Sei sulla pagina 1di 9

Corso formativo di educazione sanitaria per la prevenzione delle malattie cardiovascolari

PROMEMORIA E RIFERIMENTI BIBLIOGRAFICI


FORMATORE INPS

Premessa

Ognuno di noi diverso nello stile, nel suo modo di trasmettere agli altri delle emozioni utili allapprendimento (per fortuna!), di conseguenza lintento di questo elaborato non quello di essere un manuale duso ma solo un piccolo promemoria che potr essere utile allinizio del percorso. Chi, come voi, fa formazione sa bene che lesperienza emotiva avuta in un corso non ripetibile perch cambiano il contesto ed i partecipanti, in qualche modo anche noi stessi cambiamo durante il tragitto del calendario degli eventi! Quindi sta ad ognuno di noi personalizzare nel modo che pi ritiene opportuno, a seconda dei partecipanti che sono in aula, la scaletta espositiva che segue per mantenere vivo linteresse per le tematiche che sono esposte, stimolare la riflessione e il confronto facilitando lattivazione della sfera emotiva fondamentale per lapprendimento. Nellevento formativo la vostra professionalit fondamentale per lesperienza e le competenze in ambito formativo e rivestirete, di conseguenza, un ruolo di regista, oltre che di docenti per la tematica dei sentimenti e delle emozioni. Cosa intendo con regista? Il regista colui che da animo che ha la sensibilit di percepire un vuoto e riempirlo con una frase unosservazione, che guarda in questo caso laula e percepisce il calo dattenzione o il momento di fare una pausa e riassumere per sommi capi tornando alla lavagna dalla quale era partito. Qualsiasi argomento che si tratta in un corso importante ma in questo caso lo maggiormente in quanto si parla di salute. Tenete sempre presente che nessuno pensa che il suo comportamento scorretto pu cagionare la sua salute e meno ancora ci percepito da un individuo sano. In qualche modo una sfida per la vostra professione ci che affronterete! Facilitare lapprendimento di un corretto stile di vita pu essere possibile solo se si stimola la consapevolezza nellindividuo che adottarlo non solo pu farlo vivere pi a lungo domani ma farlo vivere meglio nellimmediato. Volersi bene questo il messaggio che bisogna far arrivare, anche se ognuno di noi sa quanto difficile paradossalmente ci dimentichiamo, presi nel vortice della quotidianit dei pensieri delle preoccupazioni, piccole o purtroppo grandi che siano, che la vita la quotidianit aspettando illusoriamente un domani privo di problematiche! Buon lavoro Sonia Tilia

INDICAZIONI PER I QUESTIONARI: Levento formativo Io ho a cuore il mio cuore un corso deducazione sanitaria volto alla prevenzione delle malattie cardiovascolari sulla base delle indicazioni di studi epidemiologici su ampia scala. Lelaborazione dei dati del corso avr una valenza significativa, dal punto di vista epidemiologico, per il numero di persone che prevedibilmente vi parteciperanno su tutto il territorio nazionale, poich si tratta di un campione rappresentativo dindividui in et lavorativa. Ai partecipanti saranno somministrati dei questionari che dovranno essere compilati in modo anonimo nel pieno rispetto del D.Lgs 196/2003 "Codice in materia di dati personali". Trattandosi di dati anonimi ai sensi dell'articolo 4 lettera n poich neanche attraverso la combinazione dei dati l'interessato identificabile o individuabile, i dati non sono soggetti alla previsione del decreto. Una preventiva informazione sulle modalit della raccolta e trattamento dei dati anonimi sar fornita ai partecipanti al corso. Durante l'evento formativo saranno somministrati i seguenti questionari: 1. valutazione dellapprendimento in entrata ed in uscita in questo caso si tratta della stessa scheda composta da 10 domande che deve essere compilata prima dellinizio del corso e alla fine dello stesso; 2. scheda dati sanitari prevede una serie di risposte personali del partecipante (sesso, et, peso ecc.) ed necessario mantenerne l'anonimato; 3. test di Fagerstrom un questionario da compilare solo dai partecipanti fumatori 4. Scheda di valutazione del corso da parte dei partecipanti da compilare alla fine dellevento formativo Tutti i questionari anonimi saranno chiusi in una busta, raccolti su base regionale, senza l'indicazione della sede di provenienza, e inviati periodicamente alla Direzione generale - Coordinamento generale medico legale allattenzione della dott.ssa Sonia Tilia Per valutare lefficacia della metodica del corso formativo (innovativo nelleducazione sanitaria) vi sar richiesto di rispondere a un questionario relativo alle vostre impressioni sulla giornata formativa e alle reazioni dei partecipanti allevento. Per le opportune valutazioni, i questionari compilati saranno inviati in Direzione generale, presso la Direzione centrale formazione e sviluppo competenze all'attenzione sig.ra Simona Pietrella. Grazie per la collaborazione!

N.B.: Il cartaceo del corso formativo sar consegnato ai partecipanti solo dopo il gioco Amici e nemici del cuore.

SCALETTA EVENTO FORMATIVO


(gli orari sono puramente indicativi) Ore 9.00 9.30 Si illustrano i vari questionari spiegandone l'utilit e si invitano i partecipanti a compilarli (vedi sopra). Saranno raccolti a fine giornata in busta chiusa dopo la compilazione del questionario di valutazione dellapprendimento in uscita. Ore 9.30-9.50 Iniziate raccontando una metafora sullapprendimento (la seguente efficace, ma se volete siete liberi di inserire quella che pi vi piace, nel testo della Casula, diviso per tematiche, ce ne sono diverse ad es.) METAFORA La scelta del maestro

Tratta da Consuelo C. Casula, Giardinieri principesse porcospini, FrancoAngeli, Milano 2003

Cera una volta un gruppo di giovani che si reca in un monastero a cercare un vecchio maestro di cui vogliono diventare allievi. Il maestro vecchio e stanco, non ha pi tanta voglia di insegnare. Quando i giovani gli rivolgono la richiesta il maestro dice che lui disposto a prenderli come allievi solo se loro sono disposti a dimenticare i precedenti insegnamenti e insegnanti. Con lui devono spogliarsi di ogni sapere precedente e diventare una tabula rasa. Aggiunge di pensarci durante la notte e di dargli la risposta lindomani. I giovani commentano la richiesta del maestro: alcuni dicono che presuntuoso; altri che consapevole che il suo insegnamento vale pi di quello degli altri; altri che deve essere la regola del monastero; altri che vuole essere certo che non ci siano incomprensioni o conflitti tra diverse scuole o diverse teorie e che lui vuole imporre la sua. Lindomani i giovani si presentano allappuntamento col vecchio maestro e quando lui rivolge loro la domanda per sapere chi disposto ad accettare le sue condizioni tutti i giovani alzano la mano senza esitazione, tranne uno. Il maestro si rivolge a questo giovane e gli chiede: allora tu non vuoi i miei insegnamenti. Il giovane abbassando leggermente il capo dice: io sono venuto da molto lontano perch ci tengo tanto ai tuoi insegnamenti. Ma non posso fare quello che chiedi. Non posso dimenticare i maestri precedenti che mi hanno dato ci che mi ha aiutato a diventare ci che sono oggi. Non posso dimenticare quello che ho imparato dai miei bravi maestri perch quello che sono oggi lo devo ai loro insegnamenti.

Il maestro dice agli altri giovani di tornarsene pure a casa. Lunico giovane che pu rimanere chi riconosce che ogni nuovo apprendimento si basa sulle conoscenze precedenti.

"Gli amici ed i nemici del cuore"


Spiegate il perch lavete raccontata (ad es. ognuno di noi ha il suo bagaglio e non si pu prescindere da quello ..) introducete il concetto di amici e nemici del cuore invitando alla riflessione comune sul tema e a compilare insieme l'elenco degli amici e nemici del cuore (se necessario aiutate), scrivete i suggerimenti sulla lavagna cartacea. Lo schema finale dovr rispettare comunque:

AMICI SANA RESPIRAZIONE ATTIVITA' FISICA NORMOPESO NORMOPRESSIONE NORMALE ASSETTO LIPIDICO SERENITA' MODERATO CONSUMO DI ALCOOL

NEMICI FUMO SEDENTARIETA' SOVRAPPESO/OBESITA' IPERTENSIONE DISLIPIDEMIA (COLESTEROLO ALTO) STRESS ECCESSO DI ALCOOL AUMENTO COAGULAZIONE DIABETE ETA'-SESSO-FAMILIARITA'

E evidente che se vi dicono un amico sollecitate la risposta del contrario e se omettono alcuni fattori di rischio (nemici) date un aiuto o li inserite voi. Una volta terminato lo schema (pi o meno), coinvolgete un sanitario chiedendo se avete dimenticato qualcosa (chi interviene dovr gratificare i partecipanti del lavoro fatto!)

Consegna del cartaceo ai partecipanti


Prima di dare la parola per lesposizione della prima tematica (in questo caso i Fattori di rischio) fate vedere il breve cartone della de agostini piccoli cenni storici sul cuore e la circolazione inserito allinterno della presentazione in power point dellimmagine della locandina del corso (1.29 minuti)

Ore 10.00 Primo relatore FATTORI DI RISCHIO (esposizione circa 20 minuti) Secondo filmato (1.14 minuti) Lordine delle tematiche, tranne la prima ovviamente, assolutamente flessibile (a seconda della disponibilit dei docenti ad esporle). Sarebbe corretto, comunque, al fine della migliore comprensione mantenere in successione gli argomenti affini, ad esempio quello del colesterolo e dellobesit con quello della corretta alimentazione (dieta). E efficace inoltre terminare con la tematica dei sentimenti e delle emozioni possibilmente preceduta, visto il tema, da quella dei sentimenti e lo stress. Gli altri filmati sono inseriti nelle tematiche: Colesterolo ed obesit allinizio 1.53 minuti Respirare per il cuore - allinizio 5.59 minuti Sport e cuore - allinizio 3.30 minuti Le altre tematiche, oltre quelle gi nominate, sono: Ipertensione arteriosa Diabete Dieta Cuore e sesso Sentimenti e stress Sentimenti ed emozioni auspicabile, alla fine di ogni tematica, sollecitare da parte vostra le domande inerenti alla stessa attivando i partecipanti se passivi. Il passaggio da una tematica allaltra, dopo le eventuali domande, effettuato da voi. Ore 10.30 Seconda tematica (circa 20 minuti) - riflessione 10 minuti Ore 11.00 - 11.15 pausa caff

Ore 11.30 Terza tematica (circa 20 minuti) - riflessione 10 minuti


6

Ore 12.00 Quarta tematica (circa 20 minuti) - riflessione 10 minuti Ore 12.30 Quinta tematica (circa 20 minuti) - riflessione 10 minuti Ore 13.00 Sesta tematica (circa 20 minuti) - riflessione 10 minuti Ore 13.30 - 14.30 Pausa pranzo Ore 14.45 Settima tematica (circa 20 minuti) - riflessione 10 minuti Ore 15.15 Ottava tematica (circa 20 minuti) - riflessione 10 minuti Ore 15.45 Nona tematica (circa 20 minuti) - riflessione 10 minuti Ore 16.15 I sentimenti e le emozioni (circa 20 minuti) Riflessione finale Compilazione questionario valutazione apprendimento in uscita Scheda valutazione corso

Non credo che ci sia bisogno di aggiungere altro a questo promemoria per quanto concerne le specifiche dellinserimento delle varie tematiche e in merito quindi alla regia dello stesso. Ritengo invece sia per voi utile, vista la vastit del tema, conoscere i motivi della scelta di trattare la tematica, che vi vedr come docenti, I sentimenti e le emozioni con gli argomenti che troverete e non altri.

Considerate sempre che rappresentano solo delle linee guida che lasciano ampio spazio allesposizione del tema sta a voi quindi personalizzare! Qualche riferimento bibliografico: il testo della Casula ottimo poich esauriente sullargomento delle emozioni (funzioni, emozioni evolutive e limitanti ci sono anche piccole metafore esplicative) per una sintesi di un argomento trattato in qualsiasi testo di Psicologia io ho usato: L. Anolli, P. Legrenzi, Psicologia generale, il Mulino, Bologna 2003 ma se ne avete un altro lo stesso. Il testo Molecole di emozioni di Candace B. Pert ed. TEA, Milano 2005 interessante perch inserisce anche come le stesse sono collegate scientificamente al nostro stare bene nel corpo. Mario Farn Lo stress, il Mulino, Bologna 1999 M. Argyle Il Corpo e il suo linguaggio, Zanichelli 1992 io ho questa edizione sempre uno splendido testo molto attuale sulla comunicazione non verbale. E difficile riferirmi ad un autore piuttosto che ad un altro poich la scelta degli argomenti, in un tema come questo, per quanto scientificamente si vuol essere oggettivi, risente sempre della soggettivit, del vissuto culturale ed esperenziale. Ho letto uninfinit di aforismi, favole zen, metafore che indubbiamente mi hanno aiutato a entrare nel mondo delle emozioni e guidato nella scelta dellinserimento delle DIA che avrete a disposizione.

Si scelto di inserire questa tematica nel corso, in aggiunta a quella dello stress (vi sono orientamenti scientifici che lo ascrivono fra i fattori di rischio cardiovascolare), perch il vivere bene non pu avere una scissione dal nostro lato emotivo. Sapete bene quanto importante sollecitare lemotivo ai fini dellapprendimento! Il nostro ruolo di far riflettere sostanzialmente sul come ci poniamo rispetto agli eventi che ci accadono. Si scelto di trattare la tematica con una modalit molto semplice, non importante per i partecipanti conoscere i vari studi scientifici sullargomento ma lo riflettere su come loro stessi vivono le emozioni, di conseguenza qualche cenno per capire di cosa stiamo parlando ma senza addentrarsi troppo nel particolare. Nella dia delle emozioni evolutive e limitanti, per far capire meglio, ad esempio racconto due brevi metafore prese sempre da Casula. Sono disponibile per qualsiasi chiarimento in merito allargomento o alla modalit didattica, sarebbe anzi auspicabile mantenere un contatto fra tutti noi in quanto, concorderete che, le esperienze di ognuno possono essere risorsa di riflessione e di crescita sia culturale che esperenziale per tutti noi. Vorrei porre laccento ancora che la riuscita del corso, in termini di stimolazione alla consapevolezza del seguire un corretto stile di vita, al di l
8

della metodologia didattica innovativa nelleducazione sanitaria, dipender soprattutto, oltre che dalla professionalit, dalla sensibilit di ognuno di noi ad essere promotore e quindi proattivo nel far riflettere i partecipanti della regione in cui opera. Non mi resta che augurarvi buon lavoro Cordialmente Sonia Tilia 0677382505 fax 0677382427 (allattenzione di) 3394652769 per comunicazioni email oltre che allindirizzo interno potete usare soniatilia@interfree.it