Sei sulla pagina 1di 6

San Gimignano: prototipo delleccellenza italiana

Il progetto didattico ha preso lavvio dalla riflessione sul tema del concorso: leccellenza italiana. Perch c bisogno di specificare italiana? Perch cos speciale? Perch, a differenza di ci che accade per altri Paesi, in Italia non c un eccellenza legata ad un singolo aspetto, ad unico elemento, prodotto, monumento (per quanto eccezionali, possano essere anche singolarmente). Leccellenza italiana il risultato di una sinergia, di un patto, di un insieme di fattori che concorrono a fare dellItalia un paese di eccellenza. A questa accezione di eccellenza legato il concetto di complessit. Anche scomponendo i singoli fattori (arte, cibo, paesaggio) risulta difficile, se non impossibile, rappresentarli ciascuno con un elemento singolo. Il cibo rimanda al territorio, il territorio al paesaggio, il paesaggio allarte, in una catena di associazion i che si intrecciano e si integrano in una rete complessa da districare, ma che produce quel risultato unico che chiamiamo Italian Style. San Gimignano lesempio emblematico di quanto esposto: il suo patrimonio artistico considerato dallUniseco Patrimonio dellUmanit, i suoi prodotti tipici sono rinomati e apprezzati in tutto il mondo, il paesaggio che la circonda viene continuamente inserito in filmati e spot come rappresentazione di armonia e integrazione tra uomo e natura. Per questo abbiamo deciso di proporre molti elaborati: perch nessuna immagine o nessun testo era capace, da solo, di rendere la ricchezza e la bellezza anche di un solo elemento preso in considerazione.

Litinerario Siamo partiti come sempre dai bambini. Cosa vuol dire eccellente? Cosa c di eccellente a San Gimignano? Come possiamo fare per comunicarlo agli altri che non lo conoscono? Nonostante San Gimignano sia famosa in tutto il mondo, non affatto scontato che i bambini conoscano o siano consapevoli di ci che hanno intorno. Cos iniziato un lavoro di ricerca e rielaborazione che ha portato alla definizione di tre diversi modi di intendere la conoscenza.

conoscere

per tutelare

per orientarsi

per innovare

Conoscere per tutelare: solo conoscendo profondamente il paesaggio e le sue caratteristiche, il patrimonio artistico e il suo valore, i prodotti e la loro qualit, possibile stabilire quel legame anche emotivo-affettivo che contribuisce ad instaurare un rapporto, una relazione che stimola la cura e la tutela. Conoscere per orientarsi: questi bambini tra pochi anni saranno chiamati a scegliere cosa fare della loro vita lavorativa, a fare un progetto per il loro futuro che passer anche attraverso la scelta della scuola superiore. Solo conoscendo profondamente le opportunit e le potenzialit offerte dal loro territorio di appartenenza, questa scelta potr diventare consapevole e motivata. Conoscere per innovare: ci che c non c sempre stato e non scontato che ci sia per sempre. stato costruito con il lavoro, la fatica, la creativit e il coraggio delle generazioni precedenti che hanno messo a frutto esperienza e nuove scoperte. Luso di strumenti tecnologici per comunicare in modo efficace e contemporaneo costituisce un passaggio necessario dalla tutela alla valorizzazione allinnovazione. Dal passato, al presente, al futuro. In tutto questo lesperienza del curricolo verticale che caratterizza fortemente la nostra scuola, rappresenta la garanzia per apprendimenti significativi e per la costruzione di solide competenze. In particolare il curricolo di educazione espressiva che ha accompagnato questi bambini dai tre anni della Scuola dellInfanzia alla classe quinta della Scuola Primaria che frequentano attualmente, si basa su un concetto di creativit espressiva intesa come valorizzazione di tutti i linguaggi. Ogni linguaggio rappresenta una forma di conoscenza: ha un suo codice, una sua grammatica e una sua sintassi.