Sei sulla pagina 1di 1

libri

antonio calabr

saggi racconti sull'ascesa e il declino della borghesia, fra il boom del dopoguerra e la crisi di oggi

Sogni & dolori da ceto medio

nItalia di ceti medi, sempre stanziale indifferenza ai beni pubblipi spaesati e impauriti. E ci. Una modernizzazione parziale, che priva, invece, di una borghe- tocca i comportamenti familiari, ma sia che, ricca di valori e idee non i grandi temi della politica e degli generali, possa fare da classe dirigente. assetti sociali. Si comincia a delineare un ritratto allarmante, segno di de- cos un aggregato sociale identificato clino. E una sfida essenziale, per una da redditi e consumi, non da consapolitica che progetti riforme per por- pevolezza di ruolo. E che ritroveremo, tare il Paese fuori sempre pi in cridalla Grande crisi si man mano che, finite le aspirazioni in cui siamo tra i finito il boom, il soggetti pi fraPaese andr verso di miglioramento gili. Quattro saggli anni di piomdelle condizioni di vita, gi, ricchi di dati e bo e poi cercher analisi originali, riscatto nellallesente la morsa di tempi cercano di andare cos duri. e non pi sicuro gria consumista e alle radici di un individualista defenomeno di progli anni Ottanta, del welfare all'italiana gressivo impoverisino alle trasformento di virt cimazioni del bervili, nel passaggio dalle stagioni delle lusconismo e alle inquietudini della speranze e del primo benessere a unat- crisi attuale. Tutte analisi che ricortualit di radicale restrizione di reddi- rono nelle pagine de La costruzione del ti e sicurezze. Enrica Asquer, in Storia ceto medio di Rocco Sciarrone, Nicoletintima dei ceti medi raccoglie e analiz- ta Bosco, Antonella Meo e Luca Storti: za le storie di una serie di coppie, tra Ceti medi soli, vulnerabili, lontani Milano e Cagliari, che hanno messo su dalla politica e tentati dal populifamiglia negli anni Cinquanta e Ses- smo. A rischio povert, impauriti santa, nel cuore del boom economico. da un irreversibile declino. Ceti che, Le vicende personali, il lavoro, le case finite le aspirazioni di miglioramenin cooperativa nelle periferie delle cit- to delle condizioni di vita, sentono la t, tre o quattro stanze pi servizi, ti- morsa dei tempi cos duri, per s e per nelli, elettrodomestici. E poi gli uffici, i propri figli e non sono pi sicuri delle fabbriche, le auto e le vacanze. Me- le tradizionali protezioni del welfare morie di piccole virt private e di so- allitaliana, per riduzione drastica dei

margini di una spesa pubblica un tempo fin troppo generosa. Gi, lincerto avvenire: Senza pensioni, come documentano Walter Passerini e Ignazio Marino, mettendo in luce, con ampia documentazione di dati, la caduta delle aspettative di reddito, mentre si allunga let di pensionamento e si riduce, sino al dimezzamento, limporto dellassegno previdenziale una volta fuori dal mondo del lavoro. Una crisi che va al di l dei soli aspetti economici. Esplosione del ceto medio e vuoto borghese, aveva scritto, gi quindici anni fa, Giuseppe De Rita. Che oggi aggiorna lanalisi in un saggio, scritto con Antonio Galdo e intitolato Leclissi della borghesia. LItalia non cresce economicamente, invecchia, si spaventa, si chiude. Paese conservatore. Ed egoista (come testimoniano una devastante evasione fiscale da oltre 120 miliardi allanno e una corsa di corporazioni e ceti protetti a bloccare ogni riforma che metta in discussione i propri piccoli e grandi privilegi). Non c pi, appunto, una borghesia che, al di l dellindividualismo, abbia funzione di indicazione di interessi generali, di guida, di stimolo alle riforme. E cos lItalia rischia di andare fuori strada e, ossessionata dal presentismo, non sa pensare il proprio futuro. Paese infelice.

in libreria con onest intellettUale


enrica asquer storia intima dei ceti medi laterza 228 pagine 20 euro giuseppe de rita antonio galdo leclisse della borghesia laterza 91 pagine 14 euro Valter passerini ignazio marino senza pensioni chiarelettere 171 pagine 13,90 euro

recensioni
rocco sciarrone nicoletta bosco antonella meo, luca storti la costruzione del ceto medio il mulino 368 pagine 30 euro

112 . IL MONDO 16 dicembre 2011