Sei sulla pagina 1di 3

Laccordo UE-Canada

In queste settimane si parla sempre pi spesso di TTIP, in particolare dopo la proposta della Commissaria
Malmstrom di una corte permanente per la risoluzione delle controversie nel settore degli investimenti
esteri, ma soprattutto dopo che i governi di USA, Australia, Brunei, Canada, Cile, Giappone, Malesia,
Messico, Nuova Zelanda, Per, Singapore e Vietnam hanno raggiunto uno storico accordo per la
conclusione della Trans-Pacific Partnership.
LUE impegnata in ben 18 negoziati commerciali. Uno dei pi importanti il Comprehensive Economic
Trade Agreement (CETA) tra UE e Canada, firmato il 26 settembre 2014, a Ottawa. Sar il primo accordo
dellUE per facilitare lacceso al mercato per beni, servizi e investimenti con un altro paese altamente
industrializzato, il primo con un ambizioso capitolo sulla protezione degli investimenti, infine, il primo
che includa la protezione di 145 alimenti a Indicazione Geografica (IG).
Le elezioni politiche canadesi del 19-20 ottobre 2015 hanno dato la maggioranza al Liberal Party di
Justin Trudeau, convinto sostenitore degli accordi di libero scambio. Trudeau, pur essendo molto
favorevole al CETA, ha espresso in campagna elettorale alcune preoccupazioni sulla mancanza di
un dibattito pubblico sia in Europa sia in Canada sullargomento. Il neo Primo Ministro si era inoltre
schierato a favore delle province, contro il governo federale, per chiedere maggiori fondi per fare fronte
alle perdite che potrebbe dover affrontare il settore della pesca.

Principali benefici del CETA


Dal 1994 il Canada accorda un trattamento preferenziale alle aziende dei paesi firmatari del NAFTA
(laccordo di libero scambio tra USA, Messico e il Canada). Il CETA ridar parit di trattamento alle
aziende europee. Il capitolo sulla riduzione dei dazi doganali il pi importante che lEuropa abbia mai
raggiunto. Per quanto riguarda servizi e investimenti, il CETA da alle aziende europee un trattamento
addirittura migliore di quelle dei partner del NAFTA. Inoltre, le PMI beneficeranno del reciproco
riconoscimento delle valutazioni di conformit.
Ecco i principali benefici per le imprese:
Quasi il 92% dei prodotti agricoli e alimentari dellUE verr esportato in Canada senza dazi
doganali. Per i beni industriali gli esportatori europei risparmieranno circa 470 milioni
allanno. Dopo sette anni, infatti, non vi saranno pi dazi tra lUE e il Canada su questi ultimi.
Nel mercato degli appalti pubblici, per la prima volta viene liberalizzato laccesso anche
alle gare bandite dagli enti locali canadesi. Ad esempio, nel 2011 gli appalti aggiudicati dalle
amministrazioni comunali canadesi ammontavano a circa 82 miliardi. Il Canada creer
inoltre un sito web unico sugli appalti per garantire che le imprese dellUE possano trarre
vantaggio da queste nuove opportunit.

Il reciproco riconoscimento delle valutazioni di conformit eviter di testare sia in


Europa sia in Canada la conformit di un prodotto agli standard di legge. Questa misura,
permettendo di ridurre i costi, potrebbe generare un aumento del PIL fino a 2,9 miliardi
lanno per lUE.
Infine, le PMI potranno beneficiare della protezione accordata dal Canada a una lista di 145
alimenti a Indicazione Geografica, di cui 41 italiani, tra questi la Bresaola della Valtellina, il
Taleggio e il Grana Padano. Laccordo prevede anche la possibilit di aggiungere in futuro
altre denominazioni di prodotti allelenco. Inoltre, alcune IG famose dellUE, come prosciutto
di Parma, saranno autorizzate a utilizzare la propria denominazione, anche se questa gi
registrata in Canada come marchio dimpresa.

Effetti economici del CETA


Ci si attende che il CETA possa aumentare i flussi commerciali in beni e servizi tra Europa e Canada di
quasi il 25%. Inoltre ci si aspetta che la produzione europea possa crescere di 12 miliardi lanno. Uno
studio, europeo e canadese, prevede un generale guadagno in termini di benessere, PIL, esportazioni
e salari, nel lungo periodo. Per quanto riguarda il mercato del lavoro, la maggior parte dei settori
potrebbe avvantaggiarsene, mentre una minoranza risentir delle maggiori pressioni competitive. Per
questo sar importante istituire meccanismi adeguati di aggiustamento, come, per esempio, il Fondo
Europeo per la Globalizzazione, che mira a ridurre limpatto negativo dei cambiamenti di produzione.

Servizi Pubblici
Nel CETA, come negli altri accordi commerciali, lUE non ha preso nessun impegno sulla gestione dei
beni e dei servizi pubblici. Gli Stati membri potranno continuare a gestire in piena autonomia, ed
eventualmente anche in monopolio, la fornitura di beni e servizi pubblici ai propri cittadini. Il CETA,
quindi, non impone nessun obbligo di privatizzare o liberalizzare i servizi di fornitura dellacqua,
listruzione o il servizio sanitario nazionale.

Rispetto degli standard europei e sviluppo sostenibile


Gli standard europei non saranno modificati dallentrata in vigore del CETA. Questo significa che ogni
importazione proveniente dal Canada dovr soddisfare le regole stabilite dallUE. Non esiste quindi il
rischio che arrivino sulle nostre tavole polli alla clorina o bistecche di manzo trattato con gli ormoni.
Al contrario, in previsione dellentrata in vigore del trattato, il Canada ha iniziato a produrre manzo
hormones-free, dal momento che per i suoi allevatori lUE un mercato molto interessante.
Come negli altri accordi commerciali di nuova generazione che lUE ha sottoscritto (con Corea del Sud,
Colombia e Per), anche il CETA ha un capitolo sullo sviluppo sostenibile. Inoltre, il Canada, di solito
restio a questo genere di discussioni, si impegnato ad applicare le convezioni dellOrganizzazione
Internazionale del Lavoro sui diritti dei lavoratori.

Meccanismo di risoluzione delle controversie tra Stato e investitore straniero


Il CETA prevede al suo interno anche un meccanismo per risolvere le dispute tra Stato e investitore
(investor-to-state dispute settlement, ISDS), basato sul sistema dellarbitrato. Non esiste un modello
unico di ISDS; dal 1959 a oggi, gli Stati dellUE hanno gi firmato circa 1400 accordi con linclusione di
un ISDS. Questo meccanismo era nato, nel contesto della decolonizzazione, per tutelare linvestitore
straniero in caso di atti discriminatori o arbitrari dello Stato. Il sistema mancava, per, di legittimit
democratica e di trasparenza e gli arbitri si trovavano spesso in posizioni di conflitto dinteressi.
Oggi non potremmo pi accettare questo tipo di sistema. LISDS del CETA rappresenta un passo avanti
e, diversamente dagli accordi precedenti, prevede: un codice etico e di condotta per gli arbitri e gli

avvocati; una lista predefinita di arbitri qualificati; la trasparenza degli atti processuali; il rispetto dei
principi del chi perde paga e dellimpossibilit di rivolgersi ad un tribunale nazionale se il processo
in corso con lISDS, e viceversa; infine, il diritto esclusivo degli Stati di legiferare nellinteresse dei
cittadini, dellambiente e dei diritti dei lavoratori.
Bisogner, inoltre, capire se la Commissione Europea riuscir a convincere i partner canadesi a riaprire
questo capitolo per sostituire lISDS con lICS. LInvestment Court System, proposto dalla Commissaria
Malmstrom come strumento per la risoluzione delle controversie nel TTIP, una vera e propria corte
permanente per gli investimenti, con giudici di carriera, esplicita menzione del right to regulate degli
Stati e un meccanismo dappello, maggiormente in grado di soddisfare quel bisogno di trasparenza e
legittimit richiesta dal Parlamento e dallopinione pubblica.

Prossimi passi e giudizio complessivo


Il Parlamento Europeo sar chiamato, entro due anni dalla firma dellaccordo, ad approvare il CETA. In
questo momento gli esperti legali della Commissione Europea stanno eseguendo il legal scrubbing,
uno studio approfondito per eliminare ogni possibile incongruenza tra laccordo e i trattati europei.
Terminata questa fase, i servizi di traduzione renderanno disponibile il testo in tutte le 24 lingue ufficiali
dellUE e inizier la fase dei lavori parlamentari.
Nel caso in cui i negoziatori europei volessero tentare una riapertura dei negoziati per sostituire lISDS
con lICS, bisogner attendere lesito delle elezioni politiche in Canada del 19 Ottobre.
Il CETA ha la possibilit di creare benefici concreti per entrambe le economie. Anche se gli effetti
saranno limitati, viste le dimensioni tutto sommato ridotte degli scambi fra UE e Canda, laccordo ci
da la possibilit di creare un modello per altre trattative commerciali. Infine, gli importanti risultati
ottenuti su IG e appalti pubblici rafforzeranno la nostra posizione nei negoziati ancora in corso.

Alessia Mosca

Commissione per il Commercio Internazionale - Parlamento Europeo

Strasburgo, 26 novembre 2015

www.alessiamosca.it - email@alessiamosca.it