Sei sulla pagina 1di 6

Cultura cinese: il Drago

Il Drago Celeste cinese pu essere visto come simbolo della stessa razza cinese. I Cinesi in tutto il mondo si definiscono orgogliosi "Lung Tik Chuan Ren" (espressione cantonese che significa Discendenti del Drago). Ci si riferisce ai Draghi come divine creature mitiche che portano la massima abbondanza, prosperit e buona fortuna. Come emblema dellImperatore e del comando imperiale, la leggenda del Drago cinese permea la civilt cinese antica e d forma alla sua cultura ancora oggi. La sua benevolenza significa grandezza, virt e benedizione. Il Drago cinese, o Long, simboleggia potere e perfezione, prodezza e audacia, eroismo e perseveranza, nobilt e divinit. Un drago supera gli ostacoli fino a raggiungere il successo. E energico, deciso, ottimista, intelligente ed ambizioso. Diversamente dalle energie negative associate al Drago occidentale, la maggior parte dei Draghi orientali sono bellissimi, amichevoli e saggi. Sono gli angeli delloriente. Anzich essere odiati, sono amati e venerati. Templi ed altari sono stati eretti per onorarli, poich essi controllano la pioggia, i fiumi, i laghi ed i mari. Molte citt cinesi hanno pagode dove la gente solita bruciare incensi e pregare i draghi. Il Tempio del Laghetto del Drago Nero (Black Dragon Pool Chapel), vicino a Pechino, era riservato allImperatrice ed alla sua corte. Speciali cerimonie devozionali vi avevano luogo il primo ed il 15 di ogni mese. I Templi ed altari dei draghi si possono ancora ammirare in molte parti dellestremo oriente. Sono generalmente lungo le rive del mare e dei fiumi, perch la maggior parte dei Draghi orientali vivono nellacqua. LIsola del Tempio, nel Mare Interno giapponese, diventata una famosa tappa per i pellegrini che meditano e pregano i draghi. Sia draghi maschi sia femmine si sono uniti in matrimonio con degli umani. I loro discendenti sono stati dei grandi sovrani. LImperatore giapponese Hirohito risalito nella propria genealogia in dietro di 125 generazioni fino alla principessa Gioiello Fecondo (Princess Fruitful Jewel), figlia di un Drago Re del Mare. Imperatori in molti paesi asiatici sostenevano di avere dei draghi tra i loro antenati. Ci li rendeva cos orgogliosi, che tutto ci che usavano era decorato con draghi e descritti in termini di draghi: trono di drago, abito di drago, letto di drago, barca di drago. Chiamare un Imperatore faccia di drago era un supremo complimento. La gente credeva che i governanti potessero tramutarsi in draghi. Per centinaia di anni, lImperatore giapponese rimasto seduto nascosto dietro tendine di bamb quando giungevano dei visitatori. Chiunque osasse sbirciare era condannato a morte. Tutto ci che legato ai draghi orientali benedetto. LAnno del Drago1, che ha luogo ogni dodici anni, fortunato. Gli attuali astrologi orientali sostengono che i bambini nati in quellanno godano di salute, prosperit e lunga vita. I draghi sono cos saggi da essere stati i consiglieri reali. Un Re cambogiano del XIII secolo passava le sue notti in una torre dorata dove si consultava con il vero governante del paese, un drago a nove teste. I draghi orientali sono vanitosi, pur essendo saggi. Si sentono insultati quando un governante non segue i loro consigli o quando la gente non onora la loro importanza. Quindi, dimenandosi, i draghi o smettono di creare la pioggia provocando siccit o soffiano le nuvole nere che portano tempeste ed inondazioni. Draghi piccoli fanno danni minori, come far perdere i tetti o far diventare appiccicoso il riso. La gente fa esplodere fuochi dartificio e porta immensi draghi di carta in parate speciali. Fanno anche gare su barche a forma di draghi in acqua per far piacere e placare i propri draghi. In drago porta lessenza della vita, nella forma del suo respiro celeste, noto a molti come shengqi. Egli crea vita e concede il proprio potere sotto forma delle stagioni, portando lacqua della
1

Lultimo Anno del Drago stato il 2000, N.d.T.

pioggia, il calore dei raggi del sole, il vento dai mari ed il suolo della terra. Il drago la massima rappresentazione delle forze di Madre Natura. La pi grande forza divina sulla terra. Il drago cinese spesso visto come il simbolo della protezione divina e della vigilanza. E visto come lEssere Supremo su tutte le creature. Ha la capacit di vivere nei mari, volare nei cieli ed arrotolarsi in terra in forma di montagne. Essendo il divino mitico animale, il drago pu respingere spiriti malvagi erranti, protegge gli innocenti e concede sicurezza 2 a tutti coloro che tengono un suo emblema. Il drago cinese visto come il massimo simbolo della Buona Fortuna.

Nel senso di salvezza, N.d.T.

Astrologia
Anno del Drago tratti della personalit: la persona del segno del drago ha fiducia in se stessa ed impulsiva e di conseguenza non sempre ascolta i consigli degli altri. E anche una persona perfezionista e stabilisce degli standard molto alti per se stessa. Sebbene forte e deciso, il drago non manipolatore o malizioso. Rifiuta linganno o il compromesso e non si macchia di intenti sovversivi. Ama avere il comando e come un imperatore con una corte elimina gli ostacoli fino a raggiungere il successo. DRAGO DI LEGNO: Il Drago di Legno creativo, fantasioso e curioso. E sia uno che pensa sia uno che agisce ed capace di brillanti nuovi concetti. Ogni suo movimento guidato dalla logica. La sua guida ed ambizione gli permettono di mettere in pratica molte delle sue idee, ci nondimeno questo Drago capace di dissimulare la sua dominazione e cerca di non offendere. Egli giunge persino ai compromessi se vantaggioso. Seppur non cos egocentrico come altri Draghi, egli comunque schietto e non ha paura quando viene sfidato. DRAGO DI FUOCO: Il Drago di Fuoco il Drago pi estroverso e competitivo. Tende a vare pressioni troppo forti e si aspetta molto da tutti. Le sue critiche sono oggettive ed egli ha la capacit di sollevare il consenso popolare. La sua insaziabile ambizione pu renderlo di umore instabile ed intollerante. E un creatore di imperi che necessita di dominare i suoi tratti meno favorevoli e di imparare come comunicare pi umilmente con le persone come individui. DRAGO DI TERRA: Il Drago di Terra un Drago pi quieto e riflessivo, che apprezzer le opinioni altrui anche quando non sar daccordo. E ragionevole nel suo approccio ai problemi e la sua guida meno dittatoriale. Non solito ad accessi dira, ma allo stesso tempo pretende rispetto. Conosce il valore della cooperazione ed pi diplomatico degli altri Draghi. E ambizioso, ma le sue iniziative sono meno affrettate e ponderate con pi attenzione. DRAGO DI METALLO: il Drago di Metallo il Drago con la volont pi forte. E inflessibile, rigido e combattivo. Si cura poco dei sentimenti degli altri. Questa durezza pu portare ad una rapida ascesa ad una posizione autorevole, ma spesso a costo di distruggere relazioni importanti. E inutile cercare di convincerlo che certe cose sono semplicemente infattibili. Andr avanti da solo se non riesce ad avere supporto. Ha successo perch rifiuta di accettare il fallimento. DRAGO DI ACQUA: Il Drago di Acqua meno egoista e presuntuoso degli altri Draghi. E pi inibito ed ha meno fame di potere. Riesce ad accettare la sconfitta senza recriminare. E un buon negoziatore e sa quando, dove e come fare pressione. Ha la tendenza ad essere eccessivamente ottimista e necessita di imparare a rinunciare a ci che non fattibile cos da poter concentrare le sue energie verso sforzi pi gratificanti.

Tipi di Draghi
Ci sono nove tipi principali di draghi cinesi. Essi includono il Drago Cornuto, il Drago Alato, il Drago Celeste (che sostiene e protegge le dimore degli Dei), il Drago Spirituale (che genera il vento e la pioggia per il bene dellumanit), il Drago dei Tesori Nascosti (che fa la guardia alle ricchezze celate), il Drago Attorcigliato (che vive in acqua) ed il Drago Giallo (che emerso una volta dallacqua ed ha donato al leggendario imperatore Fu Shi lelemento della scrittura)3. Lultimo dei Nove Draghi il Re Drago che in realt consiste in quattro draghi separati ognuno dei quali governa su uno dei quattro mari, quello dellest, del sud, dellovest e del nord. Il pi potente di questi draghi il Drago Cornuto, o Long, che pu produrre la pioggia ed completamente sordo. Esiste inoltre un drago senza dimora (Ii) che vive negli oceani ed un altro tipo (Chao) che coperto di scaglie ed abita generalmente le paludi, ma governa anche le caverne nelle montagne. Ci sono anche nove modi in cui i Cinesi hanno tradizionalmente rappresentato questi draghi, rivelando in ciascuno una diversa caratteristica del drago. Ci sono draghi cesellati sulla cima delle campane e dei gong per via della loro abitudine di chiamare a voce alta quando attaccati. Un secondo tipo scolpito nelle chiavi dei violini, poich la maggior parte dei draghi sono appassionati di musica. Un terzo scolpito sulla cima delle tavolette di pietra, poich i draghi amano la letteratura. Un quarto si trova alla base dei monumenti di pietra, poich i draghi possono sopportare grandi pesi. Un quinto posto sui cornicioni dei templi, poich i draghi sono sempre attenti ai pericoli. Un senso si trova sulle travi dei ponti, poich i draghi amano lacqua. Un settimo intagliato nei troni del Buddha, poich i draghi amano riposare. Un ottavo posto sulle else delle spade, poich i draghi sono noti come capaci di fare stragi. Il nono scolpito sulle porte delle prigioni, e questi sono i draghi che amano le dispute ed i guai. I colori dei draghi cinesi sono evidentemente piuttosto variabili e vanno dal verde al dorato. Nel caso del tipo chao sono neri striati di verde, con i fianchi gialli e cremisi di sotto. Spesso hanno una serie di spine alternate corte e lunghe che si estendono sotto il dorso e lungo la coda, dove divengono pi lunghe. Una specie ha ali ai lati e camminava a pelo dacqua. Unaltra agita dorso e tronco emettendo un suono che sembra quello di un flauto. Esemplari con la testa di vacca sono anche abbastanza comuni. Un esemplare a dieci piedi, trovato che giaceva sugli argini del fiume cinese Yangtze, era diverso dalla maggior parte per via di lunghe spesse sopracciglia. Una variet del Fiume Giallo, visto sulla sponda nel 1920s da uninsegnante cinese, era di un blu brillante e grande come cinque mucche. Entrambi i draghi scivolarono nellacqua non appena inizi a piovere. Le nove caratteristiche principali di un drago tipo long includono la testa simile ad un cammello, corna come un cerbiatto, occhi come quelli di una lepre, orecchie come quelle di un toro, un collo come quello delliguana, un ventre come quello di una rana, scaglie come una carpa, zampe come quelle della tigre ed artigli come laquila. Ha anche un paio di grossi canini sulla mascella superiore; vibrisse simili a viticci che si estendono da entrambi i lati della sua bocca sono probabilmente usate per percepire la strada sul fondo dei laghetti fangosi.
3

Si parla di nove draghi, ma qui ne vengono citati solo sette. Inoltre, molti altri testi descrivono il Drago Arrotolato cone il Drago di terra che d forma ai rilievi terrestri ed il Drago Giallo come quello che vive nei corsi dacqua. N.d.T.

Alcuni draghi iniziano la loro vita come pesci. Carpe che saltano con successo le rapide e balzano oltre le cascate si trasformano in pesci-drago. Un detto popolare, "La carpa saltata attraverso la porta del drago" significa successo, specialmente per gli studenti che hanno passato gli esami. I draghi maschio a volte si accoppiano con altri tipi di animali. Un drago padre di un elefante quando si accoppia con una scrofa e genera un cavallo da corsa dallaccoppiamento con una giumenta.

I 4 Draghi: Una storia cinese


Tanto tempo fa, non cerano n fiumi n laghi sulla terra, solo il Mare dellEst, in cui vivevano quattro draghi: il Drago Long, il Drago Giallo, il Drago Nero ed il Drago delle Perle. Un giorno i quattro draghi volarono dal mare su nel cielo. Si innalzarono e si tuffarono, giocando a nascondino tra le nuvole. "Venite qui, presto!" grid improvvisamente il Drago delle Perle. "Cosa c?" chiesero gli altri tre, guardando gi nella direzione che indicava il Drago delle Perle. Sulla terra videro molte persone che portavano fuori frutta e dolci e bruciavano bacchette dincenso. Stavano pregando! Una donna dai capelli bianchi, inginocchiata a terra con un bambino magro sulle spalle mormorava: "Per favore manda presto la pioggia, Dio del Cielo, per dare ai nostri figli riso da mangiare.." Poich non cera stata pioggia per un lungo periodo, i raccolti erano avvizziti, lerba era diventata gialla ed i campi si screpolavano sotto il sole cocente. "Come sono poveri!" disse il Drago Giallo. "Moriranno se non piove presto". Il Drago Long annu. Poi sugger: "Andiamo ad implorare lImperatore di Giada per la pioggia". Dicendo cos, balz tra le nuvole. Gli altri lo seguirono subito e volarono fino al Palazzo Divino. Essendo incaricato di tutti gli affari in cielo, sulla terra e nel mare, lImperatore di Giada era molto potente. Non era affatto contento di veder entrare di corsa i draghi. "Perch siete qui invece di essere nel mare a comportarvi bene?" Il Drago Long gli si ferm davanti e disse: "I raccolti sulla terra stanno appassendo e morendo, Vostra Maest. Vi prego di mandare gi la pioggia in fretta!" "Va bene. Tu comincia a tornare, io mander un po di pioggia domani". LImperatore di Giada finse di accettare mentre ascoltava le canzoni delle fate. "Grazie, vostra Maest!" I quattro draghi tornarono in dietro felici. Ma passarono dieci giorni e non cadde una singola goccia di pioggia. La popolazione soffriva sempre di pi, alcuni mangiavano cortecce, altri le radici dellerba, alcuni furono costretti a mangiare argilla bianca quando finirono le cortecce e le radici derba. Vedendo tutto ci, i quattro draghi si sentirono molto dispiaciuti, comprendendo che lImperatore di Giada si preoccupava solo del proprio piacere e non prendeva mai a cuore il popolo. Potevano solo fare affidamento su se stessi per risollevare la popolazione da quella miseria. Ma come? Guardando la vastit del mare, il Drago Long disse di avere unidea. "Che cos? Tirala fuori, presto!" chiesero gli altri tre. "Guardate, non forse pieno dacqua il mare dove viviamo? Potremmo raccoglierla e spruzzarla al cielo. Lacqua sar come gocce di pioggia e verr gi a salvare la popolazione ed i raccolti"

"Buona idea!" Gli altri batterono le mani. "Ma", disse il Drago Long dopo averci pensato un po, "saremo rimproverati se lImperatore di Giada lo verr a sapere". "Io far qualsiasi cosa per salvare la gente" disse il Drago Giallo risolutamente. "Iniziamo. Non ce ne pentiremo mai". Il Drago Nero ed il Drago delle Perle non furono da meno. Si immersero nel mare, raccolsero lacqua nelle loro bocche e tornarono a volare nel cielo, dove spruzzarono fuori lacqua sulla terra. I quattro draghi andarono avanti ed indietro, rendendo tutto il cielo nero. In breve lacqua del mare divenne pioggia che cadeva dal cielo. "Sta piovendo! Sta piovendo!" "I raccolti sono salvi!" la gente gridava e saltava di gioia. Sulla terra il grano rialzava le teste e gli steli del sorgo si raddrizzavano. Il Dio del Mare scopr cosera successo e lo rifer allImperatore di Giada. "Come hanno osato i quattro draghi di portare la pioggia senza il mio permesso!" LImperatore di Giada era furioso ed ordin ai generali divini ed alle loro truppe di arrestare i quattro draghi. Essendo di gran lunga inferiori di numero, i quattro draghi non poterono difendersi e furono presto arrestati e riportati al palazzo divino. "Andate a prendere quattro montagne da mettere sopra di loro, cosicch non possano mai scappare!" LImperatore di Giada ordin cos al Dio delle Montagne. Il Dio delle Montagne us i suoi poteri magici per far volare l quattro montagne, fischiando nel vento da lontano, e le premette sopra i quattro draghi. Imprigionati comerano, essi non si pentirono mai della loro azione. Determinati a fare del bene alla gente per sempre, si tramutarono in quattro fiumi che scorrevano oltre le alte montagne e le profonde vallate, attraversando il paese da ovest ad est e gettandosi alla fine nel mare. E cos si formarono i quattro pi grandi fiumi della Cina -- lo Heilongjiang (il Fiume del Drago Nero) nel lontano nord, lo Huanghe (il Fiume Giallo) nella Cina centrale, lo Changjiang (Yangtze, or Fiume Long) pi a sud ed il Zhujiang (Fiume delle Perle) nel profondo sud.