Sei sulla pagina 1di 42

COSTRUZIONI IN ZONA SISMICA

(Prof. Ing. Franco Braga)

Introduzione al SAP 2000


STRUTTURA: geometria, materiali, schematizzazione

SEZIONI TIPO
STRUTTURA: geometria
3 2 4

1 3

1 2

Riferimento Globale Riferimento Locale

Nodi: 1-(X1,Y1,Z1) 2-(X2,Y2,Z2) 3-(X3,Y3,Z3) 4-(X3,Y3,Z3)


Vincoli: 1,2-(1,1,1,1,1,1) 3,4-(0,0,0,0,0,0)
Elementi: 1-(1,3) 2-(3,4) 3-(2,4)
1° nodo (i) 2° nodo (j)
nodi
elementi
STRUTTURA: geometria

Materiali

Geometria

Sezione
Materiali: peso per unità di volume,
modulo di elasticità,...
(3) (4)
Geometria: dimensioni della
sezione in base a prefissate 3 2 4
convenzioni
1 3
1 2
STRUTTURA: riferimento locale

Sezione

(3) (4)
3 2 4

1 3
1 2
Sistema di riferimento locale

Asse Z

j
La dimensione t3 è parallela all’asse 2
Asse 1
La dimensione t2 è parallela all’asse 3
L’asse locale 2 è per default nel piano
1-Z.
Asse 2
i Il sistema di riferimento locale segue
la regola della mano destra
STRUTTURA: azioni

(3) (4)

2 3 4 2 3

1 4
1 5
SAP 2000: New Model

Selezionare il comando File e successivamente il comando New Model


SAP 2000: definizione della griglia

Inserire il numero di griglie nelle tre direzioni e successivamente gli


intervalli base (10,10,4) - (1,1,1)
SAP 2000: scelta del piano di immissione

Selezionare il comando View e successivamente Set 2D View


SAP 2000: scelta del piano di immissione

Selezionare il piano (X-Z) e la quota di riferimento (Y=0)


SAP 2000: disegno della struttura

Selezionare il comando Draw e successivamente il comando Draw


Frame Element
SAP 2000: disegno della struttura

Selezionare, nel piano (X-Z), i nodi che individuano l’estremità


dell’elemento (FRAME)
SAP 2000: definizione dei vincoli

Selezionare il nodo da vincolare


SAP 2000: definizione dei vincoli

Selezionare il comando Joint e successivamente il comando Restraints


SAP 2000: definizione dei vincoli

Selezionare i vincoli da assegnare (Translation, Rotation)


SAP 2000: definizione dei materiali

Selezionare il comando Define e successivamente il comando Materials


SAP 2000: definizione dei materiali

Scegliere il materiale (CONC) e definire le caratteristiche


SAP 2000: definizione dei materiali

Selezionare il comando Define e successivamente il comando Frame


Sections
SAP 2000: definizione delle sezioni

Definire il nome, scegliere il tipo e assegnare la geometria


SAP 2000: descrizione meccanica degli elementi

Dopo aver selezionato l’elemento, selezionare il comando Assign e


successivamente i comandi Frame e Sections
SAP 2000: descrizione meccanica degli elementi

Scegliere il tipo di sezione (30x40)


SAP 2000: Visualizzazione 3D degli elementi

Selezionare nel riquadro superiore la icona “Busta” e successivamente


selezionare la rappresentazione tipo “extrusion”
SAP 2000: Sistema di riferimento locale

Selezionare il comando Assign e successivamente i comandi Frame e


Local Axes
SAP 2000: Sistema di riferimento locale

Inserire l’angolo di rotazione in gradi (90) del sistema di riferimento


locale rispetto alla posizione originaria
SAP 2000: Sistema di riferimento locale
SAP 2000: Definizione dei carichi “statici”

Selezionare il comando Define e successivamente il comando Static


Load Cases
SAP 2000: Definizione dei carichi “statici”

Definire il nome del carico “tipo” includendo il peso proprio della


struttura (valore 1 di “Self Weight Multiplier”)
SAP 2000: Definizione dei carichi “statici”

Dopo aver selezionato l’elemento, selezionare il comando Assign e


successivamente i comandi Frame Static Loads e Point and Uniform
SAP 2000: Definizione dei carichi “statici”

Inserire il tipo di carico (Tipo1 in Load Case Name) ed inoltre


direzione (Global Z in Direction) ed entità (2.5 in Uniform Load)
SAP 2000: Definizione dei carichi “statici”

Il carico nella direzione Global Z agisce lungo l’asse dell’elemento.


Modificare la direzione inserendo Global X in Direction.
SAP 2000: Definizione dei carichi “statici”

La nuova direzione è osservabile nella finestra grafica


SAP 2000: Definizione dei carichi “statici”

Selezionare il comando Assign e successivamente i comandi Joint Static


Loads e Forces
SAP 2000: Definizione dei carichi “statici”

Inserire il tipo di carico (Tipo1 in Load Case Name) e l’entità (-2) in


Force Global X
SAP 2000: Definizione dei carichi “statici”

Direzione ed entità della forza concentrata sono osservabili nella


finestra grafica
SAP 2000: Elaborazione dei dati di Input

Selezionare il comando Analyze e successivamente Run, avviando così


l’elaborazione dei dati di ingresso (Input).
SAP 2000: Elaborazione dei dati di Input

Selezionare OK
SAP 2000: Visualizzazione dei risultati

Selezionare il comando Display e successivamente Show Deformed


Shape
SAP 2000: Visualizzazione dei risultati

Selezionare la condizione di carico (Tipo1 Load Case)


SAP 2000: Visualizzazione dei risultati

La deformata è visualizzata nelle finestre grafiche


SAP 2000: Visualizzazione dei risultati

Dopo aver selezionato i comandi Display e Show Element Forces,


selezionare la condizione di carico ed il tipo di sollecitazione (Moment
2-2)
SAP 2000: Visualizzazione dei risultati

E’ possibile richiedere il valore numerico della sollecitazione in una


definita sezione: inserire la distanza della sezione dal nodo i.