Sei sulla pagina 1di 15

AGAPE RITUALE

APERTURA DEI LAVORI

M. V. Colpo di Maglietto

1 Sorv. Colpo di Maglietto

2 Sorv. Colpo di Maglietto

M.V. Fratelli 1 e 2 Sorv., aiutatemi ad aprire i lavori di Agape.


Fr. 1 Sorv., quale il primo dovere di un Sorvegliante?

1 Sorv. quello di assicurarsi che il Tempio sia coperto e sicuro

M. V. Fratello 1 Sorv. assicuratevi che siamo al coperto e al sicuro.

1 Sorv. Fr. Copritore fate il vostro dovere.

Il Fr. Copritore chiude la porta e consegna la chiave al 1 Sorvegliante.

Copritore Fratello 1 Sorvegliante siamo debitamente al coperto e al sicuro.

1 Sorv. Venerabile Maestro siamo al coperto e al sicuro.

M.V. Fratelli 1 e 2 Sorvegliante assicuratevi che tutti i presenti siano Fratelli Liberi
Muratori. Fratelli; all'Ordine d'Agape.

Si rimane seduti

Colpo di Maglietto

Il 1 ed il 2 Sorvegliante Ispezionano le loro colonne percorrendo l'interno della tavola a


ferro di cavallo. Giunti all'Oriente salutano e fanno dietro-front.
I Fratelli si mettono all'ordine di apprendista mano a mano che i Sorveglianti,
percorrendo le proprie colonne - dall'Occidente all'Oriente - passano loro davanti.

2 Sorv. Fratello 1 Sorvegliante, tutti coloro che compongono la colonna del Meridione
sono Liberi Muratori.

1 Sorv. M. Venerabile, dai segni che danno, riconosco tutti coloro che compongono le
due colonne come Liberi Muratori.

M.V. Per coloro che siedono all' Oriente, rispondo io.


I Fr. all'Oriente si mettono all'Ordine

Colpo di Maglietto e da il segno;

tutti danno il segno

Fratelli tutti, al riposo.

M.V. Fratelli 1 e 2 Sorvegliante, avvertite i Fratelli delle vostre colonne che sto per
aprire i Lavori rituali di Agape.

Pausa

1 Sorv. Fratelli della mia colonna, vi informo che il M. Venerabile sta per aprire i Lavori
rituali di Agape.

2 Sorv . Fratelli della mia colonna, vi informo che il M. Venerabile sta per aprire i Lavori
rituali di Agape.

M. V. Colpo di Maglietto

Fratelli, in piedi e all'Ordine.

In nome della Massoneria Universale, sotto gli auspici del (obbedienza di


appartenenza), apro i Lavori Rituali d'Agape di questa Risp. Loggia (nome della
Loggia di appartenenza) n. ______ all'Oriente di (luogo della Loggia).

Tre colpi di Maglietto

Che la Sapienza illumini il nostro Lavoro.

Accende la propria Luce con lo stoppino che gli porge il Maestro delle Cerimonie,

1 Sorv. Tre colpi di Maglietto

Accende la propria Luce con lo stoppino che gli porge il Maestro delle Cerimonie,

Che la Bellezza lo irradi e lo compia.


2 Sorv. Tre colpi di Maglietto

Accende la propria Luce con lo stoppino che gli porge il Maestro delle Cerimonie,

Che la Forza lo renda saldo.

M.V. Colpo di Maglietto

1 Sorv. Colpo di Maglietto

2 Sorv. Colpo di Maglietto

M.V. Fratelli sedete.


Pausa

M.V. Fratello 1 Sorvegliante a quale scopo ci riuniamo in Agape?

1 Sorv. Secondo la tradizione liberomuratoria ci riuniamo intorno a questo desco in


serena armonia, per rinsaldare i rapporti di amicizia e fratellanza e per rendere
un solenne ringraziamento al Grande Architetto dellUniverso per i benefici che
spande sulla terra.

In alternativa per le agapi dobbligo

M.V. Fratello 1 sorvegliante a che scopo ci riuniamo in Agape in questa occasione?

1 Sorv. Per celebrare degnamente secondo la tradizione liberomuratoria, riuniti in


serena armonia, in amicizia e fratellanza, intorno ad un desco, la Festa della
fondazione di questa nostra Risp. Loggia/di San Giovanni destate/dInverno e
per rendere un solenne ringraziamento al Grande Architetto dellUniverso per i
benefici che spande sulla terra.

Oratore Mangiare costituisce uno dei chimismi base dell'esistenza fisica dell'uomo nel
suo momento individuale; la trasformazione di materia in energia; il
momento di socializzazione. Il pasto in comune era l'atto comunitario
fondamentale dei Pitagorici, degli Esseni, dei Cristiani, dei Sufi, dei Massoni
operativi, e Agape significa pasto comune in latino ma vuole anche dire "amore",
in greco; amore di benevolenza, di protezione, di cura, non di passione.
M.V. Fratelli in piedi e all'Ordine.

Il M.d.C. si porta dal 1 Sorvegliante e lo accompagna all'Ara, dandogli la sinistra.


Il 1 Sorvegliante apre la Bibbia al Salmo n. 133 od al Vangelo di Giovanni 13/31,
sovrappone la squadra ed il compasso in grado di Apprendista. Il Sorvegliante, sempre
accompagnato dal M.d.C, che gli d ora la destra, ritorna al proprio posto, deambulando
in senso orario.

M. V. Fratelli a me per il Segno. Si esegue

E per la Batteria

Fratelli sedete.

Fratello Oratore recitate per noi tutti l'Invocazione rituale.

Oratore. Si alza in piedi

O Grande Architetto la cui essenza riconosciuta da ogni religione; il cui nome


ineffabile custodito nel segreto del cuore di ogni creatura; la cui vita
testimoniata dalla ricerca della Luce di tutti i saggi di ogni tempo; noi costruttori
spezziamo in Tuo onore il pane e beviamo il liquore della terra per impetrare da
Te la Forza, la Serenit e la Volont al fine di edificare il Tempio che non ha
dimensioni e tutto comprende.
Che la nostra opera possa essere di auspicio e di conforto a chi nel bisogno.
Che il Tempio possa unire tutte le genti nel pi sereno spirito di Fratellanza.
Che la nostra Loggia, che tutte le Logge del mondo possano prosperare per il
bene dell'Umanit ed alla Gloria del Grande Architetto dell'Universo.

M. V. Fratello Segretario date lettura della tavola architettonica tracciata nella


precedente tornata dAgape25.

Segretario. A.G.D.G.A.D.U., in nome della Massoneria Universale, sotto gli auspici del
(obbedienza di appartenenza), nel giorno ____ del mese ____ dell'anno ______
(si da lettura del verbale della precedente tornata dagape).

M.V. Fratelli 1 e 2 Sorvegliante, avvertite i Fratelli delle vostre colonne che se non
trovassero il tenore della Tavola in conformit con il disegno tracciato nella
precedente Agape, la parola concessa.

2 Sorv. Fratelli della colonna del Meridione, se qualcuno non trovasse il tenore della
Tavola in conformit con il disegno tracciato nella precedente Agape, pu
prendere la parola.

25
Se non vi tavola precedente il Segretario proceder senza menzionare alcunch.
1 Sorv. Fratelli della colonna del Settentrione, se qualcuno non trovasse il tenore della
Tavola in conformit con il disegno tracciato nella precedente Agape, pu
prendere la parola.

Terminate le eventuali osservazioni, debitamente annotate dal Segretario e quando


nessuno pi chiede la parola

2 Sorv. Fratello 1 Sorvegliante, la mia colonna tace.

1 Sorv. Maestro Venerabile, le colonne tacciono.

M.V. Fratello Oratore, dateci le vostre conclusioni.

Oratore D le sue conclusioni, la tavola non viene posta ai voti e dice:


M.V. vi prego di far regolarmente sottoscrivere la tavola architettonica tracciata nella
precedente tornata d'Agape. Si esegue.

M. V. Fratello Maestro delle Cerimonie, vi prego di deporre il quadro di Loggia e di


accendere il candeliere a 7 Luci26. Fratelli all'Ordine d'Agape27.

Colpo di Maglietto II Maestro delle Cerimonie esegue prendendo il fuoco dal


Testimonio.

M.V. Fratelli tutti, al riposo.

Pausa

M.V. Fratelli dedichiamoci serenamente, in silenzio, al nostro lavoro di masticazione.


Togliamoci i nostri guanti.

Ci si dedica alla masticazione

M.V. Come il primo compito del Libero Muratore quello di levigare la pietra grezza,
accanto ai suoi fratelli, cos noi dividiamo col nostro Fratello il pane della nostra
terra.

Spezziamo il pane, porgiamone al nostro vicino di destra e mangiamone.

Si esegue mangiando il pane

26
In molti rituali nominata la Menorah e l'accensione delle stessa ordinata e scandita con le parole ebraiche dei
giorni della settimana. E' il risultato dell'entusiasmo di alcuni Fratelli che hanno inteso ebraicizzare i rituali, nella
convinzione che questa fosse l'unica e autentica tradizione Liberomuratoria. In realt, nella Libera Muratoria delle
origini, il Candelabro a Sette Luci simboleggiava le Sette Arti o Scienze Liberali.
27
Quando si all'ordine d'Agape, si resta seduti con la mano sinistra a piatto sulla tavola, con le dita riunite
verso l'inteno della tavola ed il pollice a squadra, allineato al bordo, e la mano destra come in grado di
Apprendista.
Oratore II Pane ed il Vino hanno bisogno per esistere del lavoro dell'uomo: Grano e Vite,
hanno bisogno della conoscenza dell'uomo per trasformarsi in alimento. Pane e
Vino, Grano e Vite: chicchi secchi di grano, umidi d'uva. Corpo e Sangue.

M. V. Dopo essersi accertato che tutti i FFrr. abbiano mangiato un pezzo di pane:

Fratelli, versate del VINO al vostro vicino di sinistra.

Si esegue stando seduti

M.V. Come il sole feconda i nostri campi, cos il prodotto della nostra vigna alimenti il
nostro lavoro.

Si esegue bevendo il vino

M.V. Fratelli celebriamo con la nostra libagione la Festa della fondazione della nostra
loggia/di San Giovanni destate/ dinverno.

M.V. Fratelli tutti, prendiamo le UOVA28.

Si esegue

Come per giungere al rosso del tuorlo necessario usare la forza per spezzare la
corteccia e l'Arte paziente per penetrare il bianco albume, cos per conquistare la
Verit dobbiamo giungere sino al suo centro.

Oratore La simbologia dell'uovo tra le pi diffuse. L'uovo una realt primordiale che
contiene in germe la molteplicit degli esseri.

M.V. Fratelli, prendiamo le VERDURE, gli ORTAGGI e le OLIVE.

Si esegue

Il VERDE dei campi ed il frutto degli orti ci dissetino e ci riposino lungo il nostro
faticoso cammino. Ricordiamoci che l'olio, dono dell'ulivo, simbolo di pace.

Oratore Simbolo di tutto ci che curativo e vivificante, le erbe ridonano salute, virilit e
fecondit. Ma se assunte in quantit eccessiva, per ignoranza o ingordigia,
possono avere effetti devastanti e rivelarsi velenose, psicotrope emetiche: quindi
vanno utilizzate con conoscenza, equilibrio, misura.

M. V. Fratelli, prendiamo le LENTICCHIE29.

Si esegue

28
II precetto di mangiare le uova senza sale, pane e bevande, e cos anche le verdure, non ha riscontri nella
tradizione Liberomuratoria e, per tanto, stato eliminato: l'Agape Fraterna un momento di gioia e non di
privazione.
29
uno degli alimenti controversi, non tutti lo ammettono tra i cibi dell'Agape Rituale.
Oratore Le lenticchie, coltivate fin dall'antichit per l'alto potere nutritivo, sono il simbolo
della continuit e della molteplicit, ed evocano il ritorno delle messi e la
perennit del ciclo delle stagioni.

M.V. Fratelli, prendiamo l'AGNELLO.

Si esegue

L'AGNELLO simboleggia il sacrificio senza il quale vano aspirare al successo in


campo iniziatico. Col sacrificio di questo agnello, che i nostri voti siano puri nella
nostra offerta cosciente al Principio Universale.

Oratore L'Agnello, simbolo di innocenza, purezza ed obbedienza, l'animale sacrificale


per eccellenza.

M.V. Fratelli, prendiamo la FRUTTA.

Si esegue

Il Frutto simbolo del Sapere; cos noi rinasciamo alla Vera Conoscenza consumando
i frutti dei nostri alberi: essi sono il prezioso dono del sole, in questo giorno di Festa.

Si consuma la frutta

Oratore Cristallizzazione policroma dell'energia solare, la frutta rappresenta il momento


conclusivo del ciclo vitale. Gli antichi offrivano agli Dei le primizie dei frutti
migliori, ed i pittori del Rinascimento ponevano nei loro dipinti frutta oltre che
fiori.

Quando il maestro venerabile lo ritiene opportuno

M.V. Fratelli, caricate i cannoni30

Si esegue
Tutti si rimettono i guanti

M.V. Fratelli 1 e 2 Sorvegliante, invitate i Fratelli che sono sotto i vostri ordini a prepararsi
per il primo brindisi di rito.

2 Sorv. Per ordine del Maestro Venerabile, invito i Fratelli della mia colonna a prepararsi
per il primo brindisi di rito.

1 Sorv. FRATELLI TUTTI, riempiamo ed allineiamo i calici.

2 Sorv. Fratello 1 Sorvegliante, la mia colonna pronta.

30
Si versa al vicino di sinistra.
1 Sorv. Venerabile Maestro, tutto pronto nelle due colonne.

M.V. L'Oriente lo tutto ugualmente. Fratelli, in piedi e all'Ordine d'Agape31.

Si esegue

M.V. Il primo brindisi per il Capo dello Stato e per la gloria e prosperit del nostro
Paese.

Attenzione Fratelli miei. Mano destra ai cannoni.

Si porta il calice alla spalla destra

In alto i cannoni.

Braccio dx in avanti e in alto

Per la salute del Capo dello Stato e per la gloria e la prosperit del nostro Paese.

Fuoco, buon fuoco, il pi vivo di tutti i fuochi.

TUTTI Fuoco, buon fuoco, il pi vivo di tutti i fuochi.

Si esegue e si riporta il braccio dx in avanti e in alto

M.V. Deponete i cannoni.

Si posa il calice sul tavolo

M.V. Il secondo brindisi per l'Illustrissimo e Venerabilissimo Gran Maestro del


(obbedienza di appartenenza), la cui salute ci tanto cara.

Attenzione Fratelli miei. Mano destra ai cannoni.

Si porta il calice alla spalla destra

In alto i cannoni.

Braccio dx in avanti e in alto

Per l'Illustrissimo e Venerabilissimo Gran Maestro del (obbedienza di


appartenenza), la cui salute ci tanto cara.

Fuoco, buon fuoco, il pi vivo di tutti i fuochi.

31
Ci si pone all'Ordine di Apprendista, la salvietta posata sull'avambraccio sinistro piegato a squadra, i dignitari
mettono la salvietta sulla spalla sinistra, la mano sinistra impugna il coltello (spada), con la punta della lama in
avanti.
TUTTI Fuoco, buon fuoco, il pi vivo di tutti i fuochi.

S esegue e si riporta il braccio dx in avanti e in alto

M.V. Deponete i cannoni.

Si posa il calice sul tavolo

Fratelli tutti, sedete; i Lavori vengono sospesi.

Durante la sospensione, di pochi minuti, i fratelli si tolgono i guanti e possono consumare


e bere

1 Sorv Venerabile Maestro, chiedo la parola.

M.V. La parola concessa.

1 Sorv. Venerabile Maestro, vi prego d voler dare disposizioni per un terzo brindisi che
vorrei proporre.

M.V. Fratello 2 Sorvegliante, avvertite i Fratelli delle due colonne di predisporsi per
un terzo brindisi.

2 Sorv. Per ordine del Venerabile Maestro, invito i Fratelli delle due Colonne a
prepararsi per un terzo brindisi.

i fratelli si rimettono i guanti

M.V. Fratelli, riempite e allineate i cannoni.

2 Sorv. Fratelli, riempiamo ed allineiamo i cannoni.

Oratore Fratelli, riempiamo ed allineiamo i cannoni

Quando tutto allineato

2 Sorv. Venerabile Maestro, tutto pronto nelle due colonne.

M.V. L'Oriente lo ugualmente.


Fratello 1 Sorvegliante, quale il brindisi che volete proporre?

lSorv. Venerabile Maestro della Risp. Loggia (nome della Loggia di appartenenza) n.
______ all'Oriente di (luogo della Loggia), il brindisi per Voi.
M.V. Colpo di Maglietto

Fratelli, in piedi e all'Ordine d'Agape32.

1 Sorv. Fratelli, il brindisi che ho l'onore di proporVi per il nostro Illustrissimo Maestro
Venerabile e per la sua famiglia, nonch per la nostra Risp. Loggia, per la
prosperit della quale formulo i voti pi ardenti.

Mano destra ai cannoni.

Si porta il calice alla spalla destra

In alto i cannoni.

Braccio dx in avanti e in alto

Per l'Illustrissimo Maestro Venerabile, per la sua Famiglia e per tutta la Loggia.
Fuoco buon fuoco.

TUTTI Fuoco buon fuoco.

Si esegue e si riporta il braccio dx in avanti e in alto

1 Sorv. Deponete i cannoni.

Si pone il calice sul tavolo

M.V. Il quarto brindisi in onore degli Ill.mi e Car.mi FFr. 1 e 2 Sorv. E delle loro
famiglie.

Attenzione Fratelli miei. Mano destra ai cannoni.

(Si porta il calice alla spalla destra)

In alto i cannoni.

Braccio dx in avanti e in alto

Fuoco in onore degli Ill.mi e Car.mi FFr. 1 e 2 Sorv. E delle loro famiglie.

TUTTI Fuoco.

S esegue e si riporta il braccio dx in avanti e in alto

M.V. Deponete i cannoni.


32
In piedi all'Ordine d'Agape, si sta all'Ordine di Apprendista, con la salvietta posata sull'avambraccio sinistro
piegato a squadra, i Dignitari sulla spalla sinistra, e con la mano sinistra che impugna la spada (coltello) con
la lama in avanti.
M.V. Il quinto brindisi per i Fratelli della nostra Loggia e per i Fratelli Visitatori33 che
onorano i nostri Lavori.

Attenzione Fratelli miei. Mano destra ai cannoni.

(Si porta il calice alla spalla destra)

In alto i cannoni.

Braccio dx in avanti e in alto

Fuoco per per tutti i Fratelli della nostra Loggia, per i Fratelli Visitatori e per la
prosperit delle nostre Famiglie.

TUTTI Fuoco.

Si esegue e si riporta il braccio dx in avanti e in alto

M.V. Deponete i cannoni.

Si posa il calice sul tavolo

Fratelli tutti, sedete; i Lavori vengono sospesi.

Durante la sospensione, di pochi minuti,i fratelli si tolgono i guanti e possono consumare


e bere

M.V. Fratelli 1 e 2 Sorvegliante, invitate i Fratelli delle vostre Colonne e che sono
sotto i vostri ordini, a prepararsi al sesto brindisi di rito.

1 Sorv. Per ordine del Venerabile Maestro, invito i Fratelli della mia Colonna a prepararsi
per il sesto brindisi di rito.

2 Sorv. Per ordine del Venerabile Maestro, invito i Fratelli della mia Colonna a prepararsi
per il sesto brindisi di rito.

i fratelli si rimettono i guanti

M.V. Fratelli riempiamo ed allineiamo i cannoni.

1 Sorv. Fratelli, riempiamo ed allineiamo i cannoni.

33
Solo se sono presenti Fratelli Visitatori, altrimenti il brindisi solo per i Fratelli della Loggia e le loro
famiglie
2 Sorv. Fratelli, riempiamo ed allineiamo i cannoni,

Quando tutto allineato

Fratello 1 Sorvegliante, la mia colonna pronta.

1 Sorv. Venerabile Maestro, tutto pronto nelle due colonne.

M.V LOriente lo ugualmente.


Fratelli in piedi e allOrdine dAgape.
Il sesto brindisi per i fratelli passati allOriente eterno, la cui memoria ci cara.

Mano destra ai cannoni.

Si porta il calice alla spalla destra

In alto i cannoni.

Braccio dx in avanti e in alto

Fuoco per i cari fratelli passati allOriente Eterno.

TUTTI Fuoco.

Si esegue e si riporta il braccio dx in avanti e in alto

M.V. Deponete i cannoni.

Si posa il calice sul tavolo

M.V. Fratelli formiamo la Catena dUnione, dando ciascuno le estremit della sua
bandiera ai suoi vicini di destra e di sinistra e prendendo quelle dei suoi rispettivi
vicini, tenendole con la mano sinistra.34

Il settimo brindisi per tutti i Fratelli Liberi Muratori sparsi sui due emisferi e
sempre uniti nella prospera come nella avversa sorte.
Rivolgiamo i nostri voti al Grande Architetto dellUniverso perch si compiaccia di
soccorrere gli infelici e condurre i viaggiatori in un porto sicuro.

Attenzione Fratelli miei. Mano destra ai cannoni.

(Si porta il calice alla spalla destra)

In alto i cannoni.

Braccio dx in avanti e in alto

34
La mano destra rimane libera per impugnare il bicchiere;
Fuoco per la prosperit di tutti i Fratelli Liberi Muratori Sparsi nel Mondo.

TUTTI Fuoco.

Si esegue e si riporta il braccio dx in avanti e in alto

M.V. Fratelli sciogliamo in letizia la catena dUnione.

Si esegue

Deponete i cannoni in tre tempi.


Salute ...

Si tende il braccio in avanti

Pace...

S abbassa il braccio quasi a toccare la tavola

Prosperit ...

Si posa il calice sul tavolo

M.V. Fratelli a me per il segno e per la triplice Batteria di giubilio.

Tutti eseguono con la triplice battuta di mani

M.V. Vivant, Vivant, Vivant!

TUTTI Vivant, Vivant, Vivant!

M.V. Fratelli tutti, sedete; i Lavori vengono sospesi, riprendiamo il convivio.

Durante la sospensione i fratelli si tolgono i guanti e possono consumare e bere quanto


sulla tavola.
Dopo un congruo periodo di tempo, a discrezione del Maestro Venerabile, si procede alla
chiusura dei Lavori.

CHIUSURA DEI LAVORI

M. V. Colpo di Maglietto

1 Sorv. Colpo di Maglietto


2 Sorv. Colpo di Maglietto

M.V. Fratello 1 Sorv., che et avete?

1 Sorv. Tre anni, Venerabile Maestro.

M.V. A che ora abbiamo l'abitudine di chiudere i lavori nostri.

1 Sorv. A Mezzanotte, Venerabile Maestro.

M.V. Che ora adesso, Fratello 2 Sorv.?

2 Sorv. Mezzanotte in punto.

M.V. Fratello Oratore, vi prego di darci le vostre conclusioni.

Prima delle conclusioni del Fratello Oratore ogni Fratello riempie circa 1/2 bicchiere di
Acqua al Fratello alla sua sinistra

Oratore Pronuncia le sue conclusioni relative alla tornata dagape. Conclude sempre con:

Carissimi Fratelli, ogni scuola iniziatica ruota attorno ad un asse centrale


rappresentato dalla Operativit; operativit interiore ed esteriore cui
strettamente legato il concetto di edificazione. Esiste un momento in cui
l'operativit rivolta alla distruzione dei materiali: ci si realizza nell'Agape con il
travaglio della masticazione. Distruzione dei materiali che non ha significato di
fine, bens di Rigenerazione, rigenerazione alla vita. L'ingestione di cibo la
metamorfosi metabolica compiuta dal nostro corpo per trarre l'energia
indispensabile alla sua sopravvivenza. Mantenersi in vita quindi un impegno, un
dovere che si assume con l'iniziazione massonica, per poter, affinandosi,
contribuire alla Costruzione; per rispondere ad un dettato eminentemente
iniziatico. La Loggia, durante l'Agape, vive lo stesso momento di trasformazione
che realizza e compie quel Lavoro di sgrossamento che certo non ha mai fine.

M.V. Fratelli indossiamo i nostri guanti.

Si esegue

M.V. Fratelli 1 e 2 Sorv.., avvertite i Fratelli delle vostre colonne che concessa loro
la parola.

Dopo gli eventuali interventi dei Fratelli.

M.V. Fratello Elemosiniere, fate circolare il Sacco della Benevolenza/Tronco della Vedova.

Il Fratello elemosiniere compie il suo giro e porta il ricavato al Fratello Oratore che, senza
contare i mattoni
Oratore Maestro Venerabile, i poveri hanno preso parte alla nostra Agape.

M.V. Fratelli 1 e 2 Sorvegliante, annunciate alle vostre colonne che i poveri hanno
preso parte alla nostra Agape.

1 Sorv. Fratelli della mia Colonna, i poveri hanno preso parte alla nostra Agape.

2 Sorv. Fratelli della mia Colonna, i poveri hanno preso parte alla nostra Agape.

M.V. Fratlli, in piedi e all'Ordine.

Il M. d. C si reca dal 1 Sorvegliante e lo accompagna all'Ara, dandogli la destra. Il 1


Sorvegliante chiude il Libro Sacro e depone Squadra e Compasso, ritorna al suo posto
accompagnato sempre dal M.d.C, che gli d la sinistra.

M.V. In nome della Massoneria Universale, sotto gli auspici del (obbedienza di
appartenenza), dichiaro chiusi i Lavori d'Agape di questa R. Loggia (nome della
Loggia di appartenenza) n. ______ all'Oriente di (luogo della Loggia), e ordino al
1 Sorvegliante di chiudere la Loggia.

. Tre colpi di Maglietto

A me Fratelli per il Segno e per la Batteria.

Non ci si mette pi all'Ordine Spegne la propria candela

1 Sorv. Fratelli, per ordine del Venerabile Maestro, chiudo la Loggia.

. Tre colpi di Maglietto

Spegne la propria candela

2 Sorv I Lavori d'Agape sono chiusi fino a nuova data da destinarsi.

Tre colpi di Maglietto

Spegne la propria candela

M.V. Maestro delle Cerimonie, provvedete a spegnere le luci del candelabro,

M.V. Maestro delle Cerimonie provvedete a rimuovere il Quadro di Loggia.

Il M.d.C. esegue ed infine dispone per l'uscita dal luogo di Agape.