Sei sulla pagina 1di 11

Metodi di analisi

Analisi alle maglie in presenza di soli generatori


indipendenti di tensione

Esercizio 1
R4

Determinare le tensioni sulle resistenze


sapendo che:

J1

Vs1

R1

Vs1=Vs2=110V
R4=R5=1.3

J3

R1=15
R2=40

J2

Vs2

R3

R2

R5

R3=16

Risoluzione

Disegniamo il grafo, ed indichiamo i rami dellalbero con la linea continua e quelli di coalbero con
una linea tratteggiata. In questo modo possiamo individuare le maglie fondamentali, considerando
un ramo di coalbero alla volta.

J1
J3

Rami di albero: Vs1 Vs2 R1 R2


Rami di coalbero: R4, R3, R5

J2

Le tre variabili indipendenti sono: J1, J2, J3

Per scrivere il sistema di equazioni possiamo


1)

Applicare la LKV a ciascuna maglia contenente una corrente di maglia incognita, ed esprimere
ciascuna tensione in termini di una o pi correnti di maglia.

Maglia 1: -Vs1+R4J1+R1(J1-J3)=0
Maglia 2: -Vs2+R2(J2-J3)+R5J2=0
Maglia 3: R1(J3-J1)+R3J3+R2(J3+J2)=0

2)

Scrivere direttamente il sistema in forma matriciale: [R]*[J]=[V]

R1 + R4
0

R1

0
R2 + R5
R2

R1
J1 Vs1
J = V
R2
2 s2
R1 + R2 + R3 J 3 0

Passando ai valori numerici otteniamo

0
15 J1 110
16.3
0 41.3 40 J = 110

2
15 40 73 J 3 0
Risolviamo con la regola di Cramer:

110
0
15
110 41.3 40
0 40 73
212553
J1 =
=
= 17.11A
16.3
0
15 12424
0 41.3 40
15 40 73
16.3

16.3 110 15
0 110 40
J2 =

73
15 0
168553
=
= 13.57 A
16.3
0
15 12424
0
41.3 40
15 40 73

110

0
41.3 110
15 40 0
139865
J3 =
=
= 11.26 A
16.3
0
15 12424
0 41.3 40
15

40

73

Vr1 = R1 ( J1 J 3 ) = 15(17.11 11.26) = 87.75V


Vr 2 = R2 ( J 2 J 3 ) = 40(13.57 11.26) = 92.4V
Vr 3 = R3 J 3 = 16 11.26 = 180.16V

Analisi alle maglie in presenza di generatori indipendenti di


tensione e di corrente

Esercizio 2
R4

Trovare le correnti di maglia sapendo che:

J3

R1

R3

R2

J1

J2

I=0.5A

V=6V

R1=3

R2=8

R3=6

R4=4

Risoluzione
Disegniamo albero e coalbero (rispettivamente linea continua e linea tratteggiata) per determinare le maglie
fondamentali.
Le tre variabili indipendenti sono le tre correnti nei rami di
coalbero (J1, J2, J3).

J3
J1

J2

Ma una di queste correnti J1 coincide con la corrente


impressa dal generatore per cui possiamo scrivere
J1=I=0.5A
Avendo una incognita gi determinata il nostro sistema
diventa un sistema a 2 incognite con 2 equazioni.

Per questo motivo non scriviamo alcuna equazione per la maglia 1, mentre per le maglie 2 e 3 scriviamo
le LKV per ciascuna maglia ed esprimiamo ciascuna tensione in termini di una o pi correnti di maglia.

R2 ( J 2 J1 ) + R3 ( J 2 J 3 ) = V

R1 ( J 3 J1 ) + R4 J 3 + R3 ( J 3 J 2 ) = 0
R2 J1 + ( R2 + R3 ) J 2 R3 J 3 = V

R1 J1 R3 J 2 + ( R1 + R3 + R4 ) J 3 = 0
14 J 2 6 J 3 = 10
J 2 = 0.95 A

6 J 2 + 13 J 3 = 1.5 J 3 = 0.55 A

N.B.: le sorgenti di corrente hanno semplificato il


problema.

Analisi alle maglie in presenza di generatori indipendenti di


tensione e di corrente

Esercizio 3
R6

Risolvere il circuito con il metodo delle


maglie sapendo che:

R5

R4

Ig1=2A

Ig2=1A

Vg=1V

R4=R5=1 R6=2

Ig1

Ig2

Vg

Risoluzione
In questo esempio, molto importante la scelta delle correnti di maglia, infatti se prendiamo come
correnti di maglia quelli degli anelli, come nel caso precedente dobbiamo aggiungere al sistema due
incognite (le tensioni sui generatori di corrente) ed aggiungere 2 equazioni di vincolo date proprio
dalla presenza dei generatori di corrente.
Un possibile semplificazione pu essere quella di scegliere un coalbero nei cui rami ci siano tutti i
generatori di corrente.
Scegliamo albero e coalbero con le considerazioni fatte in precedenza:
La maglia 1 composta dai rami: 1-4-6-3

La maglia 2: 2-6-3
La maglia 3: 4-7-6

J3

6
J1

Le correnti di maglia sono J1, J2, J3 , ma con la scelta


fatta abbiamo

J2

J1=Ig1=2A

J2=Ig2=1A
Le incognite ulteriori sono le tensioni ai capi dei due
generatori di corrente vg1 e vg2

Sistema risolvente:

Sostituendo i valori numerici

( R4 + R5 ) J1 + R5 J 2 ( R4 + R5 ) J 3 = vg1 Vg

4 + 1 2 J 3 = vg 1 1

R5 J1 + R5 J 2 R5 J 3 = vg 2 Vg

2 + 1 J 3 = vg 2 1

( R4 + R5 ) J1 R5 J 2 + ( R4 + R5 + R6 ) J 3 =

4 1 + 4J3 = 0

Non abbiamo nessun generatore di corrente in nessun ramo di albero per cui non dobbiamo
aggiungere alcuna equazione di vincolo.
Risoluzione del sistema, iniziando dallultima equazione:

J3 =

5
4

5
5 7
= vg 1 1 vg 1 = 6 =
2
2 2
5
5 11
3 = vg 2 1 vg 2 = 4 =
4
4 4
5

Esercizio 4
R3

1
Ig1

R1

Analisi ai potenziali di nodo in presenza di soli generatori


indipendenti di corrente

2
R2

Ig2

Calcolare le tensioni e le correnti relative a


tutti gli elementi, risolvendo il minor
numero possibile di equazioni, sapendo
che:
Ig1=2A

Ig2=3A

R1=2

R2=4

R3=2

3
Risoluzione
Utilizzando il metodo dei potenziali di nodo il numero di incognite sarebbe n-1=3-1=2
Utilizzando il metodo delle correnti di maglia il numero di incognite sarebbe l-n+1=5-3+1=3
Utilizziamo il metodo dei potenziali di nodo, considerando come nodo di riferimento il nodo 3,
disegniamo lalbero e le nostre incognite saranno V1 e V2 cio le tensioni dei rami dellalbero

Il sistema sar:

1
1 1

R + R
R3 V1 I g1
1
3

=
1
1
1 V2 I g 2

+
R
R
R3
3
2

2 V1 = 2


1 3 V2 3
2 4

Scrivendo le equazioni e facendo tutti i passaggi si dovrebbero:


Scrivere le LKC applicate agli n-1 nodi
sostituiamo le espressioni delle correnti nel sistema di riferimento.

1 i1 2

i3

i2
2

2A

2
4

3A

3
Per esprimere la V12 in funzione di V1 e di V2 bisogna
applicare la LKT alla maglia 1-2-3-1

V12 + V2 V1 = 0 V12 = V1 V2
i1 =

V1 V2
2

2 + i1 + i2 = 0

i1 + i3 3 = 0
V
i2 = 1
2
V
i3 = 2
2
V
i1 = 12
2

V1 V2 V1
V2

2
0
V

+
+
=

=2
1

2
2
2

(
)

+
V
V
V
V 3V
1
2
2

3 + = 0 1 + 2 = 3
2
4
4

2
Risolviamo il sistema con la regola di Cramer

1
2
3
3 1
2* + *3
3
4 =
4 2
= = 6V
3 1
1
1

4 4
2
2
3
4

2
3
V1 =
1

1
2

2 + i1 + i2 = 0

i1 + i3 3 = 0
V
i2 = 1
2
V
i3 = 2
2
V
i1 = 12
2

1 2
1
3

3 +1
2
V2 =
=
= 8V
1
1
1
2
2
1 3

2 4

Le due tensioni hanno il ruolo di variabili principali, una volta calcolate queste possibile risalire a
tutte le tensioni e le correnti del circuito

V12 = V1 V2 = 6 8 = 2V
V1 V2
= 1 A
2
V 6
i2 = 1 = = 3 A
2 2
V
8
i3 = 2 = = 2 A
4 4
i1 =

Analisi ai potenziali di nodo in presenza di generatori


indipendenti di corrente e di tensione

Esercizio 5
3A

i4

i1
20V

Risolvere il circuito con il metodo dei


potenziali nodali.

5V

3
i2

i3

Risoluzione
Scegliamo come nodo di riferimento quello in basso (vedi figura)
Scriviamo le LKC per i 3 nodi, considerando positive le correnti uscenti.

nodo1 i1 + i4 + 3 = 0
nodo 2 i2 i5 i4 = 0
nodo3 i3 + i5 3 = 0

V1 V2
2
V
i2 = 2
2
V
i3 = 3
4
i4 =

Applicando la legge di Ohm

Sostituendo

V1 V2
i1 + 2 + 3 = 0

V2 V1
V2

+
=0
i

5
2
2

V3
4 + i5 3 = 0

i1 e i5 non posso esprimerlo in funzione delle tensioni di


nodo.
Per cui ho un sistema di 3 equazioni in 5 incognite che non
determinato.
Devo per tener conto delle equazioni dei vincoli.
V1=20

V2-V3=5

Aggiungendo i vincoli ho quindi un sistema di 5 equazioni


in 5 incognite i1, i5, V1, V2, V3.

Per sommando le ultime 2 equazioni e considerando che V1 nota

V3

V2 + = 13
4

V2 V3 = 5 V2 = 5 + V3

Per sostituzione ottengo

V2 = 11.4V
V3 = 6.4V

Analisi ai potenziali di nodo in presenza di generatori


indipendenti di corrente e di tensione

Esercizio 6
1

R1

ix3

Ig7
6

Vg2
+

R5

Vg3

Analizzare il circuito sapendo


che

ix2

R1=R5=1
R4=1\3

R3

R3=1\2

Ig7=3A

R4
4

Vg2=1V
Vg6=1V

Vg3=2V

ix6
+
Vg6

Risoluzione

1.

Scegliamo come nodo di riferimento il nodo 2, perch a questo sono connessi il maggior
numero di generatori di tensione (2)

2.

Le variabili ausiliarie sono V1, V3, V4, V5, V6, cio le tensioni dei rimanenti nodi rispetto al
nodo 2. Le tensioni V3 e V5 sono gi note perch ai nodi 3 e 5 sono connessi con due
generatori di tensione con laltro capo collegato al nodo due. Perci:

V3 =Vg2 =1

V5 = Vg 3 = 2V

Notiamo che V4 e V6 non corrispondono ad alcun


ramo del circuito
3.

Le ulteriori incognite sono le correnti che scorrono nei generatori di tensione, cio la ix2, ix3,
ix6.

4.

Scriviamo il sistema di equazioni su base nodi, si ha:

nodo1 G1V1 = I g 7
nodo3 G3V3 G3V4 = ix 2
nodo4 G3V3 + (G3 + G4 )V4 G4V5 = ix 6
nodo5 G4V4 + (G4 + G5 )V5 G5V6 = ix 3
nodo6 G5V5 + G5V6 = ix 6 I g 7

5.

Scriviamo lequazione relativa al vincolo introdotto dal generatore Vg6.

V4 V6 = Vg 6
Il sistema diventa:

V1 = 3

3V4 8 V6 = ix 3

2 2V4 = ix 2

2 + V6 = ix 6 3

2 + 5V4 + 6 = ix 6

V4 V6 = 1

Le cui soluzioni sono:

V1 = 3

ix 6 = 8

V4 = 4

ix 2 = 14

V6 = 7

ix 3 = 5

Le altre grandezze del circuito valgono:

7
vR 3 = V3 V4 = V
3
2
vR 4 = V4 V5 = V
3
1
vR 5 = V6 V5 = V
3
16
vg 7 = V1 V6 = V
3

14
A
3
= 2A

iR 3 = G3vR 3 =
iR 4 = G4 vR 4

1
iR 5 = G5vR 5 = A
3
iR1 = G1 E1 = 3 A