Sei sulla pagina 1di 1

libri

antonio calabr

storie il secondo conflitto mondiale e i misfatti nazisti, il sacrificio di molti e la morale del bene

Guerra, miseria e nobilt

a casta militare. Le divise. Il sa- il generale Ishiro Kobe e del suo assiluto a braccio alzato. Il batte- stente. Un omicidio strano, carico di re sincronico dei tacchi. Il ba- simboli rituali, una fila di formiche ciamano alle signore. Lascol- rapprese tra il sangue di una ferita. to fanatico di Wagner. Deutschland Tra avidit e indecenze, si dipana una ber alles. La guerra. La disfatta. E, storia sordida. E agli occhi del giovane dietro il paravento delle ingannevoli tenente, dietro la pompa della potenbandiere, la miseria umana e, nono- za militare, si disvela un groviglio di stante tutto, la riinteressi che metcerca di una dispete a dura prova avevano dominato rata dignit, nella la fiducia di chi, rovinosa caduta educato sui prinlatlantico, i sottomarini da vincitori a vincipi delletica di tedeschi dellammiraglio ti. Tra storia e ficKant, si trova a tion, quattro racfare i conti con indonitz. ma dal 1942 conti che hanno i teressi indignitoin poi, erano stati messi militari tedeschi si, che la retorica come protagonidella guerra prosnellangolo dagli alleati sti. Martin Bora, sima cela a fatica. per esempio. UffiMiserie, appunto. ciale della Wehrmacht, figura centra- Come quelle che emergono dalle pale de Il Signore delle cento ossa di Ben gine di Edipo a Stalingrado di Gregor Pastor, un giallo eccellente. von Rezzori, ben sottolineate dal diSiamo nel 1939, vigilia del conflitto pinto di Otto Dix che da fa copertina mondiale. E il giovane tenente, appena e da uno scritto in postfazione di Geentrato nel controspionaggio, si ritrova orge Grosz. Protagonista il barone a Lipsia, con il compito ufficiale di ac- prussiano Traugott von Jassilkowski, cudire i membri italiani e giapponesi sposato per interesse con la bella eredi una delegazione di scienziati e in- de di una famiglia di fabbricanti di dustriali, per un convegno di scambio armi, ossessionato dalla figura della di tecnologie militari. Lincarico reale madre borghese e possessiva. E tra ben diverso: scoprire chi sia la spia volto dalla disfatta di Stalingrado. I che passa documenti agli americani. privilegi sono infranti. Emerge inveMa lindagine si complica subito, per ce lopportunismo infimo della ricerlassassinio del principale sospettato, ca della sopravvivenza, tra le macerie

materiali e morali della sconfitta. Si salvano gli ominicchi, non lonore. E von Rezzori, con uno stile che alterna ironia e malinconia, sa scriverne un mirabile ritratto. Sconfitta, appunto. Come quella raccontata, con ricchezza di documentazione, da Sergio Valzania, in U-Boot. Storie di uomini e di sommergibili nella Seconda Guerra mondiale. Avevano dominato lAtlantico, i sottomarini tedeschi dellammiraglio Dnitz, causando gravissime perdite alle flotte di Usa e Gran Bretagna. Ma dal 1942 in poi, erano stati messi nellangolo dalla ben maggiore forza tecnologica e produttiva degli Alleati, ma anche dallinsipienza dei comandi tedeschi e dal dilettantismo stategico di un folle Hitler. Il valore militare non tutto. E la guerra, spiega Valzania, un mostro che umilia anche la pi generosa umanit. C un riscatto? La riprova sta in HHhH. Il cervello di Himmler si chiamava Heidrich di Laurent Binet, storia dei partigiani che uccisero la bestia bionda, appunto quellHeidrich organizzatore delle peggiori stragi commesse dalle SS, le eliminazioni di massa degli ebrei e degli oppositori del nazismo. I due principali autori dellattentato, un ceco e uno slovacco, non riescono a fuggire. Ma il sacrificio ha una ricompensa nel riconoscimento del valore, militare e morale, della loro impresa.

in libreria loren ipsum


laurent binet HHhH, einaudi, 343 pagine, 20 euro ben Pastor il signore delle cento ossa, sellerio, 399 pagine, 14 euro sergio Valzania U-boot, mondadori, 262 pagine, 20 euro

recensioni
Gregor von rezzori edipo a stalingrado, Guanda, 322 pagine, 20 euro

68 . IL MONDO 15 luglio 2011