Sei sulla pagina 1di 1

libri

antonio calabr

storie racconti di vita, economia e servizio al Paese. a Partire dallesemPio di GiorGio ambrosoli

Parabola del buon banchiere

n buon banchiere non un te del Consiglio Andreotti, per fare tecnico, ma un uomo di cul- posto a un uomo discusso, Gaetano tura, un umanista. Capace di Stammati, P2). Gerbi, sulla base di esprimere giudizi competen- documenti ed esperienze personali (il ti sui fatti economici e finanziari. Ma padre, Antonello, fu tra i pi stretti anche di capire le persone. E di avere, collaboratori di Mattioli) ne racconta sullattualit, lo sguardo lungo del- collaborazione e contrasti. E dalle pala responsabilit di gestire il presente gine emerge il ritratto di unItalia in e costruire il fucui si muovono turo. Una figura, industriali, pocivil servant colti nella recente stolitici e intelletria italiana, ha tuali che hanno e morali. economia mostrato di avea cuore linterese professionisti rigorosi. re tutte queste se generale. Una qualit: Raffaele sola ombra, su Pur nella diversit Mattioli, patron Cuccia: non aver di temperamento della Comit (non testimoniato ai lunico, certo, ma magistrati sulle e di stile personale uno dei pi rileminacce rivolte vanti). E leggedal bancarottiere lultimo saggio di Sandro Gerbi, re mafioso Michele Sindona a Giorgio Mattioli e Cuccia. Due banchieri del No- Ambrosoli (che sarebbe stato assassivecento ne d documentate conferme. nato, poco dopo, da un killer di SindoDodici anni det di differenza (nato na). Sindona viene fermato e sconfitnel 1895 il primo, nel 1907 il secon- to, comunque. Una pagina importando). Ma comunque generazioni diver- te, per la buona finanza e per quella se. E diversit di temperamento, di parte del mondo politico (il ministro stile, di idea stessa della banca daffa- repubblicano Ugo La Malfa, collega ri, Mediobanca, che con Cuccia divie- e amico di Mattioli e Cuccia) che ha ne architrave del sistema finanziario una chiara visione del buon riformie imprenditoriale. Ma comune sentire smo utile allo sviluppo italiano. Sulle da civil servant, forti valori di rettitu- regole, la loro scrittura, la loro applidine personale, gusto per lautonomia cazione, si concentrano anche i saggi (e infatti Mattioli fu dimissionato contenuti in Giorgio Ambrosoli e Paodalla Comit per mano del presiden- lo Baffi. Due storie esemplari, curati da

Angelo Porta (scritti, tra gli altri, da Carlo Azeglio Ciampi, Mario Draghi, Giovanni Bazoli, Mario Monti, Mario Sarcinelli): dallo scontro sul caso Sindona (Baffi, Governatore della Banca dItalia, paga con il carcere per unaccusa totalmente inventata lostilit al bancarottiere e ai suoi protettori politici) il ragionamento passa alla necessit di un buon sistema regolatorio per evitare che la finanza dassalto travolga leconomia. Lezione dattualit. Ne risuona leco anche nelle pagine de Il banchiere innamorato, la biografia che Giancarlo Galli dedica a Giorgio Zanotto, storico presidente della Banca Popolare di Verona: un altro grande civil servant colto e morale che, dopo uneducazione cattolica e antifascista e una brillante carriera politica nella Dc, costruisce il futuro di un istituto che sa tenere ben saldi i rapporti con leconomia reale del territorio e reggere le sfide della competizione sui mercati aperti globali. Buona economia in Roberto Tremelloni: riformismo e sviluppo economico, ritratto di Mattia Granata per il Centro per la cultura dimpresa su un uomo che fu saggista, amministratore dimprese pubbliche a Milano e ministro: un socialista riformista (era iscritto al Psdi) in una stagione in cui, pur tra scelte controverse, si sapeva ragionare di riforme e di sviluppo.

in libreria rileggendo la storia


sandro Gerbi mattioli e cuccia, einaudi, 213 pagine, 17,50 euro Giancarlo Galli Un banchiere innamorato, marsilio, 252 pagine, 18 euro angelo Porta (a cura di) Giorgio ambrosoli e Paolo baffi. due storie esemplari, Universit bocconi editore, 109 pagine, 6 euro

recensioni
mattia Granata roberto tremelloni. riformismo e sviluppo economico, rubbettino, 501 pagine, 28 euro

88 . IL MONDO 23 settembre 2011