Sei sulla pagina 1di 4

La persecuzione dei cristiani.

di Carlo Rossi
http://chiarodiluna-karl.blogspot.it/2014/08/la-persecuzione-dei-cristiani.htl
http://!!!.corriere.it/editoriali/14"luglio"28/indi#erenza-che-uccide-
$%e4cd0a-1&1'-11e4-a&4(-$2b%2'$$&'b1.shtl
)n un editoriale sul Corriere della *era del 28 luglio 2014 +rnesto ,alli della
Loggia denuncia l- indi#erenza dell- .ccidente alla tragica persecuzione dei
cristiani che dilaga orai in /aste regioni0 cos1 delineandone le ragioni:
23a tepo essere e dirsi cristiani non solo non 4 pi5 intellettualente
apprezzato0 a in olti abienti 4 6uasi giudicato non pi5 accettabile. )l
Cristianesio non 4 per nulla 7elegante80 e spesso coporta a danno di chi
lo pratica una sorta di tacita a sostanziale essa al bando. L9atos(era
culturale doinante nelle societ: occidentali giudica coe 6ualcosa di
priiti/o0 al assio un 7placebo8 per spiriti deboli0 coe 6ualcosa
intiaente predisposto all9intolleranza e alla /iolenza0 la religione in
genere. )n special odo le religioni onoteistiche. )n teoria tutte0 a poi0 in
pratica0 nel discorso pubblico di#uso0 6uasi soltanto il Cristianesio e
assiaente il Cattolicesio0 ad esclusione cio4 del ,iudaiso e
dell9)sla: il prio per o//ie ragioni storico-orali legate ;a ancora per
6uanto tepo<= alla *hoah0 il secondo sepliceente per paura. *10 bisogna
dirlo: per paura2.
Resta da esainare la reazione pre/alente tra gli esponenti della Chiesa
cattolica0 lode/ole in 6uanto dettata dal desiderio di non (ornire ulteriori
pretesti ai persecutori0 a criticabile sotto il pro>lo concettuale.
?on condi/isibile 4 la con/inzione che esista una sorta di essenza della
religione /erso la 6uale tutte le religioni esistenti de/ono con/ergere. @uesta
idea di religione sarebbe logicaente necessaria e segnata dal rigetto della
/iolenza in noe di 3io e dai principi della (ratellanza uni/ersale e della
dignit: uana.
*i tratta di una con/inzione teologicaente sbagliata e non corrispondente
allo s/iluppo storico del (enoeno religioso.
)l 3io cristiano A onnipotente. ?on puB essere pensato prigioniero di una
astratta idea di di/init: e di religione. +gli decide ciB che 4 bene e ciB che 4
ale. )l cristiano conosce la di/init: e la /olont: di 3io grazie alla Ri/elazione
che si copie nel Cristo risorto. + la /olont: di 6uesto 3io padre aore/ole 4
che l- adultera non sia lapidata dai suoi (ratelli sepre peccatori. )n altre
religioni l- adultera de/e essere lapidata.
Le pro(onde di#erenze tra le principali religioni onoteiste sono state
eCcaceente sottolineate da due dei assii precursori del liberaliso
conteporaneo.
?ella 3eocrazia in Derica Eoc6ue/ille indi/iduB la portata storico-ci/ile0
sociale e culturale del Cristianesio0 ettendo in e/idenza proprio il suo
stretto rapporto con la libert::
2....nel Corano non solo dottrine religiose0 a anche assie politiche0 leggi
ci/ili e criinali e teorie scienti>che. )l Fangelo0 in/ece0 parla solo dei rapporti
generali degli uoini con 3io e (ra loro. Dl di (uori di 6uesto non insegna nulla
e non obbliga a credere nulla. @uesto soltanto0 (ra ille altre ragioni0 basta a
ostrare che la pria di 6uelle due religioni non puB doinare a lungo in
tepi di ci/ilt: e di deocrazia0 entre la seconda 4 destinata a regnare
anche in 6uei secoli coe in tutti gli altri2;op. cit.0 Libro Eerzo0 Garte Gria0
Capitolo @uinto=.
,i: Hontes6uieu0 che lo stesso Eoc6ue/ille riconosce/a coe aestro0
scrisse nel libro /enti6uattresio0 capitoli terzo e 6uarto dello *pirito delle
leggi:
2Ger 6uanto riguarda il carattere della religione cristiana e 6uello della
religione usulana0 si de/e senz- altro abbracciare l- una e respingere l-
altra: perch4 per noi 4 olto pi5 e/idente che una religione debba addolcire i
costui degli uoini0 di 6uanto non sia e/idente che una religione 4 la /era2.
2+- una sciagura per la natura uana che la religione sia data da un
con6uistatore. La religione aoettana0 la 6uale non parla che di spada0
inIuisce ancora sugli uoini con 6uello spirito distruttore che l- ha (ondata2.
2La religione cristiana 4 lontana dal dispotiso puro: in(atti0 essendo la
itezza tanto raccoandata nel Fangelo0 essa si oppone alla collera dispotica
con cui il principe si (arebbe giustizia e etterebbe in pratica le sue crudelt:2.
2...dobbiao al cristianesio0 nel go/erno un certo diritto politico0 e nella
guerra un certo diritto delle genti0 di cui l- uanit: non potrebbe ai essere
abbastanza riconoscente.2
)n(ondata 4 poi la con/inzione che un cattolico debba in ogni circostanza
condannare e ri>utare la guerra. )l tradizionale agistero della Chiesa
cattolica aette la 2guerra giusta2. Eale agistero 4 stato cos1 riassunto da
Jenedetto KF):
2Certaente la di(esa del diritto puB e de/e0 in alcune circostanze0 (ar ricorso
a una (orza coisurata. Ln paci>so assoluto0 che neghi al diritto l9uso di
6ualun6ue ezzo coerciti/o0 si risol/erebbe in una capitolazione da/anti
all9ini6uit:0 ne sanzionerebbe la presa del potere e abbandonerebbe il ondo
al diktat della /iolenza. Ha per e/itare che la (orza del diritto si tras(ori essa
stessa in ini6uit:0 4 necessario sottoetterla a criteri rigorosi e riconoscibili
coe tali da parte di tutti2 ;3iscorso del 4 giugno 20040 in occasione delle
celebrazioni per il &0M anni/ersario dello sbarco alleato in ?orandia=.
http://papabenedettoN/itesti.blogspot.it/200O/0$/discorso-del-cardinale-
Poseph-ratzinger.htl
*i /eda anche una lettera di sant- Dgostino al generale Joni(acio ;41$ circa=:
2?on credere che non possa piacere a 3io nessuno il 6uale (accia il soldato
tra le ari destinate alla guerra2.
2La pace de/e essere nella /olont: e la guerra solo una necessit:0 aCnchA
3io ci liberi dalla necessit: e ci conser/i nella paceQ )n(atti non si cerca la
pace per pro/ocare la guerra0 a si (a la guerra per ottenere la paceQ Dnche
(acendo la guerra sii dun6ue ispirato dalla pace in odo che0 /incendo0 tu
possa condurre al bene della pace coloro che tu scon>ggi. Jeati i paci>catori -
dice il *ignore - perchA saranno chiaati >gli di 3io.2
2*ia pertanto la necessit: e non la /olont: il oti/o per togliere di ezzo il
neico che cobatte. Dllo stesso odo che si usa la /iolenza con chi si
ribella e resiste0 cos1 de/e usarsi isericordia con chi 4 orai /into o
prigioniero0 soprattutto se non c-4 da teere0 nei suoi riguardi0 che turbi la
pace2.
http://!!!.augustinus.it/italiano/lettere/lettera"1O4"testo.ht
Cos1 ancora il Concilio Faticano )):
2La guerra non 4 purtroppo estirpata dalla uana condizione. + >ntantochA
esister: il pericolo della guerra e non ci sar: un-autorit: internazionale
copetente0 unita di (orze eCcaci0 una /olta esaurite tutte le possibilit: di
un paci>co accoodaento0 non si potr: negare ai go/erni il diritto di una
legittia di(esa. ) capi di *tato e coloro che condi/idono la responsabilit:
della cosa pubblica hanno dun6ue il do/ere di tutelare la sal/ezza dei popoli
che sono stati loro aCdati0 trattando con gra/e senso di responsabilit: cose
di cos1 grande iportanza. Ha una cosa 4 ser/irsi delle ari per di(endere i
giusti diritti dei popoli0 ed altra cosa /oler iporre il proprio doinio su altre
nazioni. La potenza delle ari non rende legittio ogni suo uso ilitare o
politico. ?A per il (atto che una guerra 4 orai disgraziataente scoppiata0
di/enta per 6uesto lecita ogni cosa tra le parti in conIitto.
Coloro poi che al ser/izio della patria esercitano la loro pro(essione nelle >le
dell-esercito0 si considerino anch-essi coe ser/itori della sicurezza e della
libert: dei loro popoliR se rettaente adepiono il loro do/ere0 concorrono
anch-essi /eraente alla stabilit: della pace2 ;,audiu et *pes0 $O=.
http://!!!./atican./a/archi/e/hist"councils/ii"/atican"council/docuents//at-
ii"const"1O&%120$"gaudiu-et-spes"it.htl