Sei sulla pagina 1di 4

Maggio-Giugno 2015 - Edito da: Eco di Maria, Via Cremona, 28 - 46100 Mantova (Italia)

Anno 31, N 5-6 - Poste Italiane s.p.a. - Sped. in A. P. 70% - LO / MN / 2014

Messaggio del 25 marzo 2015:

Cari figli, anche oggi l'Altissimo


mi ha permesso di essere con voi
e di guidarvi sul cammino della
conversione. Molti cuori si sono chiusi
alla grazia e non vogliono dare ascolto
alla mia chiamata. Voi figlioli, pregate
e lottate contro le tentazioni e contro
tutti i piani malvagi che satana vi offre
tramite il modernismo. Siate forti
nella preghiera e con la croce tra le
mani pregate perch il male non vi usi
e non vinca in voi. Io sono con voi e
prego per voi. Grazie per aver risposto
alla mia chiamata.

25 giugno 1981 - 25 giugno 2015


Trentaquattro anni!
Grazie, Regina della Pace!

Don Angelo Mutti


fondatore Eco di Medjugorje

Messaggio del 25 aprile 2015:


Cari figli, sono con voi anche oggi

per guidarvi alla salvezza. La vostra


anima inquieta perch lo spirito
debole e stanco di tutte le cose terrene.
Voi figlioli, pregate lo Spirito Santo
perch vi trasformi e vi riempia con
la sua forza di fede e di speranza
perch possiate essere fermi in questa
lotta contro il male. Io sono con voi
e intercedo per voi presso mio Figlio
Ges. Grazie per aver risposto alla mia
chiamata.

Fragilit estrema e grandezza divina


della nostra anima

La croce tra le mani


e Ges e Maria nel cuore!
Il Messaggio si apre con una lode di
Maria all'Altissimo che Le consente di essere
con noi e di guidarci sul cammmino della
conversione. E' questo gi un insegnamento
per ciascuno di noi, un esempio che ci invita
a rendere lode a Dio per ogni cosa che ci
consente di fare. Usi a pensare di essere solo
noi gli artefici delle nostre opere, facilmente
dimentichiamo la vitale importanza della
connessione con Dio. E' un po' come ritenere
di essere noi a respirare senza pensare che se
non ci fosse l'aria non potremmo respirare!
Molti cuori si sono chiusi alla grazia
e non vogliono dare ascolto alla mia
chiamata, aggiunge Maria, ed una amara
constatazione che deve farci meditare sulla
possibilit che anche noi possiamo essere tra
questi, e forse lo siamo gi ora, senza avere
il coraggio di ammetterlo! Siamo attratti
dalle novit ed ogni novit ci appare pi
appetibile della precedente e di essa prende
il posto in un incessante mutare che tutto fa
apparire precario.
Forse questa umana caratteristica che
Maria definisce modernismo e che ben si
presta a satana nella sua insensata e folle lotta contro Dio. Voi figlioli, pregate e lottate
contro le tentazioni e contro tutti i piani
malvagi che satana vi offre tramite il modernismo. La raccomandazione di Maria
da prendere in seria considerazione perch,
per quanto il piano di satana sia destinato a
fallire, pu arrecare gravi danni personali a
coloro che si prestano ad essere usati da lui.
Siate forti nella preghiera e con la croce
tra le mani pregate perch il male non vi usi
e non vinca in voi, ci dice Maria, e questo
dobbiamo fare nella consapevolezza che
sono fede e preghiera che ci consentono di
vincere il nemico. Maria con noi e prega
per noi e dove Lei anche Ges. Con Loro
nel cuore, la croce tra le nostre mani sar
spada che trafigge il serpente antico.
Pace e gioia in Ges e Maria!

238

Messaggio a Mirjana
2 aprile 2015:
Cari figli, ho scelto voi, apostoli
miei, perch tutti portate dentro di voi
qualcosa di bello. Voi potete aiutarmi
affinch lamore per cui mio Figlio
morto, ma poi anche risorto, vinca
nuovamente. Perci vi invito, apostoli
miei, a cercare di vedere in ogni creatura
di Dio, in tutti i miei figli, qualcosa di
buono e a cercare di comprenderli.
Figli miei, tutti voi siete fratelli e
sorelle per mezzo del medesimo Spirito
Santo. Voi, ricolmi d'amore verso mio
Figlio, potete raccontare a tutti coloro
che non hanno conosciuto questo
amore ci che voi conoscete. Voi avete
conosciuto lamore di mio Figlio, avete
compreso la Sua Risurrezione, voi
volgete con gioia gli occhi verso di Lui.
Il mio desiderio materno che tutti
i miei figli siano uniti nellamore verso
Ges. Perci vi invito, apostoli miei,
a vivere con gioia lEucaristia, perch
nellEucaristia mio Figlio si dona a voi
sempre di nuovo e con il Suo esempio
vi mostra lamore e il sacrificio verso il
prossimo. Vi ringrazio.
I commenti ai messaggi a cura di Nuccio Quattrocchi

Il Messaggio inizia con la conferma


dell'opera salvifica di Maria e con una
chiara diagnosi della malattia endemica
dell'umanit: La vostra anima inquieta
perch lo spirito debole e stanco di tutte
le cose terrene. Maria attribuisce l'inquietudine dell'anima alla debolezza intrinseca del nostro spirito ed alla stanchezza
indotta da tutte le cose terrene, cio di
tutto ci che il mondo offre, propone ed,
in certo modo, oggi impone. La contrapposizione fra terra e cielo, fra corpo e anima, non limitazione della libert dell'uomo, ma invito ad una scelta consapevole e
chiara, sancita gi nell'Antico Testamento:
"Vedi, io pongo oggi davanti a te la vita e
il bene, la morte e il male. Oggi, perci, io
ti comando di amare il Signore, tuo Dio,
di camminare per le sue vie, di osservare
i suoi comandi, le sue leggi e le sue norme"
(Dt 30, 15-16a).
La scelta fra bene e male pu apparire
una banale semplificazione, un dualismo
semplicistico da relegare nelle fiabe della
fata e dell'orco, ma ... gli orchi non sono
presenti tuttora nella nostra evoluta civilt? Non riempiono le pagine dei nostri
giornali? I loro delitti non sono pi efferati
e crudeli di quelli raccontati dalle nostre
nonne? Veramente il nostro spirito debole e stanco della realt che ci circonda,
delle citt sfavillanti di luce, degli idoli di
cartapesta che spadroneggiano sulle nazioni e sul mondo! Siamo stanchi dell'ipocrisia di chi versa lacrime di coccodrillo
sui cadaveri che il mare pietosamente
adagia sulle nostre spiagge. E cosa dire di
coloro che (anche cattolici!) propongono
soluzioni di morte per chi si avvicina ai
nostri porti!?
Ma, anche nella nostra vita privata
abbiamo modo di sperimentare forti contraddizioni fra fede professata e vita vissuta! Quanti idoli sono crollati nella nostra
vita! Ci sarebbe da scoraggiarsi ma questo
non consentito a chi ha un po' di fede!
Un antico proverbio dice: "Finch c' vita

Continua da pag. 1, terza colonna

c' speranza!" e per un cristiano questo


dovrebbe avere la validit di un dogma di
fede. Tutti ricordiamo il brano del Vangelo (Lc 23, 42-43) in cui il buon ladrone cos
dice: "Ges, ricordati di me quando entrerai nel tuo regno" e Ges cos risponde:
"In verit io ti dico: oggi con me sarai nel
paradiso"! Dunque, coraggio, nonostante

tutto quel che ci circonda, nonostante ci


che noi stessi siamo! Voi figlioli, pregate lo Spirito Santo perch vi trasformi e
vi riempia con la sua forza di fede e di
speranza perch possiate essere fermi in
questa lotta contro il male. Maria con
noi ed intercede per noi: quale migliore
garanzia di questa?
Mettiamo in pratica il Suo invito: la-

PAPA FRANCESCO
Pace a Voi!

seminato nei nostri cuori. La misericordia


di Dio si riversata in noi rendendoci
Risuona ancora in tutti noi il saluto di giusti, donandoci la pace.
Ges Risorto ai suoi discepoli la sera di
Giubileo della Misericordia
Pasqua: Pace a voi! (Gv 20,19). La pace,
soprattutto in queste settimane, permane
Una domanda presente nel cuore
come il desiderio di tante popolazioni di tanti: perch oggi un Giubileo della
che subiscono la violenza inaudita della Misericordia? Semplicemente perch
discriminazione e della morte, solo la Chiesa, in questo momento di grandi
perch portano il nome cristiano. La cambiamenti epocali, chiamata ad offrire
nostra preghiera si fa ancora pi intensa e pi fortemente i segni della presenza e
diventa un grido di aiuto al Padre ricco di della vicinanza di Dio. Questo non il
misericordia, perch sostenga la fede di tempo per la distrazione, ma al contrario
tanti fratelli e sorelle che sono nel dolore, per rimanere vigili e risvegliare in noi
mentre chiediamo di convertire i nostri la capacit di guardare allessenziale. E
cuori per passare dallindifferenza alla il tempo per la Chiesa di ritrovare il
compassione.
senso della missione che il Signore le ha
San Paolo ci ha ricordato che siamo affidato il giorno di Pasqua: essere segno e
stati salvati nel mistero della morte e strumento della misericordia del Padre (cfr
risurrezione del Signore Ges. Lui il Gv 20,21-23).
Riconciliatore, che vivo in mezzo a noi
E per questo che lAnno Santo dovr
per offrire la via della riconciliazione con mantenere vivo il desiderio di saper
Dio e tra i fratelli. LApostolo ricorda che, cogliere i tanti segni della tenerezza che
nonostante le difficolt e le sofferenze Dio offre al mondo intero e soprattutto
della vita, cresce tuttavia la speranza a quanti sono nella sofferenza, sono soli
nella salvezza che lamore di Cristo ha e abbandonati, e anche senza speranza

I TWEETS DEL PAPA


Twitter un servizio di social
networking che permette agli utenti di
inviare brevi messaggi e leggere quelli di
altri. I messaggi non possono superare i
140 caratteri. A differenza di celebrit
o molte altre persone su Twitter, il Papa
non scrive cose di routine quotidiana,
ma invia brevi messaggi di esortazione di
carattere religiosa.
L'Osservatore Romano riferisce che ci
sono pi di sette milioni di persone che
seguono laccount del papa @pontifex.
"La presenza di Papa Francesco sul
social network sta attirando un numero
crescente di persone, soprattutto i
giovani, che sono i principali utenti
dellInternet", ha detto il quotidiano del
Vaticano.
Papa Francesco scrive tweets in nove
lingue, tra cui inglese, italiano, latino,
arabo e francese. Il gruppo di iscritti pi
grande al feed del Papa in spagnolo,
seguito dall'inglese, poi italiano,
portoghese, francese, tedesco, polacco e
arabo che seguito da 68.000 persone.

sciamo che lo Spirito ci riempia, con la


Sua forza, di fede e di speranza (virt cos
cara a papa Francesco!) e saremo fermi
(cio forti, decisi, saldi) nella lotta contro
il male. La Pentecoste ormai vicina: prepariamoci leggendo, rileggendo, meditando questo bel Messaggio e saremo pronti
ad ospitare in noi lo Spirito Santo ed a lasciarci trasformare da Lui e sar vita vera
e piena! Pace e gioia in Ges e Maria. N.Q.

di essere perdonati e di sentirsi amati dal


Padre.
Un Anno Santo per sentire forte in
noi la gioia di essere stati ritrovati da
Ges, che come Buon Pastore venuto a
cercarci perch ci eravamo smarriti.
Un Giubileo per percepire il calore
del suo amore quando ci carica sulle sue
spalle per riportarci alla casa del Padre.
Un Anno in cui essere toccati dal
Signore Ges e trasformati dalla sua
misericordia, per diventare noi pure
testimoni di misericordia.
Ecco perch il Giubileo: perch
questo il tempo della misericordia. E
il tempo favorevole per curare le ferite, per
non stancarci di incontrare quanti sono
in attesa di vedere e toccare con mano i
segni della vicinanza di Dio, per offrire
a tutti, a tutti, la via del perdono e della
riconciliazione.
La Madre della Divina Misericordia
apra i nostri occhi, perch comprendiamo
limpegno a cui siamo chiamati; e ci
ottenga la grazia di vivere questo Giubileo
della Misericordia con una testimonianza
fedele e feconda.
[Omelia, Sabato 11 aprile 2015]
Impariamo a vivere la
benevolenza, a volere bene a
tutti, anche a quelli che non ci
vogliono bene.
Quando non ci si pu
guadagnare il pane, si perde la
dignit. Questo un dramma di
oggi, specialmente per i giovani.
Ci fa bene stare un po di
tempo davanti al Tabernacolo,
per sentire su di noi lo sguardo
di Ges.

Occorre imparare da Maria; rivivere la


sua disponibilit totale a ricevere Cristo
nella sua vita. [Tweet 18 maggio 2013]

In mezzo a tanti problemi, anche


gravi, non perdiamo la nostra speranza
nella infinita misericordia di Dio.

Noi cristiani siamo chiamati a uscire


dai nostri recinti per portare a tutti la
Meglio una Chiesa ferita ma presente misericordia e la tenerezza di Dio.
sulla strada, che una Chiesa malata perch
Maria, Madre dei Dolori, aiutaci a
chiusa in s stessa.
capire la volont di Dio nei momenti di
Cari genitori, bisogna avere molta grande sofferenza.
pazienza, e perdonare dal profondo del
Il Signore non si stanca mai di
cuore.
perdonarci. Siamo noi che ci stanchiamo
Perch ci risulta tanto difficile di chiedere perdono.
Signore, donaci la grazia delle lacrime,
sopportare i difetti degli altri?
Di seguito alcuni esempi recenti dei Dimentichiamo che Ges ha sopportato per piangere i nostri peccati e ricevere il
Tweet di Papa Francesco:
tuo perdono.
tutti i nostri peccati?

Medjugorje nella Chiesa


I Gruppi di Preghiera nel
Messaggio di Medjugorje
Tra i punti pi importanti del messaggio
di Medjugorje c senza dubbio lindicazione
di formare dei gruppi di preghiera.
Si tratta di una vera e propria scelta di
orientamento, e non semplicemente di un
consiglio generico perch la vita dei gruppi
di preghiera, cos come stata delineata
nella storia di Medjugorje, contiene alcuni
degli elementi essenziali della vita stessa
della Chiesa, quali la fede, i sacramenti e la
comunione fraterna.
Il primo invito a formare un gruppo di
preghiera risale allestate del 1982; in questo
gruppo sarebbero stati coinvolti soprattutto
i giovani della parrocchia, ai quali la
Madonna, attraverso i veggenti, avrebbe
dato dei messaggi e delle indicazioni
particolari su come condurre i loro incontri
e lo sviluppo della loro vita spirituale.
Un anno dopo per viene compiuto un
passo ulteriore con la costituzione di un
secondo gruppo, guidato con messaggi
pi frequenti e di particolare esigenza,
trasmessi attraverso le esperienze spirituali
di due giovani, Jelena e Marjiana. Questo
gruppo avr nel messaggio del 16 giugno
1983 il suo documento fondamentale,
quello che presenta le condizioni che coloro
che accettavano di entrare nel cammino del
gruppo avrebbero dovuto accogliere:
Rinunciate a tutte le passioni e
desideri disordinati. Evitate la televisione,
soprattutto le trasmissioni negative.
Bandite definitivamente ogni forma di
angoscia. Chi si abbandona a Dio non
ha posto nel suo cuore per langoscia; le
difficolt ci saranno, ma serviranno per
la crescita spirituale e per rendere gloria
a Dio. Amate i vostri avversari; togliete
dal cuore odio, amarezza, pregiudizi.
Pregate per i vostri avversari e invocate
la benedizione divina su di loro. Pregate
con grande raccoglimento e non guardate
continuamente lorologio, ma lasciatevi
guidare dalla grazia di Dio. Non vi
affannate per le cose di questo mondo,
affidando tutto, nella preghiera, al Padre
celeste. Quando uno troppo preoccupato
non pu pregare, perch manca la serenit
interiore. Dio contribuir a condurre a
buon fin le cose terrene quando uno si
sforza di aprirsi alle sue. Digiunate a pane
e acqua due volte alla settimana. Ogni
giorno consacrate tre ore alla preghiera,
di cui mezzora al mattino e mezzora alla
sera [].
La Madonna ha dettato anche
alcune preghiere, tra le quali un Atto di
consacrazione al Suo Cuore Immacolato,
e ha poi chiesto che il gruppo camminasse
per cinque anni seguendo la sua guida.
Questo gruppo, affidato alla responsabilit
dei padri francescani della parrocchia,
divenne un riferimento per i moltissimi
altri gruppi che si formavano nel mondo
per dare attuazione alla richiesta della
Madonna e per imparare a non fermarsi alla

conoscenza dei messaggi, allinformazione


su Medugorje, ma per esercitare ci che i
messaggi stessi dicevano.
In un incontro con alcuni gruppi
di preghiera italiani nel 1986, P.Slavko
Barbari precisava che i messaggi sono il
punto di partenza, non il punto di arrivo.
Se i messaggi sono il punto di arrivo,
allora tutto il processo del cammino,
della conversione e del cambiamento gi
finito. Allora accogliamo i messaggi della
Madonna e li mettiamo dentro il nostro
cervello come in un cassetto e rimangono
l, ma non facciamo nulla.
Inoltre indicava una seconda priorit
nellesperienza dei gruppi: un gruppo,
come anche una persona, pu dare solo
quello che ha vissuto. Cos si comprendono
i messaggi: essi sono dati per un cammino,
sono parole per situazioni concrete dove
le anime si aprono e, nelle loro necessit,
sentono la risposta di Ges e della
Madonna. Pi volte, negli anni successivi,
sono stati dati altri messaggi, su un piano
pi generale, per ricordare il valore del
programma dei gruppi di preghiera: Cari
figli, rinnovate la preghiera nelle vostre
famiglie e formate gruppi di preghiera, cos
sperimenterete la gioia nella preghiera e
nella comunione. Tutti quelli che pregano
e sono membri di gruppi di preghiera,
nel cuore sono aperti alla volont di Dio e
testimoniano gioiosamente la volont di
Dio (25.9.2000); I gruppi di preghiera
sono forti. Attraverso di loro posso vedere
che lo Spirito Santo opera nel mondo
(25.6.2004).
Limportanza di creare dei gruppi e
delle piccole comunit di preghiera, dove
custodire i doni spirituali e crescere nella
fede proviene dalla struttura stessa della
Chiesa, che nasce come unit di discepoli
assidui e concordi nella preghiera insieme
con Maria (At 1, 14) e perseveranti
nellinsegnamento degli Apostoli e nella
comunione, nello spezzare il pane e nelle
preghiere (At 2,42). Ma ci emerso anche
nella vita di alcuni santi che hanno fatto
della Consacrazione a Maria il nucleo della
loro identit; S. Luigi Grignion de Montfort
dopo aver predicato una missione voleva che
nel paese si costituisse una fraternit dedita
alla preghiera e alla carit, che proseguisse
gli insegnamenti spirituali ricevuti durante
la missione, e a questo scopo fond i Soldati
di San Michele, gli Amici della Croce, i
Penitenti bianchi, la Compagnia delle
44 Vergini. San Massimiliano Kolbe
svilupp la spiritualit della Consacrazione
allImmacolata allinterno di una Milizia,
unassociazione legata da finalit comuni,
in cui i membri fossero uniti per compiere
la volont dellImmacolata.
Il valore dato nel messaggio di
Medjugorje ai gruppi di preghiera
quindi un tratto comune a quella tradizione
mariana che da secoli cresce nella vita della
Chiesa cattolica.

UN PEZZO DI PARADISO
SULLA TERRA

La primavera si ormai avviata. Il


ritorno della vita, oltre che nella natura,
si vede anche nelle strade affollate di
Medjugorje. Di nuovo, diventa cos
difficile di trovare un parcheggio libero.
Nel periodo pasquale a Medjugorje erano
presenti tantissimi pellegrini e spesso la
Santa Messa serale era celebrata presso
lAltare esterno della chiesa di San Giacomo.
Nel corso dellanno a Medjugorje, oltre
ai consueti seminari di digiuno e preghiera,
si svolgono anche diversi altri incontri
Internazionali. Alcuni di essi vantano
ormai una tradizione pluriennale, mentre
altri si svolgono da non molto tempo, come
ad esempio il Seminario per i medici ed il
personale paramedico [tenuto dal 13 al 16
maggio 2015]. Ed il Parroco fra Marinko
ha gi iniziato ad esortare i parrocchiani a
dare la propria disponibilit ad accogliere
nelle case i partecipanti al 4 Pellegrinaggio
internazionale per persone con invalidit,
che si terr dal 1114 giugno. Ci saranno
anche alcune novit nel programma: come
ad esempio alcuni interventi educativi
di Marie-Hlne Mathieu, cofondatrice
dell'associazione internazionale cattolica
ecumenica Fede e Luce. Tale Associazione
venne fondata nel 1971 con lo scopo di
incentivare le relazioni fra le persone,
con particolare attenzione ai portatori di
handicap mentale e alle loro famiglie ed
riconosciuta ufficialmente dalla Stato
Italiano sin dal 2001 con lo status di Onlus.
Le guide dei pellegrinaggi conoscono
bene le grandi difficolt che insorgono
se un pellegrino si f male visitando i
monti. I pi grandi aiutanti rimangono
ancora gli Angeli custodi, perch il
servizio medico e ancora scarso e mal
organizzato. Un grande contributo
comunque offerto dallambulatorio di
primo soccorso dei Cavalieri di Malta,
che ha ripreso il suo nuovo periodo di
servizio, attivo fino al 1 nov. Lorario di
apertura del presidio sanitario va dalle
9:00 alle 14:30 e dalle 15:30 alle 21:00.
La domenica dopo Pasqua, a
Medjugorje, si tenuta la Prima Convocazione dei rappresentanti di una
settantina di gruppi carismatici della
Croazia e la Bosnia-Erzegovina, con la
partecipazione di pi di 1.000 persone.
L'obiettivo principale era quello di
rafforzare la crescita nella comunione
fraterna di promuovere un pi organico
collegamento tra di loro. Un grande
incoraggiamento a percorrere con decisione
questo cammino di unit e di comunione
Marco Vignati, stato offerto da Salvatore Martinez,
Comunit Casa di Maria, Roma Presidente del Rinnovamento nello Spirito

Mirjana 2 maggio 2015

"Cari figli, aprite i vostri cuori


e provate a sentire quanto vi amo e
quanto desidero che amiate mio Figlio.
Desidero che lo conosciate di pi perch
impossibile conoscerlo e non amarlo,
perch lui lamore. Figli miei, io vi
conosco: conosco i vostri dolori e le vostre
sofferenze perch le ho vissute. Gioisco
con voi nelle vostre gioie. Piango con voi
nei vostri dolori. Non vi abbandoner
mai. Vi parler sempre con mitezza
materna e, come madre, ho bisogno
dei vostri cuori aperti, affinch con la
sapienza e la semplicit diffondiate
lamore di mio Figlio. Ho bisogno di
voi aperti e sensibili verso il bene e la
misericordia. Ho bisogno della vostra
unione con mio Figlio, perch desidero
che siate felici e mi aiutiate a portare la
felicit a tutti i miei figli. Apostoli miei,
ho bisogno di voi, affinch mostriate
a tutti la verit divina, affinch il mio
cuore, che ha sofferto e soffre anche
oggi immensamente, possa nellamore
trionfare. Pregate per la santit dei
vostri pastori, affinch nel nome di mio
Figlio, possano operare miracoli, perch
la santit opera miracoli. Vi ringrazio".
cos, aperti e sensibili verso il bene e la
misericordia che Maria ci vuole. Per questo
Lei ancora con noi ed instancabilmente
ci visita, ci consola, ci esorta, ci supplica,
ci sostiene, ci incoraggia! Lei, la Madre
di N.S., veglia su di noi come, e forse pi,
ha vegliato su Suo Figlio, e per questo ha
sofferto e soffre anche oggi immensamente
affinch il Suo Cuore possa nellamore
trionfare. Non si tratta di un semplice
desiderio materno, limitato nel tempo e
nello spazio, ma del piano della salvezza
universale stabilito da Dio fin dall'eternit:
Lo Spirito Santo, che sterile in Dio, cio
non d origine ad un'altra persona divina,
divenuto fecondo per mezzo di Maria da
lui sposata. Con lei, in lei e da lei egli ha
realizzato il suo capolavoro, che un Dio
fatto uomo, e tutti i giorni, sino alla fine del
mondo, d vita ai predestinati e ai membri
del corpo di questo Capo adorabile.
Perci, quanto pi lo Spirito Santo trova
Maria, sua cara e indissolubile Sposa,
in un'anima, tanto pi diviene operoso
e potente per formare Ges Cristo in
quest'anima e quest'anima in Ges Cristo
(tesi 20 del "Trattato della vera devozione
a Maria" di Montfort).
Il Messaggio di oggi ed il passo appena
citato convergono alla comunione stretta e
reale con Ges, alla inabitazione di Ges
in ciascuno di noi, ma restano sterili se
manca il nostro fiat, il nostro Ecco la
serva del Signore: avvenga per me secondo
la tua parola (Lc 1, 38a) pronunciato sul
modello di Maria, ed il nostro Ecco, io
vengo per fare, o Dio, la tua volont (cfr Eb
10, 7) pronunciato ed offerto sul modello
di Ges. Non cosa facile, e molti di noi
hanno sperimentato la fragilit propria
e quella dei fratelli, il fallimento delle
speranze riposte improvvidamente negli
uomini. Abbiamo imparato a nostre spese
che il digiuno al quale Maria ci invita da
Medjugorje non riguarda solo l'astinenza
da cibi e bevande, ma astinenza da ogni
abuso, e l'abuso sempre un uso improprio

Continua da pag. 3, terza colonna:

di Italia e da Don Guido M. Pietrogrande,


guida spirituale del movimento stesso.
Graditi ospiti erano anche i rappresentanti
della Comunit italiana Regina Pacis,
accompagnati dalla loro fondatrice, Sig.
ra Luisa Scipionato Nottegar, che hanno
offerto concreta testimonianza di unit
tra il R.n.S. croato e italiano, espressione
di un medesimo carisma spirituale.
Salvatore Martinez, uno dei fondatori
del movimento carismatico in Italia
e Presidente di esso sin dal 1997, nel
corso delle sue meditazioni ispirate,
si soffermato su due problematiche
importanti presenti nel mondo e nella
Chiesa di oggi, e cio che il pi grande
problema del mondo di oggi di non
riconoscere Ges Cristo! Il risultato che
il mondo non vuole essere salvato, perch
la salvezza possibile solo per mezzo di
Ges Cristo. Ei il pi grande problema
della Chiesa e che non conosce abbastanza
lo Spirito Santo! Di conseguenza, nelle
nostre chiese non vive pienamente Ges
Risorto, non c pienezza di vita, perch
lo Spirito Santo che d la vita, attraverso
il dono dell'amore e della comunione.
Proprio nel promuovere questa
conoscenza dello Spirito Santo e della
Sua manifestazione alle persone assetate
di Dio e del Suo Amore, lui indica essere
l'oggetto e la missione del Movimento
Carismatico, realt ecclesiale che oggi
conta pi di 250.000 membri. Papa
Giovanni Paolo II ha osservato che questo
era un numero di persone sufficienti per
formare una citt: la citt dello Spirito
Santo. Salvatore Martinez ha invitato
tutti a sentirsi e a vivere proprio cos:
cittadini della citt dello Spirito Santo;
perch "L'amore non sopporta le divisioni.
Se siamo fratelli, dobbiamo stare insieme.
Siamo qui per dimostrare che l'amore
pi forte di tutte le differenze nazionali e
personali e di ogni distanza geografica."
Questo incontro a Medjugorje voleva
essere anche una tappa preparatoria
allincontro mondiale di tutti i gruppi
carismatici con Papa Francesco previsto
a Roma nel 2017. Il fatto che questo
convegno sia stato realizzato proprio qui
a Medjugorje, non in un certo senso
casuale. Oltre agli aspetti contingenti e
organizzativi del programma, c' anche
una ragione molto pi profonda. Infatti
la centralit dello Spirito Santo non
qualcosa di secondario o marginale nella
spiritualit di Medjugorje. Quante volte
la Madonna nei messaggi ci ha invitato
a pregare lo Spirito Santo per ricevere
nei confronti degli uomini ed ancor pi
nei confronti di Dio. Grazie, Maria, per
questo messaggio d'Amore e di Speranza:
balsamo alle ferite dell'uomo che in noi si
ribella, lenimento ad ogni tradimento, ad
ogni ingiustizia subita! Aiutaci, Maria, ad
ottenere dal Padre le grazie richieste per i
nostri fratelli pi piccoli, in particolare per
la piccolissima Chiara. Aiutaci a ritrovare
la carit fraterna e, nell'attesa, concedici
almeno di non distruggerci gli uni gli altri!
(cfr Gal 5, 15b).
Madre mia e mia Fiducia, Maria, in Te
io riposo per riposarmi in Dio! N.Q.

Luce dallalto, perch si effonda una


benedizione celeste sulla nostra famiglia
e sulla parrocchia, perch ci sia dato il
dono dello Spirito di verit, per prepararsi
autenticamente a vivere la Santa Messa.
La Madonna ci ha detto che lo si
invocava troppo poco, perch "Quando
avete lo Spirito Santo, avete tutto!" Quello
che la Madonna e la grazia della Sua presenza
a Medjugorje possono dare al movimento
Carismatico certamente quella profonda
scuola materna di umilt e di servizio.
Collegare lefficacia dei carismi
donati dallo Spirito Santo con le virt
della Madonna sarebbe una ricetta unica
per il rinnovamento degli individui, delle
comunit e della Chiesa! Come accade che
a Medjugorje con la Madonna scende il
paradiso sulla terra", cos ogni credente,
se ricolmato dello Spirito Santo e delle
virt di Maria, dovrebbe anchesso
essere "un pezzo di paradiso sulla terra"!
Paula Tomic
ECO di Medjugorje
VIVE ESCLUSIVAMENTE DI LIBERE
OFFERTE
In POSTA: C/C 14124226 intestato a Eco di
Maria,Via Cremona, 28 - 46100 Mantova

DA VERSARE IN BANCA:
Assoc. Eco di Maria,
Monte dei Paschi di Siena,Ag. Belfiore MN

CODICE IBAN:
IT 45 M 01030 11506 000004754021
PER BONIFICI DALLESTERO: IBAN
IT 45 M 01030 11506 000004754021
BIC PASCITM1185

Segreteria Eco di Maria, Via Cremona 28 46100 Mantova. Tel. 3294005656


Internet: www.ecodimaria.net

Io sono con Voi


Cari amici dellEco di Medjugorje,
tempi concitati quali ci sono dati da
vivere vengono saldamente controllati
dalla Regina della Pace, che, da Sovrana
e Madre, ci rassicura.
Quella frase Io sono con Voi ci
deve portare fuori da ogni apprensione
e timore.
Dobbiamo dare alla Regina della
Pace lonore e la gioia di credere, noi
a Lei, che vedendoci inquieti, non si
sente sufficientemente creduta da noi
in tutto ci che dice, e specialmente
nei suoi affetti, ma sostanza di tutte le
garanzie che Dio ci d lamore Suo
per noi, al quale vogliamo e dobbiamo
assolutamente credere.
Con amore infinito chiediamo alla
Madonna la benedizione Sua materna
ed io Vi benedico con amore sovrano e
misericordioso.

P. Massimo Rastrelli, S.J.

Mantova, maggio 2015


Resp. Ing. Lanzani - Tip. DIPRO (Roncade TV)