Sei sulla pagina 1di 1

libri

antonio calabr

saggi & romanzi per compiere un viaggio fra i sapori della tavola e le seduzioni del palato

Letture di grandissimo gusto


a preparazione del cibo una attualit e storia, scrive pagine molto mediazione tra natura e cul- stimolanti, sugli scioperi delle fame e i tura. Tuttavia, dietro larti- cannibali, il cervello goloso e lobesit, ficialit, preme spesso la na- la genuinit e la moda. E ci costrintura. Che si fa evidente e mostra la sua ge a riflettere su tutto ci che abita forza quando scarseggia il cibo e lo luniverso del cibo. Lidea e la pratica sfamarsi diventa una drammatica ne- del mondo, cio. Rosalia Cavalieri, ficessit. La notazione di Paolo Ros- losofa e teorica dei linguaggi, cammisi, filosofo della na su terreni anascienza, autore di loghi. E in Guda crono che divora Mangiare. Bisogno, sto. Lintelligenza desiderio, ossessione. i figli ai digiuni dei santi, del palato, prova a E individua alcune colmare un vuoto dai piatti costruiti questioni essenziadi riflessioni sui li attorno a un tedue sensi, il gusto con criteri di design, ma su cui, proprio fino agli scatti fotografici e lolfatto, che la di recente, sono filosofia ha conaumentate analisiderato tradiziodi oliviero toscani si e narrazioni. Le nalmente indegni metafore alimendi analisi, per pritari riempiono la nostra vita (dal ma- vilegiare invece la vista e ludito come sticare un po di latino a inghiottire strumenti di comprensione della reun rospo: il volume di Rossi ne fa am- alt, come elementi nobili che hanno pio e, ecco qui, gustoso elenco). Lim- a che fare con lo spirito e non con la maginario ne ricco, da Crono che bassezza del corpo (il mangiare, apdivora i figli ai digiuni dei santi, dai punto). Lavorare sul gusto aiuta a sapiatti costruiti con criteri di design nare unapparente contrapposizione, a alle foto dei bimbi denutriti, sino al- ridare unit alla persona. A ritrovare la modella anoressica schiaffata su un anche il gusto di pensare e capire, pasmanifesto da Oliviero Toscani. E vale sando proprio attraverso le caratteridunque la pena ragionare sullinsieme stiche delle vivande e delle bevande. delle evocazioni, dei valori, dei miti In vino veritas, a pensarci bene, ha a che girano attorno al cibo, vitale e le- che fare con la filosofia dellesistenza. tale (il veleno, ladulterazione, il gua- Roberto Barbolini, giornalista arguto sto, il marcio...). Rossi, giocando tra (ma potremmo anche dire sapido o sa-

lace, per usare metafore alimentari) in Ricette di famiglia, scrive un romanzo in cui si fondono sapori, sentimenti e buona cucina, usando il pretesto del ricettario delle madre (e delle nonne) per ripercorrere una storia familiare in una citt emiliana del Novecento e mescolare tagliatelle ed emozioni, cotolette alla crema e scelte di vita. Ha una forte componente di socialit, il cibo. E la funzione primaria di garanzia di sopravvivenza si mescola a una serie di valori simbolici, a un insieme di riti che investono anche politica e ordinamenti sociali. Lo si racconta bene nelle pagine della Storia dellalimentazione, curata da Jean-Louis Flandrin e Massimo Montanari. Dalla cottura dei cibi della preistoria si passa ai banchetti di Roma imperiale e delle corti del Rinascimento. Dalle carestie si arriva alle contraddizioni tra povert e sovrabbondanza di cibo dellet contemporanea, sotto le ondate distorsive di una globalizzazione malgovernata, pure sul piano alimentare. La distinzione tra spirito e corpo, natura e cultura, anche qui viene superata. Si torna alla civilt delluomo, nella sua complessit. Tot che balla su un tavolo, divorando maccheroni al pomodoro (scena celebre del cinema del Novecento) molto di pi di una persona che finalmente soddisfa la fame.

in libreria con passione gastronomica


roberto Barbolini ricette di famiglia, garzanti 159 pagine, 16 euro rosalia cavalieri, gusto, laterza, 178 pagine, 12 euro paolo rossi, mangiare, il mulino, 156 pagine, 14 euro

recensioni
Jl. flandrin e m. montanari storia dellalimentazione, laterza, 738 pagine, 54 euro

74 . IL MONDO 29 luglio 2011