Sei sulla pagina 1di 2

MATEMATiCA

Proseguiamo il nostro esame sui metodi di risoluzione delle EQUAZIONI


LOGARITMICHE per vedere come procedere nel caso in cui l'equazione, mediante la
definizione stessa di logaritmo o mediante le proprietà e i teoremi dei logaritmi,può essere
ricondotta alla forma
loga f(x) = b
con
k costante.
Per risolvere questo tipo di equazione ricorriamo alla DEFINIZIONE di LOGARITMO.
Noi sappiamo che, se
loga b = x
significa che
ax = b.
Quindi
loga f(x) = b
può essere scritto come
ab = f(x).
Ovviamente la condizione è sempre che
a>0
e
a ≠ 1.
Così come abbiamo visto nella lezione precedente, anche in questo caso, dovremo
fare attenzione perché le soluzioni ottenute potrebbero non essere anche soluzioni
della equazione logaritmica di partenza, infatti,tutti gli argomenti dei logaritmi
presenti nella equazione di partenza devono essere maggiori di zero.
possiamo determinare il CAMPO DI ESISTENZA dell'equazione risolvendo un
SISTEMA formato da tante DISEQUAZIONI quanti sono i logaritmi presenti
nell'equazione. Ogni equazione dovrà porre la condizione che l'ARGOMENTO di
ciascun logaritmo sia POSITIVO.
Le soluzioni dell'equazione
ab = f(x)
possono essere accettate solamente se appartengono al campo di esistenza.
Esempio:
log2 (3x-2) - 3 = log2 10x - log2 5x.
Iniziamo col trasformare l'equazione applicando la definizione di logaritmo e le
proprietà e i teoremi sui logaritmi.
A secondo membro, applichiamo il TEOREMA SUL RAPPORTO DI LOGARITMI:
log2 (3x-2) - 3 = log2 (10x/ 5x)
da cui otteniamo
log2 (3x-2) - 3 = log2 2.
E poiché
log2 2 = 1
possiamo scrivere:
log2 (3x-2) - 3 = 1
da cui, portando il -3 a secondo membro e cambiando di segno, otteniamo:
log2 (3x-2) = 1 + 3
log2 (3x-2) = 4.
Abbiamo così un'equazione nella quale compare un logaritmo a primo membro ed una
costante a secondo membro.
Ora passiamo, usando la definizione di logaritmo, all'esponenziale e scriviamo:
24 = 3x - 2.
A questo punto possiamo determinare a priori il campo di esistenza dell'equazione,
quindi risolverla e vedere se la soluzione trovata rientra in tale campo di esistenza.
Il campo di esistenza dell'equazione lo si ottiene risolvendo il seguente sistema:

da cui otteniamo:

Graficamente abbiamo:

Quindi il sistema ammette soluzioni per le


x > 2/3.
Di conseguenza, solamente se la x è maggiore di 2/3 l'argomento di tutti i logaritmi è
positivo.
A questo punto possiamo andare a risolvere l'equazione ottenuta passando
all'esponenziale, ovvero:
24 = 3x - 2.
Da cui otteniamo:
16 = 3x - 2
-3x = -2 - 16
3x = 2 + 16
3x = 18
x = 18/3 = 6.
Essendo 6 maggiore di 2/3, la soluzione è accettabile.