Sei sulla pagina 1di 3

IL PAVIMENTO A SCACCHI

Simbolismo massonico pre-categoriale

M.M. = Maestro Muratore - A.A. = Apprendista Accettato

M.M.
Che cosa stai guardando?
A.A. [meditabondo]
Il pavimento a scacchi.
M.M.
Cosa ci vedi?
A.A.
Bianco e nero. Luce e ombra. Posso capire che ci sia luce ma perché anche l’ombra?
M.M.
Che cosa è l’ombra?
A.A.
È ciò che sta dietro il solido illuminato, la sua faccia nascosta.
M.M.
Non c’è solo quella.
A.A.
Che altro?
M.M.
Nel caso del solido è ombra propria, ma l'ombra può essere "portata", è ciò che, a differenza del buio, della
non-luce, si proietta rispetto alla luce, come un pianeta che "porta" la sua immagine o ombra sulla stella che
lo illumina.
A.A.
L’ombra dell’eclissi, l’ombra che sembra ombra, ma non lo è. In questa accezione l'ombra definisce
l'oggetto, così come in un racconto di Chamisso, un uomo, che vendette la propria ombra al diavolo, non
era più riconosciuto come uomo.
M.M.
Intendi Adelbert von Chamisso, lo scrittore tedesco d’origine francese? Ho sentito parlare del suo racconto
"La meravigliosa storia di Peter Schlemihl". Dunque, tu vuoi dire: così come per Peter Schlemihl, l’oggetto
perde la sua essenza materiale se non proietta ombra e quindi…
A.A.
L'ombra non è allora entità a sé stante, ma è necessariamente connessa alla luce, è anzi sussistente alla
luce. Questo vuol dire che nella nostra scacchiera l'ombra è il significato della luce che a sua volta è
significante.
M.M.
E questo vuol dire che …?
A.A.
Non so dare una conclusione.
M.M.
Ragioniamo, la struttura spirituale, per sua definizione può avere luci e ombre? No, o le une o le altre, al
contrario della realtà operativa, sensibile, che con "le sue luci e ombre" non appare come una struttura
materica antitetica alla struttura spirituale. La realtà materica è la necessaria e immanente struttura dalla
quale e solo per la quale la struttura spirituale può esprimersi.
A.A.
Sì, ora capisco. Il mondo iniziatico è tale solo perché esiste un mondo profano.
M.M.
E' da questo mondo profano che può avverarsi l'iniziatico, senza di esso non c'è quello iniziatico. Il mondo
spirituale, e quello iniziatico, è come la luce che rende "portante" il mondo profano come ombra. La visione
massonica è tale solo se completa, ovvero se comprende luce e ombra e a tutte e due dà il giusto valore.
A.A.
Come affermare che l'ombra, paradossalmente, definisce il mondo della luce.
M.M.
Esatto. L'ombra nella sua accezione di definizione dell'oggetto illuminato è quindi pre-categoriale, perché è
la luce a categorizzare l'oggetto nella sua visibilità. L'invisibilità è pre-categoriale così come il senso
nascosto del simbolo. È ' in questa sua caratteristica di "esistenza antecedente le categorie" che possono
svilupparsi gli intrecci o meglio le stratificazioni di sensi che solo lo sguardo maieutico del Massone riesce a
ricomporre unitariamente.
A.A.
Quando sosteniamo che il nostro scopo è di recepire le luci del mondo profano e di portare le nostre luci
iniziatiche nelle ombre del mondo profano, stiamo proprio dicendo che le nostre luci sono le categorie che
danno luogo alle ombre portanti del mondo profano e che queste danno definizione e significato alle luci,
alle categorie, proprio perché sono pre-categoriche.
M.M.
Esse sono la struttura di base sulla quale si costruisce il nuovo mondo reale, quello di sole luci.
A.A.
Mi sembra di capire che mentre le luci sono apportatrici di simboli, ma non creatrici, l'ombra è simbolo
d’assenza di luce senza essere simbolica.
M.M.
Pensi di no?
A.A.
Beh, pena la contraddizione in termini; l'ombra, infatti, è assenza simbolica perché nell'ombra non si
esprimono i codici linguistici del simbolismo.
M.M.
Perché nell’ombra questi non si esprimono?
A.A.
Ma l’ho appena detto0!. Perché l’ombra è assenza.
M.M.
Non è solo per questo. Nell'ombra, così come nella luce, non c'è nulla di là del proprio apparire.
A.A.
Mi chiedo allora dove sia il simbolismo?
M.M.
Il simbolismo? Qui c'è la scoperta umana, la rivelazione è nella stratificazione di luci e ombre. Non nell’una
cosa o nell’altra. È in questa regione, che non è solo luce e che non è solo ombra, ma tutte e due assieme, che
si manifesta la simbologia.
A.A.
Il simbolismo dunque è la mediazione tra il visibile e l'invisibile, è l'indagare sul senso che sta di là delle
forme, sul senso che precede le categorie del pensiero.
M.M.
Fai attenzione, il mondo delle categorie non è un mondo preesistente al mondo del significato, ma è
conseguente. La preesistenza è nell'assenza delle categorie. E' a questo mondo pre-categoriale che dobbiamo
fare riferimento per comprendere le categorie. E' questo il mondo dell'invisibile, dove non esiste luce e non
esiste ombra. E' il mondo dell'Assoluto Uno, il mondo dell’indifferenziato senza essere Caos. È il mondo
dell’Assoluta trascendenza al materico e allo spirituale. Se vuoi, guardando il pavimento è lo spazio tra una
casella e l’altra.
A.A.
Ora guardo in modo diverso la scacchiera e mi chiedo un’altra cosa: cosa c'è dietro la scacchiera, di
nascosto? Forse c'è l'Assoluto Uno? Allora la scacchiera sarebbe la trama che ci fa afferrare
l'incommensurabile. E' forse la griglia di comprensione del pre-categoriale come esperienza totalizzante?
M.M.
Nella nostra concezione massonica di Verità, il simbolismo è lo strumento indispensabile per la
comprensione delle strutture pre-categoriali, vale a dire le strutture nelle quali troviamo il senso ontologico
dell’essere Massoni; in altri termini, del senso d’emergenza dell’essere persone umane in modo compiuto, lì
dove esiste la pura estetica del legame tra azione rappresentazionale e senso esperienziale di quest’azione.
A.A.
M’induci a pensare che nella trama di luci e ombre della scacchiera si rappresenti il dramma umano della
criticità del simbolismo, dove l’evidenza sensibile si coniuga con l’evidenza concettuale e queste
trascendono se stesse nell’Azione massonica.
M.M.
Cosa c’entra ora l’Azione massonica?

……..

Il testo continua nel libro di Francesco Angioni: DIALOGHI MASSONICI (pagine 186) prezzo €18
più spedizione
Per l’acquisto inviare richiesta a
webmasters@cittadelladelleliberemura.eu

con
*NOME COGNOME
*VIA E NUMERO
*CAP
*CITTÀ
*PROVINCIA
Eventuale telefono per contatti (opzionale)