Sei sulla pagina 1di 5

PROGETTO DI UN SOLAIO IN ACCIAIO

Nervatura // 75 cm circa (3 tavelloni) - 1 f 12 saldato sulle ali delle due putrelle.

RELAZIONE TECNICA
Il solaio composto da una struttura mista acciaio cls. La soletta in cls ingloba i profilati in acciaio. Gli elementi di allegerimento sono costituiti da tavelloni in laterizio e fogli di polistirolo. Nella soletta superiore posta una rete elettrosaldata, sostenuta nella posizione a catenaria, da dei connettori che collegano le ali superiori dei profilati d'acciaio con la soletta. Ogni 75 cm circa (tre tavelloni), prevista la realizzazione di una nervatura in c.a. che collega tutte le ali inferiori dei profilati. 2 2 Il bloccaggio serve anche come punto di ritegno, a impedire microsvergolamenti e quindi a limitare la possibilit di eventuali cavillature dell'intonaco. Il solaio pu essere considerato infinitamente rigido per le azioni ad esso complanari. Inoltre dei connettori collegano la soletta all'ala superiore e, insieme alle nervature, bloccano il profilato nella sua sede. E' stato osservato su molti fabbricati danneggiati dal terremoto che, le IPE prive di connettori, dopo aver punzonato le pareti esterne, erano fuoriuscite, in qualche caso, per quasi la met della lunghezza. Viene effettuata la verifica dei connettori alla forza orizzontale (Fhpz), ignorando la forza d'attrito dovuta all'aderenza tra acciaio e cls, a vantaggio della stabilit, che a causa del ritiro del cls, non quantificabile.
Dato che i profilati sono inglobati nel cls, il calcolo viene eseguito come solaio in c.a. dove l'armatura rappresentata dall'ala inferiore dei profilati. La verifica allo svergolamento non necessaria in quanto la struttura portante in acciaio immersa nel cls e questo ne riduce fortemente la deformabilit. Il criterio adottato per la verifica della sezione resistente degli elementi strutturali d'acciaio quello della t ottaedrica, definito da Von Mises, che consiste nel confronto delle tensioni, nelle sezioni pi sollecitate, con quelle ammissibili del materiale utilizzato. Il progetto svolto in osservanza alla vigente normativa per le costruzioni in c.a. e acciaio.

2 2
2 2

2 2
Polistirolo

Cls, h = 2,5 cm con rete elettrosaldata 5200

Soletta in Cls, h = 5 cm con rete elettrosaldata 6200

Nervatura // 75 cm circa (3 tavelloni) - 1 f 10 saldato sulle ali delle due putrelle.

Connettori f 12 //70"

Vista assonometrica del solaio

Materiali adoperati
Peso = kN/mc 24

sbadm = kg/cmq 85

Calcestruzzo classe: R'bk 250 tbadm = kg/cmq 5.3 Acciaio Fe B 38

Peso = kN/mc 25 Peso = kN/mc 78.5

sadm = N/mmq

sa = kg/cmq 2.200 Profilati in acciaio tipo Fe 360 taadm = kg/cmq 92 160

Foglio 1

CALCOLO DEL SOLAIO IN ACCIAIO

VANO ...
Sezione trasversale
Tavellonato

B
Fascia di Cls intorno all'IPE Polistirolo

I
Spessore soletta S2 Spessore soletta S1

Schema di calcolo della trave con deformata


q = t/ml

4.50 ml

Dati di progetto
Lunghezza della campata ml 4.5 I = Interasse tra le travi mt 0.75 Tavellonato con altezza da cm 9 Spessore soletta S1 cm 2.5 Spessore soletta S2 cm 5 Altezza del polistirolo 8 Pavimento e massetto Kg/mq 80 Sovraccarico accidentale kg/mq 200 Tavolati ripartiti a mq = kg/mq 100

Verifica dell'IPE
sa adm. = N/mmq
160

sb adm. = N/mmq
92.38

8.34

taadm = N/mmq
M = tm 1.58 B = cm 25.6

Analisi dei carichi a ml di trave


kg/ml 54 47 94 61 60 15 10 75

T = t. 1.00
H = cm 25

x = cm 8.79 Af = cmq 4.03

Tavellonato da cm 9
1558 189.78

sb = kg/cmq

63.2

sa = N/mmq 152.8 sb = N/mmq 6.2 ta = N/mmq 18.6


n bracci f 12 = 13

sa = kg/cmq t = kg/cmq verificato verificato verificato

Soletta S1da cm 2.5 Soletta S2 da cm 5 Fascia di cls sull'IPE Pavimento e massetto Intonaco soffitto Peso proprio longarine Tavolati ripartiti e

Trave IPE

120

Verifica dei connettori allo scorrimento dell'IPE

H complessiva del solaio cm 25 Lp = Larghezza del polistirolo (I - 3*b) cm 56 l0 (lunghezza teorica) = mt 4.73 B = (4*b) cm 25.60

Fh pz = t 0.401
verificato
L/f = 1/ 1009.10

ta = N/mmq 4
Freccia = cm 0.446

Totale carico permanente a ml 416 Carico accidentale a ml di trave 150

Carico totale a ml di trave 566


h Acciaio tipo Fe B 38 b a

Materiali adoperati:
Cls classe 250 Profilati in acciaio tipo Fe 360

Caratteristiche dimensionali e statiche del profilo utilizzato dimensioni Profilo h b a e


tipo IPE mm. mm. mm. mm.

Foglio 2
Sx
cm^3

A
cmq

p
kg/ml

Jx
cm^4

Wx
cm^3

valori statici relativi agli assi xx - yy ix Jy Wy iy


cm cm^4 cm^3 cm

sx
cm

120

120

64

4.4

6.3

13.2

10.4

318

53

4.9

27.7

8.65

1.45

30.4

10.5

Lp

PARTICOLARI COSTRUTTIVI DEL SOLAIO IN ACCIAIO


H La tavola raffigura due sezioni del solaio in acciaio. La prima trasversale, la seconda longitudinale. Il solaio alleggerito da un blocco di polistirolo. La soletta di cls considerata collaborante con la trave in acciaio. Il solaio presenta alcuni dispositivi che lo rendono pi stabile e meno deformabile. Tali dispositivi contribuiranno notevolmente anche a ridurre le fessure fisiologiche di assestamento tipiche dei solai in acciaio. Le fasi costruttive sono le seguenti: A) inserimento delle tavelle; B) saldatura, sull'ala inferiore, dell'acciaio per la realizzazione della nervatura //70 - 80 cm (3 tavelle); C) getto di 2,5 cm di cls a grana fine, previo deposito di una striscia di rete elettrosaldata tipo "5200" sulle tavelle e riempimento delle nervature; D) saldatura, sull'ala superiore dell'IPE, dei connettori; E) posa in opera del blocco di polistirolo e della rete elettrosaldata; F) getto della soletta superiore.

I
Cls
Polistirolo (vedi pag. precedente)

A
Connettori f 12//70 cm

Cls, h = 2,5 cm con rete elettrosaldata 520 Tavelloni

Sezione trasversale del solaio a

Connettori f 12//70" circa saldati all'ala

Saldatura con cordolo continuo sulla circonferenza

Vista assonometrica dei connettori

a = cm 20 b = cm 9.6

Sezione longitudinale del solaio A - A


Polistirolo.
Connettori f 12//70 cm

Nervatura // 80 cm (max) - 1 f 12 saldato sulle ali delle due putrelle.

Foglio 3

PARTICOLARI COSTRUTTIVI DEL SOLAIO IN ACCIAIO


In questo foglio vengono descritti i collegamenti tra il solaio e le pareti. Come gi stato detto, il progetto cura particolarmente questo aspetto. Ogni trave sar poggiata sul cordolo, le cui dimensioni saranno stabilite dalla Direzione Lavori. Orientativamente le dimensioni del cordolo non potranno essere inferiori a 20 x 20 cm L'appoggio completo dell'IPE rappresentato nella sezione AA. Il vano d'alloggiamento della trave a coda di rondine ed appena pi grande di questa. Il riempimento, secondo la decisione della D.L., potr essere effettuato con una malta priva di ritiro. Il cordolo passante sui muri trasversali, come visibile in figura. Ovviamente, per l'eventuale presenza di cantonali in pietra o altro, sar portata fuori una barra in piatto d'acciaio, annegata nel cls del cordolo e collegata ad una piastra esterna. Il solaio infinitamente rigido per le azioni ad esso complanari. Questo stato verificato nel foglio 2 con la ricerca della Fhpz e la verifica dei connettori allo scorrimento. Sono stati inseriti due dispositivi (nervature ortogonali e strato di cls e rete sui tavelloni) per evitare lo schiacciamento dei tavelloni in seguito a sollecitazioni orizzontali trasversali al solaio. Il calcolo dei collegamenti necessari con le pareti trasversali viene eseguito tenendo conto di una forza sismica e considerando il taglio prodotto da questa su detti collegamenti. Si tratta del n minimo di catene da sistemare, da parete a parete nella soletta superiore. La D.L. disporr il n di collegamenti necessari, valutando le condizioni della muratura, tra la trave di bordo e la parete.

Armatura della nervatura

Nervatura

1 + 1 f 14 come catena nella soletta in cls, da parete a parete.

Almeno 2 staffe f 10.

Muratura

Vista in pianta

Calcolo dei collegamenti trasversali


A = mt 5 B = mt 6 I = Interasse tra le travi mt 0.75 Superficie del solaio = mq 30 Peso complessivo del solaio = t 17.0 Forza tagliante = t 3.4 N minimo di collegamenti = 2

Il cordolo passante sulle pareti trasversali.

1 f 12 piegato a cappio e annegato nella soletta superiore.

Solaio in pianta (schematica)

1 f 12 piegato a "U" per il collegamento tra cordolo e vano IPE.

ferro

A
Cordolo 1 + 1 f 14 minimo, st f 8// 20".
Sezione A A

Collegamenti alle pareti trasversali

Foglio 4

PARTICOLARI COSTRUTTIVI DEL SOLAIO IN ACCIAIO


Rimozione dell'intonaco, ravvivamento della parete con rimozione delle parti smosse e successiva pulitura con getto d'acqua a pressione prima del getto del cls.

Risvoltare la rete della soletta.

1 f 12 piegato a cappio e annegato nella soletta superiore.

Collegamenti 1 f 10 // 50" circa. La perforazione sar eseguita con attrezzo privo di percussione con una punta da 30 mm circa. Successivamente si inietter della malta.

Sezione A A

Cordolo 1 + 1 f 14 minimo, st f 8// 20". Vano di alloggiamento dell'IPE da riempire eventualmente con malta tixotropica per come da disposizione della D.L.

Sezione trasversale della trave

1 f 12 piegato a "U" per il collegamento tra cordolo e vano dell'IPE. Disporre, nell'arricciatura, una striscia di rete di poliestere per tutta la lunghezza dell'IPE.

Foglio 5