Sei sulla pagina 1di 15

PROGETTO E VERIFICA DI

VULNERABILITA SISMICA DI UN EDIFICIO


IN MURATURA ORDINARIA PORTANTE
Localit : BORGO FARAONE ANTICO (A.P.)

AUTORE Dott. Ing. Michele Altilia Ingegnere Civile Strutturista ENERPLAN S.r.l. CARPI (MO)
DAR2 Modellazione Strutturale e Calcoli F.E.M.

Dalla Planimetria lantico borgo di Faraone costituito da vari comparti edilizi, che a seguito dei numerosi
eventi tellurici, e frane avviate, si presentano in condizioni fatiscenti, o addirittura veri e propri ruderi. Nel
riquadro rosso vi evidenziato la struttura oggetto di intervento.
PROGETTO E VERIFICA DI VULNERABILITA SISMICA DI UN EDIFICIO IN MURATURA ORDINARIA
PORTANTE

PROGETTO E VERIFICA DI Il Corpo di Fabbrica : Piano Primo


VULNERABILITA SISMICA DI UN Al piano primo a differenza dei soffitti del piano
EDIFICIO IN MURATURA terra vi sono in ogni ambienti dei sistemi di volta,
ORDINARIA PORTANTE anche se tutte crollate. Tali sistemi voltati cui si fa
riferimento risultano essere delle false volte in
Localit : BORGO FARAONE ANTICO (A.P.)
camera canna, che logicamente non contribuiscono
alla resistenza della struttura e tanto meno non si
oppongono alle forze sismiche.

In figura una sezione particolareggiata dello stato di


fatto del corpo di fabbrica, dove si possono
desumere i vari livelli ed i vari sistemi sismo-
resistenti. Inoltre si identificano i vari
orizzontamenti con sistemi lignei e voltati di
copertura

La struttura quindi divisa in


Il corpo di Fabbrica : Particolari
Piano Terra
Costruttivi
Piano Primo
Tale tipologia di solaio in legno tipica di struttura
antiche, la sua costituzione rimane comunque in
Il Corpo di Fabbrica : Piano Terra legno con la presenza o meno di un assito
Sono presenti al piano terra, soffitti in legno o ci secondario. Le travi in legno emergenti esistenti di
che ne rimane, ambiente voltato interamente tali solai, nel 90% dei casi risultano inflesse, aventi
crollato, un corridoio con una serie di volte a una freccia residua permanente
crociera, ambienti con solai in legno con doppio
assito, e infine un soffitto eseguito in voltine e
putrelle che risulta essere di nuova costruzione
rispetto al comparto esistente

Pag. 1
PROGETTO E VERIFICA DI VULNERABILITA SISMICA DI UN EDIFICIO IN MURATURA ORDINARIA
PORTANTE

Il Corpo di Fabbrica : Particolari APPROCCIO F.E.M. :ELEMENTI SHELL &


Costruttivi PLATE

Sono presenti in alcuni ambienti del piano terra, La modellazione della struttura stata effettuata
vedasi piante precedenti, sistemi voltati a crociera. tramite lutilizzo del software MIDAS/GEN. Si
Esse sono delle Volte a crociera a sesto ribassato, partiti da un modello a fil di ferro in Dxf,
con mattoncini e gretonato superiore. importato nel solutore e modellato la struttura in
muratura per step

La modellazione della muratura tramite elementi


bidimensionali Shell e membranali Plate.

E nei piani superiori invece, troviamo una tipologia


di volta, Falsa Volta in Camera Canna, che come
precedentemente descritto non contribuisce a
resistere alle azioni orizzontali sismiche.

Il procedimento come quello che si evince dalle


immagini di seguito con particolare attenzione alla
modellazione fisico-meccanica della serie di volte a
crociera.

Pag. 2
PROGETTO E VERIFICA DI VULNERABILITA SISMICA DI UN EDIFICIO IN MURATURA ORDINARIA
PORTANTE

ANALISI DINAMICA LINEARE : stato determinato lo spettro di progetto per il


EARTHQUAKE : RESPONSE SPECTRUM comune di Faraone (AP), considerando un terreno
di tipo C ed un fattore di struttura q = 1.5. In
particolare, si fatto riferimento allaccelerazione
massima dello spettro cos determinato allo SLD e
allo SLV, di seguito i due spettri di risposta.

Spettro in accelerazione SLD dir X-Y

Modellazione Struttura tramite elementi


shell e plate

Murature modellate con un spessore


differenti e caratteristiche meccaniche
riferite a quelle reali esistenti della
struttura.

Ipotesi di incastro perfetto alla base

Volte a crociera modellate con spessore


reale della volta e carichi inerenti alle
rispettive altezze
Spettro in accelerazione SLV dir X-Y

PARAMETRI SLV SLD


SISMICI

ag(*g) 0,178 0,072

S 1,200 1.20

Fo 2,461 2.440

TB (IN SECONDI) 0,157 s 0.138 s

TC (IN SECONDI) 0,472 s 0.414 s

TD (IN SECONDI) 2,313 s 1,887 s

Pag. 3
PROGETTO E VERIFICA DI VULNERABILITA SISMICA DI UN EDIFICIO IN MURATURA ORDINARIA
PORTANTE

ANALISI DINAMICA LINEARE : RESULTS OF Con le deformate modali si verifica quali sono i
MODAL DINAMYC ANALYSIS modi pi importanti eccitati, periodo di vibrare e
Nell lindividuazione dei modi di vibrare, in massa partecipante modale. La normativa, riferita a
considerazione dellelevato numero di elementi strutture esistenti in muratura, permette di poter
bidimensionali, per lestrazione degli autovalori ed effettuare lAnalisi dinamica lineare, solo se si
autovettori stato impiegato il metodo di Ritz. raggiunge una massa partecipante modale
complessiva pari al 75% della massa sismica totale
Dato lelevato numero di modi di vibrare della della struttura.Tali modi sono stati combinati
struttura, di seguito verranno inseriti solo alcuni utilizzando la formula prevista dalla normativa
dei 100 modi analizzati NTC.2008 (CQC).

1 Modo di Vibrare T=0,12s, direzione X 4 Modo di Vibrare T=0,0857s dir. X

10 Modo di Vibrare T=0,0566s dir. XY


2 Modo di Vibrare T=0,1024 s dir. Y

21 Modo di Vibrare T=0,0452s dir. XY


3 Modo di Vibrare T=0,0913s dir. X

Pag. 4
PROGETTO E VERIFICA DI VULNERABILITA SISMICA DI UN EDIFICIO IN MURATURA ORDINARIA
PORTANTE

ANALISI DINAMICA LINEARE : PLATE


2 Modo di Vibrare max= 0.051MPa (Y)
STRESSES OF SINGULAR VIBRATION
MODE
Lanalisi degli stati tensionali sulle deformate
modali, combinate tramite la CQC, non d risultati
utilizzabili ai fini di verifiche rigorose, in quanto se
vengono considerati due elementini meshati vicini,
ad esempio del modo di vibrare 10, o di un
qualsiasi altro modo di vibrare, avranno delle
tensioni che possono essere riferite ad istanti di
tempo differenti o anche opposti tra di essi,
proprio perch i modi avvengono in tempi
differenti. Per tali motivi come precedentemente
detto, si eseguiranno delle verifiche tensionali sulla
3 Modo di Vibrare max= 0.43MPa (X)
combinazione di singoli modi di vibrare.

1 Modo di Vibrare max= 0.53MPa (X)

4 Modo di Vibrare max= 0.241MPa (X)

2 Modo di Vibrare max= 0.069MPa (X)

Comparando gli stati tensionali in direzione X con


quelli in direzione Y si nota che la struttura pi
1 Modo di Vibrare max= 0.78MPa (Y) sollecitata in termini di stati tensionali nel piano, in
direzione X, in quanto presenta dei picchi pi
elevati di tensioni rispetto la direzione Y, eccetto il
modo di vibrare 2. Con tale analisi a differenza
delle analisi dinamiche modali si possono effettuare
verifiche e considerazioni in termini di forze agenti
sugli elementi plate, calcolabili grazie allutilizzo del
comando cutting diagrams presente in
MIDAS/GEN.

Pag. 5
PROGETTO E VERIFICA DI VULNERABILITA SISMICA DI UN EDIFICIO IN MURATURA ORDINARIA
PORTANTE

DEFINITION OF A LOAD CASES ON PLATE STRESSES OF INDIVIDUAL


THE CROSS VAULT MODE OF VIBRATION ON THE VAULT
La serie di sistemi voltati, sono stati modellati con Come per lintera struttura, si sono valutate le
elementi plate, microplate meshati e discretizzati in tensioni sugli elementi plate che costituiscono la
corrispondenza degli scarichi delle volte. serie di volte a crociera a sesto ribassato. Per ogni
Lapplicazione del carico avvenuta mediante il singolo modo si sono valutate le tensioni
comando pressure load ed stata eseguita un combinandole con i modi riferiti alla direzione di
applicazione rigorosa per fasce di altezza sulle volte verifica.
a crociera. Ad ogni fascia corrisponde un
determinato carico uniforme differente 1 Modo di Vibrare max= 0.03MPa (X)

Step di carico : Fascia 1 e 2 hv=0.42/0.4 2 Modo di Vibrare max= 0.037MPa (X)

Step di carico : Fascia 3 e 4 hv=0.5/0.6

1 Modo di Vibrare max= 0.030MPa (Y)

Step di carico : Fascia 5 e 6 hv=0.8/1.0

Pag. 6
PROGETTO E VERIFICA DI VULNERABILITA SISMICA DI UN EDIFICIO IN MURATURA ORDINARIA
PORTANTE

2 Modo di Vibrare max= 0.241MPa (Y) 32 Modo di Vibrare max= 0.0001MPa


(Y)

4 Modo di Vibrare max= 0.053MPa (X) Sono stati inseriti solo alcuni dei molteplici modi di
vibrare considerati ai fini del calcolo delle tensioni.
Si nota come i picchi delle tensioni sono proprio in
corrispondenza degli angoli di scarico delle volte, e
in corrispondenza delle nervature che legano le
volte a crociera.

Tale modellazione per fasce di plate utile nel


momento in cui si vuole studiare nellipotesi di
post-intervento, linserimento di fibrature in
Carbonio sulle calotte delle volte e o sulle
nervature.
32 Modo di Vibrare max= 0.031MPa
(X) A tal proposito si inserisce, individuata la posizione
delle fibre, si seleziona una fascia di plate, e gli si
attribuiscono le caratteristiche meccaniche
dellelemento polimerico in CFRP e si effettua
lanalisi. Un esempio di quanto descritto si pu
evincere dalla seguente immagine:

4 Modo di Vibrare max= 0.069MPa (Y)

Pag. 7
PROGETTO E VERIFICA DI VULNERABILITA SISMICA DI UN EDIFICIO IN MURATURA ORDINARIA
PORTANTE

PUSHOVER ANALISYS Legame a compressione delle murature


Lanalisi non-lineare non uno strumento
adottabile per qualsiasi tipologia di struttura e
non di facile controllo e utilizzo per tutti gli
ingegneri, tuttavia di regola necessaria per
comprendere il comportamento ed il
danneggiamento di strutture storiche complesse,
richiedendo altres una consulenza ingegneristica
specializzata.

Si preferisca la semplicit alla complessit e si


adotti uno strumento software come MiDAS che
possa essere validato e compreso dallutente.

La muratura, sia un materiale utilizzato per secoli


nelle costruzioni, una composizione Legami Costitutivi della Muratura
estremamente complessa qualora la si voglia Legami costitutivi della muratura sono:
modellare numericamente. Si tratta infatti di un
materiale composito le cui caratteristiche Strumas : materiale scomposto nei suoi 3
meccaniche, che sono influenzate da un vasto componenti (blocco, malta orizzontale,
numero di fattori, generalmente non sono ben malta verticale), anisotropo, rottura a
note. trazione di tipo elasto-plastico,
linearmente elastico a compressione
Nella pratica ingegneristica molti progettisti
adottano analisi elastiche per valutare il Mohr Coulomb/Drucker Pragher :
comportamento strutturale delle murature, materiale omogeneo, isotropo, ed
inserendo valori arbitrari per i parametri elastici e elastico- plastico associato al criterio di
di resistenza. Tali analisi danno risultati errati e rottura di M-C
portano a conclusioni altrettanto errate: non sono
in generale applicabili alle murature le TSC : Total Strain Craking: materiale
semplificazioni ipotizzate nel calcolo di strutture in omogeneo, isotropo , ed elastico-plastico
acciaio e cemento armato. softening

Lourenco Rots
Definizione del legame Costitutivo delle
murature Lelenco in ordine dal pi semplice al pi
complesso in termini di parametri, velocit di
Legame a Trazione delle murature convergenza e precisione dei risultati.

In tale modellazione e analisi stato adottato,


come criterio di definizione del legame costitutivo
delle murature, il metodo Strumas confrontato poi
con la convergenza e lanalisi del modello Drucker-
Prager.

Pag. 8
PROGETTO E VERIFICA DI VULNERABILITA SISMICA DI UN EDIFICIO IN MURATURA ORDINARIA
PORTANTE

The Strumas method analisys Bed Joint Material


Il metodo Strumas prevede una omogeneizzazione
dei parametri meccanici a partire dai parametri dei
singoli componenti e dalle loro dimensioni
geometriche. Il modello lineare elastico.

MIDAS ha implementato Strumas con un criterio


di rottura elasto-plastica a trazione. Non
considerata la rottura a compressione, ipotesi
ritenuta spesso valida per comuni applicazioni
ingegneristiche. Il modello identifica i punti Gauss
dove si verifica la rottura a trazione con delle
crocette (yeld point), permettendo di valutare
landamento delle tensioni.

Il criterio Strumas Masonry in Midas/Gen si


presenta in tal modo:

Brick Material Proprietis

Head Joint Material..

Geometry Of Masonry Panel

Pag. 9
PROGETTO E VERIFICA DI VULNERABILITA SISMICA DI UN EDIFICIO IN MURATURA ORDINARIA
PORTANTE

PUSHOVER ANALISYS : Application Impostazione del sistema di carico. L'analisi risente


della sequenza di carico applicata, necessario quindi
Individuazione paramento murario per poter effettuare
rappresentare come primo step di carico lo stato di
un analisi non lineare (PushOver)
fatto, mentre gli step successivi rappresentano la forza
di spinta orizzontale ( 1g ).

Sistema 1

Carico rappresentante lo stato di fatto :

Peso Proprio
Peso proveniente dai solai in legno
(interpiano e tetto)

Parete oggetto di analisi non lineare estrapolata dal


modello di calcolo globale

Sistema 2

Carico rappresentante la spinta orizzontale:

- Azione orizzontale 1 (1g)


- Azione orizzontale 2 (1g)
Scelta dei parametri meccanici lineari della muratura

Pag. 10
PROGETTO E VERIFICA DI VULNERABILITA SISMICA DI UN EDIFICIO IN MURATURA ORDINARIA
PORTANTE

PUSHOVER ANALISYS: YZ TENSIONS Tensions Plate, LOAD STEP 20


ON THE FACE PLATE (ANTEOPERA)
Una volta scelti i parametri inerenti il legame
Costitutivo precedentemente descritto (Strumas) viene
lanciata lanalisi Pushover e vi sono elencati alcuni Step
fondamentali dello Stato Di Fatto

Tensions Plate, LOAD STEP 1

PUSHOVER ANALISYS: DISPLACEMENT


(ANTEOPERA)
Dalle analisi tensionali nel piano della parete si sceglie
un punto di controllo di essa, eventualmente un punto
posto in sommit della parete, e si visualizzano gli
spostamenti proporzionali ai singoli step.
Tensions Plate, LOAD STEP 5
Control Point = NODE 64

Tensions Plate, LOAD STEP 10 Ultimate Displacement Control Point :


NODE 64

Pag. 11
PROGETTO E VERIFICA DI VULNERABILITA SISMICA DI UN EDIFICIO IN MURATURA ORDINARIA
PORTANTE

Seguendo le applicazioni delle NTC-2008 CAP.7 Tensions Plate, LOAD STEP 10


paragrafo 7.3.7.2 , si calcola lo spostamento
massimo ammissibile per costruzioni in muratura
ordinaria che pari a, 0,003 x h quindi d < 0,003 h
dove h l'altezza del piano e d lo spostamento
interpiano, ovvero la differenza tra gli spostamenti
al solaio superiore ed inferiore. Nel caso in esame
lo spostamento massimo d = 3,318 cm

PUSHOVER ANALISYS: YZ TENSIONS


ON THE FACE PLATE (POSTOPERA)
Una volta scelti i criteri di intervento e consolidamento
su malte e/o murature, si vanno a modificare i
Tensions Plate, LOAD STEP 20
parametri meccanici degli elementi esistenti, agendo
sempre nelle mascherine del legameCostitutivo
(Strumas), e viene lanciata lanalisi Pushover,
raffrontando poi il pre e post opera.

Di seguito vi sono elencati alcuni Step fondamentali


dello stato di progetto dellopera, con consolidamento
delle murature e di miglioramento dei letti di malta
mediante iniezioni.

Tensions Plate, LOAD STEP 1

PUSHOVER ANALISYS: DISPLACEMENT


(POSTOPERA)
Dalle analisi e dagli sviluppi delle analisi dello stato di
fatto si rimette in evidenza lo stesso punto di controllo
precedentemente analizzato e lo si verifica con lo stato
attuale di progetto, evidenziando le differenze
sostanziali di miglioramento sismico delle pareti

Control Point = NODE 64

Tensions Plate, LOAD STEP 5

Pag. 12
PROGETTO E VERIFICA DI VULNERABILITA SISMICA DI UN EDIFICIO IN MURATURA ORDINARIA
PORTANTE

Ultimate Displacement Control Point : Dalla comparazione degli spostamenti si pu


NODE 64 notare palesemente dalla evidente grafica MIDAS
che gli spostamenti inerenti alla parete prima
dell'intervento sono pi elevanti rispetto all'analisi
svolta con gli interventi di consolidamento, questo
dovuto senzaltro allirrigidimento murario e quindi
ad una minore elasticit e duttilit in termini di
spostamento. La differenza dell'ordine di 1/100
circa. Infatti prendendo in considerazione lo
spostamento massimo delle due analisi si pu dire
che esso prima dell'intervento equivale a 2,7 cm
mentre lo spostamento massimo della parete dopo
l'intervento pari a 0,038cm.

PUSHOVER ANALISYS: COMPARISON PUSHOVER ANALISYS: COMPARISON


OF DISPLACEMENT OF STRESS
Confronto tra lo spostamento ultimo del punto di
Tensions on the plate - ANTEOPERA
controllo prima dellopere di consolidamento, quindi
dello stato di fatto, con lo spostamento ultimo del
medesimo punto di controllo, dopo gli interventi di
consolidamento, ossia stato di progetto.

Ultimate Displacement Control Point :


Node 64 - ANTEOPERA

Tensions on the plate - POSTOPERA

Ultimate Displacement Control Point :


Node 64 - POSTOPERA

Dalla comparazione delle tensione nel plate invece,


si pu notare dalla grafica che a parit di step e di
carichi, c' una distribuzione degli yeld point che
seguono una distribuzione gaussiana, in modo
diffuso e distribuito in quasi tutta la parete, mentre
dopo l'intervento si nota una differenza sostanziale,

Pag. 13
PROGETTO E VERIFICA DI VULNERABILITA SISMICA DI UN EDIFICIO IN MURATURA ORDINARIA
PORTANTE

infatti i punti di rottura sono distribuiti in modo


concentrato ai vertici delle aperture e nella parte
bassa della parete ed in modo limitatissimo
rispetto allo stato di fatto. Prendendo in
considerazione la tensione massima delle due
analisi, si pu dire che essa prima dell'intervento
equivale a 10,9 Kg/cm mentre la tensione massima
della parete dopo lintervento pari 3,7 Kg/cm.

PUSHOVER ANALISYS: COMPARISON


ELASTIC SPECTRA OF CAPACITY
Confronto tra gli spettri elastici di capacit ottenute
mediante bilinearizzazione delle curve di capacit del
sistema ad un grado di libert (SDOF), scalato
preventivamente dalla curva dal sistema a pi gradi di
libert (MDOF)

ELASTIC SPECTRA OF CAPACITY ANTEOPERA

1,8
1,8
d*amm
d*amm F*y F*y k* k*
1,6
1,6
1,4
1,4
1,2
1,2
Sa* [g]

11
0,8
0,8
0,6
0,6
0,4
0,4
0,2
0,2
00
00 0,005
0,005 0,01
0,01 0,015
0,015 0,02
0,02 0,025
0,025 0,030,03
SPETTRO ELASTICO DI CAPACITA ' d*d*[m]
[m]

ELASTIC SPECTRA OF CAPACITY POSTOPERA

1,8
d*amm F*y k*
1,6
1,4
1,2
Sa* [g]

1
0,8
0,6
0,4
0,2
0
0,00000 0,00005 0,00010 0,00015 0,00020 0,00025 0,00030 0,00035 0,00040
d* [m]
SPETTRO ELASTICO DI CAPACITA'

Pag. 14