Sei sulla pagina 1di 17

Azienda USL Pescara

Assetto e Riorganizzazione della ASL di Pescara

Il contesto di riferimento
Piano di Rientro concordato tra la Regione ed il MEF dal 2007 Deliberazione n44/2010 Definizione del Piano Operativo

Linee Guida per la redazione degli Atti aziendali

Deliberazione n45/2010 provvedimenti tecnici attuativi Azioni 1 e 3 Piano Operativo

La Nuova Organizzazione I tre principi ispiratori della nostra nuova organizzazione


l'unitariet dei livelli di assistenza su tutto il UNIVERSALIT territorio provinciale l'equit d'accesso ai servizi per tutti i cittadini

EQUIT

servizi migliori offerti con una organizzazione SOSTENIBILITA orientata alla specializzazione, integrazione e differenziazione

garantire assistenza sanitaria per tutti i cittadini, utilizzando percorsi orientati ed organizzati secondo le pi avanzate logiche del Governo Clinico e non assistenza di tipo generalista

La Nuova Organizzazione Le caratteristiche indispensabili della nostra nuova organizzazione APPROPRIATEZZA TEMPESTIVITA
servizi Puntare sulla flessibilit dellorganizzazione per migliorare i tempi di risposta al paziente

Maggiore coerenza tra la risposta assistenziale offerta ed il setting di risorse con cui si erogano i

CONTINUITA DELLE CUREPotenziare legami ed integrazione tra le


aree strategiche aziendali per la cure sul territorio semplificazione nellerogazione delle

Mirare ad una organizzazione che favorisca ladozione di percorsi integrati tra ospedale e territorio valorizzando le professionalit in campo e favorendo il miglioramento e lumanizzazione dei livelli assistenziali offerti

Le scelte dellAsl di Pescara


Il Documento di indirizzo programmatico regionale per gli strumenti di programmazione delle Aziende Sanitarie Linee Guida per la redazione degli Atti Aziendali

VINCOLO DETERMINANTE
COMPOSIZIONE DELLORGANIZZAZIONE GIA TRACCIATA E DELINEATA DALLA PROGRAMMAZIONE REGIONALE

Le scelte dellAsl di Pescara


Ambiti di intervento particolarmente limitati e comunque non inerenti ai livelli organizzativi di elevata responsabilit quali: Dipartimenti Unit Operative Complesse

Quindi lintervento sar concentrato sul


Rendere coerente le scelte della Programmazione Regionale con la Visione Strategica, focalizzando prevalentemente la riorganizzazione su logiche, modalit e processi per il buon funzionamento dellAzienda

Le scelte dellAsl di Pescara


Lassetto organizzativo a regime, nel rispetto degli obiettivi di razionalizzazione ed economicit imposti, pone come prerogativa indispensabile i seguenti elementi: 1. Responsabilit Forti e Definite 2. Integrazione e Trasversalit

Le scelte dellAsl di Pescara


1 - RESPONSABILITA FORTI E DEFINITE
La Responsabilit Gestionale attribuita ad un Responsabile di: Dipartimento Unit Operativa Complessa Unit Operativa Semplice Dipartimentale o Semplice con autonomia di Budget Il Direttore un Manager ed investito dellautorit gerarchica necessaria alla corretta, efficiente ed efficace organizzazione e gestione delle risorse assegnate per il perseguimento dellattivit istituzionale della Struttura e degli obiettivi specifici negoziati con la direzione aziendale

Responsabilit GESTIONALE

Il Direttore di Struttura responsabilizzato sui risultati conseguiti dalla propria articolazione e su di essi sar verificato

Le scelte dellAsl di Pescara


2 - INTEGRAZIONE E TRASVERSALITA

Il Coordinamento Funzionale finalizzato ad operare un collegamento professionale tra Unit Operative e/o Uffici omogenei, ovvero Gruppi di lavoro o esperti appartenenti ad articolazioni diverse

Il Coordinatore collabora con i Direttori di Struttura o con i componenti dei Gruppi di Lavoro mediante la predisposizione e diramazione di Linee Guida, Regolamenti, Riunioni di raccordo, affinch si raggiunga la corretta ed omogenea erogazione dei servizi e delle prestazioni
Coordinamento Funzionale

I Coordinamenti Funzionali hanno lo scopo di omogeneizzare informazioni, attivit e procedimenti per una determinata linea di attivit sia di area sanitaria che amministrativa specifica

Le scelte dellAsl di Pescara


2 - INTEGRAZIONE E TRASVERSALITA
Agevolare forme di forte integrazione organizzativa tra: Stessa Area Strategica (tra i Presidi Ospedalieri) (tra i Distretti Sanitari)

Le scelte dellAsl di Pescara


2 - INTEGRAZIONE E TRASVERSALITA
PO Penne
Media Intensit di Cura, Alta Prevenzione Integrazione e Specializzazione tra i Presidi Ospedalieri

PO Popoli
Media Intensit di Cura, Alta Riabilitazione

PO Pescara
Alta Complessit, Alta Intensit di Cura

Le scelte dellAsl di Pescara


2 - INTEGRAZIONE E TRASVERSALITA

Agevolare forme di forte integrazione organizzativa tra: Diverse Aree Strategiche (Ospedale e Territorio)

Le scelte dellAsl di Pescara


Le Macrostrutture Aziendali

rea Ospedaliera P.O. PESCARA Dipartimento


Di Chirurgia

Dipartimento Di Medicina

Dipartimento Dipartimento Dipartimento Dipartimento Dipartimento Dei Servizi e Materno Emergenza Salute Onco Delle Infantile Urgenza Mentale Ematologico Biotecnologie

P.O. PENNE

P.O. POPOLI
Dipartimento Di Prevenzione

Area Territoriale
-DISTRETTI SANITARIUOS Assistenz a Consultori ale

Le scelte dellAsl di Pescara


Le Macrostrutture Aziendali Territoriali

UOC Area Pescara Area Funzionale


UOS Assistenza Primaria
UOS DS Pescara Sud

UOC Area Metropolitana Montesilvano

UOC Area Morrone Vestina

UOS DS Cepagatti

UOS DS Polo San Citt S A

UOS DS Spoltore Pianella

UOS DS Tocco S Valentino

UOS DS Penne Loreto

UOS DS Popoli

Area Funzionale
UOS Assistenza Intermedia (Residenziale Semiresidenzia Area Funzionale le) UOS Continuit Assistenziale e Riabilitazione

Area Funzionale
UOS Hospice e Cure Palliative

Le scelte dellAsl di Pescara


La Vision nel nuovo assetto organizzativo
Ar aO p d lie a e sea r P .P S AR .O E C A
D ipar ent tim o D i Medicin a D ipar im to t en M ater o n Inan f tile D ipar en tim to D S vizie ei er D elle B iotecn ologie D ipar en tim to E ergen m za U genza r D ipar en tim to S te alu Men tale

D ipar im to t en D i Chir gia ur

D ipar im o t ent On co E at m ologico

P .P N E .O E N

P .P P L .O O O I
D ipar im to t en D i P evenzion r e

Ar aT r it r le e e r o ia

-D T E T S N A I IS R T I A IT R
U OS As ise za s tn C n u o ia o s lt r le

Le UOC che andranno a costituire i Dipartimenti sono gi individuate dallAllegato 2 delle Linee Guida

Le UOS interne alle UOC saranno individuate rispettando i requisiti: 1. Rilevanza delle Risorse assegnate 2. Autonomia Gestionale ed Operativa 3. Responsabilit sul conseguimento dei Risultati della Gestione

Le scelte dellAsl di Pescara


La Vision nel nuovo assetto organizzativo
Ar aO p d lie a e sea r P .P S AR .O E C A
D ipar en tim to D i Ch u gia ir r D ipar en tim to D i Medicin a D ipar en tim to M er o at n Inan f tile D ipar im to t en D S vizi e ei er D elle B iotecnologie D ipar en tim to Onco E atologico m D ipar im to t en E er m gen za U genza r D ipar en tim to S t alu e Men tale

P .P N E .O E N

P .P P L .O O O I
D ipar im to t en D i P reven zion e

Ar aT r it r le e er o ia

-D T E T S N A I IS R T I A IT R

U OS As tn s ise za C n u o ia o s lt r le

Gli Incarichi Professionali per la Dirigenza saranno valorizzati riconoscendo loro un ruolo fondante nellorganizzazione

Le UOS che non contengono i requisiti illustrati saranno professionalmente valorizzate: 1. Adeguata Pesatura (Graduazione) 2. Composizione di GdL 3. Trasversalit e flessibilit nellorganizzazione

Le scelte dellAsl di Pescara


la tabella di marcia per essere a regime dal 1 Gennaio 2012

Fasi 1 Approvazione e Validazione Atto Aziendale 2 Predisposizione e deliberazione Graduazione delle Funzioni 3 Affidamento Incarichi e Contratti Individuali 4 Assegnazione delle Risorse e Negoziazione Budget 2012 5 Messa a Regime dei Sistemi di Gestione a partire dallAnno 2012