Sei sulla pagina 1di 6

SEMINARIO DI CRSTALLO 2007

ESSERE UN INSEGNANTE

LEZIONE 2 IL RESPIRO PLANETARIO


ESERCIZI E MEDITAZIONI
In generale
Dipingi delle immagini sui temi, scrivi delle storie e registra le meditazioni su CD. Il
mercato oggi propone degli apparecchi buoni e convenienti anche per dilettanti.
Percepisci la tua voce e forma d’espressione, sii coraggioso e diventalo ancor di più.
Ascolta te stesso. È molto bello ascoltare se stessi e riavvicinarsi in quel modo.

Consulta per questi esercizi le indicazioni nella DESCRIZIONE-SEMINARIO sotto


punto “C, il vostro modo di proseguire”.
Tutti i materiali, testi ed esercizi sono di vostra responsabilità. Gli autori non sono
responsabili di nessuna conseguenza. Usate solo le meditazioni che non vi sembrano
“sospette”. Profondamente non può accadervi niente che vi possa danneggiare, ma può
succedere che vivrete “viaggi infernali” nei vostri viaggi respiratori. Se rimanete aperti
e lo permettete, infine arriverete sempre nel “Cielo”. Quindi abbiate fiducia, anche se
talvolta sarete scossi.
Io Sono con voi, ogni qual volta che vi rivolgete a questi temi. IO SONO Saint
Germain.
1° esercizio: Il filo d’argento
Prova a sentire il tuo filo argentato. Chiudi gli occhi, rilassati, apri il tuo cuore e respira
profondamente. Porta la tua attenzione al chakra della corona. Espanditi e senti il
formicolio che inizia.

Con lo sguardo interiore segui il filo, dalla corona al cuore, attraverso il corpo fino al
chakra della radice e ancora fino al chakra dei piedi. Poi, seguilo verso l’alto nel cielo e
verso il basso nella terra. Se ti addormenti – meglio!
Percepisci l’energia e permettile di entrare più intensamente nella tua vita. Permetti a lei
di diventare una parte reale del tuo corpo e della tua vita.
Questo esercizio puoi farlo quando e dove vuoi, seduto, coricato o in piedi. Anche
durante una conferenza aziendale questo è possibile e permesso. Se per caso contorci gli
occhi ed emani un sorriso felice, leggermente pazzo, mentre gli altri si aspettano il tuo
importante “contributo” alla discussione, potrebbe accadere di perdere il lavoro – però,
miei cari esseri, vorrà dire che il tempo sarà maturo.
2°esercizio volontà-cuore
Hai tre centri della volontà: il ventre, la mente e il cuore. Cerca di osservarti da una
posizione esterna, fallo senza giudicarti, però sii onesto con te stesso.

!"#$%&"'()' *'
Osservarti in varie situazioni o incontri, da un punto di vista diverso: come agisci, come
reagisci, cosa dici e come lo intendi.
Percepisci quale volontà prevale ora e dove risiede:
- cosa vuole il tuo ventre (le emozioni di paura, aggressione, indegnità e colpa)?
- cosa vuole la tua testa (tutti i pensieri di controllo, compromessi, divieti e
rappresaglie)?
- cosa vuole il tuo cuore (l’anima e il tuo bambino interiore, il tuo spirito divino e la tua
dualità)?
A chi di questi tre vorresti dare la precedenza, qui e adesso?

Fai questo esercizio in varie situazioni della vita quotidiana e trova la risposta: chi sei?
Cosa vorresti veramente?

3°esercizio
Senti come il tuo respiro del cuore fluisce tra il cosmo e la terra. Percepisci la qualità
delle emozioni e delle energie che regali a questo respiro.

Senti e osserva il respiro del tuo cuore in situazioni di sfida. Guardati dall’esterno e
percepisci: cosa scorre, l’oscuro o la luce? Quale di questi due vorrebbe fluire, ma è
incastrato perché lo tieni stretto?
Senti e osserva il respiro del tuo cuore in situazioni di gioia. Guardati dall’esterno e
percepisci: cosa scorre, l’oscuro o la luce?
Rinforza il respiro del tuo cuore tramite la tua volontà amorevole, che esprimi ogni
mattina e ogni sera.
Incomincia a parlare con il tuo cuore, chiedigli cosa ne pensa di questo e di quello,
come deciderebbe in questo o in quel momento. Cura questo dialogo anche quando non
ti senti bene, e prendi nota.

4°esercizio
L’OSCURO e LA LUCE devono poter fluire liberamente. Osserva il libero flusso del
dolore, della paura, della rabbia e della vendetta e percepisci quando circolano dentro di
te. Permetti loro di esistere ed espirali. Licenziali con amore dalla tua vita.

Scopri il cambiamento della qualità di queste emozioni e descrivile accuratamente.


Descrivi tutte le visioni e i viaggi interni, che vivi. Più percepisci te stesso, più potrai
aiutare gli altri.
Fluisci con la tua anima attraverso le strutture del tuo mandala di vita e decidi di
arrivare INTERAMENTE sulla terra, di essere INTERAMENTE nel cosmo – di essere
INTERAMENTE IN TE.

!"#$%&"'()' ('
5°esercizio – IL RESPIRO TRIPLO
Esercitati ad alternarti tra queste 3 vie respiratorie. Fallo a casa, coricato e se il tuo
corpo vuole, può anche addormentarsi.

Esercitati però anche consciamente durante il giorno – dove vuoi tu. Prendi nota di tutto
quello che succede e delle tue percezioni.

6°esercizio Il respiro planetario


Espandi il tuo cuore, apriti, rilassati, respira profondamente e percepisci consciamente il
respiro planetario. Permettigli di prendere vita dentro di te, permettiti di fluire, viaggiare
e danzare con lui. Percepisci i movimenti che fa nel cosmo, sulla terra, nel tuo copro e
nella Terra interiore. Percepisci la sua gioia immensa e la sua forza vitale tempestiva.

Fai questo solamente quando sei coricato, meglio la sera.

7°esercizio La danza della vita dell’anima


Rifletti la danza della tua anima, i momenti di pace quando era nel centro e i momenti
dell’irrequietezza quando toccava il margine esterno della vita.

Lascia che l’anima fluisca liberamente e permetti il cambiamento che sarà possibile con
ciò.

8°esercizio, Tempeste di sofferenza e saggezza, apocalisse e processo corpo di luce


Ripassa nel cuore gli anni o decenni della tua vita, osserva le circostanze, gli incontri e
gli avvenimenti che venivano da fuori.

Prendi nota di ogni singolo momento e metilo in relazione con il nostro tema. Sulla base
delle nuove cognizioni trovi delle nuove basi per tutto ciò.
Poi rilascia tutte queste energie ed emozioni non comprese o tenute strette.

9°esercizio Il tuo Ego apre i Portali


Studia le forze del tuo ego. Se ci riesci, dividi le forze in emozionali e mentali. Porta
sempre un diario con te per prenderne subito nota, senza farti sfuggire niente!

NON riuscirai MAI a trovarle e a individuarle tutte. Non è nemmeno necessario. Basta
che individui le più IMPORTANTI per accettarle di cuore UNA volta per tutte, per
onorarle e per rilasciarle con amore.

!"#$%&"'()' +'
Il tuo ego, il piccolo guerriero coraggioso riceverà una poltrona di riposo nel tuo cuore
quando avrà rilasciato il dominio.

10°esercizio L’interruttore per la VITA


Espira e inspira molto profondamente, apri il tuo cuore e premi il tuo bottone della vita.
Semplicemente decidendoli, accede. Puoi fare questo dove e quando vuoi.

È consigliato farlo specialmente: - quando ti trovi in circostanze faticose o da qualche


parte dove non ti senti a tuo agio – quando ti viene in mente qualcuno che ti fa soffrire,
ti crea problemi o ti irrita. – quando sei ammalato o ricevi una diagnosi “negativa” da
qualche medico. Con il bottone della vita in breve tempo riesci ad avere la diagnosi
“positiva”. – Fallo all’inizio di ogni esercizio che ti abbiamo dato.

Due meditazioni
Il respiro del cuore tra Alfa e Omega

Espira profondamente e rilascia tutto ciò che ti teneva occupato.


Liberati internamente e apri il tuo cuore.
Se lo decidi, accede.
Osserva il tuo cuore.
Immagina di attraversare la parete muscolare ed entrare nello spazio del cuore.

Collegati con la fiamma (il cristallo) del tuo cuore,


espira e inspira amorevolmente.

Guarda su, attraverso gli spazi del tuo torace, del collo e della testa.
Sopra la tua testa oscilla il d’orato chakra Alfa.
Custodisce le essenze del tuo essere spirituale e cosmico,
della tua anima e del tuo Spirito,
le infinite ampiezze cosmiche e la loro abbondanza.

Respira tra il tuo cuore e il tuo chakra Alfa.


Espira la forza del cuore verso Alfa
e inspira la luce dello Spirito nel tuo cuore.

Respira così per un po’, su e giù


E senti l’ampiezza del tuo Spirito nel tuo cuore.

(3 – 5 volte)
Ritorna con la tua attenzione al tuo cuore.
Concentrati lì e lascia fluire liberamente il tuo respiro.

(3 – 5 volte)

!"#$%&"'()' ,'
Guarda in giù, attraverso il tuo ventre.
Sotto il coccige oscilla l’argenteo chakra Omega.
Custodisce le essenze dell’essere planetario,
del tuo corpo e della tua vita terrena,
delle tue paure e della tua oscurità che ti hanno servite.

Respira tra il cuore e il chakra Omega.


Espira la forza del cuore verso Omega
E inspira la densità del tuo corpo nel tuo cuore.

Respira così per un po’, su e giù


E senti il calore della terra nel tuo cuore.

(3 – 5 volte)
Lascia andare Omega e ritorna nel tuo cuore.
Concentrati qui e lascia fluire liberamente il tuo respiro.

(3 – 5 volte)

Infine lascia andare semplicemente e


affida a se stessi il tuo respiro, il corpo e il cosmo.

Meditazione del respiro triplo


Coricati comodamente e lascia che le braccia riposino leggere vicino al tuo corpo,
espira e inspira amorevolmente.
Apri il tuo cuore. Semplicemente decidendolo, accede. E con il tuo cuore si aprono tutti
gli spazi chiusi della tua vita subconscia e conscia.
Si aprono le porte e gli spazi di tutte le dimensioni. Fanno parte del tuo respiro più
profondo. Adesso si aprono – semplicemente perché hai aperto il tuo cuore, perché esso
è la chiave per tutti questi spazi.
Fai scorrere tutte le energie del tuo corpo nel terreno – con ogni respiro sempre più nel
profondo. Permetti che il tuo corpo diventi libero – vuoto. Lasciati cadere, cullare e
trascinare.
Respira lentamente, profondamente e amorevolmente nei tuoi spazi polmonari, in
quell’infinito universo che nella vita umana non puoi attraversare.
Percepisci come l’inspiro riempie l’universo dei tuoi polmoni e come l’espiro lo svuota,
come si riempie e si svuota – si riempie e si svuota – un flusso infinito.

!"#$%&"'()' -'
Permetti che il tuo respiro si espanda su tutto il corpo – riempiendolo e svuotandolo.
Contemporaneamente fluisce anche nel ventre, alzando e abbassando l’addome.
Con facilità puoi arrivare ora al respiro dell’anima. Questo è il respiro della tua e di tutte
le infanzie delle vite terrene. Porgi l’attenzione sulla tua spina dorsale, espira e inspira.
Riesci a sentire il flusso nella tua spina dorsale. Percepiscilo con calma.
Espira la tua anima dal tuo corpo, lasciala libera per fare il suo viaggio. Il tuo corpo
rimane lì come un recipiente vuoto, mentre sposti la tua attenzione su altri piani e spazi,
dove è possibile trasformare le strutture e i modelli terreni. Entri nelle dimensioni, dove
trovi ciò che indora la tua vita terrena.
Anche se ti rilassi completamente, su un altro livello, sei completamente sveglio.
Osserva il flusso: con l’inspiro fluisce una corrente d’etere dorata. Danza come una
spirale attraverso te e arriva nelle tenebre della tua vita.
Con l’espiro fluisce una corrente di luce terrena argentea, che accoglie e purifica in se i
veli grigi del dolore e delle esperienze.
Continua a respirare profondamente ma senza fatica, calmo e rilassato. Fai delle pause
tra i respiri e permetti loro di allungarsi, senza forzare e leggermente fluendo.
Cambia il tuo punto di vista e osservati dall’esterno. Vedi (forse con il passare del
tempo) una corrente splendente attraversare il tuo corpo, che pulsa a spirale su e giù,
infinitamente fluendo tra i mondi del tuo corpo e del tuo Spirito.
Adesso guidi consciamente le energie nervine cosmiche nel tuo corpo, fallo con tutta la
tua volontà e con tutto il tuo amore. Percorri tutti i regni del tuo essere con questa
energia dell’Uno.
Con ogni respiro la luce della fonte rimuove le tracce di durezza, separazione e dolore.
Guarda quali spazi si aprono e cosa cambia nella tua vita.
Calma ora il tuo respiro attivo, lascia che il tuo corpo riceva e doni da sé il suo respiro.
Facilmente entri nello spazio del respiro dello Spirito. Il tuo corpo luce si è stabilizzato
nel respiro dell’anima. Si è espanso come essere infinito che pulsa potentemente tra
cosmo e centro della terra.
Osserva dallo spazio il tuo corpo luce, vedi le pulsazioni e la corrente della luce, che sei
tu stesso. Qui non senti più il tuo corpo fisico, perché qui non esiste .
Lasciati trascinare dal flusso, dal movimento cosmico e dagli esseri dell’UNO.
E vedi: TUTTO QUESTO SEI TU.

Traduzione: Iris E’Lina


Correzione: Bianca e Ornella 8 giugno 2009

!"#$%&"'()' .'