Sei sulla pagina 1di 2

IC Folgre da San Gimignano 2012

Curricolo di Storia: Classe II


La storia degli oggetti
In classe Seconda si tratta di ripercorrere il passato della propria vita, attraverso gli oggetti di uso quotidiano e di confrontarli con quelli della stessa specie, usati, in passato, dai genitori e dai nonni. L'allontanamento nel tempo, attraverso le tracce, segni, ricordi e testimonianze sempre pi numerose e sempre di pi difficile lettura affrontato con l'attenzione dovuta ai tempi e alle emozioni dei bambini. L'attivazione degli organizzatori cognitivi si realizza attraverso la valorizzazione delle esperienze e delle preconoscenze, oltre che attraverso la trasparenza delle procedure di ricerca. Fare della propria vita, delle proprie cose, oggetto di studio e di ricerca offre l'occasione di far cogliere la vicinanza fra la propria vita, appunto, e la disciplina-storia e i suoi metodi. Il tema dei giochi e giocattoli, emotivamente vicino ai bambini, rende particolarmente semplice la raccolta dei materiali (e ricordi personali) sulla cui base viene realizzata una linea del tempo della loro vita e dei loro giocattoli preferiti. L'allargamento del tema, al tempo dei genitori e dei nonni, risulta essere uno sfondo quasi naturale. La memoria dei genitori e dei nonni, le interviste, gli oggetti, acquistano il ruolo di fonte nel momento in cui i bambini sono investiti del compito di costruirsi un'immagine del proprio passato generazionale. L'itinerario di lavoro prevede l'intervento diretto dei nonni che non solo raccontano, ma ricostruiscono i loro giochi. Attraverso l'osservazione degli oggetti, i bambini imparano a distinguere, valutare, ipotizzare, confrontare, trarre conclusioni, in una parola imparano che la fonte storica non data, ma prodotta. L'insegnante guida i bambini alla costruzione di grafici temporali utili all'ordinamento delle informazioni. La loro costruzione favorisce ragionamenti di tipo aritmetico. Oltre alla scelta della scala temporale (l'anno), deve essere individuato l'anno di nascita pi lontano e deve essere deciso il sistema migliore per confrontare le linee, sulla base della contemporaneit del tempo vissuto da tre generazioni. I bambini decidono di colorare di rosso quello che decidono di chiamare il periodo dei giochi delle tre generazioni, sulla base delle informazioni ricevute con le interviste. E' subito chiaro che i periodi dei giochi hanno durate diverse. Nella seconda parte del lavoro, il tema affrontato quello degli strumenti di scrittura. Le tappe sono ripetute: l'intervista, la ricerca di fonti materiali, la descrizione, la sperimentazione diretta degli strumenti del passato, la sistemazione, sulla linea del tempo delle informazioni. I ragazzi

trovano, questa volta, pi facile e agevole la costruzione della linea del tempo (indietro di novanta anni) e la collocazione delle informazioni sulla base delle informazioni ricevute. Sul tema degli strumenti di scrittura, dopo aver sperimentato la difficolt legate all'uso della penna e calamaio, comprendono che il bisogno stato il motore del cambiamento. Per una documentazione completa del lavoro svolto con i bambini, si rimanda al PP: http://www.scribd.com/fullscreen/58177547?access_key=key-18m68ap5o19izquv06ut