Sei sulla pagina 1di 5

CALCOLO DEI SOLAI LATEROCEMENTIZI

La presente Cartella di lavoro in ambiente Excel stata creata per la simulazione dei procedimenti di
progettazione e verifica dei solai gettati in opera in calcestruzzo con elementi di alleggerimento in laterizio e
fa parte di un insieme di cartelle finalizzate ognuna alla risoluzione di un schema di calcolo specifico.
Seppur idoneo allutilizzo professionale nel rispetto delle norme tecniche attualmente vigenti, la realizzazione
di questi fogli di calcolo stata pensata dallautore ing. Roberto Lapiello

principalmente per lutilizzo

nellambito dellattivit didattica relativa al corso di Costruzioni per geometri.


Ogni cartella di lavoro strutturata su quattro fogli di calcolo di cui il primo (Progetto solaio) rappresenta
lambiente operativo principale con il quale lutente interagisce procedendo al progetto del solaio. Il terzo
foglio di calcolo (Diagramma momento) e costituito da due diagrammi di cui il primo rappresenta il
diagramma del momento flettente per ogni condizione di carico analizzata mentre il secondo produce oltre al
diagramma di inviluppo dei momenti flettenti anche i momenti resistenti delle armature e del calcestruzzo
rappresentando un ottimo supporto visivo nella progettazione interattiva delle armature e delle fasce piene.
Il secondo foglio in realt un foglio di calcolo di supporto nel quale sono calcolati i valori attraverso i quali
vengono generati i diagrammi prima citati. Un ultimo foglio perfettamente identico in ogni cartella permette di
procedere in

modo rapido allanalisi dei carichi permanenti ed accidentali nel rispetto della normativa

vigente.
I fogli di calcolo per il progetto dei solai sono ancora in fase di test. Nel caso si riscontrassero bugs
gradita una mail allautore. Grazie

ANALISI DEI CARICHI


Il presente foglio rappresenta un valido supporto per la determinazione dei carichi da considerare nel
progetto di un solaio. Per procedere allanalisi dei carichi, inserire i valori nelle celle relative a :
Altezza totale del solaio ; Spessore della soletta ; Larghezza del travetto ; Larghezza del blocco di laterizio
utilizzato.
Va inoltre indicata attraverso lutilizzo della casella combinata predisposta, se si deve prevedere o meno la
presenza di tramezzature sul solaio.
Nel prospetto inferiore sono calcolati il peso proprio del solaio tenendo conto delle dimensioni assegnate
nelle celle suddette e dei pesi specifici del calcestruzzo e dei laterizi. Il valore del peso specifico dei laterizi
modificabile dallutente.
Per completare lanalisi dei carichi, inserire il valore corrispondente al peso per unit di superficie relativo al
pavimento + massetto + intonaco e il sovraccarico accidentale attraverso la scelta della categoria di
destinazione dei locali cos come individuato dalla normativa tecnica vigente.

INSERIMENTO DATI
Facendo riferimento alla figura dello schema di calcolo inserire i dati nelle celle con sfondo verde e testo in
nero.
Digitare nelle apposite celle i dati relativi alle luci di calcolo delle campate e degli sbalzi, le eventuali forze
concentrate sulla punta degli sbalzi, i carichi permanenti ed accidentali per ogni campata e per gli sbalzi,
oltre ad una eventuale diversa altezza di calcolo per la sezione del solaio sugli sbalzi.
Nel caso di assenza di sbalzi porre a zero i relativi dati geometrici e di carico.
Inserire i dati relativi alla sezione del solaio indicando laltezza totale della sezione, la larghezza del travetto
e linterasse tra i travetti.
Indicare inoltre attraverso la casella combinata predisposta se devono essere attivate le verifiche previste
per il calcolo in zona sismica.

CARATTERISTICHE DELLA SOLLECITAZIONE


Il calcolo delle caratteristiche della sollecitazione affrontato attraverso la soluzione dello schema di trave
continua con luso dellequazione dei tre momenti per tre distinte combinazioni di carico cos da produrre le
massime sollecitazioni sugli appoggi e in ogni campata. La combinazione di carico prevista per la ricerca dei
massimi momenti sugli appoggi costituita dalla presenza dei carichi permanenti ed accidentali in tutte le
campate tranne gli sbalzi dove sono considerati presenti solo i carichi permanenti. Pur non rappresentando
questultima effettivamente la condizione di carico che produce i massimi momenti sugli appoggi, si ritiene
che sia comunque una condizione di carico valida e statisticamente pi probabile di quella canonica.
A fianco dei risultati ed esternamente allarea stampabile sono riportati i valori dei coefficienti e delle
equazioni dei tre momenti; inoltre riportato un calcolo di verifica che fornisce unindicazione sulla affidabilit
dei risultati ottenuti.
Tra i risultati per ogni condizione di carico sono riportati oltre ai momenti sugli appoggi e ai valori del taglio a
sinistra e a destra di ogni appoggio, i valori dei momenti massimi in campata e le relative ascisse dove questi
si verificano; sono calcolate inoltre in ogni campata le ascisse nelle quali il momento flettente nullo.
E possibile visualizzare i diagrammi dei momenti per ogni condizione di carico attivando il foglio Diagramma
Momento.

PARAMETRI PER IL PROGETTO E LA VERIFICA DELLE SEZIONI


Agendo sulle apposite caselle combinate, indicare i valori minimi da considerare nelle verifiche per il
momento in campata e sugli appoggi terminali.
Il programma non consente di scegliere valori inferiori a quelli previsti dalla normativa.
Fissato il fattore a denominatore delle conosciute formule per il calcolo del momento minimo, il programma
determina i valori dei momenti per le singole campate e per gli appoggi terminali. Tali momenti sono da
considerarsi minimi e verranno considerati nelle verifiche solo in quei casi in cui il calcolo a trave continua
produce valori dei momenti inferiori a quelli minimi qui calcolati.
Va inoltre indicato il valore del copriferro da considerare, il tipo di acciaio ed il tipo di calcestruzzo da
utilizzare nel progetto. Effettuata la scelta il programma calcola le tensioni ammissibili secondo quanto
previsto dalla normativa tecnica vigente.

VERIFICHE A TAGLIO
In questa sezione sono effettuate le verifiche a taglio del solaio. Sono inoltre calcolate le aree di ferro minimo
da prolungare agli appoggi secondo le indicazioni normative. Larea di ferro determinata considerando uno
sforzo di trazione da assorbire pari proprio al valore del taglio massimo che si verifica agli appoggi. Tale
valore scaturisce dal considerare un comportamento ad arco teso della campata del solaio. Larmatura
minima necessaria confrontata con quella prevista nella tabella di progetto delle armature per la sezione
interessata. E indicato se la verifica effettuata risulta a meno soddisfatta.

PROGETTO E VERIFICA INTERATTIVA DELLE ARMATURE


Agendo con le predisposte caselle combinate, si effettuano le scelte inerenti il numero e i diametri dei ferri da
inserire in ogni sezione procedendo cos in maniera interattiva al progetto e alla verifica delle sezioni pi
sollecitate. Le tipologie di ferri previste sono i filanti (ferri presenti inferiormente lungo tutta la campata), i
sagomati (ferri presenti nella parte centrale della campata e sagomati verso gli appoggi per collaborare
allassorbimento dei momenti flettenti negativi), cavallo ( ferri disposti superiormente a cavallo degli appoggi
per lassorbimento dei momenti negativi), molle ( tipica sagomatura di ferri da inserire sugli sbalzi per
lassorbimento del momento negativo lungo tutta la lunghezza dello sbalzo e a costituire armatura inferiore
lungo lintera lunghezza dello sbalzo).
I ferri sagomati previsti i campata sono automaticamente considerati presenti sugli appoggi adiacenti alla
campata dal programma, tuttavia il programma non effettua quei controlli di coerenza progettuale come luso
delle molle solo in presenza di sbalzi o abbinamento di diametri o controlli sullinterferro. La scelta
progettuale e tipologica delle armature completamente lasciata allutente.
Per effetto delle scelte effettuate dallutente il programma provvede ad effettuare le verifiche considerando i
massimi valori del momento in ogni sezione e ad indicare il soddisfacimento di ogni singola verifica rispetto
ai parametri normativi ed ai materiali prescelti.
SI precisa che le indicazioni di soddisfacimento o meno delle singole verifiche riportate al fianco di ogni rigo
non rientrano nellarea di stampa impostata ed per questo che comunque riportata una indicazione
riassuntiva ai piedi della tabella in merito al soddisfacimento di tutte le verifiche. Se anche una sola delle
verifiche non soddisfatta comparir un avviso con lindicazione che non tutte le verifiche sono soddisfatte.

PROGETTO INTERATTIVO DELLE FASCE PIENE E DELLE


SAGOMATURE DEI FERRI
In questa sezione del foglio si pu procedere al progetto interattivo delle fasce piene e delle sagomature dei
ferri. Per ogni appoggio e per ogni tipo di ferro previsto si pu agire sulle lunghezze delle fasce e dei ferri e
verificare visivamente attraverso il diagramma dei momenti resistenti lefficacia delle scelte. Agendo sui
parametri suddetti per ottenere un progetto delle armature e delle fasce piene e semipiene corrette, si deve
fare in modo che nel diagramma sia le linee blu (momento resistente dei ferri) sia le linee gialle (momento
resistente del calcestruzzo) ricoprano il diagramma di inviluppo dei momenti flettenti in ogni sezione del
solaio.
Per poter agire in maniera efficace nella progettazione si consiglia di visualizzare contemporaneamente a
video sia il foglio progetto solaio sia il foglio Diagramma Momento, cos da verificare immediatamente le i
risultati ottenuti per ogni modifica dei parametri.
Per ottenere ci si proceda come segue:
Nel menu finestre selezionare nuova (Si aprir una copia della cartella attiva)
Nel menu finestre selezionare disponi e quindi orizzontale
Attivare nella finestra inferiore il foglio Progetto solaio
Attivare nella finestra superiore il foglio Diagramma Momento
Visualizzare nel foglio superiore il diagramma dei momenti resistenti regolando la percentuale di zoom in
modo da avere una visione completa del diagramma.