Sei sulla pagina 1di 7

Trascrizione: Ilde Garda

Jorg Sabellicus dice:"l'ossessione penetra sempre attraverso


l'interferenza di una Volontà Superiore sulla Volontà inferiore,
ed è generalmente indotta dapprima da un raggio della
Coscienza Spirituale (dal che deriva il pericolo costituito da
pensieri malefici non governati, che penetrano nella sfera della
sensazione, aprendo la via ad un'altra potenza, sia umana
incarnata, sia umana disincarnata, elementare o demoniaca).
Come primo atto, tale forza schiaccia la volontà inferiore, son
quando non ha stabilito un solido ingresso nella Sfera della
Sensazione; in questo modo causa un indebolimento in
Nephesh che rende il Ruach meno concentrato. Quando il
Ruach è ormai troppo disperso per porre rimedio allo
sfinimento del corpo fisico, la volontà inferiore, indebolita,
diviene preda dell'intruso. Da questo nasce la sensazione di
freddo e sonnolenza che solitamente annuncia l'ossessione.
Per originare la forza necessaria ad impedire alla volontà
inferiore ogni possibilità di comunicazione con la superiore,
l'idea ossessiva di dispone ad impadronirsi del Daath: e questo
segna il punto dominante dell'attacco, specie in quella parte
del corpo fisico che si trova sul retro della testa, in
corrispondenza con la convinzione della spina dorsale. A
questo punto, a meno che la volontà inferiore non voglia
adoperarsi - pur riluttante - per ristabilire la connessione,
diviene impossibile per la volontà superiore intervenire
intervenire, dato che la Volontà Inferiore è Regina del Corpo
Fisico. Si ricordi tuttavia che nessuna forza ossessiva può
sopraffare la Volontà Inferiore, sè questa tenderà,
coraggiosamente e contro tutte le opposizioni, alla Volontà
Superiore. [...]"
Cosa vuol dire tutto questo?

Trascrizione: Ilde Garda


L'anima umana è una trinità: Nefesh. Ruach e Neshamah.
Essa è l'entità spirituale, il centro che crea il rapporto fra
l'uomo e Dio. Ruach è la parte intermedia fra Nefesh (l'anima
naturale ed istintiva) e Neshamah (l'anima divina). Ruach è
l'anima morale, razionale, sede del bene e del male, delle
qualità etiche. Come Soffio Sacro, essa è anche Spirito, uno
dei "principi umani" (Buddhi-Manas). Assieme a Nefesh è
soggetta alla trasmigrazione e non ha riposo fino a quando
Neshamah non sia risalita sino alla sua sorgente. Ruach è
illuminata da Neshamah e, a sua volta, illumina Nefesh. Ruach
è meno sensibile di Nefesh alle influenze del mondo esterno, in
essa la passività e l'attività si trovano in proporzioni uguali.
Essa, in un certo senso, è come un essere interno all'uomo,
ideale, nel quale tutto ciò che la vita corporea e concreta
manifesta esteriormente come quantitativo e materiale, si
ritrova interiormente allo stato virtuale. Ruach fluttua fra
l'introversione e l'estroversione e, nelle sue funzioni, appare
come mutevole; la sua importanza è notevole dal momento
che la modalità essenziale di ciascun essere dipende
esclusivamente dal grado più o meno elevato della sua
coesione con la natura, ma soprattutto dalla maggiore o minore
attività che ne deriva. Più l'uomo è attivo interiormente, più è
elevato e più gli è possibile indagare nelle intime profondità
dell'essere.
Allora, appare chiaro comprendere una cosa fondamentale: nel
nostro corpo fisico, esattamente dietro il collo, sotto la nuca,
all'altezza della giuntura della spina dorsale, esiste una porta
eterica che apre al subconscio. Questa porta eterica va
assolutamente difesa. Occorre pertanto imparare fin da subito
le prime armi di magia difensiva.

Trascrizione: Ilde Garda


Abbiamo fisiologicamente in dotazione una bolla energetica di
protezione che in molte scuole iniziatiche viene chiamata
l'uovo d'oro, ma purtroppo questa protezione è sempre più
indebolita dai moderni usi e costumi sociali. Questo fatto ci
espone a manipolazioni esterne e a subire troppo spesso
supinamente la volontà altrui. Occorre dunque correre ai
ripari, per impedire a chicchessia che abbia una volontà più
forte della nostra di manipolarci.
Tanto per cominciare possiamo imprimere sulle persone che
amiamo un lucchetto di protezione della porta eterica e
chiedere che facciano la stessa cosa con noi.
Per farlo faremo ricorso ad un quadrato magico molto potente
che è il quadrato del Sator. Dirò brevemente qualcosa su
questo quadrato perché ne capiate la potenza e l'importanza.

Trascrizione: Ilde Garda


Come balzerà presto agli occhi sia che lo leggiate in verticale
che in orizzontale, da destra verso sinistra e dall'alto verso il
basso, riuscirete sempre a leggere le stesse parole. Nessuno
ha mai compreso appieno il significato di queste parole
nonostante molti abbiano dato versioni davvero apprezzabili,
ma in sostanza è un quadrato magico per attingere ai geni
planetari di Saturno. Saturno è considerato il guardiano della
soglia... il guardiano del mondo fisico. È presto detto che
meglio di questo non si può usare per tutelare il proprio
subconscio.
Non solo... in molte cattedrali o chiese è stata rinvenuta la
presenza di questo quadrato magico, in lungo e in largo per
tutta Europa.
Come si appone il lucchetto del Sator:
Mettete una mano dietro il collo delle persone a cui volete
mettere un lucchetto per proteggere il subconscio. Immaginate
una luce fortissima che circonda tutto intorno a voi, lasciate
che questa luce entri dalla sommità della vostra testa e vi
attraversi e si diriga verso la mano appoggiata sulla parte
posteriore del collo, proprio sotto la nuca. Quando vedete la
luce arrivare al palmo della mano, chiedete mentalmente che
vengano impresse le forze del Sator a protezione della porta e
reciterete sempre mentalmente per tre volte le parole del
quadrato magico (Sator Arepo Tenet Opera Rotas).
Cercate qualcuno che ve lo faccia, diversamente ve lo farete
da voi stessi. Andrà benissimo lo stesso.
Il secondo accorgimento/esercizio da fare quotidianamente
(ma che richiederà pochi minuti solo la prima volta) è
l'esercizio dell'ovetto blu.

Trascrizione: Ilde Garda


Mettetevi comodi ed inspirate profondamente per calmare la
mente. Chiudete gli occhi e immaginate che intorno a voi si
formi un guscio di protezione fatto di luce bluette tendente al
violetto, cioè di colore indaco, e che questo guscio di luce sia
liscio all'interno e zigrinato all'esterno. La superficie esterna
deve essere irregolare per poter riflettere indietro le energie
negative e gli attacchi psichici che possono sopraggiungervi.
Ricordiamoci che un attacco psichico non è necessariamente
qualcuno che si mette lì e intenzionalmente vuole farci del
male con l'uso consapevole del pensiero, sebbene questo
possa anche capitare soprattutto da parte di gente che magari
si arrabbia con noi senza sapere che quando pensa male di
noi già ci sta facendo un attacco psichico. Più facilmente
possiamo venire aggrediti dall'ignoranza della gente, dalla sua
invidia verso di noi e dalla superficialità con cui possono
parlare o pensare male di noi alle nostre spalle.
Perciò immaginate questo bell'uovo il cui guscio esterno
rimbalzi tutto via e non lasci passare nient'altro che le
benedizioni dell'amore Divino e tutto ciò che è buono è
favorevole per noi. Dobbiamo inoltre comandare mentalmente
che l'uovo consenta l'uscita da noi di tutto ciò che emaniamo,
cioè che non trattenga all'interno del guscio, ma che lasci
fluire liberamente tutto ciò che da noi va verso l'esterno.
Ricordatevi di visualizzare bene tutto il corpo all'interno del
guscio, che sia chiuso bene dietro la schiena e che abbiate
messo anche i piedi dentro il guscio! Una volta che lo avrete
fatto per bene, le volte successive basterà richiamarlo
mentalmente e molto velocemente ricordare tutti i suoi
compiti.

Trascrizione: Ilde Garda


Man mano che lo farete basterà solo pensare all'uovo blu ogni
mattina perché si rigeneri e rinforzi.
Richiamate l'uovo blu anche quando state andando in luoghi
con molte energie congeste come ad esempio ospedali, centri
commerciali, fiere di paese, cioè tutti i luoghi affollati o rinchiusi
o che comunque abbiamo carichi di energie sature di stress e
altro che possa nuocerci. Questo eviterà di tornare a casa
stanchi e confusi, cosa che tipicamente succede quando
andiamo in quei luoghi

Trascrizione: Ilde Garda