Sei sulla pagina 1di 90

PREMESSA

Questo scritto vuol essere semplicemente una guida di facile comprensione, alla portata di tutti, quale
introduzione al dibattuto tema della sovranità integrale, anche detta sovranità individuale.
È necessaria un’ampia premessa prima di affrontare il discorso sulla sovranità o sovranismo, che dir si
voglia, così come riportato nel titolo di questo testo, lungi dall’essere considerato come un trattato
sull’argomento, che vuole proporre un insieme d’informazioni stilate allo scopo di spronare un interesse
in coloro i quali non conoscono affatto o solo parzialmente la materia, prevalentemente a causa
dell’indottrinamento subito nel corso della propria esistenza in vita. Il ritenersi sovrano è semplicemente
il ritorno alla condizione di Essere Umano libero, anarchico, condizione nella quale nasciamo tutti per poi
finire nella morsa della Matrix e perdere tale condizione innata e naturale. Il termine anarchia è stato
appositamente distorto e osteggiato dal sistema perché scomodo, il cui significato è fondamentalmente il
seguente: “Dottrina sociale e politica che propugna l’abolizione dell’autorità costituita e accentrata,
nonché di ogni forma di costrizione esterna”, il che non significa assenza di ordine e regole. In passato
forme autoritarie hanno infierito pesantemente, causando svariate vittime, verso i primi sostenitori
dell’anarchia, soprattutto da parte delle Istituzioni, i cui rappresentanti sono stati a loro volta indottrinati.
Da tempo immemorabile interi popoli hanno pagato a caro prezzo la loro condizione anarchica, primi fra
tutti i nativi Americani. A proposito di questo Popolo mi preme riportare una famosa profezia della tribù
dei Cree: “Solo dopo che l’ultimo albero sarà abbattuto. Solo dopo che l’ultimo fiume sarà inquinato,
solo dopo che l’ultimo pesce sarà pescato, voi vi accorgerete che il denaro non può essere mangiato”. È
indubbio però che un risveglio coscienziale su scala globale, grazie al cambio d’epoca in Acquario, è in
corso e non potrà essere fermato, nonostante gli sforzi contrari dell’élite globalista rappresentata dal New
World Order (Nuovo Ordine Mondiale). «Avremo un governo mondiale, che vi piaccia o no. La sola
questione che si pone è di sapere se questo governo mondiale sarà stabilito col consenso o con la forza
“Cit. James Warburg (1896-1969) banchiere e membro del Council of Foreign Relations”». Credo che ciò
potrà protrarsi solo ed esclusivamente sino a quando nel mondo prevarranno l’EGOISMO,
l’INDIVIDUALISMO, il MATERIALISMO e l’IGNORANZA. Consiglio spassionatamente a coloro che
dubitano sulla fattibilità di tale percorso di resettare il cervello che risulta essere pieno di credenze, alla
pari di un personal computer che, se con la memoria piena, non accetta nuovi files. In fondo la nostra vita
è improntata sulle credenze assimilate e sulla consuetudine “si è sempre fatto così”, ma anche sulla
mancanza di domande sul perché, parola che ci viene soffocata da bambini, che piuttosto è alla base della
ingenua e sincera voglia di conoscenza. In sostanza, tornare bambini!

Io uso definire la cosiddetta disobbedienza civile, obbedienza morale. Tra l’altro, per chi si identifica
ancora nella condizione di cittadino, ricordo che l’ex articolo 50 – 2° Comma della Costituzione italiana
recitava: “Quando i poteri pubblici vìolino le libertà fondamentali ed i diritti garantiti dalla Costituzione,
la resistenza all’oppressione è diritto e dovere del cittadino”.

 Il Denaro è una frode


 Il Debito è una finzione
 Il Governo è una dittatura
 La Religione è un condizionamento
 La Scuola è un indottrinamento
 La Storia è una menzogna
 I Media sono un inganno
 Il Sistema è una gabbia
 Tu sei uno schiavo!
«Nessuno è più schiavo di colui che si ritiene libero senza esserlo “Johann Wolfgang von Goethe”».
Ad oggi ci sono, in Italia, più di 15.000 denunce contro lo Stato per istigazione al suicidio, ma nemmeno
un’apertura d’inchiesta. La magistratura è silente e complice allo stesso tempo. Siamo il paese dei “Fals
Flag” (operatività sotto falsa bandiera), per esempio l’aggressione a Silvio Berlusconi e l’attentato ai
Carabinieri davanti a Montecitorio. Siamo il paese dell’Italicus, di Ustica, della Moby Prince, della
Concordia, delle navi dei veleni, della P2, degli insediamenti militari stranieri, ecc., dove esci di casa e
non sai se rientri verticale od orizzontale, perché c’è chi scommette sulla tua pelle.
Quale soluzione? Trovandomi, fortunatamente, nella condizione di sovranità, sento il dovere di
trasmettervi queste informazioni, frutto di dedizione nel tempo ma soprattutto della consapevolezza innata
di qualcosa che in questo Mondo non torna. Percezione presente, probabilmente, anche nel lettore, e che
ha spinto alla scelta di questo scritto. A tal proposito il mio accorato suggerimento è quello di
approfondire il tema, perché l’ignoranza è la madre di tutti i mali, ma soprattutto esorto a rendersi
indipendenti, perché la crescita è strettamente individuale. Chi finisce per appartenere ad un gruppo o
associazione si identifica nel branco e pertanto necessita ancora di un guru. Ciò dimostra immaturità e
disorientamento. Costoro, facilmente, cadono vittime dei propri carnefici.
È indubbio che in tutto il mondo è in corso un grande risveglio coscienziale da parte di numerosi
individui che si prodigano affinché le informazioni sulla “Sovranità” giungano alla maggior parte delle
persone ancora allo scuro sull’argomento. In molte città straniere, ma si è avuto anche qualche timido
accenno in Italia, ci sono state grandi campagne pubblicitarie, come ad esempio a Londra, riferite alla
“Frode del Nome”, tema fondamentale alla base della grande truffa ai danni dell’intera Umanità, che sarà
ampiamente illustrato nei capitoli successivi. Il tutto nonostante il silenzio assordante degli organi
d’informazione nazionali compiacenti, collusi e al soldo dei potentati lobbistici.
“La verità attraversa sempre varie fasi, dapprima ignorata, poi derisa, ancora osteggiata, infine
accettata”.
La Frode del Nome Legale
Alla fine di questo libro avrai due sole opzioni:
 Continuare ad essere uno schiavo e andare incontro alla morte continuando a mantenere questa tua
condizione;
 Liberarti dalle catene della tua prigionia e diventare un uomo/donna libero/a e vivere in qualità di
individuo sovrano con tutto ciò che ne consegue.

Introduzione
Prima di entrare nel vivo del discorso è opportuno distinguere il significato dei termini di Nazione e Stato.
Il primo termine identifica una comunità di individui che condividono alcune caratteristiche come
la lingua, la storia, la cultura, le tradizioni, il territorio, l’etnia ed eventualmente il governo. Il secondo
indica un Ente dotato di potestà territoriale, che la esercita a titolo originario, in modo stabile ed effettivo,
più o meno legittimo, in piena indipendenza da altri enti. Le due forme sono distinte e separate ma
interagiscono strettamente tra loro nei modi più disparati. Possiamo sicuramente affermare, senza ombra
di dubbio, che una Nazione può esistere senza Stato, ma uno Stato non può esistere senza Nazione. Infatti,
mentre una Nazione è qualcosa di concreto e tangibile, lo Stato non lo è! A tal proposito è interessante
osservare quanto testualmente recita una sentenza storica della Suprema Corte degli Stati Uniti
d’America, che a tal proposito si pronuncia così:
“Nella misura in cui ogni governo è una persona artificiale [N.d.A. giuridica], un’astrazione, e una
creatura della mente soltanto, un governo è in grado di interfacciarsi solo con un’altra persona artificiale
[N.d.A. giuridica]. L’immaginario, non avendo né l’attualità né sostanza, è precluso dalla CREAZIONE a
raggiungere la parità con il tangibile. La manifestazione giuridica di ciò è che nessun governo, nonché
qualunque legge, agenzia, aspetto, campo, ecc., può occuparsi di qualcosa di diverso dalle aziende, dalle
persone artificiali [N.d.A. giuridiche] e dai contratti tra di loro”. Quindi si ammette che non solo il
governo è un ente fittizio [N.d.A. giuridico], ma che esso può regolare esclusivamente i rapporti tra
aziende e persone fittizie [N.d.A. giuridiche] (MARIO ROSSI sulla carta d’identità ma non Mario Rossi
di fatto) o “Strawmen” come è considerato negli USA “uomo di paglia”. (S.C.R. 1795, Penhallow v.
Doane’s Administrators. “3 U.S. 54; 1 L.Ed. 57; 3 Dall. 54”)

Cap. I – Il Denaro
Ci addentriamo nell’argomento sulla sovranità con qualcosa di molto caro agli italiani e non solo ad essi,
il denaro!
Non ritengo essere un esperto in materia finanziaria, preferisco essere un semplice economista, nel senso
che faccio della mia quotidianità, economia! Non me ne vogliano quindi gli esperti del settore per
eventuali imprecisioni. Lo scopo del presente capitolo è rendere semplice e comprensibile ai più ciò che
deliberatamente viene reso complicato per risultare indecifrabile e ostico, così che la materia risulti di
esclusivo appannaggio dei magnati dell’alta finanza e lontano da occhi indiscreti.
Iniziamo con un fondamentale distinguo tra il significato di moneta e valuta. La prima risulta avere a
monte un controvalore che ne ricopre e garantisce l’emissione, la seconda non ha alcun controvalore, è il
caso dell’euro! Come si può vedere dallo schema sotto, che si tratti dell’una o dell’altra formula, il valore
assume consistenza ed efficacia nel momento in cui è, convenzionalmente e in buona fede, accettata dagli
utilizzatori. In sé per sé l’euro non ha un proprio valore intrinseco se non quello dei costi di stampa dati
dalla carta e inchiostro utilizzati. Pertanto la circolazione diviene “legale” nel momento in cui la società,
per convenzione appunto, ne riconosce la validità. In un lontano passato la proprietà della moneta,
strettamente legata alle riserve auree, era del Popolo, successivamente, vedremo poi nel dettaglio, passò
nelle mani degli Stati e ancora, com’è attualmente, di un cartello privato di banche che, con percentuali di
partecipazione varie, sfociò nella struttura denominata BCE (Banca Centrale Europea), anch’essa privata.
Quando la moneta era di proprietà dello Stato, questo emetteva un dato valore, legato a doppio filo coi
quantitativi d’oro posseduti e stipati nei cavò bancari, sufficiente a garantire il buon funzionamento
dell’apparato statale.

Da ciò ne derivava l’assenza di debito pubblico verso terzi, se non verso lo Stato stesso, e di interessi di
sorta. Ora che invece la valuta euro è di proprietà della BCE, questa la stampa e se l’accredita, la presta
agli Stati e la chiede indietro con l’aggiunta di una percentuale d’interesse, indebitandoli (il famigerato
debito pubblico), truffando i cittadini col cosiddetto signoraggio (primario), ossia la percentuale in
eccesso rispetto al valore nominale delle banconote. Il termine signoraggio deriva dall’aggio del
Signorotto al tempo del Feudalesimo (N.d.A. il termine più appropriato per indicare il signoraggio e, in
realtà, quello di usura).
Nel Luglio 2000, il compianto prof. Giacinto Auriti, giurista, saggista e politico italiano, con l’aiuto
dell’allora sindaco Mario Palmerio, avviò un esperimento di grande successo a Guardiagrele (CH), il
primo in Italia, nel suo paese natale abruzzese, noto all’epoca per il più alto tasso di suicidi da crisi
economica in Italia. L’iniziativa fu, subdolamente, interrotta dalla Procura di Chieti, in particolar modo su
pressioni della Banca d’Italia. L’esperimento compiuto da Auriti, all’epoca fondatore e segretario del
SAUS (Sindacato anti-usura), consistette nell’immettere in circolazione i SIMEC o Simboli Econometrici
di Valore Indotto, di esclusiva proprietà del portatore.
Lo scopo di tale esperimento era quello di creare, per convenzione, il valore della moneta locale senza
alcun intervento né dello Stato né del sistema bancario. L’obbiettivo finale si inquadrava nella
sostituzione della sovranità illegittima della Banca d’Italia con quella legittima e auspicabile del Popolo,
tramite la proprietà della moneta, prerogativa dello Stato e non dei cittadini. L’esperimento rappresentò
una pietra miliare in materia monetaria, perché dimostrò sul piano pratico il principio secondo il quale il
valore della moneta è dato da chi l’accetta (cittadini) sulla base di una convenzione, e non da chi la emette
(banca). L’iniziativa ebbe un tale successo che per coloro inizialmente estranei, non vi fu altra opzione
che, in un secondo momento, parteciparvi, perché venutisi a trovare esclusi della ripresa economica che il
SIMEC aveva indotto. Cito una frase dell’epoca dell’insigne professore: “È come se avessimo messo del
sangue in un corpo dissanguato”. Ma i tempi non erano maturi e la magistratura emise un provvedimento
di confisca delle banconote, poi dissequestrate, che, per quanto illegittimo, causò l’interruzione
dell’esperimento e il suo definitivo abbandono. All’epoca, nonostante gli scontri tra Forze dell’Ordine e
Cittadini resisi conto del torto che stavano subendo, nessun organo d’informazione nazionale, servo del
potere, osò trattare adeguatamente l’accaduto. La notizia trovò spazio solo a livello locale. Per il professor
Auriti non vi furono, come è logico che fosse, conseguenze giuridiche, si trattò esclusivamente di una
presa di posizione arrogante da parte delle Istituzioni. Ricordiamo infatti che la Costituzione, per coloro
che, erroneamente, credono ancora che abbia valore, all’Art. 42 – 1° C. sancisce il diritto sulla proprietà
privata, recitando testualmente: “La proprietà è pubblica o privata. I beni economici appartengono allo
Stato, ad enti o a privati”. Inoltre, la possibilità di stampare valore monetario è anche concessa ai comuni
dall’art. 112 del T.U.E.L. (Testo Unico Enti Locali) che enuncia: “Gli enti locali, nell’ambito delle
rispettive competenze, provvedono alla gestione dei servizi pubblici che abbiano per oggetto la
produzione di beni ed attività rivolte a realizzare fini sociali e a promuovere lo sviluppo economico e
civile delle comunità locali”. L’art. 119 della Costituzione prevede inoltre per i Comuni, e non solo,
autonomia finanziaria di entrata e di spesa, tributi ed entrate propri, compartecipazione al gettito di tributi
erariali riferibili al loro territorio, nonché un fondo perequativo per i territori con minore capacità fiscale
per abitante, inoltre, che le risorse di cui sopra consentono al Comune di finanziare integralmente le
funzioni pubbliche loro attribuite. Dall’art. 54 del T.U.E.L. emerge, altresì, che il Sindaco, sempre nella
sua funzione di Ufficiale di Governo: “emana atti in materia di ordine e sicurezza pubblica e adotta, tra
l’altro, Ordinanze contingibili e urgenti in caso di pericolo per l’incolumità dei cittadini”. Circa tale
questione, il Consiglio di Stato ribadisce che: “… i presupposti che si richiedono per l’adozione dei
provvedimenti contingibili e urgenti, da parte della massima Autorità comunale, sono – ai sensi dell’art.
38 comma 2, L. 142/1990 – da un lato, l’impossibilità di differire l’intervento ad altra data in relazione
alla ragionevole previsione di danno incombente (donde il carattere dell’urgenza); dall’altro,
l’impossibilità di provvedere con gli ordinari mezzi offerti dalla legislazione (donde la contingibilità o
circostanza straordinaria)”. Ora è lecito chiedersi: “ma allora, perché nessun comune attua tali
prerogative?”, “perché a chi è sul libro paga del padrone, non conviene andargli contro!”. Ma Auriti
non si limitò a questo, infatti, l’08 Marzo 1993 denunciò il governatore della Banca d’Italia per FALSO
IN BILANCIO, TRUFFA, USURA, ASSOCIAZIONE A DELINQUERE E ISTIGAZIONE AL SUICIDIO. Il
Procuratore di Roma Ettore Torri confermò la validità delle argomentazioni ma asserì anche che mancava
il dolo perché era sempre stato così (consuetudine). Ne seguì una petizione d’iniziativa popolare che
dichiarava la proprietà della moneta ai cittadini. Da ciò scaturì un disegno di legge, poi rimasto inevaso.
“Quando il popolo perde la consapevolezza del perché deve vivere, tutte le scelte ed i suoi
comportamenti, non essendo finalizzati, finiscono per essere egoisticamente strumentalizzati da
gruppi di potere” (Giacinto Auriti ‘1972’).
Una delle peculiarità dell’iniziativa di Auriti fu l’introduzione del reddito di cittadinanza. Tale
provvedimento avrebbe sicuramente provocato, se protratto nel tempo, la verosimile scomparsa di alcune
piaghe sociali quali il lavoro speculativo e il ricatto lavorativo, e conseguente apparizione del lavoro
creativo, dirette conseguenze di questo nuovo paradigma economico, purtroppo andato perso ma,
auspicabilmente, ripetibile.
In tale contesto, merita una doverosa citazione l’Ing. Nicolò Bellia, autore del trattato “Antropocratico” o
di “Governo dell’Uomo”. Il concetto da lui espresso indica come logica la detrazione dell’imposta sulla
massa monetaria a monte, e non a valle dopo la distribuzione della stessa. Il concetto si esprime in tal
senso: cambiando l’ordine dei fattori il prodotto non cambia! Ovvero, perché non decurtare la somma
necessaria al buon funzionamento dello Stato prima ancora che la stessa sia distribuita nel circuito
economico nei confronti dei cittadini, piuttosto che pretenderla indietro, sotto forma di tasse, solo in un
momento successivo, provocando così un passaggio supplementare con conseguente aggravio di costi e
risorse? Semplice! (N.d.A. perché così facendo si libererebbero i cittadini dalla condizione di schiavitù,
ed è proprio ciò che, alcuni, meno desiderano al mondo!) .

“segue” Il Denaro
Prima di procedere con l’argomento è necessario fissare a mente due date fondamentali, la prima copre il
lasso di tempo tra l’01 e il 22 luglio 1944 e che riguarda i cosiddetti accordi di Bretton Woods, intrapresi
ancor prima della fine del secondo conflitto mondiale bellico e riguardanti l’individuazione della moneta
trainante nell’USD (Dollaro Statunitense) e contestuale creazione della Banca Internazionale e del Fondo
Monetario Internazionale. La seconda riguarda il giorno 15 agosto 1971 quando il Presidente USA
Richard Nixon scisse il legame tra oro e dollaro americano, rendendo quest’ultimo, di fatto, carta straccia.
Analizziamo ora alcuni aspetti che ci forniscono un quadro generale di come sia strutturata la finanza
globale e suddivisa la ricchezza nel mondo. Indicativamente, solo lo 0.6% della popolazione possiede il
39% della ricchezza mondiale. Il 7,5% possiede il 43% della ricchezza. Il restante 91,9% della
popolazione possiede il rimanente 18%.

La Banca d’Italia (Istituto di Diritto Pubblico) possiede il 14,57% di quote dalla BCE. Badate bene che
Diritto Pubblico non significa di proprietà dei cittadini ma solo che le quote di partecipazione sono
pubbliche, ossia aperte al pubblico. Difatti la B.I. è assolutamente privata (circa 85% banche, 10%
assicurazioni, 5% INPS), cosa che alla maggior parte della gente sfugge. Il denaro nasce dal debito, esiste
più debito che denaro. Il sistema può creare denaro, legalmente, quasi 100 volte i propri depositi (Sistema
della Riserva Frazionaria). La riserva frazionaria, ossia la possibilità di concedere esponenzialmente
prestiti in base ai propri depositi, è iniziata ufficialmente nel 1698 al 50%, oggi, in Europa, è l’1%. In
alcuni Stati è lo 0%. Siamo tutti schiavi di un Sistema che crea debito dal nulla. Questo meccanismo si
identifica nel “signoraggio secondario”, se tutti si recassero allo sportello, contemporaneamente, per
ritirare i propri risparmi, solo i primi sarebbero accontentati, gli altri rimarrebbero a bocca asciutta perché,
materialmente, non tutto il denaro conteggiato esiste fisicamente (questo è ciò che più preoccupa i
banchieri). Sul debito non esiste controvalore, è impossibile estinguerlo perché mai stampato.
L’inflazione è una costante, il sistema è intrinsecamente inflazionistico per ripagare sé stesso. Il debito
quindi cresce esponenzialmente e, matematicamente, non potrà mai essere estinto in quanto trattasi di una
grande truffa all’origine. Il debito crea altro debito!
Lo Stato italiano stampa i titoli del Debito Pubblico (titoli del tesoro o promesse di pagamento). La Banca
d’Italia (privata), per conto della BCE (anch’essa privata), acquista il debito dallo Stato e stampa un pari
valore in banconote che saranno redistribuite sui c/c dei partecipanti all’asta. Si stima che solo il 3% della
base monetaria in Italia sia in moneta fisica (banconote e monete, queste ultime costituiscono solo il 2%
dell’intero valore del denaro in circolazione, quindi dello 0,02% del denaro globale). Il restante 97%
esiste solo negli archivi informatici! In pratica il Denaro equivale al Debito (Se si estinguessero solo parte
dei debiti non rimarrebbe un solo euro in circolazione). Come ai nostri giorni è palese, il debito pubblico
sta, volutamente, provocando la svendita del Paese nelle mani di multinazionali straniere, cosa peraltro
illegale perché i beni pubblici non possono essere privatizzati, se non dietro giochi di prestigio per idioti.
È curioso, quanto raccapricciante, osservare che Abraham Lincoln e John Fitzgerald Kennedy furono,
presumibilmente, assassinati per lo stesso motivo, ovvero la creazione di moneta di Stato a corso legale,
contrariando i potentati economico-finanziari che si celavano dietro la Federal Reserve e l’USD (subito
dopo la morte di Kennedy, il successore Johnson firmò il suo primo decreto per la revoca dell’ordine
esecutivo 11110 di Kennedy, col quale aveva istituito la divisa di Stato, con conseguente ritiro dalla
circolazione delle banconote a corso legale). Ad Aldo Moro seguì la stessa sorte in Italia, probabilmente
anche, ma non solo, a seguito della stampa delle 500 lire di Stato a corso legale. È anche curioso
osservare che gli Stati dove ancora non ci sono banche centrali controllate dai Rothschild sono Cuba,
Corea del Nord e Iran. Su taluni altri si sono tolti il difetto con conflitti bellici vari nel corso degli ultimi
decenni.

“segue” Il Denaro
La proprietà privata delle Banconote della BCE può essere facilmente evinta dalla famosa lettera C
racchiusa in un cerchio ©, simbolo di Copyright (marchio registrato = Istituto di Diritto Privato), che
antecede le sigle multilingua della BCE stessa. Sulle banconote infatti non c’è scritto “Pagabili a vista al
portatore” né “La Legge punisce i fabbricatori e gli spacciatori di biglietti falsi”. Ad oggi gli Stati membri
dell’Unione europea che non hanno adottato l’euro sono: Bulgaria; Croazia; Danimarca; Polonia; Regno
Unito; Repubblica Ceca; Romania; Svezia; Ungheria.
Se abbiamo compreso che il debito non può essere saldato per i motivi suddetti, e che questo crea
ulteriore debito, comprendiamo meglio perché questo sistema è una frode alla radice, prevedendo, al suo
aumentare, il seguente pignoramento dei beni di natura pubblica e privata a saldo dello stesso. Pertanto gli
ignari cittadini non si rendono conto che, utilizzando l’euro quale valore di scambio, si rendono complici
di una immensa frode, indebitandosi all’inverosimile. Ma c’è dell’altro, quanto più denaro si possiede in
banca e più si è indebitati perché l’euro non è altro, tecnicamente, che una promessa di pagamento su una
precedente promessa di pagamento, perciò pagare con banconote non significa saldare il debito ma
promettere di saldarlo, e con cosa, chiederete Voi? Col sudore della vostra fronte e con le vostre
proprietà! In sostanza il Denaro è un grande strumento atto alla schiavizzazione dell’intero Genere
Umano, da parte di una élite bancaria mondiale, composta da poche famiglie aristocratiche, che si
tramandano, su linea di sangue, il potere, da intere generazioni, con la ignobile complicità degli Stati.
Questo sottostante potrà sembrarvi un esempio banale, che mi diletto a portare alle mie conferenze per i
motivi che tra poco vi illustrerò, ma vi esorto a soffermarvi e riflettere. Pensate che ogni uno di questi
omini, sotto riportati, faccia un lavoro pari a 5 euro, ma che potrebbero essere anche 5 limoni (dipende
dagli accordi), nei confronti dell’omino al suo fianco e che l’ultimo faccia altrettanto nei riguardi del
primo. I passaggi risultano essere in totale cinque (i due valori tra parentesi contano un solo passaggio).
Avremo in totale una circolazione di 25 euro o 25 limoni. Tutti hanno ricevuto il proprio compenso per il
lavoro svolto e ci sono in campo 25 euro. Ma se sul campo ci fossero solo 5 euro, sarebbe possibile
ottenere lo stesso risultato, onorando tutti? Proviamo! Il primo possiede materialmente la banconota da 5
euro e riceve una prestazione dal secondo al quale salda il debito, che a sua volta ha ricevuto una
prestazione dal terzo al quale passa la banconota e così via sino all’ultimo che ribalta la situazione nei
confronti del primo, chiudendo il cerchio. In campo ci sono solo 5 euro ma tutti sono stati saldati. Quindi
la risposta è Si, è possibile! Ora, se la banconota, originata dalla banca fosse chiesta indietro dalla stessa,
tralasciando gli interessi, sarebbe comunque possibile un reciproco rapporto tra gli omini anche senza
denaro? Logico che si. Qualcuno di voi starà già obiettando che questo riguarda il primitivo baratto.
Perché no!

Ma non è questo che volevo evidenziare, solo dimostrare che tutto è relativo e può essere rivisto e
riconsiderato alla luce delle attuali conoscenze. Infatti l’esempio serve solo ad introdurre una
interessantissima affermazione dell’illustre economista postkeynesiano, recentemente scomparso, Prof.
Nando Ioppolo, sotto fedelmente riportata.
Tanti saluti sono Nando Ioppolo, economista postkeynesiano quindi antiliberista e simpatizzo per le cose
che scrivete, che dite, non solo voi, anche altri, ed eccomi qua. Allora, quali sono le cose fondamentali da
realizzare, da capire, la prima cosa da capire è la più incredibile di tutte e cioè che siamo vittime di un
colossale abbaglio scientifico. Io mi rendo conto che una cosa del genere è difficile da accettare perché
tutti sarete critici nei confronti della economia, di quello che dicono gli economisti, ma dubito che
possiate prendere in seria considerazione l’idea che sia totalmente falso tutto quello che di economia
viene insegnato nelle Università. Eppure questo non è nient’altro quello che il contenuto di uno scoop
giornalistico che venne fatto il 10 agosto del 1941 sul Potomac, cogliendo al volo una frase rivolta da
Franklin Delano Roosevelt, l’allora presidente degli Stati Uniti, a Sir Halifax, il plenipotenziario inglese,
stavano discutendo quattro mesi prima di Pearl Harbour, con gli Stati Uniti ancora neutrali, poi sappiamo
che il 07 dicembre 1941 si tolgono il difetto, no!? Quindi quattro mesi dopo. Nel 10 agosto discutono
dell’assetto monetario economico e finanziario del pianeta Terra una volta battuto Hitler, OK? Quindi,
l’America neutrale! La frase è questa, pronunciata da Franklin Delano Roosevelt, chi ascolta è Sir
Halifax, e un ignoto fortunato ascoltatore ha registrato questa frase che è la seguente: “io sono giunto alla
conclusione che tutto ciò che di economia mi è stato insegnato alla università, dagli esperti della materia,
si è rivelato totalmente falso”. Ora, vedete, totalmente falso non è: discutibile; non è, con qualcosa che
non torna; non è, imperfetto; perché tutti noi siamo abbastanza vaccinati per immaginare che ci siano dei
contrasti di interesse, contrasti di classe, contrasti di posizione, questo è abbastanza normale, non è una
cosa strana, quindi che qualcosa non torni, passi, ma che non torni nulla, che sia solo un cumulo di bugie,
cioè praticamente che dal punto di vista epistemologico, il blocco epistemologico del pensiero unico in
economia sia fondamentalmente un insieme di falsità fattuali e logico-funzionali, per cui non se ne salva
nulla, e quindi siamo vittime di un abbaglio colossale, questa è una cosa difficile da apprendere. Aiuterà a
capire che questo abbaglio colossale è funzionale agli interessi di una ristrettissima parte della
popolazione, e cioè precisamente della aristocrazia creditizio-finanziaria che controlla anche le
multinazionali, è funzionale anche all’interesse della classe dei manager, che frequenta le stesse università
e si riconosce nel pensiero liberista corrente, ed è funzionale anche agli interessi dei ceti possidenti.
Questo insieme costituisce l’uno per cento scarso della popolazione dell’occidente capitalistico. Il restante
novantanove per cento è sacrificabile, come nel film Alien, no!? “few expendable”, il resto è sacrificabile.
Ora, che cosa accade, che non essendo nemmeno sfiorati dal dubbio che le cose stiano così, noi siamo
vittime di una serie di luoghi comuni, senza senso, che impediscono alla mente di capire come stanno le
cose, sono degli apriori che bloccano la mente, e senza questi apriori, invece, la mente opererebbe. Allora,
io invito a vagliare qualunque cosa alla luce del buon senso e vi garantisco che il buon senso aiuta a
capire come stanno le cose. (Tratto dal canale You Tube Reset Radio)

“segue” Il Denaro
Ora, considerato quanto sopra enunciato, e in vista degli imminenti folli progetti finanziari elitari, sarebbe
opportuno riconsiderare quanto attuato dal Prof. Auriti e valutare, urgentemente, la reintroduzione di una
moneta “complementare” nei modi e tempi ritenuti più idonei rispetto all’attuale situazione economico-
sociale. Tale provvedimento, in concerto col corretto sfruttamento delle risorse naturali e successiva
trasformazione comporterebbe una immediata ripresa economica, la rapida scomparsa della
disoccupazione e la sottrazione dalla condizione di schiavitù indotta. C’è da evidenziare che esistono già
delle tipiche valute complementari nel nostro Paese, quali ad esempio le schede telefoniche e i buoni
pasto. Ma esistono anche, soprattutto all’estero, numerose realtà territoriali che sfruttano vere e proprie
monete/valute complementari per semplice convenzione. Ma c’è di più, nel Nord-Ovest europeo, a causa
dell’insorgere di sempre più numerose comunità adottanti tali tipi di strumenti di scambio, si è reso
necessario istituire un partenariato transnazionale che contribuisce a preparare il terreno per le
innovazioni cross currency-settoriali progettate per il bene comune, la cui sigla è CCIA¹ (Community
Curriences In Action o Valute Comunitarie In Azione). Tale struttura, oltre a coordinare le varie realtà
territoriali, fornisce un pacchetto di strutture di supporto per lo sviluppo di iniziative analoghe,
promuovendo monete comunitarie come veicolo credibile per il raggiungimento dei risultati economici,
sociali, ambientali e locali positivi. Prima di partecipare ad un circuito valutario complementare è
auspicabile accertarsi sulle fondamenta strutturali del sistema, perché ci sono in circolazione anche valute
a debito, alla pari dell’euro, che, una volta raggiunto l’apice della loro diffusione, si troveranno ad essere,
né più né meno, problematiche quanto l’attuale valuta corrente.
Il 03 luglio 2016, in Sardegna, nella cittadina di Porto Torres, è stata fondata la prima Banca Mondiale
Sovrana, che si prefigge l’utilizzo di una moneta internazionale autonoma, di vari tagli, denominata DIN,
acronimo di denaro in lingua logudorese (sarda), che ha per controvalore la prestazione d’opera,
quantificabile in termini temporali ed energetici, dell’Essere Umano. Lo statuo della Banca può essere
visionato sul sito web all’indirizzo: http:www.bancamondialesovrana.org
Il presupposto su cui si basa il progetto è dato dall’assunto che il maggiore valore presente su questo
pianeta, allo stato attuale, è l’Essere Umano. Per una corretta quantificazione della massa monetaria da
introdurre in circolazione, onde evitare inflazione o deflazione, è necessario poter determinare il valore
complessivo dei beni in circolazione. Proprio per questo motivo si è ritenuto essenziale introdurre, come
valore primario, proprio l’Essere Umano, quale massima espressione energetica del creato su questo
pianeta. Il progetto richiede la collaborazione di tutti per poter vedere presto la sua piena realizzazione.

 
DIN
Negli ultimi anni si è potuto constatare, ovunque, l’aumento esponenziale della realizzazione di comunità
dedite principalmente alla permacultura (ecosistema naturale, autonomo a minimo impiego energetico).
Le potenzialità di queste realtà, probabilmente, non sono conosciute nemmeno dai fautori stessi.
Principalmente il loro scopo è quello di creare la totale indipendenza, sia essa alimentare, energetica,
salutare, ecc., ma, probabilmente, ciò che sfugge loro è che sono in possesso della più potente “arma”
attualmente esistente, ossia, il cibo, per giunta naturale! Il potere, di fatto, non è nelle mani di chi possiede
il denaro, tanto che sia, ma in colui che possiede la materia prima, ancor più se di primaria necessità.
Motivo per cui le multinazionali, da tempo, stanno pressando gli Stati, oramai collusi all’inverosimile, e
in particolar modo la Comunità Europea, affinché emettano normative allo scopo di limitare le libere
produzioni alimentari locali e naturali, espandendo contestualmente la propria egemonia globale sul
settore. A tal proposito è bene ricordare i trattati sciagurati, in discussione in questi tempi, come il TTIP
(Transatlantic Trade And Investment Partnership o Accordo Transatlantico Sul Commercio E Gli
Investimenti) e il TISA (Trade In Services Agreement o Accordo Di Scambio Sui Servizi) e altri. Nel
dettaglio, il primo consiste nella possibilità di coltivare e commercializzare OGM o utilizzare ormoni per
accelerare la crescita degli animali allevati a scopo alimentare. Il “libero scambio” determinerebbe
l’immediata invasione del mercato europeo di questi prodotti e comporterebbe la cancellazione delle
denominazioni DOC, non riconosciute negli USA, autorizzando di fatto la commercializzazione di vini,
formaggi, oli e di tutte le altre specialità tipiche prodotte in qualsiasi Paese membro del TTIP, infliggendo
danni incalcolabili alle piccole e medie aziende locali. Il secondo è un accordo che punta alla chiusura o
alla privatizzazione di ogni servizio pubblico, sanità, istruzione, trasporti, telecomunicazioni, servizi
postali, erogazione acqua, finanza, energia, fondi pensione statali perché considerati monopoli. L’accordo
potrebbe vietare ai governi di riprendere il controllo, anche nel caso in cui il privato non riuscisse ad
assicurare il servizio, riducendo ai minimi termini la supervisione nazionale delle attività. È ciò che in
realtà stiamo constatando, quotidianamente, indipendentemente dall’approvazione o meno di tali accordi,
grazie alla connivenza dei governanti, asserviti e al soldo del potere elitario. Se le comunità autonome
stringessero le fila, coordinandosi per lo scambio dei beni prodotti, creerebbero un circuito solido,
difficilmente aggredibile, nonostante tutto il denaro circolante al mondo, perché, come accennato sopra, il
potere è nelle mani di colui che detiene i beni e non in colui che detiene il denaro, per quanto cospicuo
possa essere. Queste realtà si presterebbero egregiamente all’introduzione di una moneta complementare
sovrana, aumentandone esponenzialmente il potere economico-finanziario. Ciò che occorre è un
coordinamento efficace e la volontà dei gruppi e dei singoli alla compartecipazione.
Un particolare accenno va dedicato ai Compro Oro, questo pozzo senza fondo che, in cambio del metallo
prezioso (prezioso, non solo per il suo valore intrinseco, ma anche per l’energia spesa per la sua raccolta e
trasformazione), consegna dei pezzi di carta colorati senza alcun valore reale, per poi a sua volta
consegnarlo, dietro giusto compenso, al Banco Metalli che lo elabora e reimmette in circuito,
moltiplicando i proventi. Se la gente, piuttosto che “vendere” il proprio oro lo conservasse collegialmente,
potrebbe, di fatto, fornire una copertura per l’immissione sui mercati finanziari internazionali di una
moneta indipendente, fisica o elettronica.

“segue” Il Denaro
Discostiamoci ora leggermente dal discorso monetario, pur rimanendo nel campo finanziario, e
occupiamoci dei cosiddetti mutui e prestiti, concessi da banche e finanziarie, che sono una nota dolente
per molti italiani, ma non solo. Cosa avviene all’atto dell’erogazione di una somma, apparentemente reale
ma concretizzata solo attraverso la digitazione di numeri su uno schermo, somma che dovrà poi essere
resa col sudore della propria fronte e con beni tangibili, a fronte del pignoramento dei propri averi?
Succede che il creditore, se non viene onorato del debito, vende il titolo ad una società di recupero crediti
(Cartolarizzazione), che non è legittimata a vantare tale credito, né ad avviare alcun tipo d’ingiunzione,
perché lo “Jus tertii” (diritti di terzi) è la qualificazione giuridica di un atto fatto da un terzo convenuto (in
palese contrasto col legale detentore del titolo in questione) che cerca di giustificare il diritto di possesso e
trattazione di tale titolo, in base alla proiezione dei diritti legali di un’altra persona. Avendo quindi, il
creditore, preteso il denaro ad un soggetto terzo, non previsto dal contratto sottoscritto (per essere valido
deve possedere le seguenti caratteristiche esplicite: trasparenza; pari considerazioni; termini e condizioni;
intenti comuni), il contraente non ha più legittimazione ad agire in giudizio (il diritto è decaduto) nei
confronti del debitore che invece ha, a sua volta, il legittimo diritto ad opporsi. Questo significa, in parole
povere, che le richieste derivanti da Società di Recupero Crediti, compresa Equitalia, sono illegittime,
perché vantano dei diritti che, per la stessa legge che è alla base dei loro affari, non posseggono, in quanto
enti terzi, senza la titolarità per inserirsi nei rapporti contrattuali originari tra le parti contraenti.
Fondamentalmente il denaro è creato dalle banche e li è destinato a tornare, e, prima o poi, lascerà tutti
con le tasche vuote. Quello che si prospetta per l’immediato futuro è anche più raccapricciante e riguarda
il progetto del N.W.O. di adottare una valuta mondiale unica, fisica prima ed elettronica poi, con la
scusante del controllo sull’evasione fiscale (grande menzogna), con lo scopo di ottenere il totale controllo
di tutte le transazioni economico-finanziarie, anche le più piccole, provocando, con la riduzione della
massa valutaria in circolazione, vasti disordini sociali, ai quali risponderanno con la forza, attraverso la
già, pluriennale, instaurata, Polizia Militare Europea, “Eurogendfor”, con sede principale presso la
caserma dei Carabinieri “Antonio Chinotto”, di Vicenza, dove, tra l’altro, da decenni, ha sede la base
statunitense Camp Ederle. L’illegittima Eurogendfor, tra le sue sconcertanti prerogative, vanta:
l’inviolabilità dei locali, degli edifici e degli archivi; l’immunità da provvedimenti esecutivi; la
riservatezza sulle comunicazioni; l’esonero degli indennizzi e molti altri privilegi.
Quanto sopra esposto è sufficiente a far comprendere in quale sistema fraudolento ci troviamo, senza la
necessità di un ulteriore svisceramento di argomenti, prettamente tecnici, riguardanti il falso in bilancio e
la valuta struttrurale creata dal nulla dalla Banche, questioni che possono essere facilmente reperite e
approfondite in rete.

“segue” Il Denaro
Ora, man mano che abbiamo proceduto nell’argomento, ci siamo resi conto, in maniera sempre più chiara,
che le banche creano valuta dal nulla. Allora, perché la stessa cosa non può essere fatta da un privato? In
realtà, anche per i comuni cittadini che risultano ancora essere in una condizione di schiavitù, non esiste,
così come non esiste per le banche, alcuna norma che ne vieti tale attività. Pertanto, alla luce di ciò, come
si può ben evincere, qualunque balzello, come ad esempio l’assicurazione auto o la tassa dei rifiuti
domestici o quant’altro, risultano essere esclusivamente un modo per ridurre l’Essere Umano ad una
condizione di schiavitù, perché il valore necessario per il ripristino di un danno o per l’attuazione di un
servizio può essere tranquillamente creato all’occorrenza. Ma c’è molto di più, però questo aspetto sarà
ulteriormente esaminato nel capitolo inerente il “Trust” e relativo titolo obbligazionario.
Per concludere il presente capitolo è necessario, seppur marginalmente, considerare l’aspetto esoterico
della questione. Qualcuno potrebbe storcere il naso, perché questa parola, spesso, suscita una certa
avversione, se non altro per una mancanza di conoscenza del reale significato del termine, che indica
semplicemente “conoscenza interiore”. Tale distacco è generalmente frutto di un indottrinamento subito
nel corso dei secoli, in particolare da parte dei rappresentanti della Chiesa Cattolica, orientato a tenere
lontani i comuni mortali da questioni che hanno a che vedere col reale potere dell’Essere Umano. In realtà
siamo circondati da simboli esoterici, più o meno celati, sin dalla più tenera età, vedasi Pinocchio
(ghiandola pineale), Biancaneve (kundalini) e i sette Nani (chakra), ecc. Se analizziamo i termini denaro e
moneta, scomponendoli in de-naro e mon-eta e combinandoli insieme, otteniamo l’anagramma de-mon
(demon in inglese o demone in italiano). Se poi al posto di demone utilizziamo il sinonimo demonio
otteniamo demon-io ossia io-demon che equivale a: io sono il demonio. Da qui il famoso detto: “il denaro
è lo sterco del Diavolo!”. Lo stesso dicasi per il termine democrazia (demo’n’-crazia). In realtà le parole
sono molto potenti nella creazione della realtà che ci circonda, almeno quanto la forza del pensiero. La
vibrazione emessa dalle parole è suono (in principio era il verbo) inteso come frequenza/vibrazione. A tal
riguardo mi preme citare una frase, proveniente dall’aramaico e resa famosa da un celebre prestigiatore
italiano, “avrah ka dabra” (pronuncia: abra ca dabra), che significa “Io creo quel che dico”, da qui il
termine (l-abbra), organo che emette suoni, sillabe e parole. Questo per sottolineare l’importanza che
rivestono i termini in tutto ciò che ci circonda. Tant’è che in numerosi termini bancari ritroviamo
importanti riferimenti ad antiche parole appartenenti al Diritto Marittimo o dell’Ammiragliato, codici che
sono alla base delle regole che governano il settore economico-finanziario globale. Es.: banca da
banchina; banconota da nota di banco; flusso di cassa da flusso di corrente, da qui anche moneta corrente;
ecc.
Su internet è possibile vedere la nuova valuta mondiale presentata dall’ONU all’Expo di Milano del 2015,
palesemente riportante, su una faccia, l’effige della testa di Bafometto (Segno zodiacale dell’Ariete), che
prelude l’esclusivo utilizzo della moneta elettronica e il ritiro definitivo di quella cartacea e metallica,
così da avere, con la scusante della lotta all’evasione fiscale, il perfetto controllo di tutte le transazioni dei
cittadini all’interno del Sistema. Proprio a cavallo tra il 2016 e ’17, in India, si sta sperimentando ciò,
come prevedibile non senza seri problemi di ordine pubblico.
“Il mondo è governato da parole e simboli e non da leggi e regolamenti”.
Di seguito è riportato un riepilogo, in ordine cronologico, dei principali eventi causa dell’attuale,
fraudolento, sistema economico-finanziario globalista.
 1871 con l’Enforcement Act gli USA diventano una corporation con capitale Washington D.C.
 1912 il transatlantico Titanic è deliberatamente affondato con a bordo numerosi esponenti dell’alta
finanza internazionale contrari alla creazione della FED
 1913 è approvato il Federal Reserve Act che priva il governo americano di creare moneta e nasce
la rispettiva Banca privata in mano a stranieri
 1929 crisi finanziaria mondiale voluta dalle grosse banche
 1933* gli USA falliscono e la BRI convince la maggior parte delle Nazioni a cederle tutte le
riserve auree
 1944 gli accordi di Bretton Woods determinarono la ripartizione di poteri delle potenze vincitrici
della II Guerra Mondiale
 1954 il neonato gruppo Bilderberg inizia una guerra silenziosa contro l’umanità con strumenti di
controllo sociale
 1961 Kennedy con l’ordine esecutivo 11110 s’impegnò ad allontanare i banchieri centrali e
introdusse i buoni del tesoro ma fu subito assassinato e Lyndon Johnson revocò subito i suoi
provvedimenti
 1970 al presidente filippino Marcos furono affidate enormi riserve auree (10.000 tonnellate),
stipate sotto il World Trade Center per essere gestite in favore del popolo
 1971 Nixon rimosse il dollaro dal sistema Gold Standard (convertibilità del dollaro in oro) e
grazie ad accordi con l’Arabia Saudita il dollaro sarà chiamato “petro-dollaro”
 2000 gli USA sono di nuovo in crisi economica e per uscirne organizzano guerre nel mondo e si
assicurano le risorse altrui
 2007/2008 è pianificata un’altra crisi economica dalle banche per estorcere grossi capitali dagli
onesti cittadini americani. Indagini portano a galla la grande frode dei governi e dei rispettivi
sistemi giudiziari
 2011 il Tesoro degli USA pignora gli Assets della FED (banca privata, le banconote USA
appartengono alla FED e non sono titoli di debito del Popolo Americano) per un importo di 14,3
miliardi di dollari, contestualmente OPPT avvia l’azione legale, contro i responsabili delle frodi,
attraverso l’UCC, con l’intenzione di confiscare il patrimonio dei governi e delle corporations. Lo
scopo di OPPT è quello di garantire la riappropriazione die beni da parte dei beneficiari dei trust,
ossia da parte dei cittadini (ciò che avrebbe dovuto fare il presidente Marcos ma che non fece). I
beni patrimoniali sono ora nelle mani degli amministratori (trustees), cioè i cittadini, è necessario
incoraggiarli a prendere familiarità con tutto ciò.
(*) La Banca dei Regolamenti Internazionali convinse le Nazioni a detenere il proprio oro e le finanziò
con liquidità dietro garanzia del valore dei cittadini (in quel periodo la Germania cresceva militarmente
con l’aiuto di Prescott Bush). Il 9 marzo Roosevelt approvò la risoluzione congiunta H.J.R. 192 (House
Joint Resolution 192, 73° Congresso, sessione del 05 giugno 1933), con la quale sospese il sistema Gold
Standard, abolì la Gold Clause e privò dell’Autorità sovrana gli Stati Uniti e tutti gli Uffici connessi,
sospese la Costituzione e considerò ogni cittadino nemico dello Stato. In Aprile con l’ordine esecutivo
FDR 6102 rese illegale il possesso d’oro da parte dei cittadini. L’oro fu rastrellato (in Italia da Mussolini)
e le Nazioni resero i propri cittadini proprietà corporative, attraverso il certificato di nascita,
schiavizzando l’intera umanità a sua insaputa.
«La più grande menzogna mai propinata all’Umanità è stata quella di fargli credere che per vivere
servono i soldi e per avere i soldi bisogna lavorare, ma lavorare per chi …?»
Cap. II – Le Normative
Prima di procedere col presente capitolo è doverosa una fondamentale distinzione fra quelle che sono le
leggi, quelle vere, e le cosiddette norme, spesso considerate, erroneamente, leggi, ma che leggi non sono,
essendo, oltre che emettibili, modificabili, sostituibili e abrogabili, mentre le vere ed esclusive leggi sono
immutabili nel tempo e nello spazio e sono caratterizzate, ad esempio, di quei fenomeni naturali, quali la
gravità, la rotazione e rivoluzione terrestre, l’alternarsi delle stagioni, ecc., che esistono a prescindere del
volere dell’Essere Umano e che provengono direttamente dalla Fonte Divina, così come l’Essere Umano
stesso.
Il termine Diritto (nella prima accezione di insieme e complesso di norme che regolano la vita dei membri
della comunità di riferimento) è l’insieme di regole che sono in vigore in uno Stato, in un determinato
momento, e che rispondono al bisogno dei cittadini di vivere in una società il più possibile ordinata e
tranquilla; in questo caso si parla di diritto oggettivo. “In un determinato Momento” quindi, come
sappiamo, una fonte del Diritto sono le carte costituzionali. Essendo queste vecchie, come possiamo
parlare di Diritto corrente? Ciò è sufficiente a dimostrare che la fonte primaria Rimane la legge naturale,
seguita dalla consuetudine dei popoli, in continuo mutamento. Tant’è che i diritti, quelli che abbiamo
dalla nascita, si devono esercitare, altrimenti si parlerebbe di privilegi, diversamente subiremmo i diritti di
terzi.
L’ordine gerarchico nel diritto è così strutturato: in cima abbiamo la rappresentazione di ciò che
chiamiamo Dio; appena sotto ci sono gli Esseri Umani che da questo discendono; proseguendo ci sono le
Costituzioni; quindi i governi; infine le corporazioni. Tra Dio e l’Essere Umano si interpongono
esclusivamente le leggi naturali, ossia quelle regole universali, immutabili, che sono alla base del creato e
che provvedono al suo meccanismo. Al di sotto dell’Essere Umano, in qualsiasi ambito ci muoviamo,
possiamo parlare, esclusivamente, di Persone Fisiche e Persone Giuridiche, da non confondere, perché
ben distanti, dagli individui in carne ed ossa. Stiamo parlando di un ordine gerarchico dove, l’Essere
Umano è al di “sotto” di Dio ma, allo stesso tempo, al di sopra di qualsiasi altra cosa, sia essa materiale
sia artificiale. Osservando la struttura da un punto di vista orizzontale, possiamo affermare che l’Uomo
può interfacciarsi esclusivamente con un altro Uomo, ma non con una personalità giuridica, così come
quest’ultima non può confrontarsi con l’Uomo, come egregiamente illustrato nel contenuto della sentenza
della Corte Suprema USA, citata nell’introduzione. In questo contesto la responsabilità dell’Essere
Umano è piena, mentre quella della Personalità Giuridica è limitata (poteri limitati). La creazione
governativa di una entità giuridica (nome commerciale), abilita a condurre affari col mondo delle
corporazioni dal 18° anno d’età.
La disposizione delle normative si suddivide ulteriormente in tal senso: 1° Ordine, Diritto Naturale
(principi universali); 2° Ordine, Diritto Commerciale o Marittimo; 3° Ordine: Common Law (Legge della
Terra, che riguarda la continua correlazione tra argomenti tratti da valori sociali comunemente condivisi
“consuetudine” e argomenti deducibili in via logica da regole e principi di diritto); 4° Ordine: Diritto
Positivo o dei Governi (Civile Romano); 5° Ordine, Consuetudini (Usi e Costumi). Con l’entrata in
vigore della Costituzione la gerarchia delle fonti interne all’ordinamento risulta essere dall’apice così
ulteriormente ordinata: principi fondamentali dell’ordinamento dai quali discendono i diritti inviolabili
(tali norme non possono essere modificate o riviste); norme di rango costituzionale; norme statali
ordinarie; decreti legge e legislativi; norme regionali e regolamenti; i già citati usi e consuetudini.
Vivere in una società comporta regole, comunemente accettate. L’accettazione convalida le regole e non
viceversa. Le regole producono i contratti che sono rispettati da ambo le parti. Conseguentemente si cede
parte della sovranità, perché si accettano regole che, parzialmente, sottraggono diritti fondamentali
all’individuo. Il contratto, per essere valido, deve essere accettato, senza accettazione non ha alcun
valore! Le normative sono fondamentalmente dei contratti commerciali marittimi¹, ne esistono
decine di migliaia in ogni Paese. Chi non reclama la proprietà del proprio essere vivente, pone i governi a
supporre la propria giurisdizione e autorità su di esso, concedendone, più o meno consapevolmente,
l’intrusione nella propria sfera di competenza. Le norme sono fatte dall’Essere Umano e questo le può
modificare o abrogare.
La consuetudine porta i cittadini ad essere indottrinati dal sistema e li convince di una serie di azioni,
facendole passare come dovute, es. essere cittadini modello, pagare le tasse, ottenere un titolo di studio,
inserirsi nel mondo del lavoro, ecc., per contribuire alla “crescita” del proprio Paese. La questione è che
non paghiamo il nostro Paese ma un intruso (sistema bancario), attraverso un’altra corporazione
(governo). Ogni singola banca è approvata dall’Inghilterra, a sua volta sotto il controllo del Vaticano.
L’Inghilterra controlla tutto il sistema bancario e giudiziario mondiale e le corporazioni/banche
controllano e finanziano gli organi d’informazione per potenziare il condizionamento mentale.
È utile sottolineare e tenere a mente, per la comprensione dei capitoli seguenti e la chiara visone
d’insieme, quanto enuncia l’Art. 10 della Costituzione: “L’ordinamento giuridico italiano si
conforma alle norme del diritto internazionale generalmente riconosciute.”
In chiusura del presente capitolo, ritengo doveroso portare all’attenzione del lettore alcuni cenni storici
che ci riguardano. La Repubblica italiana nasce già viziata nella forma giuridica con l’Assemblea
Costituente eletta il 02 giugno 1946, sotto regime occupazionale statunitense, quindi sotto pieno controllo
militare. Le forze Alleate godevano di totale giurisdizione sul territorio italiano, grazie alla sottoscrizione
dell’armistizio di Malta anche denominato “armistizio lungo”, pertanto, sulla legittimità di tale creazione
ci sarebbe molto da disquisire. Inoltre, la ratifica del Trattato di Pace del 1947 fu resa esecutiva tramite la
delibera parlamentare dell’Assemblea Costituente eletta proprio in quelle condizioni di occupazione e
ingerenza militare (262 favorevoli, 68 contrari, 80 astenuti). La sera del 10 febbraio 1947 il Marchese
Antonio Meli Lupi di Soragna (il più anziano), fu delegato dal Ministro degli Esteri Carlo Sforza, a
firmare il Trattato di Pace in nome e per conto del Popolo Italiano. È però curioso notare che in tale
momento storico, non disponendo ancora di sigilli di Stato della Repubblica italiana in erba, il
diplomatico italiano contrassegnò l’atto col proprio anello con su inciso lo stemma del proprio casato,
dichiarando che la validità di tale accordo, per mantenere la condizione di legittimità, sarebbe dovuta
essere ratificata successivamente dall’Assemblea Costituente, così come previsto dal diritto
Internazionale. Dulcis in fundo, l’incarico nei riguardi di Sforza fu riportato su pergamena raffigurante il
sigillo ufficiale delle Stato monarchico, con tanto di corona, scudo sabaudo e fasci littori. Dalla oramai
consolidata esperienza pluridecennale, risulta chiaro che le principali vicende italiane sono state
condizionate da ingerenze da parte di coloro che si sono spacciati per liberatori. Più che considerarlo un
Trattato di Pace sarebbe più opportuno quindi chiamarlo provvedimento unilaterale costrittivo, che ha
influenzato gli avvenimenti di questo Paese sin dal dopoguerra. Tra l’altro, il trattato fu imposto al Popolo
Italiano e non al regime fascista come sarebbe dovuto essere, in quanto unico responsabile del conflitto e
nemico formale degli USA. Col trattato invece si fece di tutta l’erba un fascio, infliggendo pesantemente
l’intero Popolo Italiano. Oggi il Popolo Italiano, disinformato, festeggia il XXV Aprile come Festa della
Liberazione, senza sapere che, in realtà, si è trattato di “resa incondizionata”, con tutto ciò che ne
consegue! In ogni caso, le linee elitarie di sangue difficilmente abbandonano i tentacoli del loro potere, è
infatti risaputo, nel rispettivo ambiente, che Giorgio Napolitano risulta essere il figlio naturale dell’ultimo
Re Umberto II di Savoia. La madre, la contessa di Napoli, era una delle dame di compagnia della regina
Maria Josè. L’Aristocrazia non è mai tramontata!

    Umberto II di Savoia

     Giorgio Napolitano
Un dettaglio ulteriore che dimostra che l’Italia è una Corporazione alle dirette dipendenze statunitensi è
fornito dalla bandiera nazionale bordata di frange dorate. Le frange di questo colore derivano della
condizione di Conflitto Armato, istituita più volte nel corso della storia, da vari Presidenti statunitensi, in
modo particolare quella di Harry Truman del 16 dicembre 1950, attraverso la promulgazione della legge
“War and Emergency Powers Acts”, che avrebbe permesso al Vaticano di iniziare conflitti in vari Paesi
del Mondo, al fine di sostituire i legittimi leader con dittatori selezionati e ingaggiati, nonché subordinati
al Papa (Gesuiti). Quando la Normativa entrò in vigore pose l’intero Paese sotto legge militare o marziale,
e le bandiere federali, ufficiali, furono dotate delle suddette frange. Le bandiere così strutturate
rappresentano il Comandante supremo. Se ad avere le frange è una bandiera statale, come quella
americana o, nel nostro caso, italiana, significa che il Paese è retto da un Governatore o Comandante
supremo (il Presidente della Repubblica italiana è anche Comandante in capo delle Forze Armate). In
questa condizione, di conseguenza, le Corti risultano essere sotto la legislazione militare, emanata negli
U.S.A. nel 1914. Ciò significa che possono procedere con procedure sommarie (in pratica è ciò che
accade).

Bandiera Italiana
Ulteriore conferma sulla condizone di stato di belligeranza dell’Italia è fornito dall’armamento delle
Forze di Polizia e dalle Forze Armate. Il calibro dei proiettili, per esempio, dell’armamento da fuoco,
individuale, delle suddette Forze, è 9 x 19 mm parabellum (per la guerra). Questo perché l’armistizio di
Cassibile, firmato da Pietro Badoglio, e proclamato l’8 Settembre 1943, fu in realtà una resa
incondizionata, forzata dagli Stati Uniti e precedentemente proclamata dal Generale Dwight Eisenhower,
dai microfoni di Radio Algeri, alle ore 17:30 (18:30 ora italiana), un’ora prima di quella di Badoglio. Ciò
conferma e rafforza il fatto che l’Italia è un Paese ancora in guerra!
¹ La statua della Libertà è posta sull’acqua, nei pressi di un porto per rappresentare il Diritto
dell’Ammiragliato, non deriva da «libero» ma da liberto che significa libertà di approdare su un porto a
seguito di richiesta e non liber-ità concetto antitetico.

Cap. III – Le Terminologie


Come precedentemente accennato, le parole, quindi i termini, insieme ad altri rituali occulti, hanno una
considerevole e fondamentale valenza, ben conosciuta da coloro che, da tempo immemorabile, ne
conoscono i segreti e ne attuano le procedure, allo scopo di acquisire e mantenere saldo il potere,
soprattutto sulle masse delle popolazioni dormienti. Molti accademici, ma anche persone comuni, sono
convinti che le parole hanno un esclusivo fondamento etimologico, in realtà molte parole nascondono, più
o meno velatamente, anche, e soprattutto, un significato fonetico, vibrazionale-energetico. Di seguito ne
approfondiremo alcuni aspetti e caratteristiche.
Molti termini, soprattutto in settori di fondamentale importanza, provengono dal Codice
dell’Ammiragliato, originato dal Codice Canonico derivante a sua volta dalla Bibbia, dove il “peccato
originale”, al quale si riferisce il Testo “Sacro”, corrisponde al “debito”. Un esempio è il termine “nato”
(nativo – nascere), da natante o nave. Il bambino nasce dalle acque materne alla pari della nave che
compare nel porto dalle acque marine, il giorno prima non c’era, oggi è comparsa, si è manifestata, è
nata! Il Comandante (Capitano: dal latino capitolium o capitol “campidoglio”) dichiara tale atto presso le
autorità portuali e denuncia un «certificato di manifestazione» per ogni singolo prodotto trasportato, che
ne riporta le caratteristiche, in ogni dettaglio, analogamente a come il documento d’identità personale
descrive le caratteristiche somatiche dell’individuo, alla stregua di una merce. La Carta d’Identità deriva
infatti dal certificato di manifestazione del natante (nascente). Lo stesso dicasi per il “Passaporto” (Passa-
porto), documento che autorizza il transito delle merci nei porti dell’”Ammiragliato”, antitetico al termine
“Passpartout”, che invece assicura l’accesso ovunque nel mondo. Entrambi sono anche definiti
“Documenti di Viaggio”, tale termine proviene ed è associato, generalmente, alle merci, infatti così
considerano le persone, che vengono ammassate (stipate) nei luoghi di partenza, arrivo e transito (stive),
come greggi addomesticate. Vi siete mai chiesti perché mai un documento debba avere una scadenza,
considerato che l’unica scadenza del suo titolare è quella della propria vita? È presto detto! i documenti
hanno una scadenza perché il potere necessita del rinnovo del vostro consenso per poter continuare ad
applicare l’accordo, in questo caso la condizione di schiavitù! essendo alla pari, per esempio, di una
assicurazione vita o auto, che, in quanto contratti, per essere validi, necessitano del rinnovo dei patti.
Il succitato termine “Capitolium” o Colle Capitolino, anche chiamato Tempio di Giunone Moneta o
Campidoglio, era il luogo dove si coniavano appunto le monete, da qui la derivazione del termine
“Capitale”. Il Colle era anche il luogo del governo dei Cesari, da cui il detto all’elezione del presidente:
“sale sul colle”. Altro esempio, le banchine di un fiume, presenti su entrambi i lati, determinano il flusso
della corrente, da qui i termini moneta corrente o flusso di cassa. Anche il termine “navata” (parte di
edificio civile o religioso di grandi dimensioni) deriva dal termine “nave”, in inglese “ship” posto in
chiusura di molti termini, quali partner-ship (associazione), relation-ship (relazione), friend-ship
(amicizia), ecc., proprio per richiamare le regole del commercio (Ammiragliato). Inoltre, il giudice
(inquisitore = inquisizione romana) domina dal «banco» (banchina) del tribunale (da tribuno e ancor
prima da tribù), ne deriva altresì l’attività banca-ria. A proposito di Tribunali, è opportuno un ulteriore
approfondimento: la “Corte” è un luogo dove, per esempio, si gioca a tennis. I giocatori usano uno
strumento chiamato racchetta, da qui il termine “racket” (Racket è l’intero sistema rappresentato sul
campo di “gioco”), dove l’arbitro è il giudice. Il motivo per ci si reca presso una corte (giudiziaria) è il
medesimo del gioco del tennis, con due “giocatori”. Chi ha inventato il sistema è lo stesso che lo gestisce
in modo criminale. Ciò vale per tutti i sistemi occidentali: religioso, educativo, sociale, giudiziario, grazie
alla manipolazione e allo sfruttamento dell’ignoranza dei popoli. Invero, dall’enciclopedia cattolica si
desume l’estremo formalismo del primo Diritto Romano, in origine elaborato, insieme alle Autorità, dalle
classi privilegiate (accordi tra famiglie potenti, indirizzate al controllo), dove si legge testualmente: “A
partire dalla sua originaria e segreta amministrazione in qualità di diritto gestito a beneficio delle classi
privilegiate, si diffuse sino a divenire il fondamento di tutti gli odierni sistemi giuridici esistenti nel
mondo civile”. Un certo timore reverenziale nei riguardi dei giudici, così come verso preti e gendarmi,
tutti rigorosamente indossanti vesti di colore nero, è originata da parte della stragrande maggioranza della
gente, in virtù del racconto assimilato in tenera età e attribuito al famigerato “Uomo Nero”, riferito
appunto alle figure professionali succitate, e rimasto indelebile nelle menti umane in modo sensibilmente
condizionante. I termini giuridici derivano quindi dalla Legge dell’Ammiragliato o Diritto Marittimo, così
come lo stesso termine “banca”. Quando un individuo nasce, fuoriesce dalle acque materne ed è,
conseguentemente, considerato soggetto al Diritto Marittimo. Ne deriva il certificato di nascita (nome in
lettere maiuscole, alla pari della descrizione del trasporto di schiavi e merci). È curioso notare che nella
“bibbia” del commercio, l’”Uniform Commercial Code”, i neonati sono definiti “cuccioli di animale”.
Anche il termine Dottore ha legami col Diritto dell’Ammiragliato, infatti in inglese si scrive “Doctor” o
“Dock” (attracco – ormeggio), derivante dal latino “ductus” cioè “ducere” ossia “condurre” (la nave).
Inoltre, il temine “nobile” deriva da nob-ili (ilis = Dei in latino antico) derivante dal Sumero ilu o illu =
Dei che stanno in alto, ne deriva: nobiltà, oggi “Autorità”. L’Autorità o Autori = coloro che creano e
scrivono le normative. Anche i laureandi (laureato/diplomato in inglese «graduate» deriva da due termini:
gradualmente e indottrinato, titoli senza i quali non si può ottenere un permesso di lavoro) indossano una
veste nera. I laureandi americani indossano anche il “mortarboard” (copricapo), rigorosamente nero. Tutte
le vesti nere (in passato anche gli studenti delle scuole elementari indossavano il grembiule nero) sono
associate alle arti appartenenti alla cosiddetta “Fratellanza Saturniana”. Il colore nero è rappresentativo
infatti del pianeta Saturno (anche conosciuto come Seth o Satana) in quanto, essendo il più lontano dal
Sole (compie una rotazione attorno alla stella in circa 29 anni) tra quelli visibili ad occhio nudo, è
considerato il più buio, quindi nero. L’astro è considerato anche il Dio degli inferi e il pianeta delle prove
(il famoso film “Il Signore degli Anelli” è dedicato proprio a Saturno). Il giorno ad esso associato è il
Sabato (Satur-day). Tale pianeta è anche legato, non a caso, al coccige, in quanto luogo delle “prove” …!
L’attuale sistema basa molte delle sue attività di controllo grazie all’influenza di un altro tra i pianeti
(Dei) “forti” del sistema solare, Marte “Dio della Guerra” ‘in inglese Mars’, contraddistinto infatti dal
colore rosso “sangue”. Dal nome di questo pianeta deriva infatti il termine del diritto che oggi ci governa,
ovvero il Diritto Mar-ittimo (Marziale). La versione femminile della forza è data invece dalla Luna (in
inglese Moon), dalla quale derivano i termini di altre forme di controllo quali: mon-arca (arca della luna);
mon-eta (età della luna), monopolio, ecc.
Nel periodo fenicio-canaanita (Palestinesi) le donne indossavano gli orecchini circolari per ascoltare il
loro dio “El” (altro epiteto di Saturno) e gli uomini inserivano gli anelli al dito anulare per testimoniare
davanti al loro dio il matrimonio (Anulare = a forma di anello o circolare, ancora una volta in riferimento
agli anelli di Saturno).
“segue” Le Terminologie
Il matrimonio, alla pari degli altri sacramenti (Sacra-mento = mentire sulla sacralità), è un rituale
esoterico. Con tale rito si forma infatti una nuova coppia di coniugi, termine quest’ultimo che deriva dal
giogo dei buoi e che sta a significare una nuova coppia di schiavi, atti a lavorare la terra del padrone,
quindi a servire il sistema e produrre prole, a sua volta da schiavizzare, per incrementare il lavoro
(l’etimologia di “Lav-oro” = “Labor” significa “sofferenza” e il termine “Famiglia” da “Famuli” indica
“gruppo di schiavi”). Col matrimonio, la coppia cede le proprie individuali responsabilità a terzi e gli
autorizza ad intromettersi nel rapporto intimo e negli accordi spirituali e temporali di legame che, in caso
di separazione, infatti, comportano la sottomissione alle regole dettate dal sistema, sia ecclesiastico sia
amministrativo. Nell’Antico Egitto il matrimonio era sancito semplicemente da un abbraccio della coppia
in pubblico.
A proposito di sacramenti è bene ricordare che il Diritto Canonico attribuisce all’Essere Umano, già col
battesimo, la condizione di “suddito” della Chiesa Cattolica e Apostolica Romana, in maniera
“indelebile”. Durante tale cerimonia, il Prete imprime, con la propria mano, il sigillo della croce sulla
fronte del fanciullo, col fine, più o meno consapevole, di operare la calcificazione della ghiandola pineale,
sede della coscienza, posta proprio all’altezza della fronte. “Al povero neonato, non ancora in grado di
esprimersi, ma consapevole del rito, non rimane che piangere!”.
Sappiamo che Saturno, in antichità, era denominato “El”. Curiosamente queste lettere sono alla radice di
molti termini che hanno a che fare con la condizione di schiavitù del Genere Umano. Infatti lo troviamo
nei termini El-ezioni, El-ettore, El-eggere, El-etto. L’El-ezione, o atto di inserimento della scheda
nell’”urna” (Sat-urno), è infatti quella procedura occulta ed energetica con la quale, inconsapevolmente, i
cittadini rinnovano il proprio contratto di schiavitù, iniziato con la registrazione in anagrafe, nei riguardi
del proprio Governo, spogliandosi della propria autorità e delegandola a terzi, nei riguardi dei quali non è
più possibile intercedere, come per altro chiaramente enunciato dalla stessa Costituzione che, all’Art. 67,
recita testualmente: “Ogni membro del Parlamento rappresenta la Nazione ed esercita le sue funzioni
senza vincolo di mandato“. Votare, quindi, significa concedere a SATURNO/SATANA il governo delle
nostre vite, è un gesto di irresponsabilità. Curioso notare che anche i defunti sono tumulati nel buio
dell’Urna in omaggio a Sat-urno, non c’è pace neanche per i morti! Votazioni, per altro, facilmente
falsificabili tramite i programmi elettronici di gestione delle trasmissioni dati tra i vari uffici preposti, così
come testimoniato dall’Ing. Clinton Curtis davanti ad una Commissione Parlamentare USA, a Columbus
in Ohio il 13.12.2004. Guarda caso la ditta statunitense “Accenture” che gestisce il trattamento dei dati
informatici negli USA è la stessa che li gestisce in Italia, unitamente alla Telecom.
È interessante anche sapere che, per la religione Romana, Kronos o Crono = Saturno è alla radice, tra i
tanti altri attributi, della parola Cronometro ossia lo strumento atto alla misurazione del tempo e il
controllo dello stesso. Guarda caso l’orologio è rotondo, così come tondi sono gli anelli di Crono o
Saturno. Anche i Musulmani adorano Saturno, rappresentato dalla Mecca anche chiamata “Kaba” o
“Kaaba”. I fedeli ci girano intorno rappresentando gli anelli del pianeta. Anche le corone dei re sono
rotonde per lo stesso motivo, come tondo è il cappello ecclesiastico (romano) dei papi.

“segue” Le Terminologie
Come abbiamo visto quindi, la Chiesa Cattolica e Apostolica Romana, oltre ad essere una Istituzione
religiosa, è anche una Istituzione politica (Fondata sull’utilizzo brutale del potere e sulla manipolazione di
governi, re e uomini di spessore). Il Vaticano deriva da antiche famiglie nobili Veneziane, guarda caso i
due termini sono assonanti (Veneziano-Vaticano). Chiesa è sinonimo di “Occultismo”. La CIA è stata
fondata e diretta da uomini appartenenti a Ordini Cavallereschi quali i Cavalieri di Malta, strettamente
legati alla Chiesa Cattolica. I Nazisti furono finanziati dal sistema bancario internazionale a partire da
Londra e New York, tramite il Morgan Guaranty Trust e la Chase Manhattan Bank, Citicorp of Chicago e
la Bank of America (originariamente denominata Bank of Italy). Il termine NASA (National Aeronautic
and Space Administration) o NAZA deriva da Nazareno (Culto dei Nazareni) o Nazisti, o ancora
Nazareth del Cristo (sorta solo dopo il IV sec. d.C.) . La Casta sacerdotale Nazarita è anche denominata
Nazarite o Nazirite in Anglosassone e Tedesco. Adolf Hitler e l’alta gerarchia nazista, insieme a cospicue
somme di denaro, fuggì dalla Germania grazie a passaporti del Vaticano (operazione ratline). I personaggi
più importanti finirono a Washington, gli altri in Sud e Centro America. Artefice della diffusione del
Nazismo nel mondo fu il Cardinale Francis Joseph Spellman (1889-1967). È curioso sapere che nel 1963,
Spellman, allora arcivescovo di New York, acquistò la tiara, storico simbolo pontificio di potere spirituale
e temporale, caduta in disuso dopo l’elevazione al soglio di papa Paolo VI.
Inoltre, secondo Eric Jon Phelps, Spellman ha altri scheletri nell’armadio. A tal proposito riporto, di
seguito, uno stralcio di una sua intervista rilasciata a Rick Martin il 15/04/2000:
D. “A proposito dell’assassinio del Presidente John F. Kennedy, che potrebbe coprire da solo tutta
l’intervista, tu affermi che fu ordinato dal Superiore dei Gesuiti, eseguito da Papa Paolo VI, organizzato
dal “Papa Americano”, il Card. Francis Spellman, che a sua volta usò i Cavalieri di Malta, I Massoni
Shriner, i Cavalieri di Malta, e i Padrini della Mafia, compresi FBI e CIA, che avevano raccolto l’ordine
da Roma. Spiegheresti perché sostieni che la tua particolare teoria sull’assassinio sia una rappresentazione
esatta dei fatti?”. R. Sicuro. Bene, punto primo. I poteri che sono stati delineati nel libro hanno le prove di
come durante due secoli tutto sia stato messo in piedi. Riguardo al perché sarò fedele e attaccato alle
ragioni di Fletcher Prouty che sono state tracciate nel suo JFK e nell’altro libro dal titolo “La squadra
segreta” (The Secret Team). La ragione per cui JFK fu assassinato sta nel fatto che lui voleva finire la
Guerra del Vietnam, e voleva far terminare il governo della CIA. Questo ci porta a due domande: Roma
voleva la guerra del Vietnam? Roma controllava la CIA? La risposta ad entrambe è: Sì! Sappiamo che la
guerra del Vietnam fu chiamata la “Guerra di Spelly”: la guerra del Card. Spellman. Si recò al fronte di
guerra varie volte e definì i soldati americani i “Soldati di Cristo”. L’uomo che era il Comandante delle
Forze Americane era una Cattolico Romano, membro del CFR, probabilmente Cavaliere di Colombo, non
so, ma era il Generale William Westmoreland. Westmoreland era l’agente del Card. Spellman che
avrebbe assicurato che la guerra sarebbe proseguita a dovere. Ed un altro sorvegliante di Westmoreland
era il ragazzo del Card. Spellman, Lyndon Baines Johnson. Lyndon Baines Johnson era un Massone di
33° grado. Lui era anche faceva parte dell’assassinio, con J. Edgar Hoover, un altro Massone di 33°
grado. E Johnson andò alla morte del Card. Spellman alla Cattedrale di S. Patrick, ed il ritratto può essere
visto nel lavoro di Cooney “Il Papa americano”. Johnson era quindi, completamente al servizio di
Spellman attraverso Cartha DeLoach, il 3° a capo dell’FBI. Secondo Curt Gentry nel suo “Hoover”:
“L’Uomo e i Segreti”, DeLoach teneva un telefono accanto al suo letto in linea diretta con Johnson, e
Johnson poteva chiamarlo in qualsiasi momento. DeLoach era un Cavaliere di Malta, soggetto a
Spellman. Spellman voleva la guerra del Vietnam, perché? Spellman era controllato dai Gesuiti di
Fordham. Ma perché i Gesuiti volevano la guerra in Vietnam? Il popolo del Vietnam è buddista non
convertibile. Non si sarebbero convertiti al Cattolicesimo. Non avevano bisogno di Roma. C’era una
presenza Gesuita in Vietnam da secoli, per cui decisero che più o meno un milione di Vietnamiti sarebbe
stato “purgato”. Avrebbero, più avanti, continuato questa purga in Cambogia, con Pol Pot, ed una purga
era anche per la Tailandia. Fu una purga per il Laos, la Cambogia e il Vietnam, per tutti questi Buddisti,
esattamente come furono purgati i Buddisti in Cina con Mao Tse Tung, perchè Mao era completamente
controllato dai Gesuiti. Ecco perché volevano la guerra in Vietnam. (intervista rilasciata a Rick Martin il
15/04/2000)

Francis Joseph Spellman


 
Tiara

“segue” Le Terminologie
Il termine Chiesa corrisponde in Inglese a “Cherch” o “Kirk” (N.d.A. Comandante della Enterprise,
famosa serie televisiva, il cui fidato aiutante era Spock col suo saluto vulcaniano¹ “in realtà ebraico,
indicante la lettera Shin”, alla pari di quello di Robin Williams nella serie “Mork e Mindy”), riferito a
“Circe” (colei che, in quanto maga, ipnotizzava le persone, le trascinava in casa e sé ne nutriva, la stessa
cosa che la Chiesa fa nei confronti dei propri inconsapevoli “fedeli”). Pure la Cristoforetti dell’ESA non
scherza!

Leonard Nimoy (Spock)


 

Robin Williams (Mork)


Samatha Cristoforetti (ESA)
Questi sopra elencati sono solo alcuni dei numerosissimi esempi che possono essere portati alla luce per
mera sete di verità. Entriamo più nel dettaglio di cosa ha rappresentato e di qual è, tuttora, il ruolo
mondiale della Chiesa Cattolica e Apostolica Romana, con uno spaccato, estrapolato direttamente dalle
dichiarazioni di un giudice straniero e sotto riportato, tradotto:
Tutte le forme di legge, a cominciare dalla Legge Ecclesiastica, ivi incluse le antiche Legge Mercantile e
Legge del Mare, il Diritto Civile Romano, e, più recentemente, lo Uniform Commercial Code (Codice
Commerciale Unificato, nel seguito UCC) e il Codice Penale Internazionale, sono in ultima analisi,
definite dalla Santa Sede e gestite dalla Curia Romana, sotto l’Amministrazione Fiduciaria del Papa. Il
controllo e la custodia delle più antiche forme di legge furono assunti dalla Santa Sede durante il Primo
Sacro Romano Impero (800 d.C.), e per contratto e consenso, esse sono da allora rimaste sotto il controllo
della Santa Sede. Le altre due forme di legge più recenti, l’UCC e il Codice Penale Internazionale, sono
tutelate da società controllate dal Vaticano.

Il papato ha funzionato in due ruoli distinti per oltre 1200 anni, esercitando entrambi i poteri sacro e
temporale. Il Papa è nominato in due incarichi distinti e indossa due cappelli diversi. In qualità di leader
della Chiesa e nel sacro ufficio, egli è propriamente considerato come “Sua Santità Papa Francesco”.
Come Amministratore Delegato (CEO “Chief Executive Officer”) incaricato degli affari commerciali in
tutto il mondo in esecuzione dei poteri temporali del secondo ufficio, egli opera come “FRANCISCUS”. I
doveri di entrambi gli incarichi sono distinti e tuttavia in ultima analisi, collegati tra loro, in funzione
della responsabilità del Papa di sovrintendere il Trust del Patrimonio Globale. Dal 14° secolo ogni Papa
ha agito come Primo Fiduciario e Amministratore di tutta la Terra concepita come un Trust: il Trust del
Patrimonio Globale. Questo Trust, che è stato creato più di 400 anni fa, è diviso in tre giurisdizioni: Aria,
Terra e Mare.

Tutte e tre sono ulteriormente divise nei regni dei Viventi e dei Morti; i viventi sono essere reali, uomini e
donne in carne e ossa, animali e altre creature nei quali il sangue fluisce o la linfa ascende; i morti sono
tutte quelle entità organiche che sono morte e tutte le entità di finzione giuridica, compresi fondi fiduciari,
società, fondazioni, servizi di trasferimento, cooperative, società a responsabilità limitata e così via. La
Giurisdizione dell’Aria rimane alla Santa Sede, è universale, globale e inclusiva per natura,
indipendentemente dalle singole preferenze o credenze religiose, regola tutti gli affari dalla superficie
della terra al cielo, è abitata da esseri spirituali sia viventi che morti, ha una popolazione globale, funziona
secondo la Legge dell’Amore e la Antica Legge del Libero Arbitrio e viene amministrata attraverso il
diritto canonico ecclesiastico, generalmente sotto la direzione dei Rettori dei Santuari Nazionali istituiti in
ogni paese. La Giurisdizione del mare è caratteristicamente internazionale, ha cittadinanza internazionale,
regola tutti gli affari sopra o completamente sotto la superficie dei mari e delle acque interne navigabili, è
abitata da uomini e donne viventi conosciuti come Mercanti e Naviganti, e da tutte le creature viventi del
mare, così come da tutte le navi e da entità di finzione giuridica impegnate in affari e contratti marittimi e
di ammiragliato, funziona secondo la Legge Mercantile (Marittima) o Legge del Mare (Ammiragliato) ed
è amministrata in tutto il mondo dal Tempio della Corona Britannica, in affari come Inner City of London
alias “Westminster”, e dai Signori (Lords) del mare. La Giurisdizione della Terra è a carattere nazionale,
è abitato da uomini e donne viventi, insieme alle creature e alle piante di terra, ha una cittadinanza
fondata sulla nazionalità, che nella maggior parte dei casi comprende sia gli uomini e le donne viventi che
le entità di finzione giuridica, regola gli affari della terra dalla superficie alle profondità sottostanti,
funzioni sotto la Legge della Terra, ed è amministrata in tutto il mondo da parte dell’Unione Postale
Universale e dai singoli Ufficiali Postali Nazionali. Ogni giurisdizione, Aria, Mare e Terra, ha le sue
proprie forme di legge. L’Aria funziona in base al diritto ecclesiastico e canonico. Il Mare funziona in
base alla Legge Mercantile e alla Legge del Mare, la Terra funziona in base alla Legge della Terra.
Questo è il quadro generale, e alla fine, tutto è gestito dalla Santa Sede e dalla Chiesa Cattolica Romana,
che ha lottato di volta in volta per mantenere un “Regno ordinato e pacifico sulla Terra” e, a volte nel
corso della sua storia è stata certamente travolta dalla corruzione e dall’errore umano. Per sua natura e
funzione, il Trust del Patrimonio Globale ha creato un vasto e interconnesso consiglio direttivo fiduciario
che esiste in tutto il mondo e che si estende dalla Santa Sede fino al livello locale dell’amministrazione
governativa. Un trust si forma quando un Donatore pone delle attività nella tutela di un Fiduciario per il
bene dei Beneficiari. Nella formazione del trust del Patrimonio Globale si ritenne che Cristo avesse
collocato l’intero pianeta nella curatela di San Pietro, che il Papa è il Successore Fiduciario di Pietro, e
nel corso del tempo si è capito che tutte le genti e le creature viventi sono da intendersi come Beneficiari
del Trust del Patrimonio Globale, non solo i membri della Chiesa Cattolica Romana. Questa
comprensione è uno dei risultati più diretti della Riforma Protestante, che confermò la sovranità
individuale sulla Terra come concessa in Genesi 1:26-28. Oggi, come confermato dai Papi Giovanni
Paolo II, Benedetto XVI, e Francesco, il Trust del Patrimonio Globale serve tutte gli individui a
prescindere dalla fede, dal colore o dal credo.
¹ Questo gesto accompagna la Birkat Kohanim, o Benedizione Sacerdotale, un’antica usanza ebraica. La
benedizione è gestita dai membri della Kohanim o classe sacerdotale, generalmente nei giorni festivi. Le
mani sono distribuite in due forme “V”, nella riproduzione della lettera ebraica Shin che simboleggia la
luce del Shekhina o Presenza di Dio. La benedizione proviene direttamente da quella indicata nel Libro
dei Numeri: “Il Signore benedica e ti protegga. Il Signore faccia brillare il suo volto su di te e ti sia
propizio. Il Signore rivolga su di te il suo volto e ti conceda pace”.

“segue” Le Terminologie
Il Trust del Patrimonio Globale ha più di 400 anni. Era più vecchio di quanto siano gli Stati Uniti oggi,
quando gli Stati Uniti d’America si formarono. Esso ha organizzato l’intero pianeta in base al suo sistema
di distretti postali, chiamati anche “distretti federali” in America. Il Trust del Patrimonio Globale e i
servizi che esso fornisce (servizi legali, servizi bancari, servizi di polizia, servizi postali) è così
onnipresente, così integrato in tutto il mondo, che prendiamo la sua esistenza per scontata e erroneamente
pensiamo che siano i rispettivi governi individuali a fornire tutto questo. La verità è che il cosiddetto
“governo federale” in America è sempre stato posseduto e gestito come una società privata a scopo di
lucro fornitrice di servizi governativi, operante sotto contratto per fornire certi determinati servizi
governativi, e, nella storia più recente, è stato gestito come una società ombrello con filiali create in
franchising e come agenzie subappaltatrici per fornire quegli stessi servizi del Trust del Patrimonio
Globale e delle sue controllate nazionali. (Nota a margine: nel 18° secolo, quando venne redatto il
contratto originale di giustizia conosciuto come “La Costituzione per gli Stati Uniti” (ndt: esattamente
con queste minuscole e proposizioni, The Constitution for the united States), la parola “federale” era
sinonimo di “contratto”, così che la natura del governo, quale entità sotto contratto per fornire servizi, era
evidente per la gente. Le legislazioni statali formatesi per rappresentare la giurisdizione delle terra come
Nazioni separate, equivalenti più grandi delle città-stato, e le genti che abitavano questi stati organici,
erano chiaramente a conoscenza della natura sottoposta del governo federale in tutte le questioni non
espressamente ad esso delegate, così come lo erano i Fondatori e gli Artefici della Costituzione.
L’articolo X riserva chiaramente tutti gli altri diritti agli stati e alle genti. In sintesi, tutto il nostro pianeta
riceve servizi di governo da una gigantesca direzione fiduciaria interconnessa: il Trust del Patrimonio
Globale. La gentilezza con cui generazioni di Papi hanno esercitato il loro potere come Primo
Amministratore Fiduciario non deve essere confusa con la mancanza di forza, ma piuttosto come il
rispetto per il Libero Arbitrio e la riluttanza ad interferire con coloro ai quali era stata affidata
l’amministrazione dei loro propri affari. Nel regno temporale, un Papa è un uomo come ogni altro uomo
ed è spesso difficile conseguire tutti gli obiettivi e essere certi dell’appropriatezza delle azioni. La
moderazione e la tolleranza sono state quindi le caratteristiche dell’esercizio del potere temporale dei Papi
per molti decenni, ma ora siamo entrati in un tempo nel quale la corruzione e la criminalità sono
progredite così tanto in molte delle società di servizi governativi in tutto il mondo, che il mantenimento
del ruolo di Fiduciario Globale ha richiesto l’intervento del Papa e della Santa Sede. Nel corso del tempo
centri di servizio specializzati organizzati come città-stato indipendenti hanno rilevato alcuni aspetti
specifici delle operazioni del Trust del Patrimonio Globale. Questo cosiddetto “Impero della Città”
abbraccia il mondo intero. Roma e Città del Vaticano rimangono la casa madre delle operazioni
responsabili dell’amministrazione generale mondiale. La Inner City of London, nota anche come
“Westminster”, è una città-stato separata, indipendente e internazionale all’interno di Londra ed è sede
del Tempio della Corona (Crown Temple) che amministra i servizi legali ed è anche la sede del centro di
Fleet Street per i servizi bancari internazionali. Il Distretto di Columbia, un’altra città-stato, è il centro
mondiale per i servizi di difesa e di polizia. Le Nazioni Unite, l’ennesima città-stato indipendente, è il
centro del commercio internazionale, degli aiuti, e delle trattative.
Nel corso del tempo, la fornitura di parecchi di questi servizi è stata organizzata da diverse società a
scopo di lucro e da organizzazioni operanti in ciascun paese sotto gli auspici di un vasto Trust di
Organizzazione della Gestione (Trust Nazionali) con le funzioni di governo nazionale. Quasi tutti i
governi nazionali sono state incorporati dalla Santa Sede. Il governo nazionale americano non fa
eccezione. Il Papa nelle funzioni del suo ufficio temporale e la Santa Sede e le relative ramificazioni di
gestione amministrativa, cioè il Vaticano, la Curia Romana, la Corona Britannica, il Tempio della
Corona, le Nazioni Unite, il Pentagono, la Banca Vaticana, l’Unione Postale Universale e un gran numero
di altre concessionarie e agenzie del Trust del Patrimonio Globale, forniscono quasi tutti i servizi
governativi nel mondo, oltre al loro ruolo nell’amministrare i vari obblighi nei confronti dei differenti
Trust Nazionali. Il Trust del Patrimonio Globale è di gran lunga la più grande società di capitali sulla
Terra. In effetti, il concetto stesso di “incorporazione” è stato creato dalla stessa Santa Sede e entità
incorporate continuano ad essere create e gestite interamente sotto i diritti di copyright e le forme di
diritto amministrativo della Curia Romana. Il Papa ha il diritto indiscusso di liquidare qualsiasi entità
incorporata che non sia funzionante in modo lecito e secondo il suo statuto. Egli può anche ordinare la
distribuzione ai creditori delle attività aziendali di qualsiasi entità incorporata che egli stesso liquida, e
può modificare o annullare secondo il proprio volere qualsiasi disposizione statutaria approvata da
qualsivoglia governo incorporato. La gente non vede il Trust del Patrimonio Globale nello stesso modo in
cui non vede la Terra sotto i propri piedi. È sempre stato lì. Lo prende per scontato come parte del
paesaggio del mondo, ma in realtà, è il risultato di un instancabile, cosciente, determinato sforzo, profuso
per secoli di tempo. Vi è, in sostanza, un “governo mondiale” ed esiste grazie tutto lo sviluppo del
continente nordamericano come potenza commerciale e politica, dalle prime esplorazioni e colonizzazioni
fino ai nostri giorni.
Quando una nuova nazione nasce ed entra nella comunità internazionale come gli Stati Uniti d’America
nel 1776, inizia un confronto circa la rappresentazione del territorio e per le sue risorse. Una volta che tale
disputa è stata risolta, il Papa, che agendo nel suo ruolo temporale è il Disponente di tutti i beni che
perterranno al Trust Nazionale che viene stabilito, riconosce formalmente la nuova nazione. Come primo
passo in questo processo, viene fondato un distretto postale e viene creato un ufficio postale per la sede
del governo. Benjamin Franklin aveva compiuto questo passaggio più di venti anni prima della
Rivoluzione Americana. Ci sono quattro soggetti, che si incontrano molto spesso, che abitualmente si
autodefiniscono all’apparenza come “the United States” o “United States of America”, tre “Costituzioni”
di questi soggetti alle quali generalmente si fa riferimento, e tre versioni di “Congresso degli Stati Uniti”
in gioco. In tutto, ci sono più di 350 diversi significati legalmente riconosciuti delle quattro parole “united
states of America”, per cui è necessario tracciare una linea e mettere a fuoco per un momento solo due di
queste entità, quelle che rappresentano i veri Trust Nazionali. C’è The United States of America (Major)
che rappresenta i 50 stati americani che agiscono in perpetua unione garantita dagli Articoli della
Confederazione, e c’è the United States of America (Minor) che consiste del Distretto di Columbia e di
“altri Stati insulari”, Guam, Portorico, le Samoa Americane, e altri. Per aumentare la confusione, oltre a
queste entità basate sul trust, abbiamo anche una società commerciale annessa, costituita in affari come la
United States of America, Inc., un’altra società commerciale in affari come UNITED STATES OF
AMERICA, INC., ed ulteriori entità come la USA, la UNITED STATES OF AMERICA, E PLURIBUS
UNUM THE UNITED STATES OF AMERICA e così via. Siate consapevoli delle confusioni semantiche
e degli inganni che abbondano di conseguenza. Si notino le leggere differenze nei nomi: le maiuscole, la
punteggiatura, e le preposizioni utilizzate nel presente documento. Ogni nome leggermente diverso
nell’ortografia o nella punteggiatura denota un soggetto giuridico distinto. Il grassetto è usato qui solo per
contribuire a risolvere alcune di queste naturale confusioni e per sottolineare punti importanti di interesse.
Abbiamo The US Trust (Major) e the US Trust (Minor) che sono entrambi trust operanti a livello
nazionale controllati dal Trust del Patrimoni Globale, operanti in tandem nella regione del Nord America.
Gli “stati” del the United States of America (Minor) sono “stati dell’America” nello stesso senso in cui i
paesi del Sud America sono “stati dell’America”; ad esempio, la Organization of American States è
un’organizzazione di quelle che vengono comunemente pensate come nazioni, ma che possono
ugualmente essere chiamate “stati” e anche “stati americani” senza con ciò implicare che esse siano
“stati” affiliati con The United States of America (Major) o con the United States of America (Minor).
Quando venne fondato The US Trust Major a beneficio di The United States of America, l’unione degli
attuali 50 stati organici, i beneficiari designati erano gli Americani ed i loro diritti naturali e inalienabili
vennero riconosciuti come attività protette dal contratto nazionale fiduciario contenuto nel Preambolo e
nella Carta dei Diritti di un contratto originale di giustizia conosciuto come “The Constitution for the
united States of America”. Tutti gli abitanti degli stati organici, geograficamente definiti, sono gli uomini
e le donne viventi. A tutti si applica la Common Law Americana (la Legge della Terra) come forma di
legge. L’intero governo civile sulla terra è pertinente a ogni e ciascuno di tutti loro. La giurisdizione
dell’Aria protegge loro e le loro proprietà e si interfaccia con i governi che operano nella giurisdizione del
paese terra per garantire la corretta amministrazione. I servizi governativi previsti dalla Costituzione
originale venivano forniti da una Organizzazione di Gestione Fiduciaria operante come società privata, a
scopo di lucro, ma non incorporata, nota semplicemente come “The United States”, che fu organizzata dai
Padri Costituenti, soprattutto Benjamin Franklin, John Adams, Thomas Jefferson, James Madison,
Alexander Hamilton, Benedict Arnold e George Washington. “La Società” fu organizzata nel 1754 da
Benjamin Franklin. George Washington è stato il suo undicesimo presidente. Essendo il più grande
proprietario terriero in America del Nord, Washington fu una scelta ovvia. Il principale obiettivo di questa
entità commerciale, che era in via privata pienamente sostenuta da re Giorgio III d’Inghilterra, era
l’espansione verso ovest della colonizzazione al di là dei Monti Appalachi, in violazione del Trattato di
Delaware, che il re aveva firmato con le Nazioni Native poco prima della Rivoluzione americana. Da
questo punto di vista e dai susseguenti accordi raggiunti con i leaders della Rivoluzione, si può
ragionevolmente dedurre che l’intera operazione fu concepita, orchestrata, e realizzata con il supporto di
poteri europei semplicemente interessati a garantirsi una fetta molto più grande della torta garantita
dall’espansione verso ovest, che è stato permessa per mezzo dell’artificio della creazione un nuovo
governo. I ritratti sia di Washington che di Franklin venerati nell’oasi del Middle Temple nella Inner City
of London, suggeriscono che essi erano in realtà agenti della Corona che facevano il lavoro sporco per
conto di re Giorgio III, un fatto evidente anche nel Trattato di Parigi, in cui il re è riconosciuto come “il
Principe” degli Stati Uniti d’America, dove gli vengono assegnati tributi in risorse minerarie e gli viene
garantita un egemonia perpetua nel governare gli affari commerciali e internazionali degli Americani. Il
Presidente e i membri del Congresso ancora prestano il loro giuramento agli “Stati Uniti”, non agli Stati
Uniti d’America; tuttavia, questa è una società diversa, chiamata con un nome con lo stesso suono, the
“UNITED STATES”. Questo dà luogo a confusione nello stesso modo in cui due uomini chiamati “John”
possono essere scambiati l’un per l’altro. Fate attenzione a questo stesso uso di “scambio di persona”
come scusa per la frode e il dispotismo in tutto il sistema attuale. L’incarico di Presidente è ed è sempre
stato l’incarico di dirigente di una società privata, non un incarico politico, e, di conseguenza, ancora
oggi, il Presidente viene eletto nel suo incarico da un Collegio Elettorale convocato in privato, non da
parte degli elettori in qualsivoglia Elezione Generale. La prima, originale e non incorporata
Organizzazione di Gestione Fiduciaria, gestita dal presidente George Washington, venne messa in
bancarotta dal presidente Abraham Lincoln il 24 aprile 1863 a seguito del costo della guerra civile.
Seguirono undici anni di “Ricostruzione”, anche conosciuta come riorganizzazione fallimentare e iniziò
un’usurpazione tranquilla basata sull’inganno semantico e sulla frode neanche troppo nascosta.
L’amministrazione del trust nazionale americano passò a una nuova Organizzazione di Gestione
Fiduciaria con il nome di “the United States of America”, in affari con il nome di “the United States of
America, Inc.” gestita da un elenco di banche internazionali (che divenne poi la Federal Reserve). Per una
miglior comprensione di questo, si devono leggere gli Atti di Ammissione del 1850 che delineano
chiaramente il ruolo e l’identità degli originali, organici e non incorporati stati americani rispetto agli
United States, e la differenza tra le organizzazioni fiduciarie con nomi simili e le società di servizi
commerciali. Leggete anche l’Atto di Ricostruzione del 1867 e la Legge del 1871 che incorpora
l’amministrazione municipale (città-stato) del Distretto di Columbia. Quando il secondo Trust Nazionale
conosciuto come “the US Trust” venne costituito a beneficio della nuova città-stato del Distretto di
Columbia nel 1871, i beneficiari designati non erano “Noi, il Popolo” (“We, the People”) del Trust
Nazionale originale, ma un mix di persone viventi nate nel distretto di Colombia e in altre oasi territoriali
federali, tra cui Portorico, Neri Americani ai quali non era mai stata concessa la cittadinanza dopo la
guerra civile, dipendenti federali, membri delle forze militari in servizio attivo, e le entità incorporate
costituite sotto l’egida “the United States of America (Minor)”. A differenza di The United States of
America (Major), the United States of America (Minor) consente alle aziende registrate sotto la sua egida
di essere “cittadini”, un fatto che ha portato frodi e criminalità a non finire. Tutti i “cittadini statunitensi”
(“US Citizens”) hanno solo “diritti civili” (“Civil Rights”), cioè i privilegi concessi da “il Congresso degli
Stati Uniti” (“the US Congress”). Questa distinta entità nazionale inizialmente gestiva i suoi affari
commerciali come “United States of America, Inc.”, una società registrata nel Delaware, sotto uno statuto
pubblicato come the Constitution of the United States of America. Notate le differenze delle maiuscole e
l’uso della preposizione “of” al posto di “for” che contraddistingue questa versione di “Costituzione”
come un documento legale diverso dal contratto di giustezza originale conosciuto come The Constitution
for the united States of America. Gli agenti di the United State of America (Minor) resero popolare
anche “The Pledge of Allegiance” (Giuramento di Fedeltà) come un mezzo per fornire un tacito avviso
pubblico e garantirsi la ricezione del consenso per le sue azioni, senza tuttavia rendere pienamente note la
sua natura e le sue intenzioni o tantomeno il processo di usurpazione nei confronti di The United States of
America (Major) nel quale era impegnato. Si prega di notare le effettive parole del Giuramento di Fedeltà:
“Io (garantisce una affermazione di consenso individuale) prometto (un antico atto feudale) fedeltà
(contratto) a the United States of America (la cui versione è definita solo dalla mancanza di
maiuscola sulla parola “the”) e alla Repubblica (il governo degli stati organici originali) che essa
rappresenta, una nazione, sotto Dio, indivisibile, con libertà e giustizia per tutti”.

“segue” Le Terminologie
Si noti che non c’è più stata “una nazione” dal 1871. Ci sono stati due nazioni che operano sotto due
distinti protocolli amministrativi e due Trust Nazionali, ma è stato l’obiettivo sovversivo del Congresso
sia di aderire ad una sola entità, sia di farla funzionare come un’oligarchia, proprio come il Congresso
gestisce attualmente the United States of America (Minor) come una oligarchia. Il Giuramento di Fedeltà,
un mantra apparentemente innocuo ripetuto all’infinito nelle scuole pubbliche e negli incontri pubblici in
tutta l’America, è un CONTRATTO VERBALE segreto che costringe le vittime ad accettare la
rappresentazione della loro Repubblica come “the United States of America”, che evita di identificarsi
correttamente, evita di richiedere apertamente il consenso e che si limita ad affermare di “rappresentare”
la Repubblica americana. Il Giuramento di Fedeltà è un occulto intrappolamento in un contratto con
cessione di autorità di rappresentanza dei singoli abitanti e della Repubblica americana nei confronti di
the United States of America (Minor), simile a quanto accade quando un individuo incauto assume un
avvocato per farsi “rappresentare” e per “stare al suo posto” in un tribunale. Il rappresentante incamera un
interesse di controllo largamente inspiegabile negli affari del suo datore di lavoro, che è relegato al rango
di un minore dello stato, incompetente, o dipendente. Come risultato di questo inganno semantico e
doppiezza, nessun nuovo contratto valido tra gli Stati Americani organici e the United States of America
(Minor) è mai stato istituito. La Costituzione degli Stati Uniti d’America rimane un documento peculiare
per the United States (Minor), da non confondere con il contratto di originale di giustizia conosciuto come
La Costituzione per gli Stati uniti d’America. All’inizio del secolo scorso c’erano due versioni
completamente distinte di “Stati Uniti d’America” che operavano, due tipi di “US Citizens” e due
“Costituzioni” e il “Congresso US” agiva in due ruoli in conflitto d’interesse. La originale Costituzione
conosciuta come “The Constitution for the united States of America” e lo Statuto della neonata
corporation federale conosciuta come “the Constitution of the United States of America”, formata sotto
l’egida di the United States of America (Minor). Tutto questo inganno semantico era ed è estremamente
complesso e volutamente progettato per defraudare e confondere. Il distacco tra le giurisdizioni del Mare
e della Terra è stato istituito fin dalla fondazione degli Stati Uniti d’America e ha fatto parte del Trattato
di Parigi, del Trattato di Westminster (con la Inner City of London, una distinta città-stato internazionale),
del Trattato di Ghent, e di altri; tuttavia, non è mai stato previsto che il Distretto di Columbia formasse
una città-stato indipendente e gestisse un governo nazionale distinto con nomi apparentemente simili,
semplicemente permettendo ai membri del Congresso di indossare due cappelli e con la creazione di due
tipi di “cittadinanza”. Questi due Trust Nazionali distinti gestiti con nomi apparentemente simili hanno
convissuto per quasi 150 anni, ma l’inganno semantico derivante ha provocato confusione senza fine,
frode, abuso di fiducia, e in ultima analisi, il furto di identità praticata da “gli Stati Uniti d’America”
(Minor) contro “Gli Stati Uniti d’America” (Major). Ulteriore approfondimento nello sviluppo di queste
“due Americhe” può essere acquisito dalla lettura dei Casi inerenti la Tariffa Insulare (1900-1904), il più
famoso dei quali è Downes v. Bidwell. I Trust Nazionali distinti crearono due distinte nazioni; Gli Stati
Uniti d’America (Major) che comprende i 50 Stati nazionali legati in unione perpetua dagli Articoli della
Confederazione (1781) e gli Stati Uniti d’America (Minor) che rappresenta il Distretto di Columbia
(formalmente ribattezzato lo “Stato di New Columbia” nel 1984), in unione con i cosiddetti “Stati
Insulari” composti da “possedimenti e territori federali”. La circostanza crea anche due tipi di cittadini:
gli “US Citizens” e gli US citizens”, come già notato. Gli Stati Uniti d’America (Major) è una Repubblica
composta geograficamente da stati definiti e abitata da uomini e donne viventi. Questi stati (“s”
minuscola) sono tutti formati dagli Accordi di Indipendenza. Questa versione di Stati Uniti d’America
funziona sotto la giurisdizione della Terra, che è la Common Law Americana e il governo federale, cioè
l’Organizzazione di Gestione Fiduciaria ha il compito di proteggere lo US Trust e di fornire i diciannove
servizi governativi previsti dal contratto, è limitato dalla Costituzione per gli Stati uniti d’America. I
membri de “Gli Stati Uniti d’America nel Congresso riunito” sono obbligati a funzionare con totale
responsabilità commerciale e come un corpo politico sovrano, con il risultato che nessun “Congresso” ha
rivestito questi incarichi dal 1865, e con l’ulteriore risultato che nessuna sostanziale e pienamente
attuabile legge di diritto pubblico che interessi i Cittadini US è stata emanata da allora. Gli stati organici e
le genti che li abitano sono rimasti in silenzio dal dicembre del 1865, una circostanza che individui senza
scrupoli hanno usato come un pretesto per sostenere che il governo Americano è defunto, nonostante il
fatto che il governo civile vero e proprio sia incarnato in ogni e ciascuno degli Americani viventi. Come
si può notare leggendo gli Atti di Ammissione del 1850 il Congresso che opera come un Corpo Politico è
il “congresso degli stati uniti d’america” che funzionante come il “senato” e la “camera dei
rappresentanti”, direttamente in rappresentanza del Popolo Americano vivente e degli stati della
Repubblica. Quando opera come il vero governo rappresentativo de Gli Stati Uniti d’America (Major), i
nomi di questi organi politici non sono mai maiuscoli. Questo non è un errore tipografico o il risultato di
vecchio o caratteristiche convenzioni di linguaggio. Questo è parte del linguaggio del diritto che è esistito
fin dall’epoca romana. Gli Stati Uniti d’America (Minor) è una confederazione abitata da “US citizens”,
un mix di persone viventi e di entità incorporate. Questa città-stato indipendente è gestita come una
oligarchia dai membri del “US Congress”. Funziona interamente sotto la giurisdizione del diritto del
commercio internazionale (marittimo) e dell’Ammiragliato. Il “Congresso degli Stati Uniti” de gli Stati
Uniti d’America (Minor) opera anche come il Consiglio dei Fiduciari della United States of America,
Inc., ed i suoi membri godono di responsabilità limitata, con il risultato che possono solo approvare
“politiche pubbliche”, ma non diritto pubblico. In modo crescente, questa un’oligarchia fuori controllo ha
funzionato in un modo criminale, dispotico, irresponsabile e sconsiderato, mancando di rispettare i propri
obblighi contrattuali con Gli Stati Uniti d’America (Major), facendosi esso stesso passare come “Gli Stati
Uniti d’America” (Major), e facilitando numerosi tipi di frode, racket, e pirateria interna contro il Popolo
Americano che abita i 50 Stati, mentre perseguiva sempre più violentemente e attività criminali all’estero,
traffico di droga, prostituzione, alcol, armamenti, e altre sostanze “federalmente controllate”. I trust
nazionali, che sono tutti donati dal Papa nella sua qualità di Amministratore del Trust Globale sono
importanti perché definiscono le voci attive della nazione e i beneficiari del trust. Essi inoltre obbligano
parti specifiche ad agire come fiduciari e a proteggere la nazione sotto accordo fiduciario e per contratto.
Il Papa è il Primo fiduciario e il Fiduciario Globale della Giurisdizione dell’Aria. Il Rettore del Santuario
Nazionale è responsabile per l’amministrazione di questa giurisdizione negli Stati Uniti d’America
(Minor), ed è quindi suo compito definire le responsabilità dei loro amministratori. Il Monarca Britannico
è il nostro Fiduciario in Alto Mare e nelle Vie Navigabili Interne ed è direttamente responsabile della
protezione nostra e dei nostri “vascelli” commerciali nella giurisdizione internazionale qualora i nostri
diritti e interessi materiali vengano violati. Il Postmaster degli Stati Uniti è il nostro Fiduciario sulla
Terra, ma a causa della corruzione del governo già descritta, l’incarico è stato lasciato libero e annullato.
In correzione, Papa Benedetto XVI ha istituito un nuovo Incarico di Postmaster per fornire una
supervisione per tutto il Nord America nel 2010.

“segue” Le Terminologie
In realtà ci sono diversi fallimenti coinvolti, a cominciare dal fallimento della The United States (la
società) nel mese di aprile di 1863. Questo comportò la creazione da parte di Abraham Lincoln del
Codice Lieber, noto anche come Ordine Generale 100, che rendeva l’Esercito degli Stati Uniti
responsabile della tutela del denaro della nazione. Gli Stati Uniti d’America (Major) funzionano ancora
sotto il codice Lieber e nonostante almeno tre dichiarazioni pubbliche di fine della guerra civile da parte
del presidente Andrew Johnson, l’esercito degli Stati Uniti continua a controllare e amministrare il
governo della Repubblica. Questo è il motivo per cui abbiamo incarichi contenenti titoli militari come
ispettore generale, luogotenente governatore, e postmaster generale degli Stati Uniti. Questo è anche il
motivo per cui siamo stati tenuti in un costante stato di “guerra”, almeno sulla carta, dal 1860. Nel corso
del tempo, la cognizione pubblica della circostanza e del Codice Lieber è svanita, permettendo
all’esercito degli Stati Uniti di funzionare sempre di più senza alcuna supervisione o limitazioni. La
comprensione del loro ruolo di protettori della Repubblica e della gente è anch’essa sbiadita nei ranghi,
tanto che ci troviamo ad affrontare la possibilità di avere il Presidente di una società commerciale
straniera che ordina alle nostre truppe di sparare su di noi. Possiamo tutti ringraziare Dio che la Santa
Sede ricorda le cose molto tempo dopo che gli altri si sono dimenticati, e che ha le risorse per ricordare
all’US Army quali sono il suo vero scopo e la sua missione. Poi, ci fu il fallimento della The United
States of America, Inc. nel 1933, per Ordine Esecutivo del suo presidente, Franklin Delano Roosevelt. I
creditori di questo fallimento commerciale, la Banca Mondiale, la Banca Internazionale per la
Ricostruzione e lo Sviluppo e la Federal Reserve (il FMI dichiara di rappresentare tutti i creditori, tra cui
gli Americani viventi, che vennero nominati creditori privilegiati), nominarono il segretario del Tesoro di
Portorico in qualità di Esecutore Fallimentare degli Stati Uniti. Ancora da venire è il fallimento della
UNITED STATES, Inc., una società commerciale francese che prende il nome dall’originale “United
States” fallita nel 1863, e costituita per amministrare i servizi governativi contrattuali della United States
of America, Inc., nel corso della sua riorganizzazione fallimentare. Questi fallimenti delle Organizzazioni
di Gestione Fiduciaria che forniscono servizi governativi per gli americani sono stati tutti pianificati; essi
garantiscono grandi profitti per gli autori e parimenti grandi perdite per il popolo americano. La Grande
Frode della Bancarotta. Questa è l’essenza della frode fallimentare: una Organizzazione di Gestione
Fiduciaria (incorporata) crea delle “franchigie” che prendono il nome di ciascun individuo Americano
vivente, addebita conti enormi a queste entità di finzione giuridica, lascia che sia la sfortunata gente in
carne e ossa con un “simile nome” a pagare le bollette, o ad avere i loro crediti in pericolo, o le loro
attività e le proprietà private confiscate, mentre essa stessa si tira fuori e si registra per ottenere la
protezione dal fallimento. Nel frattempo, un’altra incorporata Organizzazione di Gestione Fiduciaria
inizia l’attività con un nome simile e rileva il contratto di servizio “per conto della” ex O.G.F. in fase di
riorganizzazione fallimentare, crea una propria serie di franchigie che prendono il nome di Americani in
carne e ossa, addebita conti enormi a queste ulteriori entità di finzione giuridica, lascia che sia la
sfortunata gente in carne e ossa con un “simile nome” a pagare le bollette, o ad avere i loro crediti in
pericolo, o le loro attività e le proprietà private confiscate, mentre essa stessa si tira fuori e si registra per
ottenere la protezione dal fallimento. Da ripetere quando necessario, per tutto il tempo in cui si può farla
franca. Le due Organizzazioni di Gestione Fiduciaria attualmente coinvolte sono entrambe gestite da
cartelli bancari internazionali. La Federal Reserve, che è “federale” tanto quanto la Federal Express,
gestisce la United States of America, Inc. La United Nations, Inc. (UN), in affari con il nome di Fondo
Monetario Internazionale, Inc. (FMI) gestisce l’organizzazione “secondaria” di facciata in affari come la
UNITED STATES, INC. Alla data del 1° luglio 2013, lo sventurato popolo americano scambiato come
garanzie, con le relative proprietà gestite sotto nomi dalla forma tipo “John Quincy Adams”, hanno
pagato tutti i debiti, con tutti gli interessi, tutti i costi di servizio inventati che erano stati loro addebitati in
conseguenza del fallimento della The United States of America, Inc., nel 1933. Detta società ha chiuso il
fallimento e tutti i suoi debiti sono stati regolati entro quella data. La Federal Reserve nel frattempo si è
richiamata e si è reinventata come una nuova società organizzata sotto l’egida delle Nazioni Unite, una
città-stato indipendente, e sta facendo affari a livello internazionale come FEDERAL RESERVE. Cioè,
non è più un’istituzione americana e funziona secondo le regole e lo statuto delle Nazioni Unite. Allo
stesso tempo, la UNITED STATES, INC. sta accumulando trilioni di dollari di debito a fronte del credito
costituito dalle “garanzie” create dal nulla con il suo marchio, che sono fiduciarie immobiliari di
Portorico gestite con i NOMI degli Americani in vita, nella forma “JOHN QUINCY ADAMS”, con il
chiaro intento di far dichiarare a Barack Obama il fallimento proprio come la Federal Reserve ha
dichiarato il medesimo fallimento, lasciando lo sfortunato popolo Americano vivente con “nomi simili” a
pagare i debiti inventati dalla UNITED STATES, INC., mentre essa cerca a sua volta la protezione dal
fallimento. La nuova organizzazione “FEDERAL RESERVE” è attivamente occupata a popolare
l’America con l’ennesima nuova serie di “franchigie”, queste altre nuove entità di finzione giuridica che
prendono il nome di Americani viventi che sono definiti in questa forma: “JOHN Q. ADAMS”, che non è
nemmeno un nome identificabile legale, ed esse sono tutte funzionalità di trasmissione (del debito).
Quando la gente paga le bollette indirizzate a queste nuove entità e sembra “accettare” i nuovi nomi,
essendo stata indotta in errore assumendo che queste entità siano le stesse delle persone viventi, i
ciarlatani avranno carta bianca per fare una intera nuova truffa creata a loro beneficio, imponendo nuove
richieste nei confronti delle persone e degli stati “ridefiniti”, come utilità di trasmissione pubblica, e non
vincolate da “specificità”. Si prega di notare che “JOHN Q. PUBLIC” potrebbe essere “JOHN QUINCY
PUBLIC” o “JOHN QUENTIN PUBLIC” o, o, o. Gli avvocati tra di noi sanno perfettamente che “JOHN
Q. PUBLIC” non è un nome legittimo. È puramente un nome commerciale, un marchio registrato
appartenente a una società come bene mobile, e la ragione per cui questo cambiamento è stato tentato è
che il FMI non è più in grado di addebitare i costi della fornitura di servizi di governo alle proprietà degli
americani, posti impropriamente come “garanzie” per sostenere i debiti della United States of America,
Inc., un nome con cui stava sul mercato il vecchio sistema della Federal Reserve. È imperativo che questo
schema sia riconosciuto e fermato al momento della comparsa e che queste nuove false affermazioni della
FEDERAL RESERVE siano contestate immediatamente, individualmente e collettivamente. La loro
intenzione è chiara e la storia è scolpita nel cemento. Queste Organizzazioni di Gestione Fiduciaria hanno
commesso gravi violazioni dei trust, gravi illeciti contrattuali, illeciti fiduciaria lordo, gravi illegittime
conversioni, gravi furti di identità, gravi cospirazioni per frodare. Esse sono sindacati internazionali del
crimine in ogni senso di queste parole, e sono sul punto di ripetere la loro storia passata; come parassiti,
sono semplicemente “passati” ad altri ospiti, transitando da The United States of America (Major) to the
United States of America (Minor) e ora per la città-Stato delle Nazioni Unite.
La federal reserve, un’associazione giuridica non incorporata di banche che operavano sotto l’egida degli
Stati Uniti d’America (Major) nel 1900, si è trasformata per diventare la Federal Reserve, un’associazione
costituita di banche che operano sotto gli Stati Uniti d’America (Minor) circa nel 1930, ed è ora si sta
muovendo di nuovo, per funzionare come FEDERAL RESERVE, un’entità costituita sotto l’egida delle
Nazioni Unite, che è una città-stato separata, indipendente, internazionale che ha permesso alla
FEDERAL RESERVE di essere incorporata sotto la propria egida. Il Papa, pubblicando il Motu Proprio
dell’11 luglio 2013 (LETTERA APOSTOLICA IN FORMA DI «MOTU PROPRIO» SULLA
GIURISDIZIONE DEGLI ORGANI GIUDIZIARI DELLO STATO DELLA CITTÀ DEL VATICANO
IN MATERIA PENALE), ha detto in effetti: “Basta! Siete responsabili e sarete ritenuti responsabili a
decorrere dal 1° settembre 2013.” Questo continuo furto di identità e il saccheggio della proprietà privata
“in nome di trust pubblici” non saranno più consentiti. Le risorse dell’intero trust del Patrimonio Globale
saranno mobilitate per fare in modo che questo modello di abuso non continui. Ciascuno e ognuno di voi
che ne avete sofferto ha partecipato consapevolmente o inconsapevolmente in una certa misura necessaria
per il successo di questa frode gigantesca e siete ora in fase di notifica dei fatti e incoraggiati a auto-
correggervi. Non sarebbe giusto o equo scambiare l’innocente con il colpevole, quindi vi vengono date
informazioni plurime e diverse opportunità di imparare i fatti. Le Organizzazioni di Gestione Fiduciaria
stesse hanno ricevuto tre anni di tempo per correggere le loro operazioni dall’alto verso il basso o
affrontare la dissoluzione dei loro statuti e la liquidazione dei loro beni. Dalla prospettiva del Trust del
Patrimonio Globale, non importa dove le banche di riserva federale corrano a nascondersi o sotto quale
entità nazionale scelgano di essere incorporate. Le questioni fondamentali rimangono le stesse e tutti sulla
terra hanno un ruolo partecipativo nel portare a termine questo sistema di frodi e riduzione in schiavitù.
Tutti coloro che lavorano per o sotto l’egida della Curia romana, tutti coloro che operano nella
professione legale, dagli impiegati più umili ai più alti giudici, diventano responsabili al 100% per i loro
atti e omissioni per quanto riguarda queste questioni a far data dal 1° settembre 2013. Tutto questo è il
motivo per cui abbiamo portato l’AVVISO FINALE DI DEFAULT COMMERCIALE E
AMMINISTRATIVO, ed è per questo che noi continuiamo a parlare di fallimenti. A meno che tutti non
riconoscano la propria colpa e agiscano di conseguenza per anticiparlo, ci sarà un altro fallimento
“nazionale” orchestrato nel prossimo futuro, e miliardi di persone in tutto il mondo soffriranno perdite a
vantaggio di poche centinaia di menti nella parte superiore della schema piramidale. Quando
l’Organizzazione di Gestione Fiduciaria in affari come UNITED STATES dichiarerà fallimento, le
persone in carne e ossa, in assenza di sforzi concertati volti a far deragliare il ciclo di fallimenti nazionali
ingegnerizzati, saranno nuovamente “presunte” quali garanzie a copertura dei suoi debiti. Quegli
investitori internazionali che hanno prestato denaro alla UNITED STATES, INC., verranno a bussare alle
porte di milioni di Americani, sotto la falsa presunzione che queste persone hanno accettato di fungere da
garanti per i debiti di Harry Reid, Nancy Pelosi, e altri, tutti in affari come UNITED STATES, INC.
Questa è una frode strutturale, basata sull’inganno semantico e sul furto di identità perpetrati, a scopo di
lucro, da società private per larga parte straniere, operanti sul suolo americano in base a statuti e patti
negoziali che esse hanno abbondantemente e penalmente violato. La vostra valuta, che non è il vostro
“denaro”, è inevitabilmente coinvolta, perché per ottanta anni vi siete scambiati I.O.U. invece di qualsiasi
forma di denaro (I Owe You = io devo a te). Una “banconota” è un I.O.U. e una “Federal Reserve Note” è
una I.O.U. delle Banche Federal Reserve. È impossibile pagare un debito con un I.O.U. Si può solo
sprofondare sempre più nel debito come risultato di questa pratica. Un negativo sommato a un altro
negativo non è mai uguale a un positivo. Ecco una circostanza: hai un debito di $ 500 e non hai denaro
reale per pagare questo debito. L’unico “corso legale” in circolazione è sotto forma di obbligazione del
tipo I.O.U. emesse dalle Banche della Federal Reserve. Deliberatamente messo in questa situazione dagli
autori della frode, Joe L’Americano Medio è costretto ad assecondare il monopolio e non ha altra scelta
che quella di “pagare” i suoi debiti con I.O.U., e, quindi, diventare un debitore, al posto di un creditore.
Se ti do un I.O.U. come pagamento di un debito, ti ho pagato? No. Ho solo rimandato il pagamento del
mio debito ad un momento successivo. Questo è ciò che la Federal Reserve ha fatto, raccogliendo debito
su debito su debito senza mai ripagare un centesimo di qualsiasi di essi, fin dal 1933. Cosa succede
quando si va a lavorare e si guadagnano $ 500,00 dollari di banconote della Federal Reserve? Il tuo lavoro
consente di passare il debito alla Federal Reserve. Sei fuori dalla graticola per il momento, ma il tuo
debito è ancora impagato. È così che il “debito nazionale” si accumula, in modo esponenziale. In un tale
sistema, nessuno viene mai pagato per nulla: il debito viene semplicemente trasferito e aumenta sempre di
più e arriva sempre più in alto, non importa quanto duramente si lavori e quanto si possa essere produttivi.
Invece di essere quello che realmente siete, una nazione di creditori, venite ridotti con un gioco di
prestigio, con la frode e con la costrizione al monopolio, ad essere debitori per definizione, e non potrete
mai uscire dal ciclo del “debito” falso fino a quando non riconoscerete la frode per quello che è,
smetterete di stare al gioco, e porrete fine ad essa. Che cosa fa la Federal Reserve con tutto questo debito
che ha raccolto per 80 anni? Lo contabilizza come un credito per sé contro le vostre proprietà. Non solo
non è mai stato pagato il vostro debito originale, ma vi sono stati aggiunti gli interessi e i costi del
servizio, e il tutto è stato accumulato contro le vostre proprietà: i vostri corpi, il vostro lavoro, le vostra
case, le vostra attività, i vostri diritti d’autore e proprietà intellettuali. Che cosa è successo al valore del
tuo lavoro originale che avevi fatto per guadagnare banconote della Federal Reserve? Non ti è mai stato
accreditato. Invece, è stato dirottato dalle stesse persone che ti hanno condotto in questa incredibile frode.
Il credito è stato tenuto in un “conto fuori libro” appartenente al TUO NOME, un trust patrimoniale
portoricano, e dopo un periodo di tempo, le banche hanno dichiarato questi beni come “fondi
abbandonati”. Esse sono titolari dell’intero Debito Nazionale a fronte dei patrimoni degli Americani in
vita, e fanno finta che tu e i tuoi genitori e i tuoi nonni non abbiate fatto altro che starvene a sedere sulle
vostre chiappe dal 1933. Ogni americano che abbia mai firmato per la Social Security, essendo stato in
precedenza palesemente ingannato e costretto da non identificati Agenti Esteri della the United States of
America (Minor), essendogli stato detto che la Social Security è un programma di assicurazione
pensionistica e che era un requisito obbligatorio per avere un lavoro in America, è stato dichiarato essere
un dipendente volontario non retribuito della società “governo federale” dagli autori di questo gioco
truffaldino, e quindi un “cittadino degli Stati Uniti” invece di un Nativo Americano. Sconosciuta a questi
stessi Nativi Americani, le società mascherata da loro governo legittimo ha usato la loro “adesione
volontaria” per “prestazioni di Sicurezza Sociale” per ottenere una velata procura generale (Power of
Attorney) nascosto nel Modello SS-5, e la ha utilizzata per prendere il controllo della loro proprietà.
Hanno poi aperto due conti “ai loro nomi”: uno amministrato dal Internal Revenue Service della Federal
Reserve e uno gestito dalla “IRS” per il Fondo Monetario Internazionale. Un conto è impostato come
debitorio e segue il modello familiare: 123-45-6789. L’altro conto è configurato come creditorio e utilizza
gli stessi numeri, senza trattini: *123456789*. Alla maggior parte dei Nativi Americani sono dovuti
diversi milioni di dollari di credito che sono stati generati nei conti dei loro NOMI individuali, ma gli
autori della frode non rivelano questa posizione. Le “persone più ricche della terra” vivono come schiavi
del debito per i cartelli bancari internazionali che hanno ottenuto questa posizione con la frode. La
ciliegina finale sulla torta è che questi stessi cartelli bancari utilizzano il denaro dei contribuenti per
comprare polizze vita milionarie su ogni e ciascuno “US citizen”: beneficiaria la banca, naturalmente.
Così, anche alla fine della vostra vita, le banche riescono a generare profitti da te, e esse hanno anche
sempre una fonte di profitto ad ucciderti. Uccidere i giovani porta più profitto, che, insieme con il furto e
il controllo delle risorse naturali per manipolare i mercati delle materie prime, spiega perché promuovere
le guerre per profitto sia il favorito passatempo di queste entità aziendali indicibilmente corrotte e
malvagie. La stessa situazione vale in Canada, Australia, Nuova Zelanda, e nella maggior parte d’Europa.
Lo stesso sistema di contabilità di nove cifre è usato dovunque, e abusato nello stesso modo in tutto il
mondo (Tratto dalle dichiarazioni del giudice dell’Alaska Anna Von Reitz,
http://www.annavonreitz.com/)
[N.d.A. Il contenuto del presente capitolo è valido naturalmente anche in Italia. Il codice numerico di
nove numeri è riportato, tra gli altri, anche sul certificato elettorale, documento col quale, all’atto del
voto, si rinnova, volontariamente, la condizione di schiavitù].
Ora vi risulterà più chiaro il motivo per cui il Vaticano non paga le tasse e quello per cui tutti gli altri le
pagano!

Cap. IV – Il Trust
L’Uomo è composto principalmente dal Corpo, dalla Mente e dallo Spirito/Anima. I primi due possono
essere incompetenti (difetto fisico o psichiatrico), il terzo componente è sempre competente e non
potrebbe essere diversamente, in quanto immortale e divino, proveniente dalla dimensione superiore. Per
comprendere il SISTEMA ROMANO nel suo insieme, dobbiamo soffermarci sull’obiettivo diretto a
ingannare le nostre menti, convincendoci che siamo degli animali mortali senza alcuna parte divina.
L’elemento chiave nell’affrontare il sistema è nella competenza, ossia la consapevolezza di chi siamo
realmente. Ci scordiamo di questo elemento fondamentale, quando dibattiamo di Diritto davanti ad una
Corte, che, in sostanza, sta avvalorando la propria autorità suprema in quanto ecclesiastica, spirituale.
Quindi, elemento non trascurabile indispensabile, nel caso di una multa, il pignoramento dei propri beni o
il rischio di carcerazione. Coloro ai vertici della struttura, che hanno escogitato il mondo così come lo
conosciamo (Matrix), conoscono perfettamente il principio del libero arbitrio. L’Umanità è parte di
un’unica coscienza collettiva che rappresenta la personificazione del Primo Creatore. Il Sistema è stato
ideato su principi pervertiti quali il silenzio-assenso che non è mai stata una regola concreta, tantomeno
una Legge Universale. Si tratta di una norma inventata dal nulla. Questo è il principio al quale fanno
appello. “Se sono consapevole di chi sono, se sono Sovrano di me stesso, non sono tenuto a dimostrare
niente a nessuno”. Quindi, sapere chi siamo risulta imprescindibile per comprendere e competere col
plurisecolare Diritto Romano. Se perseveriamo nell’ignoranza siamo considerati incompetenti e come tali
trattati. Basandosi su questo presupposto, loro si prodigano ad esporre alcuni dei loro simboli più rilevanti
in piena vista, come per esempio l’Oculus Omni (l’Occhio Onniveggente), l’occhio che tutto vede, di
Lucifero, ma non Lucifero/Satana in quanto Spirito, si tratta in realtà di un simbolo dell’Imperatore di
Roma, dal 71 d.c. al 117 d.c. Oggi è utilizzato dal Superiore Generale dei Gesuiti (Papa Nero), che risulta
essere Generale Militare (i Gesuiti sono l’unico ordine guidato da un generale), nella veste di Lucifero
“Signore Iddio della terra” dal 1534. L’Occhio Onniveggente è in cima alla piramide. Nel Dollaro, questa
piramide è composta da 13 livelli. Il simbolo è presente in numerose chiese e in molti loghi, compreso
quello della “Fidelity”, la Società che gestisce i titoli obbligazionari di tutti i cittadini del mondo. Nel
1700 i Gesuiti furono dichiarati illegali dalla chiesa cattolica, perché considerati pericolosi per la
sopravvivenza della stessa chiesa. Essi s’impadronirono del sistema, che in precedenza fu dei templari,
inizialmente dal Portogallo, per poi espandersi in Sud America, dove le statue del loro fondatore Ignazio
di Loyola campeggiano ovunque. I Gesuiti rappresentano la struttura portante che si cela nei fatti più
orribili degli ultimi 5 secoli, sono stati i registi del nazismo, del comunismo, ecc. Loro si nascondevano
dietro la realizzazione dei gradi del “Rito Scozzese Antico ed Accettato” e dietro la creazione degli
Illuminati (di Baviera) di Adam Weishaupt che era un professore di diritto canonico all’Università di
Ingolstadt, sulle rive del Danubio (Germania). Posseggono uno dei più importanti osservatori astronomici
al mondo, sul monte Graham, situato in Arizona, nel complesso montuoso Pinaleño, considerato sacro
dagli indiani d’America. Sono occultisti di prim’ordine, in contatto con numerose entità, così come i
Kabbalisti ebraici. Hanno trasformato il culto di Iside nel culto della Vergine Maria (Mar-ia da Mar-e o
culto delle acque). Sono adoratori di (Saturno/Satana), così come gli Ebrei il cui simbolo sulla bandiera
nazionale, raffigurante il doppio triangolo (Stella di Davide) è l’ennesima rappresentazione di Saturno e
del Sole (le tenebre e la luce). Inoltre, questi ultimi, hanno chiamato la loro terra Israele, costrutto di Is-ra-
el, dove Is = Isis/Iside = Luna, Ra = Sole, El = Saturno, i pianeti (Dei) che influenzano e governano il
Paese.

“segue” Il Trust
Nel XIII sec., a Firenze, la Famiglia Medici organizzò i mercanti, in sistemi privati composti da cinque
Gilde (Associazioni, Corporazioni) principali, note come Arti Mediane e sette Gilde minori, note come
Arti Minori. Le Gilde sono corporazioni rivolte all’occulto, note come “Le Arti”, da cui ne deriva l’Arte
del Diritto. La Legge (Diritto) è rappresentato da regole, consuetudini, norme che permettono o vietano
determinate condotte. È un termine che ha origine da principi quali la Religione, la Legislazione, la
Scienza e le Consuetudini, alla stregua del Culto Romano. Le norme di maggior rilevanza, sono
rappresentate dai Canoni, racchiusi nel Diritto Canonico, quindi, avendo legami con la Chiesa Cattolica,
derivano dal Diritto Ecclesiastico. Infatti il profilo più elevato del Diritto è rappresentato dai Canoni che
sono normative non confutate, questo è il punto essenziale, in relazione a quanto creatosi nel tempo.
Pertanto il Diritto Canonico risulta essere uno strumento diretto a gestire il controllo sulle masse
incompetenti. L’intero Sistema si erge sul Diritto Canonico. Quando si sta al cospetto di un giudice di una
Corte, il Diritto è basato sulla prerogativa Orale (parlato). I convenuti ad un processo espongono le
proprie argomentazioni oralmente, non tramite scritti, giungendo a risoluzione alla pari del Sacramento
della Confessione. Da qui, come ampiamente sottolineato, l’importanza di non perdere mai la
consapevolezza di chi siamo. Ciò potrebbe risultare difficoltoso in un Tribunale, progettato e costruito in
modo tale da intimidire quanti, malauguratamente, ci finiscono al suo interno. Una rivendicazione non
confutata, rimane quindi valida per silenzio-assenso. Lo stesso dicasi per le norme non contestate o
confutate, quindi, il silenzio è considerato assenso. Il motivo fondamentale, per cui le persone subiscono
giudizi sommari nei propri confronti, è data dal fatto che, essi non sono in grado di fornire, nel corso del
procedimento innanzi alla corte, nessuna confutazione. Se si desidera cambiare questo stato di schiavitù li
dobbiamo portare ad argomentare le loro ragioni, ribattendo punto per punto, costringendoli a dover
giustificare il loro operato. È assolutamente indispensabile impedire loro il proseguo delle cause coi loro
metodi, che gli facilitano il compito di ridurre gli Esseri Umani nella condizione di schiavitù. Rinunciare
a ciò significa ignorare questo canone, dimostrando la propria incompetenza, sottostando completamente
al loro giudizio.
Per entrare più a fondo sulle questioni inerenti il Diritto è opportuno ora approfondire ulteriormente il
Diritto Positivo. Trattasi del Diritto vigente in un determinato ambito Politico-Territoriale, in un
determinato periodo temporale, stabilito dal Potere Sovrano dello Stato, mediante norme generali ed
astratte contenute nelle disposizioni di legge, e quelle a carattere Regolamentare-Amministrativo. Il
Diritto Positivo si riferisce quindi alle Leggi dell’Uomo ed è ulteriormente suddiviso in: leggi della Terra
Ferma e leggi del Mare. Nella prima categoria, rientrano le norme che regolano la vita e le persone,
all’interno dei confini statali, quali ad esempio il Codice Civile e quello Penale, ecc.; nella seconda
rientrano le norme che regolamentano i rapporti tra gli Stati che hanno sbocco sul mare, la navigazione e,
soprattutto, tutti gli scambi commerciali. Tra queste troviamo il Diritto Marittimo o Legge
dell’Ammiragliato, ecc. (N.d.A. Gli stati, inizialmente, sovraintendevano ai rapporti commerciali tra le
nazioni, in seguito, l’ego umano, li ha portati a trasformarsi in apparati totalitari). Il Diritto si apprende
nelle Università, luoghi di potere e costrizione di stampo massonico, come qualsiasi altra struttura
piramidale. In questi luoghi si apprende la Sapienza ma non la Conoscenza. Il sapere è frutto di processi
mentali (nozionismo indiretto), il conoscere è l’esperienza diretta di connessione con la fonte primaria.
Prima di affrontare nel dettaglio l’argomento del Trust, è necessario spiegare il concetto di Proprietà. È
importante sapere che, il Legislatore nel 1942, ha abolito la definizione di Proprietà dal Codice Civile,
definizione che, era in vigore dal 1865. Dal 1942 si è modificato il concetto del diritto di proprietà,
ponendo indirettamente in rilievo la finalizzazione e, direttamente, l’inquadramento giuridico. La
definizione che enuncia a tal proposito il Codice Civile (Libro III – Titolo II – Art. 832) è la seguente: “Il
proprietario ha il diritto di godere e disporre delle cose in modo pieno ed esclusivo, entro i limiti e
con l’osservanza degli obblighi stabiliti dall’ordinamento giuridico”. Perciò, l’Istituto della Proprietà
Privata non esiste ma, è stato sostituito col concetto di Diritto d’Uso. La definizione di Proprietà che, si
accosta il più possibile alla dialettica delle Istituzioni e, che spiega il loro modo di agire, è la seguente:
“Tutto ciò che è connesso alla tua persona, e che quindi, nasce e muore con te, è di tua Proprietà. Per
tutto il resto ne hai un Diritto d’Uso.” A tal riguardo è fondamentale la seguente distinzione: Proprietà
Privata = privazione della proprietà; Proprietà Propria = reale possedimento. Esempio: la casa non la puoi
possedere (stringere a te), quando tu morirai, la casa non morirà con te, ma continuerà la sua esistenza. La
proprietà è riferita al Titolo, l’atto che ne attesta il Diritto d’Uso, il Contratto cartaceo che è possibile
stringere, afferrare, possedere e, una volta morti, esso muore insieme al Titolare. È possibile il Diritto
d’Uso agli eredi ma, in quel caso, è redatto un nuovo atto con intestatari gli eredi.

“segue” Il Trust
TRUST è una parola inglese che significa Affidamento-Fiducia. I primi TRUST di fatto sorsero all’epoca
dei Cavalieri Templari, costoro, dovendo partire per le Crociate, avevano l’esigenza di lasciare a qualcuno
fidato, la cura, la manutenzione e la protezione dei propri beni, mobili ed immobili. Questi beni, erano
affidati a persone appunto di fiducia o fiduciarie. Purtroppo per questi Cavalieri, non essendo questo
affidamento regolato giuridicamente, capitava che, al loro ritorno, si trovavano senza più alcuna proprietà,
perché, le persone “fidate”, si erano talmente abituate a beneficiare dei frutti della loro gestione che,
iniziarono a declinare la restituzione. L’Atto del Trust prevede almeno 3 figure: l’Esecutore o colui che
crea il Trust, proprietario dei beni mobili ed immobili oggetto del Trust; l’Amministratore o colui che
amministra e gestisce i suddetti beni; il Beneficiario o colui che gode dei benefici derivanti
dall’amministrazione dei beni. Il primo Trust ufficiale della storia nasce per mano di Papa Bonifacio VIII
nel 1302, attraverso la Bolla Papale “Unam Sanctam Ecclesiae” (Unica Santa Chiesa). Questo Trust
prende il nome di Express Trust (Affidamento Esplicito), ossia, un Affidamento creato, da libero e
deliberato Atto delle parti interessate, in base a documenti scritti. Bonifacio VIII con questa bolla
sottolineò inoltre l’unicità della Chiesa attraverso una particolare metafora: “Al tempo del diluvio invero
una sola fu l’arca di Noè, raffigurante l’unica Chiesa; era stata costruita da un solo braccio, aveva un
solo timoniere e un solo comandante, ossia Noè, e noi leggiamo che fuori di essa ogni cosa sulla terra
era distrutta”. La ripetizione di “un solo” e “una sola”, ha lo scopo di sottolineare l’unicità della Chiesa
dal punto di vista spirituale (Dio si riconosce in un’unica Chiesa). Lo scopo è quello di affermare
che: avendo, il Diluvio Universale, immerso gli esseri umani sott’acqua, quindi considerandoli dispersi in
mare, ed essendo Noè, rappresentante dell’Unica Santa Chiesa, unico superstite, loro si sentono in diritto
di gestire tutti i beni, mobili ed immobili che sono emersi dopo il ritiro delle acque. “Siccome Noi, Chiesa
Cattolica, siamo i diretti rappresentanti di Dio, ci arroghiamo il Diritto di amministrare tutto, fino a
quanto, l’Uomo non torni a reclamare il suo Diritto”. Dal momento del Diluvio, per il semplice fatto che,
siamo considerati dispersi in mare, siamo sottoposti, nostro malgrado, alle Norme del Diritto
Marittimo. Si arrogano tale diritto perché mai nessuno ha mai confutato tale rivendicazione, riportata
sulla Bolla “Unam Sanctam”. Si tratta di una maledizione ai danni dell’intera Umanità. In tale contesto i
ruoli sono così suddivisi: l’Esecutore è rappresentato dai Gesuiti (istituiti dai Veneziani, tramite l’Ordine
dei Frati Francescani Minori); l’Amministratore dal Pontefice Romano; il Beneficiario dai Cristiani.
Inoltre, in questo caso si palesa anche la figura del Garante, ossia, Dio, Colui che controlla
l’amministrazione. Per le norme marittime, anche ai giorni nostri, il naufrago non possiede nessun Diritto
e non può rivendicare alcun possedimento o avere. Tutti i Codici Legislativi odierni derivano dal Codice
Marittimo o Legge dell’Ammiragliato. In questo caso i ruoli, in relazione al Trust, sono così ripartiti: il
Garante è il Pontefice; l’Esecutore è la Curia Romana; l’Amministratore è il Collegio dei Cardinali; il
Beneficiario è il Principe Difensore della Fede (i Gesuiti con l’Inquisizione). È a questo punto che,
subentra l’occulto ai danni dell’Umanità. Il ruolo di Principe Difensore della Fede, era legato al concetto
di salvezza. La salvezza rappresenta il recupero. Il recupero si ottiene attraverso la confessione = metodo
dell’Inquisizione (oggi attraverso i Tribunali). L’elemento di più elevato valore, nell’ambito di un Sistema
fondato su maledizioni e pratiche esoteriche soprannaturali è l’Anima! “L’UDIENZA e la SENTENZA
non sono altro che la CONFESSIONE e relativa PENITENZA”. È importante notare che tutte le
Bolle Papali sono a Perpetua Memoria, e sono annullabili solo ed esclusivamente, da Bolle Papali
successive. Loro usano sigillarle, praticandovi degli incantesimi, e le conservano nei propri archivi,
facendole divenire vincolanti.
Riepilogando, abbiamo le seguenti fondamentali Bolle: UNAM SANCTAM ECCLESIAE con la quale
si sono intestati la Proprietà del Pianeta. Bonifacio VIII (1302) «Express Trust». «Il certificato di nascita
(“Registrazione” Regis-Ter, consegnato al Re) lega la persona alla predetta bolla e ne certifica la
proprietà da parte della chiesa»; CONVOCATION (Soul and Enslavement) attraverso la quale la Chiesa
cattolica e apostolica romana sancisce, definitivamente, col battesimo, la proprietà sugli individui
dell’anima (Questo è il motivo per cui la chiesa, e in particolare i Gesuiti, s’impegnano a favorire la
“conversione” nel mondo …!) , oltre che delle altre proprietà, già sancite con i precedenti editti. Clemente
VII (1531) «Cestui Que Vie¹». (Colui che vive viene dichiarato disperso in mare, ciò che è incustodito
diviene di proprietà di chi lo sa condurre. Persona = merce abbandonata, dispersa in mare, incompetente,
rimane bambino “mai dichiarata adulta” figlia dello stato); ROMANUS PONTIFEX con la quale ci
sottraggono i nostri beni immobili e mobili. Nicola V (1454) «Affidamento testamentario»; AETERNI
REGIS con la quale si appropriano degli Esseri Umani tramite la condizione di Schiavitù. Sisto IV
(1481) «A perpetua memoria». Si creò, a tal scopo, il «Common-Wealth», di cui la regina d’Inghilterra ne
è amministratrice, alle dirette dipendenze del papa; LICET AB INITIO con la quale ci sottraggono la
nostra Anima. Paolo III (1542). «Quest’ultima tratta per la precisione una Costituzione, promulgata per
istituire la “Sacra Congregazione della romana e universale inquisizione” detta altresì Congregazione del
Sant’Uffizio, sancendo quindi la nascita della “nuova” Inquisizione romana».
Sulle Bolle Papali c’è da fare una precisazione: non è possibile prendere visione delle Bolle Papali
Originarie. Il motivo è legato al fatto che, fino al XVIII sec., quelle originali fossero scritte su pelle
umana (pelle di bambini). Sembrerebbe, comunque, che questa pratica sia stata sospesa nel XVIII sec.,
sostituendola con pelle di capretto.
¹ Nel 1666 a Londra, durante la peste nera e grandi incendi, il Parlamento inglese emanò un atto, a porte
chiuse, chiamato Cestui Que Vie Act 1666. L’atto in discussione fu quello di surrogare i diritti degli
uomini e delle donne, il che significò: tutti gli uomini e le donne sono stati dichiarati morti, persi in mare,
al di là del mare.

“segue” Il Trust
Per dovere di cronaca la Bibbia è diventata il Codice Marittimo, sostituendo la parola Peccato con quella
di Debito. Il Corpo è corruttibile, la Mente può essere condizionata ma, l’Anima è sempre competente.
Ebbene sì, sono ossessionati dal possesso della nostra Anima, in considerazione del fatto che sono degli
stregoni di magia nera. Hanno formato dal nulla un’astrazione e, l’hanno sfruttata come parte essenziale
dell’Eucarestia. Durante la messa, l’Ostia e il Vino rappresentano il Corpo e il Sangue di Gesù Cristo. Ci
si riferisce ad una trasformazione alchemica degli elementi, ossia la cosiddetta dottrina della
Transustanziazione. In pratica è il modo in cui, un elemento avente una specifica caratteristica fisica o
spirituale, si trasforma. Tale dottrina è manifestata nella loro passione per l’Oro. La Transustanziazione
rappresenta la corrispondenza, nonché trasformazione, dell’Oro con le Anime e viceversa. Oro a completa
disposizione nelle casseforti dei loro Plenipotenziari e che da tempo immemorabile è alla base dell’attuale
Sistema Finanziario. In diritto internazionale, plenipotenziario indica l’organo che, essendo munito dei
cosiddetti “pieni poteri”, è autorizzato a negoziare e firmare un trattato internazionale per conto del
proprio stato o di altro soggetto di diritto internazionale, ad esempio, la Santa Sede. Nel 1931, a Basilea,
in Svizzera, a seguito di un apporto in lingotti d’Oro, di una quantità tra le 55.000 e le 60.000 tonnellate,
di proprietà del Vaticano, ottenuto tramite spargimenti di sangue, guerre, furti, traffici di droga, Prima
Guerra Mondiale e tante altre nefandezze, fu fondata la “BIS” Bank of International Settlements o, in
italiano, “BRI” Banca dei Regolamenti Internazionali, che risulta essere all’apice del sistema bancario
mondiale. Ciò a seguito della requisizione di tutto l’Oro privato, (il famoso Oro alla Patria di Mussolini),
convogliandolo nel fondo appena costituito presso la BIS. Con quell’Oro provocarono deliberatamente
una recessione finanziaria globale, sulla scia della crisi americana del 1929 (il crollo finanziario di Wall
Street “borsa americana” indebolì ulteriormente gli Stati Europei ancora provati dalla Prima Guerra
Mondiale), simile a quella in cui ci troviamo attualmente. Determinarono il ritiro dei prestiti da parte di
tutte le Banche, riducendo gli Stati in Bancarotta. Quindi, iniziarono a stampare moneta, in rapporto
all’Oro posseduto, e sottoscrivere prestiti, per il sostentamento delle Popolazioni. Praticamente
impiantarono un gigantesco fraudolento Sistema, allo scopo di gestire il “Debito” (Pubblico) che fu
governato dal complesso delle Agenzie delle Entrate. Inoltre, istituirono una serie di Banche Private che
furono delegate a determinare l’Offerta di Moneta. Conseguentemente, gli Stati, nel 1931, per risanare le
finanze, accettarono prestiti dalla BIS che, in cambio, chiese, a garanzia del prestito, i certificati di
nascita, ossia i Bond o Titoli Obbligazionari di tutti i cittadini (la grande frode del nome). Inoltre, nel
1933, attraverso il Securities Act, fu istituita una Struttura Corporativa mondiale, la SEC “Securities
Exchange Commission” (Commissione Borsa Valori), con sede a Washington D.C., Istituto simile alla
CONSOB italiana, ossia, l’organo di controllo delle S.p.A. o Società per Azioni, quindi quotate in Borsa.
Anche l’Italia, per poter aderire a questo progetto, avrebbe dovuto spogliarsi del suo Status di Nazione
Sovrana, trasformandosi a sua volta in Italia S.p.A. (1934), ossia, una Società di Diritto Privato, una
Corporazione, pur mantenendo la denominazione di Repubblica (dal 1946), per ovvie ragioni di carattere
Sociale. La registrazione risulta essere al numero di registro 0000052782. Il suo Business Address
(indirizzo commerciale) è: “Ministero dell’Economia e delle Finanze – Via XX Settembre, 97 – Roma” e
il mailing Address (indirizzo di posta elettronica): “C/O Studio Legale Bisconti, Via A. Salandra, 18 –
Roma” (ora, dopo l’azione OPPT, risulta essere presso: C/O WHITE AND CASE LLP 5 OLD BROAD
STREET LONDON X0 EC2N 1DW). Quindi, l’odierno Sistema nel suo complesso, è stato in effetti
creato in quella fase. Tuttavia, i principi base e la sua STRUTTURA GIURIDICA di riferimento,
risalgono al XVI sec. Curioso notare che il Diritto Societario prevede che una corporation abbia un
Presidente, un Vice Presidente e un Segretario del Tesoro, le figure corrispettive si ritrovano nelle
strutture statali.

Iscrizione dell’Italia S.p.A. presso la S.E.C. di Washington D.C.

“segue” Il Trust
È opportuno adesso approfondire i principi del cosiddetto “Trust Cestui Que Vie” che il Sistema ha
sapientemente elaborato a nostro svantaggio. Questo genere di trust significa “a beneficio” o “a
vantaggio”, una sorta di Trust Testamentario Temporaneo. Il suo contenuto prescrive che, quando un
soggetto sia presunto disperso o abbandonato, oppure considerato incompetente o infante (bambino
minore), può essere istituito un Trust a suo favore, per poi, al suo ritorno o al raggiungimento della
maggiore età, ritirarlo per permettergli di riprendere l’amministrazione dei suoi interessi (beni). È però
accaduto che, per la prima volta nella storia, il Governo ha posto le proprie grinfie su quei beni. Oggi,
tutti noi abbiamo ceduto e abbandonato le nostre proprietà in vita, lasciando che a gestirle sé ne
occupassero altri. In ogni Paese Esiste una specifica Corte che se ne occupa e che, in pratica, rappresenta
l’Amministratore col compito di gestire le Proprietà Abbandonate. In Italia è la Suprema Corte di
Cassazione (azione di cassa). Il motivo per cui le considerano abbandonate, è dovuto al fatto che, noi non
le abbiamo mai reclamate, non ci siamo mai interessati.
Addentriamoci ora nel Trust Umano, analizzando alcuni appropriati termini. I pre-nomi Mister (Signore)
dal latino Miser (Disgraziato) e Miss (Signora) dal latino (perdere) indicano che, gli Esseri Umani
rappresentano un Debito Obbligazionario. Miser, in epoca Romana, indicava la condizione di Schiavo,
oberato da un Debito. La Corporazione (Stato) ci considera come Beni di sua Proprietà. A conferma di ciò
si può leggere quanto enunciato sul Codice Civile (Libro I – Titolo I – Art. 5): “Gli atti di disposizione
del proprio corpo sono vietati quando cagionino una diminuzione permanente della integrità fisica,
o quando siano altrimenti contrari alla legge, all’ordine pubblico o al buon costume”. Ma non
essendo possibile reclamare la Proprietà di un Essere Umano, quanto meno dall’abolizione della
schiavitù, è stato escogitato uno stratagemma, attraverso il sostanziale Certificato di Nascita. Questo
documento (do-cum-“m”ento = fare con mento, ossia praticare la menzogna) non è altro che il titolo di
Proprietà sulla nostra Anima che loro possiedono nei loro registri. Una vera e propria Maledizione
sull’intera Umanità. Ad ogni Persona è infatti assegnato un codice denominato I.S.I.N. – International
Securities Identification Number (Numero Internazionale Identificativo dei Titoli), apposto sul
certificato originale e custodito presso la S.E.C. Non è possibile (legalmente) visionare questo Codice.
Tutte le versioni rilasciate dal Comune, saranno mancanti di questa parte. Eventuali altri gruppi di numeri
di registro, presenti sulle copie rilasciate, non fanno parte del Codice ISIN.
Questa Maledizione agisce appunto tramite la Registrazione (Registro da Regis-ter = al Re, per tre volte)
dei neonati in Anagrafe e conseguente compilazione dei Certificati di Nascita. I Neonati sono registrati
presso l’Agenzia delle Entrate (nell’estratto di ruolo, di tale Agenzia, tutte le persone risultano registrate
come ditte, indipendentemente dal fatto che svolgano o meno attività commerciali). Prima, per circa nove
mesi, sono immersi nel liquido amniotico quindi, essendo immersi nell’acqua, sono considerati Dispersi
in Mare, solo dopo vengono alla luce. A quel punto arriva l’ostetrica (o chi per essa) che, presenta ai
genitori, un documento su cui apporre la propria firma. È qui che la Maledizione inizia a concretizzarsi. I
nuovi genitori, inconsapevolmente, perché disinformati e fuorviati, per mezzo della loro Consensuale
Firma, acconsentono l’Affidamento del proprio bambino allo Stato, il quale, considerando il nascituro
ancora Disperso in Mare (non potendo rivendicare i propri diritti), si arroga il diritto di Amministrare i
suoi interessi. Nel momento in cui, l’Atto di Nascita è depositato, risulta creata un’immagine speculare
del neonato, quasi identica all’originale, difatti è identificata con lo stesso “nome e cognome”, ma con
caratteri interamente maiuscoli (l’uso dei caratteri maiuscoli è previsto da protocolli standard
internazionali, a loro volta derivanti dal periodo storico Romano in cui le merci e gli schiavi erano
trascritti con tali caratteri), definito “Straw Man” o “Uomo di Paglia”, consistente in un Trust che ha per
oggetto l’Esistenza in Vita del neonato. In realtà, questa immagine, questa nuova creatura con lo stesso
NOME (“NO-ME” ‘dal latino NOMEN’ = negazione della divinità in me, non sono D-IO, in inglese NO-
MEN = NON UOMO-DIO, ma finzione, in spagnolo H-OMBRE dove l’h è muta quindi OMBRE/A,
negazione della luce) E COGNOME (negazione della divinità dell’intera famiglia), è un qualcosa di
astratto, impercettibile, una finzione, è così creata la cosiddetta “PERSONA GIURIDICA”. La
registrazione dell’Atto di Nascita è quindi un contratto bilaterale di vendita della proprietà del proprio
figlio, da parte dei genitori inconsapevoli, allo Stato Italiano. Gli atti di nascita sono depositati,
annualmente, in copia, alle Procure della Repubblica, che a loro volta le depositano presso le cancellerie
dei rispettivi Tribunali (Inquisizione Cattolica Romana).
Col Decreto Legislativo n. 154/2013, all’articolo 7, comma 10 (modifica del titolo IX del libro I del
Codice Civile), la Potestà Genitoriale è stata trasformata in Responsabilità Genitoriale, cedendo ulteriori
diritti e prerogative sulla prole in favore dello Stato, diminuendo, di fatto, l’esercizio dei Genitori nei
riguardi dei propri figli (N.d.A. Esistono procedure affinché i propri figli possano essere registrati da
Esseri Umani e non da “Persone Giuridiche”, che per il bene dei propri figli è opportuno
approfondire, conoscere ed attuare). La Persona Giuridica è considerata una Corporazione individuale
che, può essere riconosciuta da come riportata sui documenti: “mario rossi”, Essere Umano in Carne,
Ossa, Sangue ed Anima (non riconosciuto dal sistema); “Mario Rossi”, Personalità Giuridica superiore al
sistema giuridico, libera e con tutti gi attribui conosciuti che desidera (creditore); “Mario ROSSI”,
persona fisica schiava del sistema, ruolo di pagatrice; “MARIO ROSSI”, Soggetto Giuridico (fantoccio
di carta), schiavo debitore del sistema in ogni caso, così come riportato su tutti i documenti che hanno a
che fare con lo Stato, le Istituzioni Governative, le Banche, etc. In altri tempi, quando l’Umanità era
ancora tale, per dichiarare una nascita, era sufficiente avere due testimoni e una bibbia e l’evento era
riconosciuto pubblicamente.

Carta d’Identità

“segue” Il Trust
L’Essere Umano, in quanto entità fisica, materializzata, non ha nessuna attinenza con la Persona
Giuridica (finzione giuridica), sono due cose distinte! Nessun sistema informatico consentirà la
digitazione del nome e cognome minuscoli, ma accetterà l’inserimento esclusivamente a caratteri
interamente maiuscoli. Il significato è legato alla creazione, alla nascita, del collaterale, quando è emesso
un Titolo Obbligazionario, identificato dal Codice I.S.I.N. Il valore di tale Titolo è variabile e dipende
dalle caratteristiche riscontrate all’atto della nascita e nelle prime ore di vita (Reattività alla Vita).
Dipendono, ad esempio, dalle condizioni generali della gravidanza, dalla presenza o meno di
complicazioni, dallo stato complessivo di salute del neonato, ecc. Il Neonato è infatti sottoposto a dei test
fisici, al fine di verificare le sue condizioni. Queste dati non compaiono nei Certificati a disposizione del
Pubblico, ma esclusivamente trasferiti alle Istituzioni Governative, dove saranno valutati e, in base a tali
stime, sarà stabilito il valore iniziale del Titolo Obbligazionario. È curioso notare che sul Certificato di
Nascita il Padre risulta quale Dichiarante e la Madre Puerpera. Non si accenna mai al termine Genitore/i.
Atto di Nascita – Parte I – Serie A
Il valore medio iniziale dei Titoli è di circa 2 milioni di dollari, che tende ad aumentare in base alle
competenze acquisite dall’individuo nel corso della propria esistenza in vita, e sino all’età pensionistica.
L’introduzione dell’obbligo di registrazione delle nascite, subentra, guarda caso, proprio negli anni ’30, in
coincidenza con la nascita della B.I.S. e alla partecipazione dell’Italia a questo Istituto, a seguito di
accettazione del Securities Act del 1933. Dobbiamo innanzitutto tenere presente che il Certificato di
Nascita è un Titolo di Stato, simile a quello Pensionistico quindi, con la creazione della Persona
Giuridica, l’Essere Umano in carne e ossa, diviene il Bene in Garanzia. Il rispettivo Titolo
Obbligazionario emesso su ciascun individuo, funziona come garanzia per l’ottenimento di Prestiti da
parte degli Stati perché, ne garantisce la restituzione attraverso la propria forza lavoro e produttività. Il
valore del Titolo Obbligazionario, dovrebbe, in realtà, coprire tutte le spese individuali del corso della
propria vita quali, per esempio, l’acquisto di una casa, di un veicolo, dell’istruzione, della sanità, ecc.
L’acquisto della propria abitazione quindi, come anche ogni altro presunto tributo, è già garantito e
coperto dall’ammontare del Titolo. Questo è proprio ciò che, a vostra insaputa, accade, ma a voi è
concesso un nuovo mutuo e sono imposte le tasse per farvi pagare una seconda volta ciò che è già
abbondantemente pagato, come, peraltro, già ampiamente spiegato nelle dichiarazioni del Giudice Von
Reitz, precedentemente riportate. Per lo stesso motivo è possibile iniziare le opere pubbliche. Pensate, per
esempio, alla costruzione di un’autostrada, dove il pedaggio potrà essere incassato solo dopo la sua
completa realizzazione. Come potrebbero acquistare i  materiali e pagare gli operai, se gli automobilisti
ancora non transitano e di conseguenza non pagano il biglietto? Proprio in virtù del valore dei Titoli
Obbligazionari! Ora vi sarà chiaro come l’intera Umanità è stata condizionata, truffata e sapientemente
ingannata. Il motivo, per cui, nonostante il valore del Titolo Obbligazionario ci appartenga, non possiamo
usufruirne, è strettamente legato al Trust, analizziamone i dettagli. In questo specifico caso i ruoli del
Trust dovrebbero essere così strutturati: Esecutore, lo Stato; Amministratore, le Istituzioni, le Forze
dell’Ordine, le Banche, ecc.; il Beneficiario, gli Esseri Umani in carne e ossa. In realtà, a causa delle varie
Bolle Papali, Canoni, Diluvio Universale, ecc. (Trust “Cestui Que Vie”), siamo considerati Dispersi in
Mare (Diritto Marittimo o Legge dell’Ammiragliato). Analizziamo qual è la loro strategia che utilizzano
per incastrarci in questa gabbia invisibile ma onnipresente, frutto di elucubrazioni mentali da “Maghi
Neri”. Prima di venire al mondo risultiamo essere immersi nel liquido amniotico (acqua), quindi già
considerati Dispersi in Mare. Al momento della nascita “approdiamo” sulla Terra Ferma quindi non
dovremmo più essere nella condizione di Dispersi in Mare. Questo è vero solo in parte, perché, secondo i
loro principi, per cancellare lo “Status” di Dispersi, dovremmo presentarci davanti alle “Autorità”
Istituzionali e dichiarare la nostra condizione di Esseri Umani saldamente sulla Terra Ferma, nonché
Esseri Umani diretti discendenti di Dio. Per fare questo, secondo quanto previsto dal Diritto Marittimo
(dal quale dipendiamo per via della nostra presunta condizione di Dispersi in Mare), abbiamo sette anni di
tempo alla nascita. Al compimento del 7° anno di età, sempre secondo le norme del Diritto Marittimo, lo
Stato avvia le pratiche per la cosiddetta “Morte Presunta” e siamo considerati morti, perché non abbiamo
mai confutato la loro rivendicazione, di condizione di Dispersi in Mare. A questo punto, sempre secondo
le stesse normative, ci sono concessi ancora tre anni di tempo per rivendicare la nostra nuova condizione
o “Status”. Se ciò non accade, lo Stato avvia le pratiche per la cosiddetta “Morte Certa”. Al compimento
del decimo anno di età, la persona è praticamente considerata morta. Ma di quale persona si tratta? Della
persona giuridica naturalmente, e non potrebbe essere altrimenti, considerato che l’Essere Umano può
essere in vita ben oltre tale periodo. L’espediente sta proprio in questo. Ciò comporta delle ripercussioni
sul Titolo Obbligazionario, perché, essendo morta la Persona Giuridica, non c’è più il legame con
l’Individuo in carne e ossa e in vita. Di conseguenza, il valore di quel Titolo rimane esclusivamente nelle
mani dello Stato che, di conseguenza, lo può investire a scopo di lucro. I Titoli Obbligazionari sono
subordinati a scadenza, rinnovabile nel tempo, pertanto, se, alla loro scadenza, i corrispettivi Individui
sono ancora in vita, possono essere reinvestiti, in caso contrario, ritirati dalla circolazione. In realtà, in
questo secondo caso, non sono ritirati ma sono raggruppati in lotti e commercializzati nel settore
finanziario internazionale. Così facendo lo Stato ci guadagna due volte. Inizialmente, incassando il valore
dei titoli (mai reclamati per ignoranza), successivamente, intascando pagamenti, tasse, balzelli vari e, in
ultimo, ma non meno importante, il vostro lavoro e la vostra produttività, tramite il sudore della vostra
fronte di una vita intera dedicata, inconsapevolmente, a tenere in piedi l’intero sistema perverso. Secondo
quanto asserito sino ad ora, è evidente che, la relazione tra Essere Umano, Persona Giuridica e Titolo
Obbligazionario, è gestita, fraudolentemente, in base alla loro discrezionalità, e che il suddetto legame,
esistente o meno, è considerato e amministrato, esclusivamente, per loro vantaggio. Una truffa dalle
dimensioni gigantesche! Nello specifico i ruoli del Trust sono così suddivisi: Esecutore, lo Stato;
Amministratore, le Istituzioni, le Forze dell’Ordine, le Banche, ecc.; Beneficiario, ancora lo Stato. Ma
l’Essere Umano, in tutto questo, dove risulta essere? Disperso in Mare! Questa condizione diviene
particolarmente spiacevole quando si ha a che fare con le Forze dell’Ordine, o peggio coi Tribunali.
Quando si è, fisicamente, al cospetto di un presunto giudice (trattasi in realtà di un esecutore
amministrativo, senza giurisdizione se non col consenso di entrambe le parti contendenti, tanto meno
sull’Essere Umano in carne e ossa) siamo contemporaneamente sia Persona Giuridica, di proprietà dello
Stato, sia Individuo in vita, di proprietà dello stesso Essere che lo incarna. A questo punto è necessaria
una puntualizzazione sul fatto che il 99% del Diritto è basato sulla supposizione. Si presuppone che
qualcosa sia vero se nessuno lo contesta, perché il Sistema si basa ancora sulla Confessione, esattamente
come ai tempi dell’Inquisizione Cattolica. Praticamente, per poter procedere, il Sistema ha bisogno che
l’individuo accusi se stesso, che “confessi” le sue colpe, quindi, si basa sul Consenso e sul Libero
Arbitrio. Il “Cestui Que Trust”, nelle aule dei Tribunali, si attua attraverso il Sacramento della Penitenza-
Confessione dove, si risulta essere, contemporaneamente, Accusatore, Accusato e Testimone. Questo
accadeva ai tempi dell’Inquisizione e, sotto altra veste, continua anche ai nostri tempi. Un particolare, da
tenere in considerazione, riguarda la figura del Sacerdote (Giudice) in rapporto all’Assoluzione, ossia che,
questa debba avvenire per mezzo di una figura che, avendo Preso i Voti, è dotato della Giurisdizione
appropriata, ed essendo incaricato del Caso, ha potere di Perdono. Il Sacramento della Confessione,
istituito dalla Chiesa Cattolica, si rispecchia, all’interno di un Tribunale, attraverso molti dettagli.
Analizziamo alcuni elementi in relazione alle figure ecclesiastiche: Tribunale-Corte (Court): trova
correlazione nell’Oratorio, ossia, il luogo in cui si discute su un caso, è la Chiesa in cui è officiato il Rito
della Confessione; Cancelliere (Clerk): corrisponde al Chierico (Cancelliere: nel 1258 “XIII sec.” era il
vescovo e confessore del Re, che con la sua cultura e il suo potere aveva le prerogative e gli strumenti per
farsi obbedire e per riferire al Papa); Giudice (Judge): Corrisponde all’Ordinario-Sacerdote; Notaio
(Notary): corrisponde allo Scrivano, colui che produce i Mandati (i Riti), colui che lancia una
Maledizione sugli Individui, per citarli in Giudizio; Mandato (scritto Writ): Writ deriva dal latino. Non
essendo presente la W nell’alfabeto latino del tempo, bisogna leggere questa parola con Rit (Rite), ossia,
Rito, Rito Religioso; Udienza-Caso: corrisponde alla Confessione del Peccato; Sentenza: corrisponde alla
Penitenza (assoluzione o condanna). Da osservare anche l’abbigliamento, la Toga Nera, rigorosamente
come i Sacerdoti. A questo punto, analizziamo lo svolgimento di un processo. Innanzitutto, trattandosi di
un Cestui Que Trust (Cestui que, scritto anche Cestuy que, è un’abbreviazione di “Cestui a que use le
feoffment fuit fait”, letteralmente: “La persona per la quale l’infeudamento è stato creato”), i ruoli sono
così ripartiti: Esecutore: è il Cancelliere; Amministratore: è il Giudice; Beneficiario: è l’Imputato. Questi,
sono i ruoli rappresentati dal teatrino da loro orchestrato. È fondamentale ricordarsi sempre che ad essere
chiamato in giudizio, non è l’Essere Umano in carne e ossa ma, la Persona Giuridica ossia, il NOME e
COGNOME a caratteri maiuscoli riferiti al relativo Trust. Difatti, l’atto di identificarsi deriva dal Latino:
idem-fieri = immedesimarsi in un’altra cosa, che deriva a sua volta da identi-co e ficare (facere o fare).
Dall’enciclopedia Treccani si può inoltre constatare: Identificare = (b.) “riflessivo”. Considerarsi uguale o
tutt’uno con un’altra persona; immedesimarsi, soprattutto nella finzione scenica: attore che riesce
veramente a identificarsi col (o nel) personaggio interpretato. Da tenere sempre ben a mente che
l’Accusatore, il Cancelliere e il Giudice, lavorano affinché il Cestui Que Trust si realizzi. È fondamentale
ribadire, ancora una volta, che presentarsi con un Avvocato Difensore, significa dichiarare la propria
incompetenza e accordare la giurisdizione altrui su di sé, nonché cedere la proprietà dell’Essere Umano
allo Stato. Il che equivale alla condizione di Dispersi in Mare quindi bisognevoli di curatela sui propri
beni, nello specifico Diritti. Inconsapevolmente si accetta, secondo il loro Silenzio-Assenso, il contratto.
Il motivo per cui si viene convocati in Tribunale, per il procedimento, lo si evince dal Canone secondo il
quale “Ogni controversia deve necessariamente trovare soluzione-rimedio”. L’obiettivo della Corte è
quello di arrivare alla creazione di un Constructive Trust (Affidamento Costruttivo), in base al fatto che,
si presume che gli Individui sono già “schiavi” del Sistema, in relazione del proprio NOME E
COGNOME, legato al proprio Certificato di Nascita. A tal proposito, è bene sapere che anche l’Art. 24
della Costituzione stessa sancisce il diritto di autodifesa, recitando testualmente: “Tutti possono agire in
giudizio per la tutela dei propri diritti e interessi legittimi”; “La difesa è diritto inviolabile in ogni stato e
grado del procedimento”. Inoltre, l’Art. 6, Par. 3/C della C.E.D.U. (Convenzione Europea sui Diritti
dell’Uomo) recita: “In particolare, ogni accusato ha diritto di difendersi personalmente o avere
l’assistenza di un difensore di sua scelta e, se non ha i mezzi per retribuire un difensore, poter essere
assistito gratuitamente da un avvocato d’ufficio, quando lo esigono gli interessi della giustizia”.

“segue” Il Trust
Durante una convocazione o processo, il Giudice chiederà se il convenuto è la persona che compare sulla
denuncia, quindi, chiederà l’identificazione in quel NOME E COGNOME a caratteri, tutti, maiuscoli. Ciò
si riferisce ai ruoli del Trust. Fino a quando l’Individuo in vita non si identifica in quel NOME e
COGNOME riportato sugli atti processuali, il Giudice sarà l’unico Amministratore del Trust, per cui, farà
di tutto, anche ricorrendo all’intimidazione, pur di scambiare i rispettivi ruoli del rito (commedia). Se,
nella totale inconsapevolezza, lo sprovveduto Individuo rispondesse affermativamente, Identificandosi in
quel NOME E COGNOME, renderebbe valido e risolutivo il contratto, tramite Accordo Verbale. La
procedura opportuna da attuarsi, invece, in tali situazioni, può essere scelta tra le seguenti, a seconda delle
circostanze: 1. consegnare al Cancelliere il proprio Certificato di Nascita, dichiarando contestualmente al
Giudice che la propria presenza in aula è del tutto eccezionale e limitatamente e per conto dell’Imputato
che si trova presente sul Certificato stesso; 2. dichiarare l’effettiva presenza dell’Imputato, rappresentato
nello specifico dalla Persona del Giudice stesso, in quanto detentore del Trust e, conseguentemente,
Amministratore dello stesso; 3. dichiarare la propria condizione di Testimone della frode del Nome e,
contestualmente, la propria natura di Essere Umano, diretto discendente di Dio e fuori dalla giurisdizione
delle normative commerciali (Admiralty Law) attuate nelle Corti di Diritto Positivo. Il Giudice insisterà,
utilizzando qualsiasi mezzo a sua disposizione, nel tentativo di liberarsi del Trust in suo possesso, tranello
al quale non bisogna mai cadere (è opportuno documentarsi ulteriormente sull’argomento). È bene sapere
che il proprio ruolo nel procedimento è anche quello di Ufficiale di Corte, dettaglio che dev’essere
sempre tenuto a mente durante il procedimento e che, all’occorrenza, può essere utile. Il Convenuto
potrebbe essere sottoposto a domande trabocchetto, o soggetto ad una situazione confusionaria, così da
essere indotto in errore o per estrapolargli dichiarazioni inesatte che, successivamente, potrebbero essere
interpretate a vantaggio della Corte. Il Giudice, potrebbe anche impartire ordini, ai quali, si dovrebbe
resistere civilmente. Infine, come atto intimidatorio, potrebbe disporre l’intervento delle guardie, per
l’accompagnamento all’esterno dell’aula. In questo caso è appropriato mostrare palesemente il Certificato
di Nascita alle Guardie, chiedendo loro se sono intenzionati a “Disonorare un Ufficiale della Corte”.
Perseguire nell’azione comporterebbe loro qualche problema, a livello personale. A questo punto, lo
scopo è: 1. fare in modo che il Giudice onori la richiesta del convenuto di archiviazione del caso; 2.
sperare che il Giudice abbandoni l’aula. Questo gesto deve trovare pronto il convenuto affinché prenda la
situazione in pugno e, appena il Giudice ha abbandonato l’aula, disponga di far apporre dal Cancelliere
tale situazione a verbale, accompagnandola dal pronunciamento della frase “mettete a verbale che, il
Giudice ha lasciato l’aula, il Capitano ha Abbandonato la Nave, il Caso è chiuso con Pregiudizio”. Il
riferimento all’abbandono della nave è legato al fatto che i Tribunali sono sottoposti alle Norme di Diritto
Marittimo, di conseguenza, se il Giudice (il Capitano) abbandona la nave, sarà il Convenuto a ricoprire il
Grado più alto, di conseguenza, sarà lui a prendere in mano il Timone (potere decisionale).
A questo punto è bene tenere a mente un altro dettaglio, non di poco conto, che può tornare utile durante
un dibattimento, anche se sarebbe meglio non arrivare mai in questa situazione perché c’è il rischio di
porsi nella condizione di cittadino quindi, di amministratore del Trust, cadendo nella loro trappola. L’Art.
383 del Codice Penale fornisce la facoltà di arresto, in flagranza di reato, da parte di privati cittadini,
laddove il reato sia perseguibile d’ufficio, come nell’esempio dell’Art. 600 del Codice Penale che prevede
la “Riduzione o mantenimento in schiavitù o in servitù”. Questa è appunto la situazione che il Giudice
attua nei riguardi del Convenuto. Pertanto, potrebbe essere necessario ricordare al Giudice che, insistere
nel voler, a tutti i costi, considerare il Convenuto nella condizione di Cittadino, Amministratore del Trust,
potrebbe comportare la dichiarazione del suo arresto in flagranza di reato, con l’aggravante dell’Abuso di
Autorità data dalla sua carica pubblica. Inoltre, è bene anche considerare per sé i seguenti articoli: Art.
494 del Codice Penale “Sostituzione di Persona”. Chiunque, al fine di procurare a sé o ad altri un
vantaggio o di recare ad altri un danno, induce taluno in errore, sostituendo illegittimamente la propria
all’altrui persona, o attribuendo a sé o ad altri un falso nome, o un falso stato, ovvero una qualità a cui la
legge attribuisce effetti giuridici, è punito, se il fatto non costituisce un altro delitto contro la fede
pubblica, con la reclusione fino a un anno (chi genera il TRUST con l’Atto Giuridico di Nascita? Lo
Stato!) ; Art. 414 del Codice Penale “Istigazione a delinquere”. Chiunque pubblicamente istiga a
commettere uno o più reati è punito, per il solo fatto dell’istigazione: 1) con la reclusione da uno a cinque
anni, se trattasi di istigazione a commettere delitti; 2) con la reclusione fino a un anno, ovvero con la
multa fino a lire quattrocentomila, se trattasi di istigazione a commettere contravvenzioni. Se si tratta di
istigazione a commettere uno o più delitti e una o più contravvenzioni, si applica la pena stabilita nel C. 1.
Alla pena stabilita nel C. 1 soggiace anche chi pubblicamente fa l’apologia di uno o più delitti (Nessuno
può forzare altri individui a impersonare falsamente una proprietà altrui). Infine, sarebbe anche opportuno
conoscere, ed avere a portata di mano, il testo della “Dichiarazione Universale dei Diritti Umani” del
1948, recepita dall’ordinamento italiano con la Legge n. 881 del 25 ottobre 1977.
È anche opportuno sapere che, sia i Giudici sia gli Avvocati, sono tenuti a portare con sé, durante le
udienze, il blocchetto degli assegni (in Italia si limitano a portare le tessere di riconocimento). Ciò in
quanto potrebbero essere chiamati a rispondere finanziariamente di eventuali danni subiti
dall’amministrazione giudiziaria, nel caso in cui il procedimento non andasse a buon fine ossia, quando
non si giungesse ad una condanna con carcerazione, essendo quest’ultima monetizzata, dove lo Stato
percepisce soldi, per ogni giorno che il condannato trascorre in carcere. Ciò fa riferimento al Diritto
Marittimo, dove, il carcere rappresenta la stiva di una nave e, il carcerato rappresenta il bene da tenere in
custodia (conservazione). Se ci soffermiamo a riflettere, sullo scopo delle carceri, possiamo renderci
conto sulla loro inutilità. In realtà lo scopo della pena dovrebbe essere quello di porre rimedio al danno
arrecato, di qualsiasi genere esso sia, e il carcere è l’ultimo posto dove il reo sia posto nelle condizioni di
poter concretamente rimediare. In effetti, lo Stato-Corporazione-Repubblica Italia S.p.A. appronta,
annualmente, il bilancio statale-aziendale (conti pubblici), così come qualsiasi altra azienda privata,
considerandoci proprio come dei Beni di sua proprietà.

“segue” Il Trust
Sappiamo che In Italia vige un Diritto Penale con rispettive Norme. Questo non è esattamente come
pensiamo. In realtà si tratta di un inganno, perché, se così fosse, significherebbe che il Governo
Corporativo Italiano sarebbe Sovrano, con potere assoluto su tutti gli Individui in vita sul territorio
italiano.  Trattandosi però di una Corporazione, quindi di una finzione, non può essere sovrano. L’Essere
Umano in carne e ossa è SOVRANO. Ci vogliono indurre a credere che i procedimenti degli Stati-
Corporazioni e dei Tribunali, quali diramazioni della Corporazione Italia S.p.A., siano legali. Tutto ciò è
completamente falso e non ha nulla a che fare con ciò che è legale o lecito, perché tutti i procedimenti
hanno a che fare, esclusivamente, con L’applicazione di Contratti Commerciali. Durante le fasi del
procedimento, la giurisdizione operante è quella del Diritto Marittimo e, nello specifico, dell’UCC
“Uniform Commercial Code” (Codice Commerciale Uniformato), che regolamenta tutti gli scambi
commerciali a livello mondiale. Essendo, l’UCC, un Codice di Diritto Internazionale, ha prevalenza sulle
leggi nazionali, come anche indicato nella prima parte dell’art. 10 della Costituzione Italiana, già
menzionato. Gli accordi commerciali, per essere validi, necessitano della sottoscrizione di un Contratto
bilaterale. Senza entrambe le sottoscrizioni il contratto non può essere perfezionato. È bene sapere che i
contratti, per essere perfezionali, non sempre necessitano di una firma. In molti casi sono validati anche
tramite il Silenzio-Assenso o per Accordo Verbale. L’Accordo Verbale è proprio quello che cercano di
raggiungere in un’aula di Tribunale, quindi, fintanto che, l’Accettazione Verbale non è espressa, il
Contratto non può ritenersi Perfezionato. Lo scopo dei Tribunali della Corporazione Italia S.p.A. è solo
quello di risolvere le Contese Contrattuali. I rispettivi Giudici, non possiedono alcun potere senza il
Consenso di entrambe le parti in causa, ossia dell’Accusatore ed Accusato, per poter procedere e avviare
il Cestui Que Trust. Se una delle parti coinvolte nega il consenso, non partecipando alla causa, la Corte
non può essere entrare nel merito ed esprimersi, e la contesa è Perita nell’”Acqua”, in riferimento al
Diritto Marittimo. Le corti giudiziarie, all’interno di un campo privato, agiscono secondo norme
contrattuali, per cui non si ha nessun obbligo a presentarsi al cospetto di una corte, salvo che vi sia
l’esplicita richiesta della controparte che, cedendo i propri diritti, chiede che la corte agisca in sua vece.
Di conseguenza, una convocazione è un invito a comparire, non un obbligo, e l’individuo deve essere
d’accordo con l’invito affinché questo sia efficace. Infatti quando si è convocati, la prima domanda che è
rivolta al convenuto riguarda le proprie generalità. Il giudice ha necessità di identificare la persona per
poter procedere. Il nome è una loro proprietà! Se il nome è comunicato dall’interessato, si esonera il
giudice da qualsiasi responsabilità commerciale. Il diniego al trattamento dei propri dati personali
(copyright) pone in difficoltà il giudice, che necessità del consenso dell’imputato per il proseguimento del
procedimento. Presentandosi al cospetto del Tribunale (Diritto Canonico), quindi, Ecclesiastico, è
Fondamentale Rivendicare la propria Sovranità in qualità di Essere Umano in carne, ossa, sangue, Anima
e Spirito, con riferimento alla connessione diretta tra l’Individuo e Dio. La cosa migliore è Evitare i
Tribunali, e, comunque, in caso contrario, è bene portare sempre con sé il Certificato di Nascita. Sul
documento (richiedibile sia al Comune di Residenza, sia a quello di Nascita) sia sull’Estratto dell’Atto di
Nascita (richiedibile esclusivamente al Comune di Nascita), nella parte inferiore è riportata la dicitura: “Il
presente certificato non può essere prodotto agli organi della pubblica amministrazione o ai privati
gestori di pubblici servizi”. La possibilità di presentare questi documenti presso un Tribunale, allude al
fatto che, i Tribunali sono Organismi Privati, che non forniscono alcun tipo di Servizio Pubblico e non
sono qualificabili come organi della Pubblica Amministrazione. Come ciliegina sulla torta, è opportuno
sapere che i Giudici non prestano più alcun tipo di giuramento verso chicchessia, ma firmano un semplice
contratto d’incarico, mentre, per gli Avvocati (gli unici autorizzati a utilizzare legalmente il proprio
nome), permane il giuramento, ma non, come ci si dovrebbe aspettare, verso un Istituto Pubblico, ma
verso il proprio Ordine Professionale (in gran Bretagna BAR da Barrister “Avvocato” che risulta essere
l’opposto del termine ebraico “Rab-b” o Signore “Dio” che, invertito nel valore energetico, raffigura il
buio), anch’esso privato.
Riepilogando, le tre forme di Diritto presenti in un Tribunale sono: in primo luogo il Diritto Commerciale
(UCC). In questa fase si può essere sottoposti esclusivamente a pene riguardanti le multe. Se il Giudice
aggiorna il caso si rimane nell’ambito della stessa Corte. Come già detto, quando il Giudice abbandona
per la prima volta l’aula bisogna essere rapidi nell’assumere l’autorità della corte (il comando della nave),
dichiarando e ordinando al Cancelliere di prenderne nota: “il giudice ha abbandonato l’aula, il
comandante ha abbandonato la nave, in quanto sovrano, più alto in grado, assumo l’autorità di questa
corte, il caso è chiuso con pregiudizio”; in secondo luogo, a seguito di recesso da questa fase o in caso di
secondo grado di giudizio, il giudice muta la forma del diritto in quello dell’Ammiragliato (Admiralty
Law) derivante dal Diritto Canonico (Vaticano). In questa fase si può essere condannati alla reclusione in
base a tale diritto. In questo frangente è bene che il convenuto si dichiari in vita e domandi “cura e
mantenimento”. Ciò deriva dal fatto che lo stesso risulta essere un marinaio a bordo della nave
dell’Ammiragliato e, come tale, affinché le operazioni a bordo siano efficienti per la sicurezza della
navigazione, necessita appunto di tutta la cura e il mantenimento per la sua salute. Se per la seconda volta
egli afferma che stabilirà un recesso, in quel momento bisognerebbe affermare la propria opposizione
dicendo “Vostro onore, mi oppongo”, perché si tratta fondamentalmente di un’offerta, legata
all’amministrazione del trust, alla quale non bisogna acconsentire. Ricordate, come precedentemente
citato, che la prigione è semplicemente la stiva della nave dove loro conservano le merci, e in effetti voi
siete considerati le loro merci; la terza fase è quella Talmudica e deriva dalla bibbia e fornisce loro
l’autorità di sacerdote di Baal al fine di pronunciare per l’accusato la sentenza con potere di vita o di
morte, in quanto, a seguito di vestizione, il magistrato (magi-strato da magia) indossa le vesti del sommo
sacerdote, vicario di Dio (si tratta di un rito magico, di magia nera). In questo caso, se il giudice non ha
precedentemente accolto la vostra richiesta di opposizione, appena entra in aula, bisogna affermare
quanto segue: “sono (nome) di dio, eterna essenza di luce, incarnata, non avrai altro dio al di fuori di
me”. In questo caso la posizione del convenuto risulta essere la più elevata in grado in aula e il magistrato
non può disonorarla. La questione fondamentale riguarda l’Onore, è sempre bene riferirsi al Giudice col
termine “Vostro onore”, perché siete più in onore dell’accusa e del giudice stesso, che si basano su
menzogne e sulla frode. Se quindi vi comportate onorabilmente, in ogni senso, trattando il giudice con
rispetto, avrete la meglio!
Vediamo ora, nello specifico, le varie forme e relativi significati della trascrizione del nominativo:
 mario rossi = essere umano non riconosciuto giuridicamente dal sistema
 Mario Rossi = personalità giuridica superiore al sistema giuridico libera e con tutti gli attributi
conosciuti che desidera (creditore)
 Mario ROSSI = persona fisica schiava del sistema (ruolo pagatore)
 MARIO ROSSI soggetto giuridico fantoccio di carta, schiavo debitore del sistema in ogni caso.
Riepilogano il concetto, è sempre bene tenere vivido in mente che, ogni qual volta che ci si riconosce
nella personalità giuridica, ci si fa carico del rispetto di tutte le Norme che il sistema impone, quindi
si è tenuti a seguirle, pena la persecuzione giudiziaria, o viceversa, se non ci si identifica in quella
funzione giuridica, non si ha alcun obbligo verso lo Stato Corporativo, mantenendo l’onore dietro
semplice rispetto delle Leggi Naturali: rispetta il prossimo: rispetta la natura; onora i contratti
pattuiti, riepilogato in un unico concetto, NON NUOCERE!

Cap. V – Il Sistema
Questo capitolo si prefigge un approfondimento sull’attuale Sistema, tramite l’esame di molte azioni che
lo stesso è stato in grado di attuare nei secoli. Questo libro non è stato concepito per essere un manuale
operativo, al fine di fornire gli strumenti per districarsi attraverso le fitte maglie della rete del sistema
“che fu”. Per tale scopo sarebbe necessario un ulteriore testo, appositamente elaborato allo scopo. Per
ulteriori informazioni circa le procedure di tutela da attuarsi nei confronti del precluso sistema morente, si
rimanda alle sedi dei CVAC (quando attive) e del Tribunale Popolare. Sono citati solo alcuni strumenti
burocratici, facilmente reperibili in rete, per permettere, a coloro che fossero interessati, di approfondire
autonomamente l’argomento, intraprendendo la condizione di sovranità e districandosi nel labirinto della
“Matrix”. Questi strumenti sono: Dichiarazione di Sovranità; Notifica di Rigetto; Notifica di
Accettazione Condizionata, Notifica di Cortesia. È bene sapere, e tenere sempre a mente, che qualsiasi
atto riceviate, che si tratti di una multa o di una notifica giudiziaria o altro, non fa alcuna differenza,
riguarda sempre la sfera commerciale, perché sotto la giurisdizione del Diritto dell’Ammiragliato o Legge
del Mare quindi, tutto ruota intorno al commercio. Proprio per questo motivo è sempre richiesta la firma
dell’interessato per poter procedere, occorre il suo consenso! Senza la firma (consenso) non possono
procedere. È bene chiarire che ignorare le comunicazioni non è una buona soluzione, perché il loro
sistema considera il silenzio come assenso. È invece bene rispondere sempre con gli strumenti adeguati,
alcuni dei quali sopra accennati. La cosa migliore è non firmare mai alcun atto, o per meglio dire proposta
di contratto, se proprio si è costretti è preferibile farlo usando esclusivamente lettere minuscole, comprese
le iniziali, chiudendo l’autografo in un rettangolo a protezione del nome (se ne vieta di conseguenza l’uso
improprio), anteponendo all’autografo, ma sempre all’interno del rettangolo, le lettere V.C. (Via Coact =
in modo forzato).
Analizziamo ora alcuni argomenti delicati quanto inverosimili, e per questo quasi incredibili. Iniziamo col
già tanto sviscerato Vaticano, perché a capo dell’intero “Sistema”, così da fornire ulteriori spunti per
quanti ancora dubitano sulle reali nefaste responsabilità di tale struttura sul destino dell’intera Umanità.
Papa Leone X, sul trono di Pietro dal 1513 al 1521 d.C. (che morì improvvisamente senza motivi
apparenti), in una lettera diretta al Cardinale Bembo, affermò:
“Historia docuit quantum nos iuvasse illa de Christo fabula”, in italiano “Si sa da tempi remoti quanto ci
sia stata utile la favola di Gesù Cristo” (CASCIOLI L. – “La favola di Cristo” e Archivi vaticani – Corr.
Leone X – vol. 3° – volume cartonato grigio con cordame di collatura – scaffale 41 – 2° piano inf.)
Come riferito dall’ambasciatore spagnolo Mendoza, peggio di Leone X si comportò Paolo III, reggente
dal 1534 al 1549 d.C., in maniera inequivocabile:
“Spingeva la sua irriverenza fino al punto di affermare che Cristo non era altro che il sole, adorato dalla
setta Mitraica, e Giove Ammone rappresentato nel paganesimo sotto la forma di montone e di agnello.
Egli spiegava le allegorie della sua reincarnazione e della sua resurrezione mettendo in parallelo Cristo e
Mitra. Egli diceva ancora che l’adorazione dei magi non era altro che la cerimonia nella quale i preti di
Zaratustra offrivano al loro dio oro, incenso e mirra, le tre cose attribuite all’astro della luce. Egli
sosteneva che la costellazione della Vergine, o meglio ancora d’Iside, che corrisponde al solstizio in cui
avvenne la nascita di Mitra, erano state prese come allegorie per determinare la nascita di Cristo per cui
Mitra e Gesù erano lo stesso dio. Egli osava dire che non c’era nessun documento valido per dimostrare
l’esistenza di Cristo, e che, per lui, la sua convinzione era che non era mai esistito” (CASCIOLI L. – La
favola di Cristo)

Croce Celtica (S. Lorenzo di Treia)

Zodiaco
Credo che oramai, il lettore, se proprio completamente a digiuno sull’argomento esoterico a riguardo
della Chiesa (Chi-è-sa, chi è Sovrano conosce la Verità), incominci quanto meno a nutrire qualche dubbio
su tale Istituzione. In realtà, nonostante quello che ha sempre predicato, ciò che ha sempre adorato è il
Sole, tutti i pianeti del relativo Sistema e anche quelli oltre. Nelle immagini sopra è possibile verificare
l’associazione tra la croce celtica, presso una chiesa in una località della provincia di Macerata (Marche),
e la croce dello Zodiaco che, per l’appunto, rappresenta. Che la Chiesa adori il Dio Sole è dimostrabile
anche dal più grande tempio che la stessa abbia mai costruito in suo onore, l’attuale sede ossia, S. Pietro
in Vaticano. Come è possibile notare nell’immagine sotto, i riferimenti al Sole sono mostrati dalla statua
al centro sul tetto (con sullo sfondo la cupola) che sorregge la croce dello zodiaco e le altre dodici statue
(notasi anche dodici colonne in facciata), sei per lato, a rappresentare i dodici mesi dell’anno “Domini”
(da Dominio o Dominazione sull’Umanità, successivo all’anno “Mundi” e contrapposto al più naturale e
antico periodo lunare). L’attuale “Calendario”, il cui termine deriva dalle “calende”, ossia i balzelli che i
cittadini erano tenuti a versare alle autorità pontificie, sebbene diffuso nei Paesi occidentali e utilizzato
dalle organizzazioni sovranazionali quali l’ONU, non è il più diffuso al mondo, in assoluto. Gesù Cristo
che nasce e poi muore sulla croce è la metafora del sole che sorge il 25 dicembre (il primo giorno in cui
riprende la sua salita sull’orizzonte) tramonta sulla croce dello Zodiaco e poi re-su-scita (uscita in alto del
Re) a Pass-qua (Passa di qua, in inglese “pass” = passaggio) o re-su-re-zione = (azione di nuova salita del
Re) la 1^ domenica dopo la prima luna piena dopo dall’equinozio di primavera. Il 21 marzo è il vero
capodanno, l’inizio di un nuovo ciclo solare.
Un altro simbolo importante è rappresentato dalla “chiave” simbolica di accesso all’occulto (conoscenza
= potere) che, presente in moltissime chiese, ha la sua espressione massima nella forma che assume
l’intera area circostante la basilica stessa, come è possibile evincere dall’immagine sottostante. La chiave
è storicamente riferita a S. Pietro, quest’ultimo non è altro che la raffigurazione di Giove-Jupiter-Pietro.

San Pietro in Vaticano (vista aerea)


Il grande piazzale antistante la basilica non è altro che un grande calendario solare, con al centro
l’obelisco in funzione di meridiana. Nelle immagini seguenti è possibile vedere, sulla sinistra, il culto
della Chiesa per il Dio Sole nell’elevazione dell’Ostia che rappresenta il Corpo di Cristo o Energia
Divina, in pratica la luce, sulla destra invece il segno del Dio Cornuto o Demonio per i Satanisti.
Papa Francesco I

Papa Benedetto XVI

“segue” Il Sistema
È incredibile quanto raccapricciante constatare che molti uomini di Chiesa, o strettamente connessi con
Essa, se da un lato si impegnano a promuovere attività apparentemente caritatevoli, dall’altro si occupano
di affari tutt’altro che lodevoli. Nell’immagine seguente vediamo Ernst Von Freyberg con le sua attività,
proveniente dall’Ordine dei Cavalieri di Malta, presidente dello IOR, in carica dal 15 febbraio 2013 al 09
luglio 2014. A seguire possiamo invece notare, in posa, un “sorridente” Papa Francesco con un reparto
degli “squadristi” della finanza globale o, se vogliamo, della morte, Eurogendfor. A proposito dell’attuale
Papa, Jorge Bergoglio, che si spaccia per “buono” ma è pur sempre un Gesuita, è bene sapere che è salito
al trono di Pietro usurpando la posizione di Benedetto XVI, per questo motivo, non potendo essere
legittimamente il Papa in carica, si è presentato come Vescovo di Roma, indossando sul petto la croce
d’argento, non come segno d’umiltà, ma perché impossibilitato a indossare quella d’oro, prerogativa del
vero Papa.

   
Ernst Conrad Rudolf von Freyberg-Eisenberg (Presidente Istituto Opere Religiose) (IOR).
Appartenente ai cavalieri di Malta.
  
Organizza pellegrinaggi a Lourdes
 

Costruisce navi da guerra Blohm+Voss Group Presidente dal 2012

Papa Francesco con militari di Eurogendfor


Sappiamo quindi che l’attuale presunto Papa è un Gesuita. Di seguito è possibile leggere il testo che i
Gesuiti recitano durante la cerimonia di induzione, successiva al primo giuramento che consente l’accesso
all’Ordine:
“Quando un gesuita di rango minore sta per essere elevato al comando, viene condotto in una cappella del
convento dell’ordine, dove ci sono solamente tre persone presenti. Il superiore principale sta in piedi
davanti all’altare. In tutti e due i lati ci sono due monaci in piedi, uno dei quali tiene una bandiera gialla e
bianca, che sono i colori papali, e l’altro una bandiera nera con una daga e una croce rossa sopra un
teschio e ossa, con la parola INRI, e sotto di loro le parole IUSTUM NECAR REGES IMPIUS. Il
significato del quale è: si tratta di sterminare ed annichilire i re, governi o sovrani empi ed eretici. Sopra il
pavimento c’è una croce rossa davanti alla quale il candidato si prostra. Il superiore gli porge un piccolo
crocifisso nero, che il candidato prende nella sua mano sinistra e lo preme sul suo cuore, e il superiore
nello stesso tempo gli presenta una daga, che lui afferra dalla lama e punta contro il suo cuore; il
superiore mantenendo la daga ancora dal manico, si indirizza verso il candidato”: (il superiore recita)
“Figlio mio ti è stato insegnato ad agire come un dissimulatore, di essere un cattolico romano tra i
cattolici, un riformista tra i riformisti, un ugonotto tra gli ugonotti, un calvinista tra i calvinisti, di essere
generalmente un protestante tra i protestanti, ed acquisendo la loro fiducia di parlare persino dai loro
pulpiti, e di denunciare con tutta la veemenza della tua natura la nostra sacra religione e il Papa ed
anche di cadere così in basso da essere un giudeo fra i giudei. Che ti sia concesso di raccogliere tutta
l’informazione. Per il beneficio del tuo ordine e come fedele soldato del Papa. Ti è stato insegnato a
piantare insidiosamente i semi della gelosia e dell’odio tra gli stati in pace ed incitarli in imprese di
sangue coinvolgendole in guerre l’uno contro l’altro, e di creare rivoluzioni e guerre civili nelle
comunità, province e nazioni una volta indipendenti e prospere, e che coltivano le arti e le scienze
godendo le benedizioni della pace. Di prendere parte con i combattenti e di agire segretamente e in
accordo con il tuo fratello gesuita che potrebbe essere impegnato nella fazione opposta ma apertamente
in contrasto con ciò a cui sei connesso, che infine sia vincitore la Chiesa soltanto nelle condizioni dettate
nei trattati di pace… e che il fine giustifichi i mezzi. Ti sono stati impartiti i tuoi doveri di spia, di
raccogliere tutte le statistiche, i fatti e le informazioni in tuo potere da ogni fonte, di ingraziarti la fiducia
del circolo famigliare dei protestanti e degli eretici di ogni classe e carattere, così come in quello del
mercante, del banchiere, dell’avvocato, tra le scuole e le università, nei parlamenti, nelle legislature,
nelle magistrature e nei consigli di stato, e di «essere ogni cosa per tutti gli uomini» per la causa del
Papa i cui servi noi siamo fino alla morte. Hai ricevuto fin qui ogni istruzione come novizio, un neofita,
ed hai servito come coadiutore, confessore e prete ma non sei ancora stato investito di tutto ciò che è
necessario per comandare nell’esercito di Loyola al servizio del Papa. Devi prestarti al tempo
appropriato come strumento ed esecutore, così come indicato dai tuoi superiori: poiché nessuno qui può
comandare senza aver consacrato i propri lavori con il sangue dell’eretico poiché senza lo «spargimento
di sangue nessun uomo può essere salvato». Pertanto per adattarti al tuo lavoro e assicurarti la salvezza,
dovrai, in aggiunta al tuo precedente giuramento di obbedienza al tuo ordine, e di lealtà al Papa,
ripetere dopo di me…” “Prometto e dichiaro che, quando si presenterà l’opportunità farò ed
intraprenderò implacabile guerra, segretamente o apertamente, contro tutti gli eretici, protestanti e
liberali così come indicatomi… di estirparli e sterminarli dall’intera terra; e che non risparmierò né
età né sesso né condizione, e che impiccherò, brucerò, devasterò, bollirò, stroncherò, strangolerò e
seppellirò vivi questi eretici infami, squarterò gli stomaci e i grembi delle loro donne e frantumerò
contro i muri le teste dei loro bambini, così da annichilire per sempre la loro razza esecrabile.” (Lui
scrive il suo proprio nome con la punta della daga intinta del suo proprio sangue preso dal suo cuore). Il
superiore recita altro ancora e alla fine dice: “Vai, pertanto, in tutto il mondo e prendi possesso di tutte le
terre nel nome del Papa. Chi non lo accetterà come vicario di Gesù e come il suo vice-reggente sulla
terra, lasciate che sia maledetto e sterminato” (“Jesuit Extreme Oath of Induction” ‘Estremo giuramento
gesuita di induzione’, dal 62° congresso, 3^ sessione, degli USA “House Calendar N° 397, register N°
1523, february 15, 1913, pp. 3215-1316”. Il giuramento è anche citato da Charles Didier nel suo libro
Roma sotterranea “New York, 1843”. Il Dr. Alberto Rivera scappò dall’ordine nel 1967, confermando
che la cerimonia il giuramento al quale lui prese parte sono identici a quello succitato).
( http://destatevi.org/la-cerimonia-di-induzione-e-il-giuramento-gesuita/ )

“segue” Il Sistema
È doveroso segnalare che l’11/02/2013 è il giorno in cui Benedetto XVI ha annunciato le proprie
dimissioni. Pochi giorni prima, il 04 febbraio, il Segretario di Stato del Vaticano, cardinale Tarcisio
Bertone, avrebbe informato Ratzinger del mandato di arresto nei suoi riguardi, emesso a seguito di un
processo e relativa sentenza di condanna a 15 anni di carcere emessa da un Tribunale della Common Law,
l’ITCCS (International Tribunal into Crimes of Church and State o Tribunale Internazionale per i Crimini
di Chiesa e Stato) con sede a Bruxelles, per un omicidio durante un rito satanico-pedofilo. Ratzinger è
davvero responsabile del crimine o è stato un espediente per spodestarlo? Ad oggi le accuse non sono mai
state confutate dalla Santa Sede, è però risaputo che è prassi diffusa, negli ambienti elitari, coinvolgere i
predestinati ad occupare cariche elevate del Sistema in fatti per i quali possano essere ricattabili vita
natural durante, così da essere più facilmente asserviti nel loro operare.
Testimonianza oculare dell’autunno 1987 in un castello francese “quando Ratzinger era cardinale”:
“Ho visto Joseph Ratzinger uccidere una bambina insieme al cardinale Bernard Jan Alfrink, arcivescovo
di Utrecht e Presidente del movimento Pax Christi, ‘scomparso nel 1987’, il principe Bernardo
“Bernhard Van Lippe-Biesterfeld”, uno dei fondatori del gruppo Bilderberg, ‘scomparso nel 2004’ e
altri”. Toos Nijenhuis d’Olanda è un altro teste che riporta episodi simili dell’agosto 1987. (
http://itccs.org/2013/10/28/i-saw-joseph-ratzinger-murder-a-little-girl-eyewitness-to-a-1987-ritual-
sacrifice-confirms-account-of-toos-nijenhuis-of-holland/ )
Inoltre:
Giovedì 1° agosto 2013, la Sezione Penale della Corte Internazionale di Giustizia della Legge Comune
(Bruxelles) ha emesso un mandato di cattura anche nei riguardi di Jorge Bergoglio (Papa Francesco I,
Pontefice della Chiesa di Roma), per i seguenti reati: cospirazione criminale e complicità nell’abuso e
traffico di fanciulli, incitando altri a commettere atti criminali e di tradimento e indebolendo e mettendo a
pericolo le Leggi e la Sicurezza Sovrana delle Nazioni nella sua posizione di capo di una nota
organizzazione Criminale Internazionale chiamata la Chiesa Cattolica Romana o la Chiesa di Roma. Il
Cardinal Tarcisio Bertone si è dimesso onde evitare che il suo possibile arresto, quando ancora in carica,
permettesse il sequestro di documenti compromettenti, legati al suo incarico, riferiti ai traffici pedofili
(Patti lateranensi). Il capo dei gesuiti Adolfo Panchon ha annunciato le proprie dimissioni nel maggio
2014 dopo che il Tribunale internazionale di Common Law di Giustizia a Bruxelles lo ha collegato alle
cerimonie del Nono Cerchio Satanico con Culto Sacrificale di Bambini. Nell’ultimo mese cinque giudici
hanno “esaminato numerosi testimoni oculari e documentazione archivistica vaticana che puntano
chiaramente il dito verso Panchon, Papa Francesco, l’ex Papa Ratzinger e l’arcivescovo di Canterbury
Justin Welby per lo stupro rituale e l’uccisione di bambini di recente, nel 2010″ secondo il bollettino dello
stesso mese del Tribunale internazionale sui crimini della Chiesa e dello Stato. ”Un ordine gesuita
chiamato il ‘Privilegio magisteriale’ datato 25 dic. 1967 relativo alla messa nera è stato fornito alla corte
da archivi vaticani. Il documento, si è detto, dovrebbe mostrare che ad ogni nuovo papa è stato richiesto
di partecipare al Nono Cerchio Satanico con Culto Sacrificale di Bambini appena nati, tra cui bere il loro
sangue. “Documenti vaticani indicano chiaramente che per secoli i gesuiti avevano un piano premeditato
per uccidere ritualmente neonati rapiti e poi consumare il loro sangue”, ha detto il procuratore capo del
tribunale. ”Il progetto è nato da una idea contorta allo scopo di ricavare energia spirituale dalla linfa vitale
degli innocenti, assicurando così stabilità politica al papato di Roma. Questi atti sembrano essere stati
eseguiti dalla Chiesa cattolica romana, dai gesuiti e da ogni Papa dal 1773 almeno”. “Le osservazioni del
Papa circa le messe nere sataniche sono il tipo più basso di insensibilità sadica” ha concordato Ruth
Leopold, un americano di 51 anni che sostiene di essere sopravvissuto ad una messa nera satanica
Cattolica con tortura.” I testimoni hanno fatto altri nomi dei membri del Nono, come il cardinale
Olandese cattolico Alfrink e il principe Bernhard dei Paesi Bassi; i Membri della famiglia reale
britannica, olandese e belga, tra cui la regina Elisabetta, il principe Filippo, la regina olandese Wilhemina,
la sua famiglia e il consorte re Hendrick; Papa Francesco, l’ex papa Ratzinger, arcivescovo di Canterbury
Justin Welby, due giudici dell’alta corte inglese, tra cui il giudice Fulford, un vescovo cattolico canadese
e ministri del governo di alto livello in Belgio e in Inghilterra. Il soldato inglese Vivian Cunningham è
rimasto drogato nell’ospedale di San Giorgio a Stafford Inghilterra (ph: +44 01785 257888), solo per aver
fatto domande sul mandato di cattura della regina Elisabetta per il rapimento di dieci nativi. Il cittadino
britannico David Compan e sua moglie sono stati avvicinati, drogati, arrestati e incarcerati nel Centro di
Salute Mentale London Park Royal per la pubblicazione di un mandato di arresto per la Regina Elisabetta
in una chiesa cattolica. Lo scorso ottobre a Kitchener, Ontario Canada Steve Finney stava cercando di
esporre il caso del 2013 culto del Nono Cerchio satanico su 50.000 bambini nativi scomparsi che
includevano accuse di sequestro per la regina Elisabetta. Finney è stato arrestato e tenuto in carcere per
tre giorni senza accuse. Proteste in tutto il mondo organizzate dai ITCCS sono apparse efficaci per il
rilascio di Finney e dei Compan. L’ex residente della scuola Kamloops, William Combes, e gli altri non
sono stati così fortunati. Il nativo canadese è stato portato al coma e poi è morto dopo una intervista
radiofonica del 2010, dove ha parlato di aver visto la regina Elisabetta e il Principe Filippo lasciare la
scuola con i suoi dieci amici e studenti di Kamloops. Il capo Louis Daniels, Harriet Nahanee, Jonny
Bingo Dawson e Ricky Lavillee sono anch’essi morti per cause misteriose prima di rilasciare la loro
testimonianza in programma per il processo internazionale del 2013 riguardante 50.000 bambini nativi
canadesi scomparsi.
( http://ununiverso.altervista.org/blog/il-capo-dei-gesuiti-si-dimette-dopo-essere-stato-incriminato-per-
sacrificio-di-bambini-in-messe-nere/ )
“segue” Il Sistema
Nelle immagini sotto sono riportate le due facce della moneta da 100 lire, emessa dallo stato Vaticano nel
1985. Come si può notare su quella di sinistra, in alto, si vede, in modo inequivocabile, un aeromobile che
rilascia una scia dietro di sé. Ora cosa ci sta a fare un dettaglio di questo genere su una moneta vaticana?
Lascio a voi ogni considerazione, senza per altro entrare ulteriormente in un argomento che oramai solo i
ciechi non possono vedere. Che si tratti di un argomento dibattuto non vi è dubbio, ma che si voglia
ignorarlo è un altro paio di maniche. Su internet c’è tanto di quel materiale disponibile, per giunta in veste
ufficiale, che non vale davvero la pena perderci ulteriore tempo, se non per evidenziare quanto sia sottile
la perversione in taluni ambienti, depravazione visibile sull’immagine successiva alle monete, indirizzata
al condizionamento delle menti giovanili, facendo passare per normale ciò che normale non è!

 
Moneta vaticana

Serie televisiva “Teletubbies”


La geo ingegneria clandestina, comunemente chiamata “scie chimiche”, è una realtà nefasta. Mi preme
ricordare solo alcuni dettagli, non di poco conto. Le operazioni clandestine di aerosol hanno avuto inizio
negli anni ’60 e sono andate aumentando, soprattutto in Europa, dall’inizio dell’ultimo secolo. Il progetto
è dovuto allo scienziato Edward Teller, inventore della bomba all’idrogeno, che prese spunto
dal Memorandum Groves del 1943 (intenzione USA di bombardare gli allora nemici, Italia, Germania e
Giappone con sostanze chimiche), per fini economici e di spopolamento. Teller fu direttore emerito
del Lawrence Livermore National Laboratory, dove furono elaborati i piani per le armi nucleari,
biologiche e ad energia diretta. Nell’agosto 1997 Teller avviò un programma in Italia, in un convegno
svoltosi ad Erice con l’appoggio di Antonino Zichichi, che prevedeva l’uso dell’aviazione civile per
diffondere in atmosfera milioni di tonnellate di metalli elettro conduttivi, ufficialmente per ridurre il
riscaldamento globale. Teller suggerì anche che l’aviazione militare potesse essere usata per irrorare a
bassa quota sostanze gassose tossiche. Nel 2001, ci fu l’accordo U.S.A.-Italia, intitolato “Piano dettaglio
accordo Italia U.S.A. sul clima”, riferito al fantomatico “riscaldamento globale”. Si trattò di accordi
internazionali, diretti a formulare una scusante per i mutamenti climatici che tali operazioni avrebbero
causato. Il 19 luglio 2001 durante il “G8” di Genova, il capo di governo USA George W. Bush e per
dell’Italia Silvio Berlusconi firmarono un accordo segreto sulla modificazione climatica. Nel 2003 l’allora
ministro della difesa, Antonio Martino, autorizzò l’USAF a sorvolare lo spazio aereo italiano per
permettere le irrorazioni, ponendo in atto l’accordo tra i Governi.

Emissione radio ad alta frequenza


L’immagine satellitare (trasmessa il 26 Marzo 2013 da un satellite della NASA) sopra riportata dimostra
il connubio tra il sistema H.A.A.R.P., acronimo di High Frequency Active Auroral Research Program e le
Irrorazioni Chimiche. Nello specifico è evidente come l’emissione di alte potenze in atmosfera possa
arrivare a modificare il clima in determinate aree del pianeta causando terremoti, tsunami, alluvioni,
siccità, ecc. Nell’immagine che segue si possono identificare con facilità gli archi di risonanza formati
dalle emissioni radio, originate dalla stazione “meteorologica” dell’Isola di Marion nelle isole Prince
Edward, nell’Oceano Indiano. Nell’immagine attigua è possibile notare un’altra tipologia di nubi,
denominate “mammatus”, rare in natura ma sempre più presenti sui nostri cieli, soprattutto dopo il
passaggio insistente di aerei irroranti, che causano, generalmente, forti perturbazioni caratterizzate o
dall’assenza di precipitazioni o, al contrario, dalla caduta di grossi “chicchi di grandine”, anche del
diametro di alcuni centimetri, piuttosto rari in natura alle nostre latitudini. La foto di destra è stata scattata
a Piedimonte Matese (CE), Domenica 07 Giugno 2015.
     
Effetti atmosferici delle emissioni radio     Conformazione nuvolosa “Mammatus”
Anche la Massoneria Ebraico-Sionista non scherza in fatto di potere e controllo delle masse. Nella foto
seguente è possibile notare come tale confraternita abbia affondato gli artigli nel sistema politico italiano,
palesandolo spudoratamente ma altrettanto raffinatamente, attraverso l’inserimento, a seguito di
ristrutturazione della pavimentazione, dell’immagine sacra della Menorah ebraica (lampada ad olio a
sette bracci che nell’antichità veniva accesa all’interno del Tempio di Gerusalemme e che rappresenta i
sette pianeti, visibili ad occhio nudo, del sistema solare), le cui fiammelle bruciano all’interno di
Montecitorio, sede del Parlamento italiano, in segno di potere e controllo su di esso.

Montecitorio (sede del Parlamento italiano)

“segue” Il Sistema
Un altro monumento massonico caratteristico, abbastanza inquietante, è quello, in granito, che sorge nella
contea di Elbert, in Georgia (USA), denominato Georgia Guidestones, alto circa sei metri con un peso di
poco più di cento tonnellate, formato da quattro lastre disposte verticalmente a forma di X, sui quali
vertici poggia una lastra rettangolare a completamento, sorretta da un quinto pilastro centrale. Su
quest’ultimo sono presenti due particolari, il primo riguarda un foro in direzione della Stella Polare, il
secondo, più in basso, riguarda una fessura allineata con i solstizi e gli equinozi solari. Sulla sommità c’è
anche una piccola fessura di ventidue millimetri di spessore che consente il passaggio di un raggio di luce
che permette di individuare esattamente il giorno dell’anno. Pare che il monumento sia stato voluto e
creato dagli appartenenti al N.W.O. “Nuovo Ordine Mondiale”. Nel giugno del 1979 un tale con lo
pseudonimo di R.C. Christian, incaricò la ditta Elberton Granite Finishing Company per la realizzazione
della struttura. Qualcuno ha ipotizzato che lo pseudonimo possa riferirsi al fondatore del rosa
crocianesimo, Christian Rosenkreuz, del XIV secolo. Il monumento fu inaugurato il 22 marzo 1980,
alcune fonti riferiscono alla presenza di 100 persone, altre alla presenza di 400. Nel megalito sono incise
dieci regole in otto lingue moderne (inglese, spagnolo, ebraico, arabo, cinese, russo, swahili, hindi), dove
la prima recita testualmente: “Mantenete l’umanità sotto i 500 milioni, in equilibrio perpetuo con la
natura”. È curioso notare che a 26 (tale numero rappresenta l’ambizione, il successo, le scalate sociali,
le raccomandazioni, le aspirazioni di carriera. Rappresenta inoltre il numero del successo riferito
all’inventiva, alla genialità, all’arte oratoria, ai sistemi vittoriosi e ai successi compiuti) anni di distanza,
nella stessa data del 22 marzo 2016, a Bruxelles, due attentati sconvolgono gli abitanti della cittadina.

  
               Georgia Guidestones                                               1^ regola
Il sistema verticistico di controllo globale, indirizzato a divenire il Nuovo Ordine Mondiale, ha
organizzato il suo dominio dividendo la fetta della torta tra tre poteri forti a lui sottoposti. In posizione
centrale, quale garante e arbitro delle dispute c’è il Priorato di Sion. Il primo potere è quello dell’Ordine
Militare Gesuita, che si occupa di armi e farmaci, in seconda posizione c’è il B’nai B’rith (organizzazione
massonica ebraica internazionale), che si occupa di finanza e cultura e infine gli Ismaeliti, che si
occupano di nafta e oppio.
Pur di mantenere il potere nelle proprie mani, il vertice di controllo e i suoi adepti appartenenti ad una
massoneria oramai decadente, sono disposti a tutto. Una delle pratiche più diffuse tra costoro è quella dei
riti satanici, durante i quali si è soliti praticare varie nefandezze quali, l’omicidio, lo stupro, l’incesto, la
violenza corporale, l’ematofagia e il cannibalismo (bere e mangiare sangue e carne umana). La
predilezione dei bambini in questi rituali è data dal fatto che la loro purezza incrementa notevolmente le
energie e quindi il potere dei praticanti. Nel primo semestre del 2013, solo in Italia, sono ufficialmente
scomparsi 728 bambini minori. Le cifre sono andate gradualmente aumentando negli ultimi anni, man
mano che il potere si è reso conto che il proprio controllo è in lento declino. Questo è anche il motivo per
cui adottano strategie di sempre maggiore terrore e violenza nel mondo, al fine di tenere l’Umanità in una
condizione vibrazionale bassa, alimento di cui si nutrono, pena la loro dipartita, trattandosi si umanoidi
extra dimensionali. Dal secondo semestre del 2013 il sito della Polizia di Stato italiana ha occultato la
pagina relativa al fenomeno, non permettendo più, se non attraverso altri canali, la conoscenza dei dati
veritieri. In realtà il numero degli scomparsi è molto maggiore rispetto a quello dichiarato ufficialmente
perché non tiene conto di tutti quei bambini che giungono in Italia clandestinamente e che allo stesso
modo scompaiono. La loro fine spesso è dovuta, oltre che per i riti satanici, ai misfatti relativi alla
pedofilia e al traffico d’organi. Gli autori di questi delitti non sono certo gli individui che incrociamo ogni
giorno per la strada, il calzolaio, il fruttivendolo, l’idraulico, ecc., ma i colletti bianchi, gli insospettabili.
Un altro modo adottato dal sistema per diffondere il terrore è attuato attraverso la creazione di veri e
propri kamikaze, da far esplodere all’occorrenza o da usare come attentatori, addestrati tramite tecniche di
controllo mentale, soprattutto verso individui selezionati per le proprie fragilità psicologiche, spesso
provenienti da settori militari o da famiglie con particolari predisposizioni o ancora, appartenenti a
specifiche confraternite. Uno dei casi più famosi è quello della statunitense Cathy O’Brien, ma anche in
Italia il fenomeno è diffusissimo ed è stato ampiamente approfondito dal magistrato Paolo Ferraro e
dall’Avv. Paolo Franceschetti. La pratica del terrore è attuata al fine di giustificare, agli occhi della
popolazione, la sempre più presente militarizzazione del territorio (Azione-Reazione-Soluzione).

“segue” Il Sistema
Il generale convincimento della stragrande maggioranza delle persone è che le Forze dell’Ordine siano
predisposte a garantire la sicurezza dei cittadini, ma così non è. In realtà questi organismi sono stati creati
per il controllo della popolazione e per l’imposizione dell’ordine costituito, per quanto sapientemente
camuffate. In Italia, per esempio, tutti i Corpi di Polizia sono stati creati dalla famiglia massonica
banditesca dei Savoia. Non a caso sono anche chiamate “Fiamme” (Fiamme oro = Polizia, Fiamme
argento = Carabinieri, Fiamme gialle “giallo oro” = Finanza). La Fiamma è riferita a quella di Prometeo,
si tratta di simbologie esoterico-massoniche, il cui scopo è tutto tranne che difendere i cittadini. Semmai,
la famiglia reale pensò bene di circondarsi di persone fidate per difendere i propri sporchi interessi, e da
allora nulla è cambiato. Guarda caso la fiamma è presente proprio nei berretti degli appartenenti alle
suddette strutture, in corrispondenza della ghiandola pineale, praticamente all’altezza della fronte, a
indicare il predominio su ogni singolo individuo sottoposto al sistema piramidale. Lo scopo sottile è
quindi quello di possederne il completo controllo. Non è un caso che i generali, collusi e massoni, anziché
la fiamma, indossano l’aquila, altro simbolo esoterico, rappresentante il potere, la condizione sopraelevata
sugli altri, il controllo. L’aquila è infatti l’uccello che vola più in alto, metaforicamente la più vicina a
Dio, ed è dotata di ottima vista quindi, nella condizione di vedere e controllare tutto ciò che risulta al di
sotto.

Lutwaffe (Wehrmacht)    

     
Generale dei Carabinieri
Notate delle sostanziali differenze nei berretti sopra illustrati? Nessuna!
Man mano che si sale nella scala piramidale, per brama di potere, si assimilano sempre maggiori
informazioni occulte. La massa dormiente dei sottoposti, burattini, sono solo carne da macello, come tutti
gli altri, se non peggio, le persone ideali per servire il sistema, dove chi viene agevolato nella carriera è il
perfetto leccapiedi o raccomandato. A tal riguardo mi preme portare in evidenza, ma non sono l’unico a
farlo, alcuni fatti raccapriccianti che, nonostante il silenzio degli organi d’informazione al soldo del
sistema, accadono nel nostro bel Paese. Mi riferisco agli omicidi sacrificali, giusto per aprire gli occhi
anche a coloro che, oramai indegnamente, indossano una divisa (divisa = dividere e imperare o uniforme
= uniformare, appiattire).
Nelle due foto che seguono sono presenti due appartenenti all’Arma dei Carabinieri che, a mio giudizio
(N.d.A. non sono l’unico a pensarla così), sono stati sacrificati per uno scopo macabro, così come anche
altri. Sulla foto che segue, sul lato destro, è raffigurata Racciatti Claudia, tenete dei Carabinieri, sull’altra
foto Luis Miguel Chiasso, carabiniere scelto. Entrambi morti, in caserma, in circostanze sospette,
ufficialmente suicidi. Analizziamo i dettagli. La Racciatti comparve sul calendario dell’Arma nel mese di
Ottobre del 2010. Alla morte aveva 29 anni, le iniziali del suo nome sono R e C che richiama la
massoneria Rosacrociana o dei Rosa Croce (quella che generalmente, pare, s’incarica dei lavori
“sporchi”, e che lascia sempre la propria firma attraverso il simbolo di una o più rose rosse nel luogo
dove agisce). Guarda caso, il trattato di Velsen, con cui nasce Eurogendfor, la polizia Europea, è
dell’ottobre 2007 e viene ratificato in Italia il 14 maggio 2010. Ottobre è quindi il riferimento coincidente
tra il suddetto trattato e quello di apparizione sul calendario del tenente. Il carabiniere Luis Miguel
Chiasso muore il 25.11.2014. Questo giorno è il 330° dell’anno, e siccome lo zero non ha valore, rimane
valido il 33 che risulta coincidere con il numero dei gradi massonici. Curioso anche notare che le iniziali
del suo nome richiamano quelle di una malattia, la Leucemia Mieloide Cronica (LMC), dai sintomi
davvero particolari: “condizione clinica patologica determinata dalla proliferazione monoclonale
incontrollata di una sola cellula multi potente colpita dall’evento leucemogeno …” Subito dopo la sua
scomparsa, sul suo profilo Facebook, era visibile una foto, che lo ritraeva, sulla quale, in un angolo, erano
presenti cinque rose rosse. Un altro suicidio sospetto riguarda un carabiniere di 43 anni, il 14 maggio
2010, a Viterbo, nel quartiere Santa Barbara. Santa Barbara è la protettrice di alcuni corpi militari, ma il
14 maggio coincide con la data in cui è stata promulgata la legge di ratifica del trattato di Velsen che
istituisce l’Eurogendfor. 4+3=7 e 4×3=12. Il 7 e il 12 sono i maggiori Numeri Biblici, rappresentazione
dell’assoluto, rispettivamente, sul piano materiale e spirituale (non a caso la scala musicale è composta
da 7 note, ma anche da 5 semitoni per un totale di 12, corrispondenti ai due piani vibrazionali). Ma non è
finita! a Firenze, città massonica per eccellenza, tra “Venerdì 17” e Sabato 18 Febbraio 2017, all’interno
della Scuola allievi marescialli carabinieri, un giovane di 22 anni “si spara” alla testa e muore giorni dopo
al suo ricovero in ospedale. La tumulazione avviene il giorno 22 dello stesso mese. Otteniamo per la terza
volta il numero 22 sommando i numeri che compongono la data del decesso, il giorno 19. Ventidue
risultano essere le lettere dell’alfabeto ebraico, ma sono anche i libri dell’antico testamento, secondo la
tradizione ebraica. Tale numero rappresenta anche gli elementi che l’onnipotente manifestò durante i sei
giorni della creazione. Ma il dato più raccapricciante è fornito dal nome del giovane, Michele Sanna.
Anagrammando il nome otteniamo San Michele, ossia colui che, nel mito, difese Dio da Lucifero. Queste
morti hanno tutta l’aria, per quanto possa risultare incredibile, di essere riti propiziatori per lo sviluppo di
Eurogendfor.

Racciatti Claudia
Luis Miguel Chiasso Michele Sanna 

“segue” Il Sistema
L’ultimo regalino che il sistema ci ha donato e che ogni giorno abbiamo sotto i nostri occhi, attraverso la
finta emigrazione, è il famigerato piano Kalergi, col quale stanno riempendo questo Paese di una
moltitudine di genti di colore, buona parte rilasciata dalle proprie patrie galere e comunque che tutto
fanno tranne scappare da guerre inesistenti. Già nel lontano 1991, il famoso sensitivo torinese Gustavo
Rol, aveva previsto che l’Italia, nel 2020, sarebbe stata abitata dal 60% di individui di colore. Di questo
passo, considerata l’incessante affluenza quotidiana, arriveremo sicuramente a raggiungere tale
percentuale, grazie alla compiacenza delle ex Istituzioni corrotte sino al midollo. Cosa si nasconde dietro
questo scellerato piano? Il famoso globalista, di origini ebree, George Soros, il cui cognome originario è
in realtà Schwartz, uno dei principali fautori dell’attuale crisi economica e dell’invasione programmata e
gestita dei flussi migratori africani in Europa, con l’ausilio della CIA e nono solo! Il piano Kalergi deriva
dall’omonimo fondatore dell’Unione Europea Richard Coudenhove-Kalergi. In suo onore è stato istituito
un premio biennale (Coudenhove-Kalergi) assegnato, tra gli altri, guarda caso, nel 2010 ad Angela
Merkel (attuale Cancelliere federale della Germania, partecipante all’incontro Bildberg del maggio
2005 e subito dopo eletta in Settembre) e nel 2012 a Herman Van Rompuy (presidente del Consiglio
europeo dal 2009 al 2014), che si sono distinti per il loro sostegno al programma. Kalergi è stato il
fondatore nel 1922, a Vienna, del movimento “Paneuropa”, volto a instaurare un unico Governo Mondiale
con controllo statunitense. Egli stesso, nel suo libro “Praktischer Idealismus”, asserisce che gli abitanti dei
futuri “Stati Uniti d’Europa” non saranno più i popoli originali del Vecchio continente, ma una specie
inferiore, quasi bestiale, ottenuta dalla mescolanza razziale. Lo scopo del piano è quindi quello di
incrociare le razze europee autoctone con quelle asiatiche e africane, così da creare un gregge multietnico
senza qualità perché spogliato delle proprie origini, facilmente dominabile dall’élite al potere “L’uomo
del futuro sarà di sangue misto. La razza futura eurasiatica-negroide, estremamente simile agli antichi
egiziani, sostituirà la molteplicità dei popoli, con una molteplicità di personalità”.
Vediamo ora quali sono gli altri punti del programma globalizzante del N.W.O. che attendono l’Umanità,
per buona parte già da tempo operativi, esposti nel 1969 dal Dr. Richard Day, direttore del Dipartimento
di Pediatria presso l’Università di Pittsburgh, in occasione di una riunione coi suoi colleghi, riguardante i
piani di massa per il controllo della popolazione. La testimonianza fu resa nel 1989 dal Dr. Lawrence A.
Dunegan, pediatra americano.
Le ragazze saranno dissuase dal giocare con le bambole in modo da non pensare ai neonati. Saranno
invece incoraggiate ad uscire sul campo da calcio. Le armi saranno quasi del tutto eliminate. Nel 1969 già
avrebbero potuto curare oltre il 98% di tutti i tumori; avevano (ed hanno) le cure presso l’Istituto
Rockefeller, ma non furono rilasciate perché c’erano troppe persone sulla Terra … sarebbero dovuti
morire di qualcosa. L’omosessualità sarà incoraggiata. Le famiglie potranno diminuire di importanza. Le
persone sarebbero incoraggiate a vivere da sole. L’eutanasia sarà incoraggiata. Le nascite saranno
rigorosamente controllate e non si potrà semplicemente avere figli perché li si vuole. Le persone
“stupide” non mangeranno correttamente in modo che moriranno molto prima. L’assistenza sanitaria sarà
così costosa che sarà necessario disporre di una assicurazione. Limitare l’accesso alle cure mediche a
prezzi non accessibili renderà più facile l’eliminazione degli anziani. La difficoltà nel trattare e
diagnosticare le malattie diventerà un mezzo per controllare la popolazione. L’intrattenimento verrà
utilizzato per modificare e programmare principalmente i giovani. Saranno prodotti e poi venduti nei
negozi di alimentari, pasti interi. I cibi pronti saranno resi malsani, così chi sarà troppo pigro per cucinare
i propri pasti morirà prima. Indurre attacchi di cuore come mezzo assassino. Essi hanno fondato tutte le
religioni, ma il cristianesimo sarà sopra tutte le altre! Una volta che la Chiesa cattolica romana sarà
abbattuta si creerà una nuova religione. Essi cambieranno la Bibbia nel tempo! Il sistema educativo sarà
ristrutturato come strumento d’indottrinamento. I bambini potranno passare più tempo a scuola, ma non
impareranno nulla. I bambini dovranno specializzarsi durante le prime fasi della loro educazione e
cambiare i loro piani, poi, sarà molto difficile. Sarà richiesto un ID identificativo a tutti. Essi
impianteranno l’ID all’interno della pelle in modo che nessuno potesse dire di averlo perso. Essi
controlleranno chi ha accesso alle informazioni. Alcuni libri semplicemente scompariranno. Sarà
incoraggiato il consumo di stupefacenti in modo da favorire la formazione di un ambiente tipo ‘Jungle’.
Intanto aumenteranno drasticamente i controlli della polizia per incarcerare le persone per droga. Il cibo
sarà strettamente controllato e alla gente non sarà consentito di coltivare il proprio. Sarà disponibile solo
la quantità di cibo necessario, ma la coltivazione sarà un’attività criminale. Essi non vogliono che
nessuno, fuori dal sistema, sia in grado di sostenersi. All’inizio i viaggi saranno più economici per
incoraggiare le persone a diffondere le proprie famiglie, ma poi diventeranno molto costosi così solo
poche persone potranno permetterseli. L’aumento del crimine sarà un modo per controllare la società.
Saranno costruiti sempre più carceri. L’Occidente perderà la sua base manifatturiera a favore di altri
paesi. Lo sport sarà usato come strumento per il cambiamento sociale oltre che per controllare la
popolazione. Il calcio diventerà un gioco globale. Sesso e violenza saranno programmati attraverso
l’intrattenimento. Tutti i televisori avranno telecamere segrete che guarderanno qualunque cosa succeda
nella stanza. S’impianteranno ID a tutti. Già controllano il meteo. Niente pioggia nelle zone che si
vogliono portare sotto il loro controllo. Ci sono sempre due ragioni per tutte le loro azioni. La ragione
pubblica che danno a tutti e la vera ragione. La gente non porrà le domande giuste: sono troppo fiduciosi.
La ricerca scientifica sarà falsificata per spingere i loro ordini del giorno. Il terrorismo sarà utilizzato per
controllare le persone. La casa di proprietà sarà una cosa del passato. Il nuovo sistema sarà portato con
mezzi pacifici, se possibile, altrimenti si porteranno i paesi sull’orlo di una guerra nucleare. La gente
dovrà rinunciare alla propria sovranità nazionale per mantenere la pace. Se troppe persone si opporranno
ai loro piani, potrebbe esserci la necessità di utilizzare una, due o più armi nucleari per dimostrare
che ‘facciamo sul serio’. La guerra è stata giustificata come un modo per controllare la popolazione.
Erano felici che la guerra mondiale aveva ucciso milioni di persone così non potevano continuare ad
avere bambini. L’inflazione è uno strumento di controllo. Il denaro sarebbe stato trasformato in credito. Il
contante sarà abolito. Tutto sarà eseguito elettronicamente. Infine si disporrà di un sistema bancario
unico, che potrebbe apparire come formato da diverse banche. Tutti gli acquisti saranno monitorati. La
ricchezza nelle mani del popolo non è buona cosa per quelli in carica. Non si potrà accumulare ricchezza.
Il credito sarà incoraggiato così le persone s’indebiteranno e finiranno nei guai. S’inizierà avendo solo
una carta di credito; successivamente sarà impiantato un ID sotto pelle, nella mano destra o sulla fronte.
Ci è stato detto di non preoccuparsi di ciò che la Bibbia dice su questo, perché questo era proprio il posto
più logico per l’impianto. Gli impianti saranno utilizzati anche per la sorveglianza. Ogni cittadino potrà
essere identificato attraverso il proprio segnale. Alle persone sarà assegnato dove vivere e saranno
costrette a vivere non con i membri della propria famiglia. Ecco perché il censimento chiede quante
camere da letto si hanno in casa. Mentre starete guardando la televisione, qualcuno starà guardando voi in
un monitor nella stazione centrale. La TV potrà essere spenta ma ancora sotto controllo. Potranno sapere
cosa state guardando e come state reagendo a quello che verrà trasmesso. Le persone che già posseggono
casa saranno autorizzati a tenerla, ma i giovani non saranno mai in grado di permettersi una casa. Il costo
delle case non scenderà mai, anche con tutte le case vuote. Devono diventare tutti affittuari. Quando il
nuovo sistema arriverà, saranno tutti tenuti a firmare un legame con lo stesso. Non ci sarà spazio per le
persone che non firmeranno la loro fedeltà al nuovo sistema. Saranno segretamente portati in luoghi
speciali dove non vivranno molto a lungo. La gente semplicemente scomparirà in modo da non diventare
dei martiri. Il nuovo sistema arriverà in un weekend d’inverno; di Lunedi. Ognuno avrà meno tempo
libero dopo che il nuovo sistema sarà entrato in vigore, in modo, che non si riuscirà a capire cosa starà
succedendo.
( http://www.menphis75.com/nuovo_ordine_mondiale.htm )
A proposito del punto inerente il microchip, la situazione è già in stato avanzato anche in Europa, e in
continua accelerazione. Per esempio, nel Gennaio 2015 è comparsa pubblicamente la notizia che La
società Epicenter di Stoccolma ha impiantato il chip della svedese BioNyfiken, ai propri dipendenti.
Cap. VI – L’UCC
L’UCC “Uniform Commercial Code” (Codice Commerciale Uniformato) è un insieme di Norme, istituito
al fine di regolare tutte le transazioni commerciali internazionali e che si rivolge, indifferentemente, agli
Stati-Corporazioni, alle Aziende e a qualsiasi altra entità giuridica. L’UCC prevede che tutte queste realtà
siano registrate alla SEC (Security Exchange Commission) di Washington D.C.
Lo Uniform Commercial Code (UCC), pubblicato la prima volta nel 1952, fa parte di una serie di
normative che sono state promulgate con l’obiettivo di armonizzare le norme inerenti le operazioni
commerciali internazionali, inizialmente negli USA e successivamente in quasi tutto il Mondo. Le norme
UCC si rivolgono sia alle operazioni su beni mobili sia su beni immobili. Altri obiettivi riguardano la
modernizzazione del diritto contrattuale e per consentire deroghe al Diritto Comune dei contratti tra i
commercianti. L’UCC è il più lungo ed elaborato tra gli atti uniformi. Il Codice è stato un progetto
congiunto, a lungo termine, della Conferenza Nazionale dei Commissari delle Legislazioni degli Stati
Uniformati (NCCUSL) e del Law Institute (ALI). La la stesura della sua prima versione è iniziata nel
1942. Il giudice Herbert F. Goodrich è stato il Presidente del Consiglio Editoriale dell’edizione originale
del 1952. Il Codice è stato redatto da alcuni dei massimi studiosi di legge negli Stati Uniti. Svariate
revisioni sono state apportate al Codice sino al 1999. Il Codice, non è di per sé legge, ma solo un insieme
di raccomandazioni delle norme che dovrebbero essere adottate tra gli Stati. Una volta ratificato da uno
stato, il Codice diviene legge operante nel territorio dello stesso. Alcuni stati hanno apportato modifiche
strutturali al Codice per potersi conformare alle usanze locali. Talune parti dell’UCC sono state molto
influenti fuori degli Stati Uniti. L’articolo 2 ha avuto una certa influenza sulla stesura della Convenzione
delle Nazioni Unite sui contratti di vendita internazionale delle merci (CISG). L’articolo 5, che regola le
lettere di credito, è stato influente nella finanza del commercio internazionale, semplicemente perché, in
quel modo, tante grandi istituzioni finanziare operano a New York.
L’Uniform Commercial Code (UCC) è la “bibbia” del commercio internazionale ed è utilizzato in tutto il
Mondo, ma a volte sotto mentite spoglie. Il codice UCC non viene insegnato nemmeno nelle Accademie
di Diritto, ma è usato nelle questioni di alta finanza e negli ambienti delle corporazioni governative. Di
conseguenza la maggior parte dei giuristi, degli avvocati e dei magistrati NON SANNO NULLA DI UCC
e continueranno a sostenere che esso non trovi alcuna applicazione. Consultare i seguenti documenti per
approfondire:
1. «Ordine Esecutivo 13037 datato 4 Marzo 1997 “L’ESSERE UMANO” definito come
“CAPITALE”»;
2. UCC Doc # 0000000181425776 depositato il 12 agosto 2011 che fa riferimento a cittadini degli
Stati Uniti come patrimonio immobiliare: “(Omissis) … VERI UOMINI CON BRACCIA E
GAMBE”. Prestare attenzione particolare alla somma di $14,3 Quadrilioni, (miliardi di miliardi di
miliardi di miliardi) registrata in transazione tra la Federal Reserve System e Gli Stati Uniti –
Dipartimento del Tesoro 1789 -;
3. UCC Doc # 2001059388 evidenzia il modello della Federal Reserve Bank di New York utilizzato
per rendere certi i fondi collaterali in tutto il Mondo, compresi i relativi certificati di assicurazione,
ivi comprese le polizze, i beni e i nascituri, definiti “CUCCIOLI di ANIMALE”;
4. Coloro che considerano il codice UCC come IRRILEVANTE AL DI FUORI DEGLI STATI
UNITI, così facendo affermano che le pregresse modalità di finanziamento nel rapporto con la
Federal Reserve Bank di New York sono di fatto nulle e prive di valenza.

Cap. VII – Il OPPT


Tre intrepidi avvocati statunitensi “Heather Ann Tucci-Jarraf, Caleb Paul Skinner, Hollis Randall
Hillnerr”, alcuni anni orsono, analizzarono se gli iscritti all’UCC rispettavano le leggi commerciali
stabilite dal Codice, scoprendo che nessuno, né stati, né banche, né multinazionali, ecc. lo facevano,
piuttosto, trasgredendole, rendevano schiavi tutti gli Essere Umani, permettendo l’arricchimento
smisurato di una ristretta cerchia elitaria. Con grande lavoro e dedizione, i tre avvocati, seguendo i
protocolli UCC, misero legalmente in mora tutte le entità giuridiche inadempienti, sotto sequestro e
pignoramento tutti i loro beni e le ricchezze, a nome dell’Unico Popolo di questo Pianeta e del suo Libero
Arbitrio. Ricchezze terrene che il Creatore ha donato all’Umanità, gratuitamente! Di conseguenza, ogni
Individuo di questo Globo terracqueo è stato liberato dalla condizione di schiavitù e fa ora parte
dell’Unico Popolo, e OPPT (One People’s Public Trust) ha in custodia il suo sette-miliardesimo di
ricchezze che gli appartengono e che devono essere redistribuite, attraverso opportune procedure
amministrative.
L’azione OPPT ha un risvolto di altissimo valore spirituale, che per essere compreso abbisogna
sicuramente di un livello di consapevolezza non indifferente e poco comune. Gli innovativi risvolti
apportati da tale procedura spaziano in più settori, giuridico, economico, sociale, legislativo, ecc. Il
deposito dei primi atti risale al dicembre 2012 e le prime pubblicazioni informatiche si sono avute ai
primi del febbraio 2013, dalle quali si può evincere la vastità e la forza legale ed energetica di tali
strumenti vincenti sull’intero sistema commerciale e finanziario mondiale, per mezzo dei quali è stata
sconfitta la “Matrice” dello stesso, l’UCC (Uniform Commercial Code), rivoltandone gli effetti a favore
dell’intera Umanità. Se, quindi, prima di allora, ogni transazione si richiamava all’UCC per “legittimare”
le sue azioni economico-finanziarie-commerciali-politiche, ora, lo stesso Istituto, attraverso le azioni
legali di messa in mora e pignoramento avviate da One People’s Public’s Trust (OPPT), è stato
intrappolato dalle sue stesse normative, precedentemente violate da banche, trust pubblici e privati e
Governi di tutto il Mondo. Cosa significa tutto ciò? Comporta, ad esempio, che ogni debito verso banche,
finanziarie, Equitalia, Stato, Comuni, ecc. è dissolto in quanto gli enti in questione sono stati “pignorati” e
delegittimati nel loro agire a causa del loro operato in difformità della Legge Primaria (UCC) che li
regolarizzava.
Il Trust o fondo fiduciario di One People’s Public Trust (OPPT), con l’azione legale di deposito, ha
annunciato la chiusura del sistema bancario mondiale e dei “Governi” dal 25 dicembre 2012, azione
derivante dagli accertamenti sull’operante sistema fraudolento globale:
OPPT ha “De Jure” = “Di Diritto” pignorato il sistema di schiavitù “De Facto” = “Nei Fatti” continua
ad operare perché alimentato dalla stragrande parte della Popolazione inconsapevole”, di conseguenza,
“la gerarchia di controllo è stata liquidata. Nessuno, più, si frappone tra l’Individuo e il tuo Creatore,
nemmeno il Governo”. I vertici sanno bene tutto ciò ma lo ignorano per mantenere la propria posizione di
predominio e agiatezza. Da notare che in inglese governo si scrive government “govern-ment” o governo
della mente.
Come già accennato, ogni Stato e quindi ogni Governo è registrato presso la S.E.C. (US Securities and
Exchange Commission o Commissione per i Titoli e gli Scambi) all’interno del suo relativo Database
identificato con l’acronimo Edgar. Ogni documento di bilancio, ogni determinazione fiscale ogni
cartolarizzazione di beni mobili ed immobili, l’elenco completo delle industrie strategiche, gli istituti
finanziari, le banche nazionali e le emissioni/cessioni di titoli dello Stato sono regolarmente inserite in
carta intestata, recante lo “stellone” della Repubblica italiana, a firma dei più alti titolari di Stato e titolari
di dicasteri.
Alcuni cittadini americani, in possesso del numero originale di registrazione anagrafica del loro atto di
nascita, inserendolo in un database che raccoglie gli Assets (Attività) di tutti i maggiori gruppi finanziari
americani, sono riusciti a trovare il loro nome e cognome e tutti i loro dati anagrafici, indirizzo compreso,
inseriti all’interno dell’elenco delle “proprietà” di queste banche. Purtroppo per noi italiani la cosa è
preclusa, dato che l’anagrafe centrale, se si fa richiesta di un estratto di un certificato di nascita completo,
lo fornisce privo del numero di protocollo originale (ne assegna uno diverso).
«Si può immaginare adesso una Vita senza limitazioni di sorta … e la responsabilità che da essa deriva.
Tutto questo perché, per merito di un ordine esecutivo di CESSARE E DESISTERE “Cease and Desist”
si è ora LIBERI di STABILIRE TERMINI E CONDIZIONI ALLE PERSONE CHE AGISCONO PER
CONTO DI UNA BANCA PIGNORATA O DI UN GOVERNO, mediante l’emissione di una “Notifica
di Cortesia”».
In pratica l’OPPT ha dimostrato pubblicamente che tutte le banche e i Governi del mondo, sulla base dei
documenti e pratiche ingannevoli in suo possesso, sottraggono denaro alle persone da sempre e,
ristabilendo con certezza in base alla Common Law che tra il Creatore e ciascuna delle sue Creature nulla
si frappone (si fa preciso riferimento al XIII emendamento della Costituzione americana, recentemente
ripristinato nel suo testo originale integrale del 1776), ha dato la possibilità, come previsto dallo stesso
ordinamento legislativo della Common Law, di confutare entrambe queste sue affermazioni. Banche e
Governi non hanno confutato nulla!
Secondo OPPT tutti gli esseri ora agiscono in qualità di individui, senza una rete di sicurezza aziendale e
in piena responsabilità personale per OGNI LORO AZIONE sottoposta al sistema giuridico della
COMMON LAW, TUTELATA E MANTENUTA OPERATIVA DALL’ATTO DI ORDINE
PUBBLICO UCC N° 1-103 e dalla Legge Universale, quella che regola ed è prevista nei documenti
OPPT depositati presso l’UCC.
«Qualora un qualsiasi individuo perseveri nel perseguire eventuali azioni per conto di una Banca
pignorata o di “governo” pignorato, causando ad un altro e qualsiasi individuo ogni danno ipotizzabile
come qui descritto, egli è, a titolo personale e senza alcuna pregiudiziale, assolutamente responsabile dei
suoi atti». Tali azioni possono comportare la ricezione (da parte di chi persevera in questi comportamenti
illeciti) di un Notifica di Cortesia a loro nome. Detta Notifica di Cortesia contiene le informazioni di
questa circolare e offre termini e condizioni per eventuali rapporti futuri.
«Considerando che le banche e i “governi” (insieme a tutti gli apparati ad essi connessi) sono stati
pignorati in tutto il Mondo, atti, statuti, codici, tribunali, ordini esecutivi, ecc. sono stati allo stesso modo
PIGNORATI, quindi, in assenza di un contratto legalmente vincolante “da persona a persona” (contratto
Peer to Peer), non esiste ALCUN CAVILLO PER COSTRINGERE L’INDIVIDUO
ALL’OSSERVANZA DEI TERMINI CONTRATTUALI. La Notifica di Cortesia offre nuovi termini di
accordo a qualsiasi individuo appartenente ad un ente ai fini della sua accettazione e lo stesso metodo di
sottoscrizione è chiaramente definito. Le persone stanno scaricando e spedendo questa Notifica di
Cortesia in tutto il Mondo: 64.000 downloads solo nei primi due giorni dopo il rilascio, all’inizio del
febbraio 2013».

“segue” Il OPPT
Dato l’utilizzo delle norme UCC presso i livelli più alti dei “governi” e delle banche di tutto il Mondo,
l’impegno d’onore per queste è obbligatorio. Se si configura una disputa, un errore o una falsità, si stila e
si spedisce una DICHIARAZIONE A CONFUTAZIONE GIURATA e DEBITAMENTE VERIFICATA
NEI TERMINI, indirizzandola all’OPPT – DECLARATION OF FACT -, IN CORSO DI VIGENZA,
debitamente verificato e sotto vincolo di giuramento. Detta dichiarazione deve essere completa in tutte le
sue parti, punto per punto, con dati specifici e dettagli, con piena responsabilità e in totale onestà di chi
scrive, sotto la pena di spergiuro ai sensi di qualsiasi legge, di qualsiasi Paese si sia soggetti e tutto quanto
CONTENUTO NELLA NOTIFICA di CONFUTAZIONE è dichiarato RISPONDENTE AL VERO ED
ACCURATO e SIGLATO IN FIRMA UMIDA IN CALCE, CON APPOSTA LA DATA DI
SPEDIZIONE. “Tutti gli Esseri Umani sono LIBERI DAL DEBITO” (Fare riferimento all’Avviso di
Dichiarazione di Verità Assoluta UCC # 2013032035). Questo documento dichiara terminate tutte le
restanti entità artificiali e riconduce tutte le Persone di questo Pianeta alla Libertà Assoluta.In questo
documento ci si riferisce al Creatore come “Essenza Assoluta” e tutte le Creature sono definite come
“Essenze Assolute Incarnate”. Questo secondo OPPT significa che NON ESISTE NESSUN DEBITO.
NESSUNO HA DEBITI, IL DEBITO NON ESISTE (N.d.A. “se non nelle nostre menti”).
Ad oggi, nessun rifiuto simile a quanto descritto è mai stato ricevuto da OPPT. Secondo OPPT, il Trust
nel frattempo, compiuto il suo lavoro di registrazione dei documenti di relativa “Foreclosure” di tutte
queste Corporazioni, è stato legittimamente chiuso dopo aver trasferito l’effettiva proprietà di tutti i beni e
di tutti i Bond fisici nominali al Popolo della Terra, costituito da ogni singolo essere umano, senza
distinzione e gerarchie.
Il Background storico del One People’s Public Trust:                                                     1. Nel 1871,
l’Enforcement Act rese gli Stati Uniti una Corporation all’interno del Distretto di Columbia (non a caso,
lo stato confederato con capitale Washington ha il suffisso D.C. che sta proprio per “District of
Columbia”, N.d.A.). 2. Nel 1913, con l’introduzione del Federal Reserve Act, il Congresso degli Stati
Uniti e il Tesoro USA furono privati del potere di creare la moneta. La Federal Reserve nacque come
banca privata in mano ad investitori stranieri non americani. Soltanto poche banche centrali non fanno
parte del sistema privato della Federal Reserve, e sono quelle di Iran, Cuba e Corea del Nord.
L’IRS (l’analogo USA della nostra Agenzia delle Entrate, N.d.A.) è un’agenzia di recupero della Federal
Reserve e non appartiene affatto al governo.  3. Il crollo del mercato azionario del 1929 è stato progettato
dalle grandi banche. La maggior parte di esse si tirò fuori dal mercato prima della caduta rientrandovi in
seguito e comprando azioni a prezzi stracciati. Fu questo il secondo crollo dell’economia mondiale.
4. Durante gli anni ‘30, il Nord America attraversò una fase di piena depressione e nel 1933 ebbe luogo il
fallimento degli Stati Uniti. Fu durante questo periodo che la Banca dei Regolamenti Internazionali
convinse la maggior parte delle nazioni a cederle il possesso di tutte le riserve auree. La Germania allora
stava costruendo la sua potenza militare, con l’aiuto di Prescott Bush. 5. Il 9 marzo 1933, l’Emergency
Banking Act (48 Stat. 1 – Public Law 89-719) fu approvato dal presidente Roosevelt a causa dello stato di
bancarotta ed insolvenza. La risoluzione congiunta H.J.R. 192 (House Joint Resolution 192, 73°
Congresso, sessione del 5 giugno 1933) sospese il sistema Gold Standard, abrogò la Gold Clause, privò
dell’autorità sovrana gli Stati Uniti e dell’ufficialità funzionale tutti gli uffici governativi, i funzionari e i
dipartimenti. 6. Nel marzo del 1933, la Costituzione degli Stati Uniti d’America fu sospesa e ogni
cittadino fu considerato un nemico dello Stato. Nel mese di aprile dello stesso anno un ordine
esecutivo FDR 6102 rese illegale per i cittadini il possesso di oro. 7. Fu in questo periodo che la maggior
parte dei paesi come ad esempio Germania e Stati Uniti (anche in Italia l’oro privato fu rastrellato da
Mussolini, N.d.A.) resero i propri cittadini “proprietà corporative” attraverso l’introduzione del certificato
di nascita. Fu a questo punto che la gente di tutto il mondo diventò schiava, a propria
insaputa. 8. L’accordo di Bretton Woods del 1944 determinò il modo in cui le potenze vincitrici si
sarebbero divise il mondo attraverso la ripartizione dei poteri. 9. Il gruppo Bilderberg, costituitosi nel
1954, stabilì di condurre una guerra silenziosa contro i cittadini del mondo attraverso l’uso di strumenti di
controllo sociale. 10. Nel 1961, l’appena eletto presidente John F. Kennedy venne a conoscenza di questo
abietto progetto e si impegnò a correggerne l’ingiustizia. Con l’Ordine Esecutivo 11110 si impegnò ad
allontanare i banchieri centrali e ad introdurre i buoni del Tesoro degli Stati Uniti, sostenuti da argento,
ma subito dopo la firma fu assassinato. Lyndon Johnson successivamente revocò l’ordine esecutivo e il
buoni del Tesoro furono rimossi dalla circolazione. 11. Nel 1971 Nixon rimosse il dollaro dal sistema
Gold Standard (cioè abolì la convertibilità dei dollari in oro, N.d.A.) e, grazie ad un accordo con l’Arabia
Saudita, il dollaro USA divenne meglio noto come “petro-dollaro”. 12. Negli anni ’70, al presidente
filippino Marcos furono affidate enormi riserve auree, per un ammontare di ben 10.000 tonnellate che
furono stipate sotto il World Trade Center. Questi trust appartenevano ad un’antica eredità, risalente a
secoli addietro, che fu affidata a re e regine affinché l’amministrassero a beneficio del popolo. Purtroppo
la corruzione, l’avidità e la manipolazione hanno impedito che ciò si realizzasse. 13. Nel 2000, ancora
una volta, gli Stati Uniti si trovarono sull’orlo di una bancarotta e, secondo il modello standard di
business, che aveva alle spalle ormai settanta anni di vita, decisero di iniziare altre guerre, invadendo
paesi, riducendo la popolazione, assicurandosi il controllo delle loro risorse e facendo crollare
l’economia: una volta realizzato tutto questo, si sarebbe potuto introdurre una nuova moneta. 14. Un’altra
crisi economica, quella pianificata per il 2007/’08, fu orchestrata in modo che le banche potessero
estorcere migliaia di miliardi di dollari agli onesti cittadini. 15. Nel corso di indagini a carico delle
agenzie del Tesoro USA, è stato scoperto che la struttura finanziaria complessiva era largamente affetta
da frodi e corruzione sistemica. Venne a galla anche la frode perpetuata dai presunti governi e dal sistema
giudiziario, che si supponeva avrebbero dovuto rappresentare il popolo: purtroppo così non è mai stato, da
più di un secolo. 16. Nel 2011 il Tesoro degli Stati Uniti ha pignorato gli Assets della Federal Reserve per
un importo di 14,3 miliardi di dollari. Realizzato che questo da solo non avrebbe potuto risolvere i
problemi sistemici, il Public Trust ha avviato un’azione legale contro i responsabili delle frodi attraverso
l’uso dell’UCC (Uniform Commercial Code), con lo scopo di sequestrare il patrimonio dei governi e delle
corporations. 17. Punti da notare: la Federal Reserve è una banca privata. Le banconote della Federal
Reserve appartengono ad un’agenzia privata e non sono debiti del popolo americano. 18. In qualità di
amministratore fiduciario, il compito del One People Pubblic Trust è quello di garantire che i beneficiari
del trust – cioè VOI – abbiate diritto a ricevere ciò che Vi è lasciato in eredità. Proprio come avrebbe
dovuto fare il presidente filippino Marcos, ma non ha mai fatto. Lui e gli amministratori precedenti hanno
commesso un abuso di fiducia e violato un obbligo fiduciario. 19. I beni patrimoniali delle ex
corporations sono ora nelle mani degli amministratori (trustees). Incoraggiamo le persone a familiarizzare
con il trust e, se lo desiderano, a compilare i moduli che li legano al trust.                 (
https://hearthaware.wordpress.com/2013/02/08/il-background-storico-e-legale-dietro-al-one-people-
public-trust/ )

Cap. VIII – Il CVAC


THE CVAC DOCUMENT – UCC # 2012113593 (Documento UCC 2012113593 depositato il 22
ottobre 2012). CVAC = Centri dei Beni di Valore della Creazione.
Comprendere il significato e l’alto valore energetico dell’atto originale di deposito del CVAC presso
l’UCC, in lingua inglese, quale parte integrante dell’intera procedura attuata dal Trust OPPT, non è cosa
semplice, soprattutto per chi ancora è a digiuno di questioni spirituali. Eviterò di riportare l’intero
contenuto in lingua italiana, che potrà comunque essere letto attraverso il link riportato in calce al
presente capitolo.
È indubbio che l’evoluzione prodotta dagli atti, redatti dai tre avvocati statunitensi, non ha paragoni
nell’arco temporale della storia conosciuta. A memoria d’uomo non si ha ricordo di un evento di simili
proporzioni, che ha stravolto, di fatto, il plurisecolare dominio di una ristretta élite aristocratica, fondata
sull’occulto e su rituali magici, a discapito dell’intera Umanità.
Con gli incartamenti succitati, in pratica, sono state impiantate le basi per la creazione delle nuove
strutture “governative”, secondo le Leggi del “Nuovo Paradigma”, che andranno, via via, sostituendo le
oramai vecchie e stantie, precluse e pignorate, Istituzioni del sistema che fu, dando nuova linfa a coloro
che sopravvivranno alla catastrofe in corso.
I CVAC, materialmente, dovranno subentrare nell’amministrazione pubblica delle attività sociali e dei
beni globali, redistribuendo, questi ultimi, con criteri altruistici, per l’intero ammontare, quale patrimonio
dell’Umanità, secondo logiche umanitarie e col buon senso.
Nello specifico, i riferimenti degli atti depositati e riferiti alla creazione dei CVAC, quali “Centri dei Beni
di Valore”, collettivi o individuali, sono i seguenti: UCC Doc. # 2012079290; 2012079322; 2012088851;
2012088865.
[…] Sintesi delle registrazioni UCC Doc # sopra citate: il 25 Lug. 2012: persone (UCC Doc #
2012079290) e il loro valore (UCC Doc # 2012079322) sono stati garantiti e registrati. Il 3 Agosto 2012:
il terreno, la terra, i mari e tutti i valori in essi, sopra e intorno fin dalla creazione (UCC Doc #
2012083304) sono stati debitamente protetti e registrati, in modo da cancellare ogni e tutti i titoli di
proprietà e le altre “proprietà” di ciò che la Sorgente ha creato.
Il 4 settembre 2012: sentenza e annullamento di tutti i titoli della terra, e proprietà della terra, dei cieli e
dei mari, ecc. (UCC Doc # 2012094309);
CON DICHIARAZIONE E ORDINE, i centri dei beni di valore della creazione essendo gli originali,
unici e assolute strutture superiori, reti e sistemi per la creazione, per l’esistenza legale e trasparente, co-
esistenza, la conoscenza, co-conoscenza, la custodia, co-custodia, il funzionamento, il co-funzionamento,
la creazione, co-creazione, uso, e co-uso, di ogni e tutti i valori della creazione, comprensivi di ogni e
qualsiasi tracciamento, trasferimento, reclutamento, assegnazione, regalo, e ciò che ne segue, in virtù del
principio di diritto comune (common law), ai sensi delle leggi del creatore, secondo le leggi della
creazione, ed è e sarà irrevocabilmente chiamato e conosciuto come CVAC, comprensivo delle sue parti,
la “Struttura CVAC”, il “Sistema CVAC”, la “Rete CVAC”, e tutte le sotto-parti che possono
legittimamente manifestare o essere associate a norma dello stesso, come segue;
CON DICHIARAZIONE E ORDINE, il fine di CVAC è quello di:
1. preservare e proteggere ogni e tutto il valore della creazione, comprensivo del valore del creatore,
comprensivo di ogni e tutti i centri dei beni di valore, ivi;
2. preservare, proteggere e realizzare il diritto di opportunità del libero arbitrio di ciascuna, ogni e
qualsiasi manifestazione della creazione, in ogni e tutta l’esistenza, conosciute e sconosciute;
3. per semplificare e unificare le leggi che governano ogni e qualsiasi delle manifestazioni della
creazione, in ogni e qualsiasi esistenza, conosciuti e sconosciuti, e immettere dette leggi governanti, in
Ordinanza di Diritto Internazionale, notificato da registrazione pubblica, perché tutta la creazione se ne
possa valere;
4. per garantire irrevocabilmente l’esistenza legale e trasparente, co-esistenza, la conoscenza, co-
conoscenza, la custodia, co-custodia, il funzionamento, il co-funzionamento, la creazione, co-creazione,
uso, e co-uso, di ogni e tutti i valori della creazione, comprensivi di ogni e qualsiasi monitoraggio,
trasferimento, reclutamento, assegnazione, regalo, e ciò che ne segue, in virtù del principio di diritto
comune, ai sensi delle leggi del creatore, in base alle leggi della creazione, per il bene più alto di tutti, in
una completa responsabilità personale dei centri dei beni di valore della creazione, in essere ogni e
qualsiasi manifestazione, conosciuta e sconosciuta, e;
5. per consentire il diritto di opportunità di, legittimamente, avere in rapporto e acconto allo zero, ogni e
qualsiasi responsabilità che possa esistere e esiste in ogni e qualsiasi illecito, o strutture inferiori alla
struttura legale, comprensive di tutti i proprietari, i partecipanti, e dei destinatari delle stesse, ivi e delle
stesse, che possono esistere e esistono;
CON DICHIARAZIONE E ORDINE, la LEGGE che DISCIPLINA il CVAC è e deve essere in linea con
le leggi del creatore in base alle leggi della creazione, con il principio di dette leggi in linea con il
principio di diritto comune, e, a meno che destituiti o proibiti dalle leggi della creazione, le leggi del
creatore, e il principio di diritto comune, il Codice Commerciale Uniformato e dei principi ivi
supplementari di legge, politica pubblica, UCC 1-103, al fine di debitamente manifestare e gestire sistemi
legali e reti gestite a norma dello stesso, di essere assente, e protetto da ogni influenza indebita, interessi
particolari e interesse personale di qualsiasi tipo che possano causare danno, comprensivo di violazione,
usurpazione, o invasione, di ognuno e tutti i centri dei beni di valore della creazione, che sono stati, sono,
o mai saranno manifestati o creati, in ogni e qualsiasi esistenza, conosciuti e sconosciuti, in base alle leggi
della creazione, e le leggi del creatore ai sensi dello stesso; […] .
( “traduzione”:
http://www.oltre12.net/2013/03/oppt-il-documento-sui-cvacs-ucc.html )
( “originale”:
http://www.peoplestrust1776.org/Documents/CVAC/CVAC_10212012.pdf )
 

UCC # 2012113593 (estratto)

Cap. IX – Il Tribunale popolare


Il 17 gennaio 2015, in Oristano (SRD), è stato fondato il primo Tribunale Popolare in territorio italico, per
la precisione in terra sarda. Dell’istituto è stata portata a conoscenza, tra gli altri, anche l’Organizzazione
delle Nazioni Unite, non perché riconosciuta quale autorità internazionale, in virtù delle preclusioni
attuate dall’azione OPPT, ma semplicemente è stato dato pubblico avviso a coloro che, impiegati presso
tale organizzazione, sono nelle condizioni di divulgare adeguatamente la notizia e prenderne atto di
conseguenza. La convinzione che è necessario essere riconosciuti da un ente internazionale è solo pura
immaginazione concettuale derivata da indottrinamento forzoso e fuorviante. È un po’  come dire che se
gli altri non ti riconoscono tu non esisti, prova a rifletterci per un attimo e ti renderai conto che ciò è pura
verità. La notifica serve esclusivamente per una questione di correttezza “io t’informo di quali sono le
mie volontà, ora lo sai e non puoi giustificarti dicendo non sapevo”. È lo stesso principio del silenzio
assenso che usa il sistema. Inoltre, vale il detto “chi tace acconsente!” .
Il Tribunale Popolare è stato fondato da dodici individui che avevano in precedenza dichiarato la propria
sovranità, dandone comunicazione alle ex istituzioni, quindi pubblico avviso, e dieci testimoni. L’Istituto
si basa sulla Legge Naturale e, in seconda istanza, sulla Legge Comune, essendo quest’ultima
subordinata. L’esigenza è nata per ristabilire la sovranità del Popolo, in considerazione del fatto che tutte
le strutture del diritto positivo sono pignorate, oltre che, come ormai dovrebbe risultare chiaro, illegittime
e di natura fraudolenta.
Un tribunale del Popolo è sopraelevato a qualsiasi altro tribunale, sia nazionale sia internazionale, che
opera sotto la giurisdizione del diritto positivo. L’istituto è supportato dalla Guardia Popolare con compiti
di garanzia di applicazione della Legge e delle sentenze della Corte.

I livelli del Diritto (nel primo ordine di Legge è posizionato il Tribunale popolare)
Le cosiddette leggi (normative) statali sono fondamentalmente dei contratti, ne esistono migliaia in ogni
Stato. Chi non reclama mai la proprietà di sé, pone i governi a supporne il possesso, inteso non come
proprietà ma come un interesse garantito (garanzia), ne è stata concessa loro la gestione. Le norme sono
scritte dall’Uomo e questo le può modificare o abrogare e, trattandosi di proposte contrattuali, per essere
valide devono essere accettate. Senza accettazione non hanno valore.
Il Tribunale Popolare, in quanto sottoposto alla Legge Naturale, non ha limiti territoriali. È nato per
rispondere alla sempre più diffusa richiesta di Giustizia Naturale e autentica. Appartiene al popolo e da
questo è gestito, non è controllato da qualsiasi nazione, stato, società, o “interessi particolari”. Il T.P. si
pone come custode e protettore per gli individui, i loro beni, e per il pianeta, e vi invitiamo a parteciparvi
attivamente. Il T.P. non si basa sulle fonti giuridiche ma esclusivamente sulle Leggi Divine, Naturali, e
sull’esperienza degli individui onesti. Ci si potrà rivolgere a questo Istituto per qualsiasi necessità, sia per
diatribe civili sia, e soprattutto, dopo aver subito ingiustizie da parte della preclusa Pubblica
Amministrazione, avendo la certezza di ricevere una vera giustizia. La conoscenza e la distinzione tra ciò
che è giusto o sbagliato è insita in ciascun individuo, che non necessita di anni di studio per distinguere
un’azione comportamentale errata o dannosa e quale debba essere il rimedio più appropriato a seconda
della gravità del danno provocato.
Il Diritto non è, e non dev’essere, prerogativa dei magistrati togati “la consuetudine del popolo fa legge”.
Il diritto di costituire un Tribunale Popolare si esige perché la giustizia ordinaria non è più garantita, e mai
è stata! Es.: Non necessitano decine di udienze della Suprema Corte per dichiarare che la casa è un
diritto, a 30 mila euro di stipendio mensile. Un bambino di 14 anni asserirebbe lo stesso, gratis, e
all’istante.
Ricordiamoci che il Popolo è Sovrano, non perché c’è scritto sulla Costituzione, semmai su questa è stato
scritto, a suo tempo, perché è un dato di fatto, una constatazione innegabile!
A differenza dei giudici togati, i giudici popolari non sono retribuiti. Il Diritto può e deve essere espresso
e applicato soprattutto dal Popolo che deve rimpadronirsi della propria sovranità, in quanto creatore delle
forme di pensiero e di tutto ciò che da queste ne deriva. Il Diritto infatti deriva dalla riflessione e questa
può essere modificabile.
Il sito ufficiale del Tribunale e della Guardia Popolare è: http://www.cortesovrana.it

       
Tribunale popolare        Guardia popolare
I diritti non si chiedono, si esercitano, altrimenti si parlerebbe di privilegi!

Conclusioni
A questo punto del libro, al lettore, se totalmente a digiuno di questi argomenti, e soprattutto se ha avuto
la costanza di arrivare sino in fondo, dovrebbe essere chiaro, ci creda o meno, che la realtà supera di gran
lunga la fantasia, e che questo mondo è governato da forze oscure che, talvolta, s’impadroniscono delle
menti di individui già malvagi di per sé, fagocitandoli e rendendoli schiavi per i loro scopi nefasti.
Guerre, carestie, crisi, ecc., sono causate da questi personaggi al servizio di entità ancor più maligne,
extra dimensionali, non visibili perché vibrazionalmente distanti dalla frequenza della nostra condizione
materiale, e che si nutrono delle emozioni inferiori degli Esseri Umani. Siamo nella scia dell’era pesante
del ferro, quella che gli Indù chiamano del Kali Yuga. Epoca che ancora dovrà conoscere orrori prima che
la vibrazione si sollevi, cosa per altro in corso, e che col passare di questo periodo di transizione,
allontanerà vibrazionalmente le forze oscure, asservite da tanti individui senz’anima, larve, case vuote. In
questa dimensione duale bene e male si contrappongono e si compensano senza che nessuna prevalga,
mantenendosi in costante equilibrio, e così continuerà ad essere sino a quando non si raggiungerà una
centratura, una sintonizzazione, annullando la dualità, gli opposti, che possa far cessare tutte le atrocità. Il
bene e il male sono due facce della stessa medaglia, da sempre illustrate nelle sedi massoniche dai
pavimenti a scacchi bianchi e neri, l’immemorabile lotta tra il bene e il male. La dama (la parola deriva
dal latino “domina” ed indica il “pezzo sovrano”), antichissimo gioco di cui non si conosce esattamente
l’origine, rappresenta anch’esso la lotta tra la luce e le tenebre. Non a caso, la partita può finire patta, così
come nel gioco degli scacchi che usa lo stesso campo da gioco. Si tratta in fondo di una metafora riferita
alla lotta interiore dell’Essere Umano (in ebraico a-dam-o / dama = uomo).
Uno dei modi che l’élite utilizza per il raggiungimento dei propri obiettivi, principalmente attraverso gli
strumenti di diffusione quali televisione, radio e carta stampata di loro possesso, è quello di rendere
partecipe, inconsapevolmente, la massa dei propri obiettivi in agenda, sfruttando il potere delle menti, ben
consapevole che l’Essere Umano è divino quindi creatore allo stesso tempo. Il risultato lo si ottiene
facendo in modo che il più alto numero di persone possibile si concentri su un unico obiettivo da loro
voluto, facilitandone così la realizzazione. Per fare un esempio pratico, analizziamo la recente elezione
del Presidente USA Trump, pianificato dall’élite da tempo. Per far sì che le elezioni andassero come
stabilito dalla Casta, già nel 2000, nella serie televisiva animata dei Simpson, compariva una scena di un
candidato alle presidenziali, chiamato Trump, del tutto simile a quello vero, intento a salutare la folla
mentre scendeva su una scala mobile. Durante questa scena, a una persona del pubblico soprastante,
cadeva un foglietto bianco con la scritta “vote”. Nel 2015, la stessa scena si ripeteva identica, ma questa
volta nella realtà, con tanto di caduta di un foglio dalla balaustra, esattamente come nel filmato animato di
ben quindici anni prima. Cosa è successo nel frattempo. La proiezione del cartone animato ha fatto sì che
la scena si imprimesse nella mente di moltissime persone e con la sua ripetizione ne acquisisse forza sino
a renderla tangibile nella realtà, grazie al potere mentale degli Esseri Umani.
Serie televisiva animata dei Simpson e Campagna elettorale USA 2015/’16
L’élite, conscia del potere mentale degli Esseri Umani, escogita un altro stratagemma per poterli tenerli a
bada, ovvero li circonda di costruzioni imponenti, quali cattedrali, università, tribunali, aeroporti, ecc.,
così da farli sentire, a confronto, piccolissimi, quindi insignificanti, diminuendo il proprio livello di
consapevolezza. Un altro modo attraverso il quale imbrigliare gli ignari cittadini è stato ideato nel tempo
al fine di privarli della proprietà privata tramite le registrazioni presso i pubblici registri. Così come è
stato fatto per i figli (proprietà privata: termine giuridico che dovrebbe essere sostituito con proprietà
propria, in quanto tale, per poterli considerare liberi), tutti i beni mobili e immobili finiscono per essere
regis-trati (consegnati al Re) per volere del sistema e l’ingenuo consenso dei diretti interessati. Così, ciò
che dovrebbe essere di proprietà, come ad esempio la casa, diventa tassabile e ottenibile dietro
concessione, ciò che dovrebbe essere di libero scambio, come le merci, diventano anch’esse tassabili e lo
scambio diventa vendita tramite licenza, ciò che dovrebbe servire per gli spostamenti del libero
viaggiatore, come l’auto, diventa l’automezzo, conducibile dietro rilascio di patente, ecc. Come si può
notare, ancora una volta, con la parola, il verbo, il sistema ci ha intrappolato con finzioni giuridiche che
nulla hanno a che fare con l’Essere Umano, ma rientrano esclusivamente nel settore commerciale. Sino a
quando gli individui si riconosceranno nella finzione giuridica e continueranno, volontariamente, a
registrare i loro averi e registrarsi presso gli enti del sistema, continueranno a subire la condizione di
schiavitù. Il consiglio è quello di approfondire l’argomento, così da saper distinguere, e poter usare
correttamente, distinguendo tra termini legalesi e liberitari.
I modi per districarsi nelle fitte maglie del sistema possono essere i più svariati. Una delle domande più
frequenti che mi viene rivolta circa la sovranità è quella che riguarda il docu-mento di riconosci-mento
(parole che sottintendono la doppia menzogna sulla vera identità divina). A tal proposito segnalo il “The
World Government of World Citizens” (WGWC) che, attraverso la “World Service Authority” (WSA)
‘Autorità non governativa’, da decenni, rilascia ogni genere di certificato, da quello di nascita alla Carta
d’Identità compreso il Passaporto. L’organizzazione mondiale ha sede a Washington D.C. e si fonda su
tre principi o leggi del mondo: uno Spirito, un Mondo, una Umanità, liberi da Governi. Ad oggi ha
rilasciato nel mondo più di un milione di Passaporti. Il sito internet dove poter approfondire la sua storia e
al quale rivolgersi per ottenere i documenti è raggiungibile al seguente
indirizzo: http://www.worldservice.org/

Passaporto mondiale
Prima di usare questo documento è opportuno verificare se il Paese dove ci si reca lo accetta, per evitare
problemi in dogana. Per far sì che possa diventare il sostituto dell’attuale passaporto è necessario che
molti individui, contemporaneamente e con convinzione, ne facciano uso, così da creare consuetudine, e
come sappiamo la consuetudine fa legge. Il grande Italo-Australiano Santos Bonacci, che consiglio
approfondire, ci fornisce un’altra possibilità ossia, l’inoltro della richiesta di passaporto diplomatico, in
virtù della condizione di nativi con diritti e crediti, piuttosto che in quella di cittadini, con doveri e debiti.
Comunque sia, essendo tutto in continua evoluzione, non è escluso che, dopo l’uscita di questo libro,
potranno esserci a disposizione ulteriori strumenti.
Il Sistema, da secoli, ha fatto in modo di condizionare le menti dell’intera umanità, soprattutto si è
impegnato a dividere per meglio dirigere. Le divisioni che ha creato sono molteplici e davvero ingegnose.
Ha creato le Nazioni, disegnando linee immaginarie esistenti solo sulle cartine politiche ma non nella
realtà, le classi sociali, i partiti politici, ha creato i gendarmi per far sì che esistessero i farabutti, e
viceversa ha creato i ladri per dar vita alle guardie, è arrivato addirittura a creare più società calcistiche in
seno alle stesse città, così da creare divisione anche nello sport. Tutto si basa sulla competizione e non
sulla collaborazione, sul capitalismo e finanza e non sull’economia. Ha distratto l’Umanità con cose
frivole e insignificanti, ha indottrinato con menzogne, ha fuorviato, ha frodato, ha fatto ogni scempio
possibile e mai immaginabile, insomma ce l’ha mesa tutta per farci dimenticare chi in realtà siamo, esseri
divini! “Chiedi e ti sarà dato!” . Ma chiedi a chi se non a te stesso? Ci vuole tanta fede, ma in se stessi e
non in qualche entità esterna che ci verrà a tirare fuori dalle difficoltà, perché non verrà nessuno, ce la
dobbiamo fare da soli! La soluzione a tutti i problemi è quindi solo ed esclusivamente una ed è già dentro
di noi, si chiama totale consapevolezza. Per essere vincenti bisogna essere forti. La prima cosa da fare,
che consiglio, è quella di “gettare” alla spazzatura quel marchingegno diabolico chiamato televisione, la
seconda è quella di scegliere una sana alimentazione, la terza di accertarsi sulla presenza di sostanze
tossiche e metalli nel proprio corpo e ripulirsi di conseguenza, soprattutto evitando i vaccini. Insomma
adottare uno stile di vita consono, avendo cura della propria mente e del proprio corpo.
Stiamo continuamente subendo ogni genere di sopruso, accettando passivamente e senza consapevolezza
col nostro silenzio-assenso, divenendo complici a nostra volta del sistema schiavista. Stiamo perdendo
progressivamente i nostri inalienabili diritti e subendo ogni sorta di umiliazioni. Siamo trattati peggio
delle mandrie ad ogni spostamento che prevede l’imbarco su un mezzo di trasporto, dove veniamo
letteralmente denudati con la scusa della sicurezza. I luoghi pubblici e di transito sono sempre più
militarizzati per renderci ulteriormente schiavi e impauriti. Siamo arrivati davvero ad una condizione di
non ritorno. A questo punto, per uscire da questo incubo, ogni giorno più inquietante, rimane solo una
strada: SVEGLIARSI! Quando si acquisirà la consapevolezza, si comprenderà chi si nasconde al vertice
della piramide e come evitare la condizione di schiavitù per il presente e per l’avvenire.

Potrebbero piacerti anche