S Bullone asta ammortizzatore 1
NOTA:
Allentare il bullone dell’asta ammortizzatore mentre
si tiene bloccata l’asta con l’attrezzo a T 2 e con il
fermo per l’asta dell’ammortizzatore 3 .

Attrezzo a T:
90890-01326
Fermo asta ammortizzatore:
90890-01388

3. Rimuovere:
S Asta ammortizzatore
S Molla di smorzamento

4. Rimuovere:
S Stelo
*************************************
Procedura di rimozione:
D Tenere il gambale della forcella orizzontale.
D Bloccare saldamente il gambale serrandolo in una
morsa con le ganasce rivestite di materiale morbi-
do nella zona di montaggio della pinza freno.
D Separare lo stelo dal gambo esterno tirando con
forza ma con cautela lo stelo.
CAUTELA:
D Una forza eccessiva può danneggiare il parao-
lio e/o la boccola di scorrimento metallico. Un
paraolio e una boccola danneggiati devono es-
sere sostituiti.
D Evitare di spingere a fondo lo stelo nel gambo
esterno durante l’esecuzione della procedura
sopra descritta, per non danneggiare il ferma-
olio.

6-33 *************************************
FORCELLA ANTERIORE CHAS
EB703030

CONTROLLO FORCELLA ANTERIORE


1. Esaminare:
S Stelo 1
S Gambo esterno 2
Graffi/curvature/danni  Sostituire.

Non tentare di raddrizzare uno stelo incurvato,


poiché questo può indebolire lo stelo in modo pe-
ricoloso.

2. Misurare:
S Lunghezza libera della molla forcella a
Oltre il limite specificato  Sostituire.

Lunghezza libera della molla


forcella (limite):
289 mm

3. Esaminare:
S Asta ammortizzatore 1
Usura/danni  Sostituire.
Sporcizia  Pulire tutti i condotti olio con get-
ti di aria compressa.
S Ferma-olio 2
Danni  Sostituire.

4. Esaminare:
S Anello di tenuta (tappo forcella)
Usura/danni  Sostituire.

MONTAGGIO FORCELLA ANTERIORE


NOTA:
D Quando si rimonta la forcella anteriore bisogna
sostituire i seguenti componenti.
*Pistoncino metallico
*Boccola metallica scorrevole
*Paraolio
*Parapolvere
D Prima di eseguire il montaggio verificare che tutti
i componenti siano puliti.

6-34
FORCELLA ANTERIORE CHAS
1. Installare:
 Asta ammortizzatore 1
 Molla di smorzamento
 Ferma-olio 2
 Stelo 3
CAUTELA:
Infilare lentamente l’asta dell’ammortizzatore
nello stelo fino a quando fuoriesce dal fondo, fa-
cendo attenzione a non danneggiare lo stelo.

2. Lubrificare:
 Stelo (superficie esterna)

Lubrificante consigliato:
Olio Yamaha per forcelle
e ammortizzatori 10WT o
equivalente

3. Installare:
 Stelo 1
(nel gambale 2 )
4. Installare:
 Guarnizione 1 = Nuovo
 Bullone asta ammortizzatore 2

5. Serrare:
 Bullone asta ammortizzatore 1

30 Nm (3,0 kgm)

NOTA:
Applicare LOCTITE alla filettatura del bullone
dell’asta ammortizzatore. Serrare il bullone dell’asta
mentre si tiene ferma l’asta con un attrezzo a T 2 e
con l’attrezzo ferma asta ammortizzatore 3 .

Attrezzo a T:
90890-01326
Fermo asta ammortizzatore:
90890-01388

6-35
FORCELLA ANTERIORE CHAS
6. Installare:
 Boccola di scorrimento metallica 1
= Nuovo
 Distanziale di tenuta
Usare il peso guida per paraolio 2 e l’adatta-
tore 3 .

7. Installare:
 Paraolio 1 = Nuovo
Usare il peso guida per paraolio 2 e l’adatta-
tore 3 .

Peso guida per paraolio:


90890-01367
Adattatore:
90890-01381

NOTA:
Prima di installare il paraolio, ingrassarne il bordo di
tenuta con grasso a base di sapone di litio.

CAUTELA:
Assicurarsi che il lato numerato del paraolio sia
rivolto verso l’alto.

8. Installare:
 Anello elastico 1
NOTA:
Sistemare l’anello elastico in modo che entri perfet-
tamente nella scanalatura del gambo.

9. Installare:
 Parapolvere 1
Usare il peso guida per paraolio.

Peso guida per paraolio:


90890-01367

6-36
FORCELLA ANTERIORE CHAS
10. Riempire:
S Olio forcella

Ogni gambale forcella:


0,454 L (454 cm3)
Olio Yamha per forcelle e ammor-
tizzatori 10 WT o equivalente.
Dopo il riempimento, pompare
la forcella lentamente su e giù
per distribuire l’olio.
Livello olio a :
114 mm
(dal bordo superiore dello stelo,
compresso completamente e senza
molla forcella)

NOTA:
Tenere la forcella in posizione verticale.

11. Installare:
S Molla della forcella 1
S Piattello della molla 2
S Distanziale 3
S Anello di tenuta
S Tappo
NOTA:
D Prima di installare il tappo applicare del grasso
all’anello di tenuta.
D Serrare temporaneamente il tappo.

INSTALLAZIONE FORCELLA ANTERIORE


1. Installare:
S Bracci della forcella 1
NOTA:
Assicurarsi che l’estremità dello stelo si allinei per-
fettamente con la piastra superiore.

2. Serrare:
S Bulloni piastra inferiore 1

30 Nm (3,0 kgm)

S Tappi 2

23 Nm (2,3 kgm)

S Bulloni piastra superiore 3

20 Nm (2,0 kgm)

6-37
MANUBRIO CHAS

MANUBRIO

23 Nm (2,3 mkg)

10 Nm (1,0 mkg)

20 Nm (2,0 mkg)

Ordine Nome operazione/Nome parte Q.tà Note


Rimozione del manubrio Rimuovere le parti nell’ordine indicato.
Disporre il motociclo in piano.

Sostenere saldamente il motociclo in modo


da impedire che possa cadere.

1 Fascette di bloccaggio in plastica 4


2 Cavo della frizione 1
3 Cavo interruttore frizione 1
4 Interruttore del manubrio (sinistro) 1 Fare riferimento a “INSTALLAZIONE DEL
MANUBRIO”.
5 Manopola (sinistra) 1
6 Gruppo leva frizione 1
7 Staffa pompa freno 1
8 Gruppo pompa freno 1 Fare riferimento a “INSTALLAZIONE
9 Interruttore del manubrio (destro) 1 DEL MANUBRIO”.
10 Cavi acceleratore 2

6-38
MANUBRIO CHAS

23 Nm (2,3 mkg)

10 Nm (1,0 mkg)

20 Nm (2,0 mkg)

Ordine Nome operazione/Nome parte Q.tà Note


11 Gruppo manopola acceleratore 1
12 Passacavo 1
Fare riferimento a “INSTALLAZIONE
13 Staffa fissaggio manubrio (superiore) 2
DEL MANUBRIO”.
14 Manubrio 1
15 Staffa fissaggio manubrio (inferiore) 2
Per l’installazione, seguire in ordine inverso
la procedura di smontaggio.

6-39
MANUBRIO CHAS
CONTROLLO DEL MANUBRIO
1. Esaminare:
S Manubrio
Deformazioni/incrinature/danni  Sostitui-
re.
CAUTELA:
Non tentare di raddrizzare un manubrio piegato,
perché ciò lo indebolirebbe in modo pericoloso.

*************************************
Procedura di sostituzione della manopola sini-
stra:
D Rimuovere la manopola dal manubrio.
D Applicare un leggero strato di adesivo per gomma
all’estremità del manubrio.
D Installare la manopola sul manubrio.
NOTA:
Rimuovere l’adesivo in eccesso con uno straccio pu-
lito.

Non toccare la manopola fino a quando l’adesivo


non ha finito di fare presa.

*************************************

INSTALLAZIONE DEL MANUBRIO


1. Installare:
S Rondelle
S Staffe fissaggio manubrio (inferiori) 1
S Passacavo 2
NOTA:
Serrare temporaneamente i dadi 3 .

2. Installare:
S Manubrio
S Staffe fissaggio manubrio (superiori)

23 Nm (2,3 kgm)

NOTA:
D Il cavallotto del manubrio deve essere installato
con il contrassegno a rivolto in avanti nella dire-
zione A .

6-40
MANUBRIO CHAS
D Allineare i contrassegni b sul manubrio con il
foro del bullone della staffa inferiore del manu-
brio.
D Applicare un sottile strato di grasso a base di sapo-
ne di litio all’estremità destra del manubrio.
CAUTELA:
D Serrare per primi i bulloni anteriori dei caval-
lotti del manubrio e poi quelli posteriori.
D Controllare il manubrio girandolo completa-
mente a sinistra e a destra. Se tocca il serbatoio
del carburante, regolare la posizione del ma-
nubrio.

3. Serrare:
S Dado (staffa inferiore del manubrio)

20 Nm (2,0 kgm)

4. Installare:
S Cavi dell’acceleratore 1
S Gruppo manopola acceleratore 2
NOTA:
Allineare la sporgenza sull’interruttore (destro) 3
del manubrio con il foro a del manubrio 4 .

5. Installare:
S Pompa del freno (freno anteriore)
Fare riferimento a “POMPA DEL FRENO
(FRENO ANTERIORE)”.

6. Installare:
S Staffa leva frizione 1
NOTA:
Allineare il taglio della staffa della leva frizione con
il contrassegno a sul manubrio.

6-41
MANUBRIO CHAS
7. Installare:
 Interruttore del manubrio (sinistro) 1
NOTA:
Allineare la superficie di accoppiamento dell’inter-
ruttore (sinistro) con il contrassegno a sul manu-
brio.

8. Regolare:
 Gioco di cavi acceleratore
Fare riferimento a “REGOLAZIONE CAVI
ACCELERATORE” nel CAPITOLO 3.

6-42
STERZO CHAS

STERZO

52Nm (5,2 mkg)


18 Nm (1,8 mkg)

110 Nm (11,0 mkg)

32 Nm (3,2 mkg)

Ordine Nome operazione/Nome parte Q.tà Note


Rimozione dello sterzo Rimuovere le parti nell’ordine indicato.
Disporre il motociclo in piano.

Sostenere saldamente il motociclo in modo


da impedire che possa cadere.

Bracci forcella anteriore Fare riferimento a “FORCELLA ANTERIO-


Manubrio RE”.
1 Gruppo lente del faro 1 Fare riferimento a “MANUBRIO”.
2 Cavi (nel corpo del faro) –
3 Indicatori di direzione anteriori Scollegare
(sinistro/destro) 1/1
4 Corpo del faro 1
5 Piastra superiore 1
6 Rondella di fermo 1
7 Ghiera superiore 1
8 Rondella di gomma 1

6-43
STERZO CHAS

52 Nm (5,2 mkg)
18 Nm (1,8 mkg)

110 Nm (11,0 mkg)

32 Nm (3,2 mkg)

Ordine Nome operazione/Nome parte Q.tà Note


9 Ghiera inferiore 1 Fare riferimento a “RIMOZIONE/INSTAL-
LAZIONE DELLO STERZO”.
10 Coperchio cuscinetto 1
11 Piastra inferiore 1
12 Cuscinetto (superiore) 1
13 Tenuta in gomma 1
14 Cuscinetto (inferiore) 1
Per l’installazione, seguire in ordine inverso
la procedura di smontaggio.

6-44
STERZO CHAS
RIMOZIONE DELLO STERZO
1. Rimuovere:
 Ghiera inferiore 1
Usare la chiave per ghiere 2

Chiave per ghiere:


90890-01403

Sostenere la piastra inferiore in modo che non ca-


da.

CONTROLLO DELLO STERZO


1. Lavare i cuscinetti e le loro piste con un solvente
2. Esaminare:
 Cuscinetti
Vaiolature/danni  Sostituire.
*************************************
Procedura di sostituzione cuscinetto e piste del
cuscinetto:
 Rimuovere le piste dei cuscinetti dall’asse dello
sterzo usando una lunga asta 1 ed un martello,
come illustrato in figura.
 Rimuovere la pista del cuscinetto sulla piastra in-
feriore usando uno scalpello piatto 2 ed un mar-
tello, come illustrato in figura.
 Installare una nuova tenuta in gomma e nuove pi-
ste.
*************************************
NOTA:
 Sostituire sempre tutti insieme i cuscinetti e le lo-
ro piste.
 Ogni volta che si smonta lo sterzo bisogna sosti-
tuire l’elemento di tenuta in gomma.

CAUTELA:
Se la pista del cuscinetto non è installata corretta-
mente l’asse dello sterzo potrebbe subire danni.

3. Esaminare:
 Piastra superiore
 Piastra inferiore
(con l’asse dello sterzo)
Crepe/curvature/danni  Sostituire.
EB704030

INSTALLAZIONE DELLO STERZO


1 Serrare:
 Ghiere (inferiore e superiore)
Fare riferimento a “CONTROLLO DELLO
STERZO” nel CAPITOLO 3.
6-45
AMMORTIZZATORE POSTERIORE E FORCELLONE CHAS

AMMORTIZZATORE POSTERIORE E FORCELLONE

100 Nm (10,0 mkg)

7 Nm (0,7 mkg)

62 Nm (6,2 mkg)

62 Nm (6,2 mkg)

100 Nm (10,0 mkg)

Ordine Nome operazione/Nome parte Q.tà Note


Rimozione dell’ammortizzatore poste- Rimuovere le parti nell’ordine indicato.
riore e del forcellone Disporre il motociclo in piano.

Sostenere il motociclo saldamente in modo


da impedire che possa cadere.

Selle Fare riferimento a “SERBATOIO CARBU-


Ruota posteriore RANTE E SELLE” nel CAPITOLO 3.
Carter trasmissione finale
Fare riferimento a “RUOTA POSTERIORE”.
Gruppo silenziatore
Coperchio batteria Fare riferimento a “RIMOZIONE DEL
Fianchetto (destro) MOTORE” nel CAPITOLO 4.
1 Fianchetto (sinistro) 1 Non togliere i bulloni evidenziati con “*”
2 Coperchio vano attrezzi 1
3 Vano attrezzi 1
4 Bullone/dado (ammortiz. post.-sup.) 1/1

6-46
AMMORTIZZATORE POSTERIORE E FORCELLONE CHAS

100 Nm (10,0 mkg)

7 Nm (0,7 mkg)

62 Nm (6,2 mkg)

62 Nm (6,2 mkg)

100 Nm (10,0 mkg)

Ordine Nome operazione/Nome parte Q.tà Note


5 Dado perno 1 Allentare
6 Perno (destro) 1
7 Perno (sinistro) 1 Fare riferimento a “INSTALLAZIONE
DEL FORCELLONE”.
8 Forcellone 1
9 Ammortizzatore posteriore 1 Fare riferimento a “INSTALLAZIONE AM-
MORTIZZATORE POSTERIORE”.
10 Boccole 2
11 Cuffia in gomma 1
12 Boccola 1
13 Distanziali 2
14 Paraoli 2
15 Cuscinetti 2
Per l’installazione, seguire in ordine inverso
la procedura di smontaggio.

6-47
AMMORTIZZATORE POSTERIORE E FORCELLONE CHAS
NOTE PER LA MANIPOLAZIONE

L’ammortizzatore contiene azoto ad alta pressio-


ne. Prima di manipolare l’ammortizzatore legge-
re e capire le informazioni che seguono. Il costrut-
tore non può essere ritenuto responsabile per
danni alle cose o alle persone provocate da una
manipolazione impropria del pezzo.
1. Non manomettere o cercare di aprire il grup-
po cilindro.
2. Non sottoporre l’ammortizzatore a fiamma
diretta o altre fonti di calore. Questo può pro-
vocare un’esplosione causata dall’eccessiva
pressione del gas.
3. Non deformare o danneggiare il cilindro in
alcun modo. Un cilindro danneggiato ridur-
rà le prestazioni di smorzamento.

NOTE PER LO SMALTIMENTO


*************************************
Procedura per lo smaltimento dell’ammortizza-
tore:
D Il gas in pressione deve essere liberato prima di
smaltire l’ammortizzatore. Fare un buco di 2  3
mm nella parete del cilindro come indicato in fi-
gura.

Indossare occhiali protettivi per evitare danni


agli occhi causati dalla fuoriuscita di gas o da
frammenti metallici.

*************************************
CONTROLLO DELL’AMMORTIZZATORE
POSTERIORE
1. Esaminare:
S Stelo ammortizzatore posteriore
Deformazioni/danni  Sostituire il gruppo
ammortizzatore posteriore.
S Ammortizzatore posteriore
Perdite di olio/gas  Sostituire il gruppo am-
mortizzatore posteriore.
S Molla
Usura/danni  Sostituire il gruppo ammor-
tizzatore posteriore.
S Boccole
S Distanziali
Danni/graffi  Sostituire.
S Parapolvere
Usura/danni  Sostituire.
S Bulloni
Usura/deformazioni/danni  Sostituire.

6-48
AMMORTIZZATORE POSTERIORE E FORCELLONE CHAS
CONTROLLO DEL FORCELLONE
1. Controllare:
S Gioco del forcellone
*************************************
Procedura di controllo:
D Controllare la coppia di serraggio dei dadi del per-
no del forcellone.

Dadi di fissaggio
(perno del forcellone):
Sinistro:
100 Nm (10 kgm)
Destro:
7 Nm (0,7 kgm)
Destro – dado:
100 Nm (10 kgm)

D Controllare il gioco laterale del forcellone A spo-


standolo da un lato all’altro.
Se si avverte del gioco laterale, controllare bocco-
le interne, cuscinetti, rondelle e coperchi di spin-
ta.

Gioco laterale
(all’estremità del forcellone)
Zero mm

D Controllare il movimento verticale B del forcel-


lone spostandolo verso l’alto ed il basso.
Se il movimento non è scorrevole o se si inceppa,
controllare boccole interne, cuscinetti, rondelle e
coperchi di spinta.
2. Esaminare:
S Forcellone
Crepe/deformazioni/danni  Sostituire.

3. Esaminare:
S Perni del forcellone
Danni/usura  Sostituire.
NOTA:
Lavare le parti mobili del forcellone con un solvente.

6-49
AMMORTIZZATORE POSTERIORE E FORCELLONE CHAS
4. Esaminare:
S Distanziali 1
S Paraoli 2
S Cuscinetti 3
S Cuffia in gomma 4
Danni/usura  Sostituire.

INSTALLAZIONE DEL FORCELLONE


1. Installare:
S Forcellone
S Perno sinistro 1
S Perno destro 2
S Dado perno 3
*************************************
Procedura di serraggio:
D Serrare il perno sinistro 1 al valore di specifica.

Perno (sinistro):
100 Nm (10 kgm)
LOCTITE

D Serrare il perno destro 2 fino a portarlo a contat-


to del distanziale.

Perno (destro):
7 Nm (0,7 kgm)

D Serrare il dado del perno 3 al valore di specifica.

Dado del perno:


100 Nm (10 kgm)

*************************************

INSTALLAZIONE DELL’AMMORTIZZATO-
RE POSTERIORE
1. Installare:
S Ammortizzatore posteriore 1

62 Nm (6,2 kgm)

NOTA:
Installare l’ammortizzatore posteriore con l’etichet-
ta di avvertenza 2 rivolta verso l’alto.

6-50
TRASMISSIONE AD ALBERO CHAS

TRASMISSIONE AD ALBERO
EB707010

RICERCA GUASTI
Le seguenti condizioni possono indicare la presenza di danni a componenti della trasmissione ad albero:

A Sintomi B Possibili cause


1. Sensibile esitazione o movimento a strappi A. Danni ai cuscinetti
durante l’accelerazione, decelerazione, o a
velocità sostenute. (Non va confuso con B. Gioco ingranaggi non corretto
rapidi e irregolari cambiamenti di regime
del motore o movimenti relativi al cambio). C. Denti ingranaggi danneggiati
2. Un “rimbombo” di rotolamento individuabile
a basse velocità, un cigolio ad alta frequenza, D. Albero motore rotto
o “tonfo” meccanico provenienti da un
componente dell’albero di trasmissione E. Denti ingranaggi rotti
o da quella zona.
3. Una condizione di bloccaggio del meccanismo F. Grippaggio dovuto a mancanza di lubrificazione
di trasmission o una condizione in
cui non viene trasmessa potenza dal motore
G. Piccoli corpi estranei conficcati tra parti in
re alla ruota posteriore.
movimento

NOTA:
Le cause A, B e C possono essere molto difficili da diagnosticare. I sintomi sono poco evidenti e difficili da distin-
guere dai rumori derivanti da un funzionamento regolare. Se c’è motivo di credere che tali componenti siano
danneggiati, rimuoverli per controllarli uno ad uno.

6-51
TRASMISSIONE AD ALBERO CHAS
Note sui controlli
1. Indagare sulle cause di tutti i rumori insoliti.
*************************************
I seguenti rumori potrebbero indicare la presen-
za di un difetto meccanico:
a. Un “rimbombo” di rotolamento quando il moto-
re non è sotto sforzo, in accelerazione, o in dece-
lerazione. Il rumore aumenta con l’aumentare
della velocità della ruota, ma non aumenta con
l’aumentare della velocità del motore o della
trasmissione.
Diagnosi: I cuscinetti della ruota possono essere
danneggiati.
b. Un cigolio ad alta frequenza che varia con l’ac-
celerazione o la decelerazione.
Diagnosi: È possibile che la trasmission sia stata
montata non correttamente o che ci sia insuffi-
ciente gioco tra gli ingranaggi.
CAUTELA:
Un gioco insufficiente tra gli ingranaggi è estre-
mamente distruttivo per i denti degli ingranaggi
stessi. Se un giro di prova dopo il rimontaggio in-
dica tale condizione, fermarsi immediatamente
per minimizzare i danni agli ingranaggi.

c. Un leggero “tonfo” evidente alle basse velocità.


Questo rumore deve essere distinto dai rumori
derivanti dal normale funzionamento del moto-
ciclo.
Diagnosi: È possibile che alcuni ingranaggi ab-
biano denti rotti.

Fermarsi immediatamente se si ha il sospetto che


ci possano essere denti rotti. Tale condizione po-
trebbe avere come conseguenza il grippaggio del-
la trasmissione, causando la perdita di controllo
del motociclo e rischi per l’incolumità di pilota e
passeggero.

*************************************
2. Esaminare:
 L’olio scaricato
L’olio contiene grandi quantità di particelle
metalliche  Controllare che il cuscinetto non
sia grippato.
NOTA:
La presenza di piccole quantità di particelle metalli-
che nell’olio è normale.

6-52
TRASMISSIONE AD ALBERO CHAS
3. Esaminare:
S Perdite di olio
*************************************
Procedura di controllo:
D Pulire l’intero motociclo a fondo, poi asciugarlo.
D Applicare un composto per l’individuazione delle
perdite o uno spray di polvere asciutta alla tra-
smissione.
D Provare il motociclo su strada per la distanza ne-
cessaria a localizzare la perdita.
Perdite  Esaminare l’alloggiamento del compo-
nente, la guarnizione e/o l’elemento di tenuta, per
individuare la presenza di eventuali danni.
Danni  Sostituire il componente.
1 Paraolio
2 Anello di tenuta
3 Avanti
A Trasmissione intermedia
B Trasmissione finale
NOTA:
D L’applicazione di un composto anticorrosione o
l’eccessiva lubrificazione degli elementi di tenuta
possono dare l’apparenza di perdite di olio su mo-
tocicli nuovi o quasi nuovi.
D Pulire sempre il motociclo e controllare una se-
conda volta la posizione sospettata di un’apparen-
te perdita.

*************************************

6-53
TRASMISSIONE AD ALBERO CHAS
Schema per la ricerca dei guasti
Quando esistono le cause A e B illustrate nella tabella all’inizio della sezione “RICERCA GUASTI”, controllare
i seguenti punti:

SI
Sollevare e far girare la ruota anteriore. Control- Sostituire i cuscinetti della ruota.
lare se ci sono danni ai cuscinetti della ruota. Vedere “RUOTA ANTERIORE”.

NO

NO Probabilmente i cuscinetti della ruota posteriore


Controllare la ruota posteriore.
Sentire se ci sono danni ai cuscinetti. e quelli della trasmissione non sono danneggiati.
Ripetere la verifica o smontare i singoli compo-
nenti.

SI

SI
Rimuovere la ruota posteriore. Controllare che Sostituire i cuscinetti della ruota posteriore.
non ci siano danni ai cuscinetti della ruota. Vedere “RUOTA POSTERIORE”.

NO

Rimuovere i componenti della trasmissione ad


albero.

6-54
TRASMISSIONE AD ALBERO CHAS
EB707030

1,5 mm MISURA GIOCO INGRANAGGI FINALI


1. Fissare saldamente il carter della trasmissione
finale in una morsa o altro supporto.
14 mm 2. Rimuovere:
D Tappo di scarico
Scaricare l’olio.
100 mm
3. Installare:
D Il bullone prescritto 1
(nel foro del tappo di scarico)
4. Serrare a mano il bullone finché blocca la ruota
dentata.
NOTA:
Non serrare il bullone in modo eccessivo; è suffi-
ciente serrarlo a mano.

5. Fissare:
D Misuratore gioco ingranaggi finali 1
D Comparatore a quadrante 2

Misuratore gioco ingranaggi finali:


90890-01231

D Riferimento per il posizionamento a

6. Misurare:
D Gioco ingranaggi finali
Far ruotare delicatamente il giunto degli ingra-
naggi finali da innesto a innesto.
Oltre il limite prescritto  Regolare.

Gioco ingranaggi finali:


0,1  0,2 mm

NOTA:
Misurare il gioco ingranaggi finali in 4 posizioni.
Ruotare l’albero trasmissione finale di 90_ per volta.

6-55
TRASMISSIONE AD ALBERO CHAS
EB707031

REGOLAZIONE GIOCO INGRANAGGI FI-


NALI
1. Rimuovere:
 Bulloni (alloggiamento cuscinetto)
NOTA:
Allentare in ordine incrociato ogni dado di 1/4 di gi-
ro. Dopo averli allentati tutti, rimuoverli.

2. Rimuovere:
 Alloggiamento cuscinetto 1
 Corona dentata 2
 Rondella di spinta 3
 Distanziale (i) 4
3. Regolare:
 Gioco trasmissione finale
*************************************
Procedura di regolazione:
 Selezionare i distanziali e la rondella di spinta
usando la tabella riportata di seguito.
Riducendo lo spessore il gioco
del distanziale: aumenta.
Aumentando lo spessore il gioco
del distanziale: diminuisce.
 Se è necessario aumentare il gioco degli ingranag-
gi finali di oltre 0,1 mm:
Ridurre lo spessore della rondella di spinta di 0,1
mm per ogni 0,1 mm di aumento di spessore nel
distanziale della corona dentata.
 Se è necessario ridurre il gioco degli ingranaggi
finali di oltre 0,1 mm:
Aumentare lo spessore della rondella di spinta di
0,1 mm per ogni 0,1 mm di diminuzione di spes-
sore nel distanziale della corona dentata.

Distanziale corona dentata

Spessore (mm) 0,25 – 0,30 – 0,40

Rondella di spinta

Spessore (mm) 1,2 – 1,4 – 1,6 – 1,8 – 2,0

*************************************

6-56
TRASMISSIONE AD ALBERO CHAS

TRASMISSIONE AD ALBERO

23 Nm (2,3 mkg)

115 Nm (11,5 mkg)

23 Nm (2,3 mkg)

42 Nm (4,2 mkg)

Ordine Nome operazione/Nome parte Q.tà Note


Rimozione trasmissione ad albero Rimuovere le parti nell’ordine indicato.
Disporre il motociclo in piano.

Sostenere il motociclo saldamente in modo


da impedire che possa cadere.

Gruppo ruota posteriore Fare riferimento a “RUOTA POSTERIORE”


1 Distanziale 1
2 Gruppo trasmissione ad albero 1
3 Gruppo pignone conduttore della trasmis- 1 Fare riferimento a “SMONTAGGIO INGRA-
sione finale NAGGIO TRASMISSIONE FINALE”.
4 Gruppo trasmissione finale
1
Per l’installazione, seguire in ordine inverso
la procedura di smontaggio.

6-57
TRASMISSIONE AD ALBERO CHAS

INGRANAGGIO FINALE

23 Nm (2,3 mkg)

Ordine Nome operazione/Nome parte Q.tà Note


Smontaggio ingranaggio finale Rimuovere le parti nell’ordine indicato.
1 Bulloni (alloggiamento cuscinetto) 2 NOTA:
2 Bulloni (alloggiamento cuscinetto) 6 Allentare in ordine incrociato ogni bullone di
1/4 di giro. Dopo averli allentati tutti, rimuo-
verli.

3 Alloggiamento cuscinetto/anello di tenuta 1/1


4 Corona dentata 1
5 Rondella di spinta 1
6 Distanziale (i) 1
Per l’installazione, seguire in ordine inverso
la procedura di smontaggio.

6-58
TRASMISSIONE AD ALBERO CHAS
SMONTAGGIO PIGNONE CONDUTTORE
FINALE
1. Rimuovere:
 Fermo per cuscinetto (albero trasmissione fi-
nale)
Usare una chiave per fermo cuscinetto 1

Chiave per fermo cuscinetto:


90890-04050

CAUTELA:
Il fermo del cuscinetto della trasmissione finale
ha la filettatura sinistrosa. Per allentare il fermo,
ruotare in senso orario.

2. Rimuovere:
 Gruppo albero trasmissione finale
Dare piccoli colpi sull’estremità dell’albero di
trasmissione finale con un martello in gomma.
CAUTELA:
L’albero della trasmissione finale va smontato so-
lo se si deve sostituire l’ingranaggio.

Usare sempre nuovi cuscinetti e nuove piste.

EB707033

RIMOZIONE E RIMONTAGGIO CUSCINET-


TO A RULLI DELLA TRASMISSIONE FINALE
1. Rimuovere:
 Collare di guida 1
 Paraolio 2
 Cuscinetto a rulli 3
Usare un attrezzo adeguato 4 per far pressio-
ne ed un supporto adatto per il carter della tra-
smissione finale.
2. Esaminare:
 Cuscinetto a rulli della trasmissione finale
NOTA:
Il cuscinetto a rulli è riutilizzabile, ma la Yamaha
consiglia di installarne uno nuovo. Non riutilizzare il
paraolio.

6-59
TRASMISSIONE AD ALBERO CHAS
3. Rimuovere:
S Cuscinetto a rulli della trasmissione finale 1

*************************************
Procedura di rimozione:
D Scaldare il carter della trasmissione finale a
150_C.
D Rimuovere le piste esterne del cuscinetto a rulli
con un punzone di forma adatta 2
D Rimuovere la pista interna dall’albero della tra-
smissione finale.
NOTA:
La rimozione del cuscinetto della trasmissione finale
è difficoltoso e raramente necessario.

*************************************

4. Installare:
S Cuscinetto a rulli della trasmissione finale
(nuovo)
*************************************
Procedura di installazione:
D Scaldare il carter della trasmissione finale a
150_C
D Installare le piste esterne del cuscinetto usando
l’apposito adattatore.
D Installare la pista interna sull’albero conduttore.
*************************************
5. Installare:
S Collare di guida 1
S Paraolio 2 = Nuovo
S Cuscinetto a rulli (pista esterna) 3
Per installare i suddetti componenti nel carter
della trasmissione finale usare un attrezzo
adatto 4 per premere ed una pressa.

6-60
TRASMISSIONE AD ALBERO CHAS
POSIZIONAMENTO PIGNONE CONDUTTO-
RE FINALE/CORONA DENTATA
NOTA:
È necessario effettuare il posizionamento della coro-
na dentata quando una delle seguenti parti viene so-
stituita:
D Carter trasmissione finale
D Alloggiamento cuscinetto corona dentata
D Cuscinetto (i)

1. Selezionare:
S Distanziale pignone conduttore finale 1
S Distanziale corona dentata 2
*************************************
Procedura di selezione:
D Posizionare il pignone finale e la corona dentata
usando i distanziali 1 e 2 e calcolando i loro ri-
spettivi spessori in base alle informazioni marcate
sul carter della trasmissione finale e sull’estremi-
tà del pignone.
1 Spessore “A” del distanziale pignone.
2 Spessore “B” del distanziale corona dentata.
3 Rondella di spinta “C”
D Per trovare lo spessore “A” del distanziale del pi-
gnone finale, usare la formula seguente:

Spessore del distanziale pignone finale:


A= a – b
Dove:
a = Un numero (di solito decimale) sul pignone del-
la trasmissione finale che deve essere sommato o
sottratto a “80”.
b = un numero riportato sul carter della trasmissio-
ne finale (ad es. 79,50)
Esempio:
a è 80,01
Se sul carter della trasmissione finale è marcato
“50” . . . . b vale 79,50
“A” = 80,01 – 79,50 = 0,51
Pertanto lo spessore del distanziale del pignone
finale è 0,51 mm. I distanziali sono forniti nelle
seguenti misure:

Distanziale della trasmissione finale:

Spessore (mm) 0,40 – 0,50

6-61
TRASMISSIONE AD ALBERO CHAS
Dato che i distanziali del pignone finale si possono
solo selezionare a intervalli di 0,10 mm, arrotondare
la cifra dei centesimi e selezionare il (i) distanzale (i)
appropriato (i).

Centesimi Arrotondamento
0, 1, 2, 3, 4 0
5, 6, 7, 8, 9 10
Nell’esempio formito, il valore calcolato dello spes-
sore del pignone finale è 0,51 mm. La tabella impone
di trasformare l’1 in 0. Quindi si deve usare un di-
stanziale del pignone finale di 0,50 mm.
D Per trovare lo spessore “B” del distanziale della
corona dentata, usare la seguente formula.

Spessore distanziale corona dentata:


B= c + d –( e + f )

Dove:
c = un numero sul carter della trasmissione finale
(ad es. 45,55)
d = un numero sull’alloggiamento del cuscinetto
(ad es. 1,35).
e = un numero (di solito decimale) all’interno della
corona dentata da sommare o sottrarre a “35,40”.
f = lo spessore del cuscinetto della corona dentata
(considerato costante).

Spessore f del cuscinetto della


corona dentata:
11 mm

Esempio:
Se sul carter della trasmissione finale è riportato
“55” . . . . c vale 45,55
d è 1,35
Se sulla corona dentata è segnato “–05” . . . . . .
e valve 35,35
f è 11,00
“B” = 45,55 + 1,35 – (35,35 + 11,00)
= 46,9 – (46,35)
= 0,55

6-62
TRASMISSIONE AD ALBERO CHAS
Quindi lo spessore del distanziale della corona
dentata è 0,55 mm. I distanziali sono forniti nel-
le seguenti misure.

Distanziale corona dentata

Spessore (mm) 0,25 – 0,30 – 0,40

Dato che i distanziali della corona dentata si possono


solo selezionare a intervalli di 0,10 mm, arrotondare
la cifra dei centesimi e selezionare il (i) distanziale
(i) appropriato (i).

Centesimi Arrotondamento
0, 1, 2, 3, 4 0
5, 6, 7, 8, 9 10

*************************************

2. Installare:
 Distanziali (delle misure corrette, come calco-
lato)
 Gruppo albero trasmissione finale
 Fermo del cuscinetto (albero trasmissione fi-
nale)

115 Nm (11,5 kgm)

Usare la chiave per il fermo del cuscinetto.


CAUTELA:
Il fermo del cuscinetto della trasmissione finale
ha la filettatura sinistrorsa. Per serrare il fermo,
ruotarlo in senso antiorario.

Chiave per fermo cuscinetto:


90890-04050

3. Regolare:
 Gioco ingranaggi
Fare riferimento a “MISURA DEL GIOCO
INGRANAGGI FINALI” e “REGOLAZIO-
NE GIOCO INGRANAGGI FINALI”.
4. Misurare/selezionare:
 Gioco rondella di spinta corona dentata

6-63
TRASMISSIONE AD ALBERO CHAS

*************************************
Procedura di misura del gioco della rondella di
spinta della corona dentata:
 Rimuovere il gruppo corona dentata.
 Disporre quattro pezzi di Plastigauge fra la ron-
della di spinta installata in origine e la corona den-
tata.
 Installare il gruppo corona dentata e serrare i bul-
loni alla coppia prescritta.

Bullone (alloggiamento cuscinetto):


23 Nm (2,3 kgm)

NOTA:
Non far girare l’albero della trasmissione e la corona
dentata quando si misura il gioco della rondella di
spinta con il Plastigauge.

 Rimuovere il gruppo corona dentata.


 Misurare il gioco della rondella di spinta della co-
rona dentata e la larghezza del Plastigauge ap-
piattito 1 .

Gioco rondella di spinta della


corona dentata:
0,1  0,2 mm

 Se il gioco è corretto, installare il gruppo corona


dentata.
 Se fuori specifica, selezionare la rondella di spin-
ta corretta.
Procedura di selezione della rondella di spinta
della corona dentata:
 Selezionare la rondella di spinta adatta usando la
seguente tabella.

Rondella di spinta

Spessore (mm) 1,2 – 1,4 – 1,6 – 1,8 – 2,0

 Ripetere la procedura di misura fino a quando il


gioco della rondella di spinta della corona dentata
rientra nei limiti prescritti.

Gioco rondella di spinta della


corona dentata:
0,1  0,2 mm

*************************************

6-64
TRASMISSIONE AD ALBERO CHAS
EB707040

CONTROLLO ALBERO DI TRASMISSIONE


1. Ispezionare:
 Scanalature dell’albero motore
Usura/danni  Sostituire.

CONTROLLO CARTER DELLA


TRASMISSIONE FINALE
1. Applicare:
 Sigillante
(sulle superfici di contatto di entrambi i gusci
della trasmissione finale).

Adesivo Yamaha Bond No. 1215:


90890-85505

6-65
CHAS
ELEC
CAPITOLO 7
IMPLANTO ELETTRICO

COMPONENTI ELETTRICI . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 7-1

CONTROLLO DEGLI INTERRUTTORI . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 7-2


CONTROLLO DEGLI INTERRUTTORI . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 7-2
CONTROLLO DEGLI INTERRUTTORI ILLUSTRATI NEL
MANUALE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 7-2
CONTROLLO DELLA CONTINUITÀ DEGLI INTERRUTTORI . . . . . 7-3

SISTEMA DI ACCENSIONE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 7-5


SCHEMA DEL CIRCUITO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 7-5
RICERCA GUASTI . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 7-6

SISTEMA AVVIAMENTO ELETTRICO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 7-11


SCHEMA DEL CIRCUITO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 7-11
FUNZIONAMENTO CIRCUITO DI AVVIAMENTO . . . . . . . . . . . . . . . 7-12
RICERCA GUASTI . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 7-13
MOTORINO DI AVVIAMENTO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 7-17
CONTROLLO DEL MOTORINO DI AVVIAMENTO . . . . . . . . . . . . . . . 7-18
ASSEMBLAGGIO DEL MOTORINO DI AVVIAMENTO . . . . . . . . . . . 7-19

SISTEMA DI CARICA . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 7-21


SCHEMA DEL CIRCUITO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 7-21
RICERCA GUASTI . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 7-22

SISTEMA LUCI . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 7-24


SCHEMA DEL CIRCUITO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 7-24
RICERCA GUASTI . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 7-25
CONTROLLO DEL SISTEMA LUCI . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 7-27

SISTEMA DI SEGNALAZIONE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 7-30


SCHEMA DEL CIRCUITO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 7-30
RICERCA GUASTI . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 7-32
CONTROLLO DEL SISTEMA DI SEGNALAZIONE . . . . . . . . . . . . . . . 7-34

SISTEMA POMPA CARBURANTE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 7-38


SCHEMA DEL CIRCUITO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 7-38
FUNZIONAMENTO CIRCUITO POMPA CARBURANTE . . . . . . . . . . 7-39
RICERCA GUASTI . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 7-40
VERIFICA DELLA POMPA CARBURANTE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 7-43

SISTEMA RISCALDATORE CARBURATORE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 7-44


SCHEMA DEL CIRCUITO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 7-44
RICERCA GUASTI . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 7-45
ELEC
AUTODIAGNOSI . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 7-49
RICERCA GUASTI . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 7-50
COMPONENTI ELETTRICI ELEC
EB800000

IMPIANTO ELETTRICO
COMPONENTI ELETTRICI
1 Interruttore termico 9 Relè avviamento
2 Interruttore principale 10 Centralina di accensione BOBINA DI ACCENSIONE:
3 Bobina di accensione 11 Relè lampeggiatore RESIST. AVVOLGIMENTO PRIMARIO:
4 Fusibile 12 Interruttore del folle 3,8  4,6 Ω a 20C
5 Relè riscaldatore carburatore 13 Interruttore freno posteriore RESIST. AVVOLGIMENTO SECONDARIO:
6 Centralina relè 14 Interruttore cavalletto laterale 10,1  15,1 kΩ a 20C
7 Batteria 15 Raddrizzatore/ regolatore
8 Relè faro 16 Avvisatore acustico

7-1
CONTROLLO DEGLI INTERRUTTORI ELEC

CONTROLLO DEGLI INTERRUT-


TORI
CONTROLLO DEGLI INTERRUTTORI
Usare un tester tascabile per verificare la continuità
elettrica dei terminali. Se in qualunque punto non c’è
continuità, sostituire l’interruttore.

Tester tascabile:
90890-03112

NOTA:
D Azzerare il tester tascabile prima di iniziare la
prova.
D Quando si verifica la continuità elettrica di un in-
terruttore sul tester tascabile deve essere stata se-
lezionata la scala “ 1” Ω.
D Mentre si esegue la prova azionare l’interruttore
più volte.

CONTROLLO DI UN INTERRUTTORE
RIPORTATO NEL MANUALE
I collegamenti degli interruttori (interruttore princi-
pale, interruttore sul manubrio, interruttore arresto
motore, interruttore delle luci, ecc.) sono rappresen-
tati da schemi simili a quello riportato nella figura a
fianco.
Questo schema riporta nelle righe le posizioni degli
interruttori e nelle colonne di intestazione il colore
dei fili.
Per ogni posizione il simbolo “ ” indica i ter-
minali che hanno continuità elettrica.
L’esempio indica che:
1 C’è continuità tra i cavi “Marrone/Blu e Rosso”
quando l’interruttore è nella posizione “ON”.
2 C’è continuità tra i cavi “Rosso e Blu/Giallo”
quando l’interruttore è nella posizione “P”.

7-2
CONTROLLO DEGLI INTERRUTTORI ELEC
CONTROLLO DELLA CONTINUITÀ ELETTRICA DEGLI INTERRUTTORI
Fare riferimento a “CONTROLLO DEGLI INTERRUTTORI” e verificare la continuità elettrica tra i cavi dei
terminali.
Collegamento incerto, mancanza di continuità  Riparare o sostituire.
: Le posizioni dei connettori sono evidenziate da un cerchio.

7-3
CONTROLLO DEGLI INTERRUTTORI ELEC
1 Interruttore della frizione 8 Interruttore arresto motore
2 Interruttore avvisatore acustico 9 Interruttore luci
3 Commutatore delle luci 10 Interruttore avviamento
4 Interruttore di consenso (Pass) 11 Fusibile
5 Interruttore indicatori di direzione 12 Interruttore freno posteriore
6 Interruttore principale 13 Interruttore cavalletto laterale
7 Interruttore freno anteriore 14 Interruttore del folle

7-4
EB802000

SCHEMA DEL CIRCUITO


SISTEMA DI ACCENSIONE

7-5
3 Interruttore principale
4 Batteria
5 Fusibile principale
SISTEMA DI ACCENSIONE

8 Centralina relè
10 Interruttore cavalletto laterale
12 Centralina di accensione
13 Bobina di accensione
14 Candela
ELEC

15 Bobina di raccolta
16 Interruttore del folle
43 Fusibile dell’accensione
46 Interruttore arresto motore
SISTEMA DI ACCENSIONE ELEC
EB802010

RICERCA GUASTI

SE IL SISTEMA DI ACCENSIONE NON FUNZIONA (MANCANZA DI SCINTILLA O SCINTILLA


INTERMITTENTE):

Procedura
Controllare:
1. Fusibili (principale e accension) 8. Interruttore principale
2. Batteria 9. Interruttore arresto motore
3. Candele 10. Interruttore del folle
4. Ampiezza scintilla candela 11. Interruttore cavalletto laterale
5. Resistenza del cappuccio della candela 12. Centralina relè (diodo)
6. Resistenza bobina di accensione 13. Connessioni del cablaggio (sistema completo di
7. Resistenza della bobina di raccolta accensione)

NOTA: Tester dinamico per scintilla:


D Rimuovere i seguenti componenti prima di inizia- 90890-06754
re la ricerca guasti: Tester tascabile:
1) Coperchio della batteria 90890-03112
2) Sella del guidatore
3) Serbatoio carburante
4) Coperchi laterali sterzo
D Usare i seguenti attrezzi speciali per la ricerca
guasti.

EB802011

1. Fusibili (principale e accensione)


MANCANZA DI CONTINUITÀ
Fare riferimento a “CONTROLLO DEGLI IN-
TERRUTTORI”.

C’È CONTINUITÀ Sostituire i fusibili.


EB802012

2. Batteria
S Controllare le condizioni della batteria. NON CORRETTO
Fare riferimento a “CONTROLLO DELLA
BATTERIA” nel CAPITOLO 3.
Tensione a circuito aperto: S Pulire i terminali della batteria.
12,8 V o più a 20_C S Ricaricare o sostituire la batteria.

CORRETTO
:

7-6
SISTEMA DI ACCENSIONE ELEC
:

EB802013

3. Candele Tipo standard candela:


DPR7EA-9/NGK
S Controllare le condizioni della candela.
X22EPR-U9/DENSO
S Controllare il tipo di candela.
S Controllare la distanza tra gli elettrodi della can-
dela.
Fare riferimento a “CONTROLLO DELLA
CANDELA” nel CAPITOLO 3.

NON CORRETTO
Distanza tra gli elettrodi della candela:
0,8 X 0,9 mm

CORRETTO Riparare o sostituire le candele.

EB802014

4. Ampiezza della scintilla candela


S Staccare il cappuccio dalla candela.
S Collegare il tester dinamico della scintilla 1 co-
me indicato.
2 Cappuccio della candela
S Portare l’interruttore principale nella posizione
“ON”.

S Controllare l’ampiezza della scintilla a


S Avviare il motore premendo l’interruttore di av- RISPETTA LA SPECIFICA
viamento e aumentare l’ampiezza della scintilla
fino a quando non si verifica più l’accensione.
Ampiezza minima scintilla: Il sistema di accensione è in ordine.
6,0 mm
FUORI SPECIFICA
O MANCANZA DI
SCINTILLA
EB802015

5. Resistenza del cappuccio della candela


S Rimuovere il cappuccio della candela
S Collegare il tester tascabile (Ω 1k) al cappuc-
cio della candela

7-7
SISTEMA DI ACCENSIONE ELEC
FUORI SPECIFICA
S Controllare se il cappuccio della candela ha il va-
lore di resistenza prescritto.
Valore di resistenza del cappuccio
della candela: Sostituire il cappuccio della candela.
10 kΩ a 20_C

SODDISFA
LA SPECIFICA
EB802016

6. Resistenza della bobina di accensione Terminale (+) del tester  Cavo Rosso/Nero
Terminale (–) del tester  Cavo Aranc. (Grigio)
S Scollegare il connettore della bobina di accen-
sione dal cablaggio.
S Collegare il tester tascabile (Ω 1) alla bobina
di accensione.

S Verificare se il valore della resistenza dell’avvol- Term. (+) del tester  Cavo 1 della candela
gimento primario della bobina di accension è nei Term. (–) del tester  Terminale Rosso/Nero
limiti prescritti.
Resistenza avvolgimento primario:
3,8 X 4,6 Ω a 20_C
S Collegare il tester tascabile (Ω 1k) alla bobina
di accensione.

S Verificare se il valore della resistenza dell’avvol-


gimento secondario della bobina di accensione è FUORI SPECIFICA
nei limiti prescritti.
Resistenza avvolgimento secondario:
10,1 X 15,1 kΩ a 20_C Sostituire la bobina di accensione

ENTRAMBI I VALORI
SONO NEI LIMITI
DELLA SPECIFICA
:

7-8
SISTEMA DI ACCENSIONE ELEC
:

EB80201C

7. Resistenza della bobina di raccolta


S Scollegare il connettore della bobina di raccolta
dal cablaggio.
S Collegare il tester tascabile (Ω 100) al connet-
tore della bobina di raccolta.
Terminale (+) del tester  Cavo grigio 1
Terminale (–) del tester  Cavo nero 2

S Controllare se la bobina di raccolta ha il valore di


FUORI SPECIFICA
resistenza specificato.
Resistenza della bobina di reccolta:
182 X 222 Ω a 20_C
(Grigio - Nero) Sostituire la bobina di reccolta.

VALORE NEL LIMITE


DELLA SPECIFICA

8. Interruttore principale NON CORRETTO

Fare riferimento a “CONTROLLO DEGLI IN-


TERRUTTORI”.
Sostituire l’interruttore principale.
CORRETTO

9. Interruttore arresto motore NON CORRETTO

Fare riferimento a “CONTROLLO DEGLI IN-


TERRUTTORI”.
Sostituire l’interruttore (destro) sul manubrio.
CORRETTO

10. Interruttore del folle NON CORRETTO

Fare riferimento a “CONTROLLO DEGLI IN-


TERRUTTORI”.
Sostituire l’interruttore del folle.
CORRETTO

11. Interruttore cavalletto laterale NON CORRETTO

Fare riferimento a “CONTROLLO DEGLI IN-


TERRUTTORI”.
Sostituire l’interruttore del cavalletto laterale.
CORRETTO

7-9
SISTEMA DI ACCENSIONE ELEC
:

12. Centralina relè (diodo)


S Rimuovere la centralina relè dal cablaggio.
S Controllare la continuità elettrica come segue:
Azzurro 1 – Blu/Giallo 2

Term. (+) del tester  Azzurro 1 Continuità


Term. (–) del tester  Blu/Giallo 2 elettrica
Term. (+) del tester  Blu/Giallo 2 Senza
Term. (–) del tester  Azzurro 1 continuità
NOTA: NON CORRETTO
Quando si scambiano i terminali “+” e “–” del te-
ster digitale tascabile le letture della tabella sono
invertite.
Sostituire la centralina relè.

CORRETTO
EB80201D

13. Connessioni del cablaggio CONNESSIONI INCERTE

S Controllare i collegamenti dell’intero sistema di


accensione.
Fare riferimento a “SCHEMA DEL CIRCUI- Ripristinare il corretto collegamento delle con-
TO”. nessioni.

CORRETTO

Sostituire la centralina di accensione.

7-10
EB803000

SCHEMA DEL CIRCUITO

7-11
SISTEMA AVVIAMENTO ELETTRICO

3 Interruttore principale
4 Batteria
SISTEMA AVVIAMENTO ELETTRICO

5 Fusibile principale
6 Relè di avviamento
7 Motorino di avviamento
8 Centralina relè
10 Interruttore cavalletto laterale
16 Interruttore del folle
ELEC

30 Interruttore frizione
43 Fusibile dell’accensione
46 Interruttore arresto motore
48 Interruttore avviamento
SISTEMA AVVIAMENTO ELETTRICO ELEC
EB803010

FUNZIONAMENTO DEL CIRCUITO DI


AVVIAMENTO
Il circuito di avviamento di questo modello è forma-
to dal motorino di avviamento, dal relè di avviamen-
to e dal relè di interruzione del circuito di avviamen-
to. Se l’interruttore di arresto motore è in posizione
“RUN” e l’interruttore principale è su “ON” (en-
trambi gli interruttori sono chiusi), il motorino di av-
viamento può funzionare solo se:

Il cambio è in folle (interruttore del folle chiuso)


o se
La leva della frizione sul manubrio è tirata (inter-
ruttore della frizione chiuso) e il cavalletto latera-
le è sollevato (interruttore del cavalletto laterale
chiuso).
Il relè di interruzione del circuito di avviamento im-
pedisce al motorino di avviamento di funzionare
quando nessuna delle condizioni sopra menzionate è
soddisfatta. In tal caso il relè di interruzione dell’av-
viamento è aperto e quindi la corrente non può ali-
mentare il motorino di avviamento.

Tuttavia, quando almeno una delle condizioni sopra


menzionate è soddisfatta, il relè di interruzione
dell’avviamento è chiuso e si può avviare il motore
premendo l’interruttore di avviamento.

QUANDO IL CAMBIO È IN FOLLE

QUANDO IL CAVALLETTO LATERA-


LE È SOLLEVATO E LA LEVA DELLA
FRIZIONE È TIRATA

1 Batteria
2 Fusibile principale
3 Interruttore principale
4 Fusibile accensione
5 Interruttore arresto motore
6 Relè di interruzione del circuito di avviamento
7 Diodo
8 Interruttore della frizione
9 Interruttore cavalletto laterale
10 Interruttore del folle
11 Interruttore di avviamento
12 Relè di avviamento
13 Motorino di avviamento

7-12
SISTEMA AVVIAMENTO ELETTRICO ELEC
EB803020

RICERCA GUASTI

SE IL MOTORINO DI AVVIAMENTO NON FUNZIONA:

Procedura
Controllare:
1. Fusibili (principale e accensione) 7. Interruttore principale
2. Batteria 8. Interruttore arresto motore
3. Motorino di avviamento 9. Interruttore del folle
4. Centralina relè (relè di interruzione del circuito 10. Interruttore cavalletto laterale
di avviamento) 11. Interruttore della frizione
5. Centralina relè (diodo) 12. Interruttore di avviamento
6. Relè di avviamento 13. Cablaggio (sistema di avviamento completo)
NOTA:
Tester tascabile:
D Rimuovere i seguenti componenti prima di inizia-
90890-03112
re la ricerca guasti:
1) Coperchio della batteria
2) Sella del guidatore
3) Serbatoio carburante
4) Coperchi laterali sterzo
D Usare i seguenti attrezzi speciali per la ricerca
guasti.

EB802011

1. Fusibili (principale e accensione) MANCANZA DI CONTINUITÀ

Fare riferimento a “CONTROLLO DEGLI IN-


TERRUTTORI”.
Sostituire i(I), fusibile(i).
CONTINUITÀ
ELETTRICA
EB802012

2. Batteria
S Controllare le condizioni della batteria. NON CORRETTO
Fare riferimento a “CONTROLLO DELLA
BATTERIA” nel CAPITOLO 3.
Tensione a circuito aperto: S Pulire i terminali della batteria.
12,8 V o più a 20_C S Ricaricare o sostituire la batteria.

CORRETTO
:

7-13
SISTEMA AVVIAMENTO ELETTRICO ELEC
:

EB803021
:
3. Motorino di avviamento
S Collegare il terminale positivo 1 della batteria D Il cavo che si usa come ponticello deve avere
ed il cavo di avviamento 2 del motore usando una sezione equivalente a quella del cavo della
un ponticello 3 :. batteria, altrimenti si può surriscaldare e bru-
S Verficare il funzionamento del motorino di av- ciare.
viamento. D Questa prova può produrre delle scintille, per-
tanto bisogna accertarsi che nelle vicinanze
non ci siano gas o liquidi infiammabili.

NON GIRA

Riparare o sostituire il motorino di avviamento.

GIRA
EB803023

4. Centralina relè (relè di interruzione del circuito


di avviamento)
S Rimuovere la centralina relè dal cablaggio.
S Collegare il tester tascabile (Ω 1) e la batteria
(12 V) ai terminali della centralina relè.
Terminale (+) della batteria 
Terminale Rosso/Nero 1
Terminale (–) della batteria 
Terminale Nero/Giallo 2
Terminale (+) del tester  Terminale Blu 3
Terminale (–) del tester  Terminale
Blu/Bianco 4

S Controllare la continuità del relè di interruzione MANCANZA DI CONTINUITÀ


del circuito di avviamento.

CONTINUITÀ
Sostituire la centralina relè.
:

7-14
SISTEMA AVVIAMENTO ELETTRICO ELEC
:

5. Centralina relè (diodo)


S Rimuovere la centralina relè dal cablaggio.
S Controllare la continuità come segue:
Azzurro 1 – Nero/Giallo 2
Azzurro 1 – Blu/Giallo 3
Term. (+) del tester  Azzurro 1 Continuità
Term. (–) del tester  Nero/Giallo 2 elettrica
Term. (+) del tester  Nero/Giallo 2 Senza
Term. (–) del tester  Azzurro 1 continuità
Term. (+) del tester  Azzurro 1 Continuità
Term. (–) del tester  Blu/Giallo 3 elettrica
Term. (+) del tester  Blu/Giallo 3 Senza
Term. (–) del tester  Azzurro 1 continuità
NOTA: NON CORRETTO
Quando si scambiano i terminali “+” e “–” del te-
ster digitale tascabile le letture della tabella sono
invertite.
Sostituire la centralina relè.

CORRETTO
EB803024

6. Relè di avviamento
S Rimuovere il relè dell’avviamento dal cablag-
gio.
S Collegare il tester tascabile (Ω 1) e la batteria
(12 V) ai terminali della centralina relè.

Morsetto (+) della batteria  Terminale Ros-


so/Bianco 1
Morsetto (–) della batteria  Terminale Blu 2 MANCANZA DI CONTINUITÀ
Terminale (+) del tester  Terminale Rosso 3
Terminale (–) del tester  Terminale Nero 4
S Controllare la continuità del relè di avviamento. Sostituire il relè dell’avviamento.

CONTINUITÀ
:

7-15
SISTEMA AVVIAMENTO ELETTRICO ELEC
:

NON CORRETTO
7. Interruttore principale
Fare riferimento a “CONTROLLO DEGLI IN-
TERRUTTORI”. Sostituire l’interruttore principale.

CORRETTO
NON CORRETTO
8. Ineterruttore arresto motore
Fare riferimento a “CONTROLLO DEGLI IN-
TERRUTTORI”. Sostituire l’interruttore (destro) sul manubrio.

CORRETTO
NON CORRETTO
9. Interruttore del folle
Fare riferimento a “CONTROLLO DEGLI IN-
TERRUTTORI”. Sostituire l’interruttore del folle.

CORRETTO
NON CORRETTO
10. Interruttore cavalletto laterale
Fare riferimento a “CONTROLLO DEGLI IN-
TERRUTTORI”. Sostituire l’interruttore del cavalletto laterale.

CORRETTO
NON CORRETTO
11. Interruttore della frizione
Fare riferimento a “CONTROLLO DEGLI IN-
TERRUTTORI”. Sostituire l’interruttore della frizione.

CORRETTO
NON CORRETTO
12. Interruttore di avviamento
Fare riferimento a “CONTROLLO DEGLI IN-
TERRUTTORI”. Sostituire l’interruttore (sinistro) sul manubrio.

CORRETTO
EB803028 CONNESSIONI INCERTE
13. Connessioni del cablaggio
S Controllare tutte le connessioni del circuito di
avviamento. Collegare correttamente il sistema di avviamento.
Fare riferimento a “SCHEMA DEL CIRCUITO”.

7-16
SISTEMA AVVIAMENTO ELETTRICO ELEC
MOTORINO DI AVVIAMENTO

Ordine Nome operazione/Nome parte Q.tà Note


Rimozione del motorino di avviamento Rimuovere le parti nell’ordine indicato.
Gruppo tubo di scarico Fare riferimento a “MONTAGGIO
MOTORE” nel CAPITOLO 4.
1 Motorino di avviamento/anello di tenuta 1/1
2 Cavo motorino di avviamento 1
Smontaggio del motorino di avviamento Smontare le parti nell’ordine indicato.
1 Staffa anteriore 1
2 Gruppo rondelle 1 Fare riferimento a “MONTAGGIO
3 Staffa posteriore 2 MOTORINO DI AVVIAMENTO”.
4 Distanziali 1
5 Portaspazzole/Spazzola 1 1/1 NOTA:
Assicurarsi di togliere per primo il dado di
fissaggio della spazzola N1.
6 Avvolgimento dell’armatura 1
Per l’installazione, seguire in ordine inverso
la procedura di somontaggio.

7-17
SISTEMA AVVIAMENTO ELETTRICO ELEC
EB803034

CONTROLLO DEL MOTORINO DI


AVVIAMENTO
1. Esaminare:
 Commutatore
Sporco  Pulire con carta vetrata da 600.
2. Misurare:
 Diametro del commutatore a
Fuori specifica  Sostituire il motorino di av-
viamento.

Limite usura commutatore:


27 mm

3. Misurare:
 Intaglio mica b
Fuori specifica  Raschiare la mica fino ad ot-
tenere il valore corretto, con un seghetto sago-
mato opportunamente.

Intaglio mica:
0,7 mm

NOTA:
L’isolamento in mica del commutatore deve presen-
tare una rientranza per assicurare che il commutatore
funzioni correttamente.

4. Esaminare:
 Resistenza dell’avvolgimento dell’armatura
(isolamento/continuità)
Difetti  Sostituire il motorino di avviamen-
to.
*************************************
Procedura di ispezione:
 Collegare il tester tascabile per controllare la con-
tinuità 1 e l’isolamento 2 .
 Misurare le resistenze della bobina dell’armatura.

Resistenza continuità dell’avvolgi-


mento armatura 1 :
0 Ω a 20C
Resistenza isolamento dell’avvolgi-
mento armatura 2 :
Oltre 1 MΩ a 20C

 Se la resistenza non è corretta, sostituire il motori-


no di avviamento.
*************************************
7-18
SISTEMA AVVIAMENTO ELETTRICO ELEC
5. Misurare:
S Lunghezza delle spazzole a
Fuori specifica  Sostituire.

Limite di usura lunghezza spazzole:


4 mm

6. Misurare:
S Carico della molla delle spazzole
Snervate/fuori specifica  Sostituire tutto il
gruppo.

Forza di carico della molla


delle spazzole:
520  920 g

7. Esaminare
S Cuscinetti
Duri  Sostituire.
S Paraolio
S Boccola
Usura/danni  Sostituire.

EB803036

MONTAGGIO DEL MOTORINO DI


AVVIAMENTO
Eseguire al contrario la procedura di rimozione.
Tenere presente i seguenti punti.
1. Installare:
S Portaspazzole 1
NOTA:
Allineare il riferimento a sul portaspazzole con la
scanalatura nell’alloggiamento.

2. Installare:
S Distanziali 1
S Bobina dell’armatura 2

7-19
SISTEMA AVVIAMENTO ELETTRICO ELEC
3. Installare:
S Guarnizione 1
S Statore 2
S Gruppo rondelle 3
S Staffe 4
NOTA:
Allineare i riferimenti a sullo statore con quelli b
sulle staffe.

7-20
SISTEMA DI CARICA ELEC
EB804000

SISTEMA DI CARICA
SCHEMA DEL CIRCUITO

1 Generatore CA (bobina statore)


2 Raddrizzatore/ regolatore
4 Batteria
5 Fusibile principale

7-21
SISTEMA DI CARICA ELEC
EB804010

RICERCA GUASTI

SE LA BATTERIA NON VIENE CARICATA:

Procedura
Controllare:
1. Fusibile (principale) 4. Resistenza della bobina dello statore
2. Batteria 5. Cablaggio (sistema di carica completo)
3. Tensione di carica
Contagiri induttivo:
NOTA: 90890-03113
D Rimuovere i seguenti componenti prima di inizia- Tester tascabile:
re la ricerca guasti: 90890-03112
1) Coperchio della batteria
2) Sella del guidatore
D Usare i seguenti attrezzi speciali per la ricerca
guasti.

EB802011

1. Fusibili (principale) MANCANZA DI CONTINUITÀ

Fare riferimento a “CONTROLLO DEGLI IN-


TERRUTTORI”.
Sostituire i fusibili.
CONTINUITÀ
ELETTRICA
EB802012

2. Batteria
S Controllare le condizioni della batteria. NON CORRETTO
Fare riferimento a “CONTROLLO DELLA
BATTERIA” nel CAPITOLO 3.
Tensione a circuito aperto: S Pulire i morsetti della batteria.
12,8 V o più a 20_C S Ricaricare o sostituire la batteria.

CORRETTO
EB804011

3. Voltaggio di carica
S Collegare il contagiri induttivo al cavo della can-
dela N_ 1.
S Collegare il tester tascabile (20 V CC) alla batte-
ria.
Terminale (+) del tester  Morsetto (+) della
batteria
Terminale (–) del tester  Morsetto (–) della
batteria

7-22
SISTEMA DI CARICA ELEC

S Avviare il motore e accelerare a circa 5.000 gi-


ri/min.
Tensione di carica: SODDISFA LA SPECIFICA
14 V a 5.000 giri/min
NOTA:
Usare una batteria completamente carica. Il circuito di carica non presenta difetti di funzio-
namento.
NON SODDISFA
EB804012
LA SPECIFICA

4. Resistenza della bobina di statore


S Scollegare il connettore del generatore CA dal
cablaggio.
S Collegare il tester tascabile (Ω 1) alle bobine
dello statore.
Term. (+) del tester  Term. Bianco 1
Term. (–) del tester  Term. Bianco 2
Term. + del tester  Term. Bianco 1
Term. (–) del tester  Term. Bianco 3 FUORI SPECIFICA
S Misurare la resistenza della bobina di statore.
Resistenza della bobina di statore:
0,50 X 0,62 Ω a 20_C Sostituire il gruppo bobina statore.
ENTRAMBE LE
MISURE SODDISFA-
NO LA SPECIFICA
EB804015

5. Connettori del cablaggio CONNESSIONI INCERTE


S Controllare tutte le connessioni del circuito di
carica.
Fare riferimento a “SCHEMA DEL CIRCUI- Collegare correttamente il sistema di carica.
TO”.

CORRETTO

Sostituire il raddrizzatore/regolatore.

7-23
3 Interruttore principale
4 Batteria EB805000

5 Fusibile principale
18 Luce cruscotto
22 Spia abbagliante
25 Faro
27 Interruttore di consenso (Pass)
28 Commutatore luci
SISTEMA LUCI

35 Luce posizione posteriore/stop


36 Luce di posizione
SCHEMA DEL CIRCUITO

42 Fusibile faro
47 Interruttore luci

7-24
SISTEMA LUCI
ELEC
SISTEMA LUCI ELEC
EB805010

RICERCA GUASTI

SE FARO, SPIA ABBAGLIANTE, LUCE DI POSIZIONE/STOP, LUCI DI POSIZIONE E/O LUCE


CRUSCOTTO NON SI ACCENDONO:

Procedure
Controllare:
1. Fusibili (principale e faro) 5. Commutatore luci
2. Batteria 6. Interruttore di consenso (Pass)
3. Interrutore principale 7. Connessioni del cablaggio (sistema luci com-
4. Interruttore luci pleto)
NOTA:
Tester tascabile:
D Rimuovere i seguenti componenti prima di inizia-
90890-03112
re la ricerca guasti:
1) Coperchio della batteria
2) Sella del guidatore
3) Serbatoio carburante
4) Coperchi laterali dello sterzo
5) Gruppo lenti faro
6) Gruppo luce di posizione posteriore/stop
D Usare i seguenti attrezzi speciali per la ricerca
guasti.

EB802011

1. Fusibili (principale e faro) MANCANZA DI CONTINUITÀ

Fare riferimento a “CONTROLLO DEGLI IN-


TERRUTTORI”.
Sostituire i fusibili.
CONTINUITÀ
ELETTRICA
EB802012

2. Batteria
S Controllare le condizioni della batteria. NON CORRETTO
Fare riferimento a “CONTROLLO DELLA
BATTERIA” nel CAPITOLO 3.
Tensione a circuito aperto: S Pulire i morsetti della batteria.
12,8 V o più a 20_C S Ricaricare o sostituire la batteria.

CORRETTO
:

7-25
SISTEMA LUCI ELEC
:

3. Interruttore principale NON CORRETTO

Fare riferimento a “CONTROLLO DEGLI IN-


TERRUTTORI”.
Sostituire l’interruttore principale.
CORRETTO

4. Interruttore luci NON CORRETTO

Fare riferimento a “CONTROLLO DEGLI IN-


TERRUTTORI”.
L’interruttore luci è guasto, sostituire l’interrutto-
CORRETTO re (destro) sul manubrio.

5. Commutatore luci NON CORRETTO

Fare riferimento a “CONTROLLO DEGLI IN-


TERRUTTORI”.

CORRETTO Il commutatore luci è guasto, sostituire l’interrut-


tore (sinistro) sul manubrio.

6. Interruttore di consenso (Pass) NON CORRETTO

Fare riferimento a “CONTROLLO DEGLI IN-


TERRUTTORI”.
L’interruttore di consenso (Pass) è guasto, sosti-
CORRETTO tuire l’interruttore (sinistro) sul manubrio.

EB805013

7. Connessioni del cablaggio


CONNESSIONI INCERTE
S Controllare tutte le connessioni del circuito del
sistema luci.
Fare riferimento a “SCHEMA DEL CIRCUI-
TO”. Collegare correttamente il sistema luci.

CORRETTO

Controllare le condizioni di ciascun circuito del


sistema luci.
Fare riferimento a “CONTROLLO SISTEMA
LUCI”.

7-26
SISTEMA LUCI ELEC
EB805020

CONTROLLO SISTEMA LUCI


1. Se la spia abbagliante e il faro non si accendono:
1. Lampada e zoccolo lampada MANCANZA DI CONTINUITÀ

 Verificare la continuità elettrica della lampada e


dello zoccolo della lampada.
CONTINUITÀ Sostituire la lampada e/o lo zoccolo della lampada.
ELETTRICA
2. Tensione Faro:
Terminale (+) del tester 
 Collegare il tester tascabile (20 V CC) ai connet- Terminale Giallo 1 o Verde 2
tori del faro e della spia abbagliante. Terminale (–) del tester  Terminale Nero 3
Spia abbagliante:
A Quando il commutatore luci è in posizione “LO”. Terminale (+) del tester  Terminale Giallo 4
B Quando il commutatore luci è in posizione “HI”. Terminale (–) del tester  Terminale Nero 5
B
Connettore faro Connettore strumentazione

 Portare l’interruttore principale su “ON”. FUORI SPECIFICA


 Portare il commutatore luci su “LO” o “HI”.
 Controllare la tensione (12 V) ai terminali
“Verde” e “Giallo” del connettore dello Il circuito che va dall’interruttore principale allo
zoccolo della lampada. zoccolo della lampada è guasto, ripararlo.
SODDISFA
LA SPECIFICA

Il circuito non è difettoso.

7-27
SISTEMA LUCI ELEC
B805021

2. Se la luce del cruscotto non si accende:

1. Lampada e zoccolo della lampada. MANCANZA DI CONTINUITÀ

 Verificare la continuità elettrica della lampada e


dello zoccolo della lampada.
Sostituire la lampada e/o lo zoccolo della lampada.
CONTINUITÀ ELETTRICA

2. Tensione
 Collegare il tester tascabile (20 V) al connettore
dello zoccolo della lampada.
Terminale (+) del tester  Term. Blu 1
Terminale (–) del tester  Term. Nero 2

 Portare l’interruttore principale su “ON”. FUORI SPECIFICA


 Controllare la tensione (12 V) del cavo “Blu”
sul connettore dello zoccolo della lampada.

SODDISFA Il circuito che va dall’interruttore principale al


LA SPECIFICA connettore dello zoccolo della lampada è guasto,
ripararlo.
Il circuito non è guasto.

EB805022

3. Se la luce di posizione posteriore non si accen-


de:
MANCANZA DI CONTINUITÀ
1. Lampada e zoccolo della lampada
 Verificare la continuità elettrica della lampada e
dello zoccolo della lampada. Sostituire la lampada e/o lo zoccolo della lampada.
CONTINUITÀ
ELETTRICA
2. Tensione
 Collegare il tester tascabile (20 V CC) al connet-
tore dello zoccolo della lampada.
Terminale (+) del tester  Term. Blu 1
Terminale (–) del tester  Term. Nero 2

7-28
SISTEMA LUCI ELEC

 Portare l’interruttore principale su “ON”. FUORI SPECIFICA


 Controllare la tensione (12 V) del cavo
“Blu”sullo zoccolo della lampada.

SODDISFA Il circuito che va dall’interruttore principale al


LA SPECIFICA connettore dello zoccolo della lampada è guasto,
ripararlo.
Il circuito non è guasto.

EB805023

4. Se la luce di posizione non si accende.

1. Lampada e zoccolo della lampada MANCANZA DI CONTINUITÀ

 Verificare la continuità elettrica della lampada e


dello zoccolo della lampada.
Sostituire la lampada e/o zoccolo della lampada.
CONTINUITÀ
ELETTRICA
2. Tensione
 Collegare il tester tascabile (20 V CC) al connet-
tore dello zoccolo della lampada.
Term. (+) del tester  Cavo Blu/Rosso 1
Term. (–) del tester  Cavo Nero 2

 Portare l’interruttore principale su “ON”.


 Controllare la tensione (12 V) del cavo FUORI SPECIFICA
“Blu/Rosso” sul connettore dello zoccolo
della lampada.

SODDISFA Il circuito che va dall’interruttore principale al


LA SPECIFICA connettore dello zoccolo della lampada è guasto,
ripararlo.
Il circuito non è guasto.

7-29
SISTEMA DI SEGNALAZIONE ELEC
EB806000

SISTEMA DI SEGNALAZIONE
SCHEMA DEL CIRCUITO

7-30
SISTEMA DI SEGNALAZIONE ELEC
3 Interruttore principale
4 Batteria
5 Fusibile principale
12 Centralina di accensione
16 Interruttore del folle
19 Spia motore
20 Spia indicatori di direzione
21 Spia del folle
23 Indicatori di direzione anteriori
24 Indicatori di direzione posteriori
29 Interruttore avvisatore acustico
31 Interruttore indicatori di direzione
32 Intermittenza indicatori di direzione
33 Avvisatore acustico
34 Interruttore freno posteriore
35 Luce di posizione posteriore / stop
41 Fusibile sistema di segnalazione
45 Interruttore freno anteriore

7-31
SISTEMA DI SEGNALAZIONE ELEC
EB806010

RICERCA GUASTI

SE INDICATORI DI DIREZIONE, LUCE DELLO STOP E/O LE LUCI SPIA NON SI ACCENDONO:
SE L’AVVISATORE ACUSTICO NON FUNZIONA:

Procedura
Controllare:
1. Fusibili (principale e segnalazioni)
2. Batteria
3. Interruttore principale
4. Cablaggio (sistema di segnalazione completo)

NOTA:
D Rimuovere i seguenti componenti prima di inizia- Tester tascabile:
re la ricerca guasti: 90890-03112
1) Coperchio della batteria
2) Sella del guidatore
3) Serbatoio carburante
4) Coperchi laterali dello sterzo
5) Gruppo ottico faro
6) Gruppo luci di posizione posteriore/stop
D Usare i seguenti attrezzi speciali per la ricerca
guasti.

EB802011

1. Fusibili (principale e segnalazioni) MANCANZA DI CONTINUITÀ

Fare riferimento a “CONTROLLO DEGLI


INTERRUTTORI”.
CONTINUITÀ Sostituire il (i) fusibile (i).
EB802012 ELETTRICA
2. Batteria
S Controllare le condizioni della batteria. NON CORRETTO
Fare riferimento a “CONTROLLO DELLA
BATTERIA” nel CAPITOLO 3.
Tensione a circuito aperto: S Pulire i morsetti della batteria.
12,8 V o più a 20_C S Ricaricare o sostituire la batteria.

CORRETTO
:

7-32
SISTEMA DI SEGNALAZIONE ELEC
:

3. Interruttore principale NON CORRETTO

Fare riferimento a “CONTROLLO DEGLI IN-


TERRUTTORI”.
Sostituire l’interruttore principale.
CORRETTO
EB806011

4. Connessioni del cablaggio


CONNESSIONI INCERTE
S Controllare tutte le connessioni del circuito del
sistema di segnalazione.
Fare riferimento a “SCHEMA DEL CIRCUITO”.
Collegare correttamente il sistema di segnalazione.
CORRETTO

Controllare le condizioni di ciascun circuito del


sistema di segnalazione.
Fare riferimento a “CONTROLLO DEL SISTE-
MA DI SEGNALAZIONE”.

7-33
SISTEMA DI SEGNALAZIONE ELEC
B806020

CONTROLLO SISTEMA DI SEGNALAZIONE


1. Se l’avvisatore acustico non suona:

MANCANZA DI CONTINUITÀ
1. Interruttore avvisatore acustico
Fare riferimento a “CONTROLLO DEGLI IN-
TERRUTTORI”.
Sostituire l’interruttore (sinistro) sul manubrio.
CONTINUITÀ
ELETTRICA

2. Tensione
 Collegare il tester tascabile (20 V CC) al cavo
dell’avvisatore acustico.
Term. (+) del tester  Cavo Nero/Bianco 1
Term. (–) del tester  Massa del telaio

 Portare l’interruttore principale su “ON”. FUORI SPECIFICA


 Controllare la tensione (12 V) del cavo “Ne-
ro/Bianco” al terminale dell’avvisatore acustico.

SODDISFA Il circuito che va dall’interruttore principale al ter-


LA SPECIFICA minale dell’avvisatore acustico è guasto, ripararlo.

3. Tensione
 Collegare il tester tascabile (20 V CC) al termi-
nale “Rosa” dell’avvisatore acustico.
Terminale (+) del tester  Cavo Rosa 1
Terminale (–) del tester  Massa del telaio

 Portare l’interruttore principale su “ON”. FUORI SPECIFICA


 Cntrollare la tensione (12 V) del cavo
“Rosa” al terminale dell’avvisatore acustico.

SODDISFA Sostituire l’avvisatore acustico.


LA SPECIFICA

Regolare o sostituire l’avvisatore acustico.

7-34
SISTEMA DI SEGNALAZIONE ELEC
EB806022

2. Se la spia del freno non si accende:

NON CORRETTO
1. Interruttore freno (anteriore e posteriore)
Fare riferimento a “CONTROLLO DEGLI IN-
TERRUTTORI”.
Sostituire interruttore freno.
CORRETTO

2. Tensione
 Collegare il tester tascabile (20 V CC) al connet-
tore dello zoccolo della lampada.
Terminale (+) del tester  Terminale Giallo 1
Terminale (–) del tester  Terminale Nero 2

 Portare l’interruttore principale su “ON”. FUORI SPECIFICA


 La leva del freno è tirata o il pedale del
freno è premuto.
 Controllare la tensione (12 V) del cavo Il circuito che va dall’interruttore principale al
“Giallo” al connettore dello zoccolo della connettore dello zoccolo della lampada è guasto,
lampada. ripararlo.
SODDISFA
LA SPECIFICA

Il circuito non è guasto.


EB806023

3. Se l’indicatore di direzione e/o la spia sul cru-


scotto non lampeggia:
NON CORRETTO
1. Interruttore indicatori di direzione
Fare riferimento a “CONTROLLO DEGLI IN-
TERRUTTORI”.
Sostituire l’interruttore (sinistro) sul manubrio.
CORRETTO

2. Tensione
 Collegare il tester tascabile (20 V CC) al connet-
tore dell’intermittenza degli indicatori.
Terminale (+) del tester  Terminale
Marrone 1
Terminale (–) del tester  Massa del telaio

7-35
SISTEMA DI SEGNALAZIONE ELEC

 Portare l’interruttore principale su “ON”. FUORI SPECIFICA


 Controllare la tensione (12 V) del cavo
“Marrone” 1 al terminale dell’intermittenza
degli indicatori. Il circuito che va dall’interruttore principale al
SODDISFA connettore dell’intermittenza degli indicatori è
LA SPECIFICA guasto, ripararlo.

3. Tensione

 Collegare il tester tascabile (20 V CC) al


connettore dell’intermittenza degli indicatori.
Terminale (+) del tester  Terminale Mar-
rone/Bianco 1
Terminale (–) del tester  Massa telaio

 Portare l’interruttore principale su “ON”. FUORI SPECIFICA


 Controllare la tensione (12 V) del cavo 1 “Mar-
rone/Bianco” al terminale dell’intermittenza
degli indicatori. L’intermittenza degli indicatori è guasto, sostituirlo.
SODDISFA
LA SPECIFICA

A B
4. Tensione
 Collegare il tester tascabile (20 V CC) al connet-
tore dello zoccolo della lampada.

A Luce indicatore di direzione


B Spia indicatori di direzione

All’indicatore di direzione (sinistro):


Terminale (+) del tester  Cavo Cioccolato 1
Terminale (–) del tester  Massa telaio
All’indicatore di direzione (destro):
Terminale (+) del tester  Cavo Verde
scuro 2
Terminale (–) del tester  Massa telaio

Alla spia indicatori di direzione:


Terminale (+) del tester  Terminale 3
Marrone/Bianco
Terminale (–) del tester  Massa telaio

7-36
SISTEMA DI SEGNALAZIONE ELEC

 Portare l’interruttore principale su “ON”. FUORI SPECIFICA


 Spostare l’interruttore indicatori di direzione
su “L” o “R”.
 Controllare la tensione (12 V) del cavo
“Cioccolato” o del cavo “Verde scuro”
sul connettore dello zoccolo della lampada. Il circuito che va dall’interruttore indicatori di di-
SODDISFA rezione al connettore dello zoccolo della lampada
LA SPECIFICA è guasto, ripararlo.

Il circuito non è guasto.

EB806024

4. Se la spia del folle non funziona:

1. Interruttore del folle MANCANZA DI CONTINUITÀ

Fare riferimento a “CONTROLLO DEGLI IN-


TERRUTTORI”.

CONTINUITÀ Sostituire l’interruttore del folle.

2. Tensione
 Collegare il tester tascabile (20 V CC) al connet-
tore dello zoccolo della lampada.
Terminal (+) del tester  Terminale
Marrone 1
Terminale (–) del tester  Azzurro massa 2

 Portare l’interruttore principale su “ON”. FUORI SPECIFICA


 Controllare la tensione (12 V).

SODDISFA
LA SPECIFICA Il circuito che va dall’interruttore principale al
connettore dello zoccolo della lampada è guasto,
ripararlo.
Il circuito non è guasto.

7-37
EB808000

SCHEMA DEL CIRCUITO

7-38
SISTEMA POMPA DEL CARBURANTE
SISTEMA POMPA DEL CARBURANTE

3 Interruttore principale
4 Batteria
5 Fusibile principale
8 Centralina relé (relé pompa carburante)
ELEC

9 Pompa carburante
12 Centralina di accensione
43 Fusibile accensione
46 Interruttore arresto motore
SISTEMA POMPA DEL CARBURANTE ELEC
EB808010

FUNZIONAMENTO CIRCUITO POMPA DEL CARBURANTE


Il circuito pompa del carburante è costituito dal relè 1 Batteria
pompa carburante, dalla pompa carburante, dall’in- 2 Fusibile principale
terruttore arresto motore e dalla centralina di accen- 3 Interruttore principale
4 Fusibile accensione
sione.
5 Interruttore arresto motore
La centralina di accensione contiene l’unità di con- 6 Centralina di accensione
trollo per la pompa carburante. 7 Relè pompa carburante
8 Pompa carburante

7-39
SISTEMA POMPA DEL CARBURANTE ELEC
EB808020

RICERCA GUASTI

SE LA POMPA DEL CARBURANTE NON FUNZIONA:

Procedura 5. Centralina relè (relè pompa carburante)


Controllare: 6. Pompa carburante
1. Fusibili (principale e accensione) 7. Cablaggio (sistema carburante completo)
2. Batteria
3. Interruttore principale
4. Interruttore arresto motore

NOTA:
Tester tascabile:
D Rimuovere i seguenti componenti prima di inizia-
90890-03112
re la ricerca guasti:
1) Coperchio della batteria
2) Sella del guidatore
3) Serbatoio carburante
4) Coperchi laterali dello sterzo
D Usare i seguenti attrezzi speciali per la ricerca
guasti.

EB802011

1. Fusibili (principale e accensione) MANCANZA DI CONTINUITÀ

Fare riferimento a “CONTROLLO DEGLI IN-


TERRUTTORI”.
Sostituire il (i) fusibile (i).
CONTINUITÀ
EB802012

2. Batteria
S Controllare le condizioni della batteria. NON CORRETTO
Fare riferimento a “CONTROLLO DELLA
BATTERIA” nel CAPITOLO 3.
Tensione a circuito aperto: S Pulire i morsetti della batteria.
12,8 V o più a 20_C S Ricaricare o sostituire la batteria.

CORRETTO
:

7-40
SISTEMA POMPA DEL CARBURANTE ELEC


NON CORRETTO
3. Interruttore principale
Fare riferimento a “CONTROLLO DEGLI IN-
TERRUTTORI”. Sostituire l’interruttore principale.

CORRETTO

4. Interruttore arresto motore NON CORRETTO


Fare riferimento a “CONTROLLO DEGLI IN-
TERRUTTORI”.

CORRETTO Sostituire l’interruttore (destro) sul manubrio.

EB803023

5. Centralina relè (relè pompa carburante)


 Scollegare la centralina relè dal cablaggio.
 Collegare il tester tascabile (Ω  1) e la
batteria (12 V) ai terminali della centralina relè.

Terminale (+) della batteria 


Terminale Rosso/Nero 1
Terminale (–) della batteria 
Terminale Blu/Rosso 2 MANCANZA DI CONTINUITÀ
Terminale (+) del tester  Terminale Ros-
so/Nero 1
Terminale (–) del tester  Terminale Blu/Ne- Sostituire la centralina relè.
ro 3
 Controllare la continuità elettrica del relè della
pompa carburante.

CONTINUITÀ
EB808021

6. Resistenza della pompa carburante


 Scollegare il connettore della pompa
carburante dal cablaggio.
 Collegare il tester tascabile (Ω  1) ai
terminali del connettore della pompa carburante.
Terminale (+) del tester  Terminale
Blu/Nero 1
Terminale (–) del tester  Terminale Nero 2

7-41
SISTEMA POMPA DEL CARBURANTE ELEC
FUORI SPECIFICA
D Misurare la resistenza elettrica della pompa car-
burante.
Resistenza della pompa carburante:
1,6 X 2,2 Ω a 20_C Sostituire la pompa carburante.

SODDISFA
LA SPECIFICA
EB808022

CONNESSIONI INCERTE
7. Collegamenti del cablaggio
D Controllare tutte le connessioni dei circuiti del si-
stema pompa carburante.
Fare riferimento a “SCHEMA DEL CIRCUITO”. Collegare correttamente il sistema pompa carbu-
rante.
CORRETTO

Sostituire la centralina di accensione.

7-42
SISTEMA POMPA DEL CARBURANTE ELEC
VERIFICA DELLA POMPA CARBURANTE

Il carburante è estremamente infiammabile e in


certi casi ci può essere pericolo di esplosione o di
incendio. Bisogna fare molta attenzione e tenere
presente i seguenti punti:
D Spegnere il motore prima di far rifornimento.
D Non fumare e tenersi lontani da fiamme libere,
scintille e ogni altra fonte di fiamma.
D Fare attenzione a fuoriuscite di carburante.
Se per un caso fortuito ne viene versato, asciu-
garlo immediatamente con stracci asciutti.
D Se il carburante viene in contatto con il motore
quando questo è ancora caldo, potrebbe incen-
diarsi. Prima di eseguire la prova descritta di
seguito, assicurarsi che il motore sia completa-
mente freddo.

1. Controllare:
S Funzionamento della pompa carburante
*************************************
Procedura di controllo:
D Riempire il serbatoio carburante.
D Mettere l’estremità del tubo carburante in un con-
tenitore aperto.
D Collegare la batteria (12 V) ai terminali del con-
nettore della pompa carburante.

Cavo (+) della batteria  Term. Blu/Nero 1


Cavo (–) della batteria  Term. Nero 2
D Se il carburante esce dal tubo, la pompa funziona
correttamente. In caso contrario sostituire il grup-
po pompa del carburante.
*************************************

7-43
3 Interruttore principale
4 Batteria
5 Fusibile principale
16 Interruttore del folle
37 Riscaldatore carburatore
38 Rilè riscaldatore del carburatore
39 Interruttore termico
40 Fusibile riscaldatore carburatore
SCHEMA DEL CIRCUITO

7-44
SISTEMA RISCALDATORE DEL CARBURATORE
SISTEMA RISCALDATORE DEL CARBURATORE
ELEC
SISTEMA RISCALDATORE DEL CARBURATORE ELEC
EB808020

RICERCA GUASTI

SE IL RISCALDATORE DEL CARBURATORE NON FUNZIONA:

Procedura
Controllare:
1. Fusibili (principale e riscaldatore del carburato- 5. Relè riscaldatore carburatore
re) 6. Interruttore termico
2. Batteria 7. Riscaldatore del carburatore
3. Interruttore principale 8. Connessioni del cablaggio (sistema riscaldatore
4. Interruttore del folle del carburatore completo)

NOTA: Tester tascabile:


D Rimuovere i seguenti componenti prima di inizia- 90890-03112
re la ricerca guasti:
1) Coperchio della batteria
2) Sella del guidatore
3) Serbatoio carburante
4) Coperchi laterali dello sterzo
D Usare i seguenti attrezzi speciali per la ricerca
guasti.

EB802011

1. Fusibili (principale e riscaldatore del carburatore) MANCANZA DI CONTINUITÀ

Fare riferimento a “CONTROLLO DEGLI IN-


TERRUTTORI”.
Sostituire i fusibili.
CONTINUITÀ
EB802012

2. Batteria
S Controllare le condizioni della batteria. NON CORRETTO
Fare riferimento a “CONTROLLO DELLA
BATTERIA” nel CAPITOLO 3.
Tensione a circuito apertro: S Pulire i morsetti della batteria.
12,8 V o più a 20_C S Ricaricare o sostituire la batteria.

CORRETTO
:

7-45
SISTEMA RISCALDATORE DEL CARBURATORE ELEC


NON CORRETTO
3. Interruttore principale
Fare riferimento a “CONTROLLO DEGLI IN-
TERRUTTORI”. Sostituire l’interruttore principale.

CORRETTO

4. Interruttore del folle NON CORRETTO


Fare referimento a “CONTROLLO DEGLI IN-
TERRUTTORI”.

CORRETTO Sostituire l’interruttore del folle.


EB803023

1. Relè riscaldatore del carburatore


 Scollegare il relè del riscaldatore del carbu-
ratore dal cablaggio.
 Collegare il tester tascabile (Ω  1) e la
batteria (12 V) ai terminali del relè del riscalda-
tore del carburatore.

Terminale (+) della batteria 


Terminale Marrone/Giallo 1
Terminale (–) della batteria 
Terminale Azzurro 2 CONTINUITÀ
Terminale (+) del tester 
Terminale Marrone/Nero 3
Terminale (–) del tester  Sostituire il relè del riscaldatore del carburatore.
Terminale Nero/Giallo 4
 Controllare che non ci sia continuità nel relè del
riscaldatore del carburante.

MANCANZA
DI CONTINUITÀ


7-46
SISTEMA RISCALDATORE DEL CARBURATORE ELEC
D

6. Interruttore termico
f Rimuovere l’interruttore termico dalla piastra
interruttore termico.
f Collegare il tester tascabile al cavo dell’inter-
ruttore termico.
Terminale (+) del tester  Terminale Mar-
rone/Giallo 1
Terminale (–) del tester  Terminale Ne-
ro/Giallo 2
f Immergere l’interruttore termico in acqua 3 .
f Verificare la continuità elettrica dell’interruttore
termico.
Riscaldare l’acqua. Con un termometro 4 tene-
re sotto controllo la temperatura dell’acqua.

Fasi Temperatura Condizione


della prova dell’acqua corretta
OFF
1 Inferiore a 23 ± 3_C f

2 Superiore a 23 ± 3_C 
ON
3 Superiore a 12 ± 4_C  Interruttore termico Interruttore termico
12 ± 4_C 23 ± 3_C
4 Inferiore a 12 ± 4_C 

Prove 1 & 2 : Prova di riscaldamento


Prove 3 & 4 : Prova di raffreddamento NON CORRETTO
f: Continuità : Mancanza di continuità
f Se le condizioni non sono verificate, sostituire
l’interruttore termico. Sostituire l’interruttore termico.

CORRETTO

7. Riscaldatore del carburatore


f Rimuovere il riscaldatore del carburatore dal
corpo carburatore.
f Collegare il tester al riscaldatore del
carburatore.
Terminale (+) del tester 
Terminale del riscaldatore 1
Terminale (–) del tester 
Corpo del riscaldatore 2

7-47
SISTEMA RISCALDATORE DEL CARBURATORE ELEC
NON CORRETTO
D Misurare la resistenza elettrica del riscaldatore.
Resistenza del riscaldatore del
carburatore:
12 V 15W : 6 X 12 Ω a 20_C Sostituire il riscaldatore del carburatore.
12 V 30W : 6 X 10 Ω a 20_C

CORRETTO

CONNESSIONI INCERTE
8. Collegamenti del cablaggio
D Controllare tutte le connessioni dei circuiti del ri-
scaldatore del carburatore.
Collegare correttamente il sistema riscaldatore
Fare riferimento a “SCHEMA DEL CIRCUITO”.
del carburatore.

7-48
AUTODIAGNOSI ELEC

AUTODIAGNOSI
Il modello XVS650 ha un sistema di autodiagnosi.
Quando l’interruttore principale è posizionato su “ON”, vengono controllati i dispositivi elencati nella tabella
sotto riportata e i relativi codici di stato sono rappresentati sull’indicatore luminoso del motore (indipendente-
mente dal fatto che il motore funzioni o sia spento).

NOTA:
Il modello XVS650 ha un sistema di autodiagnosi.
Sulla XVS650, quando l’interruttore principale viene azionato, sul tachimetro la “Spia indicatore motore” si ac-
cende per 1,4 secondi e poi si spegne. Comunque, se c’è un malfunzionamento, si accende per 1,4 secondi, si
spegne e poi inizia a lampeggiare. (Rimane comunque accesa quando il motore è in moto).

Visualizzazione
codice condizione
Dispositivo Condizione Risposta
A motore A motore
fermo in moto
Sensore posizione Scollegato  Permette il funzionamento Lampeggia Accesa
acceleratore (TPS) In corto circuito del motociclo così che
Bloccato l’anticipo dell’accensione è
fisso quando l’acceleratore
è completamente aperto.
 Codice condizione
visualizzato dalla spia
indicatore motore.

Sequenza di visualizzazione della spia indicatore motore

1 Spia accesa (secondi) . . . . 0,5 secondi


2 Spia spenta (secondi) . . . . 0,5 secondi
3 Numero di lampeggi . . . . . Codice di errore
4 Spia spenta (secondi) . . . . 3 secondi

Spia accesa

Spia spenta

1 2 Ripetizione

3 4

7-49
AUTODIAGNOSI ELEC
RICERCA GUASTI

La spia indicatore motore inizia a mostrare la sequenza di autodiagnosi.

NOTA:
Usare il seguente attrezzo speciale nella ricerca gua- Tester tascabile:
sti. 90890-03112

1. Sensore posizione acceleratore (TPS)


SCHEMA DEL CIRCUITO

11 Sensore posizione acceleratore


12 Centralina di accensione

1. Cablaggio MANCANZA DI CONTINUITÀ

 Controllare la continuità elettrica del cablaggio.


Fare riferimento a “SCHEMA DEL CIRCUITO”.
Riparare o sostituire il cablaggio.
CONTINUITÀ

2. Sensore posizione acceleratore (TPS)


 Controllare la continuità elettrica del sensore CATTIVA CONTINUITÀ ELETTRICA
(TPS).
 Fare riferimento a “CONTROLLO E REGO-
LAZIONE DEL SENSORE POSIZIONE
Sostituire il TPS.
ACCELERATORE (TPS)” nel CAPITOLO 5.

BUONA CONTINUITÀ
ELETTRICA

Sostituire la centralina di accensione.

7-50
TRBL
SHTG
CAPITOLO 8
RICERCA GUASTI

MANCATO AVVIAMENTO/AVVIAMENTO DIFFICOLTOSO . . . . . . . 8-1


SISTEMA CARBURANTE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 8-1
IMPIANTO ELETTRICO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 8-1
SISTEMA DI COMPRESSION . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 8-2

PRESTAZIONI SCARSE AL MINIMO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 8-2


PRESTAZIONI SCARSE AL MINIMO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 8-2

PRESTAZIONI SCARSE ALLE MEDIE ED ALTE VELOCITÀ . . . . . . . 8-2


PRESTAZIONI SCARSE ALLE MEDIE ED ALTE VELOCITÀ . . . . . . 8-2

CAMBIO MARCE DIFETTOSO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 8-3


CAMBIO DURO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 8-3
IL PEDALE CAMBIO NON SI MUOVE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 8-3
LA MARCIA ESCE DA SOLA . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 8-3

FRIZIONE CHE SLITTA/NON STACCA . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 8-3


FRIZIONE CHE SLITTA . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 8-3
FRIZIONE CHE NON STACCA . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 8-3

SURRISCALDAMENTO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 8-4
SURRISCALDAMENTO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 8-4

FRENO DIFETTOSO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 8-4


EFFETTO FRENANTE RIDOTTO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 8-4

PERDITA D’OLIO E FUNZIONAMENTO DIFETTOSO DELLA


FORCELLA ANTERIORE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 8-4
FUNZIONAMENTO DIFETTOSO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 8-4
PERDITA D’OLIO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 8-4

GUIDA INSTABILE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 8-5


GUIDA INSTABILE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 8-5

SISTEMI DI ILLUMINAZIONE E SEGNALAZIONE DIFETTOSI . . . . 8-5


IL FARO NON SI ACCENDE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 8-5
BRUCIATURA DELLA LAMPADA . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 8-5
GLI INDICATORI DI DIREZIONE NON FUNZIONANO . . . . . . . . . . . 8-5
GLI INDICATORI DI DIREZIONE LAMPEGGIANO
LENTAMENTE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 8-5
GLI INDICATORI DI DIREZIONE RESTANO ACCESI . . . . . . . . . . . . 8-5
GLI INDICATORI DI DIREZIONE LAMPEGGIANO
VELOCEMENTE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 8-5
L’AVVISATORE ACUSTICO NON SUONA . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 8-5
TRBL
SHTG
TRBL
MANCATO AVVIAMENTO/AVVIAMENTO DIFFICOLTOSO SHTG
EB900000

RICERCA GUASTI
NOTA:
La presente guida per la ricerca guasti non copre tutte le possibili cause dei problemi. Dovrebbe comunque essere
d’aiuto come guida nell’individuare i guasti. Fare riferimento alle relative procedure contenute nel presente ma-
nuale per quanto si riferisce ai controlli, regolazioni e sostituzioni.

MANCATO AVVIAMENTO/AVVIAMENTO DIFFICOLTOSO


SISTEMA CARBURANTE
Serbatoio Carburatore
 Vuoto  Carburante deteriorato o contaminato
 Filtro carburante intasato  Getto del minimo intasato
 Pescante carburante intasato  Passaggio aria minimo intasato
 Tubo di sfiato serbatoio carburante intasato  Infiltrazione di aria
 Valvola antiribaltamento intasata  Galleggiante deformato
 Tubo di sfiato della valvola antiribaltamento inta-  Valvola a spillo usurata
sato  Sede valvola non sigillata correttamente
 Carburante deteriorato o contaminato  Livello carburante mal regolato
Rubinetto carburante  Getto minimo mal regolato
 Tubo carburante ostruito  Getto avviamento intasato
 Pistoncino avviamento a freddo difettoso
 Cavo avviamento a freddo mal regolato
Filtro aria
 Elemento filtro aria intasato
Pompa carburante
 Pompa carburante difettosa
 Centralina relè difettosa (relè pompa carburante)
IMPIANTO ELETTRICO
Candele Interruttori e cablaggio
 Distanza tra gli elettrodi non corretta  Interruttore principale difettoso
 Elettrodi consumati  Interruttore arresto motore difettoso
 Collegamento tra i terminali interrotto  Cavo interrutto o in corto circuito
 Gradazione sbagliata  Interruttore del folle difettoso
 Cappuccio candela difettoso  Interruttore di avviamento difettoso
Bobina di accensione  Interruttore cavalletto laterale difettoso
 Primario/secondario interrotto o in corto circuito  Interruttore frizione difettoso
 Cavo candela direttoso Motorino di avviamento
 Corpo rotto  Motorino di avviamento difettoso
Sistema completamente transistorizzato  Relè avviamento difettoso
 Centralina di accensione difettosa  Centralina relè difettoso (relè di interruzione del
 Bobina di raccolta difettosa circuito di avviamanto)
 Frizione di avviamento difettosa

8-1
MANCATO AVVIAMENTO/AVVIAMENTO DIFFICOLTOSO/
PRESTAZIONI SCARSE AL MINIMO/ TRBL
PRESTAZIONI SCARSE ALLE MEDIE ED ALTE VELOCITÀ SHTG
SISTEMA DI COMPRESSIONE
Cilindro e testa cilindro Pistone e segmenti del pistone
 Candela allentata  Segmento del pistone montato non correttamente
 Coppia di serraggio testa o cilindro insufficiente  Segmento del pistone usurato, affaticato o rotto
 Guarnizione testa cilindro difettosa  Segmento del pistone grippato
 Cilindro usurato, danneggiato o grippato  Pistone grippato o danneggiato
 Cattiva tenuta valvole Carter e albero motore
 Contatto valvola-sede valvola non corretto  Carter montato non correttamente
 Fase valvole mal regolata  Albero motore grippato
 Molla valvola difettosa

PRESTAZIONI SCARSE AL MINIMO


PRESTAZIONI SCARSE AL MINIMO
Carburatore Impianto elettrico
 Pistoncino avviamento a freddo che non ritorna  Batteria difettosa
correttamente  Candela difettosa
 Getto minimo allentato  Centralina accensione difettosa
 Getto minimo aria intasato  Bobina di raccolta difettosa
 Carburatori mal sincronizzati  Bobina di accensione difettosa
 Regime del minimo mal regolato (vite fermo ac- Gruppo valvole
celeratore)  Gioco valvole mal regolato
 Gioco cavo acceleratore mal regolato Filtro aria
 Carburatore ingolfato  Elemento filtrante intasato

PRESTAZIONI SCARSE ALLE MEDIE ED ALTE VELOCITÀ


PRESTAZIONI SCARSE ALLE MEDIE ED ALTE VELOCITÀ
Fare riferimento a “MANCATO AVVIAMENTO/AVVIAMENTO DIFFICOLTOSO”. (Sistema carburante,
impianto elettrico, sistema di compressione e gruppo valvole)

Carburatore Filtro aria


 Diaframma difettoso  Elemento filtrante intasato
 Livello carburante mal regolato Pompa carburante
 Getto principale intasato o allentato  Pompa carburante difettosa

8-2
CAMBIO MARCE DIFETTOSO/ TRBL
FRIZIONE CHE SLITTA/NON STACCA SHTG
CAMBIO MARCE DIFETTOSO
CAMBIO DURO
Fare riferimento a “FRIZIONE CHE NON STACCA”.

IL PEDALE CAMBIO NON SI MUOVE


Albero cambio Cambio
 Rinvio pedale del cambio mal regolato  Ingranaggio del cambio grippato
 Albero del cambio piegato  Incrostazioni
Desmodromico del cambio, forcelle cambio  Cambio montato non correttamente
 Scanalature del desmodromico ostruite da impu-
rità
 Forcella cambio grippata
 Barra guida forcella cambio deformata

LA MARCIA ESCE DA SOLA


Albero cambio Desmodromico cambio
 Posizione leva cambio mal regolata  Gioco di spinta non corretto
 Arresto leva mal collegato  Pista desmodromico usurata
Forcella cambio Cambio
 Forcella cambio usurata  Innesto ingranaggio usurato

FRIZIONE CHE SLITTA/NON STACCA


FRIZIONE CHE SLITTA
Frizione Olio motore
 Cavo della frizione mal regolato  Livello olio non corretto
 Molla frizione allentata  Viscosità non corretta (bassa)
 Molla frizione snervata  Deteriorato
 Disco d’attrito/disco frizione consumato
 Frizione montata non correttamente

FRIZIONE CHE NON STACCA


Frizione Olio motore
 Spingidisco deformato  Livello olio non corretto
 Molle frizione regolate non uniformemente  Viscosità non corretta (bassa)
 Asta di spinta piegata  Deteriorato
 Mozzo frizione rotto
 Cuscinetto ingranaggio condotto primario surri-
scaldato
 Disco frizione deformato
 Disco d’attrito rigonfiato
 Riferimenti non allineati

8-3
SURRISCALDAMENTO/FRENO DIFETTOSO/PERDITA D’OLIO TRBL
E FUNZIONAMENTO DIFETTOSO DELLA FORCELLA ANTERIORE SHTG
SURRISCALDAMENTO
SURRISCALDAMENTO
Sistema di accensione  Elemento filtrante aria intasato
 Distanza non regolare tra gli elettrodi della cande- Sistema di compressione
la  Accumulo di depositi carboniosi
 Campo di temperatura (gradazione) della candela Olio motore
non corretto  Livello olio non corretto
 Centralina di accensione difettosa  Viscosità olio non corretta
Sistema carburante  Olio di qualità scadente
 Regolazione impropria getto principale del car- Freno
buratore  Freno non libero
 Livello carburante non regolare
FRENO DIFETTOSO
EFFETTO FRENANTE RIDOTTO
Freno a disco Freno a tamburo
 Pastiglie freno consumate  Ganasce consumate
 Disco consumato  Tamburo freno consumato o arrugginito
 Aria nel liquido freno  Regolazione gioco freno non corretta
 Perdita di liquido freno  Posizione leva camma freno non corretta
 Gruppo pompante freno difettoso  Posizione ganascia freno non corretta
 Guarnizione gruppo pinza difettosa  Molla di richiamo snervata/difettosa
 Bullone di giunzione allentato  Olio/grasso su tamburo/ganascia del freno
 Tubo liquido freni rotto  Asta del freno rotta
 Olio/grasso su pastiglie o disco
 Livello liquido freni basso

PERDITA D’OLIO E FUNZIONAMENTO DIFETTOSO DELLA FORCELLA


ANTERIORE
FUNZIONAMENTO DIFETTOSO PERDITA D’OLIO
 Stelo piegato, deformato o danneggiato  Stelo piegato, danneggiato o arrugginito
 Gambale esterno piegato o deformato  Gambale esterno danneggiato o fessurato
 Molla forcella danneggiata  Bordo paraolio danneggiato
 Boccola di scorrimento metallica usurata o dan-  Paraolio mal installato
neggiata  Livello dell’olio irregolare (troppo alto)
 Asta ammortizzatore piegata o danneggiata  Bullone di tenuta asta ammortizzatore allentato
 Viscosità dell’olio non corretta  Anello di tenuta tappo rotto
 Livello dell’olio non regolare  Bullone di scarico allentato
 Guarnizione bullone di scarico danneggiata

8-4
GUIDA INSTABILE/ TRBL
SISTEMI DI ILLUMINAZIONE E SEGNALAZIONE DIFETTOSI SHTG
GUIDA INSTABILE
GUIDA INSTABILE
Manubrio Forcella anteriore
 Installato male o piegato  Livello olio diverso tra i due bracci
Sterzo  Carico della molla non uguale (posizionamento
 Corona manubrio mal installata irregolare del regolatore forza di smorzamento)
 Asse sterzo piegato  Molla rotta
 Asse dello sterzo mal installato (ghiera non serra-  Forcella anteriore svergolata
ta al giusto valore di coppia)
 cuscinetto a sfere o pista cuscinetto danneggiati

Forcellone Ruota
 Boccola o cuscinetto usurato  Bilanciamento irregolare della ruota
 Piegato o danneggiato  Struttura ruota deformata
Ammortizzatore posteriore  Cuscinetto danneggiato
 Molla guasta  Perno ruota piegato o allentato
 Perdite di olio o gas  Scentratura della ruota fuori tolleranza
Pneumatico  Raggio allentato
 Pressione di gonfiaggio non omogenea tra i pneu- Telaio
matici  Piegato
 Pressione di gonfiaggio non corretta  Piantone sterzo danneggiato
 Consumo irregolare del pneumatico  Pista del cuscinetto mal installata

SISTEMI DI ILLUMINAZIONE E SEGNALAZIONE DIFETTOSI


IL FARO NON SI ACCENDE BRUCIATURA DELLA LAMPADA
 Lampada non corretta  Lampada non corretta
 Troppi accessori elettrici in funzione  Batteria difettosa
 Difficoltà di carica (filo interrotto nella bobina  Raddrizzatore/regolatore difettoso
dello statore, raddrizzatore/regolatore difettoso)  Massa non corretta
 Collegamenti incerti  Interruttore principale e/o luci difettoso
 Massa non corretta  Lampada bruciata
 Contatti difettosi (interruttore principale o luci) LAMPEGGIATORE RESTA ACCESO
 Lampada bruciata  Intermittenza indicatori difettosa
LAMPEGGIATORE NON FUNZIONA  Lampada bruciata
 Massa non corretta LAMPEGGIATORE LAMPEGGIA VELOCE-
 Batteria scarica MENTE
 Interruttore indicatori di direzione difettoso  Lampada non corretta
 Intermittenza indicatori difettosa  Intermittenza indicatori difettosa
 Filo del cablaggio interrotto  Lampada bruciata
 Connettore allentato AVVISATORE ACUSTICO NON FUNZIONA
 Lampada bruciata  Batteria difettosa
 Fusibile interrotto  Fusibile interrotto
LAMPEGGIATORE LAMPEGGIA LENTA-  Interruttore principale e/o interruttore avvisatore
MENTE acustico difettoso
 Relè lampeggiatore guasto  Avvisatore acustico mal regolato
 Interruttore principale e/o di direzione guasto  Avvisatore acustico difettoso
 Bulbo non come specificato  Filo del cablaggio interrotto

8-5
TRBL
SHTG
SCHEMA ELETTRICO XVS650 ’97

1 Generatore C.A.
2 Raddrizzatore/ regolatore
3 Interruttore principale
4 Batteria
5 Fusibile principale
6 Relè di avviamento
7 Motorino di avviamento
8 Centralina relè
9 Pompa carburante
10 Interruttore cavalletto laterale
11 Sensore posizione acceleratore (TPS)
12 Centralina accensione
13 Bobina di accensione
14 Candela
15 Bobina di raccolta
16 Interruttore del folle
17 Gruppo strumentazione
18 Luce strumentazione
19 Spia motore
20 Spia indicatori di direzione
21 Spia del folle
22 Spia abbaglianti
23 Indicatori di direzione anteriori
24 Indicatori di direzione posteriori
25 Faro
26 Interruttore sinistro del manubrio
27 Interruttore di consenso (Pass)
28 Commutatore luce abbagliante / anabbagliante
29 Avvisatore acustico
30 Interruttore frizione
31 Interruttore indicatori di direzione
32 Relè lampeggiatore
33 Avvisatore acustico
34 Interruttore freno posteriore
35 Luce di posizione posteriore / freno
36 Luci di posizione
37 Riscaldatore del carburatore
38 Relè riscaldatore del carburatore
39 Interruttore termico
40 Fusibile riscaldatore del carburatore
41 Fusibile sistema di segnalazione
42 Fusibile del faro
43 Fusibile accensione
44 Interruttore destro del manubrio
45 Interruttore freno anteriore
46 Interruttore arresto motore
CODICE DEI COLORI 47 Interruttore luci
B . . . . . Nero L ..... Blu W .... Bianco Br/L . . Marrone/Blu L/W . . Blu/Bianco 48 Interruttore avviamento
Br . . . . Marrone Lg . . . . Verde chiaro Y..... Giallo Br/W . Marrone/Bianco L/Y . . . Blu/Giallo
O..... Arancione B/L . . . Nero/Blu Br/Y . . Marrone/Giallo R/B . . . Rosso/Nero
Ch . . . . Cioccolato R/W . . Rosso/Bianco
Dg . . . . Verde scuro P ..... Rosa B/W . . Nero/Bianco G/Y . . Verde/Giallo R/Y . . . Rosso/Giallo
G . . . . . Verde R ..... Rosso B/Y . . . Nero/Giallo L/B . . . Blu/Nero
Gy . . . . Grigio Sb . . . . Azzurro Br/B . . Marrone/Nero L/R . . . Blu/Rosso