Sei sulla pagina 1di 2

COLAZIONE CREMOSA

Chi di voi a colazione ha bisogno di mangiare qualcosa dalla consistenza morbida,


cremosa e bella calda? Il porridge va per la maggiore, ma questa versione, fatta
con la farina di avena anzichè i fiocchi, è un ottimo modo per gustarsi questo
piatto in maniera diversa.

Ingredienti:
-100g di tofu
-150g di latte vegetale
-200g di acqua
-50g di farina di avena aromatizzata alla panna cotta @vitamincompany
-un pizzico di curcuma

Per prima cosa frullare il tofu con il latte di soia fino ad eliminare tutti i
pezzettini.
Unire queso composto alla farina di avena, l'acqua e la curcuma (questa del tutto
opzionale: è solo per dare un tocco di colore)
Mettere il composto in un pentolino e iniziare a cuocere a fiamma moderata
continuando a mescolare fino a quando raggiungerà una densità simile a quella della
polenta.

Travasare in una ciotola e guarnire a piacimento.

GRANOLA SALATA
E chi l'ha detto che la granola deve essere sempre dolce?
Oggi facciamo gli alternativi e vi proponiamo una granola salata e semplicissima da
realizzare

Ingredienti:
-150g di fiocchi di avena @vitamincompany
-50g di tahin
-20g di olio evo
-sale, pepe, aglio in polvere, paprika dolce, curry

Semplice, come ogni granola che si rispetti: mescolare con le mani tutti gli
ingredienti in una ciotola e mettere in forno preriscaldato a 180° per circa 30
minuti, avendo cura di smuovere il composto ogni 10 minuti.

Provate ad immaginare la bontà di questa granola su una gustosa vellutata!!

MUFFIN CHE SI CREDONO DEI PANINI


Trasformare dei muffin in dei panini dolci è un'ottima idea per servirli ad una
festa di compleanno, o una merenda dolce insieme a degli amici!

Vediamo insieme la base dei muffin:


-1 grande banana
-70g di latte di soia
-50g di olio di semi di sesamo
-100g di farina di avena @vitamincompany
-50g di farina di mandorle
-mezza bustina di lievito
-50g di zucchero di cocco (o canna)

Per prima cosa frullare la banana con il latte e l'olio di semi.


In una ciotola mischiare insieme gli ingredienti secchi e pian piano unire gli
ingredienti liquidi.
Mescolare fino a sicogliere tutti i grumi.
Versare nei pirottini dei muffin e cuocere a forno preriscaldato a 180° per circa
30 minuti (dipende dalla dimensione dei muffin, vale la prova stecchino).

Una volta raffreddati tagliare a metà e sbizzarrire la fantasia: pere e cioccolato,


crema di nocciole, marmellata, e chi più ne ha più ne metta!

PS, sono buonissimi anche in versione "naturale"

PROTEINE IN POLVERE
Molto spesso chi dice di assumere proteine in polvere viene guardato male, specie
da chi non è uno sportivo.
Ci sono tanti pregiudizi sulle proteine in polvere, eppure sono solo e
semplicemente un alimento, come lo possono essere il seitan o il tofu.
Anzi, per chi ha un'alimentazione principalmente basata su fonti vegetali, fare un
pochino di attenzione alla quantità di proteine assunte è importantissimo per un
corretto funzionamento dell'organismo: non solo per una questione di "muscoli e
aspetto fisico", ma anche e soprattuto per una questione di salute ormonale.
Inoltre le proteine ci aiutano tantissimo con il senso di sazietà.
Quanti di voi si rispecchiano in questo scenario alimentare?
Colazione: pane/fette biscottate e marmellata e/o frutta
Pranzo: pasta e verdure
Cena: Legumi o tofu/seitan/tempeh e verdure
Merende: il classico frutto
Se ti rispecchi in questo ed è un periodo che hai sempre fame e/o ti senti
ingolfata e/o stanca prova a prendere in considerazione il fatto di mangiare
qualche proteina in più.
Quelle in polvere sono molto comode per chi va di corsa, e anche per gli amanti del
dolce perchè sono anche molto sfiziose.
Un'idea per usarle può essere questo frullato, bevuto a colazione oppure come
merenda nutriente:
-2 misurini iso soy alla cheesecake @vitamincompany
-2 cucchiai di semi di chia
-2 cucchiai di fiocchi di avena
-250ml di acqua
Frulla tutto e via!

MISO
Il miso è un ingrediente usato da secoli Cina e Giappone per le sue proprietà!
Oggi vediamo di cosa si tratta e dei benefici che può portare all'organismo!
Il miso è una "pasta" ottenuta dalla fermentazione di semi di soia, alla quale
possono venire aggiunti altri cereali come riso o orzo (dando così origine al miso
di riso o di orzo).
La soia, con eventuale aggiunta di cereale, viene lessata e macinata, poi viene
aggiunta una coltura microbica (Koji), del sale e infine questo impasto viene
stipato in delle botti a fermentare per 4, 12 o 24 mesi, a seconda del grado di
fermentazione desiderato.
Il miso viene ricavato per fermentazione dell'amido ad opera di microorganismi
fungini: l'Aspergillus oryzae. Secondariamente crescono anche piccole colonie
batteriche benefiche, i probiotici Tetragenococcus halophilus e Lactobacillus
acidophilus utili a sostenere la nostra flora batterica.
Per non denaturare il miso e godere delle sue proprietàà benefiche per l'intestino,
questo andrebbe mangiato ad una temperatura inferiore ai 72°, quindi lo si può
usare per condire delle verdure cotte, dei cereali o dei legumi precedentemente
raffreddati. Oppure si può usare per creare delle deliziose salsine in stile
"pinzimonio" dove poter intingere delle verdure crude o versare su delle ottime
insalatone.