Sei sulla pagina 1di 15

plinti

Indice
1 2 Introduzione .................................................................................................................................... 3 Requisiti di sistema .......................................................................................................................... 3 2.1 Impostazioni video .................................................................................................................... 3 2.2 Notazione decimale ................................................................................................................... 3 3 Metodo di calcolo plinti di fondazione ................................................................................................ 4 4 Definizione dellambiente operativo ................................................................................................... 5 5 File ................................................................................................................................................. 6 5.1 Nuovo ...................................................................................................................................... 6 5.2 Apri .......................................................................................................................................... 7 5.3 Salva........................................................................................................................................ 7 5.4 Salva con nome ........................................................................................................................ 7 5.5 Salva come file prototipo............................................................................................................ 7 5.6 Stampa relazione di calcolo ....................................................................................................... 7 5.7 Output grafico........................................................................................................................... 8 5.7.1 Parametri ........................................................................................................................... 8 5.7.2 File DXF ............................................................................................................................ 8 5.7.3 File Hpgl ............................................................................................................................ 8 5.8 File - Esci ................................................................................................................................. 8 6 Dati generali .................................................................................................................................... 9 6.1 Materiali ................................................................................................................................... 9 6.2 Terreno ...................................................................................................................................10 7 Plinti a bicchiere..............................................................................................................................11 8 Parametri di calcolo.........................................................................................................................11 8.1 Verifica della tensione sul terreno ..............................................................................................11 8.2 Verifica a punzonamento ..........................................................................................................12 8.3 Calcolo armatura a taglio ..........................................................................................................12 9 Verifica...........................................................................................................................................13 10 Armatura.....................................................................................................................................13 10.1 Calcolo....................................................................................................................................13 10.2 Visualizzazione ........................................................................................................................14 11 Computo.....................................................................................................................................14

1 Introduzione
Questo testo costituisce la guida completa ed ufficiale di PianoCAPlinti per quanto riguarda l'uso del programma. Durante la stesura si data per scontata una conoscenza della materia scienza delle costruzioni in particolare riguardo al calcolo di strutture in calcestruzzo armato.

2 Requisiti di sistema
PianoCAPlinti funziona correttamente su un computer con le seguenti caratteristiche minime: Processore Pentium, Memoria ram 32 Mbyte; Spazio libero su hard disk: 40 Mbyte; Ambiente operativo Windows 95/98, NT 4.0 con service pack 6.0, Windows 2000, Windows XP;

2.1 Impostazioni video


Area dello schermo 800 x 600 punti, colori 256 (mimino). Per modificare l'impostazione d video dare i el comandi Avvio (Start) - Impostazioni - Pannello di controllo - Schermo. Configurare la finestra come nella figura sottostante:

2.2 Notazione decimale


Il prodotto PianoCAPlinti opera indipendentemente dalla notazione decimale scelta.

3 Metodo di calcolo plinti di fondazione


Il programma realizza la verifica a compressione / pressoflessione sul terreno e sul sottoplinto, il progetto delle armature per resistere a sollecitazioni flessionali all'interno del plinto stesso. Viene inoltre realizzata la verifica a punzonamento del plinto e, qualora si verificasse la necessit, il progetto dell' armatura a taglio. Per il calcolo delle tensioni normali di compressione (? ), nel caso di pressoflessione si tiene conto della posizione del centro di pressione. Nel caso in cui il centro di pressione risultasse esterno al nocciolo di resistenza verrebbe utilizzata la teoria della sezione parzializzata, concretizzata nella formula: ? = 2P/(3ub). Qualora invece la posizione del centro di pressione risultasse interna al nocciolo d'inerzia si ricorrerebbe alla nota formula: ? = P/A + M/W. Per ci che riguarda il punzonamento si suppone che la rottura, dovuta a tale sollecitazione, avvenga isolando un parallelepipedo dal plinto avente come altezza l'altezza del plinto e come base la sezione del pilastro. Si suppone inoltre che il terreno manifesti una reazione pari alla superficie di base moltiplicata per il valore della tensione ammissibile del terreno. Tale reazione viene sottratta alla forza verticale applicata, la risultante di tale operazione viene fatta equilibrare dalle tensioni tangenziali. La tensione tangenziale massima si ottiene dalla formula: ? = P/(0.882*b*heff). A questo punto, si verifica che la ? max effettiva sia inferiore alla tensione massima ammissibile da normativa: ?c1=14+(Rck-150)/35. Qualora la ? effettiva fosse, inferiore alla ?c1, e superiore alla tensione massima prevista per strutture senza armatura (calcolata con la formula ?c0 = 4+(RcK-150)/75), si provvederebbe a realizzare l'armatura al taglio. Il programma PLINTI permette di ottenere la verifica di un plinto di fondazione su base quadrata o rettangolare, con il calcolo dellacciaio da porre alla base dello stesso, la verifica delle tensioni di cls ed acciaio. Lutente dovr inserire le caratteristiche del terreno e dei materiali, oltre che la geometria del plinto. Nessun vincolo dato per la posizione del pilastro rispetto al plinto: risulta possibile esaminare i casi di plinto centrato, plinto zoppo su un lato, plinto zoppo su uno spigolo e plinto con pilastro in posizione generica . Il plinto pu essere caricato da una forza verticale, da una coppia di momenti applicati alla base secondo i due assi principali x e y. Risulta inoltre possibile sollecitare la struttura con due forze orizzontali secondo x e y.

4 Definizione dellambiente operativo


Il prodotto PianoCAPlinti presenta un ambiente operativo integrato allinterno del quale vengono eseguite tutte le operazioni necessarie alla definizione, calcolo e disegno del plinto. All avvio il programma si presenta nel modo seguente:

Tramite il menu principale possibile accedere a tutte le procedure del programma.

5 File
5.1 Nuovo
Permette di definire le caratteristiche di un nuovo plinto. Come prima cosa compare la finestra di dialogo, standard MS ? , per la creazione o lapertura di file generici.

In sequenza viene richiesta la tipologia del plinto da creare:

Dopo aver scelto la tipologia e premuto il tasto OK, compare linterfaccia completa per linserimento dei dati necessari nonch per la verifica e disegno del plinto:

Per inserire i dati sui carichi e sollecitazioni necessario compilare la griglia in basso sullo schermo definita dal titolo PARAMETRI-RISULTATI. Inserendo lo sforzo P e premendo la voce di menu Verifica le caselle della griglia verranno automaticamente compilate per i restanti valori. Se il plinto risulter verificato lo sfondo della griglia si colorer di verde, altrimenti lo sfondo sar rosso. E possibile inserire pi combinazioni siano ad un massimo si 27 ( previste per il calcolo sismico).

5.2 Apri
Permette di aprire un plinto definito in precedenza. La griglia risulter compilata con i dati salvati.

5.3 Salva
Salava il file corrente

5.4 Salva con nome


Permette di salvare il lavoro corrente con un nome diverso da quello definito.

5.5 Salva come file prototipo


Salva il lavoro corrente come lavoro prototipo. Scopo del comando in oggetto definire geometria e parametri comuni a tutti i nuovi lavori aperti. Ogni lavoro pu essere salvato come lavoro prototipo. Quando si crea un nuovo lavoro verranno presentati come default i dati presenti nel prototipo.

5.6 Stampa relazione di calcolo


Visualizza la relazione di calcolo mediante il Blocco Note di MS-Windows? . Una volta visualizzata la relazione di calcolo, possibile utilizzare le funzioni fornite dal Blocco Note.

5.7 Output grafico


Permette la gestione degli output grafici relativi al plinto

5.7.1 Parametri
Visualizza la maschera per la modifica dei parametri per la creazione del file in formato Dxf o Hpgl.

5.7.2 File DXF


Crea il disegno in formato DXF del lavoro corrente. Il disegno contiene la geometria e larmatura del plinto.

Per il completare larmatura vengono chieste allutente le dimensioni dei ferri di ripresa che dal plinto proseguono nel pilastro. Il bottone Parametri consente di richiamare la maschera di definizione dei parametri per la creazione del Dxf. Il bottone Crea Dxf realizza il file Dxf previo inserimento del nome del file da creare.

5.7.3 File Hpgl


Crea il file in formato Hpgl del lavoro corrente.

5.8 File - Esci


Esce dal programma.

6 Dati generali
Come dati generali si considerano i dati relativi al materiale e al terreno.

6.1 Materiali
?? ??

il pannello relativo ai dati dei materiali utilizzati.

??

Rck [daN/cm ] questo il noto valore della resistenza caratteristica cubica del calcestruzzo costituente il plinto. Tramite tale valore vengono calcolati, allinterno della procedura, i valori massimi di compressione ammissibile, tenendo conto delle eventuali prescrizioni della normativa vigente (D.M14/2/1992 e norme tecniche di cui alla legge 1086 del 5/11/1993)
??

Peso unitario plinto [daN/m3] il peso di volume del plinto compreso di armature. Peso unitario sottoplinto [daN/m3] il peso di volume del sottoplinto, costituito solitamente, da cls di classe inferiore al plinto. Tensione ammissibile acciaio [daN/cm2] Rappresenta il valore nominale della tensione massima a cui viene sottoposto lacciaio. Tipo staffe (geometria) Risulta possibile ottenere una staffatura CHIUSA (una unica sagoma continua) oppure APERTA con cappellotto superiore separato, mediante la selezione del presente parametro.

Rapporto moduli Coefficiente di omogeneizzazione fra acciaio e cls. La normativa vigente prevede Ec/Es = 15. possibile utilizzare eventualmente il valore 10. Copriferro [cm] Rappresenta il valore del ricoprimento di calcestruzzo sulle barre di acciaio, riferito al baricentro della barra stessa. Il presente parametro viene usato per calcolare laltezza utile della sezione, oltre che per il calcolo delle dimensioni delle armature. I ricoprimenti superiori ed inferiori si intendono uguali. Numero minimo ferri un valore, impostato dallutente, che permette di ottenere, da parte del programma, un numero di barre sufficientemente elevato anche in assenza di particolari sollecitazioni esterne. Dimensione piego [cm] la dimensione dei pieghi delle staffe di armatura. Tali dimensioni, come tutte le dimensioni delle armature, risultano modificabili in fase di presentazione dellarmatura stessa, allinterno della relativa maschera. Tabella diametri [mm] Il programma propone unarmatura in funzione dei diametri delle barre scelti dallutente in questa opzione; sono disponibili i diametri maggiormente utilizzati nelle costruzioni civili.

??

??

6.2

Terreno

I dati seguenti riguardano i parametri geotecnici del problema:

Sigma amm. terreno [daN/cm2] la portanza del terreno su cui viene posato il plinto. Sigma amm. sotto plinto [daN/cm2] la tensione massima a cui si pu arrivare sulla superficie di contatto fra plinto e sotto plinto. Peso unitario terreno [daN/m3] E il peso di volume del terreno. Angolo di resistenza al taglio [] langolo, espresso in gradi sessadecimali, di attrito interno del terreno, detto anche di natural declivio del terreno. Coesione [daN/cm2] Rappresenta il valore della coesione del terreno.

10

7 Plinti a bicchiere
Scegliendo questa opzione compare la maschera seguente che permette la definizione di un plinto a bicchiere.

8 Parametri di calcolo
8.1 Verifica della tensione sul terreno
Per la verifica della tensione sul terreno possibile ignorare la presenza del sottoplinto. In questo modo la parte reagente soltanto larea del plinto

Inoltre possibile utilizzare un angolo di diffusione delle tensioni nel sottoplinto fisso (45) oppure definirne uno diverso.

11

8.1.1.1 Metodo di calcolo del momento flettente

E possibile scegliere se utilizzare la formula delle mensole trapezoidali o la pi cautelativa formula delle mensole rettangolari oppure linviluppo delle due precedenti formule.

8.2 Verifica a punzonamento

Per la verifica a punzonamento possibile utilizzare diversi parametri per la definizione della superficie di scorrimento. I parametri sono illustrati nella figura in calce.

8.3 Calcolo armatura a taglio


Descrive la formula per il calcolo dellarmatura a taglio

12

9 Verifica
Il comando in oggetto esegue la verifica della struttura, tensione sul terreno e tensione sulla superficie dappoggio fra plinto e sotto plinto, ed il calcolo delle armature. Il comando in oggetto realizza il calcolo statico del plinto e presenta i risultati nella griglia di ouput. Il titolo della maschera relativo alla condizione di verifica del plinto in funzione dell'inviluppo delle sollecitazioni. Si avr condizione di plinto verificato soltanto se la compressione sul terreno, sul sottoplinto ed il punzonamento avranno valori inferiori o uguali ai valori massimi ammissibili. Allinterno della griglia vengono presentati i seguenti valori: ?? tensione massima sul terreno paragonata alla relativa tensione massima ammissibile; ?? tensione fra plinto e sotto plinto paragonata alla tensione ammissibile del sottoplinto; ?? condizione di verifica complessiva a sollecitazioni di compressione (? ); ?? tensione massima di taglio (?) indotta dal punzonamento, confrontata con la tensione massima ammissibile (?c1). ?? necessit o meno di armatura specifica ad assorbire sollecitazioni di taglio; ?? condizione di verifica complessiva a sollecitazioni di taglio .

10 Armatura
10.1 Calcolo
Effettua il calcolo dellarmatura in funzione dei dati e della verifica del progetto

nella maschera compaio i dati delle sigma calcolate. Nel caso non siano verificate i dati vengono posti in rosso. Modificando le sagome e premendo il bottone Verifica , vengono ricalcolate le sigma e presentate nella maschera seguente

13

Si possono cos verificare tutte le combinazioni.

10.2 Visualizzazione
Permette la visualizzazione dellarmatura appena calcolata.

11 Computo
Presenta un computo sintetico del plinto calcolato

14