Sei sulla pagina 1di 17

Fondazione Culturale Responsabilit Etica Onlus

CAPIRE LA FINANZA

La Finanza Etica

Indice
1. Premessa
2. Approccio storico della Finanza Etica
2.1. Fondi dinvestimento etici
2.2. Le Banche Etiche

3. /HFDUDWWHULVWLFKHGHOODQDQ]DHWLFD
trasparenza e selezione
4. Finanza e Cooperazione
5. Gli investimenti socialmente
responsabili
6. Il microcredito
)LQDQ]DFRPHPH]]RRFRPHQH"
%LEOLRJUDDHVLWLLQWHUQHW

Scheda a cura di
Riccardo Milano
Banca Popolare Etica
Testi chiusi il 28/02/2010

Fondazione Culturale Responsabilit Etica Onlus

La Finanza Etica

1. Premessa
Il termine Finanza Etica (F.E.) contemporaQHDPHQWH SUHFLVR H YDJR SUHFLVR SRLFK ID
ULIHULPHQWRDGXQDQDQ]DFKHVLVWDVHPSUH
pi affermando in quasi contrapposizione
DOODQDQ]DFODVVLFDFRQWDQWHHGLYHUVLFDWH
offerte; vago perch le visioni di riferimenWR VRQR PROWR GLIIHUHQ]LDWH FRPSUHQGHQGR
i) un tentativo di riutilizzo del denaro ad un
suo uso sociale coniugando sia lo scambio
dequivalenti e sia la reciprocit, cos da rimettere le relazioni sociali al centro dellattivit economica; ii) una modalit propositiva
di sostentamento delle attivit di promozione
socio/ambientale; iii) unalternativa allidea
WUDGL]LRQDOH GL QDQ]D VHQ]D WXWWDYLD ULXtarne i meccanismi essenziali, in modo da
porre come punto di riferimento lidea e non
il patrimonio, la giusta remunerazione dellinvestimento e La Finanza
non la speculazione.

VYLOXSSR GL SURJHWWL  ULHWWHQWL L YDORUL GL ULferimento, ad imprese e soggetti che si fanno
carico di obiettivi etici socialmente rilevanti;
linvestimento etico porta in s
una denuncia delle attuali storEtica ha
ture del sistema economico ed
FRPHQHOXVRGHO
uno strumento per proporre la
Tenendo in debito conto tali GHQDURFRPHPH]]R
ricerca di un nuovo modo di viDIIHUPD]LRQLVLSXGHQLUHOD HQRQFRPHVFRSR
vere le relazioni economiche; si
F. E. come quel pensiero eco- DYHQGRDULIHULPHQWR considera il denaro come meznomico contemporaneo che, ODSHUVRQDXPDQD
]R H QRQ FRPH QH YLHQH ULOHnon potendolo porre altro o
vata limportanza e la necessit
contro le tradizionali teorie
di facilitare laccesso al credito
economiche, ma facendole in parte proprie,
soprattutto alle fasce deboli della popolazioKD FRPH QH OXVR GHO GHQDUR FRPH PH]]R
ne per metterle nelle condizioni di svilupe non come scopo, avendo a riferimento la
pare un proprio progetto di vita dignitoso; il
persona umana. Tralasciando le complesse
SURWWRRWWHQXWRGDOSRVVHVVRHGDOORVFDPELR
spiegazioni sullEtica, ma facendole proprie
di denaro devessere conseguenza di attivit
e coniugandola con la Finanza, la vera attiorientate al bene comune e equamente distriYLWHWLFDLQQDQ]DULFRQGXFLELOHDTXHVWH
buito tra tutti i soggetti che concorrono alla
DIIHUPD]LRQL QRQ  XQD PRGDOLW EHQHFD
VXD UHDOL]]D]LRQH VL FRQVLGHUD OHFLHQ]D
con la donazione di parte degli interessi o dei
una componente della responsabilit etica, in
UHQGLPHQWL DG DVVRFLD]LRQL EHQHFLDULH PD
quanto spinta ad un uso oculato e razionale
XQSUHVWLWRRXQLQYHVWLPHQWRQDOL]]DWRDOOR
delle risorse. La F. E. , quindi, un vero e proSULRDSSURFFLRDOWHUQDWLYRDOOLGHDGLQDQ]D

Capire la Finanza - La Finanza Etica

Fondazione Culturale Responsabilit Etica Onlus

senza per ripudiarne i meccanismi di base


(come lintermediazione, la raccolta, il prestito), ma riformulandone i valori di riferimento (la persona e non il capitale, lidea e non il
patrimonio, lequa remunerazione dellinvestimento e non la speculazione). La F.E. mira
ad introdurre come parametri di riferimento, oltre al rischio e al rendimento, anche il
ULHVVR GHOOLQYHVWLPHQWR VXOOHFRQRPLD FRVLGGHWWDUHDOHDPRGLFDUHLFRPSRUWDPHQWL
QDQ]LDULLQVHQVRSLVRFLDOHHDQDQ]LDUH
tutte le attivit che si muovono in unottica
di sviluppo umanamente ed ecologicamente
sostenibile; tra queste, quindi, sia le attivit
WUDGL]LRQDOLGHOFRVLGGHWWRVHWWRUHQRQSURW
cooperazione sociale ed internazionale, ecologia, tutela dei diritti umani, attivit culturali e artistiche, ecc. sia quelle pi di frontiera
come il commercio equo e solidale, lagricoltura biologica, le produzione eco-compatibili,
le energie alternative e pi in generale tutte
quelle attivit imprenditoriali che producoQR VXO WHUULWRULR XQ EHQHFLR VRFLDOH H DPbientale. evidente che tale pensiero riporta a dignit le attivit economiche classiche
(produzione e commercializzazione) in cui
il lavoro, non il capitale, fondamentale e il
denaro diviene solo uno strumento. Di fatto,
OHFFHVVRGLQDQ]DQHJOLXOWLPLWUHQWDQQLOD
QDQ]LDUL]]D]LRQH KD SRUWDWR DOOH GLVWRUVLRni del mercato, sia esso inteso in modo sociale
o capitalistico.

2. Approccio storico della Finanza


etica
Il pensiero economico/etico e la coniugazioQH HWLFDQDQ]D  GD VHPSUH SUHVHQWH QHO
pensiero economico (le banche sono state
fondate dai Francescani per rispondere alla
povert ed allusura), ma solo recentemente

Manifesto della Finanza Etica


(Verso una carta dintenti per la Finanza
Etica, Firenze 1998)
La Finanza Eticamente orientata:
 Ritiene che il credito, in tutte le sue
forme, sia un diritto umano.
 Considera lefficienza una componente della responsabilit etica.
 Non ritiene legittimo larricchimento
basato sul solo possesso e scambio di
denaro.
 trasparente.
 Prevede la partecipazione alle scelte
importanti dellimpresa non solo da
parte dei soci ma anche dei risparmiatori.
 Ha come criteri di riferimento per gli
impieghi la responsabilit sociale e
ambientale.
 Richiede unadesione globale e
coerente da parte del gestore che ne
orienta tutta lattivit.

YLVWDWDODGLIIXVLRQHGLVWUXPHQWLQDQ]LDUL
con risvolti etici.
Si pu affermare che, per, tali concezioni
sono in gran parte (e per molte ragioni) terminate nella prima met del XX sec. con la
differenziazione tra il momento della produzione (imprese e banche) e quello della distribuzione (politiche di welfare). Tale pensiero
durato sino al primo precipitare della crisi
LQDWWRGDTXLODQHFHVVLWGLULFRVWUXLUHHGLQ
modo univoco, un sano pensiero economico
etico.

Capire la Finanza - La Finanza Etica

Fondazione Culturale Responsabilit Etica Onlus

La F.E. da una parte si esprime con strumenti


QDQ]LDULFLR)RQGLFRPXQLGLQYHVWLPHQWR
Banche, Cooperative varie di credito e altre
forme; dallaltra cerca dimpostare teorie atte
a coniugare sempre pi lattivit economico/
QDQ]LDULDFRQLGLULWWLGRJQLSHUVRQD,QGHQLWLYDVWXGLRWHRULDHFRQFUHWH]]DSUDVVL

2.1 Fondi dInvestimento Etici


Non facile stabilire una loro data di nasciWD VL IDQQR FRPXQTXH ULVDOLUH DOOLQL]LR GHO
sec. XX negli Usa, allorch alcune istituzioni
religiose iniziarono ad evitare di investire in
titoli del peccato (sin stocks) legati ai settori
buone relazioni coi dipendenti e rispetto per
GHOODOFRO GHO WDEDFFR H GHO JLRFR GD]]DUGR
lambiente. Scopo del fondo era contribuire
fu cos costituito il Pioneer Fund, primo fonalla pace nel mondo attraverso linvestimento
do di investimento orientato in senso etico,
in compagnie che producessero beni e servizi
nel quale la maggior parte dei protestanti staDVRVWHJQRGHOODYLWD$OODQHGHJOLDQQL
tunitensi vers i propri risparmi. Dopo la II
HVSORVH DQFKH LO WHPD GHL GLULWWL XPDQL QXJXHUUDPRQGLDOHWUDLOHGLOQXPHURVH
PHURVH SHUVRQH VL ULXWDURQR GLQYHVWLUH LQ
comunit religiose ed universit americane
attivit legate al Sud Africa per la sua politi TXLQGL ODLFL H UHOLJLRVL  VL ULXWDURQR GLQca di apartheid. Per questo
vestire in titoli di aziende
motivo i due maggiori fondi
coinvolte nella guerra del /D)(FHUFDGLPSRVWDUH
pensione americani furono
Vietnam e inizi linteresse WHRULHDWWHDFRQLXJDUH
costretti ad una selezione
SHU OD GHVWLQD]LRQH QDOH VHPSUHSLODWWLYLW
etica dei titoli da inserire
del denaro e non solo per
HFRQRPLFRQDQ]LDULDFRQ in portafoglio.
una demonizzazione, sic
et sempliciter, del sistema LGLULWWLGRJQLSHUVRQD
Dagli Usa, anche con linizio
QDQ]LDULR
FRQVLGHUDWR
di applicazione della SRI
estraneo a qualsiasi princi(Socially Responsible Investing) e dello shapio morale. Lidea fu quindi di migliorarlo e
reholder activism1 (mirante a coinvolgere gli
PRGLFDUORVVDQGRUHJROHQXRYH
Nel 1971 i Metodisti, proprio per non trarre
DOFXQ SURWWR GDOOH JXHUUH FUHDURQR LO 3D[
World Fund, il primo fondo comune di investimento socialmente responsabile moderno,
non solo escludendo titoli di aziende coinvolte nel commercio delle armi, nella produzione del tabacco, dellalcol, del gioco dazzardo, ma includendo quelle che dimostravano

Capire la Finanza - La Finanza Etica

1
In quel periodo alcune comunit religiose statunitensi costituirono lInterfaith Center on Corporate
Responsability (ICCR), uno dei primi gruppi attivisti sul
tema degli investimenti etici per cui il potere ed il
giudizio di Dio tocca tutti gli aspetti della vita umana importante che la voce dei cristiani sia sentita
nei consigli di amministrazione delle societ americane, poich operiamo per costruire un futuro ecoQRPLFREDVDWRVXOODJLXVWL]LDHODGXFLD3URSULR

Fondazione Culturale Responsabilit Etica Onlus

investitori riguardo i criteri di responsabilit sociale adottati dalle aziende), si pass in


Europa alla costituzione di societ di consulenza etica quali Eiris, Ethibel, Avanzi2 , ecc., e
GHL)RQGL&RPXQLGLQYHVWLPHQWRHWLFL$QH
1999 si contavano in Europa 188 di tali fondi con un patrimonio gestito di 11 miliardi di
dollari. Successivamente la loro crescita stata forte e, a partire dal 2001, impetuosa.

2.2 Le Banche Etiche


Sono oggi in Europa e nel mondo una realt numerosa. Se tali nuovi Istituti sono nati
negli ultimi quarantanni, le loro antenate risalgono al XV sec., con la creazione dei Monti di Piet ad opera dei Francescani. Successivamente nel XVIII sec. nascono da essi le
Casse di Risparmio e, nel XIX sec., le Banche
Popolari e le Casse Rurali. Lo spirito di questi
Istituti ha aperto le porte alla realizzazione di
banche sociali che hanno iniziato in Europa e
QHOPRQGRDQDQ]LDUHDWWLYLWQRQEDQFDELOL
dalle normali banche per raggiungere persone e progettualit nuove.
La prima ad essere stata fondata in Europa
nel 1974 la steineriana3 GLS-Bank (Gemein-

lICCR inizi ad essere coinvolta nelle prime esperienze


di community investing, strategia avente lo scopo di
sostenere le comunit locali e di fornire crediti a soggetti generalmente considerati non bancabili.
2
Si sono poi creati nelle Borse Valori Usa indici
VXLWLWROLHWLFLTXDOLLO'RZ-RQHV6XVWDLQDELOLW\,QGH[HV
LO'RPLQL6RFLDO,QGH[HFFDQDORJDPHQWHVXOOD
piazza londinese e cos via.
5XGROI6WHLQHULOIRQGDWRUHGHOODQWURSRVRDHGL
un personale stile pedagogico oltre che lispiratore
dellagricoltura biodinamica. Per Steiner la pedagogia
unarte ed il maestro vi deve essere portato ed avere
una sorta di vocazione. Un buon maestro genera
buoni alunni, cos come un cattivo maestro ne genera
GLFDWWLYLXQDSHUVRQDSXUSUHSDUDWDFKHLQVHJQDSHU

schaft fuer Leihen und Schenken, comunit


per prestare e donare), a Bochum, Germania. Il suo scopo era di permettere a tutti la
realizzazione di progetti di coesione sociale
mettendo insieme molti piccoli contributi.
Iniziative promosse da gruppi di persone e
non da interessi anonimi alla ricerca di capiWDOLRGHOPDVVLPRSURWWRSRVVLELOHVLOHJJH
nei primi dpliant informativi. La pi grande
WUD OH WDQWH EDQFKH H QDQ]LDULH VWHLQHULDQH
OD7ULRGRV%DQNFKHYDQWDQXPHURVHOLDOL
in Europa. Ma molte altre banche etiche, con
cammini differenti, si sono man mano costituite e sono in costante crescita; esse poi vantano momenti aggregativi importanti come
Inaise (International Association of Investors
in the Social Economy) o Febea (Federazione
banche etiche ed alternative) che ha dato
RULJLQHD6HIHD 6RFLHWHXURSHDGHOODQDQ]D
etica e alternativa), societ di servizio. Analogamente in tutto il mondo, tanto da costituire
XQRUJDQLVPRLQWHUQD]LRQDOH7KH*OREDO$Oliance for Banking on Values (GABV)4 , fondato nel 2009.
In Italia lespressione pi importante Banca Popolare Etica, nata l8 Marzo 1999 e che
considerata una delle pi importanti al mondo sia per le caratteristiche tecnico/operative
H VLD SHU OH VXH SHFXOLDULW YDORULDOLORVRche/sociali/di rete.

portare a casa lo stipendio, senza metterci la propria


passione, non degno di insegnare. Linsegnamento
non solo un freddo passaggio di informazioni, ma
una relazione tra due esseri umani, in cui uno
assetato di conoscenza e laltro portato a trasferire
tutto il proprio sapere umano ed intellettuale. www.
rudolfsteiner.it
4
The Global Alliance for Banking on Values
www.triodos.com

Capire la Finanza - La Finanza Etica

Fondazione Culturale Responsabilit Etica Onlus

Situazione della Finanza


Etica in Italia
In Italia la finanza etica nasce con lesperienza
delle Mag (Mutue Auto gestione). La prima
nacque nel 1978 a Verona e fu subito seguita
da altre in molte citt del Nord Italia. A tutto
il 2009, le Mag presenti in Italia sono: Mag
Servizi Verona, Mag 2 Milano (1980), Mag 4
Piemonte (1987), Mag 6 Reggio Emilia (1988),
Mag Venezia (1992) e Mag Roma (2005).
A causa di vari ed importanti problematiche
normative che ostavano alla loro operativit
sociale, si decise di iniziare liter di costituzione di una banca etica che poteva operare senza
difficolt negli stessi ambiti operativi. Venne
cos costituita Banca Popolare Etica che aveva
come soci fondatori buona parte del III Settore italiano, nonch di molte Mag che hanno
comunque continuato ad operare, ma spesso in
modo modificato. Nel corso del primo decennio
di questo secolo hanno iniziato la loro attivit
sia una Sgr (societ di gestione del risparmio)
etica, Etica Sgr, e sia due banche che allargano
lofferta di prodotti etici: Banca Etica Adriatica
(con sede a Rimini) e Banca Prossima del gruppo Intesa San Paolo. Anche alcune Banche di
Credito Cooperativo e alcune loro Federazioni
hanno ripreso il passato vigore etico in seguito
allo sdoganamento del credito a soggetti deboli
dellintero mondo non Profit che Banca Etica
ha reso possibile. Oggi, vista anche lindagine
(2009) condotta dalla Demos & Pi di Ilvo Diamanti sulloperativit bancaria etica in Italia, la
situazione positiva e la voglia etica tanta.
Importanti sono poi le Istituzioni che promuovono il microcredito (Banca Etica, Etimos,
Ritmi, Microfinaza Srl, Banche di Credito
Cooperativo, ecc.) sia in Italia che nel resto del
Mondo.
Non vengono qui prese in considerazione offerte di prodotti da parte di altre banche e assicurazioni in quanto i loro criteri (devoluzione, ecc.)
non rispecchiano i connotati fondamentali ed
oggettivi della finanza etica.

Capire la Finanza - La Finanza Etica

 /H FDUDWWHULVWLFKH GHOOD QDQ]D


HWLFDWUDVSDUHQ]DHVHOH]LRQH
Se il bene va fatto bene non ci si pu sottrarre a due capisaldi dellattivit umana in
JHQHUDOHODWUDVSDUHQ]DGLRJQLRSHUDWR SURblema democratico) e la selezione delloperativit (problema socio/ economico).
/D SULPD TXDOVLDVL DWWR GHYHVVHUH GL GRPLnio pubblico, salvo lapplicazione in alcuni
casi delle normative giuridiche, poich il rispetto dellimpiego del risparmio dei cittadini deve trovare riscontro nei criteri di riparWL]LRQH GHOOD ULFFKH]]D 1H GLVFHQGH FKH L  L
EHQHFLDULGHOFUHGLWRGHEERQRDYHUHUHTXLsiti, soggettivi ed oggettivi, tali da contribuire al benessere della comunit (e per questo
VL FRPSLRQR LQGDJLQLLVWUXWWRULH VSHFLFKH
quali quella socio ambientale5 per le banche,
quella dinserimento di nuove aziende/Stati
nazionali nei fondi comuni, ecc.; ii) le attiviWQDQ]LDULHGHEERQRUHQGLFRQWDUHLQPRGR
PLQX]LRVR H FRPSOHWR VLD ODWWLYLW H[ DQWH
EXGJHWVRFLDOH HH[SRVW %LODQFLR6RFLDOH H
sia lintera amministrazione della struttura.
/D VHFRQGD OLQVHULPHQWR GL QXRYL VRJJHWWL
nellattivit (soci, amministratori, personale
lavorativo, stakeholder in genere) e di titoli

5
In Banca Etica si applica il modello VA.R.I.
(Valori, Requisiti, Indicatori), per leffettuazione
GHOOLVWUXWWRULDHWLFRDPELHQWDOHGHLQDQ]LDPHQWL
erogati. Tale modello peraltro accompagnato da una
guida che serve a decifrarne le singole componenti.
7DOHPRGHOORSDUWHGDOODGHQL]LRQHGL9DORULIRQGDPHQWDOLSHU%DQFD(WLFDFKHLOULFKLHGHQWHLOQDQ]LDmento deve dimostrare di rispettare. Ad ogni valore
corrispondono dei requisiti essenziali per garantirne
LOULVSHWWR'HQLWL9DORULH5HTXLVLWLLQGLVSHQVDELOH
LGHQWLFDUQHJOLLQGLFDWRULFKHSHUPHWWRQRODYHULFD
del rispetto di Valori e Requisiti. Www.bancaetica.com

Fondazione Culturale Responsabilit Etica Onlus

anche a livello culturale, il passaggio da una


logica della solidariet intesa quasi esclusivaPHQWHFRPHEHQHFHQ]DDTXHOORGLXQDVRlidariet/fraternit basata sulla cooperazione
e sulla reciprocit.
Di fatto, allinterno della F.E. E specie nel settore bancario, tra le quattro attivit tipiche
(cooperazione sociale, cooperazione internazionale, ambiente, cultura e societ civile)
ben la met sono di cooperazione.
Riguardo la cooperazione sociale si ritrovano
VSHVVR L  OD IRUPD JLXULGLFD FRRSHUDWLYD H L
rappresentativi di aziende e Stati e quantalvalori che ne derivano (responsabilit sociale,
tro, devessere frutto di un cammino demosolidariet, mutualit, attenzione ai soggetti
cratico e meritocratico in modo oggettivo e
SL GHEROL  LL  OD YLVLRQH GL XQD VRFLHW FKH
FRQGLYLVR,QGHQLWLYDWXWWDODOLHUDRSHriconosca pari dignit a tutte le persone e rirativa ad essere impostata in modo da dare
VSHWWRVDGHOODPELHQWH LLL ODFRQVDSHYROH]]D
JDUDQ]LHSHUXQD]LRQHHFDFHHGHFLHQWH
che le cooperative sono un attore fondamenFondamentale a questo riguardo lattivit
tale nel sistema socio/economico per il tipo di
svolta sia dalle Circoscrizioni Locali dei soci
imprenditorialit sociale che
(nel caso di Banca Etica) e sia
riescono a realizzare.
dai soci ordinari delle Mag. Il 8QDQDQ]DYHUDPHQWH
ORUR ODYRUR FRPH DUWHFL GL FRHUHQWHQRQSXQRQ
Sulla cooperazione internaconoscenze sul territorio e di DYHUHXQRWWLFDGL
]LRQDOHULHQWUDQRWXWWHTXHOutilizzo pieno della stakehol- FRRSHUD]LRQH
le attivit di solidariet e di
der value, di fondamentale
cooperazione con i Paesi del
importanza per tutta la F.E.;
Sud tramite collaborazioni
non si pu infatti pensare ad una sana apFRQ OH 2QJ 3HU PHJOLR VSHFLFDUH XQR GHL
plicazione e diffusione della stessa se tutti i
criteri utilizzati da Banca Etica (ma spesso
portatori dinteressi non si mobilitano ai vari
YDOH DQFKH SHU DOWUL VRJJHWWL  SHU HURJDUH livelli e non concorrano alla realizzazione di
nanziamenti a queste realt, quello relativo
XQSHQVLHURFRQGLYLVRTXHOORGLXQHFRQRPLD
alla loro capacit di avviare nei paesi poveri
HGLXQDUHODWLYDQDQ]DSHULOEHQHFRPXQH
delle attivit economiche gestite dai locali in
grado di promuovere lemancipazione dalla
miseria senza dipendere dalla benevolenza
e disponibilit dei donatori. Non viene ne4. Finanza e cooperazione
gato il valore del dono che attiene alla sensibilit delle singole persone e che non pu
8QDQDQ]DYHUDPHQWHFRHUHQWHFRPHLVWLWXessere ingabbiato da regole o vincoli, ma va
to economico con il suo operare nel mondo ciinvece valorizzato soprattutto nei momenti
vile e sociale, non pu non avere unottica di
di emergenza quando spesso lunica forma
cooperazione. Si ritiene importante, infatti,

Capire la Finanza - La Finanza Etica

Fondazione Culturale Responsabilit Etica Onlus

Error 104 Finanza Etica Credici!

GL DLXWR FDUHVWLH FDODPLW QDWXUDOL FRQLWti, ecc.). In tale ottica vi sono collaborazioni
con il Ministero degli Affari Esteri italiano
SHUOHSUDWLFKHGHLXVVRULHGHLSURJHWWLLQ/Lbano, ecc., delle Ong socie dellAssociazione
2QJLWDOLDQH$OWUHVLJQLFDWLYHDWWLYLWLQWDOH
FDPSRQDQ]LDWHVRQRL VYLOXSSRVRFLDOHHG
economico delle aree pi povere del pianeta; ii) sostegno al commercio equo e solidale;
iii) formazione, istruzione, educazione; iv)
promozione delleconomia informale e della
micro impresa; v) attivit di accoglienza, assistenza e sostegno per immigrati;
Altro aspetto importante quello della cooperazione per il microcredito (si veda di seguito)
per il quale si raccolgono risparmi sia tramite
&HUWLFDWLGL'HSRVLWRHVLDLQDOWUHIRUPXOH
per attivare percorsi virtuosi sia allestero
che in Italia.
Attivit rilevante quella svolta da Sefea, nata
SHU IRUQLUH VXSSRUWR QDQ]LDULR DJOL ,VWLWXWL
di credito etici e solidali europei e per favoULUQH OD FUHVFLWD H OR VYLOXSSR 6L QDQ]LDQR
cos progetti di dimensione comunitaria che
promuovono lo sviluppo economico e sociale
e che valorizzano il patrimonio naturale, culturale ed umano in tutti i Paesi dellUnione
Europea.
Per terminare, non si possono sottacere le collaborazioni di varia natura con il Commercio
Equo e Solidale che storicamente una delle
manifestazioni pi importanti delleconomia
etica in genere.

5. Gli investimenti socialmente


responsabili
LInvestimento Socialmente Responsabile
(ISR) la pratica in base alla quale conside-

Capire la Finanza - La Finanza Etica

Tempo fa un cittadino fece un curioso esperimento


che ebbe molto successo su Internet. Divise il denaro
destinato al piano del governo statunitense per salvare le banche dalla crisi finanziaria mondiale - circa
700 miliardi di dollari per gli abitanti del pianeta.
Il risultato fu strabiliante: 104 milioni di dollari per
ciascuno!!! La stampa internazionale diffuse la notizia,
salvo accorgersi, con notevole ritardo, che lesperimento recava con s un grave errore. Il risultato della
divisione in realt era 104 dollari per ciascun abitante
del pianeta! Seguirono polemiche accese sullerrore
di calcolo, ma non un solo commento fu rivolto come
si sarebbero potuti utilizzare quei 104 dollari.... Il
racconto racchiude linvito alla consapevolezza e al
coinvolgimento attivo del risparmiatorie per fare la
differenza nella lotta alla poverta e allimpegno per
colmare il gap economico e di sfruttamento che segna
il confine tra il Nord e il Sud del mondo. Far arrivare
alle persone la consapevolezza che ciascuno in grado
di impiegare diversamente e responsabilmente il proprio denaro, che esistono
gli strumenti e le competenze a portata di mano.
Basta volerlo.
Su questo messaggio si
sviluppa il progetto Save
for Good, realizzato da
una rete di Ong e realt e
istituzioni della finanza
etica italiane e spagnole
con il contributo della Commissione EuropeaEuropeAid per la promozione dellattivo coinvolgimento di
risparmiatori e investitori privati, della societ civile
e degli Enti Locali allo scopo di facilitarne gli investimenti nella Finanza Etica e sostenere la realizzazione
di attivit generatrici di reddito e lo sviluppo locale
nei paesi del Sud del mondo. Lobiettivo quello di
allargare la base a sostegno di iniziative in Microfinanza e potenziare gli strumenti a disposizione di cittadini,
organizzazioni, soggetti istituzionali.
Il progetto coinvolge lItalia e La Spagna ed coordinato da Setem, ong spagnola e da Ucodep, ong
italiana, con la partecipazione di ACRA, CTM-Altromercato, Fondazione Culturale Responsabilit Etica
onlus, Etimos, CRESUD, Microfinanza s.r.l.,FEBEA,
SEFEA.

www.microfinanza-italia.org/saveforgood

Fondazione Culturale Responsabilit Etica Onlus

razioni di ordine ambientale, sociale o etico


vengono introdotte nel processo decisionale
di scelta o di mantenimento di un investimento, nonch nellesercizio dei diritti connessi
DOOD SURSULHW GHL WLWROL GHQL]LRQH GHOO8.
Social Investment Forum ripresa dallAiaf,
Associazione Italiana Analisti Finanziari)6 .

gestione ambientale, produzione o utilizzo di


energie da fonti rinnovabili, impatto ambientale dei prodotti e della produzione, ecc..);
2) governance (presenza di amministratori
indipendenti in C.d.A., trasparenza nella remunerazione dei manager, attenzione ai rischi sociali, ambientali, reputazionali, ecc.);
3) sociale (salute e sicurezza sul luogo di laNe deriva che i fondi etici (per lo meno quelvoro, formazione del personale, rispetto dei
li veramente tali) applicano in pieno questa
GLULWWL GHL ODYRUDWRUL HFF  3HU TXDQWLFDUH
metodologia con una selezione socio-ambienattualmente le imprese promossi da Etica Sgr
tale degli emittenti. Nel caso di Etica Sgr, tale
e che possono entrare nella parte azionaria
selezione viene effettuata sulla base dei dati
dei fondi Valori Responsabili sono circa 300.
forniti dalla societ di consulenza inglese EiE 9DOXWD]LRQHGHJOL6WDWLHGHLORURWLWROL
ris. I criteri utilizzati per la selezione delle
Criteri di esclusione - Stati che applicano la
LPSUHVHHGHJOL6WDWLVRQR
pena di morte e che sono coinvolti in gravi
a) Valutazione delle imprese per titoli azionaviolazioni delle libert politiche e dei diritti
UL
civili. Successivamente glii Stati sono valuta&ULWHULGLHVFOXVLRQHLPSUHVHFKH SURGXti in base ad oltre 40 indicatori nei seguenti
cono armi o parti di armamenti; 2) effettuano
DPELWL   DPELHQWDOH UDJJLXQJLPHQWR GHJOL
test sugli animali per la produzione di cosmeobiettivi di Kyoto, produzione di energia da
tici o loro componenti; 3) sono coinvolte nel
fonti rinnovabili, percentuale di aree protetJLRFRGD]]DUGR PRGLFDte, deforestazione, gestione
(WLFD6JUVLSURSRQHGL
no geneticamente animali e
GHL ULXWL HFF    VRFLDOH
vegetali per scopi non medi- SDUWHFLSDUHDWWLYDPHQWH (disoccupazione, lavoro mici; 5) possiedono o gestiscono DQFKHGHOHJDQGRDOWUL
norile, spesa pubblica per la
centrali nucleari; 6) produ- VRJJHWWLDOOHDVVHPEOHH
sanit e listruzione, mortalicono pesticidi; 7) producono
t infantile, accesso allacqua
GHLVRFLGHOOHLPSUHVH
tabacco; 8) raccolgono, trae alle cure mediche, Indice di
sformano, commercializzano QHOOHTXDOLLQYHVWHHDG
sviluppo umano, livello di
HVHUFLWDUHLGLULWWLGL
legname proveniente da foredisuguaglianza economica);
ste protette; 9) commercializ- YRWRFROOHJDWLDLWLWROLLQ
3) governance (rispetto dei
zano pellicce; 10) non rispet- SRUWDIRJOLR
diritti politici, livello di legatano il Codice Internazionale
OLWHFDFLDGLJRYHUQRDSdi marketing dei sostituti del
plicazione della pena di morlatte materno.
te, percezione della corruzione, promozione
Le imprese che risultano accettabili dopo
delle pari opportunit).
lapplicazione dei criteri di esclusione sono
3HU TXDQWLFDUH DWWXDOPHQWH JOL 6WDWL SURvalutate in base a circa 50 indicatori nei semossi da Etica Sgr e che possono entrare
JXHQWL DPELWL   DPELHQWDOH TXDOLW GHOOD
nella parte obbligazionaria dei fondi Valori
5HVSRQVDELOL VRQR  6YH]LD $XVWULD 'DQLmarca, UK, Finlandia, Germania, Norvegia,
Olanda, Ungheria, Portogallo, Islanda, Fran6

www.aiaf.it

Capire la Finanza - La Finanza Etica

Fondazione Culturale Responsabilit Etica Onlus

cia, Nuova Zelanda, Australia, Slovenia.


dattivit produttive e commerciali.
Altro aspetto importante degli ISR, in quanto
bisogna anche contaminare in senso posi7DOLVHUYL]LVRQRLOPFLOPLFURULVSDUPLROD
tivo il mercato, lazionariato attivo. Lart. 5
microassicurazione, la ricerca e dazione di
GHOOR6WDWXWRGL(WLFD6JUUHFLWD(WLFD6JUVL
garanzie, le partecipazioni sociali, la formapropone di partecipare
zione e consulenza. Di
attivamente, anche denorma queste attivit
,OPLFURFUHGLWRSHUPHWWHDOOH
legando altri soggetti,
sono svolte da operaalle assemblee dei soci SHUVRQHQRUPDOPHQWHHVFOXVH
WRUL GL SULPR JUDGR delle imprese nelle qua- DYDULRWLWRORGDOOHLVWLWX]LRQL
nanziarie, agenzie speli investe e ad esercitare QDQ]LDULHODFFHVVRDL
cializzate, consorzi di
i diritti di voto collegati VHUYL]LQDQ]LDULEDQFDULH
cooperative, ecc.), che
ai titoli in portafoglio. SDUDEDQFDULSHUODFUHD]LRQHR
forniscono i mezzi agli
Ancora, il Regolamento
operatori di secondo
ORVYLOXSSRGDWWLYLWSURGXWWLYH grado per le attivit al
dei fondi Valori ResponVDELOL UHFLWD /D 6RFLHW HFRPPHUFLDOL
minuto (le due attivit
di Promozione (Etica Sgr
possono anche essere
N.d.R) esercita, nellinteresse dei Partecipanti,
esercitate dallo stesso soggetto).
LGLULWWLGLYRWRLQHUHQWLJOLVWUXPHQWLQDQ]LDri nei quali investito ciascun Fondo, fermo
Il mc , conseguentemente, il prestito di una
restando il divieto di utilizzare tali strumenti
ridotta somma di denaro concesso da interQDQ]LDULSHUODSDUWHFLSD]LRQHDVLQGDFDWLGL
PHGLDULQDQ]LDULGLGLYHUVDQDWXUDJLXULGLcontrollo. Non potendo essere onnipresente,
ca a favore di persone singole od organizzate
e per far sentire la propria voce alle assemin gruppi per lo sviluppo di uneconomia sia
blee delle imprese americane, Etica Sgr ha
formale e sia informale che non hanno i noraderito a Iccr (si veda sopra), una coaliziomali requisiti per accedere alle concessioni
ne di 275 investitori religiosi e non, che ogni
delle tradizionali linee di credito.
anno partecipano in modo attivo alle assemblee di oltre 100 societ americane.
2YYHUR VRQR VHUYL]L QDQ]LDUL SHU SRYHUL H
poverissimi, molto spesso donne, senza garanzie patrimoniali e senza prospettive la6. Il microcredito
vorative, che, che in assenza di possibilit di
DFFHVVR DO FUHGLWR QRQ SRVVRQR FKH GDUVL
La parola microcredito (mc) oggi tra le pi
GHOODLXWR EHQHFR GHOOH RUJDQL]]D]LRQL VRusate dai media economici come immagine
ciali per uscire dai vari mondi graduati della
buona del mondo bancario. Il mc allintermiseria e della povert. La sua storia recente
QRGHOODPLFURQDQ]D PI FKHXWLOL]]DQGROD
scandita da M.Yunus, economista del BanJHVWLRQHGHLXVVLQDQ]LDULDIDYRUHGLSHUgladesh e premio Nobel per la Pace 2006 che,
VRQH FRQ EDVVR HR EDVVLVVLPR SUROR VRFLR
utilizzando in chiave moderna il primitivo
economico, e normalmente escluse a vario
concetto di mc ideato dal banchiere napoleWLWROR GDOOH LVWLWX]LRQL QDQ]LDULH SHUPHWWH
WDQRGHO/RUHQ]R7RQWL FRQOH7RQWLQHV
ORUR ODFFHVVR DL VHUYL]L QDQ]LDUL EDQFDUL H
nellAfrica francofona), si rese conto che lo
parabancari per la creazione o lo sviluppo
stato di schiavit di migliaia di persone di-

10

Capire la Finanza - La Finanza Etica

Fondazione Culturale Responsabilit Etica Onlus Onlus

pendeva dalla loro impossibilit di avere credito, anche di bassissima entit, per svolgere
elementari forme dimpresa, continuando a
vivere nellindigenza senza poter pensare di
DIIUDQFDUHXQGRPDQLVHVWHVVLHGLSURSULgli.
In pratica si negava non solo la dignit umana del vivere, cos come sancita dalla Carta
dei Diritti dellOnu, ma anche la possibilit di
sviluppare uneconomia per tutti. Da qui un
cammino di credito che dal Bangladesh, con
ODFUHD]LRQHGHOOD*UDPHHQ%DQN FKHVLJQLca banca del villaggio), si espansa non solo
in tutto il mondo povero e in via di sviluppo,
ma anche nelle ricche nazioni occidentali.
/HPRGDOLWRSHUDWLYHVRQRYDULHVLYDGDSUHstiti collettivi e di villaggio (di solito alle donQHSHUFKSLDGDELOL SHUDUULYDUHDTXHOOL
individuali nei paesi ricchi. Lammontare dei
prestiti va dai pochi dollari nei Paesi pi poveri, a qualche decina di migliaia nel Nord.
I numeri sono notevoli ed in aumento ovunque. Ad oggi la situazione si implementata
con attivit svolte nei paesi ricchi occidentali;
anche per risposte a bisogni sociali, mentre
nel Sud pi per sviluppi micro/imprenditoriali. LItalia stessa interessata a questo
fenomeno e molte sembrerebbero essere le
societ che lo offrono.
Il sistema bancario si per spesso appropriato dellidea di mc, senza rendersi conto
FKHL XQDWDOHDWWLYLWQRQSXHVVHUHGLEHQHFHQ]D PD GHYH ULFDGHUH HQWUR L WHUPLQL
della giustizia sociale; ii) il fatto che si sia sviluppato il mc nei paesi ricchi segna implicitamente un fallimento del sistema economico/
bancario che non stato capace di sviluppare
XQLQWHUPHGLD]LRQHQDQ]LDULD FRPH OR HUD
stato per decenni con lattivit, ad es., delle
Casse Rurali) per unautentica economia per

Donne Bengalesi - Foto Elena Cavassa

la persona umana; iii) c spesso solo lopportunit di farlo pesare sul mercato, magari
come marketing, piuttosto che di svolgere
unattivit economico/sociale.
Lattivit di mc della F.E. , per la sua complessit, in rete. Infatti, lidea di dare solo una
VRPPDGLGHQDURDGXQDSHUVRQDLQGLFROW
non risolve il suo problema se il soggetto beQHFLDULRQRQDVVLVWLWRGDVROLGDULHWVXSporto logistico e fondi di garanzia da parte di
associazioni atte allo scopo. Lerogazione del
denaro solo una tappa di un cammino che
cerca di fare in modo che il percettore possa
avere successo nella sua nuova attivit e non
XQLQVXFFHVVRFKHVLJQLFKHUHEEHXQXOWHULRre accumulo di fallimenti.
,QQHQRQGHWWRFKHLOPFJHQHWLFDPHQWH
XQDWWLYLWGL)(ORVRORVHULVSHWWDWXWWHOH
condizioni poste dalla stessa. Diversamente,
non altro che un utilizzo improprio di attivit retail non solo non adeguata allo scopo,
ma addirittura distorsiva.

Capire la Finanza - La Finanza Etica

11

Fondazione Culturale Responsabilit Etica Onlus

)LQDQ]DFRPHPH]]RRFRPHQH"
Il pensiero di coniugare lattivit economica
in senso stretto con uno spirito sociale/reliJLRVRODLFRORVRFRVHPSUHVWDWRSUHVHQWH
nellumanit7 che ha a lungo discusso (basti
ricordare il problema dellusum rei, ovvero dellusura) del rapporto etica/economia.
3XUWURSSR OD QH GL XQ FHUWR UDSSRUWDUVL
delleconomia in genere alletica ha generato forti distorsioni. Lattuale crisi economica
 DQFKH WDOH SHU XQD PDQFDQ]D GL HWLFD GD
FL XQ ULWRUQR SHU PROWL Q WURSSR YHORFH H
non metabolizzato a dei concetti etici che, se
effettivamente applicati, segnerebbero un de
SURIXQGLVSHUEXRQDSDUWHGHOOHDWWLYLWQDQziarie, creando ulteriori crisi. Una giusta
formazione delle persone ed una gradualit
GLDSSOLFD]LRQHGLXQPRGHOORQDQ]LDULRHWLco/sociale deve avere a sua volta un giusto
cammino voluto coscientemente e mai imposto. quindi opera degli attuali attivisti e cultori della F.E. fare in modo che ci avvenga.
Ma problemi ci sono anche in quel mondo che
sta cercando di applicare il pensiero economiFRHWLFRVSHVVROHDWWLYLWLQDWWRVRQRSLGL
nicchia ed impostate in modo personalistico
e non di rete, anzich con una forte vision per
un reale cambiamento dellintero sistema; vi
pi ideologia che uno studio completo della
complessit dei problemi e della formazione
per tutti gli operatori; e cos via. Bisogna esse-

7
Ci si riferisce alla distinzione di Aristotele
VXOOXVRGHOWHUPLQHHFRQRPLDFKHOXLGHQLYDR
chrematistik (creazione di ricchezza conseguente
allaccumulo di denaro per se stesso) o oikonomik
(funzionale al soddisfacimento dei bisogni della
famiglia e della comunit). Va da se che solo la seconda quella che permette una crescita sociale e civile
adeguata. Si veda, poi, tutto il pensiero di A.K.Sen ad
iniziare dal suo Etica ed Economia (1986)

12

Capire la Finanza - La Finanza Etica

re invece consapevoli che c assolutamente


bisogno di impostare nuovi paradigmi econoPLFRQDQ]LDULSHUWXWWLJOLDWWRULFRLQYROWLD
cominciare dagli Stati nazionali per concluGHUH FRQ OH 8QLYHUVLW H UHDOW DQL SHU ULaffermare il valore della persona umana che
precede lhomo oeconomicus, sia esso etico e
non etico, in quanto tutti sono partecipanti di
un benessere generale dove si coniugano persone, ambiente e natura.
La settorialit, nel mondo attuale delle attivit etiche, degli interventi e delle normalizzazioni delle stesse in essere - magari con
la scusa di leggi ed ordinamenti talmente restrittivi che non sono in grado di far raggiungere la mission di riferimento -, sono spesso
scuse per mantenere uno status quo di potere
allinterno di piccoli mondi che, di conseguenza, non risolveranno mai i problemi generali. La storia ci insegna che, anche in ambito
HFRQRPLFRVRORFKLRVDQRLQIRQGRHFRQ
la ragione di un sano pensiero non egoistico
(e quindi con unetica sociale/oggettiva), pu
cambiare ci che non va.
In conclusione, lo spirito primo necessario ed
irrinunciabile nellaffrontare queste problematiche quello di un servizio per tutti, di
PH]]R H QRQ GL QH H GL DLXWR SHU XQ EHQH
FRPXQHQRQVRORGLVSHFLFLW'LYHUVDPHQWHFKH)(VDUHEEH"

Fondazione Culturale Responsabilit Etica Onlus

%LEOLRJUDD



































$D9Y DFXUDGHOOD)LED&LVO &DSLWDOLUHVSRQVDELOL(GLWULFH0RQWL


$D9Y DFXUDGL0LODQR5LFFDUGR 'HQDURHIHGHFULVWLDQD(PL
$D9Y DFXUDGL0LODQR5LFFDUGR 'DFFLRJJLLOQRVWURSDQH(PL
$W]HQL6(FRQRPLDGHOODPRUDOH*LRUJLR$ULX(G
%DUDQHV$5HVSRQVDELOLWHQDQ]D*XLGDDOOHLQL]LDWLYHLQFDPSRVRFLRDPELHQWDOHSHUJOL,VWLWXWL
GL&UHGLWRHOHLPSUHVHQDQ]LDULH)RQGD]LRQH&XOWXUDOH5HVSRQVDELOLW(WLFD
%DUDQHV$H0LODQR5 DFXUDGL *XLGD3HU5LVSDUPLDWRUL&RPHLQYHVWLUHSHUORVYLOXSSRQHLSDHVL
del Sud del mondo. Ucodep, 2009.
%HFFKHWWL/H3DJDQHWWR/)LQDQ]DHWLFD&RPPHUFLRHTXRVROLGDOH/DULYROX]LRQHVLOHQ]LRVDGHOOD
responsabilit sociale. Donzelli Ed., 2003
%HFFKHWWL//DIHOLFLWVRVWHQLELOH(FRQRPLDGHOODUHVSRQVDELOLWVRFLDOH'RQ]HOOL(G
%HFFKHWWL/,OPLFURFUHGLWR,O0XOLQR(G%RORJQD
%HFFKHWWL/,OGHQDURIDODIHOLFLW"(G/DWHU]D5RPDEDUL
%HOOL)YRFH)LQDQ]D(WLFD,Q(QFLFORSHGLDGHL'LULWWL8PDQL8WHW
%HOOL),OGHQDURHOHWLFD XQDSSXQWR LQ(WLFDH)LQDQ]DDFXUDGL66LJQRUL*5XVFRQLH0'RULgatti, Franco Angeli, 2005
%LFFLDWR))LQDQ]DHWLFDHLPSUHVDVRFLDOH(G,O0XOLQR
%LJJHUL83HFFKLRQL95DVFK$4XRWLGLDQR5HVSRQVDELOH(PL
%UXQL/)HOLFLWH6FLHQ]D(FRQRPLFD6WRULDSUREOHPLDSHUWLHVSXQWLWHRULFL,Q&RPSOHVVLWUHODzionale e comportamento economico, verso un nuovo paradigma di razionalit. (A cura di Sacco P. e
Zamagni S.). Il Mulino, 2002
%UXQL//DIHULWDGHOODOWUR(FRQRPLDHUHOD]LRQL8PDQH(G,O0DUJLQH
%UXQL/H=DPDJQL6'L]LRQDULRGL(FRQRPLD&LYLOH&LWW1XRYD
&DOYL06RUHOODEDQFD(G0RQWL
&DSULJOLRQH)(WLFDGHOODQDQ]DHQDQ]DHWLFD(G/DWHU]D
&HQWUR*7RQLRORGL3DGRYD5HDOL]]DUHOLPSRVVLELOH'DUHXQDQLPDDOODQDQ]D'LRFHVLGL3DGRYD
2000
&HQWUR1XRYR0RGHOORGL6YLOXSSR*XLGDDOFRQVXPRFULWLFR1XRYD(GL]LRQH(PL
'DYLFR/ROLGDULHW,OULVSDUPLRDXWRJHVWLWR(G0DFUR
*DODWL0 DFXUDGL 0LFURFUHGLWR%DQFD(WLFD&DSLWDOH6RFLDOHH0H]]RJLRUQR(G/DQFRUDGHO
Mediterraneo.
*DOOLFDQL0 DFXUDGL 6FRSULLOGHQDURFKHVRVWLHQHODOWHUQDWLYD$WWLGHOODlJLRUQDWDQD]LRQDOH
della Finanza Etica e Solidale. Emi, 2002
*KL]]RQL, DFXUDGL 0DQXDOHGHOULVSDUPLDWRUHHWLFRHVROLGDOH(G%HUWL
)RQGD]LRQH&XOWXUDOH5UHVSRQVDELOLW(WLFDH&DPSDJQDSHUOD5LIRUPDGHOOD%DQFD0RQGLDOH)Lnanza umana e Diritti Umani. Banck Track, 2007
/XQDULD/DQDQ]DHWLFDLQ,WDOLDFRPHHSHUFKSURPXRYHUOD5DSSRUWRUHGDWWRSHUOD%DQFD3RSRlare Etica, ottobre 2000
0HVVLQD$ DFXUDGL 'HQDURVHQ]DOXFUR0DQXDOHGLJHVWLRQHQDQ]LDULDSHULO7HU]RVHWWRUH
Carocci Faber, 2003
0LODQR5/DQDQ]DHOD%DQFD(WLFD(FRQRPLDHVROLGDULHW(GL]LRQL3DROLQH
0LODQR5H6DOYLDWR)YRFH0LFURQDQ]DH0LFURFUHGLWRLQ(QFLFORSHGLD7UHFFDQL/LEURGHOODQQR
2005
5D]HWR//HGLHFLVWUDGHGHOOHFRQRPLDGLVROLGDULHW(PL
5HJDOOL06RDQD0*H7DJOLDYLQL*,IRQGLHWLFLFDUDWWHULVWLFKHVSD]LGLPHUFDWRULWRUQLQDQ]LDri. In Etica e Finanza, a cura di S. Signori, G. Rusconi e M. Dorigatti, Franco Angeli, 2005
5LJKHWWL3'DOODEDQFDUL]]D]LRQHDOOLQFOXVLRQHQDQ]LDULDLOSDUDGRVVRGHOODPRGHUQL]]D]LRQHGHL
mercati e le iniziative di contrasto allesclusione. In Etica e Finanza, a cura di S. Signori, G. Rusconi e
M. Dorigatti, Franco Angeli, 2005

Capire la Finanza - La Finanza Etica

13

Fondazione Culturale Responsabilit Etica Onlus




















14

6DOYLDWR)YRFH)LQDQ]D(WLFD,Q DFXUDGL/XF0 'L]LRQDULRGHOODVROLGDULHW9RORQWDULDWRDVVRciazionismo, terzo settore, cooperazione. Supplemento al quotidiano lUnit, 2004
6DOYLDWR) FRQSUHID]LRQHGL6DFKV: 8OWLPDJHQHUD]LRQH9HUVRXQHWLFRHVROLGDOH(PL
2004
6FRQ]R,8QDORFRPRWLYDSHULOIXWXUR,QDQ]LDPHQWLGL%DQFD(WLFD&RRSHUDWLYD(GLWRULDOH(WLFD
6HQ$.(WLFDHGHFRQRPLD(G,O0XOLQR
6HQ$.'HQDURHYDORUH(WLFDHGHFRQRPLDGHOOD)LQDQ]D(GL]LRQL'HOO(OHIDQWH
6HQ$./DULFFKH]]DGHOODUDJLRQH,O0XOLQR
6SHGDOHWWL0 FRQLOOXVWUD]LRQLGL/R3LDQR5 &KLDUDHOXVRUHVSRQVDELOHGHOGHQDUR)LQDQ]DHWLFD
e commercio equo spiegati ai pi piccoli. Sinnos Ed., 2004
6WL]**XLGDDOODQDQ]DHWLFD&RPHLQYHVWLUHLSURSULULVSDUPLLQPRGRUHVSRQVDELOH(PL
6WRUQHOOR*/DEDQFDWUDPHUFDWRHGHWLFD8WHW
9LJDQ//DEDQFDHWLFD(VSHULHQ]HLQ,WDOLDHDOOHVWHURVWUDWHJLHHLQQRYD]LRQHQHOOHVFHOWHRSHUDtive. Bancaria Ed., Roma, 2001
<XQXV0,OEDQFKLHUHGHLSRYHUL)HOWULQHOOL(G
<XQXV08QPRQGRVHQ]DSRYHUW)HOWULQHOOL(G
9ROSL),OGHQDURGHOODVSHUDQ]D(G(PL
=DPDJQL6(FRQRPLDHG(WLFD(G$YH
=DPDJQL6/HFRQRPLDGHOEHQHFRPXQH&LWW1XRYD(G
=DPDJQL6H%UXQL/$RJQLEXRQFRQWR/H]LRQLGLHFRQRPLDFLYLOH6XSSOHPHQWRDOODULYLVWD9LWD
Editoriale Vita, 2003
=DPDJQL6H9/DFRRSHUD]LRQH7UDPHUFDWRHGHPRFUD]LDHFRQRPLFD(G,O0XOLQR
=HUEHWWR&%DQFKLHULDPEXODQWL3UHVHQWHHIXWXURQHOODQDQ]DHWLFD FRQSUHID]LRQHGL3URGL5 
Cooperativa editoriale Etica, 2003.

Capire la Finanza - La Finanza Etica

Fondazione Culturale Responsabilit Etica Onlus

Siti internet
Siti Italiani:























ZZZDJLFHVRUJDVVRFLD]LRQHGLFDWHJRULDGHOOHRUJDQL]]D]LRQLFKHSURPXRYRQRLSURGRWWLHODFXOWXUDGHO
commercio equo e solidale in Italia
ZZZDOWUHFRQRPLDLWVLWRULYLVWDPHQVLOH$OWUHFRQRPLD
ZZZDOWURPHUFDWRLWVLWRGHO&RQVRU]LR&70$OWURPHUFDWR
ZZZDWWDFLW6LWRLWDOLDQRGHOO$VVRFLD]LRQHSHUOD7DVVD]LRQHGHOOH7UDQVD]LRQLQDQ]LDULH 7RELQ7D[ H
per lAiuto ai Cittadini
ZZZEDQFDHWLFDFRPVLWRGL%DQFD3RSRODUH(WLFD
ZZZEDQFKHDUPDWHLWFDPSDJQDGLSUHVVLRQHDOOHEDQFKHOHJDWHDOFRPPHUFLRLQWHUQD]LRQDOHGHOOHDUPL
ZZZEHQHFRPXQHQHWOXRJRGLGLEDWWLWRGLVFXVVLRQHHDSSURIRQGLPHQWRHFRQRPLFRQHOORWWLFDGHOEHQH
comune
ZZZFUEPRUJVLWRGHOOD&DPSDJQDSHUOD5LIRUPDGHOOD%DQFD0RQGLDOH
ZZZFUHGLWRFRRSHUDWLYRLW6LWRQD]LRQDOHGHOOH%DQFKHGL&UHGLWR&RRSHUDWLYR
ZZZFUHVXGRUJVRFLHWSHUD]LRQLFKHVLRFFXSDGL0LFURQDQ]DLQ$PHULFD/DWLQD$IULFDH$VLD
ZZZHWLFDVJULWVLWRGL(WLFD6JUVRFLHWGLJHVWLRQHGHOULVSDUPLRLWDOLDQD
ZZZHWLPRVLWFRQVRU]LRQDQ]LDULRLQWHUQD]LRQDOHFKHRSHUDQHLSDHVLGHO6XGGHO0RQGRWUDPLWH0LFURcredito e altre iniziative per lo sviluppo
ZZZPLFURQDQ]DLWVLWRGHOO$VVRFLD]LRQH0LFURQDQ]DH6YLOXSSRSURPXRYHQWHSURJHWWLHLQL]LDWLYHGL
IRUPD]LRQHHULFHUFDQHOFDPSRGHOOD0LFURQDQ]D
ZZZPLFURQDQ]DLWDOLDRUJSRUWDOHLWDOLDQRGHOOD0LFURQDQ]DDOOLQWHUQR5,70,5HWH,WDOLDQD0LFURQDQ]DIRQGDWDGDJOLRUJDQLVPLVWRULFLGHOOD)LQDQ]D(WLFDLQ,WDOLD
ZZZRVVHUYDWRULRQDQ]DLWVLWRGLLQIRUPD]LRQHFULWLFDVXOPRQGREDQFDULRHQDQ]LDULR
ZZZUHWHOLOOLSXWRUJUHWHODLFDIRUPDWDGDSHUVRQHQRGLRUJDQL]]D]LRQLHUHWLFROOHJDWLHFRRUGLQDWLWUD
loro che si impegnano per una economia di giustizia e solidariet
ZZZVELODQFLDPRFLLQIVWUXPHQWRGLFRPXQLFD]LRQHZHEVXOOHDOWHUQDWLYHHFRQRPLFKHOHJDWRDOODFDPSDgna Sbilanciamoci! (www.sbilanciamoci.org).
ZZZWUDGHZDWFKLWRVVHUYDWRULRRVVHUYDWRULRVXOOHFRQRPLDJOREDOHHVXOFRPPHUFLRLQWHUQD]LRQDOH
ZZZXFRGHSRUJVLWRGHOOD2QOXV8FRGHS8QLWH&RRSHUD]LRQHSHUOR6YLOXSSRGHL3RSROL
ZZZYDORULLWVLWRGHOPHQVLOHGLHFRQRPLDVRFLDOHH)LQDQ]D(WLFD9DORUL
ZZZ]RHVLWSRUWDOHGHOODVRVWHQLELOLWHGHOOHFRQRPLDVROLGDOHSHUPHWWHUHLQUHWHSHUVRQHRUJDQL]]D]LRni, produttori, enti locali e iniziative della societ civile attiva.
ZZZPLFURQDQ]DLWDOLDRUJ,O3ULPR3RUWDOH,WDOLDQRGHOOD0LFURQDQ]DQDVFHQHOODPELWRGHOSURJHWWR
2OWUHODVVLVWHQ]DQDQ]LDWRGDO0LQLVWHURGHJOL$IIDUL(VWHULHGDOOD)RQGD]LRQH&DULSOR

Siti Internazionali











ZZZEDE\ORDQFRPHZZZYHHFXVFRPSLDWWDIRUPHIUDQFHVLGL0LFURFUHGLWRRQOLQHSHULO7HU]R0RQGR
ZZZEDQNWUDFNRUJUHWHGLRUJDQL]]D]LRQLLPSHJQDWHVXFDPSDJQHSHUXQDPDJJLRUHUHVSRQVDELOLW
sociale e ambientale delle banche
ZZZHXURGDGRUJUHWHGLRUJDQL]]D]LRQLDWWLYHVXTXHVWLRQLOHJDWHDOODQDQ]DLQWHUQD]LRQDOHHDOODJLXVWL]LDQHLUDSSRUWLQDQ]LDULWUD1RUGH6XGGHOPRQGR
ZZZHXURSHDQPLFURQDQFHRUJQHWZRUNHXURSHRGLSURPR]LRQHGHOOD0LFURQDQ]DLQ(XURSD
ZZZIHEHDRU)HGHUD]LRQH(XURSHDGHOOH%DQFKH(WLFKHH$OWHUQDWLYH
ZZZJDEYRUJVLWRGL7KH*OREDO$OOLDQFHIRU%DQNLQJRQ9DOXHV *$%9
ZZZLQDLVHRUJUHWHPRQGLDOHGLLVWLWX]LRQLQDQ]LDULHRULHQWDWHDOORVYLOXSSRVRVWHQLELOHHDOOHFRQRPLD
sociale (per lItalia CFI, Legacoop e Soliles)
ZZZNLYDRUJODSULPDHSLJUDQGHSLDWWDIRUPDGL0LFURFUHGLWRRQOLQH
ZZZVHIHDRUJVLWRGL6HIHD 6RFLHW(XURSHDGHOOD)LQDQ]D(WLFDH$OWHUQDWLYD 
ZZZZIWRFRPRUJDQL]]D]LRQHPRQGLDOHGHO&RPPHUFLR(TXRH6ROLGDOH

Capire la Finanza - La Finanza Etica

15

La Fondazione Culturale Responsabilit Etica Onlus (www.fcre.it) stata


fondata da Banca Etica per promuovere nuove forme di economia sostenibile,
SHU GLIIRQGHUH L SULQFLSL GHOOD QDQ]D HWLFDPHQWH RULHQWDWD SHU DQDOL]]DUH LO
IXQ]LRQDPHQWRGHOODQDQ]DHSURSRUUHVROX]LRQLQHOODGLUH]LRQHGLXQDPDJJLRUHVRVWHQLELOLW3HUUHDOL]]DUHTXHVWLRELHWWLYLOD)RQGD]LRQHODYRUDLQUHWHH
SDUWHFLSDDOOHLQL]LDWLYHHDOOHFDPSDJQHGHOOHRUJDQL]]D]LRQLGHOODVRFLHWFLYLOH
LQ,WDOLDHDOLYHOORLQWHUQD]LRQDOH
1HOODPELWR GHOOH SURSULH DWWLYLW OD )RQGD]LRQH KD GHFLVR GL SURSRUUH TXHVWH
VFKHGHFDSLUHODQDQ]D/HVFKHGHSURYDQRDVSLHJDUHLQPDQLHUDVHPSOLFHL
SULQFLSDOLPHFFDQLVPLHOHLVWLWX]LRQLGHOSDQRUDPDQDQ]LDULRLQWHUQD]LRQDOH
GDOOHLVWLWX]LRQLLQWHUQD]LRQDOLDLSDUDGLVLVFDOLGDLQXRYLVWUXPHQWLQDQ]LDUL
DOOHEDQFKHHDOOHDVVLFXUD]LRQL&RQTXHVWHVFKHGHFLDXJXULDPRGLGDUHXQFRQWULEXWRSHUFRPSUHQGHUHOHUHFHQWLYLFHQGHLQDPELWRQDQ]LDULRHSHUVWLPRODUH
ODULHVVLRQHQHOODULFHUFDGLSHUFRUVLDOWHUQDWLYL
/H VFKHGH VRQR UHDOL]]DWH LQ FROODERUD]LRQH FRQ LO PHQVLOH 9DORUL H FRQ OD
&5%0
Valori ZZZYDORULLW XQPHQVLOHVSHFLDOL]]DWRQHLWHPLGHOOHFRQRPLDVRFLDOH
GHOODQDQ]DHWLFDHGHOODVRVWHQLELOLW(WUDOHWHVWDWHSLDXWRUHYROLLQ,WDOLDD
WUDWWDUHTXHVWLRQLFRPSOHVVHHGLFLOLUHODWLYHDOPRQGRGHOOHFRQRPLDHGHOOD
QDQ]DLQPDQLHUDDSSURIRQGLWDPDDOWHPSRVWHVVRFRPSUHQVLELOHGHQXQFLDQGRQHOHLQJLXVWL]LHHYLGHQ]LDQGRQHOHLPSOLFD]LRQLVXLFRPSRUWDPHQWLLQGLYLGXDOLHVXOODYLWDGHOODVRFLHWFLYLOHDOLYHOORVLDORFDOHFKHJOREDOHHSURPXRYHQGR
OHHVSHULHQ]HOHSURJHWWXDOLWHLSHUFRUVLGHOOHFRQRPLDVRFLDOHHVRVWHQLELOH
La CRBM ZZZFUEPRUJ ODYRUDGDROWUHDQQLSHUXQDGHPRFUDWL]]D]LRQHHG

Campagna per
XQDSURIRQGDULIRUPDDPELHQWDOHHVRFLDOHGHOOHLVWLWX]LRQLQDQ]LDULHLQWHUQD]Lla riforma della
RQDOLFRQXQDWWHQ]LRQHSDUWLFRODUHDJOLLPSDWWLDPELHQWDOLVRFLDOLGLVYLOXSSR
Banca Mondiale
HVXLGLULWWLXPDQLGHJOLLQYHVWLPHQWLSXEEOLFLHSULYDWLGDO1RUGYHUVRLO6XGGHO
PRQGRLQVROLGDULHWFRQOHFRPXQLWORFDOLFKHOLYLYRQRLQSULPDSHUVRQDHG
DOOLQWHUQRGLQXPHURVHUHWLGHOODVRFLHWFLYLOHLQWHUQD]LRQDOH

/D )RQGD]LRQH &XOWXUDOH &5%0 H 9DORUL VRQR DQFKH WUD L SURPRWRUL


GHOO2VVHUYDWRULRVXOOD)LQDQ]DXQRVWUXPHQWRGLLQIRUPD]LRQHFULWLFDVXOODQDQ]DHOHFRQRPLDZZZRVVHUYDWRULRQDQ]DLW
Per contatti e per maggiori informazioni: info@fcre.it
3XEEOLFD]LRQHUHDOL]]DWDDOOLQWHUQRGHOSURJHWWR6$9()25*22'02%,/,=,1*(8523($1$&725672%8,/'*/2%$/
,1&/86,9(),1$1&,$/6(&7256,1'(9(/23,1*&28175,(621*('5HIQDQ]LDWRGDOOD&RPPLVVLRQH
(XURSHD8FLR(XURSH$LGHFRRUGLQDWRGD6HWHP 6SDJQD H8FRGHS ,WDOLD
/DSUHVHQWHSXEEOLFD]LRQHQRQULHWWHLQDOFXQPRGROHRSLQLRQLXFLDOLGHOOD&RPPLVVLRQH(XURSHD(XURSH$LG
/DUHVSRQVDELOLWSHULOFRQWHQXWRGHOODSUHVHQWHSXEEOLFD]LRQHGDDWWULEXLUVLXQLFDPHQWHDG8FRGHSH)RQGD]LRQH&XOWXUDOH
5HVSRQVDELOLW(WLFD